Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 13 giugno 2009

E' deceduto Totò Mollica. Aveva 78 anni.
Per lunghi anni era stato ufficiale di stato civile al comune di Lipari.
Alla moglie Vittoria e ai familiari tutti le condoglianze di Eolienews.
I funerali avranno luogo lunedì prossimo alle 9 e 30 nella chiesa di San Giuseppe in Lipari

Gullo e Podetti. Il presente e il passato (positivo) di Leni

Riccardo Gullo e Antonio Podetti. Presente e passato amministrativo recente di Leni, il piccolo comune dell'isola di Salina, in "trasferta" a Lipari per partecipare al matrimonio del comandante della stazione dei carabinieri dell'isola Gimmi Stefani. Li abbiamo incontrati sul Corso e ne abbiamo approfittato per una intervista a "due voci", tra presente e futuro. LA VIDEO INTERVISTA:

Santa Marina Salina. Il punto del sindaco Massimo Lo Schiavo

Sindaci di Salina in trasferta a Lipari, più un ex. Ne abbiamo approfittato per intervistarli. Tra i "beccati" a Lipari, come anticipato, anche il giovane e valido sindaco del comune di Santa Marina Salina, Massimo Lo Schiavo. Con lui abbiamo fatto il punto della situazione sia dal punto di vista amministrativo-operativo, nel settore dei trasporti e in previsione della stagione turistica.
L'intervista:


"Come un uomo sulla terra" al Centro Studi

IO NON RESPINGO.Manifestazione nazionale Oltre 50 eventi in tutta Italia.
Per rispondere alla visita di Gheddafi in Italia e per dire no airespingimenti, dal 10 al 20 giugno, l´associazione culturale LaStanza dello Scirocco e il Centro Studi e Ricerche di Storia eProblemi Eoliani Onlus aderiscono alla rete spontanea nata intorno a"Fortress Europe", a "Come un uomo sulla terra" e all´associazione Asinitas Onlus.
In tale occasione vengono organizzati oltre 50 eventi in più di 35città italiane per dire "Io non respingo".
Manifestazioni, presìdi, dibattiti e proiezioni del film. Da Cagliari a Milano, da Agrigento a Varese. Conosciamo quale destino attende gli emigranti e irifugiati respinti al largo di Lampedusa e imprigionati in Libia. E non possiamo rimanere indifferenti. Questo comunicato è stato mandato a più di 30.000 persone in tutta Italia . Chiedendo ad ognuno di partecipare numerosi a queste giornate dimobilitazione, nate in modo spontaneo da una ricca rete diassociazioni e individui.
La campagna IO NON RESPINGO è promossa da Fortress Europe, dall´associazione Asinitas Onlus, dagli autori di "Come un uomosulla terra" (Andrea Segre, Riccardo Biadene e Dagmawi Yimer).
LUNEDI 15 GIUGNO 2009 ALLE ORE 21.00 PRESSO IL GIARDINO DEL CENTROSTUDI DI LIPARI (MESSINA) via Maurolico, 15 LA STANZA DELLO SCIROCCO E IL CENTRO STUDI E RICERCHE DI STORIA E PROBLEMI EOLIANI ORGANIZZANO LA PROIEZIONE DEL FILM "COME UN UOMO SULLA TERRA"
PER INFO RIVOLGERSI A: info@lastanzadelloscirocco.org oppure telefonare al 338/4611798Si ringraziano per la collaborazione: SalinaDocFest, Zalab, Biblioteca Comunale di Malfa e Istituto Comprensivo Lipari 1.

Incendio a Pirrera. Pescatore In catene a Salina (Dalla Gazzetta del Sud di oggi)

LIPARI: EDIFICIO IN FIAMME DI SALVATORE SARPI
Un incendio, presumibilmente causato da un corto circuito, ha interessato nel cuore della notte un edificio a due piani, ubicato in località Collo di Pirrera (Lipari) di proprietà di F.G. . Le fiamme hanno seriamente danneggiato le due stanze al pianterreno e le travi della soffitta su cui poggia il sovrastante appartamento. Sul posto, allertati da alcuni residenti che hanno provveduto a svegliare anche la famiglia del propietario che riposa tranquillamente nell' abitazione e che non si era accorta di nulla, sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Lipari(Cataliotti, Bombaci, Giuffrè, Abbondanza) , guidati dal caposquadra D’Agostino. I pompieri, dopo aver scongiurato tra non poche difficoltà il propagarsi delle fiamme, hanno recuperato e consegnato ai proprietari tutto quanto si trovava in quella parte dell'immobile ed è stato strappato alle fiamme. I vigili del fuoco, considerando che le fiamme avevano attaccato le travi che sostengono il piano superiore dell'immobile, hanno verificato la staticità della struttura e disposto, in attesa di ulteriori verifiche, la non agibilità dello stesso. Nell'azione sono stati supportati dai carabinieri. Il propietario dell'immobile, che opera nel settore edile, si è già attivato affinchè il provvedimento possa rientrare e quindi eseguire i necessari indispensabili lavori
SALINA: PESCATORE SI INCATENA DI MICHELE MERENDA
Nella tarda mattinata di ieri, Antonello Randazzo, un pescatore di Malfa, si è incatenato per protesta al cancello della Capitaneria di porto di S. Marina Salina. Randazzo aveva richiesto al Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali il nulla osta per il trasferimento del sistema di "ferrettara" dall'imbarcazione Caleca, di sua proprietà, ad un nuovo battello denominato Stella di Salina, abilitato alla pesca costiera locale. "Il Ministero mi ha fatto avere una risposta – ha dichiarato Randazzo – e dal documento si evince che è stato ritenuto ragionevole aderire alla mia richiesta. Ho speso migliaia di euro nell'acquisto della nuova barca. Mi aspettavo, com'era giusto, le relative autorizzazioni da parte della Capitaneria di Salina. Ma dalla settimana scorsa continuano a rinviare, mi dicono sempre di passare il giorno successivo. Oggi ho deciso di dire basta e sono ricorso questo gesto estremo».

venerdì 12 giugno 2009

Spadara e ferrettara. Il punto. Dall'inizio al D.M. 5 giugno nella disamina del rag.Giuseppe Spinella di vice presidente regionale di UNICOOP PESCA

Riceviamo e pubblichiamo:
(Giuseppe Spinella) Ambientalisti e Pescatori, quale futuro per la pesca costiera artigianale?? Quale futuro per i pescatori delle Isole Eolie?? Quale futuro per centinaia di famiglie?? Quale futuro per la nostra economia??
Oggi, al fine di sgomberare il campo da equivoci che possono ingenerare confusione ed approssimazione, è bene fare il punto della situazione dall’inizio e fino al recentissimo e tanto contestato Decreto Ministeriale del 5 Giugno scorso.
Ripercorrendo la storia abbiamo:
Decreto Ministeriale del 23 Maggio 1997 –
( Modalità tecniche di attuazione del fermo di razionalizzazione e riconversione delle unità abilitate alla pesca con reti da posta derivanti)
Circolare 26 Giugno 1997 n. 60128
Decreto ministeriale del 23 maggio 1997 . Modalità tecniche di attuazione del Piano di razionalizzazione e riconversione delle unità abilitate alla pesca con reti da posta derivanti
Decreto Ministeriale 26 Giugno 1997
Modificazioni al decreto ministeriale 23 maggio 1997 recante modalità tecniche per la realizzazione del Piano volontario di razionalizzazione e di riconversione delle unità abilitate alla pesca con reti da posta derivante
Decreto Ministeriale 7 Ottobre 1997
Proroga del termine di presentazione delle domande di adesione al Piano di razionalizzazione e di riconversione delle spadare
Decreto ministeriale 15 Dicembre 1997
Proroga del termine per la presentazione delle domande del Piano spadare
Circolare 7 Gennaio 1998 n. 6025
Decreto ministeriale 23 maggio 1997 – Ulteriori modalità tecniche di attuazione del Piano di razionalizzazione e riconversione delle unità abilitate alla pesca con reti da posta derivante – circolare esplicativa
Circolare 9 Marzo 1998 n. 6234844
Piano spadare: Norme esplicative per l’attuazione delle disposizioni di cui al decreto ministeriale 23 maggio 1997
Decreto Ministeriale 20 Marzo 1998
Modificazioni al decreto ministeriale 23 maggio1997 recante modalità tecniche di attuazione del fermo di razionalizzazione e riconversione delle unità abilitate alla pesca con reti da posta derivante.
Regolamento (CE) n. 1239/98 del Consiglio dell’8 Giugno 1998
Modifica il regolamento (CE) . 894/97 che istituisce misure tecniche per la conservazione delle risorse della pesca ( allegatoVIII)
Decreto Ministeriale 14 Ottobre 1998
Modalità tecniche dell’attrezzo denominato ferrettara
Decreto Ministeriale 16 Ottobre 1998
Proroga del termine di presentazione delle domande di adesione al Piano di razionalizzazione e di riconversione delle spadare
Decreto Ministeriale 3 Maggio 1999
Modificazioni al Piano di razionalizzazione e riconversione delle spadare: in attuazione dell’articlo 7 della decisione del Consiglio 99/27/CE del 17 dicembre 1998
Decreto Ministeriale 5 Ottobre 1999
Termine di proroga per la presentazione delle domande di adesione al Piano di razionalizzazione e riconversione delle spadare.
Il piano di ritiro delle spadare prevedeva:
una indennità di arresto definitivo dell’attività: imbarcazione;
una indennità di riconversione per esercitare altra attività di pesca diversa da rete da posta derivante o verso altro settore economico ( art.6, 1° comma )
Per quelli che non hanno aderito al Piano di razionalizzazione e riconversione è stata consentita l’attività di pesca con reti da posta derivante fino al 31 Dicembre 2001 semprechè venivano rispettate le condizioni introdotte con il regolamento (CE) n.1239/98 ( vedi tabella VIII – divieto di cattura di pesca spada , ecc….)
Del resto il Decreto ministeriale 14 Ottobre 1998 relativo alle modalità tecniche dell’attrezzo denominato ferrettara riportava esattamente quanto stabilito nei decreti e circolari sopra menzionate.
Quindi, pur apprezzando l’interesse della Dott.ssa Basile ed il suo interessamento alla pesca, va corretta l’affermazione che la “ferrettara è stata concessa in sostituzione della spadara.
La “ferrettara” , sin dall’origine, è stata autorizzata per una attività di pesca diversa dalla cattura delle specie che prima venivano catturate con la spadara ossia si possono catturare con la ferrettara: palamita (fino al 31.12.2001); occhiata, sgombro, salpa, boga, alaccia, sardina e acciuga.
Evidentemente i pescatori all’epoca non furono bene informati sui provvedimenti che venivano sottoposti che, di fatto, andavano a far scomparire quelle professionalità di pesca artigianale praticata, almeno nell’arcipelago delle Eolie, da ben oltre 150 anni, con l’attrezzo denominato “palamitara”
Pertanto, come affermato dal Ministro Zaia il 19 Maggio 2009 nella lettera inviata al Sindaco del Comune di Santa Flavia, che suggerisce di imboccare un’altra strada in merito all’utilizzo delle reti derivanti che, per la piccola pesca costiera artigianale, sono state classificate con apposito regolamento comunitario nei sistemi di pesca “Reti ad imbrocco ed impiglianti” e, quindi, reti da posta fissa che possono catturare anche i pesci pelagici.
“Afferma il Ministro che, nella riunione del 20 Marzo 2009 presso la Direzione Generale della Pesca, una delegazione del Dipartimento della Pesca della Regione Siciliana, ha individuato l’ipotesi di avviare, nei prossimi mesi, a livello regionale, la sperimentazione di un nuovo attrezzo con caratteristiche tecniche simili alla “ferrettara”, ma con alcuni adattamenti necessari per tener conto delle contestazioni mosse in passato, dai vari movimenti ambientalisti, di fronte al TAR.
Al riguardo, il Ministro, intende assicurare la piena disponibilità Sua e dei Suoi Uffici affinché l’iniziativa abbia pieno successo”.
Fino ad oggi, la Direzione della Pesca della Regione Siciliana non ha adottato nessun provvedimento, nonostante i recenti Regolamenti Comunitari della Commissione del 14.11.2008 e del 22.04.2009 (Libro Verde) chiedono ai pescatori una diretta partecipazione per adottare decisioni tecniche specifiche a salvaguardia dell’occupazione, delle professioni, dei sistemi economici e della tutela degli stock di pesci stanziali e migratori, per i quali occorre una diversa presa di posizione, considerato che per le specie migratorie il superamento dei limiti delle acque territoriali favorisce i paese terzi e penalizza quelli comunitari.
Anche le posizioni ambientaliste vanno riviste in questo contesto trovando, di comune accordo, soluzioni a salvaguardia delle reciproche esperienze dei reciproci interessi per la sopravvivenza di un settore che, altrimenti, sarà destinato a scomparire con tutte le conseguenze negative del caso.-
UNICOOP PESCA
Il Vice Presidente Regionale
Rag. Giuseppe Spinella

Trasporti. Telenovela "senza fine" o " senza fondi" per Siremar. Il Governo pronto a tagliare

Continuano "i colpi di scena" nel dossier Tirrenia: il Governo è pronto a tagliare 15-16 mln di euro di risorse alla Siremar, nel caso la Sicilia si mantenga fuori, come pare intenzionata a fare, dal progetto dell'esecutivo di passare le quattro società terriotoriali di Tirrenia alle regioni competenti. Queste ultime dovrebbero contribuire alla sovvenzione delle linee attualmente attive, avviando, al contempo, il processo di privatizzazione di Toremar, Saremar, Caremar e Siremar. La frenata sulle sovvenzioni alla Sicilia comporterebbe, però, tagli alle rotte e al personale della compagnia. La politica dell'esecutivo si delinea dopo che il ministro dei Trasporti Matteoli ha annunciato nei giorni scorsi che l'Europa ha autorizzato l'Italia a "fare più gare d'appalto" per Tirrenia. Ma il nodo rimane il "no" della Sicilia.

"Non potevamo che affidarci alla Happy Dog". La precisazione del dott. Russo

(lipari biz) Dopo l'interrogazione presentata dal deputato Angela Napoli del Pdl al Ministro dell'Interno sull'incarico affidato dal comune di Lipari ad una ditta gravata da interdittiva antimafia abbiamo contattato il dirigente Nico Russo il quale ha affidato il servizio alla ditta, la Happy dog di Taurianova. “ Sono – ha detto Russo – aggiudicatari di una trattativa privata ma non è ancora stato firmato il contratto. Siamo stati obbligati, vista anche l’emergenza randagismo, ad affidarci alla Happy dog dal momento che nessun’altra ditta ha manifestato al propria disponibilità ad occuparsi del servizio di cattura, trasferimento fuori dall'isola e custodia. La Happy dog- ha concluso Russo, in sede di trattativa aveva dichiarato di possedere tutti i requisiti”.

Lipari. Presentazione dell'edizione italiana del libro "Edwin Hunziker e Lipar" Un amore senza fine

Dopo averne presentato l’ edizione in lingua tedesca alla Galleria Martplatz di Affoltern Am Albis - Zurigo, in occasione di una esposizione delle opere di Edwin Hunziker, nel novembre 2008, la famiglia Hunziker/Casamento presenterà a Lipari l’ edizione italiana del libro: “EDWIN HUNZIKER E LIPARI” un amore senza fine. A cura di Clelia Hunziker
Introduzione di Daisy Sigerist - Storica dell’Arte /Testo autobiografico di Edwin Hunziker
Interverranno : MADELEINE CAVALIER, Archeologa, GIOVANNA BONGIORNO, Giornalista e Regista
La presentazione si terrà sabato 20 giugno alle 19,00 nell'Albergo Villa Diana a Lipari
Le schede di:
Madeleine Cavalier, archeologa, esponente della Comunità Scientifica Internazionale ed attualmente Conservatore Onorario del Museo Archeologico di Lipari, da 55 anni lavora alla ricerca archeologica nelle Isole Eolie, dove ha fondato, insieme a Luigi Bernabò Brea, il Museo che oggi porta il nome dell' illustre archeologo. Per la sua lunga e continuativa presenza nell' Arcipelago, Madeleine Cavalier è oggi considerata un' autentica testimone del tempo, della storia delle Eolie e dei personaggi che, con la loro presenza e la loro opera, hanno contribuito a tracciarla. Tra questi, naturalmente, anche della vita e dell' Opera del Maestro Hunziker, al quale, insieme a Luigi Bernabò Brea, la legò una lunga e sincera amicizia.

Giovanna Bongiorno, giornalista e regista, ha dedicato la sua attività professionale al mondo della cultura, dell' Arte ed alla diffusione della conoscenza del patrimonio dei Beni Culturali della Sicilia, realizzando, sull' argomento, oltre 70 documentari ed una vastissima produzione giornalistica per le testate più prestigiose della stampa internazionale.
Già Presidente della Storica Accademia di Belle Arti di Palermo ed Amministratore Delegato di Beni Culturali SpA, è legata da profondo amore all' arcipelago Eoliano, ed a Lipari in particolare, dove furono proprio Luigi Bernabò Brea, Madeleine Cavalier, e l' allora Direttore Umberto Spigo, a chiamarla, in anni lontani, a collaborare con il prestigioso Museo.

La "foto-video denuncia": La nostra vergogna a due passi dal mare

La nostra rubrica si occupa oggi di un fenomeno diventato sempre più "normale" e per questo sempre più "preoccupante". Noi per primi facciamo le "pulci" ai nostri amministratori, a chi ha responsabilità a qualsiasi livello, quando questi non agiscono per il bene della collettività.Usando lo stesso metro però non possiamo sottacere quando è il cittadino a compiere gesti "censurabili".Ebbene che Canneto sia la zona balneare dell'isola è risaputo. Centro nel quale, da qualche tempo e fino ad agosto-settembre, si spostano residenti a Lipari e turisti. Ebbene cosa c'è di meglio di un "biglietto da visita" come quello visibile stamani. Un vecchio televisore ed un altrettanto vecchio scaldabagno depositato all'ingresso di Unci a non più di 10 metri dal mare e all'ingreso della frazione. Eppure il centro di raccolta lo si trova agevolmente non più di trecento metri prima.Complimentandoci per la "civiltà" auspichiamo maggiori controlli(sigh!) e l'intervento dell'Ato per eliminare lo "sconcio".

Servizio di accalappiacani a Lipari. "Servizio affidato a ditta gravata da interdittiva antimafia". Interrogazione dell'on. Napoli

Una interrogazione è stata inoltrata dall'on. Angela Napoli al Al Ministro dell’Interno.
IL TESTO:
– Per sapere –
Premesso che:
- con D.P.R. del 23 aprile 2009 è stato decretato lo scioglimento del Consiglio Comunale di Taurianova (R.C.) per infiltrazione mafiosa;
- tra i gravi elementi , contenuti nella relazione d’accesso, che hanno portato allo scioglimento del Civico Consesso di Taurianova, viene segnalato l’affidamento del servizio di cattura e custodia dei cani randagi a ditta gravata da interdittiva antimafia, nonostante l’Amministrazione Comunale fosse a conoscenza di tale provvedimento prefettizio;
- l’interrogante , da notizie di stampa, ha appreso che il Comune di Lipari (ME) avrebbe affidato il locale servizio di cattura e custodia dei cani randagi proprio alla stessa ditta di Taurianova (R.C.) gravata da interdittiva antimafia:
- se non ritenga necessario ed urgente chiedere al Comune di Lipari l’immediata revoca del servizio affidato alla Ditta di Taurianova (R.C.);
- quali urgenti iniziative intenda assumere nei confronti dell’Amministrazione Comunale della stessa Città di Lipari responsabile dell’affidamento di un servizio a ditta gravata da interdittiva antimafia.
On. Angela NAPOLI
Roma, 11 giugno 2009

Lipari: Arrestato marocchino già destinatario di ordine di espulsione

Giro di vite a cura dei Carabinieri della Compagnia di Milazzo che hanno effettuato un servizio di controllo del territorio finalizzato alla ricerca di cittadini inottemperanti all’ordine di espulsione emesso dalle prefetture nazionali. Nel corso degli accertamenti, eseguiti anche nel territorio dell’arcipelago eoliano, sono stati sottoposti a controllo diversi cittadini stranieri alcuni dei quali sprovvisti di regolare permesso di soggiorno.
Nel caso in specie, i carabinieri della Stazione di Lipari, hanno proceduto al controllo di un cittadino marocchino, identificato in OULHAJE Kamal, cl. 1982, che a seguito degli accertamenti eseguiti con la Banca Dati AFIS è risultato essere destinatario di un ordine di espulsione emesso dalla Questura di Messina nei mesi scorsi.
Dopo le formalità di rito, il cittadino extracomunitario è stato trasferito al Carcere di Messina Gazzi in attesa di essere giudicato con rito direttissimo dal Tribunale di Messina sez. distaccata di Lipari

Scossa di terremoto al largo delle isole Eolie

Una scossa di terremoto (magnitudo 2.6 della scala Richter) è stata registrata questa mattina alle 06.10 al largo delle isole Eolie dai sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. L'epicentro del sisma è stato individuato in mare ad una profondità di 132 chilometri. Non si registrano danni a persone o cose.

Disservizio idrico. "Muovetevi dalle vostre amate sedie ci sono famiglie senz'acqua nelle zone alte, nonostante il costo". L'intervento di Biviano(PD)

Al Sindaco del Comune di Lipari Dott. Mariano Bruno, all’Assessore ai Servizi Idrici, al Rag. Giulio China, al Dirigente del IV Settore Dott. Domenico Russo è indirizzata la nota del consigliere Giacomo Biviano avente per oggetto: Disservizi idrici, mancata erogazione dell’acqua nelle frazioni alte.
Gentili signori,
Da circa un mese i nostri cittadini, specie quelli delle frazioni alte di Pianoconte, Quattropani, Lami, Acquacalda, Serra e Pirrera, lamentano il continuo disservizio, anzi, la totale assenza di erogazione settimanale dell’acqua verso le proprie utenze. Inutile ricordare che il problema si trascina da anni senza alcuna soluzione, nonostante lo stesso Sindaco, dal 2002 al 2007, abbia rivestito il ruolo di Commissario straordinario per l’emergenza idrica.
Compito che, evidentemente, lo stesso Sindaco non ha svolto con la dovuta diligenza, visti i risultati fallimentari. Un esempio fra tutti: il passaggio improvviso ed inspiegabile della progettazione del sistema del ciclo delle acque dalla società Lotti, incaricata in precedenza dallo stesso Comune, alla società Sogesid, creando di fatti un contenzioso tra le due e il Comune di Lipari, con il conseguente rischio di perdita di un finanziamento di quasi 40 milioni di euro, previsti per la realizzazione della nuova rete idrico-fognaria, del nuovo dissalatore e di un moderno depuratore consono alle esigenze dell’isola.
Per non parlare poi del progetto della ditta Aque blue, che prevede la costruzione gratuita di un nuovo e moderno dissalatore, con una portata di gran lunga maggiore dell’attuale( 3-4 volte in più), un costo dell’acqua di soli Euro 1,20 a fronte degli attuali 1,95, la previsione di 156 nuovi posti di lavoro attraverso la realizzazione di una piccola-media industria per la produzione di pannelli fotovoltaici e un contributo di 2.000.000 di euro per i trasporti marittimi. Progetto che il Sindaco ha di fatto finora ignorato insieme ad un preciso impegno, assunto davanti alla stessa stampa, di incontrare i responsabili della ditta. Sembrerebbe quasi che non si vogliano toccare, cosa che non credo assolutamente, determinati interessi. Ma eventualmente di chi?...e a quale scopo?
E allora perchè le contrade alte continuano a subire le attuali ingiustizie e disparità di trattamento, nonostante le soluzioni prospettate, anche immediate, che eliminerebbero i disagi lamentati?
Ma perchè i nostri cittadini devono continuare a subire sproporzionati aumenti che variano anche del 100 % a fronte, paradossalmente, di un servizio scadente nell’attività di distribuzione, anche per quelle che sono le normali esigenze quotidiane di una qualsiasi famiglia?
Ma perché tutti gli utenti non possono pagare tale servizio solo se effettivamente reso e per i consumi effettivi?
Sono tutti interrogativi per i quali avete l’obbligo di rispondere visto il ruolo che rivestite.
Nel frattempo, però, muovetevi dalle vostre amate sedie e garantite per lo meno quel minimo che serve per mantenere integra la dignità, non solo vostra, ma di tutti quei cittadini che continuano a lamentarsi per un loro sacrosanto diritto: l’acqua.
Caso contrario, invece di scaricare le colpe sul capo espiatorio di turno, fate un esame di coscienza e valutate l’opportunità di lasciare spazio a chi realmente questi problemi intende risolverli.
Il Consigliere Comunale
Partito Democratico
Dott. Giacomo Biviano

Sentieri e loro recupero. L'impegno di Raiumund Rodewald.

Raimund Rodewald, direttore della Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio ed amante delle Eolie, ha trasmesso nei giorni scorsi al comune di Lipari il suo piano per la riqualificazione dei sentieri. Lo abbiamo incontrato stamattina e ci ha rilasciato questa video-intervista:


Lipari- Pirrera: Fiamme al pianterreno di un edificio. Intervento dei vigili del fuoco che hanno dichiarato la non agibilità della struttura

Un incendio, presumibilmente causato da un corto circuito, ha interessato la notte scorsa, intorno alla mezzanotte, un edificio a due piani, ubicato in località Collo di Pirrera (Lipari) di proprietà di F.G. Le fiamme hanno seriamente danneggiato le due stanze del pianterreno e le travi della soffitta su cui poggia il sovrastante appartamento. Sul posto, allertati da alcuni residenti che hanno provveduto a svegliare anche coloro che riposavano nell' abitazione e che non si erano accorti di nulla, sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Lipari, guidati dal caposquadra D’Agostino. I pompieri, dopo aver scongiurato il verificarsi di ulteriori danni attraverso lo spegnimento delle fiamme, hanno recuperato e consegnato ai proprietari tutto quanto si trovava in quella parte dell'immobile. I vigili, considerando che le fiamme avevano attaccato le travi che sostengono il piano superiore dell'immobile, hanno verificato la staticità della struttura e disposto, in attesa di ulteriori verifiche, la non agibilità dello stesso. Il propietario, che opera nel settore edile, si è già attivato affinchè il provvedimento possa rientrare e quindi eseguire i necessari indispensabili lavori.

L'assessore Sparacino, l'isola pedonale e l'Indignato Speciale in un articolo della Gazzetta del sud di oggi

(Salvatore Sarpi- Gazzetta del sud) Nuovo assessore al comune di Lipari. È, come nelle previsioni, la dott. Domenica (Mimma) Sparacino del Mpa. Prende il posto del dott. Alfredo Biancheri, dimissionario per motivi personali. Il neo-assessore, che si occuperà di Affari istituzionali, si è già insediata dopo aver giurato. Con l'ingresso in giunta della dottoressa Sparacino la compagine amministrativa presieduta dal dottor Mariano Bruno è di nuovo al gran completo. Contestualmente all'annuncio della nomina si è tenuta una riunione di maggioranza che ha affrontato la questione isola pedonale. Una isola pedonale/zona a traffico limitato che esce "confermatissima" nella sua parte portante così come auspicato dall'assessore Corrado Giannò. Previsti piccoli ritocchi ma non si toccheranno le linee guida tra cui il trasferimento della sosta dei veicoli al lato monte a Marina Lunga, la chiusura di tutto il Corso sino al distributore Esso, l'accesso al Corso principale per il carico e scarico di merci solo nelle prime ore del mattino. In atto è previsto sino alle dieci ma ci potrebbe essere un leggero slittamento di mezz'ora. Infine l'entrata in vigore dell'ordinanza potrebbe slittare di qualche giorno. In atto è prevista dal 15 giugno. Intanto a Lipari "tiene banco" la questione occupazionale nella quale si inserisce una presa di posizione degli ex Pumex. Stanchi di aspettare, di essere "presi per i fondelli" e fortemente indignati si sono rivolti all'indignato per eccellenza ovvero: "L'indignato speciale" di Canale 5. Andrea Pamparana ha inviato ieri sull'isola la dott. Calabrese e un cameran. Nello scenario delle ex pomice di pomice è stata raccolta l'indignazione degli ex Pumex che hanno ribadito, tra l'altro, di essere stati sacrificati sull'altare del "Patrimonio dell'Umanità". «Nulla da eccepire – hanno detto tra l'altro – sulla salvaguardia ambientale. Vogliamo solo capire perchè a pagare dobbiamo essere noi che avevamo un lavoro certo ed uno stipendio ed oggi, nonostante le promesse di un reinserimento lavorativo nell'ambito dei Beni culturali, ci troviamo ad affrontare enormi difficoltà. Anche nella gestione del quotidiano».

Leni. Gullo ripartisce le deleghe

Il sindaco di Leni Riccardo Gullo ha già ripartito le deleghe tra i suoi assessori, nominati alla vigilia della campagna elettorale. La signora Agata Pollicino, oltre ad essere il vice di Gullo, si occuperà di pubbliche relazioni, turismo, spettacolo, pari opportunità e personale; il professor Giacomo Montecristo di servizi sociali e assistenziali, politiche giovanili, cultura, beni ambientali e servizi educativi; Antonio Donato di viabilità, pubblica illuminazione, rete idrica e fognante, territorio. Infine Claudio Saltalamacchia si occuperà di sport, tempo libero, patrimonio, commercio, artigianato, agricoltura e pesca.
Il sindaco Gullo mantiene le deleghe al bilancio, ai lavori pubblici e all’urbanistica

Il consigliere Lo Cascio alle prese con i sentieri di Lipari

Prendendo spunto da un passaggio di una nota inviata dal consigliere Pietro Lo Cascio all'amministrazione, a proposito della sentieristica di Lipari, lo abbiamo "calato" all'interno della jungla segnalata.

Da Roma ok al potenziamento del dissalatore. Il bando prevede anche la realizzazione di una centralina fotovoltaica

(Gazetta del Sud- Peppe Paino) «Al ministero dell'Ambiente si sta definendo il bando ai fini del potenziamento del dissalatore di Lipari nell'ambito del quale sarà realizzata una centralina fotovoltaica da 1 megawatt».
Lo ha dichiarato il dirigente del IV settore del Comune di Lipari, Nico Russo, di ritorno da Roma. Nella capitale ha partecipato ad un incontro con il commissario per l'emergenza idrica alle Eolie, avv. Luigi Pelaggi che sta portando avanti le procedure relative all' effettuazione delle opere sul Ciclo dell'acqua. Russo ha anche annunciato che si sta predisponendo il bando per il miglioramento della rete idrica di Lipari attraverso la realizzazione di opere di interconnessione tra i serbatoi dislocati nell'isola. Per quanto riguarda la copiosa perdita idrica, oltre il 50% della distribuzione, presente lungo la condotta Pignataro - Pianoconte che crea da settimane forti problemi di approvvigionamento nelle frazioni alte, «si sta lavorando in collaborazione con i tecnici dell'Eas per individuare la falla ai fini di un rapido intervento. Intanto il dissalatore di Lipari è in produzione con una delle tre unità anche perchè la società Di Vincenzo che lo gestisce non sa materialmente a chi fatturare e come, in questo momento, a causa dei ritardi nella definizione del passaggio delle reti Eas al Comune, l'acqua eventualmente prodotta. A giorni dovrebbe svolgersi un incontro chiarificatore al Comune».

giovedì 11 giugno 2009

Piccole isole. Bellezza,natura e quiete

Il glamour di Capri, la folla di Rodi, la nightlife di Formentera? Isole “insignificanti”. Il nuovo trend è scoprire piccoli paradisi perduti. Come Alicudi(nella foto) nelle isole Eolie o la frazione di Ginostra nell'isola di Stromboli. O come quelli riportati dal sito online del Guardian: ha scovato, senza andare fino ai Caraibi o alle Seychelles, gemme lontane da caos e movida. Dalla Finlandia alla Grecia passando per l’Italia, cui appartengono Procida (vicino a Capri e Ischia) e la stessa Alicudi (al largo della costa nord della Sicilia). E poi l’arcipelago francese di Porquerolles (in gran parte parco nazionale, aperto a un numero limitato di visitatori), l’arcipelago delle Kvarken in Finlandia (7 mila isolette, sparse su un’area di 150 km) e le isole Vega in Norvegia, non meno belle delle più note Lofoten. Tutte piccolissime e tranquille: poche ed essenziali strutture ricettive, zero movida notturna, parchi e oasi naturali da esplorare. In classifica anche Porto Santo (Madeira), Amorgos e Kastellorizo (Grecia), Lopud (Croazia), Ile d’Aix (Francia), e Heybeliada (Turchia)

Judo: Fervono i preparativi per il "Città di Lipari". In arrivo gli azzurri. Domani Cassandra Finocchiaro sarà premiata a Messina

Fervono i preparativi a Lipari in vista dell'ormai imminente torneo internazionale di judo "Città di Lipari-Memorial Nicola Biviano", organizzato dallo Sporting Club judo Lipari, che sarà preceduto dal consueto stage ad alto livello. Quest'anno, in concomitanza con la manifestazione liparese, sbarcherà a Lipari la nazionale azzurra di judo che prenderà parte ai prossimi Giochi del Mediterraneo. Per la manifestazione liparese un ennesimo importante salto di qualità visti anche gli atleti e le rappresentative presenti. Domani, intanto, la judoka eoliana Cassandra Finocchiaro, reduce dai Giochi delle Isole, sarà premiata a Messina dal CONI. Abbiamo fatto il punto della situazione nell'intervista con il maestro Gaetano Bisazza. L'intervista:





Pesca. "Associazioni ambientaliste indignate sul decreto sulle reti derivanti? Io ancora di più". Le riflessioni della dott.ssa Basile

Riceviamo dalla dottoressa Francesca Basile e pubblichiamo:
Apprendo, ma senza stupore, che Greenpeace, Lav, Legambiente, Marevivo, Wwf sostegono di essere " indignate" per il decreto approvato dal Sottosegretario alle Politiche Agricole, On. Buonfiglio, che modifica la legge e autorizza l'uso delle ferrettare oltre le 10 miglia per la precisione entro le miglia previste dall'abilitazione alla pesca.
A proposito, in attesa della puntuale impugnazione del provvedimento al Tar e di sapere come andrà a finire, stavolta mi risulta proprio difficile esimermi dall’esprimere le mie considerazioni personali da persona che conosce bene la questione avendola vissuta da vicino, essendomene occupata quando ero Assessore alla Pesca e non avendola da allora mai abbandonata.
E’ vero, il mio può sembrare un giudizio di parte ma, invece, deriva dall’aver conosciuto realmente il dramma che ormai da diversi anni stanno vivendo i nostri operatori del comparto della piccola pesca costiera ed artigianale, soprattutto a seguito del divieto di origine comunitaria di utilizzo di reti da posta derivante di lunghezza superiore ai 2,5 chilometri per la cattura delle specie cui all'allegato VIII del Regolamento CE n. 1239/98 (tonno, ala lunga, pescespada, ecc.). Se è vero, infatti, che a seguito di tali restrizioni, i proprietari e i membri dell’equipaggio delle unità abilitate a questo sistema di pesca ricevettero cospicue indennità per la riconversione dell’attività, è altrettanto vero che tale denaro venne speso per l’acquisto di nuove attrezzature, in primis la ferrettara, concessa in sostituzione delle spadare, oltre che per adeguare le unità da pesca. E oggi, invece, questi semplici lavoratori, definiti da qualcuno come eco-criminali, si trovano ad avere in licenza un attrezzo che, per le limitate dimensioni e per il divieto di cattura delle specie summenzionate di cui tra l’altro tutti siamo ghiotti, è praticamente inutilizzabile. Una vera e propria beffa! Tornando al decreto appena varato dal neo delegato alla Pesca, niente di più giusto a mio modesto parere dato che il limite dell’utilizzo dell’attrezzo all’interno delle 10 miglia, giacché non previsto da nessun regolamento comunitario ma previsto invece dalla normativa italiana, finora, non ha fatto altro che aumentare la pressione sulle risorse della fascia costiera, la più delicata dal punto di vista ambientale, determinando anche una conflittualità accesa tra le unità praticanti questo tipo di pesca: una vera e propria guerra fra poveri. E’ vero, gli articoli comparsi più volte sulla stampa circa l’esercizio di pratiche di pesca illegali e/o i comunicati diffusi dalle Autorità marittime, hanno suscitato, a ragione, vivaci reazioni del mondo ambientalista, creato sdegno nell’opinione pubblica, tanto da portare anche i nostri politici a forme di chiusura rispetto alle legittime richieste del settore, a scapito dei tanti che le regole, invece , le hanno sempre rispettate. A parte qualche eccezione di chi cerca sempre e comunque di fare il furbo come del resto credo esistano in tutti i settori produttivi, infatti, vi posso assicurare che i pescatori sono più ambientalisti degli ambientalisti in quanto vivono di mare e per il mare…
Ma non solo loro, penso che oggi ci sia molto più rispetto e sensibilità per l’ambiente da parte di tutti ma ciò che vorremmo, forse, è un ambientalismo scientifico, più cosciente e sano, ma soprattutto più umano… Alla luce del fatto che la problematica di cui si dibatte investe migliaia di pescatori italiani, specie del Mezzogiorno, con altrettante famiglie ridotte alla fame, che non hanno alternative occupazionali, prodighiamoci tutti per trovare delle soluzioni affinché questa povera gente possa uscire dall’attuale situazione di grave disagio economico ed esistenziale, in grado di contemperare la tutela delle risorse marine con il sacrosanto diritto al lavoro degli operatori del settore.
Francesca Basile

Judo: Domani a Messina il CONI premia Cassandra Finocchiaro. Con lei tutti gli atleti messinesi della rappresentativa presenti ai Giochi delle isole

Domani mattina alle ore 11:00 presso il Circolo della Vela a Messina saranno premiati dal CONI gli atleti della provincia che hanno partecipato con la Rappresentativa Sicilia ai “Jeux des Iles Mallorca 2009”. Tra gli atleti premiati vi sarà anche la liparese dello Sporting club judo Lipari Cassandra Finocchiaro ctg. kg.63.
Ricordiamo che la Rappresentativa Sicilia ha fatto un bel bottino di medaglie classificandosi anche come Prima Società per il numero più alto di podi conquistati. Cassandra si è, invece, piazzata al terzo posto nella competizione individuale.
Di Cassandra, del judo a Lipari e dell'ormai imminente torneo internazionale Città di Lipari torneremo a parlare più tardi con una dettagliata video-intervista al maestro Gaetano Bisazza

Lipari: Fermati sei extracomunitari non in regola e trasferiti a Milazzo

Ancora una operazione dei carabinieri per verificare le posizioni degli extra-comunitari che si trovano nell'arcipelago eoliano. Dopo Salina ed Alicudi è stato passato al setaccio anche il territorio dell'isola di Lipari. Il "blitz", partito già nella tarda serata di ieri, ha permesso di accertare la presenza sull'isola di sei extra-comunitari non in regola con il permesso di soggiorno. Il "grosso" dell'operazione si sarebbe svolta nella frazione di Canneto dove, sino a tarda ora, stamattina, in uno dei vicoli limitrofi ad Unci, ha stazionato una gazzella dell'Arma. Intorno alle tredici e trenta sono stati trasferiti con la motovedetta dell'Arma a Milazzo dove saranno valutate le loro posizioni anche attraverso la banca dati.

Sequestrato capannone in uso alla falegnameria della ditta Coppolina. Dieci dipendenti rischiano di restare "a spasso"(dalla Gazzetta del sud di oggi)

(Salvatore Sarpi- Gazzetta del Sud) Sequestrato ieri mattino in località Valle a Lipari un capannone industriale al servizio della falegnameria dell'imprenditore Salvatore Coppolina. Nel capannone, sequestrato per motivi legati alla sicurezza e a seguito sembrerebbe di un dettagliato esposto denuncia, venivano realizzati gli infissi e le strutture in alluminio anodizzato. Veniva inoltre utilizzato quale deposito per l'attigua falegnameria, una delle più rinomate dell'isola.
Il sequestro della struttura di circa 100mq. è stato effettuato dalle Fiamme Gialle su disposizione della Procura della Repubblica di Barcellona. I finanzieri hanno anche proceduto ad una serie di accertamenti e verifiche specie per quanto riguarda la posizione lavorativa e assicurativa dei dieci dipendenti. Tutto sarebbe risultato perfettamente in regola.
Il sequestro, ovviamente, finirà per avere, così come temono gli stessi lavoratori, forti ripercussioni dal punto di vista occupazionale. Il non poter avvalersi della struttura sequestrata finirà sicuramente per indurre il titolare, in attesa di nuovi risvolti, a ridurre notevolmente la forza lavorativa.
Non essendo sull'isola tante le aziende che riescono a garantire per l'intero anno tanti posti di lavoro si registra (senza discutere gli atti messi in pratica dalla Procura) anche una certa preoccupazione a livello sociale.
Dopo la chiusura della Pumex con i lavoratori ancora “a spasso” (nonostante le promesse) e la crisi del settore turistico, la possibile perdita di un così consistente(per un'isola) numero di posti di lavoro sarebbe davvero un brutto colpo

Il corso di formazione per "Agente di polizia municipale" può essere organizzato così? I dubbi di Megna E Fonti

Corso di formazione per "agente di polizia municipale" è l'oggetto dell'interrogazione che i consiglieri Gesuele Fonti e Francesco Megna hanno inoltrato al sindaco di Lipari, al dirigente comandante della polizia municipale e per conoscenza al segretario generale, al dirigente del III° settore e al presidente del consiglio comunale di Lipari. IL TESTO:
INTERROGAZIONE: Corso di formazione per “Agente di Polizia Municipale”
Da alcune ore è stato pubblicato sul sito web del Comune di Lipari un avviso, a firma del Dirigente del IV settore Dott. Domenico Russo, rivolto ai cittadini interessati alla partecipazione ad un corso di formazione avente quale titolo: “l’Agente di Polizia Municipale”.
Le finalità individuate dai promotori del Corso sono quelle di (citazione testuale) “trasferire, a chi ne ha i requisiti, le principali nozioni riguardanti le competenze ed i compiti dell’Agente di Polizia Municipale” e contestualmente “creare opportunità di lavoro”.
Tuttavia, dalla lettura dell’avviso emergono aspetti inquietanti, che palesano, ancora una volta, l’approssimazione e l’estrema superficialità con cui si affrontano iniziative miranti all’inserimento lavorativo, certamente di vitale importanza per la nostra comunità.
L’avviso è difatti gravemente CARENTE di tutte le informazioni minime necessarie per una consapevole manifestazione di interesse, e di tutti quegli elementi essenziali, fondamentali e caratterizzanti il percorso formativo che si intende promuovere.
Soltanto per citare alcune delle molteplici anomalie, non vi è per esempio alcuna menzione di quale sia il numero minimo e massimo degli allievi che formeranno la classe corsuale.
Non sono specificati i requisiti di ammissione, per i quali sarà formata la relativa graduatoria e con quali punteggi verranno analiticamente valutati i titoli di studio, gli attestati di qualifica Professionale, le esperienze lavorative, l’età, l’appartenenza a categorie protette o fasce deboli, la sussistenza di condizioni di disabilità che non pregiudichino le capacità lavorative, il reddito, lo status occupazionale, il luogo di residenza, la condizione di lavoratore precario e/o in mobilità etc…
Dall’avviso pubblicato, non si evince nulla sulla durata del corso, sul numero di ore complessive di attività pratica e teorica inserite nel progetto formativo e non è specificato quali siano in dettaglio i moduli e le materie oggetto dell’attività corsuale.
Nessuna informazione circa la previsione di una diaria giornaliera, dei costi per il materiale didattico e dei rimborsi per le spese di trasporto, in considerazione del fatto che non è prescritta l’obbligatorietà della residenza nel Comune di Lipari e che pertanto potranno partecipare cittadini provenienti da ogni parte d’Italia, i quali potrebbero avanzare anche richieste economiche per il rimborso delle spese di viaggio;
Nessuna informazione neanche sulla sede ove è previsto lo svolgimento dell’attività formativa e sui locali, muniti di apposito accreditamento dall’Ispettorato Provinciale del lavoro e dei necessari requisiti tecnici, architettonici e di sicurezza, nei quali si terranno le lezioni e le attività corsuali.
Al termine del percorso formativo, l’avviso pubblico chiarisce che verrà rilasciato un attestato di partecipazione che, ai sensi della vigente normativa, non ha alcuna validità e spendibilità professionale, e non costituisce titolo valutabile in eventuale futuri concorsi ad evidenza pubblica. Non è chiaro altresì se, il progetto formativo prevede l’esame finale necessario per la verifica delle competenze acquisite e per l’ottenimento della relativa qualifica professionale.
La grave mancanza di informazioni, che dovrebbero essere fornite e chiarite preliminarmente, non successivamente alla selezione, dà adito a numerosi dubbi circa le reali finalità dell’iniziativa, e tutto ciò, in aperto contrasto con i principi fondamentali della trasparenza, delle pari opportunità, della meritocrazia e della massima pubblicità, che dovrebbero ispirare l’azione delle pubbliche amministrazioni, al di là dei facili proclami e delle mere dichiarazioni d’intenti.
A tal fine, i Consiglieri scriventi, invocano urgenti chiarimenti e risposte precise e puntuali sui quesiti posti in precedenza, ed in virtù di quanto fin qui argomentato
Interrogano le SS.LL. per conoscere, con urgenza
A quanto ammonteranno i costi complessivi per le attività formative programmate, con quale atto amministrativo è stato definito l’impegno di spesa per il finanziamento delle attività oggetto dell’avviso pubblico e da quale capitolo di Bilancio si attingeranno le risorse necessarie;
Da chi è composta la Commissione che valuterà i requisiti dei candidati e quali sono i compensi previsti per i singoli componenti e per il Presidente;
Chi sono i “docenti qualificati” e quelli “appartenente al Corpo della Polizia Municipale di Lipari” che presteranno servizio in qualità di formatori e con quale copertura finanziaria saranno corrisposti i relativi emolumenti;
Con quale atto amministrativo il Comune di Lipari è stato accreditato dall’Assessorato Regionale al Lavoro ed alla Formazione Professionale, per poter svolgere e promuovere percorsi formativi di qualifica professionale e, nel caso in cui il Comune non risulti ancora accreditato, con quali Enti di Formazione in possesso dei requisiti di legge si costituiranno dei partenariati per l’effettuazione del percorso in oggetto.
Con osservanza
Lipari lì 11/06/2009
________________ ________________
Francesco MEGNA Gesuele FONTI

Cambiano i musicanti ma .... di ANONIMO EOLIANO

Il cambio nella giunta Bruno e la riproposizione della foto del sindaco di Lipari che balla con la dottoressa Mimma Sparacino ha attirato l'attenzione del nostro vignettista che di tanto in tanto torna al lavoro.

Primo maggio. L'accoppiata Bruno-Sparacino muoveva i primi passi....di danza

La nomina della dottoressa Mimma Sparacino ad assessore del comune di Lipari ci ha riportato alla mente (ad onor del vero su input esterno) un episodio accaduto il primo maggio a Quattropani ed immortalato dal rag. Salvatore Rijtano che poi ci inviò la foto che pubblicammo nel contesto di quanto accaduto a Lipari nel contesto di quella festività!
In tempi non sospetti l'intuito del rag. Rijtano lo spinse ad immortalare l'adesso costituita coppia politica Bruno-Sparacino muovere i primi passi.... anche se di danza.
Dopo la sincronia nel ballo a Quattropani, la dottoressa Sparacino dovrà adesso sincronizzare il passo con il suo sindaco nella vita politico-amministrativa del paese dove inciampare e cadere, a volte, è più facile che nel ballo!
Auguri, in bocca al lupo e buon lavoro !

Panarea: L'isola dei vip sempre più sporca

(Peppe Paino- Gazzetta del sud) L'isola del ministro dell'ambiente, in quanto semi residente, Stefania Prestigiacomo, nel degrado. Sembra un controsenso ma è così. Spiagge sporche; le caratteristiche viuzze fuori dalla zona di San Pietro invase dalla vegetazione spontanea; motoapi che stazionano al porto cariche di rifiuti. In alcuni casi, giorno e notte, con la maleodorante immondizia che viene sovente caricata sulla nave dedicata proprio durante lo sbarco dei turisti dalla motonavi per minicrociere. Ieri almeno, si è fatta vedere la Guardia costiera che ha riportato un certo ordine. Prove d'estate, insomma, da cancellare al più presto. Possibilmente anche grazie ad un previsionale 2009, che al comune di Lipari deve ancora essere approvato. Perché, tutto in atto, è alla paralisi più totale. Restando sui rifiuti, ad esempio l'impresa che si occupa dello spazzamento e della raccolta è ancora in attesa delle mensilità di marzo, aprile e maggio. Più di 250 mila euro. Nel settore idrico non va decisamente meglio. A Lipari, alla locale ditta, la Bellino srl, è stato affidato da poco il servizio da 90 mila euro, fino al 31 dicembre, per la gestione e manutenzione delle rete idrica comunale.

Nessuna chiusura anticipata per la pesca al Tonno rosso.Legapesca apprende la notizia "con soddisfazione"

Lega Pesca apprende "con soddisfazione" che il sottosegretario alle Politiche Agricole Antonio Buonfiglio ha avuto assicurazioni dal Commissario europeo Joe Borg che non vi sarà alcuna chiusura anticipata della campagna di pesca del tonno rosso, come paventato nei giorni scorsi.L'attività, iniziata il 15 aprile, procederà regolarmente fino al 15 giugno. Il monitoraggio effettuato sulle attività condotte dalla flotta italiana ha accertato che la campagna ha risentito del maltempo, tanto che la scorsa settimana era stato raggiunto solo il 15% della quota di cattura nazionale. A fronte di questa situazione, l'amministrazione, fa sapere la Lega pesca, ha informato i servizi della Commissione Europea dell'intenzione di avvalersi della facoltà di concedere, caso per caso, giorni di pesca aggiuntivi per recuperare la mancata attività. Si potranno recuperare fino ad un massimo di 5 giorni entro il 20 giugno.Lega Pesca ha quindi sollecitato la Direzione pesca di scongiurare il rischio di penalizzazioni a carico delle tonnare fisse, sistema controllato direttamente dalle Capitanerie di Porto, che può gestire la fase di prelievo dalle gabbie in un periodo successivo alla chiusura dell'attività di pesca.

mercoledì 10 giugno 2009

La dottoressa Sparacino nuovo assessore al comune di Lipari

La dottoressa Mimma Sparacino (MPA) è il nuovo assessore del comune di Lipari. Prende il posto del dott. Alfredo Biancheri, dimissionario per motivi familiari e personali. Ha giurato nel tardo pomeriggio dopo avere ricevuto l'incarico dal sindaco Mariano Bruno. La dottoressa Sparacino si occuperà di Affari istituzionali.
La riunione di maggioranza, come da noi anticipato, ha affrontato la questione isola pedonale. Una isola pedonale/zona a traffico limitato che esce "confermatissima" nella sua parte portante così come auspicato dall'assessore Corrado Giannò. Previsti piccoli ritocchi ma non si toccheranno le linee guida tra cui il trasferimento della sosta dei veicoli al lato monte a Marina Lunga, la chiusura di tutto il Corso sino al distributore Esso, l'accesso al Corso principale per il carico e scarico di merci solo nelle prime ore del mattino. In atto è previsto sino alle dieci ma ci potrebbe essere un leggero slittamento di mezz'ora. Infine l'entrata in vigore dell'ordinanza potrebbe slittare di qualche giorno. In atto è prevista dal 15 giugno

Lettere al direttore. "Quel ticket amaro,prolungato per l'intero anno a carico di chi già paga le tasse comunali in quanto possiede casa nelle isole"

Riceviamo e pubblichiamo:
Direttore,
le giro una e-mail che ho tentato di inviare al Sindaco, Dott. Bruno, ed a Lei per conoscenza, relativa alla prossima riproposizione del tiket di ingresso.
Qualora Ella condividesse quanto da me esternato la invito a promuovere una più ampia riflessione, con riferimento alla particolare situazione evidenziata, attraverso il Suo qualificato giornale.
Da affezionato lettore del Suo notiziario, mi è gradita l'occasione per porgerLe cordiali saluti.
Antonio Anzalone
"Signor Sindaco,
mi riferisco alla prossima introduzione del tiket di ingresso per l'anno 2009. Ho ascoltato la Sua intervista ma mi sembra che non si faccia alcun riferimento alla condizione di coloro che sono proprietari di casa ma non sono residenti, che, in quanto tali, pagano le tasse dovute ( sicuramente in maggiore percentuale, in proporzione, rispetto ai residenti) e che sembrerebbe, così come è stato per gli anni passati, debbano pagare anche quest'anno questa uteriore tassazione.
In questi termini, si verificherà che dovrò pagare il tiket ogni qual volta, da adesso e fino a fine anno, verrò a Lipari; per esempio ipotizziamo ogni fine settimana durante il periodo estivo più quelle volte che saltuariamente sbarcherò a Lipari fino a fine anno.
Ovviamente il tiket è anche pagato dai componenti della mia famiglia, come da stato di famiglia.
Si rende conto, Signor Sindaco, che non si parla di un euro né di quattro euro ma di decine di euro.
A mio avviso è un poco troppo e personalmente trovo che sia una vera ingiustizia per non parlare di abuso vero e proprio. Le risparmio tutte le considerazioni, abbastanza ovvie, sul ruolo che noi "fortunati" possessori di casa alle isole Eolie svolgiamo in termini economici acquistando beni di consumo e servizi.
Spero che sull'argomento troverà il tempo di fare una corretta riflessione prima dell'emanazione della prossima ordinanza.
Grato per il tempo che mi ha dedicato nel leggere questa e mail, fiducioso in un suo intervento chiarificatore che possa tenere conto della mia istanza, Le porgo distinti saluti.
Antonio Anzalone
NDD- Nel ringraziare il signor Anzalone per gli apprezzamenti dobbiamo purtroppo prendere atto che la problematica sollevata dal nostro lettore torna a riproporsi anche quest'anno e questa volta, come lo stesso signor Anzalone giustamente sostiene, in modo più "pesante" se si considera che l'applicazione del ticket andrà avanti sino al 31 dicembre.
Anche quest'anno, purtroppo, non è stata trovata una soluzione (o non si è pensato di trovarla) ad una problematica che è di tanti. Non siamo esperti in materia ma pensiamo che, forse, si potrebbe percorrere la stessa strada utilizzata per il divieto di sbarco dei mezzi nelle isole durante l'estate. Cioè produrre all'agenzia della città d'imbarco la cartella che dimostra che vengono pagate le tasse in questo comune (ici, ecc) in quanto propietari di case.
Non sappiamo se la via è percorribile, in particolare da quest'anno. In ogni caso ci ripromettiamo di proporla, in breve tempo, unitamente alle legittime e civili rimostranze del signor Anzalone al sindaco-funzionario del ticket.

TRASPORTI: RIDOTTO IL COSTO DEI BIGLIETTI PER COLLEGAMENTI REGIONALI

Le società di trasporto marittimo che gestiscono i collegamenti regionali di pubblico interesse con le isole minori (nelle isole Eolie NGI ed Ustica Lines) hanno ridotto il prezzo dei biglietti dell'11,5 per cento. Il taglio è stato applicato su richiesta del dipartimento regionale dei trasporti.
Il costo dei biglietti per i collegamenti con le isole minori viene stabilito dall'amministrazione regionale ed è fissato nei capitolati d'appalto delle gare pubbliche con cui vengono aggiudicati i servizi. Tra le voci che compongono il valore del ticket è prevista la voce “fuel surcharge”, relativa alle oscillazioni de prezzo del carburante. In pratica è una variabile collegata all'andamento del costo del petrolio. La contrazione delle quotazioni dell'olio nero - spiega la nota del dipartimento - è stata analizzata dall'amministrazione che ha effettuato la valutazione del costo per miglio di navigazione tra il 2008 e l'anno corrente, in base ai parametri di estimo navale utilizzati dal Ministero.
L'esame comparativo indica un decremento del costo per miglio pari all'11,5. Sulla base di questa valutazione il dipartimento ha chiesto e ottenuto un abbattimento di pari entità del costo dei biglietti per i passeggeri da parte degli armatori che gestiscono i collegamenti marittimi regionali.

Santa Marina Salina. Fervono le iniziative della giunta di Massimo Lo Schiavo. Anche nel settore dei lavori pubblici

Procedono spediti le iniziative e i lavori nel Comune di Santa Marina Salina.
La Giunta Comunale, con deliberazione 54/2008 ha assegnato le somme per l’affitto di terreni da adibire a parcheggi temporanei, circa 6000,00 euro, soluzione ideata per ovviare al problema del traffico veicolare di S. Marina Salina e della frazione di Lingua.
Sempre in tema di viabilità, la Giunta ha dato il via al solito al rafforzo del Corpo di Polizia Municipale, attivando una convenzione con il comune di Palermo, che prevede dal 01/07 al 15/09 la presenza di due agenti di P.M. in turni bisettimanali di servizio.
A partire dal 15 luglio e fino al 15 settembre sarà attivato il servizio gratuito di bus-navetta comunale che collegherà principalmente la piazza di S.Marina con le principali spiagge e con la prte alta del paese(circonvallazione) e con la frazione di Lingua.
Procedono anche i lavori pubblici. Sul sito istituzionale http://www.comune.santa-marina-salina.me.it/, sono state pubblicate diverse gare d’appalto: la riqualificazione di alcuni vicoli della frazione di Lingua per un importo pari a € 248.920,94, prevedendo la ripavimentazione e l’illuminazione; il rifacimento del tratto della Via Rinascente, a S. Marina Salina, compreso tra la Via Crispi e la S.P.182 con l’apposizione di asfalto di ultima generazione, per un importo di oltre € 70.000,00; sono già stati affidati ad una ditta locale, la TRIS SAV, in seguito a procedura di gara, i lavori di rifacimento dei muretti del lungomare Giuffrè di S. Marina Salina, per oltre € 18.000,00.
Sono in fase di ultimazione i lavori per la realizzazione della prima isola ecologica interrata delle eolie, e si prevede che per fine mese sarà fruibile da tutti i cittadini per rafforzare il servizio di raccolta differenziata che a S.Marina Salina ha già raggiunto il 25%, puntando a fine anno a raggiungere il 35%.
Inoltre è stata già assegnata la gara la derattizzazione e disinfestazione del territorio comunale alla ditta RADITON di Milazzo, per un importo pari a € 2833.62, che effettuerà il servizio a partire da lunedì 15 giugno procedendo a tre cicli di disinfestazione.
Il Sindaco e il Comando di Polizia Municipale, ognuno per le proprie competenze, hanno provveduto inoltre ad emanare diverse Ordinanze, tutte visionabili sul sito istituzionale, riguardo viabilità, pericolo frane e prevenzione incendi boschivi.
Sul sito, infine, è pubblicato il bando per l’accesso al fondo di sostegno agli inquilini- anno 2008, in ottemperanza a quanto disposto dall’Assessorato Regionale ai Lavori Pubblici, con Circolare del 14/05/2009.
Pr quanto riguarda la programmazione estiva, nel comune di S.Marina Salina sono già state realizzate iniziative nel mese di maggio, ma ufficialmente la stagione si aprirà il 29 giugno con la seconda edizione del Salina Tango Meeting, una settimana durante la quale si potrà ascoltare, ballare e divertirsi con maestri di tango italiani e stranieri.
Tutte le informazioni relative a manifestazioni sono visionabili sul sito istituzionale http://www.comune.santa-marina-salina.me.it/

Lipari. Le fiamme Gialle sequestrano il caponnone industriale dell'imprenditore Coppolina

Sequestrato in località Valle a Lipari un capannone industriale al servizio della falegnameria dell'imprenditore Salvatore Coppolina. Nel capannone, sequestrato per motivi legati alla sicurezza e a seguito sembrerebbe di un dettagliato esposto denuncia, venivano realizzati gli infissi e le strutture in alluminio anodizzato. Veniva inoltre utilizzato quale deposito per l'attigua falegnameria, una delle più rinomate dell'isola.

Il sequestro della struttura di circa 100mq. è stato effettuato dalle Fiamme Gialle su disposizione della Procura della Repubblica di Barcellona. I finanzieri, tutt'ora, stanno procedendo ad una serie di accertamenti e verifiche specie per quanto riguarda la posizione lavorativa e assicurativa dei dieci dipendenti. Tutto sarebbe comunque perfettamente in regola. Il sequestro, ovviamente, finirà per avere, così come temono gli stessi lavoratori, forti ripercussioni dal punto di vista occupazionale. Il non poter avvalersi della struttura sequestrata finirà sicuramente per indurre il titolare, in attesa di nuovi risvolti, a ridurre notevolmente la forza lavorativa.
NEL VIDEO I LAVORATORI DOPO ESSERE STATI ASCOLTATI DALLA GDF E IL CAPANNONE IN ALLUMINIO SEQUESTRATO:

NEL VIDEO SOTTOSTANTE LA STRUTTURA PRINCIPALE DELL'IMPRESA DI SALVATORE COPPOLINA. STRUTTURA PRINCIPALE CHE, A CHIARIMENTO DI VOCI NON RISPONDENTI AL VERO, NON E' STATA ASSOLUTAMENTE OGGETTO DEL SEQUESTRO DELLA GDF:


Un editoriale di riflessione. "Vuoi vedere che.... "

L'editoriale
Convocata per oggi pomeriggio al comune di Lipari una riunione di maggioranza (consiglieri, amministratori ed esponenti politici). All'ordine del giorno: l'analisi del voto e l'isola pedonale. L'impressione è che il primo argomento sia solo uno "specchietto per le allodole" e serva da paravento per affrontare la "questione" isola pedonale o area a traffico limitato.
Vuoi vedere che.... i "mal di pancia" venuti fuori in ambito politico e dintorni, dopo la diffusione dell'ordinanza che entrerà in vigore il prossimo 15 giugno, stanno già per produrre i loro effetti?
Si tenterà di fare modificare (nell'interesse dei sempre attenzionati cittadini) l'ordinanza? Basterà una enterogermina per placare i "mal di pancia" o bisognerà ricorrere all'asportazione di una parte dello stomaco (leggasi modifica dell'ordinanza) ?
E se si andrà verso l'asportazione, questa sarà indolore? Chi dovrà subire l'amputazione accetterà passivamente, allineato e coperto?
Per una risposta ai quesiti bisognerà attendere almeno sino a stasera. La riunione, da quel che trapela, non dovrebbe essere poi così liscia se è vero che i "mal di pancia" sono tanti, specie in casa MPA. Da quelli di Giulio China a quelli di Gugliotta, a quelli relativi all'affidamento del servizio idrico.
Se poi come accade spesso, la politica del confronto e della difesa delle idee e del ruolo ricoperto in nome e per conto dei cittadini si ferma alle "rimostranze da bar" non potremo che prenderne atto ed essere sempre più rassegnati(sigh!) al fatto che nulla realmente cambierà... perchè anche in quest'isola sta prendendo sempre più piede la politica della "puddacia"

Accordo di programma tra 5 comuni. Nasce l'aggregazione Tindari-Eolie. Una possibilità in più per accedere ai progetti regionali di riqualificazione

I rappresentanti dei comuni di Patti, Lipari, Librizzi, Montagnareale ed Oliveri hanno siglato un accordo per la creazione del piano di aggregazione "Tindari – Eolie".
«Si tratta di un accordo programmatico – ha spiegato il sindaco di Patti, Giuseppe Venuto – per la presentazione comune di progetti di riqualificazione urbana, avente come obiettivo, lo sviluppo e l'ammodernamento del territorio. L'unione tra i Comuni consentirà, superando la soglia dei trentamila abitanti, da un lato la partecipazione ai bandi emanati dalla Regione Siciliana, dall'altro darà la possibilità di poter accedere ai fondi per la riqualificazione dei centri storici».
L'obiettivo dell'aggregazione "Tindari – Eolie" è quello di promuovere l'elaborazione e l'attuazione di strategie mirate alla rivitalizzazione economica e sociale delle aree urbane dei comuni aderenti.

Brevi dalle Eolie

Pirrera a secco- Famiglie senza acqua potabile nella frazione liparese di Pirrera. In alcuni casi già da una decina di giorni. I cittadini che pagano profumatamente un servizio (che non c'è) sono sul sentiero di guerra e chiedono, minacciando anche azioni legali, di aver garantito l'indispensabile erogazione del prezioso liquido.
Caldo e condizionatori in tilt- L'ondata di caldo che sta investendo l'arcipelago sta creando non poche difficoltà nella stazione marittima degli aliscafi di Lipari. L'impianto dell'aria condizionata, nei locali di proprietà comunale, non funziona e, in particolare, gli addetti alle biglietterie, ristretti in uno spazio alquanto angusto, sono costretti a vere e proprie saune. E' stato richiesto l'intervento del comune.

«S. Marina, Malfa, Lipari Un patto di ferro al servizio delle Eolie». L'appello del neo-sindaco di Leni, Riccardo Gullo

(Michele Merenda- Gazzetta del sud) Il giorno dopo aver vinto le elezioni nel comune di Leni con più dell'80% dei consensi, il neo sindaco Riccardo Gullo parla delle sue prime impressioni e dei progetti da realizzare nell'immediato futuro, chiarendo anche i rapporti che verranno intavolati con le altre municipalità eoliane.
«Sento che permane l'entusiasmo – ci ha detto Gullo – e con esso permangono le aspettative che sono state la base della grande paretecipazione in questa grande campagna elettorale. Noto una grande certezza nel raggiungimento degli obiettivi che ci siamo dati nel programmma ed un'altrettanto grande volontà di pacificazione che ha pervaso l'intera comunità lenese. L'impressione che ho – ha continuato Gullo nella sua disamina –, è che tale partecipazione sarà il sostegno migliore nell'espletamento di questo mandato. Leni è uno dei quattro comuni eoliani che vuole proporre un nuovo modello di azione, basato sul soddisfacimento dei bisogni della comunità isolana. La nuova Amministrazione mirerà (più che agli equilibri precostuituiti) a fare proposte per risovere i gravi problemi che ci troviamo ad affrontare, a partire dai collegamenti marittimi che oggi rappresentano la più grande preoccupazione degli abitanti. Con i comuni di Malfa e S. Marina Salina spero di arrivare presto ad una chiarificazione sulle strategie d'adottare, mentre col comune di Lipari mi auguro che si chiariscano subito i rapporti di autonomia e pari dignità che spettano ad ogni singolo comune, grande o piccolo che esso sia. Restano confermati gli assessori designati in campagna elettorale – ha concluso Gullo –, perché è lontano da noi qualsiasi tipo di "eqilibrismo" partitico e/o di spartizione delle cariche. Confermiamo quindi alla carica di assessori Agata Pollicino, Claudi Saltalamacchia, Antonio Donato e Giacomo Montecristo, già a suo tempo indicati. Così come sarà confermata la nomina di Agata Pollicino a vicesindaco».

Lipari: Moria di pesci segnalata nell'area di Pignataro

Una preoccupante moria di pesci viene segnalata nell'area di Porto Pignataro. Negli ultimi giorni diversi esemplari di cavagnole e sauri o vengono avvistati senza vita sui fondali o, come accaduto, li si vede risalire boccheggiando in superficie e subito dopo inabbisarsi e restare senza vita sui fondali. Ovviamente quest'ultima scena la si nota nelle zone con i fondali più bassi come quelli di Pignataro. Una volta recuperati (nell'immediatezza dell'evento) questi pesci presentano le branchie di colore bianco. Il fenomeno non è nuovo e venne già alla luce qualche anno fa. Nessuno però è stato in grado di individuare con precisione la causa del fenomeno.

martedì 9 giugno 2009

Video-foto denuncia. Lipari, bomba ecologica e sanitaria in pieno centro

Una vera e propria bomba "ecologica" e "sanitaria" nel cuore del centro storico di Lipari nei pressi di importanti uffici (postale e prossimamente collocamento) e limitrofamente a complessi abitativi. E' l'ex sede della Sip/Telecom. Armati di camera e "scafandro e maschera", dopo la segnalazione di diversi cittadini, ci siami avventurati all'interno. Un "viaggio" tra rifiuti di ogni genere, topi, blatte, olii esausti, escrementi, vecchi mobili e motocicli, eternit e tanto altro. L'incredibile è che, come visibile a conclusione del filmato, all'interno di questo edificio- bomba c'è uno striscione che "inneggia" a tutt'altro. Davvero il colmo!

IL FILMATO:




Con questo "viaggio" dentro il degrado inauguriamo nel pomeriggio la nuova rubrica di Eolienews "La video-foto denuncia" all'interno della quale troveranno spazio segnalazioni, video e foto di situazioni che i cittadini, ma anche questa redazione, vogliano portare all'attenzione della pubblica amministrazione nella speranza di dare l'input per la loro soluzione.
Filmati, foto e segnalazioni accompagnate dalle generalità di coloro che li hanno inviate (è obbligatorio un numero telefonico di riscontro per prevenire false e/o inesistenti identità ) possono essere inviate a ssarpi@libero.it . Contatto telefonico 339.57.98.235

Ginostra: Al via (finalmente) l'intervento sul molo

Per il martoriato pontile di protezione civile di Ginostra e per l'inevitabile collegata mobilità dei residenti sarà finalmente la volta buona? Nella piccola frazione dell'isola di Stromboli, che sorge ai piedi del vulcano, la ditta Scuttari di Chioggia ha ripreso ieri i lavori di consolidamento dei cassoni di testata del pontile che versa in uno stato di grande precarietà dal novembre scorso. Dopo la perforazione dei cassoni, gli stessi saranno oggetto di getti di calcestruzzo per riempire i vuoti che ci sono all'interno e consolidare così la base. I lavori vengono eseguiti sotto la supervisione dell'ingegnere Francesco La Spada.

Filicudi: Fiamme sulla barca del noto pescatore Samuele. Sarebbe un incendio doloso

Una imbarcazione è stata data alle fiamme nottetempo nell'isola eoliana di Filicudi. Il natante da pesca di circa sei metri, andato letteralmente distrutto, era di proprietà di Samuele Marsile, noto pescatore eoliano. Le fiamme si sono sviluppate mentre l'imbarcazione era ormeggiata nel porto di Pecorini. Da quanto trapela l'imbarcazione sarebbe stata cosparsa di liquido infiammabile. Nell'incendio sono andata distrutte le reti utilizzate per la pesca. Una denuncia è stata presentata ai carabinieri. Nell'isola eoliana, negli ultimi tempi, si moltiplicano gli atti vandalici così come quelli intimidatori. Vedi poveri gatti trovati appesi alle tettoie degli edifici o ai sollevatori di mezzi meccanici.

TURISMO: ALLE EOLIE LA PRIMA MONDIALE DI “ERA GLACIALE III”

La terza puntata dell'Era Glaciale, fortunata serie di film d'animazione della Twentieth Century Fox, verrà presentata in anteprima mondiale a Lipari dal 1 al 3 luglio. Grazie a un accordo con il dipartimento Turismo della Regione siciliana, le immagini di “Era Glaciale III, l'Alba dei dinosauri” faranno il loro debutto al Teatro Greco di Lipari il 1° di luglio. Alla presentazione, che si svolge in contemporanea con l'uscita del film negli Stati Uniti, prenderanno parte anche Claudio Bisio e Pino Insegno, che fanno parte del cast di doppiatori italiani della saga degli eroi “sottozero”.
Il "dono" alle Eolie, agli eoliani e ai turisti arriva grazie a Osvaldo De Santis, presidente e amministratore delegato della 20th Century Fox Italia, di casa a Lipari.
Nella foto: De Santis prima di una intervista realizzata lo scorso anno a Lipari

La vecchia tipografia di Spartaco Persiani trasloca in attesa della destinazione futura

Inizierà oggi pomeriggio il trasferimento in un locale del Palacongressi dei materiali e dei macchinari della storica tipografia di Spartaco Persiani. Si comincia oggi pomeriggio con il trasferimento delle migliaia di caratteri di cui faceva uso Spartaco. Si procederà poi con il trasferimento "non facile" dei macchinari. Operazione per la quale è stato chiesto il prezioso supporto del signor Silvio Di Franco. Il trasferimento è stato accellerato dal fatto che il propietario dell'immobile, attraverso l'ufficiale giudiziario, ha dato alla famiglia Persiani dieci giorni di tempo per sgomberare l'immobile. Della questione è stata investita l'amministrazione comunale e se se ne sta occupando direttamente l'assessore Corrado Giannò che stamattina (vedi video 1) ha effettuato un sopralluogo e incontrato Rossella, la figlia di Spartaco. I macchinari e le attrezzature della tipografia, in un secondo momento, saranno posizionate ed esposte nei locali del Castello(ex carcere) di proprietà comunale. Nel contesto del progettato museo civico.
I TRE VIDEO REALIZZATI STAMANE:




"L'incremento delle tariffe non ha effetto retroattivo". Megna e Fonti chiedono la revoca in autotutela della determina sul servizio idrico e fognario

"Determina Sindacale n. 81 del 29 Maggio 2009: Revoca in autotutela" è l'oggetto della nota inviata dai consiglieri comunali Francesco Megna e Gesuele Fonti al Sindaco, all'assessore ai servizi idricvi, al segretario generale, al dirigente del IV settore, al responsabile dell'ufficio idrico e al difensore civico del comune di LIPARI. La stessa nota è stata inviata per conoscenza all'assessore al bilancio, al dirigente del II settore e al presidente del consiglio comunale di Lipari.
IL TESTO:
OGGETTO: Determina Sindacale n. 81 del 29 Maggio 2009: Revoca in autotutela_
Con la Determina Sindacale n. 81 del 29 Maggio 2009 sono state ridefinite le tariffe comunali del Servizio Idrico e Fognario.
Anche per l’anno in corso, il termine per la modifica e la rideterminazione delle tariffe e dei tributi locali, da sempre ancorato all’ultimo giorno utile per l’approvazione del Bilancio di Previsione, è stato fissato al 31 Maggio 2009.
A due soli giorni di distanza da tale perentoria scadenza e precisamente il 29 Maggio 2009, con tre differenti provvedimenti il Sindaco, con propria determinazione, ha incrementato la tassa sui rifiuti solidi urbani (Tarsu), ha quadruplicato il Canone per l’ occupazione del suolo pubblico (Cosap) e ridefinito le tariffe del Servizio Idrico e Fognario.
Tuttavia, con una incredibile ma ormai consueta superficialità, il Sindaco ha ritenuto opportuno aumentare anche le tariffe dell’anno 2008, nel medesimo provvedimento con il quale individuava gli importi da pagare per l’anno in corso.
L’incremento deciso dal Sindaco ha portato la tariffa da € 1,74 al mc. ad € 1,95 per le sole frazioni di Pianoconte, Quattropani, Lami, Acquacalda, Serra, Pirrera, Alicudi e Ginostra, nelle quali il servizio reso dal Comune è qualitativamente pessimo e certamente lontano dagli standard minimi di qualità, efficienza e decoro.
Va ricordato inoltre che già nell’anno 2008 il Sindaco, con propria determina, aveva quasi raddoppiato la tariffa del servizio idrico per le zone alte di Lipari, da € 1,01 a mc. ad € 1,74, e tutto ciò nonostante l’aumento fosse stato reiteratamente contestato dagli scriventi, in quanto generato da uno studio che il Comune aveva commissionato alla società GF Ambiente di Bologna, colmo di errori madornali e gravi discrasie.
Sorvolando, per il momento, sulla rilevanza sociale e sulle implicazioni di varia natura che conseguono ad un aumento sconsiderato del costo dell’acqua per le sole utenze delle “zone alte“ di Lipari, certamente le più disagiate e penalizzate della nostra comunità, destano tuttavia grandi perplessità le procedure adottate, che profilano ipotesi di illegittimità della determina Sindacale 81/2009, in quanto in palese contrasto con la normativa vigente in materia di tariffe e prezzi pubblici.
Infatti l’art. 54 del D.Lgs. 446/97 al comma 1 bis, se per un verso permette alla pubbliche amministrazioni la modifica delle tariffe oltre il termine del bilancio previsionale esclusivamente “in presenza di rilevanti incrementi nei costi relativi ai servizi stessi” d’altro canto precisa che eventuali adeguamenti vanno compiuti “nel corso dell’esercizio finanziario”, pertanto entro e non oltre il 31 Dicembre dell’anno di competenza, ed aggiunge a suggello del precedente periodo che “l’incremento delle tariffe non ha effetto retroattivo”.
La Giurisprudenza amministrativa è unanime nel ritenere ILLEGITTIMO un aumento della tariffa, avente efficacia retroattiva e determinato ad oltre 6 mesi di distanza dalla chiusura dell’esercizio finanziario, nel caso di specie disposto nel maggio 2009, con decorrenza 1 Gennaio 2008.
A destare ulteriori perplessità ed a parziale conferma di quanto sostenuto dai Consiglieri scriventi, sorprende il fatto che la Determina in oggetto, che alla data di Venerdì 5 Giugno 2009 non era ancora stata pubblicata all’Albo Pretorio, sia tra l’altro sprovvista del parere di legittimità del Segretario Generale, rilasciato ai sensi dell’art.17, comma 2, lett. C del R.O.G.U.S..
Per quanto in precedenza argomentato
I SOTTOSCRITTI CONSIGLIERI COMUNALI
Francesco MEGNA e Gesuele FONTI
= C H I E D O N O =
la REVOCA URGENTE, IN AUTOTUTELA della Determinazione Sindacale n. 81 del 29 Maggio 2009, almeno per la parte in cui vengono disposti incrementi tariffari a partire dall’anno 2008, in palese contrasto con il D.Lgs. 446/97 e s.m. e i., anche al fine di prevenire eventuali futuri contenziosi e/o probabili opposizioni ai Tribunali Amministrativi, con possibile ulteriore aggravio di spese a carico dell’Ente;
di sapere per quali motivi la Determina n. 81/2009 è sprovvista del parere di legittimità del Segretario Generale, e se tale mancanza è imputabile a mera dimenticanza o esprime implicitamente un parere CONTRARIO sulla legittimità dell’atto in oggetto;
di conoscere a chi sono imputabili eventuali responsabilità per il mancato adeguamento della tariffa dell’anno 2008, da effettuarsi ai sensi del D.Lgs 446/97, entro l’esercizio finanziario dell’anno di competenza;
per quale motivo si è ritenuto corretto precedere all’aumento della tariffa dell’anno 2008 nella medesima Determina Sindacale che ridefiniva le tariffe per l’anno in corso, e non con provvedimenti separati, visti i differenti presupposti tecnico-giuridici, la carenza dei pareri e le diverse implicazioni e risultanze di natura contabile, anche in considerazione del Bilancio di Previsione 2009 che l’Amministrazione si appresta ad approvare.
Al Difensore Civico, interpellato numerose volte dai Consiglieri scriventi, tuttavia senza mai ottenere ad oggi alcun cenno di riscontro, si chiede un urgente incontro per la disamina dell’intera materia del servizio idrico integrato, a garanzia della legalità e delle legittime prerogative di cittadini ed utenti, anche al fine di limitare, prevenire e possibilmente dirimere, l’imponente serie di contenziosi potenziali ed in atto vigenti tra il Comune ed i cittadini fruitori del servizio idrico integrato.
Si resta in attesa di sollecito riscontro.
Lipari lì, 8 Giugno 2009
________________ ________________
Francesco Megna Gesuele Fonti

SalinaDocFest: Il programma della III edizione. Premio speciale allo scrittore-giornalista pakistano Mohsin Hamid e omaggio ai 60 anni di "Stromboli"

Giunto alla sua III edizione, il SalinaDocFest - festival del documentario narrativo, ideato e diretto da Giovanna Taviani, si presenta ormai come un appuntamento consolidato dell´arcipelago eoliano ancora una volta ricchissimo di novità ed eventi. In aggiunta al concorso internazionale, in cui possono partecipare tutti i documentari realizzati dopo il 1° settembre 2008 che abbiano come tema l´indagine su IL MIO PAESE: GLI INVISIBILI, e le tre giornate di Documentamoci rivolte esclusivamente al pubblico isolano, il Festival per la sezione Reperti di memoria, renderà omaggio con un Evento speciale ai sessant´anni di Stromboli, Terra di Dio di Roberto Rossellini verrà proiettato proprio sull´isola di Stromboli, alla presenza dei protagonisti isolani che parteciparono alle riprese del film.
Il programma della III edizione del Festival, oltre a riconfermare il gemellaggio con la Mostra Internacional de Cinema de São Paulo con una Finestra Brasile, prevede per la sezione Finestra sul presente ed in collaborazione con Docupolis e Sevilla Festival de Cine Europeo, un Focus sul Documentario Spagnolo. Inoltre tra gli appuntamenti il SalinaDocFest propone una serata dedicata alla nuova generazione di registi italiani chiamata Sguardi sul nuovo cinema italiano: tra fiction e non fiction. Quest'anno si affiancherà al programma cinematografico anche uno spazio dedicato alla fotografia, con il 1° Concorso di Fotografia Documentaria a tema ambientale dal titolo: "Obiettivo Ambiente", cogliendo così un'occasione per celebrare le Isole Eolie come uno dei simboli del patrimonio dell'Unesco.
Tra gli appuntamenti di questa III edizione anche un Workshop organizzato dal Cidi, dal nome: "Il Neorealismo tra cinema e letteratura", una Conferenza Internazionale Onu promossa dall´A.N.F.E. (Associazione Nazionale Famiglie degli Emigranti - Regione Sicilia) sul tema
"I bambini fantasma", ed un Corso di alta formazione sul documentario in collaborazione con la NUCT Scuola Internazionale Cinema e Televisone.
Il SalinaDocFest in seguito al grande successo di pubblico e di stampa, assegna quest´anno il Premio speciale "Dal testo allo schermo" allo scrittore e giornalista pakistano Mohsin Hamid, per il libro Il fondamentalista riluttante (Einaudi). E come da consuetudine completano il programma durante le serate nei vari luoghi dell´isola, percorsi di degustazione enogastronomica, spettacoli teatrali e musicali con la partecipazione di artisti del cunto siciliano tradizionale come Vincenzo Pirrotta.
Il SalinaDocFest si svolgerà in un percorso itinerante sull´isola di Salina, Isole Eolie, dal 18 al 27 settembre 2009 con il sostegno di: Associazione Salina-Isola Verde, A.N.F.E e dai Comuni di Leni, Malfa e Santa Marina.

La Tassa sull'esposizione al sole di CARLO AGRIP

In un momento in cui i vari aumenti finiscono per angosciare e preoccupare i cittadini non manca, per fortuna, chi è capace di approntare una sana ironia e preparare una delibera per l'applicazione (visto il periodo ideale) di una "tassa sull'esposizione al sole".
Idea simpatica ed originale quella dell'amico Carlo Agrip che ci fa sorgere però un dubbio. Non è che i nostri politici, sempre alla caccia di denaro per rimpinguare le casse comunali, finiscono per sfruttare l'idea?
LA "DELIBERA" SI INGRANDISCE CLICCANDOCI SOPRA

AMMINISTRATIVE IN SICILIA. I SINDACI ELETTI

AMMINISTRATIVE. I SINDACI ELETTI E A MONREALE E CALTANISSETTA SI VA AL II TURNO
Elezioni amministrative in Sicilia, ecco i risultati definitivi relativi all'elezione dei sindaci e delle relative liste collegate (voti e percentuale), nei 38 comuni chiamati al voto.
I dati forniti sono giunti al “servizio elettorale” dell’Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e delle Autonomie Locali, provenienti dai comuni interessati attraverso le Prefetture.
Sono 23 i comuni che hanno votato con il sistema maggioritario, 15 i comuni con più di 10.000 abitanti in cui si è votato con il sistema proporzionale. In 8 si andrà al ballottaggio: Caltanissetta (unico capoluogo di provincia al voto), Mazzarino (Cl), Monreale (Pa), Campobello di Licata (Ag), Acicastello (Ct), Motta Sant'Anastasia (Ct), Pachino (Sr), Mazara del Vallo (Tp).
Il ballottaggio si svolgerà domenica 21 e lunedì 22.
Cinisi (Pa) è l'unico comune che a notte fonda non ha comunicato i dati definitivi. Alle 4:30 del mattino i dati pervenuti sono relativi a 8 sezioni su 10. In testa Salvatore Palazzolo (per Cinisi, Cinisi risorgente, Cinisi Libera) con 3151 voti, 57,20%; Seguono Giuseppe Raia (Progetto Cinisi-Raia sindaco) 962 voti, 17,46%; Salvatore Zerillo (Viva Cinisi via-Zerillo sindaco) 528 voti, 9,58%: Giuseppina Aurora Alfano (Il popolo di Cinisi-Alfano sindaco), 506 voti, 9,19%; Antonino Zangara (Patto per Cinisi), 362 voti, 6,57%.
I SINDACI ELETTI COL SISTEMA PROPORZIONALE (6)
Sciacca:
Eletto sindaco Bono Vito Calogero (Lista autonoma saccense, Democratici e liberi insieme per Sciacca, Lista democratica per Sciacca, Mpa, Impegno comune, La tua Sciacca), 13767, 51,85%
Acireale: Eletto sindaco Antonino Garozzo (Acireale Domani, Forza Acireale, Garozzo sindaco, Udc, Lista Nello Musumeci per Acireale, Democrazia cristiana, Insieme per la città, Pdl), 17913 voti, 51,50%.
Belpasso: Eletto sindaco Alfio Papale (Libertà e Autonomia, Cresce la città, Rinascita Belpassese, Pdl, Mpa, Udc), 11922, 80,25%.
Mascalucia: Eletto sindaco Salvatore Maugeri (Mpa, Udc, Terzo polo di centro, La svolta, Famiglia lavoro solidarietà, Ama Mascalucia, Maugeri per Mascalucia, Pd), 11278 voti, 64,41%. Sant'Agata di Militello: Eletto sindaco Bruno Mancuso (Continuità esviluppo, Gli autonomisti del Mpa, Mancuso sindaco uniti per Sant'Agata, Lista civica insieme con Bruno, Azzurri per Sant'Agata Mancuso sindaco, Conservare il futuro, Alleanza per le libertà), 6372 voti, 70,40%. Termini Imerese: Eletto sindaco Salvatore Burrafato (Burrafato sindacom Mpa, Termini Insieme, Alleanza azzurra, Pd-progetto democratico-sindaco Burrafato, Vazzana per Termini), 9768 voti, 54,22%;
SINDACI ELETTI COL SISTEMA MAGGIORITARIO (23)
Caltabellotta:
Eletto sindaco Calogero Pumilia (Uniti per Caltabellotta e Sant'Anna). 1636 voti, 57,12%.
Naro: Eletto sindaco Giuseppe “Pippo” Morello (Pdl), 2056 voti, 37,87%.
Santa Elisabetta: Eletto sindaco Emilio Militello (Emilio Militello sindaco). 924 voti, 50,19%. Ragalna: Eletto sindaco Mario Castro (Pdl), 969 voti, 39,57%
Zafferana Etnea: Eletto sindaco Alfio Vincenzo Russo (Zafferana in comune), 3570, 61,66%. Aidone: Eletto sindaco Filippo Gangi (Rinascimento aidonese Gangi sindaco), 1513 voti, 45,61%. Condrò: Eletto sindaco Salvatore Antonio Campagna (Per cambiare Condrò Campagna sindaco). 183 voti, 53,98%.
Forza D'Agrò: Eletto sindaco Fabio Pasquale Cateno Di Cara (Insieme). 369 voti, 52,64%.
Leni: Eletto sindaco Riccardo Gullo (Uniti per Leni). 386 voti. 82,30%.
Mandanici: Eletto sindaco Armando Carpo (Uniti per cambiare). 310 voti, 60,08%.
Mistretta: Eletto sindaco Iano Antoci (Uniti per Mistretta). 2084 voti, 58,20%.
Oliveri: Eletto sindaco Michele Pino (Oliveri nel cuore). 678, 44,26%
Rometta: Eletto sindaco Roberto Abadessa (Amare Rometta), 2237, 52,59%
San Salvatore di Fitalia: Eletto sindaco Giuseppe Pizzorante (Giuseppe Pizzorante Sindaco Nuovi Orizzonti). 729 voti. 60,50%.
Spadafora: Eletto sindaco Giuseppe Pappalardo (L'altra Spadafora Pappalardo sindaco), 2198 voti, 59,99%.
Tortorici: Eletto sindaco Carmelo Rizzo Nervo (Insieme per Tortorici Rizzo Sindaco). 2378 voti, 50,66%.
Bompietro: Eletto sindaco Luciano Di Gangi (Per Bompietro Lucio Di Gangi sindaco), 41,90%. Caltavuturo: Eletto sindaco Domenico Giannopolo, (Unione democratica e popolare – Verso il Futuro), 2266 voti, 77,79%.
Cerda: Eletto sindaco Andrea Maria Pio Mendola (Cerda nel cuore-Mendola sindaco). 2338 voti, 64,68%.
Isola delle Femmine. Eletto sindaco Gaspare Portobello (Progetto Isola-Sindaco Portobello), 1770 voti, 37,04%.
Montelepre: Eletto sindaco Giacomo Tinervia (Per Montelepre), 2360 voti, 55,65%.
Portopalo di Capo Passero: Eletto sindaco Michele Taccone (Per Portopalo Michele Taccone sindaco), 1220 voti, 50,04%.
Salaparuta: Eletto sindaco Rosario Drago ((Per una politica di sviluppo Rosario Drago Sindaco), 627 voti, 52,60%.
COMUNI CHE ANDRANNO AL BALLOTTAGGIO (8)
Campobello di Licata: ballottaggio tra Michele Gioacchino Termini (3407 voti, 49,68%) e Salvatore Giovanni “Salvino” Montaperto Giovanni (1839 voti, 26,82%).
Caltanissetta: ballottaggio tra Luigia Fiorella Falci (10879, 28,25%) e Michele Campisi (15032, 39,03%).
Mazzarino: ballottaggio tra Salvatore Lucio Ficarra (2227 voti, 28,11%) e Vincenzo D'Asaro (1971 voti, 24,88%).
Acicastello: ballottaggio tra Filippo Maria Drago (6503 voti, 47,10%) e Giovanni Pennisi (4058 voti, 34,11%).
Motta Sant’Anastasia: ballottaggio tra Angelo Ercole Giuffrida (1935 voti, 28,19%) e Salvatore Maria Scuderi (2281, 33,24%);
Monreale: ballottaggio tra Filippo Di Matteo (8246 voti, 38,61%) e Salvatore “Toti” Zuccaro (5105 voti, 23,90%).
Pachino: ballottaggio tra Paolo Bonaiuto (5792, 44,67%) e Emanuele Rotta (5063, 39,05%). Mazara del Vallo: Ballottaggio tra Nicolò Cristaldi (12.388, 39,35%) e Vincenza Maria “Vinnuccia” Di Giovanni (9110, 28,94%).

Franco Giunta è il presidente del Comitato dei festeggiamenti per Maria SS.MA di Porto Salvo

Il comitato dei festeggiamenti in onore di Maria SS.MA di Porto Salvo riparte dopo lo standy-by dello scorso anno durante il quale si è corso il rischio di perdere uno degli appuntamenti più efficaci (religiosi, tradizionali e folclorici) dell'isola di Lipari. Un avvenimento salvato grazie all'impegno e alla testardaggine dell'assessore Giovani Maggiore che, comunque, dietro le quinte ha potuto contare sul prezioso supporto dei signori Franco Giunta e Bartolo Basile.
Per ripartire il comitato si è affidato ad un gruppo valido e collaudato. Presidente è stato eletto Franco Giunta(nella foto). Segretario Bartolo Basile, cassiere Giuseppe Villari. Del comitato fanno anche parte Antonino Mirabito, Bartolo Russo, Bartolina Foti e Rita La Macchia. Tanti, comunque, i collaboratori disponibili ad affiancare il neo-presidente.

Considerati i tempi ristretti (Luglio è alle porte) Franco Giunta si è già messo al lavoro per organizzare una festa all'altezza della situazione.

lunedì 8 giugno 2009

Leni: Gullo è il sindaco. Concluso lo spoglio. Minoranza consiliare a Lenoi

Riccardo Gullo è ufficialmente (anche se bisognerà attendere la proclamazione) il nuovo sindaco del comune di Leni nell'isola di Salina. Ha ottenuto 386 voti più della sua lista "Uniti per Leni" che ne ha ottenuti 319.
I votanti sono stati 486.
Gullo ha nettamente prevalso su Maurizio Santisi (Mpa) 60 voti e Daniela Rosselli (“Lenoi”) 23 voti. La "giunta Gullo" sarà composta dal vicesindaco Agata Pollicino e dagli assessori Giacomo Montecristo, Claudio Saltalmacchia e Antonio Donato.
La lista “Uniti per Leni” ha ottenuto 319 voti con queste preferenze: Melania Argentaro 17 , Gianfranco Baldanza 13 , Antonio Bartolone 32 , Filippo Chiofalo 7 , Francesca Cincotta 26 , Alessandro De Fina 27 , Paola Donato 20 , Ireneo Giardinello 46 , Maria La Mancusa 37 , Gaetano Lo Po 26 , Marcello Rando 23 , Massimiliano Zampetti 19. Porterà in consiglio i 7 più votati.
La lista “Lenoi” ha ottenuto 94 voti con queste preferenze: Giuseppe Giacobbe 13, Rosa Giordano 12, Antonio Morello -, Marco Morello 10, Salvatore Rando 13, Giuseppe Russo 9, Walter Russo 3, Marcello Antonio Taranto 16, Maria Terzita Taranto 4. Porterà in consiglio i 5 più votati
L'“Mpa” ha ottenuto 51 voti così suddivisi: Maurizio Santisi 10, Gaetano Giuffrè 6, Salvatore Savio 2, Carmen Caruso 2, Letteria Bertè 2, Francesco Giuffrida - , Cristian Sambataro 1, Antonino Giuffrida - , Michele Buemi - , Vincenzo Francantonio - , Salvatore Bruno, 19
Gullo incassa anche la maggioranza in consiglio, mentre gli scranni dell'opposizione saranno occupari dai consiglieri di "Lenoi". Lista che, in campagna elettorale, è stata definita la "seconda costola" di Gullo. Sarà così.