Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 16 aprile 2011

Pontile di Ginostra e approdo navi Siremar. Lo Schiavo scrive al sindaco

Questo il testo della lettera che Riccardo Lo Schiavo (delegato Marevivo) ha inviato al sindaco di Lipari, Mariano Bruno:
Si è appreso da fonti ufficiose che durante il suo recente incontro col Capo della Protezione Civile dott. Gabrielli si sarebbe discusso pure del pontile di Ginostra. A tal proposito ritengo sarebbe opportuno che la comunità ginostrese venisse informata su quanto concordato in particolare su eventuali ulteriori interventi di messa in sicurezza previsti, sulla gestione futura della vitale infrastruttura, nonché sulle responsabilità della indispensabile manutenzione ordinaria che andrebbe periodicamente effettuata. Colgo inoltre l’occasione per tornare sull’ormai paradossale  problematica del mancato ripristino dei collegamenti marittimi a mezzo delle navi della società SIREMAR.
Sulla questione è intervenuto autorevolmente S.E. il Prefetto di Messina prima con nota del 9 marzo c.a. prot. 3679013.12GAB, chiedendo che venga “definita con urgenza la procedura necessaria…a consentire la ripresa dell’attività della struttura portuale”, successivamente, non avendo incredibilmente avuto alcun riscontro!!!!, con nota del 7 aprile c.a. di pari numero, rinnovando la richiesta di “conoscere i provvedimenti assunti”. A tal riguardo, con mia precedente nota del 05 c.m. avevo chiesto al Capo della Protezione Civile di indire una conferenza di servizio per venire a capo della situazione.
In realtà però la questione apparentemente controversa è invece secondo il mio personale giudizio da “profano” eccessivamente semplice: se si considera difatti che, seppur su preciso e forte input dell’allora Capo del Dipartimento di Protezione Civile, dott. Bertolaso, è stato Lei, sig. Sindaco, a disporre l’ormeggio dei mezzi della Compagnia di Navigazione NGI - prima con ordinanza 60/09 del 23 dicembre 2009 e successivamente, nella qualità di Funzionario Delegato per l’Emergenza Isole Eolie, con ordinanza n°13 del 03/02/2010 - appare consequenziale e di tutta evidenza che spetta a Lei, preso atto delle già esistenti apposite relazione tecniche, e di concerto con l’Autorità Marittima, emanare una ulteriore ordinanza che preveda il RIPRISTINO dell’attracco delle navi Siremar. Poiché mi auguro che Lei non condivida, anzi condanni fermamente la posizione di chi sostiene che “i Ginostresi sono una comunità di INGRATI, e come tali non meritano… che hanno già avuto TROPPO.. e si devono ARRANGIARE…”, auspico che vorrà intraprendere, senza ulteriori indugi, gli atti necessari per la risoluzione della questione

"Ripartire dalle famiglie". Le riflessioni di Samuele Amendola

Prendendo spunto dalle considerazioni espresse da alcuni degli organizzatori del “1° Meeting tra i giovani e gli anziani di Lipari – Incontrarsi per Capirsi”, al quale purtroppo non ho potuto partecipare in quanto fuori Lipari, ma che ho seguito tramite i media locali ed i social network, mi sorgono alcune riflessioni. Riflessioni che nascono anche da una ormai decennale esperienza nel campo dell’associazionismo giovanile, dal costante “viver con” i bambini ed i ragazzi di questa splendida Isola. Purtroppo è doloroso costatare come la società odierna attraversi un momento di profonda “emergenza”, ed il nostro Arcipelago, ovviamente non si sottrae a quella che è una situazione di generale “disorientamento”. Vivendo a stretto contatto con le nuovissime generazioni non si possono non notare il senso di totale smarrimento e la mancanza di punti di riferimento validi, positivi e propositivi.
Ci troviamo in piena “EMERGENZA EDUCATIVA”, un’emergenza che nel “micro-contesto” eoliano assume caratteri molto particolari a causa di gravi carenze e pesanti “mancanze”. La politica non riesce, o non vuole, intervenire per fare ciò che è necessario, le famiglie si trovano sempre più sole, la scuola non sempre riesce a supplire a quello che dovrebbe essere un lavoro ed un impegno “di rete”. I giovani eoliani appaiono sempre più dimenticati: non si può parlare di apatia, perché purtroppo quello che manca è un contesto ricco di valori positivi; quali sono gli esempi, quali i punti di riferimento dei ragazzi eoliani? E gli adulti… come vedono queste nuove generazioni? Ogni genitore vorrebbe dei figli perfetti e nella stessa misura ogni insegnante vorrebbe degli alunni perfetti, ma secondo quali parametri di riferimento? Come dovrebbero essere questi ragazzi? Brillanti, spigliati, intelligenti, divertenti di successo nella scuola, nello sport, socialmente integrati, eccellenti e tutti dottori o avvocati o ingegneri…
Siamo giunti ad un’emergenza educativa per la mancanza di dialogo, per la mancanza di una “comunità” che accompagni ciascun ragazzo ad affacciarsi alla vita, per la mancanza di continuità generazionale, per l’incapacità di adattamento ai nuovi strumenti di comunicazione. Gli organizzatori del “Meeting” hanno colto nel segno, hanno capito qual è il problema e mi complimento con loro per il coraggio e la determinazione con la quale hanno portato avanti questa iniziativa che spero vivamente possa ripetersi in futuro, magari portandola anche , perché no…, all’interno delle scuole. La mancanza di dialogo, di confronto, di ascolto reciproco che porti ad una negoziazione dei punti di vista e che consenta al giovane di essere portato per mano, di essere stimolato, incoraggiato nell’elaborazione di un proprio, personale, originale “progetto di vita”. Non si possono cambiare i pezzi alle persone, come si fa nei box con le automobili, dovremmo piuttosto valorizzare le peculiarità di ciascuno sottolineando l’unicità dell’individuo per permettergli di fare la sua corsa nella vita; magari non sarà sempre vincente, ma sicuramente manterrà la sua identità.
Oggi, anche nelle nostre isole, prevale la “società del benessere” individuale, che ha distrutto il valore del benessere collettivo concentrandosi sull’egocentrismo e rendendo sempre più soli i giovani.
E’ importante ripartire dalle “famiglie”, che rappresentano la prima “agenzia educativa” e che tante volte vacillano nel loro ruolo genitoriale. La “famiglia” deve tornare a rappresentare “la bussola” capace di tracciare la rotta. Non è facile affiancarsi ai bambini, ai ragazzi, ai giovani con le giuste modalità. I pedagogisti e gli educatori sono le figure più votate a questo compito ma anche le meno ascoltate. Parlare di educazione, di pedagogia sembra dissacrante e fuori moda e i risultati sono sotto gli occhi di tutti… Emergenza educativa, questo è il nome che diamo all’incapacità di educare di tutti gli agenti del settore educativo.
Grazie per l’attenzione,
Samuele Amendola.

Tirrenia. Mercoledì il commissario D'Andrea in Parlamento

Mercoledi 20 aprile ore 09.00 , audizione in parlamento del commissario straordinario D’Andrea in merito alla privatizzazione Tirrenia. Per i dipendenti Siremar festività pasquali in attesa del responso per della trattativa privata per l’aggiudicazione della società di navigazione.
Ricordiamo che sono due le offerte non vincolanti; una da parte di Ustica Lines guidata dal presidente Vittorio Morace (anche si tratterebbe più che altro di una lettera d'intenti) e l’altra della Compagnia delle Isole guidata da Salvatore Lauro (la newco controllata da Mediterranea Holding che detiene il 60%, mentre il pacchetto del 40% fa capo ad operatori del settore, La Cava del gruppo Franza, Tarnav e la partecipazione in quota 2% di personale navigante e dipendenti Siremar.). Nell’ambito della trattativa privata sono state riammesse, anche gli altri tre gruppi che erano stati invitati a presentare offerta nella fase precedente, ovvero Caronte & Tourist spa, Riccardo Sanges & C., Traghetti delle Isole S.p.A.

Vulcano; denunciato dai Carabinieri a seguito di accertamenti per la verifica del rispetto delle norme in materia di armi.

Prosegue l’attività di prevenzione e di contrasto dei Carabinieri in relazione alle violazioni inerenti la disciplina delle armi ed in tale contesto, nell’ambito di una specifica campagna di prevenzione mirata appunto a reprimere la particolare tipologia di reato, i Carabinieri della Stazione di Vulcano hanno effettuato numerosi controlli e diverse perquisizioni nel territorio di competenza.
Nel corso delle verifiche effettuate, i Carabinieri hanno deferito in stato di libertà un 75enne dimorante sull’isola di Vulcano, per omessa custodia di armi ed omessa ripetizione di denuncia. Nella circostanza, i Carabinieri hanno accertato che il prevenuto deteneva, senza averne ripetuto la denuncia presso la Stazione Carabinieri di Vulcano, tre fucili di vario calibro già regolarmente denunciati presso altro ufficio di P.S..
Inoltre, nel corso del medesimo controllo presso l’abitazione del 75enne è altresì emerso che quest’ultimo deteneva oltre 700 munizioni, senza adottare le necessarie cautele.
Le armi e le munizioni sono state sottoposte a sequestro.

Settimana della cultura. La visita alle Terme romane di Palazzo Vescovile a Lipari. Speciale eolienews


















Nuovo appuntamento quest'oggi nell'ambito delle iniziative promosse per la "Settimana della cultura". Al centro dell'attenzione oggi le Terme romane di Viale vescovile a Lipari. Presenti, oltre ad esponenti del museo e del parco archeologico,anche diversi cittadini, un gruppo di alunni della scuola media di Lipari e studenti di Carini (PA). Ad illustrare quello che sono state queste terme nell'antichità la dott.ssa Clara Martinelli.
Noi l'abbiamo ascoltata unitamente al dottor Umberto Spigo:

La liparese Edda Paino è il direttore medico di Struttura complessa del Servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro dell'ASP 5

Per la prima volta nella storia dell'Azienda Sanitaria di Messina è stato espletato il concorso per il conferimento dell'incarico quinquennale di direttore medico di Struttura complessa del Servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro (S.Pre.S.A.L). L'incarico è stato conferito alla dott.ssa Edda Paino, stimata professionista, ben conosciuta in questo settore in cui ha opera da anni. Già specialista in Medicina del lavoro presso l'Università di Messina, ha cominciato a lavorare proprio nel Servizio di medicina del lavoro della ex-Usl n. 43 di Milazzo agli inizi degli anni novanta, epoca in cui muovevano i primi passi i Servizi stessi. Lo S.Pre.S.A.L., secondo la normativa vigente, è il principale organo di vigilanza in materia di igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro ed ha competenze in tutto l'ambito della provincia di Messina. Gli obiettivi che sono stati assegnati al Servizio sono molto ambiziosi e questo richiede un potenziamento dello stesso con l'assunzione di nuove figure professionali in linea con le direttive assessoriali.
Alla dott.ssa Paino gli auguri di eolienews ed eolnet

Due medici dell'ospedale di Lipari rinviati a giudizio

(da lipari.biz) Rinvio a giudizio per due medici dell’Ospedale di Lipari accusati dal pm della Procura della Repubblica di Barcellona, dott. Francesco Massara, di aver determinato “ in cooperazione tra loro, con le proprie azioni e omissioni colpose, lesioni personali al nascituro Matteo Finocchiaro”. Si tratta dei ginecologi Pietro Bongiovanni, 55 anni, e Ferdinando Gallo, 41 anni, entrambi di Messina. Tra il 9 e l’11 novembre del 2007 , avendo in cura la signora Katia Totaro, eseguivano, in orari diversi e per cinque volte sulla paziente , come risulta dal decreto di citazione, l’esame cardiotocografico (Ctg) per rilevare la frequenza del battito cardiaco e fetale e delle eventuali contrazioni uterine. Ma nonostante l’esito di ogni esame effettuato, rispettivamente, alle ore 12.39 e 18.01 del 9 novembre; 8.21 e 18.03 del 10 novembre e alle 3.03 del 11 novembre evidenziasse “ riduzione dell’ampiezza e delle frequenza di oscillazione per minuto ed un quasi mancato riscontro delle accelerazioni sporadiche in risposta ai movimenti attivi fetali, omettevano con un comportamento imperito, negligente ed imprudente di diagnosticare la condizione di sofferenza fetale e quindi di eseguire l’intervento di taglio cesareo per una rapida estrazione del feto”. La mancata esecuzione del taglio cesareo, in considerazione dello stato di sofferenza del feto, avrebbe, pertanto, provocato sul neonato Matteo Finocchiaro, secondo il pm Massara, una lesione acuta encefalica con paralisi cerebrale ( encefalopatia multicistica). Una malattia insanabile per lo sconforto dei genitori Bartolo Finocchiaro e Katia Totaro, difesi dagli avvocati Gaetano Orto e Luca Frontino. Il processo si svolgerà alla sezione staccata di Lipari il prossimo 25 ottobre alle 9,00. Cresce, intanto, la preoccupazione, a Lipari per il destino, proprio dell’unità di ginecologia e ostetricia facente parte (con l’accorpata pediatria) dell’area chirurgica dell’ospedale. Nonostante alcuni incidenti, come quello appena descritto che può accadere ovunque come testimoniano le cronache, anche recenti, va comunque sottolineata la grande professionalità e umanità dei medici in servizio. A tal proposito, a fine giugno andrà in pensione il responsabile dott. Giampiero Di Marco che in cinque anni ha svolto tra parti cesarei e spontanei circa 500 interventi . Sarà sostituito da un collega altrettanto esperto o sarà “ufficializzato”, il divieto di parto nell’isola ? E di pediatria, con due soli medici a disposizione, praticamente senza ferie, che ne sarà? Se i rappresentanti politici della popolazione eoliana esistono ancora è bene che si adoperino per trovare al più presto delle risposte nell’interesse della collettività.

venerdì 15 aprile 2011

Riqualificazione della viabilità di Pianoconte con fondi Dupim. Il consigliere Fonti sollecita il sindaco

SIGNOR SINDACO
COMUNE DI LIPARI

Oggetto: DUPIM isole minori – annualità 2008

Durante la riunione dell’ANCIM, tenutasi a Roma il 22 febbraio u.s., alla quale il sottoscritto ha partecipato quale delegato del Consiglio Comunale di Lipari, ho appreso della registrazione presso la Corte dei Conti del Decreto recante i “Criteri per l'erogazione del Fondo per lo sviluppo delle isole minori” D.U.P.I.M annualità 2008.
Il Decreto, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 58 del 11-03-2011, prevede che le risorse relative agli interventi dell’anno 2008 vengano liquidate “entro 45 giorni dalla data di pubblicazione del presente decreto con provvedimento del capo del Dipartimento per gli affari regionali secondo le modalità indicate dall'art. 10, e seguenti”.
Considerato che i Tecnici comunali unitamente all’Assessore Ferlazzo, ai quali va il mio personale ringraziamento, a suo tempo, anche su richiesta del sottoscritto hanno inserito nel Documento Unico di Programmazione Isole Minori , un progetto che riguarda la riqualificazione della viabilità nella frazione di Pianoconte, con la presente,
SI CHIEDE
di predisporre tutti gli atti necessari affinchè una volta ottenuta la disponibilità delle somme, si possa procedere in tempi brevi alla riqualificazione della viabilità nella frazione di Pianoconte, divenuta urgente e non più differibile.
Lipari lì 15/04/2011
Gesuele Fonti

Nuovo appuntamento a Santa Marina Salina con la Settimana velica

COMUNICATO STAMPA
Anche quest’anno si svolgerà a Santa Marina Salina, dal 13 al 21 maggio, la “Settimana Velica”, giunta alla IV edizione,.
Durante questo periodo si disputeranno la “Salina Rally Cruising”, regata di avvicinamento all’Isola dai porti di Palermo, Milazzo e Catania con l’arrivo a Santa Marina Salina il 14 maggio, e l’ “Eolian Sailing Week”, la Coppa dello Ionio Gran Crociera e Campionato Siciliano d’Altura, indetta dalla F.I.V. ( Federazione Italiana Vela) e organizzato dalla Società Canottieri Palermo e dal Velaclub Palermo.
Una scommessa iniziata nel 2008, in sordina e per soli tre giorni e che oggi è diventata una solida realtà fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale di Santa Marina Salina che ha inteso sia realizzare una manifestazione legata all’elemento inscindibile di un isola, il mare, sia inaugurare la stagione estiva in grande stile.
I numeri della scorsa edizione parlano chiaro: 72 le barche presenti, 650 le persone giunte per questa manifestazione, tra equipaggi e familiari, 22 gli articoli su riviste di settore che hanno celebrato quest’evento, 600 le magliette celebrative regalate agli equipaggi e per l’edizione 2011 i numeri sono in crescita.
“Una scommessa che stiamo vincendo” dichiara il Sindaco Lo Schiavo “ grazie alla perfetta sinergia creatasi tra pubblico e privato: il coinvolgimento del Comune già esiste da ben tre edizioni e per l’edizione 2011 è stato importante l’apporto che l’Associazione degli operatori economici e turistici “ Le Felci” di Santa Marina Salina e Lingua, nata poco più di un anno addietro, ha fornito, attraverso una politica di sostegno all’iniziativa sia di carattere economico, sia in termini di convenzioni e scontistica presso ristoranti e alberghi per gli equipaggi, oltre che naturalmente alla disponibilità del Porto delle Eolie”.
“Inoltre” continua il Sindaco “grazie alle condizioni ideali per questo sport, e alla puntuale organizzazione da parte della Società Canottieri Palermo e dal Velaclub, siamo riusciti per il secondo anno consecutivo a vederci assegnato dalla FIV un importante evento sportivo di carattere nazionale, che permette all’Isola di Salina e al Comune di Santa Marina Salina di promuoversi come meta ideale anche per questo bellissimo sport. Una vetrina, insomma, che consente di rafforzare il famoso Modello Salina”
La Settimana Velica è soprattutto sport, ma non solo: questa manifestazione permetterà la promozione del territorio attraverso i propri prodotti tipici, malvasia e capperi in testa; sarà una grande festa per tutti gli equipaggi e per i numerosi turisti e appassionati che giungeranno sull’isola per l’evento, attraverso la realizzazione di intrattenimenti a terra, come serate musicali e di ballo. Insomma, care amiche e cari amici, preparatevi per una nuova settimana di regate e di divertimenti a Salina…perché chi sceglie Salina, sa perché…
Buon vento a tutti!!!!

Terme di S. Calogero, tholos e parco archeologico. Interviste a Pino La Greca e a Umberto Spigo

INTERVISTA PINO LA GRECA:


INTERVISTA UMBERTO SPIGO:

Settimana della cultura. Speciale Terme di San Calogero

Primo appuntamento quest'oggi a Lipari del programma previsto nell'ambito della Settimana della cultura.
Teatro le Terme di San Calogero dove i dottori Pino La Greca, Umberto Spigo e la dottoressa Clara Martinelli hanno illustrato ad un gruppo di alunni di Pianoconte, ma anche a diversi cittadini che sono intervenuti, cosa hanno rappresentato le Terme e cosa se ne sarebbe voluto fare, l'importanza e l'utilizzo della tholos micenea e della stufa.
Alla giornata dedicheremo uno speciale con ampi servizi video e foto ed interviste a La Greca e Spigo. Con questi parleremo anche del parco archeologico.
Il nostro speciale parte con questa carrellata fotografica. Noterete come l'area antistante la tholos sia stata sottratta (seppure all'ultimo momento) al degrado. Speranza per un migliore utilizzo futuro?















INTERVENTO DOTT.SSA MARTINELLI SULLA THOLOS


TERME DI S. CALOGERO. LA LEZIONE DI LA GRECA (1°Parte)


TERME DI S. CALOGERO. LA LEZIONE DI LA GRECA (2°Parte)

Notificato al comune di Lipari il voto del CRU sul PRG

COMUNICATO
Si informa che ieri con nota della Regione - assessorato regionale del territorio e dell'ambiente - è stato notificato il voto Cru espresso dal comitato regionale dell'urbanistica nella seduta del 15 febbraio 2011 sul piano regolatore generale e regolamento edilizio, adottato con D.Com. del 2-5-07 dal Comune di Lipari.

Di tutto un po (in aggiornamento)

VARIA DAL 18 APRILE LA PARTENZA DA MILAZZO DELLA NAVE "EOLIE-NAPOLI"- Da lunedì prossimo 18 aprile 2011 l’orario di partenza della nave da Milazzo per Isole Eolie/Napoli sarà anticipato di mezz’ora. La nave  il lunedì e il giovedì partirà da Milazzo alle 14:30 anzichè alle 15:00.
Gli orari di arrivo e partenza sugli scali successivi dell’itinerario verso Napoli, come pure l’orario di partenza da Napoli verso le Isole Eolie e Milazzo (martedì e venerdì ore 20.00) restano invariati.

INCONTRARSI PER CAPIRSI- OGGI VENERDI' 15 APRILE ALLE ORE 16,30  PRESSO IL CIRCOLO EOLIANO PENSIONATI "G.GISABELLA" DI LIPARI (ex sala delle lettere-Via Mons.Bernardino Re)Secondo ed ultimo appuntamento con "INCONTRARSI PER CAPIRSI" 1° Meeting tra i giovani e gli anziani di Lipari organizzato da Circolo Eoliano Pensionati/Associazione Giovani Eoliani/Associazione"Valentino...uno di noi"

"Bruno chiarisca a Blasco e alla Dal Zotto quello che è il ruolo dell'assessore". Nuovo attacco dell'assessore China

Il testo della lettera che il vicesindaco Giulio China ha inoltrato al sindaco di Lipari Mariano BrunoLa normativa vigente assegna a noi amministratori il compito di dettare ai dirigenti gli indirizzi politici sulle varie attività amministrative. Ciò però non significa che i dirigenti debbono operare in modo autonomo senza collegarsi e confrontarsi con l’assessore, tenuto conto che quest’ultimo deve dare contezza del proprio operato ai cittadini.
Purtroppo il sottoscritto, al quale la S.S. ha conferito la delega per il Servizio idrico, fognario, elettrico, cimiteriale, rifiuti solidi urbani e pesca, non viene assolutissimamente informato dal dirigente del IV settore, al quale competono i citati servizi, sia sulla loro programmazione sia sulla loro gestione. All’Assessore giungono soltanto le lamentele dei cittadini per i disservizi che si rilevano nei vari settori.
Il sottoscritto deve anche rilevare la ricorrente assenza in alcuni giorni dal servizio comunale da parte del dott. Stefano Blasco, probabilmente per svolgere fuori Lipari compiti assegnati dalla S.S. che comporta la mancata presenza del dirigente in caso di necessità.
Lo scrivente deve anche rilevare il mancato coordinamento da parte del Responsabile dei servizi. Mi domando se il geom. Dal Zotto ha mai preso contezza della situazione in cui versano i cimiteri del Comune. Se ha mai disposto dei controlli sul servizio di raccolta della spazzatura, e così via.Come può ben comprendere tale comportamento limita l’azione dell’amministratore e lo relega ad un ruolo di mero spettatore.
Ritengo pertanto necessario che la S.S. chiarisca sia con il dirigente del IV settore sia con il Responsabile del Servizio il ruolo che spetta all’Assessore.
Fiducioso porgo distinti saluti
L’Assessore e Vicesindaco
Giulio China

giovedì 14 aprile 2011

Distaccamento forestale delle Eolie. In arrivo un nuovo comandante

Sarà un caso ma, dopo l'articolo del nostro direttore Salvatore Sarpi sulla Gazzetta del Sud di oggi, qualcosa si sblocca nel Distaccamento forestale delle isole Eolie. Da dopodomani, giorno in cui andrà in pensione il commissario Carmelo Maieli, si dovrebbe insediare un nuovo comandante. Si tratta di Domenico Schepis che, ben conosce le isole,per aver prestato servizio a Vulcano e per avere a più riprese affiancato in operazioni sul territorio Carmelo Maieli.

TG PARLAMENTO DEL 14 APRILE, EDIZIONE POMERIGGIO

"Intervenga per riattivare funzionalità del distaccamento forestale". Il consigliere Biviano scrive al sindaco Bruno

Lettera del consigliere comunale del Pd Giacomo Biviano al Sindaco di Lipari sulla "chiusura" del distaccamento forestale di Lipari (notizia lanciata dalla nostra redazione e dalla Gazzetta del sud):
Egregio Signor Sindaco,
Apprendo da notizie di stampa che dal 2 aprile scorso il distaccamento del Corpo Forestale di Lipari è chiuso a causa della mancanza di personale.
Sembrerebbe, infatti, che l’attuale Commissario Carmelo Maieli (da Sabato prossimo in pensione) sia infortunato, e quindi non possa essere presente né in ufficio né sul territorio; mentre l’ispettore Mario Scaduto stia godendo, così come gli consente la legge, del congedo parentale.
La chiusura del suddetto distaccamento ha provocato notevoli disagi in quanto non si possono effettuare sopralluoghi, non si possono ricevere ed istruire le richieste per il movimento terra e quant’altro rientri tra le competenze dell’ufficio forestale.
Inoltre, l’attività di controllo del nostro territorio, patrimonio dell’umanità e sede di riserve naturali, è stata praticamente azzerata con tutte le possibili conseguenze che potrebbero derivarne.
Pertanto, le chiedo di intervenire presso le sedi appropriate affinchè vengano immediatamente effettuate le sostituzioni del personale mancante al fine di ripristinare i servizi effettuati dal distaccamento forestale eoliano e contemporaneamente chiedere un potenziamento dello stesso.
Distinti saluti.
Il Consigliere Comunale
Partito Democratico
Dott. Giacomo Biviano

Lipari: Nasce la Cooperativa sociale "Ad Maiora"

A Lipari è nata la Cooperativa Sociale di tipo misto “Ad Maiora” grazie alla volontà di un gruppo di persone qualificate, prevalentemente donne, provenienti da diverse esperienze professionali specie nel settore socio sanitario.
Essa, conformemente alla legge 381/1991, non ha scopo di lucro e il suo fine è il perseguimento dell’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini attraverso la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi rivolti prevalentemente a famiglie con bambini, anziani e diversamente abili (servizio di assistenza socio-sanitaria a 360°, servizio di babysitting anche notturno e anche presso le strutture turistiche dell'isola, servizio di animazione per feste di compleanno, ricorrenze ed eventi anche nei locali  della  cooperativa, dopo scuola per studenti scuola elementare, media e superiore, servizio di ludoteca garantito per l'intera giornata, etc.).
La cooperativa inoltre, su richiesta, svolge servizi diversi quali lavori di giardinaggio, servizio di volantinaggio, servizio di stireria e sartoria, servizio di dogsitter, servizi di pulizia civile ed industriale di abitazioni, uffici e condomini, servizio di trasporto e deposito bagagli,etc.
Per avere maggiori informazioni sui servizi svolti rivolgersi ad uno dei seguenti recapiti: 334/9600381 oppure 333/2994781.
A breve l'inaugurazione dei coloratissimi locali della cooperativa...
Francesca Basile

Cantiere scuola a Ginostra. I lavoratori in agitazione rassicurati dall'assessore Finocchiaro

Incontro stamani al comune di Lipari tra i componenti il cantiere scuola che si sta attuando a Ginostra, l'assessore Giuseppe Finocchiaro e la signora Rosaria Corda del Centro per l'impiego di lavoro. Oggetto le difficoltà che sopportano questi lavoratori per la particolare ubicazione del cantiere scuola e per la mancata erogazione sino ad oggi delle spettanze maturate. Dopo una fase ad "alta tensione" i componenti del cantiere scuola ginostrese hanno ricevuto ampie assicurazioni dall'assessore Finocchiaro affinchè si arrivi, nel più breve tempo possibile, alla risoluzione delle problematiche, in primis l'erogazione degli stipendi. Problema questo che riguarda anche gli altri cantieri scuola. Anche per questi, ovviamente, c'è la massima attenzione e disponibilità da parte dell'assessore.
Ma ascoltiamo cosa ci ha dichiarato quest'ultimo a conclusione dell'incontro:

Improvvisare o programmare (di Pino La Greca)

Oggi leggiamo da una interrogazione dell’attento consigliere Sabatini in merito ad un contenzioso che vede coinvolta l’amministrazione Bruno con una società di Navigazione. Il consigliere interroga per sapere:
- se è stata data risposta alla Sua nota del 25 febbraio 2011 prot. 7805 e se sono stata rilevate le responsabilità da Lei paventate, che poi si sono concretizzate con la condanna dell’Ente al pagamento di una ingente somma (ben €. 114.450,00) a favore della Società di navigazione Euroline;
- in quale veste Lei ha emesso l’ordinanza poi appellata dalla suddette Società, se in veste di Sindaco o di Commissario.
La riflessione che sono condotto a fare e quella tra improvvisare o programmare.
Perché parlo di improvvisare?
Sin dal 12 luglio 2008 avevo scritto al sindaco Bruno in merito alla problematica dei barconi suggerendo: “ Ritengo, quale cittadino sensibile ai problemi delle nostre isole che l'unica strada percorribile per regolamentare sia il ticket d'ingresso sia l'afflusso dei barcone, sia l’istituzione dell’area marina protetta. (…) mi sento in dovere di suggerirLe di chiedere agli organi competenti la conclusione dell'iter dell'area marina protetta di cui è titolare proprio il ministero dell'ambiente guidato dall'on.le Prestigiacomo.”
Il 30 luglio il sindaco rispondeva affermando che la problematica dell’area marina protetta: , “è posto nella debita attenzione di questa Amministrazione, la quale, già da tempo, intrattiene sulla medesima tematica rapporti con il Ministero dell'Ambiente e nulla tralascerà perché questa importante istituzione possa, di concerto con gli “addetti ai lavori” del territorio, divenire una realtà significativa per il nostro Comune”.
Replicavo il giorno dopo scrivendo che: “La sensazione del si ricava e che, ancora una volta, l'intera materia sia stata trattata con grande ritardo e con un piglio autoritario da parte Sua poco consono ad un sindaco che deve collaborare sinergicamente con le altre forze dello Stato presenti sul territorio.
Certamente le Sue iniziative recenti provocheranno un contenzioso tra il Comune di Lipari e le società di navigazione private che mi auguro non si risolva con ulteriori debiti fuori bilancio per l'Ente e con tasse a carico dei cittadini di Lipari. Personalmente ritengo l'area marina protetta l'unico strumento in grado di consentire una regolamentazione complessiva per l’accesso nell’area e sui comportamenti da tenere all’interno della stessa. Ormai da anni si parla a Lipari dell'area marina protetta con soldi dei cittadini spesi per finanziare convegni, opuscoli, guide pubblicitarie. Credo, signor Sindaco, che sia arrivato il momento di superare la gestione del “giorno per giorno”, ed avviare una reale programmazione sul territorio partendo proprio dell'area marina protetta.
Sono stato facile profeta, quando si improvvisa e non si programma questi sono i risultati: contenzioni, liti e soldi da versare a carico della nostra comunità.
Ancora oggi attendiamo di conoscere, per programmare, quale sarà il futuro dell’area marina protetta delle Isole Eolie.
Lipari 14 aprile 2011
Giuseppe La Greca

Le due anime (di Luca Chiofalo)

Riceviamo e pubblichiamo:
Alle Eolie convivono e si scontrano due modi diametralmente opposti di concepire l'organizzazione e la pianificazione della vita della comunità, che rappresentano la riproduzione su base locale del divario esistente tra il nord e il sud dell'italia continentale.
Vive e lavora nell'arcipelago una buona quantità di imprenditori e di cittadini pronti al "salto di qualità", che chiede il funzionamento dei servizi, il ripristino della "legalità", una più efficiente amministrazione della cosa pubblica ed un progetto di sviluppo organico e ordinato. Accanto a questa minoranza "illuminata", vive e sembra prosperare la parte di popolazione che, (in molti casi senza averne piena coscienza), incarna l'altra anima delle Eolie, quella clientelare e retrograda, che ne osteggia il progresso e che sembra avere la meglio sugli sforzi di miglioramento e innovazione. Le tornate elettorali recenti hanno sancito e confermato, democraticamente, il predominio di quest'ultimo "blocco sociale e culturale", rafforzando il "potere" di uomini e "modi" ormai anacronistici per una realtà che deve competere nell'unico mercato rimastole per sostenere la propria fragile economia, cioè quello agguerrito e dinamico dell'offerta turistica. Si può obiettare che l'offerta politica sia omologata su tali standard, ma è un'argomento debole perchè è dalla "domanda" della cittadinanza che discende la qualità delle proposte politiche. In verità, dunque, è il paese stesso che sceglie, forse inconsapevolmente, di legare l'azione delle amministrazioni e il proprio futuro a politiche di "corto respiro", rivolte più a soddisfare i "bisogni semplici" della popolazione che ad un progetto di sviluppo e valorizzazione del territorio. Se la nostra competitività, rispetto alle altre mete turistiche, scende, se la qualità generale della nostra vita si abbassa, non diamo la colpa ad improbabili congiure planetario o al "fato"; prendiamo coscienza che tali fenomeni sono conseguenza, soprattutto, delle scelte che facciamo come comunità. Come superare lo "stallo" e usire da questa crisi di sistema? Cominciamo con una ricetta semplice: i cittadini "attenti" e gli imprenditori "volenterosi", oltre a rispettare le regole del vivere civile e a cercare il successo delle loro attività, siano anche elettori responsabili ed esigenti. Che abbiano, insomma, funzione di stimolo e di incoraggiamento per "un'offerta politica" più qualificata, perchè è tramite il sostegno elettorale, nonostante i soliti e inutili pentimenti postumi, che si è affermato di riconoscersi in un progetto. Con vivo e intimo rammarico per le grandi potenzialità inespresse di questa terra che non riesce ad affrancarsi, faccio una facile previsione: se tra le due "anime" che il paese possiede continuasse a prevalere quella retriva e clientelare, il futuro sarà molto più triste del presente...
CORDIALMENTE
LUCA CHIOFALO

TG PARLAMENTO DEL 14 APRILE, EDIZIONE MATTINA

Lipari. Consiglio comunale ancora una "fumata nera"

E' saltata anche oggi la riunione del consiglio comunale di Lipari che doveva discutere di 55 argomenti. Anche in seconda convocazione non si è raggiunto il numero legale (otto). All'appello erano presenti:  Gianfranco Guarinoz (questi ha svolto le funzioni di presidente), Nunziatina D'Alia, Sarino Centorrino, Adolfo Sabatini e Giacomo Biviano.
I consiglieri Sabatini e Biviano si sono lamentati delle condizioni in cui si trovava la sala consiliare dopo una precente riunione. Sabatini ha chiesto l'intervento del sindaco Mariano Bruno che ha fatto intervenire un operaio comunale.
Il consiglio dovrà essere riconvocato.

Le Eolie ospiti alla Galleria "Alberto Sordi" di Roma

Si comunica che la Galleria Alberto Sordi, salotto urbano e centro commerciale nel cuore di Roma, dal 16 al 23 aprile p.v. ospiterà le ISOLE EOLIE.
Al suo ingresso sarà allestito un piccolo spazio espositivo al fine di favorire la promozione del prodotto commerciale e turistico delle Isole Eolie.
Anna Spinella (assessore del comune di Lipari)

Patrimonio eoliano senza controllo. Chiuso da giorni il distaccamento forestale delle Eolie. I sindaci si facciano sentire

GAZZETTA DEL SUD
SALVATORE SARPI
Incredibile ma vero. Le Eolie, Patrimonio dell'Umanità e scrigno di bellezze naturalistiche e paesaggistiche di rara bellezza, sedi di riserva naturale e con un parco in itinere, sono abbandonate a se stesse per quanto riguarda l'indispensabile servizio di controllo del Corpo Forestale regionale.
Da dodici giorni, infatti, il già insufficiente personale (un commissario e un ispettore) in forza al Distaccamento forestale delle isole Eolie è praticamente azzerato. Il commissario (che a breve, tra l'altro, dovrebbe andare in pensione) è infortunato, e quindi non può essere presente né in ufficio né sul territorio; l'ispettore si sta avvalendo, così come gli consente la legge, del congedo parentale. Ne consegue che l'ufficio, ubicato a Lipari, è chiuso. Non si possono effettuare sopralluoghi nelle isole, né si possono ricevere ed evadere le richieste avanzate dai cittadini per movimento terra e quant'altro rientra nelle competenze del distaccamento. Notevole, ovviamente, il disappunto degli utenti, alcuni dei quali provenendo dalle isole minori si sottopongono anche ad un esborso economico. Se a ciò si aggiunge che, in caso di incendi boschivi (non è la prima volta che si verificano in questo periodo), si è praticamente scoperti in quello che è l'organismo preposto (pur non sottovalutando il notevole apporto dei pompieri) si capisce come la situazione sia particolarmente delicata. Auspicabile sarebbe anche un forte intervento dei quattro sindaci dell'arcipelago.

mercoledì 13 aprile 2011

Ginostra. Totale abbandono della stradina del "Timpone del fuoco". Lo Schiavo sollecita il sindaco


     Egregio signor Sindaco,

ritengo necessario riproporre per l’ennesima volta alla Sua autorevole attenzione il sempre più grave stato di abbandono della stradina che dal centro del paese porta al Timpone del fuoco, “contrada” di Ginostra che conta una quarantina di case, talune delle quali abitate tutto l’anno.
     La mancanza negli anni di interventi di manutenzione ordinaria e\o straordinaria ha reso tale strada sempre più impraticabile e pericolosa al transito.
     Evidenti appaiono i gravi pericoli che correrebbero gli abitanti della zona in caso di emergenza (trasporto in barella di un ferito) o necessità di fuga per una calamità naturale (terremoto, eruzione del vulcano).
    Va inoltre sottolineato che il sentiero in oggetto è l’unica via di accesso a varie opere pubbliche di vitale importanza della frazione quali: 1- pista eliportuale di protezione Civile; 2- centralina Telecom;        3- cisterne dell’acquedotto; 4- centralina ENEL ibrido diesel-fotovoltaica; 5- strumentazioni varie dell’INGV.
    Viva apprensione desta poi il fatto che lungo tale sentiero sono collocate le tubature dell’acquedotto e le condutture di un cavo elettrico che per svariati tratti sono completamente dissotterrate e dunque affioranti e a rischio di irreparabili danneggiamenti.
    Considerata l’importanza della problematica sarebbe auspicabile l’immediata messa in sicurezza quantomeno dei punti più critici attraverso una procedura di somma urgenza.

In attesa di positivo e concreto riscontro,  Le porgo i più cordiali saluti.

                                                                                                                                                            Prof. Riccardo Lo Schiavo
        Delegato Marevivo Ginostra-Stromboli

TG PARLAMENTO DEL 13 APRILE, EDIZIONE POMERIGGIO

Pontili galleggianti nel comune di Lipari. Procura apre indagine

Pontili galleggianti nelle isole del comune di Lipari. La Procura avrebbe avviato una inchiesta dopo una lettera che l’avvocato Alfio Ziino di Lipari aveva inviato, nel dicembre scorso, al Dirigente del terzo settore del Comune di Lipari e al Comandante dell'Ufficio Circondariale marittimo di Lipari. Lettera nella quale il professionista eoliano chiedeva se i pontili galleggianti (una decina) ubicati stagionalmente nelle isole del maggior comune eoliano, fossero in possesso della concessione edilizia e non della sola autorizzazione. Ziino, a tal proposito, aveva richiamato delle sentenze della Corte di Cassazione “che- scriveva il legale eoliano-  ha acclarato che i pontili galleggianti realizzati mediante l'ancoraggio di corpi morti e/o collegati mediante passerelle fissate ad opere murarie, necessitano del permesso di costruire (già concessione edilizia), essendo insufficiente la mera autorizzazione comunale. Le medesime pronunzie rilevano che la stagionalità dei predetti pontili non implica la precarietà degli stessi, affermando altresì la legittimità dei loro sequestri preventivi”. Ziino, in quell’occasione, aveva chiesto di sapere  “se i pontili in oggetto, se ancorati a corpi morti o dotati di passerelle collegate ad opere murarie, siano muniti di permesso di costruire o meno. Ove non lo fossero, chiedo di conoscere se le SS.LL. abbiano provveduto alla dovuta denunzia alla Procura della Repubblica competente per i reati tutti riscontrati nelle precitate sentenze. Al Circomare Lipari, in particolare, ed ove ovviamente i pontili indicati risultassero illegittimi, chiedo di conoscere- concludeva Ziino- se le relative autorizzazioni di competenza siano state revocate o , se stagionali, se verranno rinnovate ”. I titolari dei pontili galleggianti- grazie ai quali bisogna dire viene fornita all’utenza estiva un servizio altrimenti non possibile, vista la precarietà e insufficienza delle strutture per il diporto- ovviamente, pur prendendo atto delle sentenze citate da Ziino, ritengono di essere nel giusto avendo seguito l’iter che gli è stato proposto di seguire. In ogni caso, in attesa dei risultati dell’indagine avviata dalla Procura di Barcellona, sembra scontato che, anche quest’anno, i pontili galleggianti ubicati nel comune di Lipari saranno al loro posto. Per il futuro, invece, gli stessi titolari delle concessioni avrebbero in mente la costituzione di un consorzio.

Legambiente: "In pericolo oltre la metà dei luoghi Unesco in Italia. Critica la situazione di 23 siti su 45"

In Italia oltre la metà dei luoghi protetti dall'Unesco è in pericolo. Nel nostro Paese i tesori dell'arte, della storia e della civiltà antica vengono abbandonati al loro destino, privi come sono di fondi per la manutenzione e la salvaguardia. E soprattutto l'Italia abbandona i suoi siti subito dopo aver ottenuto il prestigioso riconoscimento da parte del Unesco. A lanciare l'allarme in questi termini, in occasione della Settimana della Cultura che si chiuderà domenica prossima, è Legambiente.
Dei 45 siti italiani oltre la metà, 23, è afflitta da situazioni critiche più o meno gravi che ne mettono a repentaglio il futuro. Sostiene in sintesi Legambiente nel dossier 'Unesco all'italiana', chiedendo con forza che il riconoscimento attribuito dall'organizzazione delle Nazioni Unite sia valorizzato meglio e non rimanga solo sulla carta.
Tra i siti 'in difficoltà' ci sono beni paesaggistici unici al mondo come la costiera Amalfitana, dove dilagano abusivismo edilizio ed emergenza rifiuti; le isole Eolie, paradisi della natura quotidianamente minacciati da interessi speculativi e ipotesi di nuovo cemento; il parco nazionale del Cilento assediato dall'illegalità edilizia; la laguna di Venezia, un sistema fragilissimo insidiato dall'erosione, l'inquinamento marino, le acque alte e la pesca abusiva.
In pericolo, secondo il dossier di Legambiente, anche aree archeologiche di straordinario interesse come Agrigento, Siracusa e la necropoli rupestre di Pantalica, le necropoli etrusche di Cerveteri e le famosissime Pompei ed Ercolano.
''L'Italia ha la fortuna di custodire un patrimonio di arte, cultura e storia unico e irriproducibile, che incarna la nostra stessa identità nazionale - sottolinea Rossella Muroni, direttore generale di Legambiente - ed è molto doloroso constatare, in molti casi, la totale incapacità di tutelarlo e valorizzarlo come grande ricchezza culturale e anche come chiave di uno sviluppo nuovo. Parliamo di monumenti e luoghi simbolo del nostro Paese, famosi in tutto il mondo, che rappresentano in un certo senso anche l'unione dell'Italia di cui quest'anno ricorrono i 150 anni".
"Un patrimonio -continua Muroni- per l'intera umanità che, una volta riconosciuto come tale, viene lasciato nell'abbandono, alla mercé di auto, inquinamento e nuovi edifici. Figuriamoci che ne è dei beni cosiddetti 'minori', quelle migliaia di chiese, opere d'arte e monumenti che costellano ogni angolo della penisola e di cui ci occupiamo da anni con la campagna Salvalarte''.
Tra i principali mali che incombono sui siti Unesco italiani, Legambiente segnala poi automobili e traffico, una vera 'spada di Damocle' sulla testa di molti posti straordinari come i Sassi di Matera dove il recupero e la rivitalizzazione degli antichi rioni è ferma da tempo mentre si progettano nuovi parcheggi, oppure i centri storici di alcune delle più importanti città d'arte del Paese quali Roma, Napoli, Verona, Siena e Urbino: musei a cielo aperto, soffocati da smog, veicoli ovunque e inquinamento, dove si progetta e si realizza il 'nuovo' senza interessarsi troppo di quello che esiste da secoli.
Lo sviluppo urbanistico eccessivo è anche l'incubo di Assisi e di altri siti francescani, del villaggio industriale di Crespi d'Adda e dei Sacri Monti della Lombardia, mentre l'incuria, la scarsa manutenzione e a volte il malcostume stanno seriamente mettendo in pericolo gioielli, archeologici, architettonici e artistici come la Villa del Casale a Piazza Armerina, Villa Adriana a Tivoli, Castel del Monte, i Monumenti paleocristiani di Ravenna, la Reggia di Caserta e le Residenze Sabaude.
''Il recupero e della valorizzazione dei beni culturali può diventare l'asse portante di un diverso sviluppo del turismo - conclude Muroni - che porta lavoro e benessere e al tempo stesso promuove l'attenzione e l'amore degli italiani verso i tesori d'arte. Un Paese civile non può lasciare che simili tesori scompaiano sotto l'ombra del degrado, sono un patrimonio dell'umanità sempre e non solo quando devono candidarsi a entrare nella lista Unesco''.

Lipari. Domenica appuntamento con la coinvolgente Via Crucis dei Cantori popolari delle Eolie

La Domenica delle Palme a Lipari, anche quest’anno, assume i toni spirituali ed artistici  della “Via Crucis”cui daranno vita i “Cantori Popolari delle Isole Eolie” diretti dal Dr. Nino Alessandro con il patrocinio del Comune di Lipari.
             Il gruppo folclorico, col tenace sacrificio dei propri artisti-volontari , mette in scena spettacoli così carichi di viva suggestione che lo spettatore medesimo, rapito dalla miscellanea di musiche, di balli, di canti intrisi di poesia della nostra terra, diviene di volta in volta nuovo custode e testimone della tradizione popolare. E’ proprio per questo coinvolgimento sulle masse che accresce il numero stesso dei partecipanti agli eventi culturali più complessi: si pensi che, in questa particolare occasione, giunta alla 21° edizione, sono circa 130 gli isolani di ogni età che si uniscono per la Sacra Rappresentazione, per andare oltre la semplice partecipazione e vivere da protagonisti il momento della Passione di Gesù.
            E se da un lato paiono insormontabili le difficoltà organizzative per coloro i quali, come i “Cantori” si propongono un obiettivo tanto ambizioso, d’altro canto, i lusinghieri riscontri a livello di pubblico costituiscono il comburente, uno stimolo che diviene dovere  quando è in gioco la sopravvivenza della cultura che ci appartiene.
            La Sacra Rappresentazione preserva alle mutilazioni del tempo l’antica tradizione celebrativa locale, fondendone i noti stilemi strettamente liturgici con motivi del tutto nuovi di forte impatto emotivo in cui emergono memorie di drammi popolari del passato.
            Una lodevole operazione, quella dei “Cantori Popolari delle Isole Eolie” , di fine sincretismo tra la “colta” concezione cristiana e la visione del Calvario rivista attraverso la lente aberrante del dolore dell’Uomo e di coloro che lo piangono, svettando oltre gli apici del mero spettacolo per la collettività, sino a raggiungere quella rarefatta atmosfera pregna dell’intima partecipazione del singolo spettatore.

            L’appuntamento dunque è a Lipari Domenica 17 Aprile in piazza Mazzini alle ore 18,00.

Contenzioso comune/Euroline. L'interrogazione di Sabatini

Al Signor Sindaco del Comune di Lipari 
dott. Mariano Bruno 
S E D E
 Oggetto: INTERROGAZIONE – Società Navigazione Euroline/Comune di Lipari.-
Ai sensi dell’art. 55 del Regolamento Consiglio Comunale con la presente la INTERROGO per sapere:
- se è stata data risposta alla Sua nota del 25 febbraio 2011 prot. 7805 e se sono stata rilevate le responsabilità da Lei paventate, che poi si sono concretizzate con la condanna dell’Ente al pagamento di una ingente somma (ben €. 114.450,00) a favore della Società di navigazione Euroline;
- in quale veste Lei ha emesso l’ordinanza poi appellata dalla suddette Società, se in veste di Sindaco o di Commissario;
- su quale capitolo sono state recepite le somme necessarie al pagamento del risarcimento danni;
- come mai non è stato prodotto in giudizio il fax inviato al Comune di Lipari dalla Guardia Costiera di Villa San Giovanni;
 SI RICHIEDE URGENTE RISPOSTA SCRITTA.-
Lipari 12 aprile 2011
 Adolfo Sabatini
Consigliere Comunale di Nuovo Giorno

TG PARLAMENTO DEL 13 APRILE, EDIZIONE MATTINA

S. M. Salina. Analisi del sangue nella farmacia comunale. Iniziativa della giunta Lo Schiavo

COMUNICATO STAMPA
La Giunta Municipale di Santa Marina Salina, con propria Deliberazione n. 44 del 12.04.2011, ha assegnato le risorse per l’acquisto del sistema di autoanalisi REFLOTRON PST,sistema per l’analisi del sangue che sarà posizionata presso la Farmacia Comunale per lo screening delle patologie a forte impatto sociale come glicemia, colesterolo, trigliceridi, acido urico, creatinina, transaminasi(got e gpt)emoglobina, gamma g-t, diabete, patologie epatiche, anemia , gotta e ipertensione, che permetterà
di ottenere risultati in soli 3 minuti.
Un altro strumento che sarà al servizio di tutta la comunità e di tutta l’Isola e delle emergenze che costantemente si verificano sull’isola.
Continua, quindi, l’attenzione della Giunta Lo Schiavo verso le problematiche socio – sanitarie e quest’ultimo acquisto si aggiunge alle strumentazioni acquistate negli anni passati e fornite all’ambulanza del 118 di stanza sull’isola, agli sconti per le puerpere per l’acquisto di merci presso la Farmacia Comunale, al soggiorno climatico per anziani che si svolgerà dal 5 all’8 maggio p.v., all’attivazione di un centro di aggregazione diurno per giovani ed anziani nella frazione di Lingua, all’assistenza domiciliare per gli anziani, al bonus socio-sanitario per invalidi, al mantenimento di alcuni anziani presso la Casa di Riposo di Valdichiesa, al pagamento del trasporto su autobus per gli anziani.

Consiglio comunale di Lipari, mancano i numeri. Se ne riparlerà domani

Slitta a domani la riunione del consiglio comunale di Lipari che doveva riunirsi stamani. Non era presente in aula il numero legale . Alle dieci e trenta  erano presenti soltanto cinque consiglieri: il presidente Pino Longo, Giacomo Biviano,Mario Pajno,Gesuele Fonti  e Antonio Casilli
Assente anche il segretario comunale a verbalizzare (come si evince dalla foto) è stato chiamato il consigliere Biviano. Il consiglio tornerà a riunirsi domani, alle 10 e 30, in seconda convocazione. All'ordine del giorno 55 argomenti.

Piraino. Presentato il progetto "Bambini come fiori al vento"

L'associazione culturale e ricreativa Alba di Domani ha presentato ufficialmente presso la scuola elementare di Gliaca di Piraino il progetto "Bambini come fiori al vento", dedicato agli alunni della scuola primaria ed ai loro genitori.
Grazie a questo percorso di interpretazione e prevenzione primaria del disagio infantile, curato per l'associazione dalla Dott.ssa Piera Vitale, è stato possibile attivare uno sportello di ascolto che rimarrà aperto durante tutti i Mercoledì mattina dei mesi di Aprile e Maggio, presso i locali dello stesso istituto.
"Il progetto - dichiara Nino Foti, segretario dell'Alba di Domani - nasce con l'intento di fornire ai genitori e ai loro figli che frequentano le classi elementari, uno strumento in grado di poter risolvere quei piccoli disagi tipici dell'età scolare, in modo da evitare il sorgere di problematiche che, con gli anni, potrebbero diventare troppo difficili da affrontare".
L'iniziativa, portata avanti anche grazie all'interesse mostrato dai genitori e dalla Dirigente Rita Pintabona, sarà ovviamente seguita dai responsabili dell'Alba di Domani e, per la fine di Maggio, si terrà un altro incontro necessario per tracciare un bilancio e porre insieme le basi per le attività del prossimo anno scolastico.

Addio Commissione edilizia comunale( dallaGazzetta del Sud di oggi)

La commissione edilizia comunale non c'è più. Ufficialmente abrogata. Pubblicata sull'ultimo numero della Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana la legge (n. 5 del 2011) che fissa nuove disposizioni in materia. Finalità apprezzabili: trasparenza, semplificazione, efficienza della pubblica amministrazione, agevolazione delle iniziative economiche. Chissà come andrà sotto il profilo pratico: la Sicilia è terra complessa, le zone d'ombra ampie e non sempre distinguibili. La chiave delle novità è l'articolo 19: «Allo scopo di favorire lo snellimento e l'accelerazione del procedimento amministrativo per il rilascio della concessione edilizia», si afferma al primo comma, «la commissione edilizia comunale è soppressa». Non quella "urbanistica" è il caso di puntualizzare
In materia di procedure per il rilascio della concessione, tuttavia, «resta salvo quanto previsto dall'articolo 2 della legge regionale 31 maggio '94», che registra però modifiche. Ad esempio, l'interlocuzione tra Amministrazione e privato dovrà consumarsi (richieste di chiarimenti, integrazioni, controdeduzioni; ndr) entro venti giorni». Il silenzio-assenso scatterà non più «entro 120 giorni» ma «entro 75».
Quando materialmente la commissione edilizia comunale sarà azzerata? «Superato il periodo di vacatio legis», spiega l'assessore all'Urbanistica Pippo Corvaja, «dunque dopo i quindici giorni successivi all'entrata in vigore della legge», ossia avant'ieri.
A margine va detto che la legge 5 dà anche disposizioni per il contrasto alla corruzione e alla criminalità organizzata di stampo mafioso, nonché disposizioni per il riordino e la semplificazione della legislazione regionale

martedì 12 aprile 2011

Aperitivo eoliano a Messina

Al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, presso la Sala Conferenze (4° piano), Giovedì 28 Aprile 2011, alle ore 17,00 vi sarà la presentazione del libro “Cineolie. Le isole Eolie e il cinema” di Nino Genovese edito dal Centro Studi Eoliano.  Interverranno con l’autore i giornalisti Franco Cicero, Maria Lombardo e Marcello Sorgi. Seguirà degustazione di prodotti tipici eoliani

TG PARLAMENTO DEL 12 APRILE, EDIZIONE POMERIGGIO

COMUNE&URBANISTICA: Soppressa la Commissione Edilizia (di Aldo Natoli)


La Regione Siciliana ha modificato la L.R n° 17/94 dettando nuove procedure  per il rilascio della Concessione Edilizia. La grande novità della riforma è che viene soppressa la Commissione Edilizia Comunale per semplificare le procedure di rilascio dell’atto concessorio. Ma non solo: i certificati di destinazione urbanistica debbono  essere rilasciati entro 20 giorni e non più sessanta; l’istruttoria dei progetti deve avvenire entro settantacinque giorni dalla presentazione dell’istanza di concessione edilizia che si intende accolta dopo settantacinque  giorni e non più centoventi giorni. Si tratta quindi di una rivoluzione dettata dalla crisi che attraversa il settore dell’edilizia che pone il Servizio Urbanistica del Comune di Lipari, che annovera un arretrato di diversi anni, in grande difficoltà.

AMBIENTE: SICILIA ADERISCE A PATTO ISOLE PER RIDUZIONE CO2

La Sicilia ha aderito oggi a Bruxelles al patto per l'abbattimento nelle isole europee delle emissioni di Co2. Al tavolo della cerimonia ufficiale della firma del "Patto delle Isole", promosso dalle isole Ebridi, a Bruxelles, e' giunta sul filo la dichiarazione di interesse del governo regionale, accompagnata dalla formale adesione delle otto municipalita' delle isole minori siciliane.
"La Regione Siciliana, - che amministra la piu' grande e popolosa isola del Mediterraneo - ha affermato Francesco Attaguile, direttore generale degli affari extraregionali della Regione Siciliana - ha gia' dato vita con Cipro e le isole Baleari a un "Gect", un gruppo di collaborazione territoriale, non poteva non aderire a un progetto che guarda al futuro sostenibile".
Insieme alla dichiarazione d'interesse del Governo regionale siciliano, il coordinamento del Patto ha "preso formalmente atto" oggi, anche dell'adesione formale dei sindaci di Lampedusa e Linosa, Favignana, Ustica, Pantelleria, Lipari e le isole Eolie, Santa Marina, Leni e Malfa dell'isola di Salina.
Grazie al sostegno della Commissione europea, le isole che aderiscono al "Patto" sottoscritto oggi a Bruxelles potranno elaborare progetti per alimentare con energia sostenibile l'illuminazione dei palazzi pubblici, del tessuto urbano, delle aree artigianali. I progetti, che entreranno in un piu' generale piano d'azione per l'energia sostenibile, saranno valutati e co-finanziati con fondi europei. L'obiettivo e' quello di abbattere entro il 2020, le emissioni di Co2 del 20 per cento.
Il coordinatore per il Mediterraneo del Patto, il Presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, ha espresso la propria soddisfazione per l'adesione della Sicilia e ha dichiarato la propria disponibilita' ad attivare subito un tavolo

Operazione “Don Rodrigo”; arrestato un altro extracomunitario coinvolto nell’organizzazione dei c.d. "matrimoni simulati" per la regolarizzazione della presenza di clandestini sul territorio italiano.


È stato arrestato poco prima delle 12.00 di ieri mattina, un cittadino tunisino 32enne coinvolto nell’operazione “Don Rodrigo”, scattata alle prime ore del 24 marzo 2011, quando i Carabinieri della Compagnia di Milazzo a conclusione di una complessa indagine hanno arrestato in esecuzione di un provvedimento cautelare dell’A.G. di Barcellona Pozzo di Gotto 13 persone, a vario titolo, ritenute responsabili di favoreggiamento aggravato dell’immigrazione clandestina.
L’attività investigativa, condotta dal settembre 2008 e protrattasi per circa un anno e mezzo, aveva consentito ai Carabinieri del centro mamertino di accertare l’esistenza di una organizzazione criminale, operante nel comprensorio milazzese e della Valle del Mela, dedita - previo pagamento di somme di denaro - alla organizzazione di “matrimoni di facciata” finalizzati alla regolarizzazione nello stato italiano di cittadini extracomunitari clandestini provenienti dalla Tunisia e dal Marocco. In particolare, nel corso delle investigazioni, i Carabinieri erano risaliti a ben 14 matrimoni “simulati”, celebrati nel periodo dall’aprile 2007 all’agosto 2009.
Ieri, pertanto, a conclusione di una mirata attività info-investigativa, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa del NORM della Compagnia di Milazzo hanno rintracciato e tratto in arresto il giovane tunisino, LARAFA Nafaa, nato Ras Jebel (Tunisia) cl. 1979 domiciliato in Milazzo, che si era reso irreperibile nel corso del blitz dei Carabinieri scattato lo scorso 24 marzo 2011. Blitz nel quale era stati tratti in arresto anche degli eoliani, residenti in ambito provinciale
LARAFA Nafaa, dopo le formalità di rito e su disposizione dell’A.G., è stato tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari.

TG PARLAMENTO DEL 12 APRILE, EDIZIONE MATTINA

Classi del Lipari 1 e 2 alla prima gara "Olimpiade" del Coni a Messina

Si è svolta ieri a Messina nel campo dei Cappuccini, la prima gara "Olimpiade" nell’ambito del progetto Giocosport organizzato dal CONI di Messina per la Scuola Primaria.
Una rappresentanza delle classi dell’Istituto Comprensivo Lipari  1 e Lipari 2  ha partecipato alle attività previste dall’atletica leggera : corsa veloce;lancio del vortex;salto in lungo
I ragazzi hanno dimostrato gioia e fervore.
E’ stato un momento molto importante per tutti i partecipanti, poiché, oltre ad essere impegnati nelle diverse gare è servito ad incontrare e conoscere altre scuole del messinese , creando un momento di grande socializzazione.
A conclusione gli alunni  sono stati premiati con una medaglia  “Tutti  vincitori”.
Un grazie particolare va agli esperti assegnati dal CONI ai due Istituti :Veronica Capitti e Armando Biviano che oltre ad essere oggi presenti alle gare, durante la settimana affiancano i docenti delle classi  nelle ore di Educazione Motoria e al Dirigente Scolastico  Prof. Renato Candia che ha permesso la partecipazione alla manifestazione.
Nel mese di Maggio , altri alunni dei due Istituti saranno impegnati a Milazzo in giochi di squadra :Minibasket e Calcio .

Le referenti di Educazione Motoria 
Iacono Santa   e  Speziale Carmen

"Ricordare è vivere! Grazie Merlino". Lettera aperta di Enzo Mottola

1500 foto esposte: appena un terzo dell'intero archivio fotografico che sapientemente, pazientemente, gelosamente custodisce il nostro ineguagliabile Claudio Merlino.
Allestita quest'anno con estrema dovizia e raziocinio, la ormai tradizionale Mostra ci consente di fare un vero tuffo nel passato.
Per uno"straniero" come me (bollato ahimè come "liparese" mentre io mi sento sinceramente "liparoto" per scelta personale e non per volere del fato) avere la possibilità di visualizzare il "come eravamo" attraverso queste immagini mi offre ulteriore occasione di inserirmi sempre più nell'essenza eoliana.
Posso anch'io, in maniera ovviamente ridotta e con l'ausilio di validi ciceroni, esclamare:
 u canusci ?  u sa cu è chistu ?E' bellissimo ascoltare i commenti dei tanti visitatori quando riconoscono in una istantanea il volto di un parente, un amico, di un personaggio che il tempo, la vita, ha trasformato, allontanato, portato via.
Come rimanere indifferenti di fronte alle foto di tanta gioventù, nelle più disparate divise, in abiti da sposi, in inusuali e malsopportati vestiti, in goffe ma tenere pose? la Lambretta, la Vespa, u sceccu? E le testimonianze dello stravolgimento ambientale che solo l'insipienza umana sa provocare? Ed il volto mangiato dalla pomice dei tanti operai delle cave? (Uno su tutti "la personificazione della silicosi").
E' la vostra storia, ma appartiene anche a tutti coloro che queste isole amano! 
Ecco perchè ti ringrazio caro Claudio, per la tua gelosa custodia e ti invito a non privarci, almeno una volta l'anno, di ritornare nel passato.
Non dimentichiamo! Ricordare è rivivere! 
Enzo Mottola

lunedì 11 aprile 2011

SONDAGGIO A SEGUITO DELLA PROPOSTA DI PETIZIONE POPOLARE PER LA REALIZZAZIONE DI UNA PISCINA PUBBLICA. L'INIZIATIVA DEL CASTA DI ACQUACALDA. CHE NE PENSATE? VOTATE

 Nei giorni scorsi il CASTA di Acquacalda si è reso promotore di una iniziativa inerente la realizzazione di una piscina pubblica (vedi testo in basso).
Che ne pensate? Da oggi al 20 Aprile potete votare nel sondaggio che troverete in alto a destra della colonna principale del nostro giornale


Il Comitato si fa promotore di una     petizione  popolare   rivolta alle Competenti Autorità ed Enti perché si provveda alla realizzazione di una    PISCINA  PUBBLICA  atta  a soddisfare le esigenze dei cittadini di Lipari da attuarsi su aree demaniali, se disponibili, preferibilmente ma non indispensabilmente  nella  zona Acquacalda / Porticello.
E' universalmente noto che il nuoto, e tutte le attività ad esso collegate, è un veicolo di estremo benessere per tutti, dai bambini in tenera età agli anziani, e ci sembra irreale che, in pieno terzo millennio,  gli Eoliani non possano usufruire di tale benessere , mancando una benché minima struttura  pubblica.
I benefici che ne deriverebbero sono ovviamente molteplici e ci limiteremo a sottolineare quelli più immediati e a tutti  ben  noti:
1.     i bambini, i giovani, gli adulti, gli anziani potrebbero finalmente trovare grande giovamento per la salute del proprio corpo, frequentando corsi mirati alle varie esigenze. Basti pensare a quante malformazioni, patologie, disturbi, vengono eliminati, corretti o alleviati con il nuoto poiché questa disciplina permette di svolgere attività fisica, anche sostenuta, in quasi totale assenza di peso;
2.    una sana e completa attività sportiva, come il nuoto, impegna armoniosamente il corpo e la mente di chi a tale attività si dedica. Considerando la modesta capacità ricettiva ed aggregativa dei pochi impianti sportivi esistenti in loco, i giovani troverebbero nelle diverse specialità (nuoto, tuffi, pallanuoto, canottaggio ecc.) un sicuro interesse, un coinvolgimento fisico e mentale, uno stimolante diversivo alla monotonia delle vuote giornate invernali, spesso inutilmente spese nelle vie cittadine;
3.    i benefici occupazionali sarebbero più che notevoli e immediati e particolarmente indirizzati alla fascia più bisognevole di inserimento al lavoro: i giovani;   
4.    una struttura sportiva ben organizzata, confortevole ed oculatamente gestita costituirebbe un  grandissimo richiamo di prestigio, dando un forte impulso all'attività turistica di tutta l'isola;     
5.    la collocazione  dell'impianto nella zona  Porticello / Acquacalda è particolarmente  indicata poiché:
- la  zona  è  decentrata   per   cui    si  eviterebbero  ulteriori   problemi  di congestionamento  di aree già fortemente sovraffollate ( viabilità, posteggi, ecc.)
 - l'immediata  vicinanza  al  mare  consentirebbe  un notevole  risparmio sia  in  termini di impianti che di approvvigionamento idrico;
- un adeguato impianto fotovoltaico, capace  di fornire  l'energia  necessaria  per  garantire   il  completo  funzionamento  della  struttura,   avrebbe,  in  zona,  un impatto  ambientale  del tutto trascurabile; 
- l'asfittica economia locale potrebbe finalmente  ravvivarsi, potendo  contare su una attività da svolgersi nell'intero arco dell'anno e non più solo stagionale;
6.    nell'ottica del raggiungimento di un bene comune, destinato alla collettività, una auspicabile, compatta partecipazione di tutti gli operatori nel settore edile nell'isola ( per esempio attraverso una associazione temporanea di imprese) garantirebbe notevoli benefici economici e occasione di lavoro per un gran numero di persone in loco, favorendo così prevalentemente l'economia isolana.
Il Comitato, facendosi carico di una adeguata e capillare informazione nei tempi e nei modi da stabilire, invita     TUTTA  LA CITTADINANZA  a  sottoscrivere questa petizione come  civile richiesta  che, una volta suffragata dalla volontà dell' intera popolazione, sarà indirizzata ai diversi organismi, sia pubblici che privati,  affinché si possa realizzare, in tempi non biblici, un progetto nell'interesse e per il benessere di tutti gli Eoliani.                                                                                       
 Enzo  Mottola
 Presidente Comitato C.A.S.T.A.

Cenacolo culturale "Il pensiero libero" organizza un evento a Novara di Sicilia

Nell’ambito del “CORSO DI AGGIORNAMENTO SINDROMI CERVICALI CLASSIFICAZIONE, DIAGNOSTICA, TRATTAMENTO, ASPETTI MEDICO LEGALI”, promosso dalla Casa di Cura Villa Salus, dall’Associazione Medici Pro Novara, e dall’Istituto di Medicina Generale Specialistica Delta, che si terrà il 21 maggio 2011 a NOVARA DI SICILIA, il Cenacolo Culturale Il Pensiero Libero ha curato l’organizzazione dell’evento nel pomeriggio.
Questo il programma provvisorio: Inizio h. 15.00, Presentazione del cenacolo Culturale “Il Pensiero Libero” (Avv. Lucio Castagna - Presidente), Consegna del Premio “Il Pensiero Libero 2011” al Prof. Angelo Falzea, Intervento del prof. Angelo Falzea (Emerito dell'Università di Messina, Accademico dei Lincei), Presentazione della Mediazione (Avv. Antonio De Matteis, professionista e formatore in materia di mediazione), La mediazione quale strumento deflativo delle controversie e riduzione dei costi nelle Aziende del Servizio Sanitario Nazionale (Avv. Giancarlo Niutta Dirigente nella Unità Operativa Complessa Avvocatura Azienda Sanitaria Provinciale di Messina), Simulazione di mediazione in materia di responsabilità medica.
Parteciperanno: Avv. Franco Celona, Avv. Lucio Castagna, Avv. Roberto Roselli, Avv. Graziano Mereu, Avv. Emilio Magro e probabilmente, acquisita autorizzazione del CSM, seguirà l’intervento dott.ssa Elvira Patania (Consigliere Corte di Appello Civile Messina) sugli ultimi orientamenti giurisprudenziali in materia di responsabilità medica. L’incontro è in fase di accreditamento con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Messina. È patrocinato anche dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina