Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 2 maggio 2009

Rosi..calzelunghe e la voce della dissidenza di PIERO ROUX

L'intervento del consigliere Rosaria Corda, in qualità di portavoce della maggioranza, ha stimolato la fantasia di Piero Roux che ha prodotto questa vignetta:

Lipari: Le risposte della maggioranza a cura del portavoce Rosaria Corda

(ROSARIA CORDA) Augurando un buon fine settimana a tutti coloro che vivono e soggiornano alle Eolie e ai tantissimi che, pur lontani, ne seguono quotidianamente la vita e lo sviluppo,
così come anticipato nella nota del 30.04.2009, il giorno del sabato è destinato alle risposte e alle comunicazioni che, durante la settimana, hanno caratterizzato la nostra attività politico-amministrativa.
- Comincio con il trasmettere alcuni chiarimenti in ordine a quanto scritto dal consigliere Lo Cascio in ordine ai fondi POIN destinati al Comune di Lipari.
Se è in parte condivisibile (da giusta posizione di oppositore, non può riconoscere il lavoro svolto da Sindaco, Assessore e tecnici e che sta alla base di ogni progettazione e assegnazione di fondi), laddove asserisce che molto probabilmente le Eolie ne sono beneficiarie in quanto sito Unesco, diventa quantomeno provocatorio e sicuramente inesatto quando accusa questa maggioranza di aver voluto quasi ad ogni costo la fuoriuscita delle Eolie dalla W.L.Unesco.
Nessuna menzogna si può opporre al fatto che uno dei punti di criticità dettati dalla Commissione dei Siti designati quale Patrimonio dell’Umanità, fosse proprio l’attività estrattiva della pomice. Ma è altrettanto vero che in diverse soluzioni l’Unesco si era impegnato a risolvere il problema dei lavoratori disoccupati, a fronte di incessanti richieste da parte della maggioranza, come al punto 2 della nota prot. 934 del 15.01.2008:- “…va perseguito l’importante obiettivo della riconversione….quanto per garantire occupazione ai lavoratori della pomice…”;
così come è altrettanto speculativo parlare di un contributo concesso al Comune di Lipari “solo” per uno studio di fattibilità e non, come asserito da Lo Cascio, per la formulazione di un Piano di Gestione che egli sa bene come, con chi e dove nasce.
Piano di Gestione che, tra l’altro, come inizialmente proposto, mortificava l’immagine e la dignità degli eoliani e che solo grazie all’impegno e all’orgoglio di questa maggioranza, veniva presentato, approvato e applaudito con l’accoglimento di tutte le osservazioni e le istanze presentate, e che solo il Comune di Lipari è titolato a gestire per garantire uno sviluppo equilibrato e sostenibile del territorio che gli compete e del quale ne ha piena conoscenza. A questo proposito desidererei che Lo Cascio e chiunque altro lo volesse, rileggesse le note conclusive della nota suddetta, soprattutto nella parte dove contestiamo una auspicata riduzione del flusso turistico verso le nostre isole: …piuttosto che auspicare un depauperamento delle risorse turistiche estive (a cominciare da una riduzione dei collegamenti)…. Un invito alla meditazione per il lettore.
- Altro importante argomento sul quale dare risposta è la situazione dell’abitato di Acquacalda.
Il Consiglio comunale ha affrontato più volte l’argomento e ha espresso il proprio indirizzo politico a favore di una riqualificazione della frazione, in vista di un suo sviluppo turistico, ma soprattutto per garantire agli abitanti sicurezza e dignità.
Da parte dell’Amministrazione si è portato avanti tale indirizzo, tanto è che quasi tutte le risorse giunte nelle Eolie negli ultimi periodi sono state destinate alla frazione, pur sacrificando altre isole quali Vulcano e Filicudi (alle quali tali risorse erano destinate) e pur di giungere allo scopo prioritario di mettere in sicurezza l’abitato attraverso la sistemazione e la riqualificazione ambientale della costa.
Il Comitato CASTA nei giorni scorsi è stato ascoltato dal Sindaco, alla presenza dell’Assessore al ramo e del Presidente del Consiglio.
In ordine ai lavori di messa in sicurezza, è stata letta la nota del RUP Arch. De Vita del 29.04, che comunica la disponibilità a bilancio delle somme relative al pagamento del 1° e del 2° SAL.
E’ stato ancora ribadito che i ritardi nell’esecuzione dell’opera si sono accumulati solo perché da poco tempo è stato concesso il trasporto dei materiali via mare, in quanto vi era precedentemente un veto in tal senso posto a tutela della flora marina insistente nei pressi di Acquacalda. Quindi per mere beghe burocratiche (e sarebbe onesto ricercarne la fonte), e non per mancanza di volontà o incapacità politica.
Sulla rimozione del pontile spezzato di proprietà Italpomice, il Sindaco ha comunicato con nota prot. n. 7357 del 4.03.09, la mozione votata nel consiglio comunale tenutosi ad Acquacalda indirizzandola alla Soc. ITALPOMICE, al Presidente della Provincia Regionale, al Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo e al Capo Dipartimento della Protezione Civile alla Regione.
Non avendo ricevuto riscontro, in data 28.04.09 il Sindaco inoltra una ulteriore nota di sollecito prot. n. 15890, indirizzata agli stessi destinatari e si dichiara disponibile qualora anche la stessa dovesse rimanere lettera muta, e a seconda delle risorse occorrenti e reperibili dal bilancio comunale, a cominciare comunque i lavori di rimozione del pontile, assumendosene piena responsabilità, anche penale, pur di rimuovere l’ostacolo prima dell’ingresso della stagione estiva.
In breve:
- Per le problematiche portuali si registra il nullaosta alla ripresa dei lavori del porto.
Riguardo l’ampliamento del cimitero di Pianoconte, che rientra nella piena volontà politica della maggioranza, e dopo la convocazione dei proprietari andata deserta, si avviano le procedure per l’esproprio dei terreni occorrenti alla realizzazione dell’opera, così come per la realizzazione dell’edificio scolastico di Panarea.
- Per confortare il cittadino/opinionista Luca Chiofalo, la attuale maggioranza non ha mai lavorato contro l’apertura nei confronti di nessuno. Anzi, al contrario spesso rimane vittima di troppa democraticità, se è vero che l’opposizione se ne avvale regolarmente solo per effettuare manovre di defaticamento e banale ostruzionismo, così come dichiarato, tra l’altro in modo esplicito, anche nella seduta del Consiglio comunale, dal consigliere del Faro Megna.
- Il Consiglio comunale del 30.04 ha approvato, con i soli voti dei consiglieri di maggioranza presenti (la minoranza ha abbandonato l’aula), i debiti fuori bilancio all’odg, debiti dovuti per la maggior parte a sentenze e non tutti prodotti da questa e dalla precedente amministrazione. Con undici voti (nove dei consiglieri di maggioranza e due de IL FARO), è stato approvato anche il nuovo regolamento riguardante l’affido e l’appoggio familiare. Tale regolamento potrebbe consentire tra l’altro a garantire l’assolvimento del diritto-dovere all’istruzione, di ragazzi che abitano nelle isole più lontane e/o che versano in disagiate condizioni socioeconomiche, e che potrebbero quindi beneficiare di fondi ed essere ospitati presso famiglie di Lipari durante il periodo scolastico.
Sull’attività politico amministrativa della settimana
SANITA’:- Nominati i medici del Centro di Riabilitazione di Canneto, grazie anche alla mozione votata all’unanimità dal Consiglio Comunale, durante il quale il Presidente Longo ne aveva comunque preannunciato il provvedimento in itinere.
Dal prossimo mese di giugno l’attività della Croce Rossa Italiana sarà estesa a tutte le isole. Grazie infatti ad un progetto fortemente voluto dal Sindaco, di concerto con la maggioranza, in condivisione con il Presidente CRI Provinciale dott. Stagno D’Alcontres, visto i risultati e la rassicurante presenza dei Presidii di Lipari e Vulcano, anche Stromboli, Panarea e Filicudi con Alicudi, saranno garantite dal volontariato soprattutto per il trasporto con le ambulanze e per le emergenze in genere.
L’ufficialità sarà data nel corso di una conferenza stampa di prossima definizione. Ma è anche l’occasione per ringraziare tutte le associazioni e gli operatori del volontariato che operano nel nostro territorio, reso più civile grazie anche alla loro presenza.
TRASPORTI:- incarico dell’Ancim al Sindaco di Lipari quale Coordinatore per i problemi legati al settore. Il Sindaco ha chiesto e rimane in attesa di proposte dalle Amministrazioni delle Isole Minori Italiane e circa il reperimento di contributi. A tal proposito voci di corridoio giungono relativamente alla concessione di una proroga al 2012 con ipotesi di razionalizzazioni di cui si rimane in attesa di conferma, tempi e modalità.
PESCA:- Giorno 5 maggio il Sindaco dott. Bruno, in rappresentanza dell’Ancim, sarà a Palermo nei locali dell’Assessorato Cooperazione Commercio Artigianato e Pesca, nei quali è stata indetta una riunione del tavolo tecnico relativo ai problemi e alle informative legate al settore ittico. Giorno 6 alla Commissione agricoltura e produzione agroalimentare del Senato della Repubblica, il Presidente Paolo Scarpa Bonazza Buora, incontrerà per una audizione lo stesso Sindaco e alcuni componenti del settore eoliano.
Grazie e alla prossima settimana dal Portavoce della maggioranza del Comune di Lipari.
Rosaria Corda

Stromboli: in arresto un 45enne trovato in possesso di sostanze stupefacenti.

Proseguono in questi giorni i servizi finalizzati a prevenire e reprimere lo spaccio di sostanze stupefacenti nel comprensorio eoliano a cura dei carabinieri della Compagnia di Milazzo che a Stromboli hanno tratto in arresto un 45enne, nativo di Milazzo, ma residente nell'isola, poiché trovato in possesso di sostanza stupefacente già suddivisa in dosi e pronta per essere posta in commercio.
Nel particolare servizio di prevenzione hanno operato i carabinieri della Stazione di Stromboli che hanno passato al setaccio l’intero centro abitato dell’isola con particolare attenzione ai luoghi di aggregazione dei giovani, tra cui le piazze e le pertinenze dei locali notturni, anche a seguito di un incremento del consumo di droghe “leggere” in quell’area.
Nel corso del servizio, i militari dell’Arma hanno sottoposto a controllo un 45enne. Questi, alla vista dei Carabinieri, ha mostrato evidenti segni di disagio. Nel corso della perquisizione domiciliare eseguita presso il domicilio di Vincenzo Cincotta, nato a Milazzo cl. 1964, i carabinieri hanno rinvenuto abilmente occultato, un involucro di cellophane contenente sostanza stupefacente del tipo “hashish”, nonché un bilancino elettronico di precisione ed un coltello utilizzato per tagliare la sostanza stupefacente.
Il quantitativo di stupefacente pari a circa 30 grammi, è stato sottoposto a sequestro.
Vincenzo Cincotta, dopo le formalità di rito, è stato quindi ristretto, come disposto dall’A.G. competente, presso il proprio domicilio in regime di arresti domiciliari.

Turismo: E' già tempo di deflusso

E' già iniziato buona parte del deflusso di coloro che hanno trascorso il primo maggio a Lipari. Si tratta in prevalenza di stranieri e di persone che hanno casa e/o parenti sull'isola. Un deflusso consistente se si considera che i mezzi di Siremar e Ustica Lines nell'arco temporale che va dalle 16 e 45 alle 19 e 15 di oggi sono già al gran completo. Altri "vacanzieri" lasceranno l'isola domani.
Nel video: Turisti lasciano Lipari

Lavori sulla via Garibaldi. Il comune difeso dall'avv. Nunziatella Pajno "risparmia" oltre 143 mila euro

Difeso brillantemente dall'avv. Nunziatella Pajno il comune di Lipari ha "risparmiato" euro 143.730,46 (in £. 278.300.977,78) rispetto alla somma che era stata richiesta al giudice dalla ditta Antonino Billè(autrice dei lavori di pavimentazione della via Garibaldi di Lipari) nel contenzioso instaurato con l'Ente. Infatti con propria sentenza(n.248/09) la Corte d'Appello di Messina ha condannato il comune a pagare all'impresa solo € 1590,37, oltre Iva ed interessi moratori a decorrere dalla data del collaudo (28.06.2000). Decisamente tutt'altra cosa rispetto ai circa 145.000 euro richiesti.
Ma ecco come si sono svolti a livello giudiziario i fatti:
Con atto del 06.09-12.1999, l’Impresa per costruzioni Geom. Antonino Billè citava in giudizio il Comune di Lipari per l'accoglimento delle seguenti domande:
a) “Condannare il Comune di Lipari in persona del Sindaco pro tempore al pagamento delle seguenti somme maggiorate di interessi legali e rivalutazione monetaria come per legge dalle singole scadenze sino all’effettivo soddisfo:
- £. 3.079.393 (oggi € 1590,37) oltre IVA a titolo di pagamento sulla rata di saldo lavori risultante dallo stato finale;
- £. 49.909.000 (€ 25.775,85) per la “Riserva n. 1”…;
- £. 54.086.156(€ 27.933,17) per la “Riserva n. 2”…;
- £. 10.000.000 (€ 5164,57) per la riserva n. 3 ”…;
b)“Condannare il Comune di Lipari in persona del Sindaco pro tempore a risarcire all’Impresa attrice sia tutti i danni patiti e patiendi per il grave ingiustificato inadempimento contrattuale, …quantificati in £. 100.000.000 (€ 51.645,69)… sia al maggior danno subito che …si quantifica in £.50.000.000 (€ 25.822,84)”;
c)“Con vittoria di spese e compensi”.
- Con comparsa di costituzione e risposta del 20.01.2000 l’Ente si costituiva in giudizio con l'avvocato Nunziatella Pajno e formulava le seguenti conclusioni:
1) Preliminarmente, autorizzare l’Ente convenuto a chiamare in giudizio il Direttore dei lavori, Geom. Gaudenzio Mollica, con studio in Lipari, Vico Montebello, al fine di essere manlevato da ogni e qualsiasi onere risarcitorio che dovesse essere eventualmente riconosciuto alla controparte in esito al mancato collaudo dell’opera per cui è causa;
2) Per l’effetto, disporre il differimento della prima udienza, ex art.269 c.p.c. onde consentire la citazione del terzo nel rispetto dei termini di cui all’art.163 bis c.p.c.;
3) Nel merito, dire infondate, inammissibili improponibili e comunque, anche con qualsiasi altra statuizione, rigettare ogni avversa pretesa.
4) In via subordinata, ritenere comunque dovuta solamente la somma di £.14.305.816, limitatamente alle riserve nn. 2 e 3, giusta quanto in narrativa;
5) Si oppone alla richiesta C. T. U. stante la inconducenza della stessa alla luce delle argomentazioni sviluppate dal D.L..
6) Riserva la richiesta e l’articolazione di ogni ulteriore mezzo istruttorio al prosieguo ed infra i termini di legge.
7) Con vittoria di spese e compensi.
Rigettata la richiesta istruttoria (CTU) dell’Impresa Billè la causa veniva introitata per la decisione alla scadenza dei termini di legge.
Con sentenza n. 15/03 il Tribunale di Barcellona P.G. – Sezione distaccata di Lipari – statuiva:-
- “Condanna il Comune di Lipari ...al pagamento in favore dell’Impresa Billè ... della somma di euro 7.388,34 (ammontare complessivo delle riserve n. 2 e n.3) oltre interessi legali ...”;
- “Condanna il Comune di Lipari ... a rifondere all’Impresa Billè ... metà delle spese sostenute ...per agire nel presente giudizio ... € 1900,00 oltre Iva e Cassa;
- Condanna il Comune di Lipari ... a rifondere a Mollica Gaudenzio le spese da costui sostenute per difendersi nel presente giudizio ... € 2.100,00 oltre Iva e Cassa”.
Con atto di appello notificato all’Ente presso il procuratore costituito (avv. Annunziata Pajno), il Geom. Antonino Billè già titolare dell’omonima Impresa di Costruzioni chiedeva la riforma dell’impugnata sentenza con accoglimento di tutte le domande già formulate e non rinunciate.
In data 24.04.2004 si costituiva in giudizio l’Ente con contestuale spiegazione di appello incidentale.
Rigettata ancora una volta l’ammissione della CTU, la Corte di Appello di Messina all’udienza del 22.12.2008, assegnava la causa in decisione.
Con sentenza n.248/09 depositata in Cancelleria il successivo 01.04.2009, la Corte ha accolto parzialmente l’appello principale proposto dal Billè condannando il Comune di Lipari al pagamento della somma di € 1590,37, oltre Iva ed interessi moratori a decorrere dalla data del collaudo (28.06.2000).
In parziale accoglimento dell’appello incidentale spiegato dal Comune di Lipari, la stessa Corte escludeva la fondatezza delle riserve per carenza di prova e riformava in questo senso l’impugnata sentenza, rigettava le ulteriori domande proposte dal Billè e dichiarava compensate le spese del giudizio di appello.

Tirrenia. Il Governo fa le "prove tecniche" di smobilitazione

Tirrenia nella bufera. Nello spazio di sole 48 ore, l’ultima compagnia marittima di Stato perde e riacquista alcune tra le più importanti linee finora garantite e, soprattutto, la storica presenza sul mercato del trasporto passeggeri. Mercoledì sera, tra lo sconcerto generale delle Regioni coinvolte e dei vertici sindacali, si ha la certezza che il ministro dei Trasporti, Altero Matteoli, stia per firmare un decreto con cui sopprime, a partire da giugno, i collegamenti Genova - Porto Torres e Genova – Olbia, oltre ad alcuni servizi per la Sicilia, le Isole Eolie e Napoli gestiti dalle società regionali Caremar, Saremar, Siremar e Toremar. Un vero e proprio giallo. Una decisione senza precedenti, un taglio indiscriminato che consegnerebbe il mercato nelle mani degli armatori privati e che scatena le reazioni di entrambi gli schieramenti politici. Al punto che ieri, il governo fa marcia indietro. Il governatore della Sardegna, Ugo Cappellacci, si precipita a Roma per incontrare Matteoli. Al termine del faccia a faccia con il ministro dei Trasporti e collega di partito, Cappellacci può tirare un respiro di sollievo. «La decisione di sopprimere i collegamenti di Tirrenia tra Porto Torres e Olbia con Genova è temporaneamente sospesa – spiega il governatore - in attesa di aprire un tavolo politico tra la Regione e lo stesso ministero». Mercoledì prossimo è in programma un nuovo incontro a Roma tra lo stesso Cappellacci, il ministro Matteoli e il sottosegretario della presidenza del Consiglio, Gianni Letta. La sensazione è che il futuro della compagnia pubblica, ormai avviata verso la privatizzazione, sia appeso al filo dei rapporti personali e politici interni alla maggioranza. Vuoto assoluto sul piano delle strategie globali per il settore marittimo, della pianificazione, dei nuovi assetti di mercato legati alla vendita di Tirrenia e dei rapporti tra potere pubblico e capitale privato.Una smentita al taglio dei collegamenti tra Genova e la Sardegna viene caldamente sollecitata mercoledì sera anche dal capogruppo del Partito Democratico in commissione Trasporti alla Camera, Michele Meta, e dai deputati sardi Giulio Calvisi e Guido Melis. In sintonia, ieri, l’attacco sindacale portato dal segretario generale della Uiltrasporti, Giuseppe Caronia: «Mi auguro che prima di procedere a qualsivoglia taglio di linee e di servizi – commenta Caronia - il governo convochi i sindacati e avvii finalmente il confronto sull’intera vicenda. I marittimi non accetterebbero passivamente i tagli decisi per editto». Dopo una serie infinita di rinvii, dunque, Tirrenia si avvia verso la privatizzazione nel peggior modo possibile. Con il tentativo di dar vita ad una sorta di spezzatino aziendale, così com’era accaduto per Alitalia. È evidente che oggi l’interesse (anche) di Tirrenia, è che la privatizzazione si realizzi con l’accesso al mercato di operatori indipendenti, che abbiano effettivo interesse a rilanciare la compagnia e la competizione, valorizzando pienamente il complesso aziendale, la sua presenza commerciale, le competenze tecniche e la capacità di servizio. Ma è altrettanto necessaria una seria fase di trasformazione aziendale, che purtroppo va a coincidere con un periodo di crisi strutturale del sistema economico-finanziario. A questo punto, sarebbe sicuramente opportuno avviare subito tutte le pratiche necessarie alla privatizzazione, ma con l’obiettivo di chiudere l’operazione solo quando la congiuntura e le condizioni dei mercati finanziari si saranno stabilizzate. Cioè in presenza di un contesto idoneo ad attirare compratori disposti al rilancio dell’attività e alla valorizzazione completa degli asset. Questa accelerazione forzata imposta dal governo con tagli a sorpresa al core business della compagnia, fa temere a molti osservatori la svendita di Tirrenia. Con trasferimento sotto costo agli armatori concorrenti di quote di mercato e smobilizzazione delle maggiori linee.

I 50 anni di Don Gennaro a Canneto: Il video dell''introduzione alla solenne celebrazione eucaristica

I 50 anni di Don Gennaro a Canneto: L'arrivo di Mons. La Piana

Il primo dei tre video realizzati ieri in occasione della visita dell'Arcivescovo per i festeggiamenti in onore di Don Gennaro Divola

Il "quadaru" di San Giuseppe a Lami (I video)

Un vero e proprio "bagno di folla" a Lami per il "Quadaru di San Giuseppe" e per le iniziative collaterali, proposte dall'Associazione "Borgata Lami". Tantissime le persone giunte da ogni parte dell'isola che, oltre al tradizionale piatto di legumi e verdura, hanno gustato sfinci e salsiccia arrostita. Il tutto rigorosamente consumato in piazza dopo la benedizione del "quadaru" da parte di Don Gino.
Nei tre video che seguono potrete visualizzare: 1) la fase di preparazione del "quadaro"; 2) La "lavorazione" di sfinci e salsiccia; 3) la benedizione del "quadaru"






1° Maggio a Lami. L'intervista con Saverio Merlino, presidente dell'associazione Borgata Lami

Primo maggio: Bilancio e foto

Primo maggio come da tradizione nelle Eolie. In primo piano le varie iniziative legate alla tradizione locale in occasione della Festività di San Giuseppe lavoratore. Dalla "tavuliata" di Leni, al "quadaru" di Quattropani e Lami(avvenimento al quale dedicheremo nelle prossime ore ampi servizi video).
Primo maggio a Lipari anche per mons. Calogero La Piana che dapprima ha partecipato a Quattropani alla celebrazione di San Giuseppe e in serata si è spostato a Canneto per la solenne celebrazione eucaristica con la quale si sono festeggiati i 50 anni di permanenza di Don Gennaro Divola alla guida della comunità(anche a questo avvenimento dedicheremo ampi servizi filmati)
A mare si sono viste anche le prime belle imbarcazioni, mentre a terra dobbiamo registrare una "invasione" di mezzi provenienti da Milazzo al seguito dei giovani che hanno deciso di "puntare" sulle Eolie in questa occasione. Non si sono registrati importanti fatti di cronaca.
Nelle foto che seguono tre "flash" del primo maggio a Lipari e cioè:
1) Il primo ballo di Maggio - protagonista il sindaco Bruno a Quattropani (foto Salvatore Rijtano) 2) Il "quadaru" a Lami;
















Primo maggio a Leni. La "tavuliata", la cittadinanza onoraria a Martin e il "sassolino" di Podetti

(lipari biz) Anche quest’anno, il comune di Leni ha celebrato il proprio patrono, S. Giuseppe artigiano, con una grande tavolata. L’origine dell’evento risale alla fine del XIX secolo, per volontà di Giuseppe Pittorino. Quest’ultimo, proprietario di alcune imbarcazioni, volle creare questa grande tavolata per i pescatori poveri, affinché si potessero sfamare con piatti tradizionali come la passata e ceci. Memori di ciò, quest’anno gli abitanti di Leni hanno riportato la tradizione nel suo luogo originale, cioè nella piazza Pittorino. In quest’occasione, il sindaco Antonio Podetti ha consegnato la cittadinanza onoraria al prof. Adrian Wolfgang Martin per aver fondato la “Fondazione Salina” nel lontano 1976. Nonostante la sede di questa associazione culturale si trovi a Leni, lo stesso professore ha sin da allora espresso il concetto che la Fondazione è un bene dell’intera Salina, luogo da intendere privo di confini e campanilismi. Il sindaco Podetti, inoltre, durante la consegna ha ufficializzato la personale decisione di non candidarsi alle imminenti elezioni comunali. “Ringrazio tutti i dipendenti – ha detto emozionato il Sindaco –, sia interni che esterni, il segretario comunale ed i consiglieri di maggioranza e minoranza. Ringrazio anche tutti gli assessori, sia oggi presenti in giunta sia quelli che hanno preso altre strade, dando atto che si sono condivise insieme ore di lavoro per la crescita dell’intero paese e con i quali credevo di avere un rapporto di amicizia. Purtroppo, invece, era solo di natura politica. Anche se parlare di politica, in un posto così piccolo ,sembra fuori luogo. Un ringraziamento ai due colleghi di Salina con i quali si è collaborato per tutta la durata del mandato, affinché i tre comuni (Leni, Malfa, S. Marina Salina) fossero portatori di un solo territorio, cioè l’intera isola, facendo in modo che si rivalutassero i singoli territori integrandosi l’uno con l’altro, ed augurandosi che questo possa continuare nel tempo. Un ringraziamento particolare – ha continuato il sindaco – lo rivolgo ai dipendenti dell’Ufficio tecnico che, anche se con qualche ritardo, sono riusciti a tenere testa alla realizzazione di tutte le opere pubbliche; opere che sono state realizzate in poco più di quattro anni, quali: riqualificazione del centro di Leni e di Rinella; riqualificazione del centro culturale; riqualificazione della piazza di S. Gaetano; ristrutturazione della rete idrica; manutenzione della casa municipale; manutenzione straordinaria dell’asilo comunale; realizzazione stazione marittima;realizzazione del visitor center a Valdichiesa; sistemazione della Via Caserta e della Via Terzito; trasformazione dell’ex mattatoio in biblioteca. Ricordiamo, inoltre, quelle in corso di appalto: sistemazione delle grotte della spiaggia di Rinella; ripascimento ed allungamento del porto di Rinella; riqualificazione della Via Roma. Un grazie particolare – ha concluso Podetti – a tutta la cittadinanza, che quasi cinque anni fa mi ha dato la piena fiducia e l’onore di amministrare il comune in cui sono nato e per il quale, con orgoglio, ho dedicato del tempo per dare ( a modesto avviso del sottoscritto) uno sviluppo concreto e sostenibile. Mi mancherete e mi mancheranno, forse, anche i commenti negativi che in alcuni casi hanno segnato le mie giornate nel silenzio della solitudine e che hanno in gran parte determinato la scelta di mollare”.

Primo Maggio a Lami: Manifestazione riuscita. Il bilancio della locale associazione

COMUNICATO STAMPA
L’Associazione Borgata Lami è grata ai tantissimi amici e turisti che hanno voluto festeggiare il 1 maggio nella piccola Borgata.
Una splendida giornata di sole trascorsa in amicizia e, come l’anno passato, è stata rinnovata la tradizione del “quadaru di San Giuseppe” che è stato benedetto dal parroco don Gino Profilio.
La piccola piazza, stracolma di persone dalle 12 alle 16,00, ha fatto da cornice per consentire agli intervenuti di poter gustare, oltre al quadaru di pasta e legumi, salsicce arrosto e tanti, tanti sfinci di zucca fritti al momento.
Tutto preparato e servito dai soci dell’Associazione Borgata Lami che per la festa hanno utilizzato:
38 Kg di pasta, 46 Kg di legumi, 115 Kg. di salsicce, 65 kg. di pane, 90 Kg. di zucca gialla, 60 kg. di farina e 60 litri di olio
IL PRESIDENTE
Saverio Merlino

Seconda edizione "Giornata mondiale della Danza". I risultati

Si è svolta mercoledì 29 Aprile presso il Palazzetto dello Sport "Nicola Biviano" di Lipari, la seconda edizione della Giornata Mondiale della Danza, a cura dell'Associazione culturale "Gruppo Latino" di Lipari, in collaborazione con il Consiglio Internazionale della Danza dell'Unesco, con il Patrocinio del Comune di Lipari e la partecipazione degli Istituti Comprensivi "Lipari 1", "Lipari 2" e "Isole di Salina".
Sono intervenute durante la giornata anche le varie associazioni culturali che operano nelle Eolie nel campo della danza: As. Angels' Dance, As. Nuova Isla Dance, As. Magmarhei.
La giornata è stata curata dagli allievi della scuola di danza del Gruppo Latino.
Grande successo per la manifestazione, oltre 1500 i partecipanti, allievi dei vari istituti comprensivi, genitori, insegnanti, ma anche numerosi turisti.
Durante la Giornata si è svolta la premiazione dei partecipanti al concorso "Giornata Mondiale della Danza", oltre 200 gli iscritti al concorso.
Si sono aggiudicati il podio per la categoria A (elaborato scritto)
Scuola primaria:
1° POSTO : Marcello Bernardi (I.C. Lipari 1)
2° POSTO : Erika Sapienza (I.C. Lipari 1)
3° POSTO : Noemi Venuto (I.C. Lipari 1)
Scuola secondaria:
1° POSTO : Vanessa Reitano
Per la categoria B ( elaborato grafico-pittorico )
Scuola primaria:
1° POSTO : Giulia Parisi (I.C. Lipari 1)
2° POSTO : Ilenia Mandarano (I.C.Lipari 1)
3° POSTO : Federica Puglisi (I.C. Lipari 1)
Scuola secondaria:
1° POSTO : Dario Princiotta (I.C. Isola Salina)
2° POSTO : Roberta Acquaro (I.C. Lipari 1 Canneto)
3° POSTO : Giorgia Aiello (I.C. Lipari 1 Canneto)
Per la categoria C ( composizione coreografica )
Scuola primaria:
1° POSTO : Francesca Deidda (I.C. Lipari 1)
2° POSTO : Giulia Riganò e Noemi Mangano (I.C. Lipari 1)
3° POSTO : Veronica Mangano e Giulia Di Giuseppe (I.C. Lipari 1)
Scuola secondaria:
1° POSTO : Giulia Parisi (I.C. Lipari 2)
2° POSTO : Michela Towler e Nicole Palazzotto (I.C. Lipari 2)
3° POSTO : Classe 3 A (I.C. Lipari 2) a pari merito con Classe 1 A (I.C. Lipari 1 Canneto)
Sono stati consegnati inoltre due PREMI SPECIALI per:
I.C. Lipari 2 Scuole di Quattropani e Pianoconte /I.C. Isole di Salina Scuole di S. Marina e Malfa.
Tutti i vincitori hanno ricevuto una pergamena, una Borsa di Studio presso la Scula di Danza Gruppo Latino e un trofeo per tutti i prmi classificati.
L'Associazione Gruppo Latino ringrazia tutti per l'eccezionale partecipazione e collaborazione.

giovedì 30 aprile 2009

Salina: Marocchini aggrediscono connazionale. Ricercati

I carabinieri stanno indagando su uno strano episodio che si è verificato nell'isola e che ha coinvolto degli immigrati. Secondo quanto emerso dai primi accertamenti, è accaduto che alcuni ragazzi marocchini stavano parlando molto animatamente nella piazza del paese. Improvvisamente, per cause ancora poco chiare avrebbero iniziato a spintonarsi. È intervenuto una donna, pure di nazionalità marocchina, che ad un certo punto, dopo uno scambio verbale, è stata presa a schiaffi. In pochi secondi la giovane si è ritrovata per terra, con uno dei ragazzi che le è addirittura saltato addosso. Presa a calci ed impaurita, la marocchina è riuscita a fuggire e a cercare rifugio nel vicino bar "Malvasia". È stata inseguita e a quel punto i gestori del bar sono intervenuti. Nel frattempo sono accorsi i carabinieri, ma i giovani immigrati che lavorano nell'isola, sono riusciti a fuggire. La donna è stata portata in Guardia medica dove le sono state riscontrate contusioni in varie parti del corpo e un leggero trauma cranico. Le Forze dell'Ordine, sulla scorta anche di alcune testimonianze, stanno cercando i responsabili di questa strana, improvvisa aggressione.

Predisposizione dei debiti fuori bilancio. Si cambia

(FRANCESCO MEGNA) Nell'odierno Consiglio Comunale (30 Aprile), su proposta del sottoscritto è stato votato un Ordine del Giorno, votato all'unanimità dal Consiglio Comunale (pertanto anche dalla maggioranza) relativamente ai futuri debiti fuori bilancio che verranno proposti al vaglio del Consiglio per il riconoscimento.
Il deliberato introduce 4 elementi di novità nella predisposizione dei debiti fuori bilancio, sinteticamente riassumibili in:
1. una proposta per ogni debito (e non proposte cumulative contenenti decine di partite debitorie)
2. ogni debito va accompagnato da una Relazione esplicativa e tecnico-descrittiva (fino ad oggi si è allegato un prospetto contenente l'importo da riconoscere e il soggetto creditore. La proposta era di fatto carente in quanto non conteneva alcuna menzione di fatti, atti e/o procedimenti che, nelle varie fasi, avevano dato luogo alla formazione del debito)
3. vanno avviate, contestualmente al riconoscimento, le azioni di rivalsa e responsabilità verso chi ha generato il debito, con dolo o colpa grave;
4. con una modifica regolamentare, si renderà obbligatorio il parere preventivo dei revisori dei conti (in atto, i debiti f.b. vengono girati ai revisori, soltanto dopo il riconoscimento del Consiglio Comunale).
Ordine del giorno approvato all’unanimità (proposta del Consigliere FRANCESCO MEGNA)
Consiglio Comunale del 30 Aprile 2009
Premesso che la Commissione Consiliare Bilancio ha reiteratamente richiesto al Responsabile del Procedimento di far redigere una proposta di deliberazione per ogni debito al fine di evitare che discussioni, interpretazioni o altro relative ad un debito possano coinvolgere anche altre partite debitorie impedendone il riconoscimento;
IL CONSIGLIO COMUNALE
IMPEGNA L’AMMINISTRAZIONE, PER IL FUTURO
a) ad allegare nella proposta di deliberazione una relazione esplicativa e tecnico-descrittiva del debito fuori bilancio che viene portato al vaglio del Consiglio Comunale per il riconoscimento, che riassuma la genesi della posizione debitoria e tutti i fatti, atti e/o procedimenti che hanno portato alla creazione della partita debitoria.
Attraverso la Relazione esplicativa, sarà più agevole poter individuare, accertare e perseguire eventuali responsabilità verso chi ha generato il debito;
b) ad avviare le procedure per le relative azioni di responsabilità e rivalsa, per perseguire sotto il profilo amministrativo, contabile, civilistico e risarcitorio, coloro che dovessero eventualmente risultare aver provocato, agevolato o comunque non impedito, con dolo o colpa grave, la determinazione del Debito Fuori Bilancio;
c) ad attivare le procedure per modificare l’art. 79 del Regolamento di Contabilità, inserendo l’obbligatorietà del parere preventivo dell’organo di revisione sui debiti fuori bilancio, così come avviene per la costituzione di istituzioni, aziende speciali e società di capitali e per gli atti richiamati nell’art. 79, rientrante nell’attività di collaborazione dell’Organo di Revisione con il Consiglio Comunale, ai sensi dell’art. 239 del T.U.E.L.

Lipari: Il consigliere Corda portavoce dell'amministrazione e della maggioranza consiliare

RICEVIAMO DALLA SIGNORA ROSARIA CORDA (CONSIGLIERE COMUNALE) IL SEGUENTE COMUNICATO STAMPA
E’ intendimento dell’Amministrazione Comunale e del Gruppo Consiliare di maggioranza attivare un appuntamento a cadenza settimanale (salvo casi di estrema gravità che trovano precedenza assoluta anche sui tempi previsti), per comunicare, attraverso i notiziari online, a tutta la popolazione, in ordine all’operato politico-amministrativo messo in atto dalla stessa, e per dare compiuta risposta alle domande che giungono presso le redazioni.
Pertanto, si è stabilito, in sede di riunione di maggioranza tra amministratori e consiglieri, e su esplicita richiesta dei presenti, di nominare la scrivente quale portavoce ufficiale in seno all’Amministrazione e al Gruppo di maggioranza.
Quanto per comunicare che, di norma e a partire da oggi, tutto ciò che sarà indirizzato per l’introduzione dei canali informativi, in ordine a mozioni, interpellanze, semplici quesiti, da parte di rappresentanti politici, di comitati e di cittadini, troverà risposta per il tramite della scrivente che attingerà di volta in volta all’interpellato competente per materia.
Tale appuntamento resta fissato per ogni sabato, salvo diverse esigenze e urgenze.
Sperando di far giungere sempre risposte semplicemente esaustive e di aver la possibilità di interagire con la comunità nella piena onestà intellettuale che dovrebbe animare un confronto civile, invito le redazioni a volersi rendere disponibili nel rispetto della democraticità e della par condicio che loro compete per professionalità e deontologia.
Ringraziando anticipatamente per la collaborazione che sicuramente sarà da garanzia per tutti, rinvio l’appuntamento a sabato per le prime comunicazioni.
Rosaria Corda, portavoce Amministrazione e Gruppo di maggioranza del Comune di Lipari.

Centro di riabilitazione di Canneto. "Potenziato l'organico". Il direttore Furnari risponde al sindaco Bruno

Nei giorni scorsi il sindaco Mariano Bruno aveva sollecitato la risoluzione dei disservizi presso il centro di riabilitazione di Canneto. Con una nota (che riportiamo) il direttore generale Salvatore Furnari gli comunica la risoluzione delle problematiche evidenziate.
"Con riferimento alla sua nota le comunico che il disservizio segnalato è già stato risolto con la nomina di incaricati per le professionalità carenti.
L'occasione della presente è propizia per sottolineare la considerazione con cui questa direzione tiene di conto i bisogni del territorio eoliano.
Attenzione anche dimostrata dalla consistenza del personale assegnato, nella misura massima possibile rispetto alla dotazione organica, malgrado le oggettive difficoltà rappresentate dalla scarsa disponibilità degli operatori del settore a prestare servizio presso le piccole isole, che costringe l'azienda ad un turn-over continuo e defatigante, oltre che a continue ed improvvise sostituzioni per malattie e/o dimissioni.
Rimane alta l'attenzione verso le criticità segnalate ai fini dell'individuazione di soluzioni piu' definitive comunque connesse ai dettami contenuti nel piano di rientro e dei conseguenti provvedimenti regionali".
Salvatore Furnari

San Pio nella chiesa del Pozzo

Da ieri sera la statua di San Pio, acquistata attraverso una colletta popolare, è stata ubicata in via definitiva nella Chiesa del pozzo al centro del corso Vittorio Emanuele di Lipari a conclusione di una processione che si è snodata dalla Chiesa di Santa Lucia

L'intervista al sindaco Bruno sulla pesca

Incontro tra Bruno e marineria eoliana per fare il punto sull'incontro romano e programmare l'audizione di mercoledì

Matteoli: "Quelle di Caronia insinuazioni senza fondamento"

Il segretario nazionale della Uilt, Giuseppe Caronia fa "insinuazioni senza fondamento". Lo dichiara in una nota il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, replicando alle affermazioni di Caronia sulla vicenda Tirrenia.
"Sorprende - dice Matteoli - che un sindacalista esperto come Giuseppe Caronia scenda a questi livelli di polemica fino a fare insinuazioni senza fondamento. Posso assicurare che la Toremar non avrà trattamenti di favore. Riguardo al piano di razionalizzazione dei servizi di collegamento marittimo con le isole minori - conclude - il Governo sta valutando e approfondirà la questione con le regioni interessate e con le organizzazioni sindacali".

TIRRENIA: CARONIA, SPERO INDISCREZIONI SU TAGLI COLLEGAMENTI INFONDATE

Eventuali tagli ai collegamenti Tirrenia non possono essere decisi prima di un confronto sull'intero sistema. Lo afferma il segretario generale della Uil Trasporti, Giuseppe Caronia, commentando indiscrezioni circa un decreto interministeriale attraverso il quale il Governo sembra si accinga ad effettuare la soppressione di alcuni collegamenti marittimi eserciti dalla Societa' Tirrenia e dalle sue controllate Caremar, Saremar, Siremar e Toremar.
''Particolarmente colpita - riferisce Caronia - sembrerebbe essere la Sardegna che perderebbe alcune linee essenziali, quali la Genova-Porto Torres e la Genova-Olbia, e la Sicilia che si vedrebbe sottratto, tra l'altro, il collegamento tra le isole Eolie e Napoli''.
''Tagli - prosegue il sindacalista - sarebbero previsti anche per la Caremar che opera in Campania, mentre la Societa' meno colpita risulterebbe essere la Toremar che opera in Toscana, regione, di certo per caso, della quale e' autorevole figlio il Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Altero Matteoli e che ricopre la carica di Sindaco nella ridente cittadina di Orbetello''.
Mi auguro - conclude Caronia - che queste indiscrezioni risultino inattendibili e che prima di procedere a qualsivoglia taglio di linee e di servizi il Governo convochi i sindacati ed avviino finalmente il confronto sull'intera vicenda, da mesi invocato invano. I lavoratori del Gruppo Tirrenia non potrebbero passivamente accettare la perdita di centinaia di posti di lavoro per 'editto' e le loro reazioni potrebbero non essere piu' governate dalle stesse Organizzazioni Sindacali che li rappresentano e che cercano di mantenere ogni conflitto all'interno della legge 146 che disciplina il diritto di sciopero''.

Lipari: Il consiglio affronta i debiti fuori bilancio

Consiglio comunale in corso a Lipari da stamattina. Quasi in apertura i consiglieri comunali di minoranza hanno abbandonato l'aula per protesta in quanto la maggioranza non ha dato il via libera alla trattazione di argomenti inerenti Acquacalda e Via Garibaldi-Marina Corta. Sono rimasti in aula i due consiglieri del Faro Gesuele Fonti e Francesco i quali, comunque, non stanno partecipando alla votazione dei debiti fuori bilancio per un importo complessivo di circa 450 mila euro. I due consiglieri hanno evidenziato (lo sentirete nella video intervista con Fonti) che alcuni debiti potevano essere evitati. Questi i debiti fuori bilancio all'esame del consiglio: Rimborso spese legali a dipendenti ed ex (euro) 50.583: Alberto Fonte 20.266, Alberto Fonte 3.672, Alberto Fonte 1.836, Giuseppe Corrieri 340,24, Biagio De Vita 6.358, Bartolo Portelli 1.836, Agostino Portelli 8.064, Claudio Beninati, Bruno Martello e Livio Ruggiero 8.210. Parcelle avvocati anno 2008 (euro 86.162) : avvocato Walter Midili 16.905, Raffaele Tommasini 6.559, Raffaele Tommasini 12.721, Antonio Lanfranchi 4.556, Antonio lanfranchi 7.495, Arturo Merlo 2.486, Arturo Merlo 2.486, Carmelo Briguglio 242, Aldo Tigano 3.095, Emilio Belfiore 6.949, Emilio Belfiore 2.566, Cosimo Genovese 2.566 e Milena Sindoda 17.871. Sentenza esecutiva per occupazione usurpativa di terreno di proprietà di Agnese Maiurana La Greca (euro 68. 160), Bartolomeo Zagami (euro 111.236) per danni cagionati al suo immobile.
Sentenze e atti esecutivi De Pasquale Francesca piu' quattro dipendenti euro 1.239, Bartolo Portelli 826, Andrea Ponticelli 3.376, Rita Trimboli piu' uno 40. 391, Onofrio Zaia 24.972, Ute Kock 1.782, Di Losa Caterina 2.449, Eike Lorenz e Merlino Marco 3.290, Ato Me 25.215, Capodici Giuseppe 5.285, Majolino Domenico 5.403, D'Amico Giuseppe 25.934, Renda Marisa 4.172, Fonte Alberto 946.
Rimborso dipendenti per spese legali: Alfonso Paolillo 2.080, Aldo Martello 11.258.
La video intervista con Fonti:

Incontro con il Comitato CASTA di Acquacalda (VIDEO 2)

Seconda parte dell'incontro con il Comitato CASTA sul "tavolo" in particolare la messa in sicurezza dell'abitato costiero di San Gaetano

Il sindaco Bruno e l'assessore Giannò hanno incontrato il Comitato CASTA DI ACQUACALDA( VIDEO 1)

Rappresentanti del comitato Casta di Acquacalda, guidati dal presidente Enzo Mottola, hanno incontrato questa mattina il sindaco di Lipari Mariano Bruno e l'assessore ai lavori pubblici Corrado Giannò per avere notizie sull'operato dell'amministrazione in merito alla rimozione del pontile di Acquacalda e ai lavori di messa in sicurezza dell'abitato di San Gaetano. In questo primo video la discussione sul pontile con il sindaco che si è dichiarato pronto ad intervenire e a mandare gli atti alla Procura.

Rifiuti sulla spiaggia a Canneto. Richiesti interventi dall'associazione "Per Canneto"

Al Sindaco del Comune di Lipari, all'Assessore all’ecologia e servizi r.s.u. del Comune di Lipari, al Dirigente del 4° Settore e Comandante del Corpo di Polizia Municipale
del Comune di Lipari, al Presidente del Consiglio Comunale del Comune di Lipari e al Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari è indirizzata la lettera dell'Associazione "Per Canneto" avente per oggetto:
Pulizia spiagge di Canneto
Come ogni anno, la stagione turistica è alle porte e le spiagge della frazione necessitano di interventi di pulizia e sistemazione.
Lo stato di degrado in cui versa, in modo particolare, il tratto di spiaggia che va dal molo al torrente calandra richiede un intervento immediato considerato, fra l’altro, che vi sono situazioni di pericolo create dai depositi e dai rifiuti abbandonati nella spiaggia, come rileverete dalla documentazione fotografica che qui alleghiamo.
Pertanto, Vi invitiamo a predisporre tempestivamente ed in maniera efficace gli interventi necessari affinché le spiagge possano essere fruite in sicurezza e possano dignitosamente presentarsi ai visitatori considerato che l’economia della frazione e quella dell’intera isola è basata essenzialmente sul turismo e le spiagge di Canneto sono le uniche che, senza alcun dubbio, rappresentano una importante attrattiva per il turismo balneare.-
Certi della Vostra attenzione, nel ringraziarVi, porgiamo distinti saluti.-
Associazione “Per Canneto”
Il Presidente
Antonino Giardina

Ludica Lipari: Concluso il campionato per la prima squadra si continua con i tornei giovanili

Sceso il sipario sul vittorioso campionato di seconda categoria, in casa Ludica Lipari l'attività non conosce soste. Oltre alla scuola calcio si prosegue con i tornei giovanili. Ieri siamo andati a spiare la parte finale dell'allenamento della formazione esordienti affidata a mister Bartolo Monte. IL VIDEO:


mercoledì 29 aprile 2009

Centro riabilitazione di Canneto: Il sindaco Bruno sollecita risoluzione problematiche

Sulle disfunzioni al Centro di raibilitazione di Canneto il Sindaco Mariano Bruno ha scritto al Direttore Generale Azienda U.S.L. N.5 dott. Salvatore Furnari, al Direttore Sanitario Azienda U.S.L. N.5 Manlio Magistri e per conoscenza all'Assessore alla Sanità On. Massimo Russo e al Prefetto Francesco Alecci.
IL TESTO DELLA LETTERA
Oggetto: Inefficienza servizi erogati da Azienda USL n.5 presso il Centro di Riabilitazione di Canneto - Lipari. Invio o.d.g. approvato dal C.C. nella seduta del 21.04.2009
Nel fare riferimento e seguito alla pregressa corrispondenza con la quale veniva segnalata la necessità di garantire la erogazione di servizi efficienti da parte di codesta Azienda presso le strutture sanitarie insistenti su questo territorio comunale, atti a prevenire disagi ed a fornire la necessaria assistenza all’utenza, si evidenzia, ancora, l’esigenza che quanto precede venga oculatamente e prontamente assicurato, nel rispetto di quei canoni imprescindibili posti a tutela della salute del cittadino.
A tale riguardo, anche il Consiglio Comunale, nel denunciare uno stato di inefficienza che caratterizza l’attività generale del Centro di Riabilitazione di Canneto e, segnatamente, il servizio di logopedia, chiede l’attuazione di interventi mirati, volti a porre rimedio immediato alle cennate gravi e persistenti problematiche socio-sanitarie-assistenziali. In proposito, è appena il caso di segnalare quanto essenziale divenga, per un territorio insulare come il nostro, detto servizio costituente un ramo sanitario che si traduce in prevenzione, educazione e rieducazione, tanto in età evolutiva e adulta che geriatrica.
Si rimette copia dell’o.d.g. approvato dal civico consesso nella seduta del 21.04.2009, con deliberazione n.45, e si invitano gli organi cin indirizzo, per la parte di rispettiva competenza, a voler porre alle questioni testè esposte la necessaria attenzione, ricercando ogni utile e tempestiva soluzione al riguardo, onde rendere serenità e certezze ai bisogni che l’utenza legittimamente rivendica. Parimenti, copia del citato documento si trasmette al Sig. Assessore Regionale alla Sanità ed al Signor Prefetto di Messina, che leggono per conoscenza, per ogni azione utile alla urgente risoluzione che gli aspetti evidenziati richiedono.
IL SINDACO
(Dott. Mariano Bruno)

Lipari: La protesta dei cittadini di Acquacalda

Doppia manifestazione di protesta dei cittadini di Acquacalda che, sotto la guida del direttivo del comitato cittadino CASTA, hanno fatto sentire la loro voce, accompagnata da una eloquente cartellonistica, dapprima davanti alla sede della guardia costiera e successivamente al palazzo municipale di via Falcone-Borsellino. Oggetto della protesta la non rimozione del pontile ex Italpomice, lo stato di degrado dell'intera area e la messa in sicurezza dell'abitato costiero di San Gaetano.
Il comandante Luca Politi, incontrando i cittadini, ha evidenziato di aver fatto quanto di sua competenza e ha esplicato quelli che sono i successi passaggi.
Al comune i cittadini di Acquacalda, dopo un sit in esterno ed uno all'interno dell'aula consiliare dove doveva tenersi il consiglio comunale(non tenutosi per mancanza del numero legale), hanno incontrato l'assessore Corrado Giannò il quale ha evidenziato i passi compiuti dall'amministrazione sulla questione pontile, mentre per quanto riguarda la messa in sicurezza dell'abitato di San Gaetano ha affermato che i lavori sono rimasti fermi in quanto all'impresa non erano stati erogati I fondi per due avanzamenti lavori. La situazione dovrebbe essersi sbloccati e i lavori dovrebbero riprendere questa volta via mare con l'ausilio di apposito pontone.

Benfari, direttore del museo "Bernabò Brea" di Lipari

(lipari biz) L’Arch. Michele Benfari sarà a meno di ulteriori quanto improbabili novità il nuovo direttore del prestigioso museo archeologico regionale, “ Luigi Bernabò Brea” di Lipari. La nomina sarà ufficializzata con un decreto ormai, secondo alcune indiscrezioni, alla firma dell’assessore regionale ai Beni culturali, Antonello Antinoro. Benfari è una vecchia conoscenza degli eoliani: E’ stato infatti Commissario dell’ex Azienda autonoma di soggiorno e turismo di Lipari alla guida della quale ha organizzato , con il supporto finanziario dell’assessorato, forse le più importanti manifestazioni di richiamo turistico e culturali degli ultimi anni nella principale isola eoliana. Benfari, direttore dell’ Ufficio Speciale per la valorizzazione della risorsa mare e dei porti turistici ha al suo attivo anche un serie di pubblicazioni e vanta diverse specializzazioni. La corsa all’importante incarico, ammesso che vi sia stata, si è probabilmente già conclusa.

Ancora sul 25 Aprile di Saverio Merlino

Riceviamo e pubblichiamo:
Caro Piero,
Sai quanto ti stimo e quanto rispetto le opinioni altrui anche quando sono in dissenso con le mie opinioni.
Il mio intervento non voleva e non vuole essere di "buonismo", per dimenticare o per apparecchiare la tavola a qualcuno......anzi.
Che i partigiani e gli antifascisti sono morti per dare a noi la libertà di cui godiamo (speriamo per sempre) nessuno può e deve dimenticarlo.
Se hai letto attentamente la mia prima nota era questo il motivo che mi ha spinto a scrivere e a farmi "arrabbiare".
Non ho sopportato Il silenzio e il voler ignorare questi valori da parte di chi è chiamato a difenderli e onorarli.
La mia uguaglianza di festa si riferiva al riconoscimento da parti di tutti dei valori della democrazia, della libertà e della nostra Carta Costituzionale e il rispetto di chi ha perso la vita per difenderli.
Se altri, oggi, li riconoscono, per me è un risultato di democrazia, di quella democrazia per la quale i "partigiani e gli antifascisti" che noi onoriamo hanno combattuto e perso la vita.
Poi.........,da buon cattolico, solo senso di rispetto per tutti i morti.
E credimi.....anch'io sono antifascista ed eoliano vero e sicuramente non dell´ultima ora.
Con amicizia fraterna.
Saverio Merlino

martedì 28 aprile 2009

Le reliquie di San Pio a Lipari. In attesa dell'inizio della Santa Messa. Le reliquie e la statua di San Pio

Le reliquie di San Pio a Lipari- L'arrivo nella chiesa di Santa Lucia

Le relique di San Pio a Lipari. L'intervento di Padre La Porta

Le reliquie di San Pio. L'arrivo in largo Padre Pio

A Lipari le reliquie di San Pio

Eolienews tra poco porterà nelle case dei suoi lettori una serie di filmati da poco realizzati e che testimoniano I vari momenti che la comunità liparese sta vivendo con l'arrivo di reliquie di San Pio: il guanto della mano destra, una crosta di sangue e un panno che il frate delle stimmate applicava sul costato.
Vi proporremo per far partecipare a questo momento tutti coloro, che per vari motivi non possono essere presenti: dall'arrivo di padre Enzo La Porta, responsabile dei gruppi di preghiera per la Sicilia davanti alla statua di Padre Pio, alla processione sino alla chiesa di S. Lucia, dall'interno della chiesa con le reliquie del Santo e con la sua statua che domani in processione sarà trasferita in via definitiva nella chiesetta del Pozzo, sino all'intervista messaggio di padre La Porta.

Le Eolie e i finanziamenti Unesco di PIETRO LO CASCIO

(PIETRO LO CASCIO) Non è passata inosservata la notizia (si veda la Gazzetta del Sud del 25.04.09) che, stando alla delibera n. 372 della giunta regionale del 29.12.08, le uniche aree della Provincia di Messina ammesse ai finanziamenti del POIn (Programma Operativo Interregionale) siano state le Isole Eolie. L’arcipelago figura nella lista dei siti siciliani destinati a una valorizzazione del patrimonio culturale, naturale e paesaggistico – e pertanto ammessi a congrui finanziamenti (si parla di oltre 280 milioni di euro) – soltanto grazie alla sua appartenenza alla World Heritage List dell’Unesco. Per una volta, dunque, essere “Patrimonio dell’Umanità” paga. Non sorprende il silenzio, in questo caso, del principale detrattore di questo prestigioso riconoscimento, il sindaco Bruno, che in questi anni si è distinto insieme alla sua amministrazione per:
1) addebitare all’Unesco presunte responsabilità sulla situazione attuale di disagio dei lavoratori della Pumex, quando è noto come il destino degli stessi sia stato oggetto di un avvilente mercimonio elettorale da parte di esponenti della maggioranza a livello comunale e regionale;
2) avversare il famoso Piano di Gestione del Sito Unesco realizzato dalla Regione Siciliana, nonostante al Comune di Lipari fossero stati dati l’occasione e i soldi per dire la propria e non subire “imposizioni dall’alto” tramite uno “studio per un modello di piano di gestione”, la cui consistenza è stata però giudicata assolutamente insufficiente;
3) non perdere occasione per avviare sterili polemiche con l’Unesco e i suoi rappresentanti nazionali sulle indicazioni fornite in materia di megaprogetti e, in generale, di gestione e di sviluppo del nostro territorio.
Nonostante tutti gli sforzi del sindaco Bruno, le Eolie beneficieranno fino al 2013 di una notevole opportunità per sviluppare e potenziare la loro offerta turistica, puntando finalmente sulla destagionalizzazione e sulla diversificazione della stessa. Sarebbe apprezzabile un atto di onestà intellettuale da parte dei nostri amministratori, riconoscendo – per una volta – il ruolo positivo giocato dall’Unesco in questa vicenda; ma, alla luce dell’atteggiamento becero dimostrato finora dalla maggioranza, non coltiviamo particolari illusioni in questo senso.

Sequenza fotografica della finale del torneo di calcetto in memoria del professor Cris Merlino

Si è svolto domenica al campetto di calcetto Freeland club, gestito da Bartolo Giunta, la finale del torneo di calcetto in memoria del professor Cris Merlino. Vi proponiamo un montaggio video di alcune delle foto scattate dal fotografo professionista Gaetano Di Giovanni durante alcuni momenti della manifestazione alla quale ha preso parte un folto pubblico.

Acquacalda: Cittadini in fermento. Domani protesta a Lipari

Nonostante le tante promesse l'ex pontile dell'Italpomice di Acquacalda, crollato in mare sul finire dello scorso anno, continua a restare lì, così come rimangono sui fondali le "macerie" della struttura. Anzi, se possibile, la situazione è anche peggiorata poichè la parte del pontile rimasta all'inpiedi è sempre più pericolante.
Per questo motivo domani mattina alle dieci gli abitanti di Acquacalda, guidati dal direttivo del comitato CASTA, protesteranno davanti ai locali della Guardia costiera di Lipari e successivamente davanti al comune.
Nel mirino anche lo stop alle opere di messa in sicurezza dell'abitato costiero di San Gaetano.

Sul futuro di Laurana e Novelli il sindaco Bruno chiede chiarezza

Lettera del sindaco di Lipari Mariano Bruno al ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Altero Matteoli; al responsabile Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statistici Amedeo Fumero; al responsabile della Direzione Generale per il Trasporto Marittimo e per Vie d’Acqua Interne Enrico Maria Puija; all'assessore ai trasporti della regione siciliana Giambattista Bufardeci; alla dirigente del dipartimento regionale turismo e trasporti, Salvatrice Severino e per conoscenza alla Siremar. Oggetto: Presunti spostamenti delle MM/nn “ Laurana e Piero Novelli”. Richiesta intervento urgente
Si fa seguito alla copiosa corrispondenza intercorsa in tema di trasporti marittimi con le isole minori e, nel caso in esame, a quanto segnatamente indicato in oggetto, per rappresentare agli organi in indirizzo, ancora una volta, quanto forti rimangano le preoccupazioni connesse ai collegamenti del settore Eolie, ora nascenti dai presunti paventati spostamenti delle MM/nn “Laurana e Piero Novelli”.
In modo particolare, si intende evidenziare, anche a fronte dello stato di agitazione e delle vibrate rimostranze espresse da parte di tutte le componenti istituzionali, economiche e sociali di del comprensorio eoliano, la seguente circostanza.
In atto, la M/n “Laurana”, impegnata in linea C/1 Eolie – Napoli (benché in questi giorni - come già segnalato - si siano verificati problemi allo stesso mezzo navale, col fermo dei previsti collegamenti di linea, provocando non pochi disagi a residenti e villeggianti) correrebbe il rischio di essere trasferita ad altro settore (dove prenderebbe il posto della M/n Palladio la quale necessiterebbe di lavori di manutenzione) per essere sostituita dalla M/n“Veronese”.
E’ previsto, inoltre, che tale situazione, di evidente disagio, possa perdurare fino ai primi del mese di luglio c.a.. Lapalissianamente, in presenza della fondatezza di tali circostanze, si sarebbe di fronte all’ennesimo torto perpetrato ai danni delle nostre comunità e del suo sviluppo socio-economico: si rischierebbe di ritrovarsi, proprio con l’incipiente stagione estiva, con navi più piccole, meno confortevoli e meno efficienti.
Il disvalore tra servizi offerti dalla M/n “Laurana” e quelli che offrirebbe, per converso, la M/n “Veronese” è abissale, sia in termini di stazze lorde, che in termini di dotazione dei minimi conforts, di cabine dotate di servizi igienici decenti, di posti auto, di posti ponte, etc.
Stessa sorte sembra debba toccare alla “Piero Novelli”, impegnata in linea C/3 – C/4, dotata di una stazza lorda che è quasi il doppio della “Simone Martini”, mezzo navale che dovrebbe sostituire il primo. Si chiede di far conoscere, con cortese urgenza, se i predetti presunti spostamenti rivestano fondamento e, qualora, reali, di voler assumere, prontamente, ogni utile e concreta iniziativa per evitare il trasferimento delle predette unità navali ad altri settori, poiché ciò comporterebbe ulteriori rischi ed incentivo alle negative ripercussioni economiche, già in essere, sull’intero arcipelago e su tutti gli operatori turistici che vi operano, avuto particolare riguardo alle isole di Stromboli e Panarea.
In attesa di urgente cenno di riscontro, che si spera sia volto a confutare i cennati presunti spostamenti ovvero, in caso di fondatezza, che dia certezze riguardo a risolutivi concreti interventi, si porgono distinti saluti.
IL SINDACO
(Dott.Mariano Bruno)

TRASPORTI: APPROVATO NUOVO REGOLAMENTO TAXI

Dopo cinque anni di attesa è stato approvato il nuovo regolamento comunale per i taxi, che avrà valore per tutto il territorio regionale. Alla riunione hanno partecipato le principali sigle sindacali del settore. Per il dipartimento regionale dei trasporti è intervenuto Luigi Abruzzese, consulente dell'assessorato.
Il documento siglato questa mattina nella sede del dipartimento regionale dei trasporti è composto da cinquanta articoli che regolano l'attività, gli obblighi, la disciplina del servizio, i titoli e le forme giuridiche per l'esercizio di servizio taxi e autovetture da noleggio. Il regolamento indica le procedure che i Comuni dovranno seguire per l'assegnazione di licenze ed autorizzazioni, con la previsione di concorso pubblico di competenza delle giunte comunali. Vengono anche indicati i criteri per stabilire il numero di autovetture da adibire a servizio taxi e noleggio con conducente che potrà operare in ogni Comune: i principali parametri sono il numero di cittadini residenti sul territorio, il numero dei posti letto offerti dalle locali strutture alberghiere, la presenza di strutture economiche e produttivi, porti, aeroporti e stazioni.
Il regolamento stabilisce che le licenze vengano rilasciate a tempo indeterminato, anche se sottoposte annualmente a verifica da parte dell'amministrazione comunale che ha rilasciato il titolo, al fine di accertare il permanere, in capo al titolare, dei requisiti previsti dalla legge e dal regolamento.

Mostra fotografica: Oggi è stato il turno delle scolaresche della Galilei

Prosegue con successo a Canneto la mostra fotografica di Claudio Merlino dedicata ai matrimoni, ai mezzi di navigazione in servizio nelle Eolie e ai marittimi. Stamattina è stata la volta della visita delle scolaresche della scuola "Galileo Galilei". Le singole classi, accompagnate dai docenti, si sono alternate nei locali parrocchiali per visionare immagini in larga parte per loro sconosciute. La mostra si chiuderà giovedì sera. IL VIDEO DI UNA SCOLARESCA IN VISITA:

Per non dimenticare di Piero Roux

Riceviamo e pubblichiamo
Caro Saverio,
Scusa il mio dissenso ma, a livello personale, malgrado tutte le belle parole del nostro Presidente, al quale accordo tutta la mia stima per il suo essere valoroso antifascista, ritengo che il 25 aprile appartenga -idealmente e soprattutto - a quelle forze che si identificano con i valori morali di quegli uomini che hanno dato la vita - lottando contro i nazi-fascisti - per la conquista della democrazia e di coloro che lottano quotidianalmente- in ogni sede ed in ogni luogo- per mantenere vivi i valori della Carta Costituzionale intriso dal sangue dei nostri martiri della resistenza
Scusami ma concordo pienamente con Gianluca Pini (vero eoliano e antifascista).
Piero Roux
Sinistra Democratica

Un modo "diverso" di vedere il 25 aprile di SAVERIO MERLINO

“Il 25 aprile non è festa d’una parte sola. I valori dell'antifascismo e della Resistenza non restarono mai chiusi in una semplice logica di rifiuto e di contrasto, sprigionarono sempre impulsi positivi e propositivi e poterono perciò tradursi con la Costituzione in principi e in diritti condivisibili anche da quanti fossero rimasti estranei all'antifascismo e alla Resistenza”.
Giorgio Napolitano Presidente della Repubblica Italiana
“Il mio sogno è di vedere celebrato un 25 aprile senza rancori e all'insegna dell'unita' nazionale. Perchè quella data vide l'Italia finalmente liberata dalla dittatura nazi-fascista e il Paese ricomposto nella sua unità territoriale dopo oltre un anno di dolorosa divisione”.
Carlo Azelio Ciampi ex Presidente della Repubblica Italiana
Non sono dichiarazione del “Merlino” di turno ma di “uomini” veri dello Stato.
Uomini che hanno scritto, difeso e garantito la “ Costituzione Italiana” e che hanno rappresentato e rappresentano l’Italia e, con orgoglio e grande onore dico: “ i miei Presidenti della Repubblica”.
Sarò pure il “Merlino di turno” ma quel 25 aprile mi da il diritto di dire la mia come e quando voglio come pure quello di continuare a sostenere, nella mia ingenuità, che il 25 aprile è una festa di tutti, ma proprio di tutti.
Certo, salvo che uno non sia un nazista o un fascista.
Che il 25 aprile è la festa di tutti dovrebbe essere un sentimento comune degli italiani, specialmente di chi, come me, e penso come il signor Gianluca Pini, che non ho il piacere di conoscere, crede nei valori della Resistenza ed è rispettoso dell'opinione altrui.
I segni e le tracce dolorose di quei giorni sono un patrimonio ideale e morale per il Paese.
Ed è la memoria di quei conflitti che può e deve nutrire, ancora oggi, l'avere realmente a cuore la nostra democrazia.
Ha ragione il Signor Gianluca Pini: sì, forse è vero, siamo diversi, ma solo sul modo civile e democratico di dire le cose, vedere e concepire la libertà, la democrazia, il governo e lo sviluppo di questo nostro Paese.
Saverio Merlino (aimè) del Partito Democratico, partito di opposizione.

Lipari: Carabinieri con l'etilometro. Ritirate dieci patenti

Dieci patenti ritirate per il riscontro di un tasso alcolemico superiore a quanto consentito. E' il bilancio dei serrati controlli posti in essere nel fine settimana dai carabinieri della stazione di Lipari. Gli uomini dell'Arma con l'ausilio dell'etilometro in dotazione hanno effettuato circa una settantina di controlli per verificare le condizioni di diversi automobilisti e centauri locali specie all'uscita dei posti di ritrovo. I controlli, comunque, non si limiteranno soltanto ai fine settimana e saranno effettuati con una certa frequenza. Nel corso dei posti di blocco sarebbe stato anche verificato come, spesso, accanto al guidatore (in genere una donna) vi fosse il reale propietario dell'auto in condizioni da non poter guidare per via del tasso di alcool ingerito. Da un certo punto di vista sicuramente un fatto positivo poiché dimostra una certa responsabilità dei giovani eoliani nel non mettersi alla guida se ritengono di aver superato il limite. D'altra una certa preoccupazione per l'uso di alcool da parte di giovani e giovanissimi.
I carabinieri di Lipari, oltre ad operare in questo settore, tra sabato e domenica hanno effettuato tutta una serie di controlli antidroga onde prevenire il fenomeno dell'uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti. Controlli sono stati effettuati anche all'arrivo dei mezzi di linea. Diverse le persone fermate. I controlli, comunque, non hanno fatto riscontrare situazioni particolari.

Oggi le reliquie di San Pio a Lipari

Arcidiocesi di Messina Lipari S.Lucia del Mela
Comunità parrocchiali della città di Lipari
Annuali celebrazioni in onore della Regina del Santissimo Rosario di Pompei
Lipari, 28 Aprile – 13 Maggio 2009
“Carissimi nel Signore,è bello in questo tempo di Pasqua fare Cenacolo con Maria, la Madre di Gesù, vivendo momenti significativi di Comunione all’insegna della Preghiera. Anticiperemo di un giorno il solenne novenario della Madonna di Pompei per accogliere, in visita alla nostra città, insigni Reliquie di un grande innamorato della Vergine Santissima: San Pio da Pietrelcina. Con il Rosario tra le mani e, ancor di più, nel cuore invochiamo la “ Tutta Santa” che ancora oggi, continua a mostrarci Gesù: nostro unico e solo Salvatore”.
I vostri Parroci
Padre Gaetano e Padre Giuseppe
Programma
Martedì 28 Aprile
Ore 18,30: Grande Raduno al Monumento di Padre Pio. Accoglienza delle venerate reliquie dell’umile Frate di Pietrelcina. Breve processione alla Chiesa di Santa Lucia.
Ore 19,00: S.Messa presieduta da Padre Enzo La Porta o.f.m. Cap.
Mercoledì 29 Aprile
Ore 10,00: Visita in Ospedale delle Reliquie. Celebrazione della S.Messa.
Ore 18,15: Chiesa di Santa Lucia- Preghiera del Rosario e S.Messa. Al termine: Processione con il Simulacro di San Pio da Pietrelcina verso la Chiesa del Pozzo
Da giovedì 30 Aprile a giovedì 7 maggio
Chiesa di Santa Lucia- Ore 18,15 Preghiera del Rosario e S.Messa
Venerdì 8 Maggio
Solennità della B.V. Maria del SS. Rosario di Pompei
Chiesa di S.Lucia Ore 8,30 S.Messa- Ore 11,00 S.Messa- Ore 12,00 Preghiera della Supplica-Ore 19,00 S.Messa
Lunedì 11 e Mercoledì 13 Maggio
Parrocchia Maria SS. di Porto Salvo- Ricordando le apparizioni della Vergine Santa a Fatima- Ore 18,30 Preghiera del Rosario e S.Messa

Sauerborn risponde a Giacomantonio

Riceviamo e pubblichiamo la risposta dell'architetto Roberto Sauerborn alla lettera del dottor Michele Giacomantonio:
Egregio direttore,
leggo sul suo sito (e forse anche su qualcun’altro) di una lettera che mi riguarda. E’ una lettera di pessimo gusto.
Dio non voglia che il rischio di pandemia che ci interessa in queste ore si concretizzi con altre vittime, ma la fame di autocelebrazione purtroppo non risparmia gli attempati…
La prego di voler pubblicare queste poche righe che seguono per rispetto, innanzitutto, della comunità eoliana e del Suo costante impegno per la crescita della nostra comunità.
Purtroppo, è sempre la stessa storia, non sanno dialogare, non vogliono dialogare.
Quando gli si dice la verità, sanno solo rispondere tentando di offendere. E’ il motivo per cui gli italiani non gli credono più.
Vedono messa in pericolo lo loro piccola rendita di posizione anche da un’associazione di difesa dei diritti dei consumatori: forse perché non li hanno mai rispettati.
Temono il merito e vivono di sotterfugi, intrighi, attacchi gratuiti e senza fondamento.
Come non sanno rispettare il nostro Santo Patrono, San Bartolo, con invocazioni fuori luogo che (queste si) ci offendono sia come credenti che come Liparesi.
Cordialmente
Roberto Sauerborn

lunedì 27 aprile 2009

La Laurana collega Milazzo con l'arcipelago

E' approdata a Lipari la motonave Laurana della Siremar, partita da Milazzo. Il collegamento è stato reso possibile da un netto miglioramento delle condizioni meteomarine. Il vento ha però lasciato il posto alla pioggia, ai tuoni e fulmini che stanno imperversando da circa trenta minuti sulle Eolie.

Il mare in tempesta a Marina Lunga (Video)

Judo: Eoliani in spolvero a Cosenza

Una trasferta soddisfacente quella di domenica a Cosenza per gli atleti dello Sporting Club Judo Lipari. Tutti e sei i judoka liparesi partecipanti al 36° Torneo Kodokan Cosenza hanno portato a casa una medaglia.
Particolare soddisfazione per i due giovanissimi Arianna e Valerio Towler alla loro prima esperienza di gara.
Questi i risultati :
Federica Finocchiaro,- Esordiente B - 1° classificata
Arianna Towler- Ragazzi – 1° classificata
Valerio Towler - Fanciulli – 2° classificato
Francesca Merlino- Esordiente B – 3° classificata
Jhonny Zaia- Esordiente B – 3° classificato
Bartolo Pio Puglisi - Ragazzi – 3° classificato.

Biviano chiede conferenza dei servizi e rinnovo comitato tecnico del distretto socio-sanitario 25

All’Assessore ai Servizi Sociali, Presidente del Comitato dei Sindaci Distretto socio-sanitario n. 25
Rag. Massimo D’Auria è indirizzata la nota del consigliere Giacomo Biviano avente per oggetto:
Programma Regionale delle Politiche Sociali e Socio-sanitarie 2010-2012. Distretto socio-sanitario n. 25: Conferenza dei servizi e rinnovo composizione del Comitato tecnico.
IL TESTO:
Egregio Assessore,
In data 20 febbraio 2009, presso il Comune di Lipari, nella stanza del Sindaco, si è svolta una conferenza dei servizi al fine di promuovere il nuovo Programma Regionale delle Politiche Sociali e Socio-sanitarie 2010-2012.
Purtroppo, la data è coincisa con un importantissimo Consiglio Comunale che non ha permesso alla maggior parte dei Consiglieri comunali di poter partecipare alla suddetta Conferenza.
Allo stesso tempo, molte associazioni, cooperative sociali e rappresentanze sindacali presenti sul nostro territorio, non erano a conoscenza della conferenza, nonostante la stessa fosse stata pubblicizzata sui maggiori portali-web d’informazione locale.
Considerato
Che la conferenza rappresenta un appuntamento importante che s’inserisce in quel processo innovativo che tende ad affermare l’idea di welfare di comunità per il benessere dei cittadini, basato su processi decisionali, programmatori ed attuativi di servizi ed interventi sociali e socio-sanitari, fortemente partecipati dalle organizzazioni della società civile, dal terzo settore e dalle stesse persone e famiglie che esprimono esigenze di sostegno e cura;
Che la stessa debba essere, quindi, partecipata il più possibile, al fine di coinvolgere la maggior parte dei soggetti sociali interessati alla varie attività di welfare previste con l’approvazione del prossimo Piano di zona;
Considerato, altresì,
Che la composizione del Comitato tecnico del Distretto socio-sanitario n. 25, responsabile della redazione del nuovo Piano di zona, è formata dai rappresentanti delle maggiori categorie sociali e socio-assistenziali e dagli enti pubblici presenti sul nostro territorio;
Che lo stesso Comitato tecnico non è stato più rinnovato dal 2003, anno di redazione del vecchio Piano di zona, e che quindi si rende necessario un rinnovo dei rappresentanti attraverso la riconvocazione delle varie categorie interessate,
Le Chiedo
Di programmare una nuova Conferenza dei servizi, in un luogo di maggiore accessibilità, coinvolgendo tutti gli Enti Assistenziali, le Associazioni, le Cooperative sociali, il Volontariato, i cittadini, gli operatori dei Servizi, le Rappresentanze Sociali e Sindacali, le Scuole e le Parrocchie.
Di dare maggiore pubblicità possibile all’incontro, anche attraverso dei manifesti da affiggere su tutto il comprensorio eoliano o attraverso chiamate telefoniche e messaggi di posta elettronica dirette a tutti i rappresentanti delle varie categorie e soggetti interessati.
Di convocare delle assemblee pubbliche di categoria, al fine di eleggere i nuovi rappresentanti all’interno del Comitato tecnico - Distretto socio-sanitario n. 25.
Il Consiglio Comunale
Partito Democratico
Dott. Giacomo Biviano

Maltempo: Un pò di tutto (Video)

Video montaggio di immagini che ritraggono una barca spiaggiata a Pignataro, i detriti a Marina Lunga sulla sede stradale, i marosi (lievi) a Canneto e tutta una sequenza dedicata al capannone scoperchiato a Canneto e all'intervento dei vigili del fuoco. Un grazie a Massimo Bertano per la tempestività con cui ci ha "allertato"

"Ancora Sauerborn... Che San Bartolo ci protegga" di MICHELE GIACOMANTONIO

(Michele Giacomantonio) Come le epidemie collegate a qualche elemento dell'alimentazione umana ogni due o tre anni ricompare sui nostri computer e nei siti di informazione eoliana l'arch. Sauerborn con casacche e distintivi vari e diversi. Questa volta si presenta sotto le bandiere di "Noi consumatori". Ora il nostro è un paese libero e tutti hanno il diritto - nei limiti della decenza e nel rispetto delle leggi - di dire quello che più gli aggrada e quindi anche l'arch. Sauerborn. Ma la nota di ieri ( o l'altro ieri?) sul Museo di Lipari e gli insulti a chi fino allo scorso anno l'ha diretto sono veramente inaccettabili. Non tocca a me tessere gli elogi del dott. Gullo che - non fosse altro - ha dato un grande contributo ad avvicinare il nostro museo alla gente eoliana promuovendo stage con le scuole liparesi e diverse mostre fra cui quella benemerita dedicata alla prof.ssa Isabella Vannicher Conti. Certamente tutti ci auguriamo che il nostro Museo possa avere una direzione altrettanto competente, attiva ed illuminata quale fu quella del dott. Riccardo Gullo. Ma siccome sappiamo che l'arch. Sauerborn non si muove mai senza un particolare interesse - come dimostra la recente corrispondenza con il sig. Kalus Dieter Simon di Acque Blue resa pubblica da Piero Roux - la disgrazia più grave che potrebbe capitare a queste isole già martoriate sarebbe una direzione del museo affidata all'arch. Sauerborn. San Bartolo ci protegga.
Cordiali saluti
Michele Giacomantonio

Il mare in tempesta sin dentro Porto Pignataro (Video)

Nel video sottostante il mare in tempesta sin dentro porto Pignataro a Lipari. Erano circa le 11.00 ed è stata una delle fasi più intense del vento che sta spazzando le Eolie. Quasi in contemporanea veniva scoperchiato il capannone di D'Anieri a Canneto. L'audio del filmato, che non è altro che il "soffiare" del vento contro il microfono, rende l'idea della sua impetuosità

Lipari: Vento a cento chilometri orari. Scoperchiato capannone a Canneto

Raffiche di vento con punte anche di 100 km/h stanno investendo l'arcipelago e causando i primi danni. Il mare in tempesta sta penetrando anche all'interno del porto rifugio di Pignataro creando forti problemi alle imbarcazioni ormeggiate.
Danni ingenti si registrano a Canneto Dentro dove il vento ha letteralmente scoperchiato il deposito di generi alimentari della Ditta D'Anieri. Allertati da uno dei titolari sono al lavoro i vigili del fuoco per eliminare il pericolo costituito dalle lamiere che rischiano di essere trasportate sulla limitrofa sede stradale e tranciare i cavi elettrici. IL VIDEO:

"Anni di disinteresse e omissioni nei rapporti con l'Eas". Dopo l'affermazione di Russo il consigliere Sabatini chiede di sapere

Al signor Sindaco del Comune di Lipari Dott. Mariano Bruno è indirizzata l'interrogazione del consigliere Adolfo Sabatini(Nuovo Giorno) che ha per oggetto: compensazione canone fognario e depurazione utenze insolute Comunali.-
IL TESTO:
Con riferimento all’oggetto ed alla nota del dott. Domenico Russo del 22.4.2009 prot. 15173 nella quale comunica che lo stesso “si trova di fatto in una situazione paradossale, dovendo affrontare problematiche che provengono da anni di disinteresse ed omissioni nella gestione dei rapporti con l’EAS..”, con la presente si INTERROGA la S.S. Ill.ma e si CHIEDE di comunicare allo scrivente:
chi si è disinteressato ed ha omesso atti nella gestione dei rapporti con l’EAS;
chi è o chi sono i responsabili del disinteresse e delle omissioni;
quali sono le omissioni perpetrate nel tempo;
cosa è stato fatto dalla Sua Amministrazione per rilevare le omissioni;
chi doveva vigilare affinché le omissioni non avvenissero;
chi era il responsabile per l’individuazione del disinteresse e delle omissioni.-
Stante la gravità delle accuse mosse dal dott. Domenico Russo, si chiede risposta scritta nei tempi previsti dalla Legge.-
Con i migliori saluti.-
Lipari 24.4.2009
Il Consigliere Comunale di Nuovo Giorno
Adolfo Sabatini

Piano regolatore dei porti: La minoranza chiede convocazione del consiglio comunale

Comunicato stampa del 27 aprile 2009
Nella giornata odierna i consiglieri comunali di minoranza dei gruppi di Eolie nel Cuore, Nuovo Giorno e UDC hanno depositato una nota indirizzata al Presidente del Consiglio, Rag. Pino Longo con all’oggetto: Deliberazione del consiglio comunale n. 22 del 06.02.2009.
Nella seduta del 6 febbraio u.s. con deliberazione n. 22 il consiglio comunale ha deliberato di impegnare l’amministrazione comunale a porre in essere tutti gli atti consequenziali per l’approvazione da parte del consiglio comunale di Lipari, del Piano Regolatore Generale dei Porti del Comune di Lipari, entro il termine di giorni 30 dalla presente deliberazione.
Considerato che il termine indicato nella delibera di cui sopra, i trenta giorni, sono abbondantemente trascorsi senza alcuna iniziativa da parte dell’amministrazione Comunale;
che numerose sono le problematiche legate alla complessiva gestione delle opere portuali all’interno del nostro comunale da porre in relazione con la mancanza del Piano regolatore Generale dei Porti;
che sempre più numerose sono le notizie contrastanti in merito ai lavori di messa in sicurezza dei porti all’interno del nostro territorio;
Alla luce di tutto quanto sopra detto
La invitiamo
A voler dare rapida attuazione al deliberato del consiglio comunale n. 22 del 6 febbraio 2009 convocando una seduta del consiglio comunale con all’ordine del giorno il Piano Regolatore Generale dei Porti del Comune di Lipari al fine di poter verificare l’azione posta in essere dall’Amministrazione Comunale.

Club Meligunis, vittoria della squadra maschile

Comunicato stampa
Ieri mattina la squadra maschile Avis-Lipari, ha vinto contro il Volley Ganzirri per tre set a uno con i seguenti parziali: 26-24, 25-12, 18-25, 25-22.
Nalla squadra eoliana erano assenti due titolari e questo ha dato spazio alle giovani riserve che non si sono fatte prendere dal panico ed hanno giocato i quattro set egregiamente e con grinta.
La partita è stata nettamente dominata, ad eccezione del terzo set, con il classico calo di concentrazione.
Importanti tre punti per riconquistare il secondo posto.
Patrizia Lo Surdo

Il "nostro" 25 Aprile di Gianluca Pini

Riceviamo e pubblichiamo:
In questi giorni non ho potuto fare a meno di notare come quelli che dovrebbero essere i leader nazionali e locali del principale (aimè) partito di opposizione si sforzino di ripetere che il 25 Aprile debba essere la festa di "tutti". Mi permetto, rispettosamente, di dissentire ed uscire dal coro dei vari Franceschini e Merlino di turno. Il 25 aprile non è, e forse non sarà mai la festa di tutti, semplicemente perchè fascismo e antifascismo non erano, non sono e non saranno mai sullo stesso piano, sono diversi ed inconciliabili sotto ogni punto di vista.
Anche noi italiani siamo "diversi", ed in un Paese dove tutto tende ad uniformarsi ed appiattirsi sullo squallore culturale del pensiero unico, non possiamo che esserne contenti.
Non c'è da stupirsi se Giorgio Bocca, partigiano e penna storica della Repubblica, abbia definito il 25 aprile di quest'anno come il peggiore della sua vita; riconoscendo in esso il capolavoro del trasformismo italiano.
La riconciliazione paventata da più parti non è che l'anticamera della riabilitazione dei fascisti di Salò che combatterono, torturarono e fecero deportare centinaia di migliaia di connazionali in nome delle idee autoritarie, razziste e disumane del nazi-fascismo. Questo "volemose bene" può farci dimenticare chi siamo e quanto costò ai nostri padri (o nonni) la conquista di tutto ciò che c'è di buono e di alto nel nostro paese. Non ce ne vogliano le decine di revisionisti che in questi giorni hanno affollato le televisioni e i giornali dei loro padroni con le loro teorie qualunquiste, ma noi non ci caschiamo.
La nascita della Costituzione italiana (la più avanzata del mondo per i suoi valori di democrazia, libertà, dignità del lavoro ed emancipazione sociale) la si deve al "nostro" 25 Aprile, nostro perchè l'abbiamo conquistato e difeso con il sangue durante e dopo la guerra. Sia chiaro che quando dico "Noi" non intendo solo "Noi comunisti"; nella Resistenza hanno combattuto anche socialisti, liberali, cattolici; ma noi comunisti ne siamo stati una grande parte, ciò è inconfutabile ed è un delitto non ricordarlo.
Il "nostro" 25 aprile racchiude in sè la volontà di riscatto e di giustizia di una parte del popolo mosso dalla speranza di un mondo migliore.
Non abbiamo ottenuto tutto ciò che volevamo e che abbiamo promesso, abbiamo commesso errori e incassato sconfitte, anche brucianti.
Ma siamo ancora qui, "resistiamo" perchè un altro mondo, un altro modello di società sono ancora possibili e, soprattutto, desiderabili.
Ci chiedono di dimenticare ciò che fu la Resistenza, o meglio, di "superarla" in nome della tanto decantata quanto aleatoria "unità degli italiani".
Ma unità su cosa, mi chiedo io?
Sulla perseverante mercificazione dell'uomo e delle sue disgrazie?
Sulla privatizzazione dei profitti e la socializzazione dei debiti?
Sulla vita precaria dei giovani?
Sui proclami di un clero tanto autoreferenziale quanto sordo ai reali drammi del popolo?
Sulla TV delle ballerine, dei reality show e dei ciambellani di regime?
Non scherziamo, non siamo uniti, tanto meno uguali.
Siamo diversi.
Gianluca Pini

Salina: Due turisti salvati alla Fossa delle Felci

(Gazzetta del sud) Due turisti francesi, che si erano persi sulla cima più alta dell'isola di Salina, sono stati salvati la notte scorsa dai carabinieri. I coniugi, rispettivamente di 59 e di 55 anni, originari di Parigi, avevano deciso di scalare la riserva naturale del Monte Fossa delle Felci, a quota 962 metri. Al momento del rientro a Santa Marina sono incappati in una frana e sono rimasti bloccati. Dopo vani tentativi, e all'approssimarsi del buio, i due turisti hanno lanciato l'allarme. Sulla cima della montagna si sono recati i carabinieri che, dopo un paio di ore, sono riusciti a individuare la coppia e a condurla in salvo. Una disavventura, dunque, conclusasi solo con un grande spavento, ma fortunatamente senza altre conseguenze per i due francesi che si sono detti, comunque, pronti a far ritorno alle Eolie.