Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 7 giugno 2008

Marina Corta: Tragedia sfiorata

Sfiorata la tragedia intorno alle 19 e 45 a Marina Corta(Lipari). Un bimbo di circa tre anni, a bordo di una bici, dopo essere sfuggito all'attenzione dei genitori, è finito in mare. L'immediato intervento di un pescatore, accortosi dell'accaduto, è servito ad evitare che potesse accadere qualcosa di grave.

Lipari: Lavori non autorizzati a Valle. Scatta il sequestro

Giornata di sequestri a Lipari. Fiamme gialle all'opera oggi pomeriggio, intorno alle 17.00, in località Valle. Su disposizione del dottor Massara della Procura della Repubblica di Barcellona i finanzieri della tenenza dell'arcipelago hanno posto sotto sequestro un'area di circa 60 metri quadri compresa in quello che è il progetto complessivo di sistemazione idraulica dell'omonimo torrente. La ditta esecutrice dei lavori, la Società Consortile Lipari, avrebbe realizzato delle opere a supporto(un muro delimitatorio) dell'intervento principale senza avere prima ottenuto la necessaria autorizzazione per la variante.

LAVORATORI EX PUMEX: Quando il lavoro e l'impegno si vedono(1°parte)

Nell’attesa che venga firmata la convenzione tra il Comune di Lipari ed il Museo Bernabò Brea (secondo quanto concordato il 28 Gennaio scorso nella sede delll’Assessorato Regionale al Lavoro di Palermo), gli ex lavoratori della Pumex stanno dando dimostrazione, anche se con notevoli problemi, accresciuti dalla grave carenza di mezzi ed attrezzature a loro disposizione, di grande forza di volontà e fisica, di spirito di sacrificio. Grazie a ciò hanno ridato decoro e dignità ad alcuni dei luoghi più caratteristici, di grande interesse storico, e ad altri punti focali delle nostre isole. Dalle Terme di San Calogero alle antiche strade comunali San Calogero – Pianoconte; Calandra – Lami; Zinzolo-Annunziata. Dalla rocca di Lipari ai cimiteri di Lipari e Canneto. Dalla scuola di Quattropani all'elisuperfiie di Filicudi. Dal parco giochi di Canneto a quello di Lipari.
Attraverso una sequenza di foto del prima e del dopo vi facciamo vedere quello che è stato il loro lavoro(PARTE PRIMA)

Marina Corta: Il molo sequestrato dai carabinieri

Posto sottosequestro dai carabinieri di Lipari il porto di Marina Corta, nella parte in cui la ditta Scuttari sta eseguendo i lavori di prolungamento e messa in sicurezza. I cassoni sono stati riempiti con la sabbia proveniente dall'area portuale di Sottomonastero per cui all'interno degli stessi potrebbero essere finiti dei reperti archeologici. Come da noi anticipato, in tempi non sospetti, l'intervento dell'autorità giudiziaria era scontato considerando che, durante un controllo effettuato sul pontone della ditta Scuttari, fra i residui di sabbia erano stati trovati dei frammenti(nella foto all'interno di un secchio) . Ma la questione potrebbe allargarsi ancora e non limitarsi solo alla sabbia e a possibili reperti.

Canneto: Regata ecologica

Si è tenuta oggi nel tratto di mare antistante il centro di Canneto la Regata ecologica organizzata dall'Istituto comprensivo Lipari1. Una regata un pò sottotono, considerate le condizioni meteo non certo favorevoli, ma che ha permesso di richiamare l'attenzione ancora una volta sugli inevitabili comportamenti da tenere per la salvaguardia ambientale.

Massimo Lo Schiavo, sindaco di S.Marina, "batte i pugni"

COMUNICATO STAMPA DEL SINDACO MASSIMO LO SCHIAVO
"La disastrosa situazione che in breve tempo si è venuta ad abbattere sull’arcipelago Eoliano dovuta al:
- taglio di ben 20 mln di euro all’ANCIM, per cui le nostre isole dovranno rinunciare ad opere e infrastrutturali ed iniziative di vario genere;
- taglio alle risorse destinate al costituendo Parco delle Isole Eolie;
- taglio delle corse aliscafi e navi da e per le Isole Eolie;
E si potrebbe continuare oltre ma, cosa assurda, la politica in queste problematiche che risposte sta dando?
Purtroppo nessuna.
Non si ode alcuna voce a difesa di un “Patrimonio dell’Umanità” oggi segnato da tante difficoltà.
Cosa assai più assurda, la totale mancanza di rappresentanti della nostra Provincia nelle ormai delineate cariche assessoriali nella Giunta Regionale Siciliana.
A cosa sono serviti le migliaia di voti destinati a validi soggetti oggi non nominati nei ruoli regionali?
Come possono le varie espressioni politiche accettare la totale assenza della deputazione messinese?
Ritenendo che vengano gettati nel nulla i significativi risultati elettorali e considerando che sulle già segnalate problematiche nessuno dell’attuale panorama politico interviene:
per tutelare la perdita di posti di lavoro (vedi espletamento bando di gara relativo al servizio di collegamento marittimo);
per evitare danni economici alla già fragile economia delle isole Eolie;
per evitare danni all’immagine che con tanta fatica gli Amministratori, gli operatori economici tutti ed ogni singolo cittadino con il proprio duro lavoro hanno conquistato negli ultimi anni.
Tutto ciò esposto, ove non arrivassero impegni ufficiali per le problematiche sopra descritte, reputo che tutti gli eoliani dovrebbero dare - come segno di presa di coscienza – voto al “partito della scheda bianca” alle prossime consultazioni provinciali, accogliendo così la già annunciata presa di posizione del collega Sindaco di Leni".

venerdì 6 giugno 2008

Canneto: Dal Miramare a Calandra, viaggio nel degrado della spiaggia

Raccogliendo l'assist delle foto inviate dall'associazione per Canneto agli organismi competenti, per documentare il degrado di una ampia fascia dell'arenile, vi proponiamo un viaggio per immagini. Un viaggio da brividi se si pensa che questa è una parte dell'area balneare di Lipari e che è frequentata da adulti ma anche da tanti bambini. E l'area giochi è a due passi.
Solo una considerazione. Domani giovani liparesi si impegneranno nella "Regata ecologica", una iniziativa validissima e che spinge al rispetto per l'ambiente. Quell'ambiente di cui ci dimentichiamo(cittadini e amministratori)...favorendone il degrado e chiudendo gli occhi. Un degrado che, attenzione, in questo caso, non è a chilometri e chilometri di distanza, ma a non più di 20 metri da quella che è la linea ideale di traguardo della Regata sponsorizzata anche da chi di ambiente si riempie la bocca ma genera(vedi le foto) pochi fatti
La lettera dell'associazione "PER CANNETO" inviata al sindaco di Lipari, al dirigente del IV settore e per conoscenza al comandante del Circomare Lipari. Allegata una consistente documentazione fotografica che vi mostriamo.
Pulizia spiagge di Canneto
Per quanto in oggetto, facciamo seguito alla nostra lettera del 26 febbraio 2008, ad oggi senza alcun riscontro. Pescindendo sempre da ogni e qualsiasi considerazione in merito al fato che sono trascorsi circa tre mesi e di fronte ad una problematica di fondamentale importanza per l’economia della frazione, che è basata essenzialmente sul turismo, e perché no dell’intera isola di Lipari essendo le spiagge di Canneto le uniche facilmente fruibili, non ci è stata fornita alcuna risposta né, tantomeno, alcun intervento, da quello che ci risulta, è stato effettuato. Lo stato di degrado in cui versa, in modo particolare, il tratto di spiaggia che va dal molo al torrente Calandra richiede un intervento immediato considerato, fra l’altro, che siamo alle porte della stagione tuiristica e vi sono situazioni di pericolo create dai depositi e dai rifiuti abbandonati nella spiaggia, come rileverete dalla documentazione fotografica che qui alleghiamo. Presumiamo che l’intervento necessario per bonificare l’area richiederà la collaborazione dell’Autorità marittima, che legge per conoscenza, ragion per cui, al fine di agevolare ed accelerare l’iter previsto, ci permettiamo di suggerire la convocazione immediata di una conferenza di servizi, fra gli organismi competenti in materia, alla quale gradiremmo essere invitati. Nell’attesa porgiamo distinti saluti -
Associazione Per Canneto Il PresidenteAntonino Giardina

Parco giochi Diana: Nuova vita grazie agli ex lavoratori Pumex

Dopo le operazioni di manutenzione, rifacimento delle strutture e installazione di nuovi giochi riapre domani il parco giochi di Diana a Lipari. I lavori, compiuti in modo davvero efficiente e professionale, sono stati posti in essere da un gruppo di ex operai Pumex. A loro deve davvero andare il grazie dei genitori. Ma il parco giochi non è l'unico posto a cui hanno ridato dignità. Nei prossimi giorni un ampio servizio con foto

Lipari: Indetto concorso per comandante polizia municipale

E’ stato indetto il concorso per comandante del corpo di polizia municipale di Lipari. Gli interessati, entro 30 giorni dalla pubblicazione all’albo pretorio, dovranno presentare al comune la relativa e richiesta documentazione. Al concorso potranno partecipare tutti coloro che sono in possesso di una laurea in giurisprudenza o equipollente ma anche coloro che dimostreranno di avere una esperienza lavorativa di almeno cinque nella pubblica amministrazione dimostrando di aver ricoperto incarichi di vertice. Comandante pro tempore della polizia municipale con contratto a tempo determinato è il dott. Domenico Russo.

giovedì 5 giugno 2008

Salina "sposa" la proposta Podetti

Sembra trovare molti consensi nell'isola di Salina la proposta del sindaco di Leni Antonio Podetti di votare scheda bianca alle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio provinciale o di astenersi dal recarsi alle urne. Un "voto di protesta" per i tagli nei trasporti marittimi integrativi da e per le Eolie. "La mia proposta- ci ha informati telefonicamente il giovane sindaco del piccolo comune di Salina- sta riscontrando il favore dei cittadini".

Lipari: Turismo, buone maniere e degrado

Come ti accolgo i crocieristi. Le buone maniere e, purtroppo, l'immagine poco edificante.
Sono le 10.00 di stamani al largo della baia di Lipari staziona lo stupendo veliero "Star Clipper" con i crocieristi che si apprestano a sbarcare a Marina Corta....
Mentre un responsabile (il dott. Lino Natoli) di una agenzia marittima locale, impegnata a far crescere il turismo qualificato nelle nostre isole, sta per salire a bordo con un delicato omaggio floreale........
....a pochissimi metri di distanza da dove sbarcano i crocieristi, cassonetti ancora stracolmi di rifiuti, immondizia nei paraggi, con operai intenti al trasferimento nell'apposito mini-compattatore. Ma è possibile che tale operazione debba essere fatta a quell'ora.? Ma, siccome al peggio non c'è mai fine, il transito in piazza o la sosta al bar non è certo dei più piacevoli. Vista sulla fogna e relativo "profumo". Logico chiedersi se questo è modo di fare turismo. Allora meglio "tapparsi" il naso (in tutti i sensi) e sperare che questa indecenza finisca presto.

LIPARI: "DETERMINATE" TARSU E ACQUA. Ecco cosa pagheremo

Stabilite con determina sindacale le nuove tariffe per l’anno 2008 per quanto concerne lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani nel comune di Lipari. Come era già stato da noi anticipato per le asfittiche casse dei cittadini si tratta di un durissimo colpo. Trentadue le categorie previste. L’aumento, in media, è quantificabile intorno al 63%. Il balzello più salato( euro 11,39 a metro quadrato) lo dovranno pagare i negozi di ortofrutta e alimentari con relativi depositi, che poi sono quelli che hanno subito il rincaro più consistente. Al secondo posto (euro 10,84 a metro quadrato) per ristoranti, trattorie, esercenti simili, bar, night club e discoteche. Sul podio anche i supermercati con euro 8,13 a metro quadro. Fra le categorie “particolari” pagheranno 7.81 a mq. le banche, 6.07 a mq. le farmacie. Per le abitazioni private e loro pertinenza la tassa sarà di euro 2,11 a mq. (ma sono previste fasce di riduzione che portano la tariffa sino ad un minimo di 1,48 per abitazioni principali con un unico occupante). Alberghi, pensioni, locande, affittacamere, case per ferie pagheranno 4,93 a metro quadro. Per le attività stagionali prevista una riduzione del 30%. Rispetto alla scorsa tariffa avvantaggiati i negozi e botteghe ad uso commerciale che pagheranno “solo” (situazioni particolari escluse) 3,64 euro a metro quadro. Laboratori e botteghe artigiani dovranno pagare euro 3,04 a mq., ma anche in questo caso sono previste riduzioni. Associazioni ricreative, sindacali, politiche, religiose, scuole pubbliche e private pagheranno 1,90 euro a mq. “Fanalino di coda” della Tarsu liparese gli stabilimenti balneari che si vedranno applicare la tariffa a metro quadro di 1,14 euro. Aumenti sensibili anche per quanto riguarda le tariffe idriche e fognarie del comune di Lipari.
Con determina sindacale, facendo seguito ad una indagine preliminare affidata con delibera di giunta del 28 maggio scorso alla società GF Ambiente di Calderaia di Reno che ha lavorato sulla base dei dati forniti dall’ufficio idrico e fognario del comune, il 29 maggio si è deciso di fissare la quota fissa dovuta da tutte le utenze gestite dal comune di Lipari in 52,04 euro all’anno. Per quanto riguarda la quota variabile è fissata in: per le zone alte dell’isola di Lipari, per l’isola di Alicudi e la frazione di Ginostra(Stromboli) in euro 1,74 per metro cubo; per i centri abitati di Lipari e Canneto serviti dal sistema fognario in euro 0,99 al metro cubo. Gli introiti previsti entreranno a far parte del bilancio comunale ma, stante le contestazioni su queste tariffe, il percorso per l’approvazione di quest’ultimo non si preannuncia per nulla agevole.
TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI- PROSPETTO TARIFFE PER L'ANNO 2008
1) Locali adibiti ad uso abitazione privata e loro pertinenze: Euro 2,11
2) Locali adibiti ad uso abitazione privata e loro pertinenze al 80% : Euro 1,69
3) Locali adibiti ad uso abitazione privata e loro pertinenze al 60% : Euro 1,27
4) Locali adibiti ad uso abitazione privata e loro pertinenze al 40%: Euro 0,85
5) Abitazioni principali unico occupante e loro pertinenze: Euro 1,48
6) Abitazioni stagionali e loro pertinenze: Euro 1,80
7) Abitazioni con riduzione del 10%: Euro 1,90
8) Uffici pubblici e privati e loro pertinenze: Euro 5,42
9) Uffici pubblici e privati e loro pertinenze con riduzione del 30%: Euro 3,80
10) Stabilimenti industriali e relativi depositi: Euro 3.69
11) Negozi e botteghe ad uso commerciale e relative pertinenze: Euro 5,21
12) Negozi e botteghe ad uso commerciale e relative pertinenze con riduzione
del 30%: Euro 3,64
13) Supermercati: Euro 3,13
14) Negozi di ortofrutta e alimentari con relativi depositi: Euro 11,39
15) Teatri e cinematografi: Euro 4,55
16) Associazioni ricreative, sindacali, politiche, religiose, scuole pubbliche e private pagheranno: Euro 5,90
17) Autorimesse: Euro 2.66
18) Distributori, carburanti e campeggi :Euro 2,85
19) Stabilimenti balneari: Euro 1,14
20) Laboratori e botteghe artigiane: Euro 3,04
21) Laboratori e botteghe artigiane con riduzione del 40%: Euro 1,82
22) Laboratori e botteghe artigiane con riduzione del 60%: Euro 1,21
23) Laboratori e botteghe artigiane con riduzione 30%: Euro 2,13
24) Ristoranti, trattorie, esercenti simili, bar, night club e discoteche: Euro 10,84
25) Ristoranti, trattorie, esercenti simili, bar, night club e discoteche con riduzione del 40%: Euro 6,51
26) Ristoranti, trattorie, esercenti simili, bar, night club e discoteche con riduzione del 30%: Euro 7,59
27) Ristoranti, trattorie, esercenti simili, bar, night club e discoteche con riduzione del 20%: Euro 8,68
28) Alberghi, pensioni, locande, affittacamere, case per ferie: Euro 4,93
29) come sopra attività stagionali con riduzione del 30%: Euro 3,45
30) Pensionati e case di cura: Euro 4,55
31) Banche: Euro 7,81
32) Farmacie: Euro 6,07

Tariffe idriche e fognarie
La quota fissa dovuta da tutte le utenze gestite dal comune è stata fissata in 52,04 euro all’anno. Per quanto riguarda la quota variabile è fissata in: per le zone alte dell’isola di Lipari, per l’isola di Alicudi e la frazione di Ginostra(Stromboli) in euro 1,74 per metro cubo; per i centri abitati di Lipari e Canneto serviti dal sistema fognario in euro 0,99 al metro cubo. La Guardia

Area archeologica di Sottomonastero: Sub già al lavoro

Prima che il porto di Sottomonastero si riempisse di mezzi di linea e di altre imbarcazioni i sub che stanno "indagando" attorno ai ritrovamenti sottomarini in quell'area si sono immersi(erano quasi le sei) per acquisire ulteriori dati e per ottenere altri riscontri. A scendere giù Marcello Consiglio e Gaetano Giuffrè. Ieri pomeriggio nel tratto di mare si era tenuta un'altra immersione ad opera di Marcello Consiglio della Soprintendenza del mare
Le foto delle 7 e 29 e delle 7 e 41 di oggi : 1) il gommone pattuglia la zona dove sono immersi i sub
2) il gommone e i sub rientrano, è in arrivo il catamarano

"Farò strada": Da oggi Bartolo Fonti a Messina. A Vulcano ha girato Rebecca Sabatini

Come anticipato ieri il giovanissimo Bartolo Fonti di Lipari sarà oggi a Messina per girare una puntata della trasmissione di Raitre "TREBISONDA" sull'educazione stradale. Bartolo ha sostenuto un provino a Lipari ed è stato scelto come protagonista di una delle puntate di "Farò strada". Interpreterà il ruolo di Oreste.
A Vulcano, sempre nello stesso contesto, ha girato fra martedì e ieri un’altra giovanissima liparese Rebecca Sabatini.
“Farò Strada”, andrà in onda a settembre, in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione, ed è rivolto all'educazione stradale e civica. Ogni puntata, per un totale di 30 appuntamenti, ha una diversa location ed un differente protagonista bambino, per evidenziare la diversità territoriale dell'Italia e per rappresentare più tipologie, per insegnare ai bimbi l'importanza dell'educazione stradale

mercoledì 4 giugno 2008

Ricordando il prof. Raoul Di Perri di Luigi Profilio

Caro Salvatore,
ho avuto l'onore ed il privilegio di conoscere, discretamente bene oserei dire, il Professore Raoul con quale ci incontravamo spesso e molto volentieri sul lungomare della nostra amata Canneto.
Era una persona ricca di doti umane e professionali più uniche che rare che la degradante societa' moderna difficilmente riuscira' a rimpiazzare.
Era dotato di una solarita' unica!
Quando lo incontravi era sempre sorridente e allegro, non l'ho mai visto contrariato o schivo ma sempre disponibile ed alla mano. Durante la mia permanenza a Messina, quando si trovava nei paraggi, passava a salutarmi e per me rappresentava una piacevolissima parentesi alla routine lavorativa, tutto il tempo trascorreva parlando malinconicamente di Canneto e del mare di cui era profondamente innamorato. Una volta, discutendo di barche mi disse : " vedi Luigi, io sto seguendo un processo inverso rispetto agli altri, quando ero giovane avevo la barca a vela di una certa dimensione (la barca a vela che simpaticamente aveva battezzato "Pirinciolla"), poi sono passato al gozzo a motore ed infine ad una barchetta a remi che posso gestire senza impegno giusto per il piacere di farmi 'na passiata a mari"!
Era questo il Professore Raoul, una persona per bene ma esteremamente semplice come poche. La sua posizione e la stima di cui godeva non l'ha mai fatta pesare su alcuno dei suoi paesani.
La sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile in tutta la comunita' eoliana e penso proprio che con la sua scomparsa le Eolie, Lipari e soprattutto Canneto si sia impoverita di uno dei suoi figli migliori, apprezzato tanto per le sue qualita' umane quanto per quelle professionali.
E' triste ammetterlo ma noi cannetari dall'altro giorno ci sentiamo tutti un po' piu' poveri.
Carissimo Professore Raoul, sorridici ancora da lassu' come ci sorridevi sulla praia della nostra amata Canneto.
Luigi

Lipari: Sofia Gucci al "Mancia 'e fui"

Nelle "calde" Eolie non poteva mancare tra le visitatrici una delle pornostar più "hot" al mondo: Sofia Gucci. In vacanza a Salina ha effettuato oggi pomeriggio una puntata a Lipari. Non appena ha fatto ingresso, intorno alle 18 e 15, al "Mancia e fui" è stata immediatamente avvistata da Giovanni Mondello, al secolo Giande che, suo malgrado, si è dovuto limitare ad offrirle solo un arancino ben caldo. Quel che è certo è che la temperatura all'interno del locale, in quel momento, era ben altro che calda.

Il presidente dell'AGE segnala disfunzioni all'ufficio urbanistico

Bartolomeo Favaloro, presidente dell'AGE (associazione geometri eoliani) ha scritto al sindaco e al responsabile del 3° settore del comune di Lipari, e per conoscenza al segretario generale per evidenziare le "Disfunzioni dell'Ufficio Urbanistico". Il testo:
"Faccio seguito all'incontro avuto tra la nostra Associazione e le S.S. L.L. in presenza dei tecnici dell'Ufficio dell'Ufficio urbanistico svoltosi presso il Palazzo Comunale in data 27/05/08.
Ricevo in data odierna innumerevoli segnalazioni e lamentele da parte dei colleghi e dai numerosi cittadini, molti dei quali provenienti dalle isole, che hanno riscontrato in data odierna, in giornata ed orario di ricevimento, che l'Ufficio sanatoria era chiuso per assenza dell'impiegato preposto.
Non intendendo entrare nel merito all'organizzazione degli Uffici, perchè non di nostra competenza, esprimo in nome e per conto dell'Associazione che rappresento, ma anche degli sventurati cittadini, le più sentite rimostranze in ordine al disservizio riscontrato.
Debbo purtroppo prendere nota che l'impegno assunto dalle S.S.L.L., non più tardi di otto giorni addietro, non è stato mantenuto, creando problemi di non poco conto ai nostri associati ed alla cittadinanza.
Con la presente Vi significo che il pubblico servizio non può essere interrotto, ma l'impiegato che giustamente deve allontanarsi sia per ferie che per'altra legittima ragione, deve essere sostituito, garantendo il funzionamento dell'Ufficio.
Vogliate pertanto provvedere a quanto segnalato".

Domani nuove immersioni a Sottomonastero

Riprenderanno domani intorno alle 5 e 30 le immersioni dei sub della sovrintendenza del mare nell’area liparese di Sottomonastero. Una immersione all’alba per verificare il tutto prima che inizi la movimentazione all’interno del porto. Atteso a Lipari anche il dott. Sebastiano Tusa, direttore della Sovrintendenza del mare di Palermo.

"Addio caro Prof. Di Perri" del dr. Mario Caputo

Lettera al prof. Di Perri dal dott. Mario Caputo
"Addio Caro Prof. dal 1984 al 1990, grazie a te ho potuto respirare "l'aria di clinica e di ricerca neurologica", come solevi dirci allora. Fu un indimenticabile periodo, fatto di tanti momenti diversi e particolari (le lezioni ed i seminari in Aula, "il giro", le discussioni durante la pausa caffè , le sedute di laurea e di specializzazione. Addio Prof. Di Perri, non dimenticherò mai, i mille trucchetti e scorciatoie diagnostiche che ci insegnavi per arrivare a formulare una corretta diagnosi, e del pari, i tuoi appassionati seminari di elettroencefalografia per illustrarci il valore di questa importante tecnica di indagine. (per tacere poi dei tanti convegni a Taormina, alle Eolie, a Messina da te e dal tuo staff, organizzati). Mi ricordo che nel gennaio del '90, ti comunicai la mia assunzione alla AUSL e che tu in quell'occasione, mi dicesti con semplicità : "fai cose buone". Ed ancora, nell'estate successiva, con la specializzazione in Neurologia, mi dicesti "Ricordati, fai sempre cose buone, e non dimenticare di venirmi a trovare". Nel 2003 ti venni a trovare in Clinica e ti comunicai, tra le prime persone, della mia nuova esperienza in Riabilitazione, sempre ottenendo consigli, ed incoraggiamento. Qualche settimana fa, ti incontrai,all'uscita di un supermercato, sulla panoramica, e seppi che eri andato in pensione ; mi chiedesti anche come andava il lavoro in Rabilitazione ed eri contento che tutto andasse bene.
ADDIO PROF. DI PERRI, RIPOSA IN PACE NEL TUO AMATO ARCIPELAGO, NELLA TUA NATALE CANNETO-LIPARI. RIMARRAI SEMPRE NEI NOSTRI CUORI. CON STIMA ED AFFETTO PROFONDI"
DR. MARIO CAPUTO

Anche Rebecca protagonista a "Farò strada"

Riceviamo dall'assessore Ivan Ferlazzo e pubblichiamo:
"Relativamente alla trasmissione di Rai 3 "Farò Strada", volevo segnalarti che ieri ed oggi una puntata sta venendo girata a Vulcano (le riprese finiranno oggi pomeriggio a scuola), ed il ruolo della giovane protagonista è di Rebecca Sabatini. Praticamente questo cortometraggio narra la storia di una ragazza che in bici parte da casa e dopo alcune tappe (partenza da casa, dialogo con un pescatore, tappa ai fanghi, tappa all'arrivo degli aliscafi) arriva a scuola.

Educazione stradale: Bartolo Fonti protagonista a "Trebisonda"- Rai tre

Il giovanissimo Bartolo Fonti (nella foto) giovedì prossimo sarà a Messina per girare una puntata della trasmissione di Raitre "TREBISONDA" sull'educazione stradale.
Bartolo ha sostenuto un provino a Lipari ed è stato scelto come protagonista di "Farò strada". Interpreterà il ruolo di Oreste.
La registrazione si concluderà con questo rap: In traghetto ORESTE viaggia solo:
diventa grande, il pulcino prende il volo.
Non gioca per strada, non dà confidenza,
Ha gli occhi ben aperti procede con prudenza.
Di antenati ne ha più di mille
fra questi pure il pelide Achille.
Carta in tasca quando ha fatto colazione:
la butta appena trova l’apposito bidone.
Misura il tempo fra oggi e domani,
con una clessidra da antichi Romani.
Sale sul bus che porta in centro:
son solo due fermate, ma deve stare attento.
Due bambini per la strada fanno una partita:
ma si rischia anche in una strada senza uscita
E stando attento a tutto, Oreste e i suoi antenati:
sani e salvi a scuola ormai sono arrivati.

Reperti del porto: Sarà tracciata una mappa dettagliata

Come anticipato ieri è toccato a Marcello Consiglio e all'ingegner Gaetano Lino della Soprintendenza del mare di Palermo, coadiuvati dal collaboratore Gaetano Giuffrè(nella foto) e con l'assistenza della Guardia Costiera di Lipari, compiere fra il mattino e il pomeriggio di ieri l'ennesimo sopralluogo ai reperti archeologici individuati in fondo al mare nel porto liparese di Sottomonastero.
Una serie di immersioni che sono servite, oltre che ad effettuare ulteriori verifiche sull'area archeologica rinvenuta nei giorni scorsi, anche a rendersi conto di quella che è la reale estensione del sito che, come ormai è pressochè scontato, è quello dell'antico porto romano di Lipari.
Struttura che, da quel che trapela, potrebbe essere purtroppo, seppure in parte, inglobata in quello che è l'attuale porto di Sottomonastero. Un lavoro risalente, ovviamente, a tantissimi anni fa. I sub, dotati di macchine fotografiche e di altre idonee apparecchiature, hanno anche provveduto ad effettuare una prima delimitazione dell'area sottomomarina oggetto del ritrovamento e ad asportare frammenti della struttura.
L'obiettivo è quello di tracciare una mappa il più precisa possibile dello spazio lungo il quale si estenderebbe il sito archeologico. Ciò sia nell'ottica di un progetto di recupero storico-archeologico dell'antica struttura (che presumibilmente resterà sui fondali e non ricostruita altrove) che per fornire le necessarie indicazioni alla ditta Scuttari di Chioggia che si è aggiudicata l'appalto per il prolungamento e le opere di messa in sicurezza dell'attuale struttura portuale.
Lavori che, salvo clamorosi colpi di scena, dovrebbero proseguire seppure con le limitazioni e le indicazioni vincolanti da parte della Soprintendenza. Ovviamente, in questo momento, non si riescono a quantificare i tempi.
Per quanto riguarda il sito archeologico sottomarino non appena si avranno ulteriori certezze sarà indetta una conferenza stampa per descrivere i dettagli.

Bilancio positivo per "Arteolie"

Comunicato stampa
Durante il periodo 30 – 31 maggio e 1 giugno, le nostre isole hanno recuperato, sinchè possibile, alcuni momenti della nostra passata e fertile cultura. Ed è stato questo lo spirito che ha spinto noi, “Associazione Giovani Eoliani”, a promuovere la prima edizione di “ArtEolie”.
Nel piazzale di Marina Corta e nell’antistante specchio di mare abbiamo dato vita a gare e competizioni quasi dimenticate dalle nostre genti.
Preziosa la collaborazione di Francesco D’Ambra, detto “Figliodoro”, che ha riproposto saghe antiche quali, Gara du Vuzzu; Spinci u Vuzzu; Tira u mannu; Tira a Cima.
Non solo: lo stesso, e proprio per divulgare quanto più possibile la manifestazione con l’ausilio del cameramen Massimiliano Corda, ha prodotto un video ha disposizione soprattutto di studenti e cultori in genere.
Evidentissimo il successo! Successo paragonabile all’opera dei nostri artigiani ed artisti che, collocati all’interno di strutture semovibili per tre giorni hanno dato vita alla creazione di opere etniche sotto lo sguardo e l’ammirazione di turisti ed eoliani.
Sedici gli artisti. Una eterea rappresentanza di quasi tutte le categorie.
Eppure la prima “ArtEolie” ha voluto collocare nella sua stesura iniziale quel che forse come eoliani ci appartiene principalmente: il teatro. Ed in questa ottica la Compagnia liparota “Piccolo Borgo Antico” ha documentato la straziante rappresentazione dell’invasione dei Turchi avvenuta a Lipari tra la fine di giugno ed il 13 luglio del 1544.
L’impatto emotivo è stato evidentissimo. Anche perchè il proscenio si collocava tra i sassi di Marina Corta. La stessa rappresentazione era stata introdotta sotto il profilo storico da Luigi Barrica, ricercatore e docente di tradizioni etniche eoliane.
Da evidenziare che nel corso delle tre sere alcuni esponenti dell’arte musicale nostrana hanno dato vita ad intrattenimenti e performance dal carattere universale con pochi ma evidenti accenti eoliani. Esigenza questa determinata dalle notevoli presenze di forestieri e stranieri che in quei giorni si sono riversati a Marina Corta per l’appuntamento. Questi gli artisti che si sono esibiti: Retrogusto; Marco Manni e Gaetano Errico; Liparayon.
Dobbiamo aggiungere in ultimo, e non certo per importanza, strutture ed enti che ci hanno onorato concretamente con la loro collaborazione: ASS. Amaleolie e Società Sviluppo Eolie srl.
Si ringraziano, inoltre, quegli eoliani che con la loro partecipazione ci hanno permesso una lotteria arricchita da premi anche di una certa consistenza.
A noi “Ass. Govani Eoliani” non ci resta che riverire di cuore l’intera Amministrazione comunale presente tutte le sere a Marina Corta così come gli eoliani tutti hanno potuto notare e constatare.
Nella foto: L'acquerello di Loredana Salzano esposto e venduto durante Arteolie

"Non arroganza, non bugie.." Nota di Nando Corrado(Lipari porto)

La risposta del dott. Nando Corrado(presidente della Lipari porto) al comunicato di ieri dei consiglieri di minoranza(riportata in questa pagina)
"Con riferimento al comunicato a firma del Sigg.ri Consiglieri di minoranza al Comune di Lipari, senza volersi addentrare in considerazioni e risposte di carattere politico che non competono alla Società Lipari Porto, per quanto di competenza della stessa si ribadisce quanto segue:
L’espressione “progettazione definitiva in fase di elaborazione” non si riferiva certo ad un progetto già pronto da presentare agli Organi Competenti per la sua eventuale approvazione ma solo alla messa a punto, alle modifiche, alle integrazioni dello studio di fattibilita’ inizialmente presentato.
Ciò alla luce innanzitutto di quanto oggetto della delibera del Consiglio Comunale di Lipari n.6 dell’1.O2.2007 e dopo avere già recepito alcune indicazioni pervenute da Eoliani che, grazie alla fatica, ai sacrifici, alla abnegazione con cui hanno svolto e svolgono il loro lavoro nel settore marittimo possono certamente essere accreditati di grande competenze specifiche.
L’espressione “progettazione definitiva” non prescinde e non intende superare l’impegno che la Società ha assunto di concerto, anzi su sollecitazione del Comune di Lipari subito recepita dal Socio di maggioranza, circa un confronto con i cittadini comuni, con tutte le categorie operanti sul territorio, con i tecnici che volessero dare suggerimenti e fare osservazioni.
Nel tranquillizzare i Sigg.ri firmatari del comunicato in merito a quanto sopra, si assicura che l’arroganza, la prevaricazione, la bugia, il colonialismo, il mettere le mani avanti per avanzare pretese future, non costituiscono e non costituiranno mai il “modus agendi” della Società che, si ribadisce, cercherà sempre il dialogo con tutti, che rispetterà le posizioni di tutti ma che nel “dare” rispetto si augura di “essere” rispettata; e ciò a prescindere dalle diversità di vedute e dai diversi obiettivi che ci si prefigge di raggiungere.
Solo a sostegno della precisazione circa l’esatta interpretazione della espressione oggetto di preoccupazione, si rileva come nessun progetto di opere marittime definitivo (inteso nella accezione che tanto ha preoccupato i firmatari del comunicato) possa prescindere dalla effettuazione di rilievi batimetrici, topografici e da indagini geologiche-geotecniche che sono alla base del progetto stesso.
Ebbene, tali rilievi sono ancora in corso così come facilmente accertabile.
Si rileva altresì che la stessa L.R. n. 7/2003 prevede la progettazione preliminare (che fa parte degli atti di formazione della Società) mentre per procedere alla costruzione dell’opera le fasi della progettazione saranno la definitiva e la esecutiva.
La progettazione definitiva non può prescindere dallo studio di impatto ambientale su cui la stessa L.R. prevede che si svolga il confronto con la cittadinanza.
E questo sara’ fatto nell’assoluto rispetto dell’impegno preso con la cittadinanza oltre che in ossequio alla legge.
Non arroganza, non bugie, non colonialismo, non prevaricazione ma solo tanta voglia di considerare il cittadino il fattore aggiunto nel raggiungimento dell’oggetto sociale".
IL PRESIDENTE DELLA LIPARI PORTO S.p.a.
Ferdinando Corrado

Reperti: La nota di Lelio Finocchiaro

LA NOTA DEL DOTTOR FINOCCHIARO
"Fedele all'impegno preso di tenervi al corrente degli ulteriori sviluppi concernenti il ritrovamento di reperti archeologici nelle acque di Sottomonastero, ritorno sull'argomento perchè altre immersioni investigative sono state effettuate da personale tecnico della Direzione GeneraleAmbiente di Palermo. Naturalmente , per addentrarci nei particolari sarà necessario attendere la relazione tecnica relativa di cui saremo in possesso, sembra, in settimana. In ogni caso posso anticipare che una quarta base in pietra , oltre alle tre già recuperate, ed erroneamente definite 'capitelli', è già venuta alla luce ed attende di essere recuperata. Oltre a questo si è evidenziato un lastrone probabilmente in marmo ,con l'impronta di una base per colonna di circa 1.20 mt. di diametro, nonchè degli altri conglomerati di strutture ciclopiche non del tutto visibili. Non è ancora chiara l'estensione della zona interessata, ma sembrerebbe (il ma è d'obbligo) che verso nord non possa allungarsi molto per la rapida discesa dei fondali, mentre potrebbe allargarsi, ma anche questo è da verificare, verso nord-est.
Detto questo, sento l'obbligo di occuparmi di un altro argomento purtroppo meno edificante, che sempre di porto parla, ma lo fa in maniera decisamente equivoca e fuorviante, e che è la nota recentemente prodotta dalla minoranza dei consiglieri comunali.In tale nota, in modo che definire aggressivo è dire poco, si accusa l'Amministrazione di tramare chissà quale congiura ai danni dell'ignara popolazione in nome di chissà quali reconditi,e naturalmente incoffessabili, interessi. Nel precisare ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno,che la decisione riguardante il porto di Lipari è scaturita da una legittima votazione del Consiglio Comunale, e che tale scelta è stata in qualche modo già sottoposta a giudizio popolare (vi ricordate le elezioni di solo un anno fa,in cui l'argomento in questione costituiva la base della campagna elettorale ?), dispiace che ci si attacchi alle parole per fare trascurare la sostanza. Non solo, infatti, si ha la precisa intenzione di mantenere gli impegni presi, come è nostra abitudine, e quindi il progetto del porto sarà , come promesso, sottoposto e alla cittadinanzae al Consiglio Comunale per adottarne le decisioni che da tali incontri scaturiranno 'qualunque esse siano', ma si precisa, per maggiore tranquillità di chi non avesse in tale promessa molta fiducia, che è LA LEGGE STESSA che impone questo percorso. Il fatto di avere adoperato la frase 'progetto definitivo' , dato che 'definitivo' non potrebbemai essere date le procedure a cui deve sottostare (autorizzazioni varie, Impatto Ambientale,Genio civile, Sovrintendenza , ecc... intendeva, come non è chiaro solo a chi non vuole capire, fare riferimento ad un progetto 'pronto' ad essere presentato e discusso.E' sotto gli occhi di tutti che proprio in questi giorni sono in corso rilievi e a terra e a mare. L'impressione è, in definitiva, che con una scusa evidentemente debole e speciosa si sia cercato di distogliere l'attenzione dal comportamento fattivo e concreto della Società Lipari Porto, imbastendo un vero e proprio comizio, degno di altri momenti ed altre cornici.La cultura del sospetto e lo spargere calunnie a pioggia, non sono abitudini edificanti per chi le adotta. E' nostro costume nutrire il più profondo rispetto per chi non condivide le nostre idee, ma non ci dispiacerebbe godere dello stesso riguardo".
Il consigliere comunale (responsabile della portualità) Lelio Finocchiaro

martedì 3 giugno 2008

"Fermiamo i nuovi turchi alla marina di Lipari!"

"Fermiamo i nuovi turchi alla marina di Lipari!". L'appello parte dai consiglieri comunali del centro sinistra ed è parte integrante di un comunicato stampa che pubblichiamo integralmente.
Comunicato stampa:
Apprendiamo dai comunicati stampa diffusi dalla Società Lipari Porto e dall’Amministrazione Comunale, per voce del consigliere e “responsabile per la portualità” Finocchiaro, dell’intenzione di “tenere debito conto” dei recenti e importanti ritrovamenti archeologici a Sottomonastero “nella stesura del progetto definitivo in corso di elaborazione” del megaporto di Lipari.
Ma quale progetto definitivo ? Durante gli ultimi consigli comunali dove si è affrontato l’argomento della nuova portualità di Lipari, il Sindaco ha più volte affermato che si dispone ancora di uno “studio di fattibilità”, mentre la stesura di un progetto definitivo sarebbe avvenuta di concerto con le opinioni espresse dalla cittadinanza, dagli operatori marittimi, dai pescatori, dagli operatori commerciali e dai residenti della zona. Quando e da chi sono state raccolte queste opinioni ? Che fine ha fatto la commissione consiliare sulla portualità approvata in consiglio comunale, che avrebbe dovuto esaminare e discutere le diverse proposte ? L’Amministrazione dimentica forse che un anno fa, in meno di un mese, sono state raccolte più di 1300 firme contro le previsioni di intervento proposte nello “studio di fattibilità” dell’Ing. Rodriguez ? A che gioco stanno giocando, questi signori ?
Ma la cosa più grave è che i ritrovamenti sono stati effettuati durante i lavori di messa in sicurezza del porto che, come è noto, sono realizzati con soldi pubblici e da un ente pubblico (Genio Civile Opere Marittime) e nulla hanno a che vedere con gli interventi previsti dalla Lipari Porto S.p.a., a prevalente capitale privato. Il Genio Civile Opere Marittime tace, mentre i portavoce del sindaco e di Condotte d’Acqua sputano sentenze sul futuro dei resti archeologici, sulla loro eventuale importanza e sulla volontà di valorizzarli nell’ambito del nuovo megaporto. Noi invece vogliamo sapere cosa accadrà alle opere di messa in sicurezza, come il Genio Civile OO.MM. intende affrontare i prevedibili problemi di congestione che si verificheranno durante la stagione estiva, quando intende completare i lavori già cominciati (p.e. Marina Corta) e, infine, come prevede di agire alla luce dei nuovi, importanti ritrovamenti. Noi vogliamo conoscere innanzitutto i risultati delle indagini della Soprintendenza del Mare, l’unico ente titolato a disporre dei beni archeologici, e poi il futuro delle opere pagate dai cittadini e che appartengono ai cittadini, non le affermazioni di una società che si sente in dovere di intervenire come se già fosse proprietaria delle coste dell’isola, o addirittura dei suoi monumenti. O forse il sindaco ha già garantito a Condotte d’Acqua che “studio di fattibilità” e “progetto definitivo” saranno la stessa cosa, indipendentemente dalla volontà degli abitanti dell’isola ?
Apprendiamo infine come la Società Lipari Porto si sia “attivata per eseguire a proprie spese i rilievi subacquei con le attrezzature necessarie al fine di ottenere una esatta individuazione del giacimento archeologico”. Questo Paese, e Lipari in special modo, vive essenzialmente di Beni Culturali e Ambientali, che sono il principale motore dell’economia turistica e la prima caratteristica distintiva della nostra identità. I sette millenni di storia portati alla luce da Guido Libertini, Paolo Orsi, Luigi Bernabò Brea, Madaleine Cavalier e tanti altri archeologi sono il nostro patrimonio culturale e più ammirato biglietto da visita nel mondo. Tutto questo oggi è nostro perché è stato realizzato ed è gestito grazie allo sforzo economico dello Stato e della Regione, dunque della collettività, e non con le elemosine dei privati elargite per giustificare la cementificazione delle nostre spiagge. Questi mezzucci assomigliano tanto alle collanine di vetro che si regalavano alle popolazioni indigene durante secoli di colonialismo. Noi non vogliamo collanine di vetro, ma essere padroni della nostra storia ed essere certi che la sua ricostruzione non venga “pilotata” a favore di progetti privati.
Siamo di fronte all’ennesimo atto di arroganza coloniale da parte di chi ritiene che gli interessi privati siano più importanti di quelli della collettività. Vogliamo che il progetto del nuovo porto sia “definitivo” quando rispecchierà realmente la volontà e le esigenze di tutti gli abitanti dell’isola.
Fermiamo i nuovi turchi alla marina di Lipari !

Sottomonastero: Sub della Sovrintendenza al lavoro

E' toccato a Marcello Consiglio e all'ingegner Gaetano Lino della Soprintendenza del mare di Palermo, coadiuvati dal collaboratore Gaetano Giuffrè e con l'assistenza della Guardia Costiera di Lipari, compiere fra stamattina e oggi pomeriggio l'ennesimo sopraluogo ai reperti archeologici individuati in fondo al mare nel porto liparese di Sottomonastero. Una serie di immersioni che sono servite, oltre che ad effettuare ulteriori verifiche sull'area archeologica rinvenuta nei giorni scorsi, anche a rendersi conto di quella che è la reale estensione del sito che, come ormai è pressochè scontato, è quello dell'antico porto romano di Lipari. Struttura che, da quel che trapela, potrebbe essere purtroppo, seppure in parte, ingoblata in quello che è l'attuale porto di Sottomonastero. I sub, dotati di macchine fotografiche e di altre idonee apparecchiature, hanno anche provveduto ad effettuare una prima delimitazione dell'area sottomomarina oggetto del ritrovamento e ad asportare frammenti della struttura. L'obiettivo è quello di tracciare una mappa il più precisa possibile dello spazio lungo il quale si estenderebbe il sito archeologico.

China: Pronta la soluzione per la differenziata

“Si può destinare ad area di stoccaggio per la raccolta differenziata nell’isola di Lipari la zona di Porticello-Cavallo Rina”. Sulla delicatissima questione, relativa all’individuazione nella maggiore isola delle Eolie di un sito idoneo per il servizio di ormai imminente attivato, interviene così con una nota al sindaco di Lipari Mariano Bruno l’assessore comunale all’ecologia Giulio China. “Facendo seguito alle reiterate richieste da parte dell’ATO 5- atteso che la legge prevede che le aree da destinare a questo servizio vengano individuate all’interno delle zone con destinazione “D” Industriali e/o Artigianali, mi permetto di suggerire questa soluzione. Sul territorio due sono le aree, con tale individuazione, e cioè quella di Canneto Dentro e quella di Porticello- Cavallo Rina. La prima inutilizzabile perché già destinata all’insediamento degli artigiani, mentre la seconda, in considerazione dalla ormai dimessa industria della pomice- conclude China- potrebbe essere destinata allo scopo di che trattasi, con enorme vantaggio per l’ente, sia per la grande disponibilità dell’area, vicinanze del porticciolo di Porticello dal quale si potrebbero a mezzo nave, caricare con più facilità i rifiuti differenziati”