Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 21 aprile 2012

Spazio elettorale a pagamento

Si è tenuto nel tardo pomeriggio, presso l'hotel "La Filadelfia" di Lipari, un incontro del Movimento "Art.1 - Autonomia e libertà".
Hanno preso la parola il presidente Alessandro La Cava, alcuni candidati e il candidato a sindaco, al quale la lista fa riferimento, Marco Giorgianni.
Nel contesto dello spazio elettorale a pagamento vi proporremo, nelle prossime ore, una consistente parte dell'incontro durante il quale si è parlato di progetti, cambiamento, di possibilità occupazionali. Non è mancata qualche "frecciatina" agli antagonisti elettorali. In particolare nel mirino di La Cava e Giorgianni è finita la canzone che fa da sottofondo all'annuncio dei comizi del candidato sindaco Gianfranco Grasso.
L'intervento del presidente Alessandro La Cava :
L'Intervento della candidata consigliere Felicia De Gregorio:
L'intervento del prof. Bartolo Pavone:

Il movimento "Amici di Quattropani" si dissocia dal vandalismo

Il movimento "Amici di Quattropani ", sensibile alle problematiche sociali della borgata, avendo appreso del danneggiamento della targa indicante il nome della nuova via "Giuseppe Mariano Orazio " , avvenuta a poche ore dalla cerimonia di intitolazione,  per senso civico intende esprimere il proprio rammarico prendendo le distanze dai fatti accaduti e da questi si dissocia.
NDD- La targa, apposta ieri, e che intitolava quella via al nonno del sindaco uscente, è stata fatta a pezzi nella notte da ignoti

Come erano le Eolie e gli eoliani: Omaggio a Nicola Biviano

Barconi ed elezioni di Antonio Iacullo

VOGLIO SPIEGARVI LA FOTO DI QUESTA MATTINA: 21 APRILE 2012

Come ogni mattina, nonostante il tempo inclemente o l’olezzo di fogna che ogni tanto delizia i malcapitati frequentatori del “salotto di Lipari”, avevo appena finito di fare colazione.
Prima del mio arrivo, fortunatamente per me, erano già passati un discreto numero di “candidati”, richiamati dalla visita lampo del già sindaco Bruno che accompagnava il nuovo candidato di parte sua, il Rag. Gianfranco Grasso. Non so cosa tutti loro abbiano promesso agli interlocutori, e non mi interessa; anche perché presumo siano le stesse cose che da oltre 50 anni promettono tutti i “candidati” di sempre e di ogni parte politica. Almeno, è così che dice la stragrande maggioranza degli eoliani.
Che c’entra la foto?
Era appena arrivato un “barcone” ; non quelli di Lampedusa, ma quelli che vengono da Milazzo! Ebbene, posso assicurare che l’accoglienza  mi è sembrata sicuramente peggiore.
Vedete quella catena in basso a sinistra sotto la statua di San Bartolo? E’ lì, caduta per terra da oltre tre anni, e costituisce pericolo. Ma resta li, in quello stato….. per bellezza.
Vedete quella gente in primo piano, e tutta quella davanti agli ombrelloni gialli? Sono i nostri visitatori in attesa dell’unico bagno a loro disposizione in un locale di Marinacorta. Stanno aspettando che si smaltisca la lunga fila che già c’è all’interno di quel locale.
Mi dicono che queste scene si ripetono ad ogni arrivo di questi “barconi”.
Di fronte, accanto alla storica Chiesetta delle Anime del Purgatorio, quella che mostra in maniera evidente i segni del tempo e dell’incuria, esistono dei locali che da oltre un anno , dall’amministrazione uscente, sono stati messi a nuovo, con tanto di bagni nuovi e con facciata azzurrina: sono doverosamente chiusi, sono i locali dell’Ente Porto di Lipari (quello privato che è da venire). Non possono essere utilizzati per i turisti, non possono essere sporcati da questi barbari che dal Nord Europa sbarcano nel salotto eoliano.
Questa gente, più tardi, prenderà l’autobus e, lungo il giro dell’isola, sosterà a Quattrocchi e a Petrara di Quattropani, là fortunatamente, nei belvedere pubblici, troveranno dei locali realizzati da privati per una più degna accoglienza. Per fortuna non percorreranno i sentieri che non ci sono, altrimenti ci potrebbero rubare le bellezze delle nostre isole. Quelle devono rimanere solo nostre. Fanno bene quanti impunemente le camuffano sotto cumuli di detriti a queste migliaia di intrusi, che vorrebbero impunemente godere delle nostre bellezze.
Allora, perché le amministrazioni da sempre vanno alle BIT? Semplice: per spendere i nostri soldi! Non proprio i nostri, perché, come spiega Bossi (il famoso moralizzatore d’Italia), una volta che ce li hanno tolti, loro li possono buttare anche dalla finestra.
Con il nostro consenso? Ma certo che glielo daremo! E non dobbiamo aspettare molto! Fra qualche giorno, a Maggio; come diligentemente facciamo da oltre 50 anni. Mica siamo fessi, noi sappiamo quali sono i nostri interessi e chi ce li può salvaguardare, siamo furbi, noi!
Sono tornato a casa perché sentivo che dentro di me qualcosa non  girava per il verso giusto.
Sarà forse stato il caffè?
Antonio Iacullo

DEMANIO MARITTIMO:DI BETTA, PROROGHIAMO CONCESSIONI AL 31 DICEMBRE

Tutte le concessioni demaniali marittime, giunte a scadenza alla data del 31 dicembre 2011 o successivamente, che non siano state ancora esitate dai competenti uffici territoriali, sono rinnovate provvisoriamente d'ufficio fino al 31 dicembre 2012. Lo stabilisce una circolare emanata dal dirigente generale del dipartimento Ambiente della Regione siciliana Giovanni Arnone.
Le concessioni cosi' rinnovate avranno validita' alle stesse condizioni e con le medesime prescrizioni dell'atto concessorio a suo tempo rilasciato. Il canone da corrispondere, dove non diversamente indicato dal servizio Demanio del dipartimento, sara' identico alla somma versata per l'anno 2011, maggiorato dell'indice ISTAT, pari al 3,2 per cento.
"La decisione si e' presa - spiega l'assessore regionale al Territorio e Ambiente Sebastiano Di Betta - perche' dopo la chiusura della convenzione con le Capitanerie di Porto, sono in fase di definizione le procedure per la piena funzionalita' degli uffici regionali del Demanio marittimo dislocate nelle varie provincie dell'Isola, in molti casi mancanti del personale necessario, che speriamo con la norma approvata in finanziaria sulla mobilita' del personale regionale possa venire meno.
Pertanto abbiamo voluto consentire una serena trattazione delle pratiche da parte degli uffici, ed un altrettanto sereno avvio della stagione balneare da parte degli operatori. In ogni caso - ha aggiunto Di Betta - si valuteranno le richieste di rinnovo, per verificare la sussistenza delle condizioni e, in caso positivo, abbiamo deciso che queste scadranno il 31 dicembre 2015, cosi' da permettere agli operatori una programmazione dell'attivita', anche in vista dell'entrata in vigore della direttiva Bolkestein dell'UE sulla liberalizzazione dei servizi interni".

A “scuola di futuro” : Il nodo della portualità

Lunedì 23 aprile alle ore 18.30 nella sede del Candidato a Sindaco Marco Giorgianni in corso Vittorio Emanuele ( a fianco all’Eden bar) si terrà il secondo incontro sull’approfondimento del programma municipale. Questa volta si parlerà della portualità.
Il primo incontro, tenutosi giovedì scorso, è stato vivace e partecipato e si è parlato della strategia per fare ripartire lo sviluppo e quindi le possibilità di lavoro nelle Eolie. Naturalmente il tipo di sviluppo proposto è quello fondato su un turismo culturale naturalistico rispettoso dell’ambiente e della storia delle nostre isole. Deve essere questo tipo di turismo il volano per rilanciare la pesca e l’agricoltura con le relative attività di trasformazione e l’artigianato.

Ardizzone: "conferenza sul porto è una inutile convocazione che sa di scampagnata"


COMUNICATO STAMPA


Oggetto:  La conferenza sul porto è un inutile convocazione che sa tanto di scampagnata su Palermo
 Un ingenuo, quanto banale, spot elettorale - così è definita dall’on. Giovanni Ardizzone – la convocazione della conferenza di servizi da parte dell’uscente  sindaco di Lipari per l’approvazione del progetto definitivo dei porti turistici.
Sull’argomento l’on. Giovanni Ardizzone  nel febbraio 2011 ha presentato una mozione con la quale ha chiesto la revoca di ogni atto regionale relativo alla concessione degli specchi d’acqua interessati dal progetto preliminare prodotto dalla società “ Condotte d’acqua s.p.a.”
Obiettivamente sfugge quale possa essere l’utilità di questa insolita  convocazione su Palermo, che sancisce invece il fallimento dell’amministrazione che sulla società mista per la costruzione di un nuovo porto aveva fondato il suo programma elettorale di cinque anni fa.
Solo con la convocazione dei numerosi soggetti istituzionali a Lipari  - chiosa Ardizzone-  il sindaco avrebbe potuto giustificare con i suoi concittadini tale riunione: gli intervenuti, invece di farsi la scampagnata su Palermo, avrebbero lasciato qualche soldino agli esercizi commerciali isolani.

                                                                                  On. Giovanni Ardizzone

Pdl-Udc, la questione liparota c'è ed è complessa

Gazzetta del Sud
Mario Di Paola
Lipari
«Non esiste una "questione liparota", Il Pdl è unito e coeso». Lo sostengono con forza il coordinatore provinciale Pdl, Giuseppe Buzzanca e il suo vicario, Nino Germanà. Giusto ieri, occupandoci delle elezioni a Barcellona (accordo Centrodestra e Udc), registravamo un "caso Lipari" dove il candidato Udc Marco Giorgianni verrebbe sostenuto anche da ambienti di centrodestra, a danno del candidato ufficiale Pdl, Gianfranco Grasso.
Buzzanca e Germanà, in un comunicato, affermano che «il Pdl, grazie ad una fitta tessitura di rapporti con i suoi esponenti di Lipari, ha trovato la convergenza esprimendo il suo candidato che sarà sostenuto dalla lista targata con il simbolo del Pdl; più che un simbolo, la bandiera che va rispettata e la tangibile manifestazione del senso di appartenenza che ci lega al Partito». Nel contempo, però, non possono non riconoscere l'esistenza di un "caso Rizzo". L'esponente Pdl è stato dato per settimane come candidato in pectore del partito di Alfano e poi escluso. L'avv. Ciccio Rizzo ha scelto, come si sa, di scendere lo stesso in lizza col suo "Vento eoliano".
I due parlamentari contestano a Rizzo di aver effettuato una scelta autonoma in contrasto con gli interessi del partito, «contravvenendo e violando platealmente i valori sanciti dal nostro Statuto» e per questo comunicano che demanderanno «al competente Collegio dei Probiviri, la decisione di assumere nei confronti dell'avv. Rizzo una misura disciplinare che si concluda nella sua sospensione dal Pdl». Per Buzzanca e Germanà l'avv. Rizzo «ha disatteso le determinazioni assunte dal Coordinamento, perpetrando consapevolmente un atto lesivo degli interessi del partito, contravvenendo e violando platealmente i valori sanciti dal nostro Statuto. Ufficializzando la sua candidatura a sindaco del Comune di Lipari, ponendosi con il suo movimento "Vento Eoliano" come antagonista ed oppositore, potrebbe pregiudicare la vittoria del candidato del Pdl, compromettendo in maniera sostanziale l'esito delle consultazioni elettorali». Convinti che «ogni campagna elettorale sia a sé stante, in ragione delle diversità, delle peculiarità e delle sinergie che si creano nei distinti territori – concludono Buzzanca e Germanà – vogliamo ribadire con forza l'appoggio incondizionato a Gianfranco Grasso, il nostro candidato alla carica di primo cittadino». Ci si fa rilevare che a Buzzanca e Germanà saranno sfuggiti alcuni significativi sviluppi di quella che è invece una lacerante "Questione Liparota". Basta fermarsi al bar Subba per avere le ultime notizie. Lasciamo da parte il caso Rizzo; lasciamo pure il caso Mazziotta, la responsabile del Vascelluzzo che dopo aver militato in area Pdl ha virato diritto sull'Udc, c'è dell'altro.
Ci raccontano, gli addetti ai lavori, la vicenda del consulente del lavoro Antonino Russo che, sino a poche ore dalla scadenza dei termini di consegna di simboli e liste, era stato designato quale candidato del Pdl e che invece a sorpresa sarebbe stato "scaricato" a favore dell'attuale candidato. Una decisione che ha portato Russo a candidarsi in una Civica (l'Art. 1, Autonomia e libertà), la quale – ci spiegano – ha come zoccolo duro qualificati esponenti molto vicini al Pdl. Anche qui siamo di fronte ad una espressa dichiarazione di supporto al candidato Udc, Giorgianni. Ma ci sarebbero altri casi come quello di Rifici, passato dal Pdl all'Udc.
In buona sostanza, al di là delle precisazioni e delle smentite, la sensazione è che questo appuntamento elettorale sia più di un banco di prova per il Pdl di Lipari. Si tratta infatti di una tornata elettorale che molti ritengono occasione decisiva per «fare chiarezza sulla reale forza dei rappresentanti in campo«. Un importante esponente del Pdl spiega al cronista che «stavolta ci si vuole misurare concretamente sui numeri per chiarire posizioni ed equilibri». Pur mantenendo il riserbo, alcuni esponenti del Pdl locale ribadiscono che «comunque andrà a finire a Lipari, dopo il 7 maggio, sarà indispensabile una verifica di fondo nel PdL».
In questo incerto veleggiare appare ben più concreta e compatta la forza di coalizione che punta agli scranni del consiglio comunale. La guida del vulcanico sindaco Mariano Bruno si presenta come una garanzia, affiancata com'è da ben sette componenti della passata maggioranza tra assessori e consiglieri. Eviterà il sindaco uscente che il voto disgiunto disancori la corazzata Pdl? Tenuto conto che se la coalizione va dritta verso la maggioranza nel civico consesso, per la corsa a primo cittadino non bastano le buone intenzioni. Il coordinatore provinciale del Pdl e il suo vicario concordano che «ogni campagna elettorale sia a sé stante, in ragione delle diversità, delle peculiarità e delle sinergie che si creano nei distinti territori» ma ribadiscono «con forza l'appoggio incondizionato a Gianfranco Grasso». Le elezioni sono il 6 ed il 7 maggio e i buoni propositi vanno trasferiti in voti. Parecchi maldipancia possono ancora essere curati? Forse i vertici provinciali del Pdl dovrebbero sbarcare al più presto a Lipari per verificare di persona i termini di quella che resta una complessa "Questione Liparota".

Auguri a...

Gli auguri oggi sono per Stefania Morsillo
 Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno.
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo.
L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

venerdì 20 aprile 2012

Tassa di sbarco. La soddisfazione del sindaco Lo Schiavo

COMUNICATO
Si apprende con grande soddisfazione l'approvazione in Commissione Finanze della Camera dell'emendamento al Decreto Legge di semplificazione fiscale, che prevede la possibilità  per i Comuni delle isole minori di istituire una tassa di sbarco fino a 1,5 euro. Il Sindaco di Santa Marina Salina, e Coordinatore ANCIM Sicilia, Massimo Lo Schiavo esprime plauso per la norma in questione che suggella un lavoro portato avanti dall’ANCIM già da un anno.
“Grazie a questa tassa” dichiara il sindaco Lo Schiavo, “che non inciderà significativamente sui vacanzieri, e che potrà essere gestita dai comuni in funzione delle proprie esigenze, si cercherà di far fronte a tutta una serie di servizi necessari alla comunità e al turista soprattutto in tema di servizi offerti e tematiche ambientali, ma anche promozione e valorizzazione del territorio e dei beni archeologici. Basti pensare che i soli costi di smaltimento dei rifiuti “abbandonati” sui nostri territori, soprattutto dal turismo “mordi e fuggi”, ma anche dalle imbarcazioni da diporto sono interamente a carico delle Comunità. “Questo piccolo obolo” continua il Sindaco lo Schiavo “ è stato ideato in sostituzione della tassa di soggiorno, che avrebbe colpito solo coloro che risiedono in strutture alberghiere ed extra alberghiere, e non invece anche coloro che, per ragioni differenti, usufruiscono del nostro territorio e dei servizi solo per un giorno”.
Il Sindaco Lo Schiavo esprime un ringraziamento particolare all’On. Dore Misuraca, siciliano attento alle tematiche relative alle Isole Minori, per l’impegno profuso per l’ attuazione di detto provvedimento.
Il Comune di Santa Marina Salina, a breve , predisporrà l’apposito regolamento di gestione del servizio, in linea con quanto previsto dall’emendamento

LIPARI ALZATI E CAMMINA SENZA DOVERTI GENUFLETTERE (di Felice Lopes)

Egr Direttore ,
Le sarei grato se volesse pubblicare sul suo sito queste mie modeste considerazioni .


LIPARI ALZATI E CAMMINA SENZA DOVERTI GENUFLETTERE
Siamo prossimi alle elezioni amministrative del 6/7 Maggio. La  competizione è scandita tra :
a)    chi si ancora ai partiti di appartenenza , seguendo linee politiche  più o meno strutturate;
b)    chi ,pur essendo ideologicamente  schierato,  appronta liste civiche a copertura di successivi emolumenti (leggasi assessorati o vice sindacatura) ;
c)     chi lo fa per evidenziare il proprio risentimento per candidature promesse e non mantenute;
d)    chi manifesta apertamente ed orgogliosamente il proprio distacco dai partiti , aprendosi unicamente al giudizio della società civile.
Tra queste figure toccherà a noi scegliere chi guiderà il paese nei prossimi cinque anni .
Ma scegliere vuol dire essenzialmente porsi dei quesiti a cui dare risposte coerenti col nostro modo di pensare.
Il cittadino politicizzato , suo malgrado , sceglie l’apparato di appartenenza a volte anche turandosi il naso (come si diceva per gli elettori della D.C.), conscio com’è del forte  risentimento che la  gente comune nutre nei confronti dell’attuale classe politica , a cui non tollera più i troppi privilegi , il malcostume diffuso, l’arroganza,l’inefficienza,la corruzione e chi più ne ha più ne metta .
Il cittadino comune assimila almeno due stereotipi, quello di chi  sostiene che “chi mi dà da mangiare lo chiamo papà “ e quello di chi si ritiene  artefice di una libera scelta ( il così detto “libero arbitrio” ) , che ,per intenderci,chiameremo “cittadino mente pensante “. Il primo vive raccattando le briciole da sotto la tavola del padrone  e non ha futuro . Il secondo   agogna pensare alla politica come al motore che riesce a stimolare e a far crescere in modo prioritario valori come l’educazione  , la conoscenza,l’efficienza,la competitività ,la ricerca,la produttività ,la competenza,la creatività,l’imprenditorialità, l’organizzazione , il merito ecc.ecc. .
Purtroppo,  il cittadino mente pensante deve fare i conti con la quotidiana realtà che è completamente differente dalle sue aspettative . Infatti , guardandosi intorno ,  non trova altro che  corruzione dilagante , malcostume diffuso, cattivo esempio dall’alto , complicità , finanziamento illegale ai partiti , ed una  classe politica incapace di legiferare per arginare  il dilagare dei  corrotti e dei corruttori , nonché  litigiosa su tutto tranne che sulla spartizione del malloppo e sulla insindacabilità dei suoi privilegi  ,incurante che la nave sta per affondare , che il gradimento nei suoi riguardi è sceso al  4%  e che il 35% della gente non intende recarsi alle urne .
La mancanza di leggi adeguate ha radicato in tutti noi il convincimento dell’intoccabilità assunta a sistema di vita , contribuendo alla diffusione della piccola e grande corruzione in tutti i gangli essenziali dello Stato , corruzione testimoniata  in particolare  in politica, specie se si pensa a quanti indagati siedono in Parlamento, nelle amministrazioni regionali,provinciali , comunali e nei consigli di amministrazione della res pubblica .
Per avere un saggio della longevità di tale corruttela  ho riportato di seguito l’intervista rilasciata nel Luglio 1981 a Eugenio Scalfari  da    Enrico Berlinguer .
             “I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e di clientela:scarsa o mistificata conoscenza della vita e dei problemi della società e della gente, idee, ideali, programmi pochi o vaghi, sentimenti e passione civile, zero.
Gestiscono interessi , i più disparati , i più contraddittori, talvolta anche loschi ,comunque senza alcun rapporto con le esigenze ed i bisogni umani emergenti , oppure distorcendoli, senza perseguire il bene comune.
La loro stessa struttura organizzativa si è ormai conformata su questo modello, e non sono più organizzatori del popolo , formazioni che ne promuovono la maturazione civile e l’iniziativa: sono piuttosto federazioni di correnti, di camarille, ciascuna con un “BOSS” e dei sotto “BOSS”.
I partiti hanno occupato lo Stato e tutte le sue istituzioni, a partire dal governo .
Hanno occupato gli enti locali, gli enti di previdenza, le banche,le aziende pubbliche, gli istituti culturali, gli ospedali , le università, la Rai TV, alcuni grandi giornali.
Insomma, tutto è già lottizzato e spartito o si vorrebbe lottizzare e spartire. E’ il risultato è drammatico .
Tutte le “OPERAZIONI” che le diverse istituzioni ed i loro attuali dirigenti sono chiamati a compiere vengono viste prevalentemente in funzione dell’interesse del partito o della corrente o del clan cui si deve la carica.
Un credito bancario viene concesso se è utile a questo fine , se procura vantaggi e rapporti di clientela; un’autorizzazione amministrativa viene data , un appalto viene aggiudicato ,una cattedra viene assegnata , un’attrezzatura di laboratorio viene finanziata, se i beneficiari fanno atto di fedeltà al partito che procura quei vantaggi “.
                                                       f.to     Enrico Berlinguer
Ma ritorniamo  nel nostro  piccolo mondo ed alle elezioni prossime .
Il cittadino “mente pensante”  si rende conto che  ,suo malgrado,  anche qui da noi la  classe politica  è sempre belligerante  , non ha mai fatto nulla  per premiare il merito e la competenza , e non ha mai  offerto  opportunità a quanti hanno talento e ciò perché ovunque riesce ad infilarsi premia l’appartenenza , l’interesse personale o di gruppo.  
A conclusione di questa scoraggiante disamina si pone il dilemma : per chi votare ?
Dalla  iniziativa di “Eolie news di Sarpi “, che ha sottoposto a più sondaggi di gradimento i candidati a Sindaco del nostro Comune ,è emerso , senza ombra di dubbio in tutte le votazioni , che il candidato più votato  è stata una donna , la Dott.ssa Ersilia Pajno,  che ha sempre   ottenuto la maggioranza dei consensi, distaccando tutti gli altri. 
E’ stato un caso, oppure una nuova tendenza che vuole le donne finalmente protagoniste in politica , o  sarà perché  la gente preferisci i duri  e puri in quanto aborrisce l’attuale classe politica  ?
Oggi quel sondaggio sarebbe stato più interessante perché oltre ai protagonisti , avremmo conosciuto anche i loro programmi .
Non è un mistero per nessuno che spesso i programmi sono fotocopia, e ciò si giustifica in quanto la mole dei problemi che ci attanagliano sono noti a tutti e tutti si misurano sulle soluzioni da adottare , trovando innovazioni che possono essere più o meno condivise .
 E’ per questa ragione che ho ritenuto interessante eseguire uno scree ning  sui programmi presentati dai vari candidati a Sindaco , soffermandomi peculiarmente sulla portualità , argomento , a giudizio di tutti gli isolani, principe per una vivibilità decorosa della insularità .
 Volevo rendermi conto di come sarà affrontata dai contendenti la portualità sia essa diportista   e/o commerciale , specialmente in presenza del progetto presentato da “LIPARI PORTO S.p.A. , adulato da pochi interessati e contestato dalla maggioranza dei cittadini liparesi.
Su questo argomento , è noto a tutti ,ci giochiamo il futuro nostro e dei nostri figli ,  la  sopravvivenza dell’isola di Lipari come località turistica e la presenza nell’UNESCO  che ci ha onorati del titolo “patrimonio dell’Umanità “.
Ho avuto modo di leggere tutti  i programmi sull’argomento e li riassumo brevemente:
a)    Programma Sindaco Grasso :  Il progetto sulla portualità (non specifica quale !) non debba essere aprioristicamente osteggiato per motivi settaristici , né osannato . Riteniamo realistico concentrarci su quegli aspetti del progetto che necessitano ad un corretto svolgimento della vita e delle attività economiche delle nostre isole, nel rispetto dell’ambiente e della legalità.
Niente altro.

COMMENTO : Fumo tossico – E’ abnorme il conflitto di opinioni tra il candidato a Sindaco Rag. G. Grasso e l’attuale primo cittadino Dr. Mariano Bruno .
 Il primo , mi auguro in buona fede , sostiene realistico concentrarsi su quegli aspetti del progetto che necessitano ad un corretto svolgimento della vita e delle attività economiche del paese , nel rispetto dell’ambiente e della legalità .
Sembra che il candidato voglia dire : stralcio  dal progetto il porto commerciale e cerco di realizzarlo in quanto serve allo svolgimento della vita e delle attività economiche del paese ;  annullo quella parte che si riferisce ai porti turistici per il rispetto dell’ambiente e della legalità . Sarebbe opportuno un chiarimento sull’argomento.
Il secondo , non a caso capolista del PDL, si affretta ad indire una conferenza di servizi ,allo scadere del suo mandato (chissà perché tanta fretta ) , presso l’Assessorato Territorio e Ambiente avente per oggetto “L’APPROVAZIONE DEL PROGETTO DEFINITIVO DEI PORTI TURISTICI DI MARINA CORTA,MARINA LUNGA, BAGNAMARE E PIGNATARO , AL FINE DEL RILASCIO IN FAVORE DEL COMUNE DI LIPARI , DELLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA “.
Sembra che il Dr. Bruno prediliga i porti turistici al porto commerciale e demanda  l’onere della realizzazione al candidato Rag. Grasso nell’ipotesi di una sua elezione .
Una tale abnorme diversità di intenti tra il candidato a Sindaco ed il Dr. Bruno, figura carismatica del PDL e capolista,  deve immancabilmente allarmare tutta l’opinione pubblica , affinchè utilizzi il proprio voto per scongiurare questa nefanda evenienza .
b)    Programma Sindaco Giorgianni : Su Lipari Porto S.p.A. , senza ambiguità è necessario ribadire la nostra posizione : siamo favorevoli in linea di principio ad un intervento che coinvolga i privati. L’intervento sia di dimensioni proporzionate al territorio , anche in rapporto alla volumetria prevista per le opere accessorie .
COMMENTO : Sembra che il candidato sindaco  intenda seguire in tono minore la linea Bruno , per altro  coerentemente con quanto aveva già manifestato in consiglio comunale  anni addietro durante il suo mandato di assessore all’Urbanistica . E’ bene che chiarisca , prima del voto, la sua posizione affinchè l’opinione pubblica possa trarre le sue convinte determinazioni .
c)     Programma Sindaco Pajno :  Lipari Porto S.p.A. : Il progetto deve essere radicalmente modificato ,contemperando le esigenze ambientali con quelle economiche e sociali del territorio , dando priorità assoluta al porto commerciale di Lipari.
COMMENTO : La modifica radicale , anche se non specificatamente chiarita ,induce ad un accorto ottimismo , giustificato dalla chiarezza di priorità della realizzazione del porto commerciale che ,aggiungo io, deve  essere totalmente pubblico . Non sarebbe , comunque , ininfluente elettoralmente una più incisiva determinazione sulla eventuale realizzazione dei porti turistici , così come prevista dal progetto “Lipari Porto S.p.A. “.
d)    Programma Sindaco Rizzo : Su Lipari Porto S.p.A. nessun commento .Sarebbe opportuno che il candidato chiarisca il proprio convincimento prima delle votazioni.
COMMENTO : Nessuno . Si attendono chiarimenti .
e)    Programma Sindaco Lo Cascio :
PORTI DEGLI EOLIANI, PER GLI EOLIANI
È questo un tema importante e attuale, alla luce sia della scellerata politica di privatizzazione attuata dall’amministrazione uscente per la portualità di Lipari, sia della cosiddetta “messa in sicurezza” degli scali dell’arcipelago proposta dal Genio Civile OO.MM. che si è rivelata troppo spesso inadeguata per le realtà interessate.
In merito al primo aspetto, ribadiamo la volontà espressa dal consiglio comunale attraverso la delibera n. 22 del 6/3/2009 che chiedeva la predisposizione degli atti necessari alla definizione e all’approvazione del piano regolatore dei porti; è questo l’unico strumento che consentirebbe di ottenere risorse pubbliche per un porto commerciale che sia realmente a misura delle esigenze delle nostre comunità, e per interventi nella portualità turistica che non penalizzino le iniziative dei privati locali già avviate nel settore.
COMMENTO : Riconosciamo e doverosamente condividiamo la volontà espressa dal Consiglio Comunale nella delibera n. 22 del 06/03/2009 . Valutiamo coerente la posizione assunta dal candidato Lo Cascio, sia sotto l’aspetto giuridico amministrativo  (rispetto della volontà popolare ) , che dal punto di vista del rigetto dell’ imposizione dei porti turistici così come presentati  dalla Società Lipari Porto S.p.A.  .
D’altra parte dal punto di vista dello scrivente una tale malaugurata realizzazione potrebbe, senza alcun dubbio, essere paragonata al sacco di Lipari ad opera del sanguinario Ariadenu detto Barbarossa , con la variante che il primo era un pirata infedele ed i secondi sono fedeli speculatori.
In conclusione , sul voto a questi candidati ci si affida ad una  consapevole determinazione degli elettori che, si spera, nella scelta si facciano guidare non soltanto  dalle  indicazioni espresse nei programmi , ma anche e soprattutto    dalla riconosciuta capacità  amministrativa della squadra, dall’onestà  , dalla rettitudine, dalla capacità di ascolto, dalla rappresentatività dei singoli candidati a Sindaco e dei loro candidati a consigliere comunale .
Nell’auspicio che si concretizzi una  scelta  ponderata , mi è gradito augurare  alla nostra comunità la migliore squadra di governo .
Lipari, li 20/04/2012
                                                             Ing. Felice Lopes

Laboratorio teatrale "L'Altra Cenerentola". Presentazione lunedi a Quattropani

COMUNICATO
 La Margherita Soc. Coop. Sociale di Lipari in collaborazione con la Compagnia Teatrale “Piccolo Borgo Antico”, del Distretto Socio Sanitario 25 delle isole eolie e la partecipazione della regista Tindara Falanga sono lieti di presentare il laboratorio teatrale “L’Altra Cenerentola” che si terrà lunedì 23 aprile 2012 presso i locali della scuola di Quattropani – Lipari alle ore 17,00.

Intitolazione via professor Tommaso Carnevale (foto)

Eolie: meta ideale per una vacanza indimenticabile

(da befanviaggi) Tra le stradine scure di Stromboli sarà possibile osservare le stelle dall’Osservatorio di San Vincenzo oppure perdere i propri pensieri nella Sciara del fuoco, una colata lavica che si lancia nel vuoto per finire in mare.
Il visitatore di Vulcano l’apprezzerà prima di tutto per le terme, rigorosamente all’aperto, che permettono diverse tipologie di trattamento. Ma l’isola, terza dell’arcipelago per estensione, permette anche una intensa vita notturna da affiancare all’immancabile visita della Valle dei mostri, fatta di sculture e anfratti naturali, modellati dagli agenti atmosferici con un’azione millenaria.
Panarea ed i suoi satelliti, otto isolotti che la circondano, farà trascorrere al viaggiatore momenti indimenticabili in una delle poche spiagge sabbiose dell’arcipelago, Cava degli Zimmari, mentre gli appassionati di storia e archeologia visiteranno Basiluzzo, uno degli isolotti vicini, che ospita alcuni resti di edifici romani.
Chi partisse per le isole Eolie volendo staccare la spina dalla quotidianità e immergersi nei suoni della natura, potrà optare per Alicudi, priva di strade asfaltate e per questo fuori dai grossi flussi turistici. Filicudi, come Stromboli è priva di illuminazione notturna ma anche di giorno il fascino non l’abbandona, con spiagge incontaminate e la cordialità dei pochi abitanti dell’isola.
Recarsi a Salina invece vorrà dire poter rivivere, per gli appassionati di cinema, i paesaggi dell’ultimo film di Massimo Troisi, Il Postino e assaggiare le prelibatezze isolane, come il liquore rinomato in tutto il mondo, la Malvasia, o insaporire le pietanze a base di pesce con i capperi, delizia della terra selvatica. Infine Lipari, la più grande delle isole, meglio collegata e fornita di spiagge e servizi per diverse tipologie di turismo: dalla famiglia ai giovani, dagli anziani ai bambini che, sulle spiagge naturali, potranno rilassarsi e giocare indisturbati.

Bartolo Pavone (candidato lista Art.1) informa: Organico di diritto 2012/2013 del personale docente di tutti gli ordini e gradi.

Oggi,si e' svolta una riunione molto importante tra l'U.S.R. Sicilia e le OO.SS. riguardante l'informativa per l’organico di diritto 2012/2013 del personale docente di tutti gli ordini e gradi. Il Ministero nel confermare per il prossimo anno scolastico l’organico del 2011/2012, ha operato l’attribuzione dei posti alle regioni tenendo conto della variazione del numero degli alunni. Purtroppo in Sicilia si registra un calo d’iscrizioni di circa 8.000 alunni e ciò comporta, per il prossimo anno scolastico, una riduzione di posti pari a 349 unità. Rispetto ai numeri degli anni precedenti la contrazione non è elevata ma s’inserisce in una situazione caratterizzato da un impoverimento degli organici che sta mettendo in difficoltà le scuole e arrecando danni irreparabili ai precari. Per quanto ci concerne, riteniamo che l’USR debba chiedere che i posti siano assegnati interamente alle scuole siciliane per ridurre le disfunzioni che si registrano nei percorsi formativi e il forte disagio del personale. La Dott.ssa Altomonte ha comunicato l’intenzione dell’Amministrazione di rafforzare la scuola dell’infanzia e la primaria, considerate centrali nel percorso formativo degli alunni e, per tale ragione, ha inteso incrementare di venticinque unità l’organico dell’infanzia e, rispetto all’assegnazione ministeriale, di 125 posti l’organico della primaria. La contrazione di posti, pertanto, si scarica interamente sul primo e sul secondo grado, rispettivamente per un totale di -109 e -265 unità. L’Amministrazione ha precisato che la riduzione di organico nella scuola secondaria è dovuta al maggior calo degli alunni e, soprattutto nel secondo grado, alla cosiddetta riforma Gelmini. Sulla ripartizione provinciale, l’attribuzione dei posti ha tenuto conto di due parametri: la variazione degli alunni e l’organico assegnato per l’A.S. 2011/2012. Oltre all’assegnazione dei posti interi riguardanti il diritto, alle province sarà comunicato il tetto massimo di posti derivanti da spezzoni. A tal proposito, l’USR intende confermare i 1.716 posti assegnati lo scorso anno. L’idea è di evitare che in organico di fatto si sfori il tetto massimo attribuito alla regione. Nello specifico la situazione è la seguente: INFANZIA I posti assegnati sono 8.617; rispetto agli 8.592 dell’anno in corso, l’incremento è di venticinque unità. Per quanto concerne il livello provinciale si confermano i posti dell’anno precedente. Per evitare che l’organico dell’infanzia possa subire contrazioni, le eventuali compensazioni saranno effettuate tra le varie province nella medesima tipologia di scuola. PRIMARIA Gli alunni sono 246.051. Si registra una variazione pari a -986 unità (-040%). I posti assegnati dall’USR sono 17.550, esattamente come per il 2011/2012. PRIMO GRADO Alunni iscritti: 168.055, con una contrazione di 4.161 unità (-2,42%). I posti assegnati sono 14.352, rispetto allo scorso anno le unità in mento sono 109 (-0,75%). SECONDO GRADO Gli alunni sono 247.962; la riduzione ammonta a 2.576 unità (1,03%). I posti assegnati dall’USR sono 19.024; i posti in meno 265 (-1,30%). SOSTEGNO L’organico di diritto è pari a 8.247 posti. In organico di fatto saranno assegnati ulteriori 3.183 posti. Sul sostegno l’Amministrazione, nella distribuzione riguardante l’organico di diritto, intende assicurare, in prima battuta, un docente per ogni quattro alunni disabili per poi procedere con incrementi graduali in considerazione della gravità dell’handicap. Al momento non è stata fatta alcuna ripartizione a livello provinciale. L’Amministrazione ha comunicato, inoltre, che accantonerà sessantadue posti per l’Osservatorio sulla Dispersione Scolastica. Il confronto ora passa al livello provinciale per l’assegnazione degli organici alle scuole. L’USR ha predisposto una circolare che entro domani sarà inviata agli Ambiti territoriali.
Prof. Bartolo Pavone

Lipari:Intitolazione via Francesco Vitale (foto e video)

A seguire il sindaco Mariano Bruno ha scoperto, dopo il discorso di rito (ne riportiamo uno stralcio), la targa posta all'inizio di quella che adesso sarà la via Francesco Vitale (ex Torrente Valle). Vitale è stato il sindaco storico di Lipari. Il video

Inaugurazione via Prof. Tommaso Carnevale (foto e video)

Inaugurata oggi dal sindaco di Lipari, dott. Mariano Bruno la via prof. Tommaso Carnevale va dall'inizio del muro che delimita l'istituto "Isa Conti" sino all'incrocio con la via Zinzolo. Vi proponiamo delle foto e il video della cerimonia dove il sindaco ricorda la figura del professor Tommaso Carnevale, più volte, tra l'altro, sindaco di Lipari.
IL VIDEO:

IL VIDEO:

BUZZANCA-GERMANA’(PDL):SPECULAZIONI STRUMENTALI. LA QUESTIONE LIPAROTA NON ESISTE

COMUNICATO STAMPA
“L’Articolo pubblicato oggi sulla Gazzetta del Sud, a firma di Mario Di Paola, da adito a fraintendimenti che riteniamo doveroso chiarire poiché vogliamo rifuggire inutili speculazioni ed insinuazioni di fantasia. A nostro giudizio risulta strumentale ed arbitrario equiparare il contesto barcellonese alla cosiddetta “Questione Liparota” , questione che non esiste e non si pone poiché il Pdl, grazie ad una fitta tessitura di rapporti con i suoi esponenti di Lipari, ha trovato la convergenza   esprimendo il suo candidato che sarà sostenuto dalla lista targata con il simbolo del Pdl, più che un simbolo, la bandiera che va rispettata e la tangibile manifestazione del senso di appartenenza che ci lega al Partito.
E’ indispensabile rispettare gli equilibri, ma soprattutto gli accordi politici scaturiti dalla concertazione, ed è per questo che prendiamo ufficialmente le distanze dai funamboli della parola e da chi cerca di insinuare dubbi ed equivoci per minare la nostra compattezza e l’unità del Pdl, e non permettiamo a nessuno di avanzare illazioni circa la sussistenza di incroci segreti, alleanze o “do ut des” mascherati.
Il Pdl ha inaugurato una nuova stagione sotto il segno della trasparenza e dell’onestà, principi che ispirano la condotta del Coordinamento Provinciale ed è proprio in ragione della volontà e della necessità di adeguarci al corso battezzato dal nostro Segretario nazionale Angelino Alfano, informiamo che demanderemo al competente Collegio dei Probiviri, la decisione di assumere nei confronti dell’Avv. Francesco Rizzo una misura disciplinare che si concluda nella sua sospensione dal Pdl. L’Avv. Rizzo che ha disatteso le determinazioni assunte dal Coordinamento, perpetrando consapevolmente un atto lesivo degli interessi del partito, contravvenendo e violando platealmente i valori sanciti dal nostro Statuto, ufficializzando la sua candidatura a Sindaco del Comune di Lipari ponendosi con il suo movimento “Vento Eoliano” come antagonista ed oppositore, circostanza che potrebbe pregiudicare la vittoria del candidato del Pdl, compromettendo in maniera sostanziale l’esito delle consultazioni elettorali.
Convinti che ogni campagna elettorale sia a sé stante, in ragione delle diversità, delle peculiarità e delle sinergie che si creano nei distinti territori, vogliamo ribadire con forza l’appoggio incondizionato a Gianfranco Grasso, il nostro candidato alla carica di primo cittadino”. Questa la dichiarazione congiunta del Coordinatore provinciale del Pdl, On. Sindaco Peppino Buzzanca e del Vice Coordinatore Vicario On. Nino Germanà
Il Coordinatore Provinciale On. Peppino Buzzanca
Il Vice Coordinatore Vicario On. Nino Germanà

Le biblioteche nella Settimana della cultura (Di Antonio Brundu)

La Provincia Regionale di Messina ha organizzato dal 14 al 22 aprile, la Settimana della Cultura che propone un programma vasto, vario e di notevole spessore culturale con incontri, mostre, conferenze ed altre manifestazioni . In contemporanea si è dato inizio alle celebrazioni del centesimo anniversario della morte del poeta Giovanni Pascoli, che ha dato lustro alla città peloritana durante i cinque anni di docenza presso l’Università. La Provincia Regionale ha in progetto l’intitolazione della Biblioteca e dell’Archivio Storico al poeta Giovanni Pascoli e ad onorare la memoria del poeta romagnolo sono stati proposti due eventi: il primo, dal 14 c.m. e fino al 22 aprile, riguarda la mostra dal titolo: “Letterati, pittori, musicisti e teatranti nella Messina ottocentesca“, che è stata allestita nella Saletta Consiliare B di Palazzo dei Leoni; mentre il secondo appuntamento, riguarda la realizzazione del convegno dal titolo: “Le vie della Cultura attraverso le Biblioteche in rete”, organizzato in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Messina e che si è svolto, il 18 aprile scorso, nel Salone degli Specchi del Palazzo della Provincia. Il convegno è stata un’occasione di confronto tra i vari Enti con particolare attenzione sull’Anagrafe delle Biblioteche della Provincia di Messina aperte al pubblico ed è stato  curato da Melina Prestipino, direttore della Sezione Beni Bibliografici e Archivistici e da Mario D’Agostino, Assessore Provinciale alla Cultura. Al meeting (al quale hanno preso parte i bibliotecari dei Comuni che ricadono nella Provincia di Messina), oltre a Melina Prestipino e Mario D’Agostino, sono intervenuti il Soprintendente Salvatore Scuto, il responsabile SBR/Polo di Messina Giuseppe Gagliano, l’esperto catalogatore Maria Rabe ed i direttori ed i responsabili delle Biblioteche. Dalle Eolie ha partecipato, tra l’altro, all’incontro Antonio Brundu, responsabile della Biblioteca Comunale di Malfa, nell’isola di Salina, del quale riportiamo il suo intervento:
FARE CULTURA IN BIBLIOTECA:
Ogni paese dovrebbe avere una Biblioteca. In tanti Comuni esistono ed offrono  servizi per gli utenti; infatti, come è noto, le Biblioteche sono nate per consentire a tutti di consultare libri (sul posto o di portarselo a casa  in prestito). Nel tempo le Biblioteche pubbliche si sono sviluppate e sono state organizzate per offrire nuovi e preziosi servizi alla comunità (come accesso a internet, consultazione periodici e quotidiani, organizzazioni di iniziative ed attività culturali). E tutto gratis. Di solito un abitante su 10 frequenta abitualmente la Biblioteca del proprio Comune e consulta le decine di migliaia di libri, le  riviste e i quotidiani disponibili. Questo già, di per sé, è fare cultura; questo è diffondere le idee e le informazioni.
Però il numero di utenti potrebbe e dovrebbe essere ancora maggiore, vista l’opportunità dei servizi offerti e in considerazione della loro assoluta gratuità. Forse non è sufficientemente conosciuta la Biblioteca o molti la considerano come un posto riservato a studenti. Invece è per tutti; per studenti, certo, che lì possono trovare il materiale per le ricerche scolastiche, le tesine o prendere in prestito un DVD o un CD di cartoni animati o altri film selezionati da vedere tranquillamente a casa.
Ma è soprattutto la casa di quanti hanno un po’ di tempo libero (i pensionati, in particolare): in Biblioteca trovano l’ambiente ideale per leggere libri che nel corso della vita non avevano mai avuto tempo di sfogliare, vedere film (in DVD) che nelle sale non vengono più proiettati. E poi c’è internet. Come avere un indirizzo mail di posta elettronica o come navigare sono cose che si possono imparare anche a 60 anni. E la Biblioteca, oggi come oggi, mette a disposizione gratuitamente postazioni complete per “navigare” e fare delle ricerche.
La Biblioteca è il posto ideale dove socializzare ed incontrare persone con gli stessi gusti, ma anche con gusti diversi (tenendo presente che nelle sale il silenzio è sacro…). E generalmente intorno alla Biblioteca nascono idee, si muovono iniziative, come cicli di conferenze, incontri con autori ed artisti, presentazione di libri, intrattenimenti musicali, visite guidate (specialmente per gli alunni delle scuole), mostre fotografiche e pittoriche. Insomma una vera e propria attività culturale.
E’ il caso della Biblioteca Comunale di Malfa, nell’isola di Salina, aperta al pubblico solo dal mese di maggio del 1995; infatti prima non esisteva una struttura bibliotecaria del Comune, ma vi era soltanto un piccolo Centro di Lettura nella Scuola Elementare di Malfa creata dal maestro Lorenzo Cincotta negli anni ’50; mentre negli anni ’70 è stata formata una piccola Biblioteca nella Scuola Media Statale “Amerigo Vespucci” di Malfa dove, lo scorso anno, è stato inaugurato il Museo della Scuola.
Solo negli anni ’80 ho pensato che bisognava organizzare una Biblioteca Comunale, ma ho potuto concretizzare tale iniziativa e garantire la regolare funzionalità solo 15 anni dopo, tramite la preziosa collaborazione di Graziella Crisà, con la quale abbiamo iniziato, nel 1994, a raccogliere il materiale necessario ed utile ( come sedie, tavoli, scaffali e quant’altro che si trovava, per lo più, inutilizzato nel magazzino del Comune), al fine di rendere fruibile e decorosa l’intera Biblioteca, abbellendola, anche, con opere pittoriche di artisti, i quali hanno partecipato all’iniziativa del CIPRA di Roma, che ha organizzato, per 10 anni, nei quattro Comuni eoliani di Leni, Lipari, Malfa e Santa Marina Salina,la manifestazione “Artisti Italiani e Stranieri per le Isole Eolie”; ed inoltre con opere donate da artisti isolani e non che hanno allestito mostre fotografiche e pittoriche nei locali della Biblioteca medesima nell’ambito delle iniziative culturali annuali.
Inizialmente il patrimonio librario era formato da soli mille volumi donati dall’Assessorato Regionale ai Beni Culturali tramite la Soprintendenza ai Beni Librari di Messina; successivamente ed annualmente tale patrimonio si è sempre accresciuto grazie anche agli acquisti del Comune di Malfa e a tante donazioni di isolani e turisti. Oggi la Biblioteca possiede circa 11.000 pubblicazioni e il numero aumenta, gradualmente, ogni anno. 
Più che mai articolato e coinvolgente anche il programma delle attività culturali della Biblioteca Comunale di Malfa per l’anno 2011, in accordo con l’Assessorato alla Cultura ed in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Isole Salina, il Circolo Artistico Culturale Eoliano di Lipari e il Centro Pastorale per le Comunicazioni della Parrocchia San Lorenzo di Malfa.
Un risultato molto soddisfacente che incoraggia a continuare la strada intrapresa per garantire l’attuazione di incontri con l’autore, presentazione di libri, proiezioni video, teatro, mostre fotografiche e pittoriche per un totale di 23 iniziative, svoltesi da marzo a novembre dello scorso anno, sia nei locali e nel patio della Biblioteca medesima che nella Sala Congressi del Comune di Malfa.
Numerosi gli incontri con gli autori e la presentazione di libri, che hanno caratterizzato ed hanno reso singolari le iniziative del 2011 , come “L’enigma di Attilio Manca” di Joan Queralt, ”Il cinema delle Eolie, una storia più storie” di Francesco Torre, “Logos Melos” di Mons. Giuseppe Liberto (direttore emerito della Cappella Musicale Pontificia Sistina), “Parole dal cuore, poesie dell’anima” di Italo Toni (che ha presentato anche “L’inno Eoliano” ai Sindaci dei tre Comuni di Salina) e “Le giornate di Filicudi”di Giuseppe La Greca “, con proiezione documentario inedito sul soggiorno obbligato dei mafiosi sull’isola nel 1970.
Poi le proiezioni di video: “I sette colori dell’anima” di Melo Franchina, affiancata dalla mostra fotografica “Salina, isola di luce” dello stesso autore; ”Cacciatori sottomarini”, “Bianche Eolie” e “Isole di cenere” della Panarìa film (1946); quindi altre mostre fotografiche: “A tavuliata di San Giuseppe a Malfa”; “Marineria eoliana e religiosità isolana- immagini del passato”; “Salina: un ventaglio di emozioni”; “Crete e creature”; e poi immagini fotografiche “Il mare intorno Salina”, dove si è registrato l’incontro degli alunni delle scuole con il biologo marino Antonio Celona del Delphis Aeolian Dolphin Center.
Non sono mancate le rappresentazioni teatrali a cura della Compagnia Laboratorio “Teatri del Sud”, che ha presentato la “Recitazione della Controversia Liparitana dedicata ad Alexander Dubcek” e “Progetto migrantes”. Infine, Angelo Raffa (storico e ricercatore) ha parlato agli alunni delle scuole di Salina sul tema ”Gli eoliani nel Risorgimento: conservatori, rivoluzionari o gattopardi?” (nell’ambito del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia). Inoltre la Biblioteca ha collaborato a due iniziative culturali fuori dalle Eolie: una ad Arezzo ed a Loppiano, in Toscana, per l’incontro con Italo Toni (poeta e scrittore eoliano), e l’altra a Catania, nel convegno universitario organizzato dal prof. Aldo Palmeri su emigrazione ed immigrazione.
È in fase di preparazione il programma annuale per il 2012, dove sono previsti, tra l’altro, incontri con l’alpinista Daniele Nardi, i registi Tullio Bernabei, Davide Catalano e Salvatore Presti; ed inoltre gli artisti Francesco Guadagnuolo, Barbara Giaccai, Giuseppina Laura Tarantola e il fratello Bruno, Antonio Famularo, l’eoliano d’Australia Marcello D’Amico e Bartolo Taranto. Infine le Suore Francescane dell’Immacolata Concezione di Lipari sulla storia e le opere della loro fondatrice Madre Florenzia, con la presentazione del libro di Michele Giacomantonio: “Florenzia che ha svegliato l’aurora” e l’esibizione musicale con l’arpa delle sorelle Sabrina e Simona Palazzolo; quindi gli scrittori Italo Toni e Paolina Campo, che presenteranno i loro due ultimi libri.
Ho trovato molto interessante il libro “Caro Sindaco, parliamo di Biblioteche” di Antonella Agnoli, presentato il 26 marzo scorso, proprio al Palacultura di Messina, dove è stata evidenziata l’importanza di una Biblioteca in un paese o in una città e la vastità delle iniziative che si possono ancora organizzare e che bisogna porre proprio all’attenzione di Sindaci ed amministratori, nonostante la crisi economica che attanaglia la nostra società e che potrebbe compromettere la crescita e lo sviluppo culturale della collettività.     Antonio Brundu

Judo. Russo in partenza per il Gran Prix Cadetti

L’atleta  Francesca Russo è in partenza  per partecipare al Gran Prix Cadetti Italia 2012 in programma a Genova Sabato 21 e Domenica 22 aprile. L’importante gara,  inserita nel Torneo Internazionale denominato “ Genova città di Colombo”,  registra ogni anno la presenza di atleti provenienti da molti paesi stranieri anche provenienti dall’est Europa. La ragazza in questo ultimo periodo è stata molto impegnata nel circuito internazionale che ruota attorno alla Nazionale Cadetti, ha partecipato già alle competizioni disputate in Croazia ed in Spagna e,  dopo la gara a Genova,  la settimana successiva andrà in Romania.

Federalberghi isole minori accoglie con grande favore l'imposta di sbarco.

Accogliamo con grande favore l’emendamento al disegno di legge recante disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie approvato dalla Commissione Finanze della Camera dei deputati che prevede l’adozione dell’imposta di sbarco. Questa rappresenta un’importante opportunità per i comuni delle piccole isole che potranno applicarla in luogo dell’iniqua tassa di soggiorno.
Il gettito derivante dall’imposta di sbarco dovrà essere impiegato per finanziarie interventi in materia di turismo, beni ambientali e culturali e servizi pubblici locali..
Si tratta di un’occasione importante per porre in essere quegli interveti di adeguamento dell’offerta turistica di cui le nostre isole hanno disperato bisogno per la destagionalizzazione dei flussi turistici. Auspichiamo che l’adozione della tassa di sbarco possa indurre i piccoli comuni insulari ad applicare al minimo l’aliquota l’IMU, evitando così di spezzare le gambe alla ricettività turistica.
Federalberghi Isole Minori della Sicilia 
Federalberghi Isole Eolie

Lipari: Intitolazione strade comunali

Si sono tenute stamani a Lipari tre cerimonie di intitolazione distrade comunali.
Sono state intitolate al nome del Comm. Francesco VITALE (1908 -1983); del Prof. Tommaso CARNEVALE (1928 - 1998); del Sig. Giuseppe Mariano Orazio RESTUCCIA (1880 - 1942).
Una Santa Messa, alla quale oltre al sindaco Mariano Bruno, ad altri componenti l'amministrazione, a familiari e amici degli stimati concittadini, è stata celebrata nella chiesetta del Pozzo.
 

Un dipinto ad olio in sorteggio per un gesto di solidarietà. Iniziativa di G. Giardina

Egregio  Direttore,nel  ringraziarla  per  avermi  sempre  dato  ospitalita’  sul  suo  prestigioso  giornale, La  vorrei  coinvolgere per  dare  piu’ voce  alla  mia  iniziativa  di  semplice  solidarieta’.  
Fiducioso per Sua  sensibilita’ ringrazio ed  ossequio.  
Giovanni  Giardina
                                                                   AVVISO

Sono  in  vendita  i  biglietti  per  il sorteggio che sara’ effettuato il 25-04-2012- ( al Piccolo bar  Orto  Canneto)
Il quadro  e’  un  mio  dipinto  olio  su  tela 30x40 (nella foto)
raffigurante  la “Regina  della  Pace.”
L’intera  somma  sara’ interamente devoluta in beneficienza,  per fare affiorare  un  piccolo  sorriso  ad  una  famiglia  in  seria  difficolta’.
Confido  nel Vostro  grande gesto  di  generosita’.
               Grazie  ………Giovanni  Giardina.
                    Da  una frase  di  Marcello  Marchesi :
        “Affogo’  perche’ si  vergognava  di  gridare  aiuto ! “
                                 Punti  vendita dei biglietti per il sorteggio

            Edicola  Belletti               via  Vitt. Emanuele    Lipari
        Bar  La  Precchia              via  Vitt. Emanuele    Lipari
        Maccelleria  Quadara       via Stradale               Lipari
       Tabacchi  Ziino  Maria      piazza  Marina  Corta   Lipari
       Piccolo bar ( Orto )            via  M. Garibaldi      Canneto
       Papisca  bar                        via  M. Garibaldi      Canneto             
      Tabacchi  A.  Cafarella       via  Stradale            Pianoconte
 

Regione "sorda" alle problematiche delle isole minori. La lettera di Lo Schiavo

Apprendiamo dalla stampa le novità scaturenti dall’approvazione della Legge Finanziaria Regionale, dalla quale si evince con chiarezza un disinteresse nei confronti dei territori e delle Comunità insulari.
Non possiamo accettare che al trasporto marittimo, unica strada di sviluppo e di vita nelle isole, possa essere stato nuovamente ridotto lo stanziamento, nonostante gli impegni assunti dall’Assessore alla Mobilità, sia con noi Sindaci sia con l’ARS.
Non possiamo accettare gli ulteriori tagli per gli Enti Locali che comprometterebbero del tutto la stabilità dei nostri già risicati bilanci comunali, con gravi e negative ripercussioni sulle Comunità Isolane.
Ribadiamo nuovamente con forza che i territori delle Isole Minori rappresentano particolari sistemi con equilibri sociali ed economici da tutelare e non da penalizzare, come di fatto sta avvenendo, con l’applicazione di criteri di risparmio e tagli lineari che proprio in questi territori non possono e non devono trovare applicazione: sanità, pubblica istruzione, trasporti, trasferimenti economici da Stato e Regione, sono solo alcuni degli importanti settori in cui non deve essere possibile applicare i criteri di risparmio applicati sul resto del territorio nazionale e regionale.
Ciò premesso, considerate dette scelte di risparmio incomprensibili, i cui effetti sociali ed economici negativi si faranno sentire già dalla prossima stagione turistica, con la presente si chiede un incontro urgentissimo con tutti i Sindaci delle Isole Minori, nella piena consapevolezza che le S.S comprenda fino in fondo il disagio e le problematiche che le Comunità Isolane si apprestano ad affrontare.
Distinti saluti.

                                                                     F.to        Il Sindaco di Santa Marina Salina
                                                                                 Coordinatore ANCIM Sicilia
                                                                                       Massimo Lo Schiavo

Carambola d'auto nella notte nella Filippo Mancuso di Lipari

Carambola d'auto nella notte nella centralissima via Filippo Mancuso di Lipari. Due auto, una Citroen bianca di proprietà dell'ex comandante della Forestale di Lipari, Carmelo Maieli e una Fiat Punto (entrambe parcheggiate)  è presumibile siano state "spinte" una contro l'altro da un terzi mezzo del quale però non si hanno notizie. Per la cronaca la "Punto" è stata spostata rispetto alla posizione originaria.IL VIDEO:

Buonista di Luca Chiofalo

La sana voglia di bonificare una classe politica in buona parte inetta e dannosa rischia di portarci ad un errore esiziale: alimentare una sfiducia "distruttiva" che non migliora il quadro esistente.
Gli "sfogatoi" virtuali sono pieni di invettive contro i politici, additati come arraffoni e incapaci; in molti auspichiamo una rivoluzione che spazzi via modi e persone, ma non sarà l'attuale classe dirigente a farsi da parte volontariamente o a cambiare convinzioni radicate: chi vuole superare lo schema attuale deve proporsi e cercare consenso sul proprio "disegno". 
Meritorio ma troppo facile limitarsi a fare "l'opinionista" e discettare su mancanze e difetti di candidati e programmi, ben più difficile è operare attivamente e con successo in un paese come il nostro dilaniato da interessi particolari e ostilità pregiudiziali, in cui la distanza tra la gloria e il pubblico ludibrio si misura nell'ordine di una manciata di voti.
E allora, cari concittadini, sento, da sterile fustigatore con velleità "politiche", la responsabilità di invitare tutti i "custodi della verità" (me per primo) ad un bagno di umiltà. 
Gli argomenti diventano stucchevoli e speciosi se, ad un certo punto, la stagione della critica non lascia il passo a quella della proposizione.
Smettiamo, allora, di "sparare" sui candidati, scegliamo quello che ci convince di più (visti i tempi sconsiglierei la convenienza "spicciola") e suggeriamogli idee (se ne abbiamo) che possano aiutarlo a fare bene nel suo, eventuale, mandato.
"Chisti simu", non ci sono supereroi tra di noi, e il lotto di candidati, che ci piaccia o no, è l'espressione politica della nostra realtà socio-culturale.
La partecipazione, nei modi a ciascuno più congeniali, è l'unica attività veramente feconda e politicamente rilevante.
Vi lascio con un detto davvero eloquente: chi sa fare fa, chi non sa fare insegna..!
 CORDIALMENTE
LUCA CHIOFALO

Bilancio Regione. Domani il responso del commissarrio dello stato

Entro sabato l'asfittico bilancio e la finanziaria della Regione per l'anno in corso dovranno essere sottoposti al vaglio del commissario dello Stato che, nel caso in cui rilevasse norme di dubbia costituzionalità dovrebbe impugnarle davanti la Corte costituzionale. Da oltre trent'anni, da quando, cioè, per la prima volta, s'è verificato un caso di impugnativa di un documento contabile, però, onde evitare di bloccare il funzionamento dell'intera amministrazione regionale, solitamente l'Ars, alla prima seduta utile, abroga gli articoli e i commi impugnati e il presidente della Regione procede regolarmente alla promulgazione e pubblicazione delle parti non contestate. Di fatto, pertanto, una impugnativa finirebbe col comportare solo nuovi tagli che andrebbero ad aggiungersi a quelli operati in commissione Finanze e in aula quando è stato chiaro che non si sarebbe potuto contare su diversi fondi di provenienza statale ed europea. "Con l'approvazione della manovra finanziaria e del bilancio - ha commentato, in proposito, l'assessore regionale all'Economia Gaetano Armao - abbiamo portato a termine una drastica azione di risanamento dei conti e abbiamo gettato le basi per la crescita. Ora dobbiamo puntare alla stabilità finanziaria". Ed ha ricordato che "negli ultimi tre anni la spesa corrente è diminuita del 30%, tornando ai livelli del 2000".
Aver ridotto la spesa non è sufficiente. "La Sicilia – ha detto Armao – deve recuperare risorse per ridurre il proprio debito. Siamo già riusciti a portare l'indebitamento da 900 a 500 milioni di euro. È quasi dimezzato". La situazione finanziaria, comunque, migliorerebbe decisamente nel caso in cui alla Regione fossero attribuite le entrate spettanti nel rispetto dello Statuto speciale. Il che dovrebbe avvenire in tempi brevi. "Il ministro per gli Affari regionali, Piero Gnudi - ha reso noto Armao - mi ha appena comunicato che i primi giorni di maggio sarà convocato il tavolo tra Regione e governo nazionale per il recepimento degli articoli 36, 37 e 38 dello Statuto regionale che garantirebbero alla Sicilia entrate fiscali ben maggiori di quelle che attualmente le vengono trasferite dallo Stato". "Il tavolo sull'attuazione dell'autonomia finanziaria e perequazione infrastrutturale – ha, quindi, ricordato l'assessore all'Economia – lo avevamo richiesto da un anno e mezzo. Oltre che la nostra insistenza anche le due sentenze della Corte costituzionale in favore della Sicilia hanno sicuramente pesato sulla decisone dell'esecutivo nazionale". La trattativa , a giudizio dell'assessore Armao, che vanta un rapporto diretto e proficuo di collaborazione con il presidente del Consiglio Monti e con alcuni ministri, dovrebbe concludersi positivamente.. "Ci siamo costantemente confrontati con l'esecutivo nazionale e il commissario dello Stato durante l'iter parlamentare che ha portato all'approvazione del bilancio e della manovra finanziaria. Quindi non credo che il commissario farà rilievi particolari. Penso che potrebbero essere modificate soltanto alcune nome relative ad alcune categorie del personale regionale, inserite nel corso del dibattito parlamentare". Tra gli interventi positivi Armao indica la moratoria per mutui e finanziamenti e la costituzione del fondo per il finanziamento dei progetti di micro-fotovoltaico.
Intanto l'attenzione è sul piano politico e in particolare su cosa deciderà il presidente della Regione circa un eventuale ricorso alle urne anticipate. «Se il governo nazionale va avanti fino alla prossima primavera-estate non c'è dubbio che noi dobbiamo attrezzarci per votare prima, cioè in autunno, e metteremo in essere le condizioni perchè ciò avvenga». Lo scrive nel suo blog Lombardo, ribadendo quanto affermato il giorno prima.
E chiarisce che si tratta di «una scelta tutta politica che non ha niente a che fare con la mia vicenda giudiziaria, sulla quale renderò conto, in maniera il più possibile obiettiva, all'Ars il 26 aprile». Poi cercherà di dedicarsi pienamente alla mia difesa perchè, come si dice, «ognuno è il miglior avvocato di se stesso perchè nessuno come noi stessi sa quanto è capitato attorno a noi e quello che abbiamo fatto nella nostra vita».
«Non possiamo rischiare di bruciare l'esperienza autonomista che abbiamo avviato – afferma Lombardo – Non possiamo bruciarla sull'altare delle logiche nazionali che uccidono la Sicilia perchè sono coincidenti con interessi e poteri forti che hanno testa e cuore a nord di Roma, e mi auguro che su questo i siciliani non abbiano dubbi. Una politica autonoma e autonomista deve imporre le regole e le conseguenze di uno Statuto che è rimasto solo sulla carta. Se vogliamo portare avanti il cammino intrapreso dobbiamo sganciarci dalle logiche perverse che la politica nazionale e antisiciliana metterà in essere con le prossime elezioni politiche, inventando nuovi partiti e schieramenti, reclutando personalità che serviranno come specchietto per le allodole per i cittadini».