Cerca nel blog

sabato 24 dicembre 2022

Auguri dalla Proloco Amo Stromboli (video)

Stromboli, un tratto di mare interdetto davanti alla Sciara. L'articolo del nostro direttore Salvatore Sarpi sulla Gazzetta del sud del 24 dicembre 2022


 

Salina, si migliorano i sentieri della riserva. L'articolo del nostro direttore Salvatore Sarpi sulla Gazzetta del sud del 24 dicembre 2022

Tragedia nel pomeriggio a Lipari

Vigilia di Natale tragica a Lipari. 

A perdere la vita, nel pomeriggio, un uomo di 57 anni. 

Sulle modalità del decesso sono in corso gli accertamenti di legge. 

Natale 2022 alle Eolie (primo gruppo di 15 foto)


Il MESSAGGIO DI NATALE DI S.E. MONS. GIOVANNI ACCOLLA ARCIVESCOVO DI MESSINA-LIPARI-SANTA LUCIA DEL MELA E ARCHIMANDRITA DEL SS. SALVATORE



Riprendiamoci il Natale, 37° puntata: Quattropani 2019 (2 foto)


Maggioranza consiliare approva DUP e Bilancio con l'aria natalizia solo indesiderata ospite

Via libera in un consiglio comunale "elettrico" (lo definiamo così perchè siamo buoni, almeno noi, visto l'approssimarsi del Natale) al DUP e al Bilancio 2022/2024: con i soli voti della maggioranza.

La tensione (siamo, ancora buoni, per lo stesso motivo di prima) è maturata sin dagli emendamenti, presentati dalla maggioranza, in apertura di seduta, per destinare le indennità degli amministratori e del presidente del consiglio comunale al rifacimento della Saletta delle Lettere e per opere caritatevoli. 

L'opposizione ha contestato, è giusto dirlo, almeno così ci è sembrato, non la validità e la finalità degli emendamenti ma la procedura adottata, e, a quel punto, è successo un mezzo parapiglia, tra urla, rivendicazioni dei ruoli, accuse più o meno velate. 

Con l'aria natalizia, che sembrava essere apparsa, prima dell'inizio della seduta, dispensando sorrisi, "messa all'angolo", ospite indesiderato.

Non ha trovato accoglienza, poi, la proposta del gruppo di opposizione di rinviare, ad altra data, i lavori del consiglio poichè "non sono stati rispettati i tempi, entro i quali il parere dei Revisori dei conti deve essere messo a disposizione dei consiglieri comunali".

A questo punto l'opposizione non partecipa al voto, pur restando all'interno della stanza che ospita il consiglio, annunciando l'intenzione di presentare ricorso per "far valere le prerogative dei consiglieri comunali".

Si chiude così il 2022 del nuovo consiglio comunale, appuntamento ad un 2023 più sereno? (forse, ma non ne siamo convinti)

Le celebrazioni natalizie a San Giuseppe, Quattropani e Porto Salvo

 


Sabato 24 dicembre 2022

Ore 18,00 San Giuseppe in Lipari

Ore 20,00 Santuario Maria SS. della Catena in Quattropani


Domenica 25 dicembre 2022

Ore 10,00 San Giuseppe in Lipari

Ore 11,00 Santuario Maria SS. della Catena in Quattropani 

Ore 17,30 Maria SS. di Porto Salvo in Lipari

Ore 18,30 San Giuseppe in Lipari

Gli auguri dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari

Accadde alle Eolie, 24 dicembre 2021: Vulcano, le famiglie rientrano

Le Eolie nelle stampe d'epoca (166° puntata): Monte Rosa e Monte Mazzuni visti da Culia


 

Natale a Stromboli


 

BUON NATALE (la copia di una festa pagana). Riflessione di Bartolino Ferlazzo

Natale deriva dal latino <natus> più il suffisso <alena> che indica appartenenza..-
In origine i cristiani temevano la diffusione di un nuovo culto al Sole Invitto, ovvero come viene da sempre ricordato come <il sol invictus>, primo culto dall'aspetto monoteistico, decisero di cristianizzare una festa pagana che veniva celebrata nell'impero e scelsero il 25 dicembre come data della nascita di Gesù, ma che i origine era una ricorrenza prettamente pagana.-

Il Natale si fonda su forti emozioni che rimangono ancorate alla nostra memoria, proprio grazie ai ricordi dell'infanzia; ormai è alle porte e si ammirano per le strade o per i negozi i regali, le luci e tutte le cose tipiche di questo giorno tanto atteso, ma è giusto sacrificare una festa così importante per la nostra economia?.

Il Natale è una festività molto importante che ricorre da molto tempo per festeggiare la nascita di Gesù Cristo. Tuttavia nella società di oggi questa festività viene usata per dare una sorta di spinta alla nostra economia, tante, troppe volte notiamo che i regali per questa festa vengono venduti dai negozi anche mesi prima, questo per far attirare più l'attenzione e far si che i guadagni aumentino, è sbagliato. 
Il Natale è un giorno nel quale Gesù nascendo porta pace e amore nel mondo, ed è la stessa reazione che dovremmo avere noi, sarebbe buono passare una giornata in famiglia stando vicino alle persone più care.

I regali possono essere un motivo in più per farci avvicinare ai nostri cari, ma non devono diventare l'unico scopo altrimenti si rischia di perderne il significato e quindi i buoni valori che porta con se, sarebbe davvero un peccato trasformarla in una festa pagana priva di significato. Alcuni più avanti negli anni, sostengono che una volta non si era abituati ad arrivare a fare tanti sfarzi, i regali non erano fatti molto spesso visto che non c'erano molti soldi da spendere e servivano quindi solo per rafforzare il sentimento d'amore che portavano, il regalo visto come oggetto non era poi così importante. Altre persone, però, sostengono che il Natale sia solo un momento per fare acquisti e regali trovando la scusa di stare con i parenti. La maggior parte delle persone che ne ricavano profitto sono i rivenditori che facendo tutto ciò, guadagnano soldi su una festa così importante. Ma è davvero necessario comprare ogni anno addobbi e regali?

Continuando a comprare si va per demolire quello che è il vero significato del Natale, l'importante è il gesto, e se i nostri regali fossero oggetti fatti con le nostre mani il nostro pensiero sarebbe ancora più apprezzato perché si noterebbe l'impegno e l'amore con cui si è fatto tutto ciò, oltre che a riciclare facendo del bene e dando da lavorare alla nostra immaginazione, pensando ogni anno a qualcosa di diverso.

Forse il significato del Natale in questi ultimi anni è stato sottovalutato, associare l'economia con la nascita di Cristo, purtroppo, sta a significare che nelle famiglie (e non solo in esse) di oggi l'apparenza è più importante della sostanza, ma come spesso si dice "l'apparenza inganna" è un espressione che si può ritrovare anche il questo contesto, l'abito quindi non fa il monaco, bisogna fare attenzione a non perdersi troppo nei contorni rischiando di tralasciare la vera importanza del Natale.

Basta fare un attimo di attenzione a tutti i falsi imbonitori, a coloro che ne sanno sempre una di più, a coloro che vogliono insegnarci ad essere padri, madri dimenticando che loro non sono mai stati ne l'un ne l'altro, i farisei sono proprio coloro che meno ti aspetti, i lupi, che tutti adesso demonizzano quando invece è il contrario, stanno accanto a noi e pretendono di insegnarci la strada da seguire, loro come fonte di verità dall'egocentrismo smisurato.-

Questa festività non è quindi da sottovalutare ma da riscoprire in ogni sua sfumatura, Natale non è sinonimo di consumismo ma di amicizia, amore, pace e gioia, sta però a noi stessi scegliere da che parte stare, meglio l'apparenza o la sostanza?.

Bartolino Ferlazzo

Giustizia: proroga per un anno per il tribunale di Lipari

Per la sezione distaccata del tribunale di Lipari, la cui chiusura era fissata per il prossimo 31 dicembre, arriva la proroga fino al gennaio 2024.

Come garantito a suo tempo dal ministro della Giustizia, Carlo Nordio la proroga, che riguarda anche il tribunale dell'Elba, è stata inserita nel decreto Milleproroghe 2023, il cui schema è stato approvato dal Consiglio dei Ministri.

Nell'arcipelago adesso si punta alla definitiva stabilizzazione del tribunale forti anche della dichiarazione del ministro che, a settembre, intervenendo in un question time al Senato ha anticipato che il Governo valuterà la possibilità di ripristinare, definitivamente, le sezioni distaccate delle isole minori, richiamando, a tal proposito, la recente modifica all’articolo 119 della Costituzione, ovvero “la Repubblica riconosce le peculiarità delle Isole e promuove le misure necessarie a rimuovere gli svantaggi derivanti dall'insularità”.

Il Pensiero del giorno con Don Bernardino Giordano: Natale è stupore

Auguri di...

Buon Compleanno a Francesca Natoli, Serena Orlando, Samantha Caponetto, Ginevra Vadalà, Elio Maria Conti, Simone Lauria, Paula Andreea Uries, 


Oggi: San Delfino di Bordeaux

É il primo vescovo di Bordeaux attestato con sicurezza. Sotto il suo episcopato, che si situa negli ultimi venti anni del IV secolo, la cristianizzazione della diocesi sembrava aver superato una fase decisiva, se si dà credito alle testimonianze archeologiche.

Ma il testimone più eloquente del suo apostolato resta Paolino, il futuro vescovo di Noia, che egli battezzò poco prima del 489 e che lo considerò sempre il suo padre spirituale, al punto di intrattenere con lui una corrispondenza regolare parzialmente conservata (purtroppo le lettere di D. sono andate perdute).

Delfino acquistò un prestigio largamente superiore ai confini aquitani per il suo ruolo nelle controversie religiose del tempo: partecipò infatti al concilio di Saragozza che nel 380 condannò le dottrine di Priscilliano e dei suoi discepoli.

Poiché l'eresia aveva trovato molti sostenitori a Bordeaux e nella regione, egli stesso presiedette nel 384 un concilio nella sua città che depose uno dei principali capi del movimento, il vescovo Istanzo (Priscilliano avrebbe subito un'identica sorte se non avesse preferito appellarsi all'imperatore Massimo decisione che gli sarebbe stata fatale)

MARTIROLOGIO ROMANO. A Bordeaux in Aquitania, in Francia, san Delfino, vescovo, che fu unito a san Paolino da Nola da intima familiarità e si adoperò strenuamente per combattere l'eresia priscillianista.

Oggi è il 24 dicembre. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie


 

venerdì 23 dicembre 2022

Pnrr: 2 mln per parchi archeologici siciliani. 400 mila euro per quello delle Eolie

(ANSA) - PALERMO, 23 DIC - In arrivo dal ministero della Cultura quasi due milioni di euro di fondi del Pnrr per finanziare progetti di digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura all'interno di quattro parchi archeologici della Sicilia. Il museo Griffo, nel Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento, diretto da Roberto Sciarratta, riceverà un contributo di circa 500 mila euro.

Destinato circa lo stesso ammontare anche al Parco archeologico di Naxos-Taormina, diretto da Gabriella Tigano, che userà i fondi per rendere sempre più fruibili il museo e il sito archeologico di Naxos, e al Parco archeologico delle Isole Eolie, diretto da Rosario Vilardo, che provvederà ad abbattere le barriere fisiche, cognitive e sensoriali all'interno del Museo Luigi Bernabò Brea. Il coinvolgimento degli istituti scolastici ed universitari e delle associazioni di cittadini attive sul territorio, aiuterà, inoltre, a implementare servizi di didattica innovativa ed esperienze tattili, nell'ambito del concetto "Vietato non toccare".

 Il Parco archeologico di Segesta, diretto da Luigi Biondo, con circa 400 mila euro, propone invece un progetto destinato a migliorare l'accesso ai non vedenti e ad attivare laboratori per i non udenti. Le risorse consentiranno, attraverso l'uso di materiali eco-compatibili, di rendere più agevole il percorso per il tempio e riproporre il "propileo", l'antico percorso sacro.
    "Un'importante affermazione dei parchi archeologici della Sicilia - sottolinea l'assessore ai Beni culturali e all'Identità siciliana, Elvira Amata - che dimostrano di avere voglia di fare e progettare, nonostante le oggettive difficoltà operative. Queste risorse facilitano il processo di adeguamento delle strutture e di modernizzazione della proposta dei parchi archeologici regionali che sempre più vogliono diventare centrali nella offerta culturale dell'Isola. Digitalizzazione, innovazione tecnologica e rimozione delle barriere fisiche e cognitive in musei, biblioteche e archivi sono lo strumento per consentire un più ampio accesso e partecipazione alla cultura". (ANSA).

Stromboli, terminato in 24 ore il trabocco lavico nell'area nord. L'articolo del nostro direttore Salvatore Sarpi sulla Gazzetta del sud del 23 dicembre 2022

Smaltimento pannoloni. Assessore Iacolino annuncia novità

Riceviamo dall'assessore Gianni Iacolino e pubblichiamo:


Per ottimizzare il sistema della raccolta differenziata dei rifiuti, visto il problema rappresentato dai pannoloni da smaltire una volta a settimana e trattenuti in casa, dal prossimo martedi, si darà la possibilità di conferirli a parte, senza mischiarli, quattro volte a settimana, secondo il seguente calendario : lunedi ,giovedi , sabato servendosi di un contenitore da accostare a quello dell'umido. Il mercoledi i pannoloni saranno conferiti all'interno del cestello dell'indifferenziato.

Nelle zone dove è prevista la raccolta di prossimità, i pannoloni possono essere messi dentro i cassonetti dell'indifferenziato tutti i giorni. Questo conferimento giornaliero è previsto solo per i pannoloni.

Ricordo che nei giorni festivi, come nel resto d'Italia, non si effettua la raccolta dei rifiuti. Il sistema funziona a condizione che una corretta differenziazione venga fatta a casa. Si spera nella consapevole e responsabile collaborazione della cittadinanza. Ognuno di noi deve farsi carico del piccolissimo sacrificio che comporta in casa la separazione delle varie tipologie. Senza questo primo passaggio domestico il sistema si inciampa già prima di partire e non si raggiungeranno mai le finalità di risparmiare sulla Tari mantenendo ,al contempo, pulite e presentabili le nostre isole. Se si comprende quanto sia complicato raggiungere tali finalità in un territorio come quello rappresentato da sei isole, dovrebbe essere più forte il senso di appartenenza e la volontà di collaborare

Pelagie, aggiudicata la gara dei collegamenti a mezzo aliscafo

«Con l'assegnazione dell’ultimo lotto dei servizi di aliscafi, che riguarda le Pelagie, abbiamo raggiunto l’obiettivo di garantire i collegamenti veloci con le isole minori della Sicilia. Diamo così certezza e regolarità a un servizio essenziale per garantire i diritti alla mobilità dei residenti, ma anche per dare certezze agli imprenditori che vivono di turismo». Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani, commentando l'aggiudicazione della gara da parte dell'assessorato regionale delle Infrastrutture.

«È il sigillo al lavoro portato avanti dal governo della Regione che - aggiunge l’assessore alle Infrastrutture, Alessandro Aricò - fin dal giorno dell’insediamento del presidente Schifani, ha dimostrato grande attenzione ai problemi delle isole minori. Abbiamo assegnato i servizi di aliscafi ed entro fine febbraio aggiudicheremo quelli per le navi ro-ro. Inoltre, grazie a una proficua collaborazione con il ministero delle Infrastrutture e della mobilità e con la società Sns, che detiene la convenzione statale per i collegamenti con le isole minori, siamo riusciti anche a scongiurare i tagli alle corse che tanto avevano preoccupato residenti e amministratori».

Il Pensiero del giorno con Don Bernardino Giordano: Natale è musica

Riprendiamoci il Natale 36° puntata: Natale 2016 a Santa Marina Salina


 

Lipari, dissalatore a pieno regime

 L'assessore Gianni Iacolino che il dissalatore è tornato a funzionare a pieno regime. 

Scongiurata una crisi idrica a Natale.

I ringraziamenti delle famiglie Casamento e Di Mech

Le istanze dei Comitati per la salute e dell'associazionismo per la sanità alle Eolie

I Comitati per la salute unitamente alle Associazioni eoliane scrivono agli enti preposti alla programmazione e alla gestione dei servizi sanitari per sollecitare ancora una volta la necessaria attenzione sul sistema sanitario locale.

In una nota dettagliata, trasmessa a mezzo pec e sottoscritta da 30 associazioni (https://bit.ly/3BWIQwe), si ribadisce la necessità di tenere alta l’attenzione su un tema molto sensibile che a più riprese nell’ultimo decennio ha occupato e preoccupato i cittadini eoliani facendo anche registrare fatti gravissimi sfociati in importanti proteste.

Il mondo dell’associazionismo eoliano fotografa la situazione attuale rispetto alle falle dell’offerta sanitaria locale e formula precise istanze tanto a livello nazionale (presidenza del consiglio, ministero), quanto a livello regionale (presidenza, assessorato, dipartimento e VI commissione all’ARS), provinciale (ASP) e locale (Distretto Sanitario e Comuni), in attesa di essere incontrati per poterne meglio approfondire le criticità.

Nell’evidenziare l’assenza di medici rispetto alla pianta organica in vigore - alla Regione e all’ASP - si chiede che questa venga completata e, quindi, potenziata. Così come si chiede di adeguare i posti di degenza, i servizi sanitari resi dal Distretto Sanitario e i presidi di continuità assistenziale delle isole periferiche. Il tutto finalizzato ad ottenere una sanità che sia davvero in grado di far fronte alle reali peculiarità ed esigenze del territorio, prevedendo un ospedale che operi conformemente ai requisiti di sicurezza e ai livelli essenziali di assistenza.

Nella nota si avanza, inoltre, espressa richiesta alla regione siciliana di voler avviare la procedura per la per richiedere un punto nascita in deroga, così come previsto dall’art. 1 D.M. 11.11.2015 che consente di mantenere punti nascita con volumi di attività inferiori a 500 parti/annui e in condizioni oro-geografiche difficili.

Si chiede, quindi, al ministero, viste anche le istanze avanzate congiuntamente dalle amministrazioni e dai consigli comunali eoliani, di intraprendere le iniziative necessarie ai fini di una deroga alla normativa nazionale, in attuazione del dettato costituzionale recentemente modificando all’art. 119 dove nel riconoscere espressamente le peculiarità delle Isole ci si impegna a promuovere le misure necessarie a rimuovere gli svantaggi derivanti dall'insularità.

I Comitati per la salute e le Associazioni eoliane

Opposizione ribadisce violazione termini e sollecita rinvio seduta consiglio: Altrimenti ci rivolgeremoalle autorità competenti

 Lipari : primo Consiglio comunale tra gaffe e retroscena sulla vicepresidenza ma alla fine baci, abbracci e fiori 1

Nuova nota congiunta dei consiglieri comunali di "Siamo Eolie" e "Gruppo Misto" al presidente del consiglio comunale Nuccio Russo, al segretario generale Giuseppe Torre e per conoscenza al sindaco, al dirigente del settore economico e finanziario e al commissario ad acta


In data di ieri, 22/12/2022, abbiamo ricevuto la nota del Segretario Comunale indirizzata al Presidente del Consiglio Comunale, e per conoscenza ai sottoscritti, con la quale ha riscontrato la nostra richiesta formulata allo stesso Presidente di rinvio della seduta del Civico Consesso prevista per il giorno 24 dicembre prossimo per l’approvazione del DUP e del Bilancio di Previsione 2022/2024 per palese violazione dei termini di cui all’art. 8 del vigente Regolamento di Contabilità.


Ci dispiace constatare come il Segretario Comunale oltre a disconoscere fino a pochi giorni fa l’esistenza di un nuovo regolamento di contabilità approvato nel 2021 continui imperterrito a confondere gli articoli e quanto sostenuto dai sottoscritti consiglieri comunali. Nessuno, infatti, ha eccepito alcun termine di deposito del DUP e nessun articolo prevede espressamente, come contrariamente sostenuto dal Segretario comunale, “la facoltà di deroga da parte dell’Ente ai
termini di deposito del DUP, lasciando ampia discrezionalità all’amministrazione circa la loro concreta determinazione”. 

Il Segretario Comunale a voler pensar bene, ha evidentemente confuso il deposito del DUP, per il quale non vi è previsto nulla, con la messa a disposizione del parere dei revisori. L’ art. 8, infatti, non parla di deposito del DUP o di eventuale deroga, ma di messa a disposizione dei consiglieri del parere dei revisori almeno 15 giorni prima. E non prevede nemmeno ampia discrezionalità all’amministrazione, se tale si intende la giunta comunale o il sindaco.

L’ art. 8 prevede espressamente che “Il parere dei revisori deve essere messo a disposizione dei consiglieri almeno 15 giorni (o diverso termine liberamente determinabile dall’ente) prima della data prevista per l’approvazione del Documento Unico di Programmazione da parte del Consiglio mediante le modalità di cui al comma 7”.
La breve frase “(o diverso termine liberamente determinabile dall’ente)” è infatti racchiusa tra parentesi e secondo il dizionario “Treccani” si tratta di un cosiddetto “inciso” od “osservazione” inserita in un costrutto sintatticamente indipendente.

Pur volendo considerare l’inciso tra parentesi in continuità con la frase principale ci chiediamo: quale organo dell’Ente potrebbe derogare al termine dei 15 giorni se non lo stesso Consiglio Comunale che ha approvato il Regolamento di Contabilità.

Volendo anche dare un’interpretazione più estensiva, ammettendo per assurdo che non debba essere il Consiglio Comunale a determinare un diverso termine, non ci risulta che sia stato emanato o adottato alcun provvedimento in tal senso. Se poi il Segretario Comunale o addirittura qualsiasi altro dipendente, o anche il solo Presidente del Consiglio Comunale senza il voto favorevole dell’intero Consiglio Comunale, vuole sostituirsi anche agli organi di indirizzo politico del Comune consigliamo a chi sostiene tale tesi di proporre al Parlamento una modifica dell’attuale TUEL.

Rammentiamo, inoltre, sia al Segretario Comunale che allo stesso Presidente del Consiglio Comunale, che la proposta inserita nell’elenco degli affari della seduta consiliare prevista per il prossimo 24 dicembre prevede sia l’approvazione del DUP e sia l’approvazione del Bilancio di Previsione 2022/2024. Infatti, pur se la legge permette la contestuale approvazione del DUP insieme al Bilancio di Previsione, il primo costituisce pur sempre un documento a sè stante che dovrebbe essere approvato prima dello stesso Bilancio di Previsione.
L’approvazione contestuale dei due documenti e il fatto che il DUP costituisca uno dei numerosi atti presupposti al Bilancio di Previsione, non può comunque derogare ai termini regolamentari previsti dall’art. 8 del vigente Regolamento di Contabilità il quale prevede espressamente e chiaramente, e non per inciso, che “il parere dei revisori deve essere messo a disposizione dei consiglieri almeno 15 giorni prima della data prevista per l’approvazione del Documento Unico di Programmazione”.

A questo punto due sono le alternative. O in questo Comune qualcuno o più di qualcuno accusa frequenti sintomi riconducibili a sistematici “deliri di onnipotenza”, volendosi addirittura sostituire anche agli organi di indirizzo politico o, diversamente, dobbiamo pensare che il rispetto delle regole e delle leggi, anche nell’interpretazione più estensiva e assurda, non coincida con quel garantismo
che è stato sempre assicurato in passato e che oggi invece, a dispetto delle propagande elettorali sul rispetto delle minoranze, vediamo sempre più lontano.

D’altronde, un governo che come primo atto modifica la costituzione, il regolamento del principale organo collegiale o lo statuto dell’Ente a colpi di maggioranza, senza il minimo coinvolgimento delle minoranze, ricorda molto l’atteggiamento di alcuni governi del passato, dove anche gli organi di garanzia si adeguarono perfettamente.
Noi siamo però convinti che tutto sia fatto in buona fede e che i nostri organi di garanzia siano ancora rimasti tali.

Auspichiamo, pertanto, un riesame e un contestuale ravvedimento di quanto sostenuto in merito al mancato rispetto dei termini di messa a disposizione del parere dei Revisori sul DUP, preannunciando, fin da ora, che diversamente, qualora la seduta non venga rinviata, saremo costretti a rivolgerci alle autorità competenti al fine di far valere le nostre prerogative e al fine di verificare eventuali comportamenti lesivi dei principi di correttezza e di non discriminazione.


I Consiglieri Comunali
Gaetano Orto, Adolfo Sabatini, Cristina Dante, Raffaele Rifici, Giorgia Santamaria

In 7 foto il bel presepe in "stile eoliano" di Peppe Cirino

 





Le Eolie nelle stampe d'epoca (165° puntata): Monte Fossa delle Felci (Salina)



Il presidente del consiglio Russo modifica determinazione: devoluta a fini caritatevoli e di volontariato l'indennità di carica (giugno - dicembre 22)