Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 10 febbraio 2018

Sanità alle Eolie: accesso agli atti e tavolo tecnico. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi

Il video dell'insediamento di Padre Lo Nardo a Rettore del Seminario Arcivescovile di Messina

Un grazie a Massimo Lo Schiavo che ci ha concesso la pubblicazione di questo video. Come scrive lo stesso Massimo su fb: "Un dono di comunione per chi non ha potuto presenziare al solenne ingresso e alla nomina di Rettore del seminario arcivescovile di Messina, padre Alessandro Lo Nardo"

Pontile di Ginostra, un'attesa infinita. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi


Finalmente!. Ludica Lipari di calcio a 5 centra la vittoria


Dopo tanta attesa è arrivata la meritata vittoria per i ragazzi della Ludica Lipari nel campionato di C2 di calcio a 5.
Al Freeland hanno superato quest'oggi per 9 a 4 la Meriense.
A segno Puglisi F. (5), Puglisi M. (3), Pellegrino D.
Puglisi F. con 31 reti è il capocannoniere del girone

Festa di Carnevale in piazza a Pianoconte

Per l'organizzazione dell'Associazione Terme di San Calogero e dell'Amministrazione comunale di Lipari bella iniziativa domani pomeriggio a Pianoconte. L'orario d'inizio è fissato per le 15 e 30.
Ricordiamo anche che domani, alle 15 e 30, è in programma la sfilata a Canneto

Prima serata del Carnevale 2018 nelle foto del nostro collaboratore Bartolo Ruggiero (seconda parte)




La proposta: Senso unico sulla via Cappuccini all'uscita dalle scuole (di Francesco Coscione)

Riceviamo e pubblichiamo: 
Alcuni cittadini che vivono direttamente questa situazione, mi hanno chiesto di sensibilizzare l' Amministrazione Comunale e, in particolar modo l' Assessore alla viabilità, sul problema che si verifica nella zona di Santa Lucia all'uscita degli studenti dalla Scuola Media e Istituto Superiore. I genitori fermano le proprie auto, non potendo fare altrimenti specialmente in caso di condizioni meteo avverse, sul lato monte dalla via Cappuccini impedendo di fatto la doppia circolazione in quella strada e creando code lunghissime e ritardi. Si chiede se non fosse possibile creare un temporaneo senso unico nella via Cappuccini, in determinati orari, dirottando il traffico verso il porto di Sottomonastero attraverso la via Carnevale e via Filippo Mancuso. Si allega cartina esplicativa. Tale accorgimento è stato adottato da anni a Pianoconte con ottimi risultati. In ogni caso gli stessi automobilisti possono adottare tale soluzione di propria iniziativa permettendo così un evidente vantaggio per tutti.
Grazie della collaborazione.
Francesco Coscione

Danni da mareggiate. Circomare interdice porzione banchina commerciale di Sottomonastero




Carnevale eoliano e maltempo. Saltano sia la sfilata di stasera che quella dei carri eoliani a Milazzo.

COMUNICATO STAMPA
Si informa la cittadinanza che a causa delle condizioni meteo avverse la sfilata dei carri allegorici, prevista in programma nella giornata odierna, non si svolgerà.
Le manifestazioni proseguiranno secondo programma domenica 11 a Pianoconte ore 15,30 Piazza Santa Croce sfilata e festa dei bambini in collaborazione con l’Associazione “Terme di San Calogero” ; a Canneto ore 15,30 sfilata partenza da Calandra.
Rammentiamo che l’Amministrazione comunale si riserva di apportare modifiche al programma a seguito di eventuali sopraggiunti impedimenti indipendenti dalla propria volontà.
Dalla Residenza Municipale, 10 febbraio 2018
L’Assessore
Ersilia Pajno



COMUNICATO STAMPA

L’Amministrazione Comunale ringrazia L’Assessore al Turismo del Comune di Milazzo Piera Trimboli per l’invito rivolto ai partecipanti del “Carnevale Eoliano” perché partecipassero alla sfilata che si tiene nella città di Milazzo. Purtroppo le condizioni meteo avverse e le previsioni dei prossimi giorni che interesseranno l’arco delle manifestazioni carnevalesche non potranno assicurare la partecipazione dei carri eoliani nonostante l’adesione e la condivisione già manifestata all’Assessore.
Siamo fiduciosi che l’impegno dell’Amministrazione milazzese profuso in tal senso possa trovare un’altra occasione per un’iniziativa comune pienamente condivisa dall’Amministrazione di Lipari.
Dalla Residenza Municipale, 10 febbraio 2018
IL SINDACO
Marco Giorgianni

Carnevale Eoliano 2018: Altre 5 foto della sfilata dei bambini delle scuole di Lipari


Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi,10 Febbraio

Buon Compleanno a Mariangela Pastore, Margherita Cafarella, Federica Fiorentino, Mattia Cincotta,Tanino Subba, Rosa Cincotta, Bartola Manfrè, Tina Spanò, Dario Orto, Giacomo Mancini, Maria Manfrè, Agata De Luca, Antonio Marzo

Edilizia scolastica, oltre 10 milioni di finanziamenti per la Città Metropolitana di Messina

La Città Metropolitana di Messina rende noto che nel periodo luglio-dicembre 2017 ha ottenuto finanziamenti ministeriali per complessivi 10.360.000 euro, somme erogate con vari atti e decreti che si riassumono in questo ordine:
- nel mese di luglio 2017, l’Assessorato Regionale per l’Istruzione e la Formazione Professionale ha comunicato che con le economie di cui alla delibera CIPE n.79/2012 sono state finanziate le seguenti opere:
a) Istituto Professionale per l'Industria e l'Artigianato “Enzo Ferrari” di Barcellona Pozzo di Gotto, euro 1.450.000 destinati alla realizzazione della palestra;
b) Liceo Archimede di Messina, euro 220.000 per il completamento del palazzo satellite.
Con decreto del Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca n. 607 dell'8 agosto 2017, pubblicato nel mese di novembre, a seguito della ripartizione del fondo di cui all’art. 25 D.L. 50/2017, sono state finanziate le seguenti opere:
c) Realizzazione del nuovo Liceo Scientifico di S. Teresa di Riva, finanziamento di euro 6.300.000;
d) Istituto Tecnico Agrario “Pietro Cuppari” di Messina, finanziamento di euro 2.000.000.
Con il recente del Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca n.1007 del 21 dicembre 2017, con le risorse di cui all'art. 1, comma 140, L.232/2016, sono state finanziate le seguenti opere, già candidate a finanziamento poiché previste nella programmazione regionale degli interventi per l’edilizia scolastica:
e) Istituto Tecnico Economico Tecnologico “Leonardo da Vinci” di Milazzo, euro 150.000;
f) Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Salvatore Pugliatti”, sezione associata di Furci Siculo, euro 240.000.

REGIONE: GIUNTA MUSUMECI REVOCA DIRIGENTI GENERALI

La giunta regionale ha revocato, con decorrenza 15 febbraio, tutti i dirigenti generali nominati dal precedente governo, applicando così la legge sullo ‘spoil system’. Entro cinque giorni la giunta Musumeci deciderà il nuovo assetto dirigenziale della Regione Siciliana. Dal provvedimento sono rimasti esclusi solo i due direttori in procinto di andare in pensione (Giovanni Silvia e Maria Elena Volpes).
“Voglio ringraziare tutti i dirigenti - afferma il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci - che hanno finora servito l’amministrazione regionale. Il criterio per le prossime scelte sarà quello della competenza e del rapporto fiduciario, come la legge stabilisce. Nel frattempo, raccogliendo l’auspicio dei giorni scorsi, abbiamo ricevuto tanti attestati di disponibilità, che sono già oggetto di attenzione. Appare chiaro, dunque, che la futura squadra di dirigenti generali comprenderà volti nuovi e dirigenti già collaudati”.

Prima serata del Carnevale 2018 nelle foto del nostro collaboratore Bartolo Ruggiero (prima parte)





Oggi è il 10 Febbraio. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

Filicudi -
Santo del giorno: Santa Scolastica - 

Santa Scolastica


È la sorella del grande S. Benedetto, fondatore dell'Ordine Benedettino e del monachismo d'Occidente.

Fin dalla giovinezza si consacrò al Signore col voto di verginità, e più tardi, quando già il fratello aveva fondato l'abbazia di Montecassino, fece costruire un monastero alle falde di quel monte per sé e per quelle che l'avessero voluta seguire.

Molte giovani infatti le si unirono formando di quella casa una comunità religiosa, di cui ella fu abbadessa. Il fratello ne determinò le regole, e l'ordine si chiamò delle « Benedettine ».

Da principio S. Scolastica saliva una volta all'anno all'abbazia del fratello, per conferire con lui: ma egli trovò che non era conveniente ch'ella si recasse fin lassù, essendo il viaggio troppo disagevole; perciò si offerse di scendere a lei.

Quando scendeva; si intratteneva in discorsi spirituali; ed alle volte mangiavano anche assieme. Avvenne in una di queste volte, che doveva essere l'ultima, che i loro discorsi si protraessero più a lungo del solito onde, declinando ormai la giornata, S. Benedetto fece cenno ai suoi frati che l'avevano accompagnato ch'era ora di ripartire e che quindi si tenessero pronti. Scolastica però gli s'oppose pregandolo a rimanere fino alperchè — diceva — mi pare che questa debba essere l'ultima volta che ci intratteniamo assieme.

— Ma che dici, sorella mia, le rispose egli, non sai che non posso trascorrere la notte fuori della mia cella? — e s'alzò deciso a ripartire.

Scolastica, visto inutile ogni ulteriore tentativo, chinò la fronte fra le mani e pregò in segreto.

Intanto S. Benedetto e i suoi frati si avviarono, aprirono la porta per uscire sulla stradetta e videro... scrosciare un acquazzone che, chi vi fosse stato presente, avrebbe pensato ad un secondo diluvio. E a completare il quadro si aggiungevano tuoni e lampi che pareva volessero squassare il monte. È da notare che pochi minuti prima il cielo era tutto terso.

— Dio ti perdoni, sorella mia, ma che hai tu fatto? — la riprese il fratello costretto a rientrare in casa. Ed ella candidamente: — Ti pregai di rimanere fino a domani e non mi hai ascoltata; per questo mi sono rivolta al Signore ed Egli mi ha esaudita. — E allora sia fatta la volontà di Dio!

Quella notte fu trascorsa in preghiere, in sante conversazioni, in pii esercizi di pietà e la mattina S. Benedetto si avviò all'abbazia.

Tre giorni dopo, mentre egli stava pregando, alzando lo sguardo, vide l'anima della sorella portata su ali d'Angeli salire al cielo e, anzichè piangere. ne lodò il Signore.

Benedetto mandò poi alcuni frati a prendere il corpo della Santa, lo fece portare all'abbazia, e seppellire nella propria tomba. 

venerdì 9 febbraio 2018

Allerta meteo arancione in Sicilia.

Una perturbazione, in transito dalla Tunisia verso l'area ionica, porterà un rapido peggioramento meteo sulle regioni meridionali.
Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede precipitazioni diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia e la Calabria, specie sui settori orientali siciliani e sui settori meridionali e ionici calabresi.
I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Dalle prime ore di domani si prevedono, inoltre, nevicate oltre i 700-900 metri sui rilievi della Sicilia settentrionale, sulla Calabria e sulla Basilicata, con apporti al suolo da moderati ad abbondanti.
L'avviso prevede anche venti di burrasca, con raffiche di burrasca forte, dai quadranti settentrionali su Sicilia e Calabria, in estensione, nel corso della mattinata, a Basilicata e Puglia. Mareggiate lungo le coste esposte.
Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata, per la giornata di domani, allerta arancione sui settori della Calabria meridionale e ionica, nonché sulla Puglia meridionale e sul messinese in Sicilia. Permane, inoltre, l'allerta arancione per rischio idrogeologico localizzato sul Veneto, bacino dell'Alto Piave, a causa della frana della Busa del Cristo, nel Comune di Perarolo di Cadore (Belluno), sulla quale è in corso un continuo e attento monitoraggio. Allerta gialla sui restanti settori della Calabria, su buona parte della Sicilia e della Puglia, nonché su tutta la Basilicata.

Dalla Gazzetta del sud di oggi. Belfiore nuovo direttore sanitario dell'Avis di Lipari

Carnevale Eoliano 2018: Le prime 5 foto della sfilata dei bambini delle scuole di Lipari

Non gli viene rilasciata documentazione richiesta. Il maestro Bisazza intenzionato a percorrere le vie legali

Riceviamo dal maestro Gaetano Bisazza e pubblichiamo:
Questa lettera e' stata da me mandata al Comprensivo Lipari 1 dopo aver richiesto invano un mio diritto aver la certificazione di un lavoro svolto presso la scuola in anni precedenti mi hanno dato delle risposte assurde
"Facendo seguito ai reiterati solleciti in ordine al rilascio dell'attestazione richiesta dei progetti svolti negli anni del preside Renato Candia e della vicaria Marisa Natoli (della durata di 10 anni) ad oggi rimasti privi di riscontro. Vi significo che gli istituti "I.C. LIPARI S. LUCIA" e "IST. TEC. ISA CONTI", hanno rilasciato regolarmente quanto di rispettiva competenza, motivo per cui Vi intimo e diffido a provvedere al rilascio di quanto richiesto entro e non oltre 3 giorni dal ricevimento della presente avendo stringente necessità.
In caso contrario mi vedo costretto ad adire le vie legali.
Cordiali saluti 
Bisazza Gaetano.

Disinfestazione scuole nel Comune di Lipari il 12 e 13 Febbraio. Polemiche e precisazione del sindaco Giorgianni

Polemiche a Lipari per la decisione di effettuare la disinfestazione degli edifici scolastici del territorio comunale i prossimi 12 e 13 febbraio.
Con una nota il Sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, ribadisce "che la procedura è stata attivata dagli uffici su mia disposizione in quanto, viste le numerose sollecitazioni ricevute, ho ritenuto che qualsiasi azione di disinfestazione dovesse coincidere con dei giorni che, indiscutibilmente, registrano una bassa affluenza degli studenti, vista la concomitanza delle manifestazioni carnevalesche".

Darwin Day il 10 Febbraio a Lipari

Comunicato
Come ogni anno da ormai sette anni, anche a Lipari festeggiamo insieme al resto del mondo il compleanno di Charles Darwin, padre della teoria dell’evoluzione delle specie.
La tradizione di festeggiare il 12 febbraio, nasce in Inghilterra e negli Stati Uniti immediatamente dopo la morte di Darwin nel 1882 e continua tutt’oggi in tutto il mondo.
I Darwin Day, divenuti occasione per difendere l’impresa scientifica attraverso i valori del razionalismo e della laicità, vengono celebrati in Italia dal 2003 grazie soprattutto, ma non esclusivamente, all’Unione degli Atei, Agnostici e Razionalisti.
Un pomeriggio in compagnia di Nesos, dello Zio Charlie e della Scienza:
SABATO 10 FEBBRAIO
dalle ore 16.30
presso la sala congressi dell’Hotel Gattopardo
(ingresso da via Isa Conti)
Saranno con noi:
– Maria Clara Martinelli: Dal serapeion al museo
– Salvo Pasta: Tesori racchiusi nell’ambra siciliana
– Antonio Amico: Usi e abusi
– Pietro Lo Cascio: Lonesome George
Film: Il popolo migratore

Carnevale alle Eolie. Un pò di Scozia!

Nuovo appuntamento con il premio “Storie di Alternanza”. Ripartono le iscrizioni alla 2. sessione per le esperienze realizzate nel I semestre 2018

Dopo la I sessione, svoltasi nel novembre scorso, ripartono le iscrizioni per il premio “Storie di alternanza”, l’iniziativa promossa da Unioncamere e dalle Camere di commercio italiane con l’obiettivo di valorizzare e dare visibilità ai racconti di progetti d’alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli Istituti scolastici italiani di secondo grado.
Il Premio è suddiviso in due categorie: Licei e Istituti tecnici e professionali. Sono ammessi a partecipare gli studenti, singoli o in gruppo, che fanno parte di una o più classi di uno stesso o più istituti di istruzione secondaria superiore italiani; che hanno svolto e concluso, a partire dall’entrata in vigore della legge 13 luglio 2015 n. 107, un percorso di alternanza scuola-lavoro; che hanno realizzato un racconto multimediale (video) che presenti l’esperienza di alternanza realizzata, le competenze acquisite e il ruolo dei tutor (scolastici ed esterni).
Il Premio prevede due livelli di partecipazione: il primo locale, promosso e gestito dalle Camere di commercio aderenti, il secondo nazionale, gestito da Unioncamere, cui si accede solo se si supera la selezione locale. È possibile presentare domanda di iscrizione fino al 20 aprile 2018.
Sono previsti premi sia per il livello nazionale che per il livello locale e, oltre ai premi messi in palio da Unioncamere e dalle Camere di commercio, un’ulteriore sorpresa aspetta i vincitori: entrare nel cast del sequel del cortometraggio BeataAlternanza e vivere un’intera giornata su un vero set cinematografico, in compagnia del noto regista e attore Massimiliano Bruno e di tutto il suo staff.

Camion precipita dalla provinciale per Acquacalda nel terreno sottostante



Un camion, per cause in corso di accertamento, è precipitato, dalla strada provinciale che porta ad Acquacalda (all'altezza di Ghiozzo), nel terreno sottostante. Nella sua corsa ha divelto il muretto che delimita la carreggiata.
Il conducente non ha riportato danni. 
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri.

Prima serata del Carnevale Eoliano 2018 nelle foto di Alessio Pellegrino (seconda parte)



EMERGENZA ACQUA E RIFIUTI, POTERI STRAORDINARI A MUSUMECI

Il Consiglio dei ministri ha deliberato lo stato di emergenza per il settore idrico in provincia di Palermo e per rifiuti urbani in tutta l’Isola. A chiederne il riconoscimento, con l’attribuzione di poteri straordinari, era stato il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, lo scorso 18 gennaio, nel corso dell’incontro con il premier Paolo Gentiloni a Palazzo Chigi. 
Nella seduta odierna, il governo ha deciso di nominare Musumeci commissario delegato per un anno e il dipartimento regionale Acqua e rifiuti soggetto attuatore. Alla base della decisione di Palazzo Chigi, il ‘contesto di criticità in atto in tutta la Sicilia nel settore dei rifiuti urbani con gravi rischi per l’ambiente, la salute e l’igiene pubblica’, superabile solo attraverso interventi straordinari. Oltre alla ‘situazione di grave emergenza idrica’ nel territorio della Città metropolitana di Palermo, interessato da un lungo periodo di siccità.
“Sono contento - afferma il presidente della Regione - che il Consiglio dei ministri abbia aderito alla nostra richiesta di concessione di poteri straordinari per poter superare le criticità causate dal gravissimo ritardo accumulato negli anni. Di questo voglio ringraziare il premier Paolo Gentiloni nel quale ho trovato un interlocutore attento e sensibile. Non si conoscono ancora, nei dettagli, le delibere, per cui bisogna attendere per capire all’interno di quale perimetro ci potremo muovere. So che sarò affiancato da due coordinatori, che avranno anche una funzione di vigilanza. Al di là del superamento della fase emergenziale, comunque, la Regione si è già mossa per la programmazione ordinaria delle infrastrutture, in modo tale che al massimo fra un paio d’anni questa crisi sia solo un lontano e brutto ricordo”.
La decisione del governo è stata presa a seguito di diverse interlocuzioni tecniche tra la Regione Siciliana e  la presidenza del Consiglio dei ministri, il Dipartimento nazionale della Protezione civile, i ministeri dell’Ambiente e per la Coesione territoriale e le strutture dell’Autorità nazionale anticorruzione, nelle quali sono state approfondite le criticità rappresentate. Con successive ordinanze, emanate dal capo del dipartimento della Protezione civile nazionale, saranno definite le modalità operative e organizzative. 

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi, 9 Febbraio

Buon Compleanno a Bartola Munafò, Lorenzo Lomazzi, Lele Dan Santacroce

Per i bilanci rinvio di un mese - Al via 1,6 miliardi alle Province e 344 milioni di spazi finanziari ai Comuni

Il ragionier Roberto Piemonte ci segnala questo articolo:
Via libera alla distribuzione di due miliardi di euro fra Province, Città metropolitane e Comuni, e un mese in più per scrivere i preventivi 2018, che quindi andranno chiusi entro il 31 marzo.
Il rinvioÈ il doppio risultato della Conferenza Stato-Città di ieri, che è tornata sul terreno tradizionale delle proroghe dei bilanci nonostante l'intesa che a fine novembre aveva dichiarato l'intoccabilità del termine del 28 febbraio: una pretesa avanzata a suo tempo dal governo in “cambio” degli allentamenti su Fondo crediti di dubbia esigibilità e peso dei parametri standard nella distribuzione del fondo di solidarietà. I correttivi previsti da quell'accordo sono arrivati con la manovra, ma ieri è arrivata anche la proroga.
Fondi a Province e Città
Sul piano dei valori in campo, però, il capitolo cruciale affrontato ieri è quello del decreto del ministero delle Infrastrutture che distribuisce fra gli enti di area vasta il maxi-fondo da 1,6 miliardi in sei anni, messo a disposizione dalla legge di Bilancio per la manutenzione delle strade. Il meccanismo, che segna il punto di svolta per i bilanci provinciali e azzera i tagli ipotizzati all'indomani della riforma, offre un orizzonte pluriennale per le opere di ripristino della rete stradale spesso abbandonata negli anni della crisi finanziaria. Il decreto distribuisce il maxifondo in base a tre criteri:
la consistenza della rete (estensione e traffico)pesa per il 78%, il 10% è attribuito in base al tasso di incidentalità e l'altro 12% dipende dalla vulnerabilità a frane e alluvioni.
Edilizia scolasticaVia libera infine a 344 milioni di spazi finanziari per gli interventi sull'edilizia scolastica dei Comuni. Gli spazi saranno distribuiti fra 970 strutture in 596 enti. I 56 milioni che avanzano dal plafond originario saranno destinate alle opere diverse dall'edilizia scolastica.

stralcio del decreto:

D E C R E T A
ARTICOLO 1 Destinazione delle risorse 1 - La somma complessiva di 1.620 milioni di euro ripartita in euro 120 milioni per l’anno 2018, euro 300 milioni per l’anno 2019, euro 300 milioni per l’anno 2020, euro 300 milioni per l’anno 2021, euro 300 milioni per l’anno 2022, euro 300 milioni per l’anno 2023 è destinata al finanziamento degli interventi relativi a programmi straordinari di manutenzione della rete viaria di Province e di Città metropolitane delle Regioni a Statuto Ordinario e delle Regioni Sardegna e Sicilia. 2 - Tali Enti assumeranno le funzioni di soggetti attuatori per gli interventi compresi nei programmi ammessi a finanziamento nel rispetto delle procedure di cui al Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 “Codice dei contratti pubblici” e successive modifiche ed integrazioni.
ARTICOLO 2 Criteri di ripartizione delle risorse 1 - Le risorse di cui all’articolo 1 sono ripartite tra le Province e le Città metropolitane sulla base dei parametri descritti nella nota metodologica di cui all’allegato 1 applicati ai seguenti criteri: a) consistenza della rete viaria; b) tasso di incidentalità; c) vulnerabilità rispetto a fenomeni di dissesto idrogeologico. 2 - Per il calcolo del piano di riparto a ciascun criterio sono attribuiti i seguenti pesi di ponderazione, applicati nell’allegato 2. a) Consistenza della rete stradale – 78%, articolato nei seguenti parametri: - estensione chilometrica della intera rete stradale provinciale e della quota parte ricadente in zona montana – Peso 50%; - numero di veicoli circolanti per provincia – Peso 28%; b) Incidentalità – 10%, articolato secondo i seguenti parametri: - numerosità degli incidenti, dei morti e dei feriti per km di rete stradale. c) Vulnerabilità per fenomeni di dissesto idrogeologico – 12%, articolato nei seguenti parametri: - popolazione a rischio residente in aree a pericolosità da frana su base provinciale - Peso 6%; - popolazione a rischio residente in aree a pericolosità idraulica su base provinciale - Peso 6%.
ARTICOLO 4 Utilizzo delle risorse 1 - Le risorse di cui all’articolo 1 saranno utilizzate esclusivamente per: - la progettazione, la direzione lavori, il collaudo, i controlli in corso di esecuzione e finali, nonché le altre spese tecniche necessarie per la realizzazione purché coerenti con i contenuti e le finalità della legge e del presente decreto comprese le spese per l’effettuazione di rilievi concernenti le caratteristiche geometriche fondamentali, lo stato/condizioni dell’infrastruttura, gli studi e rilevazioni di traffico, il livello di incidentalità, l’esposizione al rischio idrogeologico; - la realizzazione degli interventi di manutenzione straordinaria e di adeguamento normativo delle diverse componenti dell’infrastruttura incluse le pavimentazioni, i ponti, i viadotti, i manufatti, le gallerie, i dispositivi di ritenuta, i sistemi di smaltimento acque, la segnaletica, l’illuminazione, le opere per la stabilità dei pendii (di interesse della rete stradale), i sistemi di info-mobilità, le installazione di sensoristica di controllo dello stato dell’infrastruttura; - la realizzazione di interventi di miglioramento delle condizioni di sicurezza dell’infrastruttura esistente in termini di caratteristiche costruttive della piattaforma veicolare, ciclabile e pedonale, della segnaletica verticale e orizzontale, dei manufatti e dei dispositivi di sicurezza passiva installati nonché delle opere d’arte per garantire la sicurezza degli utenti; - la realizzazione di interventi di ambito stradale che prevedono: - la realizzazione di percorsi per la tutela delle utenze deboli; - il miglioramento delle condizioni per la salvaguardia della pubblica incolumità; - la riduzione dell’inquinamento ambientale; - la riduzione del rischio da trasporto merci inclusi i trasporti eccezionali; - la riduzione dell’esposizione al rischio idrogeologico; - l’incremento della durabilità per la riduzione dei costi di manutenzione.

Prima serata del Carnevale Eoliano 2018 nelle foto di Alessio Pellegrino (prima parte)





IV Commissione Comune di Lipari chiede accesso agli atti e organizzazione tavolo tecnico sui servizi sanitari alle Eolie.

Gentile Direttore,
per opportuna conoscenza si trasmette nota da me protocollata ed inviata a tutti i vertici dell'Asp di Messina in cui si richiede di accedere agli atti afferenti le strutture sanitarie del nostro Arcipelago, nonché la istituzione di un tavolo tecnico tra Amministrazione e Azienda Saniaria.
Mi preme rappresentare che questa nota è stata il frutto delle indagini conoscitive svolte nell'ambito della Commissione Sanità dello scorso 06.02 e che domani mattina (ndd. oggi per chi legge) ci sarà una ulteriore riunione tecnica tra i componenti per portare l'argomento sanità anche in Consiglio Comunale.
Ci si auspica che le recenti notizie di uno sblocco di finanziamenti per potenziore l'offerta sanitaria siciliana possa rappresentare l'occasione propizia per un dibattito costruttuttivo tra tutti gli Enti coinvolti. Cordialmente
Erika Pajno - Presidente della IV Commissione

giovedì 8 febbraio 2018

Ritrovato borsellino

Stasera nel corso della sfilata dei carri è stato ritrovato questo borsellino. All'interno pochi spiccioli. Il proprietario/a può contattare domani il nostro direttore al 3395798235
Per verificare l'effettiva proprietà chiederemo cosa altro c'è all'interno

Alicudi: in attesa della piena operabilità del molo Liberty Lines immette in linea un monocarena. Unico mezzo per poter operare in atto nell'isola.

Comunicato giunta Giorgianni
I marosi degli ultimi giorni hanno fatto sì che il porto di Alicudi subisse le conseguenze della forza e dell'impetuosità del mare. Danni alla testata del molo hanno costretto la Capitaneria di Porto ad interdire il molo ai mezzi di lenea, mentre l'Amministrazione Comunale si è immediatamente adoperata ad avviare le attività di ripristino delle operazioni di ormeggio.
Contestualmente, il Sindaco di Lipari ha chiesto al Dipartimento regionale Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti di autorizzare la Liberty Lines a modificare la tratta Eolie Milazzo, immettendo necessariamente sulla linea il monocarena, unico per caratteristiche, a poter approdare al molo in questa circostanza. 
Il Sindaco ha fatto presente al Dirigente Regionale Dott. Bellomo il serio rischio che diversamente la piccola isola di Alicudi sarebbe rimasta isolata, senza approvvigionamento di alimenti e medicine, impedendo ai pendolari di lavorare quanto ledendo il diritto alla mobilità degli abitanti.
Immediata e univoca la risposta della Società Liberty Lines, che si è sempre profusa per limitare oltre il possibile i disagi degli abitanti delle isole Eolie. 
Da oggi e fino al ripristino delle regolari operazioni marittime, la Liberty Lines ha così predisposto un nuovo piano di linea.

Sezione lavoro sul sito della Federalberghi delle Eolie a disposizione di chi offre e di cerca lavaro

Le isole Eolie hanno un mercato del lavoro molto dinamico sia pure prevalentemente concentrato nel periodo aprile-ottobre. Trovare la giusta combinazione tra domanda e offerta di lavoro per le imprese di servizi del settore turistico assume un’importanza notevole tanto da rappresentarne uno dei principali fattori di successo.
Con l’obiettivo di assistere le imprese da una parte e chi cerca lavoro dall’altra, Federalberghi Isole Eolie ha intensificato la sua azione di screening delle risorse umane disponibili in funzione delle domande di lavoro che pervengono dai propri associati.
Sul sito www.isoleeolie.federalberghi.it è attiva e costantemente aggiornata la sezione “Lavoro”, nella quale è possibile consultare gli annunci suddivisi per mansioni richieste e categoria di hotel. Nella stessa sezione, si trovano inoltre le indicazioni per trasmettere la propria candidatura. I nostri uffici si occupano quindi di sottoporre le candidature pervenute alle aziende interessate.
Si è svolta, a Palazzo dei Leoni, la cerimonia di donazione alla Città Metropolitana di Messina degli atti della proposta istitutiva del Parco naturale dei monti Peloritani, redatti dal Comitato Promotore spontaneo, costituito oltre un decennio fa e composto da docenti universitari di Messina e Palermo, da tecnici esperti in forza all'Azienda Regionale Foreste, all'Ispettorato Provinciale Agricoltura, all'Ispettorato Ripartimentale delle Foreste, alla Soprintendenza Beni Culturali e Ambientali, da associazioni di categoria (Coldiretti, Confagricoltura, Confederazione Italiana Agricoltori), da associazioni ambientaliste, da associazioni professionali (agronomi e geologi) e da liberi professionisti.
Si tratta di una preziosa documentazione, consegnata personalmente dal Presidente del Comitato, Giuseppe Giaimi, con atto liberale di donazione, al Commissario straordinario dell'Ente, Francesco Calanna, che raccoglie gli atti prodotti nel corso del periodo di studi e di verifiche, protrattosi per circa 18 mesi, che ha mirato ad individuare i pregi naturalistici, scientifici ed antropologici dell'ambiente dei Peloritani e a verificare gli impatti positivi dal punto di vista economico-sociali che l'istituzione del Parco avrebbe potuto avere nel medio e lungo termine.
L’impegno in questa direzione, come afferma il Professor Giaimi, nasce nel 2005, per iniziativa di Gino Savoja, al tempo Presidente della CIA (Confederazione Italiana Agricoltori), che alla luce dell’istituzione di 5 nuovi Parchi regionali (Parco dell’Etna, Parco dei Nebrodi, Parco delle Madonie, Parco dell’Alcantara e Parco dei Sicani), aveva reso ancora più impellente la necessità di non lasciare in disparte questo angolo della Sicilia, allorché già negli anni ’70 era stata discussa, in seno ad una commissione speciale dell’Assemblea Regionale, la possibilità di istituire il Parco Naturale Peloritani, addirittura “Il primo Parco ad essere ipotizzato”, come ha precisato Giaimi.
Alla luce del silenzio sceso sull’argomento, che ha lasciato cadere la proposta nel vuoto, nel 2006 si pensò di istituire un comitato spontaneo che avanzasse nuovamente la proposta e che diede vita ad un lungo e dettagliato lavoro preparatorio che, nel luglio 2007, si concretizzò in una corposa proposta, formalizzata all'Assessorato regionale Territorio e Ambiente, composta da 18 relazioni tematiche per complessive 220 pagine, 8 cartine illustrative in scala 1:25.000 e un cd illustrativo sulla vegetazione peloritana.
“L’Assessorato – spiega Giaimi – dopo averla fatta esaminare a tutti gli organi competenti, l’ha giudicata la più interessante proposta presentata alla Regione Siciliana”.
Tale iniziativa, nonostante il giudizio positivo più volte espresso dalla competente commissione del Comitato Regionale per la Protezione del Patrimonio Naturale (CRPPN) ed alcune lodevoli iniziative parlamentari, è sempre stata respinta dall'Assemblea regionale.
La Città Metropolitana di Messina ha, nel 2016, rafforzato il ruolo di ente vocato alla salvaguardia ambientale dell'intero territorio provinciale grazie all'adozione della “Carta dei Comuni Custodi della Macchia Mediterranea” che prevede la promozione della conoscenza, della conservazione e della tutela dell'importante ecosistema. Il Commissario straordinario Calanna si è difatti espresso assicurando che “poiché, noi come Città Metropolitana, gestiamo tematiche relative all’ambiente e soprattutto all’educazione ambientale nelle scuole per educare i nostri ragazzi al rispetto dell’ambiente e per costruire un territorio e una società sempre più a misura d’uomo, nel rispetto delle risorse che il territorio esprime, con un economia ecocompatibile ed ecosostenibile, io ho ritenuto di dover dire al Professore che questo studio che formalmente regala alla Città Metropolitana non rimarrà nei nostri scaffali polverosi ma sarà frutto di un’elaborazione grafica e vedrà la luce con una pubblicazione specifica sul territorio e questa bella valenza ambientale”.
In tal senso la donazione odierna ha come obiettivo la divulgazione delle risultanze degli studi sulla biodiversità dell'area dei monti Peloritani e sulla macchia mediterranea attraverso l'attività del Nodo In.F.E.A. (Informazione, Formazione Educazione Ambientale) della Città Metropolitana di Messina che, nel corso del 2018, riproporrà una serie di progetti con le istituzioni scolastiche finalizzati alla maggiore conoscenza dei temi ambientali legati al territorio provinciale.
Il Commissario Calanna in conclusione ha annunciato “nei prossimi giorni sottoscriveremo un protocollo, che si trova già in fase di completamento, con il Parco dei Nebrodi e con il Parco dell’Alcantara, che metteranno a nostra disposizione le loro strutture e il loro personale, per la valorizzazione e la conoscenza della nostra Macchina Mediterranea di cui questi enti Parco sono custodi. L’impegno della Città Metropolitana è a 360 gradi perché noi crediamo che sulla tutela dell’ambiente e sulla costituzione dei parchi bisognerà fare ulteriori passi in avanti”.

Sinalp Sicilia ha incontrato assessore regionale per campagna antincendio A.I.B. 2018

Giorno 07 febbraio 2018 il Sinalp Sicilia, rappresentato dal suo Segretario Regionale Dr. Andrea Monteleone, dal Seg. Naz. del comparto forestali Matteo Cannella e dal componente della Direzione Regionale Dr. Gaetano Giordano assieme ad altre sigle sindacali, è stato convocato dall'Assessore al Territorio e ambiente On. Toto Cordaro per un confronto sull'imminente Campagna Antincendio A.I.B. 2018.
Il Sinalp ha preso atto della disponibilità, evidenziata dall'Assessore, di 9 milioni di euro individuati nell'esercizio provvisorio che possono essere utilizzati per l'avvio della campagna antincendio.
Ringrazia l'Assessore per essere riuscito a far dedicare questa importante cifra all'antincendio che sarà utilissima per dare il via alla campagna antincendi almeno un mese prima della data ufficiale e cioè a partire dal 15 maggio visto che la Sicilia già in quel periodo ha condizioni climatiche idonee a dare il via agli incendi che ogni anno distruggono i nostri boschi con enormi danni sociali, economici e ambientali.
E’ giusto ricordare che lo scorso anno, con 25.071 ettari boschivi distrutti dal fuoco e con roghi in quasi tutte le province la Sicilia è stata la regione più danneggiata d’Italia. I Siciliani posseggono un patrimonio boschivo unico al mondo che copre attualmente circa il 34% della superficie territoriale regionale.
Dai dati forniti dalla Protezione Civile risulta che negli ultimi 30 anni sia andato perso circa il 12% del patrimonio forestale con inestimabili danni agli ecosistemi colpiti ed effetti nefasti sulla già precaria tenuta idrogeologica del territorio e sul fronte della lotta ai cambiamenti climatici. Tutto ciò si traduce in un enorme danno economico per l'intera collettività in termini di ricostruzione del territorio devastato da eventi climatici e tutela dell'incolumità dei cittadini colpiti dalle calamità.
Ogni anno a partire dal mese di maggio assistiamo al propagarsi degli incendi come dimostrano le tabelle sull'andamento storico della Protezione Civile e contestualmente assistiamo al balletto tragico e disgraziato della politica che continua a vivere su un altro pianeta rimpallandosi le responsabilità e le colpe sulla mancata attuazione in tempo utile del servizio antincendio. Per correggere tutto ciò, il Sinalp invita l'Assessore Cordaro, che è riuscito a far stornare dal bilancio provvisorio 9 milioni da destinare all'A.I.B. a far partire la programmazione antincendio almeno un mese prima rispetto alla data regolamentare del 15 giugno. Questo importante anticipo farà risparmiare nei fatti oltre 400 milioni di euro di costi, dati dell’Accademia Nazionale di Scienze Forestali, per il ripristino della superficie boschiva distrutta, per combattere la conseguenziale desertificazione del territorio, per la difesa ed il ripristino delle infrastrutture danneggiate o distrutte dagli incendi e per gestire i danni subiti dalla popolazione presente nel territorio interessato.
Iniziare il 15 maggio inoltre permetterebbe al Servizio Antincendio di poter programmare in tempo la gestione della dotazione dei mezzi e degli strumenti necessari per combattere in sicurezza un incendio senza dover rischiare la vita dei nostri lavoratori forestali che spesso in questi ultimi anni sono stati mandati a combattere gli incendi solo con una scopa o uno straccio. Permetterebbe una migliore programmazione delle squadre antincendio utilizzando sia i lavoratori 101isti che i 78isti.
Il Sinalp ringrazia e prende atto della piena disponibilità dimostrata dall’Assessore On. Cordaro alla ricerca di una soluzione organica e concreta del problema dando un netto segnale di discontinuità rispetto alle passate gestioni.
La Direzione Sinalp Sicilia
Dr. Andrea Monteleone
Sig. Matteo Cannella

CARNIVALI.... ZUCCARIATU MIA (di Gianluca Veneroso)


È innegabile: l'energia del Carnevale contagia noi tutti, serpeggiando, sinistra ma imponente, nei racconti dei nostri bimbi (Quest'anno mi travesto da.... /Lo sai, maestro, che partecipo a..../Non vedo l'ora di...) e nelle multiformi trasformazioni - dall'organizzazione della viabilità alla trafila di eventi in costume- che finalmente ridestano il quiescente Eolo dall'infausto letargo invernale.
Come per ogni festa, anche questa unisce alle sovrastrutture consumistiche "trumpiane e strambe" una serie di tradizioni popolari che scaldano il cuore e accarezzano il palato. Da trionfo di ogni sregolata infrazione, il Carnevale trascina con sé un parterre rispettosissimo di INGORDIGIE ALIMENTARI, dagli eolianissimi GIGGI, cugini secondi degli STRUFFOLI partenopei, alle CHIACCHIERE, onnipresenti nell'inutile accezione verbale, ma ben gradite nella vulgata dolciaria tutta zucchero a velo e friabilità.
Stamattina, le nostre materne collaboratrici Maria e Caterina, fautrici di una scuola talvolta più "alimentare" che "elementare" , hanno rammentato l'inizio del Carnevale targato 2018 con la meticolosa preparazione di crêpe e consimili leccornie calde e caloriche: coriandoli d'affetto lanciati con tenerezza sul Plesso di Canneto.
Buon Carnevale a tutti, con l'auspicio che le maschere del sorriso trionfino su quelle della simulazione!
Con la certezza che la risata di un bimbo insegna più di mille ricercati sofismi!!!! Con la voglia di far gruppo anche fuori e lontano da premi e giurie di circostanza, forti di energie creative che andrebbero continuamente messe in moto. 
GIANLUCA VENEROSO