Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 30 marzo 2013

Lancette avanti di un'ora. torna l'ora legale

(AGI) - Lancette avanti di un'ora, domani, domenica 31 marzo: torna l'ora legale. L'ora solare sara' di nuovo in vigore a fine ottobre. Nella notte tra sabato 30 e domenica 31 dormiremo un'ora in meno, ma risparmieremo energia elettrica, godendo di un'ora in piu' di sole nella bella stagione. Spostando in avanti di un'ora le lancette dell'orologio si riesce ad avere la luce naturale al mattino, guadagnando un'intera ora di luce la sera. L'ora solare ci ha accompagnato dall'ultimo weekend di Ottobre fino a questa settimana. Il primo a teorizzare il cambio dell'ora fu nel 1784 Benjamin Franklin, scienziato e statista americano sul quotidiano francese Journal de Paris. Nei primi anni l'ora legale durava quattro mesi, dalla fine di maggio alla fine di settembre; durata estesa a sei mesi nel 1981: dall'ultima domenica di marzo all'ultima di settembre. Un ulteriore prolungamento di un mese e' stato introdotto nel 1996, insieme al resto dell'Europa. (AGI) .
"A Lipari centro  affittasi laboratorio di pasticceria/rosticceria con punto vendita per info contattare il 338-5830173."

Punto Nascita. Il grazie del sindaco Giorgianni

COMUNICATO STAMPA
Alla luce delle recenti ottime notizie legate al Punto Nascita dell'ospedale dell'isola di Lipari pur in attesa dei successivi atti che ristabiliscano il diritto per gli eoliani di "Nascere a Lipari" non possiamo non ringraziare il Presidente della Regione Siciliana Crocetta e la sua giunta che con la comunicazione fattami ieri ha dimostrato l'interesse verso queste isole e la capacità di mantenere una promessa che aveva fatto a tutti noi eoliani.
Vorrei comunque sottolineare che sono molte le persone che hanno contribuito al raggiungimento di questo obiettivo,in particolare mi tornano alla mente i nomi di numerosi onorevoli e deputati che attraverso le loro interrogazioni e interventi hanno sostenuto questo insindacabile diritto tra  quali, l'On.Lupo ,l'On.Siragusa, l'On.Ardizzone, il Sen. D'Alia,l'On.Rinaldi e l'On. Panarello.
Certamente alcuni nostri concittadini si sono distinti per il sostegno a questa causa tra i quali senza voler ledere nessuno rammento Saverio Merlino e il Consigliere Giacomo Biviano.
Mi corre anche l'obbligo di ringraziare l'attuale direttore dell'ASP nonché il   personale dell'ospedale che certamente si è prodigato pur nelle condizioni attuali compiendo i massi sforzi. 
Ma non possiamo dimenticare il gruppo "Voglio nascere a Lipari ma forse non potrò più farlo" e il comitato "Giu' le mani dall'ospedale" e quanti hanno contribuito con il "sit in" davanti all'ospedale durante la pacifica protesta, a dimostrare quanto questo diritto fosse rivendicato dai nostri concittadini.
 Il Sindaco
Marco Giorgianni

Ardizzone: Onorevole D'Alia limpido modello politico

"Ricordo l'onorevole Salvatore D'Alia come limpido modello politico di chi per 23 anni, 8 dei quali al Governo, ha servito l'Assemblea regionale all'insegna della lealtà e della correttezza umana e politica, sempre attento alla salvaguardia del profilo istituzionale". Lo afferma il Presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone, commentando la scomparsa dell'onorevole Salvatore D'Alia, avvenuta questa mattina.

Pasqua 2012 a Lipari (di Liparinet)

Il Sindaco di Lipari e il consiglio comunale esprimono le loro più sincere condoglianze alla famiglia D’Alia per la dipartita dell'Onorevole
Salvatore D’Alia
Un eoliano, un uomo politico, un ex amministratore che aveva nel nostro territorio profonde radici e che ha caratterizzato con la sua attività politica la storia del nostro comune. 
In particolare esprimono la loro vicinanza alla cara signora Anna, ai figli Marcello, Gianpiero, Riccardo e alle loro famiglie, a Nunziatina D'Alia e ai suoi cari

Cresce il progetto Messina del PDL

COMUNICATO STAMPA
Cresce il “Progetto Messina” del PdL, dopo l’adesione del vice Presidente del Consiglio Comunale Pippo Trischitta che ha lasciato il FLI, un altro uomo di qualità arricchisce il PdL Messinese, si tratta del consigliere provinciale eletto nel collegio nord della città, Nino Previti, che lascia il gruppo del centro democratico per tornare alle sue origini di centrodestra.
A Previti, cultore della storia di Messina, da sempre impegnato sul territorio per le problematiche della città, indirizziamo i nostri migliori auguri, certi che il suo lavoro contribuirà ad accrescere la nostra già grande famiglia, il PdL Messinese.

Come eravamo: Video della Processione del Venerdì Santo a Lipari di tittyangels1979

Gli Auguri di Giovanni Giardina

Auguri di Buona Pasqua a te e famiglia , a tutto lo staff  di Eolienews e a tutti gli amici vicini e sparsi per il  mondo. Possa nostro Signore Gesu’ Cristo fare risorgere con Lui anche l’animo e la coscienza degli uomini. AUGURI !!!!   
Giovanni Giardina 

Si è spento l'on. Totò D'Alia

Si è spento quest'oggi a Messina l'on. Totò D'Alia, era nato a Lipari. 82 anni e per lunghissimo tempo è stato un punto di riferimento (nella DC e nel CCD)  per la politica messinese ed eoliana. 
E' stato per cinque legislature deputato all'Ars. Ha ricoperto anche il ruolo di assessore regionale ed è stato   eletto per quattro volte, dal 1987 al 2001 anche al Parlamento. E' stato sottosegretario alla difesa del governo Amato. Tra il 2005 e il 2007 ha anche ricoperto l'incarico di assessore comunale agli affari istituzionali al Comune di Lipari. 
I funerali si terranno martedì a Messina e Mercoledì a Lipari dove la salma sarà tumulata nella cappella di famiglia.
Alla moglie, ai figli e ai parenti tutti le condoglianze di Eolienews

Scossa di magnitudo 2,3 al largo delle Eolie

L'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha registrato stamane, alle ore 7:43 una scossa di terremoto al largo delle isole Eolie di magnitudo 2.3 della scala Richter. 
L'epicentro del sisma è stato localizzato dall'Ingv in mare, alla profondità di 11 km. Interessati nell'arco di 10-20 chilometri dalla scossa i comuni di Malfa e Leni, sull'isola di Salina.

E' nato Matteo Luciani !

Il 28 Marzo è nato a Roma, Matteo Luciani, figlio di Antonello e  Caterina Nardacci. 
Il bimbo pesa due chili e ottocento grammi e assomiglia del tutto alla mamma.
Al piccolo l'augurio per un futuro radioso e ricco di  ogni soddisfazione. 
Ai genitori le felicitazioni di Eolienews

Atto vandalico a Panarea

Atto vandalico a Panarea nei confronti del titolare dell'hotel Hycesia. Ignoti, nottempo, hanno versato della pittura anti-ruggine sulla sua auto elettrica. La stessa pittura è finita sui muri e sul cancello d'ingresso.

Partylandia augura Buon Compleanno a Sonia Coppolina

Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno a Sonia Coppolina

PROGETTO-EDILIZIA SCOLASTICA IN SICILIA (di Bartolo Pavone)

Il Ministro Profumo firma direttiva che coinvolge, attraverso protocolli d'intesa, Regioni o Enti locali - Sono 38 i milioni di euro da destinare alla costruzione di nuove scuole attraverso lo strumento del fondo immobiliare.
 Lo prevede la nuova direttiva firmata oggi dal Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Francesco Profumo. Si tratta di una iniziativa volta ad utilizzare la leva del fondo immobiliare per costruire le scuole del futuro. Sono infatti state ridefinite le nuove Linee guida per le architetture interne delle scuole: non più solo aule, ma nuovi spazi di apprendimento in linea con l'innovazione nella scuola.
Uno sguardo, quindi, verso il futuro strettamente collegato al più ampio piano di innovazione digitale delle scuole, di cui anche il recente DM sui libri di testo costituisce un tassello. 
La direttiva rappresenta anche un ulteriore passo in avanti nel programma pluriennale per l'edilizia scolastica, la sicurezza nelle scuole e la costruzione di plessi altamente tecnologici, così come avvenuto in Emilia Romagna dopo il terremoto. 
La sinergia e l'unione delle risorse tra MIUR, Regioni, edifici conferiti da Comuni, Provincie e Regioni, Fondi europei e beni confiscati dalla mafia può rappresentare un modello di rinascita economica per il Paese. Il fondo immobiliare, da costituire attraverso una Società di Gestione del Risparmio appositamente individuata dall'Ente locale/Regione tramite procedure ad evidenza pubblica, è uno strumento finanziario destinato a realizzare le nuove strutture grazie alla valorizzazione degli immobili obsoleti, conferiti dall'Ente locale/Regione, e ad ogni ulteriore eventuale cofinanziamento.
Modalità di accesso ai fondi:
Per accedere ai contributi gli Enti locali/Regioni dovranno presentare richiesta, all'indirizzo di PEC: dppr@postacert.istruzione.it - entro il termine di 15 giorni dalla pubblicazione della direttiva sulla Gazzetta Ufficiale, specificando l'importo del contributo richiesto ed inviando il modello di protocollo di intesa, nel quale dovranno essere espressamente indicati gli interventi da realizzare ed il relativo costo totale. Il contributo è concesso previa valutazione della congruità della domanda, secondo lo stretto ordine cronologico di ricevimento delle richieste, fino ad esaurimento delle risorse disponibili e, per ciascun Ente locale/Regione, non può eccedere il 25% del costo totale previsto per la
realizzazione degli interventi né essere superiore a quanto richiesto e, comunque, superare l'importo complessivo di 5 milioni di euro. Le risorse verranno modulate in rapporto all'entità del fondo. 

Gli Enti locali e le Regioni che hanno diritto al contributo, dovranno successivamente sottoscrivere formalmente con il MIUR il Protocollo di Intesa.
Il protocollo d'intesa tra Miur ed Ente locale/Regione
Con la sottoscrizione del protocollo per poter accedere ai contributi l'Ente locale o la Regione si impegna a definire, promuovere ed attivare l'esecuzione di un progetto di edilizia scolastica, consistente: nella realizzazione di interventi di rigenerazione del patrimonio immobiliare scolastico di competenza, destinato all'istruzione statale, che comprendano anche interventi di costruzione di nuovi edifici scolastici da destinare anch'essi all'istruzione statale;
nell'uso dello strumento del fondo immobiliare per la realizzazione dei suddetti interventi, da costituire attraverso una Società di gestione del risparmio, appositamente individuata dall'Ente locale/Regione tramite procedure ad evidenza pubblica. Al fondo saranno conferiti e/o apportati da parte dell'Ente locale /Regione, immobili da valorizzare, aree pubbliche per le nuove costruzioni ed ogni eventuale ulteriore cofinanziamento.
Cliccando sui seguenti link possono essere consultate le ultime innovazioni introdotte in materia di edilizia scolastica.
Le nuove scuole costruite in Emilia Romagna dopo il sisma:
http://www.iltempodellascuola.it
Le architetture della scuola del futuro:
www.indire.it/eventi/quandolospazioinsegna
Miur

Pausa Caffè di Daniele Corrieri. "A proposito dell'azzeramento della giunta"


Il Sindaco ha azzerato la Giunta, ma forse era meglio lo facesse a settembre 2012 come si era stabilito nel giugno 2012 e ciò a prescindere dal dire che non si è fatto per ragioni legate alle varie elezioni in corso.
Detto ciò per non averlo fatto  a settembre 2012 oggi siamo in piana crisi, ovviamente nessuno è responsabile come del resto bisogna dire:  è stato fatto poco …  e non è poco! Scusate il gioco di parole.
Questi due primi paragrafi possono dare una lettura di colpe al Sindaco, ma io le definisco riflessioni accompagnate da un po’ di logica; essendo che lo stesso dichiara che a noi interessano le vicende locali e non quelle regionali o nazionali. Forse, e diciamolo involontariamente si è contraddetto, perché tra settembre 2012 e marzo 2013 ci sono state elezioni regionali e nazionali.
Ora che succede? Se stiamo ad ascoltare i partiti servono 10 assessorati; se stiamo a leggere la legge, due consiglieri comunali possono fare gli assessori; se stiamo ad ascoltare il Sindaco nessuno farà l’assessore consigliere. Ma, alla fine, a prescindere da quel che permette la legge o di cosa abbia come intenzione di fare il Sindaco a noi può interessare relativamente. Fermo restando che lo stesso “Nominando”, o meglio scremando, i nomi che gli vengano presentati dai vari partiti lascerà molti scontenti e probabilmente si creerà una spaccatura senza precedenti.
Quindi li trovi Lei i 4 Assessori Sig. Sindaco a prescindere l’appartenenza Politica, poi i Consiglieri Comunali faranno il loro dovere in Consiglio Comunale, ovviamente in attesa che le forze di Maggioranza non sembrano quei soggetti che giornalmente si presentano alla “Caritas” per un tozzo di pane.
Perchè dico ciò? Perchè i Consiglieri di Maggioranza hanno sposato il Suo programma a prescindere dalle nomine, come trovo ovvio che Lei non abbia promesso nulla a nessuno, pertanto se non ha promesso vada avanti, ma se ha promesso sedie o seggiole stia attento perchè rischia di trovarsi da solo per circa un anno e mezzo ancora.
Daniele Corrieri

Incoraggiamento per un futuro migliore per le nostre isole

Carissimi concittadini, 
sosteniamo con forza morale e con grande impegno,chi ha il coraggio di prendere decisioni importanti per la nostra comunità. Io credo e ne sono convinto che: ” Senza investimenti pubblici non c'è sviluppo, senza una pubblica amministrazione che funziona, non c'è legalità, senza ricerca non c'è innovazione, senza istruzione e formazione non c'è crescita. E senza di tutto questo i cittadini sono più poveri, con meno diritti e pagano di più per avere di meno.”. Tantissimi Auguri. 
Bartolo Pavone

Auguri a...Sonia, Vittorio, Elio e Paolo

Gli auguri di buon compleanno oggi sono per Sonia Coppolina,Vittorio Lo Schiavo, Elio Benenati, Paolo Gemellaro
N.B. A partire dal 1° di Aprile gli auguri (di qualunque genere) con o senza foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno.

Il consigliere (assessore?) Sardella e la sistemazione di una "basola"

Bravo sindaco!

Riceviamo e  pubblichiamo:
Soltanto un folle può pensare di riuscire a cambiare il mondo:ma soltanto quel folle può davvero riuscirci.
BRAVO SINDACO
MAURIZIO TURCARELLI 

venerdì 29 marzo 2013

I cicloamatori dell’associazione “Vibo Bikers” sbarcano a Salina domenica 14 Aprile 2013 in occasione della 1^ tappa “Onda d’urto 2013”.

Si svolgerà domenica 14 Aprile 2013 a Santa Marina Salina la 1^ tappa “Onda d’Urto 2013” con il patrocinio dei Comuni di Vibo Valentia e di Santa Marina Salina. La manifestazione prevede l’arrivo di circa 150 appassionati, amanti delle due ruote e della natura che pedaleranno nelle strade dell’isola. L’associazione “Vibo Bikers” presieduta da Alessandro Vangeli, insieme all’intero movimento “Onda d’Urto”, raggruppa da diversi anni circa quaranta associazioni sportive dilettantistiche, calabresi e non, accomunate dalla stessa passione per la natura e le ruote grasse (Mountain Bike). Ha come principale obiettivo quello di far conoscere ai propri aderenti nuovi territori e scenari naturalistici incontaminati ed a tal proposito è stata scelta l’incantevole isola di Salina per fare apprezzare e condividere le bellezze del suo territorio. Il percorso prevede la scalata sulla riserva naturale Monte Fossa delle Felci, la vetta più alta delle Isole Eolie con i suoi 962 m. s.l.m. L’arrivo dei cicloamatori direttamente dalla Calabria è previsto per le ore 9,00 e la partenza della manifestazione avverrà alle 10,00 dal porto di Santa Marina Salina. Sono circa 40 i chilometri che verranno coperti dalla comitiva. A fine manifestazione, dopo il saluto da parte del Sindaco Massimo Lo Schiavo, è previsto un breve rinfresco a bordo della motonave che riporterà i bikers in Calabria.
Ufficio Stampa
(Provincia di Messina)

Sicilia: l'assessore al turismo che vorremmo

Con la nomina di Franco Battiato alla guida del Turismo in Sicilia il presidente Crocetta aveva inteso dare un chiaro segnale alla politica e ai partiti. A questo segnale non è poi però seguita quell’azione programmatoria e di leadership di cui il nostro settore ha urgente bisogno.
Leggere di alcuni nomi che, per quanto rispettabili, davvero poco hanno a che vedere con il profilo di chi in questo momento dovrebbe guidare l’Assessorato Regionale al Turismo, ci fa tremare e ci fa temere per quello che rischia di tramutarsi nell’ennesimo flop ai vertici di questo assessorato, dichiara Christian Del Bono, presidente Federalberghi isole minori della Sicilia.
Non abbiamo, ovviamente, l’ardire di segnalare al presidente Crocetta alcun nominativo, continua Del Bono, ma sicuramente abbiamo il dovere di contribuire a suggerirne il profilo.
Serve, innanzitutto, un addetto ai lavori che si sia occupato estensivamente di turismo e che abbia dimostrato ampie capacità di districarsi nelle problematiche del pubblico ma che si sia soprattutto distinto nell’industria turistica in senso ampio.
Deve, quindi, avere la consapevolezza di trovarsi a capo di quello che dovrebbe essere concretamente (e non solo a livello propagandistico) il settore trainante per l’intera economia siciliana e, ovviamente, deve essere messo nelle condizioni di poter agire di conseguenza.
Deve saper leggere con estrema chiarezza le dinamiche alla base della filiera turistica ed avere la capacità di pianificare e governare lo sviluppo turistico siciliano per, almeno, i prossimi tre anni.
Diversamente, conclude Del Bono, ci troveremo di fronte all’ennesima comparsa, in carica per un annetto o poco più (di norma gli assessori al turismo in Sicilia, salvo gravi incidenti istituzionali, non durano molto più di un anno), il cui lavoro verrà poi regolarmente cancellato o sovrascritto da chi vi subentrerà.

Punto nascita. Biviano ricorda il suo impegno e ringrazia Crocetta

Ho appreso dall'Assessore Bartolotta dell'atto compiuto oggi dalla Giunta Regionale per la messa in sicurezza del nostro punto nascita.
Non posso non esprimere soddisfazioni nell'accoglimento delle richieste da parte del sottoscritto nell'allora qualità di Assessore ai servizi socio-sanitari fatte pervenire al Presidente Crocetta con l'ultima lettera del 18 marzo scorso, con la quale gli organi di stampa hanno dato ampia risonanza.
Allo stesso tempo sono convinto che lo stesso Presidente abbia tenuto conto delle oltre 1500 firme consegnate personalmente a Lipari nel mese di ottobre 2012 pochi giorni prima del voto regionale . In quell'occasione lo stesso mi promise che prima ancora che il tribunale amministrativo emettesse sentenza definita avrebbe riaperto lui in caso di elezione a governatore siciliano il punto nascita eoliano.
Presidente, Lei ha mantenuto la promessa. GRAZIE!!!!
Dott. Giacomo Biviano
Consigliere Comunale

"Devo congratularmi con Marco....adesso bisogna cominciare a lavorare sul serio" (di Angelo Sidoti)

Devo congratularmi con Marco per l'atto di responsabilità e perché no anche per il coraggio che oggi ha manifestato all'intera cittadinanza con la revoca di tutta la Giunta.
Un Sindaco deve fissarsi come obiettivo principale del suo mandato, la realizzazione del suo Programma Elettorale con concretezza e determinazione.
Con questo non voglio sminuire l'operato o la validità della precedente Giunta ma ritengo indispensabile una separazione netta tra i ruoli di Consigliere e quello di Assessore.
Adesso bisogna incominciare a lavorare sul serio. C'è tanto da "fare" ma ritengo che scegliendo una buona squadra i risultati possano incominciare a materializzarsi.
Con l'incontro con i cittadini di qualche giorno fa il primo cittadino aveva intrapreso un percorso importante con la gente ovvero quello la scelta di accettare il confronto e perché no accettare anche le critiche e le osservazioni (anche se quest'ultime sono mancate nell'incontro).
Confesso sono stato un pò critico con il Sindaco nel mio articolo post incontro. Avrei preferito, infatti, un coinvolgimento maggiore nella discussione da parte degli assessori ed un profilo più basso nell'illustrare i traguardi raggiunti.
Oggi ci troviamo solo in un punto di partenza. La situazione contingente che il nostro Paese sta attraversando ci obbliga a dedicarci con impegno e duro lavoro alla risoluzione dei problemi che attanagliano il nostro Comune.
Per fare questo bisogna confrontarsi, discutere, mettere insieme idee e programmi. Ma sopratutto valutare bene le priorità iniziare da quelle più tangibili per la gente comune per poi passare ai grandi progetti. Insomma bisogna applicare un principio basilare presente nelle aziende private ovvero la "pianificazione e la programmazione" coinvolgendo in questo processo la maggior parte di soggetti.
Quindi caro Marco dopo il primo passo di qualche giorno addietro oggi hai intrapreso un percorso ancora più duro.
Sicuramente con questo atto recuperi consenso dai tuoi concittadini ma attento la politica cercherà di frenarti in ogni modo. Non avere timore e vai avanti qualche amico per strada lo trovi sempre.
La gente osserva Te ma anche loro. I Consiglieri ed i partiti devono mettersi in testa che sono solo dei rappresentanti della gente e non detentori di chissà quale potere. Non parliamo di chi da lontano vuole sempre influenzare le scelte nel nostro Paese.
Angelo Sidoti

"Punto nascite" Merlino sollecita Crocetta a ritirare l'appello presentato dall'ex assessore Russo

"Sono soddisfatto e non potrebbe essere altrimenti della decisione assunta dalla giunta regionale di riaprire il "punto nascite" di Lipari". Ce lo dichiarato Saverio Merlino (PD) che ha anche aggiunto "Ho contattato il Presidente Crocetta affinchè compia un ulteriore passo. Cioè ritiri l'appello presentato dall'ex assessore regionale Russo contro la sentenza del TAR favorevole al mantenimento del "punto nascite" di Lipari".

Il video dei preparativi per la Processione dei Misteri o delle varette a Lipari

La giunta Crocetta da il via libera. Riapre il "punto nascite" a Lipari. La soddisfazione di Giorgianni

"La giunta regionale, presieduta dal presidente Crocetta, ha ripristinato di fatto il "punto nascite" all'ospedale di Lipari. La decisione è maturata nel corso della riunione di oggi e mi è stata appena comunicata dallo stesso Presidente della Regione".
La notizia arriva dal sindaco di Lipari Marco Giorgianni visibilmente soddisfatto "per la riacquisizione da parte degli eoliani di un importante diritto quale quello di poter tornare a nascere a Lipari". Giorgianni- ricorda ancora- come "quando il presidente Crocetta venne a Lipari, durante la campagna elettorale per le Regionali una delle priorità che gli ho sottoposto, durante l'incontro pubblico, fu proprio quella della riapertura del punto nascite di Lipari. Riapertura che non ho mancato di sollecitargli in altri incontri. Adesso bisognerà attendere soltanto che la delibera della giunta regionale venga fatta propria dal Ministero".
Ricordiamo, inoltre, che per rivendicare il diritto di nascere a  Lipari si è organizzata una protesta pacifica davanti all'Ars a Palermo e che diverse iniziative erano state intraprese per riottenere tale diritto; non ultime quelle della creazione di un apposita pagina su facebook.
Come si è giunti a questo - La giunta siciliana guidata da Rosario Crocetta ha approvato il piano di ottimizzazione dell'assistenza sanitaria nelle localita' disagiate presentato dall'assessore Lucia Borsellino. ''Al centro del provvedimento - ha detto il Presidente della Regione siciliana Crocetta - il diritto alla salute per i cittadini delle isole minori e dei comuni disagiati della Sicilia''. E' stato cosi' previsto il mantenimento e la contestuale messa in sicurezza dei punti nascita di Lipari, Pantelleria, Mistretta, Bronte, Nicosia, Mussomeli e della casa di cura Attardi di Santo Stefano di Quisquina, che pure avendo un numero di parti annui inferiore a 500, presentano peculiari caratteristiche di isolamento territoriale o difficolta' di trasferimento dei pazienti alle strutture ostretico-ginecologiche piu' vicine. ''Per la messa in sicurezza di questi punti nascita - aggiunge il governatore - saranno previsti modelli organizzativi flessibili e integrati tra ospedale e territorio, anche grazie a una rotazione del personale all'interno dei presidi del Dipartimento materno infantile e prevedendo inoltre programmi di formazione professionale''. Sempre al fine di offrire una piena tutela della salute dei cittadini e' stato anche chiesto uno specifico finanziamento al Ministero della Salute, al fine di un'implementazione della dotazione tecnologica delle strutture sanitarie delle aree disagiate e il rafforzamento della telemedicina per la rete dell'infarto e il tele-consulto neuro-chirugico, che permettera' di sgravare la popolazione locale di molti disagi legati ai trasporti e ai trasferimenti in terra ferma.

Circoscrizione di Vulcano. Il Tar di Catania da ragione a Ferlazzo che subentra a Nastasi

Il signor Giovannino Ferlazzo subentrerà a Emiliano Nastasi nel consiglio circoscrizionale di Vulcano. Lo ha deciso il TAR di Catania che ha accolto il suo ricorso, presentato dall'avvocato Saro Venuto. Ricorso proposto da Ferlazzo contro il comune di Lipari, l'Ufficio centrale elettorale e nei confronti di Basile Roberta, Faralla Christian, Nastasi Emiliano, Messina Angelo, Mandarano Sergio e Trecca Paolo. Questi ultimi nella veste di candidati eletti nel consiglio circoscrizionale di Vulcano.
Il Ferlazzo, non eletto tra  i componenti il consiglio circoscrizionale poichè superato per numero di voti dal Nastasi, attraverso il suo legale ha presentato ricorso poichè riteneva che 7 voti espressi a suo favore erano stati, invece, annullati dal presidente di seggio.
Una volta che l'avvocato Venuto ha presentato il ricorso il Tar con ordinanza collegiale del 8/11/12 ha ordinato alla Prefettura di Messina di procedere al riconteggio delle schede votate per la Circoscrizione di Vulcano.
Dopo il riscontro ottenuto dalla Prefettura il Tar di Catania nell'udienza pubblica del 28/3/13  ha accolto i motivi del ricorso del Ferlazzo. Il conteggio effettuato presso la Prefettura aveva, infatti, dato ragione al ricorrente.
Ne consegue che adesso, in applicazione della sentenza del Tar, Ferlazzo dovrà subentrare a Nastasi.

Stasera a Lipari: Processione dei Misteri o delle Varette (le foto dei preparativi)






UDC convocato il direttivo. Si formalizzeranno anche le dimissioni del dottor Paino

Si comunica che, su richiesta del componente Aldo Natoli e dei consiglieri Bartolo Lauria  e Luciano Profilio è convocato il consiglio direttivo  per mercoledì  3 aprile alle ore  16,00 presso lo studio commerciale del
Rag. Spinella in via V. Emanuele  (sopra ottica Sottile). Nel corso del  consiglio direttivo verranno formalizzate le irrevocabili  dimissioni  del segretario dott. Mario Paino, per  motivi  personali  e professionali , già  preannunciate

"Ecco perchè ho azzerato la giunta". Il sindaco Giorgianni spiega i motivi di una decisione che non ha precedenti

Il video con l'intervista al primo cittadino

L' Editoriale. Azzeramento giunta Giorgianni fatto storico ma inevitabile

L'azzeramento di una giunta municipale, almeno nel nostro comune, costituisce una decisione storica e, certamente, non è stata facile da prendere.
Da qui a qualche minuto vi proporremo la prima intervista rilasciata "a caldo" dal sindaco Marco Giorgianni dopo l'ufficializzazione della determina che solleva dall'incarico Berzioli, Biviano, Lauria e Masin.
Partiamo da  una premessa che forse ci attirerà le ire di qualcuno ma non importa!
 Questo direttore è pienamente d'accordo con quanto fatto dal sindaco; lo ero prima lo sono ancora di più adesso dopo averlo intervistato.
Poco importa se la decisione è maturata il Venerdì Santo. Nello scrivere "Meglio così" siamo convinti che tutto ciò è accaduto poichè i tempi erano maturi; che il paese avesse bisogno di una scossa; che le poltrone assessoriali non si detengono per volontà dello "Spirito Santo" ma che devono essere vissute e confermate giorno per giorno; che era giunto il momento- così come chiede la maggioranza del paese- di fare scomparire la doppia figura di consigliere-assessore (anche se lo prevede la legge).
Siamo sicuramente ad una svolta; il sindaco Giorgianni si è mostrato fiducioso nella ricomposizione in tempi brevi della compagine amministrativa.
Certo c'è da chiedersi cosa accadrà a livello di consiglio comunale; quanto influiranno le decisioni prese dal sindaco e quelle che prenderà dopo aver sentito i partiti e i movimenti.
Dicevamo siamo ad una svolta... perchè il paese non può più languire e ha bisogno di risposte concrete e non di proclami.
Il tempo dirà se la coraggiosa scelta di Giorgianni pagherà. Oggi siamo certi di potere scrivere che buona parte del comune condivide la sua scelta e noi con loro
Salvatore Sarpi

"Condivido la scelta del sindaco di azzerare la giunta (di Luca Chiofalo)

Senza voler discutere meriti o demeriti degli esautorati, tutte persone capaci, condivido la scelta del sindaco di azzerare la giunta.
Rifiutarsi di galleggiare (tra veti incrociati e lotte di fazione) e tentare di cambiare marcia al governo del paese dimostra il senso di responsabilità del capo dell’amministrazione nei confronti della popolazione e afferma con forza le prerogative del ruolo.
Non saranno giorni facili per il sindaco Giorgianni.
Un simile provvedimento acuirà le frizioni con i partiti che sostengono la maggioranza e la corsa agli incarichi vacanti alimenterà ambiziosi finora silenti; ma sono convinto che andava fatto: rassegnarsi allo stallo sarebbe stato politicamente pericoloso e amministrativamente disastroso.
La forza del gesto -e il rischio che esso comporta-  lascia intendere che il sindaco abbia in mente un percorso che accresca efficienza e slancio della macchina amministrativa, oltre alla volontà di rispondere del proprio operato principalmente alla comunità e non ai partiti.  
Attendiamo i nuovi assessori e speriamo…
 CORDIALMENTE
LUCA CHIOFALO

PRESTI A UN PASSO DAL TURISMO AI BENI CULTURALI IPOTESI SGARLATA

(MDP) “Il primo nome, ormai quasi certo, è noto a tutti. Per il mecenate le porte dell’assessorato al Turismo dovrebbero aprirsi a breve”. Negli uffici della Presidenza della Regione questa mattina è stato un via vai di persone e telefoni che squillavano. Per Antonio Presti, il mecenate che si inventò la Fiumara d’Arte nel Messinese, la strada ormai sembrerebbe essere in discesa. Sarà lui, il primo delle due new entry che inaugureranno la giunta Crocetta bis.
Ma se per l’assessorato al Turismo l’accordo può dirsi ormai vergato, molte sono ancora le ipotesi in campo ai Beni Culturali, dove l’ultima ipotesi in ordine cronologico è quella dell’archeologa siracusana Mariarita Sgarlata. Sgarlata alle recenti elezioni politiche è stata candidata al Senato nella lista Megafono e con lo stesso simbolo è candidata a sindaco di Siracusa alle prossime amministrative. Un profilo, dunque, meno tecnico rispetto agli altri componenti della giunta regionale, su cui il dibattito è ancora aperto. “Sono tutte ipotesi e indiscrezioni, ma non c’é alcuna ufficialità – precisano dalla Presidenza -. Sul secondo incarico, non siamo ancora in condizioni di escludere alcuna ipotesi”.

Partylandia augura Buon Compleanno a Giorgia Finocchiaro

Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno alla piccola  
Giorgia Finocchiaro 
che oggi festeggia il suo primo compleanno. 

Il sindaco Giorgianni azzera la giunta

La notizia era nell'aria (almeno per quanto ci riguarda) già da  ieri sera ma abbiamo preferito attendere l'ufficialità.
Il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni,  con propria determinazione, ha azzerato la giunta municipale.
La decisione del sindaco, che sino a questo momento non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali sulle motivazioni, porrebbe fine a tutta  una serie di problematiche che si erano creato all'interno dell'amministrazione del paese.
Ma questa potrebbe non essere l'unica novità. Siamo al lavoro per verificare  un'altra notizia che, se confermata, potrebbe creare un certo clamore. Per la cronaca non riguarda direttamente il comune ma organismi ad esso collegati.

GRUPPO PDL ALL’ARS PRESENTA DDL ANTIMAFIA

di Chiara Billitteri -
Il Popolo delle Libertà presenta all’Assemblea regionale siciliana “il primo disegno di legge antimafia”. Insieme con le attiviste dell’associazione Legalità è Libertà, l’imprenditrice Valeria Grasso e la consigliera di Confcommercio con delega all’azione antiracket Katia Raciti, Salvino Caputo e Vincenzo Fontana hanno presentato un ddl che prevede “norme in materia economica a sostegno di una terra vittima di mafia, usura ed estorsione”: un “attacco frontale” al racket delle estorsioni a tutti i livelli, a partire dai contratti e dagli appalti pubblici fino al privato.
Prevista, infatti, l’introduzione di norme “ancora più rigorose – spiega Caputo – per le procedure d’appalto, e che rendono quindi più difficile alla mafia di infiltrarsi”. Ma il provvedimento introduce anche altre novità, come l’istituzione di somme e fondi a favore delle vittime della mafia, delle estorsioni e dell’usura. E’ previsto, poi, anche un fondo a sostegno dei Comuni e dei sindaci che vogliono costituirsi parti civili nei processi di mafia, e che non hanno i mezzi economici per pagare gli avvocati.
Infine i beni confiscati: “Una parte importantissima della lotta alla mafia e all’usura – continua il parlamentare Pdl – perché tutti sanno che un mafioso povero è un mafioso più debole, e in questo momento non c’è nessuna norma che prevede il finanziamento a enti che acquistano i beni, impedone così l’utilizzo”. Il disegno di legge presentato da Caputo impegnerebbe la Regione a finanziarne proprio enti e associazioni che vogliono acquistare questi beni, al fine di recuperarli e poterli riutilizzare.
Con l’ultimo articolo del ddl si prevedono quindi impegni finanziari da parte della Regione e si individuano e si istituiscono i capitoli di spesa, mentre si decide la ripartizione dei finanziamenti fra gli enti destinatari che, dalla stessa legge, saranno riconosciuti e sostenuti.

Il "Sepolcro" nella chiesetta del Pozzo a Lipari

Vi proponiamo una  foto scattata al "Sepolcro" realizzato nella chiesetta del Pozzo a Lipari. Da questa chiesetta Don Gaetano Sardella, attraverso eolienews, formulerà gli auguri di Pasqua.
Il video con gli auguri sarà proposto domani.

Pallavolo. Per le eoliane oggi scontro diretto al Nicola Biviano

Le ragazze dell'Hotel Cutimare recupereranno l'importante scontro diretto contro l'I Pip Volley di Gioiosa Marea, oggi alle ore 14:00,sempre al Nicola Biviano. 
La società del Club Meligunis invita tutti gli appassionati ad essere presenti numerosi per sostenere le ragazze e mister Biviano. 

Auguri a....Mariarosa !

Gli auguri di buon compleanno oggi sono per Mariarosa Merlo
N.B. A partire dal 1° di Aprile gli auguri (di qualunque genere) con o senza foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno.

giovedì 28 marzo 2013

Atto vandalico in vico Montebello. Incendiata la rete di protezione di un cantiere

Minuti d'apprensione in pieno centro a Lipari in vico Montebello (il vicolo ubicato alle spalle di quella che è stata la sede del CS Lipari). Circa quaranta minuti fa un incendio, sicuramente doloso e riconducibile ad un atto vandalico, è stato appiccato alla rete di protezione del cantiere che insiste in quella zona. Sul posto sono immediatamente intervenuti i carabinieri che hanno allertato i vigili del fuoco e nell'attesa si sono prodigati per spegnere le fiamme.
I pompieri (caposquadra Dina) hanno provveduto al loro arrivo a bonificare la zona.
Nessun danno per le abitazioni limitrofe.

Sidoti e i "debiti fuori bilancio"

Sul tema debiti fuori bilancio finalmente gli organi preposti iniziano ad avere maggiore sensibilità e senso di responsabilità.
Certo quelli portati all'approvazione del Consiglio Comunale sono per lo più relativi a sentenze esecutive.
L'articolo 194 del Tuel stabilisce, in sostanza, che è legittimo sanare i debiti fuori bilancio purché l'ente che li ha contratti ne abbia tratto una qualche utilità o arricchimento. Semplificando, si può dunque parlare di debiti fuori bilancio “buoni” e di debiti fuori bilancio “cattivi”. Quelli buoni sono quelli accumulati da un Comune per finanziare opere o servizi di pubblica utilità. Quelli cattivi sono quelli che vengono a crearsi in seguito a una gestione finanziaria inadeguata protrattasi nel tempo.
I nostri a quale categoria appartengono?
Quanti sono, in totale, i debiti fuori bilancio del Comune Lipari?
Negli ultimi tre anni che somme sono state liquidate dal Comune di Lipari per debiti fuori bilancio? Io ne ricordo una in particolare della Eolie Servizi Srl in perenne stato di liquidazione di Euro 535.407,09.
Spero che non vengano mai portati in Consiglio altre categorie di debito fuori bilancio come quelli previsti al comma b) e c) dello stesso articolo 194, riferiti a copertura di disavanzi di consorzi, aziende speciali e di istituzioni oltre che la ricapitalizzazione di società di capitali costituiti per l'esercizio di servizi pubblici locali. La materia su questi due punti è abbastanza articolata e lascia secondo me pochi spiragli.
Ma sul tema partecipate spero che si faccia chiarezza al più presto e sopratutto che vengano trasmesse al Consiglio Comunale tutte le relazioni e la documentazione sollecitata dal Presidente del Consiglio Comunale (che spero abbia citato un' ordine perentorio per il riscontro) e riportate in delibere di giunta ed in proposte di deliberazioni.
Per concludere ma non possiamo innescare un meccanismo virtuoso per la gestione dei suddetti debiti onde evitare di pagare somme con aggravio di interessi?
Ultime due domande:
Ma la Commissione Consiliare Speciale per la verifica del contenzioso del Comune e quindi anche dei debiti fuori bilancio è stata costituita?
Ma quando si valutano i dirigenti o le posizioni organizzative si tiene conto anche di eventuali debiti fuori bilancio maturati nel loro settore come elemento negativo?
Sidoti Angelo

Giovedì Santo: Il Sepolcro nella Basilica minore di S. Cristoforo a Canneto (video)

Abbiamo visitato oggi pomeriggio il Santo Sepolcro realizzato nella Basilica Minore di San Cristoforo a Canneto.
 VI PROPONIAMO UN BREVE VIDEO:

Ma chi se ne frega del Politico disoccupato! (di Daniele Corrieri)

La Politica Eoliana in questi giorni sta dimostrando che le Poltrone o meglio le varie nomine di qualsiasi tipo sono Politiche e non di “scelta” tecnica” le stesse poltrone le definisco SISTEMAZIONE POLITICA A PAGAMENTO. Ricordo che gli Assessori hanno uno stipendio di circa 1600 € e poi ci sono varie consulenze retribuite a vario titolo a soggetti messi o dal Sindaco o dai Partiti in qualche società partecipata. Sottolineo che questo che accade e che si legge sui media  ha causato fratture politiche nella maggioranza.
Il tutto andando in barba ai giovani disoccupati e ai Padri e Madri di Famiglia in cerca di un qualsiasi lavoro e basti che si lavori.
Nonostante tutto, gli elettori non producono protesta verso gli eletti per questi atteggiamenti indecorosi e messi in piazza dai nostri rappresentati, che più che litigare dovrebbero preoccuparsi di chi lavoro non ne ha.
Quindi invito a protestare e CENSURARE  questi giochi di politica anche perché protestare per un mancato posto di lavoro non serve ai politici, serve a voi. Poi chi lo ha detto che non potrebbe essere vostro il posto del politico per incarico?
Chissà cosa ne pensa il Direttore . . .?

FINE DEGLI EFFETTI SPECIALI, IL GOVERNATORE VOLTA PAGINA


Domanda: “Non voterete la fiducia a Bersani?”né alla Camera né al senato?”
Risposta: “Corretto, non voteremo la fiducia…”
D: “Votereste la fiducia ad un governo diverso?”
R:  “Un governo con programma 5 Stelle”
D:  “Quindi, trattate per ottenere la fiducia a un governo 5 Stelle”
R:”No, non trattiamo con nessuno”.
E’ la sintesi, con parole nostre, o quasi, dell’incontro fra Pierluigi Bersani e i due capigruppo M5S, Lombardi e Crimi, trasmesso in streaming per volontà del Movimento. Trasparenza, ma anche la volontà di fare conoscire al mondo l’irriducibilità di M5S.
Non è bastato, tuttavia, Beppe Grillo ha messo il sugello, semmai qualcuno avesse qualche dubbio, ipotesi davvero impossibile, con un breve ma intenso editoriale sul suo blog. Parolacce e insolenze per ribadire il concetto: per dirla con il Marchese del Grillo, versione Alberto Sordi: Io so io e voi non siete un cazzo.
Il copione prevedeva che l’incontro con Bersani fosse preceduto da una intenzione espressa dai parlamentari grillini all’unanimità. Così è stata raccontata. Nesuna smagliatura, niente di niente. Avete presente le adunate del parlamento cinese? Qualcosa di simile, a quanto pare. Hanno alzato la mano all’unisono o hanno fatto con il sistema d’aula: chi è d’accordo resta seduto e chi non è d’accordo si alzi 
Non importa. La linea resta il rifiuto della fiducia o della non sfiducia (Senato, abbandono dell’aula).Obiettivo: andare al governo, senza dovere trattare con alcuno. Come e quando? Costringendo le coalizioni, centrodestra e centrosinistra, a governare, o meglio “sgovernare”, per tornare alle urne, in tempi brevi, e chiedere al popolo italiano il plebiscito sul Movimento 5 Stelle, unica alternativa ai partiti italiani.
Lungo questo percorso non possono esserci ostacoli di sorta. Il modello siciliano, per fare un esempio, vissuto come un processo virtuoso di collaborazione, con il placet di Beppe Grillo, è stato asfaltato da Giancarlo Cancelleri. “Il modello siciliano siamo noi”, ha affermato, “se sgarrano, li mandiamo a casa”.  I provvedimenti del governo regionale, esaminati favorevolmente – tra gli altri il documento di programmazione economica e finanziaria, uno degli atti politici di maggior rilievo – sono farina del sacco del M5S? A rigor di logica, sì, ma di fatto non è così.
C’è stata una valutazione concorde. Ogni provvedimento votato favorevolmente da una assemblea è il risultato di un confronto politico e una concorde valutazione.
Il modello siciliano non può avere solo l’imprinting del M5S. Perciò non può sopravvvere all’ostentato isolamento romano richiesto da Grillo e Casaleggio ai loro parlamentari. Il modello siciliano, infatti, a prescindere dalla sua reale rilevanza e affidabilità, contraddice la linea irriducibile e la indebolisce. Per queste ragioni non può sopravvivere.
Venuta meno la sponda M5S, Crocetta deve consolidare la maggioranza politica, rafforzando il governo. Zichichi e Battiato, dunque, al di là delle motivazioni, vanno sacrificati su quest’altare. Il M5S, dunque, finisce con regalare agli odiatissimi partiti altri spazi di gestione della pubblica amministrazione.
Avverrà anche a Roma, naturalmente. Il massimalismo è il migliore amico dei suoi nemici. Un paradosso.

Incendio auto dei carabinieri. Ha giurato il perito che si occuperà della perizia psichiatrica sul responsabile

Quest'oggi, presso la sezione distaccata del tribunale di Lipari, davanti al giudice Fabio Gugliotta, ha giurato il professor Costa incaricato della perizia psichiatrica nei confronti del 35enne liparese che venne tratto in arresto il 15 marzo dopo che aveva dato parzialmente fuoco a due auto dell’Arma posteggiate sotto la caserma di Lipari. Intanto il tribunale del riesame, su istanza dell’avvocato Saro Venuto, ha fissato l’udienza per il prossimo 4 aprile. 

Tratto in arresto per detenzione di droga ai fini di spaccio. Assolto perchè il fatto non sussiste

Assolto perché il fatto non sussiste. Questa la sentenza emessa dal Gip Anna Adamo del Tribunale di Barcellona nei confronti di Salvo Cutuli (anni 29), un catanese residente a Lipari che, nell’aprile del 2012 era stato tratto in arresto dai carabinieri, in quanto trovato in possesso di 5 grammi di sostanza stupefacente che gli inquirenti ritennero fosse pronta per lo spaccio. 
L’avvocato Saro Venuto, che già aveva ottenuto per il giovane la misura degli arresti domiciliari e, successivamente, l’obbligo di dimora, ha sostenuto la tesi (accolta dal Gip) che deve essere dimostrata dalla pubblica accusa che lo stupefacente rinvenuto sia destinato allo spaccio.

Canneto - San Vincenzo: restaurato il Crocifisso. Addobbata l'area circostante

Così come lo scorso anno il Cristo posizionato in prossimità della zona di San Vincenzo è stato sottoposto ad opera di manutenzione e restauro. Questa è stata effettuata da Patrizia Restuccia.
Una volta restaurato l'artistico crocifisso è stato ricollocato nella sua sede abituale.
Come visibile dalla nostra foto lo spazio antistante il C
rocifisso è stato addobbato con tantissimi fiori dalla signora Fiorella Restuccia che si è avvalsa della collaborazione del geometra Natalino Furnari.

Via Crucis a Vulcano

La Parrocchia SS. Angeli Custodi di Vulcano come ogni anno organizza LA VIA CRUCIS PER LE VIE DEL PORTO. Si terrà domani, Venerdì Santo 29 marzo, con partenza alle ore 21:30 davanti alla Chiesa del Porto.

Consiglio comunale. Non passa solo un debito fuori bilancio

Il consiglio comunale di Lipari,  del quale vi abbiamo proposto la diretta in streaming grazie agli amici del Movimento 5 stelle di Lipari, ha approvato tutti (meno uno) i previsti debiti fuori bilancio che erano all'ordine del giorno. Non è passato il debito di 15 mila 97 euro per sentenze e atti esecutivi vari. In aula ad inizio lavori erano presenti undici consiglieri  (8 maggioranza- 3 minoranza), assenti i consiglieri UDC.
Il consiglio ha deciso di aggiornarsi per quanto riguarda la tematica dei trasporti marittimi essendo assente perchè fuori sede per motivi istituzionali.


Parere sull'amministrazione Giorgianni e assessori da cambiare: I risultati del sondaggio

"Il vostro parere sui primi 9 mesi dell'amministrazione liparese presieduta da Marco Giorgianni".
Si è chiuso il sondaggio da noi proposto con questi risultati:
Il 42% dei votanti (esprimendo un voto da 2 a 4) ha "bocciato" l'attività dell'amministrazione
Il 40% dei votanti (esprimendo un voto da 8 a 10) ha "promosso" pienamente l'attività posta in essere in questi 9 mesi.
"Promozione" che arriva anche da un ulteriore 30% dei votanti (che si sono espressi con un voto da 6 a 8)
Per concludere resta un 9% dei votanti  (voto da 5 a 6) che ha ritenuto ci sia stata una azione amministrativa sufficiente o quasi.
Ne viene fuori, fermandoci all'espressione del voto (chiaramente influenzato, sia in negativo che in positivo, da una fascia di votanti lontani o vicini all'amministrazione) una opinione "spaccata" quasi al 50%.
E ciò in considerazione che:
 i positivi in assoluto raggiungono il 47%
i negativi, compresi però anche i sufficienti, raggiungono il 51%
Si è chiuso ieri anche il sondaggio agli assessori. Vi avevamo chiesto chi cambiereste tra quelli in carica attualmente.
Avete votato cosi (l'ordine parte da chi ha riportato più preferenze. In poche parole "il meno amato)
1) Lauria Bartolo 216
2) Masin Federica 160
3) Berzioli Gabriella 113
4) Biviano Giacomo 93

Pausa Caffè di Daniele Corrieri. I consiglieri e i debiti fuori bilancio


Il Sindaco dopo il Consiglio Comunale odierno è in grosse difficoltà, se prima aveva il problema degli Assessori oggi si trova senza maggioranza all’interno del suo partito. Oggi nessun Consigliere Comunale dell’Udc era presente in Consiglio Comunale, salvo l’entrare e uscire del Consigliere Rifici.
Fatto importante la maggioranza è stata garantita esclusivamente da parte del Movimento Nuovo Giorno con l’ex FLI che oggi fa parte di . . . , simbolica e scontrosa la parte di maggioranza Art 1, Bertè che vota gli emendamenti di Gesuele Fonti ai fini che sui debiti fuori bilancio vengano ricercate eventuali responsabilità (bocciati), Nuccio Russo richiede che i debiti fuori Bilancio vengano mandati alla Procura della Repubblica.
Non voglio dire nulla sulle assenze della minoranza e la non decisione di Annarita Gugliotta che si è astenuta su tutti i debiti fuori bilancio e non rilasciando mai alcuna dichiarazione di voto. Cosa ci stava a fare?
Mi dispiace l’assenza del Dott. Gianni Iacolino volevo sapere l’opinione della SEL (cantieri), giustificate due assenze PDl (Mariano Bruno – Antonio Casilli), peccato la ripetuta non presenza nei due giorni da parte del Consigliere Famà.
Il Pd presente per metà, ma essendo che su quattro assessori ne mancavano tre, diamo un accordo tacito tra assessori (tre) di non essere presenti.. . . chissà quali saranno i motivi?
Per concludere e andando a noi poveri cittadini, i debiti fuori bilancio saranno tutti a carico nostro essendo che sono stati bocciati glie emendamenti di ricerca responsabilità.
Lo trovo vergognoso . Voi?
D. Corrieri

Tg3 Leonardo: La lucertola delle Eolie

ANCHE IL PREFETTO DÀ L’OK: L’ADDIO ALLE PROVINCE ADESSO È UFFICIALE

“Per le province è fatta”. Il Presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta non nasconde la sua soddisfazione dopo avere appreso che la legge che prevede l’abolizione delle province è passata al vaglio del Commissario dello Stato della Regione Carmelo Aronica.
“Ffirmerò insieme con l’assessore Patrizia Valenti e immediatamente la legge sarà pubblicata sulla Gazzetta ufficiale della Regione”, dice Crocetta all’Adnkronos. “L’avevamo detto che la legge sarebbe passata – dice ancora Crocetta – Noi abbiamo studiato attentamente prima di presentare il maxiemendamento in aula che poi e’ stato approvato a maggioranza”.

Lipari. Da oggi zona a traffico limitato e isola pedonale

Da oggi e sino al 4 aprile il centro storico di Lipari sarà soggetto dalle 6.00 alle 14.00 ad una zona a traffico limitato. Dalle 14 alle 06.00 scatta, invece, l'isola pedonale.
Ciò in considerazione del periodo pasquale.

Finale Corrida 2013 ai Tre Delfini di Pianoconte (foto Laura Lo Ricco

Continua il nostro lungo viaggio fotografico e video in quella che è stata la finale della Corrida (III ed.) 2013 ai Tre Delfini di Pianoconte. Viaggio che vi faremo compiere adesso attraverso le foto di Laura Lo Ricco e Piero Bertè e i video del nostro direttore. Foto e video riguardano non solo i "protagonisti" della Corrida ma anche il pubblico, gli ospiti, la giuria. Le foto della finale verranno pubblicate (di volta in volta) su un album creato appositamente su fb a questo indirizzo www.facebook.com/media/set/?set=a.10200899554672813.1073741828.1283460370&type=3




L'EDITORIALE: Uovo di Pasqua....con sorpresa nell'amministrazione Giorrgianni ? O pesce d'aprile ritardato?

Chi si aspettava che il sindaco di Lipari Marco Giorgianni scartasse, in questi giorni, "l'uovo pasquale" per tirare fuori la sorpresa di una giunta rinnovata ha ancora qualche giorno "per sperare".
Il primo cittadino- è nostra impressione -potrebbe presto "scartare l'uovo pasquale".
Ma cosa uscirà dall'uovo amministrativo ? Sicuramente delle novità, non potrebbe essere altrimenti. Ma se non sarà "uovo pasquale" sembra certo che, quanto meno, un "pesce d'aprile" ritardato...potrebbe anche starci.
C'è tempo ancora per sbizzarrirsi nel fare entrare o uscire quell'assessore. Ma quanto? Certo ci sono dei punti certi dai quali partire:
1) l'intenzione di Giorgianni di chiedere ai consiglieri-assessori di optare per una o l'altra carica. La situazione- come è noto- riguarda al momento Lauria (UDC) e Biviano (PD)
2) la sostituzione della ormai ultra-dimissionaria Masin
Nel primo caso a "togliere le castagne dal fuoco" al sindaco potrebbero essere (seppure per motivi diversi) gli stessi Lauria e Biviano. Il primo, tra l'altro, anche alla luce del lutto che ha colpito la sua famiglia, ha chiaramente fatto capire di essere intenzionato a lasciare il ruolo di assessore, "designando", tra l'altro, il geometra Aldo Natoli quale successore.
Per motivi diversi potrebbe cedere l'assessorato anche Biviano (vedi articolo precedente)
E qui....potrebbe venire fuori la sorpresa o, se preferite, il "pesce d'aprile ritardato".
Siamo davvero certi che per Natoli ci sia un bel tappetino pronto per accoglierlo in giunta?
Onestamente pensiamo esattamente il contrario. Sarà una questione di intuito ma non crediamo proprio che  l'accesso in giunta sia proprio così spianato...anzi...tutt'altro.
Certo aumenterebbero i mal di pancia e per Giorgianni i "rischi" in consiglio.
Ma se Giorgianni, considerando che, in un momento come questo, ha poco senso parlare di correnti e ha decisamente più senso...operare in funzione del bene del paese,  decidesse di andare avanti per la sua strada anche a costo di sottoporsi - quando saranno giunti i termini fissati dalla legge - di affrontare la sfiducia ?
Noi- ma potremmo essere smentiti- crediamo di non essere lontani dalla realtà. Così come pensiamo che Sardella possa essere un futuro assessore...aprendo di fatto le porte del consiglio a Giovanni Portelli, fidatissimo, da sempre, del nostro primo cittadino. E pensiamo che un piccolo spiraglio possa aprirsi anche per un esponente dell'art.1. Probabilmente una donna!
Salvatore Sarpi

Riunione in casa PD a Lipari. L'assessore-consigliere Biviano invitato a fare un "passo indietro"

Si è tenuta ieri sera a Lipari la prevista riunione del PD locale. Durante l'incontro sono  state messe sul tavolo tutta una serie di argomentazioni: non ultima l'attuale situazione del comune.
Da quanto apprendiamo è stata  ribadita l'ampia fiducia al sindaco Marco Giorgianni ma, nello stesso tempo, anche in considerazione del rimpasto che lo stesso intende effettuare in giunta, è stato affrontato il tema relativo al mantenimento o meno del dottor Giacomo Biviano della carica di assessore.
A Biviano, dopo il ringraziamento per il lavoro sin qui svolto, è stato chiesto di fare "un passo indietro" e cioè di rinunciare (anche alla luce di situazioni che lo vedono coinvolto e dalle quali siamo certi ne uscirà tranquillamente) all'incarico di assessore nella giunta Giorgianni.
Cosa farà Biviano? Per avere una risposta non crediamo si debba attendere molto.
Per quanto riguarda la sua sostituzione il PD sarebbe orientato a presentare al sindaco Giorgianni una rosa di nomi (anche con passate esperienze amministrative e gestionali) tra i quali il primo cittadino potrà operare la sua scelta.

Auguri a...Alessandra, Salvatore e Moira

Gli auguri di buon compleanno oggi sono per Alessandra Falanga, Salvatore Spartà e Moira Biviano
N.B. A partire dal 1° di Aprile gli auguri (di qualunque genere) con o senza foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno.

Che maggioranza ! (di Angelo Sidoti)

Che maggioranza a Lipari!!!
Se fossi al posto dei 3693 elettori che hanno votato questa amministrazione incomincerei a bussare alla porta di qualche consigliere eletto.
Tutto questo per un gioco di poltrone.
Il PD fa riunioni con questo fine e per rispolverare un senso di responsabilità (altre forze della maggioranza a dire il vero lo ignorano) che doveva invece essere assunto mesi fa. Non ora che ormai la frittata e' fatta.
L'UDC solo piantumazione di fiori e potature di alberi. Le lotte interne tra due fazioni del partito sono sempre più evidenti. La verità: decidere le poltrone da assegnare in Giunta ed in Lipari Porto (leggevo di un CDA tenutosi per approvazione progetto di bilancio la cui perdita ammonta a euro????)
Art.1 vuole dire la sua ma per gli altri sbaglia sempre candidature.
FLI non pervenuto ormai si può affermare defunto.
Dall'altra parte pochi superstiti nell'opposizione.
Ma con questo Consiglio dove dovete andare?? Ed intanto a Lipari si va avanti per forza di attrito.

Lipari: Oggi consiglio comunale

Oggi alle 10 riunione del consiglio comunale di Lipari.. All'ordine del giorno debiti fuori bilancio per oltre 65 mila euro e trasporti marittimi. La seduta era stata fissata per ieri ma, in entrambe le chiamate, è mancato il numero legale.

mercoledì 27 marzo 2013

ARS, DDL SU DOPPIA PREFERENZA TORNA IN PRIMA COMMISSIONE

i Chiara Billitteri -
È terminata la conferenza dei Capigruppo dell’Assemblea regionale siciliana, che si è riunita a Palazzo dei Normanni per decidere sulla data di approdo in Aula dellariforma elettorale che dovrebbe introdurre la doppia preferenza di genere per le prossime amministrative del 9 e 10 giugno. I presidenti dei gruppi parlamentari hanno deciso di far tornare il ddl in commissione Affari istituzionali, che ieri sera aveva esitato un testo che oltre alla doppia preferenza prevedeva anche l’abbassamento della soglia di sbarramento, dal 5 al 4%, e la riduzione dei rimborsi dei consiglieri. Il disegno di legge dovrà tornare in prima commissione per essere riesaminato, verrà data una nuova data di scadenza per la presentazione degli emendamenti e infine sarà discussa in Aula, con ogni probabilità, il 3 aprile prossimo. L’8, invece, Sala d’Ercole si riunirà per discutere il Bilancio.
Nonostante siano tempi di Bilancio, l’Assemblea regionale siciliana è stata chiamata, quindi, ad occuparsi anche di riforma elettorale. La doppia preferenza di genere darebbe agli elettori la possibilità di esprimere due preferenze nella scheda elettorale, ma solo se queste riguardano un uomo e una donna. Un modo, dice Crocetta, per far diventare davvero le donne “l’altra metà della terra” (e non solo del cielo), e favorirne il coinvolgimento in politica.
Con questo obbiettivo davanti agli occhi, il governo ha deciso di rimandare per la terza volta la data delle elezioni amministrative, previste per fine maggio, al 9 e 10 giugno: tutto per consentire al parlamento regionale di varare la riforma prima della convocazione dei comizi elettorali. E, a parte le critiche di chi sostiene che in sessione di bilancio l’Assemblea non possa occuparsi di altre leggi, sulla riforma elettorale si sta consumando una piccola battaglia, tutta tra le mura di Palazzo dei Normanni.
La Prima commissione dell’Ars è stata chiamata a incardinare il ddl in accordo con il governo, che avrebbe spinto per riaprire i lavori d’Aula prima dell’8 aprile e approvare la norma, e oggi pomeriggio, infatti, la conferenza dei capigruppo deciderà quando riaprire Sala d’Ercole. La commissione ha esitato un ddl che vede, però, anche l’abbassamento della soglia di sbarramento per le amministrative, dal 5 al 4%, e il taglio dei rimborsi ai consiglieri. In Aula, invece, potrebbero essere approvati alcuni emendamenti aggiuntivi che prevedono interventi sul premio di maggioranza e l’eliminazione dei simboli dalla scheda del sindaco, dove sarebbe riportato solo il nome e cognome.
Così, ieri in commissione si è rischiato di non raggiungere il numero legale per votare la riforma: a parte qualche assente, un gruppo di deputati dell’opposizione ha denunciato che tre donne del Partito Democratico avrebbero abbandonato la seduta prima del voto, “un atto da irresponsabili”, hanno commentato.
E l’opposizione rivendica il proprio ruolo, “fondamentale per fare approvare il ddl – ha detto Vincenzo Vinciullo (Pdl) – che senza di noi sarebbe stato accantonato”. ”Merito della minoranza dell’Ars – ha aggiunto Vincenzo Figuccia (Pds) -: la dimostrazione che si può fare un’opposizione costruttiva. Il Pd, invece, si è dimostrato un mostro a due facce, incurante e arrogante rispetto a quello che si stava facendo”.
Le tre democratiche in questione sono Marika Cirone Di Marco, Antonella Milazzo e Mariella Maggio, che con una delega sostituivano in commissione Affari istituzionali i colleghi Giovanni Panepinto e Mario Alloro. La quota rosa del Partito democratico, però, si difende dalle accuse: “Abbiamo chiesto una sospensione della seduta perché c’era un accordo per discutere unicamente la legge sulla doppia preferenza di genere”, ha spiegato Mariella Maggio, vicepresidente della commissione Lavoro. “Ma c’è stato – ha continuato – il tentativo furbo di chi ha fatto finta di sostenere il disegno di legge per poi operare uno stravolgimento della legge elettorale e fare un ‘colpo di mano’ per salvaguardare determinati interessi”.
Senza contare che, come ha spiegato anche Antonella Milazzo, “una riforma elettorale così articolata aprirebbe una discussione troppo lunga e che non permetterebbe di andare avanti con la sessione di bilancio, a meno che non si sacrifichi la qualità del lavoro”.
D’altro canto, il disegno di legge ha come prima firmataria Concetta Raia del Partito Democratico, e la battaglia per introdurre la doppia preferenza “appartiene storicamente proprio al Pd, che già nella scorsa legislatura aveva presentato una riforma in tal senso”. Tutte loro hanno affermato di avere sempre auspicato l’approvazione della legge in Aula prima della data delle amministrative, “perché la doppia preferenza di genere – ha detto la Cirone Di Marco – è uno strumento formidabile per dar voce alla rappresentanza femminile, e lo hanno dimostrato anche le ultime primarie per i parlamentari”. Ma una battaglia come questa, hanno aggiunto, non può diventare il “cavallo di troia dell’opposizione”: in sostanza, niente riforma elettorale, si approvi la doppia preferenza di genere e si torni al Bilancio.