Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 25 luglio 2009

Vip alle Eolie. A Lipari è arrivato Armani. Atteso Valentino

E' entrato nella rada del porto di Lipari, intorno alle diciannove e trenta lo yacht "Main"(nella foto mentre si appresta ad approdare al pontile di Giuseppe Li Donni) con a bordo lo stilista Giorgio Armani. Subito dopo l'ormeggio si è concesso una "escursione" lungo il Corso di Lipari.
Armani che è un habituè delle isole Eolie vi torna a distanza di un solo anno. A Lipari, nello stesso pontile, ha trovato Renzo Rosso, il propietario del celebre marchio di jeans Diesel con la sua Lady May.
Annunciato a breve l'arrivo di Valentino.
Lipari, insomma, si propone in questi giorni come il crocevia obbligatorio per i personaggi del mondo della moda.
Notizia del 25/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

Eolie sempre più vip..paiole. A Lipari Renzo Rosso, il propietario del marchio Diesel

Eolie sempre più solcate dalle imbarcazioni dei vip. A Lipari-Marina Lunga, nel pontile galleggiante di Giuseppe Li Donni, è approdato il Lady May(nella foto a sinistra) il vaporetto di Renzo Rosso, il propietario del celebre marchio di jeans Diesel. A bordo si trovano, insieme ad altri amici, l'imprenditore e la moglie.
L'imbarcazione è stata costruita in Inghilterra nel 1929 nei cantieri Philip & Sons e può ospitare sino a 9 persone all'interno di comode cabine.

“Eolie in Video 2009”: questa sera a Vulcano la consegna dei premi.

Volge al termine la sesta edizione del Festival cinematografico “Eolie in Video”, promosso dal Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani, in collaborazione con il partner commerciale Mini Bmw Italia, inaugurato lo scorso 21 luglio nei Giardini del Centro Studi di Lipari. Questa sera, nella splendida location del Jerà Resort & Circolo Velico, località Vulcanello (Vulcano), conosceremo i nomi dei vincitori di una manifestazione caratterizzata da momenti di confronto ed approfondimento incentrati sul sessantennale della “Guerra dei Vulcani”. Anche ieri sera, infatti, durante un incontro sul tema “Cinema e Giornalismo” si è fatta luce sull’importanza del mezzo cinematografico come scoperta, o riscoperta – è questo il caso delle meravigliose isole Eolie durante le riprese dei film Stromboli e Vulcano – di luoghi simbolo del connubio turismo-cultura. Questa sera, infine, la chiusura del festival con la premiazione e la proiezione del cortometraggio vincitore della sezione “Corti Italiani”-“Premio MINI”, della sezione “Documentari”, e la consegna del premio “Roberto Rossellini” per il migliore cortometraggio realizzato dagli studenti delle scuole di Lipari, le “menzioni speciali” e i prestigiosi Premi “Efesto d’Oro” che quest’anno andranno al Principe Francesco Alliata, a Marcello Sorgi, a Lidia Ravera, a Marco Berchi e a Marco Leto. L’onere e l’onore di scegliere tra i cortometraggi e documentari selezionati spetterà, oltre al presidente Lidia Ravera, giornalista e scrittrice, allo storico del cinema Nino Genovese, al prof. Renato Candia, alla scrittrice Clara Raimondi, alla giornalista Maria Lombardo, che condurrà la serata e alla dott. Barbara Brundu. A chiusura della serata, la proiezione del film “Vulcano”, recentemente restaurato dalla Cineteca di Bologna per ripercorrere ancora una volta le emozioni e le immagini struggenti della Guerra dei Vulcani, seguendo quel fil rouge che ha caratterizzato l’intera edizione del festival con proiezioni, mostre, incontri e dibattiti.
Notizia del 25/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

Il museo del cinema all'Immacolata? L'opinione dei lettori

Cari amici,
a mio avviso l'ubicazione di un nuovo museo deve essere pensata in relazione alla possibilita' di offrire nuove mete ai fruitori, che sono poi i turisti. Da questo punto di vista quindi sarei favorevole alla sede del palazzo comunale, cogliendo l'occasione per dare allo stesso una piu' ampia visibilita' anche notturna e quindi provvedendo alla pulizia e sistemazione di tutta la piazza. Si potra' cosi' anche raggiungere l'obiettivo di ripristinare la passeggiata nei giardini, che ricordo con piacere, prima che la stessa piazza diventasse un parcheggio sporco e abbandonato.
Un caro saluto
Antonio Canale

Lipari: Ingente sequestro di rete "ferrettara"

Un ingente quantitativo di rete da pesca del tipo "ferrettara" è stata posta sottosequestro ieri sera nel molo lato nord di Marina corta. Gli uomini della Guardia costiera, nel corso dell'operazione disposta dal Comando generale di Roma, con il supporto dei carabinieri, hanno messo i sigilli alla parte eccedente dell'attrezzo da pesca che per legge non può superare i 2,5 km. Pesantemente multati alcuni pescatori. Nel corso dell'operazione si sono registrati momenti di forte tensione che potrebbero anche sfociare in ripercussioni di carattere giudiziario.

Un paese di trasgressori impenitenti? (di Michele Giacomantonio)

(Michele Giacomantonio) Da qualche tempo a Lipari è in funzione la differenziata ed è sicuramente un provvedimento amministrativo lodevole per cui si deve auspicare un suo sempre migliore funzionamento. Non sappiamo quale sia la percentuale della spazzatura differenziata su quella totale nel nostro arcipelago – a livello ufficioso si sussurra il 15-16% - ma sarebbe interessante che l’ATO periodicamente (almeno ogni sei mesi) ci fornisse i dati, magari articolati frazione per frazione. Aver successo nella differenziazione della spazzatura oltre che un obiettivo fondamentale per ridurre i costi è anche un obiettivo in progress che si fonda molto sulla sensibilizzazione dei cittadini-utenti quindi una informazione periodica e regolare non è solo auspicabile ma doverosa perché strategica.
Certo il servizio va migliorato ed è proprio per questo che ci permettiamo alcuni suggerimenti. Non riusciamo a comprendere perché bisogna gravare i cittadini di buona volontà di piccole vessazioni che spesso però scoraggiano nel fare il proprio dovere. Che senso ha prevedere dei contenitori della carta che hanno una apertura poco più grande di una buca della lettera? Chi come me ogni due o tre giorni deve conferire buste piuttosto pesanti di giornali è costretto a togliere i giornali dalle buste ed ad imbucarli due o tre per volta. Certo io sarò un caso limite per quanto riguarda il conferimento della carta. Ma prendiamo i contenitori per il vetro e per la plastica. Anche qui il cittadino rispettoso è costretto a poggiare per terra il proprio contenitore e ad imbucare una bottiglia per volta, nel contenitore della plastica se è di plastica, nel contenitore del vetro se è di vetro. Comprendiamo che molti cassonetti sono standard e che probabilmente quelli più immediatamente disponibili sul mercato sono così fatti. Lo so bene perché questo succede anche a Roma e forse in altre città. Ma a Roma, per esempio, oltre al conferimento bottiglia per bottiglia o giornale per giornale è possibile, azionando una semplice leva, sollevare il coperchio del contenitore ed attuare il conferimento in blocco. Qui ho cercato questa leva ma non sono riuscito a trovarla. Sono io un po’ imbranato oppure non esiste? Ed è forse per questo che molta gente, meno paziente di me, lascia le sue buste accanto al cassonetto per terra. Di modo che dopo qualche ora il disordine ed il degrado regnano sovrani.
A volte ci vogliono piccoli accorgimenti per migliorare un servizio essenziale e ci auguriamo che questi si verifichino.
Avevamo sperato che con l’avvento della differenziata i cittadini dimettessero quella sciagurata abitudine di lasciare l’immondizia chiusa nei sacchetti del supermercato lungo le strade ed i vicoli aspettando che passino gli spazzini ed i camion dell’ATO. Ma prima degli operatori ecologici spesso passano i cani randagi, che sono a Lipari sempre numerosi ed affamati, che fanno strage dei sacchetti e spargono la spazzatura in ogni dove. Inoltre lasciando i rifiuti lungo il ciglio della strada non è possibile realizzare la differenziata e quindi si finisce col violare due volte il comportamento che deve avere un cittadino coscienzioso a prescindere dal fatto che il suo gesto possa essere represso o sanzionato. Infatti non intendiamo parlare di sanzioni oggi. Abbiamo già espresso qual è la nostra linea: risvegliare innanzitutto la coscienza civica per promuovere una migliore convivenza nella nostra comunità. E’ giusto e spesso doveroso essere duri ed intransigenti con gli amministratori richiedendo che essi facciano il proprio dovere fino in fondo, ma questo i cittadini possono richiederlo e rivendicarlo quando sono loro per primi a rispettare le norme ed a farsene paladini.
Abbiamo paura che proprio per questo Lipari è malata. Tutti ci lamentiamo del Sindaco e degli amministratori e molte volte giustamente, ma siamo poi noi per primi che non adempiamo ai doveri di cittadinanza: a cominciare della gestione dei rifiuti, del decoro urbano, del chiasso per le strade, del corretto utilizzo del suolo pubblico, ecc. Ed è forse per questo che ad ogni scadenza elettore si assiste allo strano fenomeno che tutti parlano male degli amministratori fino alla vigilia del voto per poi riconfermarli nel segreto dell’urna. Forse siamo un paese di trasgressori impenitenti.
Notizia del 25/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

Rassegna teatrale "Le Maschere di Dioniso", organizzata dal "Piccolo borgo antico" di Lipari. Al via mercoledì prossimo

(di Ivano Biviano) La compagnia teatrale "Piccolo Borgo Antico" di Lipari da il via all´VIII edizione della Rassegna teatrale "Le Maschere di Dioniso" che ha visto negli anni un sempre maggiore interesse da parte degli eoliani, ma anche dei turisti che giungono nelle nostre Isole. Si esibiranno, oltre al gruppo liparoto, altre compagnie provenienti dalla regione Sicilia, continuando la tradizione degli scambi culturali.
La rassegna sarà inaugurata dall´associazione eoliana, mercoledì 29 luglio alle ore 21:30 con lo spettacolo "U figghiu Masculu" di Pippo Scammacca.
A seguire:
- il 4 agosto la commedia esilarante "Se devi dire una bugia dilla grossa" di Ray Cooney;
- il 12 agosto sarà la volta dell´associazione culturale "Arco" di Marsala, che rappresenterà "Parola d´onore (quello che i siciliani non dicono)";
- il 19 agosto tornerà il Piccolo Borgo Antico con il dramma "Il berretto a sonagli" di Luigi Pirandello, ed il
- il 3 settembre sarà l´Ass. Culturale Probafiattiva di Castroreale ad esibirsi, con "Felice maestro di calligrafia" di Eduardo Scarpetta.
Concluderà la rassegna il gruppo eoliano l´11 settembre con "A Luna n´to puzzu" di Giambattista Spampinato.
Un programma dunque costituito da diversi generi ed in grado di poter interessare una vasta gamma di spettatori, sperando di ottenere un riscontro favorevole.
Notizia del 25/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

WWF: "I voli degli elicotteri nelle Eolie disturbano la fauna". Conferenza dei servizi alla Provincia

Lunedì si svolgerà a Palazzo dei Leoni l'attesa conferenza dei servizi promossa dalla Regione sull'uso degli elicotteri nelle isole Eolie. Un utilizzo definito "improprio" perché viene effettuato in zone vincolate e su piste che non sarebbero regolamentari. Spesso nel passato sono finiti "atterraggi vip" sulle elipiste d'emergenza a Panarea e Ginostra.
In questo senso Il Wwf, con una iniziativa regionale osserva che «da diverse settimane elicotteri anche a bassa quota sorvolano sia di notte che di giorno (con maggiore frequenza nelle ore diurne), la ZPS cod. ITA 030042, diretti verso l'Arcipelago delle Isole Eolie». Un'azione che disturberebbe la fauna del luogo.
Gli ambientalisti, in un esposto inviato all'assessorato regionale Ambiente producono depliant di società «che offrono collegamenti dagli aeroporti del sud alle Isole Eolie, organizzando altresì emozionanti escursioni a volo d'uccello sui vulcani Etna e Stromboli con take off da Taormina, Catania o altro sito richiesto, soggiorni all inclusive, meeting aziendali, tours panoramic». I rappresentanti del Wwf Sicilia, Anna Schirò e dell'associazione Mediterranea per la Natura, Deborah Ricciardi, rilevano, anche col supporto di una documentazione fotografica e una serie di schede tecniche curate dall'arch. Francesco Mirabile, che le isole interessate sono «soggette a precise prescrizioni, fatti salvi i voli della protezione civile», rilevando ancora che il regolamento delle Riserve «vieta espressamente il sorvolo delle aree protette salvo che per esigenze di soccorso. Anche solo il passaggio degli elicotteri, senza "tour panoramici" e simili – scrive l'associazione ambientalista regionale –, possono interessare le colonie del falco della regina, i loro territori di caccia (che cambiano con il cambiare delle condizioni meteorologiche che a loro volta influenzano le aree di arrivo dei migratori), i siti di riproduzione delle berte maggiori e berte minori, le loro aree di raccolta e di ricerca cibo, il loro recarsi ai nidi per nutrire i piccoli (essi vengono nutriti una sola volta per notte e se il piccolo rigetta il cibo per lo spavento, qualunque esso sia, a maggior ragione il rumore fortissimo di un elicottero, si indebolisce e rischia di morire)».
A fronte di tutto ciò la richiesta del Wwf alle competenti autorità, supportata in sede nazionale da Anna Giordano, chiededi «intervenire con estrema urgenza per sospendere il sorvolo delle Isole Eolie ZPS cod. ITA 030044, della ZPS cod. ITA 030042 e di qualsiasi altra area protetta da norme regionali, nazionali e comunitarie che sia interessata dalla società e relative richieste turistiche e di richiedere alle società interessate a questi voli la Valutazione di Incidenza correttamente redatta. Si chiede altresì di verificare se gli eliporti nati per esigenze di soccorso siano stati regolarmente adattati ad esigenze commerciali e se tale trasformazione, qualora confermata e regolare per norme sulla navigazione aerea e leggi urbanistiche, sia stata consentita nel rispetto o meno delle norme di tutela ambientale vigenti nel territorio dell'Arcipelago Eoliano». «il problema – sostiene Anna Giordano – è di vitale importanza per il delicato ecosistema che caratterizza l'arcipelago». Lunedì sarà interessante verificare la posizione dei quattro sindaci eoliani e degli altri organi istituzionali

Il museo del cinema all'Immacolata? L' opinione dei lettori

Diversi nostri lettori, oltre ad esprimere la loro preferenza sul sito dove dovrebbe essere realizzata il museo del cinema, ci inviamo anche delle loro considerazioni, formulano proposte accompagnate da quelle che, secondo loro, sono le motivazioni che fanno propendere per un sito piuttosto che per un altro. Partendo dal presupposto che ciò ci sembra un importante ed interessante passo in avanti in una comunità spesso restia ad uscire allo scoperto e a dire la propria su argomenti che, invece, dovrebbero essere oggetto di discussione e valutazione collettiva, abbiamo deciso, oltre al voto del sondaggio, di pubblicare anche queste note più o meno lunghe.
Nel frattempo vi ricordiamo che al nostro sondaggio(che sta avendo un buon riscontro) si può partecipare inviando una mail a s.sarpi@libero.it
Oggi è il turno della nota inviataci da Lorenzo Casamento.
Sicuramente preferirei che venisse fatto in una delle isole in cui sono stati girati i due films, ovvero a Vulcano o Stromboli con preferenza per Stromboli anche perchè vicina a Panarea che con la sua Lisca Bianca è stata protagonista di un film di Antonioni (L'Avventura)di levatura artistica sicuramente superiore a tutti gli altri girati nelle isole.
Lorenzo Casamento

venerdì 24 luglio 2009

Il museo del cinema? "Sicuramente non all'Immacolata" di Cristian Ruggiero. E Merlino propone l'ex Cst o l'ex Sip

(Cristian Ruggiero) Volevo esprimere la mia opinione, come cittadino, relativamente al sondaggio che questo giornale on-line, da qualche giorno ha pubblicato.
Per tanti anni la comunità eoliana ha atteso la riapertura della Chiesa dell'Immacolata e, proprio quando finalmente si sente parlare che sta per essere completato tutto l'iter per la sua NUOVA APERTURA, ecco la "brillante idea!!" : farla diventare museo del cinema!!!!!
Non comprendo per quale ragione la chiesa, una volta restaurata, non debba ritornare a servire l'intera comunità, ritornando ad ospitare quelle funzioni religiose che per centinaia d'anni ha ospitato.
Qualsiasi posto va bene, qualunque proposta può essere vagliata. Non sicuramente quella dell'Immacolata!
Mi permetto di suggerire anche io un sito per il museo: l'edificio adiacente il Centro Giovanile. Per capirci, i locali che ospitano saltuariamente mostre di vestiti e pelletteria, esposizione di mobili, ed altre attività. Se non ricordo male dietro vi è anche un giardino abbandonato. Ovviamente occorre verificare se l'idea è percorribile e che tipo di interventi occorrerebbe effettuare e con quali costi.
Sicuramente l'edificio ne acquisterebbe in prestigio, considerato anche che è situato a pochi metri dal centro e quindi facilmente raggiungibile.
La zona del Castello fortunatamente riceve ancora oggi numerose visite da parte dei turisti, considerato che ospita un meraviglioso ed importante museo e che a pochi passi vi è anche l'anfiteatro.
Concentrare più cose in un unica zona non è un buon esempio di gestione e strategia, anche guardando dal punto di vista di un possibile riscontro economico.
Io ad esempio proporrei un piccolo contributo da versare (1 Euro ?) per visitare il Museo del Cinema.
Voto, quindi, per qualsiasi posto al di fuori della Chiesa dell'Immacolata, che spero da lassù possa illuminare i cuori e le menti di coloro che dovranno prendere una decisione.
Buona estate a tutti.
Cristian Ruggiero

Museo del Cinema: Ex Cst o ex Sip di Saverio Merlino
(Saverio Merlino) La sede per il museo del cinema potrebbe essere all'ex palazzo della Sip (oggi un detrattore del centro storico )oppure in Via Maurolico nel palazzo ex ECA ed ex CST (legato Paino oggi eredi Lenti) ristrutturato con soldi pubblici e legato con tanto di atto pubblico e delibera comunale per esclusive attività culturali.



Lipari. Lo Snoopy plaude all'iniziativa per la creazione dell'albo associazioni territoriali ma chiede un aggiorrnamento dell'incontro

Una nota è stata inviata dal dott. Pino La Greca (vice-presidente dello Snoopy club)alla dott.ressa Guendalina Catena, collaboratrice esterna c/o Comune di Lipari e p.c. al Sindaco del Comune di Lipari.
Oggetto: invito per discussione proposta creazione albo associazioni territoriali
Gentile Dottoressa
Le scrivo nella qualità di vice-presidente dello Snoopy Club su mandato del presidente Sottile manifestandoLe il nostro apprezzamento per l’iniziativa intrapresa di avviare una discussione ai fini della creazione di un albo delle associazioni territoriali.
Tale proposta, anche se indirettamente, raccogliere una iniziativa del circolo di cui faccio parte a firma del presidente e formalizzata il 5 dicembre 2008 per la costituzione di una consulta delle associazioni culturali presenti nel nostro territorio (…) per creare un luogo di incontro e di confronto per riuscire a finalizzare iniziative che vedano tutte le associazioni presenti nel territorio coinvolte e porre le basi di un confronto attento e trasparente con l'amministrazione per la gestione delle poche risorse disponibili nel bilancio comunale.
In riscontro a tale richiesta la nostra associazione non aveva ricevuto alcun riscontro da parte dell’amministrazione e ritenevamo abbandonata tale idea; oggi la Sua iniziativa la rilancia, confermando le nostre intuizioni di oltre sei mesi fa. Tuttavia, sentiamo l’esigenza, anche alla luce dei tempi eccessivamente ristretti tra la comunicazione (22 luglio) e la convocazione (24 luglio) per invitarLa a riconvocare tale incontro allargandolo al maggior numero di associazioni presenti all’interno del territorio, dando almeno una settimana di tempo perché l’informazioni raggiunga tutti. Noi per la nostra parte informeremo tutte le associazioni con le quali abbiamo avviato da tempo dei rapporti di collaborazione.
Cordiali saluti.
Il Vice-Presidente
Giuseppe La Greca

L'addobbo dei vicoli (di Salvatore Rijtano)

Mi è capitato varie volte vedere turisti fare foto ai nostri vicoli.
Più volte, in altre località ho potuto notare l'addobbo per lo più floreale degli stessi.
Oggi pomeriggio in via Garibaldi " l'originalità" ed ho potuto notare due turiste appena arrivate fare un gesto di disgusto, mi sono vergognato!
Salvatore Rijtano

"Eolie in video". Domani sera il clou e la proiezione di "Vulcano"

Eolie in Video”: continua la rassegna di cortometraggi tra letteratura di viaggio, cinema ed emozioni.
Un libro di viaggio e insieme percorso letterario intelligente e ragionato per chi ha le Eolie nel cuore. Alla sesta edizione del Festival Cinematografico “Eolie in Video” ieri sera riflettori puntati sul rapporto forte, coinvolgente tra “Cinema, turismo e letteratura” grazie all’approfondimento sul saggio “Alle Eolie sulla scia di Ulisse” con l’autrice, Clara Raimondi e gli interventi dello storico del cinema Nino Genovese, di Lidia Ravera, giornalista e scrittrice, Isabella Brega caporedattore della rivista “Qui Touring”.
Questa sera invece al Centro studi di Storia e Problemi Eoliani è prevista la seconda lectio magistralis sul rapporto tra “Cinema e Giornalismo” in un incontro che coinvolge il regista e presidente della giuria di “Eolie in Video” Carlo Mazzacurati – una carriera di grande respiro, da “Notte Italiana” a “Vesna va veloce”, da “Il Toro” a “La giusta distanza” – e il giornalista ed editorialista del quotidiano “La Stampa” di Torino, Marcello Sorgi.
Dopo la presentazione in anteprima nazionale del trailer “Lucia. I colori della vita”, di Felicia Grillo e Giovanni De Pasquale, film, cast e produzione tutta siciliana, che contiene alcune scene girate sull’isola di Lipari, saranno poi proiettati tre cortometraggi realizzati dagli studenti delle scuole di Lipari – Istituto comprensivo Lipari 1, “Appunti per domani” regia Francesco Gulletta (3’ 30); Istituto comprensivo Lipari 1 – scuola primaria Canneto, “I giovani e i diritti umani” (15’); Istituto comprensivo Lipari 1-scuola media inferiore, “Isolano – incontri ravvicinati con l’emozione” (8’) – e a conclusione della serata prevista la proiezione finale di cortometraggi e documentari in concorso in attesa di conoscere il nome dei vincitori, domani sera, quando nella splendida location del Jerà Resort & Circolo Velico, località Vulcanello, si svolgerà di chiusura del festival con la premiazione e la proiezione del cortometraggio vincitore della sezione “Corti Italiani”-“Premio MINI”, della sezione “Documentari”, del premio “Roberto Rossellini”, delle “menzioni speciali” e dei prestigiosi Premi “Efesto d’Oro” che quest’anno andranno al Principe Francesco Alliata, Marcello Sorgi, Lidia Ravera, Marco Berchi e Marco Leto. A scegliere tra i cortometraggi e documentari selezionati saranno, oltre al presidente Carlo Mazzacurati, la giornalista e scrittrice Lidia Ravera, lo storico del cinema Nino Genovese, il prof. Renato Candia, Clara Raimondi, scrittrice, la giornalista Maria Lombardo, e la dott. Barbara Brundu.
A chiusura della serata, la proiezione del film “Vulcano”, recentemente restaurato dalla Cineteca di Bologna per ripercorrere ancora una volta le emozioni e le immagini struggenti della Guerra dei Vulcani, seguendo quel fil rouge che ha caratterizzato l’intera edizione del festival con proiezioni, mostre, incontri e dibattiti.

Panarea. Ancora un soccorso con il motocarro. Turisti e residenti come sacchi di patate. Lo sfogo dell'operatrice Pina Cincotta

(di Pina Cincotta Mandarano) A Panarea da circa un anno manca l’ambulanza in dotazione al presidio della Guardia Medica e quindi i pazienti si trasportano con i motocarri come la merce. Ricordo di aver denunciato questa assurda situazione lo scorso anno. Un appello che poi fu ripreso dai mass-media.
L’ambulanza inviata fuori dall'isola solo per una manutenzione ordinaria non l’abbiamo però più vista.
E ieri sera si stava consumando un’altra tragedia. Un turista inglese di 60 anni, scendendo da uno yacht, è scivolato e ha battuto violentemente il capo riportando un trauma cranico facciale con perdita di coscienza.
L’intervento dei sanitari della Guardia Medica, dottori Daniele Marino e Francesco Aricò, è stato tempestivo in quanto allertati immediatamente dalle Forze dell’ordine coordinati dal maresciallo Munafò.
Lo sfortunato turista è stato stabilizzato per circa un’ora in attesa dell’elisoccorso ma, dovendolo trasportare, si è dovuto ricorrere alla solita motoape: si tratta di un motocarro privato che solitamente viene adibito al trasporto delle merci e dei materiali più disparati. Ovviamente, si è perso anche del tempo per ripulire il pianale.
E’ incredibile, abbiamo dovuto trasportare il paziente sul pianale di un motocarro come fosse un sacco di patate. A Panarea, nel 2009, succede questo. Ci siamo vergognati!
Devo comunque annotare il lodevole l’impegno di tutti e rimarcare l’intesa tra Forze dell’ordine, i sanitari e quella gente che si è prodigata per portare il proprio contributo di solidarietà.
Resta l'amaro in bocca perché non vedo l’impegno delle istituzioni che rimangono inerti e sfuggevoli. Sono pronte a fare solo promesse e propagande elettorali (solo pochi mesi fa si era annunciato a gran voce l’arrivo delle ambulanze su tutte le isole minori) ma non forniscono i mezzi necessari per migliorare lo svolgimento dei soccorsi in aree disagiate dove la realtà è di chi la vive. Purtroppo, non abbiamo nemmeno un comitato di quartiere funzionante.
Notizia del 24/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

Brevi da Lipari

CAMARO, ARRIVA L'ESPERTO ATTACCANTE LIPARESE MASSIMO RIGANO' -L'Usd Camaro Messina ha comunicato la definizione dell'ingaggio dell'attaccante Massimo Riganò(nella foto), nato a Lipari (Me) il 28/4/1973. A Licata, nel passato torneo di Eccellenza, la sua ultima esperienza calcistica. Riganò si aggregherà oggi ai nuovi compagni di squadra.

Esami per il patentino al Conti- Il 30 luglio 2009, alle ore 8,30, presso l'Istituto di Istruzione Superiore "Isa Conti", avranno inzio gli esami per il patentino.

Acqua. Revoca determina sindacale su aumento retroattivo delle tariffe- Accolta la tesi sostenuta dai consiglieri Gesuele Fonti e Francesco Megna che avevano evidenziato come fosse illeggittima l'incremento retroattivo (anno 2008) della tariffa del servizio idrico.
Il dirigente del IV settore dott. Nico Russo ha, infatti, predisposto la determina di revoca, in autotutela, della Determina Sindacale n. 81 del 29 Maggio 2009, relativamente alla parte in cui venivano disposti incrementi, con efficacia retroattiva, della tariffa del servizio idrico a partire dall’anno 2008. L’atto è alla firma del sindaco Bruno.
Francesco Megna e Gesuele Fonti avevano sottolineato come vi fossero gravi ed acclarate ipotesi di illegittimita’ legate all’incremento della tariffa con effetto retroattivo. “ L’aumento alle tariffe idriche, da € 1,74 per tonnellata ad € 1,95, per gli utenti delle cd. “zone alte” e precisamente di Pianoconte, Quattropani, Lami, Serra, Pirrera, Acquacalda, Santa Margherita, Valle, Pianogreca, Annunziata, Monte Gallina, Sparanello, Ginostra ed Alicudi – avevano scritto Megna e Fonti- è stato incredibilmente disposto nel mese di Maggio 2009, con decorrenza 1 Gennaio 2008. Ma l’art. 54 del D.Lgs. 446/97 al comma 1 bis precisa che eventuali adeguamenti tariffari, oltre il termine del bilancio previsionale, vanno comunque effettuati “nel corso dell’esercizio finanziario”, pertanto entro e non oltre il 31 Dicembre dell’anno di competenza”.

"Fuga da Lipari". Proiezione al Centro Studi del documentario RAI. Presenzieranno Marco Leto ed Alberto La Volpe

COMUNICATO STAMPA
di Rosita Rijtano (addetto stampa “pomeriggi culturali eoliani” del Centro studi di Lipari)
PROIEZIONE DEL DOCUMENTARIO “Fuga da Lipari”
Lunedì 27 luglio 2009 alle ore 20:30 presso i giardini del Centro Studi di Lipari sarà proiettato il documentario RAI “Fuga da Lipari” realizzato nel 1958. La proiezione sarà realizzata nell’ambito dei “pomeriggi culturali eoliani” promossi dal Centro Studi di Lipari, ed in occasione degli 80 anni della fuga dall’isola di Emilio Lussu, Francesco Nitti e Carlo Rosselli.
L’evasione, progettata in quattro anni, venne realizzata la sera del 27 luglio 1929, quando i tre confinati raggiunsero a nuoto un motoscafo, che li attendeva nascosto nel tratto di mare sottostante il Castello. Dopo essere sbarcati in Tunisia i tre poterono raggiungere il compagno Gioacchino Dolci a Parigi, dove nello stesso anno Rosselli fondò il movimento “Giustizia e libertà”. Alla fuga collaborò, tra gli altri, anche il comunista Edoardo Bongiorno, personalità di spicco a Lipari e protagonista dell’ultimo bestseller di Marcello Sorgi “Edda Ciano e il comunista”.
Ospiti dell’evento saranno: Marco Leto noto regista e sceneggiatore italiano; ed Alberto La Volpe, ex direttore del Tg2 ed ultimo giornalista ad avere contatti con il giudice Falcone il giorno della strage di Capaci.
La serata proseguirà con un aperitivo a base di prodotti tipici eoliani.
Tutti gli interessati sono invitati a partecipare.
* Addetta stampa “pomeriggi culturali eoliani” del Centro studi di Lipari
Notizia del 24/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

Tirrenia, il Mpa aspetta la risposta del Governo sull'acquisizione del gruppo

I deputati del Movimento per l’autonomia – Alleati per il Sud, in un’interrogazione parlamentare al presidente del Consiglio Berlusconi, al ministro dell'Economia e delle Finanze e al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, chiedono di ricevere una risposta in merito alla proposta, da parte della Regione Sicilia, di acquisire il gruppo Tirrenia. “La Regione Sicilia – dichiara il capogruppo Lo Monte - parrebbe essere disposta a costruire, anche in correlazione con le altre regioni interessate, un'ipotesi volta a mantenere un assetto unitario del gruppo Tirrenia, assicurando a pieno la continuità territoriale ad oggi garantita dallo Stato, nella tutela degli interessi economici, sociali ed' occupazionali delle comunità isolane. Occorre dare certezza ai collegamenti con le isole minori dove il trasporto marittimo – conclude Lo Monte - costituisce ancora l'unico mezzo per garantire i rifornimenti delle merci indispensabili alla sopravvivenza delle popolazioni locali".

"Best World 2009" alle isole Eolie dalla prestigiosa rivista di viaggi e lifestyle Travel+Leisure

Continuano i feedback positivi dall'educational workshop organizzato da Federalberghi Eolie ed ENIT New York con il supporto dell'Assessorato Regionale al Turismo e la sponsorizzazione di Eurofly.
Il Direttore dell'ENIT di New York, Riccardo Strano ci segnala che Travel + Leisure, la rivista leader nel settore viaggi e life style nel mondo, ha conferito alle Isole Eolie il "2009 Best World Award", in quanto prima nella classifica delle 5 isole europee preferite dai lettori.
Le Isole Eolie hanno conquistato una posizione di grande rilievo anche nella classifica delle 10Top Islands Overall (classifica mondiale): settime classificate. La graduatoria vede ai primi posti Bali e Galapagos.
La vasta conoscenza di Travel + Leisure del mercato turistico mondiale, consolidata dalla presenza in mercati nascenti ed in ascesa con il lancio di T+L Russia, Australia, Cina, Turchia e Sud Asia, rende particolarmente prestigiosa la selezione per i World's Best Awards.
Il primato della rivista e' consolidato dalla qualita' indiscussa dei redazionali e dalla capacità di creare trends nel settore dei viaggi e del lifestyle, con una circolazione di circa 950.000 copie e oltre 3.000.000 di lettori.
Tali risultati hanno un pregio ancora più elevato, considerando che i premi vengono attribuiti dopo un sondaggio effettuato dalla rivista sui propri lettori. Costoro, confermando la loro predilezione ed amore per l'Italia, hanno rafforzato la già solida reputazione del nostro Paese sul mercato turistico americano.
Il Direttore dell'ENIT conclude esprimendo: grande compiacimento per un risultato che valorizza il lavoro svolto dall'ENIT Agenzia Nazionale del Turismo Nord America unitamente all'associazione Federalberghi, agli Operatori Turistici ed alle Istituzioni, nella promozione sul mercato Americano delle Isole Eolie.
Christian Del Bono
Notizia del 24/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

giovedì 23 luglio 2009

Il museo del cinema all'Immacolata? (di Michele Giacomantonio)

(Michele Giacomantonio) Questo benedetto museo del cinema, nel giro di qualche anno ha già avuto diverse collocazioni. Si era parlato di Marina Corta nei locali dell’ex biglietteria e questo era stato promesso al Comitato sorto fra gli esercenti di quella zona per ripagarli dello spostamento degli aliscafi; poi abbiamo visto comparire la richiesta di un finanziamento per farlo a Vulcano; il lunedì sera al Meligunis abbiamo sentito il Sindaco annunciare che verrà collocato nella Chiesa dell’Immacolata. Ci eravamo appena congratulati con l’Assessore Sparacino per aver dichiarato di volere mantenere la destinazione ad Auditorium e le avevamo proposto di cominciare a pensare ad un concerto per il 9 maggio nella ricorrenza del Constitutum e del concerto che nel 1995 il Maestro tenne nella Cattedrale. Così siamo rimasti sorpresi e straniti.
Ho qualche dubbio che l’Immacolata possa essere la collocazione ideale per un museo del cinema. Nell’accordo che ormai parecchi anni fa, allora Sindaco, firmai con l’Arcivescovo di Messina, si era parlato di dare all’edificio una destinazione compatibile col suo continuare ad essere chiesa e destinata, in alcune occasioni (la festa dell’Immacolata per esempio), alle funzioni religiose. Compatibile si intendeva sia sotto l’aspetto morale che sotto quello funzionale. Ora è indubitabile che la destinazione ad auditorium è, sotto l’aspetto funzionale, compatibile con quello di chiesa e quanto all’aspetto morale bisognava usare un po’ di prudenza circa il tipo di manifestazioni da ospitarvi. Ho qualche dubbio che questa compatibilità possa esistere con un “museo del cinema” e non tanto dal punto di vista morale quanto soprattutto sotto l’aspetto funzionale. Sarà possibile attrezzare l’Immacolata con i pannelli e gli stand richiesti dall’essere museo e garantire che tutto questo si possa facilmente e tempestivamente smontare prima delle funzioni religiose per poi rimontarli puntualmente. Oppure si ritiene che le funzioni possano svolgersi in una chiesa che al posto degli altari con le figure dei santi abbia degli angoli con la Magnani, la Bergman, la Vitti e quanti altri? Sarebbe un caso più unico che raro nella storia della pietà religiosa. Accostamento singolare per non dire ardito.
Ne ha parlato il Sindaco coll’Arcivescovo? Ne ha avuto il consenso?
Michele Giacomantonio
Notizia del 23/07/09 A cura di Salvatore Sarpi

Prezzi diversi per fronteggiare lo stesso disservizio idrico. Pirrera ancora penalizzata. Interrogazione di Lo Cascio

Al Sindaco del comune di Lipari e p.c. al Presidente del consiglio comunale è indirizzata una interrogazione(la seconda) del consigliere Pietro Lo Cascio sui disservizi idrici nella frazione di Pirrera. IL TESTO:
Gentile Signor Sindaco,
torno sull’argomento dei disservizi nella fornitura idrica che hanno purtroppo interessato di recente la frazione di Pirrera.
L’articolo 2 del Regolamento del Servizio Idrico del Comune di Lipari stabilisce, per gli utenti allacciati alla rete idrica che non vengano riforniti a causa di guasti, manutenzioni o di mancata erogazione, la possibilità di approvvigionamento tramite autobotte a costo agevolato.
A prescindere dal fatto che gli utenti siano stati molti o pochi, questo si è verificato a Pirrera nel periodo interessato dal disservizio; la tariffa applicata è stata quella minima attualmente in vigore per tale servizio in condizioni ordinarie, pari a 30,50 euro per 8 tonnellate di carico, ovvero di 3,81 euro a tonnellata.
Di agevolazioni, nei mesi scorsi, hanno giustamente goduto anche altri cittadini, e nella fattispecie quelli di Acquacalda e di Lami-Penninella, dato che entrambe le contrade sono state soggette a temporanee disfunzioni e/o disservizi. In questi casi, però, il Dirigente del IV Settore, con disposizione di servizio n. prot. 39711 del 24/11/08 e n. prot. 14624 del 17/04/09, ha ritenuto di agevolare rispettivamente i primi e i secondi fissando il costo a carico dell’utente a 1,01 euro a tonnellata.
A questo punto desidero comprendere, e mi rivolgo a Lei come capo della Amministrazione, per quale motivo gli abitanti di alcune contrade hanno beneficiato di una agevolazione, peraltro comprensibile e pienamente motivata, mentre quelli di Pirrera soggetti al medesimo problema hanno dovuto sostenere un costo supplementare di 22,42 euro per un carico d’acqua, ovvero quali sarebbero i criteri di discrezionalità introdotti in materia dal Dirigente del IV Settore.
RingraziandoLa anticipatamente, Le porgo distinti saluti
Pietro Lo Cascio, consigliere comunale di Sinistra e Libertà

Il Centro Studi all'assessore Sparacino. "Dal libro del dott. La Greca un contributo inedito alla storia di Lipari e del culto di San Bartolo"

Il presidente del Centro Studi Nino Saltalamacchia ha scritto alla dott.ssa Domenica Sparacino
Assessore affari generali del Comune di Lipari.
Oggetto: Mostra di San Bartolomeo
Gentile assessore,
abbiamo appreso da notizie di stampa della Sua volontà di organizzare una mostra di dipinti su San Bartolomeo con la collaborazione della Soprintendenza di Benevento e Caserta.
Visto il ruolo che da secoli riveste il culto dell’Apostolo San Bartolomeo all’interno del nostro arcipelago e nella vicina isola di Ustica la portiamo a conoscenza che siamo in fase di stampa di un volume scritto da Giuseppe La Greca, dal titolo “Lipari al tempo degli arabi” che analizza un episodio storico risalente al 1035 che investe Lipari ed il trafugamento di alcune reliquie dell’Apostolo da Lipari a Pisa.
Sulla base di una testimonianza storica precisa, il libro del Dott. La Greca mette in luce un episodio finora oscuro della storia eoliana e in particolare quello relativo alla traslazione di parte delle reliquie del Santo da Lipari a Pisa, dove tuttora risiedono, a seguito di una spedizione militare pisana. L’episodio citato viene inquadrato nelle vicende che caratterizzano il periodo storico della dominazione araba mediante un’accurata disamina degli eventi collaterali del medesimo periodo.
Il volume, edito dal nostro Centro Studi, è in grado di dare un contributo inedito alla storia di Lipari all’alba dell’anno Mille e un contributo al storia del Culto di San Bartolomeo, che a nostro parere potrà trovare uno spazio adeguato all’interno della mostra che Lei sta portando avanti. In tale ottica le comunichiamo la nostra disponibilità a collaborare alla Sua iniziativa certi che il valore della scoperta di cui sopra non le sfuggirà.
Distinti Saluti.
Lipari, 23 luglio 2009
Il Presidente
Antonino Saltalamacchia
Notizia del 17/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

Brevi

Caldo/ Sabato "allarme rosso" in 8 citta', Messina 39 gradi- Arriva il caldo torrido, in Sicilia il termometro tocchera' i 39 gradi. La Protezione Civile lancia l'allerta per l'ondata di calore che si sta abbattendo sull'Italia. In particolare, in otto citta' e' previsto persabato 25 il livello massimo di allarme, quello corrispondente al codice rosso, denominato 'livello 3'. Perugia, Civitavecchia, Latina, Frosinone, Campobasso, Napoli e Messina sono le citta' a maggior rischio: le autorita' locali dovranno adottare interventi di prevenzione per la popolazione, soprattutto anziani e giovani.Il dipartimento della Protezionecivile - attraverso lo speciale servizio di prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla popolazione - annuncia queste temperature massime percepite: Roma 37 gradi, Perugia 33, Civitavecchia 38, Latina 38, Frosinone 37, Campobasso 33, Napoli 38 e Messina 39.

Rilanciare Il Settore Pesca: In Sicilia disponibili 150 Milioni di Euro- Nei prossimi sette anni ci saranno 150 milioni di euro a disposizione della pesca siciliana. Possono essere un’occasione per il rilancio del settore, e c’è la possibilità che questo sia l’unico settore in Sicilia nel quale si riesca a impiegare per intero le somme stanziate”.
Lo ha detto il deputato regionale del Partito democratico, Bruno Marziano, sottolineando i 4 bandi già pubblicati che riguardano l’adeguamento a bordo dei pescherecci, la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti, l’acquacoltura, e i porti, il luoghi di sbarco, i ripari per oltre 33 milioni di euro che rappresentano il 22% della spesa complessiva.

Csm avvia procedura trasferimento ufficio per pm Canali (ANSA) Il Csm ha avviato la procedura di trasferimento d'ufficio per il sostituto procuratore di Barcellona Pozzo di Gotto, Olindo Canali. In una lettera Canali aveva espresso perplessita' sulla colpevolezza di Pippo Gullotti, condannato all'ergastolo per l'omicidio del giornalista Beppe Alfano, a conclusione di un processo in cui lo stesso magistrato era il pm. Canali, che rischia di dover lasciare Barcellona Pozzo di Gotto e di non poter piu' fare il pm, e' accusato di incompatibilita'.
Notizie del 17/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

Brevi da Lipari

Bruno e company in conclave sotto il vulcano- Giunta Bruno, consiglieri comunali, esponenti di vertice dei partiti che sostengono l'amministrazione comunale di Lipari si ritroveranno in "conclave" giorno 25 (sabato) a Vulcano. Non è dato a sapere se al "conclave" prenderanno parte, seppure per una parte di esso, i dirigenti.
Il "conclave", convocato dal sindaco Mariano Bruno, precede l'approvazione del bilancio e la parte più calda della stagione estiva.
Al di là delle iniziative che saranno discusse ed intraprese è auspicabile che chi, facente parte di questa maggioranza e che tiene veramente a queste isole, evidenziasse, specie se in presenza dei dirigenti, lo stato di anarchia e a volte anche di "arroganza e menefreghismo " che sembra pervadere questo paese (a partire da chi norme, regolamenti ed ordinanze dovrebbe far rispettare in virtù del ruolo che ricopre) ed allontana sempre più i cittadini dalle istituzioni.

Interrogazione su attuale livello (in)operativo del CST - Una interrogazione è stata presentata dal consigliere comunale Pietro Lo Cascio su quello che definisce "attuale livello (in)operativo del CST di Lipari. Per leggere il testo integrale dell'interrogazione cliccare sul link in rosso Eolie News 2

Stromboli. Le solite piccole frane sul vulcano. Ma tutto è nella normalità

Stromboli le solite piccole frane ma tutto perfettamente rientrante in quella che è la normale attività del vulcano eoliano. Questo quanto si evince dall’analisi dei segnali sismici, effettuata presso la sala di monitoraggio della sezione INGV di Napoli (Osservatorio Vesuviano), dove sono centralizzati i segnali della rete sismica a larga banda che opera sullo Stromboli.
L'attività del vulcano nelle ultime 24h ha fatto registrare 3 segnali sismici, associabili ad eventi franosi, di piccola entità, localizzati nell’area della Sciara del Fuoco ed 1 segnale sismico, associabile ad evento franoso, di piccola entità, localizzato nell’area di Labronzo.
L’ampiezza del tremore è generalmente su valori bassi. L’ampiezza degli explosion-quakes oscilla tra valori bassi e medio-bassi.

Lipari non è un'isola per vecchi? (di Michele Giacomantonio)

" />Lipari non è un’isola per vecchi?
“Non è paese per vecchi” è un film dei fratelli Coen uscito nelle sale cinematografiche lo scorso anno. Siamo nel deserto alla frontiera fra gli USA e il Messico e la storia è una storia di violenza e di violenze spesso gratuite in un mondo che sembra governato dalla follia.
Mi è rivenuto in mente questo film domenica notte quando cercavo di dormire nel baccano infernale che facevano gruppi di ragazzotti – maschietti e femminucce - che a cominciare dalle due scendevano dal Turmalin o vi salivano lungo via Garibaldi schiamazzando, urlandoi, cantando, probabilmente ubriachi o magari solo alticci, forse anche un po’ fatti. E questa era l’ondata migliore, poi vi erano altri gruppi – sempre misti - che sciamavano per i vicoli, insultandosi, rincorrendosi, suonando campanelli, orinando, sbevazzando. Ragazzotti in cui il chiasso, le grida, il fracasso sono l’esternazione di un desiderio di vacanza libera, piena, un po’ trasgressiva ed anche forse un po’ il desiderio di affermare in qualche modo la propria esistenza emergendo dalla banalità del loro quotidiano.
Il parametro della propria soddisfazione diviene, in costoro, quello della misura in cui si riesce a recare disturbo agli altri, alla gente normale che alle 11, all’1 magari anche alle 2 va a dormire perché l’indomani deve affrontare la vita normale col suo lavoro ed i suoi impegni normali e tutto questo infischiandosene ampiamente se fra quelli a cui si reca disturbo ci sono malati anche gravi, bambini piccoli, persone che hanno bisogno comunque di serenità e di riposo. Così il chiasso diventa violenza, il proprio desiderio di esternazione diventa aggressione, la ricerca di una nottata diversa, più libera crea tensioni, può divenire la premessa di litigi.
Perché questi ragazzotti non hanno considerazione alcuna. Se tu ti affacci al balcone e li preghi di non fare schiamazzi perché c’è gente che vuole dormire, che ha bisogno di riposare loro ti rispondono con violenza, insultando.
Ho sempre creduto che la gran parte di questi giovincelli fossero turisti, gente di fuori che a Lipari da libero sfogo ai freni inibitori, ma ora non ne sono del tutto convinto. Anche se probabilmente questi ne rappresentano il nerbo principale tante è vero che il volume e l’intensità di queste manifestazioni aumentano iperbolicamente nel mese di agosto, quest’inverno ho cominciato a pensare che una buona porzione è anche rappresentata da ragazzi di Lipari. Perché queste manifestazioni hanno preso a prodursi anche in inverno, in particolare il sabato notte, con gruppetti di ragazzi che stazionano poi nei vicoli magari continuando a bere birra e fare…qualcos’altro. Anche ragazzi e ragazze di 15, 16 anni che così si sentono grandi e maturi…
L’estate, soprattutto nel mese d’agosto, a questo chiasso ambulante si assomma poi il chiasso stanziale dei bar che fanno musica in pieno centro abitato fino a tardi, oltre la mezzanotte canonica.
Si dice che se vogliamo essere una località turistica bisogna offrire anche la possibilità di intrattenimenti notturni, soprattutto ai giovani ma non solo. Si dice che in un luogo turistico è bello vedere le strade e le piazze piene con gente che tranquilla consuma al bar mentre una orchestrina suona canzoni in voga. Giusto, ma è problema di equilibrio. Le isole sono luogo di vacanza per giovani e adulti che vogliono vivere spensieratamente ed in allegria la loro settimana, ascoltando canzoni, partecipando a cori improvvisati, aggregandosi ad un ballo spontaneo in una piazza. Ma sono anche un luogo di vacanza e non solo di vacanza ma spesso di vita per anziani ed anche adulti che cercano la tranquillità e la serenità. Tranquillità e la serenità dopo una giornata di lavoro e di faccende domestiche. Tranquillità e serenità dopo un anno trascorso in città caotiche torturati da un traffico asfissiante, da mille rumori martellanti, dalla rissosità dei condomini.
Oppure parafrasando il film dei Coen dovremmo concludere che Lipari non è un’isola per vecchi? E chi cerca serenità e tranquillità se ne deve andare altrove? Non crediamo. Siamo dell’opinione che è possibile conciliare – in un quadro di educazione civica – le diverse esigenze. L’attenzione più forte va posta alle bande di ragazzotti che vanno richiamati alla ragione con garbo ma anche con energia e fermezza da parte innanzitutto dalle loro famiglie ma anche dai gestori dei locali notturni. Poi vanno posti dei limiti ben precisi alla musica in pubblico in pieno paese chiedendo che gli altoparlanti vengano spenti alle 12-12.30 e che comunque i suoni e i canti ad alta voce, anche senza gli ausili degli altoparlanti, non vadano oltre l’una del mattino.
Tutto questo ci augureremmo che maturasse prima nella coscienza e nella consapevolezza delle persone come un grande tacito patto fra persone per bene, perché siamo del parere che la forza pubblica – in un paese civile – serva soprattutto per osservare, consigliare, correggere, aiutare i più deboli e che la repressione non deve divenire un fatto usuale e l’uso della forza deve essere un fatto eccezionale.

Gettate le basi per il "Museo del Cinema". Lo si vorrebbe all'Immacolata ma l'amministrazione ha un progetto su Vulcano

A “Eolie in Video” il grande cinema del passato si fonde con le produzioni contemporanee.
Il Museo del Cinema delle Eolie sarà presto per l’arcipelago eoliano una realtà importante e prestigiosa, dove coniugare cultura, spettacolo e turismo e raccogliere nella sede individuata – la Chiesa dell’Immacolata del Castello di Lipari* – tutti i simboli della Panaria Film e della cinematografia eoliana. Ne sono convinti il Principe Francesco Alliata, fondatore della Panaria Film, Osvaldo De Santis (Presidente Twentieth Century Fox Italia) e Nino Saltalamacchia del Centro Studi, che hanno intrattenuto ieri il numeroso pubblico intervenuto alla seconda serata della sesta edizione del Festival cinematografico “Eolie in Video”, promosso dal Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani, in collaborazione con il partner commerciale Mini Bmw Italia, che si concluderà il 25 Luglio.
Presenti anche l’Assessore allo spettacolo e alla cultura del comune eoliano, Ivan Ferlazzo e Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Eolie.
Emozionante l’omaggio ai tanti siciliani che emigrarono in paesi lontani la cui vicenda è stata ben ricordata dal documentario “Alicudi” (19’) di Marcello Spaccini, girato nel 1961.
Oggi, presieduto e coordinato dallo storico del cinema Nino Genovese, si svolgerà il dibattito su “Cinema-Turismo-Letteratura”, che coinvolge Lidia Ravera, giornalista e scrittrice italiana, autrice del bestseller “Porci con le ali” e di numerose sceneggiature per il cinema, Marco Berchi (Direttore della rivista “Qui Touring”) e l’autrice del saggio “Alle Eolie sulla scia di Ulisse” Clara Raimondi.
Dopo una degustazione di prodotti tipici eoliani, mentre alle 20.30 si darà inizio alla presentazione e proiezione dei 5 documentari in concorso: L'isola, di Ernesto Scevoli (15'); I love Benidorm, di Gaetano Crivaro e Mario Romanazzi (28'); La statua della Rambla, di Eriberto e Lorenzo Muscoso (10'); La porta della bellezza, di Antonella Gurrieri e Orazio Cristaldi (20'); Libro di famiglia, di Alberto Bougleux (20').
La seconda lectio magistralis su “Cinema e Giornalismo” è invece prevista per domani pomeriggio e coinvolgerà il regista e presidente della giuria di “Eolie in Video” Carlo Mazzacurati – una carriera di grande respiro, da “Notte Italiana” a “Vesna va veloce”, da “Il Toro” a “La giusta distanza” – e il giornalista ed editorialista del quotidiano “La Stampa” di Torino, Marcello Sorgi.
Sempre domani sera spazio al cinema siciliano con la presentazione in anteprima nazionale del trailer “Lucia. I colori della vita”, di Felicia Grillo e Giovanni De Pasquale. Il film, cast e produzione tutta siciliana, contiene alcune scene girate sull’isola di Lipari.
Verranno poi proiettati tre cortometraggi realizzati dagli studenti delle scuole di Lipari e a conclusione della serata prevista la proiezione finale di cortometraggi e documentari in concorso in attesa di conoscere il nome dei vincitori.
* NDD- Condividiamo il luogo individuato ma ricordiamo che il comune di Lipari nel contesto della COSTITUZIONE DI UN PARCO PROGETTI REGIONALE" ha presentato alla Regione un progetto per il recupero conservativo e rifunzionalizzazione di un esistente fabbricato da adibirsi a museo della cinematografia e del mare - Isola di Vulcano - € 400.000 . E allora?

Brevi

Droga. Costa ai domiciliari- Il giudice Anna Adamo della sezione distaccata del Tribunale di Lipari ha convalidato l'arresto del liparese Francesco Costa concedendogli la misura degli arresti domiciliari. Il giovane era stato arrestato dopo una perquisizione dei carabinieri che avevano rinvenuto 100 grammi di hashish. Costa è stato difeso dall’avvocato Francesco Rizzo.

Strade di Vulcano, Lipari e Filicudi tra le priorità del piano triennale delle opere pubbliche della Provincia
A Palazzo dei Leoni è stato votato il piano triennale dei Lavori Pubblici della Provincia regionale di Messina. Tra gli interventi a cui verrà data esecutività già nel corso del primo anno sono stati inseriti ,per quanto riguarda le Eolie, i lavori di ammodernamento, adeguamento e messa in sicurezza per il miglioramento della percorribilità, la valorizzazione degli interventi del PIT, e dei poli culturali sul circuito turistico per l'isola di Lipari SS.PP. 179, 179 bis, dell'isola di Filicudi, e dell'Isola di Vulcano – Vulcano Porto.


Temperature in aumento- Tra venerdi' e sabato le temperature si confermeranno "su valori al di sopra delle medie" stagionali fino a "raggiungere punte di 40 gradi o poco piu', specie sulle zone pianeggianti dell'interno ed isole maggiori". Non solo: da giovedi', "anche l'umidita' aumentera' al centro-nord e di seguito al sud, accentuando la sensazione di calore". Non incoraggia certo all'ottimismo l'ultimo bollettino meteo del dipartimento della Protezione civile, secondo cui "un robusto promontorio di matrice africana" continuera' a permanere sul bacino del Mediterraneo centrale e a interessare la penisola "sino alla prossima settimana". A lievitare, giorno dopo giorno, saranno soprattutto i valori massimi, "con afa prima al centro nord e poi al sud".

mercoledì 22 luglio 2009

"E' l'ora dei dissuasori". Vignetta senza parole!


Rotary: Passaggio della campana. Carnevale subentra ad Ainis

Si è tenuta a Lipari la cerimonia del passaggio della campana del Rotary CLub di Lipari -Arcipelago Eoliano tra Alberto Ainis ed Emanuele Carnevale (nella foto)
Il presdente uscente Ainis ha relazionato sul lavoro svolto durante il suo mandato riscuotendo calorosi applausi.
Successivamente ha consegnato il distintivo al nuovo socio Leone Mondello.
L'ing. Emanuele Carnevale, commosso, ha dedicato il suo anno di presidenza al padre, illustrando quello che sarà il programma per l'anno 2009/2010.
Presenti numerosi soci ed il Presidente del ROTARY CLUB MESSINA dott. Arcangelo Cordopatri , l'assessore provinciale Pio Amodeo , la signora Renate Rodriquez presidente del Soroptimist di Lipari, il sindaco di Lipari Mariano Bruno, il sindaco di Santa Marina Salina Massimo lo Schiavo e numerossimi ospiti.

Tirrenia, arriva il decalogo di Confitarma

(La Stampa.it) Considerato che sul futuro della Tirrenia si stanno concentrando specie in questi ultimi mesi pareri e voci a dir poco discordanti, Confitarma ha deciso di proporre al Governo la sua “rotta” alla soluzione del problema Tirrenia. Un decalogo.
1) DA PROBLEMA A OPPORTUNITA’ -Tirrenia deve cessare di essere un problema. Ciò può avvenire solo se l’azienda Tirrenia e il suo ruolo vengono calati nel sistema economico di riferimento e qualsiasi conseguenza, economica, sociale, lavorativa, viene valutata in un’ottica di mercato.
2) NESSUNA COMMISTIONE FRA SERVIZI SOCIALI E LIBERO MERCATO -Tirrenia è stata sino ad oggi una realtà disomogenea, caratterizzata da una commistione perversa fra servizio di interesse sociale, e linee che dovrebbero essere gestite in una pura ottica economica. E’ questo il nodo centrale da sciogliere.
3) IN SINTONIA CON L’EUROPA Occorre acquisire l’assenso comunitario in virtù del quale il processo di privatizzazione delle società del gruppo Tirrenia sarà valutato e assimilato a quello della liberalizzazione attraverso contratti di servizi. Il nostro Governo sta seguendo questa impostazione. In caso di riscontri positivi tutti i comportamenti dovranno seguire questa logica.
4) LO SCORPORO DELLE REGIONALI- Il primo passo non può che essere uno scorporo delle linee di interesse sociale (miranti in particolare a garantire alle comunità isolane la continuità territoriale) dalle linee non sovvenzionabili. Il passaggio del controllo delle Regionali marittime Toremar, Caremar, Saremar e Siremar, assume quindi i caratteri di urgenza.
5) ALLE REGIONI ALCUNE LINEE TIRRENIA- Nel passaggio di competenze dallo Stato alle Regioni dovrà essere valutato, per il caso Sardegna, anche lo shift delle linee della Tirrenia che non potranno mai garantire un ritorno economico. Linee che dovrebbero diventare di competenza delle Regioni che hanno interessi economici allargati (turismo, logistica, approvvigionamenti) a tenerle in vita.
6) PER LE TREMITI UNA SCELTA PUGLIESE- Un’analoga impostazione dovrebbe riguardare anche le linee “stagionali” esercitate dall’ex Adriatica, quali le linee con le Tremiti che potrebbero diventare oggetto di un’intesa ad hoc con la Regione Puglia.
7) LA REGIA DELLA PRIVATIZZAZIONE - Le Regioni dovrebbero gestire la cessione del capitale delle società regionali a uno o più operatori privati, individuati con procedure ad evidenza pubblica. Ciò eliminerebbe il rischio di possibili conflitti di interesse che potrebbero scaturire dall’accentramento di più ruoli in un unico decisore pubblico (regolatore e al tempo stesso azionista gestore).
8) RISPONDERE ALLA DOMANDA DI MOBILITA’- Per quanto riguarda il mercato di riferimento spetterà poi alle singole Regioni, titolari delle politiche sul trasporto pubblico locale, il compito di scegliere modalità e tempi anche di gare di appalto per la gestione del servizio sovvenzionato. Ciò nell’ottica di corrispondere appieno alle esigenze di mobilità delle popolazioni isolane e di quelle turistiche.
9) TIRRENIA ALLA PROVA MERCATO- Scorporata dalle Regionali marittime, Tirrenia dovrebbe cessare formalmente di essere un peso per lo Stato. L’alternativa: la privatizzazione con conseguenti idonee soluzioni occupazionali da assumere a livello governativo.
10) RISPETTARE LE SCADENZE- Le procedure di privatizzazione e liberalizzazione dei servizi dovranno essere definite entro la scadenza del 31 dicembre 2009 imposta dalle Autorità Comunitarie.
notizia del 22/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

Uno sforzo per la civiltà (di Salvatore Rijtano)

"Uno sforzo per la civiltà " di Salvatore Rijtano
Prendo spunto dalla domanda del direttore all’ultima pubblicazione dell’ormai ordinaria inciviltà, “chi deve rimuovere ………”.
Più volte anch’io ho evidenziato, testimoniandolo con foto, il modo assurdo ed inaccettabile con il quale ci si disfa delle proprie cose vecchie buttandole a mò di perenne 31 dicembre nei vicoli, sui marciapiedi nelle strade e ove più si trova la comodità di farlo.
Per giorni il materiale abbandonato (materessi, televisori, frigo, computers etc) rimane lì a pubblica vista e sdegno, poi all’improvviso scompare.
Ora a differenza del direttore mi chiedo, non chi deve rimuovere ma chi, anche se con ritardo, la rimuove e con quale mezzo viene rimossa. Se per la rimozione, com’è auspicabile, si utilizza il mezzo a ciò delegato per materiali ferrosi, pericolosi od altro, non sarebbe il caso di fissare un calendario magari settimanale e dare quindi modo agli incivili di non essere più tali?
Salvatore Rijtano
Giriamo il quesito al sempre attento rag. Mimmo Fonti, amministratore delegato dell'ATO ME 5 "Eolie per l'Ambiente". Amministratore al quale chiediamo (avendoci dato positivi riscontri nel passato) la rimozione dei reperti (Motorino idrico e "catusera") da via Montello e limitrofa via Umberto. Anticipatamente grazie

I dissuasori di via Marconi: ostacolo nell'emergenza anche vulcanica, blocco per i diversamente abili.. con aspetti di etica sociale e politica

Una dettagliata nota sui contestati e contestabili "dissuasori" della "via del Gattopardo" è stata inviata dai consiglieri comunali Giacomo Biviano, Rosario Centorrino, Nunziata D’Alia, Bartolo Lauria, Pietro Lo Cascio, Mario Paino, Adolfo Sabatini a S.E. il Prefetto di Messina, al Presidente della Provincia di Messina, al Direttore del Dipartimento Viabilità della Provincia di Messina, al Comando dei Vigili del Fuoco di Lipari, al Comando dei Vigili del Fuoco di Messina, all’Ufficio Protezione Civile della Provincia di Messina e p.c. al Difensore Civico del Comune di Lipari, al Direttore Generale A.S.L. 5 Messina, al Sindaco del Comune di Lipari, al Dirigente del IV Settore del Comune di Lipari. L' oggetto: chiusura al traffico veicolare e al transito dei diversamente abili mediante dissuasori privati nel raccordo via Marconi-strada provinciale 179 nel Comune di Lipari.
Negli ultimi sei anni, Lipari ha vissuto due momenti di reale allarme e di emergenza, entrambi legati all’attività vulcanica dello Stromboli e al fenomeno di onde marine di grosso impatto connesse alla stessa. Alla fine del 2003 e nel 2007, infatti, la cittadinanza è stata allertata (spesso con mezzi di fortuna e in pochi minuti) e invitata a raggiungere nel più breve tempo possibile le contrade più alte dell’isola, per sfuggire al pericolo rappresentato dall’arrivo dell’onda anomala. Ad oggi, fortunatamente, non si registrano danni gravi a persone o a cose, ma non si può escludere che ciò possa verificarsi nuovamente, e questo non per macabro gusto di catastrofismo, ma perché la probabile incidenza del fenomeno è ampiamente dimostrata in una vasta letteratura scientifica.
Gran parte dell’abitato di Lipari centro risulta racchiusa entro un perimetro definito da via Isabella Conti Eller Vainicher (già via Diana), comunemente detta appunto la “circonvallazione”. Questa ampia strada rotabile dà accesso alla S.P. 179 che collega Lipari a Pianoconte e alle contrade alte; oltre a questo accesso, lungo il percorso di via Conti si aprono soltanto tre svincoli trasversali che permetterebbero un più rapido accesso alla S.P. 179: uno è la strada per Contrada S. Margherita, la cui pendenza tuttavia sconsiglia di considerarla quale via di fuga praticabile in caso di emergenza; l’altro è rappresentato da Vallone Valle, la cui attuale conformazione consente esclusivamente il transito pedonale; l’ultimo è rappresentato da via Marconi, unica bretella transitabile con automezzi e che attraversa in direzione Est-Ovest buona parte dell’abitato, raccordando il corso principale dello stesso (via Vittorio Emanuele) direttamente alla S.P. 179.
Alla luce di queste considerazioni, appare evidente come via Marconi rappresenti l’UNICA bretella rotabile alternativa al tratto iniziale della S.P. 179 per accedere alle contrade alte di Pianoconte e Quattropani.
La sua recente chiusura mediante dissuasori disposta dal Comune di Lipari è in evidente contraddizione con la necessità di mantenere non solo la più ampia gamma possibile di vie di fuga, ma la minima opportuna dotazione delle stesse che un centro dove risiedono circa 6000 abitanti e che durante la stagione turistica registra numeri considerevolmente più alti dovrebbe garantire per la sicurezza in caso di emergenza.
Inoltre, via Marconi rappresenta l’unica alternativa al transito di autoambulanze e/o mezzi di pubblico soccorso tra Lipari e Pianoconte nel caso che si verifichi un impedimento temporaneo (traffico stradale, incidenti, ecc.) al normale transito tra via Conti e il tratto iniziale della S.P. 179. L’attuale chiusura costringe anche a una improbabile manovra di retromarcia l’eventuale mezzo di soccorso che dovesse recarsi all’interno della via Marconi, la cui carreggiata rende impossibile una inversione di marcia; tale eventualità non è assolutamente speculativa, considerando che sul tratto interessato si affacciano numerose abitazioni private e un albergo.
Ma il fatto diviene ancora meno comprensibile quando si apprende che l’iniziativa della chiusura è partita su richiesta avanzata da un imprenditore turistico, proprietario dello stesso albergo, con il quale il Comandante della Polizia Municipale ha concordato la collocazione dei dissuasori (vedi quanto affermato nel parere viabilità espresso dagli Ispettori capo Natoli e Palazzotto in data 10.06.09, n. prot. 1992/PM). Diviene poi allarmante quando si apprende che i lavori di collocazione (e, si desume, la stessa scelta dei dissuasori) sono stati eseguiti dallo stesso imprenditore, in luogo di un normale intervento eseguito da un Ente pubblico di competenza.
Il problema non è solo formale, ma sostanziale. Secondo l’ordinanza n. 64/09 emessa dal Dirigente del IV Settore del Comune di Lipari Russo, i dissuasori devono garantire il passaggio dei pedoni e dei diversamente abili. Tuttavia, e risulta evidente alla luce di una rapida verifica in loco, i dissuasori collocati NON permettono assolutamente il passaggio dei diversamente abili, categoria che comprende anche chi è costretto all’uso di carrozzelle, le cui dimensioni standard risultano maggiori di quelle dei varchi.
Riassumendo, la collocazione di dissuasori 1) viola la fondamentale esigenza di mantenimento di una via di fuga importante in un territorio che è stato interessato da due emergenze ad alto rischio durante gli ultimi sei anni, 2) viola le elementari esigenze di mantenimento di una bretella alternativa al transito di mezzi di soccorso, 3) viola l’esigenza di consentire il transito dei diversamente abili con l’ausilio di carrozzelle in una strada dove, prima dell’intervento, non esistevano barriere architettoniche.
Via Marconi risultava già interdetta al traffico dei motocicli, per ragioni di tutela della quiete dei residenti e dei villeggianti. Questo divieto poteva essere considerato di per sè sufficiente, ma il Dirigente del Comune di Lipari Russo ha ritenuto di avallare le richieste di un imprenditore che, al contempo, è anche esponente politico della maggioranza nella sua qualità di consigliere comunale. È, quanto meno, singolare osservare come le esigenze di tutela della quiete e di dissuasione del traffico veicolare nel territorio del Comune di Lipari siano ampiamente diffuse, ma che a eccezione dell’intervento di via Marconi (peraltro effettuato ad libitum da un privato) non si registrino altri interventi oltre la collocazione di “fioriere”.
Il problema che sottoponiamo alle SS.VV., chiedendo la Vs. opportuna valutazione e il Vs. intervento sulle incongruenze evidenziate, è pertanto prevalentemente di natura tecnica, ma investe anche aspetti relativi alla corretta gestione della viabilità e degli interventi connessi, nonché quello della sicurezza di una comunità esposta a rischi che, in questi anni, hanno giustificato il grande clamore dell’“emergenza vulcanica” delle Eolie. Investirebbe anche, per amor del vero, aspetti di etica sociale e politica, ma su questi ultimi preferiamo sottacere, essendo ormai avvezzi ad assistere all’uso della cosa pubblica a servizio di una ristretta compagine di fortunati beneficiari.
Con i dovuti ossequi
i consiglieri comunali
Giacomo Biviano
Rosario Centorrino
Nunziata D’Alia
Bartolo Lauria
Pietro Lo Cascio
Mario Paino
Adolfo Sabatini

Lipari: "Dissuasori" anche nella parte bassa della Via Marconi. Iniziativa supportata dal consigliere Famularo.

"Dissuasori" presto anche nella parte bassa della via Marconi (edificio suore-ingresso C.so Vitt. Emanuele), attraversata pericolosamente da motocicli in entrata o in uscita dalla via principale ? Dell'iniziativa si è fatto promotore il consigliere comunale Fabrizio Famularo che ha preso in carico anche la petizione, indirizzata al sindaco, firmata dai residenti e dagli esercenti attività turistiche insistenti in quell'area. Famularo si sarebbe detto disponibile, non avendo il comune i fondi necessari per procedere all'intervento, a donare i "dissuasori" avanzati dall'operazione effettuata limitrofamente alla sua struttura alberghiera.
Nela petizione, oltre a richiedere l'apposizione di "dissuasori o altro tipo di barriera, in modo da non permettere il passaggio dei mezzi a due ruote", viene evidenziato come in quella zona "negli anni si sono verificati diversi incidenti, anche gravi, sopratutto nel periodo estivo. Diventa necessario impedire il passaggio dei mezzi a due ruote, poichè è palese il rischio per la pubblica incolumità"

Lo sfogo e le constatazioni (di Rosaria Corda)

Ho appena appreso che il mio cane è stato trovato sbranato dai randagi tra Serra e Pirrera. GRAZIE a chi abbandona gli animali, ma un GRAZIE ancora più grande a coloro i quali, da BRAVI ANIMALISTI, ne impediscono la cattura.
A questi voglio dire: SIATE COERENTI FINO IN FONDO. PORTATEVELI TUTTI A CASA E SOPRATUTTO EVITATE ANCORA LACRIME E DOLORI A TANTI BAMBINI CHE PERDONO COSI L'AMICO PIU' CARO!
Rosaria Corda

Integrazione salariale..solo parole. Gli ex Pumex dichiarano lo stato di agitazione

(nota del direttore) Nella "telenovela degli ex Pumex" sembra di essere davanti alla famosa "tela di Penelope": da una parte c'è chi tesse dall'altra, incredibilmente, c'è chi scuce. Questa è la nostra impressione dopo l'ennesima (giusta) presa di posizione degli ex Pumex che, come si legge nel comunicato che segue, inviato anche al sindaco, al dirigente del IV settore e al presidente del consiglio comunale di Lipari, sono di nuovo costretti a dichiarare lo stato di agitazione per poter rivendicare il loro diritto ed incassare la somma dell'integrazione salariale già liquidata dalla Regione e che giace in banca in attesa di un gesto, non molto complesso a dire il vero, come la predisposizione di un atto che consenta alla banca di erogare la cifra.
Una cifra che seppur irrisoria, rispetto ai problemi che gli ex Pumex, hanno risolto e stanno risolvendo alla macchina del comune di Lipari, consentirebbe a molti di poter far fronte a qualche piccola scadenza.
COMUNICATO EX LAVORATORI DELLA POMICE.
Con la presente ed a seguito delle numerose promesse, mai mantenute, circa la veloce erogazione dell’integrazione salariale del I° semestre 2009, non ultimo l’incontro del 08.07.2009 con i dirigenti del II° Settore e del IV° Settore, nel quale si rassicuravano tutti gli ex lavoratori della pomice, gli stessi a quindici giorni dall’ultimo incontro, non avendo ancora percepito un solo centesimo, dichiarano lo stato di agitazione sino a quanto non percepiranno le “integrazioni” spettanti sino a Giugno 2009, già liquidate dalla Regione Siciliana.
Inoltre si fa presente che, anche in funzione della comunicazione degli ex lavoratori della pomice, del 18.12.2008 riportata al protocollo generale al n° 42504, dove tra l’altro si ribadiva la volontà di “vigilare – controllare – verificare su eventuali favoritismi e/o facili future assunzioni e/o incarichi diretti da parte dell’Amministrazione comunale e/o Società riconducibili alla stessa Amministrazione”, di comunicarci con cortese sollecitudine le presenze, comprese malattie e/o ferie con relative autorizzazioni e le attività svolte dai dipendenti ché non aderiscono allo stato di agitazione per le opportune considerazioni e le relative azioni legali da intraprendere in base alle normative vigenti.

Notizia del 22/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

Lipari: Creazione di una rete strutturata ed integrata di tutte le associazioni locali

COMUNICATO STAMPA
OGGETTO: Proposta creazione albo associazioni territoriali
La scrivente, dott.ssa Guendalina Catena, in qualità di referente e collaboratore esterno del Sindaco del Comune di Lipari relativamente alle problematiche giovanili, culturali, socio educative, associazionismo e politiche sociali
Ai sensi degli art. 56 e 57 dello Statuto del Comune di Lipari (Associazionismo e partecipazione)
Vista la necessità di creare una rete strutturata ed integrata di tutte le Associazioni presenti sul territorio
INVITA
Tutte le Associazioni presenti sul territorio all’incontro che si terrà venerdì 24 luglio 2009 alle ore 17,00 presso l’ufficio servizi sociali del Comune di Lipari (Palazzo CIPRA- via Maurolico) al fine di discutere circa la proposta di creazione di un albo delle Associazioni territoriali.
Lipari, 22/07/2009
(dott.ssa Guendalina Catena)

"Museo del cinema delle Eolie". Realtà più vicina che mai?

“Il museo del Cinema delle Eolie” presto una realtà. Un pubblico numeroso ed entusiasta ha salutato la proiezione del film documentario “Rossellini sotto il Vulcano” che ha inaugurato ieri sera la sesta edizione del Festival cinematografico “Eolie in Video”, promosso dal Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani, in collaborazione con il partner commerciale Mini Bmw Italia, che si concluderà il 25 Luglio.
Questa sera, invece, alle ore 19,30, è previsto l’importante incontro in cui verrà presentato il progetto de “Il Museo del Cinema delle Eolie”, che coinvolgerà il Principe Francesco Alliata, fondatore della Panaria Film e Osvaldo De Santis (Presidente Twentieth Century Fox Italia). La realizzazione del Museo, dedicato al Principe Alliata, che raccoglierà tutti i simboli della Panaria Film e della cinematografia eoliana sembra finalmente poter diventare una realtà più vicina che mai.
È stata individuata la sede nella Chiesa dell’Immacolata del Castello di Lipari, mentre il nome scelto, “Basilica della Cultura”(ricordiamo inoltre che l'assessore Sparacino ha parlato di una intitolazione al maestro Sinopoli) ben si addice a quello che vuole essere, un tempio della musica e del cinema, che – una volta realizzato – diventerà un catalizzatore di importanti eventi culturali.
A seguire, l’evento speciale con tema “L’emigrazione eoliana” e a conclusione della serata la proiezione del documentario “Alicudi” (19’) di M. Spaccini e poi la presentazione e proiezione dei 7 cortometraggi in gara – L'amore è un giogo, di Andrea Rovetta (14'); The Hallway, di Gaia Bonsignore (6'); Erytros, di Francesco Cannavà (15'); Il sindaco, di Gianluca Baldari (13'); La posta in gioco, di Francesco Satta (15'); Se ci dobbiamo andare andiamoci, di Vito Palmieri (15'); Esperandote, di Clara Salgado (11').

"Alle Eolie sulla scia di Ulisse". Domani presentazione del lbro di Clara Raimondi

strong>COMUNICATO STAMPA
di Rosita Rijtano*
PRESENTAZIONE DEL LIBRO “Alle Eolie sulla scia di Ulisse”
Giovedì 23 luglio 2009 alle ore 19 presso i giardini del Centro Studi di Lipari sarà presentato il libro “Alle Eolie sulla scia di Ulisse. I diari dei grandi viaggiatori del passato” di Clara Raimondi. Un’antologia che ha come filo conduttore il profondo legame per le isole Eolie, in cui sono raccolti i diari dei grandi viaggiatori che le hanno visitate dal 1700 fino ad oggi, mirabilmente illustrati con le immagini dei luoghi descritti.
La presentazione avrà luogo nell’ambito del festival cinematografico “Eolie in video”, sezione Cinema-Turismo-Letteratura, ed aprirà la XXVI edizione dei “pomeriggi culturali Eoliani” promossi dal centro studi di Lipari.
Con l’autrice interverranno: Lidia Ravera, nota scrittrice e giornalista italiana; Marco Berchi direttore della rivista Qui Touring, il periodico di turismo più diffuso in Italia; e Nino Genovese, storico del cinema.
Nel corso della serata sarà presentato anche il sito web http://eolie.sciadiulisse.it/, volto a costituire uno strumento di comunicazione complementare al libro e dedicato agli amanti delle Eolie nel mondo. Per l’occasione si terrà il primo meeting eoliano del gruppo di Facebook “Alle Eolie sulla scia di Ulisse”. La serata proseguirà con un aperitivo a base di prodotti tipici eoliani e la proiezione dei corti del festival cinematografico.
L’evento si ripeterà a Salina l’11 Agosto e a Stromboli il 16 agosto.
Tutti gli interessati sono invitati a partecipare.
* Addetto stampa “Pomeriggi culturali eoliani” del Centro Studi di Lipari

Lipari: Sopralluogo per tenenza dei carabinieri. Intensificati i controlli dell'Arma

(gazzetta del sud - Salvatore Sarpi) La costruzione di un edificio che ospiti una tenenza dei carabinieri a Lipari e che possa dignitosamente ospitare gli uomini dell'Arma in atto ristretti in una palazzina condominiale.
È stato questo l'oggetto dell'incontro che il sindaco di Lipari Mariano Bruno ha avuto con il generale di brigata, comandante della Regione Carabinieri Sicilia, Vincenzo Coppola. Entrambi hanno compiuto un sopraluogo nell'area di via Torrente Cappuccini messa a disposizione dall'amministrazione comunale per la realizzazione dell'importante presidio. Si tratta dell'area dove insiste il manufatto, mai completato e adesso altamente degradato, che doveva essere destinato ad asilo nido.
Intanto si intensificano sull'isola i controlli dell'Arma. Nell'ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dell'uso e spaccio di sostanze stupefacenti i carabinieri di Lipari, che stanno operando anche il prezioso supporto di unità cinofile, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per detenzione illecita di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, il 29 enne liparese Francesco Costa. I militari, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, hanno rinvenuto una busta contenente circa 100 grammi di hashish, un bilancino di precisione ed un coltello da cucina utilizzato per tagliare la sostanza stupefacente. Il materiale è stato posto sotto sequestro mentre Costa, come disposto dall'Autorità Giudiziaria, è stato tradotto presso il carcere di Messina Gazzi in attesa dell'interrogatorio di garanzia. I carabinieri di Lipari, inoltre, sempre nel contesto di tale servizio hanno segnalato una decina di giovani al Prefetto.
Gli uomini dell'Arma, inoltre, hanno intensificato anche i controlli in mare. In particolare sono espletate operazioni di polizia di frontiera a bordo di unità da diporto battente bandiera di Stati esteri.

Al Centro Studi di Lipari arriva Taviani. Inaugurata la mostra "La Guerra dei Vulcani"

Al Centro Studi cominciano ad arrivare ospiti e personaggi illustri del mondo del cinema e della cultura, come il regista Vittorio Taviani(nella foto con Paino e Saltalamacchia), che ieri mattina si è intrattenuto nella sede di via Maurolico per ammirare materiale bibliografico sull’arcipelago Eoliano.
Ieri sera alle 19 e 30 è stata inaugurata la mostra “La Guerra dei Vulcani”, che raccoglie alcune immagini del set sull’isola eoliana durante le riprese del film “Vulcano” del 1949 e ritagli di articoli di giornali del tempo.
Subito dopo omaggio al regista Roberto Rossellini con la proiezione del film-documentario “Rossellini Sotto il Vulcano” (1988), di Nino Bizzarri.
Oggi, mercoledì 22 si entrerà nel vivo del festival con la presentazione e proiezione dei 7 cortometraggi e dei 5 documentari in gara – per la sezione documentari: L'isola, di Ernesto Scevoli (15'); I love Benidorm, di Gaetano Crivaro e Mario Romanazzi (28'); La statua della Rambla, di Eriberto e Lorenzo Muscoso (10'); La porta della bellezza, di Antonella Gurrieri e Orazio Cristaldi (20'); Libro di famiglia, di Alberto Bougleux (20'). Per la sezione fiction: L'amore è un giogo, di Andrea Rovetta (14'); The Hallway, di Gaia Bonsignore (6'); Erytros, di Francesco Cannavà (15'); Il sindaco, di Gianluca Baldari (13'); La posta in gioco, di Francesco Satta (15'); Se ci dobbiamo andare andiamoci, di Vito Palmieri (15'); Esperandote, di Clara Salgado (11') – che proseguirà anche nelle serate di giovedì 23 e venerdì 24 luglio.
Tutta l’edizione ruota intorno ai 60 anni della “Guerra dei Vulcani”, ed in particolare oggi segnaliamo, alle ore 19 e 30, l’incontro in cui verrà presentato il progetto de “Il Museo del Cinema delle Eolie”, un evento che coinvolgerà il Principe Francesco Alliata, fondatore della Panaria Film e Osvaldo De Santis (Presidente Twentieth Century Fox Italia), a seguire, l’evento speciale con tema “L’emigrazione eoliana” e a conclusione della serata la proiezione del documentario “Alicudi” di M. Spaccini.
Notizia del 22/07/09 a cura di Marilena Cusumano

martedì 21 luglio 2009

Brevi

Ars approva legge su aiuti alle imprese - L'Assemblea regionale ha approvato in via definitiva, con 50 voti favorevoli e 16 astensioni del Pd, la legge sugli aiuti alle imprese. Il provvedimento sblocca i bandi per i POR 2007-2013 e consente la spesa di circa 15 miliardi di euro. Nel contesto del dibattito l'Assemblea ha anche approvato diversi ordini del giorno, uno dei quali invita il presidente del Parlamento siciliano a prorogare di un anno il termine per la conclusione dei lavori della commissione speciale per la revisione e l'attuazione dello Statuto. Il voto favorevole alla legge per il sostegno alle imprese è stato illustrato da Francesco Musotto del Mpa, Raimondo Maira dell'Udc, Antonino D'Asero del Pdl e dal presidente della commissione finanze Riccardo Savona anch'egli dell'Udc

"Che strane le dichiarazioni dell'assessore Strano". Comunicato stampa del consigliere comunale Pietro Lo Cascio dopo le dichiarazioni rilasciate dal neo assessore regionale ai Trasporti a proposito degli "arcipelaghi della Sicilia". Per leggere il testo integrale della nota di Lo Cascio cliccare sul seguente link in rosso Eolie News 2

Sabatini, due richieste al sindaco per rilascio atti- di Due richieste di rilascio atti sono state presentate dal consigliere Adolfo Sabatini(Nuovo giorni) al sindaco del Comune di Lipari dott. Mariano Bruno.
Ha richiesto "copia della nota sui trasporti marittimi inviata dalla S.S. al Presidente del Consiglio dei Ministri ed a tutte le altre Autorità, con la preghiera che sia evidente nella copia la data di invio ed i relativi numeri di protocollo" e " copia, se redatto, del piano di utilizzo aree portuali.

TRASPORTI: STRANO, “INCONTRERO' MATTEOLI SU STATO COLLEGAMENTI SICILIA”- “Sono sicuro dell'attenzione che il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, ha riservato nei suoi atti, anche in finanziaria, nei confronti della Sicilia, pur in presenza di una crisi economica internazionale e con la necessità di risparmi, e per questo lo incontrerò prestissimo”.
Lo ha detto l'assessore regionale ai Trasporti, Nino Strano, commentando l'esito dell'incontro tra il ministro e il sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca.
“Che però le Ferrovie siano disattente nei confronti della Sicilia - ha aggiunto Strano -
specialmente nell'utilizzo di mezzi inadeguati e poco igienici è fatto notorio, così come certi ritardi dell'Anas, nel passato, nei confronti della nostra isola sono sotto gli occhi di tutti”.
“In questo stesso incontro – ha concluso l'assessore – sarà mia volontà coinvolgere anche il presidente dell'Enac Vito Riggio, con particolare riferimento agli scali aereoportuali destinatari di finanziamenti, come Comiso e quelli degli arcipelaghi della Sicilia”.
Notizie del 21/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

Istituenda area marina protetta delle Eolie. Sopraluoghi e controlli dei sommozzatori della Guardia Costiera

Una serie di immersioni saranno effettuate in quella che dovrebbe essere l'area marina protetta delle Eolie dai subacquei della Guardia Costiera appartenenti al terzo nucleo operativo di Messina. I sommozzatori, che opereranno con il supporto degli uomini del Circomare-Guardia Costiera di Lipari, si immergeranno nei fondali eoliani per circa una settimana al fine di verificare le condizioni del sito sia dal punto di vista della flora che della fauna marina.

La foto-video denuncia. Quel degrado a due passi dal centro di Lipari

Storie di ordinario degrado a Lipari nei pressi del centro storico. Nel vico Montello, che si affaccia sulla via Umberto I°, tristemente famoso per essere l'orinatoio pubblico estivo, ci hanno segnalato la presenza(da oltre un mese) di un motorino per il sollevamento dell'acqua, contenuto all'interno di uno scatolo, e di vecchi mattoni. L'esposizione si completa sul marciapiede della Umberto I° con quel che resta di una "catusera"(la parte terminale di una grondaia).
Cittadini incivili sicuramente, ma chi deve rimuovere le "vestigia"?

TURISMO: STRANO, “NON PIU' ISOLE MINORI, MA ARCIPELAGHI DELLA SICILIA”

“Vogliamo valorizzare quelle che devono divenire una grande risorsa per la nostra Regione, e questo già a cominciare dal nome: non esisteranno più infatti 'le isole minori', ma gli arcipelaghi della Sicilia”
Lo ha detto l'assessore regionale al Turismo, Sport, Trasporti e Comunicazioni Nino Strano, che ha incontrato oggi i responsabili dei servizi del dipartimento Turismo e il dirigente generale Marco Salerno.
Domani vedrà invece il dirigente del dipartimento Trasporti Giovanni Lo Bue, impegnato oggi a Roma in una riunione con il ministro delle Infrastrutture Matteoli sui collegamenti nello Stretto.
“Una particolare attenzione – ha aggiunto Strano - intendiamo rivolgere al settore dei trasporti, sia maritttimi, che viari, come ferroviari, perchè incidono fortemente sullo sviluppo economico e la competitività della nostra Regione”.
Notizia del 21/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

Tirrenia: Confitarma, dividere servizi pubblici e di mercato

Tirrenia e' stata finora "caratterizzata da una commistione perversa fra servizio di interesse sociale, e linee che dovrebbero essere gestite in una pura ottica economica. E' questo il nodo centrale da sciogliere" secondo Confitarma, che rivolge al Governo alcune proposte per il futuro della compagnia di navigazione.
In particolare, la confederazione degli armatori sottolinea l'esigenza di "acquisire l'assenso comunitario in virtu' del quale il processo di privatizzazione delle societa' del gruppo Tirrenia sara' assimilato a quello della liberalizzazione attraverso contratti di servizi". Il primo passo da seguire, secondo Confitarma, dovra' essere "lo scorporo delle linee di interesse sociale da quelle non sovvenzionabili. Il passaggio del controllo delle Regionali marittime Toremar, Caremar, Saremar e Siremar assume quindi i caratteri di urgenza. Nel passaggio di competenze dallo Stato alle Regioni dovra' essere valutato, per il caso Sardegna, anche lo shift delle linee Tirrenia che non potranno mai garantire un ritorno economico". Le linee stagionali esercitate dall'ex Adriatica come quelle con le Tremiti "potrebbero diventare oggetto di un'intesa ad hoc con la Regione Puglia".
Quanto al processo di privatizzazione, secondo Confitarma "le Regioni dovrebbero gestire la cessione del capitale delle societa' regionali ai privati, individuati con procedure ad evidenza pubblica". Infine, gli armatori sottolineano che "le procedure di privatizzazione e liberalizzazione dei servizi dovranno essere definite entro la scadenza del 31 dicembre 2009 imposta dalle autorita' comunitarie".
Notizia del 21/07/09 a cura di Salvatore Sarpi

Lipari: Inaugurazione della mostra "La guerra dei Vulcani" ed omaggio a Rossellini. Oggi nei giardini del Centro Studi

Prende il via questa sera, nei Giardini del Centro Studi di Lipari alle 19 e 30, la sesta edizione di "Eolie in video".
Sarà anche inaugurata la mostra “La guerra dei Vulcani”.
Alle 20,30 verrà reso omaggio al regista Roberto Rossellini con la proiezione del film-documentario “Sotto il Vulcano” (1988), di Nino Bizzarri.

Lipari: Foto dei festeggiamenti in onore di Santa Margherita, nell'omonima contrada

Pubblichiamo alcune foto inviateci da Emanuela Restuccia e scattate in occasione della Festa di Santa Margherita, celebrata ieri nella piccola contrada di Lipari.
"La Santa- come sottolinea Emanuela Restuccia- non era più festeggiata da circa 30 anni . Un grazie va a Fiorella Restuccia, nativa della contrada, che ha coinvolto la comunità del luogo e si è attivata per la realizzazione dell'evento".

Eolie: Continuano ad arrivare i vip

Arrivano i vip alle Eolie. Parecchi si fermano a visitare le sette sorelle, altri "scendono" da imbarcazioni di lusso solo per pranzare o fare shopping. Si spera che fine luglio e agosto siano per le Eolie l'ancora di salvezza di una stagione altrimenti in rosso.
È arrivata, nel fine settimana, splendida come sempre, a Porto Pignataro, a bordo di un potente off shore. Barbara D'Urso che quest'anno ha deciso di godersi le Eolie fino in fondo: da ieri è a Salina, poi, secondo i rumors, andrà a Stromboli e nel prossimo week end sarà nuovamente nella "capitale" delle Eolie. Con lei, il fidanzato, l'impreditore ligure, quarantenne (undici in meno di lei ma l'età non conta), Pierpaolo Pizzimbone. L'affiatamento, di certo, tra i due non manca. E si vede. Ormai sono usciti definitivamente allo scoperto tanto che appassionatamente abbracciati si sono goduti, nei pressi del porto degli aliscafi, i fuochi d'artificio sparati da Marina lunga per la festa in onore di Maria SS. di Portosalvo. E' vero amore, insomma. E lei Barbara non lesina sorrisi per nessuno come in occasione dei tanti autografi firmati. Una vera star, insomma.
A proposito: c'è chi sta per diventarlo a tutti gli effetti. È una ragazza ucraina cresciuta a Lipari dove vivono e lavorano i genitori. Presto la conosceranno ovunque. Si tratta della modella Viktoriya Romashko. Qualche comparsata invernale da prezzemolina nelle trasmissioni tv e dei servizi fotografici che hanno mostrato le sue grazie, le sono valsi un volo per Santa Monica.
Tra qualche giorno sbarcherà a Lipari per salutare i genitori. Dopo, ad Agosto volerà, infatti, in America per interpretare un ruolo nella nuova serie di "Baywatch" , accanto a Pamela Anderson, sulle spiagge di Santa Monica.
Vita da nababbi, infine, nei pontili galleggianti. Ieri è arrivato il superyacht Givì. Si tratta dell'ultimo nato dai cantieri Crn e si può navigare – andata e ritorno – sull'Atlantico. Mentre ci si rilassa nella grande Spa.
Sempre ieri si è ormeggiato sotto il castello di Lipari lo yacht di Massimo Moratti. Il presidente dell'Inter con un tender ha fatto una capatina a Marina Corta.