Cerca nel blog

giovedì 9 aprile 2020

Tricolore su un tratto del lungomare di Canneto. Iniziativa di Corrado Gianno', coadiuvato da Giovanni Mollica


Santa Messa in Coena Domini dalla Cattedrale di Messina, presieduta da Mons. Accolla (video - differita)

Alle 21 su Eolienews la differita della Santa Messa della Cena del Signore dalla Basilica Cattedrale di Messina, presieduta da Mons. Giovanni Accolla

Prova i capperi della Italiana Capers sud di Lipari...vedrai la differenza!


La ICS Italiana Capers Sud srl, costituita nel 1981 a Lipari, nelle splendide Isole Eolie, produce, confeziona e commercializza i capperi ed i frutti del cappero “Cucunci”.
La società è nata dalla volontà e dall’impegno di operatori che, con passione, hanno dedicato tutta la loro consolidata esperienza nel settore alimentare – conserviero per mantenere viva la tradizione della propria terra.
Sin dalla sua costituzione, l’attività della società si è sempre caratterizzata per la fedeltà ad unico e grande principio: la qualità; una qualità che si esprime in tutte le fasi del processo produttivo .
L’azienda dispone di un nuovo e moderno stabilimento e di adeguate attrezzature ed impianti tecnologicamente avanzati che le consentono di garantire e mantenere un elevato standard qualitativo.
L’azienda è dotata del Piano di Autocontrollo HACCP, del sistema di Rintracciabilità ed è certificata biologica.
PROVA I NOSTRI CAPPERI, VEDRAI LA DIFFERENZA !

ITALIANA CAPERS SUD SRL – Località Pianogreca s.n.c. – 98055 LIPARI ME (Sede legale della società)
info@capersud.it
Tel: 090.9811202 / 090.9812414 - Fax: 090.9814279 -
P. Iva 00757610837
Capitale sociale € 63.000,00 I.V.
C.C.I.A.A. 109066 Messina
Reg. Soc. n. 610 Trib. Barcellona (ME)

A Canneto: Residence Mistral

Per la tua indimenticabile vacanze alle Eolie RESIDENCE MISTRAL
A Canneto - A dieci metri dal mare
Confort + Disponibilità
Visita il nostro sito all'indirizzo: http://www.mistralresidence.com/
E-mail: info@mistralresidence.com
Telef. 090.9880683 Fax 090.9812124

Moderati per Calderone sui buoni spesa : ” Correggere meccanismi”

(Comunicato) Con l’Ordinanza di Protezione Civile n. 658 recante “Ulteriori interventi di protezione civile in relazione all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili” si assegna ai Comuni italiani un contributo pari a 400 milioni di euro per interventi di solidarietà alimentare. L’Ordinanza nasce dall’esigenza urgente di assicurare, in via emergenziale, risorse per interventi di solidarietà alimentare sul territorio nazionale.
Gli enti locali, in esercizio provvisorio, in base all’articolo 1 comma 3 dell’Ordinanza possono procedere ad una variazione di bilancio con delibera di Giunta.
Il Comune di Lipari ha ricevuto la propria quota di finanziamento (108.000,00 euro circa) e ha provveduto con una delibera di giunta all’approvazione delle necessarie variazioni di bilancio in deroga alle ordinarie procedure.
In data 01 Aprile, l’Amministrazione comunale con avviso pubblico – Emergenza Covid 19 buoni spesa “Solidarietà alimentare” alle famiglie in difficoltà – indica i requisiti richiesti per accedere all’erogazione dei buoni spesa e le modalità di presentazione delle istanze, allegando il relativo modello di domanda.
Sentiamo necessario evidenziare che si tratta di un contributo straordinario a favore di persone e famiglie in difficoltà economica. Possono beneficiare dei buoni spesa famiglie con figli, coppie e single con priorità per chi non riceve altri sostegni pubblici (Reddito di cittadinanza, cassa integrazione, NASpI, ecc.).
Noi Moderati per Calderone con una nota a firma del capogruppo, pubblicata dai quotidiani on line in data 31 Marzo, avevamo manifestato tutta la nostra preoccupazione per il momento di emergenza che attraversiamo. Avevamo suggerito percorsi istituzionali e procedure indirizzate al concreto sostegno dei più bisognosi, richiedendo inoltre la massima attenzione nell’erogazione dei buoni spesa perché nessuno in reale stato di difficoltà fosse escluso da tale beneficio.
Sentiamo l’obbligo di intervenire per rappresentare le giuste rimostranze di numerosi cittadini, in evidente e dichiarato disagio, esclusi dai benefici previsti dall’Ordinanza della Protezione Civile a favore del sostegno alimentare.
Siamo profondamente amareggiati perché in questo momento di emergenza si deve dare priorità alle persone e alle famiglie prive di risorse.
Cogliamo lo sconforto di troppe famiglie per credere che si tratti di involontarie disattenzioni, pertanto chiediamo a gran voce di fare chiarezza sull’accaduto e di correggere i meccanismi che possono aver determinato tali errori di valutazione.
Tante famiglie vivono la mortificazione della privazione per l’emergenza Covid 19, dobbiamo dimostrarci migliori e agire con responsabilità. Nel nostro paese si sta consolidando una convinzione che non ci fa onore, pertanto chiediamo che si rivedano talune procedure valutando con più attenzione le istanze e dando assoluta precedenza alle situazioni più problematiche. Riteniamo inoltre, per ragioni di opportunità, che i buoni spesa debbano essere consegnati ai cittadini presso gli uffici della sede municipale nel rispetto della privacy.
Il governo della Regione Sicilia ha già avviato l’erogazione delle somme stanziate (100 milioni di euro) per l’assistenza alimentare a favore delle famiglie disagiate per l’emergenza Covid 19. Il Dipartimento della Famiglia sta di fatto completando l’emissione dei mandati di pagamento a favore dei Comuni siciliani che hanno sottoscritto l’Atto di adesione. A seguito di tale contributo altre famiglie potranno accedere a un sostegno alimentare e ci auguriamo che non si verifichino ulteriori disagi.
Abbiamo il dovere e la responsabilità, in una situazione del tutto imprevedibile, di operare e vigilare perché nessuno resti indietro.
09/4/2020
Eliana Mollica e Gesuele Fonti
MODERATI PER CALDERONE

Coronavirus: l’aggiornamento del 9 aprile in Sicilia, 1.942 positivi ,152 guariti, 138 deceduti

Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato ad oggi (giovedì 9 aprile), in merito all’emergenza Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale.
Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 28.742 (+1.304 rispetto a ieri).
Di questi sono risultati positivi 2.232 (+73), mentre, attualmente, sono ancora contagiate 1.942 persone (+49), 152 sono guarite (+19) e 138 decedute (+5).
Degli attuali 1.942 positivi, 629 pazienti (+1) sono ricoverati - di cui 63 in terapia intensiva (-2) - mentre 1.313 (+48) sono in isolamento domiciliare.
Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Agrigento, 112 (0 ricoverati, 2 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta, 99 (22, 5, 8); Catania, 574 (144, 33, 55); Enna, 282 (172, 2, 16); Messina, 347 (143, 23, 29); Palermo, 295 (72, 38, 13); Ragusa, 51 (9, 4, 3); Siracusa, 82 (48, 33, 9); Trapani, 100 (19, 12, 4).
Il prossimo aggiornamento regionale avverrà domani.

In fuga ai tempi del Coronavirus. Accade ad Ostia. Senza parole davvero e comportamento da censurare.



Vulcano. Stoppato un depuratore privato, sospese le attività.... (L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 09.04.20)



In cammino verso la Pasqua a cura di Don Giuseppe Mirabito

LN Garden a Lipari - Marina Lunga (a 50 metri dal porto) con la qualità, la competenza e la professionalità di sempre

La competenza dell'agronomo Luigi e la professionalità del biologo naturalista Nuccio sono a vostra disposizione. Da noi troverete un vasto assortimento di piante ortive ornamentali e fiorite, alberi da frutta, mangimi per animali, concimi, prodotti per il giardinaggio e l'agricoltura e tanto altro ancora. 
Da noi troverai anche FIORI DA TAGLIO 

LN Garden allarga il suo raggio d'azione grazie alla professionalità e competenza del proprio team. 
Da oggi potete rivolgervi a noi per la realizzazione di composizioni per battesimi, comunioni, matrimoni ecc.
Questi alcuni dei nostri lavori 






LN Garden dei fratelli Giorgianni è rivendita ufficiale mangimi Leocata e Mignini&Petrini . Venite a trovarci. Vi aspettiamo a Lipari - Marina Lunga ( a 50 metri dal porto). Oppure potete contattarci ai numeri 3393307932 3338918437
Da noi potete trovare anche croccantini e riso soffiato per cani. Lettiera e mangimi per conigli nani e criceti

Potete anche seguirci sulla pagina facebook  "Luigi Nuccio LN Garden"

Primigi...occhio agli sconti e ai nuovi arrivi


PRIMIGI STORE Lipari
VIA SAN VINCENZO snc
CANNETO LIPARI 
Tel: 090/9817388
facebook: PRIMIGI STORE LIPARI

Coronavirus: dalla Regione i primi fondi per le famiglie disagiate. Ai Comuni eoliani circa 92mila euro complessivi

E' stata già avviata l'erogazione delle somme stanziate dal governo Musumeci per l'assistenza alimentare a favore delle famiglie disagiate per l'emergenza Covid 19. Il dipartimento della Famiglia, infatti, sta completando l'emissione dei mandati di pagamento a favore dei Comuni siciliani che hanno già sottoscritto l'Atto di adesione. Le risorse dovranno essere destinate “prioritariamente ai nuclei familiari che non percepiscono alcuna altra forma di reddito e alcuna altra forma di assistenza economica da parte dello Stato, compresi ammortizzatori sociali e reddito di cittadinanza”.

La procedura di utilizzo dei fondi è stata velocizzata e semplificata al massimo dagli uffici e a riguardo ha fatto chiarezza anche l'assessore alle Autonomie locali, Bernardette Grasso, che con due circolari ha superato i dubbi sollevati dall'Anci-Sicilia in merito alla procedure amministrativo-contabili per l'utilizzo delle somme stanziate dalla Regione. L'assessore ha infatti chiarito che in base al quadro normativo vigente i Comuni, proprio in ragione dello stato di emergenza connesso all'epidemia da Covid 19, possono operare con modalità semplificate, in deroga alle ordinarie procedure in materia di appalti pubblici e possono procedere, in esercizio provvisorio, con delibera della giunta all'approvazione delle necessarie variazioni di bilancio.

Per rendere ancora più produttiva la comunicazione tra Regione e Comuni, sulla pagina web del dipartimento della Famiglia verrà istituita una sezione Faq per eventuali chiarimenti in merito alle procedure di erogazione delle risorse ai beneficiari finali. Un'iniziativa che si aggiunge alla linea telefonica diretta dedicata ai sindaci, attiva fin dall'inizio dell'epidemia in Sicilia.

«Stiamo facendo tutto in tempi più che rapidi - sottolinea il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci - anche perchè abbiamo ben chiaro che qui è in gioco il sostentamento di migliaia di famiglie alle quali va garantita subito la possibilità di acquistare beni di prima necessità: alimenti, medicine, ma anche prodotti per l’igiene personale e domestica, oppure una bombola del gas per cucinare. Presto sarà messa a disposizione dei Comuni anche l'altra tranche delle risorse, che ammonta a settanta milioni, fino al completamento dei cento milioni stanziati. Tutti coloro che a causa della pandemia hanno visto d'un sol colpo azzerarsi qualsiasi forma di guadagno, dovranno avere la possibilità di resistere dignitosamente, finchè l'emergenza non sarà rientrata: la Regione resta al loro fianco. A queste si aggiungeranno le iniziative che dovranno arrivare da parte dello Stato».

Questi i fondi per i Comuni eoliani:
Leni € 4.236,00
Lipari € 76.926,00
Malfa € 6.048,00
Santa Marina Salina € 5.304,00

Arcivescovo Accolla dona respiratore polmonare all'ospedale di Lipari

(di Enzo Compagno) Nella giornata di oggi ci è stato consegnato un respiratore polmonare, dono di Sua Eccellenza l'Arcivescovo di Messina Monsignor Giovanni. Accolla utilissimo in questo difficile momento. A nome della Direzione dell'Asp e mio personale esprimo il piu vivo ringraziamento per il dono e per la vicinanza espressa da S. E. alla popolazione eoliana in occasione della pandemia Covid 19.
YOUR WAY TO THE ISLANDS
PRENOTARE E' SEMPRE PIU' COMODO CON LIBERTYLINES! 
Puoi infatti scegliere di effettuare il pagamento della tua prenotazione sia tramite utilizzo della carta di credito sia effettuando un bonifico on line. 
Prenota subito il tuo viaggio sul sito LibertyLines! 

A Lipari e Canneto: Panificio Leonardi


Per consegne a domicilio e/o ordinazioni tel. 090.98.11.885- 090.98.13.467

Musumeci: per Pasqua limitazione al transito nello Stretto, vietate le consegne a domicilio nei giorni festivi ed altri limiti nella nuova ordinanza.

Ulteriori limitazioni al transito dei passeggeri nello Stretto di Messina, con potenziamento del controllo sanitario. Divieto di gite “fuori porta” e ancora, obbligo dell'uso di mascherine e guanti per il personale dei negozi alimentari. Sono queste alcune delle nuove misure adottate dal governatore Nello Musumeci, in vista delle festività di Pasqua, con un'ordinanza pubblicata sul sito web istituzionale della Regione Siciliana.
Sebbene la diffusione del Coronavirus nell'Isola sia inferiore rispetto al resto d'Italia, il presidente della Regione, in previsione delle giornate festive, ha adottato disposizioni restrittive per evitare che alcuni comportamenti possano generare condizioni idonee alla diffusione del contagio. Uno spostamento non controllato delle persone, infatti, potrebbe rendere più elevato il rischio di un aumento dei casi positivi in Sicilia.
Nell'insistere sulla linea della fermezza e del rigore, Musumeci si fa forte anche delle risultanze di uno studio del dipartimento di Scienze economiche, aziendali e statitiche dell'Università di Palermo – richiamato nell'ordinanza - che «ritiene efficaci le misure di contenimento adottate dalla Regione Siciliana per contrastare il diffondersi del contagio», evidenziando come la Sicilia, «alla luce dei dati raccolti sull'andamento dell'epidemia sin dalla fine di febbraio, potrebbe essere la prima Regione italiana a raggiungere l'obiettivo di “zero contagi”, solo se continua a mantenere le restrizioni in vigore».
Queste le misure adottate.
Transito nello Stretto di Messina
Da domani (venerdì 10) a lunedì 13 aprile, gli spostamenti via mare dei passeggeri da Villa San Giovanni e Reggio Calabria verso Messina (e viceversa) saranno consentiti, esclusivamente, agli appartenenti alle Forze dell'Ordine e alle Forze Armate, agli operatori sanitari pubblici e privati, ai lavoratori pendolari, nonché per “comprovati motivi di gravità e urgenza. Il coordinatore dell'Unità di crisi sanitaria metropolitana di Messina, di concerto con l'Asp, provvederà a intensificare i controlli sanitari agli approdi della Rada San Francesco, della Stazione Marittima e di Tremestieri”. Per questa attività potrà essere utilizzato il nuovo personale medico già selezionato a seguito dell'avviso pubblico autorizzato dalla Giunta regionale del 12 marzo.
Divieto di gite “fuori porta”
Rimangono interdetti alla fruizione i parchi, le aree gioco, le ville, i boschi, i giardini e ogni altro spazio pubblico. A vigilare sull'osservanza delle disposizioni sarà anche il Corpo forestale regionale. Permane il divieto di gite "fuori porta", di spostamento nelle cosidette "seconde case" e verso luoghi di villeggiatura.
Uso di mascherine e guanti
Negli esercizi commerciali di vendita e distribuzione di generi alimentari, anche all'aperto, gli operatori sono tenuti: all'uso costante di mascherina; all'utilizzo di guanti monouso o, in alternativa, al frequente lavaggio delle mani con detergente disinfettante. In ogni luogo nel quale non sia possibile mantenere la distanza di un metro tra persone, ognuno dovrà coprire naso e bocca con una mascherina o con un altro adeguato accessorio.
Limitazione delle uscite
Viene ribadito che le uscite per gli acquisti essenziali, a eccezione di quelle per i farmaci, vanno limitate a una sola volta al giorno e a un solo componente del nucleo familiare.
Venditori ambulanti
Continua a essere inibito l'ingresso nel territorio comunale ai venditori ambulanti al dettaglio, se provenienti da altri Comuni.
Consegne a domicilio nei festivi
La chiusura, domenicale e nei festivi, di tutti gli esercizi commerciali include anche i relativi servizi di consegna a domicilio, con eccezione della sola consegna di farmaci e prodotti editoriali.  

Tutti negativi i tamponi effettuati a S. M. Salina domenica scorsa, compreso il caso dubbio.


COMUNICATO STAMPA
Ieri 08 aprile 2020 sono pervenuti dall’ASP i risultati ufficiali relativi ai tamponi effettuati sull’isola domenica 5 aprile scorso, accertando la negatività per tutti, compreso il caso dubbio,  con eccezione dei casi positivi già precedentemente confermati, e per i quali si procederà ad effettuare nuovi tamponi.
“Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti in questi giorni” commenta il Sindaco di Santa Marina Salina Domenico Arabia “sia perché finora abbiamo escluso dal potenziale contagio una sessantina circa di nuclei familiari, sia perché siamo riusciti a contenere e isolare i casi positivi confermati riconducendoli a pochi nuclei familiari”.
Dall’inizio dell’emergenza covid 19 sull’isola di Salina sono stati effettuati circa 80 tamponi, di cui solo una piccola parte per fine quarantena per soggetti rientrati dopo il 14 marzo sull’isola, e la maggior parte concentrati su Santa Marina Salina consentendo, attraverso l’indagine epidemiologica, di accertare che il virus è giunto sull’isola in tempi non sospetti e ancora quando non era in vigore alcuna misura restrittiva in relazione agli spostamenti per il territorio regionale.
“Un grande sforzo in termini di tempo e uomini è stato attuato in quest’ultimo mese” continua il Sindaco Arabia “e devo ringraziare per l’impegno profuso senza sosta il personale della Stazione Carabinieri di Salina e l’Arma , il personale del PTE 118 di Salina e il Coordinatore Dr. Enzo Picciolo,  il personale dell’Asp di Barcellona in particolare nella persona del Dr. Genovese, il Direttore del Distretto Asp di Lipari Dr. Bruno Natale, i medici di base dell’isola che in modo congiunto e con grande collaborazione hanno consentito oggi di poter rassicurare ulteriormente la Comunità dell’Isola”.
È doveroso ricordare che sin dal primo caso sospetto di covid 19 relativo al primo paziente, poi purtroppo deceduto a Messina il 02 aprile scorso, sono state poste in isolamento precauzionale numerosi nuclei familiari in quanto potenzialmente entrate in contatto con lo stesso, e questo ha permesso di ridurre al minimo il rischio di propagazione del virus.
“Devo ringraziare tutti i miei concittadini che in queste settimane sono stati costretti a rimanere in casa, con la chiusura anche in alcuni casi delle proprie attività commerciali che in questo periodo potevano continuare ad essere operative, in attesa di effettuare i tamponi e poi di ottenere i risultati” conclude il Sindaco “perché con la loro pazienza hanno dimostrato un grande senso di responsabilità e hanno compreso appieno il grave rischio cui andavamo tutti incontro in caso di propagazione del contagio”.
Aver circoscritto e isolato i casi positivi scongiurando il pericolo di contagio sul territorio non deve fare abbassare la guardia ma anzi, al contrario, deve fare rimanere tutti vigili e attenti nel rispettare le regole sul distanziamento tra individui e soprattutto nel ridurre gli spostamenti riconducendoli esclusivamente alle comprovate necessità di lavoro, mediche e a urgenze inderogabili.

Il Sindaco di Santa Marina Salina
Dott. Domenico Arabia

A LIPARI... RESIDENCE LA GIARA, IL CONFORT DI UN ALBERGO, LA CONVENIENZA DI UN RESIDENCE 4 STELLE.

Elegante ed esclusivo, il Residence Hotel La Giara, è situato in una zona tranquilla a circa 200 m. dal centro di Lipari, isola madre delle Eolie. Immerso nel verde e a pohi passi dal mare, è sicuramente il luogo ideale per trascorrere un soggiorno piacevole e rilassante.
Costruito nel pieno rispetto dello stile eoliano, dispone di camere dotate di ogni confort che possono ospitare da 2 a 4 persone. Ciascuna camera è dotata di ingresso proprio, di patio o balcone, TV, aria condizionata, cassaforte, servizi in camera, telefono. Il trattamento offerto è di tipo alberghiero e comprende pulizia giornaliera, biancheria da letto e da bagno e prima colazione, offerta nell’accogliente terrazza della hall. La vicinanza al centro e al porto,raggiungibili a piedi attraverso un caratteristico vicolo, rende agevoli gli spostamenti, senza dover ricorrere all’utilizzo dei propri mezzi che possono sostare gratuitamente nell’ampio parcheggio della struttura.
IL RESIDENCE DISPONE DI WI-FI GRATUITO IN TUTTA LA STRUTTURA.
Per ulteriori informazioni e una visita virtuale della struttura www.residencelagiara.com

OFFERTE al Centro Tim di Giuseppe Velardita, "Affiliato La Via Lattea - Euronics".







Non si effettuano consegne a domicilio
VIENI A TROVARCI DA VELARDITA GIUSEPPE "AFFILIATO LA VIA LATTEA EURONICS" CENTRO TIM - C.SO VITT. EMANUELE - LIPARI - TEL. 090.9812418
Il negozio resta aperto dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,00

Buon Compleanno!

Auguri a Catena Maria Russo, Maria Catena Furnari, Giovanna Mangano, Emanuele Montegrosso, Miryana Porto, Massimo Scaffidi, Amedeo Sabihi. Marcy Reitano

Come eravamo: Quinta elementare 1957 / Classe della scuola media 1959


Foto  n 1: La  quinta  elementare  con  la  Maestra  Fraumeni  anno  1957
Da  sx : Franco  Berte’, Puglia, Aloi  Pietro, Basile  Giuseppe,  Moscarella Salvatore , Castorina ,  Natoli  Aldo,  Gianni  Iacolino,  Campo  Bartolo,  Giovanni  Giardina,  Puglisi  Vincenzo, De  Luca  Giuseppe, Merrina  Bartolo, Marino  Sergio,  Restuccia  Bartolo .
Foto  n  2  : Scuola  Media  S.  Lucia  di Lipari  anno  1959  
Da  sx: Valastro Francesco, Castorina, Cincotta, Ragusi  Antonino, Gentile  Cettina , Maggiore  Adelaide,  Prof.ssa Ainis,  Giambo’ Santina,  Mammana  Maria,  Russo  Maria,  Campo  Bartolo, ( accosciati ) Gennarino  Leone,  e  Giovanni  Giardina .
Per una vacanza di pieno relax a Lipari, in una zona tranquilla e a poche centinaia di metri dal centro storico dell'isola, HOTEL-ALBERGO "VILLA DIANA"
Villa Diana è in Via Edwin Hunziker (ex via Tufo) n°1
98055 LIPARI (ME) - Tel. e Fax: 0909811403 
www.villadiana.com - www.edwinhunziker.it 
email: info@villadiana.com - PEC: villadianalipari@pec.it

Foto - tessera e foto per tutti documenti da "I colori dell'isola" sulla XXIV Maggio a Lipari


PERCORSO NASCITA: SERVIZIO SEGNALAZIONI E TESTIMONIANZE

(Comunicato) Il Comitato L'Ospedale di Lipari non si tocca ha pensato di raccogliere testimonianze delle partorienti delle Isole Eolie per dare voce ai bisogni e alle aspettative di queste donne che vivono sulla propria pelle i disagi legati all'insularità e ai problemi connessi alla soppressione del punto nascita dal 2011.
In questo momento drammatico legato alla pandemia, pensiamo sia ancora più urgente preservare le future mamme e non esporle a rischi ulteriori.
Chiediamo a gran voce insieme a loro che si possa tornare a nascere a Lipari senza rinunciare alla qualità dei servizi alla sicurezza delle future mamme. La raccolta delle vostre testimonianze ci aiuterà a sostenere questa battaglia.
Chi lo desidera, può collegarsi su messenger il lunedì e venerdì dalle ore 16:00 alle 18:00 chiedendo l'amicizia a Giovanna Maggiore o al numero 333 572 6464.

Coronavirus: aiuto della Regione agli universitari fuori sede

Sette milioni di euro per gli universitari siciliani fuori sede come contributo alloggio. E' il sostegno che il governo Musumeci intende dare alle famiglie degli studenti in situazione di disagio per l’emergenza epidemiologica.
In dettaglio, quattro milioni sono destinati agli studenti iscritti in atenei al di fuori della Sicilia, anche all'estero. Per loro ottocento euro, se hanno mantenuto la permanenza, in quelle sedi, dal 31 gennaio fino a oggi.
Altri tre milioni di euro andranno, invece, agli studenti fuori sede, ma residenti in Sicilia, che abbiano richiesto il contributo alloggio all'Ersu per l’anno accademico in corso e siano risultati idonei, ma non assegnatari del beneficio.
I destinatari del primo contributo dovranno, inoltre, essere regolarmente iscritti all’anno accademico 2019/2020, appartenere a un nucleo familiare con una certificazione Isee non superiore ai 23 mila euro annui e non godere di altri benefici economici erogati per le stesse finalità.
Il sostegno verrà erogato tramite gli Ersu della Regione Siciliana: quello di Palermo provvederà all'istruttoria degli studenti iscritti in Italia, quello di Catania per gli universitari all'estero.
«Crediamo doveroso - evidenzia il presidente della Regione, Nello Musumeci - erogare un concreto e immediato beneficio economico a tanti studenti che, in queste settimane sono comunque obbligati a sostenere i costi relativi ad affitti per alloggi che non possono utilizzare. Abbiamo ritenuto doveroso riservare anche una particolare attenzione a quei giovani che hanno affrontato il sacrificio della lontananza dalle loro famiglie in un momento particolarmente difficile, rinunciando a rientrare in Sicilia».
«Grazie all’impulso fornito dal presidente della Regione - sottolinea l'assessore all'Istruzione Roberto Lagalla - si è stati in grado di rispondere prontamente a una condizione di disagio manifestato da tanti giovani e dalle loro famiglie, ai quali, sin dall’inizio di questa legislatura, abbiamo inteso rivolgere la massima attenzione. Con questo provvedimento, abbiamo guardato tanto agli studenti siciliani fuori regione, quanto a quelli che frequentano gli atenei dell'Isola nell’ottica di assicurare un equo e solidale intervento. Si tratta di un’azione che, soprattutto nella attuale fase emergenziale, fornisce un utile contributo dell’istituzione regionale ai tanti genitori che affrontano con sacrificio le spese necessarie a garantire il percorso accademico dei propri figli».
Gli Ersu, inoltre, potranno emanare un ulteriore bando per l’erogazione di “sussidi straordinari” destinati a studenti, sia pure esclusi dalle graduatorie, ma che, a seguito dell’epidemia da Covid 19, siano venuti a trovarsi in stato di particolare bisogno personale o familiare. Il bando sarà disponibile entro mercoledì 15 aprile sul sito del dipartimento dell’Istruzione e della formazione professionale della Regione Siciliana e su quelli degli Ersu regionali.

Merlino Garage: Comunicazioni alla clientela.

#ATTENZIONE ❗❗❗
L'officina seguirà le normative imposte dal nuovo decreto ministeriale per quanto riguarda il problema #coronavirus.
Comunichiamo a tutti i nostri clienti che, una volta arrivati in sede, si deve mantenere la calma e la gentilezza, non avere fretta.
Questo, in modo da gestire al meglio e singolarmente ogni lavoro da eseguire sui vostri mezzi..
Inoltre sarà rispettata la distanza richiesta di 1.5 metri


 NOI, DA OGGI IN POI, SAREMO A DISPOSIZIONE DI TUTTE LE PERSONE CHE NON HANNO LA POSSIBILITA' O CHE HANNO PAURA DI USCIRE,CON SERVIZIO A DOMICILIO. 

NON VI ABBANDONIAMO,NON LO FAREMO..
SIAMO A VOSTRA DISPOSIZIONE 

🤷‍♂️Riteniamo che sia un atto doveroso tutelarvi nella speranza che questo periodo, così delicato, passi in fretta.

PS. Gli orari potranno subire cambiamenti in base alle prenotazioni e mole di lavoro.


Supermercati Spesa mia. Le offerte dal 9 aprile

Oggi: Giovedì Santo.



Il Giovedì Santo si celebra il rito della benedizione degli olii santi durante la Messa del Crisma ricordando l'ultima Cena del Signore dando così inizio al Triduo Santo.

Nella Chiesa, ma anche nella società, una parola chiave di cui non dobbiamo avere paura è “solidarietà”, saper mettere, cioè, a disposizione di Dio quello che abbiamo, le nostre umili capacità, perché solo nella condivisione, nel dono, la nostra vita sarà feconda, porterà frutto». La sorgente di questo dono per la Chiesa e per ogni singolo credente è la Mensa Eucaristica nella quale la comunità radunata nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito, ripetere il gesto compiuto da Gesù con l’istituzione del Sacramento dell’Altare.

Il comando di Gesù rivolto ai suoi discepoli chiamati a perpetuare quanto da lui stesso compiuto nel cenacolo si prolunga poi nel segno della lavanda dei piedi, tanto che lo stesso Maestro e Signore dice ai suoi commensali: «Vi ho dato l’esempio perché come ho fatto io facciate anche voi». Così facendo pone una relazione profonda e indisgiungibile tra l'Eucaristia, sacramento della sua offerta sacrificale al Padre per la salvezza del mondo, e il comandamento dell’amore che si traduce nel servizio incondizionato, sino al dono della vita, ai fratelli.

Dall'Eucaristia la Chiesa trae la sua origine permanente e all'Eucaristia essa deve fare ritorno in ogni istante della sua esistenza e della sua missione perché possa essere e crescere secondo il pensiero e il disegno di Dio. Del resto «la Chiesa è stata fondata, come comunità nuova del Popolo di Dio, nella comunità apostolica di quei dodici che, durante l’ultima cena, sono divenuti partecipi del corpo e del sangue del Signore sotto le specie del pane e del vino. Cristo aveva detto loro: “Prendete e mangiate...”, “prendete e bevete”. Ed essi, adempiendo questo suo comando, sono entrati, per la prima volta, in comunione sacramentale col Figlio di Dio, comunione che è pegno di vita eterna.

Da quel momento sino alla fine dei secoli, la Chiesa si costruisce mediante la stessa comunione col Figlio di Dio, che è pegno di pasqua eterna». La ricchezza di questo mistero di salvezza è sapientemente raccolta in un’opera in avorio che fa parte di una collezione più vasta di tavolette eburnee istoriate, molte delle quali illustrano scene dell'Antico e del Nuovo Testamento, probabilmente costituenti nel loro insieme un paliotto d'altare. Oggi sono conservate al Museo S. Matteo di Salerno.
La “tavola” qui illustrata è divisa in verticale in due scene distinte e complementari. La parte superiore è occupata dall’episodio della moltiplicazione dei pani e dei pesci, chiaro rimando al mistero eucaristico. Gesù è intento a consegnare il pane moltiplicato ai suoi discepoli che a loro volta lo distribuiscono alla folla. La parte inferiore è invece costituita a sua volta da due scene. Innanzitutto l’ultima cena, in cui possiamo vedere Gesù seduto assieme ai suoi discepoli a una tavola imbandita con al centro un grande pesce, simbolo cristologico ed eucaristico, poco prima di annunciare il tradimento di Giuda. Poi ecco la lavanda dei piedi, lì dove Gesù, dopo aver deposto la veste su uno sgabello posto alle sue spalle ed essersi cinto di un asciugatoio, lava i piedi a Pietro e agli altri discepoli. Il suo gesto ha una forte connotazione liturgica e richiama immediatamente ciò che durante la celebrazione della Cena Domini compie il sacerdote quando ripete l'azione compiuta da Gesù nel cenacolo.
Le due scene sono strettamente relazionate e celebrano un solo mistero: «Prima della festa di Pasqua Gesù, sapendo che era giunta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, dopo aver amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine». Verso Cristo, il quale «ci nutrisce con tutto il sangue del suo corpo e del suo cuore, sotto il peso di inauditi dolori, pressato come in un torchio, solo per la forza del suo amore infinito» (M. S. Scheeben), si muove il cuore della Chiesa alla quale il Maestro «prima di consegnarsi alla morte, affidò il nuovo ed eterno sacrificio, convito nuziale del suo amore» (Preghiera Colletta).