Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 6 giugno 2009

Le congratulazione della Federalberghi Eolie al neo presidente del GAL Eolie

Riceviamo e pubblichiamo:
(Christian Del Bono- Federalberghi) Si formulano i migliori auguri all' ing. Emanuele Carnevale neopresidente del GAL Leader II Eolie. Alle congratulazioni della Federalberghi si accompagnano gli auspici per un intensa e proficua gestione della societàanche in previsione deil'attivazione del Nucleo di Aggregazione Territoriale (NAT) Isole Minori.

Non toccate...la "piazzetta della Palma" e i mosaici

Riceviamo e pubblichiamo:
Ieri, alcuni cittadini mi hanno segnalato che nella piazzetta all’ingresso della strada che porta al palazzo vescovile, erano stai rimossi senza alcuna autorizzazione, i 3 pannelli mosaico (nella foto) che erano stati collocati dalla prof.ssa Caterina Conti e se non ricordo male, inaugurati alla presenza dell’odierno Sindaco.-
Ho contattato il professionista incaricato, ovviamente non come collega in quanto deontologicamente non possibile ma come Consigliere Comunale, per dissentire che venga modificata una piazzetta del centro storico, con la realizzazione di nuove vetrine, la demolizione del sedile e delle aiuole esistenti, con la modifica dell’ingresso al Centro per gli anziani e la collocazione di panchine in pietra lavica non tipiche.-
La presente anticipa un mio energico intervento per difendere la piazzetta ed i mosaici e per fare un po’ di chiarezza, a quanto riportato erroneamente dal collega.-
La mia azione solo nell’interesse della NOSTRA ISOLA.-
RITROVIAMO LA NOSTRA EOLIANITA’
Adolfo Sabatini
Consigliere Comunale di Nuovo Giorno

Lo sciopero su 'Isola di Vulcano'. Altri sei marittimi in tribunale.

Con l'accusa di avere impedito l'imbarco di diversi passeggeri sul traghetto in partenza da Carloforte, sei marittimi della Tirrenia sono comparsi davanti al giudice del Tribunale di Carbonia. Antonello Canepa, Pietro Rivano, Giuseppe Farris, Cesdare Baghino, Giovanni Ghigino e Salvatore Strina dovranno rispondere di interruzione di pubblico servizio. Secondo l'accusa i sei marittimi (altri quindici loro colleghi sono già sotto processo per lo stesso episodio) in occasione di uno sciopero impedirono l'imbarco sul traghetto 'Isola di Vulcano' della Siremar il cui equipaggio non aveva aderito allo sciopero. I sei hanno impugnato un decreto di condanna del giudice, quindi, sono comparsi in dibattimento.

Uglscuola. Comunicazione per il personale precario

Uglscuola informa tutto il personale precario interessato che sono stati pubblicati i modelli di domanda A1 e A2 per l'iscrizione in 2 e 3 fascia nelle graduatorie di circolo e di istituto.
Nel nostro sito"uglscuolasicilia.blogspot.com" e' possibile visionare il decreto ministeriale n.56 del 28/05/2009, i vari allegati e scaricare imodelli, nonche' avere la possibilita' di strumenti di supporto per consultare i codici meccanografici delle classi di concorso, la corrispondenza tra aree disciplinari e classi di concorso, consultare i titoli di accesso alle classi di concorso e la scelta delle sedi scolastiche a cui destinare il modello A1 e A2.
Il Segr.Reg.dell'Uglscuola
prof. Bartolo Pavone

Calcio giovanile, Sportinsieme protagonista a Lipari da Tele90.it)

Le rappresentative giovanili dell’A. S. Sportinsieme hanno preso parte alla quinta edizione del torneo scuola calcio “Città di Lipari”. I ragazzi gialloblù hanno ben figurato in tutte le categorie, prevalendo tra gli “Esordienti”. Nel triangolare con Gifra Milazzo e Ludica Lipari, lo Sportinsieme ha vinto rispettivamente per 4-0 e 1-0.
Il torneo “Città di Lipari” si è svolto in un’unica giornata (domenica scorsa), su due turni di attività agonistica, con gli “esordienti” impegnati durante la mattinata e “pulcini” e “piccoli amici” nel pomeriggio. In questo modo, nel tempo libero a loro disposizione, i piccoli calciatori, accompagnati dai tecnici e dai dirigenti, hanno avuto modo di visitare l’isola.
Anche le gare pomeridiane, animate da entusiasmo e da un numeroso pubblico, hanno avuto riservato soddisfazioni ai gialloblù. Nella categoria “pulcini”, dimostrando una buona padronanza tecnica individuale e di squadra, lo Sportinsieme è rimasto imbattuto ed ha messo in luce alcuni ottimi elementi, a dimostrazione del buon lavoro fin qui svolto dai tecnici della società.
I “piccoli amici”, nonostante abbiano dovuto soccombere in qualche gara, hanno anch’essi dato prova di un’adeguata maturazione motoria. Il sole e la temperatura estiva hanno contribuito ad arricchire una giornata di sano sport e divertimento

Ticket d'ingresso di un euro. Tre per scalare i vulcani. Al via dal 15 giugno resterà in vigore sino al 31 dicembre in sei isole delle Eolie su sette

(Gazzetta del sud- Salvatore Sarpi) Ticket d'ingresso 2009 nelle sei isole del comune di Lipari (esclusa dunque Salina): si cambia. Tre sostanziali novità sono previste nell'ordinanza che si appresta ad emettere il sindaco Mariano Bruno nelle vesti di funzionario di protezione civile per il ticket d'accesso alle Eolie (esclusa Salina) e che dovrebbe entrare in vigore il prossimo quindici giugno dopo l'ok della Protezione civile. Le novità sono state preannunciate ieri mattino dallo stesso Bruno – tornato a "pilotare" la gestione del ticket su ordinanza del Ministero dell'Interno –, durante un incontro che ha avuto con i responsabili delle società di navigazione (Siremar, Ustica Lines e privati), della Guardia di finanza e della polizia municipale. La prima novità riguarda il periodo di applicazione del "contributo d'ingresso" che non cesserà a fine stagione estiva (come accadeva sino allo scorso anno) ma arriverà al 31 dicembre.
Ancora, il contributo d'ingresso di un euro per passeggero non sarà più attestato dal rilascio di un ticket ma le compagnie di navigazione (pubbliche e private) devono riscuotere il contributo per mezzo dei propri sistemi di bigliettazione, introducendo nel biglietto la voce specifica aggiuntiva "Ticket d'ingresso". Ciò agevolerà i controlli e diventerà pressochè impossibile evadere in quanto il ticket incassato dovrà corrispondere al numero di passeggeri non residenti trasportati, trascritti su apposito registro a bordo, moltiplicato per un euro. Per i passeggeri che si trovano su natanti da diporto, o attraccati ai campi boe, all'incasso del ticket provvederà il titolare della concessione che dovrà inserire l'apposita voce nel biglietto o ricevuta fiscale. Contestualmente "scompaiono", almeno nei controlli relativi ai passeggeri sbarcati dai mezzi di navigazione, gli esattori del ticket.
Nel caso dei natanti da diporto potrebbe provvedere all'incasso anche un incaricato del sindaco-funzionario del ticket. Smussata dal sindaco Bruno anche una situazione che lo scorso anno aveva suscitato polemiche. Chi ha pagato l'euro all'ingresso nell'arcipelago non dovrà più pagarlo durante gli spostamenti interisole.
La terza ed ultima novità riguarda la parte sanzionatoria. Una multa di dieci euro è prevista a carico del passeggero o occupante di natante trovato senza biglietto. Sarà invece di cento euro per passeggero non in regola la sanzione a carico dell'armatore o del comandante o del titolare della concessione.
Oltre al contributo d'ingresso vi sarà anche il ticket d'accesso alle sommità dei vulcani. Balzello di tre euro che gli escursionisti diretti sullo Stromboli o sul cratere di Vulcano dovranno versare alle guide vulcanologiche, dove è prevista l'obbligatoria presenza di queste o ad un incaricato dal sindaco nelle zone in cui non è richiesta la presenza delle guide. Bruno, coadiuvato dal dirigente della ragioneria, Subba, ha ricordato come nell'ordinanza sono già state individuate le destinazioni della cifra incassata. Riguarderanno il miglioramento di servizi per la collettività e di quanto collegato al vulcanesimo e l'accesso ai vulcani.

L'ingegnere Carnevale alla guida del Gal Eolie

L'ing. Emanuele Carnevale è il nuovo presidente del "Gal leader II delle Eolie". Tale importante incarico allontana definitivamente l'ipotesi fatta nei giorni scorsi di un suo inserimento nella giunta Bruno. Pertanto appare sempre più probabile un ingresso "rosa" da parte dell'Mpa. In quest'ottica la scelta sarebbe ristretta a Mimma Sparacino e Angela Mazziotta.

venerdì 5 giugno 2009

Lipari: Vertice contro l'illegalità e l'accattonaggio turistico in ambito portuale

Si è svolto ieri mattina presso la Capitaneria di porto di Lipari, su richiesta della Federalberghi e su convocazione del comandante Luca Politi(nella foto), una riunione che ha visto l'importante coinvolgimento anche della Guardia diFinanza, della Polizia Municipale e dei Carabinieri.
Le forze dell'ordine hanno dimostrato di conoscere i problemi da noi evidenziati e legati alla necessità di regolamentare l'accesso e le attività nell'ambito dell'area portuale di Lipari
Il Comandante della Capitaneria di Porto ha garantito la possibilità di espletare un servizio di monitoraggio dell'area soprattutto con riferimento alle ore antimeridiane. Le altre forze dell'ordine, non potendo garantire una presenza costante a causa dei limiti del proprio organico, si prodigheranno per effettuare dei pattugliamenti nelle varie ore del giorno come del resto è già previsto dalla loro funzione. Si procederà inoltre ad inviare richiesta agli organi competenti per l'installazione di cartelli informativi che segnalino il carattere di illegalità di talune attività che ad oggi vengono "regolarmente" portate avanti da un numero sempre crescente di pseudo operatori turistici.
Per quel che concerne la possibilità di collocare un chiosco informativo sull'area portuale, ci si raccorderà con Sviluppo Eolie in quanto questa hagià presentato un progetto complessivo di sistemazione dell'area stessa.
Christian Del Bono

L'Europa da il "via libera" allo spacchettamento di Tirrenia. L'annuncio del Ministro Matteoli

Via libera allo "spacchettamento" di Tirrenia e nessun taglio sulle linee per il 2009.
Lo ha annunciato oggi a Livorno il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli. ''Ho incontrato sindacati e imprenditori - ha detto Matteoli - e si e' parlato anche di Tirrenia e di quanto stiamo facendo insieme alla Regione Toscana per cercare di trovare una soluzione a questa vicenda''.
Il ministro ha spiegato che l'Europa ''finalmente ci autorizza a fare piu' gare d'appalto e questo favorisce la soluzione del problema''. ''Intanto pero' - ha concluso Matteoli - possiamo garantire che nel 2009 non sara' tagliata neppure una linea di quelle effettuate dalla compagnia pubblica di navigazione''. "Salva" quindi da quanto si evince anche l'importante linea Napoli-Eolie e viceversa a difesa della quale avevano manifestato pacificamente a Roma i cittadini di Stromboli e Ginostra.
Per quanto riguarda le Eolie e la Sicilia più in generale lo "spacchettamento" di Siremar dal gruppo Tirrenia era stato richiesto a più riprese. Da non dimenticare, però, che l'assessore regionale ai Trasporti Titti Bufardeci ha chiesto di "voler vedere le carte e la contabilità di Siremar, cosa alla qualo lo Stato si è sempre sottratto".

Fidapa Eolie: Lascia la dottoressa Basile

Una lettera è stata inviata dalla dottoressa Francesca Basile ai componenti del Comitato di Presidenza della Sezione Fidapa delle Isole Eolie “Le Sette Sorelle”.
Oggetto: Dimissioni da Socio Fondatore e da componente del Collegio dei Revisori dei Conti.
Con la presente, desidero informaVi che, a far data da oggi, rassegno le dimissioni da socio fondatore e da componente del Collegio dei Revisori dei Conti di codesta spettabile associazione.
Nell'augurare a tutte Voi buon lavoro, colgo l'occasione per porgere cordiali saluti.
Lipari, 2 giugno 2009
Francesca Basile

Leni sceglie il "post Podetti". Domani e domenica il piccolo comune di Salina sceglierà il sindaco per il prossimo quinquiennio

I cittadini del piccolo comune di Leni, nell'isola di Salina, domani e dopodomani, saranno chiamati alle urne per eleggere il sindaco che prenderà il posto occupato "con grande prolificità" da Antonio Podetti. Sarà rinnovato anche il consiglio comunale.
Tre sono le liste(una cadauno) che appoggeranno i tre candidati a sindaco: “Uniti per Leni”, con candidato a sindaco Riccardo Gullo; “MPA – Movimento per le autonomie. Santisi sindaco” con candidato a sindaco Maurizio Santisi; e “Lenoi” con candidato a sindaco Daniela Rosselli.
Queste invece le liste e i candidati al consiglio comunale:
Uniti per Leni: De Fina Alessandro; Donato Paola; Zampetti Massimiliano; Cincotta Francesca; Chiofalo Filippo; Baldanza Giancarlo; Argentaro Melania; Rando Marcello; Lo Po Gaetano; Bartolone Antonio; Giardinello Ireneo; La Mancusa Moira. Assessori designati: Pollicino Agata; Saltalamacchia Claudio; Donato Antonio e Montecristo Giacomo
MPA-Santisi sindaco: Santisi Maurizio; Giuffrè Gaetano; Savio Salvatore; Caruso Carmen; Berté Letteria; Giuffrida Francesco; Giuffrida Antonino; Buemi Michele; Sanbataro Cristian; Fratantonio Vincenzo; Bruno Salvatore (senior); Bruno Salvatore (iunior). Assessori designati: Divola Antonio e Iacono Antonino.
Lenoi: Giacoppo Giuseppe; Taranto Maria Terzita; Morello Marco; Giordano Rosa; Morello Antonino; Rando Salvatore; Taranto Marcello Antonio; Russo Walter; Russo Giuseppe. Assessori designati: Stagno Monica e D’Amico Salvatore.

Assicurati gli stipendi di aprile e maggio ai dipendenti del 118

Oltre 14 milioni di euro per pagare gli stipendi di aprile e maggio dei circa 3.700 i lavoratori del servizio di pronto intervento sanitario 118 in tutta la Sicilia. Fondi che la Regione Sicilia ha accreditato, già lunedì scorso, a chi gestisce il servizio.
L'indicazione è giunta ieri dal vicepresidente della commissione affari istituzionali dell'Assemblea regionale siciliana, l'on. Vincenzo Vinciullo .
«Come si ricorderà – ha sottolineato il parlamentare siracusano - entro il 30 aprile scorso la Regione ha provveduto ad approvare il bilancio e di conseguenza, dopo la firma da parte degli assessori e la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Regione, gli uffici hanno proceduto a liquidare quanto dovuto a chi gestisce il servizio del 118. Da una verifica fatta, le somme sono già nella disponibilità dell'ente gestore, per cui nessuna responsabilità può cadere sulla Regione, tanto meno sui suoi funzionari, che hanno, invece, lavorato con solerzia e nel rispetto della legge.
«Spetta ora a l'ente che gestisce il servizio, procedere al pagamento degli stipendi – ha concluso l'on. Vincenzo Vinciullo -: così, finalmente, numerose famiglie potranno fare fronte ai loro impegni e mettere fine a questa situazione di mancanza di liquidità».

Arriva la firma digitalizzata e scompaiono visti e mandati (Gazzetta del sud di oggi)

Salvatore Sarpi- Gazzetta del Sud Mandati di pagamento autorizzati attraverso la firma digitale dei dirigenti preposti e notevole abbattimento dei tempi e diminuizione del materiale cartaceo.
L'importante "progetto" che vede il comune di Lipari protagonista, unitamente a Banco di Sicilia/Unicredit, è stato presentato ieri durante una conferenza stampa dal sindaco Mariano Bruno e da alti dirigenti della banca quali Massimo D'Olimpo (responsabile per la Sicilia Orientale) e Antonino Ruvolo.
Come anticipato la firma digitale, che è solo una parte di un ben più ampio progetto di collaborazione voluto dal sindaco Mariano Bruno con l'istituto bancario e che prevede l'istituzione di un tavolo tecnico dove saranno vagliate le necessità del territorio e di quanti in esso vivono ed operano e la concessione di credito da parte del Banco di Sicilia-Unicredit, è stata salutata con soddisfazione dallo stesso primo cittadino liparese e dagli stessi esponenti dell'istituto bancario.
Di «punto di partenza e non di arrivo e di raggiungimento di efficienza massima dal punto di vista organizzativo» ha parlato il dott. Massimo D'Olimpo. Soddisfatto anche il dott. Francesco Subba, ragioniere capo e dirigente del maggior comune eoliano che ci ha spiegato come il «Banco di Sicilia ha abilitato alla firma digitale i quattro dirigenti del comune di Lipari, il responsabile e il vice-responsabile della ragioneria. Prima – ci ha dichiarato – si operava con il cartaceo (oggi praticamente scomparso), con doppie firme, con tutta una serie di passaggi che prevedevano un autentico "giro del mondo" attraverso il Comune, l'agenzia locale della banca, il trasferimento via mare sino alla sede di Palermo. Oggi tutto questo avviene per via telematica». Come? «I dirigenti firmano direttamente sul loro computer i mandati che vengono inviati sempre telematicamente a Palermo». Di altri tre importanti progetti da attuare in sinergia (pagamenti nel settore della motorizzazione, prospetti degli edifici e scuola) ha invece parlato Antonino Ruvolo, un altro dei dirigenti intervenuti. Il "modello Lipari" sarà esportato, oltre che a tutte le isole italiane, anche a tutti i Comuni della rete, al fine di velocizzare i pagamenti e rendere più efficiente la macchina comunale.
BREVE VIDEO DELLA PARTE INIZIALE DELL'INCONTRO DI IERI

giovedì 4 giugno 2009

Centorrino interviene su Delegazione municipale a Canneto, problematiche di Acquacalda e coperture fermate autobus

Tre note sono state inviate dal Consigliere Comunale di Eolie nel cuore, Rosario Centorrino al Sig. Sindaco del Comune di Lipari, al Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Lipari e al Sig. Difensore Civico del Comune di Lipari.
1)Oggetto: Ripristino della “Delegazione Municipale” di Canneto
Considerati i notevoli disagi che giornalmente deve sopportare la frazione di Canneto riguardo a: viabilità, pulizia spiagge, pulizia torrenti, sistemazione tombini, pulizia cimitero ed aree adiacenti, e considerato che tali problemi sono stati più volte segnalati senza ottenere alcuna risposta dai responsabili, ritengo che il ripristino della “Delegazione Municipale” di Canneto sia di notevole importanza per il paese e per le contrade e frazioni vicine, affinchè alcune problematiche vengano risolte in termini molto più brevi di quelli attuali; inoltre, ricordo che molti documenti (certificati di nascita, atti notori, ecc) verrebbero rilasciati dalla stessa, così come nel passato, snellendo in tal modo i tempi di attesa ed evitando i problemi di spostamento.Sperando che tale proposta venga opportunamente valutata, porgo distinti saluti.
2)Oggetto: problematiche nella frazione Acquacalda di Lipari
E' necessario e doveroso ricordare la situazione di Acquacalda, frazione dell'Isola particolarmente afflitta da vari disagi, affinchè l'attenzione non diminuisca verso problemi ancora irrisolti ed altri alle porte, se non verranno presi tempestivamente dei provvedimenti.Pertanto, si auspica: la salvaguardia delle abitazioni, la messa in sicurezza del pontile, il ripristino dei muretti pericolanti, la manutenzione del plesso scolastico, il restauro del monumento ai caduti.
Inoltre, con l'approssimarsi della stagione estiva, è più che mai necessaria per Acquacalda, quale località balneare, la pulizia delle spiagge.
Questa piccola frazione, che rappresenta una delle più importanti zone turistiche dell'Isola, non può essere abbandonata ad un declino che non merita; deve essere protetta e curata oggi se vogliamo che abbia un domani prospero e continui ad essere piacevole viverci, sia per chi vi soggiorna durante la stagione estiva ma soprattutto per chi vi abita tutto l'anno.
3)Oggetto: Richiesta coperture alle fermate dell'autobus
Con la presente si segnala una richiesta che perviene da molti cittadini, i quali sollecitano la collocazione di adeguate coperture in prossimità delle principali fermate autobus, al fine di evitare disagi (pioggia, caldo), durante i momenti di attesa, a quanti usufruiscono del mezzo pubblico.
Rosario Centorrino

Canneto. Incidente stradale, bambino con fratture multiple al cranio trasferito in elicottero(Aggiornamento delle 20.26)

Incidente stradale oggi pomeriggio, intorno alle 17.00, nella frazione liparese di Canneto. Per cause ancora in corso d'accertamento A.L.D. un ragazzino di 8 anni è stato investito sulla Marina Garibaldi, subito dopo la zona di Unci. Il ragazzino sarebbe stato investito da un motociclo condotto da un giovane di Lipari. Responsabilità e modalità dell'accaduto sono al vaglio delle forze dell'ordine.
Trasportato in ospedale a Lipari dall'ambulanza del 118, dopo i primi interventi e il riscontro di fratture multiple al cranio, è stato trasferito con un elicottero del 118 al Policlinico di Messina.
L'intervento dell'elicottero del 118 nella pista attigua all'ospedale è stato assistito dalla squadra dei vigili del fuoco in servizio al distaccamento di Bagnamare.
Da quanto trapela le condizioni del ragazzino, stante le fratture, sono definite serie non vi sarebbe, per fortuna, nessun rischio per la vita. Da quanto apprendiamo, tra l'altro, il bambino era perfettamente cosciente al momento di lasciare Lipari.

Stromboli: Carabinieri arrestano un cittadino straniero per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

I carabinieri della stazione di Stromboli hanno tratto in arresto un cittadino di nazionalità marocchina responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.
A dare l’allarme tramite l’utenza 112 è stato un privato cittadino che ha segnalato una lite in corso all’interno di una privata dimora sita in una via del centro abitato del comune eoliano.
I carabinieri della locale stazione, raggiunta in pochi minuti l’abitazione, hanno proceduto all’arresto del 36enne marocchino che, come i militari hanno poi appreso dalla moglie, l’aveva aggredita per futili motivi colpendola con calci e pugni.
La donna prontamente soccorsa e stata poi trasportata alla guardia medica dell’isola per le cure del caso.
S.E.M. (cl. 1973) è stato quindi arreastato con l’accusa di lesioni personali e maltrattamenti in famiglia ed è stato ristretto nella camera di sicurezza della Stazione Carabinieri di Stromboli, in attesa di essere giudicato con rito direttissimo presso la sez. distaccata di Lipari del Tribunale di Barcellona P.G..

Lettere alla redazione. "Mi sono vergognato..per la stato di abbandono"

Riceviamo dal geometra Salvatore Naso e pubblichiamo:
Gentile redazione,
nella giornata di mercoledì sono stato a fare un giro dell'isola con la mia auto, per portare a conoscere le meraviglie dei nostri paesaggi e gli affascinanti contorni delle nostre frazioni, alcuni parenti provenienti dall'Australia, essi hanno goduto a pieno della straordinarietà del nostro territorio, sono rimasti senza fiato di fronte ai nostri punti panoramici, io, invece, mi sono letteralmente vergognato di averli portati in giro!
Non c'è un solo tratto di strada dell'isola di Lipari che si presenti in modo decente, manto stradale in più parti dissestato, muri di cinta in condizioni estetiche spesso pessime, sono cosciente che per queste cose le procedure per la riparazione non sono semplici, ma le sterpaglie?
Ormai invadono le canaline di scolo di TUTTE le strade dell'isola e spesso invadono parte della carreggiata inducendo gli automobilisti a percorrerla istintivamente verso il centro con il risultato che ho più volte richiato un incidente.
Invito l'amministrazione a caricarsi di questo problema, vista la latitanza della Provincia, a vergognarsi un poco anche Lei, ad uscire possibilmente gli attributi, ripulire con mezzi propri le strade dalla vegetazione, per poi presentare il conto alla Provincia, troppo preoccupata a decidere come distribuire gli avanzi di bilancio, poco attenta a tutelare le parti di territorio di sua competenza, sopratutto quelle che le danno prestigio in tutto il mondo.
Salvo Naso

Pietro Lo Cascio: Lettera aperta sui sentieri del comune di Lipari

Lettera aperta sui sentieri del Comune di Lipari di Pietro Lo Cascio
Ho letto la lettera inviata da Raimund Rodewald ai consiglieri comunali, quella inviata alla stampa da Piero Roux di Legambiente e, infine, la risposta odierna dell’assessore Corrado Giannò. Tutto il carteggio verte sostanzialmente attorno allo stato della sentieristica di Lipari e all’attenzione che l’amministrazione rivolge a tale risorsa, e ritengo di dovere aggiungere alcune riflessioni sull’argomento.
1) Lo stato attuale. È indubbio che la rete sentieristica, ossia le strade comunali non carrozzabili, sia soggetta da anni a un profondo degrado, particolarmente evidente a Lipari, mentre nelle altre isole l’attività di manutenzione svolta dall’Azienda Foreste Demaniali che gestisce le riserve attenua il problema. Rodewald parla di Vallone Bianco, autentica foiba dell’elettrodomestico e dell’auto usata, ma i sentieri presentabili, o quanto meno praticabili, sono ormai davvero merce rara. Quello tra Chiesa Vecchia e Acquacalda, recuperato dalla precedente amministrazione con modica spesa e su sollecito di Nino Allegrino, giace semisepolto da sterro e materiale di risulta che, pur essendo stato denunciato alla polizia municipale almeno tre anni fa, nessuno si è preso la briga di rimuovere; quello da Alta Pecora a Monte Chirica ospita una jungla che farebbe invidia ai cercatori di caucciù del Brasile; quello da San Salvatore a Monte Guardia è percorribile se si possiede il raro dono della levitazione, unico metodo per superare indenni un’ampia e antica frana che si tuffa in un insidioso vallone sottostante. Mi fermo qui. Devo registrare, però, che proprio a lodevoli iniziative di volontari, come l’Associazione Borgata di Lami, si deve il recupero di importanti sentieri nella zona nord-orientale di Lipari; in questo senso, ha ragione l’assessore Giannò quando spera “che vi siano tanti altri Sig. Portelli”, perché altrimenti non avremmo nemmeno quelli.
2) Quale importanza hanno i sentieri. Purtroppo, e ripeto purtroppo, i sentieri che commemoravo sono indicati nelle guide, proposti da agenzie e tour operator, compresi in circuiti turistici che attirano, come topi in trappola, migliaia di visitatori ogni anno, soprattutto in quei periodi che vanno da marzo a giugno e da settembre a novembre e che amiamo definire “destagionalizzazione”. Questi malcapitati, pur non rientrando nella categoria dei turisti “di lusso”, ovvero ordinando abitualmente a tavola un modico quartino di vino e spostandosi con scarponi e racchette sui bus di linea, costituiscono la principale clientela di alberghi, ristoranti, barche a traffico e quant’altro per lunghi mesi, altrimenti “morti”. La nostra fortuna è che, in prevalenza, provengano da paesi nordici, e dunque usino lamentarsi in lingue quasi sempre incomprensibili; così, non se ne accorge nessuno e siamo tutti felici.
3) L’impegno dell’amministrazione e le occasioni mancate. L’assessore Giannò afferma che l’amministrazione non è affatto disattenta o disinteressata alla materia, portando come esempio il recente incontro avuto con Rodewald. Trascuro il fatto che sia un po’ eccessivo pensare già alla soluzione del problema occupazionale dei lavoratori ex Pumex, dato che nel progetto in questione non sono affatto individuate le misure finanziarie per garantire a lungo termine i lavoratori ma al massimo si fa riferimento a interventi di recupero e valorizzazione (e dunque, a breve termine). Mi chiederei perché l’amministrazione, invece di polemizzare con gli autori del famoso Piano di Gestione del sito Unesco “calato dall’alto”, non abbia approfittato dell’occasione per proporre interventi sulla sentieristica, né abbia formalizzato proposte analoghe in occasione della redazione di altri strumenti di gestione recentemente promossi dalla Regione. Forse, semplicemente, un progetto non ce l’ha, ma con la solita fortuna spunta il Dr. Rodewald e scopriamo di avere sentieri in pessimo stato che necessitano di cure urgenti. Quello che manca oggi sono i soldi. Vorrei però ricordare all’assessore Giannò e alla giunta che durante gli anni scorsi, sotto la dizione “emergenza vulcanica”, prelevavamo tre euro a ogni escursionista diretto ai crateri di Vulcano e di Stromboli, e che gli escursionisti non erano pochi. Si trattava di decine e decine di migliaia di euro all’anno, che sarebbe stato sensato – dato che venivano attinti dalla sentieristica – reinvestire nella sentieristica. Purtroppo nulla ci è dato sapere sulla loro destinazione, ma possiamo escludere con certezza che i sentieri ne abbiano mai beneficiato, fatto salvo un annuale passaggio di ruspa sul sentiero di Vulcano che, nella peggiore delle ipotesi, costava al Comune qualche migliaio di euro. Quali altri interventi ha eseguito l’amministrazione, quando aveva la disponibilità economica per farlo?
4) Conclusioni. Quando l’assessore Giannò parla di “fase embrionale”, lo comprendo. È vero, ma non solo per il progetto Rodewald: direi per tutto ciò che riguarda l’argomento in questione. Forse, allo scadere del mandato elettorale, questa amministrazione avrà maturato la consapevolezza di amministrare, tra le altre cose, anche le proprie strade comunali. Per questo, chiarisco subito come la mia non voglia essere una critica all’istituzione che egli rappresenta; si può infatti criticare qualcuno quando opera, quando c’è, ma l’amministrazione comunale nei sentieri di Lipari non c’è. E condivido l’ottimo motto di Giannò, “il tempo in cui tutto è dovuto ormai non appartiene più a quest’epoca”. È infatti il tempo dei rastrelli e dei decespugliatori dei cittadini, autarchiche soluzioni nelle quali riconosciamo, almeno, una precisa strategia politica per affrontare questo e altri problemi, che si potrebbe sintetizzare in un altro motto: “me ne frego”. Un po’ retrò, ma ancora caro a qualcuno.
Pietro Lo Cascio
consigliere comunale di Sinistra Democratica

Riflessioni in libertà sull'applicazione dell'isola pedonale a Lipari di LELIO FINOCCHIARO

Riceviamo dal consigliere comunale Lelio Finocchiaro e pubblichiamo:
Recentemente ho avuto modo di leggere le osservazioni del collega Sabatini sull'isola pedonale e su come è stata concepita ed applicata a Lipari.
Faccio presente che qualunque decisione sull'argomento è di competenza della Giunta Comunale e che a nessun consigliere , sia esso di maggioranza che di minoranza è mai stato richiesto di esprimere un parere sulla questione, perciò sia il collega che io stesso ne parliamo come semplici cittadini che non hanno altro modo di esporre le proprie idee o fare le proprie osservazioni.
Io credo che l'isola pedonale sia, e non può essere diversamente,una conquista di civiltà che ormai trova applicazione in tutte i centri storici di ogni città. Detto questo e dando per acquisita questa premessa, occorre fare qualche passo in più e cercare di capire in dettaglio di che cosa si tratta.
Sembra, infatti, che qualcuno sia convinto che basti mettere un cartello all'inizio di una strada, dicendo : “ da tale ora a tale ora divieto di transito”, per sentirsi soddisfatto per avere adempiuto ad un importante adempimento sociale. In pratica si applica quella che non pochi chiamano la “cultura del proibire”, tradendo così, a tutti gli effetti il principio stesso di isola pedonale.
La stessa non consiste, infatti, nel proibire qualcosa a qualcuno, bensì nel permettere al maggior numero di persone, cittadini e turisti, di usufruire di un bene pubblico nel migliore dei modi. Ne consegue che alla proibizione pura e semplice “devono” corrispondere tutti quegli adeguamenti che rendano facile l'accesso ed il godimento del bene in questione.
In realtà mettere un cartello e basta dimostra solo, a mio parere, la superficialità con cui si intende liquidare un argomento che meriterebbe ben altra attenzione. Soprattutto in un posto come Lipari, dove la rete stradale ha i limiti che sono sotto gli occhi di tutti, e dove la zona storica si sovrappone inevitabilmente con quella commerciale, non ci si può esimere dall'adottare quei provvedimenti indispensabili per evitare che l'isola pedonale venga vissuta male da chi può avere altri intenti oltre a quello della semplice passeggiata.
Si portano ad esempio le altre città che adottano l'isola pedonale, ma chissà perchè non si parla delle misure che nelle stesse vengono adottate a servizio di tutti i cittadini. Laddove non è possibile passare con l'auto, dovrebbero esserci dei parcheggi perchè l'auto si possa parcheggiare. E a Lipari non se ne parla. Per spostarsi da un eventuale parcheggio e muoversi per la città, occorrerebbe un sistema di pulmini (come ad esempio a Taormina). E a Lipari non se ne parla. In altri posti sono istituite le zone blu a pagamento (come a Messina). E a Lipari non se ne parla.
Si ha una idea quante persone, per lo più anziani, e di questo parlo per diretta cognizione
di causa, ogni mattina frequentano gli ambulatori medici, i laboratori di analisi e le farmacie,
tutte quante ricadenti nell'isola pedonale? E tutti sono costretti, per la mancanza di adeguati
servizi alternativi, a venire a piedi chissà da dove e a doversi spostare con difficoltà ed enormi
sprechi di tempo.
L'isola pedonale è una conquista sociale e di civiltà, ma fino a quando ci sarà qualcuno convinto che questi obbiettivi si possano raggiungere mettendo un cartello all'inizio della strada, allora si che il cammino da fare è veramente molto più lungo di quanto possiamo immaginare.
Sintetizzando direi che a Lipari l'isola pedonale si intende ( e si è sempre intesa ) come un qualcosa di passivo che si risolve in un divieto di accesso a determinate zone, e non, come forse dovrebbe essere, un procedimento attivo e consapevole creato attivando tutti quei servizi necessari perchè funzioni in maniera civile e consona alle esigenze della popolazione.
Ovviamente trattasi di un obbiettivo più difficile da realizzare, e non si può certo pretendere di raggiungerlo concentrandosi sull'isola pedonale solo la settimana precedente alla sua istituzione, così come si è sempre fatto.
Forse si dovrebbe spendere un po' più di tempo durante l'inverno per creare una bozza, un'idea
di isola pedonale “attiva” che soddisfi le esigenze di tutti, e che sia, una volta per sempre,
“sostenibile” e non improvvisata di anno in anno, magari con una commissione apposita che si
dedichi a questo.
Per esempio creare delle aree di parcheggio a pagamento attorno al centro, con le quali
finanziare un bus navetta gratuito per gli utenti nel periodo estivo che attraversi il centro storico
e marina corta, cosa che avrebbe sicuramente anche una valenza turistica.
Si potrebbero, ad esempio, “vendere” gli spazi esterni di tale bus navetta a fini pubblicitari per
ammortizzare i costi del servizio.
Diciamo che le idee potrebbero essere tante, fate voi, ma almeno qualcuno ci faccia vedere che
la cosa è stata “ragionata” per una volta, che è stata pensata, discussa, e non come ogni anno
improvvisata con la solita riunione all'ultimo momento per decidere da che ora a che ora
chiudere il traffico.
Lelio Finocchiaro
Consigliere comunale

Marina Corta, i cassoni, la sabbia e la sorveglianza

Riceviamo e pubblichiamo una interrogazione presentata il 29 maggio scorso dal consigliere Adolfo Sabatini ed indirizzata al sindaco del Comune di Lipari Dott. Mariano Bruno e all’assessore ai LL. PP. Rag. Corrado Giannò
OGGETTO: interrogazione – lavori molo di Marina Corta.-
Ieri 28.5.2009 ho assistito alle operazioni peritali che si sono svolte per la verifica all’interno dei cassoni posti sul lato SUD del molo di Marina Corta.-
Non entro nel merito della questione dei reperti archeologici, ma dalla sabbia che ho visto venire fuori dal cassone iniziale, in luogo del conglomerato previsto in capitolato.-
A tal fine con la presente INTERROGO le SS. LL. per sapere:
- se è vero che il materiale previsto nel capitolato d’appalto per il riempimento dei cassoni era conglomerato, l’utilizzo della sabbia è conseguenza di una variante e/o ordine di servizio della D.L.?;
- chi avrebbe dovuto vigilare i lavori e verificare che si utilizzassero i materiali previsti nel capitolato d’appalto;
- come mai, se come rilevato sono stati utilizzati materiali diversi, nessuno è intervenuto atteso che gli stessi sono durati molto tempo?.-
Si richiede risposta scritta nei tempi e nei modi previsti dalla Legge.-
CON I MIGLIORI SALUTI.-
Lipari 29.5.2009
Il consigliere Comunale di Nuovo Giorno
Adolfo Sabatini

Botta e risposta tra Roux e Giannò. L'esponente di Legambiente: "Urgono impegni e fatti"

Riceviamo da Piero Roux di Legambiente e pubblichiamo:
Basta, a qualsiasi cittadino o turista, fare un giro per l’isola per accorgersi di quanto miope sia l’amministrazione locale visto che si permette – anche -di negare l’evidenza.
Lungi da me la voglia di polemica ma l’assessore Giannò – paladino del Palazzo- dovrebbe rendersi conto che – in un paese a vocazione turistica - non si può aspettare che il 4 giugno – a stagione turistica inoltrata - si presenti il Sig. Raimund Rodewald ( degna persona, amante delle nostre isole e soprattutto proveniente dalla civile svizzera) con una proposta di piano di rivalorizzazione dei sentieri.
La corretta informazione da dare alla cittadinanza ed ai turisti che seguono le Eolie dovrebbe essere (da parte dell’Amministrazione) “scusateci siamo incapaci a gestire e garantire uno sviluppo equilibrato e sostenibile del territorio” e, preso atto dei fatti, prendere il “panierino” e -rimettendo il mandato- tornarsene a casa.
L’assessore Giannò non può disconoscere le varie richieste di intervento inoltrate, oltre che dai cittadini, anche dai consiglieri:
Biviano che il 16 maggio interroga e sollecita interventi sulle strade comunali;
Megna e Fonti che il 14 maggio denunciano il degrado ambientale;
Centorrino che lo stesso giorno richiede una manutenzione ordinaria dei cimiteri.
richiami che cadono nel vuoto di una amministrazione che non riesce ad amministrare neanche l’ordinario; che si trincera dietro ai “problemi di bilancio”; che si presenta vuota di idee e carente d’azione.
Le Eolie richiedono attenzione costante ed amore infinito affinchè le loro bellezze possano continuare a gratificare l’animo di coloro che la visitano o che le hanno scelte per viverci.
No, caro Assessore Giannò, non è più tempo di belle parole….urgono impegno e fatti ed i cittadini che pagano le tasse –pur avendo l’obbligo di salvaguardare il proprio territorio- non possono e non dovrebbero sostituirsi all’Amministrazione.
Legambiente
Piero Roux

"Sentieristica ma quale disattenzione". L'assessore Giannò risponde a Roux.

Ritengo doveroso al fine di dare corretta informazione alla cittadinanza ed ai turisti che frequentano le Eolie e/o le seguono attraverso i notiziari on line, che non risponde assolutamente al vero quanto dichiarato dal Sig. Piero Roux circa un disinteresse da parte dell’Amministrazione Comunale di Lipari relativamente al recupero ed alla rivalorizzazione dei numerosi sentieri esistenti sull’isola.
Se fosse stato più attento ed avesse chiesto a chi di competenza il Sig. Roux avrebbe evitato di dare una informazione non corretta infatti alla presenza del sottoscritto nonché di alcuni lavoratori ex Pumex, questa mattina presso il Palazzo Municipale di Lipari si è tenuto un interessante incontro con il Dott. Raimund Rodewald il quale, ha presentato all’Amministrazione Comunale un progetto in linea con i dettami che la stessa aveva già intrapreso per altre vie e inerente l’inizio di una seria operazione che potrebbe anche portare alla soluzione dell’annoso problema legato proprio ai lavoratori ex Pumex.
Siamo alla fase embrionale ma, sicuramente, non siamo per nulla disattenti o disinteressati anzi, tutt’altro.
In merito all’iniziativa del privato, Sig. Portelli, l’Amministrazione plaude e spera che vi siano tanti altri Sig. Portelli, perché il tempo in cui tutto è dovuto ormai non appartiene più a quest’epoca.
Chi AMA le Eolie lavora e si impegna, chi non intende far ciò può solo continuare a scrivere l’importante è che lo faccia correttamente e con cognizione di causa.
Corrado Giannò
Assessore Comune Lipari

mercoledì 3 giugno 2009

Eolie: Collegamenti tornati alla normalità

Tornati alla normalità i collegamenti marittimi da e per le Eolie. Nel pomeriggio aliscafi e catamarani hanno ripreso a navigare anche per le isole minori. e per Napoli. Hanno così potuto lasciare Panarea e Stromboli i turisti che erano rimasti bloccati.

"Sveglia che è tardi..." di PIERO ROUX

Riceviamo e pubblichiamo:
Da tempo ed a più voci si chiede all’Amministrazione Comunale e all’assessorato competente di intervenire al fine di rendere agibili i sentieri e le strade comunali invasi da vegetazione, residui ferrosi e rifiuti urbani.
Nessun interesse da parte dell’Amministrazione Bruno che sembra ignorare - in toto- lo stato di degrado in cui versa l’intera isola e - cosa più grave- l’immagine che gli ospiti esportano dei nostri luoghi.
Solo pochi giorni orsono Repubblica titolava una lettera inviata a quel giornale da Elvira e Stefano Noferini di Bologna: "Eolie, paradiso da sogno, abbandonato all'incuria" mentre Raimund Rodewald , direttore della fondazione svizzera per la tutela del paesaggio , chiedeva un piano di recupero dei sentieri sollecitando l’Amministrazione Comunale ad inserire nel piano triennale dei lavori pubblici anche “la rivalorizzazione dei sentieri di Lipari”.
Qualcuno degli amministrazione ha provato- se non vergogna- almeno un senso di imbarazzo?
Credo proprio di no se a distanza di quindici giorni il privato cittadino Angelo Portelli, titolare del Cantiere Nautico omonimo ( già noto per aver, lo scorso anno, ripulito da carcasse di natanti abbandonati da anni, la Baia di Porto delle Genti ), con l’ausilio di un trattore ed armato di decespugliatore- (provando -lui si- vergogna per lo stato di degrado in cui versava) ha ripulito la Strada Comunale Candali, la più percorsa ( fin dal mese di aprile) da numerosissimi turisti diretti al belvedere del “Semaforo”, che si presentava quale un groviglio di vegetazione spontanea che copriva gran parte della via.
Lo scrivente, da cittadino e responsabile locale di Legambiente rende merito all’azione individuale del Sig. Portelli(nella foto) che, stimolato dall’ amore per “la sua isola”, s’è sostituito all’Ente pubblico sempre più negligente ed assente.
Legambiente Lipari
Piero Roux

L'editoriale. La via Francesco Crispi(Marina Lunga) e l'orticello

Nella Via F. Crispi(Marina Lunga) l'ordinanza che entrerà in vigore il 15 giugno istituisce il divieto di sosta 0/24 con rimozione forzata, lato mare. La stessa ordinanza consente nella stessa via il libero parcheggio lato monte. Un provvedimento che vuole salvaguardare la stupenda passeggiata e permettere a residenti e turisti, anche a quelli delle barche, di utlizzarla senza il rischio di trovarsi una macchina posteggiata sopra o sotto il marciapiede.
Una decisione che, ovviamente, dovrà trovare l'applicazione (senza favoritismi e marce indietro) sul campo. Così come in tutte le altre "nuove situazioni" previste da questa ordinanza.
Ma... c'è il solito ma... Prima che l'ordinanza entri in vigore... però c'è già qualcuno che si sente "pestati i piedi" e mette le mani avanti ipotizzando polemiche divampanti già da adesso('), scenari apocalittici, parcheggi selvaggi lato mare e lato monte (accade già adesso, strano che sia passato inosservato).
Il classico fasciarsi la testa prima di rompersela o lo spostamento lato monte della sosta disturba il proprio "orticello"?
Noi propendiamo per la seconda ipotesi pronti, comunque, documentazione fotografica o non, pronti ad attenzionare violazioni all'ordinanza e critiche "costruttive e stimolanti" a chi questa ordinanza deve farla applicare. Ma questo solo dopo la sua entrata in vigore e il necessario tempo fisiologico per applicarla.
Una ultima precisazione. Il solito "titolare dell'orticello", che evidentemente teme di essere disturbato nelle sue vicende quotidiane, auspica l'istituzione a Marina Lunga- Via F. Crispi dell'isola pedonale.
Non siamo contrari a questa ipotesi (in linea di massima) anche se per alcune ore ma... anche qui.. ci sorge un dubbio.
Il "titolare dell'orticello" (ci è stato riferito ma forse lo abbiamo letto da qualche parte) sino a tempo fa non riteneva che una enorme mole di traffico sulla Falcone- Borsellino non fosse confacente con le caratteristiche e la situazione di quella strada?
A meno di un improvviso attacco di miopia non ci sembra che la Falcone-Borsellino sia cambiata di molto rispetto a prima. E se già non sopporta il traffico "residente" ci sembra difficile sopporti quello estivo.
Ma ognuno in quest'isola guarda al proprio "orticello" anche se in prossimità del mare....a Marina Lunga

Lipari: Cosap aumento medio del 25o%. Tarsu deliberati aumenti a fasce

Dopo il via libera ottenuto in consiglio comunale dalla sua maggioranza il sindaco di Lipari Mariano Bruno ha adeguato, procedendo ad un aumento rispetto al passato, il canone per l'occupazione del suolo pubblico (Cosap) e anche le nuove tariffe per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani(Tarsu). Lo ha fatto attraverso due distinte determinazioni sindacali. Per il suolo pubblico l'aumento medio è del 250%. Da evidenziare però che l'ex Tosap nel comune di Lipari era una tra le più basse tra le città turistiche italiane. Il sindaco Bruno nella determina 82/2009 ha posto in risalto come le vecchie tariffe risalissero al 2001 e che "l'adeguamento delle stesse si è reso necessario per fronteggiare il costo di beni e servizi che è aumentato notevolmente in ambito nazionale e non consente ai bilanci dell'ente di raggiungere la quadratura in assenza di incrementi di entrate proprie. Inoltre- ha affermato Bruno- in quanto occorre dare attuazione alle norme nazionali e regionali che impongono una riduzione dei trasferimenti con conseguente necessità di incremento dell'indice di autonomia finanziaria dalle autonomie locali. Questo il quadro del nuovo canone per il suolo pubblico: Concessioni annuali euro 75,00 x mq. per anno piu' coefficienti moltiplicatori; passi carrabili (annuale) euro 37,50 x mq. x anno; Cosap temporanea (fino al 14° giorno) euro 2,00 x mq. x giorni; Cosap temporanea(dal 15° giorno ed inferiore al mese) euro 1,60 x giorni; Cosap temporanea (se superiore al mese) euro 1,00 x mq. x giorni ; Cosap grandi utenti (Telecom, Enel, Sel) euro 0,775 per utenza collegata per anno con un minimo di euro 516,46.
Per quanto concerne la Tarsu, considerando che per il 2009 la spesa per il servizio è stata quantificata in euro 2.493.842,39, questi alcuni degli aumenti: per le abitazioni 25%, per gli alberghi 13%, per i ristoranti 26%, per i negozi di frutta e verduta 82%, per i supermercati del 9%. Per gli stabilmenti balneari la Tarsu diminuirà del 30%, per le banche del 23%.

Pubblicato il "Decreto sulle norme di afflusso e di circolazione dei veicoli alle Eolie".Anche quest'anno divieto solo sulla carta?

Decreto 18 maggio 2009 - G.U. n. 123 del 29/05/2009 Decreto 18 maggio 2009 Norme sull'afflusso e circolazione dei veicoli sulle isole Eolie.(GU n. 123 del 29/05/2009)
IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTUREE DEI TRASPORTI
Visto l'art. 8 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, come modificato con decreto legislativo 10 settembre 1993, n. 360, concernente limitazioni all'afflusso ed alla circolazione stradale nelle piccole isole dove si trovano comuni dichiarati di soggiorno o di cura;
Vista la circolare n. 5222, dell'8 settembre 1999, con la quale sono state dettate le istruzioni relative all'applicazione del summenzionato art. 8 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285;
Considerato che ai sensi del predetto articolo compete al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, sentite le regioni e i comuni interessati, la facolta' di vietare nei mesi di piu' intenso movimento turistico, l'afflusso e la circolazione di veicoli appartenenti a persone non facenti parte della popolazione stabile;
Vista la delibera della giunta comunale di Lipari (Messina) dell'11 febbraio 2009, n. 16;
Vista la nota dell'Ufficio territoriale del Governo di Messina n. 37561/08/13.12/GAB. del 5 marzo 2009;
Visto il parere favorevole espresso dalla Regione Siciliana comunicato con nota del Dipartimento trasporti e comunicazioni n. 218, del 16 marzo 2009;
Ritenuto comunque urgente ed indilazionabile adottare i richiesti provvedimenti restrittivi della circolazione stradale per le ragioni espresse nei succitati atti;
Decreta:
Art. 1.Sono vietati l'afflusso e la circolazione sulle isole del Comune di Lipari, di veicoli a motore appartenenti a persone non stabilmente residenti nelle isole del Comune stesso, secondo il seguente calendario:
dal 1° giugno 2009 al 31 ottobre 2009 divieto per le isole di Panarea e Stromboli;
dal 1° luglio 2009 al 31 ottobre 2009 divieto per l'isola di Alicudi;
dal 1° luglio 2009 al 30 settembre 2009 divieto per le isole di Lipari, Vulcano e Filicudi.
Art. 2. Nei periodi di cui all'art. 1 sono concesse le seguenti deroghe:
A) Alicudi - Stromboli - Panarea
1 - ai veicoli adibiti al trasporto di cose per il rifornimento degli esercizi commerciali con l'obbligo di stazionare negli appositi stalli dell'area portuale per lo scarico delle merci;
2 - per le sole isole di Panarea e Stromboli, ai motocicli e ciclomotori elettrici appartenenti ai proprietari di abitazioni che, pur non essendo residenti, risultino iscritti nei ruoli comunali delle imposte di nettezza urbana del Comune di Lipari per l'anno 2008, limitatamente ad uno solo dei citati veicoli per nucleo familiare;
3 - agli autoveicoli per il trasporto di artisti e attrezzature per occasionali prestazioni di spettacolo, per convegni e manifestazioni culturali. Il permesso verra' concesso dal comune, di volta in volta, secondo le necessita';
4 - ai veicoli delle forze dell'ordine.
B) Lipari - Vulcano
1 - agli autoveicoli, ciclomotori e motocicli appartenenti ai proprietari di abitazioni ubicate all'esterno del perimetro urbano che, pur non essendo residenti, risultino iscritti nei ruoli comunali delle imposte di nettezza urbana per l'anno 2008, limitatamente ad un solo veicolo per nucleo familiare. L'iscrizione deve essere dimostrata con la relativa cartella esattoriale o certificato rilasciato dal comune;
2 - ai veicoli adibiti al trasporto di cose;
3 - agli autoveicoli, ciclomotori e motocicli appartenenti a persone che dimostrino di essere in possesso di prenotazione di almeno sette giorni in struttura alberghiera, extralberghiera o casa privata; ove tali residenze fossero ubicate all'interno del perimetro urbano di Lipari e Canneto, i proprietari di tali veicoli dovranno dimostrare di avere la possibilita' di un parcheggio privato o pubblico (ove esistente) e la corrispondente dichiarazione dovra' essere esposta, in modo visibile, all'interno del veicolo;
4 - ai caravan e autocaravan al servizio di soggetti che dimostrino di avere prenotazioni per almeno sette giorni nei campeggi esistenti, o parcheggi pubblici, o privati, ove esistenti, e li' stazionino per tutto il periodo del soggiorno;
5 - agli autoveicoli del servizio televisivo, cinematografico o che trasportano artisti e attrezzature per occasionali prestazioni di spettacolo, per convegni e manifestazioni culturali. Tale permesso verra' concesso dal Comune, di volta in volta, secondo le necessita';
6 - alle autoambulanze, veicoli delle forze dell'ordine e carri funebri;
7 - agli autobus turistici che, relativamente alla sosta ed alla circolazione, dovranno scrupolosamente attenersi alle ordinanze locali.
C) Filicudi
1 - ai veicoli adibiti al trasporto di cose per il rifornimento di esercizi commerciali con l'obbligo di stazionare negli stalli autorizzati per lo scarico delle merci;
2 - agli autoveicoli del servizio televisivo, cinematografico o che trasportano artisti e attrezzature per occasionali prestazioni di spettacolo, per convegni e manifestazioni culturali. Tale permesso verra' concesso dal comune, di volta in volta, secondo le necessita';
3 - agli autoveicoli appartenenti a persone che dimostrino di essere in possesso di prenotazione di almeno sette giorni in struttura alberghiera, extralberghiera o casa privata che dovranno dimostrare di avere la possibilita' di un parcheggio privato o pubblico (ove esistente) e la corrispondente dichiarazione dovra' essere esposta, in modo visibile, all'interno del veicolo.
Art. 3.
Sulle isole anzidette possono affluire gli autoveicoli che trasportano invalidi, purche' muniti dell'apposito contrassegno previsto dall'art. 381 del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, rilasciato da una competente autorita' italiana o estera.
Art. 4.
Al comune di Lipari e' consentito, per comprovate, urgenti e inderogabili necessita', di concedere ulteriori deroghe al divieto di accesso di cui al presente decreto.
Art. 5.Sanzioni
Chiunque viola i divieti al presente decreto e' punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 389 a euro 1.559 cosi' come previsto dal comma 2 dell'articolo 8 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, con gli aggiornamenti di cui al decreto del Ministro della giustizia in data 17 dicembre 2008, come arrotondati ai sensi dell' articolo 195 comma 3-bis del sopra richiamato decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285.Art. 6.
Il Prefetto di Messina e' incaricato della esecuzione e della assidua e sistematica sorveglianza sul rispetto dei divieti stabiliti con il presente decreto, per tutto il periodo considerato.
Roma, 18 maggio 2009
Il Ministro : Matteoli
Registrato alla Corte dei conti il 22 maggio 2009
Ufficio controllo atti Ministeri delle infrastrutture ed assetto del territorio, registro n. 4, foglio n. 383

NDD) VISTI I PRECEDENTI SARA' UN DIVIETO-LIMITAZIONE CHE RESTERA' SOLO SULLA CARTA?

Eolie: Mezzi veloci fermi ma viaggiano le imbarcazioni turistiche

Mezzi di linea veloci "al palo" sino a questo momento nelle Eolie per via delle avverse condizioni meteomarine. Come visibile dal video sottostante raggiungono regolarmente Lipari le imbarcazioni private che trasportano turisti dalla costa sicula.

Eolie in video. Al via la sesta edizione. Per partecipare informazioni

Eolie in Video “I corti di un mare di cinema”sesta edizione 21 – 25 luglio 2009
Dopo il successo delle scorse edizioni, ritorna con importanti novità il Festival cinematografico promosso dal Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani e dedicato ai Cortometraggi italiani ed eoliani dal titolo “Eolie in Video”. L’obiettivo centrale dell’iniziativa - creare nuove occasioni d’incontro, scambio e confronto tra i giovani artisti che si affacciano nel panorama cinematografico italiano – si abbina come ogni anno alla volontà di offrire un importante contributo per la promozione del turismo culturale e per la valorizzazione e la salvaguardia del patrimonio naturalistico e paesaggistico delle Isole Eolie, costantemente messo a repentaglio nonostante le caratteristiche di unicità e ricchezza riconosciute anche dall’Unesco.
La manifestazione (che verrà successivamente anche circuitata nelle isole di Panarea e Salina e nella città di Messina) si svolgerà nei Giardini del Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani – e seguirà tre percorsi, riservandosi comunque l’opportunità di presentare in esclusiva proiezioni speciali, retrospettive, lezioni magistrali e dibattiti a tema:
Concorso per cortometraggi italiani di fiction, a tema libero, pensato come occasione di elaborazione di spunti linguistici e indirizzato, in maniera particolare, verso la sperimentazione narrativa e artistica in senso lato;
Concorso per cortometraggi italiani di genere documentaristico, sempre a tema libero, nato quest’anno per mettere in evidenza un settore della produzione italiana in costante crescita e seguito sempre con maggiore interesse da ampie fasce di pubblico.
Rassegna di cortometraggi e video ambientati nelle Isole Eolie, riservata agli studenti delle Scuole di Lipari, per cogliere il punto di vista delle nuove generazioni sulla realtà eoliana.
Il bando di concorso su

Sfilata abiti da sposa e da cerimonia. Intermezzo musicale

La sfilata di abiti da sposa e da cerimonia, tenutasi al Megaparcheggio nell'ambito della Fiera delle Eolie e organizzata da Giusy D'amico, è stata intervallata anche da performance musicali. Il video di una di queste:

Filicudi: Proteste per la chiusura della farmacia

(Franco Perdichizzi) Turisti e pescatori di tutte le Eolie insieme nella protesta per la riapertura nell'isola della farmacia che da tempo rimane chiusa. Il dispensario farmaceutico, che qui tutti chiamano farmacia, per gli abitanti dell'isola, siano residenti che momentanei, è vitale a causa della lontananza di Lipari, dove è possibile reperire i farmaci. Così la protesta è esplosa fragorosa quando un pescatore proveniente da Cefalù è rimasto in balia ai suoi dolori per l'impossibilità di reperire, con regolare ricetta, un farmaco di uso comune per le sue problematiche. Anche i turisti si sono uniti al malcontento dei filicudari timorosi di essere coinvolti nella problematica che non si aspettavano di incontrare quando sono scesi sull'isola. Ma c'è di più poiché alla problematica della Farmacia si è aggiunta in questi giorni quella dei lavori al Porto che hanno costretto gli aliscafi a scegliere il molo di Pecorini, alle spalle del Porto, per l'approdo e le partenze. Così le attività turistiche allocate sul lungomare di Filicudi Porto sono in piena crisi, sia perché non giungono più i viaggiatori, siano turisti o no, sia perché quei pochi che vi alloggiano devono fare i conti con operai, gru, motopale, rumori e polvere ovunque. Non si potevano cominciare prima i lavori? I più informati rispondono che per motivi burocratici solo ora la gara d'appalto del progetto di riqualificazione della zona di Filicudi porto si è esitata e che il tempo è tiranno.

Canneto: "Coloriamo la piazza" tutti bravi. Primo posto a Valentina La Greca e Lorenza Famularo

Si è svolta a Canneto, nella Piazza San Cristoforo, nella serata del 1° Giugno, la premiazione dei bambini delle Scuole Elementari dell'Isola che hanno partecipato al primo concorso "Coloriamo la Piazza" .
I partecipanti al concorso sono stati: 36 bambini provenienti dalla Scuola di Canneto - 33 bambini provenienti dalla Scuola di Lipari - 7 bambini e 6 bambini provenienti rispettivamente dalle Scuole di Quattropani e Pianoconte.
Così come da concorso per il Gruppo A (prime e seconde classi) è stata decretata vincitrice Valentina LA GRECA
Per il Gruppo B (3° - 4° e ° classi) è stata decretata vincitrice Lorenza FAMULARO
Durante la serata, allietata dalla Band EOLINDIOS, si è svolta una degustazione di dolci tipici e sono state consegnate medagliette ricordo della manifestazione a tutti i bambini.
La partecipazione è stata arricchita dalla presenza non solo di residenti ma anche di numerosi turisti che hanno improvvisato balli e tarantelle in Piazza.
L'Associazione ringrazia tutti coloro che si sono prodigati ed hanno collaborato per la buona riuscita della manifestazione, ma soprattutto un particolare GRAZIE a tutti i bambini protagonisti indiscussi della serata!!!!!
Il Presidente
Antonino Giardina

Vi PROPONIAMO UN VIDEO CON LE FOTO DELLA SERATA

Bruno: «Le sette sorelle sono interessate a un circuito turistico provinciale»

Milazzo- Le Eolie, Milazzo e l'entroterra dei Nebrodi: una grande "famiglia" che rappresenti un'offerta turistica basata su cultura, storia ed enogastronomia.
Mariano Bruno, sindaco di Lipari, a latere del convegno di Milazzo, sollecita adeguate sinergie sul fronte del turismo. «Il turista che arriva nel messinese deve avere la possibilità di immergersi in un circuito variegato di storia, cultura, archeologia, paesaggi, mare e buona tavola – afferma –. È necessario potenziare il sistema dei trasporti, collegare le varie zone di interesse e offrire, su Milazzo, delle agevolazioni per chi si imbarca e far sì, in tal modo, che il turista trovi nei nostri luoghi un punto di riferimento per le proprie vacanze». Si parla di turismo e non si può non denunciare che «il nostro turismo finora è stato penalizzato dalla troppa distanza dagli scali di Reggio Calabria, Catania e Palermo. L'offerta turistica deve essere competitiva – afferma il sindaco Bruno –. Oggi gli spostamenti devono essere il più possibile celeri e funzionali, perché si privilegiano soggiorni brevi e si pretende di ridurre al minimo la durata del viaggio. E ciò può avvenire solo attraverso il mezzo aereo. Non basta quindi il potenziamento della rete stradale e ferroviaria, ma serve una rete aeroportuale vicina ai nostri luoghi». Lo stesso primo cittadino di Lipari, che sa di parlare anche a nome dei colleghi di Salina, chiede la strada del confronto tra la le autorità locali e i cittadini.
«Troppo spesso Messina sceglie per Milazzo, per le Eolie, entrando nel merito di decisioni su cui quantomeno si dovrebbero interpellare i diretti interessati. Sulla questione aeroporto, invece, nessuno ha mai chiesto il nostro parere. Dobbiamo sentirci una provincia viva e programmare insieme».

martedì 2 giugno 2009

Lipari: Una sfilata per... sognare. (Il video della manifestazione)

Si è tenuta ieri, grazie a Giusy D'Amico, al Megaparcheggio di Lipari la sfilata di abiti da sposa e da cerimonia. Dopo il precedente video, contenente uno stralcio della serata, vi proponiamo quello dove abbiamo raccolto buona parte della sfilata.. e del sogno.
IL VIDEO:

Lipari: Una sfilata per... sognare.

.Ottimo riscontro ieri sera alla Fiera delle Eolie '09 per la sfilata di abiti da sposa e da cerimonia. In attesa di un qualcosa di ben più ampio vi proponiamo una breve sintesi della serata in questo video:

Lipari: Incontro del sindaco con i rappresentanti degli istituti di credito. Quali risultati? L'interrogazione di Pietro Lo Cascio

Al Sindaco del Comune di Lipari e p.c. al Presidente del Consiglio Comunale di Lipari è indirizzata l'interrogazione del consigliere comunale Pietro Lo Cascio con oggetto: risultati dell’incontro tra Sindaco e rappresentanti degli Istituti di credito.
Gentile Signor Sindaco,
nel mese di marzo Lei ha promosso un incontro con i rappresentanti degli Istituti di credito che operano nel territorio comunale (MPS, Banco di Sicilia-Unicredit, Banca Popolare di Lodi, Banca Agricola Popolare di Ragusa) al fine di individuare e sollecitare misure creditizie atte a favorire imprese e cittadini del Comune di Lipari, a fronte dell’attuale grave crisi economica. Dalla data di tale incontro sono trascorsi ormai più di due mesi; in considerazione dell’indubbia importanza dell’argomento, e nella certezza che – stante la Sua incontestabile esperienza in materia – lo stesso non debba essere ritenuto una mera iniziativa demagogica, ritengo di interpretare una sincera e diffusa curiosità nell’interrogarLa per conoscere:
- quali risposte ha ricevuto, ad oggi, dai dirigenti degli Istituti coinvolti nell’incontro;
- quali iniziative, misure e quant’altro sono state eventualmente intraprese dagli stessi Istituti a seguito della Sua iniziativa;
- quali risultati, in sostanza, ha o avrebbe prodotto questo incontro.
Certo di un Suo cortese e sollecito riscontro scritto, porgo distinti saluti.
Pietro Lo Cascio
consigliere comunale di Sinistra Democratica

L'Editoriale. Sparacino o Carnevale, "aspettando" Russo e Megna? Proviamo a capirci qualcosa

L' EDITORIALE
La dottoressa Mimma Sparacino o l'ing. Emanuele Carnevale nella giunta Bruno al posto del dimissionario dottor Alfredo Biancheri?
Senza troppi voli pindarici o di fantasia sono questi i due nomi che l'MPA di Lipari metterà sul tavolo del sindaco Mariano Bruno. Con una leggerissima prevalenza del secondo (sponsor l'imprenditore Salvatore Coppolina) sulla prima.
Questo sarà il primo immediato cambio nella giunta Bruno al quale seguiranno quello di Maggiore (forse prima dell'estate) e di Ferlazzo (quando l'aria rinfrescherà). C'è anche chi parla di una staffetta in campo AN. Anche in questo caso se accadrà non sarà prima di settembre/ottobre.
Gli intoccabili, al momento, sembrano essere China e Giannò. Con il primo (si dice) che non vedrebbe male sulle sue spalle...una bella fascia tricolore...di riserva. Insomma l'ambizione sarebbe la vice-sindacatura. Il suo vulcanesimo..fortemente attivo...potrebbe però rivelarsi un ostacolo insormontabile.
Particolare la posizione del dottor Natale Famà la cui presenza in giunta non si discute ma che, per problemi di carattere personale, potrebbe essere affiancato da un consigliere comunale (il geometra Guarino?).
Chi prenderà il posto dell'ormai sempre più defilato Maggiore? I bene informati dicono il ragionier Nuccio Russo. Ma l'interessato, che non è certo uno che ha nascosto la testa sotto la sabbia nel "rimbrottare" l'attuale Governo del comune, ci starà? E se si a quali condizioni?
La disamina si conclude con gli "ex maggioranza" del Faro. Inutile nascondersi dietro ad un dito: il rientro a pieno titolo nella squadra consiliare di maggioranza dei due "aventiniani" Fonti e Megna rappresenterebbe un vero e proprio toccasana per il "team Bruno" Visti anche (si dice) i "mal di pancia"(leggasi canone suolo pubblico) di Fabrizio Famularo.
I tentativi per ricucire lo "strappo" ci sono stati, ci sono e, probabilmente, continueranno ad esserci. Ad oggi l'opera di mediazione, con sul tavolo una poltrona di assessore per Megna (Francesco più di Luigi) e di vice-presidenza del consiglio, non ha sortito effetto alcuno. E stando ai diretti interessati è difficile che posso sortirne. A meno che... come hanno sempre sostenuto Francesco e Gesuele... non si azzeri tutto e si faccia in modo che due più due torni a fare concretamente quattro.

S.Marina Salina: Rincarano i posti barca Il sindaco Lo Schiavo guida la protesta

(peppe paino- gazzetta del sud) L'Assessorato regionale al Territorio e Ambiente amplia la concessione alla società Safim di Milazzo, che l'anno scorso si è aggiudicata la gestione del porto turistico ( l'unico delle Eolie), allo scalo alternativo, e quindi nel molo commerciale. Inevitabili le polemiche, alimentate anche, indirettamente, da un contenzioso in corso con la cooperativa isolana che gestiva la struttura fino a due anni fa e sul quale a breve farà chiarezza il Tar .
A guidare la protesta il sindaco, Massimo Lo Schiavo, tempestato a sua volta dalle lamentele di consiglieri comunali, pescatori, barcaioli e diportisti anche per un altro aspetto che, all'inizio delle stagione estiva, inizia comprensibilmente a destare preoccupazione: « Si tratta delle tariffe per i posti barca decisamente più care, soprattutto ad agosto", sostiene chi opera stabilmente nella zona portuale, abituato alle agevolazioni per i residenti degli anni passati . Strategie commerciali dei privati nelle quali, pur comprendendo il possibile disagio, in assenza di futura concertazione, non ci si può soffermare. Anche se avverte il sindaco " mi chiedo come farà un pensionato a pagare 600/700 euro. L'applicazione di questi aumenti spropositati per un posto barca, risulta anche a me. Dovremo necessariamente incontrarci».
Quel che più brucia è però la perimetrazione prevista nella concessione data alla Safim. « Significa- spiega sempre il sindaco Lo Schiavo- aver strozzato una viabilità che i questi giorni per il grande flusso turistico verificatosi ha rischiato di mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini. Inoltre- continua il giovane primo cittadino- c'è subbuglio in quanto la delimitazione toglie al Comune zone come la banchina di riva che servono per congiungere due strade comunali. Avevo manifestato il mio disappunto qualche mese fa all'assessorato. Siamo stati convocati per giovedì, vedremo cosa accadrà. Di certo si tratta di una perimetrazione illogica».

Corsi di formazione professionale per la sicurezza sul posto di lavoro

Si informano Ditte, Aziende, Enti, Imprese, ecc. ecc. che, tenendo conto che ogni azienda anche con un solo dipendente, dovrà adeguarsi alla nuova normativa e quindi avere quegli attestati indispensabili per la sicurezza sul lavoro, si organizzeranno prossimamente a Lipari, i seguenti corsi di formazione professionale con rilascio dell’attestato di frequenza, sulla SICUREZZA SUL LAVORO (D. Lgs. 81/08):
Corso per datore di lavoro che vuole assumere il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione;
Corso per i Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione;
Corso per il lavoratore Responsabile dei lavoratori per la Sicurezza;
Corso di Primo Soccorso;
Corso Antincendio;
Corso Alimentarista;
Corso per i lavoratori addetti al montaggio e smontaggio dei ponteggi (Pi.M.U.S).
Per informazioni ed iscrizioni contattare:
Il Presidente del Consorzio degli Artigiani: sig. Fulvio Pellegrino
tel. 368664594 - email: consorzioartisole@libero.it
Il Tecnico sulla Sicurezza: Arch. Giuseppe Natoli tel. 3385913891-
email: architetto.eoliano@gmail.com

BUONO A SAPERSI………Da via Amendola, sparite Ztl e area pedonale

Riceviamo e pubblichiamo:
Ho appreso che è possibile fare modificare una Ordinanza a semplice richiesta di un solo cittadino. Infatti l’Ordinanza n.32/09 è stata emessa su richiesta di un solo cittadino, a modifica della precedente Ordinanza n.26/09, con la conseguenza che è sparita la zona Z.T.L. e la zona Area Pedonale nel tratto di strada via Ten. Mariano Amendola, via vitt. Emanuele, compreso l’incrocio tra la ex banca Agricola e l’incrocio Esso. Ogni commento è superfluo……….!!!!Il Consigliere di Nuovo Giorno
Adolfo Sabatini

lunedì 1 giugno 2009

Il sindaco Bruno in trasferta nell'isola di Stromboli

Sopraluogo a Ginostra e a Stromboli del sindaco di Lipari Mariano Bruno. E' partito da Lipari stamattina con il gommone della Protezione civile unitamente ai dirigenti Biagio De Vita e Domenico Russo e all'ingegnere Colonna. A Ginostra ha fatto il punto della situazione in un incontro con gli abitanti che non hanno mancato di rappresentargli i tanti piccoli e grandi problemi di cui è afflitta la frazione. Il primo cittadino si è poi recato a Stromboli per un ulteriore brefing.

Podarcis raffonei e Cytisus aeolicus a rischio estinzione. Video intervista a Pietro Lo Cascio di Nesos

Nei giorni scorsi si è fatto un gran parlare della "lucertola delle Eolie 0 podarcis raffonei" (nella foto a destra) , rettile in via d'estenzione. Di essa si è interessata anche la troupe di Tg Leonardo della Rai che, insieme a Pietro Lo Cascio, ha raggiunto l'isolotto di Strombolicchio dove vivono alcuni degli ultimi esemplari.Sempre in tema d'estinzione Pietro Lo Cascio, nelle ultime ore, ha lanciato l'allarme per il "Cytisus aeolicus" pianta endemica a rischio.
I particolari nella video-intervista che Lo Cascio ci ha rilasciato sui due argomenti:


L'isola dei.....fracassoni e dell'indisciplina

Lipari, in questo ponte, presenta un discreto movimento turistico. Turisti che stamattina, si sono riversati insieme ai residenti, lungo le vie principali dell'isola. Venendo a contatto, spesso e volentieri, con moto, motorini e auto in transito anche nelle aree a traffico limitato quale dovrebbe essere il Corso. A Canneto, poi, se si voleva intraprendere l'iniziativa di una passeggiata sul lungomare bisognava scendere per strada. Tante, infatti, le auto posteggiate sul marciapiede. Una cattiva abitudine che ritorna. Mentre stavavamo lavorando al video che vi proponiamo siamo stati avvicinati sul Corso da un gruppetto di turisti che, oltre a lamentarsi dello scorazzare dei mezzi, hanno sottolineato di essere "infastiditi e sorpresi" come in un'isola a vocazione turistica e per lo più in pieno centro storico si permetta di suonare sino a tarda ora (due del mattino) con impianti di amplificazione al massimo, in barba al diritto che ognuno ha di riposare". I turisti hanno sottolineato che ciò è accaduto per due giorni di seguito e che, a fronte delle loro rimostranze, è stato loro suggerito di chiamare i vigili urbani o di tapparsi le orecchie". Sicuramente non un buon biglietto da visita. Ci poniamo e poniamo una domanda. Ma non erano stati vietati i concertini "AMPLIFICATI"?
IL VIDEO:

TRASPORTI: ATTIVI NUOVI COLLEGAMENTI MARITTIMI DI INTERESSE PUBBLICO

Da oggi In Sicilia sono attive le nuove linee di collegamento marittimo regionale Trapani/Favignana/Levanzo/Ustica/Napoli (aliscafo), Palermo/Ustica (traghetto ro-ro) e Milazzo/Vulcano/Lipari/S.M. Salina (traghetto ro-ro).
Si tratta di servizi di pubblico interesse finanziati dalla Regione. I collegamenti sono stati stabiliti con estensione ai contratti di servizio già esistenti tra la Regione siciliana e le società di navigazione aggiudicatarie delle gare bandite dall'amministrazione per le unità di rete.
Si tratta del primo contingente delle nuove linee inserite nel programma di collegamenti marittimi della Regione siciliana che i sindaci delle isole minori hanno sottoscritto durante la riunione tecnica del 12 maggio scorso.
Entrano in vigore in data odierna anche le parziali variazioni, relative al periodo di alta stagione, degli orari dei collegamenti marittimi regionali di pubblico interesse per le isole Eolie.

Biancheri/Maggiore. Il cordoglio dell'amministrazione e del consiglio comunale di Lipari

L’amministrazione del Comune di Lipari e la maggioranza del Consiglio Comunale, fraternamente partecipano al dolore che in questi giorni ha colpito le famiglie di due amministratori.
In particolare, con l’unità e la condivisione unanime di momenti favorevoli ovvero difficili, che contraddistingue tutta la nostra azione, siamo stretti al carissimo Dott. Alfredo Biancheri per l’immatura scomparsa del fratello avv. Rino e al carissimo avvocato Giovanni Maggiore per la perdita della amata madre Velia, e a tutti i componenti delle loro famiglie.
A loro vogliamo trasmettere un messaggio di affetto e di speranza e dire che “coloro che si sono amati non si perderanno mai”.
Rosaria Corda
Portavoce della maggioranza

Gente di mare

Gli studenti del "Conti" di Lipari nell'ambito del Fondo Sociale Europeo PON hanno realizzato 11 progetti. Oggi il video del progetto "Gente di mare".


Eolie: E' tornata la pioggia

E' tornata a cadere la pioggia sulle Eolie con notevole disappunto di coloro che hanno scelto l'arcipelago per il ponte del 2 giugno. Dopo la splendida giornata di ieri, oggi risveglio sotto una fastidiosa pioggerellina e un cielo plumbeo. IL VIDEO:

Quando i vulcani ispirano le donne: Le due "signore dei vulcani". Una vive a Lipari, l'altra a Palermo

I vulcani quali fonte d'ispirazione per due donne: Loredana Salzano e Alessandra Vassallo.
Loredana Salzano, 35 anni, originaria di Nocera Inferiore, ma ormai eoliana d'azione è una creativa a 360 gradi. Nel suo laboratorio, Loredana Salzano "Nostra signora dei vulcani" realizza ceramiche artistiche, pitture informali, sculture con materiali di recupero provenienti direttamente dal mare. Inoltre scrive versi ,annota pensieri ed è ha pubblicato un libro di poesie dal titolo "Isole brade". Si tratta di opere , tutte, di una delicata bellezza, ma al tempo stesso, vive, piene, materiche, spesso sospese tra realtà e sogno,intrise di mare,impregnate dei colori di quest'antica terra di Sicilia, e cariche di tutta l'energia che solo i vulcani sono capaci di trasmettere con la loro presenza. E sono proprio i vulcani, quale fonte inesauribile di energia creativa, spesso rivisitati in chiave onirica ed ironica, a rappresentare il tratto più ricorrente e distintivo della sua arte. Alcune delle opere di Loredana sono esposte a Lipari-Marina Corta nel contesto di "ArtEolie '09"
Un'altra "signora dei vulcani"è Alessandra Vassallo, palermitana, 62 anni. I suoi lavori sono una sorta di collezione infinita di crateri e di eruzioni, di immagini 'esplosive'. Le sue opere affascinano, suscitano interesse, emozioni e, a volte, anche sgomento. I vulcani, da sempre, interessano i viaggiatori e gli artisti di ogni tempo attratti dai tanti misteri che nascondono. Misteri che, spesso, si perdono nella fantasia ispirando immagini inventate o soltanto sognate. ''Per me - spiega la Vassallo all'ADNKRONOS - i vulcani rappresentano sempre il cambiamento, l'eterno fluire del tempo che comporta fasi di distruzioni e costruzioni. La mia passione per i vulcani - continua - nasce dalla mia fantasia ma anche dal fatto che sono a stretto contatto con i vulcani. Vivo, infatti, in Sicilia di fronte al mare nel punto in cui comparve, nel 1831, l'isola vulcanica Ferdinandea, scomparsa pochi mesi dopo.

Lipari: Gli ausiliari "ipertrofici" del traffico e lo "sfioramento" di illeciti di natura penale

Riceviamo e pubblichiamo:
Egregio Direttore,
chiunque percorra il centro abitato di Lipari, si sarà accorto che da tempo, considerata la cronica carenza di vigili urbani, si vedono in giro quasi esclusivamente gli ausiliari del traffico. Sottolineo, a scanso di equivoci, che non vi è nulla di male in questo, anzi.
Alcune perplessità, tuttavia, sorgono nel momento in cui: dirigono il traffico, svolgono attività di prevenzione presso i varchi che delimitano le zone a traffico limitato e le aree pedonali, effettuano servizi di viabilità, accompagnano i cortei funebri, insomma espletano servizi di polizia stradale.
In sostanza, si stanno sostituendo in tutto e per tutto ai ‘veri’ vigili. Rilevo, per inciso, che sono ben altri i problemi che attanagliano il nostro vivere quotidiano, ma a mio avviso, quanto si verifica evidenzia ancora una volta il peculiare ‘disordine amministrativo’ che vige in questo paese con tratti di vera e propria ‘anarchia istituzionale’.
Per quanto mi è dato sapere nulla di ciò avviene altrove. A ciascuno il proprio ruolo ed il proprio status.
Non credo e non voglio pensare che quanto avviene, sotto gli occhi di tutti, scaturisca da iniziative prese all’insaputa del Comando di Polizia Municipale o al contrario, da precise disposizioni del medesimo, più probabile un tacito assenso che permette di alleggerire i compiti al poco personale di polizia municipale in servizio.
Ripeto, non è questo il problema dei problemi, ma l’ipertrofica attività degli ausiliari del traffico oltre a sfiorare illeciti di natura penale, incarna, simbolicamente e non solo, lo sfascio amministrativo degli ultimi tempi.
Forse sarebbe utile, usare lo stesso zelo con cui sono stati precisati pubblicamente, su questo stesso giornale, dal Comandante pro-tempore, i poteri degli ausiliari del traffico, per spiegarne i limiti.
Molti cittadini sono letteralmente confusi e talvolta l’operare al di fuori dei compiti attribuiti può comportare, un aumento, inutile e gravoso per entrambi, delle controversie tra utente e ausiliario del traffico.
Un paese normale si vede anche da queste cose.
Renato Cacciapuoti

domenica 31 maggio 2009

A rischio estinzione il Cytisus aeolicus, specie vegetale endemica delle Eolie.

Un vero e proprio S.O.S. sulle sorti del Cytisus aeolicus, specie vegetale endemica delle Eolie, è stato lanciato da Pietro Lo Cascio, ricercatore e coordinatore delle attività scientifiche di Nesos e consigliere comunale. Per evidenziare l'altissima possibilità che la pianta scompaia ha scritto all' European Commission Environment DG Directorate E – International Affairs & LIFE, UNESCO – Division of Ecological Sciences Natural Sciences Sector, UNESCO – World Heritage Centre, alla IUCN Italian National Committee, al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare V Divisione – Gestione e Monitoraggio Tematiche Biodiversità, al Comitato Regionale Parchi Protezione Natura c/o Assessorato Regionale Territorio e Ambiente, alla Società Botanica Italiana onlus.
IL TESTO:
Oggetto: sul futuro di Cytisus aeolicus, specie vegetale endemica delle Eolie e prioritaria in allegato 2 alla Direttiva EU 43/92, nell’Isola di Vulcano (Isole Eolie, Sicilia).
Gentile Signore/a,
il Cytisus aeolicus Guss. è una specie vegetale endemica dell’Arcipelago Eoliano, della cui importanza narrava già Teofrasto, duemila anni fa, nella sua “Storia delle Piante”, e del cui rischio di imminente estinzione parla oggi la Direttiva 43/92/EU “Habitat”, dove la specie è inclusa tra quelle considerate prioritarie in allegato 2, in ragione della sua estrema rarità e frammentazione.
Per la sua tutela è stato attivato un progetto Life Natura, denominato “Eolife99”, concluso nel 2004 e i cui risultati sono stati giudicati soddisfacenti dagli ispettori della Commissione Europea. Tuttavia, si tratta di una specie da considerare ancora oggi gravemente minacciata. Vulcano ospita il 50% circa della sua popolazione mondiale, che consiste in tutto in 400-500 individui; gran parte del popolamento dell’isola è localizzato in contrada Piano, entro una proprietà privata dove, fino alla sua recente scomparsa, il Sig. Casamento curava un magnifico orto-giardino.
Oggi gli eredi del Sig. Casamento hanno messo in vendita tale proprietà. La frequenza degli abusi edilizi e della mancata osservanza delle normative urbanistiche vigenti, nonché lo scarso controllo del territorio nell’isola da parte delle autorità preposte, rendono estremamente elevato il rischio che il sito possa essere drasticamente trasformato, con conseguenze drammatiche per la sopravvivenza di questa specie. Anche la scomparsa di poche decine di individui, infatti, può rappresentare un’irreparabile perdita di biodiversità e un grave danno al patrimonio naturale dell’isola.
Per tale ragione, La prego di volere attivare tutto ciò che riterrà possibile per interventi concreti e urgenti finalizzati a garantire l’integrità e la tutela del sito di una delle specie più importanti, sotto il profilo conservazionistico e biogeografico, dell’intera flora europea.
Restando naturalmente a Sua disposizione per ulteriori chiarimenti, La ringrazio per quanto vorrà fare e per la Sua gentile attenzione.
Distinti saluti
Pietro Lo Cascio
MSc Conservation Biology
coordinatore delle attività scientifiche di Nesos

Voltiamo pagina. Il fotomontaggio e le considerazioni di Piero Roux

Gli abitanti di Acquacalda, considerato il comodo "dolce far niente" del Sindaco Bruno che, malgrado le innumerevoli promesse, non ha dato - a tutt'oggi - corso alla definitiva rimozione del pericolo di frane delle arterie stradali che conducono alla frazione, non ha proseguito le opere di messa in sicurezza dell'abitato soggetto ai marosi, non ha rimosso il pericolante pontile dell'ex Italpomice; con l'aiuto e la fattiva collaborazione degli ex operai Pumex al quale - lo stesso- nega l'avvio di un percorso utile alla loro stabilizzazione, decidono di CANCELLARLO e VOLTAR PAGINA.
Piero Roux

Lettere al direttore. Via Marconi chiusa al traffico pedonale? Solo sulla carta. Bimbi e turisti rischiano la vita.


Riceviamo e pubblichiamo:
Carissimo Salvatore,
tu che sei una delle nostre voci mediatiche se ti e' possibile rendi pubblica questa accorata lamentela.
La via Guglielmo Marconi, per intenderci il vicolo che taglia le parallele Corso Vittorio Emanuele e via Madre Fiorenza Profilio, che dovrebbe essere chiusa al traffico veicolare, a scooter e quant'altro di fatto non lo è. Anche se munita di apposita segnaletica.
Ci siamo piu' attivita' nella suddetta via tra l'altro molto attraversata specie dai bimbi che si recano al parco giochi poco distante dal vicolo. A guardare ciò che accade sembrerebbe che le autorita' conpetenti apponendo il divieto abbiano risolto il problema. Problema che invece resta ed è serio.
Noi titolari di attivita' ( la mia ricettiva ) siamo un po' preoccupati. Se malauguratamente un nostro cliente esce dalla porta e si ritrova investito in pieno da uno di questi scooter che salgono o scendono con velocita dal vicolo per andare o a giocare una schedina o solo per scendere sul Corso (tra l'altro chiuso al traffico),cosa si fà, che succede?
Dire che e' una vergogna credo sia poco visto che ausiliari e vigili vedono , sanno, ma non intervengono. Mi chiedo ma l'assesore alla viabilita' cosa fa'?
Non so se sono riuscito a fare comprendere la gravità del problema che, attenzione, non è solo nostro ma, ripeto, di tutti coloro che in questa strada ci vivono, lavorano e transitano... a piedi. Ma credo sia giunta l'ora di farci sentire di piu' con coloro che " governano " quest'isola.
Il titolare di "Camere La Sibilla"
NOTA DEL DIRETTORE- Giriamo questa lettera all'assessore competente, certi che saprà nel più breve tempo possibile attuare idonee soluzioni e "sollecitare" gli organismi preposti ad un più attento e capillare e, perchè no, se è il caso, repressivo controllo.
La problematica evidenziata in questa lettera non riguarda solo quell'attività ma tutti. Il rischio corre davvero lungo quel vicolo che, così come abbiamo avuto modo di appurare in prima persona ieri, non appena ricevuta questa lettera, è percorso da moto, motorini e motorette in ogni senso e ad ogni ora. Diventando una via di "sbocco" per entrare nel centro storico o per "tagliare" verso i vicoli limitrofi. Con rischi e non da poco per la pubblica incolumità di tutti, bambini in testa, costretti a schivare i vari "Valentino Rossi" che transitano in barba al divieto, senza ritegno e rispetto alcuno.

Il "Prodotto Eolie" conquista gli americani. Giornalisti e agenti di viaggio entusiasti dell'arcipelago

Si è concluso ieri a Palermo il workshop-educational organizzato dall'ENIT di New York e dalla Federalberghi Isole Eolie con il supportodell'Assessorato Regionale al Turismo, Eurofly e l'Unione RegionaleAlbergatori Siciliani.
La delegazione, formata da 38 agenti di viaggio, 15 giornalisti e irappresentanti di ENIT ed Eurofly, ha lasciato le Eolie in lacrime dopo aver visitato le sette isole. Un programma fittissimo ma ricco di emozioni che ha lasciato memorie indelebili nelle menti dei visitatori. Una miscela di input di rilievo che hanno permesso di evidenziare i caratteri distintivi del"prodotto" turistico Isole Eolie: dalle eruzioni vulcaniche agli spettacoli folkloristici, dalle visite al museo archeologico eoliano a quelle alle cantine di Salina, dalla degustazione di specialità gastronomiche locali all'aperitivo di fronte a Dattilo e Lisca Bianca, dalla visita ai fanghi terapeutici di Vulcano ai tramonti di Pollara, tornando da Filicudi, e a quello dei faraglioni di Lipari di ritorno da Vulcano. Sicuramente all'altezza dell'occasione l'ospitalità degli albergatori eoliani che hanno messo subito a proprio agio la delegazione.
Significativa la conferenza stampa tenutasi alla presenza del sindaco Mariano Bruno, del Direttore dell'ENIT di New York Riccardo Strano, di Gerri Gambino in rappresentanza della Provincia di Messina, dell'Assessore al Turismo del Comune di Lipari, Giovanni Maggiore e del presidente di Federalberghi Eolie, Christian Del Bono.
Ben due i workshop eoliani, uno a Lipari e l'altro a Salina. Vere e proprie occasioni di business, nell'ambito delle quali tour operator e albergatori hanno potuto confrontarsi sugli elementi di programmazione che si sperapossano incidere sulla prossima stagione estiva.
Giovedì mattina la delegazione si è spostata su Siracusa, dove è stata accolta dal Sindaco Visentin e da Pietro Di Miceli in Rappresentanza dell'Assessorato al Turismo della Regione Sicilia. È seguita una visita al centro storico e all'area archeologica. Il tour si è concluso, ieri mattina, presso i locali dell'Arsenale Borbonico di Palermo, con il Workshop denominato: "Symposium sul Turismo Siciliano", attraverso incontri B2B con gli operatori statunitensi.
A quest'ultimo workshop, tra gli altri, ha partecipato anche il Presidente dell'Unione Regionale Siciliana, Nico Torrisi che non ha mancato di garantire il proprio supporto agli sviluppi dell'iniziativa.

Eolie: Per il ponte positivo riscontro turistico. La spiaggia di Canneto presa d'assalto

Buon movimento turistico nelle Eolie in occasione del ponte del 2 giugno iniziato ieri. Tanti i turisti che stanno affollando l'arcipelago. Le favorevoli condizioni meteo oggi hanno spinto residenti e turisti in riva al mare.

Vi proponiamo due video realizzati nel pomeriggio a Canneto:

E' deceduta a Lipari la signora Velia Portelli, vedova Maggiore. Aveva 87 anni.
Al figlio Giovanni, avvocato e assessore del comune di Lipari le condoglianze di Eolienews ed Eolnet

I colori della natura eoliana: Il giallo della ginestra, l'azzurro del mare

La ginestra con i suoi fiori di colore giallo è uno dei simboli del "ritorno alla vita" delle Eolie dopo la lunga pausa invernale. A Lipari cresce dappertutto: nei dirupi così come in prossimità del mare. Così come nel video che abbiamo realizzato stamani da uno dei tornanti di Quattropani. Il giallo della ginestra, l'azzurro del mare e Salina "5 vele per l'ambiente" sullo sfondo. IL VIDEO:

ArtEolie 2009: Non solo esposizione ma anche giochi ed intrattenimento.

Collegate ad ArtEolie 2009 vi sono tutta una serie di iniziative che vanno dai giochi alla musica live. Ieri abbiamo seguito, prima dellinizio della serata la fase preparatoria dello spettacolo di Marco Manni (accompagnato da Gaetano Errico). Come potrete notare dalle immagini il tutto grazie all'infaticabile e preziosa opera della della GMM service

.

Giochi delle Isole a Palma di Maiorca. Sicilia prima. Ottimo terzo posto per la liparese Cassandra Finocchiaro

A Palma di Maiorca si è conclusa la XIII edizione dei "Giochi delle Isole". All'importante appuntamento era presente anche la rappresentativa siciliana che annoverava nella formazione anche la liparese Cassandra Finocchiaro (kg. 63) dello Sporting Club judo del maestro Gaetano Bisazza. La brava judoka eoliana, messassi in mostra a Maiorca già lo scorso anno, ha ottenuto un soddisfacente terzo posto.
Primo posto, invece, per la formazione della Sicilia. Alla competizione erano presenti anche le selezioni di Canarie, Sardegna, Corsica, Malta, Baleari, Mauritius, Elba, Guadalupe, Martinica, Reunion, Maiotte, Azzorre, Madeira, Corfù, Cuba, Creta, Isola di White, Isola di Jersy, Cursola, Capo Verde, Cipro e Haiti. La rappresentativa siciliana Cadetti (atleti di 15-16 anni) centra quindi un importante traguardo. Dieci atleti infatti sono saliti sul podio e hanno conquistato ben 4 medaglie d'Oro, 2 d' Argento e 4 di Bronzo.

Suolo pubblico a Lipari. Davanti al prospetto di terzi non si può... senza il nulla osta dell'interessato. Il TAR "sconfessa" il comune

Non è possibile occupare il suolo pubblico eccedente il prospetto della ditta o esercizio richiedente neanche su autorizzazione rilasciata dalla pubblica amministrazione. A meno che non si abbia il nulla osta degli esercizi o dei privati interessati della zona.
Lo ha deciso il Tar di Catania (sezione terza- presidente Calogero Ferlisi) che ha accolto il ricorso presentato dalla signora Anna Iacono di Lipari, titolare di una attività commerciale nel centro storico dell'isola, nei confronti del comune che aveva rilasciato l'autorizzazione all'attività Eden Bar.
Il Tar ha quindi disposto l'annullamento dell'autorizzazione rilasciata all'attività dei fratelli Giuseppe e Fabrizio Monteleone per la parte in cui si dava il via libera ad occupare il suolo pubblico nello spazio antistante l'attività commerciale della Iacono e comunque eccedente il prospetto della loro ditta.
I giudici del tribunale amministrativo regionale hanno anche sottolineato come il ricorso debba ritenersi fondato poiché la signora Iacono non aveva dato il suo assenso e che già nel regolamento comunale è previsto che “l'autorizzazione all'occupazione di suolo pubblico che eccede il prospetto del richiedente deve essere accompagnata dal nulla osta degli esercizi o dei privati interessati alla zona”.
Inoltre, accogliendo la tesi della signora Iacono, il Tar è entrato nel merito della compatibilità tra l'attività svolta dal richiedente del suolo pubblico con le esigenze igienico-sanitarie e di decoro urbano sopratutto nelle strade dei centri storici(comma 4 dell'art. 9 del regolamento comunale). Il riferimento è all'innalzamento, dopo l'autorizzazione contestata, al numero di avventori “ospitabili” che passa dai 20, consentiti dalla normativa, a 42. Per quanto riguarda la richiesta di risarcimento danni presentata dalla ditta Iacono nei confronti del comune per “l'illegittima concessione dell'autorizzazione” il Tar ha ritenuto che “il risarcimento del danno derivante dalla lesione di interessi legittimi non è una conseguenza automatica dell'annullamento giurisdizionale del provvedimento, ma richiede la positiva verifica di tutti i requisiti previsti dalla legge e l'imputazione non può avvenire dunque sulla base del mero dato oggettivo dell'illegittimità del provvedimento”.
La domanda risarcitoria può essere accolta soltanto se sorretta da una congrua dimostrazione del danno conseguente agli effetti propri dell'atto annullato e da una sua puntuale quantificazione. Toccherà quindi alla ditta Iacono valutare se percorrere questa strada.
La signora Iacono è stata rappresentata e difesa dall'avvocato Salvatore Librizzi, il comune dall'avvocato Milena Sindoni.