Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 28 febbraio 2009

Coppolina, leader liparese del Movimento per l'Autonomia(MPA) disconosce le decisioni che arrivano da Roma

La presenza del prof. Luigi Megna a Roma nella qualità di delegato al congresso del Mpa e la sua annunciata nomina a componente del Cda del Consorzio ittico eoliano sono "disconosciute" da Salvatore Coppolina, leader liparese del partito di Lombardo . "Sono operazioni- ha detto-che noi non riconosciamo e che sono riconducibili sono all'on. Fortunato Romano. Coppolina ha evidenziato come "il partito a Lipari siamo noi che sosteniamo l'amministrazione Bruno con due assessori e due consiglieri comunali e non di certo chi si adopera per rompere la giunta. Il partito faccia chiarezza: O noi o loro a meno che Megna e compagni non vogliano essere parte integrante del partito e rispettare il nostro orientamento politico-amministrativo".

"Legge Formica" sui porti. Le considerazioni del dottor Pino La Greca

Ho letto la notizia in merito alla legge Formica votata qualche giorno fà all'ars. Per quanto riguarda il riferimento a Lipari la norma prevede due notività importanti:
a) la norma agevolativa non si applicherà a favore di società miste partecipate dai comuni o da altri enti territoriali;
b) è stato interamente cassato il comma 4 del disegno di legge secondo il quale il provvedimento della conferenza dei servizi e l'approvazione del consiglio comunale sarebbero equivalsi ad approvazione di variante al Piano Regolatore Generale e del Piano regolatore portuale.
Senza aver ancora approfondito il testo in tutti i dettagli, credo che nel caso del Comune di Lipari non si possa prescindere dall'approvare il Piano Regolatore dei Porti come votato dal consiglio comunale nella seduta del 6 febbraio 2009 e che qualsiasi opera da realizzare, chiunque sia il progettista o la società proponente, deve andare soggetto a gara o evidenza pubbliche che dir si voglia.

Uomini di peso al congresso dell'MPA di PIERO ROUX

venerdì 27 febbraio 2009

Roma: Luigi Megna, nominato componente del Cda del Consorzio ittico eoliano. Il Presidente Lombardo attacca la disastrosa gestione di Tirrenia

Il professor Luigi Megna (nella foto) è stato nominato dall'assessore regionale alla Pesca Roberto Di Mauro quale componente del Cda del Consorzio ittico eoliano.
La nomina verrà pubblicata sulla prossima Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana.
La notizia è stata ufficializzata dallo stesso assessore a Roma durante il secondo congresso nazionale dell'MPA che ha preso il via quest'oggi e al quale sono presenti lo stesso Luigi Megna, in qualità di delegato, e i consiglieri comunali del "Faro" Gesuele Fonti e Francesco Megna.
Durante il discorso introduttivo il Presidente della Regione siciliana, e leader dell'MPA, ha duramente attaccato i vertici di Tirrenia per la "disastrosa gestione ventennale" e ha chiesto al Governo (era presente tra gli altri il Ministro Giulio Tremonti) la rimozione dei vertici societari (leggasi Franco Pecorini)

Il comitato per la difesa dei collegamenti marittimi chiarisce e reitera le precedenti richiesta

Questo il testo della lettera che il COMITATO PER LA DIFESA DEI COLLEGAMENTI MARITTIMI DELLE ISOLE EOLIE ha inviato oggi ai Sindaci dei Comuni di Lipari, Leni, Malfa e Santa Marina Salina; Ai Presidenti dei Consigli Comunali di Lipari, Leni, Malfa e Santa Marina Salina; A tutti i Consiglieri dei Consigli Comunali di Lipari, Leni, Malfa e Santa Marina Salina
Considerate le dichiarazioni succedutesi negli ultimi giorni, appare necessario: chiarire alcuni punti, ribadire la posizione del Comitato trasporti e reiterare le richieste già formulate ed accolte dalla cittadinanza eoliana, dai consigli e dalle amministrazioni dei comuni eoliani e, successivamente, da quelli delle isole minori della Sicilia.
Pur volendo sorvolare sulle dichiarazioni d’allarme dell’Ass. Bufardeci e dell’On. Caputo che fino a qualche giorno fa sembravano ribellarsi sdegnati alle richieste di tagli provenienti dai funzionari del Ministero dei Trasporti (richieste che lo stesso Ministro Matteoli provvedeva poi tanto puntualmente quanto ambiguamete a smentire), non si possono e non si devono trascurare gli atti d’Aula della seduta n. 156 del 19/02/2009 del Senato della Repubblica.
In quest’occasione, il Ministro Matteoli, incalzato dai Senatori D’Alia e Pistorio, riferiva: ..in risposta alle voci di presunti tagli che hanno avuto come conseguenza le giuste proteste dei residenti. Come già ho avuto modo di chiarire, non ho disposto alcun taglio di risorse, né alcuna soppressione dei collegamenti marittimi tra la Sicilia e le sue isole minori. In verità, in data 9 gennaio, dopo un incontro con l'assessore Bufardeci e i sindaci dei Comuni isolani interessati, ho inviato una lettera a Tirrenia e a Siremar dando precise direttive sul mantenimento dei collegamenti.
Questa è la posizione assunta e mantenuta dal ministro Matteoli successivamente all’occupazione della motonave Laurana e a seguito del primo incontro tenutosi a Roma alla presenza dei Sindaci delle isole minori e dell’Assessore Bufardeci: il Ministro continua a dichiarare di non avere disposto alcun taglio ma non ritiene di rassicurarci sull’essere in effetti riuscito a reperire le somme necessarie al mantenimento dell’assetto collegamenti promesso.
Con riferimento poi alla succitata comunicazione del 9 gennaio, con la quale il Ministro diffida Siremar e Tirrenia dall’interrompere il servizio, occorre rilevare che tali indicazioni, di fatto, sono state e continuano ad essere puntualmente disattese. In questi messi abbiamo assistito con senso di impotenza e frustrazione al costante saccheggio dei nostri collegamenti, attraverso:
- la soppressione della linea C/6 vel. Mtv. “Isola di Stromboli”, per il periodo 01.04-31.10.2008;
- la soppressione delle linee C/2 e C/6, Mtv. “Isola di Stromboli”, dal 28.10.2008;
- la riduzione del servizio aliscafi che dalla primavera del 2008 ad oggi, per il 60%, è stato effettuato con 3 (e in alcuni casi anche con 2) aliscafi anziché 4.
Inoltre, secondo gli itinerari che a breve verranno pubblicati, risulterebbero:
- dal 24.02.2009, ridimensionate le linee C/2 e C/6 che verrebbero, a seconda della disponibilità della nave per Napoli, a risultare operative solo 2 volte alla settimana anziché 7 (dette linee sono di fatto previste tutto l’anno).
- dal 01.04 al 30.06, soppressa la linea C/6 Vel. “Isola di Stromboli”, bi-giornaliera (fino al 30.06 e tri-giornaliera per i mesi di luglio agosto e settembre).
Inoltre e questo è ancora più grave, in prospettiva futura, sulla questione privatizzazione ed eventuale scorporo, il Ministro dichiara: … non sono in condizione di poter frammentare perché non me lo consente l'Unione europea…sono costretto ad indire una gara unica; poi vedremo se ci saranno Regioni che manifesteranno il proprio interesse e come poter procedere.
Di contro però, egli stesso, ricorda che: L'entrata in vigore del decreto-legge n. 112 del 2008, convertito con la legge n. 133 dello stesso anno, ha modificato l'iter procedurale in quanto, al comma 1 dell'articolo 57, ha assegnato alle Regioni interessate le funzioni ed i compiti di programmazione e di amministrazione dei servizi di cabotaggio marittimo di interesse pubblico da svolgere all'interno di una singola Regione e al successivo comma 3 ha previsto il passaggio a titolo gratuito dei pacchetti azionari delle società regionali dal gruppo Tirrenia alle Regioni che ne avrebbero fatto espressamente richiesta.
Pertanto, un Ministro decisamente in difficoltà, da una parte si nasconde dietro il presunto veto allo scorporo che gli verrebbe imposto dall’Unione Europea, dall’altra dichiara che era stato lo stesso Governo italiano a prevedere lo “spacchettamento” di Tirrenia con la L.133 e conferma l’interesse della Regione Sicilia, salvo però subordinarne la manifestazione di interesse ad una seconda fase (ma quando?). Lo stesso Senatore Pistorio, gli ricorda quanto già il Presidente Lombardo e l’Assessore Bufardeci hanno, più volte. avuto modo di dichiarare: La Regione Siciliana non è contraria all'assunzione piena di responsabilità in capo alla Siremar, ma non riesce da tempo ad accedere ad una due diligence che consenta di verificare il patrimonio, la dotazione organica, i mezzi e i bilanci di questa società. È una condizione che rende impraticabile anche la più ampia buona volontà per corrispondere ad una indicazione del Governo che può trovare una soluzione positiva.
Inoltre, il Sig. Ministro, cita a sproposito il Regolamento CEE 3577/92, allorquando dichiara: La proposta italiana presentata alla Commissione dell'Unione europea, in linea con quanto previsto dall'articolo 26 del decreto-legge n. 207, è stata quella di procedere alla privatizzazione del gruppo entro il 31 dicembre 2009, per avviare dal 1° gennaio 2010 le nuove convenzioni per consentire alla nuova proprietà del gruppo di assestarsi e rendere competitivo il servizio offerto e successivamente procedere alla liberalizzazione dell'intero settore, così come previsto dal regolamento (CEE) n. 3577/92.
Infatti, la scelta di privatizzare – laddove il 3577/92 si limita ad imporre di liberalizzare – è da attribuirsi esclusivamente allo Stato membro. Il succitato regolamento, infatti, recita testualmente: Nell'imporre obblighi di servizio pubblico gli Stati membri si limitano alle esigenze relative ai porti che devono essere serviti, alla regolarità, alla continuità, alla frequenza, alla capacità di fornitura del servizio, alle tariffe richieste ed all'equipaggio della nave
. Qualsiasi compenso dovuto per obblighi di servizio pubblico, se previsto, deve essere reso disponibile a tutti gli armatori comunitari. Inoltre, il regolamento riporta: In caso di grave perturbazione del mercato interno dei trasporti dovuta alla liberalizzazione del cabotaggio, uno Stato membro può chiedere alla Commissione che adotti misure di salvaguardia. Queste misure possono comprendere l'esclusione temporanea della zona in questione dal campo d'applicazione del presente regolamento, per un periodo non superiore a dodici mesi.
E’, pertanto, evidente che, nella peggiore delle ipotesi, laddove non si riuscisse a trasferire direttamente le sovvenzioni statali ad un’ipotetica compagnia regionale, questa potrebbe in ogni caso concorrere con altri armatori comunitari ad una gara pubblica per l’assegnazione dei servizi.
Alla luce delle analisi di cui sopra, alcune domande nascono spontanee.
1. Perché – nonostante le molteplici forme di protesta - il nostro Ministro non dichiara chiaramente che l’assetto trasporti 2009 è salvo e che i fondi necessari sono stati reperiti?
2. Perché nonostante la comunicazione del Ministro del 9 gennaio con la quale raccomanda a Siremar e a Tirrenia la scrupolosa osservanza delle disposizioni ministeriali e che la definizione del quadro collegamenti marittimi…è riservata alle Amminisrazioni concertanti nell’ambito della Conferenza dei servizi interministeriale, di fatto queste società hanno già operato i tagli sopra citati?
3. Perché il Sig. Ministro, considerata la reiterata disponibilità della Regione Sicilia, non attiva immediatamente un tavolo tecnico - nell’ambito del quale effettuare le verifiche menzionate dal Senatore Pistorio e più volte richieste dall’Assessorato Regionale - con l’obiettivo di proporre un nuovo decreto legge che metta le Regioni nelle condizioni di assumere (di concerto con le amministrazioni locali) il controllo di una società pubblica o mista in grado di garantire i servizi di collegamento marittimo per le isole minori della Sicilia?
4. Perché il Sig. Ministro si ostina a non voler analizzare il problema Tirrenia nelle sue diverse sfaccettature e non suggerisce, com’è nelle sue possibilità, all’Unione Europea, un’applicazione del Regolamento CEE n. 3577/92 che preveda l’avvio del processo di liberalizzazione tenendo conto delle peculiarità delle isole minori della Sicilia, in quanto aree periferiche ed ultra periferiche così come previsto dal Trattato di Amsterdam?
Le comunicazioni interne degli ultimi giorni rischiano di creare confusione sugli obiettivi della protesta e di indebolirne e svilirne il significato.
Riteniamo che, a quasi 2 mesi dal Consiglio Comunale che ebbe a definirne i punti salienti, sia arrivato il momento di capire, inequivocabilmente, se le Amministrazioni e i Consigli Comunali delle Isole Eolie credono ancora fermamente in questi obiettivi, primi tra tutti:
a. Lo scorporo della Siremar dalla Tirrenia con conseguente storno delle some necessarie a garantirne la gestione.
b. Evidenza dello stanziamento delle somme necessarie a garantire per il 2009 gli itinerari orari previsti per il 2008.
c. Il mantenimento della linea Eolie-Napoli.
d. Il ripristino immediato dell’assetto collegamenti previsto (linee C/2 e C/6; linea C6 Vel.; servizio aliscafi con piano a 4).
e. Le garanzie sulla quantità e sulla qualità del naviglio da impiegare (non è immaginabile utilizzare la Martini in luogo della Novelli e la Veronesi al posto della Laurana).
f. Dimostrazione concreta circa la volontà della Regione Siciliana ad entrare in partecipazione con la nuova Siremar.
g. Convocazione immediata del tavolo tecnico - che il Ministro aveva promesso di convocare per i primi giorni di febbraio - nell’ambito del quale esaminare e ottenere le dovute garanzie sui collegamenti marittimi post 2009.
Riteniamo, infine, che sia necessario mantenere alto il livello della protesta fintantoché non saranno ottenute garanzie reali sugli obiettivi sopra elencati. Questa risulta fondamentale e necessaria a stimolare e a supportare quei percorsi politici ed istituzionali che ad oggi si sono rivelati insoddisfacenti.
È, infine, imprescindibile che le modalità e i tempi della protesta vengano proposti e condivisi con la cittadinanza.
IL COMITATO PER LA DIFESA DEI COLLEGAMENTI MARITTIMI DELLE ISOLE EOLIE

Bruno si dimette da difensore civico. Ma, in ogni caso, era ineleggibile

Il sindaco di Lipari Mariano Bruno, ha presentato questa mattina al presidente del Consiglio comunale, Pino Longo, le dimissioni da difensore civico. Com'è noto il primo cittadino nel consiglio comunale di ieri, che ha sancito la revoca in autotutela della delibera consiliare con la quale era stato eletto l'avv. Emanuele Carnevale, aveva riportato otto voti contro i tre conseguiti dall'avv. Francesco Rizzo.
In ogni caso il dott. Bruno era "ineleggibile" avendo ricoperto incarichi amministrativi negli ultimi 4 anni.

Al via oggi il II Congresso dell'Mpa di Lombardo

'Europa e Mediterraneo. Le autonomie per una nuova cittadinanza'. E' questo il titolo del Secondo Congresso Nazionale dell'Mpa, in programma da oggi e fino a domenica 1 marzo al Marriott Park Hotel di Roma (via Colonnello Tommaso Masala, 54).
Ad aprire i lavori, informa il sito del Movimento per l'Autonomia, sarà il sindaco di Roma Gianni Alemanno. Il saluto del sindaco è previsto per le ore 16:15 e precederà la relazione introduttiva del Segretario Nazionale del MpA Raffaele Lombardo (nella foto), per le ore 16:30.Prevista per oggi la presenza del ministro dell'Economia Giulio Tremonti. Circa mille i delegati del movimento fondato nel 2005 da Lombardo, oggi presidente della Regione Siciliana. Tra questi anche il professore Luigi Megna. A Roma è anche presente il consigliere comunale del "Faro" Gesuele Fonti. Invitato anche il sindaco di Lipari Mariano Bruno, nelle vesti di presidente dell'ANCIM Sicilia.
Il partito, che sostiene il governo di centrodestra in cui conta due sottosegretari, punta nei tre giorni di confronto a elaborare un Manifesto delle Autonomie, con una riflessione particolare sul Federalismo, cavallo di battaglia del governatore siciliano. Obiettivo dell'Mpa, ha rimarcato in più occasioni Lombardo, è diventare il ''partito nazionale dei partiti regionali''. Il 18 febbraio scorso, presentando cl'assise del partito nella Sala del Mappamondo della Camera - insieme agli on. Pistorio, Scotti, Reina e Lo Monte - Lombardo ha criticato l’imposizione dello sbarramento al 4% per le elezioni europee, ma si è detto ottimista circa il prosieguo dell’avventura politica del Movimento per l’Autonomia, ricordando come anche in occasione delle elezioni regionali in Sardegna l’MpA abbia visto accrescere notevolmente il consenso intorno a sé.
Il presidente del Senato, Renato Schifani, sarà presente nel pomeriggio di domani al Congresso del Movimento per l'Autonomia.
Con il 2° Congresso dell'Mpa, ha inizio una nuova stagione di impegno politico improntato al rispetto dell’ambiente. Grazie all’accordo con AzzeroCO2, infatti, quello del partito di Lombardo sarà il primo Congresso politico italiano a “zero emissioni”

Sindaco e difensore civico. "L'anomalia" nel fotomontaggio di Piero Roux

Lipari: Assolto ufficiale giudiziario accusato di peculato

Il Tribunale di Barcellona ha assolto dall'accusa di peculato aggravato un assistente ufficiale giudiziario in servizio all'Unep (Ufficio notifiche) della sezione distaccata del Tribunale di Lipari, perché il fatto non sussiste. La persona assolta, con la formula più ampia, è B.F.erlazzo, difeso dall'avv. Saro Venuto, in servizio all'Unep con l'incarico di riscuotere i diritti di notifica degli atti giudiziari. Secondo l'iniziale accusa, per la quale tra l'altro il pm Martorelli aveva invece chiesto la condanna a 2 anni e mezzo, l'uomo doveva rispondere del presunto ammanco di 62 euro e 52 centesimi, somma questa che non sarebbe stata materialmente trovata dopo la verifica mensile fatta dagli stessi ufficiali giudiziari della "documentazione cartacea" in possesso dell' Unep di Lipari. In realtà, come sostenuto dall'avv. Saro Venuto, la modesta somma non è mai scomparsa. In effetti, la modesta cifra era stata indicata tra gli incassi per la notifica di un atto che, dopo pochi istanti, era stato ritirato dallo stesso legale che aveva richiesto il servizio e, secondo la difesa, la cifra di poco più di 62 euro non è stata poi annullata dagli incassi

Barcellona Pozzo di Gotto: prima sede del tribunale degli animali

(adnkronos) Sbarca in Sicilia il tribunale degli animali promosso dall'associazione italiana difesa animali ed ambiente. La prima sede siciliana del tribunale degli animali sara' a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia Messina, e sara' diretta dall'avvocato Venerita Mirabile alla quale nelle prossime settimane si affiancheranno altri avvocati della provincia siciliana. Si tratta di un servizio completamente gratuito messo a disposizione dall'Aidaa su scala nazionale aperto a tutti coloro che necessitano di una consulenza o di un atto di conciliazione per fatti che vedono come protagonisti gli animali. Il tribunale degli animali ha la sua sede nazionale a Parma e sedi in tutte le regioni italiane. La sezione di Barcellona Pozzo di Gotto sara' a disposizione del pubblico su appuntamento tutti i lunedi' dalle 18 alle 20. Le consulenze saranno completamente gratuite

giovedì 26 febbraio 2009

Fiera del Turismo di Monaco: Le Eolie alla "conquista" della Germania

Oggi alle ore 13,00 si è svolta presso la Fiera del Turismo di Monaco di Baviera la prevista conferenza stampa organizzata dalla società Sviluppo Eolie in collaborazione con l’ENIT.
Sono intervenuti il dottor Seminara Alessandro in rappresentanza della società Sviluppo Eolie s.r.l., il dottor Ferlazzo Ivan in rappresentanza dei comuni eoliani, il signor Paino Angelo in rappresentanza della Federalberghi delle Isole Eolie, il signor Taranto Davide in rappresentanza della Taranto Navigazioni.
Ha presieduto il dottor Leonardo Campanelli, direttore ENIT a Monaco di Baviera, il quale non ha lesinato apprezzamenti per l’attività di promozione turistica realizzata nell’ultimo anno a favore delle Isole Eolie decantando l’arcipelago come una delle sue mete preferite per trascorrere le vacanze.
Anche il capo addetto stampa della Fiera di Monaco, dottor Karl Baumgartner ha dato il benvenuto alla affollata platea di giornalisti e tour operator che anche quest’anno hanno gremito la sala per assistere alla conferenza stampa, per anticipare la presentazione del Primo Rally Nautico nelle Isole Eolie, che a fine conferenza ha presentato Hans Muhlbauer della DMC-Reisen. E proprio il Primo Rally Nautico nelle Isole Eolie ha fatto da pandant alla conferenza stampa mirata a presentare le Isole Eolie come meta turistica dove apprezzare arte, cultura, percorsi eno-gastronomici, termalismo, vulcanologia, mare, sole e non solo.
Il giornalista Hans Mulhlbauer, ricordando l’educational tour svoltosi lo scorso mese di ottobre nelle Isole Eolie, ha mostrato alla platea alcune delle fotografie e delle immagini realizzate lo scorso mese di ottobre nelle Isole Eolie quando è nata l’idea di realizzare il Primo Rally Nautico, destinato a diventare la prima di una lunga serie di edizioni; per il 2009 la data scelta è dal 17 al 24 ottobre.
Questo evento è il primo di quegli appuntamenti destinati a creare interesse nelle Isole Eolie nei periodi cosi detti di bassa stagione.
Erano presenti a Monaco anche i signori Aldo e Roberta Natoli, Pino e Alessandra Cassarà, Giuseppe Finocchiaro, Cristian Turcarelli e Giulia Albergo.
A fine lavori il solito buffet di dolci tipici eoliani ha creato lo spunto per allacciare nuove relazioni commerciali e strategiche tra operatori eoliani e tedeschi.
Anche a Monaco le Isole Eolie stanno suscitando grande interesse e curiosità.

Lipari: Revocata la delibera sul difensore civico. Per il nuovo difensore, otto voti a Bruno

Alle 20, dopo ben 9 ore e trenta di seduta consiliare, con i voti di undici consiglieri comunali, quelli della maggioranza, è stata votata la revoca in autotutela della deliberazione n° 14 del 06.02.2009 con la quale veniva eletto difensore civico con l'avv. Emanuele Carnevale.
La richiesta di revoca da parte della maggioranza è stato specificato, nel corso dei lavori, presieduti da Pino Longo, è arrivata in quanto la delibera in questione " risulta essere stata adottata senza il rispetto della maggioranza qualificata così come richiesto e previsto dall'art. 60 dello statuto comunale".
Con la votazione in aula non si chiude, certo, la questione. Logico attendersi successivi passaggi anche in sede giudiziaria da parte di chi ritiene sia stata esercitata una forzatura o, come è stato detto in aula, un atto di arroganza da parte della maggioranza.
Maggioranza che, da parte sua, ritiene essere nel giusto e, anzi, ha paventato un possibile danno erariale a seguito di quella deliberazione e degli atti conseguenti, compreso il consiglio comunale di oggi.
Un civico consesso che, come da previsione, doveva essere caldo e così è stato. Forti e anche "pesanti" gli scontri in aula, e fuori, sulla questione relativa alla revoca della delibera consiliare. In particolare dopo l'affermazione del segretario Giovanni Famularo che ha evidenziato, su richiesta della minoranza e del Faro, che quella delibera era diventata esecutiva si è scatenata la "bagarre". Da un lato chi riteneva che a questo punto non si doveva procedere alla revoca in autotutela della delibera ma, eventualmente, ad una votazione con la quale si richiedeva la rimozione dall'incarico dell'avvocato Carnevale, dall'altra parte chi, invece, sosteneva che la delibera era viziata da illegittimità e quindi da revocare in autotutela.
Alla votazione non hanno preso parte Biviano e Sabatini, gli unici due consiglieri di minoranza rimasti in aula.
Il gruppo consiliare di maggioranza ha poi votato per il nuovo difensore civico. Otto voti sono andati al sindaco Mariano Bruno, tre a Francesco Rizzo. Ovviamente, a meno che Bruno non si dimetta da sindaco, bisognerà di nuovo tornare in aula........presumibilmente anche in quella giudiziaria

E' deceduta la prima moglie di Rossellini. Una amica del Centro Studi di Lipari

COMUNICATO STAMPA
Si e' spenta l’altro ieri a Sarteano (SI), Marcella De Marchis Rossellini, prima moglie del regista Roberto Rossellini. La De Marchis, nata a Roma nel 1916, aveva sposato Roberto Rossellini nel 1936, quando aveva vent'anni. Nel 1942 si erano separati ma non era mai cessato il rapporto d'affetto, stima e la collaborazione professionale: la De Marchis e' stata scenografa in molti film del marito e di altri famosi registi. Aveva scritto il libro autobiografico “Un matrimonio riuscito”. E’ stata presente a diverse manifestazioni del Centro Studi a Roma.
Lipari, 26 Febbraio 2009
Paola Centurrino
addetta stampa Centro Studi

Ars: Approvato il disegno di legge sui porti turistici

(www.omniapress.net) E' stata approvato dall'assemblea regionale, il disegno di legge sui porti turistici, con 47 voti favorevoli, 5 contrari e 3 astenuti. Il disegno di legge era stato presentato a settembre da Santi Formica, vicepresidente dell'Ars, insieme a Fabio Mancuso del Pdl.
Sono interessate al disegno di legge, le strutture di Cala Pisana a Lampedusa, Lipari, Capo D'Orlando, Cefalù, la Cala a Palermo, Favignana e Avola. Nel 2006 erano stati stanziati dalla giunta 50 milioni di euro per la costruzione di queste strutture però, hanno ricordato i promotori del ddl, non era ancora stato possibile spenderli, perchè c'è stata una sovrapposizione di norme regionali e statali che obbligano i proponenti di iniziative legate alla loro realizzazione a una serie di passaggi tra amministrazioni comunali e capitaneria di porto.
Nel resto d'Italia il decreto Burlando prevede che siano i comuni a decidere e la legge dunque, intende seguire questa indicazione "per semplificare la legislazione e colmare un vuoto normativo dovuto al mancato raccordo della disciplina della nautica da diporto con quella dei lavori pubblici".
Il rilascio della concessione demaniale marittima viene data al privato che intende realizzare il porticciolo, però, secondo la legge, solo dopo il collaudo delle opere, tutelando così le amministrazioni.
Nell'ambito del ddl sulle incompatibilità è stata bocciata, però, a scrutinio segreto chiesto dal capogruppo del Pdl Innocenzo Leontini, la norma che prevedeva inconciliabilità di componente della giunta regionale con la carica di sindaco e di assessore dei comuni con popolazione superiore a 20 mila abitanti oltre che di presidente e di assessore di provincia regionale. Contro quest'articolo hanno votato 38 deputati mentre 12 parlamentari hanno votato a favore.

Consiglio: Delibera esecutiva ma....

Nelle previsioni quello odierno a Lipari doveva essere un consiglio comunale caldo e così è stato e lo è tutt'ora. Forti e anche "pesanti" gli scontri in aula, e fuori, sulla questione relativa alla revoca della delibera consiliare che ha nominato difensore civico l'avv. Emanuele Carnevale. Dopo l'affermazione del segretario Giovanni Famularo che ha evidenziato, su richiesta della minoranza e del Faro, che quella delibera era diventata esecutiva si è scatenata la "bagarre". Da un lato chi ritiene che a questo punto non si deve procedere alla revoca in autotutela della delibera ma, eventualmente, ad una votazione con la quale si richiede la rimozione dall'incarico dell'avvocato Carnevale, dall'altra parte chi, invece, sostiene che la delibera è viziata da illegittimità e quindi va revocata in autotutela e che, inoltre, la nomina a Carnevale non è stata mai notificata, poichè il legale dell'ente l'ha "bloccata" in quanto non legittimità. La discussione va avanti

Lipari: Aperto il consiglio comunale per la "revoca del difensore civico"

E' iniziato a Lipari il consiglio comunale che ha all'ordine del giorno la revoca della delibera con la quale l'avv. Emanuele Carnevale è stato nominato difensore civico. Nomina avvenuta senza i voti dei consiglieri di maggioranza che, in quella seduta, erano assenti.
La tesi della revoca, sostenuta dalla maggioranza consiliare, è fortemente contestata dalla minoranza e dai consiglieri indipendenti del gruppo "Il Faro".
In apertura dei lavori è stato evidenziato da parte dell'opposizione e del Faro come, al di là di ogni altra cosa, la delibera sia già diventata esecutiva.
La discussione è in corso è la "fibrillazione" è alquanto alta. Fuori dalle transenne è presente anche l'avvocato Carnevale.

Congresso MPA a Roma: Luigi Megna delegato in rappresentanza delle Eolie

Il professore Luigi Megna rappresenterà le isole Eolie al congresso nazionale dell'MPA che si terrà a Roma. Sarà uno dei delegati che vi prenderanno parte.

Il grazie di Katia e della piccola Cristiana D'Ambra

Gentile Salvatore,
con queste righe vorremmo dare un'abbraccio forte a tutti voi che siete stati presenti e vicini con i vostri messaggi affettuosi e commoventi per il nostro caro Livio.
Grazie veramente di cuore
Katia Raffaele & Cristiana D'Ambra

Livio.. il cordoglio e l'affetto sulla "rete"

Per ricordare Livio su facebook ho pubblicato una sua foto nella mia bacheca. Non sono mancati i commenti. Alcuni davvero molto significativi. Da qui la decisione di riprenderli e trasferirli su Eolienews a dimostrazione di come Livio fosse amato e apprezzato. Ai commenti su facebook sto anche aggiungendo quelli che arrivano alla mia posta elettronica. (Lo spazio continua ad aggiornato con gli ulteriori messaggi che ancora oggi continuano ad arrivare)
"Ciao LIVIO...R.I.P" (Giuseppe Fonti)
"una grande persona!!ricca di gioia!e di forza!!addio Lì! (Sabrina Boffelli)
"Ciao bello, ti pensiamo di cuore - per sempre! (Andrea e Fedor)
"Un bacio...senza parole..." (Elisa Bertè)
-"Ciao. ricordo il nostro ultimo caffè, mentre parlavamo della vita in campagna" (Carmelo Palino)
-"Ciao Livio...sei stato un grande" (Gianmarco Merlino)
-Caro Amico...mi hai insegnato molte cose inportanti tra consigli e tirate d'orecchie,mi davi molte dritte sulla vita...sei stato un grande e grande sarà la tua mancanza a Lipari... (Alessandro Merlino)
- "di un amico speciale un ricordo delle mattinate a stromboli quando scendeva il sole dalla nave.livio caro amico mio danza tra gli angeli" (Sebastiano Cannavò)
-Il nostro non è un addio ma solo un arrivederci, ogni volta che solcherò il mare , in ogni sorriso , in ogni cosa che mi ricorderà te , continuerai a vivere nel mio ricordo . (Daniele Ficarra)
-"Che tristezza apprendere la notizia della sua morte.Un saluto ad un caro AMICO e sentite condoglianze alla sua famiglia....Ciao Livio!!!" (Giancarlo D'Ambra)
-Ciao caro Livio, oltre ad un legame di sangue ci lega un'intensa amicizia profonda. Sono dispiaciuto di non essere stato presente a darti l'ultimo abbraccio di questa vita. Sei in cielo a protteggere noi tutti e la tua dolce bambina. Mi piace pensarti lassù mentre traghetti le anime verso il paradiso, come traghettavi me e la mia famiglia ogni estate verso Lipari. Il tuo sorriso rimane impresso nel mio cuore e della mia famiglia (Filippo D'Ambra)
"Ciao Livio!!! adesso non sarai più il nostro caro amico! ma il nostro grande angelo!!!!" (Nunzia Cincotta)
-Ciao Livio, Dio ha voluto il privilegio di avere a sè il tuo sorriso e la tua immensa disponibilità. Noi teniamo l'onore del tuo ricordo, perchè quando una della persone che conosciamo e alle quali vogliamo bene ci lascia, per sempre, se questa persona non verrà dimenticata, non morirà mai, come te compare....... Arrivederci Livio (Cristian Turcarelli)
-Lo splendore dell'amicizia è la mano tesa,
è il sorriso gentile, è la gioia della compagnia,
è sentirsi utili.
Livio era la mano tesa, il sorriso gentile,
l'amico di sempre.
Livio c'era se lo cercavi e ti cercava se avevi bisogno
Livio c'era..... NO!!!
Livio ci sarà sempre solo che ora è una stella in più nel nostro cielo Eoliano.
Livio sarà la stella che ti guiderà al porto
Elodia
-"ciao Livio" (Giuseppe Bertè)
-"..nn vorrei usare una frase fatta...ma in qst caso mi sembra la più giusta date le circostanze...SENZA PAROLE...davvero...la sua perdita cs prematuramente inaspettata ci ha lasciato tt a bocca aperta qui a roma...è assurdo davvero di cm la vita possa cambiare in uno schiocco di dita..e pensare che per me e la mia famiglia lipari era anche lui...la gioia di vederlo e assecondarlo nei suoi comportamenti così assurdi ma che ci rimanevano nel cuore...stavi con lui e tt era apposto....eri a casa....lo amavano tt compresi noi...che siamo cs lontani....ringraziamo te e tt qll che si sono avvicinati alla sua famiglia e che hanno saputo coglierne il dolore....immenso di qll vuoto che forse nessuno colmerà mai più.....CIAO LIVIO....UN SALUTO DI CUORE...DALLA FAMIGLIA D'AMBRA...DA ROMA..." (Serena Fabrizi)
-"Niente più caffè insieme...sei stato un grande Livio..hai conquistato lipari con la tua solarità...ciao Livio" (Antonio Bernardi)
-"UNA GRANDE FIGURA CHE SE NE VA!!CIAO LIVIO!....SEI UNICO" (Luciano Bonsignore)
-"che strano pensare di non incontrarlo più..." (Laura La Greca)
-"Un uomo che ha vissuto di estremi....amico di tutti...gran personaggio...Ciao...." (Giuseppe Cirfeda)
-Ke tristezza ieri cercarti con lo sguardo al tuo posto di manovra e non trovarti, realizzare solo pochi istanti dopo ke non ci sarai più. Non ci sarai più nei lunghi viaggi x napoli a tenerci compagnia. Ke tristezza...........CIAO LIVIO (Maurizio Turcarelli)
-"Ciao Livio...da oggi in poi ki mi chiamerà Francesca???...rimarrai dentro ogni singolo individuo ke ha avuto la fortuna di conoscere il tuo sorriso" (Giusy De Pasquale)
-"Adesso ci sarà una stella in più in cielo.... quella stella mi appartiene, e non se ne andrà mai dai mio cuore.. Livio nn ti dimenticherò mai...:-(..." (Mary Costanzo)
-"E che dirti comparuzzo?Ancora ti ho davanti quando ogni volta mi cantavi la canzone in inglese della quale non ricordo il titolo e poi mi dicevi:OCCHI BELLI VENI CA DAMMI UN VASUZZU:-) Amico mio gran simpaticone e gran persona paccioccula..ci rivedremo, ne sono certa;)" (Lucrezia Capuano)
-"Ciao Livio.in questo giorno... il sole splende del tuo ricordo, mentre i cuori di chi ti ama piangono di dolore.. avvolti da un bellissimo alone, che si chiama RICORDO!" (Mariangela Andaloro)
-"All'amico degli amici.....Ciao Livio" (Massimo Trovato)
-"Addio Livio figura importante x lipari..il numero 1!!" (Giuliano Pavone)
-"Bruttissima notizia.................ciao caro Livio" (Veronica Licciardo)
-"Ciao Livio." (Moira Lauria)
-"Ciao Livio" (Vittorio Spinella)
-"Arrivederci caro amico mio....." (Sergio Ziino)
-Ciao Livio!!!! mi dispiace.... (Francesco Persiani)
-Livio resterai sempre nel mio cuore mi dispiace che nn sono li x darti l'ultimo saluto... (Antonio Scafidi)
-Già, resterà sempre nel nostro cuore. Sembra strano!!! (Cristina Favaloro)
-Nn conoscevo Livio..mia madre e mio padre mi dicevano addolorati che era una persona simpatica e socievole!..io gli porgo qui il mio saluto..ed un arrivederci alla prossima vita! spero di incontrarti Livio!. condividiamo nell'anima la stessa culla, Lipari che ci ha cresciuto e ci continua a crescere!..un abbraccio fortissimo alla sua famiglia!! (Diego La Greca)
-CIAO LIVIO. RIMARRAI SEMPRE NEI NOSTRI CUORI.SEI STATO UN AMICO VERO PER TUTTI. CIAO........................................ (Tullio Favaloro)
-CIAO Livio!!! sei stato grande e di aiuto anche per me, quando svolgevi il tuo lavoro sulla nave..... (Pino Famularo)
-Non ho parole..... (Maria Assunta La Greca)
-CIAO LIVIO SEI STATO E RESTERAI SEMPRE IL MIO NUMERO 1 (Carlo Zaia)
-Ciao Livio sei stato sempre un 'amico un fratello mi hai sempre voluto bene sin da quando ero piccolo ,mi mancherai tanto ... (Fabrizio Ficarra)
-Arrivederci Livio, per oggi solo una preghiera, ma per sempre il tuo ricordo. (Cesare Giuffrè)
-Ciao Livioo....Mi mancherai.. (Giuseppe De Salvatore Frey)
-Ciao Livio! (Maria Paola)
-Carissimo... Non sai quanto piacere mi fa' vedere che mio cugino aveva così tanti amici,e vedere come lo hai ricordato in questa bacheca ti rende onore! Livio ha lasciato un enorme vuoto nella nostra vita..ma nn solo nella nostra! Grazie ragazzi a tutti un abbraccio e un bacio Gio'! (Giovanna Profilio)
-Ne approfitto per fare anch'io un saluto al caro Livio....Ciao !! (Caterina Persiani)
-La vita è strana ti regala tanti attimi, ma proprio in un attimo se ne va...quanto meno te l'aspetti e te ne accorgi........ Ciao LIVIO! (Lorena Russo)
-Se pensassimo cosè veramente la vita credo che tutti ci comporteremmo diversamente. Ciao Livio! (Annunziata Rizzo)
-Non mi sembra ancora vero! ti ricorderò sempre...a presto...ciao Livio! (Marilena Cusumano)
-Ciao fratello eri lo sei e lo sarai sempre un GRANDE!! (Felice Lauro)
-Grande Livio, per sempre con noi (Massimo-marittimo FS)
LIVIO ERA COSI'.
IL RICORDO DI LORENZO BERNARDI E DELLA SUA FAMIGLIA(FIRENZE)
E' stato il primo eoliano che ho conosciuto al porto di Napoli nel 2000.
Gentile come solo gli eoliani sanno essere ci fece salire,me e la mia famiglia,sul ponte più alto della vecchia "piero"
per farci ammirare le bellezze di un arcipelago che per noi è diventato una seconda casa.
Ci fece vedere Papa Giovanni che prega,i Faraglioni, Vulcanello...tutte cose che per noi cittadini col gommone sarebbero diventate familiari con gli anni.
Con gli anni è diventato un amico,anche se solo per un mese all'anno ma comunque una persona con la quale si facevano sempre due chiacchiere volentieri,magari davanti ad un bicchiere di vino.
Siamo tutti veramente addolorati per la sua perdita.
Questa foto che allego l'ho scattata a Rinella alla fine di Luglio 2008.
Ciao Livio.......
Lorenzo
p.s.
Mi scusi signor Sarpi per l'invadenza ma io e la mia famiglia ci siamo rimasti veramente malissimo quando abbiamo letto la notizia.
Ormai siamo eoliani d'adozione anche noi (il 2009 sarà il decimo anno di vacanza da Voi) e seguiamo le sue rubriche con interesse.
Abbiamo tenuto per tanti anni il nostro gommoncino da Giovannazzo per cui Livio era una presenza quasi quotidiana.
Se vorrà pubblicare questo mio ricordo di Livio ne sarò felice.
Lorenzo Bernardi

.

mercoledì 25 febbraio 2009

Carnevale è finito: Inevitabili le polemiche su chi doveva e non doveva vincere. Ma c'è chi..per fortuna.. la mette...in satira

Riceviamo e pubblichiamo una lettera-satira carnevalesca sulla premiazione riferita ai gruppi mascherati. La lettera (firmata) la pubblichiamo proprio perchè al di là delle polemiche più o meno giuste venute fuori ieri sera(sulle quali non entriamo nel merito) pone la "questione" dal punto di vista dell'ironia.
A CONCLUSIONE DELLA MANIFESTAZIONE CARNEVALESCA CHE HA VISTO SFILARE GRUPPI E CARRI ALLEGORICI, A SEGUITO DELLA VOTAZIONE DA PARTE DELLA GIURIA DI "COMPETENZA", SONO STATI DECRETATI I SEGUENTI VINCITORI
AL 1° POSTO "C'era una volta un Dio"
AL 2° POSTO "I figli dei fiori"
AL 3° POSTO "Uomini e Donne
"AL 4° POSTO "L'Amore"
AL 5° POSTO "La Magia delle Lettere
"AL 6° POSTO "Mamy mia aiutami tu".
Abbiamo raccolto alcune opinioni dai rappresentanti dei Gruppi mascherati.
I ragazzi di Pianoconte leggermente delusi per essere arrivati al 4° posto hanno detto: "Siamo sinceri, abbiamo sfilato vestiti da baci perugina e dimostrato il vero amore, ed adesso c'è rimasto un pò d'amaro in bocca ed il cuore spezzato"
Le Mamy posizionatesi invece al 6 posto hanno affermato: "ultime ma non perchè meno importanti" e hanno continuato: "appena saputo il risultato della votazione siamo sbiancate....forse non abbiamo reso l'idea". Hanno anche aggiunto "del resto tutte le foto che ci hanno scattato sono venute scure!"
I giovani rampolli vulcanari, che tra una nave e l'altra cucivano lettere sui vestiti e che rappresentavano le lettere dell'alfabeto, ... sono rimasti senza parole.
Ai tronisti, posizionatisi al terzo posto, agli applausi si sono mischiate le parole BRAVI, BRAVI, BRAVI
La vera disputa, però, è stata tra i figli dei fiori ed il parco marino: polipi e calamari hanno intrappolato con i loro tentacoli le figlie dei fiori, questo mentre le orticanti meduse hanno punzecchiato i figli dei fiori. Inoltre al grido di "Nettuno" le seppie hanno sprigionato il loro nero che ha oscurato i colori della bandiera della pace che i figli dei fiori amavano sventolare....ed è così che alla fine l'ha spuntata il MARE, anche perchè nel momento della premiazione saliva sulla banchina di Sottomonastero!

La Ludica vola. Nuova vittoria in trasferta. E domenica nel match clou una parola importante spetta ai tifosi!

Ludica Lipari sempre più capolista solitaria nel campionato di seconda categoria(Girone E). La formazione di Cirino e Caruso impegnata oggi pomeriggio nel recupero, in trasferta, sul campo del Merì, si è imposta per 2 a o.
Le reti sono state messe a segno entrambe nel secondo tempo e portano la firma di Zagami(nella foto) e Tripi.
La Ludica a questo punto sale a quota 37 in classifica e mette nel mirino il salto di categoria. Importantissimo a questo fine sarà l'incontro di domenica prossima che gli eoliani disputeranno alle 14 e 30 al Franchino Monteleone contro il Misserio, diretta concorrente per l'accesso al torneo superiore e uno dei pochi "nei" di questo brillante torneo degli eoliani. All'andata il Misserio, infatti, si impose per uno a zero.
Ci si attende il pubblico delle grandi occasioni per dare ulteriore forza e slancio ai dirigenti e a questi giovani che, sul campo, stanno dimostrando di avere tutte le carte in regola per ridare a Lipari un campionato di calcio più "importante"

Difensore Civico: La diffida dell'avvocato Carnevale

Per domani è stato convocato il consiglio comunale di Lipari per procedere alla "revoca in aututela della delibera consiliare sul difensore civico".
Un atto di diffida è stato però fatto notificare ai Consiglieri Comunali ed alla segreteria Generale del Comune di Lipari dall'avvocato Emanuele Carnevale.
IL TESTO:
Il sottoscritto avv. Emanuele Carnevale, del foro di Messina, con studio in Lipari, via Garibaldi n°54, tramite la notificazione della presente diffida, a tutti i Consiglieri Comunali, per la legittima integrazione del contraddittorio per ragioni inscindibili o dipendenti tra loro in riferimento a quanto riportato in oggetto;
avuta legale conoscenza di un atto di autoconvocazione da parte di alcuni Consiglieri Comunali, portante come prima firmataria Corda Rosaria, prodotta nel corso di una riunione di Maggioranza, convocata dal Sindaco protempore del Comune di Lipari, in data 09/02/2009;
Che, tale autoconvocazione, riporta al capo A la non definita identificazione del difensore civico eletto, senza l’aggiunta di ulteriori dati, l’impossibilità ad essere eletto da parte di chi ha ricoperto negli ultimi quattro anni l’incarico di amministratore e la questione che l’elezione dell’avvocato Carnevale sia in contrasto con quanto previsto dal Comune di Lipari;
OSSERVA
A) Che, risulta impossibile ed oltremodo illegittimo, anche agli effetti della segretezza del voto e della conseguente non identificazione della provenienza dello stesso, che il sottoscritto, non abbia e non sia nelle condizioni di ricoprire la carica di difensore civico.
Risulta, infatti notorio, che l’avvocato Carnevale, è il decano degli avvocati di Lipari, che, non vi sono omonimie con altri colleghi che esercitano la medesima professione forense, che, per tali motivi, non sussistono incompatibilità al riguardo;
B) Per quanto attiene il fatto, che l’avvocato Carnevale abbia ricoperto, negli ultimi quattro anni l’incarico di Amministratore, tale asserzione è destituita da ogni fondamento, ed è frutto di un reale sviamento della realtà, in quanto risulta provato che l’avvocato Carnevale, non ha ricoperto, per il periodo cennato dai sottoscrittori dell’autoconvocazione, alcun incarico esecutivo presso il comune di Lipari, ma esclusivamente quello di Consigliere Comunale, che espleta, come per legge solo funzioni di indirizzo politico (vedi al riguardo art. 15 comma II leg. Reg. 30/2000, modificato dall’art. 3 della leg. Reg. 22/2008 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n°59 del 24/12/2008 – la modifica consiste “per amministratori” sono aggiunte le parole “ai fini del presente capo”);
C) Rilevano, alcuni Consiglieri, che l’elezione del sottoscritto sia in contrasto con quanto previsto dallo Statuto Comunale, approvato con deliberazione consiliare pubblicata sulla Gazzetta della Regione Siciliana n°2 del 18/09/1993 n°44 - supplemento.
In riferimento ai commi II e III dell’art. 60, modificato con delibera consiliare del 2 – 3 settembre 2002 costituisce un’obbiettiva strumentalizzazione, perché lo scopo perseguito è idoneo non solo ad integrare nelle sue varie forme, una deviazione della causa tipica, ma anche un dolo specifico discendente dal principio costituzionale della non imparzialità dei firmatari della autoconvocazione stessa.
Occorre indicare che, nel corso della seduta del 06/02/2009, per l’approvazione ad unanimità dei voti, della deliberazione n°14, nomina del difensore civico, il Segretario – notaio del Consiglio Comunale nella persona del Dott. Giovanni Famularo, non ha rilevato, nè anticipatamente, nè posteriormente al voto espresso, alcuna illegittimità, per la decisione manifestata a scrutinio segreto, tanto è vero che, da parte del Presidente protempore è stata proclamata l’elezione del sottoscritto a difensore civico.
Tale fatto, non rappresentato dai firmatari dell’autoconvocazione, costituisce uno sviamento di poteri nel quale l’abuso, allo stato e successivamente in una prossima seduta di Consiglio Comunale si sostanzia.
Illegittimamente ed impropriamente i firmatari dell’autoconvocazione sostengono che sia stato modificato e che sia in vigore (in quanto pubblicato) l’art. 60 comma II e III dello statuto, che sancisce. “ Il difensore civico è eletto dal consiglio comunale fra tutti gli iscritti nelle liste elettorali del Comune di Lipari che si trovino nelle condizioni previste nei commi successivi. Viene eletto difensore civico colui che otterrà la maggioranza assoluta dei votanti”.
Per altro, l’enunciata modifica dello Statuto Comunale, in riferimento alle modalità di elezione del difensore civico, non è stata pubblicata sulla Gazzetta della Regione Siciliana, diversamente da quanto previsto dalla legge, (che comporta la pubblicazione dello statuto) e/o di eventuali modificazioni (si guardi ad esempio supplemento straordinario della Gazzetta Ufficiale n°57 del 12/12/2008 del Comune di Alì – Messina) ed in riferimento alla circolare dell’assessorato EELL n°3 del 20/02/1997, data antecedente alla modificazione dello statuto avvenuta nell’anno 2002da parte del Comune di Lipari.
In detta circolare, è espressamente previsto che, con riferimento a quanto richiesto per la raccolta degli statuti da parte del Ministero dell’interno, necessita inviare all’assessorato EELL della regione siciliana, in duplice copia, lo statuto, tutte le delibere relative alla sua adozione, i provvedimenti di controllo afferenti, a parte, “ ove concretino annullamenti parziali”.
Per le modifiche statutarie, occorre inviare e pubblicare analoghi atti, circostanze non adempiute dal Comune di Lipari.
Ne consegue, siccome affermato dalla medesima circolare, che le copie dello statuto, integrato e modificato, vanno trasmesse nell’ipotesi di diversa strutturazione ed articolazione della normativa, e vanno, comunque, certificate, in tal caso, le INNOVAZIONI APPORTATE AL TESTO ORIGINALE.
La circolare indica, tramite l’art. 1 della L.R. n°4/1994 gli oneri dei segretari comunali al riguardo, oneri evidentemente omessi dal Vice segretario Dott. Giovanni Famularo, il quale nella seduta del 06/02/2009 ha reso legittima la deliberazione n°14.
Per quanto sopra, considerate ammissibili ed applicabili le osservazioni esplicitate, il sottoscritto avvocato Emanuele Carnevale, con il presente atto.
DIFFIDA
L’intero Consiglio Comunale, del Comune di Lipari e, per esso i singoli componenti dello stesso ed in concorso il Segretario Generale dell’Ente ed il Vice Segretario dell’Ente, a voler rigettare la richiesta di revoca della delibera n°14 del 06/02/2009, per quanto già espresso al fine di non arrecare danni e pregiudizi al sottoscritto, con illecito vantaggio per il Sindaco protempore, perché questi sia sottratto dalla legittima attività di controllo da parte del difensore civico.
In mancanza, ai fini dell’integrazione del reato relativo, rileva il sottoscritto anche l’eventuale mancanza di consapevolezza degli agenti in riferimento alla illegittimità della propria condotta, che può essere determinata da un errore sulla legge extrapenale.
Appare altrettanto certo, che il carattere abusivo di un eventuale voto favorevole per la revoca della deliberazione n°14 non si riferisce ad atti legittimi, nè a mere illegittimità amministrative, ma ad una dolosa strumentalizzazione del Consiglio Comunale e dell’Ufficio di Segreterie ed ad uno sviamento della funzione.
L’ingiustizia del danno, si correla, infatti, a vantaggi prodotti non soltanto sine iure (ossia con condotta illegittima, non giustificata dall’ordinamento giuridico), ma anche contra ius (ossia in vista di risultati lesivi, di situazioni riconosciute e garantite dall’Ordinamento).
Il presente atto viene notificato come per legge.
Lipari data della notifica.
(Avv. Emanuele Carnevale)

Trasporti: Bruno interrompe lo sciopero della fame

Da ieri il sindaco di Lipari Mariano Bruno ha interrotto lo sciopero della fame protrattosi per nove giorni. Così come aveva dichiarato prima di farlo ha atteso che Siremar riaprisse il booking sulla Milazzo-Eolie-Napoli e viceversa. Ovviamente insieme a lui hanno interrotto lo sciopero tutti i componenti della maggioranza che vi avevano aderito.
Domani, intanto, è prevista la riunione in sessione urgente del consiglio comunale che dovrà deliberare sulla revoca della delibera che ha portato all'elezione dell'avv. Emanuele Carnevale quale difensore civico

Il Carnevale 2009 nelle immagini di Caterina Persiani

Il Carnevale a Lipari attraverso il video realizzato da Caterina Persiani. Per visualizzarlo cliccare sul link sottostante.
http://www.facebook.com/home.php#/video/video.php?v=1089325401120

Un tuffo nel Carnevale eoliano 2009

Le foto delle varie sfilate del "Carnevale eoliano 2009", manifestazione organizzata dal comune di Lipari che è tornata dopo ben 5 anni di pausa. Con le nostre foto e quelle dei nostri collaboratori vi facciamo fare un tuffo in un appuntamento molto sentito e partecipato.

"Le piccole vittorie-tampone...non risolvano il dramma ma allungano l'agonia" di PIERO ROUX

(PIERO ROUX) Concordo con gli estensori del comunicato quando affermano che “Le guerre non sono mai costituite da una sola battaglia e che “per vincerle bisogna spesso affrontare non una ma tante , non di rado estenuanti, battaglie”. Sono però dell’idea che per vincere ci vuole soprattutto fede e certezza nella vittoria nonchè uomini retti non avvezzi ad accordi trasversali e giochi di potere.
Riunioni segrete presso qualche studio medico non danno certo idea di trasparenza e linearità d’intenti con quanti si spendono realmente per il bene comune.
No, non ci sono secondi fini, non sono ansioso di guidare rivolte popolari o ergermi a capo-popolo ne tantomeno veder scorrere sangue (sono pacifista e la politica è per me diletto e non mestiere) ma quanto stà accadendo mi fa seriamente pensare – come ho già scritto- che “i giochi sono già stati fatti”.
E’ vero, voglio tutto e subito perché convinto che il tempo non è a noi alleato. La primavera è vicina ed il bisogno impellente di produrre per vivere distoglierà l’attenzione della cittadinanza al problema trasporti e nel silenzio – sempre- si sono realizzati i più deleteri misfatti.
Le piccole vittorie tampone spacciate per “risultato politicamente importante” non risolvono il dramma ma allungano l’agonia e naturalmente, rispetto alla certezza richiesta, mi fanno gridare che non si è ottenuto nulla, niente, niente di niente.
Si, è vero, bisogna lottare anche contro la “pachidermica lentezza decisionale” delle istituzioni non solo nazionali ma anche di quella locale che non ha saputo -in tre anni di emergenza dei trasporti- prendere delle decisioni, pretendere il rispetto delle convenzioni e pianificare il futuro.
Eravate impegnati in altre operazioni….
Si era a fine mandato e dovevate, con spirito di abnegazione, ri-scalare il colle ed assicurarvi gli scranni migliori.
No, cari scriventi, con l’umiltà dell’uomo qualunque, confesso di non credere ad una virgola di quanto affermate; ovvero, dandovi il beneficio della non personale conoscenza, essendo voi- presumibilmente - delle persone corrette, vi confesso che forse io faccio finta di non capire ma voi non avete capito realmente niente ed i giochi sporchi stanno passando- come nuvole – anche sulle vostre teste
Se “l’amministrazione ha posto al primo punto il cosiddetto scorporo…. perchè era ed è giusto farlo”, portate avanti tale intento con forza, perché indietreggiare di fronte agli intenti –oggi- equivale a tradire oltre che voi stessi, tutta la comunità che vi ha eletto e che si sentiranno – diversamente- veramente ciechi ingenui e sprovveduti.
Cordialmente
Piero Roux

Carnevale eoliano: E' sceso il sipario

E' sceso il sipario sul Carnevale eoliano 2009 che tornava dopo una lunga assenza. Per quanto riguarda i carri allegorici al primo posto la giuria ha piazzato " La flotta del risveglio". Al secondo posto "La forza dell'equilibrio". Al terzo "Walt Disney".
Tra i gruppi primo posto per "C'era una volta un Dio".

martedì 24 febbraio 2009

Carnevale 2009 a Lipari: Gran finale

Serata finale del Carnevale eoliano 2009 stasera a Lipari. Carri allegorici e gruppi mascherati sono posizionati sul Corso V.E. da dove raggiungeranno Sottomonastero dove sono già pronti gli "Alcool Etilico" per allietare la serata e dove sarà effettuata la premiazione.
Vi proponiamo alcune foto:



Siremar "obbligata" ad effettuare i collegamenti

Palermo, 24 feb. (Apcom) - "La definizione del quadro dei collegamenti marittimi è riservata alle amministrazioni che fanno parte della conferenza dei servizi interministeriali coordinata dal ministero dei Trasporti, dell'Economia e dello Sviluppo Economico. Ogni diversa determinazione sarà valutato come inadempienza alle disposizioni ministeriali. La Siremar e la Tirrenia sono quindi obbligate ad assicurare i trasporti e a ricevere le prenotazioni in particolare sulla rotta Milazzo-Napoli".
Ad affermarlo è Salvino Caputo, presidente della commissione parlamentare Attivita' Produttive che ha ricevuto questa mattina dal ministero per i Trasporti, diretto da Altero Matteoli, una nota diretta a Siremar e Tirrenia, contenente l'obbligo di non interrompere i collegamenti con le isole minori siciliane.
"Questo provvedimento del ministro Matteoli - ha precisato Salvino Caputo - pone la parola fine ad una vicenda che ha rischiato di isolare le isole minori siciliane dalla stessa Sicilia e dal resto del Paese. In attesa della definizione della vicenda le due societa' sono tenute - ha continuato Caputo - a rispettare il numero dei collegamenti e a rilasciare abbonamenti e prenotazioni".
Intanto Caputo ha chiesto al sindaco di Lipari, Mariano, Bruno di sospendere lo sciopero della Fame.

La maggioranza consiliare: "Le guerre non sono mai costituite da una sola battaglia"

Riceviamo e pubblichiamo una nota dei consiglieri di maggioranza del comune di Lipari.
Le guerre non sono mai costituite da una sola battaglia.
Per vincerle bisogna spesso affrontare non una ma tante , non di rado estenuanti, battaglie.
Oggi, con la riapertura delle prenotazioni Siremar, si è ottenuta una “piccola” vittoria che sarebbe ingiusto non riconoscere.
Certo a qualcuno, quelli che vogliono tutto e subito, quelli ansiosi di guidare rivolte popolari, quelli che ambiscono a ergersi a capi-popolo, quelli desiderosi di vedere “scorrere il sangue”, questo non basterà. Si griderà che non si è ottenuto nulla, che bisogna avere ciò che si chiede, senza discussioni e soprattutto immediatamente.
E tutto ciò trascurando il fatto che, politicamente, si è ottenuto un risultato importante. Trascurando che, senza peraltro commettere azioni contro legge, si continua a mantenere aperto il rapporto con quelle istituzioni che seppur nella pachidermica lentezza decisionale che le
contraddistingue, sono le uniche deputate a concordare (e questa volta insieme a noi) le soluzioni che “anche noi” riterremo opportune.
Trascurando, anche, che adesso abbiamo più tempo per quegli incontri,ai tavoli regionali e nazionali, per ribadire le nostre richieste.
Ed a proposito delle “nostre richieste”, vorremmo precisare, per quelli che fanno finta di non capire, (non vorremmo pensare che realmente non capiscano), qualcosa a proposito della Siremar.
L’amministrazione ha posto al primo punto il cosiddetto “scorporo”, e lo ha sempre sostenuto con forza in qualunque incontro a qualunque livello.
Abbiamo anche precisato, nel nostro precedente comunicato, perchè era ed è giusto farlo. Ma questo non può e non deve renderci ciechi.
E’ nostro dovere non farci trovare impreparati e contemplare tutto l’arco delle possibilità che ci troviamo davanti. Chi non lo fa o è ingenuo o è sprovveduto.
In definitiva la nostra popolazione lotta per la Siremar o per il mantenimento dei servizi marittimi a cui abbiamo sacrosanto diritto?
C’e’ chi vuol fare coincidere le due cose. E ci sta bene.
Ma se, alla fine, dovessimo renderci conto che questo non è possibile, per cosa dovremmo combattere? Per la Siremar sempre e comunque, anche nell’eventualità che si prospetti una battaglia persa , o per il mantenimento delle linee e dei servizi di collegamento, qualunque sia la compagnia che le effettui?
Si crede veramente che lo studente di Alicudi non venga a Lipari se non c’è l’aliscafo Siremar? O che il turista che deve andare a Stromboli chieda tassativamente di salire sulla sulla Laurana, altrimenti si rifiuta?
Desideriamo puntualizzare quali dovrebbero, anzi debbono essere, una volta per tutte , le nostre priorità.
NOI DOBBIAMO MANTENERE LE NOSTRE LINEE ED I NOSTRI SERVIZI, ESSENZIALI PER IL NOSTRO DIRITTO ALLA MOBILITA’,
E PER FAR SI CHE CHIUNQUE POSSA RAGGIUNGERE QUALUNQUE ISOLA DEL NOSTRO ARCIPELAGO, ANCHE LA PIU' LONTANA, CON IL MINOR DISAGIO POSSIBILE.

Se quanto sopra potrà essere conseguito con la Siremar,bene. Altrimenti dovremo vedere come poterlo ottenere al meglio, anche senza.
E nel sostenere questo intendiamo solo difendere quelli che sono gli elementari interessi dei cittadini eoliani.
Insomma, facciamo tutte le lotte che possiamo, perchè è giusto farle, ma alla fine teniamo presente che non ci battiamo per chi, ma per cosa e per come
Speriamo che almeno questa volta il solito qualcuno non stravolga il nostro pensiero, che vuole essere un contributo alla migliore comprensione del problema che stiamo affrontando, e non ci metta in bocca cose che non abbiamo mai detto
(infatti qualcuno ha scritto che noi saremmo contro lo scorporo della Siremar, commettendo così reato di lesa maestà, cosa che invece non ci siamo mai sognato di affermare), mentre ci siamo limitati ad sostenere che sarebbe da stupidi, o quantomeno da miopi, innamorarsi di una strada,
trascurando quelle altre eventualità che prepotentemente si presentano
e che non si può, semplicemente, far finta che non esistano.
Ci aspettano altre e forse più dure battaglie.
E’ nostro dovere prepararle con cura per affrontarle nella giusta maniera.
Sarebbe sciocco farsi prendere dalla frenesia e dall’esaltazione.
Il problema dei trasporti è un problema comune, e non c’è alcuno che non
voglia risolverlo, perciò in luogo delle prese in giro e degli sfottò che lasciano iltempo che trovano, si cerchino comportamenti più seri e costruttivi per far si che alla fine si possa dire, speriamo:
“Abbiamo vinto, ed abbiamo vinto tutti”.
....a meno che lo scopo di tali infingimenti non sia un espediente per mascherare altri fini, che sarebbe più onesto dichiarare apertamente.
I consiglieri di maggioranza

Grandissima partecipazione e grande commozione alle esequie di Livio. Da poco riposa per sempre nel cimitero centrale di Lipari

Ha da poco raggiunto il cimitero di Lipari, dove riposerà per sempre, la salma di Livio D'Ambra, il "liparoto" marittimo della Siremar scomparso prematuramente a soli 44 anni.
Le esequie, tenutasi nell'affollatissima chiesa di San Giuseppe (che non c'è l'ha fatta a contenere le tantissime persone che hanno voluto portare la loro testimonianza di affetto a Livio), hanno visto la presenza, tra gli altri, di Mons. Tavilla, intervenuto in rappresentanza dell'Arcivescovo La Piana, e del sindaco di Lipari Mariano Bruno. Tante le persone provenienti dalle altre isole delle Eolie e dalla terraferma.
Particolarmente toccanti i ricordi che sono stati tracciati di Livio. Il suono delle sirene degli aliscafi sotto San Giuseppe e a Sottomonastero, mentre il corteo funebre stava raggiungendo quella che per Livio sarà l'ultima dimora terrena, hanno generato una fortissima commozione. Scroscianti applausi poi per il fratello Franco che ha ringraziato tutti coloro che hanno voluto dimostrare con la loro presenza l'affetto per Livio.

Trasporti: Dalla Gazzetta del Sud di oggi

Collegamenti Isole minori Il ministro Matteoli rassicura
Nessun taglio di corse Tirrenia e Siremar manterranno pure la linea con Napoli
Ma non vi è riscontro sulla durata dell'impegnoche le compagnie limiterebbero per ora a due mesi
Salvatore Sarpi
La Siremar non taglierà i collegamenti con le isole Eolie. La comunicazione arriva con una nota del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti guidato da Altero Matteoli. "Tirrenia e Siremar - si legge - continueranno a effettuare regolarmente i servizi di collegamento con le Isole Eolie anche dopo il 28 febbraio. La direzione generale per il trasporto marittimo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha svolto una verifica con i responsabili di Tirrenia e Siremar dopo le voci circolate sul rischio di tagli ai predetti servizi a partire dal primo marzo".
Il riferimento, in particolare, è alla linea Napoli- Eolie e viceversa per la quale la Siremar aveva "bloccato" le prenotazioni al 28 febbraio ingenerando apprensione tra la popolazione isolana e tra gli imprenditori.
Preoccupazione che anche dopo la nota ministeriale non è scemata perché non vi è ancora ufficialità sulla durata dell'impegno, se cioé, come si auspica, il piano trasporti sarà valido almeno fino a dicembre e non, come qualcuno paventa fino al 30 aprile, termine entro il quale le compagnie acquisirebbero le prenotazioni , solo per i prossimi due mesi.
Il che giustifica la "moderata" soddisfazione con cui il sindaco di Lipari Maria Bruno ha accolto la notizia.
Da nove giorni in sciopero della fame, le sue condizioni di salute cominciano a destare qualche preoccupazione. Bruno, ha così commentato la notizia romana:
«Ho piena fiducia nell'operato del ministro e quello di riaprire le prenotazioni è sicuramente un buon "viatico", un atto di "buona volontà" dal quale partire per tornare a sedersi attorno a un tavolo e affrontare, in modo chiaro e deciso, il futuro. Un futuro che, comunque, deve vedere protagoniste le amministrazioni isolane ed intendo non solo quelle eoliane ma dell'intera Sicilia. Con il ministro vogliamo discutere tutti i punti che rientravano nel documento presentato a suo tempo, di conseguenza non rinunciamo a priori allo scorporo, anche se non possiamo non prendere atto delle dichiarazioni di Matteoli al question-time, ma in ogni caso chiederemo garanzie anche economiche per il mantenimento degli attuali livelli di collegamento anche se si dovesse passare all'affidamento tramite gara ai privati».
Il sindaco di Lipari ha poi detto di essere pronto a interrompere lo sciopero della fame: «Aspetto, al di là della nota del Ministero, un segnale preciso e semplice nello stesso tempo: la riapertura da parte della Siremar del booking. Non appena questo accadrà, prenderò atto della "buona volontà" e sospenderò questa protesta». Una "protesta" che per il primo cittadino si sta facendo pesante. Al punto che, su consiglio del vice-sindaco e medico Alfredo Biancheri, ieri si è recato all'ospedale liparese dove è stato sottoposto a una serie di controlli compresi quelli del sangue e della pressione arteriosa. Il controllo avrebbe permesso di accertare un notevole abbassamento della stessa (90/60), rispetto a quella abituale. Al sindaco Bruno i sanitari hanno vivamente consigliato la ripresa dell'alimentazione e dell'assunzione di liquidi.
E a fianco del ministro Matteoli scende il circolo territoriale di Alleanza Nazionale delle Eolie che attraverso Sergio La Cava afferma di essere "fiducioso nell'operato del ministro e consapevole che si sta adoperando per trovare la giusta soluzione per la problematica trasporti nelle isole minori". "Alleanza Nazionale, inoltre - ha continuato La Cava - è particolarmente vicina al suo ministro che ha già ottenuto il brillante risultato di una proroga annuale dall'Unione Europea e che viene sottoposto giorno per giorno a continue sollecitazioni. Siamo certi che, se lasciato lavorare nella dovuta serenità, egli sarà in grado di concretizzare al più presto quanto promesso».

Io sono il Verbo....di PIERO ROUX


lunedì 23 febbraio 2009

Siremar, collegamenti regolari anche dopo il 28. Lo rende noto il Ministero

La Siremar continuerà ad effettuare regolarmente i servizi di collegamento con le isole Eolie anche dopo il 28 febbraio. Lo rende noto il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La Direzione generale per il trasporto marittimo del Ministero- spiega un comunicato- ha svolto infatti una verifica con i responsabili di Tirrenia e Siremar dopo le voci su un rischio di tagli a questi servizi a partire dal 1° marzo. E' stato ribadito che resta valida la disposizione del ministro Altero Matteoli del 9 gennaio tesa a mantenere inalterati i collegamenti, sui quali Tirrenia e Siremar sono quindi tenute ad accettare le prenotazioni. La notizia era stata anticipata stamani dal presidente del consiglio comunale di Lipari Pino Longo

Cellulari di protezione civile e spese sostenute, opere di somma urgenza. Le interrogazioni di Sabatini

Due interrogazioni sono state presentate dal consigliere comunale Adolfo Sabatini:
1) Al Sindaco del Comune di Lipari Dott. Mariano Bruno; All’Assessore al Bilancio Rag. Massimo D’Auria; Al Dirigente del 2° settore Dott. Francesco Subba
Oggetto: Interrogazione – assegnazione cellulari e spese telefoniche.
- Con riferimento all’oggetto il sottoscritto Consigliere Comunale Adolfo Sabatini, con la presente INTERROGA le SS. LL. per sapere:
-chi detiene cellulari istituzionali e/o di protezione civile;
-che somma è stata pagata per il traffico telefonico per ogni singolo cellulare nell’anno 2008;
-che somma è stata pagata, sempre nel 2008, per il traffico telefonico dai telefoni fissi che sono a carico del Comune di Lipari.
- Si richiede risposta scritta.
Con i migliori saluti.
Il Consigliere Comunale di Nuovo Giorno
Adolfo Sabatini
2) Al Sindaco del Comune di Lipari dott. Mariano Bruno; All’Assessore al servizio Idrico e Fognario Sig. Giulio China; All’Assessore ai LL. PP. Rag. Corrado Giannò
Oggetto: Interrogazione – interventi di somma urgenza.
- Con riferimento all’oggetto il sottoscritto Consigliere Comunale Adolfo Sabatini, con la presente INTERROGA le SS. LL. per sapere:
-quanti interventi di somma urgenza sono stati effettuati dal mese di giugno dell’anno 2007 ad oggi, con indicazione degli atti amministrativi di riferimento, degli importi dei lavori e delle ditte cui gli stessi sono stati affidati;
-quali sono le ditte iscritte all’albo dei fornitori del Comune che, in base alle categorie direttamente connesse ai lavori da eseguire, avrebbero potuto eseguire prestazioni.
-Si richiede risposta scritta.
Con i migliori saluti.
Il Consigliere Comunale di Nuovo Giorno
Adolfo Sabatini

Trasporti marittimi: "Sindaco e maggioranza rinunciano allo scorporo della Siremar? Noi no!" Comunicato stampa dell'opposizione

Comunicato Stampa del 23 febbraio 2009
Abbiamo letto con molta attenzione le dichiarazioni del Sindaco Bruno all’indomani della Bit di Milano e la presa di posizione di alcuni consiglieri comunali di maggioranza unitamente ad un assessore.
Naturalmente non siamo d’accordo con la solidarietà ad Ministro Matteoli ritenendo assolutamente insufficiente l’azione del Ministro.
Veniamo alle dichiarazioni del Sindaco Bruno che afferma: "Piena fiducia nel ministro Altero Matteoli ma occorre dare un segnale forte e preciso che faccia comprendere in modo chiaro ed inequivocabile che non è più tempo di promesse ma di fatti concreti”.
(…) “Il ministro ha affermato che non vi saranno né tagli, né soppressioni di linee per il 2009. Bene dia un segnale chiaro e deciso imponendo a Tirrenia - Siremar di riaprire da subito le prenotazioni sulla linea Napoli-Eolie e di tenerle aperte sino al 31 dicembre”. Un segnale, che secondo Bruno, sarebbe il giusto “viatico”, una specie di “apripista” per poi sedersi attorno ad un tavolo per discutere di tutta la tematica trasporti ivi compresi gli annunciati bandi di gara per i quali “le amministrazioni isolane vogliano essere protagoniste e propositive indicando le linee essenziali ed indispensabili sia per quanto concerne le tratte sociali che i servizi turistici”.
Stranamente non appare nelle dichiarazioni del sindaco nulla intorno all’obiettivo principale che la nostra comunità ed il consiglio comunale si sono dati: lo scorporo della Siremar? Una amnesia? Una scelta allineata con le posizioni del Ministro?
La stessa posizione, in qualche modo è espressa da un gruppo di consiglieri di maggioranza e da un assessore che scrivono: “il ministro delle infrastrutture, nella sua esposizione, ha detto fin troppo chiaramente, che di tale scorporo non si può nemmeno parlare, dovendosi, alla luce delle norme e delle disposizioni europee, procedere alla privatizzazione “di tutta la Tirrenia”, procedendo ad indire un relativo bando di gara, e che solo a partire dal primo Gennaio 2010, quindi a gara aggiudicata, si potrà procedere a stipulare le relative convenzioni con le regioni interessate.
Naturalmente come consiglieri di minoranza, non avendo potuto esprimere nell’odierna seduta del consiglio comunale, disertato dalla maggioranza, sentiamo l’esigenza di ribadire la nostra opinione contraria alla chiara rinuncia allo Scorporo della Siremar che proviene dal Governo, e forse a questo punto anche dal Sindaco e dai rappresentanti della maggioranza del consiglio comunale. Una “giravolta” politica rispetto a quanto votato dal consiglio meno di due mesi fa e ribadito a gran voce in tutte le occasioni e le sedute del consiglio comunale.
Ribadiamo, siamo favorevoli allo scorporo della Siremar dalla Tirrenia, operazione fattibile che si può attuare senza violare alcuna norma comunitaria nè nazionale in termini di gare d’appalto. Occorre soltanto la volontà politica del governo nazionale di rivedere l’articolo 26 del decreto anticrisi e la volontà del governo regionale di assumere l’impegno chiaramente. Naturalmente in un prossimo consiglio comunale approfondiremo i motivi per i quali, da un lato, vogliamo che rimanga un gestore pubblico e dall’altro i modi ed i criteri per i quali si può arrivare allo scorporo della Siremar dalla privatizzazione della Tirrenia.
Tuttavia il sindaco e la Sua maggioranza solidali con il Ministro Matteoli forse hanno già deciso di abbandonare alla chiusura la Siremar s.p.a., i marittimi eoliani che lavorano per questa società che rischiano la disoccupazione e l’intera comunità eoliana che si vedrà espropriata di alcuni suoi diritti fondamenti a favore di un soggetto privato che eserciterà in regime di monopolio percependo, comunque, i contributi dello Stato e/o della Regione per assicurare i collegamenti con le piccole isole.
Veniamo adesso l’aspetto economico, anche qui, il sindaco come i consiglieri di maggioranza dichiarano che: (…) per quanto riguarda il problema economico, è lo stesso ministro a farsene garante; per quanto riguarda il mantenimento delle tratta del 2008, non c’è e non ci sarà alcuna disposizione di variazione o taglio (e a questo punto qualunque disfunzione sarebbe da addebitare esclusivamente a decisioni Siremar).
Naturalmente dopo un balletto di oltre 40 giorni ed una serie infinita di dichiarazioni e rassicurazioni da parte di esponenti della maggioranza, le rassicuranti dichiarazioni del Ministro circa le sue disposizioni per il mantenimento dell’attuale livello dei servizi si scontrano frontalmente con la sua stessa contestuale dichiarazione che i 46 milioni di euro che necessitano per permettere che le sue parole si tramutino in fatti concreti, non sono stati ancora trovati come per altro molto giustamente gli ha fatto notare il Presidente dei senatori dell’UDC Giampiero D’Alia.
Le risposte del Ministro Matteoli non sono soddisfacenti, per quanto ci riguarda, soprattutto per gli aspetti che il Ministro ha omesso, a partire dalle risorse ad oggi mancanti, che, ammontano a 56 milioni di euro per il 2009 e ad 80 milioni di euro per il trascorso 2008.
Infatti, un conto sono le rassicuranti dichiarazioni del Ministro Matteoli, altro purtroppo ha fatto il Ministro Tremonti non rifinanziando il dovuto. Le questioni sono due: o si mettono i soldi che mancano o si taglia. A questo punto non bastano più le garanzie generiche ci vogliono i fatti, nero su bianco, capitoli, importi, tempi certi e precisi.
Naturalmente questa del sindaco è, ormai, una battaglia di retroguardia; il peggiore risultato possibile dopo la grande manifestazione di fiducia e solidarietà espressa dalla nostra Comunità nelle giornate dell’8 e 9 gennaio scorso. Un altro “grande” risultato della Sua amministrazione.
I consiglieri di Eolie nel Cuore, Nuovo Giorno, e U.D.C.

Carnevale: Le foto dei più piccoli

Continuiamo a ricevere e, quindi, a pubblicare le foto di Carnevale dei più piccoli. Nelle tre foto: Christian Furnari(2 mesi), Mattia Stanzione, Mattia Stanzione e Marta Mantineo
Chiunque volesse inviare foto per vederle pubblicate può farlo alla mail ssarpi@libero.it









Livio: Il ricordo del dott. Sergio La Cava di "un vero eoliano, grande compagno di lavoro e di viaggi"

Riceviamo dal dottor Sergio La Cava della NGI una missiva con la quale ricorda il povero Livio, prematuramente scomparso:
La presente vuole essere solo un ricordo sincero di un marittimo eoliano che, come tanti altri, sbarcano il lunario traghettando isolani e turisti da e verso la nostra amata, e mai come in questo momento, martoriata terra.
Ma Livio non era uno qualunque: era un vero eoliano con l'ospitalità che ci contraddistingue.
I suoi "a disposizione" o "hai bisogno?" rendono solo in parte l'idea di quanto il suo cuore, quello stesso che poi lo ha tradito, fosse proiettato verso gli altri. Conoscevamo tutti il suo carattere gioviale e per questo motivo egli era benvoluto persino da quei turisti occasionali che navigando restavano in ascolto delle sue storie.
Come uomo di mare, come armatore, ma certo di intrepretare il pensiero di tanti suoi colleghi, miei dipendenti, sento il dovere di porgere alla famiglia tutto il sostegno moralmente possibile invitandoli nel contempo a gioire del' unico fatto riconosciuto da tutti: Era un grande compagno di lavoro e di viaggi per tutti!

Eolie-Napoli e viceversa: In arrivo proroga di due mesi sulle prenotazioni

In arrivo due mesi di proroga per le prenotazioni sulla linea Eolie-Napoli e viceversa. La notizia l'ha diffusa il presidente del consiglio comunale di Lipari Pino Longo al quale l'hanno comunicata i dirigenti del Ministero delle infrastrutture. Il provvedimento già oggi dovrebbe essere comunicato alla Siremar che, come si sa, aveva bloccato l'effettuazione delle prenotazioni su quella linea al 28 febbraio.

Ciao Livio!

Livio D'Ambra, il 44enne marittimo liparese della Siremar, colto da un doppio infarto, circa due settimane fà, non c'è l'ha fatta. E' spirato al Policlinico di Messina dove ha tentato di vincere la sua battaglia contro la morte. Le sue condizioni erano apparse da subito disperate.
La tragedia ha ovviamente scosso tutta la comunità eoliana dove Livio era molto conosciuto per le sue doti umane e la grande disponibilità.
(foto di Bartolino Costa)

Lipari: Mobilitarsi subito e tutti insieme per evitare la chiusura dell'ospedale

(Gazzetta del sud- Salvatore Sarpi) Un grido d'allarme sul futuro dell'ospedale di Lipari, l'unico delle Eolie, lo lancia Saverio Merlino, segretario reggente del Partito Democratico a Lipari. «Da tempo, e alcuni medici e paramedici me lo hanno confermato – ha scritto – si teme che anche per Lipari possa arrivare la chiusura dell'ospedale e la sua possibile trasformazione in poliambulatorio. Se ciò dovesse accadere sarebbe un'altra catastrofe sociale per le nostre isole».
Merlino, nell'invitare amministratori, politici, operatori sanitari, stampa e cittadini a mobilitarsi per verificare ed affrontare tale situazione, afferma che «le isole Eolie non possono assolutamente permettersi il "lusso" di perdere anche l'ospedale. Solo così si può evitare di restare spiazzati di fronte ad una tale decisione, evitando l'ennesima tegola. I tagli nella sanità si possono fare sicuramente altrove, non nei piccoli ospedali come quello di Lipari. Anzi – continua Saverio Merlino – ritengo che l'amministrazione comunale debba chiedere all'assessore regionale alla Sanità che il nostro ospedale sia adeguato con la presenza d'altri medici specialisti e attrezzature diagnostiche idonee al fine di garantire ai residenti, principalmente nel periodo invernale, il diritto ad essere curati in maniera idonea e per poter affrontare il ricorrente e preventivabile aumento della domanda di servizi ospedalieri dovuto al moltiplicarsi della popolazione nei periodi di villeggiatura».

Parrocchia di S. Giuseppe, una comunità sempre attiva.

La parrocchia di San Giuseppe a Lipari continua a distinguersi per le tante attività, oltre a quella prettamente religiosa, poste in essere. Il tutto sotto la guida di Don Giuseppe Mirabito che sta continuando e accrescendo (ma non ne avevamo alcun dubbio) l'ottimo lavoro intrapreso dal suo predecessore Don Antonello Angemi.
Tra le iniziative in atto continua, con molta partecipazione sia di pubblico che, soprattutto, di iscritti il Torneo di calcetto "Memorial Angelo Ziino" che si disputa sul campo del Freeland club di Lipari. Giovanissimi dai sette ai quattordici anni si danno "battaglia"per raggiungere le finali fissate per il 28-02-09 / 01-03-09/ 07-03-09 e soprattutto del 08-03-09.
Torneo giunto alla IV° edizione e organizzato con il prezioso supporto delle Confraternite di San Giuseppe, della Madonna di Lourdes e dell'instancabile Santino Coluccio.
Un torneo che vuole ricordare Angelo Ziino, giovane eoliano scomparso prematuramente, trasmettendone i valori con cui lo stesso ha vissuto la sua vita terrena e cioè quelli familiari, religiosi, lavorativi e anche di sana competizione sportiva.
La stessa confraternita di San Giuseppe comunica a tutti i giovani compresi tra i sei anni e i quattordici anni che il 15.03.09 si terra' la "VI° maratona non agonistica" in onore di San Giuseppe. A giorni sara' pubblicato il cartellone definitivo della manifestazione.

Bruno: "Fiducia a Matteoli ma si dia un segnale. Si riaprano le prenotazioni sulla Napoli-Eolie"

Torna a riunirsi stamattina il consiglio comunale di Lipari. L'argomento all'ordine del giorno, manco a dirlo, è la problematica dei trasporti.
"Piena fiducia nel ministro Altero Matteoli ma occorre dare un segnale forte e preciso che faccia comprendere in modo chiaro ed inequivocabile che non è più tempo di promesse ma di fatti concreti”. Ce lo dichiarato il sindaco di Lipari Mariano Bruno al rientro dalla BIT di Milano dove le Eolie, nonostante le tante incertezze sui collegamenti, continuano a calamitare l'attenzione sia dei tour operator che dei singoli vacanzieri. “Il ministro- continua Bruno- ha affermato che non vi saranno né tagli, né soppressioni di linee per il 2009. Bene dia un segnale chiaro e deciso imponendo a Tirrenia-Siremar di riaprire da subito le prenotazioni sulla linea Napoli-Eolie e di tenerle aperte sino al 31 dicembre”. Un segnale, che secondo Bruno, sarebbe il giusto “viatico”, una specie di “apripista” per poi sedersi attorno ad un tavolo per discutere di tutta la tematica trasporti ivi compresi gli annunciati bandi di gara per i quali “le amministrazioni isolane vogliano essere protagoniste e propositive indicando le linee essenziali ed indispensabili sia per quanto concerne le tratte sociali che i servizi turistici”
E a fianco del ministro Matteoli scende il circolo territoriale di Alleanza Nazionale delle Eolie che attraverso Sergio La Cava afferma di essere “fiducioso nell'operato del Ministro e consapevole che si sta adoperando per trovare la giusta soluzione per la problematica trasporti nelle isole minori". "Alleanza Nazionale, inoltre- ha continuato La Cava- è particolarmente vicina al suo ministro che ha già ottenuto il brillante risultato di una proroga annuale dall'Unione Europea e che viene sottoposto giorno per giorno a continue sollecitazioni. Siamo certi che, se lasciato lavorare nella dovuta serenità, egli sarà in grado di concretizzare al più presto quanto promesso". Intanto da oggi l'assessore e vice-sindaco liparese Alfredo Biancheri dovrebbe tornare a ricoprire l'incarico di assessore alla polizia municipale che, nel luglio scorso, aveva rimesso nelle mani del sindaco Mariano Bruno, a causa di “incompatibilità ed evidenti contrasti nella gestione del servizio con il comandante-dirigente protempore della polizia municipale Domenico Russo".

"Vertenza trasporti" . La vignetta di Piero Roux

domenica 22 febbraio 2009

Bit di Milano è sceso il sipario: Eolie protagoniste

strong>Christian Del Bono) Si è conclusa, quest’oggi, l’edizione 2009 della Borsa Internazionale del Turismo, tenutasi a Milano dal 19 al 22 di febbraio.
L’arcipelago eoliano, rappresentato come da tradizione dalla Federalberhi Isole Eolie, ha riscosso il consueto interesse. Ciò a conferma del fatto che - nonostante una crisi strisciante che non ha risparmiato neppure la BIT che ha visto sensibilmente ridursi il proprio numero di espositori - i prodotti esclusivi e caratteristici risentono meno della crisi economica rispetto a quelli più facilmente sostituibili o connotati da una brand-idetity più debole i cui significati a questa collegati non vengono percepiti come altrettanto ricchi e variegati.
Lo stand, angolare, delle Isole Eolie, curato dalla Federalberghi, strategicamente posizionato, ha sicuramente rappresentato una tra le principali attrazioni del padiglione 7. Lo stand presentava una gigantografia, composta da 4 foto retro illuminate delle Eolie, ed è stato valorizzato dalla presenza della modella Paola, che indossava gli abiti disegnati da Giovanna Cincotta, e dalla Compagnia Popolare Liparense che ha riscosso l’apprezzamento degli operatori del settore, degli stand vicini e soprattutto dei visitatori per le generose performance canoro-musicali.
Diverse le emittenti radio e televisive, nazionali e locali, che hanno ritenuto di dare visibilità, con interviste e riprese che hanno avuto come sfondo sia lo stand delle Eolie sia le esibizioni della Compagnia Liparense.
Lo stand Eolie-Federalberghi è stato ospitato all’interno dei 160 mq riservati dalla Provincia di Messina che, attraverso questa prima iniziativa di promozione del territorio provinciale, ha dimostrato grossa sensibilità e disponibilità. Un ringraziamento particolare vanno al Presidente Nanni Ricevuto e a Gerry Gambino che ne ha curato l’organizzazione.
Molto ben riuscito anche lo stand della Arbatus che, oltre a proporre le proprie pubblicazioni di qualità, si è resa disponibile ad ospitare il materiale pubblicitario degli operatori eoliani.
Come di consueto, i primi due giorni di fiera sono stati dedicati agli specialisti del settore mentre i secondi due si sono caratterizzati per l’apertura al pubblico e per la partecipazione al Buy Italy, lo spazio riservato agli addetti ai lavori. Nutrita la partecipazione degli operatori eoliani che, come tutti gli anni, hanno onorato sia lo stand della Federalberghi sia il Buy Italy.
Venerdì sera, gli operatori e gli amici delle Eolie si sono invece ritrovati alla Mondadori, in via Marghera, per la presentazione del libro, “Le vie di Ulisse” di Clara Raimondi, curata dal Centro Studi Eoliano e con la partecipazione speciale di Vincenzo Consolo, del Direttore del Touring Club e del Sindaco di Lipari, dott. Mariano Bruno.
Momento clou per la Sicilia, l’abituale conferenza stampa dell’Assessore Regionale al Turismo tenutasi alla presenza del Presidente Lombardo e di Cecchi Paone. Sia l’Assessore Bufardeci sia il Presidente Lombardo, hanno ritenuto di tranquillizzare le Isole Minori ed in particolare le Eolie ed il Sindaco Bruno, seduto in prima fila, sul futuro dei collegamenti marittimi. Il Presidente Lombardo ha, addirittura, ribadito la possibilità che la Regione Sicilia possa procedere ad un’acquisizione sia della Siremar che dell’intera Tirrenia.
Tra gli elementi, di novità e non, proposti in BIT: il collegamento in elicottero tra l’aeroporto di Reggio Calabria e le Eolie che quasi sicuramente partirà, con i voli giornalieri di Airpanarea, già a partire dai primi di giugno; il festival del cinema la cui prima edizione potrebbe essere in ottobre; e l’ormai regolare collegamento in minibus tra l’aeroporto di Catania e Milazzo.
Positivo, pertanto, il segnale che si è cercato di lanciare in BIT. Le Eolie tentano di contrastare la crisi non con un abbattimento dei prezzi e delle tariffe bensì con un maggiore impegno sia sul fronte dei collegamenti interni sia su quello del miglioramento dell’offerta turistico-culturale dell’arcipelago. Soltanto attraverso una sistematica azione di marketing strategico – che veda il privato lavorare a fianco del pubblico per il conseguimento di obiettivi comuni - sarà possibile mantenere il fascino del prodotto Eolie rivitalizzandone le componenti che rischiano di condurre alla stagnazione. È necessario avviare un’azione in grado di valorizzare e mettere a sistema i principali attrattori del nostro arcipelago – natura, cultura, storia, tradizioni popolari ed eno-gastronomiche – investendo su mercati in grado di garantire flussi destagionalizzati di visitatori che fanno riferimento a quei segmenti legati al turismo congressuale, all’organizzazione di eventi e meeting e all’ospitalità di incentive.
Prossimo appuntamento, la fiera di Monaco che, con Sviluppo Eolie, ci vedrà impegnati nel consolidare uno dei nostri principali mercati internazionali di riferimento: quello tedesco.

Sergio La Cava(AN): Fiducia incondizionata al ministro Matteoli

"Il circolo territoriale di Alleanza Nazionale delle Eolie è fiducioso nell'operato del Ministro Altero Matteoli ed è consapevole che si sta adoperando per trovare la giusta soluzione per la problematica trasporti nelle isole minori".
Lo ha dichiarato a Eolienews il dottor Sergio La Cava.
"Alleanza Nazionale, inoltre- ha continuato- è particolarmente vicina al suo ministro che ha già ottenuto il brillante risultato di una proroga annuale dall'Unione Europea e che viene sottoposto giorno per giorno a continue sollecitazioni. Siamo certi che, se lasciato lavorare nella dovuta serenità, il Ministro Matteoli sarà in grado di concretizzare al più presto quanto promesso".