Cerca nel blog

sabato 18 maggio 2019

Spacciavano stupefacenti nell'isola di Salina. Due divieti di dimora. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi.

C'è una similitudine con Marte nei fondali di Panarea. Scoperta INGV.

Con uno studio pubblicato su Nature Scientific Reports (
Link all’articolo: https://www.nature.com/articles/s41598-019-43181-y) sugli ooidi di ferro rinvenuti al largo dell’isola di Panarea, sono stati scoperti i processi che hanno verosimilmente prodotto anche alcune delle rocce più antiche del nostro pianeta ed analoghe concrezioni identificate su Marte, il pianeta rosso
In uno studio condotto sulle sabbie idrotermali provenienti da un deposito al largo dell’isola di Panarea, sono stati analizzati i cd. “iron-ooids”, ovvero granelli di sabbia con un nucleo e una corteccia esterna di lamine concentriche costituite da minerali di ferro. Dalla ricerca è emerso un eccezionale, unico ritrovamento di un deposito di iron-ooids ancora in formazione sul fondo del mare ad una profondità di 80 metri su un'area caratterizzata da intensa attività idrotermale dell’isola vulcanica a nord della Sicilia.
Dallo studio integrato, effettuato mediante diffrazione a raggi X, microscopia elettronica, fluorescenza a raggi X e spettroscopia Raman, sono emerse informazioni finora non conosciute sui processi che hanno portato alla formazione degli analoghi depositi presenti nelle rocce più antiche della Terra e nei suoli di Marte. Infatti, la conoscenza che queste sabbie (iron ooids) si stiano formando oggi a causa del fenomeno dell’idrotermalismo sottomarino, ha implicazioni importanti per la comprensione sia dei processi geologici che hanno interessato il nostro pianeta nella prima fase della sua formazione sia per la comprensione dell’evoluzione geologica del Pianeta Rosso, consolidando l’importanza dei sistemi idrotermali sottomarini per l’origine della vita sulla Terra e, quindi, della presenza di acqua e di possibili forme di vita nel passato geologico di Marte.
I risultati proposti modellizzano un possibile processo responsabile della formazione degli ooidi e forniscono una nuova visione della genesi dei depositi di ooidi di ferro distribuiti su scala globale sia in sedimenti moderni che passati.
Il gruppo di ricerca coinvolto in questo studio è stato condotto dai ricercatori della Sezione di Palermo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), unitamente ai ricercatori del Dipartimento di Scienze Matematiche e Informatiche Fisiche e della Terra (MIFT) dell’Università di Messina, del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche (DSCG) dell’Università di Modena-Reggio Emilia, del Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali (BiGeA) dell’Università di Bologna e del Centre de Biophysique Moléculaire (CNRS) di Orléans (Francia).

Al via nelle Eolie il progetto "TartaNet Eolie" promosso da Filicudi Wildlife Conservation e supportato da Aeolian Islands Preservation Fund e Blue Marine Foundation.

(Comunicato) Parte il progetto "TartaNet Eolie" promosso dall'associazione Filicudi Wildlife Conservation e supportato da Aeolian Islands Preservation Fund e Blue Marine Foundation.
Il progetto mira a promuovere il recupero e soccorso delle tartarughe marine nell'area Eoliana attraverso una serie di azioni concrete di educazione ambientale, di divulgazione e una campagna informativa che parte dai bambini delle scuole fino ad arrivare ai diportisti e pescatori che navigano tra le isole, consentendo un miglioramento delle attività di recupero e soccorso delle tartarughe marine in queste acque e dando informazioni di base sulla biologia, ecologia e problematiche di questi animali.
Il progetto oltre a sostenere un ciclo di lezioni sulle tartarughe marine per i bambini delle scuole primarie e medie di tutte le isole Eolie ha prodotto del materiale informativo e un breve documentario, per spiegare le manovre di recupero e soccorso delle tartarughe in difficoltà e facilitare le operazioni di soccorso.
Primi appuntamenti per i bambini: il 22 Maggio presso la scuola di Panarea, il 23 Maggio presso la scuola di Stromboli, il 3 Giugno presso l'istituto Comprensivo Lipari 1 a Lipari e il 4 Giugno nella piccola scuola di Alicudi.
La campagna informativa verrà promossa per tutto il periodo estivo e vi terremo aggiornati su eventi e manifestazioni legati al progetto.
Intanto incominciamo a diffondere il nostro Poster TartaNet Eolie che spiega ai diportisti e naviganti come recuperare, trasportare e mantenere le tartarughe marine trovate in difficoltà! Vi chiediamo di diffonderlo al fine di aiutarci nel nostro lavoro!
Grazie per la collaborazione

Stasera la semifinale di Amici. La mission è una sola: sostenere Alberto Urso! (dalla gazzetta del sud di oggi)

L'articolo s'ingrandisce cliccandoci sopra

Le reporter di Donnavventura sul corso a Lipari.

Ester, Sijia, Marianna e Angelica, le reporter del programma televisivo Donnavventura di Rete quattro sono sbarcate a Lipari. Grazie ad un amico le abbiamo "paparazzate", un paio di minuti fa, sul corso V.E.
Come anticipato da noi stamane, realizzeranno una puntata su Palermo, Monreale, Cefalù e le Eolie.

Dovrebbe andare in onda il 9 Giugno.

Auguri di...

Buon Compleanno a Giuseppe Finocchiaro, Elisabetta Paino, Romina Lazzaro, Angela Podetti, Graziella Fabro, Angy Ferlazzo, Giovanni Martello.

Chiese, Santi, Processioni e Sacerdoti (LI° puntata - I "babbaluci a Lipari e Salina" 3 foto)





Navi ed aliscafi (LII° puntata - 3 foto)

Nelle foto di oggi: L'Eolo - N°1 : foto del 1968; N° 2 a Milazzo; N° 3 in ingresso a Messina

Gratitudine a Liberty Lines. La lettera aperta dei 300 lavoratori stabilizzati.

Le Eolie nelle stampe d'epoca (Terza parte)

Filicudi: A Punta A Caristia

REGIONE: GOVERNO MUSUMECI RIDUCE 228 POSTAZIONI DIRIGENZIALI

«Abbiamo mantenuto l’impegno assunto all’inizio del nostro mandato: diminuiscono le postazioni dirigenziali all’interno dell’amministrazione regionale. Siamo andati oltre rispetto a quanto prevedeva la legge. Non una riduzione legata semplicemente alla percentuale del personale andato in pensione, ma un taglio che supera il quindici per cento delle strutture. E’ stato messo un freno a scelte irresponsabili compiute nel passato che hanno fatto la nostra Regione un esempio in negativo rispetto al numero dei dipendenti, assai spropositato in rapporto con i dipendenti».
Lo ha dichiarato ieri il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, al termine della seduta di giunta che ha approvato la “rimodulazione degli assetti organizzativi dei dipartimenti regionali”.
A essere cancellate saranno 228 postazioni sulle 1.439 attualmente presenti nei 27 dipartimenti. Il nuovo Piano è il frutto di un’intensa attività di coordinamento svolta negli ultimi mesi dal segretario generale della presidenza della Regione, Maria Mattarella, con tutti i dirigenti generali e di concertazioni con i sindacati da parte del dirigente generale della Funzione pubblica Rosalia Pipia.
Le maggiori riduzioni riguardano l’Ufficio legislativo e legale (che taglia il 37 per cento), i dipartimenti Energia (30 per cento), Acqua e rifiuti (27 per cento), Protezione civile e Programmazione (24 per cento), Funzione pubblica (22 per cento). Nel nuovo funzionigramma della Regione verrà ricompresa anche l’Autorità di Bacino, incardinata alla presidenza della Regione. Una struttura attesa da quasi trent’anni e creata dal governo Musumeci per occuparsi della programmazione e gestione degli interventi sui corsi d’acqua e di tutto ciò che riguarda l’erosione del territorio.
«Si è proceduto - riprende il presidente - ad accorpare e trasferire le competenze e non ci saranno più quindi Unità operative vacanti. In questo modo tutta l’amministrazione regionale potrà avere solo benefici, con un vantaggio soprattutto per gli utenti. Una buona notizia che arriva a distanza di qualche giorno dall’approvazione in Assemblea regionale siciliana del disegno di legge proposto dal mio governo sullo snellimento delle procedure amministrative: quello che cittadini e imprese ci chiedono. Solo con una “macchina Regione” efficiente possiamo affrontare le sfide del futuro e fare risalire la china alla nostra Isola».
La nuova organizzazione entrerà in vigore, dopo i passaggi di rito davanti al Consiglio di giustizia amministrativa e alla Corte dei conti, con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Regione

"Donnaventura" alle Eolie

Tocca le Eolie la troupe di "Donnavventura", il programma di Rete4.
Dopo Monreale e Cefalu', si occuperà dell'arcipelago. Il programma televisivo, condotto da numerose ragazze, si occupa di viaggi e di far conoscere le mete turistiche più belle del mondo. La notizia è stata data direttamente dal presidente della Regione Nello Musumeci.
“Ho incontrato Ester, Sijia, Marianna e Angelica, le reporter del programma televisivo Donnavventura che preparano una puntata su Palermo, Monreale, Cefalù e le Eolie" ha fatto sapere il governatore siciliano. Anche nella prossima edizione promuoveranno le straordinarie bellezze della Sicilia”

Oggi è il 18 Maggio. Buongiorno con questa cartolina e con il Santo del giorno

Foto di Giancarlo D'Ambra 


SANTO DEL GIORNO
Originario della Tuscia e figlio di un certo Costanzo secondo il Liber Pontilicalis, fu eletto papa succedendo a 7 Ormisda il 13 agosto 523. Non si hanno notizie sicure su questo papa prima della sua elezione, a causa della frequente attestazione del nome Giovanni nelle fonti del VI sec. (tre papi portano questo nome). 
È stata tuttavia avanzata l'ipotesi dell'identificazione di questo pontefice con il diacono Giovanni, amico di Severino Boezio, che gli dedicò tre dei suoi scritti; era favorevole al partito filoorientale dell'antipapa Lorenzo, anche se nel 506 fece atto di sottomissione al papa legittimo 7 Simmaco. Tale ipotesi di identificazione sarebbe corroborata dalla straordinaria accoglienza che gli fu riservata in occasione del suo viaggio a Costantinopoli, e dal fatto che Giovanni, divenuto papa, fece adottare a Roma su consiglio del monaco Dionigi il Piccolo il computo pasquale alessandrino, già motivo di accese controversie tra Lorenzo e Shrunaco e segno evidente di atteggiamento proorientale.
Il Liber Pontificalis riporta che egli fece eseguire importanti lavori di restauro nelle basiliche cimiteriali dei martiri Nereo e Achilleo sull'Ardeatina e dei SS. Felice e Adautto sull'Ostiense e poté inoltre abbellire le principali basiliche cittadine, grazie alla munificenza dell'imperatore Giustino I. Tutta la sua attività a Roma si svolse prima del suo viaggio a Costantinopoli, che fu l'avvenimento più importante del suo pontificato, ma anche l'ultimo, poiché gli costò la vita. Se i rapporti di Giovanni con l'imperatore d'Oriente furono buoni, assai meno lo furono quelli con l'anziano re goto Teodorico. 
Questi era allarmato per le leggi rimesse in vigore dall'imperatore Giustino nei suoi territori contro gli eretici e in particolare contro gli ariani; convocò Giovarmi a Ravenna sul finire dell'anno 525 e gli intimò di guidare una delegazione a Costantinopoli con il difficile compito di ottenere la fine della persecuzione. Preoccupato per le sorti dei cattolici d'Occidente in caso di suo rifiuto, acconsenti di portare all'imperatore le richieste di Teodorico. 
Era la prima volta che un pontefice si recava a Costantinopoli; fu ricevuto con i massimi onori dall'imperatore, che si prosternò davanti al vicario di san 7 Pietro. Giovanni celebrò le funzioni della Pasqua del 526 a S. Sofia secondo il rito romano e stando al Liber Pontificalis procedette alla reincoronaiione di Giustino. La delegazione ottenne alcune concessioni, non quella che gli ariani convertiti potessero ritornare alla loro fede. 
Nonostante il successo dell'ambasciata, al rientro a Ravenna, Giovanni fu vittima della politica di Teodorico, a cui la notizia dell'accoglienza trionfale e del successo personale ottenuto da Giovanni a Costantinopoli, provocò ostilità e gelosia tanto che costrinse Giovanni a trattenersi a Ravenna, dove, provato dai trattamenti subiti, mori il 18 maggio 526. 
Secondo l'Anonimo di Valois intorno al corpo di Giovanni si verificarono miracoli e fu oggetto di venerazione popolare. Successivamente le spoglie del pontefice furono traslate a Roma dove furono inumate a S. Pietro alla data del 27 maggio. Il suo epitaffio conservato in due manoscritti lo ricorda come vittima per Cristo.

Lavoro in Sicilia. Liberty lines firma accordo per stabilizzare 300 lavoratori.

liberty ban
“Senza entrare nel merito delle ragioni per cui il Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti ha ritenuto di non rinnovare la concessione del servizio Metromare nello Stretto di Messina alla Liberty Lines, affidandolo ad altra società, appare chiaro che non sono state valutate le conseguenze di questa scelta ai danni dei lavoratori impiegati nella tratta e questo, mentre, è giusto sottolinearlo, la Liberty Lines hamostrato grande senso di responsabilità firmando nei giorni scorsi un accordo che prevede la stabilizzazione di circa trecento lavoratori marittimi”.
Così, in una nota unitaria , i sindacati regionali dei Trasporti, Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Uslac nel rendere noto l’accordo siglato con la compagnia marittima per la stabilizzazione di trecento lavoratori di tutta la Sicilia, impiegati sui mezzi veloci che collegano la Sicilia con le sue isole minori.
“Nonostante infatti il paventato esubero di personale, si riconosce alla Liberty Lines il merito di non aver proceduto ad alcun licenziamento, facendosi carico di una riorganizzazione del lavoro. Questo accordo avrebbe potuto avere un risultato ancor più consistente e rilevante se la Liberty non avesse perso la gestione del servizio Metromare a Messina”.
I sindacati , infine, evidenziano ” come in una regione dove quotidianamente il sindacato deve confrontarsi con licenziamenti e cessazioni di attività, l’attuale management di Liberty Lines abbia coraggiosamente affrontato e risolto il problema relativo alla stabilizzazione del proprio personale dipendente. Un segnale chiaro e forte, che va giustamente conosciuto ed apprezzato, volto anche a dimostrare coerenza e buona volontà del nuovo vertice aziendale, un nuovo corso intrapreso nel segno della discontinuità con il passato, di una Società comunque leader in Sicilia e nel mondo per la qualità dei servizi veloci”.

venerdì 17 maggio 2019

Guardia Costiera Lipari e Lega Navale di Lipari organizzano il 31 Maggio "Giornata della sicurezza e tutela dell'ambiente marino"

Prezzi speciali alla Crial di Lipari dal 17 Aprile al 18 Maggio.




Come eravamo: I giovani liparoti di una volta

Per la foto un grazie a Girolamo Casali
Da sinistra : Bruno Persiani ( fratello di Spartaco, morto giovanissimo ) Giovanni Travia ( padre di Carmelo)  Mario Puglisi ( da 54 anni in Australia ) Felicino Monte, Stefano Russo, Cav. Felice D'Ambra

Cimiteri. Ancora "furti" e non solo di fiori e piante.

Mentre prosegue (come da continue segnalazioni che ci giungono) lo squallido e vergognoso (non esistono altri modi per definirlo) furto di fiori e piante nei cimiteri, in particolare a Lipari centro e Canneto, il "campo d'azione"- come ci segnala una nostra lettrice di Canneto- si è esteso anche ad altro. Oltre ad un bouquet di fiori dal loculo di un suo caro sono anche "scomparse" una scopa e una paletta che venivano usate per ripulire la parte esterna del loculo stesso.
Concludiamo questa "squallida notizia" con un termine usato proprio dalla nostra lettrice: "Vergognatevi".

Divieto di dimora in Sicilia ed in Calabria per un malfitano ed un marocchino residenti a Salina. Gestivano lo spaccio al dettaglio sull'isola.

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI
COMUNICATO STAMPA 
Nella mattinata odierna i Carabinieri della Stazione di Santa Marina Salina hanno eseguito una misura cautelare personale del divieto di dimora nelle regioni Sicilia e Calabria a carico di due soggetti, residenti sull’isola di Salina, S.R. di anni 36, di origini marocchine e L.M. di anni 25, originario di Malfa, ritenuti responsabili di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Barcellona P.G. – ufficio G.I.P. su richiesta della locale Procura della Repubblica, guidata dal Procuratore, Dott. Emanuele Crescenti; nello specifico le indagini condotte dai militari della Stazione Carabinieri di Santa Marina Salina e coadiuvati dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Milazzo (ME) sotto la costante direzione del Sost. Proc. Dott.ssa Sarah Caiazzo, titolare del fascicolo processuale, sono state avviate nel 2017, nel pieno della stagione estiva, quando l’Isola diviene meta di giovani, turisti e vacanzieri.
Le indagini, condotte per cinque mesi dapprima attraverso attività tradizionali d’indagine e successivamente con l’ausilio di attività tecniche di intercettazioni hanno consentito di documentare e riscontrare diversi episodi di spaccio, alcuni commessi in concorso dai due destinatari della misura.
I due uomini gestivano lo spaccio al dettaglio sull’Isola di Salina, adoperandosi di volta in volta a cambiare la tecnica di cessione dello stupefacente: dalla consegna a domicilio alla presenza costante nei luoghi di aggregazione, come la frazione Lingua o il centro del comune di Malfa.
Nel corso dell’attività sono stati recuperati circa 15 grammi di hashish e 3 grammi di cocaina a seguito dei controlli ai diversi assuntori.
Al termine delle notifiche i due giovani sono stati portati sulla terraferma per dare esecuzione alla misura cautelare del divieto di dimora.

Alunni della Primaria di Lipari centro in visita a palazzo municipale.

(Comunicato) Nella mattinata di oggi sono stati in visita al Palazzo Municipale, accompagnati dai loro insegnanti, gli alunni delle classi I A e I B della Scuola Primaria S. Domenico Savio di Lipari.
I bambini sono stati accolti dal Sindaco Marco Giorgianni e dall’Assessore Tiziana De Luca, i quali hanno raccontato del loro lavoro e impegno come Amministratori, di come funzionano il Consiglio Comunale e gli Uffici, rispondendo alla curiosità e alle domande dei bambini, guidandoli, poi, attraverso le sale più importanti del Palazzo come la Sala del Consiglio Comunale e la Sala di Rappresentanza.
Successivamente, i bambini hanno potuto approfondire la conoscenza dei diversi settori, interagendo con i vari uffici comunali, dalla Polizia Municipale all’Ufficio Anagrafe, dove hanno ricevuto i propri certificati di nascita.
“Si è trattato di un’esperienza semplice ma sicuramente formativa per i bambini, entusiasti nel loro ruolo di piccoli cittadini – dichiara l’Assessore De Luca - e desidero ringraziare gli insegnanti che hanno voluto introdurre e avvicinare i loro alunni al mondo istituzionale e alla partecipazione civica attiva, con l’augurio che un domani possano impegnarsi anche loro in prima persona per il bene del nostro territorio.”

Auguri di...

Buon Compleanno a Annamaria Cocco, Patrizia Portelli Trilli, Paola Rifici, Valentina D'angelo, Auat Khammassi, Marcello Saltalamacchia, Fabrizio Giuffrè, Caterina Pace

Ricordando... Carmelo Ferraro.

Per ricordare gli eoliani che non ci sono più. Con foto tratte dal nostro archivio.

Chiese, Santi, Processioni e Sacerdoti (L° puntata - Assunta 2016 a Serra - 4 foto)

Mimmo Lucano : accoglienza, discriminazione e indifferenza (di Luca Chiofalo)

Mimmo Lucano è un uomo buono.
Lo leggi nei suoi occhi, lo comprendi dalle sue parole semplici ma profonde.
Mimmo Lucano era il Sindaco di Riace, un modello di accoglienza che funzionava, un paese ripopolato dai migranti e in cui il primo valore era l’umanità.
È stato rimosso e messo sotto indagine (vedremo gli esiti) per presunte irregolarità amministrative legate proprio al suo sforzo di accoglienza, operato senza fini di lucro ma con il solo scopo di dare una speranza a degli esseri umani ed un futuro a Riace.
Soffia forte oggi in Italia il vento nefasto dell’intolleranza e della discriminazione, del rifiuto del “diverso”, dell’odio verso lo “straniero”, anche se in difficoltà o in serio pericolo. L’indifferenza verso la sofferenza altrui misura lo smarrimento del nostro paese.
Andiamo spediti (e con la spinta irresponsabile e convinta di attori politici di primo piano) verso una società chiusa e disumana che non ha nessun futuro.
Sarò controcorrente in questo momento storico, ma credo che mettendo prima l’umanità si è Italiani migliori.
Viva gli uomini come Lucano!
Viva chi ha conservato l’anima ed il rispetto per la vita e la dignità di tutti gli esseri umani.
CORDIALMENTE
Luca Chiofalo

NDD - Con grande piacere pubblichiamo su questo giornale i post di Luca ma, stavolta, su questo argomento, tra noi e lui non c'è totale coincidenza di pensiero. 
Non per questo, partendo dal pressupposto che in democrazia ognuno è libero di esprimere il proprio pensiero/opinione (quando viene espresso con corretteza e Luca lo fa, sempre), ci esimiamo dal pubblicarlo.

Navi e aliscafi (LI° puntata - 3 foto)

Nelle foto di oggi: 1 e 2 Depliant Pisanello (gestione Sirena), itinerari orari (lato A e B); 3) Canaletto

Al via il concorso CinemAmbiente Junior del Centro studi eoliano, riservato agli studenti delle scuole eoliane. Comunicato, bando e modulo di partecipazione.

CENTRO STUDI E RICERCHE DI STORIA E PROBLEMI EOLIANI
FESTIVAL DEL CINEMA DELLE ISOLE EOLIE
UN MARE DI CINEMA – XXXVI EDIZIONE

SEZIONE AMBIENTE

Comunicato stampa concorso
CinemAmbiente Junior

Con CinemAmbiente Junior, il concorso di cortometraggi rivolto agli studenti delle scuole eoliane con il sostegno del Comune di Lipari e dell'Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia, il Festival "Un mare di cinema", giunto alla XXXVI edizione, si riconferma una kermesse particolarmente vicina alle tematiche ambientali e al coinvolgimento dei giovani. Con il corcorso si punta con maggiore attenzione al territorio, alla sua tutela e alla salvaguardia di flora e fauna e alla senbilizzazione degli studenti sui temi che riguardano il rispetto e l'ecosostenibilità del nostro Pianeta. Il concorso di cortometraggi, rivolto alle scuole primarie e secondarie, intende stimolare la creatività e lo spirito critico dei partecipanti attraverso l'uso dei linguaggii audiovisivi.
I danni all'ecosistema terrestre, il surriscaldamento del Pianeta, l'uso eccessivo e spropositato della plastica rilasciata nell'ambiente sono temi di scottante attualità che riguardano soprattutto i giovani e il loro futuro. La plastica, che ha rappresentato una grande innovazione prestandosi a utilizzi diversi e a basso costo, è un materiale durevole che, se non viene smaltita correttamente, produce danni ambientali tremendi. I sacchetti o le bottiglie per esempio, ingeriti da cetacei o tartarughe ne provocano il soffocamento e l'obliterazione dell'apparato digerente. La plastica rilasciata nell'ambiente, inoltre, tende a sminuzzarsi finemente e a essere assimilata da pesci e altri organismi inquinando ed entrando anche nella catena alimentare dell'uomo.
Segue bando e modulo di partecipazione.

Lipari, 8 maggio 2019

Festival del Cinema delle isole Eolie
UN MARE DI CINEMA - XXXVI
 Sezione Ambiente

ll Festival del cinema delle isole Eolie “Un mare di Cinema” organizza il concorso CinemAmbiente Junior, una competizione di cortometraggi a tema ambientale della durata massima di 10 minuti, realizzati dagli studenti delle scuole eoliane di ogni ordine e grado (scuola Primaria, scuola Secondaria di I grado e scuola Secondaria di II grado).

REGOLAMENTO E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

ORGANIZZATORI
CinemAmbiente Junior è organizzato dal Festival “Un mare di Cinema” con il sostegno del Comune di Lipari e della Regione Siciliana – Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo -Ufficio speciale per il Cinema e l’audiovisivo.
CinemAmbiente Junior è un’iniziativa realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema a Scuola.
OBIETTIVI
CinemAmbiente Junior si propone di sensibilizzare i giovani sui temi ambientali, oggi più che mai di scottante attualità, e di promuovere comportamenti ecosostenibili stimolando la curiosità, la riflessione e le competenze tecnico-artistiche degli studenti attraverso l’elaborazione creativa e originale di un cortometraggio.
Obiettivi principali:
a) sviluppare nei giovani la sensibilità e il pensiero critico, la capacità d’osservazione e la creatività;
b) avvicinare i giovani alle tematiche ambientali;
c) suscitare partecipazione nei confronti del patrimonio ambientale nazionale e più in generale del pianeta Terra;
d) sviluppare le competenze comunicative e la capacità di collaborare in vista della realizzazione di un progetto condiviso;
e) stimolare la creazione di nuove forme di comunicazione ambientale attraverso l’uso dei linguaggi audiovisivi;
f) salvaguardare il patrimonio ambientale delle isole Eolie;
g) evidenziare gli aspetti nocivi dello smaltimento della plastica con particolare attenzione all’eco sistema marino e costiero.


OGGETTO DEL CONCORSO
Il tema del concorso è l’Ambiente, inteso nel senso più ampio possibile, comprendendo tutti quegli aspetti che determinano lo stile di vita dell’uomo di oggi (mobilità e inquinamento, green economy e consumismo, gestione e riduzione dei rifiuti, questione energetica, differenti possibilità di sviluppo economico, biodiversità, cambiamenti climatici, ecc.) così da offrire agli studenti la possibilità di rappresentare i problemi ambientali che sentono loro più vicini.

SEZIONI
CinemAmbiente Junior è articolato in tre sezioni: concorso cortometraggi delle Scuole Primarie, delle Scuole Secondarie di I grado e delle Scuole Secondarie di II grado.

L’iscrizione al concorso deve essere effettuata tramite la scheda disponibile sul sito www.centrostudieolie.it.
Il Festival comunicherà gli esiti della selezione e i vincitori entro il 18 dicembre 2019.

ISCRIZIONE DEI FILM
L’iscrizione al concorso è gratuita.
Per l’iscrizione del film al concorso si richiede:
– la compilazione della scheda d’iscrizione online (in tutti i suoi campi) sul sito www.centrostudieolie.it  entro il 2 dicembre 2019.
– invio del link con copia definitiva del film
- Invio su supporto Dvd al seguente indirizzo:
Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani – Via Maurolico, 15 – 98055      Lipari;
Possono essere iscritti film con durata non superiore a 10 minuti.
I cortometraggi saranno selezionati senza preclusione di generi (commedia, dramma, thriller, ecc.) e di tipologia (fiction, documentario, animazione, spot, video musicale, ecc.).

PREMI
Un gruppo di lavoro, composto da studenti universitari di materie ambientali e cinematografiche e coordinati da professionisti del Cinema e dell’Ambiente, selezioneranno i finalisti da sottoporre a una Giuria qualificata.
Verranno premiati i migliori cortometraggi di ciascuna sezione.
 I vincitori del concorso riceveranno una Targa del Festival.
Eventuali ulteriori premi saranno comunicati in seguito. 
Sarà inoltre cura del Festival organizzare, in collaborazione con le Istituzioni del territorio che si occupano di Ambiente e Cinema, una serie di attività didattiche per le classi vincitrici.

DIRITTI E GARANZIE
a) I cortometraggi iscritti al concorso entreranno a far parte dell’archivio del Festival.
b) Il Festival CinemAmbiente si riserva la possibilità di utilizzare i film, senza fini di lucro, con qualunque mezzo di comunicazione (ad esempio tv e web), in Italia e all’estero, senza limiti temporali e senza corrispondere alcun diritto. È responsabilità di chi iscrive il film al concorso esserne legittimamente autorizzato. Tutti i diritti relativi all’opera sono di proprietà degli autori.
c) La richiesta d’ammissione al concorso implica l’accettazione incondizionata del presente regolamento.
d) L’istituto scolastico si impegna a garantire l’esistenza delle singole liberatorie rilasciate a norma di legge dai genitori di ciascun minore partecipante al concorso, finalizzate all’autorizzazione a diffondere senza riserva le riprese coinvolgenti gli stessi minori, con l’impegno altresì ad esibire le medesime dichiarazioni, a semplice richiesta dell’organizzazione del Festival.
e) La Direzione del Festival può prendere decisioni relative a questioni non previste dal presente regolamento.

Per informazioni:

Lipari, 8 maggio 2019



Festival del Cinema delle isole Eolie
UN MARE DI CINEMA - XXXVI
 Sezione Ambiente
Modulo IscrizioneInizio modulo

Compila il form seguente in tutte le sue parti per candidare il vostro film al Festival CinemAmbiente Junior.

Sezione *
o   Concorso Scuole Primarie
o   Concorso Scuole Secondarie di I grado
o   Concorso Scuole Secondarie di II grado

Film
Titolo *
_________________________________________________________

Anno di produzione
________________

Durata *
Inserisci la durata del film in minuti

________________________

Genere *
o   Film d'animazione
o   Film di finzione
o   Documentario
o   Videoclip musicale
o   Spot pubblicitario

Altro:

Soggetto *
Inserisci una breve trama ad uso catalogo (max 1.500 caratteri)

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Obiettivi didattici
____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Link del Film 
Inserisci il link



Produzione
Scuola *
Inserisci il nome completo del'Istituto
____________________________________________________________________

Classe
Inserisci la classe e la sezione

____________________________________________________________________
Indirizzo
____________________________________________________________________

Telefono 
____________________________________________________________________

Email *
____________________________________________________________________
Sito internet
Inserisci il sito internet della Scuola
____________________________________________________________________

Referente
Nome e Cognome *
____________________________________________________________________
Email Referente *
____________________________________________________________________
Telefono referente 
____________________________________________________________________

Informativa sulla Privacy
Informativa ai sensi dell'art. 13 D.Lgs. 196/2003. I dati personali indicati saranno trattati dal Festival Un mare di Cinema, in qualità di titolare autonomo del trattamento. I dati non saranno resi disponibili a terzi soggetti, né diffusi. Il conferimento dei dati personali richiesti tramite l'apposito modulo è necessario per la gestione delle schede di iscrizione e per la partecipazione dei minori al Concorso. Il mancato conferimento dei dati non permetterà di dar seguito alla partecipazione.
Accettazione informativa privacy *
O  Accetto
O  Non accetto


                                                                              Firma


___________________________

REGIONE: RIFIUTI, OK A RICHIESTA MUSUMECI SU TAVOLO CITTA’ METROPOLITANE

«Ringrazio il ministro dell’Ambiente per avere voluto accogliere la proposta, da me avanzata nell’incontro avuto a Roma il 10 ottobre scorso, sull’istituzione di un Tavolo per affrontare la questione rifiuti nelle Città metropolitane. Mai come in questo momento serve rafforzare la collaborazione dello Stato e della Regione verso le città che si trovano alle prese con un basso tasso di raccolta differenziata. La collaborazione istituzionale e una maggiore responsabilità dei cittadini possono, come accaduto altrove nell’Isola, portare presto la Sicilia in una sana competizione con le altre Regioni d’Italia».
Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

Oggi è il 17 Maggio. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

Il Perciato, i Faraglioni e Vulcano

SANTO DEL GIORNO:
Mentre andava diffondendosi l'eresia di Giansenio che allontanava i popoli dall'Eucarestia, sorgevano pure grandi santi a difendere l'augusto Sacramento dell'Amore. E il 16 maggio 1540 nasceva a Torre Hermosa in Spagna il santo dell'Eucarestia: Pasquale Baylon, dichiarato da Leone XIII celeste patrono dei Congressi Eucaristici e della Società della SS. Eucarestia. 

Questo Santo manifestò fin da bambino in modo prodigioso quell'affetto a Gesù Eucaristico che più tardi lo fece un serafino d'amore. All'età di sette anni, incaricato dai genitori della custodia del gregge, si afflisse per non poter più visitare di frequente il suo Gesù. 

Un certo Garda Martino, ricco signore senza figli, attirato dalle sue virtù, gli propose di adottarlo per figlio e di lasciarlo erede dei suoi beni. Egli cortesemente ringraziò dicendogli che un giorno sarebbe entrato nell'ordine dei Francescani. Più tardi, rinunciando a quanto gli spettava e chiesto il consenso dei genitori, andò pellegrinando, con l'idea di entrare tra i Frati Minori di Montfort. Giunto al convento, ritenendosi indegno di tanto privilegio non fece richiesta alcuna, e rimase volontariamente probando per quattro anni.

A ventiquattro anni, nel 1564, vestiva l'abito francescano nel convento di Loreto ritenendo il suo nome, e vi stette otto anni, lieto di poter prestare ai confratelli i più umili servigi con tutta semplicità. Soprattutto però in questo ritiro il suo cuore godette perché si trovava continuamente con l'oggetto amato : la SS. Eucarestia. Non era sacerdote, e perciò non poteva godere della gioia singolare di avere Gesù tra le mani, di darlo alle anime e di predicare ai fedeli le meraviglie dell'Eucarestia, ma non lasciava mai di pensare e di parlare di Gesù e passava il maggior tempo possibile ai suoi piedi. 

Davanti al tabernacolo se ne stava in adorazione profonda, immobile, sempre in ginocchio, con gli occhi fissi, le mani giunte o incrociate sul petto. Aveva acquistato una tale unione con il Signore che dappertutto sapeva innalzarsi a Lui, pregare, meditare e parlare col suo Gesù, e tante volte mentre preparava la tavola o lavorava nell'orto, fu visto rapito in dolce estasi di amore. All'affetto per Gesù univa pure un tenero e filiale affetto alla Vergine SS. che da giovanetto gli era apparsa. S. Pasquale Baylon non fu soltanto un adoratore e fedele amante dell'Eucarestia, ma anche un apostolo dell'augustissimo Sacramento. Ne parlava sempre a tutti, in convento, al lavoro, in viaggio, e molti si univano a lui con entusiasmo per sentirne parlare. Eletto maestro dei novizi nel monastero d'Almansa, cercò e si sforzò di plasmare quei giovanetti allo stesso sublime ideale. 

Un mattino, servendo la S. Messa, ebbe la rivelazione della sua estrema ora: pieno di gioia e di letizia andò a visitare per l'ultima volta i poveri e i benefattori di Villa Reale, dando loro la lieta notizia. Ammalatosi improvvisamente, gli fu amministrato il Santo Viatico e allo spuntare del 17 maggio volava al cielo. 

I miracoli si moltiplicarono dopo la morte. Mentre gli si facevano le esequie, la sua salma esposta al pubblico, al momento dell'elevazione si animò, aprì gli occhi e li fissò sull'Ostia e sul Calice: e lo stesso miracolo si ripetè il giorno dopo. 

giovedì 16 maggio 2019

Malfa: Donazione accolta: sorgeranno l'oasi felina e la cappella votiva. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 16.05.19

Messina, domani simulazione terremoto di magnitudo 6.3

Simulazione di un terremoto di magnitudo 6.3. Richter con onda di maremoto che interesserà le coste del territorio comunale. E’ l’evento che per il quale si terranno domani, 17 maggio, a Messina, le iniziative nell’ambito della X edizione di Messina Risk.Sis.Ma 2019 organizzata dal Comune in collaborazione con la Prefettura, il Dipartimento Nazionale e Regionale della Protezione Civile, Forze diPolizia, Vigili del Fuoco, Esercito, Marina Militare, Capitaneria di Porto, Guardia Costiera, strutture sanitarie, Istituti scolastici e associazioni di volontariato.
Nel corso dell’esercitazione, oltre al Centro Operativo Comunale (Coc), sarà attivato il Centro di Coordinamento Soccorsi (C.C.S.) presso la Prefettura, al fine di testare l’efficacia dei modelli operativi per la gestione dell’emergenza e, nel contempo, individuare eventuali aspetti di criticità. Grazie alle sofisticate apparecchiature tecnologiche in dotazione alla Sala di Protezione Civile della Prefettura, fornita che di strumentazioni radio in grado di assicurare le trasmissioni in caso di effettivo evento, sarà possibile seguire in tempo reale l’incidente simulato di collisione in mare di unità navali a seguito di un’onda anomala, con attività di salvataggio e soccorso delle persone coinvolte e di ormeggio dei natanti presso approdi di emergenza.
Nell’occasione verrà anche svolta una prova di evacuazione dei dipendenti del Palazzo di Governo, che si raduneranno nell’area di emergenza sita presso le adiacenze di Villa Mazzini.
Sempre durante il mese di maggio e con le medesime finalità, si svolgerà un’esercitazione per rischio sismico organizzata dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco nell’arcipelago delle Eolie, che vedrà il coinvolgimento degli Istituti scolastici locali e sarà orientata anche a finalità divulgative e di promozione della cultura della sicurezza dell’emergenza.

Regolamento suolo pubblico. Fioccano i pareri negativi sugli emendamenti dei consiglieri comunali.

Gli emendamenti presentati dai consiglieri comunali sul regolamento per il suolo pubblico, argomento che tornerà in consiglio comunale lunedi' prossimo, avrebbero ricevuto  tutti parere negativo, escluso i due che riguardano le tariffe (quello di Grasso - Pajno e quello di Abbondanza).
Il parere negativo riguarderebbe, a secondo degli emendamenti, la parte "contabile" o la parte "funzionale/operativa".
Il condizionale è d'obbligo, in quanto riportiamo uno "spiffero/indiscrezione". 

Rampa XXIV Maggio: "Munnizza" a tutte le ore.

Percorrendo la XXIV Maggio, in qualsiasi momento della giornata, nonostante l'intervento degli operatori ecologici, lo "spettacolo" (sacco più, sacco meno) è sempre questo.

Due arresti dei carabinieri a Lipari e Milazzo. A Lipari per mancato rispetto prescrizioni. A Milazzo per detenzione e spaccio


Legione Carabinieri “Sicilia”
Comando Provinciale di Messina
Comunicato Stampa del 16 maggio 2019

Lipari (ME):       27enne in affidamento in prova non rispetta le prescrizioni e finisce in carcere.
Nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Lipari, hanno arrestato il 27enne R.S., originario di Lipari, in esecuzione di un’ordinanza di aggravamento della pena emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Messina.
I militari dell’Arma hanno accertato che il giovane, che si trovava sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali, sin dal settembre del 2016, a seguito di cumulo di pena per reati contro la persona, non ha rispettato le prescrizioni impostegli dall’Autorità Giudiziaria ed in più circostanze si è reso responsabile del mancato rientro a casa. Di tali episodi i Carabinieri hanno prontamente informato il Magistrato di Sorveglianza di Messina, che ha emesso il provvedimento di revoca del beneficio e disposto l’arresto.
Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Barcellona P.G. a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
=========================================================================


Milazzo (ME):        nasconde droga all’interno del negozio di prodotti per animali, arrestato dai Carabinieri.

Ieri pomeriggio, i Carabinieri della Stazione di Barcellona Pozzo di Gotto (ME), hanno arrestato in flagranza di reato, C.C., 56enne milazzese, ritenuto responsabile del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
I militari dell’Arma, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno effettuato una perquisizione nell’esercizio commerciale gestito dal 56enne, sito in Milazzo ed attivo nel settore dei prodotti per animali, rinvenendo, abilmente occultate all’interno di un cassetto del bancone di vendita n. 6 dosi di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, già confezionate, del peso complessivo di 16 grammi, nonché diverso materiale per il confezionamento.
La successiva perquisizione, estesa all’abitazione, ha permesso di ritrovare anche un bilancino di precisione.
Lo stupefacente, il bilancino di precisione ed il materiale per il confezionamento sono stati sottoposti a sequestro.
Al termine delle formalità di rito, come indicato dal Sostituto Procuratore di turno, Dr. Alessandro Liprino, l’uomo è stato accompagnato presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del giudizio direttissimo, a disposizione della Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto.

REGIONE: EX PROVINCE, VERTICE A PALAZZO D'ORLEANS

"Non è il miglior accordo, ma l'unico possibile per le disponibilità finanziarie da parte dello Stato. Abbiamo dovuto scegliere tra una soluzione tampone, che ci consentisse di salvare dal dissesto 5, 6 ex Province, e il non fare nulla. Abbiamo optato per la prima".
Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, incontrando a Palazzo d'Orleans una delegazione di primi cittadini dell'Isola, guidata dal sindaco metropolitano di Messina Cateno De Luca, in merito all'intesa raggiunta a Roma per il futuro delle ex Province. Alla riunione erano presenti anche l'assessore all'Economia Gaetano Armao, i deputati regionali Vincenzo Figuccia e Danilo Lo Giudice, i sindaci di Priolo Gargallo Pippo Gianni e di Giardinello Antonino De Luca, il capo di Gabinetto e il coordinatore della segreteria tecnica del presidente della Regione Carmen Madonia e Giacomo Gargano.
I sindaci hanno segnalato l'impossibilità, in molti casi, di poter approvare un bilancio triennale, così come previsto dall'attuale normativa finanziaria. Un problema che ha una ricaduta in tema di appalti pluriennali che utilizzano i Fondi sviluppo e coesione.
Per questo motivo, il presidente Musumeci chiederà un appuntamento al competente ministro per il Sud Barbara Lezzi, affinchè possa essere trovata una soluzione procedurale idonea.

Auguri di...

Buon Compleanno al nostro collaboratore Gaetano Di Giovanni. 
Buon Compleanno anche a Anna Grazia Travia, Giordana Raffiti, Antonio Iacullo, Meri Marretta, Marianna Esposito, Laura Russo, Memi De Luca, Carmen Alessi.

Domani interruzione energia elettrica sulla Falcone - Borsellino e su un tratto della SP 180.