Cerca nel blog

sabato 12 dicembre 2020

Covid: in Sicilia sale a 1.946 il bilancio dei decessi

Sono 1.106 i nuovi casi di Coronavirus in Sicilia, a fronte di 9.059 tamponi effettuati, su un totale di 1.075.330 da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 23 decessi, dato che porta il totale delle vittime, in regione, a 1.946. E’ quanto si legge nel bollettino di oggi del Ministero della Salute e della Protezione Civile.

Il numero degli attualmente positivi in Sicilia raggiunge quota 35.761 (-649) mentre le persone ricoverate con sintomi sono 1.243, di cui 196 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 34.322 persone. I guariti/dimessi dall’inizio dell’emergenza sono ad oggi 39.675 (+1.642). Dei nuovi casi registrati 189 sono nella provincia di Palermo, 402 a Catania, 22 a Enna, 168 a Messina, 22 a Caltanissetta, 35 a Ragusa, 81 a Trapani, 47 ad Agrigento e 50 a Siracusa.

Lipari: "IoLeggoPerchè", la scuola si regala una vera biblioteca. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 12 dicembre 2020

Rubrica: Guardando con nostalgia al Natale degli anni scorsi (1° puntata: In 8 foto il Natale 2013 a Canneto)








Lipari: Viaggio sui fondali dove giace il porto romano. Spettacolare video realizzato dalla Sovrintendenza del mare

Casualmente durante un'operazione di dragaggio dal porto di Sottomonastero(Lipari) sono stati tirati su, nel giugno del 2008, tre plinti di base di un edificio antico. Successivamente, la Sovrintendenza del mare ha scoperto quattro metri di muro perimetrale, in estensione semi-circolare con ben otto basamenti e tutta una serie di reperti che fanno pensare ad una grande struttura (il porto romano di Lipari) dotata di grande portico con colonne del diametro di 1 metro e venti circa, risalente al I-II secolo avanti Cristo. Il video realizzato dalla Sovrintendenza mostra l'area e i reperti che si trovano sui fondali

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" ( XXXVII Filmato: durata 1 minuto e 10)

Seppure novembre, il mese dedicato alla commemorazione dei nostri cari defunti, è passato continuiamo con le nostre pubblicazioni di "Eoliani che non si sono più"....dedicate ai nostri concittadini che ci hanno lasciato

1) Bartolo Tomarchio ; 2) Umberto Amato ; 3) Angelino Taranto; 4) Giovanna Bonino ; 5) Bartolo Tesoriero ; 6) Bartolo Ziino ; 7) Grazia Merlino ; 8) Guazzino ; 9) Pino Furnari ; 10) Iolanda Di Pietro

I ringraziamenti della famiglia Costanzo


 

I ringraziamenti delle famiglie Formica e Miceli

Martedì l'ultimo saluto a Lipari all'ingegner Vincenzo Cincotta

12 dicembre 2017: Le Eolie sulla Gazzetta del sud con un articolo del nostro direttore



 

La natura è uno spettacolo. Arcobaleno e nuvole sul mare di Salina. (video in tempo reale di Francesca Falconieri)


Rubrica: Nei "palazzi" della politica locale (13° puntata) : Logo Vivere Salina - Domenico Arabia, eletto sindaco di S.M. Salina nel.2017


 

La Chiesa celebra oggi la memoria della Madonna di Guadalupe


Comitato Eolie 2030 richiede attivazione tavolo tecnico

 Alla c.a. del Sindaco del Comune di Lipari

Sig. Marco Giorgianni

Egr. Sig. Sindaco,
visto il perdurare della grave situazione determinatasi a causa della diffusione del virus Covid-19 e le misure intraprese dal Governo nazionale, con la presente le chiediamo di intervenire per la ripresa dei lavori del tavolo tecnico con i rappresentanti delle categorie economiche istituito con Sua determina n° 40 del 11/06/2020,  per la trattazione di alcuni punti che riteniamo inderogabili ed urgenti ed altri utili per il rilancio del tessuto produttivo locale.
Dopo il primo incontro circostanziale, non si è più proseguito all’effettiva attivazione del tavolo tecnico ed all’invito degli aderenti al secondo appuntamento da programmarsi nel mese di luglio.
Grazie per la disponibilità
Cordialmente
Danilo Conti
Comitato Eolie 2030

Alla c.a. del Presidente del Consiglio Comunale
Dott. Giacomo Biviano

Gentile Presidente,
visto il perdurare della grave situazione determinatasi a causa della diffusione del virus Covid-19 e le misure intraprese dal Governo nazionale, con la presente le chiediamo di intervenire per la ripresa dei lavori del tavolo tecnico con i rappresentanti delle categorie economiche, istituito con determina sindacale n° 40 del 11/06/2020,  per la trattazione di alcuni punti che riteniamo inderogabili ed altri utili per il rilancio del tessuto produttivo locale.
Dopo il primo incontro circostanziale, non si è più proseguito all’effettiva attivazione del tavolo tecnico ed all’invito degli aderenti al secondo appuntamento da programmarsi nel mese di luglio.
Certo della Sua disponibilità La ringrazio anticipatamente,
Cordiali saluti
Danilo Conti
Comitato Eolie 2030

Oggi è il 12 dicembre. Buongiorno da Alicudi e Buon Compleanno a Massimiliano Fazio, Arianna Bongiorno, Giuseppe D'amore, Sara Trovato, Rossella Corbino, Gianluigi Mangano, Lucia Beninati, Aurelia Costa, Aurelio Inferrera, Lucio Bernardi, Lucia Saltalamacchia, Fabrizio Famularo, Carlo La Greca, Rosanna Sarpi, Lucia Giuffré


venerdì 11 dicembre 2020

Coronavirus, oggi in Sicilia 28 decessi

Anche in Sicilia nelle ultime 24 ore si conferma il trend nazionale con la diminuzione degli attuali positivi (-559) dei ricoverati con sintomi (-62) e dei pazienti in isolamento domiciliare (-497). In aumento i nuovi casi (+999), i dimessi e/o guariti (+1.530). I decessi sono 28, che portano il totale a 1.923. Con i nuovi casi sono 36.410 gli attuali positivi. Di questi 1.477 sono i ricoverati: 1.280 pazienti in regime ordinario e 197 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 34.933 persone. La distribuzione dei nuovi contagi per province vede Catania con 450 casi, Palermo con 274, Messina con 118, Ragusa con 18, Trapani con 25, Siracusa con 53, Agrigento con 18, Caltanissetta con 21e Enna con 22.

Lipari: Quel carico insostenibile dei debiti fuori bilancio. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud dell'11 dicembre 2020

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" ( XXXV Filmato: durata 46 secondi

Seppure novembre, il mese dedicato alla commemorazione dei nostri cari defunti, è passato continuiamo con le nostre pubblicazioni di "Eoliani che non si sono più"....dedicate ai nostri concittadini che ci hanno lasciato

Nel video di oggi: 1) Bartolo Ziino; 2) Gabriele Allegrino; 3) Nunziata Bonen; 4) Rodolfo Taranto; 5) Angelo Biviano; 6) Antonino Castelli; 7) Cuono Biviano

Debiti fuori bilancio, situazione finanziaria e bilancio di previsione. Convocato per il 17 dicembre il consiglio comunale di Lipari


 

Via libera alla stabilizzazione dei medici in servizio a bordo delle ambulanze 118

Dopo 15 anni si chiude un'altra pagina di precariato della sanità siciliana: è stato dato il via libera, infatti, alla stabilizzazione dei medici dell'emergenza in servizio nelle ambulanze del 118. Ieri, con un proprio decreto, l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza ha avviato il percorso di trasformazione in lavoro stabile per quei professionisti che operano con incarico a tempo determinato ed in regime di convenzione.


Il risultato è stato raggiunto dopo una proficua collaborazione con le organizzazioni sindacali di categoria che, in queste settimane, hanno avuto modo di confrontarsi con l'Assessorato della Salute per definire i criteri della stabilizzazione.

Il provvedimento, che sarà in vigore dalla pubblicazione, riguarda nello specifico i medici dell'emergenza i quali, a causa della carenza di personale, hanno finora prestato servizio garantendo la continuità dell'assistenza agli utenti. In particolare, tutti i professionisti in possesso dell'attestato di idoneità all’esercizio delle attività di emergenza sanitaria territoriale previste dall’art. 96 dell’Accordo collettivo nazionale di Medicina generale, potranno concorrere al conferimento degli incarichi vacanti che verranno pubblicati nei prossimi giorni sulla Gazzetta ufficiale della Regione Siciliana.

Si stima che poco meno di un centinaio di medici dell'emergenza potranno a breve stipulare un contratto a tempo indeterminato.

“Il tema dell'occupazione è stato da subito al centro dell'agenda del governo Musumeci che, in questi anni, sul fronte delle stabilizzazioni nel comparto della Sanità ha contrattualizzato oltre cinquemila ex precari – commenta l'assessore Ruggero Razza -. La riconversione in lavoro stabile dei medici impegnati a bordo delle ambulanze è uno dei tanti interventi che stiamo riservato al settore dell'emergenza che, soprattutto in questo periodo, merita sostegno ed attenzioni”.

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CLXVI puntata): Monte Rosa e Monte Mazzuni visti da Culia


 

11 dicembre 2019: Le Eolie sulla Gazzetta del sud con un articolo del nostro direttore

 

Rubrica: Nei "palazzi" della politica locale (12° puntata) : Logo Vento Eoliano e Noi Eoliani . Amministrative Giugno 2017 a Lipari


 

Coronavirus Sicilia: ordinanza di Musumeci, cosa cambia per le feste natalizie.

Nuove disposizioni per chi arriverà in Sicilia durante le festività natalizie. Le prevede l’ordinanza appena firmata dal presidente della Regione Nello Musumeci, dopo un confronto con il Comitato tecnico scientifico, i medici di base e il presidente dell’Anci Sicilia. Ecco le novità, in vigore da lunedì 14 dicembre a giovedì 7 gennaio, per limitare il contagio da Coronavirus.

Registrazione sul portale e tampone

Chiunque arrivi in Sicilia dovrà registrarsi sulla piattaforma www.siciliacoronavirus.it ed essere in possesso dell’esito negativo del tampone molecolare rino-faringeo effettuato nelle ultime 48 ore. Sono esclusi i pendolari e coloro che si siano allontanati dall’Isola, nei giorni immediatamente antecedenti, per recarsi nel territorio nazionale per un periodo inferiore a quattro giorni.

Tamponi rapidi nei drive-in

Qualora la persona che fa rientro non abbia potuto sottoporsi al tampone molecolare ha diverse opzioni. Può recarsi presso un drive-in appositamente dedicato per sottoporsi al tampone rapido antigenico. In caso di esito positivo, si seguono le procedure previste per i soggetti Covid-19 positivi, con ripetizione del tampone molecolare e presa in carico da parte del Sistema sanitario regionale. Se negativo, potrà recarsi al domicilio, con la raccomandazione di mantenere i dispositivi di protezione individuale, evitare i contatti con soggetti terzi e sottoporsi nuovamente a tampone antigenico dopo cinque giorni.

Tamponi molecolari nei laboratori

In alternativa, si può andare presso un laboratorio autorizzato e sottoporsi al tampone molecolare, a proprie spese, con l’obbligo per la struttura stessa di darne comunicazione al dipartimento di Prevenzione dell’Asp.

Isolamento fiduciario

Chi non segue nessuna delle precedenti procedure, come ultima ipotesi, ha l’obbligo di porsi in isolamento fiduciario per 10 giorni, presso il proprio domicilio, dandone comunicazione al proprio medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta ovvero all’Asp di pertinenza.

“Contapersone” nei Centri commerciali

Previste ulteriori misure limitative e finalizzate alla verifica del rispetto delle misure contenitive del contagio da Covid-19. Durante l’orario di apertura degli esercizi pubblici, con particolare riferimento al settore commerciale, fermo restando l’obbligo di garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro, il ricambio d’aria nonché la ventilazione dei locali, i titolari degli esercizi sono tenuti a comunicare all’Asp il numero massimo dei clienti ospitabili, secondo le Linee guida nazionali vigenti, esponendo il cartello con tale limitazione all’esterno del locale. I Centri commerciali pluri-negozio dovranno munirsi di strumenti “contapersone” agli ingressi, limitando e scaglionando gli accessi dei clienti

Obbligo di registrazione dei clienti per ristoranti e pizzerie

I titolari di ristoranti e pizzerie hanno anche l’obbligo di conservare l’elenco dei clienti serviti ai tavoli per un periodo di almeno due settimane, nel rispetto della normativa vigente sulla tutela dei dati personali, così da garantirne la disponibilità per le autorità sanitarie.

Potere dei sindaci

I sindaci potranno consentire agli esercizi pubblici l’orario continuato e adottare, altresì, misure limitative di accesso alle aree comunali (come zone pedonali e luoghi pubblici di aggregazione) per evitare assembramenti e stazionamenti prolungati, anche mediante l’utilizzo di transennamenti o regolatori di flusso di entrata e uscita. Per questi compiti potranno attivare anche personale delle associazioni di volontariato.

Coinvolgimento dei medici e dei pediatri

L’ordinanza del presidente Musumeci prevede anche il coinvolgimento dei medici di Medicina generale e i pediatri di libera scelta, che supporteranno le Asp per tutta la durata del periodo emergenziale, nella gestione dei pazienti Covid-19 positivi o sospetti tali, effettuando i tamponi antigenici rapidi o di altro test.

PER VISUALIZZARE L'ORDINANZA INTEGRALE CLICCARE SU QUESTO LINK 

http://pti.regione.sicilia.it/portal/pls/portal/docs/152506916.PDF

La Chiesa commemora oggi San Damaso

Buongiorno con questo arcobaleno su Lipari e Buon compleanno a Thomas Giuffré, Milena Favaloro, Alessandro Finocchiaro, Giuseppe Di Franco, Rosalia Rosa Riccobono, MaryAnna Cappadona Barbuto, Imma Imbruglia, Salvatore Stramandino


 

giovedì 10 dicembre 2020

1.059 nuovi positivi al Covid in Sicilia

Sono 1.059 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 9.526 tamponi effettuati. I decessi sono 32, che portano il totale a 1.895. Con i nuovi casi sono 36.969 gli attuali positivi, con un decremento di 1.678 casi rispetto a ieri. Di questi 1.539 sono i ricoverati (33 in meno rispetto a ieri): 1.342 pazienti in regime ordinario (-32) e 197 (-1) in terapia intensiva. Inisolamento domiciliare ci sono 35.430 persone. I guariti sono 2.705. La distribuzione dei nuovi contagi per province vede Catania 424, Palermo 209, Messina 143, Ragusa 62, Trapani 99, Siracusa 35, Agrigento 52, Caltanissetta 25, Enna 35.

“#IoLeggoPerchè”, straordinario successo di genitori e alunni all’I.C. ‘Lipari’ (di Renato Candia)

Il progetto “#IoLeggoPerchè all’Istituto Comprensivo ‘Lipari’ si è concluso in questi giorni con le cifre di un successo straordinario che ha visto la nostra scuola raccogliere da sola l’equivalente del 50% di quanto tutte le scuole dell’area tirrenica messinese aderenti all’iniziativa hanno potuto mettere assieme. L’iniziativa, coordinata dalla prof.ssa Cettina Antonuccio assieme ai docenti referenti di plesso e ai coordinatori di sezione e di classe dell’intero Istituto, e con il referente territoriale Teodoro Cafarelli, della Libreria Capitolo18 di Patti, si è sviluppata dapprima attraverso una serie di incontri in videoconferenza durante i quali il ‘nostro’ libraio Teodoro, ha presentato e letto alcuni racconti scelti apposta per ciascuna delle classi con cui si è potuto collegare. Gli alunni hanno ascoltato, seguito e interloquito dalle loro postazioni, provando l’emozione del giovane lettore che dopo aver sentito raccontare una storia impara a desiderare di farla ancora più sua leggendola, sfogliando le pagine di un libro, dandosi il tempo per immaginarla, toccando con la mano le parole per arrivare a conoscere il piacere della lettura. 

L’iniziativa prevedeva quindi la raccolta di un contributo volontario per l’acquisto di una vera e propria biblioteca della scuola: e qui i genitori hanno fatto la loro parte con un entusiasmo e una partecipazione davvero non comuni. È stata raccolta la cifra di circa 1400 euro, corrispondente più o meno a 150 volumi. A questi andranno poi aggiunti quelli che i promotori dell’iniziativa #IoLeggoPerchè daranno in omaggio alla scuola, proporzionalmente a quanto acquistato. 

È un segnale molto forte della scuola che si stringe in comunità: alunni, genitori, insegnanti, Teodoro, tutti hanno messo assieme il loro entusiasmo e le loro passioni, immaginando un sogno, una biblioteca che speriamo materialmente di poter inaugurare non appena questo brutto incubo della pandemia si sarà dissolto. Grazie a tutti, per aver saputo guardare in alto e per continuare a farlo: io leggo perché la lettura fa immaginare possibilità, accompagnando l’alunno di oggi ad essere il cittadino che domani saprà realizzare un mondo migliore.

Il Dirigente scolastico

Renato Candia

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" ( XXXIV Filmato: durata 1 minuto e 10 circa)

Seppure novembre, il mese dedicato alla commemorazione dei nostri cari defunti, è passato continuiamo con le nostre pubblicazioni di "Eoliani che non si sono più"....dedicate ai nostri concittadini che ci hanno lasciato

Nel video: 1) Basile Santino; 2) Caruso Basilia in Resinaro; 3) Cincotta Maria Catena in Berenati; 4) Gitto Franco; 5) Angelino Gualdi; 6) Provvidenti Caterina ved. Cincotta; 7) Tripi Gaetano; 8) Mons. Alfredo Adornato; 9) Saltalamacchia Ezio; 10) Li Donni Ninetta; 11) Varvaro Aurora ved. Lo Cascio ; 12) Zanca Rosa

"Quello che ho scelto". Arriva il 18 dicembre il nuovo brano del giovane cantante eoliano, Andrea Licciardo

Perdita d'acqua ad Annnjziata - Raviola, effettuato intervento.

Sembra essere rientrata, dopo l'intervento necessario, la problematica legata all'atavica perdita d'acqua in località Annunziata - Raviola di Lipari che avevamo evidenziato, nei giorni scorsi, su segnalazione della nostra collega collega Tiziana Medda.

Leucemia nelle ossa millenarie ritrovate in un sito archeologico: la scoperta grazie alla collaborazione con l’U.O.S.D. di Anatomia Patologica del Papardo

Una importante collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Papardo e l’Università del Salento ha permesso di risalire alla possibile causa della morte di un individuo di più di 1500 anni fa. Nell’ambito dell’attività di ricerca archeologica svolta dall’Università del Salento presso il cimitero tardo antico di Vaste, frazione di Poggiardo (LE), sotto la direzione scientifica del Prof. Giovanni Mastronuzzi, è stata fatta un’interessante scoperta paleopatologica. Il sito archeologico, che comprende una chiesa e un vasto cimitero databile tra il IV e il VI sec. d.C., ha restituito numerosi materiali archeologici di pregio e i resti umani di circa 400 scheletri.
La Dott.ssa Giorgia Tulumello dell’Università del Salento, osteoarcheologa messinese, è stata incaricata di effettuare l’analisi antropologica dei resti scheletrici rinvenuti nell’area cimiteriale. I dati raccolti mostrerebbero una popolazione composta da numerosi adulti e bambini, longeva ed in buono stato di salute, come testimoniato dalla scarsa presenza di indicatori di stress scheletrici e dentari.
Le analisi antropologiche dello scheletro sono state condotte in collaborazione con la Dott.ssa Giulia Riccomi, osteoarcheologa della divisione di Paleopatologia dell'Università di Pisa. Lo studio ha permesso di individuare le tracce paleopatologiche visibili su un individuo recuperato e, ad uno studio approfondito, è stato possibile identificare i segni di una neoplasia maligna, riferibile probabilmente ad una forma di leucemia.
Lo scheletro, che appartiene ad un maschio adulto di circa 40-50 anni, presentava numerose piccolissime aree di lesioni puramente osteolitiche sulla superficie ossea (c. 1-3 mm) diffuse principalmente presso vertebre, coste, cinto scapolare ed zona metafisaria delle ossa lunghe.
La possibile diagnosi di leucemia, piuttosto difficile nei resti scheletrici, è stata effettuata macroscopicamente. L'analisi istologica del tessuto osseo effettuata della dott.ssa Marisa Falduto, Anatomopatologa della UOSD di Anatomia Patologica dell'Ospedale Papardo di Messina (dipartimento di Oncoematologia), nonché competente conoscitrice dell'emolinfopatologia, coadiuvata nella parte tecnica dalla dott.ssa Ivana G. Verboso è stata di grande importanza per aiutare nella diagnosi. Tale studio, infatti, è stato decisivo per chiarire l'origine patologica delle microscopiche erosioni, ed escludere quindi che fossero causate da agenti post-deposizionali.
Inoltre, l'analisi al microscopio elettronico (SEM), effettuato dalla Prof Alessandra Genga e dalla Dott.ssa Tiziana Siciliano dell'Università del Salento, ha costituito un contributo prezioso per la diagnosi effettuata in team.
Il possibile caso di leucemia di Vaste si è rivelato essere una delle più antiche evidenze in Italia. Infatti, mentre sono noti casi osteoarcheologici di leucemia infantile, ad oggi i casi di questa patologia nei resti ossei di soggetti adulti risultano essere piuttosto rari. Lo studio, appena pubblicato sulla prestigiosa rivista internazionale “The Lancet Oncology” di dicembre fornisce importanti nuovi dati sulla storia delle neoplasie nei tempi antichi, dimostrando altresì come il lavoro congiunto e coordinato di tre enti universitari possa dare ottimi risultati scientifici.
“Sono molto felice di avere partecipato ad uno studio così interessante ed affascinante - ha dichiarato la dott.ssa Falduto - condotto in assoluta sinergia con l'università del Salento e di Pisa, basato sulla collaborazione tra esponenti di ambiti scientifici certamente diversi ma solo apparentemente lontani. Mi auguro che l'interesse che ci ha accomunati possa far sì che possiamo ritrovarci per altre stimolanti ricerche.”
“È fondamentale l’approccio della ricerca in senso multidimensionale per spingere oltre la nostra ricerca della verità - commenta il Direttore Generale dell’A.O. Papardo - e in tal senso la nostra unità di Anatomia Patologica vanta professionisti in grado di dare contributi importanti come questo che ci rendono molto fieri del nostro organico.”

Segnalazione dei lettori. "Attenti O' bucu". San Leonardo e la buca sempre più ampia. Ma il "buchi - buchi" si "balla" in tutta Lipari


Da San Leonardo alla Falcone - Borsellino, da Canneto a Quattropani, da Pianoconte a zone oggetto di recenti interventi pubblici: Attenti "O' bucu"

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CLXV puntata): Monte Fossa delle Felci (Salina)



Salina, vita a rischio? (di Mariagiulia Romagnolo)

Riceviamo da Mariagiulia Romagnolo e pubblichiamo:

La vita su un’isola, specie in inverno, può essere compresa solo da chi la vive, non certo da chi “legifera” a distanza, da chi ha tanti ospedali e medici a cui affidare la propria salute, possibilità di scelta della scuola migliore da far frequentare ai propri figli, attività pomeridiane varie, teatri, cinema, disponibilità di negozi dove sia più conveniente fare acquisti ecc.

L’attenzione prestata alla vita degli isolani è sempre stata discontinua, come se l’esiguo numero dei residenti non meritasse un impegno più costante e non sempre ha portato qualcosa di concreto, vedasi la legge per Isole Minori che aspetta approvazione dal 2013, o il progetto Trinacria del 2016 non ancora realizzato pienamente.

Tra i tanti problemi   che si trova ad affrontare chi vive su un’isola quello più importante riguarda la salute.

Non parliamo della possibilità di effettuare visite specialistiche, ma di VITA.

Vita che può essere messa a repentaglio in nome del “risparmio”.

E’ciò che avviene con le linee di indirizzo per lo svolgimento dell’attività nei Presidi Territoriali di Emergenza e Postazioni di ambulanza del SUES-118 (disposizioni di servizio prot.in.usc. n.0124791/19 dell’8/11/2019) dove, nel quasi totale silenzio, la vita degli abitanti dell’isola di Salina è, chiaramente, ritenuta di “minore” importanza

 -Tale disposizione infatti prevede:

-apertura del PTE nelle sole ore diurne e, stante l’attuale organico del presidio, tale attività diurna non potrà essere attuata in tutti i 30/31 giorni del mese ma a “singhiozzo” (“Garantire in via prioritaria la copertura del servizio in ambulanza e con i turni residuali coprire il PTE. I turni di servizio del PTE dovranno essere effettuati solo di giorno 8-20 e distribuiti nell’arco del mese per evitare la concentrazione solo in un determinato periodo”).

- Durante tutte le notti e per circa dieci diurni al mese ci sarà la presenza di un solo medico in turno, comportando ciò l’impossibilità di assicurare il servizio contestualmente nel territorio o domicilio del paziente e in ambulatorio. (“Nella ipotesi che nella postazione ci sia un solo medico, la cui presenza è dovuta alla copertura della sola ambulanza e presso la postazione si presenta un utente, il medico in servizio dovrà comunicare alla C.O. del SUES 118, la presenza in ambulatorio di un paziente, valutando l’eventuale indisponibilità del mezzo di soccorso. In tale ipotesi il medico in servizio dovrà comunicare:

- fermo sanitario del mezzo: significa che il paziente non è in condizioni critiche, il mezzo può effettuare interventi senza medico a bordo, l’ambulanza rimane a disposizione della C.O. del SUES 118 ed opera come Mezzo di Soccorso di base – MSB -, con autista e soccorritore;

 - indisponibilità del mezzo: significa che le condizioni critiche del paziente impongono, dopo una prima stabilizzazione, il trasferimento in ospedale………!)

            Chi ha preso queste decisioni dimostra di sconoscere totalmente la peculiarità dell’isola che comporterà ineluttabilmente l’assenza “assoluta”, in taluni contesti, della figura del medico del servizio di emergenza/urgenza ( “Il medico che, alla fine del servizio, avendo prolungato l’attività oltre le 12 ore non oltre le 15 ore, telefona alla c. o. del SUES-118 e comunica che la postazione è sprovvista di medico e che l’ambulanza a disposizione del della C.O.118 è un mezzo di soccorso di base” ).

               Ci si rende conto che nei mesi autunnali ed invernali, a causa delle condizioni meteo marine avverse, l’Isola rimane irraggiungibile per diversi giorni?

Ciò può accadere anche in primavera, per forti venti di scirocco, maestrale o libeccio, che non consentono neanche l’intervento dell’elisoccorso. Per tali motivi capita spesso che i sanitari, che non hanno abituale dimora nell’isola, non possano arrivare per dare regolarmente il cambio al collega smontante. Dovendo quindi ottemperare a tale obbligo, il sanitario che ha completato le 12/15 ore di servizio dovrà necessariamente terminare il servizio lasciandolo “privo di assistenza medica” e non potrà neanche recarsi al proprio domicilio per poter riposare.

 Inoltre sull’Isola di Salina non esiste alcun presidio nosocomiale cui far afferire un paziente trasportato da un mezzo di soccorso di base, se non il PTE che per tale motivo rappresenta per forza di cose la massima espressione della sanità nell’isola di Salina nonché l’interfaccia con le Strutture sanitarie di secondo livello posti ad ore di distanza dallo stesso o, qualora le condizioni meteo lo consentissero, ad un’ora di volo dall’isola di Salina. Un intervento effettuato da un’ambulanza con i soli soccorritori comporterà quindi verosimilmente l’attivazione dell’elisoccorso senza che il paziente possa essere prontamente trattato e stabilizzato dal medico competente, ove il medico di Emergenza fosse in riposo o addirittura assente avendo terminato il proprio turno e lasciato l’isola. Questa eventualità non tanto remota metterà a repentaglio la sopravvivenza e/o la qualità di vita residua del malcapitato in caso di patologie tempo/dipendenti (es.: infarto miocardico, ictus, aritmie)

 Le suddette direttive aziendali vanno paradossalmente in antitesi con gli obiettivi del “Progetto Trinacria” (decreto 8 novembre 2016 pubblicato sul GURS n° 50 del 18 novembre 2016) al quale la stessa azienda ASP Messina ha aderito e che ha per obiettivo la ottimizzazione dell’assistenza sanitaria nelle piccole Isole e nelle località caratterizzate da eccezionali difficoltà di accesso. Tale progetto recita testualmente che “E’ necessario potenziare i servizi di Emergenza-Urgenza, il cui ruolo deve essere migliorato e non limitato al semplice trasferimento in terraferma” e si pone come obiettivo generale e specifico : “il miglioramento dei livelli di assistenza, anche di emergenza urgenza e la presa in carico del paziente con il superamento dell’isolamento territoriale delle popolazioni target del progetto” con “l’implementazione della tecnologia che favorisca il trasferimento delle informazioni, mediante la telediagnosi e il teleconsulto (sincrono e asincrono), anziché il trasferimento dei pazienti e del personale sanitario, riducendo il ricorso ai ricoveri impropri e/o inappropriati e previo monitoraggio delle realtà esistenti.”

Il PTE dell’isola di Salina, inoltre, viene considerato tra quelli ad alto impatto, come si evidenzia nella GURS dell’8-2-2019 e non si comprende come mai altri presidi definiti di medio impatto (vedi San Vito Lo Capo) abbiano avuto ampliato a 24 ore il servizio PTE ed hanno pure in organico la figura dell’infermiere che a Salina non è presente.

Forse le altre comunità, gli altri amministratori, hanno saputo far ascoltare con più forza le loro esigenze/diritti?

Si evidenzia che in data 12/12/2019 era stato disposto, nel piano integrato dall’Assessore alla salute, servizio di urgenza-emergenza Sanitaria Isole Minori ed aree Disagiate, la copertura h24 del PTE.

Come mai il Direttore Generale ASP di Messina, ad un anno di distanza, non ha ancora provveduto?

Dobbiamo aspettare che qualcuno ci rimetta la vita?

O forse non basta neanche questo, visto che a Lipari è già successo ma la situazione dell’ospedale non è cambiata?

Mariagiulia Romagnolo

Accadde alle Eolie, pagine della nostra storia recente. 10 dicembre 2008: Ex Pumex incatenati davanti al Comune - Palacongressi


 

Rubrica: Nei "palazzi" della politica locale (11° puntata) : Logo Nuccio Russo candidato sindaco a Lipari (giugno 2017)


Sempre più uniti anche a distanza. IV meeting Gruppo Caronte & Tourist 2020 - edizione "digitale"

La Chiesa celebra oggi la memoria della Madonna di Loreto


Oggi è il 10 dicembre. Buongiorno dalle Eolie e Buon compleanno a Salvatore Palermo, Valentino Cappadona, Pajno Alessandro, Vincenzo Utano, Emiliano Cincotta, Emilio Cifalà, Rita Cesira, Adrian Trimboli, Marcella Fusaro, Stefania Di Giovanni


 

mercoledì 9 dicembre 2020

Coronavirus, in Sicilia 34 morti e 753 nuovi positivi

    Sono 753 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 7.013 tamponi effettuati. I decessi sono 34, che portano il totale a 1.863. Con i nuovi casi sono 38.647 gli attuali positivi, con un decremento di 908 casi rispetto a ieri. Di questi 1.572 sono i ricoverati (uno in meno rispetto a ieri): 1.374 pazienti in regime ordinario e 198 (-1) in terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 37.075 persone. I guariti sono 1627. La distribuzione dei nuovi contagi per province vede a Catania 347, Palermo 212, Messina 38, Ragusa 66, Trapani 8, Siracusa 26, Agrigento 9, Caltanissetta 37, Enna 10.

A NATALE SOSTIENI LA SEDE E LE ATTIVITÀ DELLA BIBLIOTECA DI STROMBOLI!

Per sapere come fare a sostenere e supportare la biblioteca di Stromboli cliccare sul sottostante link:

https://www.produzionidalbasso.com/project/a-natale-sostieni-la-sede-e-le-attivita-della-biblioteca-di-stromboli/

Mancata approvazione bilancio di previsione 2020/2022 e trattazione altri argomenti in sospeso. Consiglieri Fonti e Mollica chiedono convocazione consiglio comunalw

Al Presidente del Consiglio Comunale e.p.c. al Sindaco e al Collegio dei Revisori dei Conti
Oggetto: mancata approvazione bilancio di previsione 2020/2022 – richiesta convocazione “URGENTE” di Consiglio Comunale.

In riferimento alla nota indirizzata al Sindaco e alla Presidenza del Consiglio, e inviata al Collegio dei Revisori dei Conti per conoscenza, in data 02 dicembre 2020, con oggetto “mancata approvazione bilancio di previsione 2020/2022”, i sottoscritti, in qualità di Consiglieri comunali, chiedono di sapere i motivi per i quali la S.S. non ha ancora provveduto alla convocazione di una seduta di Consiglio Comunale per la trattazione dei numerosi argomenti ormai da mesi all’ordine del giorno e per avviare, come da noi richiesto con la citata nota, il necessario ed urgente confronto riguardo alla mancata approvazione del bilancio di previsione 2020/2022.
Il bilancio di previsione è un documento di pianificazione economica e di programmazione politica che deve essere approvato annualmente dal Consiglio Comunale, su proposta della Giunta, entro il 31 dicembre dell’anno precedente (Decreto Legislativo n. 267/2000 TUEL).
Tuttavia, la Giunta Comunale non ha provveduto all’adozione del bilancio di previsione e dei documenti complementari allegati da sottoporre al Consiglio Comunale per l’approvazione. La mancata approvazione dell’atto amministrativo nei termini previsti per legge, fissata per il corrente anno al 31/10/2020, ha comportato un danno per l’Ente e per la Comunità. La mancata approvazione del bilancio di previsione 2020/2022 apre scenari nuovi sui quali è necessario confrontarsi con responsabilità anche a seguito dell’avvio delle procedure di nomina del Commissario ad acta, in una condizione di criticità finanziaria /squilibrio finanziario dell’Ente che a noi appare gravissima e di difficile soluzione.
Chiediamo, pertanto, alla S.S. di convocare, in tempi brevissimi, una seduta di Consiglio Comunale per affrontare l’argomento in oggetto.
09 dicembre 2020
I Consiglieri Comunali del gruppo Moderati per Calderone
Gesuele Fonti
Eliana Mollica

“Premio Letterario Maria Cumani Quasimodo”. Nel volume antologico un racconto dello scrittore Giuseppe La Greca

COMUNICATO
Nella giornata odierna abbiamo avuto la conferma da parte della Aletti Editore della pubblicazione di un volume antologico degli autori più meritevoli che hanno partecipato alla quarta edizione del “Premio Letterario Maria Cumani Quasimodo”.

Il volume contiene i testi brevi più rappresentati, tra questi l'inedita raccolta di racconti di Giuseppe La Greca dal titolo “La dottoressa in bikini ed altri racconti”.

Nel volume antologico è stati pubblicato il solo racconto dal titolo "la dottoressa in bikini" in una versione sintetica di 5 pagine.

Commemorazione defunti. Riproposizione video "Eoliani che non ci sono più" ( XXXIII Filmato: durata 3 minuti e 50 circa)

Seppure novembre, il mese dedicato alla commemorazione dei nostri cari defunti, è passato continuiamo con le nostre pubblicazioni di "Eoliani che non si sono più"....dedicate ai nostri concittadini che ci hanno lasciato

Nelle foto di oggi. Copertina: Tina Lucchese; 1) Turiddu Lo Ricco; 2) Maestro Lorizio; 3) Lorizio; 4) Angelino Lo Schiavo; 5) Vincenzo Lo Schiavo; 6) Giuseppe Losinno; 7) Carmelo Lo Surdo; 8) Francesca Lo Surdo; 9) Nunziata Lo Surdo; 10) Giuseppe Lombardo: 11) Giovanna Longo; 12) Rosanna Ziino; 13) Oreste Bruno Longo; 14) Annamaria Lopes; 15) Angelo Luca; 16) Antonina Luca; 17) Tina Lucchese; 18) Nino Maggio; 19) Giuseppe Maggiore; 20) Giuseppe Maiorana; 21) Angelino Maiuri; 22) Angela Mandarano; 23) Francesco Mandarano; 24) Giovanni Mandarano; 25) Giovannino Mandarano; 26) Maria Catena Mandarano; 27) Matilde Mandarano; 28) Onofrio Mandarano; 29) Pino Mandarano; 30) Rodolfo Mandarano; 31) Vittoria Mandarano; 32) Mandarano; 33) Giuseppe Mandile; 34) Giuseppina Mandile; 35) Concetta Mangano; 36) Giovanni Mangano; 37) Giovanni Mangano; 38) Maria Mangano; 39) Orazio Mangano; 40) Tommaso Mangano; 41) Antonino Maniaci; 42) Manicotto; 43) Gilormino Mannello          

Solidarietà e sostegno in tempo di COVID: il Lions Club Barcellona PG ancora al fianco dei pazienti del COVID-HOSPITAL di Barcellona

 In questo difficile momento di emergenza sanitaria l’azione di solidarietà del Lions Club International si rende operativa sul territorio barcellonese anche con interventi in favore dei soggetti affetti da COVID-19; costoro soffrono una ulteriore afflizione che si aggiunge alla malattia: la distanza dall'affetto e dal sostegno dei familiari anche nei piccoli bisogni.

Per questo motivo il Club barcellonese ha inteso intervenire per ridurre i disagi e sopperire, infatti, così come prontamente realizzato nella precedente ondata epidemiologica primaverile, che ha visto il Club adoperarsi e fornire mascherine, tablet, cellulare, in questa occasione raccogliendo la segnalazione di enti religiosi vicini ai degenti, il Lions Club di Barcellona Pozzo di Gotto, ha subito risposto ed ha provveduto a donare al COVID HOSPITAL del presidio ospedaliero Cutroni-Zodda, per alleviare il disagio dei pazienti e collaborare con la pubblica amministrazione in questo difficile momento, biancheria intima da distribuire ai più bisognosi tra i degenti (pigiami donna e uomo, canottiere donna, mutandine donna, magliette uomo, calzini uomo e donna, slip uomo).
La biancheria, al cui acquisto ha in parte anche contribuito l’Associazione Volontariato Vincenziano, è stata consegnata dal Presidente del Club Nino Levita e dalla socia Santina Maiorana, in rappresentanza del sodalizio barcellonese, al dott. Mario Bellomo, dirigente delle professioni sanitarie ed Infermieristiche, in rappresentanza del Direttore Generale ASP Messina Dott. Paolo La Paglia.
"Ringrazio il Presidente Levita e tutti i soci del Club Lions di Barcellona per la grande sensibilità che hanno dimostrato; tali buone azioni sono importanti segno di riconoscimento per il lavoro del personale sanitario e per i degenti del Covid-Hospital,  lacerato da polemiche pretestuose e fini a stesse."

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CLXIV puntata): Marina Corta e il castello in un quadro a olio dipinto da Jakob Philipp Hackert (1778)


 

Accadde alle Eolie, pagine della nostra storia recente. 9 dicembre 2010: Mercatino di Natale a Lami

Inaugurato a Lipari il bel presepe realizzato da Raffaele China e figli. (riprese: Bartolo Giunta)


 Pietra Pomice Hotel a Canneto (Lipari), ricerca per la prossima stagione la figura di "Receptionist".

La figura professionale ricercata dovrà svolgere le seguenti attività: ricevimento clienti, check in e check out, gestione online delle prenotazioni.

I requisiti fondamentali per lo svolgimento del ruolo sono: capacità di lavorare in team, buone doti relazionali con il pubblico, esperienza pregressa nella mansione (anche minima), buona conoscenza della lingua inglese.

Si invitano i candidati ad inviare Curriculum Vitae al seguente indirizzo mail "info@pietrapomicehotel.com" o telefonare al numero 090 9812337.

Rubrica: Nei "palazzi" della politica locale (10° puntata) : Logo lista Domenico Giuffrè - elezioni giugno 2017 a Santa Marina Salina