Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 15 luglio 2017

Comunicato congiunto lotta attiva AIB del Dipartimento della Protezione Civile, del Dipartimento dei Vigili del fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile e del Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri

(vigilfuoco.it) Al fine di fornire un quadro complessivo e oggettivo delle attività di competenza statuale in materia di lotta attiva agli incendi boschivi per l’anno 2017, il Dipartimento della Protezione Civile, il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile e il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri ritengono necessario precisare quanto segue.
La suddivisione di competenze tra lo Stato e le Regioni in materia di tutela del patrimonio boschivo e di lotta attiva contro gli incendi boschivi non risulta mutata; mentre tali competenze restano prioritariamente affidate alle Regioni, allo Stato continua a spettare in via sussidiaria il concorso alla lotta attiva agli incendi boschivi attraverso il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e l’Arma dei Carabinieri, per le connesse attività di prevenzione e repressione. Il Dipartimento della Protezione Civile coordina il concorso aereo statale attraverso il Centro operativo aereo unificato (COAU), a cui contribuiscono anche componenti della Difesa attraverso propri mezzi aerei.
Per quest’ultima attività sussidiaria, oltre ai 16 Canadair, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ha messo a disposizione del COAU 15 elicotteri per la campagna antincendi boschivi (AIB) 2017, utilizzando in parte elicotteri provenienti dall’ex Corpo Forestale dello Stato, in parte mettendo a disposizione propri velivoli, compensando i mezzi ex CFS in fermo manutentivo obbligatorio per la sicurezza del volo; attività queste ultime legate esclusivamente ad aspetti tecnici e indipendenti, perciò, dal provvedimento di accorpamento del Corpo Forestale.
Anche in virtù di tale sforzo il COAU oggi vanta una delle maggiori flotte di cui abbia potuto disporre nell’ultimo decennio, a cui contribuisce per circa l’80% il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. I velivoli del Corpo hanno effettuato dal 15 giugno ad oggi più di 2 mila ore di volo, a fronte delle 509 dello scorso anno, e più di 11 mila lanci d’acqua, a fronte dei 2 mila e 500 circa dello stesso periodo del 2016.
Naturalmente, oltre a ciò, il Corpo Nazionale svolge un essenziale ruolo di concorso nelle attività di spegnimento, anche per l’indirizzamento degli interventi aerei, grazie all’avvenuta formazione di quasi 800 unità di personale per l’esercizio della funzione di Direttore delle operazioni di spegnimento (D.O.S.); inoltre, per il tramite di apposite convenzioni con alcune Regioni, si è provveduto ad implementare ulteriormente il dispositivo a terra, con la predisposizione di squadre dedicate. A partire dal 15 giugno u.s. sono stati effettuati più di 22 mila interventi, a fronte dei circa 14 mila dell’analogo periodo dello scorso anno.
Alla composizione della flotta nazionale concorrono altre forze dello Stato, tra cui l’Arma dei Carabinieri che ha già fornito 3 elicotteri (da lunedì prossimo diverranno 4) che, pur impiegati in via ordinaria in molteplici attività a tutela dell’ambiente, sono stati temporaneamente destinati anche a quella di spegnimento in virtù dell’eccezionale situazione in atto. L’Arma dei Carabinieri, grazie alle accresciute competenze e risorse acquisite con l’assorbimento del Corpo Forestale dello Stato, ha intensificato la prevenzione e repressione dei reati a danno del patrimonio boschivo.
Tutti i comandi dell’Arma, territoriali e della Specialità forestale sono stati, infatti, per tempo indirizzati alla sorveglianza per il contrasto agli incendi boschivi nei servizi di controllo del territorio, specie nelle aree rurali e montane, per diramare prontamente i conseguenti allarmi e assicurare i primi interventi.
Dal 1° gennaio 2017 i soli Carabinieri della Specialità forestale hanno eseguito 4.836 controlli per la prevenzione degli incendi boschivi, con un incremento rispetto all’anno precedente del 41%, giunto nel mese di giugno a oltre il raddoppio (da 742 a 1.724). Nel campo della repressione dall’inizio dell’anno sono state effettuate, in varie zone d’Italia, per il reato di incendio boschivo 364 denunce e si è proceduto ad 11 arresti, di cui 5 nel solo mese di luglio.

L'ex calciatore del Milan, Serginho a Panarea

Nella foto Serginho con Valentina Alessi

Far west, sbarchi e caos, controlli serrati anche notturni, regolamentazione sonorità, raccolta e spazzamento, rassegna musicale eoliana. Gli argomenti in una articolata interrogazione di Lorizio e Fonti

Prot. 3/2017 interrogazione n. 2/2017
Lipari 14 luglio 2017


 Al Signor

Sindaco del Comune di

Lipari

Al Signor

Segretario Comunale

p.c. 
Presidente del Consiglio Comunale Lipari 
                                                            Capi Gruppo Consiliari


oggetto: interrogazione URGENTE a risposta scritta.

                I sottoscritti consiglieri comunali  Giuseppina Lorizio e Gesuele Fonti
               
PREMESSO, che  per l’ennesima estate, assistiamo  al verificarsi di situazioni che nulla dovrebbero avere a che fare con uno degli arcipelaghi più belli e gettonati del pianeta, infatti, continuiamo ad assistere allo sbarco di migliaia di persone in un solo giorno, di gente che “tocca” le isole per un’ora o poco più, creando solo caos soprattutto nelle isole minori, Stromboli in particolare, lasciando certamente esigue risorse sul territorio a fronte dei disagi causati.
Tutta questa gente che, dopo ore di navigazione, necessita di espletare le proprie funzioni fisiologiche dove dovrebbe andare….? nei bar, intasandoli oltremisura, consumando tonnellate di acqua per gli scarichi, a danno dei poveri esercenti che già devono fare i conti con problematiche di ogni tipo a partire dalla  carenza nei rifornimenti idrici, tasse soffocanti e burocrazia asfissiante, o forse devono riversasi nei tartassati bagni del museo, che attrae appunto questi “profughi per un giorno”, più per i servizi igienici che per le magnificenze storico – artistiche.
Questo, è il tipo di turismo che si agevola con la totale mancanza di controlli e con una scellerata politica che privilegia altre mete, intese come “principali”, e penalizza le nostre isole, intese come “semplice – breve – tappa”,  agevolando l’arrivo di ragazzotti avvezzi all’alcool ed al disordine, promuovendo l’apertura di attività che, forti della predetta mancanza di controlli, sparano musica a volume assordante ben oltre gli orari consentiti, trasformando le caratteristiche viuzze paesane, in discoteche a cielo aperto, il tutto con modalità quantomeno “poco consone” all’antico centro storico di una meta turistica che dovrebbe attrarre più per le caratteristiche culturali, che per lo sballo libero e incontrollato.
Ed il turismo d’élite? E chi vorrebbe passeggiare tranquillo per le vie del centro, e magari, acquistare, spendere, a vantaggio dell’economia locale….?  Beh questi, qualora ci degnano della loro presenza, se ne stanno in rada sui loro yacht, ben lungi dal mescolarsi con la predetta orda di ragazzini chiassosi, rissosi ed ubriachi, incoraggiati dalla gestione impropria delle attività esistenti sul nostro territorio, con la complice mancanza di controlli (NECESSARI QUANTO SEVERI), quali che siano le cause che determinano tale circostanza. 
Ma ci sono molte altre circostanze che concorrono a rendere queste terre, un Far West; che dire dello slalom che si è costretti a fare per poter attraversare anche dei modesti tratti di strada, per le vie del centro, tra cartelli, cartelloni e carretti sparsi ovunque e senza criterio, in barba ad ogni regolamento, al buon senso, ed alla legge.

Anche qui, forti della mancanza di controlli che, se avvenissero periodicamente e con costanza, limiterebbero sicuramente lo scempio che si è costretti a vedere e subire, salire su un marciapiedi, con una carrozzella, diventa un’impresa alla quale, spesso, si deve rinunciare, per non parlare poi dell’ “accattonaggio” che (anche in questo caso) benché vietato dalla solita “carta straccia”, continua  a verificarsi indisturbatamente nel nostro unico punto di arrivo.
Eppure, non ci vorrebbe così tanto per punire i trasgressori, ci immedesimiamo tristemente in quei turisti che, appena scesi dall’aliscafo, vengono afferrati per le braccia o per le valigie, sentendosi assalire da frasi scomposte  del tipo “camereeee…?  volete camereee…? volete fare un giro in barca, o un giro dell’isolaaa….?”, per non parlare del caos e della presenza di rifiuti in ogni dove, interrogandosi su come tutto questo possa essere possibile, in una meta turistica quale le Isole Eolie.

Alla luce delle predette considerazioni, i sottoscritti consiglieri comunali 
INTERROGANO 
il Signor Sindaco del Comune di Lipari per conoscere

ü  se esiste la volontà di attuare un deciso cambio di tendenza, al fine di mutare il succitato stato di cose, che dequalifica in Nostro territorio da “Paradiso Terrestre”, a “Far West”, o “Regno della sporcizia e del disordine”, o “Oasi dell’Illegalità”, o altri nomignoli innominabili;

CONTESTUALMENTE SI CHIEDE

ü  di verificare la possibilità di regolamentazione degli  gli sbarchi per motivi di ordine e sicurezza pubblica soprattutto nell’isola di Stromboli, memori delle “bizze” dello Stromboli che poco più di un decennio fa, avrebbero potuto causare una strage, se avvenute in un altro periodo dell’anno;

ü  di intensificare in tutto il centro storico di Lipari, controlli per il rispetto delle varie ordinanze in vigore, in particolare del suolo pubblico intensificando i controlli notturni, scoraggiando i gestori di bar ed attività assimilabili, dall’instaurare improponibili discoteche all’aperto, nel totale spregio di chi vorrebbe poter passeggiare serenamente per le vie del centro senza dover schivare sedie e  tavoli posizionati al di furi dal suolo pubblico concesso,  cartelloni, bancarelle ecc…ecc…, nonché,   per  consentire ai residenti nelle vie del centro storico di  riposare, per poi dovere affrontare, il giorno dopo, una dura giornata di lavoro per mettere un tozzo di pane in bocca ai propri figli, e per il rispetto delle persone anziane, dei bambini e di chiunque sia sofferente… e perché no, anche di chi vorrebbe solo permettersi il lusso di rilassarsi un po’ e vorrebbe vivere le strade di questo territorio nelle minime, indispensabili condizioni di sicurezza, ed in ultimo ma non per importanza, permettere ai mezzi di soccorso di potere intervenire in modo celere e sicuro nell’eventualità di una urgenza/emergenza.

ü  Di emettere apposito provvedimento come per gli anni precedenti che regola gli intrattenimenti musicali, prevendo il divieto assoluto di utilizzo di qualsiasi amplificazione nel centro storico di Lipari,  consento esclusivamente  solo musica dal vivo.

ü  Se esiste la volontà di mostrare “pugno duro” nei confronti di chi manifesta atteggiamenti violenti e chiassosi nell’ambito del centro storico (ma non solo), Se esiste la possibilità, una volta per tutte, per disciplinare la cartellonistica selvaggia, rendendo il nostro centro storico, degno e decoroso.

ü  Se esiste la possibilità di porre fine al vergognoso assalto che avviene da parte di certuni (chiamiamoli così) operatori turistici, nei confronti dei turisti appena arrivati nei nostri porti e nelle zone limitrofe, concordando delle azioni congiunte tra comune e chi è demandato al controllo delle zone demaniali marittime.

ü  Di promuovere una rassegna dei musica avvalendosi di  gruppi locali a Marina Corta non solo in occasione della festa del Santo Patrono ma all’interno di un calendario di manifestazioni estive.

ü  Di incrementare il servizio di pulizia (raccolta e spazzamento) nelle ore notturne, (ore20/24) incrementando il posizionamento di cestini gettacarte.

A tal proposito, i sottoscritti consiglieri comunali
CHIEDONO

Ø  ai fini dell’attuazione dei controlli, il potenziamento del personale della polizia locale, anche attraverso impiego di vigili urbani provenienti da altri enti, soprattutto per il mese di agosto, potendo così predisporre turni notturni, oltre che la vigilanza di tutto il territorio, coordinandosi con le altre forze dell’ordine presenti sul territorio.

Ø  Di   fronte alle spese per il potenziamento del personale della polizia locale, nonché, del servizio di raccolta e spazzamento notturno, con le risorse del contributo di sbarco, atteso che la legge e il regolamento prevedono tale possibilità.

 Infine, si ribadisce che la  presente riveste carattere di urgenza, in ogni caso si richiama all’art.27 della L.R. 26/8/1992 n. 7.

Giuseppina Lorizio
Gesuele Fonti

Arresto 3 evasi. Il comunicato stampa ufficiale dell'Arma dei Carabinieri

LEGIONE CARABINIERI “SICILIA”
Comando Provinciale di Messina
__________

Comunicato stampa del 15 luglio 2017


Compagnia di Barcellona P.G.
Barcellona  P.G., la breve latitanza  dei 3 evasi: rintracciati in 24 ore

L’arresto dei tre giovani evasi dal carcere di Barcellona Pozzo di Gotto è frutto di un’articolata attività d’indagine coordinata dalla Procura di Barcellona Pozzo di Gotto, diretta dal Procuratore Emanuele CRESCENTI, ed avviata immediatamente dopo la fuga dai Carabinieri e dalla Polizia Penitenziaria.
La notte del 13 luglio, ROSSITTO Emanuele, classe ’98, SMIROLDO Vittorio, classe ’92 e SCHIACCITANO Gaetano, classe n’95, dopo aver pianificato accuratamente la loro fuga, hanno divelto le inferriate poste nella finestra della propria cella e, oltrepassato il cortile del carcere, hanno superato il muro di cinta dandosi alla fuga, facendo perdere le loro tracce. L’immediato allarme, dato dal personale della casa circondariale al 112, ha fatto scattare subito le ricerche da parte dei carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto. Dopo alcune ore, i carabinieri hanno ritrovato a Santa Lucia del Mela l’auto con cui si erano allontanati per raggiungere il loro rifugio. Da una prima ricostruzione dei fatti,  gli evasi hanno potuto contare sull’aiuto di un complice che li aspettava oltre le recinzioni della struttura penitenziaria con un auto che aveva rubato poco prima in località Fiumarella di Merì. Le ricerche si sono concentrate immediatamente nel territorio di Santa Lucia anche con il supporto dei carabinieri del Nucleo Elicotteri di Catania. A sostenere la latitanza è stata la rete di familiari e amici su cui i tre giovani hanno potuto contare, non solo nell’hinterland barcellonese ma anche nella città di Messina. Grazie all’appoggio dei parenti sul territorio di Santa Lucia hanno potuto usufruire di più rifugi messi a disposizione per la loro latitanza. I prolungati servizi di pedinamento, protrattisi senza soluzione di continuità, hanno permesso di seguire gli spostamenti dei famigliari e di poter così intercettare ed arrestare gli evasi. La fuga dei tre giovani si è conclusa nelle prime ore del pomeriggio, quando a distanza di poche ore l’uno dall’altro i 3 venivano localizzati ed arrestati. Nella mattinata di ieri, infatti, uno dei giovani, SMIROLDO Vittorio, ha lasciato i compagni per chiedere maggior sostegno e copertura alla sua latitanza dall’amica Silvia Rolla di Messina, già nell’immediatezza dei fatti inserita nella cerchia di amici e parenti che avrebbero potuto dare manforte alla clandestinità dei fuggiaschi. I Carabinieri e la Polizia Penitenziaria, che già pedinavano la donna e tenevano sotto osservazione la sua abitazione, hanno intercettato ed arrestato SMIROLDO al momento del loro incontro lungo il Viale Libertà della città. Nella pianificazione di un contestuale controllo delle zone d’interesse, altri uomini impegnati sul campo, seguivano la sua convivente, GUERCIO Serena. Su di lei, infatti, si sono fin da subito concentrate le indagini da parte dei Carabinieri in quanto sospettata di aver agevolato la fuga. La ragazza, infatti, effettuava numerosi spostamenti tra i territori di Milazzo e Santa Lucia del Mela ed era in contatto con i parenti dei fuggitivi che vivevano a Santa Lucia e a Milazzo. Poco dopo la cattura di SMIROLDO si era stretto il cerchio su gli altri due che, appresa la notizia della cattura del compagno ed intuendo che le forze dell’ordine erano vicine al loro ritrovamento, hanno deciso di dividersi. SCIACCHITANO Gaetano, cercando di raggiungere il porto a Milazzo, è stato tratto in arresto dai Carabinieri di Barcellona P.G. mentre si trovava nei pressi della fermata del bus vicino dell’Ospedale di Milazzo. Contestualmente, nel territorio di Santa Lucia i Carabinieri e la Polizia penitenziaria hanno eseguito serrate ed accurate perquisizioni in abitazioni abbandonate nei pressi del Castello e, dopo aver fatto irruzione in una di queste hanno trovato ed arrestato ROSSITO Emanuele.

Tutti gli arrestati su disposizione del Sost. Procuratore della Repubblica Sarah Caiazzo sono stati associati alla Casa Circondariale di Messina Gazzi. 

Nuclei temporaleschi in arrivo domani. Previsioni meteomarine Eolie a cura di Giuseppe La Cava

Durante le prime ore del mattino di Domenica 16 si prevede alle Eolie l'arrivo di nuclei precipitativi temporaleschi in trasferimento, in tarda mattinata, verso lo Stretto di Messina.
Possibili forti rovesci di breve durata, durante i temporali , specie nello specchio d'acqua antistante il basso versante tirrenico calabrese e il settore orientale dell'arcipelago.
E' previsto un moderato maestrale con raffiche tese e mare mosso.
La temperatura sarà in calo fino a Lunedi,e tornerà sui valori medi del periodo il prossimo Giovedi PER VISIONARE LE MAPPE DI PREVISIONE VI INVITO A CONSULTARE LA PAGINA FACEBOOK www.facebook.com/meteoeolie

Le Eolie adesso su Rai uno

Informazione per i nostri lettori. In onda adesso su Rai uno: Linea blu dalle isole Eolie

E' nata Sara Manitta, figlia di Cristian e Serena Portelli

E' venuta alla luce, la notte scorsa alle 02:25, all'ospedale Maria Vittoria di Torino 
Sara
figlia di Cristian Manitta e Serena Portelli.
Alla bimba i nostri migliori auguri.
Felicitazioni per i nonni e i parenti tutti

I.Dee e Centro studi presentano oggi il libro "Vittorio De Seta, il poeta della verità"

L'Associazione Culturale I.Dee in collaborazione con il Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani inaugurerà i "Pomeriggi Culturali "di quest'anno con la presentazione del libro di Franco Blandi "Vittorio De Seta, il poeta della verità" , che si terrà sabato 15 luglio p.v. alle ore 19,30 nei giardini del Centro Studi .
Sarà presente l'autore.
Durante l'incontro sarà proiettato parte del documentario "Detour De Seta" , tratto dal DVD allegato al libro (Navarra editore, 2016).

E' nato Riccardo Saglimbeni, figlio di Lorenzo e Federica Guarino

Per la gioia di mamma e papà e per la felicità dei nonni 
è venuto alla luce all'ospedale di Patti
Al piccolo l'augurio di ogni bene
Ai genitori, ai nonni e ai parenti tutti le felicitazioni di Eolienews

Piazza Mercato liberata dall'accampamento. Blitz stamane delle vigilesse Grella, Castrogiovanni, Luca

L'accampamento di piazza mercato a Lipari (di fronte all'ex ufficio di collocamento) che vi avevano mostrato ieri è stato smantellato.
Sul posto stamane sono intervenute, su input dell'assessore Gaetano Orto, trovando la situazione documentata dalle foto, le vigilesse Simona Grella, Daniela Castrogiovanni e Bartola Luca.
Hanno provveduto allo sgombero dell'area e all'elevazione dei relativi verbali per una situazione davvero vergognosa, specie nel cuore del centro storico

Si insedierà lunedì il consiglio camerale della Camera di Commercio di Messina

COMUNICATO STAMPA 
La Camera di commercio comunica che, con nota dell’assessorato regionale alle Attività produttive (n. 3970 del 27 giugno 2017), lunedì 17 luglio alle 10.30 s’insedierà il consiglio camerale. Nel corso della seduta, sarà eletto il presidente che guiderà la Camera di commercio per i prossimi cinque anni

Auto contro jeep a Lipari

Violento impatto, presumibilmente nella notte, sulla via Isa Conti di Lipari. Un'auto, per cause imprecisate, è andata ad impattare violentemente contro una jeep che era posteggiata a bordo strada.
Notevoli i danni ma, per fortuna, non ci sarebbero feriti

Gli auguri ai festeggiati di oggi

Buon Compleanno a Luca Sgroi, Leonardo Raccuia, Martina Raffaele, Simona Sciacchitano, Tina La Greca, Maurizio Lopes, Agnese Berlinghieri, Maria Grazia Palazzotto, Vincenzo Cusolito ed Elisa Ziino

Oggi è il 15 Luglio. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

ALBA A MARINA CORTA (LIPARI) 
FOTO ROBERTO GRECO

SANTO DEL GIORNO:
Nell'anno 1221 nasceva in Bagnoregio (Lazio) San Bonaventura che al fonte battesimale fu chiamato Giovanni. Essendosi ammalato gravemente all'età di quattro anni, la mamma lo raccomandò a S. Francesco d'Assisi, colà di passaggio, promettendo di offrirlo al Signore nell'ordine dei Frati Minori, se avesse riacquistata la salute. S. Francesco pregò per lui e quando lo seppe risanato, esclamò: « O buona ventura » e da allora Giovanni fu chiamato Bonaventura. 

Cresciuto negli anni, nel 1242 si associò ai seguaci del poverello d'Assisi, ove in breve fece mirabili progressi nella virtù e nella scienza. 

Fatta la professione, venne mandato all'Università di Parigi, alla scuola del dottissimo Padre Ales. I progressi che fece negli studi furono tali che dopo solo sette anni venne eletto professore di filosofia e teologia nella medesima Università. 

I suoi esempi rifulgevano davanti ai confratelli ed essi, nonostante la sua giovine età, lo elessero priore generale dell'ordine nel 1256. 
Nella nuova carica era sempre così puntuale e preciso, che per stimolare i ritrosi ed animare i fervidi alla imitazione di S. Francesco, si serviva più del suo esempio che della sua autorità. 
La sua fama si estese: tutti ormai stimavano il Padre Bonaventura uomo eccezionale, perciò il papa Clemente IV gli offrì l'arcivescovado di York (Inghilterra). Ma S. Bonaventura riuscì a indurre il Santo Padre a desistere dal suo progetto.
Però Gregorio X, successore di Clemente IV, vedendo i doni che Dio aveva elargito a questo religioso, e considerando il gran bene che avrebbe potuto fare alla Chiesa, lo elesse cardinale. S. Bonaventura non voleva e si era persino rifugiato in Francia; ma tutto fu inutile. Costretto dall'ubbidienza si portò a Roma dove il Papa, consacrandolo vescovo di Albano, lo nominò legato pontificio assieme a San 'Tommaso d'Aquino per il concilio che si stava per aprire in Lione. 
Ma S. Tommaso lungo il viaggio s'ammalò e morì, e S. Bonaventura per il troppo lavoro fu preso da atroce malore e da vomito continuo, onde in pochi giorni passò' all'eternità. Era il 14 luglio del 1274. 
Come si è già accennato, S. Bonaventura era dottissimo ed in mezzo alle sue molteplici occupazioni trovò modo di scrivere numerosi volumi che rivelano la profondità della sua dottrina e l'acutezza del suo ingegno. Ad una vecchietta che lo lodava per la sua scienza rispose: « Voi potete amar Dio più di qualsiasi sapiente ed è questo l'unico mezzo per essere a Lui accetti ».
Un fraticello laico perciò ripeteva: « Vecchierella, vecchierella, se tu amerai il Signore più di Padre Bonaventura, sarai più santa di Padre Bonaventura ». 
PRATICA. La perfezione cristiana non consiste in altro che nel conoscere, amare e servire fedelmente il Signore. 
PREGHIERA. O Dio, che desti al tuo popolo il beato Bonaventura ministro di eterna salute, deh! fa' che, come lo avemmo dottore sulla terra, meritiamo di averlo intercessore in cielo.
MARTIROLOGIO ROMANO. A Lióne, in Frància, la deposizione di san Bonaventura, Cardinale e Vescovo di Albàno, Confessore e Dottore della Chiesa, dell'Ordine dei Minori, famosissimo per la dottrina e la santità della vita. La sua festa tuttavia si celebra nel giorno precedente.

venerdì 14 luglio 2017

Lipari: Blitz dei carabinieri all'arrivo di un mezzo di linea. In cinque/sei finiscono in caserma

Blitz dei carabinieri di Lipari al porto di Sottomonastero all'arrivo di un mezzo di linea. Sono state fermate 5 o 6 persone, tra questi una donna. Probabilmente si tratta di extracomunitari. 
Sul porto sono arrivate tre auto dell'Arma che hanno trasferito il gruppo in caserma.
Al momento non è dato a sapere altro

Ma allora siete proprio malati!!! Ancora fiamme a Quattropani

Foto: Alessandro Muleta
Piromani criminali ma, a questo punto, decisamente proprio non sani di mente.
A Quattropani, come si vede dalla foto, è stato appiccato un nuovo incendio. Non è bastato a questi criminali messo a ferro e fuoco, nei giorni scorsi, la frazione e distrutto i sacrifici di tante persone.
Sta intervenendo la forestale con il supporto dell'autobotte dei vigili del fuoco

Catturati tutti e tre gli evasi dal carcere di Barcellona PG

E' durata poco più di un giorno la fuga dei tre detenuti, tra i quali il liparese Tony Sciacchitano, dal carcere di Barcellona Pozzo di Gotto. I tre sono stati, infatti, catturati e riassicurati alla giustizia.
Contrariamente a quanto era trapelato in un primo momento non è stato il liparese ad essere bloccato per primo.
Sembrerebbe che fosse a Barcellona con l'intenzione di consegnarsi, così come gli aveva richiesto la madre

BANDI REGIONALI PER LE IMPRESE. CONFESERCENTI SCENDE IN CAMPO CON UN TEAM DI PROFESSIONISTI DEL SETTORE

COMUNICATO
BANDI REGIONALI PER LE IMPRESE- CONFESERCENTI SCENDE IN CAMPO CON UN TEAM DI PROFESSIONISTI DEL SETTORE

La Regione Siciliana ha recentemente attivato il periodo di programmazione dei Fondi Strutturali relativi al PO FESR 2014 2020. Nello specifico sono state attivate due misure per le Imprese che intendono attivare investimenti nel territorio regionale.
I Bandi (Misura 3.5.01 – Misura 3.5.02) sono rivolti alle PMI costituite da non più di 60 mesi che non hanno distribuito utili o non sono state oggetto di fusione.
In virtù di queste importanti opportunità, per tutti gli imprenditori che vorranno aderire ai bandi regionali, Confesercenti Messina ha messo in campo un team di professionisti estremamente qualificati nel settore della finanza agevolata e della consulenza progettuale, che saranno a disposizione per fornire a chi ne farà richiesta, tutto il supporto necessario per redigere il progetto e dunque partecipare ai bandi, con la possibilità di usufruire dei finanziamenti messi a disposizione dalla Regione.
Uno sportello, quello attivato da Confesercenti Messina, che rappresenta un ulteriore tassello di un’organizzazione che ha come principale obiettivo la crescita delle imprese del territorio. Confesercenti conferma dunque la propria presenza concreta e fattiva al fianco non solo dei propri associati, ma di tutti coloro che fanno impresa garantendo una consulenza costante alle aziende che vorranno avere accesso ai bandi, che costituiscono un’opportunità importante per migliorare e rendere competitiva la propria attività.
Gli imprenditori interessati potranno rivolgersi direttamente agli uffici di Confesercenti Messina di via Placido Samperi, 7 per ricevere tutte le delucidazioni necessarie sulle misure attivate dalla Regione e sull’attività di consulenza a supporto.

Proliferano gli accampamenti e le latrine!!. Ma è possibile che li vediamo solo noi e i nostri lettori?

Nuova tenda...nuova latrina...dopo quella del parcheggio Cappuccini. Siamo in pieno centro a Lipari ovvero Piazza Mercato...di fronte ex ufficio di collocamento. 
Ma nel "paese degli invisibili" tutto è concesso?
Ma è possibile che queste ed altre cose le vediamo solo noi e i nostri lettori? Da ieri sera ad ora abbiamo "visto e documentato": due "campeggi" e cucina attigua; il caos di Marina Corta; i cani randagi in branco in contrada Ponte. 
Bastano per dare l'idea di un po di disordine e anarchia?

Da oggi i festeggiamenti in onore di Maria SS. di Porto Salvo


Capo d’Orlando, dopo il porto arrivano i collegamenti in elicottero

Da Capo d’Orlando ora sarà possibile raggiungere le Eolie e gli aeroporti siciliani in elicottero. L’apertura del porto turistico “Capo d’Orlando Marina” infatti catalizza l’attenzione delle ditte specializzate nei servizi turistici e così sono già pronti a decollare dall’elisuperficie di contrada Tavola Grande, elicotteri in grado di effettuare trasferimenti da e per gli aeroporti di Catania e Palermo e collegamenti con le Isole Eolie. Il trasporto in volo è affidato alla società Butterfly s.r.l.
“Grazie al porto, cresce l’offerta dei servizi – afferma l’assessore comunale al Turismo Rosario Milone -. Inoltre, il collegamento in elicottero con gli aeroporti principali siciliani e con le Isole Eolie rappresenta un elemento basilare ed imprescindibile per un centro che vuole fondare la propria economia sul turismo. È nostra intenzione poi, non appena il cantiere del porto chiuderà, – precisa Milone- realizzare uno spazio per il decollo e l’atterraggio direttamente all’interno dell’area portuale. Da qui si parte per offrire sempre il meglio, perché un turismo di qualità pretende servizi di qualità”.

Marina Corta. Scusate...ma mi viene da ridere!! Sarebbe questo il "salotto dell'isola"?...ma mi faccia il favore!!!!

 

Riprendiamo alcune foto pubblicate di Giancarlo Puleo sulla situazione di stamane  (la stessa di ieri, dell'altro ieri e, probabilmente, anche di domani) a Marina Corta.
Crediamo non serva ulteriore commento. 

Randagismo. All'orizzonte una convenzione per affrontare la problematica. Ci scrive Eleonora Zagami, presidente ENPA Eolie

Sui randagi, a seguito del nostro articolo, arriva la precisazione della signora Eleonora Zagami, presidente della sezione liparese dell'ENPA:
Vorrei precisare, nella qualità di presidente della locale Sezione ENPA, che più volte abbiamo sollecitato una convenzione che ci permettesse di operare, finalmente, sembrerebbe, stiamo arrivando al traguardo. 
Ricordo che l'ENPA (ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI) vive ed opera grazie al volontariato, ovvero GRATUITAMENTE. 
Tutto quello che sino ad ora siamo riuscite a fare è stato solo ed esclusivamente grazie al prezioso contributo delle nostre socie, della Dott.ssa Gulotta e dei tanti privati che sostengono con le loro offerte la nostra associazione. 
Spesso si ritiene, erroneamente, che il fenomeno del randagismo sia da attribuire a nostra negligenza, ricordo che le sterilizzazioni fatte GRATUITAMENTE sul territorio, raggiungono numeri elevati, sia cani che gatti, per non parlare delle adozioni sia sull'isola che nel resto d'Europa. Sempre e solo a nostre spese. 
Non è semplice da gestire, ma sicuramente con l'aiuto dell'Amministrazione, che ha già messo a disposizione i locali per la degenza, la collaborazione dei cittadini e l'aiuto della Sede Nazionale Enpa, riusciremo a trovare una soluzione

Randagi, e non solo, a Ponte e Monterosa un vero e proprio pericolo per la pubblica incolumità

Tra le piaghe di questa estate (a dire il vero non solo di questa) vi sono i branchi di cani randagi e/o vaganti.
Due, in particolare, quelli che destano preoccupazione: quello di Ponte (nelle foto, inviateci da un lettore) e quello del Monterosa - Salita tunnel.
Inseguono scooter, motocicli, ringhiano e assaltano persone (purtroppo è accaduto anche questo). 
Quelli di Ponte,poi, aggiungono l'assalto ai cassonetti dei rifiuti, le lotte tra loro a due passi dalle case, rendendo praticamente invivibile la vita dei residenti.
Inutili, sino ad ora, si sono rivelate, in entrambi i casi, le segnalazioni e le proteste.
I cittadini auspicano un intervento risolutivo da parte delle competenti autorità o si deve attendere qualcosa di grave, più di quanto è già accaduto?

Catturato a Messina, mentre stava imbarcarsi per la Calabria uno dei tre evasi dal carcere di Barcellona?

Nella stazione marittima di Messina, le forze dell'ordine avrebbero fermato ed arrestato - queste le indiscrezioni che trapelano- uno dei tre evasi dal carcere di Barcellona P.G.
Stava cercando di imbarcarsi su uno dei traghetti diretti in Calabria.

Ovviamente si attende la conferma ufficiale

VIII° Anniversario dipartita Saverio Camporeale. Lunedì, Messa alla Chiesetta del pozzo

Sporting club judo Lipari ad uno stage internazionale in provincia di Bergamo.

Dal 22 luglio al 05 agosto si svolgerà a Spiazzi di Gromo (Bergamo) lo Stage "Estate Judo Camp 2017 organizzato dai Fratelli Vismara con la collaborazione di Valter Scolari, Romolo Fibbioli, Elena Cavalli: docente il Maestro VIII° Dan, Campione Olimpico, TOYOKAZU NOMURA.
Dal 22 al 29 luglio, nella settimana che noi dello Sporting club judo Lipari abbiamo scelto, ci sarà una delle palestre di Europa più attive da più tempo la "Scuola di Londra - Budokwai". Presente pure una scuola giapponese accompagnata da valenti maestri. Presenti anche le più forti palestre del nord Italia che onoreranno, con la loro presenza, il grande lavoro organizzativo dei Fratelli Vismara.
Siamo orgogliosi di poter partecipare a questo importante evento che sicuramente ci farà migliorare da un punto di vista tecnico, approfittando della loro bravura tecnica e organizzativa.
Cercheremo di fare un gemellaggio con i Vismara per fare crescere il bagaglio tecnico dei ragazzi e fare il salto di qualità al movimento judoistico eoliano perché sono sicuro che la loro presenza a Lipari, con la loro bravura riconosciuta a livello mondiale e le loro conoscenze, potrebbero riportare Lipari a livello internazionale.
Sicuramente, con l'aiuto del nostro sindaco e della sua giunta, sensibile a manifestazioni di rilievo internazionale, e dei nostri sponsor storici, si potrebbe ripartire alla grande.
Intanto un nostro sponsor, che crea a livello artigianale il "Simbolo di Lipari Aeolian Island" ci ha preparato i suoi preziosi simboli da dare ai famosi e bravissimi maestri dello stage di Gromo. Il primo, piccolo passo, per convincere gli interessati a venire nelle bellissime Isole Eolie .

Gli auguri ai festeggiati di oggi

Buon Compleanno a Rosanna Martinucci, Giovanni Galletta, Maria Teresa Mollica, Maria Concetta Zavone, Veronica Maya, Giorgia Cacace, Simona Orto, Bartolo Basile, Lorenzo Favata, Simona Orto, Bartolomeo Di Pietro, Tania Cosentino, Angela Ivaldi

Oggi è il 14 Luglio. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

Spiaggia di Lipari e la mitica barca di Capitan Bubu

SANTO DEL GIORNO:
Annunziato da un sogno nasceva il 25 maggio del 1550 a Bucchianico nella diocesi di Chieti San Camillo de'Lellis, da madre di età assai avanzata, la quale morì poco dopo la nascita del figlio. 
All'età di 6 anni perdette anche il padre e quindi si spiega come il piccolo Camillo, abbandonato a se stesso, 'abbia avuto una giovinezza assai libera fino a quando il Signore lo chiamò a mutar vita nell'anno 1574. 
Appena l'età glielo permise, si diede al mestiere delle carte, già esercitato da suo padre e che per S. Camino' fu fatale. Appassionandosi infatti ognor più al gioco, e in esso arrischiando grosse somme, il poveretto si trovò ridotto in breve alla povertà più estrema. Abbandonò quindi il mestiere delle armi e per sostentarsi si ridusse a far il manovale in un convento di Cappuccini. Il guardiano, vedendolo di buona indole, gli fece una paterna ammonizione, che Camillo ascoltò con umiltà. Gettatosi poi ai piedi del frate, promise di riparare il male compiuto. Infatti dopo alcuni giorni di riflessione e di preghiera, chiese di essere ammesso tra i figli di S. Francesco e potè vestire l'abito dei Cappuccini. 
Ma una ferita riportata da soldato al collo del piede, resa sempre più molesta per l'urtare continuo che vi faceva l'abito, lo costrinse ad abbandonare il convento. 
Fu duro pel fervoroso novizio deporre quell'abito, Abbandonare quel luogo, ma rimessosi interamente alle disposizioni della Divina Provvidenza si recò a Roma. Qui era il campo del suo apostolato.
Sotto la direzione di S. Filippo Neri passò al servizio degli incurabili nell'ospedale di S. Giacomo e lì maturò l'idea di fondare una Congregazione di religiosi con l'unico scopo di servire gl'infermi. Perciò, benchè di età già avanzata, circa il 1580 si mise a frequentare con i fanciulli i primi corsi di studi. I condiscepoli, giovani e spensierati, lo deridevano, ma Camillo fu costante ed ebbe la gioia di divenire sacerdote. 
Le sue maniere affabili e dolci gli attirarono alcuni altri sacerdoti ed il Santo potè dar principio alla vagheggiata Congregazione dei Chierici Regolari ministri degli infermi. 
Non è facile dire il bene che questi religiosi hanno fatto e fanno nella Chiesa: S. Filippo Neri li diceva non uomini, ma angeli in carne, tant'era la loro delicatezza e premura cogli infermi. 
Il cuore di S. Camillo esultava vedendo tanti dolori leniti e tante anime soccorse proprio negli estremi momenti, ed era sempre il primo al letto degli infermi per prodigare le sue cure sapienti. Il Signore premiò questo zelo col dargli il dono dei miracoli e della profezia che il Santo usò per alleviare le miserie umane. 
Consumato dalle privazioni e dalle fatiche, e colpito contemporaneamente da cinque diversi penosissimi mali da lui chiamati « le misericordie del Signore », passò a ricevere il premio della sua laboriosa vita il 14 luglio del 1614 in età di 64 anni. 
Benedetto XIV l'iscrisse nell'albo dei Santi, e Leone XIII lo dichiarò celeste patrono di tutti gli ospedali. 

PRATICA. Benefichiamo, visitiamo, solleviamo i poveri nelle loro pene, per poter udire nel giorno del giudizio da Gesù le consolanti parole: «Ebbi fame e mi saziaste, ebbi sete e mi deste da bere, fui ignudo e mi vestiste, infermo e carcerato e mi visitaste... venite ora al premio che vi ho preparato ». 
PREGHIERA. O Dio, che decorasti S. Camillo della prerogativa di una singolare carità, a favore delle anime sofferenti, deh! infondici per suoi meriti lo spirito del tuo amore, affinchè nell'ora della nostra morte meritiamo di vincere il nemico e di giungere alla corona celeste. 

Ed eccola la tenda nel piccolo parcheggio dei Cappuccini

Ringraziamo il nostro lettore che ha scattato la foto da pochi minuti e ce l'ha inviata. 
Una foto scattata cercando di non fare rumore per non svegliare questi nostri "cari ospiti" 
Ricordiamo che - come scritto ieri sera in altro post- i "campeggiatori" sono dotati di bombole e fornellini, insomma non si fanno mancare nulla.
Dite che non hanno il bagno? C'è tanto spazio intorno...lo si può far diventare una latrina...diamine!

giovedì 13 luglio 2017

Quando scriviamo di "terra nessuno" non ci sbagliamo. Accampamento con tanto di "cucina portatile" nel parcheggio dei cappucini

L'ultima della giornata? 
Una bella tenda piazzata nel piccolo parcheggio di via Torrente Cappuccini con tanto di "campeggiatori" (probabilmente gli extracomunitari che esporranno a Marina Lunga) che cucinano con tanto di bombole e fornellini in mezzo alle macchine.
Ma siamo davvero un paese normale? Controlli?
Al di la del pericolo una ulteriore domanda. Quale bagno usano?. Ma si sa Lipari il parcheggio a Loltre a diventare "camping" può diventare anche latrina.
Non vi offendete se poi scriviamo di "terra di nessuno"
Assessore Orto, nel suo ruolo di assessore alla viabilità e alla polizia municipale, potrebbe intervenire?

Rifiuti...il lupo perde il pelo ma non il vizio!

Può il "camioncino"  dei rifiuti passare a Marina Corta alle 9:00, come stamane, mentre residenti e turisti sono seduti al bar?
Crediamo di no! 
Ed ancora è normale debba salire lungo quel passaggio, non certo veicolare, ai lati della scalinata?

"Costituisciti per amor del cielo". L'appello dal nostro giornale della mamma del giovane liparese evaso

Ci ha contattato la signora Simona Sciacchitano, la mamma di Tony, il ragazzo di Lipari evaso dal carcere di Barcellona che ha voluto, innanzitutto, fare un appello al figlio: "Per amor del cielo, costituisciti, non peggiorare la situazione. Sono disperata".
La signora, il cui figlio sta scontando una pena legata alla droga, fa anche un appello ai giovani "Vedete che anche una canna finisce per mettervi nei guai".
E conclude: "Ho cercato aiuto, ovunque, senza trovarlo, per farlo tornare a casa anche ai domiciliari. Mi diceva sempre non ce la faccio più ma adesso mi interessa soltanto che ponga fine a questa assurda fuga".
Adesso la speranza di Simona, fortemente preoccupata della piega che può prendere la cosa, è che Tony possa leggere ed accogliere il suo appello e si costituisca al più presto.

In tre evadono dal carcere di Barcellona. Uno sarebbe di Lipari. Attivamente ricercati

Per l'articolo grazie a Pippo Midili de "Il Diario Metropolitano"

Dovevano fuggire in cinque ma due hanno deciso di rimanere nella cella dalla quale, dopo avere divelto le sbarre, si sono dati alla fuga tre giovani di età compresa tra i 19 ed i 25 anni originari di Lipari, Milazzo e Messina.
Una fuga che ha vissuto di diversi momenti e che è iniziata all'incirca a mezzanotte. Dopo avere divelto le sbarre della cella, secondo la ricostruzione eseguita nella mattinata di oggi, i tre fuggitivi hanno raggiunto l'area di passeggiata e qui, sono riusciti a portarsi nell'area svago dell'Ospedale Psichiatrico.
Da qui è bastato un ultimo sforzo per riuscire a superare il muro di cinta e quindi, riconquistata la libertà, darsi alla fuga. Sembrerebbe che i tre, all'esterno dell'istituto di pena, abbiano preso possesso di un'autovettura utilizzata per raggiungere un paesino della Provincia di Messina da dove hanno proseguito verosimilmente a piedi. Sulle tracce dei tre evasi ci sono le forze dell'ordine che sono aiutati nelle fasi di ricerca da elicotteri che si sono alzati in volo da Catania. Non rappresenterebbero un pericolo per i cittadini. I tre avrebbero approfittato della carenza di personale di guardia che, già ridotto, era in quel momento assente per aver dovuto accompagnare un detenuto in infermeria per delle medicazioni.
Il Sindacato della Polizia penitenziaria in un comunicato ha voluto sottolineare proprio il ridimensionamento del personale di servizio ed ha chiesto a gran voce che vengano prese decisioni che portino ad aumentare il numero delle Guardie in servizio.
Di certo la fuga dei tre apre una maglia sui servizi di controllo all'interno della struttura penitenziaria che certamente vanno valutati ed analizzati con serenità per evitare che l'episodio di questa notte possa ripetersi in futuro.

Quattropani: Dalle abitazioni (strutture) incenerite, al territorio in fumo, al lavoro dei tecnici Sel (nostro video)

Abbiamo girato questo video stamane a Quattropani per documentare la"tristezza" e la distruzione di una ampia parte della frazione, dopo il passaggio dell'incendio di ieri. 
Abbiamo voluto documentare dalle abitazioni e strutture incenerite, al territorio in fumo, al lavoro dei tecnici Sel sul posto, già dalle prime ore del mattino 

Alena Seredova e Alex Belli a Panarea....tappa obbligata "Da Carola"


Sono sbarcati a Panarea (separatamente) Alena Seredova e Alex Belli.
Per la show girl, attrice e modella (nonchè ex signora Buffon) e per l'attore di Centovetrine non poteva mancare la tappa obbligata "Da Carola" sul porto....e relativa, graditissima granita

Fiamme anche a Vitusa. Operazioni di spegnimento concluse solo adesso

Carico su briscola. Non solo Alta pecora e Chiesa Vecchia. Le fiamme oggi a Quattropani hanno interessato la zona di Vitusa. Le operazioni di spegnimento delle fiamme si sono concluse in questo momento.
Arriverà un po di pace per la martoriata Quattropani.

Quattropani...che "tristezza", dopo il passaggio del fuoco. E si prova a ripartire!

Abbiamo scattato queste foto stamane a Quattropani per documentare la"tristezza" di una ampia parte della, dopo il passaggio dell'incendio di ieri. Un vero e proprio "colpo al cuore" pensando anche a quanti sacrifici, per tanti di una vita, sono andati in fumo grazie a dei criminali.
Già di prima mattina, come visibile dalle foto, maestranze della Sel al lavoro per ripristinare, nel più breve tempo possibile, l'erogazione di energia elettrica. Un "segnale" importante per ripartire
Nel pomeriggio, invece, vi proporremo un ampio video, partendo da una casa "distrutta" dalle fiamme

Ezio Greggio e Maria Grazia Cucinotta tornano a MareFestival Salina

Il "mattatore" dell'edizione dell'anno scorso e la storica madrina di MareFestival tornano a Salina: Ezio Greggio e Maria Grazia Cucinotta protagonisti durante la seigiorni di cinema, musica e cultura sull'isola eoliana, pronti a raccontare i prossimi progetti e incontrare pubblico e giornalisti. Il volto storico di "Striscia la Notizia", fondatore e direttore artistico del "Montecarlo Film Festival de la Coméde" riceverà il Premio CRAL Città Metropolitana di Messina nella seconda giornata del Festival in piazza a Malfa, mentre la Cucinotta, reduce da produzioni cinematografiche italo-cinesi e dal Festival di Shanghai dove ogni anno è ospite, aprirà la serata di anteprima di Milazzo, martedì 18 insieme con Alessandro Haber, e sarà presente per tutta la manifestazione ideata dai giornalisti Massimiliano Cavaleri e Patrizia Casale. Nell'ultima serata la diva de "Il Postino" presenterà il nuovo logo del Festival ideato da Mirko Sturiale e la copertina del catalogo 2017 disegnata da Simone Caliò: quest'ultimo illustrerà i vari bozzetti originali creati per MareFestival e dedicati a Troisi.
Tra gli ospiti della sesta edizione: l'attore toscano Renato Raimo, interprete di fiction come "Don Matteo", "Un posto al sole" e "Centro Vetrine", al cinema "L'amore rubato", al teatro "Silenzi di guerra" e "Spogliati nel Tempo", farà un omaggio alla nascita della Vespa e riceverà il Premio Troisi. Stesso riconoscimento a Isabella Turso, pianista versatile capace di spaziare in vari generi e collaborare con Arnoldo Foà, Luis Bacalov (Premio Oscar per le musiche de "Il Postino"), Andrea Morricone, Pino Donaggio e tanti altri: dopo l'album "All light", ha pubblicato "Omaggio a Donaggio" e nel 2017 "Variazioni"; al Palazzo Marchetti di Malfa proporrà il concerto "Piano Movies" ideato per MareFestival e arricchito da video, in calendario giovedì 20 luglio. Targa Argento MareFestival al giovane regista Danilo Currò per il corto "Sunday" che vede protagonista un migrante con lo stesso nome del film, pronto a salire sul palco del Festival per una sopresa; Targa anche per Jacopo Cavallaro, attore e regista per il corso "Colapesce"; al regista Eros Salonia. Ogni sera l'attore romano Carlo Fabiano, ospite più volte della kermesse, celebrerà Troisi ricordando le scene più famose delle sue pellicole.
Appuntamento domani (venerdì 14 alle ore 18.30) alla Marina del Nettuno di Messina con la conferenza stampa di presentazione del programma: prenderà parte l'attore Ninni Bruschetta, tra gli ospiti a Salina per parlare del suo ultimo libro "Manuale di sopravvivenza dell'attore non protagonista" previsto nella prima giornata ed esibirsi con l'omonimo reading teatrale a Palazzo Marchetti l'indomani.
MareFestival è patrocinato da Comune di Santa Marina Salina (sindaco Domenico Arabia, ass. Turismo Linda Sidoti), Malfa (sindaco Clara Rametta, ass. Turismo Luciano Sangiolo), Milazzo (sindaco Giovanni Formica, ass. Turismo Piera Trimboli e Cultura Salvo Presti), Città Metropolitana di Messina, Agenzia Nazionale Giovani, CRAL Città Metropolitana di Messina, si svolge in collaborazione con Commerciale Gicap Spa, QuiConviene.it la Spesa Online, ARD, Sicily By Car, Caronte & Tourist, Saccne Rete IP, Damiano Malfi, Pistì, Tarnav Viaggi alle isole Eolie, Adige Car Center, COT, Mohd, Sciotto Automobili, Giardini di Giano, Rent Bongiorno, Donna Più, Aliotta Gioielli, Albertour Viaggi, Sibeg Coca Cola, Explorer Informatica, Gentile Group Compagnia della Bellezza; gli alberghi CapoFaro Malvasia & Resort, Eolian Milazzo, Hotel Arcangelo, Ravesi, Signum, I Cinque Balconi, Santa Isabel, 'A Alera, Punta Scario, Bellavista, La Palma, Solemar, Ngonia Bay; i ristoranti Tinkitè, Il Gambero, Portobello, Trattoria Cucinotta, Cucuncio, Didyme e Marina del Nettuno, che ospiterà la press conference.

Avis sezione "G. Panettieri": Ottimi risultati dalla raccolta di sangue a Salina

COMUNICATO
Martedì 11 e Mercoledì 12 Luglio u.s. sono state effettuate due giornate di raccolta sangue nell'isola di Salina organizzate dalla nostra Sezione per far fronte all'emergenza insistente nella Provincia di Messina.
Nonostante le condizioni ambientali non fossero tra le più favorevoli (temperatura oltre i 40°), circa 40 donatori hanno risposto all'appello lanciato dall'AVIS di Lipari, consentendo di raccogliere 36 sacche di sangue intero.
Ancora una volta il grande cuore degli eoliani ha dato prova di maturità sociale.
Si ringraziano l'AVIS di Alì Terme che ha messo a disposizione della consorella di Lipari l'autoemoteca in dotazione ed il Dott. Ugo Scalettaris per la sua partecipazione gratuita alla selezione.
Dalla Segreteria dell'Associazione

Incendio a Quattropani. I ringraziamenti dell'amministrazione Giorgianni

COMUNICATO STAMPA

Il Sindaco e l’Amministrazione comunale tutta esprime un doveroso ringraziamento a tutte le forze dell’ordine - Vigili del fuoco, Carabinieri, Forestali, Guardia di Finanza, Vigili Urbani, Volontari di Protezione Civile - che, in occasione del grave incendio che in questi ultimi giorni vede drasticamente coinvolta l’intera frazione di Quattropani, sono stati e sono tutt’ora impiegati nelle operazioni di spegnimento delle fiamme a terra ed in volo, scongiurando il coinvolgimento di cittadini e abitazioni pur devastando ettari di territorio.
È triste dover assistere impotenti a questi atti di distruzione che provocano danni incalcolabili al patrimonio naturale con conseguenze devastanti in termini di degrado ambientale e di dissesto idrogeologico. Ricordiamoci sempre che i danni della montagna si pagano anche a valle
Dalla Residenza Municipale, 13 luglio 2017

Quattropani...l'incendio di ieri e l'intervento dei soccorritori. (reportage fotografico del nostro collaboratore Bartolo Ruggiero)


Nella drammaticità che ha vissuto ieri la popolazione di Quattropani (che, purtroppo, si sta riproponendo, seppure in parte, oggi) un plauso lo meritano senz'altro - così come ci evidenziava stamane l'amico Nino Allegrino - tutti coloro che sono intervenuti, nessuno escluso. 
Vi proponiamo, grazie al nostro collaboratore Bartolo Ruggiero, alcune foto sia dell'incendio di ieri che delle operazioni.