Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 6 ottobre 2012

"Al servizio del mondo eoliano". Intervista con il sindaco Massimo Lo Schiavo,candidato all'Ars per l'MPA - Partito dei siciliani

Lo Schiavo da Salina a Lipari in barca per incontrare i liparesi

Lipari. Il candidato eoliano all'Ars Massimo Lo Schiavo ha incontrato a Lipari la cittadinanza. Il primo cittadino di Santa Marina Salina e coordinatore Ancim è giunto a Lipari in barca, unitamente ad alcuni amici di Salina, approdando nel porto di Marina Corta.
Un viaggio che- come ha fatto intendere durante l'intervento all'hotel La Filadelfia- ha voluto rappresentare  l'unione tra le isole. Un viaggio di un isolano tra gli isolani, con una scelta ben precisa: non sbarcare dall'aliscafo come fanno, in periodo elettorale, gli onorevoli che vengono qui a fare passerella e poi, una  volta eletti, scompaiono.
Vi proponiamo,intanto, una serie di foto(dalla partenza da Salina sino all'incontro di Lipari).
A seguire l'intervista realizzata dal nostro direttore.
Infine, una larghissima parte (circa 30 minuti) dell'intervento di Lo Schiavo all'hotel "La Filadelfia"

Il colore del gatto (di Pietro Lo Cascio)

Il colore del gatto e l’identità eoliana.
A quanto pare, una celebre citazione di Mao Tse-tung sarebbe una delle frasi preferite dell’ing. Lopes, tanto da ritenerla – come scrive testualmente – “una mia vecchia frase”: si tratta di quella relativa al colore del gatto e all’abilità nel prendere i topi. Me ne compiaccio, sinceramente. E qualcosa di maoista, o di eolian-maoista, traspare anche nell’esortazione a riunirci attorno a un candidato indipendentemente dalla “casacca” che indossa, una versione nostrana del “Grande balzo in avanti”: lasciamo le nostre “casacche”, superiamo ogni diffidenza e diamo forza al nostro rappresentante, senza stare a fare tanto i difficili. Che importa se questi si accoda a un “progetto politico” – nobilitiamolo con questo termine – del quale gli abitanti delle isole minori hanno pagato il prezzo più caro, ad altri rappresentanti che sono stati la quintessenza del governo che più di ogni altro ha mortificato i nostri diritti civili: perché lasciare una popolazione isolana con un ospedale che funziona praticamente da elipista, o assistere al massacro dei trasporti marittimi pubblici senza muovere un dito ma – contemporaneamente – finanziare lautamente quelli privati, vuol dire privarci con scientifica lucidità della nostra dignità di cittadini. Cosa c’è di meglio, dunque, che dargli manforte, contribuendo a reiterarlo per altri cinque anni?
 Vorrei aggiungere che non è un caso che ci si trovi a votare anticipatamente rispetto alla scadenza della legislatura. Il presidente Lombardo, sebbene continui a spiattellare nomine come se fosse nel pieno delle sue funzioni, è coinvolto in un’inchiesta di mafia, nel solco della gloriosa tradizione delle nostre presidenze regionali. Il suo assessore fresco di dimissioni, Venturi, ha dichiarato che procura “favori” a Cosa Nostra con “azioni spregiudicate”. Vero animatore del “Partito dei siciliani”, la nuova veste dell’MPA, ha almeno il pudore di non ripresentarsi in prima persona, ma i suoi uomini sono tutti lì, c’è perfino il figliolo. Se Miccichè non dovesse farcela – cosa assai probabile e, ritengo, anche auspicabile – sono tutti pronti a fare l’inciucio post-elettorale con Crocetta, o con Musumeci: con il primo, è cosa facile, dato che attualmente sono insieme al governo; con il secondo, c’è tanta storia comune, anche se con qualche ruggine, ma tutto si può risolvere in nome della poltrona.
 Ecco, ingegnere Lopes, vorrei chiederle se si rende conto di tali implicazioni quando ci invita a non “fare caso alla casacca”; ma soprattutto se è davvero convinto che sia questo il percorso più efficace, più adatto, per rispettare e valorizzare l’identità eoliana. Un’elezione, quando ci si arriva dalla porta principale – ovvero da un ruolo di amministratore – non è l’occasione per azzerare tutto e fare finta che non sia successo nulla; dovrebbe essere la prova alla quale sottoporre i propri risultati, e sarebbe bello che questi nostri rappresentanti regionali, incapaci di cogliere il disagio delle comunità insulari che hanno trattato come fanalini di coda della civiltà, raccogliessero – almeno nel nostro territorio – la dimostrazione della loro inadeguatezza, un segnale forte di dissenso. Il migliore segnale, in questo senso, sarebbe la sconfitta elettorale delle loro liste.
Lo dico perché sono convinto che esistano due diverse concezioni del “fare politica”. Una lo intende come uno scacchiere nel quale ci si vorrebbe muovere da pedine autonome, in grado di spostarsi a seconda dei fatti contingenti, o delle convenienze del momento; spesso tale autonomia, però, genera il declino della politica stessa, l’insorgere di figure “indipendenti” – come quella dell’onorevole Scilipoti – sulle quali ogni commento è superfluo, i pasticci e gli inciuci che oggi affliggono la situazione nazionale e regionale. Al contrario, il ruolo politico di un singolo può essere inteso come contributo a un progetto che va oltre il proprio cono d’ombra, il proprio orticello, a un lavoro collettivo attorno a un’idea comune, al raggiungimento di obiettivi condivisi.
Esiste un progetto alternativo a quello del malgoverno e del malaffare che hanno caratterizzato questi ultimi anni. È quello che sostiene una reale riforma della sanità regionale, dove sia finalmente data considerazione alle necessità di comunità isolate, come la nostra, perché la sanità è innanzitutto umanità. Quello che ritiene le isole minori luogo dove investire in recupero della qualità ambientale, in cultura, in risorse che si trasformino in inderogabili opportunità di lavoro. Quello che ritiene prioritario il rispetto concreto della continuità territoriale e le esigenze di comunità disagiate, come quelle delle isole periferiche e più lontane. E, più in generale, è l’unico che parla di reddito minimo garantito, di diritti dei lavoratori, di piani di risparmio che non siano sempre e solo a spese dei ceti deboli. Questo progetto ha un suo candidato anche qui, nelle piccole e maltrattate Isole Eolie: si chiama Tilde Pajno, una donna da sempre attiva nel settore sociale, che conosce a fondo il disagio e i problemi delle nostre comunità, ma anche le tematiche del turismo, le realtà culturali delle nostre isole, molte delle quali l’hanno vista come protagonista, anche se spesso dietro le quinte. È a lei che stiamo guardando, con speranza, con fiducia e convinzione, perché sarà davvero una ottima rappresentante della nostra identità eoliana, della parte migliore e a lungo trascurata delle nostre isole. È il nostro gatto, in un mondo possibilmente senza più topi.
Pietro Lo Cascio 

SANITA': ALTE TECNOLOGIE E NUOVO SITO, LUNEDI' CONFERENZA STAMPA

Palermo, 6 ott. (SICILIAE) - "Le persone prima di tutto". Con questo slogan parte la campagna di comunicazione dell'assessorato regionale della Salute che raccontera' come e perche' l'investimento nelle alte tecnologie, effettuato grazie ai fondi europei, contribuira' ad innovare e a migliorare la qualita' dei servizi sanitari in tutte le province della Sicilia.
Verra' anche presentato il nuovo sito della Salute (www.costruiresalute.it) grazie al quale i cittadini siciliani potranno conoscere in tempo reale tutti i servizi sanitari a loro disposizione.
La conferenza stampa di presentazione si svolgera' lunedi' prossimo, 8 ottobre, alle 10.30 nella sala convegni dell'assessorato regionale della Salute alla presenza dell'assessore Massimo Russo e dei dirigenti generali Salvatore Sammartano e Lucia Borsellino.

Canneto vista da Lami (di Mario Profilio)


L’Orologgiu da Citàti di Giovanni Giardina

L’orologio  posto nella  torre del campanile  della  Cattedrale di S. Bartolomeo ( ancora oggi considerata torre civica ) fu  installato in seguito al 1922,data in cui avvenne il trasferimento del Municipio, fino a quella data situato in via Garibaldi ( ex Pretura ) Dopo l’inaugurazione del nuovo Municipio  in villa Mazzini,fu recuperato l’orologio dal vecchio edificio e fatto installare alla torre del campanile della Cattedrale ..Non sono in possesso di documentazione per confermare l’esatta data   in cui avvenne,ma pare ci sia testimonianza che durante i lavori di  rimozione e nuova ubicazione,  abbia partecipato  l’ancora giovanissimo  Cristoforo Moneta, oramai da anni scomparso.
L’orologio fu mantenuto in vita per diversi anni dal Sig. Pastore ( custode della Cattedrale ) e dopo la sua scomparsa, l’orologio fu costretto ad un lungo riposo, finchè durante il periodo di sindacatura di Michele Giacomantonio,intorno al 1996, fu dato incarico a dei tecnici per ridargli vita. Fu così che il vecchio orologio abbandonò  la ormai vetusta meccanica per essere trasformato ed alimentato dalla corrente elettrica.
                          L’Orologgiu da Citàti di Giovanni  Giardina (6.10.12)
                                         Chi fisci dd’orologgiu da Citàti ?
                                         O simu tutti surdi  o è sfasciatu !
                                         Prima  si sintìa sonàri  notti e juornu 
                                         e ora ‘un sona  cchiù  mancu a menzjuornu!

                                         Mittùtu  p’abbelliri u  monumentu,
                                         sacrificatu a stari  all’acqua e o vientu
                                         mai  un lamentu e sempri cu primùra
                                         battivi  u tempu  ogni quartu  d’ura.

                                         E chi diri di ddu poviru  Pasturi ?
                                         Ca ti curava  miegghiu  d’un dutturi,
                                         ti dava a corda e ti fascìa curaggiu,
                                         c’un  pocu d’ogghiu e rassu all’ingranaggiu.

                                         Si cacchi vota ‘un  ti sintìa  sonàri
                                         scappàva i cursa  prontu  p’aggiustàri,
                                         sapìa ca eri ranni e avìa rispettu,
                                         i tia canuscìa  ogni difettu !

                                         Cu tuttu ca eri viecchiu  e  arrugginutu,
                                         o juornu  nun  sgarràvi  d’un minutu.
                                         I quannu  Pasturi, ti vinni a mancàri
                                         truvàsti a scusa  pi t’arripusàri .

                                         Un juornu cunfurtatu di la scienza ,
                                         u Sinnacu  fu spintu  da cuscenza,
                                         ti fici aggiustàri e trasformàri a luci
                                         e ‘nto Paisi si sintù  a to vuci.

                                         Ora ‘un ti sientu  cchiù, chi ssi malàtu?
                                         O forsi  si trascuratu e abbannunàtu ?
                                   
                                         Si poi si stancu ,ti vo ripusàri,
                                        ‘un fari cumu a mmi, ‘un’u   sbagghiari,
                                         pirchì tu vuogghiu  diri  in  cunfidenza:
                                         Ca a corpu  mi  fermaiu  e sei e menza !

Auguri a...


Gli auguri di oggi sono per Virginia La Greca, Santi Villari, Marcello Rando e Christa Schneider
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo. L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

Comprensivo Lipari 2: Da lunedì prossimo in vigore l'orario definitivo

ISTITUTO COMPRENSIVO "LIPARI 2"
Circolare N.: 14                                                                                                                     
OGGETTO: Orari delle lezioni per l’anno scolastico 2012-13.
Si comunica che, a partire dal prossimo lunedì 08.10.2012, entrano in vigore gli orari definitivi per le classi di questa Istituzione scolastica, secondo il seguente prospetto:
    • Scuola dell’infanzia (Lipari centro, Quattropani): 8.00/13.00 (da lunedì a venerdì compresi; per tutto il mese di ottobre)
    • Scuola dell’infanzia (Pianoconte): 8.30/13.30 (da lunedì a venerdì compresi; per tutto il mese di ottobre)
    • Scuola dell’infanzia (Vulcano): 8.20/13.20 (da lunedì a venerdì compresi; per tutto il mese di ottobre)
    • Scuola primaria (Quattropani, Pianoconte): 8.30/13.30 (da lunedì a venerdì compresi) – rientro martedì pomeriggio: 14,30/16,30.
    • Scuola primaria (Vulcano): 8.20/13.20 (da lunedì a venerdì compresi) – al martedì orario continuato fino alle 15,20. 
    • Scuola secondaria di 1° (Lipari centro, Quattropani, Pianoconte): 8.30/13.30 (da lunedì a sabato compresi) – rientri martedì e giovedì pomeriggio: 14,30/17,30.
    • Scuola secondaria di 1° (Vulcano): 8.20/13.20 (da lunedì a sabato compresi).
 Il dirigente scolastico
Renato Candia

SICILIA: GIUNTA IMPUGNA LEGGE SOPPRESSIONE TRIBUNALI


La giunta regionale di governo ha deliberato di ricorrere innanzi la Corte Costituzionale contro la soppressione dei tribunali cosiddetti "minori" in forza del principio della "perequazione infrastrutturale" sollevando conflitto di attribuzione ed eccependo motivi di incostituzionalita' della norma.
In particolare la giunta regionale siciliana propone impugnativa riguardo l'art. 1 del decreto legislativo 155 del 7 settembre 2012 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il 12 settembre 20120. Tale articolo presenta profili di illeggittimita' in quanto varato senza alcun concerto con la Regione siciliana e dunque in violazione dell'art. 23 dello Statuto autonomistico in forza del quale la Regione vanta una specifica prerogativa in ordine ai presidi giudiziari ricadenti sul suo territorio. Il confronto sulla materia era stato, peraltro, sollecitato dal presidente della Regione con una apposita nota, inviata nel febbraio scorso, al ministro di Grazia e Giustizia.
Oltre alla violazione delle prerogative statutarie la giunta eccepisce che la norma e' stata emanata in attuazione della delega conferita con l'art.1 comma 2 legge 148/2011, legge di conversione del decreto 138/2011 recante "misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo". Cio' rende la legge impugnata palesemente incostituzionale perche' inserita in una legge di conversione di un decreto riguardante materia del tutto diversa e dunque in violazione dell'art. 77 comma 2 della Costituzione Italiana.
Infine il medesimo art. 1 del d.l. 155/2012 e' incostituzionale anche perche' non rispetta i criteri tassativamente indicati nella legge delega, che prevede come prioritaria linea d'intervento nell'attuazione della riorganizzazione giudiziaria (art.2 lett E), il riequilibrio delle attuali competenze demografiche e funzionali tra uffici limitrofi, caratterizzati da rilevanti differenze di dimensioni, riequilibrio che non risulta effettuato in Sicilia cosi' come non risultano verifiche di fattibilita'.

Anche a Lipari orchidea Unicef per combattere mortalità infantile

Lo scorso anno erano 22.000, oggi 19.000 i bambini sotto i 5 anni che ogni giorno muoiono per cause prevenibili e possono essere salvati.
Con l’orchidea Unicef vogliamo arrivare a zero.
I fondi raccolti con le orchidee sosterranno interventi mirati a ridurre il pericolo di mortalità infantile in 8 paesi dell’Africa centrale e occidentale, attraverso la somministrazione di vaccini, acqua potabile, sali reidratanti, alimenti terapeutici e zanzariere antimalaria.
Il 6 ottobre l’Unicef sarà presente a Lipari, corso V. Emanuele – piazzetta antistante la “ Sala delle Lettere “, dalle ore 10.00 alle ore 13.00.
Un’altra postazione sarà disponibile domenica 7 ottobre in c.da Lami a partire dalle ore 17.30.
Altri volontari saranno presenti a: Messina, Giardini, Francavilla di Sicilia, Taormina, Alì Terme, Roccalumera, Santa Teresa di Riva, Torregrotta, Monforte S. Giorgio e Milazzo.
Riconoscenti per lo spazio dedicato all’Unicef, gradite cordiali saluti.

Felice Lopes "sponsorizza" la candidatura di Lo Schiavo all'ARS

Caro Direttore,
ho letto sul Suo giornale la lettera del consigliere comunale Nuccio Russo relativa alla candidatura del Sindaco di Santa Marina Salina a consigliere regionale .
Stupisce tanta acredine e non sono condivisibili le motivazioni . Penso , invece, che dovrebbe essere interesse ed orgoglio di tutta la collettività eoliana fare il tifo per questo nostro candidato , al quale è riconosciuta onestà indiscussa , capacità amministrativa dimostrata da una recente riconferma e pubblico apprezzamento.
Nel momento in cui la moralità pubblica dei nostri governanti è nota per le ruberie e per la mancanza di senso dello stato , nel momento in cui l'economia dell'arcipelago è in ginocchio ed il suo futuro non è certamente roseo , avere l'opportunità di essere rappresentati da un eoliano , per giunta amministratore ,è un'occasione che non si può assolutamente sciupare.
Smettiamola , una volta tanto, di indossare la casacca di appartenenza e raccogliamoci tutti intorno a questo amico eoliano per far si che possa degnamente rappresentarci e far sentire le nostre eventuali proteste là dove si decide il nostro futuro.
Siamo una comunità ad alto rischio di estinzione . Se non reagiamo come un sol uomo fra non molto saremo defraudati del tribunale (quasi certo), dell'ospedale ( sempre più precario ) dell'Ufficio del Registro e dei trasporti marittimi sempre più assottigliati .
Circa l'attuale identità politica del nostro candidato preferisco riportare una mia vecchia frase sempre più attuale : " non importa che il gatto sia bianco o nero , basta che prende i sorci " .
A noi non deve interessare la casacca che attualmente indossa l'amico Lo Schiavo , deve interessarci unicamente che prenda a cuori i nostri disagi , le nostre necessità esistenziali e li difenda col massimo del rigore e della determinazione .
A noi compete dimostrare unità e determinazione come abbiamo sempre dimostrato di saper fare in ogni occasione , restando al suo fianco ogni qualvolta se ne ravvisi la necessità per dargli l'autorevolezza e il sostegno necessari ad affrontare ogni battaglia che ci riguarda. E , comunque, è meglio avere vicino uno con cui puoi fare i conti subito , che telefonare inutilmente a chi non si fa trovare passate le le elezioni. 
Felice Lopes

Nuove disposizioni per il buon funzionamento delle attivita' didattiche nelle scuole situate in piccole isole

Carissimi eoliani, sul mio blog http://bartolo-informazioniscolastiche.blogspot.it/ ,ho pubblicato l'intervista rilasciata alla redazione scolastica " Orizzonte scuola " dall'On. Alessandra Siragusa e pubblicata in data odierna,riguardo alla risoluzione definitiva dei disagi esistenti durante l'anno scolastico per cause meteo-marine, per garantire il buon funzionamento delle attivita' didattica, per evitare interuzioni allo svolgimento  delle lezioni, per garantire ai nostri ragazzi il diritto allo studio. Cordiali saluti.
Dirigente sindacale regionale Anief Bartolo Pavone

PESCA: APPROVATA NUOVA GRADUATORIA PER AIUTI CARO GASOLIO

Palermo, 6 ott (SICILIAE) - Il dipartimento degli Interventi per la pesca dell'assessorato alle Risorse agricole e alimentari della Regione siciliana ha approvato la nuova graduatoria degli operatori del settore ittico che beneficeranno dei contributi previsti dalla legge regionale 11 del 2010 per il caro gasolio. Il fabbisogno degli aventi diritto, pari a 1 milione 750mila euro ed erogabile in regime de minimis, si aggiunge agli aiuti gia' concessi di 1 milione 500mila euro.
La graduatoria in scorrimento sara' pubblicata sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana ed e' gia' disponibile nel sito istituzionale del dipartimento.

Giovedì Beppe Grillo sbarca a Lipari


Il Movimento 5 stelle Lipari informa che Giovedì 11 ottobre 2012 riceveremo la visita di Beppe Grillo sull'isola, seconda tappa del tour per le regionali siciliane, durante il quale Beppe accompagnerà il candidato alla presidenza siciliana Giancarlo Cancelleri.
Si parte dal porto di sotto monastero alle ore 15.00 per un giro lungo le vie del centro storico, per arrivare verso le ore 16.00 a Marina Corta dove si terrà un'incontro con la cittadinanza, all'insegna dello slogan: azzerare le distanze tra politica e cittadini!

Calcio a 5. Per la Ludica difficile trasferta a Messina

Trasferta difficile,ma non proibitiva, per la Ludica C5 alle ore 15,00 al Palarescifina di Messina contro la compagine dello Sporting Peloro. I ragazzi di mister Biviano cercheranno di portare a casa una vittoria per salire nelle zone alte della classifica.

venerdì 5 ottobre 2012

Eelezioni regionali. Mettiamo a nudo quanti pensano di aver titolo a rappresentarci (di Nuccio Russo)

Caro Direttore,
leggo sul suo giornale on-line:
Lipari - Domani alle 18 Massimo Lo Schiavo, candidato all'assemblea regionale siciliana con la lista "Partito dei Siciliani - Mpa" alle ore 18 incontrerà i cittadini all'Hotel "La Filadelfia".
E’ bello rivendicare l’eolianità ma è altrettanto bello non farsi prendere per i fondelli da un candidato che rappresenta  il partito MPA che ha demolito i trasporti e la sanità nel nostro territorio eoliano. Chissà se cova qualche rivalità intercomunale con Lipari per cui specie la questione sanità non lo tange più di tanto. Mi piacerebbe sapere cosa a fatto per la continuità territoriale ed il diritto alla sopravvivenza. Mi piacerebbe conoscere con quale animo si candida in un partito che ci ha negato tali leggittime prerogative
Caro sindaco Lo Schiavo plaudo per primo alla eolianità ma dissento da quanti vogliono apparire i primi della classe. Mi riferisco alle srr. Le nuove società di gestione dei rifiuti voluti dal partito dove si candida a discapito delle società ATO virtuose fra cui quella delle Eolie. La sua amministrazione in un primo momento avrebbe voluto mantenere giustamente l’ATO Eolie in contrasto con le direttive del suo partito. Di contro  a Lipari  ci siamo resi conto della perentorietà della legge e approfondendola ci siamo accorti che costituire una Spa era troppo  onerosa per le scarse risorse di bilancio del Comune di Lipari. Le ricordo che  il sindaco Giorgianni ha chiesto al Dirigente Dott. Lupo la deroga al tipo di società, da SpA ad SRL. Ma Lei, una voltà firmato il decreto,  si è intestata la paternità del provvedimento. Non è così?
Su queste basi ritiene di poter rappresentare l’eolianità? 
Invito tutti i cittadini del comune di Lipari a partecipare all’incontro sostenendo l’eolianità di ognuno e rivendicando l’insubordinarietà a chicchessia specie ad un eoliano che non ha mai collaborato con il comune di Lipari, operando nel solo esclusivo interesse del Comune di Santa Marina Salina.
Nuccio Russo

Russo smentisce i pettegolezzi: "Non rassegnerò le dimissioni da consigliere comunale" e informa sulle novità IMU


COMUNICATO STAMPA  DI  RUSSO ANTONINO “NUCCIO”

Voci infondate hanno diffuso la notizia che sarebbero pronte le mie dimissione da consigliere comunale  per approdare a chissà quale incarico in altra istituzione comunale. Ciò consentirebbe al consigliere Bertè ed ai suoi amici di rivendicare una partecipazione diretta in giunta. Per me un contentino ed un benservito, per altri, rivendicato con stoltezza, il giusto "compenso".
Quello che a cui aspira il consigliere Bertè non mi tange minimamente, in quanto la materia è di competenza esclusiva del Sindaco Giorgianni. Certo è che se non mi fossi candidato nella lista dove siamo stati eletti l'avventura politica per Bertè non sarebbe mai iniziata.
Pur tuttavia, per quanto riguarda il mio ruolo di consigliere comunale intendo rispettare la fiducia accordatami dagli elettori ed in tal senso intendo rassicurarli che  per alcuna ragione rassegnerò le dimissioni da tale carica.
Da consigliere continuerò ad occuparmi della gente e delle problematiche del territorio, senza appariscenza alcuna.
Non ho da sponsorizzare collegi di difesa. Sono a disposizione di quanti vorranno sottopormi problematiche collettive ed assieme le valuteremo e le affronteremo, chiarendo fin d’ora che mai opererò a danno di altri concittadini.
Chiudo con una informazione. Su Italia Oggi del 02/10/2012 in prima pagina è stato pubblicato un articolo che soluzionerebbe tutti i contrasti di questi giorni circa l’adozione dell’addizionale IRPEF e la modifica delle aliquote IMU. Riporto testualmente: "TUTTA L’IMU VA AI COMUNI. Il sottosegretario  all’Economia Vieri Cerini annuncia che la riforma sarà inserita nella legge di stabilità o già entro il 2012". Se questo succederà l’adozione dell'addizionale IRPEF andrebbe in soffitta e la variazione delle aliquote IMU per la prima casa potrebbe accollarsela il comune e non tartassare le seconde case spesso bene rifugio per i risparmiatori o ancora peggio sudori e sacrifici dei nostri padri per assicurare un tetto ai propri figli.
 Ritengo più utile seguire tali notizie che altre dal sapore di pettegolezzo.
 Nuccio Russo

Contrada Cappero. Sgabelli "con vista" sui faraglioni e un mare d'incanto


SICILIA: I PROVVEDIMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE


La giunta di governo della Regione Siciliana si e' riunita, oggi pomeriggio, nella sede di Catania della Presidenza.
Primo e fondamentale punto all'ordine del giorno e' stato l'impiego dei fondi resi disponibili in seguito allo sblocco delle deroghe al Patto di stabilita' concordate in sede tecnica e deciso ieri dal ministro dell'Economia. In primo luogo sono stati liberati 24 milioni di euro destinati al trasporto pubblico locale, misura peraltro gia' prevista nella stessa deroga al patto di stabilita'. Per l'impiego degli altri fondi e' stato, poi, stabilito un elenco di priorita'. Sara' data precedenza, dunque, allo sblocco dei pagamenti alle imprese per la realizzazione di opere e forniture, al cofinanziamento dei fondi strutturali, al finanziamento degli Enti locali ed agli investimenti nelle misure di sostegno all'ambiente attraverso progetti per la forestazione che prevedono sia interventi a tutela del patrimonio boschivo siciliano che per l'incremento di quest'ultimo.
La giunta ha poi avviato la discussione finalizzata ad affrontare altri due nodi ovvero il sistema della formazione e il funzionamento della macchina amministrativa siciliana.
L'esecutivo, inoltre, ha preso atto del bilancio consuntivo dell'Ast ed ha posto le basi per sostenere gli allevatori dell'area di Bellolampo a Palermo.
Infine, e' stata attribuita una nuova competenza al Consorzio di Bonifica di Catania che dovra' occuparsi della gestione del torrente Vaccarizzo, intervenendo cosi' sul problema del rischio allagamento del villaggio "Santa Maria Goretti".

Messa in sicurezza delle strade di Pianoconte. Il consigliere Fonti sollecita il sindaco

Al Signor
Sindaco del Comune di
LIPARI
Oggetto: messa in sicurezza strade frazione di Pianoconte,
Gent.mo Signor Sindaco, il fortunale abbattutosi nei giorni scorsi nell'Isola di Lipari non ha risparmiato la frazione di Pianoconte, infatti, numerose sono le strade, soprattutto quelle secondarie, in cui sono crollati muri divelto il manto stradale e reso impraticabili i sentieri.
In particolare, le vie Annunziata Pianoconte, Due Vie Ponte, Ponte Schiccione, Schiccione Via Palmento, Varesana S. Angelo sono interessate da frane e in alcuni trattida voragini causate dalla forte pioggia, mentre risultano impraticabili i sentieri per raggiungere le zone di Fontanelle, Bruca, Cala Fico.
Per la verità lo stesso giorno del fortunale, gli Assessori Lauria e Berzioli. unitamente al Tecnico Comunale Geom. Meduri, nel corso di un sopralluogo, constatata la pericolosità del transito in alcune delle predette vie hanno disposto lo sgombero di alcune frane al fine di consentire il transito dei mezzi, da allora più niente.
Ora, comprendo che la priorità degli interventi ha riguardato le zone più colpite, Canneto e Lipari, ma allo stesso tempo, Le chiedo di provvede come per Lipari e Canneto alla messa in sicurezza delle predette strade, contestualmente, La prego di voler disporre il ripristino dei sentieri atteso che quest'anno è un'annata particolarmente produttiva di olive e nel caso in cui non si potesse raggiungere i fondi agricoli con mezzi meccanici, l'annata andrebbe persa con disappunto dei numerosi agricoltori, di cui molti anziani, che nonostante non hanno ricevuto nessun incentivo economico con amore continuano a coltivare le nostre campagne.
Cordiali saluti
Gesuele Fonti (consigliere comunale IL FARO)

Pesca: Micciche', ridiscutero' con Ue regole piu' eque per Sicilia

Palermo, 5 ott. - (Adnkronos) - "Le regole europee sulla pesca sembrano essere state scritte apposta per danneggiare la Sicilia. Questo non e' piu' tollerabile. Da presidente della Regione andro' a ridiscutere con l'Unione europea norme piu' eque e mai piu' vessatorie per i nostri pescatori". Lo ha detto il candidato alla Presidenza della Regione siciliana, Gianfranco Micciche', parlando in diretta radio, da un peschereccio siciliano al largo di Mazara del Vallo (Trapani), alla flotta delle marinerie siciliane impegnate in queste ore nella pesca.
"Le assurdita' della Ue non hanno limiti - aggiunge Micciche' -, e' ridicolo che i nostri pescatori possono calare le reti a maglia 50, mentre i tunisini, che pescano nello stesso, identico tratto di mare, sono liberi di utilizzare quelle a maglia 18. Questo vuol dire che gli altri prendono piu' pesce di noi e di qualita' superiore, che inevitabilmente finisce sulle nostre tavole. Ci vietano di fatto la pesca del tonno rosso - prosegue - e anche quella del pescespada, preda delle reti delle navi giapponesi al largo nel Mediterraneo".
"Tutto questo accade perche', finora - conclude Micciche' -, nessuno ha avuto gli attributi per discutere in maniera paritaria con chi si ostina a dettare regole generali senza tenere conto delle connotazioni tipiche dei territori, delle esigenze reali della gente. Ridiscutere con Ue, a muso duro, regole piu' eque e' una mia precisa priorita'".

MILAZZO: IL CALCIO È IN CRISI, CONSIGLIO COMUNALE STRAORDINARIO

Il presidente del consiglio comunale Rosario Pergolizzi ha convocato una riunione straordinaria ed urgente del civico consesso - mercoledi 10 ottobre alle ore 19,30 - per affrontare la situazione economica e societaria della SS. Milazzo, che da alcuni giorni è al centro delle polemiche per il mancato supporto, economico e logistico della dirigenza nei confronti dei calciatori che hanno deciso di scioperare. La vicenda è seguita anche dall'associazione italiana calciatori.

Sviluppo Eolie lo salviamo? (di Daniele Corrieri)


Sviluppo Eolie lo salviamo?
Certo! E come? Mandandoli a lavorare!
Fate un bell’aumento di capitale, lo stesso con voce attraverso “Prestazioni dei soci per cento mila euro”. Portate il Capitale a 100 mila Euro rinunciando alle Vs prestazioni, altri 70 mila in conto capitale, per i danni 2012. Ovviamente dovete lavorare e non fare un giro di carte che sono cose che a Voi non appartengono. A proposito i vari amministratori hanno rinunciato ai loro compensi? Mi raccomando un lavoro strategico che duri almeno sino alla fine del 2013. Magari si va in attivo?
Dimenticavo: serve un piano sviluppo effettivo, garanzie, lavoro, lavoro, lavoro.
Aggiungo:  gli articoli che forse disconoscete sono: art 2481 comma 2,cc –art 2438 comma 1
Per saperne di più: http://www.consiglionotarilemilano.it/documenti-comuni/massime-commissione-societa/70.aspx  oppure rivolgersi al proprio notaio

Partylandia a Lipari è anche giocattoli a prezzi concorrenziali

Al negozio Partylandia di Lipari trovi anche una vasta scelta di giocattoli conformi alle normative vigenti.

Per i tuoi bimbi (dalla prima infanzia sino ai 12 anni) il meglio del settore lo trovi da noi e a prezzi assolutamente concorrenziali e che non temono confronti.
Sei alla ricerca di un regalo per una festa?
Nelle nostre idee regalo troverai certamente la soluzione.

Partylandia è a Lipari in via Ten. Mariano Amendola 18 (Sottomonastero)
Tel/Fax 090. 9812657 Mob. 366. 1846312
Mail: infopartylandia@yahoo.it

Etna, nuova eruzione

(da la repubblicapalermo.it) L 'Etna e lo Stromboli tornano a farsi sentire. L'Etna ha ripreso questa mattina la sua attività eruttiva a tre mesi esatti dall'inizio dell'ultima fase il 5 luglio scorso. Una colata lavica fuoriesce dalla Bocca Nuova, il maggiore dei crateri in vetta al vulcano, e un pennacchio di fumo è visibile anche da grande distanza. L'ultima eruzione era cessata il luglio, ed era stata caratterizzata da esplosioni ed emissione di cenere, fenomeni che non si sono per ora ripresentati stamattina. 
Come già da noi anticipato Sei segnali sismici di lieve entità  sono stati rilevati nelle ultime 24 ore sullo Stromboli dall'Osservatorio Vesuviano dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Napoli, che cura il monitoraggio del vulcano delle isole Eolie. Secondo l'Ingv, i tremori sono dovuti a eventi franosi lungo la Sciara del fuoco, dove rotola il materiale emesso con le esplosioni. Non sono stati rilevati, comunque, segnali che indichino un'intensificazione dell'attività dello Stromboli.

Stromboli: sei eventi sismici dovuti a piccole frane sulla sciara del fuoco

(AGI) - Palermo, 5 ott. - Sei segnali sismici di lieve entita' sono stati rilevati nelle ultime 24 ore sullo Stromboli dall'Osservatorio Vesuviano dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Napoli, che cura il monitoraggio del vulcano delle isole Eolie.
Secondo l'Ingv, i tremori sono dovuti a eventi franosi lungo la Sciara del fuoco, dove rotola il materiale emesso con le esplosioni. Non sono stati rilevano, comunque, segnali che indichino un'intensificazione dell'attivita' dello Stromboli.

Aeroporto dello stretto: un'opportunità da non continuare a perdere

Decisamente promettente la riunione tenutasi ieri mattina presso la Provincia di Messina alla presenza di alcuni tra i principali stakeholders dell’area servita dall’aeroporto dello stretto. Oltre al presidente della provincia, Nanni Ricevuto, hanno partecipato alla riunione l’Assessore provinciale, Michele Bisignano, il presidente della SOGAS, Carlo Alberto Porcino, accompagnato da alcuni dirigenti dell’aeroporto di Reggio, il presidente dell’Autorità Portuale di Messina, Antonino De Simone, il sindaco di Santa Marina Salina, Massimo Lo Schiavo, il presidente di Federalberghi Eolie Christian Del Bono, il presidente di Federalberghi Messina, Giuseppe Minniti Traina, il presidente di Confesercenti Messina, Giovanni Calabrò e altri operatori turistici del comprensorio.
Nell’ambito dell’incontro, il cui obbiettivo era quello di sviscerare i vincoli alla base del mancato pieno sviluppo dell’aeroporto Tito Minniti, si è avuto modo di apprezzare – dichiara Christian Del Bono - i passi in avanti compiuti dalla SOGAS per il superamento dei limiti che, formalmente, ancora impediscono ai piloti di poter atterrare sull’aeroporto dello stretto in mancanza di un apposito brevetto. In linea teorica, nell’arco di un mese, il Tito Minniti potrebbe quindi ritrovarsi libero da un vincolo che attualmente gli impedisce di risultare competitivo rispetto ad altre strutture del sud Italia.
Condividiamo, dichiara Del Bono, le proposte operative formulate dal presidente Ricevuto per far si che l’aeroporto possa finalmente risultare comodamente raggiungibile in tempi brevi e certi dalla città di Messina. Registriamo inoltre la grande disponibilità del presidente Porcino, anche rispetto all’individuazione e alla una gestione efficiente di aree di competenza dell’autorità portuale di Messina.  
Abbiamo ribadito - spiega Del Bono, condividendo e riportando anche il convincimento del sindaco di Lipari, Marco Giorgianni -  l’assoluta necessità di recuperare il collegamento diretto tra le Eolie a Reggio Calabria. “Soltanto così l’aeroporto dello stretto potrà immaginare di intercettare l’importante bacino di utenza rappresentato dai flussi turistici eoliani. Nel ribadire, quindi, il grave danno subito dalle Eolie e dallo stesso aeroporto di Reggio Calabria a seguito del taglio delle corse dirette della Usticalines da e per l’aeroporto di Reggio, Del Bono ha evidenziato la necessità che nel corso del prossimo incontro possano essere presenti i vettori di trasporto direttamente interessati, oltre ai referenti dell’Assessorato regionale ai trasporti, corresponsabile con l’Assessorato all’economia, dei tagli in questione. “Riteniamo, infine, sicuramente apprezzabile, conclude Del Bono, per i mesi invernali, la proposta – sollecitata anche dal Sindaco Lo Schiavo - di garantire un trasferimento con l’aeroporto da e per Milazzo a mezzo pullman”.

Lipari,assolti cancelliere e impiegato del Tribunale assolti

Leonardo Orlando (Lipari) Il giudice monocratico Fabio Gugliotta ha assolto dall'accusa di tentata truffa, perchè il fatto non sussiste, un cancelliere della sezione distaccata del Tribunale di Lipari, Giuseppe D'Angelo e un impiegato, Italo Toni, in servizio nella sede gudiziaria dell'isola. La vicenda nasce quando i due dipendenti vengono chiamati a custodire i plichi elettorali relativi alle elezioni provinciali del 2008 giusto decreto del Dirigente del Tribunale Domenica Speciale n° 11. Decreto che onerava i due dipendenti a rimanere in tribunale dalle 15,00 del 16 giugno 2008 fino al completamento delle operazioni elettorali. Il giorno successivo, il 17 giugno, Toni e D'Angelo- che sono stati difesi dall'avv. Saro Venuto- fanno richiesta per poter usufruire del riposo compensativo. Richiesta- come emerge dagli atti processuali - che viene rigettata dalla dirigente del Tribunale che presenta un'esposto alla Procura atteso che, secondo la stessa dirigente, i due dipendenti avrebbero dovuto andare via dal Tribunale la sera del 16 giugno. E ciò in quanto l'ufficio elettorale del Comune di Lipari aveva comunicato alla dirigente, su sua richiesta, che le operazioni elettorali si sarebbero concluse il 16 alle 22,00. In realtà , così come poi dimostrato dal difensore, " i due indagati non avendo ricevuto alcun provvedimento di lasciare il Tribunale prima della fine delle operazioni come previsto dal Decreto n. 11 sono rimasti fino alle 8 del 17". E così il Tribunale accogliendo le argomentazioni difensive dell'avv. Saro Venuto , il quale ha fato rilevare l'insussistenza giuridica dell'imputazione di truffa, li ha assolti con la formula più ampia perchè il fatto non sussiste. La vicenda ha anche provocato nei confronti dei due impiegati l'avio del proceso disciplinare. 

Focu d'estati (di Salvatore Equizzi da "La Civata" raccolta postuma)

F O C U   D ' E S T A T I . - . -
Sutta la vampa di lu suli ardenti,
cripìa la terrra, e tutta la natura,
cu l'occhi stralunati pi l'arsura,
pari ca cchiù nun vidi e cchiù nun senti.

L'aria 'nfucata trimulìa, si senti
'nsinu nni l'ossa l'anfa e la calura,
sulu quarchi cicala 'un si nni cura
e pari ca facissi strudimenti.

Iu 'nni stu 'nfernu vivu senza vita,
comu un dannatu tiru cu li denti
lu pisanti carrettu di la vita.

E 'nmenzu a tantu focu e tanta luci,
moru e arrivisciu tutti li mumenti,
comu lu Nazzarenu misu 'ncruci.

Auguri al sindaco Giorgianni

Il direttore di Eolienews e di Eolnet, la redazione e tutti i collaboratori formulano i più sinceri auguri di Buon Compleanno al sindaco di Lipari, Marco Giorgianni

giovedì 4 ottobre 2012

Calcio. Lega Pro: domenica Milazzo in sciopero

(ANSA) - ROMA - Senza stipendio da inizio stagione, con 'i dirigenti della societa' da tempo irreperibili', domenica prossima i giocatori del Milazzo non scenderanno in campo. Lo sciopero è stato dichiarato dall'Associazione italiana calciatori (Aic). La protesta rientrera' solo se entro domani saranno pagati gli stipendi e garantite le condizioni minime di igiene, sicurezza e rispetto della professionalita'.I giocatori del Milazzo (Lega Pro II div.) sono stati privati di ogni assistenza compresa quella medica.

"Sviluppo Eolie". Quale futuro? (di Angelo Sidoti)

Continuo a leggere questo slogan o si "appianano i debiti o si può chiudere". Mi sembra una affermazione di chi non vuole prendere una posizione oppure non la sa prendere!! Astenersi è un comportamento in linea con la precedente amministrazione Bruno (basta leggere gli atti). Quindi non è cambiato nulla!!! L'assenza del Comune di Leni è significativa in quanto è stato l'unico Comune ad appplicare la legge e delberare di conseguenza. La normativa attuale, salvo modifiche, prevede lo scioglimento delle società miste entro il 31.12.2012, quando la società è stata oggetto di ricapitalizzazione o ha maturato perdite negli ultimi tre esercizi (proprio il caso di Sviluppo Eolie). Allora per assurdo volete procedere a ricapitalizzare la società per poi metterla in liquidazione alla fine dell'anno?
Quindi doppi costi un verbale di assemblea per la ricostituzione del capitale oggi ed uno a fine anno per la liquidazione? Oppure contestualmente verrà posta in liquidazione? Oppure la liquidazione non viene presa in considerazione e quindi dopo aver ripianato le perdite vi inventerete un'altra soluzione? Vi ricordo che se seguite la strada del ripianamento delle perdite," il consiglio di amministrazione" deve esibire al Notaio ed ai soci una situazione aggiornata dei conti della società oltre che ottenere" il parere del Collegio Sindacale".. E quindi avremo un'altra perdita che si aggiunge a quella precedente del 2011...Poi mi verrebbe di chiedere agli Organi Societari .... Come sono state valutate le poste di bilancio in particolare i "crediti"?.. Sono certi ed esigibili"? Che utilità futura hanno le spese capitalizzate nei precedenti esercizi? In caso la risposta è negativa a queste mie ultime due domande la perdita potrebbe aumentare per effetto delle svalutazioni !!! In conclusione:i siete Voi a decidere assumendovi di contro eventuali responsabilità discendenti dal ruolo che ricoprite!
Angelo Sidoti

ECONOMIA: PATTO STABILITA', MINISTRO GRILLI FIRMA DEROGA PER SICILIA

Il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, ha firmato l'intesa con la Regione siciliana che consentira' di derogare al Patto di stabilita' 2012. Potranno cosi' essere sbloccati 600 milioni da destinare alla spesa e 300 milioni per impegni su investimenti futuri. 
"E' un ottimo risultato che viene fuori da un negoziato serrato con il ministero dell'economia e con la ragioneria generale dello stato e che ha riconosciuto le ragioni della Sicilia". Lo ha detto l'assessore all'Economia, Gaetano Armao, dopo la firma del ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, all'intesa con la Regione siciliana che consentira' di derogare al Patto di stabilita' 2012. "E' stato annunciato anche il prossimo sblocco di somme dovute alla Regione per il comparto sanitario per circa 200 milioni. Questi provvedimenti - ha continuato Armao - danno atto del percorso di risanamento e riduzione della spesa che la Regione siciliana ha portato avanti, porta avanti e dovra' continuare a portare avanti. Su questo solco, dopo la delibera sulla revisione della spesa, e' stata emanata e inviata a tutti gli enti e societa' partecipate la direttiva che rende operativa la revisione. Siamo la prima regione d'It! alia a dare piena attuazione alla spending review, contenendo i costi. Tuttavia, e' necessario puntare agli investimenti. Di quest'ultimo tema ho parlato, anche nel ruolo di coordinatore della commissione affari comunitari e internazionali della Conferenza dei Presidenti delle Regioni, con il ministro Barca, per tornare a chiedere che le spese per i fondi europei siano esclusi dal patto di stabilita' e che anzi sia raddoppiata la quota di esenzione del confinanziamento dei fondi europei. Se cio' non dovesse avvenire, ci troveremmo costretti a scegliere tra l'assurda alternativa di perdere i fondi europei o sforare il patto di stabilita'. Il governo della Regione, in questo caso dara' priorita' all'impegno dei fondi europei. La deroga al patto, intento, dara' una prima risposta a questioni fondamentali per le imprese, la scuola, le famiglie, gli enti locali"

Protezione dell'abitato di Canneto (di Elio Mollica)

Riceviamo e pubblichiamo:

Beppe Grillo sbarca a Lipari, presumibilmente giovedì

Il leader del Movimento 5 stelle, Beppe Grillo dovrebbe sbarcare a Lipari la prossima settimana per incontrare simpatizzanti e popolazione in vista delle prossime elezioni  regionali che vedono Giancarlo Cancelleri, candidato del Movimento 5 stelle alla Presidenza.
L'incontro dovrebbe avvenire tra mercoledì e giovedì, con quest'ultimo giorno "favorito"

Il comune di Lipari ricorda l’anno europeo dell'invecchiamento attivo e la festa dei nonni con un’unica manifestazione articolata in due eventi


COMUNE DI LIPARI
Assessorato ai Servizi Sociali
Servizio “Sociale e culturale”

Obiettivo è la promozione di una cultura che valorizzi l'utile contributo degli anziani alla società e all'economia, favorendo opportunità di partecipazione alla vita sociale.
La celebrazione dell’Anno Europeo intende essere, inoltre, l’occasione per promuovere l’idea di una comunità aperta alla solidarietà tra le generazioni.
Il Comune di Lipari intende ricordare l’anno europeo e la festa dei nonni con un’unica manifestazione articolata in due eventi  che si terranno nella sede del Centro Sociale Comunale di Lipari :
un incontro – dibattito sulla tematica dell’invecchiamento attivo e della partecipazione solidale,
giovedì 11 ottobre alle ore 16,00
un pomeriggio di attività ricreative per grandi e bambini, con una fiaba animata, la proiezione di un video ed  intermezzo musicale con rinfresco finale per ricordare la Festa dei nonni ,
 venerdì 12 ottobre alle ore 16,00
Le attività sono realizzate con la collaborazione delle associazioni Centro Anziani Pianoconte, Centro Sociale Comunale Lipari, L’Isola c’è,  Paideia  e dell’A.T.I. Ad Maiora – Genesi
Tutte le iniziative sono libere ed aperte all’intera comunità
Lipari, 4 ottobre 2012
Assessorato ai Servizi Sociali

Tilde Pajno. Lettera agli elettori. "Il perchè di una candidatura"

Nascere in un’isola è un caso, decidere di restare e di viverci è una scelta. Io ho scelto di restare e di lavorare in questa realtà, cercando di non dimenticare che si tratta di una realtà “eccezionale”, assolutamente unica sia dal punto di vista geologico che da quello paesaggistico e naturalistico.
Se qualche volta mi scoraggia l’isolamento, non tanto come situazione geografica quanto come condizione psicologica, mi consola la bellezza dei cieli stellati, della luna che sorge incredibilmente luminosa, dei colori compositi delle coste e del mare.
Alla fine, mi dico, l’importante è non smettere mai di “vedere” questa bellezza, perché è la bellezza che ci salverà dall’indifferenza, dall’insipienza, dall’abulia e dalla rassegnazione.
Ecco quindi perché sono qui a scrivere, per spiegare le ragioni di una candidatura che nasce da questo bisogno di continuare a “vedere” quello che siamo, lo stupefacente ecosistema che ci è dato di abitare, l’assoluta unicità dello spazio che occupiamo, che è il nostro patrimonio e la nostra eredità per le generazioni future.
Da questa ri-conoscenza nasce il bisogno forte di esserci, di rappresentare la mia terra all’assemblea regionale, nelle liste di “Libera Sicilia”, accanto a Giovanna Marano e Claudio Fava, di riportare l’attenzione sui temi centrali dell’appartenenza ad una comunità che rischia di essere ancora più isolata e dimenticata, dove i bisogni primari ed i diritti fondamentali della salute, del lavoro, della parità di genere, dell’integrazione sociale, della mobilità, della continuità territoriale e dello studio sono stati sistematicamente disattesi dalle precedenti legislature e da quella uscente in particolare.
Basti pensare ai tagli dei finanziamenti per la sanità, i trasporti, l’approvvigionamento idrico e lo smaltimento dei rifiuti : tutto questo fatto sulla nostra pelle, nel nome di una presunta razionalizzazione della spesa pubblica che mal si concilia con lo spreco di risorse, di valori e di energie di cui leggiamo continuamente sui giornali.
E’ ora di dire basta : basta al disimpegno, alla malafede. Basta alla rassegnazione con la quale finora abbiamo accolto le decisioni prese altrove e da altri.
Facciamo insieme una scelta coraggiosa sostenendo la lista di Libera Sicilia con Marano presidente e Fava vice-presidente. Sostenendo la mia candidatura come donna delle Eolie, che qui è nata e cresciuta ed ha allevato le proprie figlie nel rispetto dei valori fondamentali della giustizia sociale, della tolleranza e della libertà di pensiero.
                                                                                            Tilde Pajno
                                                                       Candidata eoliana per la lista “Libera Sicilia” 

MILAZZO: AL CASTELLO LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO D’ARTE DAL TITOLO “TOGO, FRANCO ARCOVITO… E LE 7 SORELLE – THE AEOLIAN ISLANDS”

 Venerdì 5 ottobre 2012, alle ore 18.30, nei locali dell’Oratorio del SS. Sacramento Duomo Vecchio del Castello di Milazzo sarà presentato il libro d’arte dal titolo: “Togo, Franco Arcovito…e le 7 sorelle – The Aeolian Islands”. La relazione introduttiva sarà affidata ai critici d’arte, Luigi Ferlazzo Natoli, Teresa Pugliatti e all’autore del libro, Franco Arcovito.
Subito dopo sarà inaugurata la mostra del volume e dei dipinti originali di Togo, visitabile fino a martedì 16 ottobre 2012

GERMANA’(PDL): IL TEMPO HA SMASCHERATO LE BUGIE DI CIANCIMINO

“Il tempo smaschera le bugie e permette di accertare non solo i fatti, ma anche la credibilità di chi, come Massimo Ciancimino, ha voluto offrire un’immagine diversa costruendosi un nuovo personaggio da pseudo collaboratore di giustizia, dando vita ad sceneggiata ridicola. La lotta alla mafia non può basarsi sulle dichiarazioni opinabili e difficilmente riscontrabili di pentiti che continuano però a delinquere e a vanificare il lavoro degli inquirenti e degli apparati di Stato, ed il coinvolgimento di Ciancimino nella proprietà della più grande discarica d’Europa è indicativo della assoluta mancanza di credibilità delle sue fantomatiche rivelazioni e di tutti coloro che sulle sue bugie hanno costruito impianti accusatori ed indagini. Negli ultimi cinque anni sono stati raggiunti traguardi ineguagliabili ed inimmaginabili grazie ad una sinergia tra i Ministeri, alle leggi cardine di contrasto al crimine organizzato ed a uomini dello Sato come il Colonnello Sergio De Caprio il grande Capitano “Ultimo”, e la confisca dei capitali mafiosi reinvestiti in attività lecite ha rappresentato la migliore strategia per debellare dall’interno e togliere linfa vitale e potere economico alle organizzazioni criminali”. Questa la dichiarazione del deputato del Pdl Nino Germanà.

BENI CULTURALI:IL VINO SICILIANO PER LA SALVAGUARDIA DEI SITI

Palermo, 4 ott. (SICILIAE) - Un progetto che mira a coinvolgere i produttori vitivinicoli dell'isola nel recupero e nella salvaguardia dei Beni culturali siciliani.
L'iniziativa dell'associazione "Amo l'arte amo l'Italia - onlus", promossa in collaborazione con l'assessorato regionale dei Beni Culturali, e' stata presentata questa mattina al Reale Albergo delle Povere in Corso Calatafimi.
L'idea e' quella realizzare, insieme con gli imprenditori del vino, un progetto che possa essere descritto con lo slogan: 'Una goccia di vino siciliano per i beni culturali siciliani' ed "e' nata - ha detto Aldo Pagano, presidente della Onlus - dalle forti ristrettezze economiche che rendono arduo garantire la giusta manutenzione dei numerosi siti culturali della nostra regione.In Sicilia oltretutto - ha aggiunto Pagano - sussiste la particolarita' per cui i beni culturali sono di proprieta' regionale, e questo rende impraticabile l'eventuale richiesta di aiuti economici al ministero". Da qui l'esigenza di trovare, o inventare, nuove forme di finanziamento. Nel caso specifico, "si e' voluto puntare - come e' stato sottolineato in conferenza stampa - sul settore dell'imprenditoria vitivinicola che ha gia' mostrato un interesse in proposito". Il progetto siciliano rientra nella piu' vasta iniziativa 'Gli italiani restaurano l'Italia', che mira a coinvolgere in prima perso! na ogni singolo cittadino nella salvaguardia dell'eccellenza culturale,a partire, come in questo caso, dall'acquisto di una bottiglia di vino prodotta da una delle aziende che aderiscono al progetto.

Approvato bilancio 2011 di "Sviluppo Eolie". Si astiene il sindaco Giorgianni

L'assemblea dei soci della società "Sviluppo Eolie" ha approvato stamani il bilancio 2011. Si è astenuto il Comune di Lipari rappresentato dal sindaco Marco Giorgianni. La riunione è stata presieduta dal presidente Felicino Mirabito. Oltre ai soci privati presenti anche i rappresentanti dei comuni di Malfa e di Santa Marina Salina Clara Rametta e Domenico Arabia. 
Il sindaco Giorgianni, già nell'ultimo consiglio comunale, aveva annunciato che il comune di Lipari non avrebbe approvato il bilancio della società che, ricordiamo, ha un "buco" notevole

Da youtube: Isola di Stromboli

Il sindaco Lo Schiavo chiede collegamento a mezzo bus tra Milazzo e Reggio e viceversa

Interessante incontro stamani alla  Provincia Regionale di Messina per quanto concerne i collegamenti aerei con l'aeroporto di Reggio Calabria.
All'incontro era presente, tra gli altri, il sindaco di Santa Marina Salina, coordinatore dell'ANCIM Sicilia e candidato eoliano alle prossime elezioni regionali, Massimo Lo Schiavo.
Lo Schiavo ha chiesto l'effettuazione di un collegamento a mezzo bus  tra Milazzo e l'aeroporto di Reggio Calabria e viceversa. Ciò nell'ottica di avvicinare le Eolie alla "terraferma" e consentire a residenti e turisti di fruire di un importante servizio.
Del servizio potranno fruirne anche i residenti a Milazzo e dintorni

Rapina alla Montepaschi a Lipari. Le indagini ad una svolta?

Potrebbero avere imboccato la via giusta le indagini dei carabinieri relative alla rapina compiuta, ad agosto, da due uomini "travisati", alla filiale liparese del Montepaschi e che avrebbe fruttato circa 50 mila euro. A supportare le indagini dei carabinieri, che comunque a quanto pare erano ben indirizzate, potrebbe avere contribuito un recente fatto di cronaca verificatosi al di fuori dell'isola e che ha visto scattare le manette ai polsi di soggetti che rapinavano banche con il taglieerino.
Ovviamente, sulla  delicata questione, gli inquirenti mantengono il più  fitto riserbo e si limitano a dire "stiamo lavorando".

LIPARI & Sala d'attesa aliscafi di Aldo Natoli

E' stata lamentata la chiusura della sala d'attesa aliscafi di Sottomonastero. In effetti la sala dovrebbe essere aperta ininterrottamente un'ora prima della partenza del primo aliscafo e chiusa dopo l'arrivo dell'ultimo aliscafo, sia nel periodo invernale che estivo. Altrimenti che sala d'attesa è? Ritengo però che tale manufatto per assolvere pienamente  alla sua funzione andrebbe smontato e rimontato in aderenza all'ingresso interno della biglietteria in modo da diventare un unica struttura. 
Altrimenti bisogna andare prima in biglietteria, poi attraversare la terrazza sotto il sole, o sotto la pioggia, per poi al momento opportuno percorrere un un tratto della banchina per introdursi nel "labirinto" di vasi ed archetti, ed infine raggiungere il pontile degli aliscafi. A parte il fatto che nell'attuale posizione oltre a non essere pratica e comoda, non  è sicura sotto molti aspetti. Ma che sala d'attesa è? 

(Da bloSicilia.it) quinta rilevazione sulle intenzioni di voto alle regionali del 28 ottobre

Datamonitor in esclusiva per BlogSicilia.it pubblica la quinta   rilevazione sulle intenzioni di voto alle regionali del 28 ottobre. La   società di rilevazioni statistiche, d' accordo con la nostra testata,   dopo la rinuncia alla candidatura di Claudio Fava, ha deciso di non   pubblicare il sondaggio della scorsa settimana quando ancora sarebbero  stati diffusi i dati sulle intenzioni di voto che tenevano conto della  presenza del portavoce nazionale di Sel.
Nella corsa alla presidenza Nello Musumeci, candidato di Pdl, Pid e  Alleanza di Centro, guadagna due punti e mezzo rispetto a due  settimane fa passando dal 29,5% dei consensi al 32%. Guadagna un punto   anche Rosario Crocetta, in corsa per Pd, Udc, Api e Psi, che passa dal   29 al 30%.
 In discesa gli altri principali competitors: Gianfranco  Miccichè sostenuto da Grande Sud, Partito dei Siciliani-Mpa e Fli   passa dal 18 al 17% nella rilevazione delle intenzioni di voto degli  elettori siciliani consultati fra il 2 e il 3 di ottobre. Giovanna  Marano, la candidata che ha sostituito nella corsa per palazzo  d'Orleans Claudio Fava, costretto alla rinuncia per la mancata  iscrizione nei tempi utili alle liste elettorali siciliane riesce a  mantenere il 7,5% dei favori degli elettori contro l'11,5% attribuito  al suo predecessore nella rilevazione del 20 settembre scorso.
Invariato il gradimento raggiunto dal candidato del Movimento 5  Stelle, Giancarlo Cancelleri fermo al 7%.
Quote rilevabili per altri due candidati: Cateno De Luca che viene  sostenuto dal suo movimento Rivoluzione siciliana raggranella un altro  +0,5% passando dal 2 al 2,5% delle intenzioni di voto mentre Mariano  Ferro dei Forconi perde 0,4 punti scendendo all'1,8% contro il 2,2  dell'ultimo sondaggio Datamonitor per BlogSicilia.it.
Gli altri candidati (Lucia Pinsone, Gaspare Sturzo, Giacomo De Leo)  sono raggruppati in un 2,2% di consensi attribuito ad un generico  altri nel sondaggio Datamonitor. Scende ma di poco, nelle  rilevazioni per la presidenza della Regione il dato degli indecisi,  del non voto o della scheda nulla o bianca che passa da un 45,9%  dell'ultima rilevazione all'attuale 44,5%, una percentuale comunque  altissima di astensionisti potenziali. Ma è nelle rilevazioni sul voto  ai partiti che gli indecisi siciliani registrano l'exploit raggiungendo  il 48,9% degli elettori intervistati. 
A 24 giorni dal voto, la metà   dei cittadini siciliani appare indecisa o non intenzionata a recarsi  alle urne e i sondaggi, con una base di rispondenti così ridotta  sostiene Michelangelo Tagliaferri, responsabile dell'area Innovazioni   di Datamonitor - cominciano ad impazzire come la maionese, fornendo  risposte contraddittorie all'interno della stessa rilevazione e  diventando specchio della contraddittorietà del momento che stiamo  vivendo. Infatti i risultati sono differenti a seconda della domanda  che viene posta. 
Per quanto riguarda i candidati alla presidenza della  Regione i dati vedono Nello Musumeci allungare la distanza da Rosario  Crocetta di ben due punti, 32% a 30%. Gianfranco Miccichè conferma più  o meno il suo risultato a due cifre (17%), poi si aggiunge il caos del  cambio della coalizione guidata fino alla scorsa settimana da Fava e  che perde quasi metà dei voti con l'avvento di Giovanna Marano,  passando dall'11% al 7,5%.
Sul fronte dei partiti il Pd si conferma primo, posizione che aveva  acquisito nel sondaggio dello scorso 20 settembre superando il Pdl ma  questa settimana perde 1 punto percentuale attestandosi sul 19% contro  il 20 della precedente rilevazione. Continua a scendere il Pdl che  passa dal 18 al 17,3%. Scendono anche gli altri principali partiti che   fino a qui hanno ottenuto consensi a due cifre: il Partito dei  siciliani-Mpa arriva al 10% dal 12; l'Udc al 10% dall'11%. 
Da questa  settimana Datamonitor per BlogSicilia.it ha verificato anche il  consenso alle liste dei candidati alla presidenza: la Lista Musumeci  va dal 5 al 6,2% mentre alla prima rilevazione la Lista Crocetta si  attesta sul 6% delle intenzioni di voto superando così lo sbarramento  del 5 previsto per accedere ad un posto di parlamentare all'Ars.
Ci arriva per poco Grande Sud, il partito che esprime Miccichè alla  presidenza che perde mezzo punto passando dal 5,5 al 5% delle  intenzioni di voto. Mantiene il 7% dei voti il Movimento 5 Stelle . mentre Cantiere Popolare-Pid perde consensi passando dal 4 al 3,5%;  Alleanza di centro, che sostiene Musumeci alla presidenza, raggiunge  l'1% dei voti mentre scende Fli che dal 2 arriva a toccare quota 1,5%. ; 0,5% è il risultato che raggiunge Pensiero e Azione-Piazza Pulita;  l'1,2% il Popolo dei Forconi e 1,8% Rivoluzione siciliana.
Per quel che riguarda, infine, i partiti a sostegno della candidatura  di Giovanna Marano, la Lista Fava che raggruppa candidati all'Ars di  Sel, Fds e Verdi scende sotto la quota di sbarramento passando dal 6  al 4,5% delle preferenze.
Scendono anche le quotazioni di Idv, dal 4 al 3,5%.
Risultato opposto vediamo sulla scheda dei partiti e delle liste,  dove riscontriamo che la coalizione che sostiene Crocetta si attesta  al 35% andando ben di 5 punti sopra i voti del suo candidato commenta ancora Tagliaferri -. Mentre la coalizione che sostiene Nello  Musumeci si ferma al 28%, 4 punti al di sotto di quello che ottiene il  candidato di centrodestra. E' in questo gioco di incroci, al quale si  aggiungono anche i risultati degli altri candidati minori, che si   gioca il destino di questa tornata elettorale di ottobre in Sicilia.  
Quale sarà la direzione dell'elettorato? Si punterà sugli uomini o  conteranno le liste e i partiti? Quali dei due sondaggi sono più  vicini alla realtà: quello delle coalizioni o quello dei candidati?  Chi e come eserciterà il voto disgiunto e a chi costerà questa scelta?
Dispiace, ma in questo caso il sondaggio non offre risposte e  risultati ma apre domande e interrogativi. Perde la sua facoltà  previsionale e acquisisce una dimensione esplorativa e di analisi che  riesce a tradurre lo sconcerto e il caos che animano i cittadini  siciliani che si considerano tra i peggio amministrati e tra quelli  
che hanno pagato di più la crisi economica del nostro Paese.
Il sesto sondaggio di Datamonitor, l?ultimo che sarà reso pubblico, è  in programma per giovedì 11 ottobre, e sarà ancora una volta  pubblicato in esclusiva su BlogSicilia.it