Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 10 maggio 2008

Peccati di gola: Dolci eoliani e siciliani
















Campagna raccolta differenziata: Variazioni al programma

Il calendario della campagna di comunicazione e sensibilizzazione per l’introduzione della raccolta differenziata ha subito delle variazioni. Questi gli incontri di oggi, sabato, e domani, domenica organizzati dall’Ato Me5 e dalla coop. Erica con le popolazioni locali:

SABATO 10 MAGGIO
Ore 19.00 - Pianoconte, Sala Associazione Terme di S. Calogero
DOMENICA 11 MAGGIO
Ore 18.00 - Quattropani, Info Point Chiesa Vecchia
Ore 20.30 – Quattropani, Bar Bonino

Eolie: Favaloro presidente dell'Associazione geometri

Cambio della guardia in seno all'associazione geometri delle Isole Eolie. Il geometra Bartolomeo Favaloro, subentra nella carica di presidene al collega Gaetano Barca. Lo ha eletto il direttivo dell'associazione. Al neo-presidente gli auguri di Eolie news di un proficuo lavoro

L'azalea della ricerca a Lipari, Vulcano, Panarea, Salina e Stromboli

Domani, in concomitanza con la “festa della mamma”, torna nelle piazze italiane, l’Azalea della Ricerca dell’Associazione Italiana per la ricerca sul cancro. Con un contributo minimo di 14 euro, infatti, si potrà ricevere in omaggio una piantina di azalea, contrassegnata con il marchio dell’Associazione. Alle Eolie , grazie al comitato presieduto dalla signora Rosanna Spadaro, le azalee si potranno trovare a Lipari, in Corso Vittorio Emanuele, a Panarea, Stromboli, Vulcano e Salina

Maltempo: Disagi nelle Eolie

Fermi nei porti i traghetti per Lampedusa, Pantelleria, rimasti ormeggiati ieri notte, rispettivamente, a Porto Empedocle e Trapani. Questa mattina non sono partiti da Palermo neppure gli aliscafi e la nave per Ustica. Una forte sciroccata da ieri notte si e' abbattuta sulle Eolie. I traghetti e gli aliscafi della Siremar, Ustica Lines e Ngi garantiscono le corse di linea, ma forti difficolta' vi sono negli attracchi di tutte le isole, esposti al vento di scirocco. A Lipari, nel porto di Sottomonastero, non si e' potuto utilizzare il pontile a giorno e gli aliscafi sono stati "dirottati" nello scalo alternativo di Punta Scaliddi. Gli aliscafi devono fare la fila in rada e si registrano consistenti ritardi.

Canneto: Esplode bombola di gas. Solo danni strutturali

Esplode una bombola di gas detenuta in un vecchio magazzino a Canneto alta ma, per fortuna, oltre ai danni alla struttura, non si registra altro. Poteva avere gravi conseguenze la disattenzione di un cittadino liparese il quale convinto che il fuoco, con il quale aveva provveduto a bruciare erba secca e sterpaglie nel suo giardino, si fosse spento, si è allontanato. Il fuoco, che evidentemente continuava a covare sotto la cenere, si è rapidamente propagato raggiungendo, come anticipato, il magazzino dove vi era questa bombola già utilizzata e che aveva al suo interno un residuo di gas. Il calore ha ingenerato una forte esplosione che ha distrutto una parte della struttura, “lanciando” la parte superiore della bombola ad un centinaio di metri di distanza. La fortuna ha voluto che non venissero coinvolte le abitazioni limitrofe.

Terreni "scippati" agli eoliani all'estero. Complimenti per Sabatini

"Gentile geometra Sabatini, desidero congratularmi con lei per la coraggiosa denuncia sulle disinvolte compravendite grazie alle quali decine se non centinaia di cittadini Eoliani emigrati all’estero perdono i loro sacrosanti diritti su beni immobili, conquistati col lavoro durissimo di intere generazioni, per colpa di discutibili usucapioni perpetrate quasi sempre dai soliti noti presenti in ogni isola. Finalmente una voce si è levata a difesa di italiani immigrati all’estero dopo anni e anni di pratiche illegali, poco o per nulla contrastate dalle istituzioni".
Cordiali saluti
Giulio Benedetti

venerdì 9 maggio 2008

Sabatini, il consiglio comunale e la "sedia comoda"

Lettera aperta del consigliere Adolfo Sabatini sulla "comodità" e "scomodità" delle sedie del consiglio comunale di Lipari.
"All'inizio del mio mandato di consigliere comunale, quando ho occupato una delle sedie riservate all'opposizione, ho avuto l'impressione che quelle occupate dalla maggioranza fossero piu' comode. Con il passare del tempo l'impressione iniziale svaniva, perche' vedevo spesso in piedi alcuni consiglieri di maggioranza, i quali, durante le sedute del consiglio si alzavano e si risiedevano con una certa continuita' e con una maggiore sofferenza. Io invece, piu' sto seduto nella sedia che mi e' stata assegnata, piu' mi sento comodo e a mio agio. Riconosco che sembra una sedia fatta su misura per la mia delicata parte posteriore. Una sedia con spalliera rigida, che permette di tenere la testa alta a scanso di pericolose cervicali; al contrario di certe sedie, scomode, che ti costringono a tenere la testa bassa, e ti provocano fastidiosissime scoliosi che alla fine sei costretto a muoverti con andamento strano quasi a "zigzagare". Tranquillizzo tutti quelli che sono preoccupati che io lasci la mia sedia, non e' al momento la mia intenzione, anche perche' la trovo morbida e comoda".

Canneto: Intervento dei vigili del fuoco

Intervento dei vigili del fuoco di Lipari nella parte alta della via Cesare Battisti di Canneto. Gli uomini del distaccamento di via Bagnamare sono stati allertati da alcuni residenti nella zona per via di un forte odore di gas che si stava propagando in quell'area. Giunti sul posto, attraverso le idonee apparecchiature hanno provveduto a verificare quanto segnalato. I riscontri sono stati, comunque negativi. Il forte odore potrebbe essere stato causato da qualche bombola vuota lasciata aperta e dalla quale è fuoriuscito il residuo di gas.
Nella foto: Uno dei momenti dell'intervento dei vigili del fuoco

Il Centro-sinistra torna a scrivere a Bruno sul centro di riabilitazione di Canneto

Il testo della lettera inviata al sindaco da sei consiglieri comunali del centro-sinistra(primo firmatario Bartolo Lauria) a proposito del centro di riabilitazione di Canneto:
"Signor sindaco,
lungi da noi ogni volontà di voler polemizzare su di un argomento così importante è delicato. La invitiamo a rileggere le nostre due note, del 1 e del 28 aprile 2008 con spirito tranquillo e sereno.
In merito alla Sua risposta del 2 maggio 2008 prot. 14015 ricevuta in data 6 maggio riteniamo che ci sia un equivoco da parte Sua; noi consiglieri non abbiamo mai ricevuto alcuna nota tra il 1 di aprile e il 6 maggio 2008, quindi, troviamo paradossale ed equivoco che Lei scriva di “ancora una volta torniamo sull'argomento” affermando, inoltre, di averci già “dato assicurazione” sulle iniziative dell'amministrazione.
Noi consiglieri comunali firmatari delle due note non abbiamo ricevuto, né da parte Sua né da parte dell'assessore Maggiore alcuna nota informativa ne siamo stati contattati personalmenteda Lei o dall'assessore per comunicarci i passi posti in essere dall'amministrazione; era sufficente semplicemente inviare per conoscenza anche agli scriventi la nota 12976 del 08 aprile 2008 di cui siamo venuti a conoscenza soltanto il 6 maggio 2008.
Ancora una volta, ribadiamo, che non c'è alcun spirito polemico e che ci siamo mossi su richiesta dei cittadini coinvolti nell'attuale situazione di disagio, ponendoci nei confronti degli stessi e delle istituzioni con puro spirito di servizio.
Siamo moderatamente ottimisti che l'iniziativa intrapresa dal Prefetto possa essere risolutiva della gravissima problematica e ribadiamo che nulla sarà tralasciato dagli scriventi per il riconoscimento del diritto alla salute degli Eoliani, come previsto dalla Costituzione Italiana e dai previsto dal nostro mandato popolare di consiglieri comunali".

Torna Eolie in video "I Corti di un mare di cinema"

Comunicato stampa
Festival cinematografico Eolie in video “I Corti di Un Mare di Cinema” quinta edizione
22 – 26 luglio 2008
Aperto il bando per partecipare alle selezioni del Concorso Nazionale per Cortometraggi Eolie in video
Dopo il successo riscontrato negli anni precedenti, fervono i preparativi per la quinta edizione del Festival cinematografico “Eolie in Video” promosso dal Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani. Il concorso è dedicato ai Cortometraggi italiani a tema libero e ai corti prodotti dalle scuole del comune di Lipari.
La manifestazione si svolgerà dal 22 al 26 Luglio presso i Giardini del Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani e all’Anfiteatro del Castello di Lipari. Nella serata conclusiva la premiazione e la proiezione dei cortometraggi vincitori sarà abbinata alla consueta consegna dei prestigiosi Premi “Efesto d’Oro”.
Nel corso delle edizioni precedenti sono stati premiati grandi artisti, attori, autori, registi come Nanni Moretti, Vittorio Taviani, Jasmine Trinca, Luigi Lo Cascio, Paola Cortellesi, Eleonora Giorgi, Sandro Petraglia, Enrico Lo Verso, Riccardo Milani, Stefania Sandrelli ecc. Ogni anno il festival compie un’evoluzione nell’organizzazione e nella valorizzazione dei contenuti culturali.
L’iniziativa vuole essere un’occasione d’incontro, scambio e confronto tra i giovani artisti che si affacciano nel panorama cinematografico italiano e si abbina alla volontà di offrire un importante contributo per la promozione del turismo culturale e per la valorizzazione e la salvaguardia del patrimonio naturalistico e paesaggistico delle Isole Eolie.
La manifestazione seguirà due percorsi principali, riservandosi l’opportunità di presentare in esclusiva proiezioni speciali, retrospettive, lezioni magistrali e dibattiti a tema:
1. Concorso per cortometraggi italiani, a tema libero, pensato come occasione per l’ elaborazione di spunti linguistici e indirizzato, in maniera particolare, verso la sperimentazione narrativa e artistica;
2. Rassegna di cortometraggi e video ambientati nelle Isole Eolie, riservata agli studenti delle Scuole di Lipari, per cogliere il punto di vista delle nuove generazioni sulla realtà eoliana.
Una prestigiosa Giuria assegnerà il premio Mini BMW Group Italia Spa di € 3.000 al miglior cortometraggio del concorso a tema libero, e segnalerà eventuali altre opere meritevoli.
L’Associazione Nazionale CINIT – Cineforum Italiano consegnerà il “Premio CINIT”, consistente in un assegno di € 300, al cortometraggio che più di altri si sarà distinto per l’approfondimento di tematiche sociali ed esistenziali.
Per i cortometraggi più meritevoli realizzati dalle scuole alle Isole Eolie la Direzione Artistica assegnerà il premio “Roberto Rossellini”, consistente in una targa con il logo della manifestazione e in una selezione di pubblicazioni edite dal Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani.
L’edizione 2008 di Eolie in Video sarà valorizzata dalla presenza di ospiti illustri, grandi personaggi dello spettacolo nazionale e internazionale, i cui nomi saranno presto resi noti. E ancora anteprime, retrospettive, incontri con gli autori, mostre, editoria cinematografica, spazi dedicati ad artisti siciliani e alle isole Eolie come set.
Il Festival si sostiene grazie all’operato del Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani e all’intervento determinante del partner commerciale MINI BMW ITALIA, che da anni continua a sostenere il progetto culturale di Eolie in video".

Il bando di concorso e la scheda di adesione potranno a giorni essere consultati sul sito internet del Festival www.eolieinvideo.org, e su www.centrostudieolie.it
Per informazioni e chiarimenti: centrostudieoliano@tin.it
Sconto del 10% nelle strutture convenzionate con il Festival

Finocchiaro a Casilli: "Non la riconosco come mio capogruppo"

Resta alquanto agitato il mare all'interno di Forza Italia a Lipari. L'ennesimo atto di una lacerazione, sempre più evidente all'interno del gruppo consiliare, si è consumato oggi con una lettera che il consigliere Lelio Finocchiaro ha inviato al suo collega Casilli e per conoscenza al sindaco di Lipari, a tutti i consiglieri e a tutti gli assessori.
IL TESTO INTEGRALE:
"Egr. Consigliere,
Verificata la sua abitudine, più volte da me deprecata, di volere assumere decisioni in qualità di CapoGruppo di Forza Italia, decisioni che Lei , a mio modesto avviso,non ha alcuna autorità a prendere perchè assunte senza la dovuta presenza di Consiglieri, e tendenti a presentarle come cose già fatte e non già derivanti da pareri liberamente espressi dai componenti del Gruppo
che lei dovrebbe rappresentare.
Assodata la sua non condivisibile abitudine a convocare riunioni senza di ciò avvertire la totalità di componenti il Gruppo. Non potendo per ciò avere alcuna certezza o informazione delle iniziative da Lei prese o che sta per intraprendere. Venendo meno quelle che, a mio parere,sono le caratteristiche che devono essere proprie a chi ricopre un incarico tanto delicato, che sono: fiducia e affidabilità.....
Le rendo noto che , a far data dalla presente, mio malgrado non posso più riconoscerLa come mio Capo gruppo in Consiglio Comunale, e qualunque decisione o iniziativa non potrà, dalla stessa data, essere presa anche a nome mio, riservandomi autonomamente di decidere di volta in volta".

Welcome Panarea: Nessun ostacolo dalla Procura per la ripresa dei lavori

La Procura della Repubblica di Barcellona non frappone alcun ostacolo alla ripresa dei lavori del “Welcome” ovvero l'arredo urbano del porto dell'isola di Panarea. Anzi sollecita le amministrazioni preposte affinchè si facciano carico di consentire celermente la prosecuzione degli stessi. Il tutto dovrà avvenire conformemente alle prescrizioni e alle autorizzazioni paesaggistiche. Lo ha evidenziato in una nota inviata al prefetto di Messina, al sindaco di Lipari e alla Sovrintendenza di Messina il sostituto procuratore dott. Domenico Musto. Come si ricorderà nel luglio scorso, dopo che era passata inosservata una precedente ordinanza della Sovrintendenza che invitava la ditta esecutrice a sospendere I lavori, era intervenuta la Procura per impedire che gli stessi proseguissero. Sull'isola, in quell'occasione erano sbarcati il dott. Domenico Musto, il comandante della stazione dei carabinieri di Lipari il luogotenente Francesco Villari e il consulente tecnico d'ufficio nominato dalla Procura di Barcellona, l'ing. Giuseppe D'Andrea. In quell'occasione era stata accertata attraverso la perizia tecnica l'utilizzo di materiale diverso da quello previsto dal capitolato d'appalto(pietra arenaria al posto di quella locale o di origine vulcanica), l'inottemperanza alla sospensione dei lavori ordinata dalla Sovrintendenza. Sul registro degli indagati finorono il titolare dell'inpresa edile di Misterbianco che stava realizzando I lavori e il direttore dei lavori. Le successive indagini avrebbero portato il P.M. Ad ipotizzare I reati di truffa aggravata ai danni dell'ente pubblico. Il quadro accusatorio ed eventuali altri provvedimenti dovrebbero essere ufficializzati dalla Procura a breve. “Il giusto blocco dei lavori- ci ha dichiarato il sindaco di Lipari al quale ci siamo rivolti per avere conferma del via libera della Procura- ha comportato sicuramente dei disagi e un danno all'immagine turistica dell'isola. Per questo motivo abbiamo cercato e trovato il conforto della Procura per poter proseguire nei lavori nel rispetto del bene paesaggistico e forti anche di un progetto dell'ing. Codraro al quale la Sovrintendenza ha dato il via libera. Abbiamo trovato nel dottore Musto, una volta che egli ha concluso le necessarie indagini, grande disponibilità e sensibilità per rendere di nuovo fruibile a turisti e residenti la piazzetta attigua al porto di Panarea che rappresenta una vetrina per l'isola stessa".

Judo: Eoliani alla fase regionale Under 23

Domenica prossima, 11 maggio, si disputerà a Catania al " Palalivatino" la fase di qualificazione regionale Under 23, competizione riservata ad atleti Juniores e Seniores fino al 23° anno. Per lo Sporting Club Judo Lipari parteciperanno Paolo Mezzapica nella ctg. kg.66 e Mattia Raccuia ctg. kg.90.
La finale Nazionale sarà sempre a Catania nei giorni 31 maggio e 1 giugno.

Lipari: Controlli sulla rumorosità delle navi-cisterna

Un tecnico incaricato dalla Marnavi ed uno dal comune di Lipari hanno effettuato ieri un sopraluogo nell'area di Bagnamare, nel sito dove le navi cisterna scaricano l'acqua potabile. L'obiettivo era accertare, anche a seguito delle numerose denunce e segnalazioni dei residenti, la rumorosità che si registra nell'area durante tali operazioni. Il sopraluogo di ieri è servito a verificare qual'è l'impatto acustico causato da una delle navi attrezzate con sistemi di eliminazione della rumorosità.

L'azalea della ricerca anche a Salina

L'azalea della ricerca torna domenica prossima in tutte le piazze italiane in occasione della Festa della mamma. Quest'anno, oltre che a Lipari, Vulcano, Stromboli e Panarea, l'azalea della ricerca si troverà anche nell'isola di Salina.

Forza Italia/Mario Cincotta: "Chi vince deve governare"

A seguito delle polemiche e delle prese di posizione verificatesi in Forza Italia a Lipari e alla "paventata" apertura all'UDC una lettera è stata inviata dal consigliere comunale Mario Cincotta al sindaco Mariano Bruno, agli assessori di FI Corrado Giannò e Giovanni Maggiore e ai consiglieri comunali del partito. Il testo:
"I risultati elettorali che ad ogni consultazione hanno reso in questi anni FI protagonista assoluta della politica Eoliana sono da attribuirsi all’impegno personale dei suoi riferimenti locali, trascinati ed entusiasmati sempre dal carisma del Presidente Berlusconi. Purtroppo, ciò che è mancato da sempre a FI, rendendola, pur essendo il primo partito, una compagine fantasma , è stata la mancanza del “gruppo” al quale fare riferimento. Ciò, ha determinato e determina un assoluto distacco tra l’amministrazione, i consiglieri Comunali e la base costituita dai cittadini elettori i quali non hanno punti di riferimento per indirizzare le loro istanze e per rappresentare le proprie esigenze.
Quanto deciso dai Consiglieri di FI mercoledì, è stato fatto per rafforzare il giusto ruolo (oggi alquanto evanescente) del capogruppo Casilli nei rapporti con l’amministrazione , con la presidenza del C.C. e le altre forze politiche ed al tempo stesso a Giovanni Cincotta (già indicato a suo tempo unitamente a Mimmo Fonti coordinatore di FI a Lipari) il ruolo di raccordo tra la base di FI ed il gruppo dei consiglieri Rifici, Cincotta, Casilli, Mirabito, ruolo importante e costruttivo per la crescita del partito, ma ciò, anche al fine di evitare le sempre più frequenti intromissioni di “figure” esterne ed estranee a FI che sempre più spesso parlano o operano per nome e per conto senza averne né diritto, né legittimazione.
In ragione di ciò, ritengo che la riunione non ha inteso nominare figure di comando all’interno di FI ma, sia piuttosto servita a ribadire la piena legittimità del ruolo delle figure già esistenti quali il Capo gruppo ed i coordinatori cittadini col preciso intento di rimarcare ruoli e competenze all’interno di FI, intervenendo in tutte quelle decisioni che determinano il ruolo di FI nell’amministrazione del Comune con il giusto contributo di uomini ed idee. All’interno di tali logiche, ritengo le smentite dei colleghi Rifici e Mirabito un malinteso determinato da quanti non conoscendo lo spirito della riunione , hanno fomentato incomprensioni. Ribadendo (e ritengo per questo di poter parlare a nome di tutti), il pieno sostegno alla Amministrazione guidata da FI, ma rivendichiamo con fermezza il diritto al ruolo di C.C. che ci è stato delegato dalla gente senza se e senza ma! Nel pieno diritto e nel rispetto della propria dignità politica e personale e pertanto, con più partito e meno incomprensioni ma, soprattutto con l’isolamento di quanti sono vicini a FI quando pensano di poter racimolare vantaggi personali.
Per quanto concerne eventuali “aperture”, il mio pensiero immutabile è: chi vince, ha diritto ed il dovere di governare, chi perde, quello altrettanto importante di controllare.
Le alleanze, vanno fatte a priori sulla base dei programmi e mai, per il rispetto che si deve agli elettori possano essere fatte a posteriori sulla base delle convenienze".

giovedì 8 maggio 2008

Forza Italia: La risposta di Casilli a Mirabito e Rifici.

COMUNICATO STAMPA
"Con riferimento al comunicato stampa del 07 u.s. ,sottoscritto da tutti gli intervenuti alla riunione (Rifici, Mirabito, Cincotta e il sottoscritto) e in risposta alle dichiarazioni dei consiglieri comunali Rifici e Mirabito, con animo pacifico e ad onore di verità e, supportato in questo, da quanto oggi dichiarato dal consigliere Mario Cincotta, pienamente condiviso dal sottoscritto, è opportuno precisare come nulla di diverso da quanto unanimemente concordato sia stato comunicato e pertanto non si capisce la nuova posizione polemica assunta dai consiglieri Rifici e Mirabito.
Agli stessi consiglieri comunali Rifici e Mirabito rivolgo il mio sincero invito affinché gli stessi evitino di fare apparire FI come un partito in crisi cosa che non è e non sarai mai sino a quando lo scrivente capo-gruppo consiliare continuerà a dare il proprio costruttivo apporto al sindaco Mariano Bruno.
Questa mia specifica vuole certificare proprio nei confronti del nostro sindaco (da noi fortemente voluto e sostenuto in campagna elettorale) la costanza di collaborazione costruttiva che mai è venuta meno.
E’ questo che forse preoccupa alcuni personaggi che vengono continuamente oscurati dal continuo e costante lavoro del sottoscritto a favore del progetto politico sottoscritto con il nostro sindaco".
NDR- Sin qui la risposta di Casilli. Quel che è certo è che al di là degli atteggiamenti di facciata, dei comunicati e dei contro-comunicati, in Forza Italia eoliana(o in una parte di essa) c'è un certo prurito, acuito dalle voci di impasti e rimpasti, dalla voglia di essere e/o apparire, dalla volontà o meno di celebrare "matrimoni politici" o semplici "ricongiungimenti". Perdendo così di vista il ruolo al quale gli elettori hanno destinato ogni singolo consigliere comunale. Ma visti i "venti" che tirano questa potrebbe essere sola l'avvisaglia di una tempesta oppure la classica "tempesta in un bicchiere d'acqua"

PDG Unesco: Bruno, importanti passi in avanti

Si è tenuta ieri a Palermo la seconda riunione del tavolo permanente sul piano di gestione del sito Unesco delle Eolie. Sono emerse importanti novità. Il sindaco Mariano Bruno, presente alla riunione, ci ha dichiarato che si sta lavorando alacremente affinchè il piano di gestione non sia assolutamente penalizzante così come è in atto ma che tenga piuttosto conto degli indirizzi proposti dall'amministrazione e dalla maggioranza del consiglio comunale di Lipari. Il documento "limato" prima di andare all'Unesco tornerà a Lipari per essere sottoposto alla valutazione del consiglio comunale.

Aria d'estate: Velieri, navi da crociera e studenti in gita

Alle Eolie si respira aria d'estate. Oltre alle stupende e meravigliose giornate di sole a rafforzare l'idea che le lunghe e buie giornate invernali sono solo un triste ricordo arrivano le stupende navi da crociere e le tante gite scolastiche. Dopo avervi mostrato ieri il veliero "Le Ponent", alla fonda nella rada di Marina Corta, vi proponiamo oggi un'altro maestoso veliero e una nave da crociera che hanno fatto tappa oggi a Lipari. A completare il quadro una trentina di studenti in gita d'istruzione che stamattina hanno preso d'assalto la spiaggia di Canneto.

Eolie: Sarà di nuovo emergenza rifiuti. Si ferma la "Green Lipari"

Nuova emergenza rifiuti nelle Eolie nei prossimi giorni. Tornerà a fermarsi la "Green Lipari" la nave che trasporta i rifiuti eoliani sino a Milazzo da dove prendono la strada per la discarica di Mazzarrà S. Andrea. Da domani e sino a domenica sarà sottoposta a lavori di manutenzione. Una ulteriore interruzione del servizio, sempre per lavori al natante, si avrà dal 14 al 18 maggio. Logico attendersi, come d'altronde già avvenuto ad aprile, cassonetti straboccanti, cani randagi felici e fetore. L'Ato Me 5 "Eolie per l'Ambiente" sottrarrà alla società armatrice i giorni di stop. Ma chi riuscirà a quantificare il danno di immagine alle Eolie in un periodo in cui le isole cominciano ad affollarsi di turisti? E poi, questi interventi programmati(vedi ad esempio quello che va dal 14 al 18 maggio) non potevano essere effettuati in momenti meno cruciali?

Filicudi/Alicudi: Emigranti espropriati dei propri beni. L'intervento di Sabatini

Riceviamo una forte segnalazione-denuncia dal consigliere Adolfo Sabatini su una "squallida" operazione ai danni degli emigrati eoliani. Il testo:
"Mi è stato sollecitato da alcuni Eoliani emigrati all'estero di attenzionare quello che negli ultimi anni è diventata una squallida consuetudine in particolare nell'isola di Filicudi ed Alicudi.-
Molti emigranti si sono visti privare dei loro beni da alcuni personaggi, che dichiarando davanti ad un Notaio che avevano posseduto il bene per molti anni vendita per antico possesso, lo vendevano ad amici o turisti compiacenti, all'insaputa dei legittimi proprietari.
Non so quali sono i pochi Notai che si sono prestati a questo sciacallaggio, ma so che è stata fatta razzia di terreni e ruderi dei nostri amici emigrati solo perchè il destino li ha costretti a lasciare le loro amate isole. Quello che mi lascia sbigottito, è come due o tre personaggi possano aver dichiarato in questi anni di avere l'uso di centinaia di terreni e decine di fabbricati, di averli coltivati e/o manutenuti indisturbatamente.
Ritengo che gli organi competenti, ai quali mi rivolgerò in seguito, ordine dei Notai, Catasto di Messina, Ufficio successioni di Roma, non si siano accorti dell'anomalia e della vergognosa speculazione.
Gli Eoliani all'estero vanno tutelati e difesi, a loro deve andare la nostra riconoscenza per amare le isole forse più di noi che viviamo quì.
Proporrò all'Amministrazione Comunale di rilasciare i certificati di destinazione urbanistica necessari per rogare presso un Notaio, solo ed esclusivamente agli aventi titolo, al fine di fermare lo sciacallaggio perpetrato a danno degli Eoliani residenti all'estero.-
Ricordo a chi legge, che un rogito per "Antico possesso" può essere IMPUGNATO entro 10 anni dalla sottoscrizione".
il Consigliere Comunale
Adolfo Sabatini

LIPARI: IL CHIOSTRO NORMANNO

In seguito alle continue invasioni arabe l'isola di Lipari era quasi completamente disabitata. Quando arrivarono i Normanni con l'intento di rianimarle trovarono a Lipari solo un ristretto numero di abitanti di lingua greca. Così nel 1083 il conte Ruggiero il Vecchio inviò dei monaci benedettini. Questi apprezzarono molto la bellezza e la serenità del luogo ed invogliati costruirono un monastero nei pressi del castello. L'abate Ambrogio, a capo dei monaci, fece costruire un chiostro. Il vero chiostro normanno che noi oggi ammiriamo venne però costruito all'epoca del re normanno Ruggero II, intorno al 1131. Il monastero e relativo chiostro vennero ricostruiti secondo i modelli benedettini cluniacensi, la chiesa era in primo piano rivolta a nord, seguiva il chiostro a sud dove i monaci svolgevano gran parte della loro giornata, quindi proseguiva con il monastero. La pace continuò per numerosi anni e la vita dei monaci non subì mutamenti, ma terribile e disastrosa fu l'invasione dei Turchi. Tutto venne distrutto con un incendio e la popolazione resa schiava. Subito Carlo V iniziò l'opera di ricostruzione, egli sentì viva l'esigenza di fortificare il castello con mura inespugnabili, inoltre la cattedrale venne riedificata più grande, simbolo vivo della cristianità e della fede degli isolani. A tre navate, imponente, si estese sul lato nord del chiostro.
Ormai il chiostro non aveva più il suo ruolo principale, venne adibito a cimitero e ricoperto per oltre un metro. In seguito ad un terremoto venne poi soffocato da un muraglione che lo fece quasi completamente scomparire.
Solo da pochi decenni fu riscoperto nella sua naturale bellezza. Nel 1978 Luigi Pastore, curiosando tra gli ambienti attigui la cattedrale, notò dei capitelli e subito avvisò le autorità competenti. Oggi appare in tutta la sua bellezza ed è oggetto di continue visite turistiche. Inizialmente era quadrangolare anche se il lato nord più corto. Al centro c'era un giardino avvolto ai lati da una galleria con colonnato. Il lato nord venne distrutto e annesso alla chiesa dopo un restauro. Le colonne esistenti hanno un particolare pregio perché provenivano da case romane precedenti e sono tutte quelle scanalate.
Di interesse sono alcuni capitelli raffiguranti animali mostruosi o colombe che beccano datteri. Probabilmente furono realizzati da un artigiano ad imitazione della scuola benedettina cluniacense.
Rimangono anche frammenti di pavimenti antichi molto facili a sgretolarsi i quali sono stati quindi accuratamente protetti in fase di restauro.

Salina: Nasce il club Unesco

La Federazione Italiana Club e Centri Unesco, durante i lavori della sua ultima assemblea nazionale tenutasi a Bologna, ha annunciato la nascita del "Club Unesco Salina-Isole Eolie".
Il "Club Salina-Isole Eolie", presieduto da Valeria Piccinini, si propone tra l'altro di valorizzare, nel tempo, tutti gli aspetti che rendono unica questa isola, non ultimi il periodo dei "mercanti di mare" e la grande epopea dell'emigrazione, momenti fondamentali della sua storia.

Forza Italia: Anche Mirabito smentisce Casilli

COMUNICATO STAMPA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FELICE MIRABITO
"L'incontro del 7 u.s. tenutosi tra alcuni consiglieri di Forza Italia, convocato dal capo gruppo consiliare, aveva lo scopo di coordinare l'attività del gruppo in seno al consiglio comunale ed in quella sede è stata rinnovata, dai consiglieri presenti, la fiducia al già nominato capogruppo rag. Antonio Casilli. La nomina del coordinatore locale, del gruppo di Forza Italia, non può spettare ad alcuni consiglieri comunali, tra cui lo scrivente. Tale incarico, fino a revoca da parte degli organi superiori del movimento politico, provinciali o regionali, ovvero fino a nuova nomina dopo regolari elezioni tra gli iscritti al movimento, spetta ai coordinatori nominati in occasione delle scorse elezioni amministrative se non dimissonari".
N.D.R. Dopo Rifici e Mirabito a smentire il comunicato stampa di Casilli, per la parte riguardante il coordinatore cittadino di Forza Italia, manca solo la smentita di Mario Cincotta. Logico chiedersi il perchè di questa "fuga in avanti" del consigliere Casilli e come mai lo stesso ha ritenuto a nome degli altri diffondere un tale e così chiaro e, a questo punto, contestatissimo comunicato. Attendiamo risposte. Arriveranno?

mercoledì 7 maggio 2008

Forza Italia: Rifici smentisce Casilli sul coordinatore cittadino

COMUNICATO STAMPA DEL CONSIGLIERE RAFFAELE RIFICI:
"IL CONSIGLIERE DI FORZA ITALIA RAFFAELE RIFICI, PRIMO ELETTO NELLE ULTIME AMMINISTRATIVE, IN ATTESA DELLA COSTITUZIONE DEL PARTITO UNICO POPOLO DELLE LIBERTA', DICHIARA DI PRENDERE LE DISTANZE DALLE DECISIONI CHE SCATURISCONO DAL COMUNICATO DEL CONSIGLIERE ANTONIO CASILLI E DI NON RICONOSCERE ALCUN COORDINATORE CITTADINO SE NON QUELLO A SUO TEMPO NOMINATO DAL COMMISSARIO".

Forza Italia: Casilli terrà i rapporti con l'amministrazione, Cincotta coordinatore cittadino

COMUNICATO STAMPA
Si sono riuniti oggi a Lipari i consiglieri comunali del gruppo di Forza Italia i quali, che in attesa e nelle more della fase della futura costituzione del PARTITO UNICO DELLE LIBERTA, hanno deciso che i rapporti con l’amministrazione Bruno saranno curati dal capo gruppo Antonio Casilli Coordinatore cittadino è stato designato Giovanni Cincotta.
Lipari li 07/05/2008
CINCOTTA MARIO
MIRABITO FELICINO
RIFICI RAFFAELE
CASILLI ANTONINO
Come è risaputo i consiglieri comunali di Forza Italia in seno al consiglio comunale di Lipari sono cinque. Al comunicato, presumibilmente perchè assente alla riunione, manca la firma del quinto consigliere, il dott. Lelio Finocchiaro.

"Per Canneto": Proposte per circolazione e sosta estiva

In una lunga lettera l'Associazione per Canneto torna ad affrontare la tematica della circolazione estiva nella frazione. Dopo una serie di considerazioni sulle ordinanze emesse nel passato e sulla contestata ordinanza dello scorso anno che instaurò il senso unico sulla Marina Garibaldi e le strisce blu a pagamento l'associazione presieduta da Ninì Giardina sottolinea come "i fatti dimostrerebbero che il senso unico nella via Marina Garibaldi, "appesantito" anche da una possibile "non gradita" istituzione di parcheggi a pagamento, non è attuabile".
Nella lettera si evidenzia, inoltre, che se l'intenzione dell'amministrazione comunale è quella di riproporre, anche per l'anno 2008, la stessa circolazione dello scorso anno, vi è una proposta predisposta dal signor Bruno Martello (esperto per la viabilità del comitato). In poche parole per evitare di caricare di traffico la superiore via Cesare Battisti viene proposto il doppio senso di circolazione sulla Marina Garibaldi con contestuale possibilità di ottenere 200 posteggi (lato mare). Per ottenere ciò, viene evidenziato, bisognerebbe sottrarre il marciapiede lato mare al transito pedonale, rendendolo, insieme ad altri 2 metri e 30 di carreggiata, area per la sosta ed eliminare la sosta lato monte. Si avrebbe così- sostiene l'Associazione Per Canneto- una carreggiata di 5,20, sufficiente per il transito a doppio senso. Ovviamente il marciapiede lato monte resterebbe a disposizione dei pedoni, liberandolo dove è necessario da eventuali occupazioni "non autorizzate"

A Lipari "Le Ponent" reduce dalla disavventura somala

Le Ponent, il veliero da turismo francese, di casa nelle Eolie e abbordato il 4 aprile dai pirati al largo delle coste somale, è arrivato stamattina alle 11 e 30 nella baia di Lipari. A bordo vi è lo stesso comandante che ha dovuto subire l’irruzione dei pirati e, successivamente, assistere all’azione delle truppe elitrasportate francesi che lo liberarono unitamente agli altri 29 componenti l’equipaggio. Operazione che portò all’uccisione di tre dei pirati-sequestratori. All’arrivo nel porto di Lipari, così come è prassi, a bordo del veliero sono saliti i carabinieri per le rituali operazioni di “polizia di frontiera”. Alla vista del maresciallo Francesco Villari e dei suoi uomini il comandante del veliero “Le Ponent” , che parla abbastanza bene l’italiano, ha affermato di essere estremamente contento di avere visto facce amiche e non certo quelle dei sequestratori. Le Ponent alle 18.00 ha mollato gli ormeggi.
Nella foto: Le Ponent al largo di Marina Corta, prima di mollare gli ormeggi

Il Faro e Gesuele Fonti guardano ...in Provincia

Il FARO, la lista civica liparese che nelle ultime amministrative del comune di Lipari è riuscita a portare in consiglio comunale i consiglieri Gesuele Fonti e Francesco Megna, nelle prossime consultazioni elettorali per la Provincia regionale di Messina sembra orientato a correre in "gemellaggio" con un'altra lista civica. In questo contesto troverebbe corpo e forza la candidatura di Gesuele Fonti al consiglio provinciale. Ovviamente la possibile candidatura di Fonti sarà concordata e decisa nel corso di un apposito incontro.

Servizi riabilitativi a Lipari: Slitta riunione in prefettura

Slitta al 16 maggio alle 12 e 30 la riunione che il prefetto di Messina, su sollecitazione di sei consiglieri del centro-sinistra di Lipari e dell'on. Filippo Panarello, aveva convocato per dopodomani e che aveva per oggetto la questione relativa alla sospensione del servizio nel centro di riabilitazione di Canneto. Il prefetto ha preferito rinviare l'incontro poichè il dott. Paolo Magaudda, direttore amministrativo della Società Servizi Riabilitativi, aveva chiesto di rinviare l'incontro poichè il nuovo consiglio d'amministrazione della società non si è ancora insediato(l'insediamento avverrà il 9 maggio). "E' evidentemente intendimento di questa prefettura- ha scritto il prefetto Francesco Alecci nella lettera inviata a tutti gli invitati- che l'esame congiunto del problema di cui trattasi venga compiuto alla presenza di tutte le parti formalmente e sostanzialmente interessate alla vicenda e, pertanto, è quanto mai indispensabile l'apporto del rappresentante della citata società".

Bruno: Nelle scelte per la Provincia vogliamo dire la nostra

“Non può essere solo Messina a scegliere chi sarà il candidato alla Presidenza della Provincia. Nel territorio provinciale ci sono tanti e tanti altri comuni che hanno il diritto, attraverso i loro rappresentanti, di dire la loro e concorrere, per quanto possibile, ad individuare il presidente”. A lanciare la “bomba” sulla corsa alle designazioni per Palazzo dei Leoni è il sindaco di Lipari e presidente dell'Ancim Sicilia, Mariano Bruno. “Sono in questo momento- ci ha dichiarato- il portavoce di decine di sindaci che reggono i comuni della nostra Provincia che vogliono dire la loro in tema di scelte che riguardano il soggetto istituzionale che dovrà reggere una realtà complessa come quella della nostra Provincia. Siamo stanchi di farci calare sempre cose dall'alto e di essere tenuti in considerazione solo quando si ritiene indispensabile il nostro contributo”. Mariano Bruno ha anche anticipato che, nelle prossime ore, questi sindaci si incontreranno per definire le strategie da adottare. “Nessuno-ha concluso Bruno- legga in questa nostra presa di posizione ambizioni di poltrone a livello provinciale. E' solo il desiderio e la voglia che anche le nostre popolazioni possano dire la loro su scelte che riguardano anche il loro futuro. Ma i nostri politici da questo orecchio sembrano non sentirci se è vero che per vedere un esponente delle isole minori al Parlamento nazionale l'ha dovuto candidare la Lega di Bossi e fuori dalla Sicilia”. Il chiaro riferimento è al vice-sindaco di Lampedusa eletto nella Lega Nord.

Mariano Bruno: Chi ha perso resta fuori. Porte chiuse all'UDC

Il sindaco di Lipari Mariano Bruno rigetta inoltre ogni possibilità che, a seguito di accordi maturati nelle segreterie dei partiti, ci possano essere mutamenti all'interno della sua compagine amministrativa. “Nelle scorse elezioni- ha affermato Mariano Bruno- ognuno ha fatto una scelta e ha giocato il suo ruolo. Il popolo sovrano ha deciso di dare fiducia alla mia persona e alla coalizione che mi ha sostenuto e con questa coalizione andrò avanti sino alla conclusione della legislatura. Sento parlare di accordi con l'UDC, di ingressi nel gruppo di maggioranza e in giunta di partiti che le elezioni le hanno perse. Voglio sperare siano solo voci. Nessuno mi ha contattato direttamente ma, in ogni caso, sia chiaro che non daremo spazio ad alcuno. Se poi dovessero arrivare diktat dall'alto sono pronto a dimettermi”.
Rappresentanti locali in consiglio comunale del partito di Casini, da noi contattati, hanno evidenziato che se una tale iniziativa c'è stata non è partita da loro e che "non c'è nessun interesse ad entrare a farte dell'amministrazione Bruno"

Cercasi....ditta Scuttari...disperatamente

Una quindicina di giorni fà in un nostro articolo "Porti si..ma non così disastrati" (che potrete trovare spulciando nel nostro archivio) avevamo avanzato forti perplessità sull'avanzamento(?) di alcuni dei lavori appaltati alla ditta Scuttari di Chioggia: per la precisione quelli di Ginostra e Marina Corta. In particolare avevamo posto l'accento sullo stop prolungato a Marina Corta, sul cantiere semi-abbandonato e "pericolosamente-pericoloso", sulle tante, diverse, giustificazioni allo stop dei lavori e sui lavori "fantasma" di Ginostra.
Abbiamo assistito a levate di scudi, a difese d'ufficio da parte di chi invece avrebbe dovuto appurare cosa stava accadendo, alla dichiarazione(l'unica spontanea e sincera) che i lavori di Marina Corta sarebbero stati sospesi non appena riempiti i cassoni. Ebbene oggi, anche coloro che hanno difeso a spada tratta questa ditta e che con delicatezza, ma non troppo, ci hanno rimproverato di alimentare problemi che non c'erano, si svegliano dal letargo post-pasquale(e da allora che i lavori a Marina Corta sono fermi) per accorgersi che quanto meno c'è qualcosa che non va, un silenzio e un ritardo a Lipari, come a Ginostra, inspiegabile. Nel dire: "Meglio tardi che mai" sollecitiamo risposte concrete sia ai ginostresi che ai liparesi. Per Lipari, sollecitiamo inoltre, come facciamo d'altronde da Pasqua, quando gli altri facevano finta di non vedere, la messa in sicurezza dell'area di Marina Corta. Perchè, in caso contrario- come ha ben evidenziato in un esposto il giovane Maurizio Turcarelli(vedi lettera)- si corre il rischio(Dio non voglia che accada) di un S. Giuseppe bis.

MARINA CORTA: LA "DENUNCIA"

Questo il testo integrale dell'esposto presentato da Maurizio Turcarelli a diversi organismi ed avente per oggetto : "Lavori di banchinamento"
"Il sottoscritto Maurizio Turcarelli tende a segnalare lo stato di pericolo che giornalmente si viene a creare, sopratutto nelle ore serali, nell'area interessata dai lavori in oggetto.
Zona del tutto priva di recinzione, con nessuna limitazione all'accesso, sopratutto sui cassoni messi in opera d'arte da parte della ditta appaltatrice. Già in passato siamo stati testimoni di spiacevoli e funesti eventi, riguardanti la tragica scomparsa di un nostro concittadino nella salita di San Giuseppe.
Un nuovo tragico episodio qualora dovesse venire a verificarsi ora, non solo colpirebbe ancora una volta la nostra comunità ma provocherebbe la sospensione di tali lavori per un periodo notevolmente superiore alla prevista sospensione stagionale, riducendo ancora di più l'economia, già penalizzata, della zona.
Il sottoscritto porta alla vs/attenzione quanto sopra al solo scopo di perseguire il pubblico interesse. Ringrazio coloro che si attiveranno sin da subito alla soluzione di quanto descritto, sperando in una rapida soluzione al problema".
Maurizio Turcarelli

martedì 6 maggio 2008

Bruno all'attacco di chi vuole scegliere per gli altri

Nello scegliere il candidato alla Presidenza della Provincia si coinvolgano anche i piccoli comuni. Lo afferma, a nome di altri colleghi, il sindaco di Lipari Mariano Bruno che chiude anche le porte ad un ingresso nella sua giunta dell’UDC. "Sento parlare- ci ha dichiarato Bruno- di accordi, di ingressi nel gruppo di maggioranza e in giunta di partiti che le elezioni le hanno perse. Voglio sperare siano solo voci. Nessuno mi ha contattato direttamente ma, in ogni caso, sia chiaro che non daremo spazio ad alcuno. Se poi dovessero arrivare diktat dall'alto sono pronto a dimettermi”. L'intervista al sindaco Mariano Bruno in esclusiva domani su Gazzetta del sud e Eolie news

Lipari: Proseguono i controlli dei vigili urbani

Proseguono serrati i controlli a tappeto della polizia municipale di Lipari. I vigili urbani, al comando del dottor Nico Russo, da qualche ora sono impegnati in una serie di posti di blocco lungo le strade dell'isola per perseguire eventuali violazioni al codice della strada. Una analoga operazione era già stata posta in essere il 1° maggio. I controlli sono effettuati anche l'ausilio dei vigili motociclisti.
Per restare in tema, a Canneto i cittadini, diversamente abili, ma anche coloro che hanno bambini piccoli da trasportare nei passeggini, chiedono drastici interventi nei confronti di coloro che posteggiando le loro auto sul marciapiede lato mare ne impediscono il passaggio.
Nella foto: I vigili a Canneto-San Vincenzo

Malfa: Interventi su strutture culturali

Una serie di interventi si stanno ponendo in essere nel comune di Malfa su alcuni immobili destinati o già utilizzati per finalità culturali. Il tutto nell'ambito di un miglioramento degli stessi. Gli interventi riguardano la biblioteca comunale, Palazzo Marchetti e quella che sarà la sede del Museo dell'Emigrazione. Interventi in corso anche nella chiesa di San Lorenzo.

All'interno delle Terme di San Calogero

Contestualmente all'avvio delle operazioni di diserbamento e pulizia dell'area antistante le Terme di San Calogero da parte degli ex lavoratori della pomice è stato anche riaperto, dopo il lungo periodo di stasi, l'immobile termale. Abbiamo fatto un piccolo giro di perlustrazione e, considerando il lungo periodo in cui è stato chiuso, abbiamo notato che si presenta tutto sommato in buone condizioni. Nessun danno ai sanitari, così come alle vasche, segno che l’azione dei vandali si è fermata all’estero. Interventi urgenti necessitano per il ripristino dell'impianto idrico ed elettrico e per ciò che riguarda una parte degli infissi soggetti sia all'usura del tempo che all'opera dei vandali. Ovviamente è necessario una radicale operazione di pulizia. Speriamo che la riapertura delle porte dopo decenni possa significare la ripresa di questa importante branchia del turismo.

Ex dipendenti Pumex al lavoro (approfondimento)

Come anticipato, da ieri mattino il primo gruppo di 29 ex dipendenti della Pumex ha ripreso a lavorare. Il rientro è avvenuto nell'ambito delle Attività socialmente utili (ASU). Superati i non pochi ostacoli burocratici che si erano sovrapposti, i lavoratori sono stati destinati dal comune di Lipari, che in questa fase li ha in carico seppure a titolo gratuito (la differenza tra la cifra della mobilità e lo stipendio in Pumex è garantito dalla Regione), all'area delle Terme di San Calogero. Struttura chiusa ormai da circa un trentennio e che ha nel suo interno aree di grande interesse archeologico, come la tholos micenea che risale a 3500 anni fa, unico esempio di questo tipo di architettura rinvenuta al di fuori della Grecia, e al suo esterno tutta una sentieristica di notevole valore etno-antropologico. L'obiettivo è di recuperare dal degrado l'intero sito, ridargli dignità e renderlo fruibile sia a residenti e turisti così come per eventuali iniziative di carattere culturale. Ad augurare buon lavoro agli ex lavoratori della pomice e per rendersi conto di quelle che sono le necessità anche da un punto di vista delle attrezzature, è intervenuto il dirigente del IV settore Domenico Russo. Il primo intervento messo in atto è stato quello di ripulire dalle erbacce e dai rifiuti l'area limitrofa alla stufa micenea e alle vasche termali. Si interverrà poi sulla sentieristica limitrofa e sulla vecchia via comunale. Quella iniziata ieri per i 29 ex lavoratori della pomice, ma anche per quelli che arriveranno già nelle prossime settimane, è la prima tappa di un percorso che dovrà portarli, così come più volte promesso, nell'ambito della Beni Culturali S.p.A.