Cerca nel blog

sabato 21 novembre 2020

Stromboli: Il sentiero d'accesso è tornato fuibile. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 21 novembre 2020

 

Covid: in Sicilia +1.838 contagiati e 43 vittime

Sono 1.838 i nuovi positivi al Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 9.386 tamponi effettuati. Sono 43 i decessi, che portano il totale a 1.141. Con i nuovi casi salgono a 36.241 gli attuali positivi con un incremento di 1.485. Di questi 1.810 sono i ricoverati, 31 in più rispetto a ieri: 1.568 in regime ordinario e 242 in terapia intensiva stesso numero di ieri. In isolamento domiciliare sono 34.431. I guariti sono 310. I nuovi positivi sono così distribuiti per province: Palermo 583, Catania 625, Messina 145, Ragusa 56, Trapani 71, Siracusa 126, Agrigento 107, Caltanissetta 70, Enna 55.

Riconversione edificio comunale a Canneto. Via libera al progetto esecutivo

La giunta municipale di Lipari ha dato il via libera all'approvazione del progetto esecutivo dei lavori per la riconversione di una porzione di edificio comunale in un laboratorio per la produzione del collagene in località Canneto di Lipari.

Ginostra, pontile al buio. Consiglieri Rizzo e Gugliotta chiedono intervento

Al Sindaco del Comune di Lipari,

Al Capo del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale,

Al Dirigente Generale Protezione Civile Regione Sicilia,

All' Ufficio Protezione Civile Comune di Lipari

Oggetto: Mancato funzionamento luci notturne pontile di Ginostra

Visti i recenti fenomeni esplosivi che hanno interessato l’attività eruttiva del vulcano Stromboli ,
considerata l’importanza vitale che riveste per la frazione di Ginostra il pontile di Protezione civile , del quale si attende ancora l'inizio dei lavori di messa in sicurezza malgrado la consegna dei lavori, chiedono con urgenza il ripristino immediato delle luci notturne del pontile di Protezione Civile di Ginostra , guaste ormai da quasi due mesi , come si evince da segnalazioni fatte da abitanti del luogo.

Appare superfluo sottolineare , come il mancato funzionamento delle luci notturne in caso di emergenza potrebbe arrecare grave pregiudizio ad eventuali operazioni di soccorso. Cordialmente

Francesco Rizzo e Annarita Gugliotta (Consiglieri Comunali del Comune di Lipari)

Accadde alle Eolie, pagine della nostra storia recente 21 novembre 2008: Violenta mareggiata su Acquacalda



"Santini"...di aspiranti politici (sessantesima pubblicazione): Roberto Oliveri



Chiarimento Ordinanza Regionale - Consentito asporto domenica e festivi

 COMUNICATO STAMPA 

Si comunica alla cittadinanza e alle attività commerciali interessate che è stata emessa da parte della Protezione Civile Regionale una circolare di chiarimento rispetto all’ultima ordinanza n.62 del Presidente della Regione in cui si specifica che     

-          Nei giorni festivi e domenicali è autorizzata la ristorazione (bar, pasticcerie, ristoranti, pizzerie ec…) sia con consegna a domicilio che con ASPORTO fino alle ore 22:00, fermo restando il divieto consumazione sul posto o nelle adiacenze e il divieto di assembramento.

                                                          L’Amministrazione Comunale

La Chiesa celebra la Memoria liturgica della Presentazione della Beata Vergine Maria


Oggi è il 21 novembre. Buongiorno da Lipari e Buon compleanno a Antonino Giardina, Salvatore Martelli, Alessio Vinci, Giovanni D'Ambra, Paola Favorito, Nuccia Martelo, Melania Lo Piccolo, Maria Villini, Ubaldo Casiero, Rosa Favorito, Sandra Bonica, Antonio Natoli

venerdì 20 novembre 2020

Anteprima Black Friday ai Supermercati Spesa mia di Canneto, Lipari e Pianoconte



 

Lipari. L'Aula non si riunisce, polemiche. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 20 novembre 2020


 

Covid: Quarantadue i positivi a Lipari, 4 di questi sono stati trasferiti fuori dall'isola. Oggi in Sicilia 1634 casi e 43 vittime

Quarantadue i positivi al Covid a Lipari, Quattro di questi sono ricoverati in strutture fuori dall'isola.
In ottantacinque sono in isolamento fiduciario. 
Nessun caso nelle isole minori del Comune
Lo comunica il sindaco Marco Giorgianni.
Sono 1.634 i nuovi positivi al Coronavirus registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 10.020 tamponi effettuati. Sono 43 i decessi, che portano il totale a 1.098. Con i nuovi casi salgono a 34.756 gli attuali positivi con un incremento di 1.175.

Di questi 1.779 sono i ricoverati, 7 in più rispetto a ieri: 1.537 in regime ordinario e 242 in terapia intensiva (+2 rispetto a ieri). In isolamento domiciliare sono 32.977. I guariti sono 416. I nuovi positivi sono così distribuiti per province: Palermo 574, Catania 404, Messina 186, Ragusa 109, Trapani 89, Siracusa 25, Agrigento 82, Caltanissetta 63, Enna 102.

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" ( 18° Filmato: durata 4 minuti circa)

Novembre è il mese dedicato alla commemorazione dei nostri cari defunti. 
Da inizio mese stiamo riproponendo le pubblicazioni di "Eoliani che non si sono più"....dedicate ai nostri concittadini che ci hanno lasciato. Ricordiamo che sono slide fotografiche realizzate da tempo, motivo per il quale non è possibile aggiungere foto

 Abbiamo provato ad identificare i defunti di questo video. Per qualcuno abbiamo messo solo il cognome, per altri il nome con cui erano conosciuti, altri sono rimasti anonimi. Copertina: Maria Sciacchitano; 1) Giovanni Favaloro; 2) Agostino Fichera; 3) Germana Franza; 4) Tisbe Franzoglio; 5) Natale Giardina; 6) Rosa Giardina, 7) Simone Giardina; 8) Turi Lo Presti; 9) Lucio Giovenco; 10) Antonia Giunta; 11) Franco Giunta; 12) Antonio Greco; 13) Giacomo Greco; 14) Salvatore (Tureddu) Greco; 15) Pino Sulfaro; 16) Bartolo Gualdi; 17) Enzina Gualdi; 18) Clelia Hunziker; 19) Bartolo Iacono; 20) Domenico Iacono; 21) Maria Sciacchitano; 22) Franco Scoglio; 23) Giuseppina Trimboli; 24) Matilde Mandarano; 25) Mario Natoli; 26) Livio D'Ambra; 27) Luciano Cannistrà; 28) Bartolo Furnari; 29) Bartolo Ugo La Cava; 30) Pino La Greca e Girolamo Crivelli; 31) Onofrio La Greca; 32) Pino La Greca; 33) Salvatore La Greca; 34) Nino La Macchia; 35) Michele La Torre; 36) Francesco Lauricella; 37) Palmiro Lauro; 38) Giuseppe Li Donni; 39) Giovanni Lo Presti; 40) Bartolo Basile; 41) Giuseppina Costa; 42) Giovanni Saccà; 43) Don Pino Raffaele; 44) Nino Bonannella               

Previsioni meteomarine Eolie a cura di Giuseppe La Cava: FORTI RAFFICHE DI LEVANTE E GRECALE E MARE AGITATO NEL SETTORE OCCIDENTALE DELLE EOLIE NEL WEEK END

Da domani pomeriggio si prevede rinforzo dei venti che si disporranno tra levante e grecale alle Eolie spirando con intensità sostenuta.
Si potranno verificare raffiche di burrasca dalla serata forza 7 con moto ondoso che da molto mosso tenderà a diventare agitato nel settore occidentale dell'arcipelago. I
l levante continuerà a spirare con forza anche nella giornata di Domenica e tenderà ad attenuarsi nella mattinata di Lunedì.
Saranno, inoltre, probabili occasionali rovesci durante il week end e un calo termico. 
Per maggiore informazioni visitate la pagina facebook di MeteoEolie.

Contributo affitto: 10mila famiglie, anche eoliane, avranno aiuto da Regione. Nel post il link per accedere all'elenco

"Saranno ben 10mila le famiglie siciliane che, nelle prossime settimane, vedranno accreditarsi dalla Regione un contributo fino a 800 euro per meglio sostenere l'affitto della propria casa. Dopo anni, il mio governo ha ripristinato questa misura economica indirizzata a quei nuclei economicamente più fragili gravati anche dai costi di una locazione, impegnando nel complesso sette milioni di euro. In piena emergenza pandemica, la concessione di questi aiuti diventa ancora più importante per migliaia di persone che vivono enormi difficoltà, fra lavoro che manca e restrizioni alla normale vita quotidiana di tutti noi, affinché sentano l'istituzione regionale sempre al loro fianco".


Lo afferma il presidente della Regione Nello Musumeci, commentando la pubblicazione, da parte del dipartimento regionale Infrastrutture, dell'elenco dei conduttori di alloggi in locazione ammessi al contributo integrativo - Fondo nazionale per il sostegno all'accesso delle abitazioni in locazione. L'elenco è consultabile sul sito istituzionale dell'assessorato alle Infrastrutture, al seguente link: urly.it/38y6h.

"Contiamo di allargare ulteriormente il numero dei beneficiari - aggiunge l'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone - poiché nei prossimi giorni verranno riesaminate le istanze degli esclusi che presenteranno appello. Con questa procedura recuperiamo i fondi dell'anno 2018 e prepariamo il terreno per il bando 2019/2020 che intendiamo pubblicare già a fine anno. La dotazione del fondo per i contributi sarà quasi triplicata, da 7 milioni passeremo a 19 milioni di euro, e includeremo fra i beneficiari anche gli studenti fuorisede, come finora non era mai avvenuto".

Completati i lavori sul sentiero d’accesso allo Stromboli.

COMUNICATO STAMPA

Si rende noto che, dopo una breve sospensione estiva, sono stati definitivamente conclusi i lavori sul sentiero d’accesso al vulcano Stromboli, dal centro abitato e fino a quota 400 m s.l.m., realizzati dal Dipartimento Regionale dello Sviluppo Rurale e Territoriale - Ufficio per il Territorio di Messina, diretto dal Dott. Agatino Sidoti, su richiesta dell’Amministrazione Comunale di Lipari.

Grazie a tale intervento è stato ripristinato un sentiero alternativo preesistente con le necessarie opere di messa in sicurezza e rifunzionalizzazione anche come sicura ed adeguata via di allontanamento; sono state inoltre realizzate alcune piazzole, anche queste con la doppia finalità di fungere da punto di osservazione e di fruizione del paesaggio nonché di assolvere a funzioni di protezione civile ovvero come punto di raccolta e di attesa al verificarsi di un evento o in situazioni di necessità.

                                                  L’Amministrazione Comunale

Resteranno chiuse sino al 28 novembre le scuole nel Comune di Lipari. Nuova ordinanza di Giorgianni

IL SINDACO


 

La nuova ala dell'ospedale di Lipari si intitoli al dottor Spadaro. Iniziativa della consigliera Lorizio

Un ordine del giorno, presentato dalla consigliera Giusi Lorizio, nell'odierna seduta del consiglio comunale di Lipari, è volto a richiedere a Comune e Asp Messina, l'intitolazione della nuova ala dell'ospedale liparese al compianto dottor Gino Spadaro. 

L'odg è stato sottoscritto da tutti i consiglieri presenti ed è stato approvato dall'aula.  

Il dottor Russo è il nuovo coordinatore del Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile del Comune di Lipari

Con determina n.81/20 il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni ha proceduto a nominare quale Coordinatore del Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile (GCVPT) del Comune di Lipari, il dottor Domenico Russo.
Al dottor Russo le nostre congratulazioni per il nuovo incarico, certi che saprà assolverlo al meglio.

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CLI puntata): La chiesa in località A Vitusa (Lipari)


 

Le Eolie sulla Gazzetta del sud: 20 novembre 2018


 

"Santini"...di aspiranti politici (cinquantanovesima pubblicazione): Gabriele Maugeri


 

La Chiesa commemora oggi Sant'Edmondo


Nuova ordinanza di Musumeci. Attività commerciali chiuse la domenica. "Non ci possiamo permettere assembramenti"

«Siamo in una fase di grande attenzione e ho ritenuto di accompagnare le decisioni nazionali e regionali con un’ordinanza che ha l’obiettivo di sostenere i primi segnali positivi, evitando nei giorni domenicali e festivi le occasioni di assembramento che abbiamo visto in tante immagini pubblicate dai mezzi di comunicazione. Chiediamo a tutti uno sforzo nelle prossime importanti giornate».
Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, che ieri sera ha adottato un’ordinanza destinata a limitare le occasioni di contagio nei giorni domenicali e festivi. Prevista la chiusura delle attività commerciali ad eccezione di farmacie, parafarmacie, tabaccherie ed edicole e del domicilio per i prodotti alimentari, dei combustibili per uso domestico e per riscaldamento.
«Lo dobbiamo - prosegue il governatore - agli operatori della sanità che stanno dimostrando una capacità di intervento senza precedenti, ma lo dobbiamo anche a tutti gli operatori economici che stanno affrontando un momento difficile e, in definitiva, lo dobbiamo a noi stessi, perché bisogna ritornare a una vita il più possibile normale nei tempi che la pandemia impone».
«Ho sentito il ministro Speranza – riprende Musumeci - che mi ha anticipato la decisione di rinnovare la propria ordinanza per tutte le zone arancioni in Italia, fissando per la prossima settimana un primo confronto tecnico per una nuova valutazione del rischio-Regione. Nel corso della telefonata avuta con l’assessore regionale per la Salute, il ministro ha avuto modo di evidenziare il miglioramento del quadro regionale, anche alla luce di misure di contenimento che erano state già adottate».
Il presidente della Regione annuncia che «nelle prossime giornate proseguiremo con il monitoraggio degli indici di contagio, con la valutazione di misure di contrazione della mobilità extra-regionale, con l’adozione di protocolli di contenimento condivisi con gli Enti locali, con screening a tappeto nelle categorie. Dobbiamo fare tutti la nostra parte e noi non possiamo fare finta di niente di fronte a comportamenti individuali che troppe volte sembrano improntati a una mancanza di responsabilità. Il presidente della Regione ha il dovere di garantire il difficile equilibrio tra diritto alla salute e diritto alla socialità».
«Abbiamo recepito – conclude - le indicazioni provenienti dal nostro Osservatorio epidemiologico e la Regione sta allargando il monitoraggio su aree più vaste dei Comuni, con parametri oggettivi che portano all’adozione di misure da “zona rossa”. Serve tempestività, ma soprattutto rigore scientifico. Servono controlli per garantire effettività alle misure. Ciò che non serve, lo dico con rispetto di ogni opinione, sono le polemiche che tendono a dividere le Istituzioni. Faccio mio il messaggio di unità del presidente Mattarella e voglio essere interprete, garantendo, come abbiamo fatto fin dall’inizio della emergenza sanitaria, decisioni che siano frutto di analisi e condivisione».

Oggi è il 20 novembre. Buongiorno da Calajunco (Panarea) e Buon Compleanno a Anna Recupero, Pino Giuffrè , Antonio Maniàci, Agnese Scafidi, Davide Di Losa, Alessia Ziino, Patrizia La Greca, Angela Vitale, Morgana Scaramozzino


 

giovedì 19 novembre 2020

Covid: In Sicilia +1.871 contagi e 40 vittime


Crescono di 1.871 i casi Covid in Sicilia. Gli attuali positivi salgono, dunque, a 33.581: 1.532 i ricoverati con sintomi, 240 in terapia intensiva, come ieri, e 31.809 in isolamento domiciliare. I decessi sono 1.055, 50 in più di ieri. Sono 48.399 i casi totali, 13.763 i dimessi guariti, con un incremento di tamponi pari a 11.470.
I nuovi positivi sono così distribuiti per province: Palermo: 512, Catania 441, Messina 264, Ragusa 192, Trapani 166, Siracusa 77, Agrigento 84, Caltanissetta 74, Enna 61.

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" ( 17° Filmato: durata 4 minuti circa)

Novembre è il mese dedicato alla commemorazione dei nostri cari defunti. 
Da inizio mese stiamo riproponendo le pubblicazioni di "Eoliani che non si sono più"....dedicate ai nostri concittadini che ci hanno lasciato. Ricordiamo che sono slide fotografiche realizzate da tempo, motivo per il quale non è possibile aggiungere foto

Abbiamo provato ad identificare i defunti di questo video. Per qualcuno abbiamo messo solo il cognome, per altri il nome con cui erano conosciuti, altri sono rimasti anonimi.Copertina: Bartolo Casella, 1) Antonino Bonfante; 2) Mina De Salvo; 3) Nando Corrado; 4) Sarino Centorrino; 5) Gaetano Giambò; 6) Gaetano D'Ambra; 7) Aldo Favaloro; 8) Sandro Casali; 9) Franco Campisi; 10) Pino Cafarella; 11) Bartolo Casella; 12) Franco Campisi; 13) Umberto Saltalamacchia e Maria Miranda; 14) Santoro Biviano; 15) Domenico Casamento; 16) Saverio Camporeale; 17) Franca Broccio; 18) Felice Cappadona; 19) Antonietta Caracciolo; 20) Rosa Caruso; 21) Francesco Casamento; 22) Girolamo Caleca; 23) Onofrio Casamento; 24) Casserà Giuseppe; 25) Angelina China; 26) Assunta Cincotta; 27) Angelino Cincotta; 28) ? Nunziata Gallo; 29) Attilio Conti; 30) Gaetano Cortese; 31) Leandro Cortese; 32) Bartola Costanzo; 33) Stella Di Maggio; 34) Lucia D'Albora; 35) Stefanino Cincotta; 36) Natale Famà; 37) Marcello D'albora; 38) Iole Denaro; 39) Franca Di Giovanni; 40) Bartolo Di Stefano; 41) Don Bruno Maiorana; 42) Bartolo Errico; 43) Annetta Falanga; 44) Domenico Faralla           

"Grande cuore ed animo candido". Il ricordo di Umberto Zanca (di Gianni Iacolino)


Grande cuore ed animo candido erano racchiusi in  "un un metro e mezzo di statura ", avrebbe detto il compianto Faber se avesse conosciuto il nostro caro Umberto.

Noi eoliani che l'abbiamo conosciuto bene possiamo dire che Lipari ha perso un cittadino modello , persona umile e perbene, penultimo figlio di una famiglia numerosissima, infanzia difficile, fratelli da aiutare, ristrettezze economiche e tanta dignità. 
Appassionato di tutte le discipline sportive, praticò a lungo il calcio sia come giocatore che nel ruolo di assistente e collaboratore di squadre che numerose nascevano negli anni in cui le forze lo aiutavano.
 Poi la lunga malattia che ha minato lentamente il suo fisico ma non è riuscita ad intaccare il suo sorriso . Il garbo e la signorilità proprie del suo carattere hanno fatto di  Umberto Zanca il Cittadino esemplare che la nostra comunità ricorderà con orgoglio.

I ringraziamenti della famiglia Salvio

Telefono guasto alla Guardia medica di Lipari. Attivato numero sostituitivo

 SI COMUNICA CHE PER PROBLEMI TECNICI, IN ATTO IL NUMERO TELEFONICO 090/9885426 , CORRISPONDENTE AL PRESIDIO DI GUARDIA MEDICA DI LIPARI NON CONSENTE IL CONTATTO CON IL PRESIDIO STESSO

I SERVIZI AZIENDALI COMPETENTI SONO STATI ATTIVATI  PER LA SOLUZIONE DELLA PROBLEMATICA.
AL MOMENTO, IN ATTESA DI RIPRISTINO DELLA LINEA , GLI UTENTI POTRANNO TELEFONARE AL NUMERO     335 766 29 85 

Le modalità di svolgimento delle elezioni per il rinnovo del Consiglio d'Istituto al Conti di Lipari



 

Consiglio comunale di Lipari : maggioranza ancora assente e aula senza numeri. In tre chiedono svolgimento sedute in via telematica

Maggioranza ancora assente nell'odierna seduta del consiglio comunale di Lipari. Erano, invece, presenti i consiglieri d'opposizione Fonti, Mollica, Lorizio e Gugliotta.

I consiglieri Grasso, Bertè e Finocchiaro, con una nota inviata al presidente del consiglio comunale, Giacomo Biviano, hanno comunicato che non parteciperanno alle riunioni del consesso civico di presenza.
Questa la loro nota:

Allo Spett.le

Presidente del Consiglio Comunale
del Comune di Lipari
Lipari, 18/11/2020,

Rilevato lo stato emergenziale dovuto ad una pandemia mondiale;
Considerato che, dai dati ufficiali, la curva dei contagi del Comune di Lipari risulta crescente;
Considerato lo stato d’incertezza sui possibili contagi dei contatti dei nostri concittadini risultati posivi al Covid-19, che potrebbero potenzialmente generare un picco nella suddetta curva dei contagi;
Preso atto del deliberato dell’ultima conferenza dei capigruppo nella quale veniva data indicazione di procedere ai consigli comunali in presenza in attesa di predisporre piattaforma per consiglio comunale telematico;
Visti gli ultimi DPCM e le ultime indicazioni Ministeriali e richiamando le considerazioni sui dati dei contagi, del nostro Comune;
Preso atto della Pec inoltrata i data 08/11/2020 dal consigliere Grasso e della nota del segretario del 13/11/2020 delle quali si allega copia.
Gli scrivente Consiglieri Comunali, con la presente
COMUNICANO
Con dispiacere, che non saranno presenti alla seduta del Consiglio Comunale, convocata in prima convocazione giorno 19/11/20 ed in seconda convocazione giorno 20/11/20.
Si conferma infatti di ritenere inappropriato, a parere degli scriventi e per quanto la legge lo consenta, organizzare riunioni con un minimo di 18 invitati (16 Consiglieri, 1 Segretario comunale e 1 verbalizzante).
SI PRECISA CHE QUANTO SOPRA ESULA DA QUALUNQUE RAGIONAMENTO DI TIPO POLITICO E DA QUALUNQUE SPECULAZIONE SU RAGIONAMENTI DI MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE, CHE NON CI SONO MAI APPARTENUTI, NE TANTOMENO INIZIERANNO AD APPARTENERCI IN UN MOMENTO DIFFICILISSIMO DAL PUNTO DI VISTA SOCIALE, SANITARIO E FINANZIARIO/AMMINISTRATIVO, NEL QUALE RITENIAMO SIA
INDISPENSABILE LA MASSIMA COLLABORAZIONE.
A tal proposito è bene specificare che non si tratta di un tirarsi indietro rispetto ad un impegno, bensì di chiedere che lo stesso impegno venga fatto con le modalità più sicure, come già fatto a partire dal mese di marzo da diversi Comuni italiani.

Se partecipare al Consiglio in presenza fosse stata l’unica possibilità di partecipazione, sicuramente (salvo casi particolari), nessuno avrebbe esitato, non abbiamo certezza della volontà di tutti i colleghi, ma abbiamo contezza che per molti sarebbe opportuno, per non dire necessario, svolgere le sedute in modalità telematica.
Pertanto vista la particolarità del momento riteniamo sarebbe più corretto, nel rispetto delle esigenze di tutti i Consiglieri, convocare le sedute in modalità telematica o quantomeno dare la possibilità di far fare il Consiglio col “doppio binario”, in presenza ed i modalità telematica.
Inoltre, nel ribadire l’assenza alla seduta del 19/11/20 e 20/11/20, con la presente gli scriventi

CHIEDONO


Di verificare, anche per tramite dei capigruppo, se la maggioranza dei Consiglieri Comunali sono d’accordo allo svolgimento del Consiglio Comunale in modalità in presenza, in caso contrario se gli stessi non garantirebbero la presenza in quanto in disaccordo, sarebbe opportuno ritirare le convocazione ed EVITARE DI FARE CONVOCAZIONI DOVE I CONSIGLI COMUNALI SONO CONSAPEVOLMENTE SEMI-DESERTI.
Infine

CHIEDONO
Che venga predisposto nel più breve tempo possibile, schema d’atto per la convocazione del Consiglio Comunale in modalità telematica, in modo da poterlo attuare, GIA’ DALLA PROSSIMA CONVOCAZIONE, anche e soprattutto per poter trattare argomenti importantissimi come i debiti fuori bilancio e, CERTAMENTE NON MENO IMPORTANTE, la sanità, sulla quale ci sarebbe moltissimo da dire alla luce dell’ultimo tavolo tecnico con l’assessorato, e dell’incontro a Palermo con i rappresentanti del Comune, al quale è seguito il comunicato dell’Assessore Razza, nel quale lascia intendere (e non sarebbe la prima volta), la possibilità di una sperimentazione gestionale dell’Ospedale di Lipari, ARGOMENTO CHE SEMBRA PASSARE IN SORDINA, MA CHE INVECE NECESSITA DI APPROFONDIMENTI URGENTI E DETTAGLIATI, vista anche la nota congiunta con Sindaco ed assessore De Luca nella quale si esprime dissenso (da noi condiviso), verso questa scelta.

In conclusione,
Avendo avuto conoscenza della possibilità, paventata in conferenza dei capigruppo, di svolgere il Consiglio Comunale in modalità mista, di presenza per chi vuole e telematica per chi non può o non vuole,
Avendo avuto conoscenza della possibilità di attuare tale procedura con semplici piattaforme tipo ZOOM, SKYPE o similari tanto per fare degli esempi pratici E CON ATTO UNILATERALE DEL PRESIDEN TE DEL CONSIGLIO
Ci auspichiamo la prossima convocazione in maniera TELEMATICA in modo da poter garantire la nostra presenza

Nel ringraziarLa anticipatamente per la disponibilità,
Cogliamo l’occasione per porgerVi
Distinti saluti,

I Consiglieri Comunali,
Giuseppe Grasso
Giuseppe Finocchiaro
Ugo Bertè

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CL puntata): Il faro di Vulcano visto da Levante


 

Accadde alle Eolie, pagine della nostra storia recente. 19 novembre 1928: Il varo del Santamarina


 

Auguri di Buon Compleanno a Giacomo Foti dal padre Roberto

Tantissimi auguri di Buon Compleanno a Giacomo Foti dal padre Roberto 

"Santini"...di aspiranti politici (cinquantottesima pubblicazione): Emilio La Rosa

La Chiesa commemora oggi Santa Matilde di Hackeborn


E' deceduto Umberto Zanca


Le onoranze funebri sono a cura della ditta 
Alfa e Omega di Lipari


Alla famiglia le condoglianze della famiglia Sarpi e di Eolienews

Oggi è il 19 novembre. Buongiorno da Acquacalda e Salina. Buon Compleanno a Francesco Cafarella, Lillo Centorrino, Francesco Marotta, Elisa Sacco, Katiusha Di Giuseppe, Ludovico Reitano, Giorgia Longo, Marco Merlino, Ziino Sharon, Aneta Chowaniec


 

mercoledì 18 novembre 2020

Ciao Umberto!


Nel salutarti, voglio ricordarti con una frase scritta su un muro del vecchio comunale quando con la Pro Mende scendesti in campo per affrontare il Canneto, tua ex squadra: DIO PERDONA, ZANCA NO! 

Buon viaggio Umberto!

Dieci dirigenti medici per l'ospedale di Lipari. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 18 novembre 2020


 

Covid - 19: Contagiati e deceduti numeri in crescita in Sicilia

Crescono i contagi di Coronavirus in Sicilia, sono 1.837 i casi delle ultime 24 ore: record assoluto, e con circa 1300 tamponi in meno rispetto a ieri (9479 in tutto). Il tasso di positività schizza al 19,38%, quando oggi nel resto d'Italia il dato è del 14,6%.

Record negativo anche per quanto riguarda le vittime: 44, numero mai raggiunto dall'inizio della pandemia. I morti sull'isola a causa del Covid-19 superano quota 1.000 (sono 1.015 in totale). Con i nuovi casi salgono a 32.102 gli attuali positivi con un incremento di 1.346.

Di questi 1.768 sono i ricoverati, 36 in più rispetto a ieri: 1.528 in regime ordinario e 240 in terapia intensiva con un aumento di 7 ricoveri. In isolamento domiciliare sono 30.334. I guariti sono 447. I nuovi positivi sono così distribuiti per province: Palermo 378, Catania 426, Messina 324, Ragusa 132, Trapani 291, Siracusa 77, Agrigento 96, Caltanissetta 72, Enna 41.

Finanziamento di 498mila euro al Comune di Lipari per interventi di manutenzione straordinaria di sentieri/percorsi naturalistici di pregio ambientale

COMUNICATO STAMPA 

Con D.D.G. 001559 del 13/11/2020, il Dipartimento Regionale dello Sviluppo Rurale e Territoriale – Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea, ha approvato il progetto esecutivo per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria di sentieri/percorsi naturalistici di pregio ambientale – Isole minori del Comune di Lipari, a valere sulla sottomisura 8.5. del PSR Sicilia 2014/2020, per un importo pari a euro 498.853,60, corrispondente al 100% della spesa ammissibile per il contributo richiesto.

Il progetto riguarderà i sentieri “Strombolicchio” - Stromboli, “Fila Mare” – Basiluzzo - Panarea e “Contrada Monte Palmieri” a Filicudi; quest’ultimo, in particolare, sarà oggetto di un consistente intervento di ripristino dei muri a secco e del selciato esistenti oltre alle operazioni di pulizia, diserbamento e altre piccole opere connesse: un intervento importantissimo di riqualificazione e valorizzazione del patrimonio sentieristico del nostro Comune che si somma a quello, altrettanto importante, previsto dal progetto ADELFI - “Abbinare recupero di sentieri e tutela della flora sull’Isola di Filicudi”, di recente approvato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, per quasi 1 milione di euro, confermando la volontà di questa Amministrazione di voler intervenire e potenziare quelli che rappresentano degli attrattori turistici di grande valore e indiscutibile rilevanza per la fruizione del nostro territorio, cui ci si è dedicati con una progettualità mirata e consapevole, di cui raccogliamo – come nel caso di questo finanziamento – importanti soddisfazioni.

Si ringraziano i tecnici comunali e i progettisti per l’importante lavoro svolto.

                                      L’Amministrazione Comunale

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" ( 16° filmato - durata 4 minuti circa)

Novembre è il mese dedicato alla commemorazione dei nostri cari defunti. 
Da inizio mese stiamo riproponendo le pubblicazioni di "Eoliani che non si sono più"....dedicate ai nostri concittadini che ci hanno lasciato. Ricordiamo che sono slide fotografiche realizzate da tempo, motivo per il quale non è possibile aggiungere foto

Abbiamo provato ad identificare i defunti di questo video. Per qualcuno abbiamo messo solo il cognome, per altri il nome con cui erano conosciuti, altri sono rimasti anonimi.Copertina: Pino Alessi; 1) Bartolo Saltalamacchia; 2) Bartolo Profilio; 3) Francesca Russo; 4) Olimpia Marraffa; 5) Giovanni Sarpi; 6) Vincenzo Fonti; 7) ?; 8) Giuseppe Ottanà; 9) Antonino Saltalamacchia; 10) Anna Maria Giuffrè; 11) Stefano Cincotta; 12) Gino Favorito; 13) Concetta Coluccio; 14) ?; 15) Felice Sidoti; 16) Giovanna Longo; 17) Rosina Spanò; 18) ?; 19) Nunziata Lo Ricco; 20) ?, Sandro Casali, Tano Russo, Filippo Virgona, ?; 21) ? Coppola, Domenico Iacono e Antonino Natoli; 22) Stefano Cincotta; 23) Jolanda Villani; 24) Andrea Merlino; 25) Giuseppa Vadalà; 26) Giuseppina Trimboli; 27) Gina Trimboli; 28) Margherita Virgona; 29) ? Coniugi Mangano; 30) Nino Sindoni; 31) Valentino Abbate; 32) Ernesto Acquaro; 33) Pietro Agrip; 34) Alessandro; 35) Pino Alessi; 36) Antonino Allegrino; 37) Valentino Amato; 38) Antonio Fulgione; 39) Aurora Antonucci; 40) Lucia Basile; 41) Pino Basile; 42) Antonino Bianchi; 43) Antonino Biviano; 44) Caterina Aliberti; 45) Caterina Biviano               

Dal Coni, al Circolo della spada di Vicenza, il collare d'oro al merito sportivo. Presidente del Circolo è Matteo Salin di Eolnet

Consigliere Pellegrino interroga Giorgianni su situazione finanziaria dell'ente e sui crediti riscossi e non riscossi

 Al Sig, Sindaco del Comune di Lipari, Al Sig. Segretario Comunale, Al Sig. Dirigente II° Settore Dott. Subba, Ai sig.ri Assessori Comunali

Interrogazione: Situazione finanziaria dell’Ente e situazione crediti riscossi e non riscossi dall’Ente.

E’ notizia di qualche giorno che la Sua Amministrazione non potrà sottoporre alla relativa approvazione del Consiglio Comunale il bilancio di previsione 2020.
Ormai da anni Sig. Sindaco tiene in ostaggio questa Comunità portando in Consiglio Comunale il Bilancio di previsione per la relativa approvazione ad un anno dalla sua regolare approvazione facendo diventare un bilancio preventivo di fatto un consuntivo.
Questa Sua condotta politico-finanziaria ha privato per tutta la durata dei suoi due mandati di Sindaco il Consiglio Comunale e tutta la Cittadinanza di qualsivoglia tipo di programmazione economica facendo viaggiare il nostro paese in ritardo sulle necessità correnti trattando tutto con le somme urgenze ho addirittura non intervenendo sulle necessità ordinarie
giustificando l’assenza di risorse (frutto di una totale assenza di programmazione).

Vede Sig. Sindaco non è che Lipari è l’unico comune che soffre le problematiche che Lei ormai utilizza come giustificazioni, come il ritardo oltre il taglio ai trasferimenti regionali e nazionali, ma sicuramente il Comune di Lipari è tra i pochi che incassa fior di milioni di euro dalla tassa di sbarco con la totale libertà di spesa che il decantato contributo di sbarco Le consentirebbe.
Ritengo che ormai sia stata palesata la Sua totale estraneità a politiche che hanno come priorità la programmazione degli interventi, delle iniziative e la sostenibilità delle attività e dei conti del palazzo municipale che nella sua gestione hanno raggiunto squilibri da capogiro e
attestandosi tra quei Comuni che vantano crediti oltre i 15 milioni di euro.
.
A tal proposito la INTERROGO affinché relazioni in Consiglio Comunale circa la situazione finanziaria dell’Ente nell’ordine alla tenuta dei conti e precisamente alla situazione odierna:
1. Delle entrate comunali;
2. quali sono le iniziative che ha posto in essere la Sua Amministrazione Comunale affinché le stesse entrate risultino esigibili anche oltre il periodo di prescrizione dovuto alla carente attività di recupero che si spera venga svolta entro i termini di legge.

Quanto detto affinché l’Ente non continui a subire l’attuale doppio danno derivante, dalla mancata entrata di tasse e tributi, e dalla sottrazione di risorse dal bilancio che vengono destinate a garantire le mancate entrate rimpinguando il fondo crediti di dubbia esigibilità, Fondo che grazie alla gestione della Sua Amministrazione, e mi riferisco alla carente attività di recupero crediti, sta raggiungendo cifre da lotteria.

• Infine chiedo Al Ragioniere Capo Dott. Subba che sia sottoposto al prossimo Consiglio Comunale l’elenco analitico dei crediti vantanti dall’Ente con l’evidenza di quelli esigibili e di quelli non esigibili affinché ci si possa rendere conto di quale sia la reale situazione patrimoniale del Comune ormai prossima al dissesto come più volte proprio da lui segnalato.
• Chiedo in oltre se ha messo in essere tutti quegli atti che non permettano la prescrizione dei debiti con relativo danno all’erario.
• Infine l'elenco analitico di quanti non hanno pagato siano essi privati che attività commerciali, imprenditoriali, relativamente a; IMU, TASI, TARSU, ONERI DI URBANIZZAZIONE ECC ECC.
Distinti saluti

Fulvio Pellegrino (Consigiere comunale Lega) 

Uil indice sciopero operatori ecologici in servizio nel Comune di Lipari


Le Eolie nelle stampe d'epoca (CIL puntata): La chiesetta del Purgatorio (Lipari)


 

"Santini"...di aspiranti politici (cinquantasettesima pubblicazione): Annarita Gugliotta


 

Storia eoliana - Conosciamola attraverso lo storico Pino La Greca . Oggi : L'inverno nell'isola di Lipari (Articolo sull'Unità del 1969)

L’inverno nell’isola di Lipari
(Articolo a firma di Giorgio Frasca Polara sull’Unità del 18.11.1969)

I cavatori di pomice non fanno notizia – La colonia di quindicimila liparoti in Australia – I pesci grossi – La silicosi dilaga, perché?

Dal nostro inviato
(Eolie), novembre
Il nude-look, i campionati di pesca subacquea, la barca di Mike Bongiorno: si fa presto a parlare di Lipari d'estate.
Allora Lipari non fa notizia; figurati poi che nota stonata, che guasto al cliché delle Eolie «perle del Tirreno” la nuova di queste ore che i disperati cavatori di pomice sono entrati in sciopero per quattro giorni decisi a paralizzare magari per mesi l’unica attività industriale dell'isola se le cose per loro (il salario, l'orario, le qualifiche, i diritti sindacali, le condizioni di lavoro) non cambieranno da così a così.
Cosi, improvvisamente, vien fuori a tutto tondo 1'altra faccia di Lipari, quel suo vero volto che il Corriere non mostrerà certo mai agli italiani che da giugno a settembre vanno a consumare alle Eolie la loro razione di tempo libero e di dolce Malvasia.
Di tempo libero i cavatori non ne hanno, invece. Se non lavorano tra la micidiale pomice, emigrano (a migliaia: van tutti in Australia, c’è una vera e propria colonia di quindicimila liparoti, più di quanti stiano ancor oggi nella loro terra); se non fuggono, muoiono dl atroce morte, soffocati dalla silicosi che gli rode lentamente i polmoni.
E' storia vecchia, e storia di un secolo di lotte per frenare 1'ingordigia dei rapinatori dell'unica vera ricchezza di Lipari (le cave di pomice, appunto) e per difendere in qualche modo la sorte dei cavatori. La rivolta più clamorosa ad una condizione da colonia e da schiavi e dei primi del ‘900, coincide non a caso con l'esplodere del movimento dei Fasci, porta nel ‘908 ad una conquista in certo modo storica e originale nessun padrone potrà più accampare diritti naturali sulle cave (cioè praticamente su ogni centimetro quadrato delle alture protese verso Salina e Panarea), le cave diventano infatti demanio municipale, sarà il comune a concedere a chiunque degli “indigeni” ne faccia richiesta, e solo a loro — così ordina la speciale legge tuttora in vigore —, il permesso dl estrazione o taglia dietro pagamento di un e sugli utili di estrazione.
Da allora a per molti anni chiunque potrà dunque cavare pomice dai monti: accanto alla figura dell'operaio ancora subordinato all'industriale sorge (e si impone) quella del produttore in proprio, il quale non e necessariamente un professionista del mestiere ma anzi il più delle volte e il bracciante che riempie i vuoti stagionali, il pescatore che non può prendere il mare, il disoccupato che deve sfamare la famiglia. I ricchi non eran perciò, almeno allora, gli industriali (o piuttosto la gran parte di loro); davvero potenti erano, e son restati praticamente sino a vent'anni fa, gli incettatori della sminuzzata produzione, i commercianti che tenevano gelosamente in pugno i rapporti coi mercati, in Italia e soprattutto all'Estero.
Poi tutto cambia, quasi di improvviso. Anche in questo settore e l'avvio di un sempre più rapido processo dl concentrazione: favoriti da un'amministrazione comunale dc che praticamente ha messo in archivio il decreto del '908, i pesci grossi fagocitano i piccoli; esplode — in un rapporto di interdipendenza — il duplice fenomeno del saccheggio indiscriminato delle alture (la progressiva modificazione dell’orografia dell'isola ne è impressionante testimonianza) e dello sfruttamento della manodopera daccapo ridotta alla subordinazione più totale; da duemila e passa che erano ancora quindici anni fa, il numero dei cavatori si assottiglia sino ai 350 di oggi.

Il controllo del settore
La lotta per il controllo del settore si fa d'altra parte più accesa man mano che la richiesta della leggerissima pomice diventa più pressante sul mercato. La vogliono in pezzi più grossi — i cosiddetti bastardoni — per fame mole, lastre abrasive, precompressi. La cercano sotto forma di pietrisco — la rasaglia — come granulare per l'edilizia, come isolante o coibente; persino i giapponesi ne acquistano: avete mai notato quel piccoli sacchetti antiumidità che son dentro le confezioni di materiale radio-fotografico? Bene, lì dentro c’è quasi sempre pomice, di Lipari naturalmente. Ne chiedono sempre più soprattutto in polvere, il cosiddetto impalpabile. Una volta era roba da scarto, nessuno la voleva. Oggi questo talco e come 1'oro per fabbricanti di sapone e dentifrici per l’industria della cosmesi e per quella dl precisione.
Pur rimasti in pochi a dominare la piazza, si sbranano per ogni contratto di fornitura abbassando pericolosamente i prezzi sino a far raggiungere a questi livelli critici per le stesse sorti della tradizionale attività liparota.
Ne approfitta il gruppo diventato più potente grazie ai lauti finanziamenti pubblici, quello dalla Pumex, per costringere alla resa quasi tutte le imprese superstiti (è la fine delle firme tradizionale del mercato;: dei Ferlazzo, dei Carbone, dei La Cava), per imporre il cartello, per conquistarsi addirittura una specie di autonomia funzionale che abbassa persino l’occupazione indotta esautorando la compagnia portuale.
La situazione giunge al limite della rottura: un serrato, drammatico sciopero costringe due anni fa la Pumex a firmare un impegno per il blocco dei licenziamenti e per la salvaguardia del posto di lavoro e dei diritti maturati dai cavatori che lavoravano nelle imprese assorbite da quella specie di consorzio fasullo cha fa ora il bello e il cattivo tempo, e contro il quale appunto è ripresa in questi giorni la battaglia operaia.

Una vittoria senza ombre?
Fu una vittoria senz'ombre, quell'accordo? Sino a un certo punto. Quelle che non sono mutate sono le condizioni fondamentali sia dei lavoratori direttamente impegnati nel settore e sia del complesso della popolazione- Non e solo una questione salariale. Anzi. la questione più grave e quella sanitaria. Nelle cave si vive e si mangia nella polvere in micron, tossicissima, che ammanta ogni cosa e imbianca gli uomini come grottesche immagini felliniane, rodendone i polmoni. Ma d'estate coi venti e d'inverno con la pioggia, l'impalpabile (sventrate indiscriminatamente le alture, 1'estrazione non avviene in galleria, ma all'aperto) mina invisibile gli abitanti delle frazioni e del paese calando nel pozzi d'acqua «potabile», avvelenando l'aria che si respira, ammorbando la terra.
Sconvolgenti le conseguenze. Su 350 cavatori. 340 sono silicotici, e cosi 150 portuali e 500 ex operai. Alla Camera del lavoro il compagno Piccione ha appena completato le pratiche per l’Inca di tre operai tra 25 e 27 anni, alla loro verde età sono già rottami, silicotici al quaranta per cento.
Stesso stadio del male ha Antonino Rodriguez. Non è mai stato in cava, non abita neppure nella zona della pomice, ha lavorato per trent'anni ai traghetti non adibiti al trasporto del minerale. Un giorno s'e sentito male. Si temeva la tbc; invece la silicosi aveva aggredito silenziosamente anche lui. Quanti altri liparoti sono nelle condizioni di Rodriguez? Non si sa, si ha paura di saperlo.
E soprattutto non lo vogliono sapere gli industriali, perché non gliene importa un accidente; perché hanno interesse a non applicare i costosi ritrovati (in uso per esempio nelle cave sovietiche, mi dicono) che purgano la lavorazione della pomice rendendola assai meno pericolosa; perche non si contentano più nemmeno dello stato di fatto che fa di loro i sostanziali padroni e non semplici gestori delle cave.
Ora vogliono campo libero, in tutto e per tutto. Siccome il comune si e permesso di fare un lieve ritocco alla tangente sulla produzione più vile (non a quella sulle voci più ricche per carità: a bloccare ogni misura del genere ci sta bene attento da tredici anni il governo regionale), ecco la Pumex ingaggiare uno del più noti  —  e più dc — tra i civilisti reperibili in Sicilia, a battersi come una tigre  per ottenere la dichiara di incostituzionalità delle norme del 1908. Su un fatturato di due miliardi, l'anno scorso hanno versato nelle casse comunali appena cento milioni. Non vogliono pagare nemmeno quelli, i divoratori delle montagne di Lipari.

Giorgio Frasca Polara

La Chiesa commemora oggi la Dedicazione delle basiliche dei Santi Pietro e Paolo

Oggi è il 18 novembre. Buongiorno da Filicudi e Buon Compleanno a Luciano Vivacqua, Giuliana Paterniti Bardi, Celeste Manicotto, Veronica Acquaro, Pietro Morsillo, Diego Giunta, Giacomo Saporita, Cristiana Natoli, Marcello D'Amico, Fabio Riolo, Lorenzo Italiano, Antonietta Turcarola, Lucio Natoli, Luigi Barrica


 

martedì 17 novembre 2020

Covid: Sono 40 i positivi a Lipari. Torna a salire il numero dei contagiati in Sicilia e ci sono 39 nuovi decessi.

Il numero dei positivi a Lipari è di 40 persone.
Rispetto ai giorni scorsi, quando erano 50, se ne sono negativizzati 12 ma ce ne sono due nuovi. Lo ha comunicato il sindaco di Lipari , Marco Giorgianni, nella diretta fb di questo pomeriggio.
Ha anche comunicato che sono stati elevati diversi verbali a soggetti che si sono allontanate dalla quarantena ma non positivi, per non aver indossato la mascherina, e per essere usciti oltre le 22,00.
A fine settimana si farà il punto sulla riapertura o meno delle scuole.
Intanto torna orna a salire il numero dei contagi in Sicilia. Sono 1.698 i nuovi positivi al Covid registrati oggi (oltre duecento in più rispetto a ieri) anche se aumentano in parallelo i tamponi, 10.774 (oltre 2 mila in più). Il bollettino giornaliero registra anche 39 nuovi decessi, mentre l’andamento dei ricoveri si mantiene stabile con un incremento di poche unità, 1.732 pazienti dei quali 227 in terapia intensiva.
I guariti sono 668

Guardia costiera di Milazzo sequestra attrezzi da pesca illegali e libera dalle reti 12 "spadini" ancora in vita

COMUNICATO

Nei giorni scorsi, è proseguita l’attività di vigilanza e controllo da parte degli uomini della Guardia Costiera di Milazzo per prevenire e reprimere illeciti in materia di pesca marittima e commercializzazione di prodotto ittico.

Durante l’attività sono stati riscontrati alcuni comportamenti illeciti.

Di particolare interesse è stata l’attività posta in essere in mare dalle unità della Guardia Costiera di Milazzo. Le vedette hanno infatti effettuato il sequestro di attrezzi non consentiti denominati FAD (fishing aggregating devices), privi della necessaria marcatura, abitualmente impiegati da pescatori diportisti che praticano abusivamente la pesca della “lampuga”. Questo tipo di pesca può essere effettuato esclusivamente da unità appositamente autorizzate e nel rispetto delle prescrizioni contenute nella specifica normativa nazionale e comunitaria.

Inoltre le vedette della Guardia Costiera di Milazzo, impegnate in attività di vigilanza nello specchio acqueo antistante i comuni di Villafranca Tirrena e Spadafora, ha rinvenuto in mare e sequestrato mt. 3.500 circa di palangari derivanti, provvedendo al rigetto in mare di 12 esemplari di pescespada sotto misura, rinvenuti ancora in vita.

La cattura di esemplari sotto la taglia minima consentita, inoltre, è una attività particolarmente dannosa e che può nuocere gravemente alla conservazione degli stock ittici interessati, pertanto rappresenta una condotta pesantemente sanzionata dalla vigente normativa nazionale e comunitaria.

Durante un controllo presso una rivendita al dettaglio di Villafranca Tirrena, inoltre, sono stati sequestrati 30 kg circa di prodotto ittico congelato, commercializzato in assenza delle informazioni obbligatorie per il consumatore finale e pertanto in violazione della normativa relativa alla etichettatura dei generi alimentari. Il prodotto è stato giudicato non idoneo al consumo umano dal personale veterinario dell’ASP di Messina e quindi destinato alla distruzione.

In un’altra pescheria di Falcone sono stati sequestrati circa 4 kg di prodotto ittico, commercializzati in violazione della vigente normativa sulla rintracciabilità non essendo certa la provenienza, anche in questo caso il prodotto ittico è stato giudicato non idoneo al consumo umano.

Proseguiranno nei prossimi giorni i controlli nell’ambito della giurisdizione di competenza, al fine di accertare e reprimere ogni genere di comportamento illecito in materia di pesca, ed al fine di perseguire gli obiettivi della politica comune della pesca a sostegno di uno sfruttamento sostenibile della risorsa ittica.

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" ( 15° filmato - durata 4 minuti circa)

Novembre è il mese dedicato alla commemorazione dei nostri cari defunti. 
Da qualche giorno riproponiamo le pubblicazioni di "Eoliani che non si sono più"....dedicate ai nostri concittadini che ci hanno lasciato. Ricordiamo che sono slide fotografiche realizzate da tempo, motivo per il quale non è possibile aggiungere foto

Abbiamo provato ad identificare i defunti di questo video. Per qualcuno abbiamo messo solo il cognome, per altri il nome con cui erano conosciuti, altri sono rimasti anonimi. Copertina: Tindara Costanzo; 1) Bartola Schibeci; 2) Giuseppe Maiorana, 3) Concettina Pantò in Zaia; 4) Alfonsino Aiello; 5) Pino Mandarano; 6) Dario Subba; 7) Pietro Caprara; 8) Antonio Barbera; 9) Arturo "Bartolino" Turcarelli; 10) Pippo Guerrera e Caterina Capone; 11) Mario Natoli; 12) Tindara Costanzo; 13) Franco Zaia; 14) ? La Rosa; 15) Giuseppina Natoli; 16) Caterina Biviano; 17) Elena Virgona; 18) Gaetanina Raffaele, 19) Gaetano Saltalamacchia, 20) Angelino Sardella; 21) Iole Denaro; 22) Margherita Virgona; 23) Marisa Natoli; 24) Olimpia Marraffa; 25) Mina De Salvo; 26) Massimo Mezzapica; 27) Michele La Torre; 28) Natale Famà; 29) ? Lo Surdo; 30) Domenico Quinti; 31) Rosa Caruso; 32) Rosa Palino; 33) Francesco Bonfante; 34) Sandra Casali, 35) Santoro Biviano; 36) Sarino Pergolizzi; 37) Sandro Casali; 38) Simone Giardina; 39) Stefana Mazza, 40) Stefano Oliva; 41) Tisbe Franzoglio; 42) Salvatore (Turi) Profilio; 43) Valentino Amato; 44) Salvatore (Totò) D'Alia; 45) ?;      

Lettere al direttore: "Qualcuno si prenderà cura di questo?. Chissà..."

Un lettore ci scrive: Qualcuno mai si prenderà cura del merletto che cinge il parco Diana e che sembra si stia spezzando in due, a causa del deterioramento dell'armatura in ferro? 

Chissà...