Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 24 novembre 2007

LIPARI: Strade "Emmenthal"

(NADIA MAIO) Strade come emmenthal, piene di buche, che si aprono, sprofondano, diventano in qualche caso una specie di pozzi da cui fuoriesce di tutto: dall’acqua potabile, quella dei tubi della condotta idrica, ai liquami.
E l’incredibile situazione che si registra a Lipari e che mette a repentaglio anche l’incolumità dei centauri e l’integrità dei mezzi. L’ultimo episodio ieri mattino. Subito dopo la caserma dei vigili del fuoco il manto stradale ha ceduto facendo tracimare,prima che si intervenisse, centinaia e centinaia di litri d’acqua sulla strada.
In compenso, dopo 20 giorni di fuoriuscita di liquami, si sta intervenendo a Bagnamare. La speranza è che per la falla di ieri i tempi siano più celeri e principalmente si decida di mettere mano una volta per tutte al ripristino delle condizioni di transito in sicurezza nelle vie comunali e provinciali, senza il consueto valzer o scaricabarile delle responsabilità che sino ad oggi ha finito per penalizzare solo i cittadini.

venerdì 23 novembre 2007

LIPARI:Paura per una frana a Monte Rosa

Tragedia sfiorata stamattina a Lipari in località Monte Rosa. Erano quasi le otto quando una vasta porzione di costone tufaceo, unitamente ad alcune piante, è precipitata sulla strada comunale di collegamento, proprio alle spalle di un'automobile guidata da una residente nella zona che stava accompagnando i suoi bambini a scuola.
Lanciato l'allarme sul posto sono arrivati il vigile urbano Agostino Portelli, il tecnico comunale Andrea Mazzeo e un componente della squadra di protezione civile. Vista l'entità del materiale precipitato e la possibilità che dalla montagnola si staccasse quello instabile si è deciso di fare intervenire la ditta di Giacomo Famularo che ha operato con dei mezzi meccanici per mettere in sicurezza, almeno per il momento, la zona. Il traffico da e per Monte Rosa è rimasto bloccato per diverse ore.
Resta il fatto che quella zona, così come l'intera area di Monte Rosa, è alquanto instabile per via dei danni causati dagli incendi della scorsa estate che hanno distrutto buona parte della vegetazione che svolgeva la funzione di collante. Si tratta di una situazione ad elevato rischio dal punto idro-geologico e la frana di oggi non è nient'altro che uno dei campanelli d'allarme squillati diverse volte negli ultimi mesi. E questo non può fare restare inermi gli organismi competenti.

LIPARI: I randagi fanno paura

A Lipari la notte scorsa non è stata sicuramente delle più tranquille. Anzi, esattamente il contrario. Un branco di una ventina di cani randagi ha “presidiato”, presumibilmente alla ricerca di cibo, la zona interna di S. Vincenzo a Canneto. Ululati, ringhi e guaiti non hanno fatto dormire sonni tranquilli agli abitanti della zona alcuni dei quali, già dalla prima serata, sono stati costretti a non uscire di casa proprio per la presenza di questi cani schierati in prossimità dell'uscio di casa e pronti ad aggredire ad ogni minimo movimento

LENI: Cambia la composizione della giunta

Fuoriuscite e new-entry nella giunta municipale di Leni presieduta dal sindaco Antonio Podetti.
Su decisione del primo cittadino lasciano l’amministrazione attiva il vice-sindaco Felice Mancuso e l’assessore Marina Lo Vecchio. Entra a far parte della compagine amministrativa del piccolo comune dell'isola di Salina la signora Carla Rando. Nella prossima settimana si conoscerà anche il nome del secondo assessore subentrante. L’incarico di vice-sindaco è stato conferito al professor Giacomo Montecristo che già detiene altre deleghe.

PESCA/ NEL 2007 SEQUESTRATI 700 MILA METRI DI SPADARE ILLEGALI

Settecento mila metri di spadare sequestrate, oltre duecento mila controlli, missioni aeree e navali che hanno portato ad accertare nel 2007 quasi 5mila violazioni. Sono le cifre della pesca illegale in Italia, illustrate oggi a Roma, nel corso del Forum sulla pesca illegale che si è svolto al Mipaaf.
"I controlli compiuti sull'intera filiera tutelano la sicurezza alimentare dei consumatori", ha sottolineato il ministro per le Politiche agricole, Paolo De Castro, fiducioso che l'impegno del Forum potrà garantire un maggior coordinamento con la Guardia Costiera. Il ministro ha ricordato che per coordinare i diversi interventi è stato istituito il Reparto pesca marittima del Corpo delle capitanerie di Porto, che dipende direttamente dal Mipaaf.
"Stiamo investendo molto sulla formazione e sulla specializzazione del personale della Guardia costiera", ha affermato il comandante generale della Guardia costiera, Raimondo Pollastrini, evidenziando lo "sforzo massimo della Guardia costiera nella lotta alla pesca illegale, con particolare riguardo alle spadare". Dai dati forniti dalla Guardia costiera, nel 2007, su circa 300 motopesca controllati i due terzi sono stati verbalizzati e sono state effettuate 53 missioni aeree e 135 missioni navali.
Oltre a questa attività, la vigilanza su tutta la filiera ittica ha prodotto 215mila controlli in mare, presso punti di sbarco e attività commerciali: sono 669 le violazioni penali accertate, 4 mila le violazioni amministrative, 635.639 chilogrammi di prodotti ittici sequestrati, 3.631 gli attrezzi da pesca sequestrati.

giovedì 22 novembre 2007

LIPARI: Corso V.E. , ovvero via degli invalidi di GIANSANTO

Riceviamo e pubblichiamo :
"Non so se qualcuno camminando lungo il corso, per caso, ultimamente abbia gettato lo sguardo sui parabrezza delle numerose auto in sosta durante le ore di traffico limitato; per caso, alcuni giorni fa, erano circa le 11 di mattina, notando il gran numero di auto in sosta nonostante le limitazioni, ho dato un’occhiata all’auto a me più vicina per vedere se avesse una qualche autorizzazione ed ho visto esposto all’interno il “contrassegno con la sedia a rotelle” normalmente destinato agli invalidi. Bene, tutto regolare; poi guardo l’auto successiva, anch’essa col suo bravo contrassegno con sedia a rotelle, poi ancora la successiva e l’altra ancora ed ancora l’altra……… in tutta la parte bassa del corso fino al pozzo, su 25 auto ferme in sosta, ho contato 20 auto con contrassegno invalidi, 2 con un foglio autorizzativo, 1 medico, 2 niente.
Incredibile! forse ci sarà qualche riunione in zona, ho pensato……. macchè…..è la normalità quotidiana verificata anche nei giorni successivi e perfettamente coerente con quanto riportato dalla stampa circa i duemila “contrassegni invalido” rilasciati dal comune ed oggetto dell’attenzione anche… del sindaco Bruno.
E’ veramente preoccupante il fatto che circa un quinto della popolazione residente a Lipari sia costituita da invalidi.
Sarebbe inoltre interessante approfondire l’argomento confrontando i dati relativi alle richieste di pass nel tempo con quelli inerenti i provvedimenti di limitazione del traffico nel centro urbano, probabilmente ne risulterebbe che accanto agli effetti positivi di queste disposizioni ci potrebbe essere una ricaduta negativa sulla salute dei residenti aumentando il tasso di invalidità generale….
Problematiche queste che dovrebbero certamente interessare l’Assessore al Traffico nel progettare i futuri interventi del settore.."
Giansanto

Milazzo: Provenivano da Salina i due camion con rifiuti speciali sequestrati dalla Gdf

La Guardia di Finanza di Messina con il supporto della squadra Porto della compagnia di Milazzo hanno sequestrato oggi due camion carichi di rifiuti speciali.
Le Fiamme Gialle, durante uno dei servizi di controllo predisposti agli imbarcaderi dalle isole Eolie, hanno fermato due autocarri provenienti dall'isola di Salina. Un controllo approfondito avrebbe consentito di accertare che gli stessi erano privi del documento di identificazione dei rifiuti. Inoltre, secondo quanto afferma la Gdf, i proprietari degli autoarticolati non avevano le necessarie autorizzazioni per la gestione ambientale. Si presume che i rifiuti fossero destinati a discariche abusive.

LIPARI: COLPI DI FUCILE CONTRO UNA BACHECA DELLA "NESOS"

Tre colpi di fucile sono stati esplosi contro una bacheca tabellare dell'associazione "Nesos" di Lipari che fa capo al consigliere comunale di minoranza Pietro Lo Cascio e la cui sede è sita nel centro urbano di Lipari, proprio all'inizio del centralissimo corso Vittorio Emanuele.
I proiettili sono stato esplosi contro la bacheca sita in località Caolino.
Un gesto deprecabile che, al di là del fatto che possa trattarsi di un gesto vandalico o intimidatorio, crea grande apprensione e che lo stesso consigliere comunale non riesce a spiegarsi. Lo Cascio sull'accaduto presenterà denuncia ai carabinieri di Lipari.
Oltre all'attività politica (è consigliere comunale dal maggio scorso) Lo Cascio si occupa di ambiente, della sua salvaguardia ed è autore di alcuni libri in materia.
Recentemente aveva fatto discutere una sua lettera-denuncia legata alla caccia nelle aree ZPS e SIC.

LAVORATORI PUMEX OCCUPANO L'UFFICIO DEL SINDACO

Occupato da stamani alle 10,00 l’ufficio del sindaco di Lipari, Mariano Bruno. L’eclatante gesto di protesta, teso ad attirare l’attenzione delle istituzioni, è stato posto in essere dai lavoratori della pomice di Lipari. Lamentano di essere stati dimenticati dalle istituzioni che, a fronte di promesse e rassicurazioni, non hanno convocato sino ad oggi alcuna riunione per trovare una soluzione alla grave crisi occupazionale venutasi a creare dopo il sequestro operato dalla Magistratura dell’area di cava e delle strutture di Porticello e il conseguente blocco di ogni attività lavorativa. In precedenza alla presenza di Santino Barbera della Filca-Cisl i lavoratori hanno incontrato il sindaco Mariano Bruno. Il primo cittadino ha solidarizzato con i lavoratori e ha, nello stesso tempo, stigmatizzato l’atteggiamento di assoluto disinteresse tenuto sino ad ora sia dal Presidente della Regione che da tutti gli assessorati competenti.

S. MARINA SALINA: Grande partecipazione alla Festa dell'albero

Ieri, presso la sala congressi del comune di S. Marina Salina, in occasione dell’ iniziativa denominata“Festa dell’Albero”, si è tenuto l’incontro tra gli alunni delle scuole medie ed elementari di S. Marina con l'assessore all’ ambiente Luigi Follone.
Scopo della giornata è stato quello di rendere partecipi i giovani alle attuali problematiche ambientali, cercando di sensibilizzarli nei confronti dei danni che l’uomo provoca nei confronti della natura e dei rischi che ne conseguono.

Dopo il saluto dell’ assessore, gli alunni della scuola media di S. Marina hanno mostrato i lavori realizzati costituiti da poesie e da cartelloni disegnati. Tutti i presenti, compresi i più piccoli, hanno poi dibattuto, con grande interesse, temi come l’inquinamento atmosferico, gli incendi e la deforestazione, la cementificazione dei centri urbani e la mancanza di verde pubblico. La giornata è proseguita con la proiezione di un documentario di approfondimento. Il filmato aveva come scopo quello di intrattenere l’attenzione dei ragazzi anche su questioni più complesse come lo smaltimento dei rifiuti e il riciclaggio, l’importanza del contenimento dei consumi domestici, le fonti energetiche alternative, ecc.

Al termine della proiezione le scolaresche si sono dirette verso la piazza principale del paesedove è stata donata a ciascuno di loro un pianta di Laurus nobilis (alloro). Sono state offerte delle piante anche alle stesse scuole, compresa quella materna, con la speranza che, rinnovando costantemente iniziative come queste, si possa arrivare sia ad un progressivo incremento del verde pubblico che ad un fattivo coinvolgimento dei giovani alle problematiche di carattere ambientale.

S.MARINA SALINA: Marco Giorgianni consulente per PRG ed altro

Marco Giorgianni, candidato a sindaco nelle ultime amministrative al comune di Lipari, è stato nominato esperto del sindaco di S. Marina Salina Massimo Lo Schiavo per la definizione del piano regolatore generale, delle prescrizioni esecutive e per la programmazione economica concertata del maggior comune salinaro. La nomina, a titolo assolutamente gratuito (percepirà solo un rimborso spese omni- comprensivo di 4.800 euro), è stata fatta dallo stesso primo cittadino di S. Marina. L’incarico a Giorgianni si è reso necessario- così come si evince dall’atto di nomina- a seguito della nota dell’Assessorato regionale Territorio ed Ambiente che ha sollecitato il comune a giungere alla conclusione ed adozione del PRG entro i termini fissati dalla legge, senza ulteriore indugio.
Marco Giorgianni dovrà effettuare una ampia ed approfondita ricognizione di quanto posto in essere sinora dall’amministrazione comunale sia in materia di PRG e di prescrizioni esecutive nell’ambito della programmazione economica concertata sia degli interventi in corso di attuazione facenti parte di programmi sostenuti da risorse finanziarie provenienti da fondi strutturali e piani comunitari. Dovrà inoltre seguire l’iter di modifica del PTP ed elaborare un piano d’azione per l’armonizzazione dei diversi strumenti operanti sul territorio(PRG e prescrizioni esecutive, piano paesistico, PRG dei porti ecc.).

mercoledì 21 novembre 2007

FILICUDI: Scalo alternativo il centro-sinistra interroga


I consiglieri comunali del centro sinistra hanno presentato una interrogazione al sindaco di Lipari Mariano Bruno per chiedere notizie sullo scalo alternativo dell'isola di Filicudi. Il testo in: www.webalice.it/s.sarpi/DOCUMENTI.html

ACQUA: Firmato il decreto

Si è finalmente sbloccata la questione legata al rifornimento idrico delle isole minori siciliane, Eolie comprese.
Il ministro Padoa Schioppa, dopo averlo tenuto per quindici giorni sulla sua scrivania, ha firmato il decreto che consentirà attraverso uno stanziamento di circa 1.500.00 euro di rifornire le piccole realtà insulari siciliane sino al prossimo 31 dicembre.
Apposta la tanto attesa firma stamattina le tre navi cisterna, cariche di acqua potabile, che da oltre una settimana stazionavano nella rada di Lipari, sono partite alla volta di Vulcano, Santa Marina Salina e Malfa per approvvigionare quelle comunità. Nelle prossime ore è atteso l’arrivo di altre navi- cisterna che saranno destinate al rifornimento delle altre isole delle Eolie secondo un calendario predisposto da Riccardo Casamento, coordinatore della distribuzione idrica per l'ufficio di presidenza della Regione Siciliana.
La cifra messa a disposizione, da quanto trapela, non dovrebbe essere detratta da quella a disposizione per rifornire d’acqua potabile le isole minori durante l’anno 2008.

Canneto: Lavori sul lungomare

Sono iniziati sul lungomare della frazione liparese di Canneto i lavori di interramento del cavidotto elettrico. In un'ampia fascia della Marina Garibaldi è stato, di conseguenza, istituito il senso unico alternato, regolato da semafori.
I lavori, secondo le previsioni, dovrebbero andare avanti per una quindicina di giorni.

martedì 20 novembre 2007

VULCANO: Isolano perde la vita durante una battuta di caccia

Era andato a caccia nella sua Vulcano ma, colto da malore, presumibilmente da un infarto, ha perso la vita.
Si tratta di Bruno Abbondanza, 58 anni, di professione muratore. E’ stato ritrovato nel bosco di Piano Luccia dai carabinieri, dai volontari e dagli stessi parenti che, non vedendolo tornare a casa, avevano lanciato l’allarme. Aveva il fucile in spalla e la torcia elettrica, ancora accesa, in mano. Era figlio del compianto sindacalista Filippo Abbondanza

SENZA PUDORE 1

Il “laghetto” (vedi foto) non è nient’altro che il “frutto” dello sversamento continuo di liquami che si verifica ormai da oltre 20 giorni all’altezza di Bagnamare(Lipari) proprio in prossimità del punto di rifornimento dell’acqua potabile. Il lezzo nauseabondo investe tutta la zona e le auto in transito. Un’odore che evidentemente non viene avvertito dai funzionari e dagli amministratori comunali che transitano più volte in quella zona. Oltre ad evidenti problemi di vista(e il minimo che si può pensare) avranno perso anche il senso dell’olfatto?

SENZA PUDORE 2

E a proposito di “disattenzioni” e “problemi di vista”. All’ingresso di Canneto (zona Unci) da quasi un mese giace accantonato sul bordo della strada un cumulo di terriccio, residuo delle piogge. Per segnalare lo stato di pericolo è stato posto un bel cartello (vedi foto) ma è così difficile fare ripulire la zona. Eppure, circa dieci giorni fa, un mezzo della protezione civile ha ripulito il lungomare di Canneto.. con un piccolo sforzo si sarebbe potuto arrivare anche all’ingresso della frazione. O no?

Acquacalda continua a restare col fiato sospeso

Le mareggiate di questi giorni hanno fatto tornare prepotentemente alla ribalta la necessità più che immediata della protezione dell'abitato di Acquacalda (Lipari) dall'azione dei marosi che interessa particolarmente l'ampia fascia della zona di San Gaetano. Decine di abitazioni che, insieme al limitrofo lungomare, ogni qualvolta il mare è in tempesta, vengono investite in pieno dalle onde con il rischio, sempre reale, di essere travolte dalle stesse.
Cittadini costretti a barricarsi in casa facendo ricorso a tutto ciò che nel tempo è stato “testato” per affrontare l'emergenza. Ma la paura è tanta. specie quando le onde si infrangono roboando contro le case. A ciò bisogna aggiungere che, in più punti, il mare ha scavato sotto la sede stradale e sotto le case e il rischio di crollo è dietro l'angolo.
Proprio per fare fronte alle esigenze di protezione civile della frazione l'amministrazione del sindaco Mariano Bruno è riuscita a concentrare dei finanziamenti per la predisposizione di un idoneo progetto di difesa dell'abitato e per l'effettuazione dell'intervento. Intervento che sembra essersi arenato, o per lo meno rallentato, sui soliti intoppi burocratici.
E a sollecitare al sindaco una risposta sull'iter dello stato dei lavori di difesa dell'abitato di Acquacalda intervengono i consiglieri comunali del centro-sinistra. In una lettera al primo cittadino hanno evidenziato come “numerosi cittadini chiedono a che punto sono i lavori di difesa dell'abitato di Acquacalda più volte annunciati ed ancora, metaforicamente, in alto mare, soprattutto alla luce dell'arrivo imminente della cattiva stagione e delle conseguenti mareggiate”. Da ricordare, e forse questa potrebbe essere la chiave di volta, che nei giorni scorsi la Regione ha dato l'autorizzazione per gli interventi sul demanio di Acquacalda

S.MARINA SALINA: FESTA DELL'ALBERO


Sempre attenta alle tematiche dell'ambiente e della sua salvaguardia l’amministrazione comunale di Santa Marina Salina, presieduta dal sindaco Massimo Lo Schiavo, aderisce all’iniziativa di Legambiente denominata “Festa dl’Albero 2007” che si terrà domani.

Per l’occasione l’assessore comunale all’Ambiente Luigi Follone ha invitato tutti gli alunni delle scuole elementari e medie dell’isola in piazza S.Marina, per la distribuzione, a ciascuno di loro, di una piantina e per procedere insieme alla piantumazione di altre piantine in alcune zone pubbliche. In una lettera-invito inviata agli organismi scolastici l’assessore Follone ha evidenziato come “ il tema principale dell’edizione di quest’anno è dedicato al sostegno del trattato internazionale di Kyoto e in questa occasione, con il semplice gesto della piantumazione, oltre all’incremento del verde pubblico, contribuiremo al raggiungimento di importanti risultati come la diffusione di tematiche per la tutela ambientale e quindi la formazione di una maggiore sensibilità ecologica nei giovani, che rappresentano, in questi termini, i protagonisti di un futuro sicuramente migliore se tali iniziative vedranno un loro costante coinvolgimento”.

lunedì 19 novembre 2007

Piante ornamentali a Lipari. Interrogazione del centro sinistra


Una interrogazione sulle piante ornamentali per arredo urbano è stata presentata al sindaco di Lipari, Mariano Bruno dai consiglieri comunali del centro sinistra, primo firmatario Pietro Lo Cascio(nella foto). Il testo in integrale dell'interrogazione su www.webalice.it/s.sarpi/DOCUMENTI.html

FILICUDI: Cuoco accusato di violenza. Assolto

Il cuoco napoletano di un ristorante di Filicudi è stato assolto dalla grave accusa di violenza sessuale su una bambina pugliese che nell'agosto del 2000 aveva appena 5 anni e stava trascorrendo le vacanze alle Eolie al seguito dei genitori.
Lo ha deciso il tribunale di Barcellona al temine di un lungo processo preceduto da un incidente probatorio.
L'imputato assolto, con la formula perché il fatto non sussiste, è il cuoco napoletano G.R, 68 anni, che per l'accusa aveva spogliato la bimba e abusato del suo corpo fotografandola. L'uomo accusato delle violenze lavorava, nell'agosto del 2000, in un ristorante di Filicudi, lo stesso luogo dove - secondo l'accusa - si sarebbero consumati gli abusi di cui, oltre alle dichiarazioni della bimba che ha descritto nel dettaglio gli atti che sarebbero stati compiuti sul suo corpo, sarebbe stato testimone oculare anche un adulto.

L'assessore Giannò: Presto finanziamenti per Ginostra e Canneto

Dalla Regione due buone notizie per il comune di Lipari: per la precisione per le frazioni di Ginostra (Stromboli) e di Canneto (Lipari).
Le ha annunciate l'assessore comunale Corrado Giannò al ritorno da Palermo dove è stato nei competenti uffici regionali per sollecitare il finanziamento per due interventi che la collettività attende ormai da diverso tempo. Per il piccolo borgo di Ginostra è alla firma il decreto che consentirà di mettere in sicurezza il costone roccioso che sovrasta lo scalo storico del “Pertuso” e il cui forte stato di instabilità rischia di fare franare sullo scalo non solo il costone ma anche le case che sono state realizzate nei pressi. La cifra disponibile sarà di 1. 784.000 euro. Per la frazione di Canneto, continuamente flagellata dai marosi durante il periodo invernale e per la quale più volte negli ultimi anni si è corso il rischio che i marosi investissero le abitazioni limitrofe al lungomare, dovrebbe concretizzarsi a breve il finanziamento di circa 360.000 euro per la protezione dell'abitato(nella foto)
Due interventi fondamentali e non più rinviabili che vanno ad accoppiarsi a quello di messa in sicurezza dell'abitato costiero di San Gaetano ad Acquacalda

domenica 18 novembre 2007

Eolie: Isolate le isole minori, il traghetto collega Lipari e Vulcano con Milazzo

Ancora disagi per gli abitanti delle isole Eolie e in particolare delle isole più piccole.
Oggi da Lipari per Vulcano-Milazzo solo due corse con i mototraghetti Antonello da Messina(ore 6,30) e Giovanni Bellini (ore 15,00). Da Milazzo per Vulcano-Lipari in tarda mattinata si è mosso solo il traghetto Bellini. Fermi tutti gli altri mezzi. In serata l'Antonello da Messina ha affettuato regolarmente la corsa delle 18 e 30 da Milazzo per Vulcano-Lipari.
Il forte vento, proveniente da nord-ovest, soffiando per tutta la notte, ha portato il mare a raggiungere anche forza 5 e 6.
Nel porto di Lipari hanno cercato riparo alcuni natanti fra cui le tre navi-cisterna che attendono da giorni, nel mare eoliano, di poter scaricare l'acqua potabile.
Le mareggiate, ancora una volta, hanno colpito il porticciolo Ginostra aggiungendo ulteriori danni a quelli già pre-esistenti