Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 12 gennaio 2008

Salina: Ancora una donazione dai reali del Belgio

La Regina Paola e Alberto II del Begio hanno partecipato stamani a Salina alla Santa Messa celebrata alle 10, dal parroco Alessandro Lo Nardo, nella chiesetta di S. Marina. Vi hanno partecipato anche la giunta comunale guidata dal sindaco Massimo Lo Schiavo e le autorità militari. Dopo la riproduzione del pavimento in ceramica napoletana, donato dalla coppia reale in occasione del 70 compleanno di re Alberto, hanno donato alla chiesetta 4 splendidi lampadari antichi realizzati sullo stile di quelli già esistenti nella chiesa. Don Lo Nardo per ricambiare ha donato un piatto di ceramica dipinto a mano a Salina, raffigurante la chiesa di Santa Marina, mentre il sindaco Massimo Lo Schiavo ha donato ai reali il libro "Mercanti di mare".

EX LAVORATORI POMICE: Martedì incontro a Palermo

L'assessore regionale al Lavoro Santi Formica, sollecitato dal presidente del consiglio comunale Pino Longo, ha convocato per martedì prossimo una riunione a Palermo presso il suo assessorato con gli ex lavoratori della pomice. Riunione alla quale ci si auspica presenzino anche gli altri assessori regionali coinvolti a vario titolo nella vicenda.
Dopo la notizia gli ex lavoratori hanno diffuso un comunicato. IL TESTO:
"A seguito della protesta effettuata dagli ex lavoratori della pomice presso la Casa Comunale avvenuta nella mattinata odierna, sono intervenuti, nella stessa sede, i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale ed i rappresentanti delle Forze Politiche di Maggioranza e Minoranza al fine di ottenere un incontro presso la Regione Siciliana con gli assessori coinvolti nella vicenda, che possa dare rassicurazioni circa il futuro occupazionale degli ex lavoratori.
Sollecitato dall’intervento del Presidente del Consiglio Comunale Pino Longo, l’onorevole Formica ha convocato per Martedì 15 p.v. una riunione presso l’Assessorato al Lavoro della Regione Siciliana per incontrare gli ex lavoratori del settore pomicifero.
Alla fine dell’odierna manifestazione di protesta il Sindaco ha assunto l’impegno a partecipare, assieme ad alcuni esponenti delle forze politiche locali, unitamente alla delegazione dei lavoratori e dei suoi rappresentanti all’incontro presso l’Assessorato al Lavoro della Regione Siciliana.
Gli ex lavoratori della pomice, tenuto conto del risultato ottenuto, parteciperanno con una folta rappresentanza all’incontro Palermitano pur non abbassando il livello della protesta".

EMERGENZA EOLIE: IL PREFETTO ALECCI E' IL NUOVO COMMISSARIO

Il prefetto di Messina Francesco Alecci è il nuovo commissario per l'emergenza nelle Isole Eolie, emergenza prorogata ieri dal Consiglio dei Ministri sino al 31 dicembre 2008. A chiudere la telenovela sul nome del commissario ci ha pensato in una dichiarazione rilasciata al collega Giuseppe Paino, il dott. Angelo Argento, segretario e consigliere giuridico del sottosegretario alla presidenza del consiglio Enrico Letta.

Lipari: Arrestato, deve scontare residuo di pena

I carabinieri di Lipari hanno tratto in arresto Angelo Bonsignore, 62 anni. L'uomo deve scontare un residuo di pena di 12 anni e 6 mesi per violenza nei confronti di minori. L'arresto a seguito della sentenza della Corte di Cassazione. Bonsignore è stato trasferito a Milazzo con la motovedetta dell'Arma.

EX LAVORATORI POMICE: STATO DI AGITAZIONE


Periodicamente vengono fatte promesse....sinora non mantenute e gli ex lavoratori della pomice di Lipari sono di nuovo in stato d'agitazione. In mattinata, la larghissima maggioranza con mogli e figli al seguito, hanno incontrato il sindaco Mariano Bruno e i vari rappresentanti politici locali. Hanno chiesto che dalle parole si passi ai fatti e che ci muova per sbolaccare la situazione. Se non accadrà nulla di nuovo, è stato già deciso, lavoratori e famiglie, sindaco, giunta e consiglieri comunali marceranno su Palermo. In atto gli operai e le famiglie sono "ospiti" del sindaco nella sua stanza ma, nelle prossime ore, se non arriverà da Palermo una data certa per un incontro da tenersi con l'assessore regionale al Lavoro Santi Formica, potrebbero decidere di occupare la stessa stanza. Prima dell'incontro i lavoratori hanno diffuso questo comunicato:
"Oggi 12 Gennaio 2008 a distanza di circa un mese dalla conclusione dell’ultimo Consiglio Comunale dove venne approvata una delibera con la quale si chiedeva un incontro con gli Assessori Regionali per cercare una soluzione alla problematica degli ex lavoratori della pomice, tenuto presente che il Sindaco del comune di Lipari in ottemperanza a quanto sopra detto inviò una missiva richiedendo la convocazione urgente di tutte le parti interessate presso la Regione Siciliana.
Non essendoci stato, ad oggi, nessun riscontro gli ex lavoratori della pomice stanchi e sfiduciati dalla mancanza di risposte concrete, dopo avere trascorso un triste e “magro” Natale all’insegna della totale incertezza occupazionale ed economica, sono costretti, loro malgrado, ad alzare il livello di protesta - ancora una volta in maniera civile - sperando di non dovere, in seguito, arrivare a compiere gesti estremi e sconsiderati.
In occasione dell’odierna riunione indetta dal Sindaco di Lipari su un problema, sicuramente importante come quello dei trasporti, ma certamente attualmente meno importante della perdita del posto di lavoro di alcune decine di “padri di famiglia”, sono qui a chiedere con decisione alle Forze Politiche tutte, alle Associazioni invitate ed a tutta la Comunità Eoliana una manifestazione di solidarietà fattiva e concreta nei loro confronti.
Chiedono al Sindaco, nella qualità di massima autorità sul territorio, di attuare tutte le azioni necessarie all’ottenimento di una riunione tra il Prefetto, l’Assessore al Lavoro, l’Assessore ai Beni Culturali ed Ambientali, l’Assessore al Territorio ed all’Ambiente, le Organizzazioni Sindacali ed una Rappresentanza delle Maestranze per la definitiva soluzione della problematica.
A tale proposito i lavoratori dichiarano lo stato di agitazione permanente sino a quando non sarà fissata la riunione sopra citata.
Chiedono inoltre ai Rappresentanti delle Forze Politiche Eoliane di sensibilizzare i propri referenti regionali affinché la riunione richiesta possa essere indetta nel più breve tempo possibile e sortire i risultati auspicati circa l’occupazione certa e definitiva di tutti gli ex Lavoratori del settore Pomice.
Lipari, li 12-01-2008
Gli ex Lavoratori della Pomice

Lipari: Individuati gli autori del furto al tabacchi del centro


Due giovani liparesi S.M. e G.R., entrambi diciassettenni, sono gli autori del furto compiuto nella notte tra il 10 e l'11 gennaio, ai danni del tabacchi di Catena Scafidi, sito sul corso Vittorio Emanuele di Lipari da dove avevano asportato diverse stecche di sigarette, 1.500 euro in contanti, gratta e vinci ed altri prodotti. Il tutto per un importo complessivo di circa 4.000 euro.
Lo hanno accertato i carabinieri di Lipari che, nel giro di poche ore e dopo una perquisizione domiciliare, hanno recuperato buona parte della refurtiva e del denaro. I carabinieri stanno anche verificando un possibile coinvolgimento dei due in altri furti.
Nel corso della perquisizione domiciliare i carabinieri hanno ritrovato un bilancino di precisione, 10 grammi di hascih e 8 di marjuana. G.R. , uno dei due minori autori del furto, e S.R. il fratello quindicenne sono stati denunciati anche per resistenza a pubblico ufficiale per il comportamento tenuto durante la perquisizione domiciliare.

Ancora sull'emergenza e sul commissario che non c'è

Come anticipato, il Consiglio dei Ministri riunitosi stamattina ha deciso di prorogare lo stato d'emergenza nelle isole del comune di Lipari, allargandolo anche ai quattro comuni dell'isola di Salina.
Stato d'emergenza dichiarato per la prima volta nel 2003 all'indomani dell'onda anomala causata dal collasso in mare di una grossa porzione della Sciara del Fuoco di Stromboli.
Subito dopo la riunione del Consiglio dei Ministri si sono inseguite le notizie più disparate riguardanti la figura del commissario chiamato a gestire l'emergenza. In un primo momento tale incarico si sosteneva fosse stato affidato al prefetto di Messina Francesco Alecci. Successivamente l'incarico veniva fatto ritornare nelle mani del sindaco Mariano Buno che ha ricoperto questo ruolo sin dal 2003. E come ogni thrilling che si rispetti è poi arrivata una terza ipotesi, quella più veritiera e confermata anche da fonti della Protezione civile in un comunicato di cui riportiamo il sunto in coda a questa notizia e che, comunque, conferma quanto riportato da Eolie news nella notizia delle 13.56 di ieri.
"Il Consiglio dei ministri- scrive la Protezione civile- ha prorogato lo stato d'emergenza per le isole Eolie in relazione ai rischi vulcanici e con una successiva ordinanza di protezione civile si si procederà d'intesa con la regione Sicilia alla nomina del nuovo commissario".

BREVI DALLE EOLIE

Dopo il furto compiuto a Lipari ai danni del centralissimo tabacchi di Maria Catena Scafidi, sito nel cuore del C.so Vittorio Emanuele, dove stati asportati diversi biglietti gratta e vinci, stecche di sigarette(una parte delle quali abbandonate in un cantiere), schede telefoniche, una serie di altri prodotti e denaro in contante per un importo complessivo di circa 4.000 euro, sembra essersi stretto il cerchio attorno ai responsabili.
I carabinieri della stazione di Lipari sarebbero sulla pista giusta per individuare i responsabili del furto se non addirittura i responsabili di tutti gli altri furti commessi nell'isola negli ultimi giorni. Novità in tal senso potrebbero scaturire già oggi.
Nella foto: Le sigarette abbandonate nel cantiere
----------------------------------------------------------------------------------La tholos micenea limitrofa allo stabilimento termale di S. Calogero di Lipari della quale, mercoledì scorso, vi avevamo mostrato lo stato di degrado, acuito dalla presenza di rifiuti all'interno della stessa struttura, è stata sottoposta ad un intervento di bonifica. Lo ha disposto l'assessore ai Beni culturali del comune, Ivan Ferlazzo, a seguito della nostra segnalazione. Nel plaudire all'intervento dell'assessore ci auguriamo che, nel futuro, tutti gli organismi preposti, comune e Sovrintendenza in primis prestino più attenzione alla salvaguardia, manutenzione e controllo di siti così importanti dal punto di vista storico-archeologico.
----------------------------------------------------------------------------------
Effettuato un intervento tampone sulla strada di Bagnamare a Lipari. Un operaio della ditta di Angelino Biviano, su incarico del comune, ha provveduto a ricoprire con il bitume alcune voragini che si erano create su quella strada. Certo non si può pensare di risolvere così in maniera definitiva il problema, in quella come in diverse altre strade occorre un intervento radicale da effettuarsi al più presto, prima che le strade sprofondino ulteriormente, prima di qualche grave incidente sempre dietro l'angolo.
----------------------------------------------------------------------------------
Uno splendido esemplare di poiana è stato tratto in salvo nei giorni scorsi dalle guardie provinciali della Riserva naturale di Salina e dagli agenti del Corpo forestale. L'uccello, ferito a un'ala ed accasciato tra le canne sulle sponde del laghetto di Lingua, dopo essere stato recuperato e soccorso, è stato trasferito della tramite aliscafo a Milazzo e da qui al Centro di recupero della fauna selvatica.
-----------------------------------------------------------------------------------
Si è aperta una vera e propria aste per assicurarsi il bomber liparese Christian Riganò. Stufo della fallimentare esperienza in terra spagnola con la maglia del Levante, il centravanti di Lipari ha numerose pretendenti, prima fra tutte il Siena. La società bianconera sembra essere, secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport, il club più vicino all'obiettivo con Torino e Reggina in seconda fila.

venerdì 11 gennaio 2008

Eolie: Prorogata l'emergenza dal Cdm.

Il Consiglio dei Ministri riunitosi oggi alle ore 10,10 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Romano Prodi ha prorogato lo stato di emergenza nel territorio delle Isole Eolie. Smentita la voce che commissario sia stato nominato il prefetto di Messina, Francesco Alecci. Dalla Protezione civile fanno sapere che il commissario sarà nominato con successivo decreto.

S. Marina Salina: Sono arrivati i reali del Belgio

Sono sbarcati ieri sera dal motoscafo “Parsifal II” a Salina, i reali del Belgio Alberto II e Paola di Liegi.
Sono stati ricevuti dalle autorità civili, religiose e militari.
La visita fuori stagione dei reali coincide con ulteriori donazioni che intendono fare alla chiesetta di S. Marina, ubicata sul porto. Donazioni che si conosceranno, attraverso l'annuncio del Re e della Regina, soltanto durante la Santa Messa prevista per domani sera alle 18,00.
Come si ricorderà quattro anni fà, in occasione dei 70 anni di Re Alberto, festeggiati a Salina, i sovrani avevano inaugurato la riproduzione di un antico pavimento di maiolica napoletana da loro donato alla chiesa e che è stato realizzato da due artigiani locali (Carlo Taranto e Sonia Di Maio).
I due giovani artigiani eoliani, per realizzare questa pregevole opera, avevano fatto un corso di formazione di due anni a Napoli.
Nella foto: I sovrani brindano al diciottesimo compleanno di S.A.I.R. l’Arciduca Amedeo d’Austria Este

LIPARI: Furto nella notte in pieno centro


Ancora un furto a Lipari e questa volta il bottino sembra essere abbastanza consistente. Dal centralissimo tabacchi di Maria Catena Scafidi, sito nel cuore del C.so Vittorio Emanuele, sono stati asportati diversi biglietti gratta e vinci, stecche di sigarette, schede telefoniche, una serie di altri prodotti e denaro in contante per un importo approssimativo di 1200 euro. Dare comunque delle cifre esatte in questo momento non è possibile in quanto i titolari stanno elaborando un inventario per individuare la quantità di beni sottratti.
I ladri sono penetrati dalla porta principale che hanno forzato in prossimità della serratura presumibilmente con un piede di porco. Hanno anche abbandonato parte della refurtiva(sigarette) nel vicolo limitrofo.

giovedì 10 gennaio 2008

Palermo: Presentato tra le "contestazioni" il piano di gestione Unesco per le Eolie

Il piano di gestione del sito Unesco delle Eolie è stato presentato oggi nella sede della Fondazione Banco di Sicilia, a Villa Zito, a Palermo. All'incontro hanno preso parte il sottosegretario del ministero ai Beni e alle attivita' culturali con delega per l'Unesco, Danielle Mazzonis, l'assessore regionale ai Beni culturali Lino Leanza, l'assessore regionale al Territorio e Ambiente, Rosanna Interlandi, il presidente della Fondazione Banco di Sicilia e presidente della Commissione nazionale italiana dell'Unesco, Gianni Puglisi, il coordinatore della redazione del Piano di gestione, Aurelio Angelini e i quattro sindaci dei comuni eoliani.
Non sono mancati i momenti di tensione e le contestazioni da parte del sindaco di Lipari, Mariano Bruno che ha evidenziato come nello stilare il piano non si sono assolutamente coinvolte nè le amministrazioni locali nè i cittadini.
Il primo cittadino, in un duro faccia a faccia con il professore Puglisi, ha sostenuto che “le Eolie hanno tutto l'interesse a rimanere Patrimonio nell'Unesco ma che non si possono calare ulteriori vincoli (ampliamento delle riserve naturali previste a Lipari e Vulcano) travisando la realtà che non è quella rappresentata nel piano redatto”. Il sindaco Bruno ha anche parlato di un piano “arraffazzonato”, di una specie di “copia e incolla” che non tiene conto assolutamente della realtà ma che si basa su dati che non corrispondono e situazioni superate.
Bruno ha preannunciato forti iniziative se non si procederà ad una revisione del piano di gestione. Per lunedì alle 17.00 ha convocato un incontro con la cittadinanza per valutare le iniziative da intraprendere.
Il Piano, redatto dal professor Aurelio Angelini dell'Universita' di Palermo, che e' anche esponente presidente del Comitato scientifico del DESS-CNI UNESCO, stabilisce, tra le altre cose, la riconversione per fini culturali della cava di pomice, l'impossibilità di realizzare l'aeroporto a Lipari, il mantenimento di Marina Corta quale borgo marinaro e la realizzazione di una serie di pontili galleggianti.

LEANZA: Avviare nelle Eolie una politica di sviluppo locale sostenibile

NADIA MAIO)Alla presentazione nella sede della Fondazione Banco di Sicilia a Palermo del piano di gestione del sito Unesco delle Eolie ha preso parte anche l'assessore regionale ai Beni culturali Lino Leanza, Positivo il commento dell'assessore che ha ribadito la volontà della Regione siciliana che le isole Eolie restino nel patrimonio dell'Unesco “' ma è opportuno che si avvii una politica di sviluppo locale sostenibile per il bene della comunità. Il Piano di gestione del sito eoliano- ha affermato il componente della giunta Cuffaro- e' stato redatto da personalita' di alto profilo scientifico ed e' un valido strumento per realizzare una mappatura dei beni culturali, ambientali e naturalistici con l'obiettivo di realizzare un inquadramento storico, economico e antropologico del sito''.

Siti dei giornalisti locali più aggiornati di quello Siremar. PER FORTUNA!

RICEVIAMO DAL CONSIGLIERE COMUNALE GESUELE FONTI E PUBBLICHIAMO:
Ciao Salvatore, ti giro questa e-mail che ho ricevuto da parte di un nostro concittadino. E' motivo di soddisfazione per noi che ci battiamo affinche i collegamenti marittimi possano funzionare e sopratutto che non vengano sperperati i soldi pubblici, per te che con la tua puntuale informazione riesci a dare un servizio (pubblico) dove il pubblico non arriva.
Gesuele Fonti
Il testo della mail:
"Gesuele, condivido perfettamente le osservazioni/richieste tue e di Francesco relativamente ai servizi marittimi. Io domani, causa la modifica della Nave/linea/orari della Siremar relativamente alla nave Napoli-Lipari, partendo da Roma mi farò i 737 kilometri necessari per raggiungere Milazzo e sperare di avere il posto sulla nave delle 18,30. La scomodità di una nave che parte da Napoli alle 8,00 del mattino è evidente (costringendoti a dormire a Napoli, o di partire alle 4,00 del mattino da Roma come sarebbe nel mio caso odierno, per poi costringerti a stare seduto per 11 (undici) ore su un sedile in mare aperto.Siate forti e decisi nel chiedere un servizio attento, puntuale, e sopratutto programmato con largo anticipo alla Siremar o a chiunque - pubblico o privato - subentrerà nel servizio alla fine del 2008.
La scadenza della convenzione Siremar (Tirrenia) a fine 2008 ci metterà tutti in grave difficoltà e sel'Amministrazione e la Cittadinanza non sarà FORTE nel chiedere i propri DIRITTI che garantiscano LA CONTINUITA' TERRITORIALE l'economia delle Eolie crollerà definitivamente; non sarà più solo il 15% in meno dovuto alle mancate linee Lipari- Napoli, sarà il crollo totale. Nessun privato metterà mai una nave perAlicudi o per Ginostra se la corsa non gli sarà ben pagata da Stato o Regione. Tra l'altro io ho appreso solo dagli articoli giornalistici di Paino e Sarpi che la linea/nave da Napoli era cambiata: mi trovavo a casa mia in Svizzera e per fortuna consulto regolarmente Internet! Questo perchè la Siremar ANCORA FINO AD OGGI non ha pubblicato sul suo sito internet i cambiamenti di questo gennaio . Vi abbraccio Lorenzo Casamento

BREVI

Ancora un furto a Lipari. E' stato compiuto a Lami nelle villette di proprietà dell'imprenditore Franco Aiello. Secondo quanto denunciato dal propietario sarebbero stati asportati complementi d'arredamento di valore.
Sabato prossimo sono previsti disagi per coloro che dovranno raggiungere le isole Eolie. I marittimi della Siremar effettueranno uno sciopero(giusto) contro per protestare contro la precarietà dell'alloggio che a Milazzo è stato messo a disposizione degli equipaggi: inadeguato e con un solo bagno per ben 6 persone. Per le Eolie saranno garantite solo le corse definite essenziali.

La Commissione europea ha approvato recentemente il programma operativo italiano per il settore della pesca per il periodo 2007-2013.
La spesa pubblica totale ammissibile per il programma è pari a 848 685 708 EUR, con una partecipazione comunitaria del Fondo europeo per la pesca (FEP) di 424 342 854 EUR.Il programma copre l’insieme del territorio italiano. Il finanziamento FEP sarà ripartito tra le regioni interessate dall'obiettivo di convergenza e le altre regioni, rispettivamente in ragione di 318 281 864 EUR per le prime e 106 060 990 EUR per le seconde.

Eolie: Oggi si presenta il piano di gestione del sito Unesco

Il piano di gestione del sito Unesco delle Eolie sarà presentato oggi, alle 15.30, nella sede della Fondazione Banco di Sicilia a Villa Zito, a Palermo.
L'Unesco aveva ripetutamente richiamato le istituzioni siciliane per la mancata adozione di un Piano di Gestione e per le conseguenti preoccupazioni dell'organizzazione internazionale, convinta che la mancanza di questo strumento rendesse il territorio preda degli speculatori. Richiami si sono piu' volte susseguiti sulla vicenda della cava di Pomice di Lipari.
Il Piano, redatto dal professor Aurelio Angelini dell'Universita' di Palermo, che e' anche esponente presidente del Comitato scientifico del DESS-CNI UNESCO, stabilisce, tra le altre cose, la riconversione per fini culturali della cava di pomice. Interverranno Danielle Mazzonis sottosegretario per i Beni e le Attivita' Culturali con delega per l'Unesco, il presidente della Fondazione Banco di Sicilia e presidente Commissione Nazionale Italiana dell'Unesco Giovanni Puglisi; Lino Lenza, assessore regionale dei Beni culturali, ambientali e alla Pubblica Istruzione; Rossana Interlandi, assessore regionale al Territorio e Ambiente ed i sindaci delle Eolie.

Lipari: I vandali del 2000 "invadono" la tholos micenea

Incuria, vandalismo, assoluta mancanza di rispetto di un bene di grande rilevanza storico-archeologica. Il dilagante fenomeno non ha rispettato la tholos micenea di San Calogero a Lipari, risalente al XV secolo A.C., venuta alla luce diversi anni fà durante i lavori di ristrutturazione dello stabilimento termale.
Ieri mattino, come si evince dalla foto, ci hanno segnalato che all'interno della struttura era depositato un sacchetto ricolmo di rifiuti, presumibile residuo di un pic-nic realizzato nei pressi se non all'interno della stessa tholos. Struttura, fra l'altro, molto degradata e dove l'acqua che scorreva ora è un solo un rivolo. Ma i “vandali” hanno colpito anche all'esterno della tholos danneggiando irreparabilmente le piastrelle in ceramica che descrivevano le varie strutture che sorgono nell'area storico-archeologica dello stabilimento.
Ai “vandali del 2000”( non si può definirli altrimenti) poco importa se la stufa termale è un monumento di architettura civile della civilta’ micenea, l'unico realizzato fuori dalla Grecia, che dal punto di vista storico conferma che per tutta l’eta’ del bronzo, e cioe’ per tutto il corso del II millennio a.C., erano intercorsi intensi rapporti di cultura e di commercio tra la Grecia e le isole Eolie.

PROVINCIA: Avviato il progetto "Polis pari opportunità"

Con la firma dell’assessore alle Pari opportunità, la liparese Chiara Giorgianni, presso il dipartimento di Formazione Professionale dell'assessorato regionale al Lavoro Previdenza Sociale, è stato finanziato con 900 mila e 300 euro l’azione 1 del progetto “Polis Pari Opportunità e Lavoro in Sicilia”.
L'iniziativa si propone di realizzare un modello di intervento in grado di combattere i fattori di discriminazione che ostacolano il coinvolgimento e la partecipazione delle donne del territorio della provincia di Messina alla vita economica e sociale attraverso la realizzazione di azioni di sistema con attori locali nel tentativo di rimuovere i pregiudizi e gli ostacoli che relegano la donna in ruoli poco qualificati e retribuiti, rispetto agli uomini, nonché, favorire l'applicazione della legislazione vigente comunitaria in materia di Pari Opportunità.
Destinatari del progetto sono principalmente, le donne disoccupate, i referenti e gli operatori delle politiche di genere, compresi i referenti delle parti sociali.
Tra i partner del progetto vi è “Sviluppo Eolie”

mercoledì 9 gennaio 2008

COLLEGAMENTO CON IDROVOLANTI DA E PER LE EOLIE

E’ attivo il collegamento via idrovolanti tra gli aeroporti di Catania e Palermo e Lipari.
Il volo può essere prenotato e acquistato con carta di credito in internet sul sito http://www.eolnet.it/
o chiamando lo 0909814257.
Per i residenti sono in vendita carnet di 10 voli non nominativi a 800 Euro. Saranno venduti tra poco in Internet. Nel frattempo per il loro acquisto telefonate sempre allo 0909814257.

LIPARI: Corso per rilascio tesserino raccolta funghi

Presso il comune di Lipari si terrà un corso di formazione per il rilascio del tesserino abilitante la raccolta dei funghi epigei spontanei, ai sensi della L.R. 3/2006. Il corso prevede n. 15 ore complessive con esami finali, si terrà presso la sala consiliare in via Falcone e Borsellino e si svolgerà secondo il seguente programma:
1° Giorno : 18/01/2008, dalle ore 17,00 alle ore 21,00
- Cenni sulla normativa regionale di riferimento in materia di ricerca, raccolta e commercializzazione dei funghi epigei - Ecologia dei funghi epigei spontanei - Biologia dei funghi epigei spontanei
2° Giorno : 19/01/2008 dalle ore 17,00 alle ore 21,00
- Morfologia dei funghi epigei spontanei - Habitat delle specie più raccolte - Illustrazione tramite video delle specie tossiche e eduli
3° Giorno : 20/01/2008 dalle ore 9,30 alle ore 13,00
- Morfologia sul fresco con spiegazione sulla tossicità e commestibilità, determinazione delle specie.
20/01/2008 dalle ore 14,00 alle ore 17,30
- Nozioni di micotossicologia con spiegazione sui primi interventi di pronto soccorso nei casi di intossicazione da funghi - Educazione sulla raccolta, nel trasporto, nel mantenimento e nel consumo idoneo delle specie fungine.
20/01/2008 alle ore 18,30
- Esami finali.
Le domando di iscrizione debbono pervenire all’Ufficio Protocollo del comune entro le ore 12,00 del 14 gennaio 2008 e possono essere presentate direttamente o spedite a mezzo servizio postale.
Qualora il numero degli aspiranti superi quello massimo previsto di n. 60 unità, l’ammissione al corso avverrà secondo l’ordine cronologico di acquisizione delle domande nel protocollo generale del Comune. Per informazioni telefonare al n. 090/9887412, o visitare il sito: http://www.comunelipari.it/.

LIPARI: OMBRELLONI A FUOCO IN PIENO CENTRO E IN PIENO GIORNO

Atto teppistico o un mozziccone di sigaretta gettato via non spento. Sono queste le due ipotesi, ma sembra più realistica la prima, per l'incendio che nel pomeriggio, in pieno centro storico, in uno dei vicoli limitrofi, ha carbonizzato due dei maxi-ombrelloni del bar Eden dei fratelli Monteleone che si trovavano all'esterno del loro deposito. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Lipari che hanno evitato che le fiamme potessero investire le abitazioni limitrofe.
Nella foto: Gli ombrelloni del Bar Eden, durante l'estate

LIPARI: Che succede? Escalation di furti

Escalation di furti a Lipari nelle ultime 12 ore. A Marina Lunga è stato preso di mira il bar Manhattan di Profilio. I ladruncoli, la notte scorsa, dopo aver forzato la porta d'ingresso, sono penetrati all'interno del locale asportando circa 50 euro dalla cassa e alcune bottiglie di liquori.
Ad accorgersi del furto stamattina, al momento dell'apertura del locale, uno dei titolari. In questo caso sulla proprietà più che quanto sottratto pesa l'intervento di ripristino della porta d'ingresso.
Ignoti ieri sera, secondo quanto denunciato dal propietario Giuseppe Natoli, sono penetrati in una abitazione di contrada San Nicola asportando oggetti in oro per un valore di circa 2.000 euro e denaro in contante per un importo pari a 800 euro. Si tratta di una abitazione che sorge in una zona isolata e i ladri hanno approfittato dell'assenza dei propietari.

Termovalorizzatori: Prodi rassicura Cuffaro

I termovalorizzatori in Sicilia si faranno senza ulteriori ritardi. Dopo la sollecitazione del Presidente della Regione Salvatore Cuffaro il Presidente del Consiglio Romano Prodi ha fornito oggi le sue rassicurazioni in materia. “Anche a nome del Ministro Pecoraro Scanio vi posso assicurare che il problema degli stanziamenti per i termovalorizzatori in Sicilia si sbloccherà”, ha detto il Presidente del Consiglio durante la riunione con i presidenti delle regioni convocata per affrontare l’emergenza rifiuti in Campania.
Il presidente del Consiglio, anche a nome del Ministro dell’ambiente che gli sedeva a fianco, si è impegnato a sbloccare i contributi necessari per la realizzazione dei termovalorizzatori. Si tratta del denaro che lo stato ottiene attraverso una tassa denominata CIP 6 e riscossa attraverso la bolletta elettrica, in atto pagata anche dai cittadini siciliani ma destinata soltanto a vantaggio degli impianti del centro nord. La finanziaria 2008 bloccava questi contributi per i termovalorizzatori in fase di costruzione fra i quali figurano anche quelli siciliani vincolandoli ad un decreto di deroga che il Presidente del Consiglio si è, dunque, impegnato a far emanare in tempi brevi.

Centro servizi al turismo di Lipari: Si tenta il rilancio

Sarà la società Investincultura di Palermo ad occuparsi del progetto di gestione del Centro servizi al Turismo di Lipari. Un progetto co-finanziato al 50% con i fondi del Dupim-PIT(Programma di sviluppo integrato territoriale isole minori). I fondi pubblici sono di 275.000 euro. Altrettanti quelli che saranno conferiti dal socio privato.
All'incontro, introdotto dall'assessore al Turismo avvocato Giovanni Maggiore, hanno partecipato alcuni operatori turistici dell'arcipelago. Investincultura ha illustrato gli obiettivi del progetto per la promozione e la valorizzazione turistica del territorio isolano. Ha evidenziato come sia intenzione della società promuovere, dapprima attraverso la via telematica, l'arcipelago, le sue pecualiarità storico-artistiche, culturali e paesaggistiche, nonchè i prodotti tipici. In una seconda fase si permetterà al turista che sbarcherà alle Eolie di interagire attraverso il telefonino e una apposita card onde ottenere informazioni utili e nello stesso tempo comunicare le esperienze maturate durante la vacanza.

Cuffaro: Prodi sblocchi i termovalorizzatori in Sicilia

"Apprezzo l’intervento del presidente del Consiglio Prodi, per risolvere l’emergenza rifiuti in Campania. Viste le scelte odierne, credo che il premier debba intervenire sul ministro dell’Ambiente Pecoraro Scanio, così ostinato nel bloccare la costruzione dei termovalorizzatori in Sicilia”.
Lo afferma il presidente della Regione siciliana, Salvatore Cuffaro, commentando le decisioni assunte dal governo nazionale per far fronte alla crisi campana. “Noi siamo pronti a costruire i termovalorizzatori – continua Cuffaro - che sono l'unica valida soluzione all'emergenza rifiuti, in Campania come in Sicilia. Il nostro piano prevede la costruzione di quattro termovalorizzatori e il progressivo incremento della raccolta differenziata. Ha avuto il via libera dall’Unione Europea. Ma è bloccato dal ministro Pecoraro Scanio. Senza la completa attuazione del piano rifiuti – conclude il presidente – c’è il rischio che anche la Sicilia, in un prossimo futuro, si trovi costretta ad affrontare una situazione d’emergenza”.

Lipari come Napoli: Rimostranze a Canneto

“Zona di San Vincenzo a Canneto come Napoli: una discarica di spazzatura”. Questo l'emblematico cartello apparso ieri, unitamente ad uno di poco gradevole apprezzamento per l'amministrazione comunale, nella frazione liparese di Canneto a ridosso di alcuni complessi abitativi.
Un cartello, che onor del vero, potrebbe essere piazzato in diverse parti dell'isola, solo cambiando il nome della zona.
Quindi Lipari come Napoli? Sicuramente no per quanto riguarda la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Sulla buona strada, invece, per ciò che concerne il deposito indiscriminato e vergognoso di rifiuti speciali quali materassi, vecchi elettrodomestici, water, lavandini ecc. Cataste di rifiuti che, come nel caso della “discarica di San Vincenzo”, così come ci hanno segnalato diversi abitanti, ospita poco piacevoli animaletti, sinonimo da sempre di sporcizia.
San Vincenzo situazione limite? Sicuramente no se si considera che nel raggio di poco più di due chilometri abbiamo “avvistato” altre tre “discariche” consistenti: da quella della case gialle di Canneto, a quella di contrada Serra sino a quella che sorge ad un centinaio di metri dall'ospedale. Senza contare le tante, troppe “mini-discariche”.
Una situazione insostenibile, frutto sicuramente d'inciviltà ma anche di mancanza di controlli e repressione. Si era parlato di telecamere nei punti strategici ma è rimasto solo un progetto. E mentre ci si vanta del titolo di Patrimonio dell'umanità, ottenuto per l'aspetto vulcanologico e ambientale, non ci si rende conto che proprio quell'ambiente lo si massacra e lo si distrugge giorno dopo giorno. Se, come qualcuno dice, la terra in cui viviamo non è nostra ma la custodiamo per i nostri figli non stiamo facendo loro sicuramente un buon servizio.

Aeroporto a Lipari: No dalla commissione Unesco

L'aeroporto inserito nel Piano regolatore generale di Lipari non può essere previsto nel Piano di gestione del sito Unesco e Marina Corta va valorizzata per quello che ha rappresentato da sempre e cioè quale borgo marinaro.
Le affermazioni del professor Angelini della commissione riunitasi ieri a chiudono di fatto le porte alla struttura portuale che si intendeva realizzare nella zona nel contesto della riqualificazione della portualità dell'isola di Lipari. E', infatti, impensabile che si possano coniugare le caratteristiche tipiche del borgo marinaro con una struttura portuale moderna.
Sono questi i passi più salienti dell'incontro tenutosi ieri al comune di Lipari e al quale hanno preso parte i professori Aurelio Angelini e Giovanni Ruggeri, il sindaco di Lipari Mariano Bruno, gli assessori Alfredo Biancheri, Giovanni Maggiore e Ivan Ferlazzo, il presidente del consiglio Pino Longo e i consiglieri comunali Rosaria Corda, Giacomo Biviano e Pietro Lo Cascio.
Una riunione, la seconda negli ultimi 20 giorni, che era propedeutica alla presentazione domani presso la sede della fondazione Banco di Sicilia a Palermo delle linee di massima del piano di gestione del sito Unesco dell'arcipelago. Un piano che poi sarà inviato al Ministero dei Beni culturali a Roma per l'approvazione e l'invio all'Unesco. Agli amministratori e alle forze politiche locali, prima dell'invio del piano a Roma, sarà data la possibilità di presentare delle “osservazioni costruttive” ma niente di più.
Durante l'incontro è stato evidenziato come- in considerazione di quanto previsto nella Finanziaria per i siti Patrimonio dell'Umanità- il Piano di gestione può rappresentare le Eolie una grande opportunità non solo dal punto di vista turistico ma anche per richiamare risorse economiche.
A Palermo saranno presenti il presidente della commissione nazionale Unesco, gli assessori regionali ai Beni Culturali e al Territorio ed ambiente e i quattro sindaci eoliani

Trasporti marittimi: Mariano Bruno convoca riunione "a difesa dell'economia delle isole

E' lunghissimo l'elenco degli invitati dal sindaco Mariano Bruno per sabato prossimo alle 10,00 al comune di Lipari alla riunione che ha come tema: "Gravissima problematica relativa ai trasporti marittimi". Fra gli invitati i sindaci di Leni, Malfa e S. Marina, gli assessori, il presidente del consiglio e i consiglieri comunali, il presidente della Fedaralberghi delle Eolie, le associazioni dei commercianti e degli artigiani, gli operatori turistici, i vertici istituzionali nazionali e regionali, il Ministero dei Trasporti, gli organismi regionali competenti.
Questo il testo dell'invito: "Al fine di rappresentare in forma decisa ed adeguata alle competenti autorità regionali e nazionali la criticità venutasi a determinare nel comparto delle Eolie relativamente ai trasporti marittimi, ed oltremodo preoccupati per la prossima stagione turistica, che rischia di essere irrimediabilmente compromessa, si invitano le SS.LL. ad una numerosa partecipazione all’incontro del 12 gennaio 2008, ore 10,00, presso i locali del Palazzo Comune siti in Via Falcone e Borsellino, al fine di decidere le iniziative da intraprendere a difesa dell’economia delle isole.

Alle autorità che leggono per conoscenza, si fa evidenzia che sarebbe oltremodo gradita la Loro presenza, ai fini di una compiuta discussione sull’argomento, che per la delicatezza rivestita richiede il coinvolgimento di tutti i soggetti istituzionali interessati."

IL SINDACO(Dott.Mariano Bruno)

BREVI SULLA SANITA' E....DINTORNI

Dal 2009 in Sicilia ci saranno 125 guardie mediche turistiche in meno. Con la riduzione d'orario e l'introduzione del ticket, si prevede un risparmio di circa 8 milioni di euro. L'assessore Lagalla: "L'assistenza continuativa sarà garantita nei centri territoriali, intanto per tutto il 2008 nessuna guardia medica in Sicilia chiuderà. È stato un lavoro lungo e difficile ma alla fine abbiamo trovato il giusto compromesso con i sindacati e le associazioni di categoria. Con la soppressione soltanto delle guardie mediche turistiche - ha aggiunto - otteniamo il massimo risparmio possibile con il minimo danno per i cittadini e il territorio. Nel periodo estivo infatti nei presidi di assistenza continuativa delle località turistiche saranno operanti medici delle guardie mediche ordinarie in modo da garantire l'assistenza sanitaria ai pazienti".

Sono guaste da oltre due mesi le luci della pista di protezione civile a Ginostra. Ciò renderebbe problematico un eventuale intervento del 118 o di altro velivolo. Il presidente della circoscrizione di Stromboli Carlo Lanza, nella cui competenza ricade Ginostra, ha chiesto un sopralluogo e un immediato ripristino dell'impianto luci.


L'unica ambulanza di Panarea, alimentata elettricamente, non funziona da oltre un mese a causa di un guasto. I residenti, presidente del consiglio di quartiere Paolino Spanò in testa, hanno più volte sollecitato l'Asl 5 di Messina a fare riparare il mezzo.

martedì 8 gennaio 2008

Lipari: Corso per tecnico superiore per il rilievo architettonico

Presentato stamattina a Lipari, nell'aula magna dell'Istituto d'istruzione superiore “Isa Conti”, il corso gratuito finanziato dal Fondo sociale europeo per “Tecnico superiore per il rilievo architettonico”. La presentazione è stata introdotta dal dirigente scolastico prof.ssa Tommasa Basile.
Destinatarie del corso 20 persone che dovranno avere questi requisiti: 18 anni compiuti, diplomati, disoccupati o inoccupati. Costituiscono titolo preferenziale i diplomi di geometra, liceo scientifico, istituto d'arte e perito edile. In mancanza di partecipanti con tali titoli scolastici saranno ammessi anche allievi in possesso del diploma di scuola media inferiore. Il corso si svilupperà nel periodo Novembre 2007- Luglio 2008. Le attività formative si svolgeranno a Lipari per la durata di 1200 ore (di cui 360 di tirocinio).
Il progetto sarà gestito ed attuato dall'istituto “Isa Conti” e dai soggetti attuatori associati: Facoltà di ingegneria dell'Università di Messina, IRFAP Sicilia e studio associato SPEA. Per informazioni e reperimento moduli d'iscrizione ci si può rivolgere alla segreteria del “Conti” di Lipari

Lipari: L'intera rete idrica al comune?

Il 2008 dovrebbe essere l'anno in cui il comune di Lipari si approprierà della gestione dell'intera rete idrica comunale in atto gestita in parte dall'Eas(Ente acquedotti siciliani) e in parte(quella delle zone alte di Lipari) dallo stesso comune.
L'amministrazione comunale presieduta dal dott. Mariano Bruno ha incaricato il dott. Domenico Russo, dirigente del IV settore, di predisporre la relativa delibera che dovrà poi transitare, per essere approvata, in consiglio comunale. In poche parole il maggior comune eoliano ha intenzione di assorbire tutti i servizi che in atto vengono garantiti dall'Eas. Fra questi il servizio di distribuzione del prezioso liquido e la manutenzione della rete idrica.
E' opportuno evidenziare, comunque, che in atto tra Eas e comune è in corso una controversia economica che riguarda, da un lato, il costo del rifornimento idrico e dall'altro il canone dell'impianto fognante.
Due gli auspici e cioè che una volta effettuato l'accorpamento non si dilatino a dismisura i tempi di fatturazione (come è avvenuto di recente nelle zone alte di Lipari) e che per le utenze più parsimoniose, così come più volte auspicato dai consiglieri Francesco Megna e Gesuele Fonti, si arrivi all'abbattimento della quota fissa che in atto viene fatta pagare a tutti i cittadini e che incide pesantemente sulle tasche di chi ha un consumo d'acqua potabile al di sotto di tale quota.

Stromboli-Scari: Lanza sollecita il dragaggio

Una urgente operazione di dragaggio dei fondali nel lato nord della banchina di Scari a Stromboli è stata richiesta dal presidente del locale consiglio di circoscrizione Carlo Lanza al sindaco di Lipari Mariano Bruno.
«Il lato nord – ha evidenziato – è inagibile da oltre dieci mesi e ciò nonostante le promesse fatte a ottobre di un tempestivo intervento. Viste le avverse condizioni meteomarine il dragaggio è fondamentale per evitare che gli aliscafi non potendo approdare dal lato opposto (meno riparato) saltino l'isola costringendo gli abitanti e i numerosi studenti che viaggiano a non sbarcare e a sobbarcarsi un viaggio di ritorno pesante sia fisicamente che moralmente. Le chiedo – scrive Lanza al sindaco Bruno – di mantenere la promessa fatta alla popolazione strombolana e a mettersi nei panni di chi arriva, magari dopo 2 ore di navigazione al porto di Scari, ad un metro dalla banchina, e si sente dire dal comandante del mezzo che si torna indietro perchè non è possibile fare operazione, causa avverse condizioni meteo, nel lato nord del molo e che il lato riparato è insabbiato. Evitiamo – conclude il presidente della circoscrizione di Stromboli – di offrire alla nostra gente e a chi viene a visitarci da tanto lontano servizi pessimi e disagi costanti, evitiamo di doverci imbarcare su di un gommone come clandestini per poter raggiungere la nostra isola».

Rifiuti: Si studia per un aumento "contenuto"

Riunione fra i vertici dell'Ato Messina 5 Eolie per l'ambiente e i rappresentanti dei comuni eoliani. Nel corso dell'incontro si sono cercati dei punti d'accordo per evitare nel 2008 un aggravio del 100% della TARSU a carico dei cittadini.
Contrarie all'aumento le tre ammnistrazioni salinare che già quattro anni fa hanno apportato un aumento. Come anticipato è stato deciso di approndire la possibilità di attuare un piano alternativo che consenta di limitare l'aggravio per i cittadini al 30/40% in più della tassa pagata sino ad oggi.

lunedì 7 gennaio 2008

La Siremar si difende. Intanto si ferma il Platone

La modifica sulla linea Milazzo- Eolie-Napoli e viceversa che tante polemiche ha scatenato in questi giorni è stata regolarmente autorizzata dal Ministero dei Trasporti e l'impiego del traghetto veloce “Isola di Stromboli” è solo un fatto provvisorio in attesa che si completino i lavori al traghetto Laurana. Lo sostiene la Siremar dopo le vibrate proteste del sindaco di Lipari Mariano Bruno e dei cittadini che non hanno “gradito” né l'impiego e gli orari dell'isola di Stromboli né il fatto che si “taglino” fuori Ginostra, Filicudi ed Alicudi.
Ma le proteste per i disservizi e il "salto" di itinerari-orari non si placano. Oggi pomeriggio il Platone della Siremar ha dato forfait a causa di un guasto ed è dovuto andare ai cantieri. Nelle Eolie quindi la Siremar è passa al piano a tre: si spera solo per domani. E dire che qualche anno fà, durante l'amministrazione Giacomantonio, si era parlato di un quinto aliscafo da tenere pronto le emergenze di questo genere.

Brevi

Il Siena è alla ricerca di un attaccante per questo mercato delle riparazioni e sembra che uno degli obiettivi del club toscano sia Christian Riganò (nella foto con la maglia del Messina). Nonostante alcune piccole problematiche si fa sempre più concreta la possibilità di un ritorno in Italia del bomber di Lipari che attualmente milita nel Levante, formazione della Liga spagnola.

FONTI E MEGNA: "EMERGENZA TRASPORTI MARITTIMI"




Una lunga e dura lettera sui trasporti e sui disservizi marittimi nelle Eolie è stata inviata dai consiglieri comunali Gesuele Fonti e Francesco Megna del gruppo consiliare di maggioranza "Il Faro" al sindaco di Lipari e alla Siremar di Palermo e per conoscenza al Ministro dei Trasporti, al Presidente della Regione, all'Assessorato regionale Turismo, comunicazione e trasporti e alla Federalberghi delle Eolie. Chiedendo interventi e risposte concrete, che sono poi quelle che vuole e cerca la comunità isolana, hanno anche posto l'interrogativo (CHI CONTROLLA LA SIREMAR E LE SUE DIABOLICHE STRATEGIE?). "Strategie" che nel settore Eolie sono anche recenti e non condivise. Il testo integrale in www.webalice.it/s.sarpi/DOCUMENTI.html

LA LUDICA LIPARI "STOPPA" LA CAPOLISTA


Pubblico delle grandi occasioni ieri pomeriggio al Franchino Monteleone di Lipari per l'incontro che vedeva opposta la Ludica Lipari, allenata da Bartolino Monte e Annibale Marturano (nelle foto), al Solicchiata capolista del campionato di seconda categoria. I ragazzi eoliani non hanno deluso le aspettative e si sono imposti per 2 a 1 a conclusione di una gara alquanto tirata e a tratti anche spettacolare. Presenti sugli spalti anche una sessantina di tifosi della compagine ospite.
Le reti liparesi sono state messe a segno da Tripi e Sturniolo.

ANNIVERSARIO DELLA TRAGEDIA DEL SEGESTA JET

Ricorre il 15 gennaio il primo anniversario della collisione del Segesta Jet, costata la vita a quattro membri dell’equipaggio, fra cui il liparese Palmiro Lauro. Una Santa Messa, in suffragio delle quattro vittime, sarà celebrata alle 17,30 nel Duomo di Messina.
Non si tratta di una cerimonia privata per cui coloro che hanno organizzato questa "giornata della memoria" invitano tutti i messinesi a partecipare per “unirsi al dolore dei familiari per i loro cari scomparsi”.
Nella foto: I funerali nel Duomo di Messina

domenica 6 gennaio 2008

S. Calogero, Asilo nido e altro: Per fortuna ci sono i giovani

Asilo nido di San Giorgio e stabilimento termale di San Calogero, due importanti strutture per le quali è pronto da parte del comune l'affidamento a due cooperative, attraverso una convenzione a titolo gratuito.
Il primo, chiuso da diverso tempo, sarà affidato alla cooperativa Margherita del presidente Giusy Lo Rizio che lo utlizzerà nel contesto del progetto " Baby dreams", co-finanziato con oltre 27.000 euro dalla Regione. Previste iniziative ludico-ricreative per i piccoli eoliani, ovviamente a titolo gratuito.
Per lo stabilimento termale di San Calogero ed aree annesse la commissione comunale, dopo aver valutato le istanze presentate, ha individuato nella cooperativa sociale "FSC" Group Service, presieduta da Davide Starvaggi, quella che si dovrà occupare del mantenimento e valorizzazione dello stabilimento termale attraverso una serie di iniziative. Lo stabilimento sarà affidato a titolo gratuito.
Nel complimentarci e nello sperare che le iniziative decollino nell'interesse della collettività dobbiamo però notare come a Lipari sembra ci siano poche alternative, o addirittura un certo disinteresse, a livello di associazioni e/o cooperative nell'intestarsele. Un dato evidente che salta agli occhi e che dimostra comunque come qualche giovane locale ha avuto l'accortezza di guardare avanti, al punto di essere quasi sempre coinvolto.
Basti pensare che il presidente Giusy Lo Rizio, oltre ad essere presidente della cooperativa Margherita, è anche presidente della Pro Loco Isole Eolie che ha affiancato il comune nell'organizzazione del Natale. Inoltre Davide Starvaggi della “FSC” Group Service che avrà affidato San Calogero è anche il segretario della Pro Loco Isole Eolie. Una associazione questa che ha come tesoriere anche il consigliere comunale Antonio Casilli (Forza Italia), da sempre impegnato nel sociale e che riesce con grande abnegazione a dividersi fra l'attività politica, il lavoro e l'associazionismo.
Ma visto che gli altri non sembrano avere entusiamo e/o i titoli per intestarsi iniziative con fini sociali ben vengano giovani come quelli citati.

Brevi dalle Eolie

Una ennesima frana a Capo Gramignazzi (frazione del comune di Malfa) , ha fatto precipitare in mare un'antica chiesetta che nel 2006(quando vi fu la prima frana) era rimasta miracolosamente intatta. Anch'essa inserita nel vincolo della Sovrintendenza, fortemente voluto anni fa dall'assessore di Malfa. Carmela Ciccolo, ora è andata distrutta.

Scenderà oggi il sipario sulle manifestazioni natalizie nel comune di Lipari. A chiudere il programma la rappresentazione teatrale “Fatti, fatturi e fattazzi” a cura della compagnia teatrale "Piccolo Borgo Antico”. Intanto nell'ambito della manifestazione “Nacatola doc” il primo premio se lo è aggiudicato la Pasticceria Oscar. Miglior presepe eoliano è stato giudicato quello di Luigi Merlino. Entrambe le premiazioni si sono tenute sul corso Vittorio Emanuele di Lipari.

Oggi, 6 gennaio 2008, giorno dell’Epifania alle ore 18.00 tutti i bimbi, accompagnati dai genitori soci, sono invitati nella sede dell’Associazione Borgata Lami (Via Pomiciazzo – Villa di Domenico Iacono). Ospite della serata: La Befana, che distribuirà le sue “calze” ai bimbi presenti e poi si intratterrà per festeggiare e assaggiare tanti dolci.