Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 4 maggio 2013

ADRANO: SEGNALETICA TURISTICA IN TRE LINGUE: UNA È IL SICILIANO

Segnaletiche turistiche dei monumenti in inglese, italiano e siciliano. Succede ad Adrano, nel catanese, dove il Comune ha deciso di segnalare i propri monumenti anche in lingua madre. La segnaletica turistica è stata finanziata con 80mila euro provenienti da fondi europei.
Da ieri Palazzo Bianchi con le nuove indicazioni è diventato anche “Bianchi Palace” ma anche “Palazzo di li Janchi”altro cartello indica “La chiesa di San Petru”, la chiesa di Santa Maria del Rosario che, ovviamente, diventa “Chiesa di Beddamatri di lu Rusariu”, la fontana dell’Immacolata “Funtana di la Mmaculata”, il teatro Bellini“Tiàtru Bellini”.

Milazzo: 4 persone, tra cui due donne, arrestate dai carabinieri dopo un tentativo di furto in abitazione.

COMUNICATO STAMPA
Nella tarda mattinata i oggi, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo, impegnati nell’attività di prevenzione e repressione dei reati di tipo predatorio, hanno arrestato 4 persone poiché ritenute responsabili, in concorso, di tentato furto aggravato.
In particolare, questa mattina, i militari componenti l’equipaggio di una gazzella  dell’Aliquota Radiomobile del NORM della Compagnia di Milazzo mentre effettuavano un servizio di controllo del territorio, nel transitare nei pressi di alcune abitazioni di edilizia popolare, hanno notato degli strani movimenti nei pressi di un’abitazione da parte di alcuni individui.
Insospettiti dall’atteggiamento guardingo dei prevenuti, i Carabinieri hanno deciso di effettuare un controllo procedendo all’identificazione di IRATO Francesco, nato a Milazzo (ME), cl. 1985, SALMERI Rosa, nata a Milazzo (ME), cl. 1994, IANNELLO Santina,  nata a Barcellona Pozzo di Gotto (ME), cl. 1989, e di FOTI Andrea, nato a Milazzo (ME), cl. 1987.
Nella circostanza, all’esito degli accertamenti effettuati presso l’abitazione dove i quattro individui erano stati notati dai Carabinieri, è emerso che i prevenuti, dopo essersi introdotti all’interno dell’abitazione popolare, al momento disabitata, ma regolarmente assegnata, stavano tentando di asportarne vari preziosi, nonché suppellettili e vari mobili.
Al termine degli accertamenti, essendo emerse a carico dei citati IRATO Francesco, SALMERI Rosa, IANNELLO Santina, e di FOTI Andrea, elementi di responsabilità penale in relazione al reato di tentato furto aggravato, gli stessi sono stati accompagnati in Caserma.
Al termine delle formalità di rito, su disposizione del Magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, prontamente informato dai Carabinieri circa le attività svolte, i quattro prevenuti sono stati condotti preso le rispettive abitazioni per ivi permanere in regime degli arresti domiciliari, in attesa di essere giudicati con rito direttissimo.

Sugnu precariu! di Giovanni Giardina


                                  Ammatuli  ca t’addanni e ti lamienti,
                                         unni va, va,‘un si capu’ cchiù nenti,
                                         oggi su  tutta genti  prevenùta,
                                         a vogghia chi jetti u sangu, nuddu t’ascùta.
                                     
                                         Finieru i tiempi quannu Betta filàva,
                                         t’annu c’era fami e  si travagghiàva,                                        
                                         sulu ca schina,i vrazza e i caddi e mani
                                         purtavi a casa un ticchiscieddu i  pani.
                                        
                                         Prima di tuttu c’era professioni
                                         e  poi tanta tanta  educazioni,
                                         bastàva sulu  ca  rapìvi a vucca
                                         ca subbitu  eri sirvutu,‘nta na botta !   

                                         Eppuru oggi aviti un saccu di strumenti
                                         o ‘un’i sapìti usàri ,o ‘un capìti  nenti,
                                         a matina, ancora prima d’accuminzàri
                                         Botta di sangu!  Vi sientu  runguliàri !!

                                         Pigghiamu per esempiu l’ impiegàtu,
                                         ca si presenta cumu un  vummicàtu,
                                         stasci assitttàtu e ’un si smovi u culu,
                                         ca mi vinissi n’impitu di sbattillu o muru .

                                         Ohhh! Ora basta !....ora mi siddiaiu !
                                         Si ora u na finisci… …mi nni vaiu !
                                         Tu ti lamienti e vua  i raggiuni tua,
                                         e invesci, ognunu  sapi…i caddi sua .
                                         Oggi ‘un si tratta cchiù di educazioni:
                                         e  mancu di strumenti o  professioni,
                                         si iò mi truovu cca , sugnu  pi sbagghiu,
                                         pirchì  ‘nta stu paisi, ‘un c’è travagghiu .
                                         
                                         Finù u concorsu, finù  u puostu  fissu ,
                                         iò appartiegnu  a dda categoria di fissa,
                                         ormai ‘un’ ci nn’è cchiù  sistemazioni,
                                         e a fini,’un pigghiu cchiù mancu a  pinsioni !
                                           
                                         Forsi  tu, ancòra ‘un l’ha capùtu,
                                         Sugnu precariu  e sugnu rassignàtu.
                                                  
                                                  Sicunnu ti…. iò c’avissi a fari ?
                                         A quarant’anni, puozzu  cchiù spiràri ?
                                         Fazzu  cumu  fannu tutti ’nta stu  paisi…
                                         aspiettu u stipendiu, quannu arriva u misi !


Navi da crociera in arrivo a Lipari a maggio 2013


Muscara': "Per le sabbie nere il sindaco mi ha informato di essere al lavoro"

Riceviamo da Giuseppe Muscarà del gruppo fb "Salviamo le spiagge nere di Vulcano" e pubblichiamo:
Il gentilissimo sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, in data odierna da me contattato, mi ha informato in merito al problema Spiagge Nere di Vulcano. L’Amministrazione Comunale sta facendo tutti gli sforzi necessari per affrontare la stagione Turistica al meglio. A breve inizieranno i lavori di “pettinamento” di tutto l’arenile con interventi di ripascimento nelle parti che stanno soffrendo l’erosione del mare.Nella stessa telefonata intercorsa, mi ha comunicato che si terrà un evento Sportivo Internazionale, nell’ultima settimana di Giugno, di “Beach Volley” che sarà seguita anche da uno dei canali Sky e questa è sicuramente una bellissima notizia per Vulcano.
Lo stesso mi ha rassicurato che per i lavori di messa in sicurezza per la spiaggia andranno avanti con il progetto che allora nel 2002 si “arenò” alla Provincia Regionale di Messina, e alla Regione Sicilia.
Lo stesso progetto dovrà essere ripreso e rielaborato, ci stanno già lavorando con l’Ing. Pelle che allora lo progettò, sperando che questa volta l’Assessorato al Territorio & Ambiente della Regione Sicilia lo prenda in carico e lo porti avanti definitivamente con il finanziamento opportuno.
I tempi, è normale che non saranno brevi, ma Vi posso assicurare che l’amministrazione Comunale ed il Sindaco di Lipari hanno in agenda al primo posto per la problematica la massima attenzione. Lunedì' mattina telefonerò personalmente all'assessore Mariella Lo Bello (Territorio e Ambiente) a Palermo al numero che mi ha comunicato l'Assessore al Turismo Stancheris per altre informazioni in merito e mettendo anche noi pressioni allo stesso. 
Grazie saluti a tutti.
Giuseppe Muscarà

Genovese (PD) messo in minoranza durante la riunione direzione provinciale

Francantonio Genovese, deputato nazionale del Partito Democratico e leader dei democratici messinesi, è stato messo in minoranza durante la riunione della Direzione provinciale dei democratici, svoltasi questa mattina al Cristo Re, a Messina. Una direzione dura, dove non sono mancati momenti di tensione con toni molto accesi.
Nei giorni scorsi, l’area Renzi ha contestato duramente le scelte politiche, legate alla composizione delle liste, soprattutto sui presidenti di quartiere, e sull’inserimento dei tanti ex pidiellini nella lista “Felice per Messina”, una lista a sostegno del candidato sindaco del centrosinistra Felice Calabrò. I renziani non sono stati i soli a schierarsi contro il leader dei democratici della città dello Stretto. La presidente Angela Bottari, l’ex segretario cittadino Giuseppe Grioli, bersaniano, Pippo Molonia, componente dell’Assemblea Nazionale del Pd, hanno contestato duramente il metodo Genovese.
“Genovese era imbambolato – attacca Alessandro Russo, esponente renziano e presidente uscente del V quartiere, a BlogSicilia – Non si aspetteva tutti questi attacchi. E’ stato messo in minoranza. Tutti hanno convenuto che bisogna dare spazio al principio secondo cui i presidenti di quartiere uscenti del Pd debbano essere riconfermati perchè bisogna dare un segnale di apertura a figure che sono riconoscibili sul territorio”.
La Direzione ha votato all’unanimità come coordinatore della campagna elettorale, l’ex presidente del comitato delle primarie, Patrizio Marino, il quale sarà affiancato da un comitato che deve costituirsi entro lunedì. “Il comitato – spiega Russo – avrà il compito di riconfermare i presidenti di quartiere uscenti del Pd e deve rimettere mano al metodo con cui sono state composte le liste per il consiglio comunale. Non è possibile che ci sia una lista piena zeppa di ex pidiellini”.
Genovese ha provato a sostenere la necessità di fare un passo indietro per  tenere unita la coalizione. “Passo indietro? Unire la colizione e il Pd è spaccato. Qual è il senso? – attacca l’esponente renziano. Insomma è sul metodo che i “ribelli” del Pd contestano Genovese. “Tutto deciso dal duo Genovese-D’Alia – attacca Russo – e questo è inaccettabile, bisogna rimettere mano immediatamente alle liste. Oggi Genovese ha preso una brutta botta”.

AGENDA D’ALIA: COMUNI DA ACCORPARE, PROVINCE DA “DIMAGRIRE”. SECONDO IL RAPPORTO UIL RISPARMI PER OLTRE 4 MILIARDI

Se si accorpassero gli oltre 7.400 Comuni al di sotto dei 15 mila abitanti, il risparmio ammonterebbe a circa 3,2 miliardi di euro. Se le Province si limitassero a spendere risorse esclusivamente per i propri compiti attribuiti dalla Legge, il risparmio sarebbe di1,2 miliardi di euro annui. Senza entrare nel merito della “spending review”, quindi al di fuori della revisione circoscrizionale contenuta nel decreto.
Sono solo alcune delle osservazioni contenute nel  secondo rapporto Uil sui costi della politica presentato in luglio dello scorso anno e rimasto, in larga parte, inascoltato. Toccherà al neo ministro della Pubblica amministrazione, il messinese Gianpiero D’Alia, mettere mano alla complessa materia.
L’analisi del sindacato è molto precisa: gli Organi di Regioni, Province e Comuni (funzionamento Giunte e Consigli) costano 3,3 miliardi di euro (108 euro medi per contribuente).
Nel 2012 il solo costo stimato per il funzionamento dei Consigli e Giunte Regionali è di circa 1,1 miliardi di euro, in diminuzione dell‟1,6% rispetto al 2011. Per le Province il costo per il funzionamento dei rispettivi Consigli e Giunte ammonta a 434 milioni di euro (meno 1,1% rispetto all‟anno precedente).
Comuni, comprese le Comunità Montane e le Unioni dei Comuni, nel 2011 (vale lo stesso discorso delle Province) sono costati di oltre 1,7 miliardi di euro (in aumento dello 0,7%) per il funzionamento delle Giunte e Consigli.
La Uil quantifica in almeno 7,1 miliardi di euro, approntando una riforma per ammodernare e rendere più efficiente il nostro sistema istituzionale.
L’Unione Province Italiane, tra l’altro, ha riconosciuto che si possono diminuire le spese senza provocare terremoti. Infatti, segnala l’Uil, è iniziata una cura dimagrante che ha portato il livello della loro spesa dai 14,1 miliardi di euro del 2008 agli 11,6 miliardi di euro del 2011.

Movimento 5stelle Lipari: Ecco la convenzione ministeriale sull'affidamento dei trasporti alla CDI.

Rispondiamo alla richiesta del consigliere comunale Gesuele Fonti espressa durante l'ultima seduta del Consiglio Comunale che aveva per oggetto i trasporti marittimi.
Egli infatti, resosi conto, chiacchierando con noi, del fatto che eravamo in possesso della convenzione ministeriale relativa all'affidamento dei trasporti marittimi alla CDI, e posto che evidentemente la stessa non era ancora nella piena disponibilità dell'ente e dunque dei consiglieri, ci ha chiesto, durante un suo intervento in consiglio comunale, di poterla avere.
Il Movimento 5 Stelle Lipari, ritenendo che la lettura e lo studio della suddetta convenzione da parte degli amministratori sia fondamentale per poter produrre osservazioni e proposte pertinenti, e allo stesso tempo che sia un diritto di ogni cittadino che usufruisce dei servizi di trasporto marittimo poterla visionare, ha deciso di mettere a disposizione di tutti questa “famosa” convenzione ( stupisce infatti la difficoltà che si incontra per averla nonostante si tratti di un atto pubblico ) . 
Ci teniamo a ringraziare il nostro portavoce alla Camera Alessio Villarosa, che in sole 24 ore dalla nostra richiesta ci ha inviato via e-mail i documenti.
Da qualche mese ci stiamo dedicando allo studio della convenzione e degli altri contratti in essere relativi ai trasporti marittimi, organizzando i nostri spunti e le nostre considerazioni in una relazione che periodicamente aggiorniamo, che abbiamo inviato ai nostri portavoce all’ARS,  e che desideriamo rendere disponibile, unitamente alla convenzione, di modo che ognuno possa eventualmente contribuire facendoci pervenire i propri suggerimenti, ma anche perchè riteniamo che i nostri amministratori troveranno forse in essa alcune delle risposte alle domande che hanno posto nel documento sottoscritto dal Consiglio Comunale.
Merita un’attenta lettura secondo noi l’”allegato E” ( parte integrante della convenzione ), vale a dire la “Carta dei Servizi”, che si occupa degli standard qualitativi del servizio e dei diritti/doveri degli utenti finali.
Di seguito trovate il link per il download diretto dei documenti di cui sopra, ricordiamo che chi volesse aiutarci, segnalarci errori o proporre soluzioni, può farlo contattandoci a questo indirizzo email : lipari5stelle@gmail.com
I link per scaricare/visualizzare i documenti li trovate qui: http://www.lipari5stelle.it/?p=348
Saluti in MoVimento

Judo. Eoliani ad Alcamo

Sono in partenza per Alcamo i giovanissimi atleti dello Sporting  Club judo Lipari (Classe Ragazzi) che parteciperanno alla seconda gara del "Criterium giovanissimi", gara a circuito dedicata ai preagonisti. 
Parteciperanno alla gara: Andrea De Salvo (kg 40) e Ugo Olivieri (kg 36).  Purtroppo Enya Livoti,  che avrebbe voluto partecipare, è in preparazione per la Prima Comunione e ha dovuto rinunciare con molto dispiacere a questa gara anche se ha già buon punteggio.
Domani  mattina saranno sul tatami  gli agonisti che parteciperanno al  quarto Torneo di judo " Città  di Alcamo ". Gli atleti partecipanti sono Francesca Russo (kg +70) e Arianna Pongolini  (kg 44) 

Il quadaro nella chiesa di Lami. I ringraziamenti del parroco

IL PARROCO DI LAMI RINGRAZIA TUTTI COLORO CHE, ACCOGLIENDO L'INVITO,IL PRIMO MAGGIO, IN LETIZIA, HANNO FESTEGGIATO SAN GIUSEPPE LAVORATORE NEL SAGRATO DELLA CHIESA.
UN RINGRAZIAMENTO PARTICOLARE A COLORO CHE HANNO ORGANIZZATO E PREPARATO LA BELLA TRADIZIONE. 

DON GINO PROFILIO

Nave del CNR monitorerà ambiente marino nelle Eolie

Il Circomare Lipari rende noto, emettendo apposita ordinanza, che dal 6 al 15 maggio la nave oceanografica "Dalla Porta" per conto del CNR effettuerà alle Eolie una campagna denominata "Mare 2013" , finalizzata al monitoraggio dell'ambiente marino attraverso specifici biomarker biologici e istologici.Con ordinanza n° 28/2013 il comandante del Circomare Lipari, Cosimo Bonaccorso ha, tra l'altro. disposto che, durante i giorni della campagna, le navi e i natanti di qualsiasi tipo dovranno mantenersi ad una distanza di sicurezza non inferiore alle 0,2 miglia dalla nave " Dalla Porta" , ed in ogni caso evitare di intralciarne la rotta. 

1° Maggio 2013 alle Eolie. Tra navi da Crociera e Quadaro. Foto Sarpi, Centorrino, Corda, Di Losa, Iacullo

Cliccando sul link sottostante potrete visionare  l'album relativo al 1° maggio 2013 alle Eolie. 
Le foto sono di:  Foto Sarpi, Centorrino, Corda, Di Losa, Iacullo

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10201142027894492.1073741835.1283460370&type=3

Come eravamo


LETTA AL COMPLETO, 7 SICILIANI NELLA SQUADRA DI GOVERNO


La Sicilia è adeguatamente rappresentata nel nuovo governo Letta? Con la nomina di quattro sottosegretari – Vicari, Beretta, Miccichè e Castiglione – ammontano a sette i membri siciliani del governo, giacché il Gabinetto annovera tre ministri isolani (Alfano, D’Alia e Trigilia). Non è un record, in  passato è andata meglio nei governi Berlusconi, ma il feeling fra Roma e Palermo è stato sempre molto modesto. Quindi non è una questioone di numeri, ma di qualità delle scelte di governo e di efficacia della rappresentanza governativa. Angelino Alfano, agli Interni, ricopre anche la carica di vice Presidente del Consiglio, un ruolo che potrebbe regalargli una gestione più attenta che in passato della questione meridionale.
L’assenza della Lega Nord potrebbe favorire un approccio più attento, sulla carta. Il Viminale, tuttavia, opera in un settore-chiave per l’Isola, la sicurezza, quindi la lotta al crimine (organizzato e non), che è stato una delle palle al piede per lo sviluppo dell’Isola.
A Gianpiero D’Alia è stata affidata la pubblica amministrazione, un settore che consente al ministro di valorizzare la primogenitura isolana nell’abolizione delle province.
Se il Pdl e l’Udc (Scelta civica) hanno piazzato un ministro ciascuno, il Pd siciliano può contare sul sociologo Trigilia, che politicamente non è siciliano, e sul sottosegretario Beretta, catanese, figlio dell’ex vice sindaco nella giunta Bianco degli anni Novanta.
I democratici isolani vivono, ormai da lungo tempo, una stagione difficile. I risultati elettorali non sono esasltanti, il ruolo in campo nazionale assai modesto, le rivalità accese e, talvolta, laceranti. Una crisi dentro la crisi del partito.

Partylandia augura Buon Compleanno a Salvatore Pio Greco

Lo staff di Partylandia augura un felice 18° compleanno a 
Salvatore Pio Greco

venerdì 3 maggio 2013

Auguri da Partylandia per il suo compleanno a Guido Mazzocca

Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno a 
Guido Mazzocca che oggi compie 29 anni

BANDO CONCORSO FOTOGRAFICO 2013: Fotografa le Eolie- Il privilegio di vivere in un ambiente naturale tanto importante


Regolamento di partecipazione

·        Fotografa le Eolie. Il privilegio di vivere in un ambiente naturale tanto importante  è un concorso di fotografia a tematica sociale promosso dal Centro Studi e Ricerche di Storia  e Problemi Eoliani, rivolto ai giovani dai 15 ai 30 anni.
La partecipazione al concorso è gratuita e non ha alcuna finalità commerciale.

·        TEMA
Il tema della prima edizione è “La tutela dell’ambiente e il recupero della  storia e delle tradizioni delle Isole Eolie”.

·        OBIETTIVI
Fotografa le Eolie. Il privilegio di vivere in un ambiente naturale tanto importante è finalizzato a spronare i giovani all’espressione artistica e creativa con qualsiasi mezzo e tecnica, oltre ad essere un modo innovativo per avvicinarli alla fotografia e all’arte.
Il concorso, inoltre, tende alla partecipazione attiva dei giovani, alla riflessione su tematiche sociali, alla conoscenza delle tecniche fotografiche, alla socializzazione e all’attivismo.

·        REQUISITI DI PARTECIPAZIONE
Per partecipare al concorso Fotografa le Eolie. Il privilegio di vivere in un ambiente naturale tanto importante le fotografie dovranno presentare i seguenti requisiti:

1)    Trattare il tema “La tutela dell’ambiente e il recupero della  storia e delle tradizioni delle Isole Eolie” o il paesaggio come risorsa naturale, identità culturale collettiva e spazio di socialità anche attraverso una visione personale del fotografo.
2)    Ogni concorrente potrà presentare al massimo n. 3 fotografie (sia su carta opaca che lucida) che dovranno avere come oggetto il tema proposto, in bianco e nero o a colori, in tecnica tradizionale o digitale. Le fotografie dovranno essere corredate dal “Modulo d’iscrizione”, dalla “Scheda identificazione foto” e  dalla “Liberatoria”, se la fotografia ritrae persone riconoscibili. Questi moduli sono reperibili presso la segreteria del concorso o scaricabili dal sito internet www.centrostudieolie.it  e dovranno riportare le indicazioni necessarie per l’identificazione: titolo, tecnica utilizzata, dati anagrafici dell’autore, indirizzo e-mail.
Il relativo commento sarà facoltativo.
3)    Le fotografie potranno essere consegnate in formato cartaceo max 20 x 20 cm.
4)    Non sono consentiti ritocchi o effetti grafici artificiali, aggiunta o rimozione di oggetti, esposizioni multiple e modifica degli sfondi.
5)    Le fotografie che ritraggono persone riconoscibili devono essere accompagnate dalla “Liberatoria” che autorizza la ripresa e la pubblicazione dei soggetti fotografati.
6)    Le fotografie non selezionate non saranno restituite. 

·        SCADENZA
E’ possibile inviare il materiale alla segreteria del Concorso:
Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani – Via Maurolico, 15 – 98055 LIPARI entro il 15 giugno 2013.

·        GIURIA
La giuria, composta da n. 5 membri è nominata dalla direzione del Centro Studi.
La giuria, a proprio inappellabile e insindacabile giudizio, attribuirà il premio alla fotografia giudicata migliore in termini di aderenza al tema del concorso, per la capacità espressiva, nonché per l’originalità dello scatto.
La consegna del premio avverrà durante il festival del cinema “Un mare di cinema” (luglio 2013).
La giuria in base alla qualità delle opere presentate e allo spazio disponibile deciderà il numero delle foto finaliste che successivamente verranno esposte presso gli spazi del Centro Studi.
L’autore è personalmente responsabile delle opere presentate, solleva gli organizzatori da qualsiasi responsabilità riguardo ad azioni di terzi.
Tutte le immagini potranno essere utilizzate dall’organizzazione per la promozione dell’evento o di ogni altra campagna di comunicazione senza scopo di lucro.

·        DIRITTI
Con la partecipazione al Concorso il partecipante concede in licenza esclusiva al Centro Studi tutto il materiale presentato.
Le fotografie inviate devono essere opera del proprio ingegno e non devono essere lesive né del Centro Studi, né delle persone ritratte, né dei luoghi ritratti. Le immagini a carattere offensivo non saranno ammesse al concorso.

·        PREMI
Al vincitore verrà assegnato come  premio una macchina fotografica digitale.

·        TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I dati personali acquisiti per la partecipazione al Concorso saranno trattati secondo i principi di correttezza, liceità e trasparenza, tutelando la riservatezza e i diritti dei candidati anche con mezzi elettronici per le finalità connesse alla procedura del concorso, ovvero per dare esecuzione ad obblighi previsti dalla legge e verranno inoltre utilizzati per le attività istituzionali del Centro Studi. Potranno essere portati a conoscenza di terzi per scopi comunque connessi all’attività del Centro Studi. In relazione ai dati forniti, il partecipante al concorso potrà chiederne l’aggiornamento, l’integrazione o la cancellazione esercitando i diritti di cui l’art. 7 del D.Lgs.196/2003 rivolgendosi al Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani – Via Maurolico, 15 – 98055 Lipari.
·        ACCETTAZIONE DEL REGOLAMENTO
La partecipazione al concorso implica, da parte del partecipante, l’accettazione integrale e incondizionata di questo regolamento. Qualora gli organizzatori riscontrassero una qualsiasi violazione delle norme da parte dei partecipanti, essi avranno la facoltà di decretare la qualifica senza alcuna responsabilità.

Il concorso Fotografa le Eolie. Il privilegio di vivere in un ambiente naturale tanto importante  è indetto ai sensi dell’art.6 del D.P.R. 430 del 26.10.2001 e, pertanto, il premio offerto è considerato a tutti gli effetti riconoscimento del merito personale o titolo d’incoraggiamento nell’interesse della collettività.  


Concorso Fotografico Fotografa le Eolie 2013

Modulo iscrizione
[Il modulo va stampato e compilato in ogni sua parte in stampatello chiaro e leggibile]


Nome:

Cognome:

Luogo e data di nascita:

Città di residenza:

Indirizzo :

Telefono:


Indirizzo e-mail:
□ genitore o chi ne fa le veci (nel caso di    
      minorenni)

Scheda Identificazione Foto
Fotografie
Titolo fotografia n° 1:



Tecnica:
Titolo fotografia n° 2:



Tecnica:

Titolo fotografia n° 3:



Tecnica:

Commento fotografie (facoltativo)














Dichiarazioni
Dichiaro di avere letto e accettato il regolamento del concorso fotografico. Dichiaro di essere responsabile delle fotografie e che per la loro realizzazione non ha collaborato nessuna altra persona.

Data: _____________
 Il  fotografo
                                                                                               (o il genitore che ne fa le  veci)

 __________________________
 Informativa sulla tutela della privacy
Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 DLgs n. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” Vi informiamo di quanto segue:
Il Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani, in quanto titolare del trattamento, garantisce che i dati personali raccolti verranno trattati, mediante strumenti manuali e/o elettronici, nel rispetto degli obblighi di correttezza, liceità e trasparenza imposti dal d. lgs. 30.06.2003, n.196.
Con l’apposizione della firma si prende visione di quanto sopra riportato rilasciando il consenso per l’intero trattamento dei dati personali, eventualmente anche sensibili secondo quanto stabilito dalla legge e dalla presente informativa.


Data: __________________                                                                        Il  fotografo
(o il genitore che ne fa le  veci)

                                                                                                 ___________________________ 

Caro Antonio...sentirò...sentiremo la tua mancanza. (di Annibale Marturano)

CARO ANTONIO,
NELL’APPRENDERE LA TRISTE SCONVOLGENTE NOTIZIA -  LA TUA VITA IMPROVVISAMENTE  E PREMATURAMENTE SPEZZATA - , NON SO SE RIUSCIRO’ A TROVARE LE PAROLE PER ESPRIMERE L’AFFETTO, LA STIMA  E L’AMICIZIA CHE HO SEMPRE  NUTRITO NEI TUOI CONFRONTI.
ANCORA NON RIESCO A CREDERCI…..ANCHE PERCHE’ CI ERAVAMO SENTITI TELEFONICAMENTE UN PAIO DI ORE PRIMA   E TI HO SENTITO TRANQUILLO E SERENO. RICORDO GLI ANNI TRASCORSI IN SERVIZIO A VULCANO,  RICORDO LA TUA DISPONIBILITA’,  LA TUA ALLEGRIA, LA TUA GIOIA DI VIVERE, LA TUA SEMPLICITA’  MA SOPRATTUTTO RICORDO  CHE IN TE HO TROVATO UN VALIDO SOSTEGNO.
DA ALLORA – E SONO TRASCORSI OLTRE TRENTA ANNI -  E’ NATA UN’AMICIZIA CHE E’ RIMASTA INALTERATA NEL TEMPO.
COME CAPOGRUPPO DEGLI ORMEGGIATORI, NON POSSO NON RILEVARE LA TUA PROFESSIONALITA’,  LA TUA DEDIZIONE AL LAVORO, LA TUA CAPACITA’ DI METTERE D’ACCORDO I COLLEGHI SUL LAVORO, SOPRATTUTTO IN QUESTI ULTIMI PERIODI, PER QUESTO TI AVEVO NOMINATO CAPOSCALO IN SOSTITUZIONE DI QUELLO ASSENTE.
SONO SICURO CHE SENTIRO’ LA TUA MANCANZA, ANZI CHE MANCHERAI A TUTTI NOI ORMEGGIATORI PERCHE’ SEI STATO OLTRE CHE UN COLLEGA, UN AMICO PER TUTTI NOI.  
Annibale Marturano

Esercitiamoci in un breve ragionamento (di Angelo Sidoti)

Esercitiamoci in un breve ragionamento.
 Incassi IMU Anno 2012 prima casa Euro 659.262. A Giugno 2013 quanti??
Incassi IMU Anno 2012 altri immobili Euro 7.105.048. A Giugno 2013 quanti ??
Esigenza media mensile di cassa del Comune per coprire le spese correnti circa Euro 1.500.000 (di cui per personale tutto compreso più di Euro 400.000/mese)
Per quanto attiene il ticket di sbarco (di cui attendiamo pubblicazione del testo finale approvato) i frutti li vedremo se tutto va bene a settembre.
L'art. 1 del disegno di legge prevedeva che la riscossione passava attraverso le Casse Regionali con periodicità trimestrale. Poi successivamente "L'amministrazione Regionale, accertata l'entrata, provvederà a riversare le somme suddette nelle casse dei rispettivi comuni"...
E quindi la liquidità per i Comuni quando si concretizza?? Alla fine dell'anno per gli incassi di Agosto 2013?
Intanto, si rilevano difficoltà di incasso dei tributi, anticipazioni di cassa utilizzate a livello massimo, debiti fuori bilancio, etc etc....
Caro Assessore Orto serve convocare con estrema urgenza il Consiglio Comunale ed affidare all'esterno la gestione della riscossione dei tributi mantenendo in capo al servizio finanziario le attività di vigilanza e controllo.
Angelo Sidoti

Comunicazione associazione "L'isola c'è"

Salve a tutti, vi volevo informare che sulla pagina dell'associazione https://www.facebook.com/groups/529169723790435/?fref=ts
ci sono vari album di fotografie di tutti i vostri figli che hanno partecipato alle varie attivita'.
Vi ringrazio per il contributo che avete dato durante questi mesi invernali e primaverili e vi comunico altresi' che l'apertura della ludoteca estiva sara' in coincidenza alla chiusura scolastica.
Saluti affettuosi
Geltrude

RISCHI PER POVERI, DISABILI, MALATI ONCOLOGICI IN CASO DI BOCCIATURA

Il meglio che ci si può aspettare è evitare il peggio, come sosteneva Italo Calvino. Ma è possibile? La frittata è fatta o quasi e la scure del Commissario dello Stato, a causa dell’ingegnoso meccanismo legislativo inventato dalla regione siciliana per eludere l’elementare bisogno di dotarsi di criteri oggettivi, potrebbe fare mancare risorse essenziali ad enti, istituzioni, associazioni, fondazioni che svolgono un’attività ineludibile a favore delle fasce più deboli e marginali.
L’ormai celeberrima Tabella H, bistrattatissima (non a torto), accoglie infatti i contributi a favore di enti per la protezione e l’assistenza dei sordomuti, dell’associazione nazionale mutilati ed invalidi civili, dell’Unione Italiana Ciechi operante in Sicilia, dei centri per il controllo e la cura della sindrome di down e altre patologie cromosomiche e genetiche, delle associazioni di volontariato di talassemici, delle organizzazioni che operano nel campo dell’assistenza degli ammalati oncologici terminali, del trattamento dei neurolesi lungodegenti e dei cerebrolesi, delle associazioni che si occupano di sclerosi multipla e medullolesi spinali.
E non è tutto. La famigerata Tabella H ospita anche i contributi a favore dei centri autorizzati di raccolta del sangue e produzione degli emoderivati. Nel campo degli aiuti ai poveri, gli emarginati, gli “ultimi”, ci sono i contributi a favore della Missione di Speranza e Carità di Palermo, della Fondazione Banco alimentare.
Passando ad altri settori, vanno segnalati i contributi per il Centro Ettore Maiorana di Erice, a favore degli orti botanici delle Università di Palermo, Catania e Messina, e di alcuni Musei siciliani di grande prestigio.
Questa ampia fascia di assistenza ed intervento avrebbe dovuto essere prevista con legge, sulla base di criteri oggettivi e di scelte prioritarie, ma finora non è andata così, perché gli interventi indispensabili sono stati messi accanto ad altri di dubbia utilità o, comunque, da sottoporre ad attenta valutazione.
Questa commistione ha “coperto” i contributi clientelari e messo a rischio le risorse destinate ad interventi non eludibili. Una furbizia cinica che ha attraversato i bilanci per decenni ed oggi potrebbe fare saltare le risorse utili perché le procedure seguite sono ostate in passato oggetto di valutazione da parte dei giudici amministrativi (nel Lazio) e della Consulta.
Il tempo, molto breve, dall’inizio della legislatura e la nascita del nuovo governo regionale, nonché le vicende politiche nazionali, ivi comprese le consultazioni per il rinnovo del parlamento, hanno contribuito a far sì che questa pratica della distribuzione di risorse a pioggia venisse impunemente perpetrata ancora una volta.
In vista di una eventuale impugnativa da parte del Commissario dello Stato, ed una successiva bocciatura da parte della Corte costituzionale, è auspicabile che si legiferi sulla materia in tempi breviper salvaguardare i poveri, i malati, i diversamente abili. Almeno loro.

Consegnata al comandante Bonaccorso la bandiera ufficiale della Croce Rossa Italiana e una copia dei sette principi fondamentali della Croce Rossa


COMUNICATO STAMPA
 Nella giornata di ieri, presso la sede della Guardia Costiera di Lipari, in occasione della settimana della Croce Rossa, i volontari Laura Ventrice (delegata per i giovani di Croce Rossa) e Armando Vernuccio, hanno consegnato al Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari  T.V. (CP) Cosimo Bonaccorso e al Sergente NP Isidoro Aiello, la bandiera ufficiale della Croce Rossa Italiana, che verrà esposta dal 2 al 12 Maggio, e una copia dei sette Principi Fondamentali della Croce Rossa. In tale occasione i volontari del distaccamento di Lipari a nome del Presidente del Comitato Provinciale di Messina della Croce rossa Italiana Grazia Costa, hanno rimarcato il rapporto di collaborazione e la vicinanza della Croce Rossa con le istituzioni civili e Militari presenti sull'isola.
I volontari ed i Militari intervenuti alla cerimonia, hanno discusso sull'importanza della Neutralità, degli emblemi distintivi e della protezione del personale sanitario civile e militare che opera nei territori sotto conflitto.
Un pensiero è andato al Presidente della Mezzaluna Rossa Siriana e ai 17 volontari morti nell'adempimento dei propri doveri.
Il Comandante Bonaccorso, nel manifestare la vicinanza del Corpo delle Capitanerie di Porto alla benefica associazione, ha evidenziato gli aspetti del salvataggio e del soccorso pubblico che accomunano le due Istituzioni, legate inscindibilmente dal principio della solidarietà verso chi è in difficoltà e spesso in pericolo di vita.
Auspicando ad una sempre più proficua collaborazione sia a livello centrale che a livello locale, ha ringraziato i volontari intervenuti.
 Lipari, 03/05/2013
f.to IL COMANDANTE
T.V. (CP) Cosimo BONACCORSO

Pallavolo femminile. Domenica ultima gara stagionale per le eoliane

Domenica  prossima ultima partita per le ragazze dell'Hotel Cutimare che chiuderanno il campionato di serie D affrontando il il Volley Acireale. L' appuntamento è al Nicola Biviano alle ore 15:00. 

Lipari. La Giunta Giorgianni ha adottato il Piano Triennale di prevenzione della corruzione e dell’illegalità

La Giunta Municipale di Lipari con deliberazione n. 19 del 2 maggio 2013, immediatamente esecutiva, ha adottato il Piano Triennale di prevenzione della corruzione e dell’illegalità, per come predisposto dal Segretario Generale - dott.ssa Lyda De Gregorio, nominata Responsabile della prevenzione della corruzione dell’Ente - in conformità alle indicazioni dettate dalla Prefettura di Messina con circolare prot. n. 10496/13/Area II.
Il Piano - che fornisce una valutazione del diverso livello di esposizione degli uffici al rischio di corruzione ed indica gli interventi organizzativi volti a prevenire il medesimo rischio - sarà prontamente trasmesso al Consiglio Comunale per la sua definitiva approvazione e dà attuazione alle disposizioni di cui alla L. n. 190 del 6 novembre 2012, attraverso l'individuazione di misure finalizzate a prevenire la corruzione nell'ambito dell'attività amministrativa del Comune.
Il Piano, invero, in ossequio alle disposizioni in materia di anticorruzione dettate dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI), definisce le prime misure in materia di prevenzione alla corruzione, al fine di dare piena e sollecita attuazione al complesso delle disposizioni recate dalla legge n. 190, nelle more delle specifiche intese ancora da approvarsi in sede di Conferenza Unificata, e potrà, quindi, essere eventualmente rivisto ed adeguato - prevedendo la definizione di altri e/o ulteriori adempimenti, da parte dell’Ente - conseguentemente all’adozione delle superiori intese.

QUANTE VITE HA GIANFRANCO MICCICHÉ? SI È PERSO IL CONTO


Tre volte sulla polvere e tre sull’altare? Qualcosa di più, altro che Napoleone Bonaparte. Gianfranco Miccichè non ha conosciuto l’isola d’Elba e non ci sarà per lui alcuna Sant’Elena. Chi ha creduto che dopo le ultime disfatte politiche ed elettorali avesse ormai gettato i remi in barca, accontentandosi di rappresentare la piccola pattuglia di deputati che si rifanno al Grande Sud, si è stropicciato gli occhi incredulo dopo avere letto la lista della squadra di sottosegretari e vice-ministri varata con velocità supersonica da Enrico letta.
C’era il nome di Gianfranco Miccichè, che ritorna sottosegretario alla presidenza del consiglio con l’incarico della Pubblica Amministrazione e Semplificazione, un suo vecchio pallino. “E’ l’occasione per portare a termine il rivoluzionario progetto di cambiamento della macchina amministrativa – ha annunciato in una nota sul suo blog Miccichè – attraverso il passaggio dal sistema delle autorizzazioni a quello del controllo ex post”.
Altro che spacciato, dunque. Miccichè è in campo – per la terza volta nel governo nazionale (è stato viceministro e sottosegretario con Berlusconi) e magari si rimette in corsa per inseguire il vecchio sogno, Palazzo d’Orleans, tornando a duellare con l’ex presidente dell’Ars, Francesco Cascio, che gli ha sbarrato la strada. La candidatura gli è sfuggita di mano alla vigilia per ben due volte: la prima, per volontà del suo padrino politico, Silvio Berlusconi, che nel 2008 ha preferito l’accordo con Raffaele Lombardo per battere il centrosinistra con il Porcellum; la seconda per i veti incrociati in seno al centrodestra e, in specie, per la contrarietà di Francesco Cascio, che ha minacciato tuoni e fulmini.
Sconfitto all’interno del centrodestra, che gli addebita la débacle elettorale alle regionali di ottobre dello scorso anno, ed uscito con le ossa rotte alle politiche di febbraio, dove non è riuscito ad essere eletto, risorge grazie al Cavaliere, che per lui ha sempre avuto un’attenzione particolare, dopo il mitico 61 a zero che lo ha consegnato alla storia delle vicende politiche siciliane.
L’incarico di governo – riforma amministrativa e semplificazione – lo lascia, di fatto, in seconda fila, ma è un terno al lotto per chi esce da disfatte pesanti (il Grande Sud è piccolo piccolo…). Gianfranco mantiene, inoltre, una invidiabile longevità politica, che è una caratteristica pressoché unanime dei politici siciliani di qualunque colore. Non cambiano mestiere mai.
Infine, un dettaglio, che potrebbe non rivelarsi tale. Gianfranco Miccichè lavora sullo stesso terreno di Gianpiero D’Alia che è Ministro della Pubblica Aministrazione. Due siciliani, curiosamente, nello stesso settore. È prevalsa la volontà di Miccichè, occuparsi della sburocratizzazione. Che è una bella sfida. Nella squadra di governo ci sono anche Simona Vicari, Giuseppe Castiglione e Giuseppe Berretta. Ma questa è un’altra storia.