Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 29 dicembre 2007

BORGATA LAMI: PER I DEFUNTI UN FIORE DI SETA E NON SOLO

“Noi non aspettiamo che lo facciano gli altri e tu? All'insegna di questo slogan, una iniziativa di notevole rilevanza, nel rispetto di chi ci ha preceduti su questa terra e nel mantenimento di quelle che sono le radici, specie di una piccola comunità, è stata attuata oggi pomeriggio nella borgata liparese di Lami.
Rispondendo all'appello della neonata associazione Borgata Lami, presieduta da Saverio Merlino(nella foto), una trentina di volontari fra cui diverse donne si sono dati appuntamento al piccolo cimitero della frazione per un'operazione di pulizia radicale del luogo sacro e della parte esterna dello stesso. Un intervento di “lifting” durato diverse ore e nel corso del quale è stato letteralmente cambiato il volto del piccolo cimitero rispetto a quello visibile solo qualche ora prima. L'iniziativa proseguità nei prossimi giorni con interventi manutentivi ordinari e straordinari ai loculi. Particolarmente significativa, sempre nel contesto della giornata odierna, è stata l'iniziativa di deporre fiori di seta nei loculi occupati da defunti o che non hanno più parenti in vita o che risiedono all'estero.
Soddisfatto della riuscita dell'iniziativa il presidente dell'associazione Borgata Lami Saverio Merlino che aveva sollecitato una fattiva partecipazione “per contribuire nel miglior modo possibile alla riuscita dell'iniziativa che intende curare l’ambiente anche con la custodia delle testimonianze del nostro passato e il rispetto verso i nostri defunti”.
Da parte nostra un plauso a chi ha promosso l'iniziativa e a chi l'ha concretizzata dedicando una parte della sua giornata. Certo, è fuor di dubbio,che il segnale che arriva dalla piccola Lami a chiusura del 2007 è davvero forte e deve fare riflettere sulla necessità di svincolarsi dalla mano pubblica specie quando gli interventi toccano persone a noi care che non ci sono più e le nostre radici.

MESSINA: E' GIALLO SUL SEMI-AFFONDAMENTO DI IERI SEGESTA JET

E' giallo sul semi affondamento, nel porto di Messina dell'aliscafo della Bluvia-Rfi "Segesta Jet"il mezzo veloce che il 15 gennaio scorso si era scontrato nello Stretto di Messina con una nave porta - container, causando la morte di 4 membri dell'equipaggio, tra questi l'eoliano Palmiro Lauro.
Ieri sera il Segesta Jet era stato visto affondare lentamente, con la prua quasi sommersa. Ora portato a termine il piano di recupero con l'azionamento delle pompe che hanno aspirato l'acqua penetrata nel monocarena, sarà ancora una volta la magistratura a chiarire cosa ha provocato l'affondamento.
La nuova inchiesta della Procura di Messina è scattata infatti dopo aver saputo che sul mezzo sono state rinvenute un paio di cesoie e le quattro prese a mare, aperte. E' stato un sabotaggio, o vandalismo? Lo chiariranno i magistrati.
Intanto il Segesta Jet, secondo quanto detto dalla Capitaneria di Porto, potrebbe essere a breve tirato a secco, anche per evitare simili episodi.
Posto sotto sequestro dalla magistratura, il mezzo è rimasto, dall'incidente, ancorato al molo Norimberga, nella zona falcata del porto.

Riganò: Spunta la pista Cagliari

Secondo il quotidiano Tuttosport sembra giunta agli sgoccioli l'avventura del liparese Cristian Riganò nella Liga spagnola con la maglia del Levante.
Causa problemi societari e l'ultimo posto in classifica, Riganò starebbe valutando l'ipotesi di un ritorno in Italia già a gennaio. Sulle sue tracce si sarebbe messo il Cagliari alla ricerca di un bomber che possa risollevare le sorti del club rossoblu in forte difficoltà nell'attuale campionato italiano di serie A.
Nei giorni scorsi il ritorno in Italia del bomber eoliano era stato associato al mercato invernale della Roma. Una ipotesi tutt'ora non tramontata.

BREVI DI CRONACA DALLE EOLIE

Grande commozione stasera nella popolosa frazione liparese di Canneto di Sua Eccellenza l'arcivescovo Calogero La Piana.
Il presule della chiesa messinese è stato accolto dalle autorità civili e militari, dal clero e da un folto stuolo di sacerdoti giunti anche dalla vicina Salina. In suo onore ha anche suonato la banda “città di Lipari” ed è stato organizzato un succinto ma efficace spettacolo di giochi pirotecnici.
L'Arcivescovo, accogliendo l'invito di Mons. Gennaro Divola, sacerdote della Basilica minore di San Cristoforo, è sbarcato a Lipari per benedire la statua del Cristo Redentore posizionata sulla parte superiore della chiesa.
Mons. La Piana, dopo la benedizione della statua, realizzata in vetroresina, ha presieduto la celebrazione eucaristica nella quale ha elargito ai fedeli la particolare indulgenza plenaria concessa dal Santo Padre Benedetto XVI.

L’assessore regionale del Turismo, Dore Misuraca, ha rimodulato il contributo previsto per le manifestazioni di grande richiamo turistico del 2007, aumentando dal 7 al 20 per cento la compartecipazione finanziaria a sostegno delle spese di organizzazione di ogni singolo evento. “Grazie alle disponibilità accertate sulla misura 4.18 del Por, relativa alla promozione turistica – afferma Misuraca – ho potuto aumentare il budget previsto per il cofinanziamento delle manifestazioni”. Oltre tremilioni e trecentomila euro l’impegno complessivo. Ventinove in tutto le manifestazioni che fanno parte del calendario (istituito con legge regionale 26 marzo 2002) e approvato con decreto del presidente della Regione Siciliana (30 giugno 2006). Per “ Un mare di cinema – premio Efesto D’oro”, organizzato dal Centro studi e ricerche di storia e problemi eoliani di Lipari, all'associazione diretta da Nino Saltalamacchia sono stati riconosciuti ventinovemilaseicento euro.
Cani randagi ancora in azione a Lipari. Questa volta nella frazione di Quattropani sono penetrati nottetempo all'interno di un pollaio e hanno sgozzato una sessantina di polli.
Sono migliorate nel pomeriggio le condizioni meteomarine nell'arcipelago eoliano e ciò ha consentito una quasi regolare effettuazione dei collegamenti. In mattinata, invece, il mare in tempesta aveva creato qualche difficoltà e a Lipari gli aliscafi hanno effettuato le operazioni di imbarco e sbarco nello scalo alternativo di Punta Scaliddi.

Brevi dalle Eolie

Mare nuovamente agitato nelle isole Eolie e a pagare le prime conseguenze sono le più remote fra le isole. In queste tratte sono saltate alcune corse. Difficoltà si registrano anche nei collegamenti veloci fra Milazzo-Vulcano-Lipari e Salina. A Lipari, gli aliscafi della Siremar e dell'Ustica Lines, stanno utilizzando lo scalo alternativo di Punta Scaliddi(nella foto) . Regolari i collegamenti a mezzo mototraghetto. E' arrivato nelle Eolie il traghetto Siremar partito ieri sera da Napoli.

Una lieve scossa di terremoto è stata registrata ieri sera intorno alle 21 al largo di Messina e Reggio Calabria, vicino Stromboli, dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Il sisma è stato di magnitudo 2.9. Non si segnalano danni a persone o cose.

Ottocentomila euro per il comune di Leni nell'ambito dei fondi previsti per il rischio idro-geologico. Il sindaco Antonio Podetti li aveva richiesti per la messa in sicurezza del costone soprastante il porto di Rinella e il ripascimento della spiaggetta.

venerdì 28 dicembre 2007

FILICUDI: OK AL PONTILE DI ALFONSO STRAMANDINO

Gli era stata negata dalla Soprintendenza del Mare l'autorizzazione a collocare un pontile galleggiante nel porto di Filicudi (vedi foto) e per questo il liparese Alfonso Stramandino aveva protestato clamorosamente l'estate scorsa a Lipari, tagliando gli ormeggi dello yacht "Altair" dell'imprenditore Diego Della Valle. Imbarcazione su cui erano ospitati anche il ministro della Giustizia, Clemente Mastella e la moglie. Un gesto che gli era costato l'arresto e una condanna. Adesso Stramandino ha ottenuto l'autorizzazione per il pontile galleggiante.
La Soprintendenza del Mare dopo aver riesaminato la pratica ha fatto "marcia indietro" e ha riscontrato che non vi sono motivi per concedere il nulla osta. La Sovrintendenza ha sostenuto che "a seguito di nuove verifiche nella zona portuale di Filicudi non sono stati rinvenuti reperti archeologici".
Stramandino, esasperato per un diniego che non riusciva a spiegarsi, pur avendo in regola tutta la documentazione, è anche arrivato ad incatenarsi al cancello del palazzo comunale di Lipari.
Certo la storia ha del paradossale e viene spontaneo chiedersi. Se adesso non vi sono nella zona reperti archeologici quelli individuati a suo tempo come tali (e che avevano portato all'originale diniego) cos'erano? Non si è impedito ad un cittadino di poter tranquillamente lavorare?

CANNETO: ATTESA PER L'ARCIVESCOVO

Grande attesa nella comunità di Canneto (Lipari) per la presenza domani pomeriggio, alle diciotto, nella frazione dell'Arcivescovo Mons. Calogero La Piana. L'Arcivescovo benedirà la momumentale statua di Gesù Redentore fatta porre da Mons. Gennaro Divola sulla sommità della Basilica romana minore di San Cristoforo. Una chiesa elevata al rango di Basilica il 12 settembre del 2004 dal Santo Padre Giovanni Paolo II.
“La statua di Gesù Redentore- ha sottolineato Mons. Divola- è posta a perpetua memoria come segno di comunione con le pontificie basiliche romane e a protezione di Canneto e di tutti i fedeli dell'arcipelago”.
Mons. La Piana, dopo la benedizione della statua, realizzata in vetroresina, presiederà la celebrazione eucaristica nella quale elargirà ai fedeli la particolare indulgenza plenaria concessa dal Santo Padre Benedetto XVI.

EOLIE: Il 10 gennaio sarà presentato il piano di gestione del sito Unesco

Il piano di gestione del sito Unesco delle Eolie sarà presentato il prossimo 10 gennaio a Palermo.
E' stato annunciato oggi, nel corso delle riunioni con gli amministratori locali e alcuni tecnici tenutasi a Salina e Lipari, dal professore Aurelio Angelini, direttore del gruppo che si occupa del piano di gestione per conto della Regione. All'incontro era presente anche un altro componente dell'equipe il professore Giovanni Ruggieri.
Il piano di gestione- è stato detto- dovrà essere consegnato il 1° febbraio all'Unesco durante una riunione a Parigi.
Durante le riunioni si è discusso dei vari aspetti, in particolare di quello economico-finanziario e il comune di Lipari ha evidenziato di avere già elaborato uno schema di piano, aperto al contributo di chi intende promuovere il reale interesse delle Eolie. Per gli amministratori è però arrivata una autentica “doccia fredda” poiché è stato fatto intendere che sul piano potranno avere poca influenza le istanze delle amministrazioni locali. Le proteste per questo ennesimo piano “calato dall'alto” si sono sprecate. Particolarmente “attivo” in questo senso il sindaco Mariano Bruno. Per placarle Angelini ha affermato che si terrà in conto il piano regolatore e l'istituenda riserva naturale e che qualche giorno prima della presentazione di Palermo il “piano di gestione del sito Unesco delle Eolie” sarà inviato al comune che potrà esprimere le proprie osservazioni.
E' stato anche anticipato che alla presentazione palermitana ci saranno arappresentanti dell’Unesco, dei Ministeri dei Beni Culturali e Ambientali, della Regione e ovviamente i sindaci dei quattro comuni eoliani.
Tale importante strumento di programmazione e tutela è stato sollecitato fortemente all'assessore regionale Rossana Interlandi nel corso della 31^ sessione della commissione Unesco per “l'Heritage List” del luglio 2007 tenutasi a Christchurch in Nuova Zelanda.
Come si ricorderà il Comitato Unesco ha inserito le Isole Eolie nella World Heritage List nel 2000 come bene ambientale secondo questi criteri . la morfologia delle isole vulcaniche rappresenta un modello storico nell'evoluzione degli studi della vulcanologia mondiale; le isole Eolie sono uno straordinario esempio del fenomeno vulcanico ancora in corso. Studiate sin dal XVIII sec. le Isole hanno fornito alla vulcanologia due tipi di eruzione (vulcaniana e stromboliana) e hanno occupato, di conseguenza, un posto eminente nell'educazione di tutti i geologi per oltre 200 anni; il sito continua ad arricchire il campo degli studi vulcanologici.

BREVI

Con una cerimonia tenutasi stamattina nell'aula consiliare del comune di Lipari il sindaco Mariano Bruno e i componenti la giunta municipale hanno porto gli auguri per l'imminente 2008 ai dipendenti comunali e alle loro famiglie.
Era assente l'assessore Giulio China(nella foto) operato d'urgenza all'ospedale di Lipari per dei calcoli biliari. All'assessore China, operato dal dott. Enzo Compagno e che già scalpita per tornare al lavoro, gli auguri di Eolie news.

Il gip distrettuale di Catanzaro, Antonio Giglio, ha convalidato il sequestro dei beni disposto dalla Dda nell’ambito dell’operazione fatta il 20 dicembre scorso che ha portato al fermo di 39 persone presunte affiliate alla cosca Gentile-Africano di Amantea. Tra i beni di cui è stato convalidato il sequestro c’è anche la motonave Benedetta II, del valore di cinque milioni di euro, che il gruppo criminale utilizzava per effettuare crociere nelle isole Eolie.

S.MARINA SALINA: FINANZIAMENTO PER INTERVENTO IDRO-GEOLOGICO

Un importante finanziamento è stato ottenuto dal comune di S. Marina Salina in attuazione del 2° Piano Strategico Nazionale per la mitigazione del rischio idrogeologico. Con Decreto n. DEC/DDS/2007/108/1 del 26 novembre 2007, a firma dell’ On. Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Alfonso Pecoraro Scanio, infatti, è stata disposta la somma di 878 mila euro per l’esecuzione di “lavori urgenti di sistemazione e riqualificazione ambientale della costa” “tra Punta Lamie e Passo Megna”.
Il provvedimento, già registrato alla Corte dei Conti il 06/12/2007, era stato richiesto con forza dal Sindaco Massimo Lo Schiavo, al fine di garantire la messa in sicurezza del tratto di costa interessato, e di realizzare una significativa azione di ripascimento delle spiagge stesse. Tale iniziativa rientrava nel contesto del programma elettorale presentato agli elettori nel maggio scorso. Finanziamento anche per il piccolo comune di Leni.

giovedì 27 dicembre 2007

BREVI DALLE EOLIE

Resta arenato a Salina l'aliscafo Gigliola M. della Ustica Lines, finito nel tardo pomeriggio del 3 novembre sugli scogli della cala del Brigantino, poco dopo il laghetto di Lingua. Il pontone e il rimorchiatore giunti sull'isola hanno dovuto desistere dal sollevarlo perchè correva il rischio di spezzarsi.Dopo l'Epifania si procederà a sezionare il mezzo per poi trasferirlo con un pontone.

Buon riscontro per la “prima” del ritorno del Cineforum a Lipari. Nella sala del Centro giovanile una cinquantina di giovani hanno dapprima assistito alla proiezione e poi discusso il fim sull'olacausto “Jacob il bugiardo di Peter Kassovitz” Domani sarà proiettato “I diari della motocicletta di Walter Salles”. Il Cineforum è organizzato dall'Associazione Giovani Eoliani.

MESSAGGIO POST NATALE DELL'ARCIVESCOVO

"Nel Bambino Gesù, si è manifestata la bontà di Dio, Nostro Salvatore, il suo amore per gli uomini. E noi siamo chiamati a vivere quella santità che Dio ci ha lasciato in dono, ognuno secondo la propria specifica vocazione”.Un invito, quello del vescovo, a non perdere mai di vista i valori dell’esistenza umana, auspicando che la chiamata alla santità si traduca nell’impegno di “vicinanza” verso i fratelli più bisognosi.
“Penso all’umile servizio e alla carità, gratuita e disinteressata, che come vescovi, sacerdoti, consacrati ed operatori pastorali, dovremmo offrire ai fratelli e alle sorelle delle comunità in cui operiamo – ha detto Monsignor La Piana – ed a quanti hanno responsabilità nell’amministrazione della “cosa pubblica”, ai quali spetta servire il bene comune, soddisfare le necessità della collettività (servizi pubblici, diritti fondamentali alla salute, alla casa, al lavoro, sostegno alla vita, alla famiglia, ecc), con equità e giustizia.Penso alle famiglie spesso in difficoltà. Le invito a vivere la comunione tra i membri che la costituiscono, a farsi dono della reciproca accoglienza e della vicendevole condiscendenza.Penso ai genitori, al loro delicato e insostituibile ruolo di primi educatori dei figli verso i quali invoco fattiva “vicinanza”, amore “vero” intessuto di gesti di “prossimità” e meno di “doni” spesso inutili e a volte dannosi.Penso ai giovani che sollecito “a farsi prossimo” anzitutto di se stessi, a dare cioè maggiore dignità e trattare con più rispetto il proprio corpo; che spingo nell’impegno verso una vita più autentica e meno “griffata”. Ai giovani chiedo di recuperare il valore dell’amicizia e del rispetto degli altri e li invito a sperimentare la gioia che nasce dal donare parte del proprio tempo e delle proprie energie a quanti necessitano di aiuto e di sostegno”.

PATRIMONIO UNESCO: VANTAGGI E SVANTAGGI

Cosa significa essere Patrimonio Unesco? Quali sono i vantaggi e i rischi?
Riportiamo alcuni passaggi tratti da un interessante speciale di GEO: i testi sono di Giampiero Comolli, con interviste a Giovanni Puglisi, presidente della Commissione nazionale italiana per l'Unesco, e a Manuel Guido, responsabile dell'Ufficio Lista del Patrimonio Mondiale Unesco, presso il Ministero.
VIOLATI DAL TURISMO SELVAGGIO E INCALZATI DAL CEMENTO. ALCUNI TRA I LUOGHI PIÙ STRAORDINARI DEL NOSTRO PIANETA RISCHIANO DI ESSERE COMPROMESSI. L'UNESCO TENTA DI STRAPPARLI A QUESTO DESTINO, CON CAMPAGNE DI INFORMAZIONE E PIANI DI RESTAURO.UNA CROCIATA IN NOME DELLA BELLEZZA. UNA MISSIONE CHE COINVOLGE POPOLI E GOVERNI DI TUTTA LA TERRA
Proteggere i gioielli della terra
Grande è il pericolo che corrono alcuni fra i luoghi più affascinanti della Terra. Le minacce arrivano da più parti: alle devastazioni per cause naturali si aggiungono le distruzioni dovute ai conflitti umani. Gli squilibri portati dalla modernizzazione (declino delle antiche tradizioni, sviluppo urbano incontrollato, turismo selvaggio) avanzano assieme ai guasti del degrado ambientale. Il risultato è quello che potremmo chiamare un rapido "imbruttimento del mondo". C'è qualcosa che si può fare? Ovviamente sì. Moltissimi interventi sono possibili, e uno in particolare è stato concepito con l'intento di proteggere i gioielli della Terra creati dall'uomo e dalla natura. Si chiama Convenzione sulla Protezione del Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale, ed è targato Unesco (vale a dire l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura).
La Lista dei siti a rischio
Le comunità locali devono impegnarsi per garantire la protezione del sito attraverso un adeguato piano di gestione concordato con l'Unesco. Cosa che però non sempre avviene. Stranamente al bello ci si abitua, e questo ci può far dimenticare quanto sia importante preservarlo. Il risultato è che, per abitudine, ci si disaffeziona alla bellezza e la si lascia decadere fino a trasformarla in un esempio di bruttezza.
E tutto questo succede malgrado i siti siano stati dichiarati patrimonio dell'umanità? Bene, il comitato interviene per aggiungere questi luoghi alla Lista del Patrimonio Mondiale in Pericolo, che oggi ne contiene 31. Elenco che, aggiornato di anno in anno, lancia alla comunità internazionale un allarme sui rischi, attuali o potenziali, che minacciano l'integrità di un sito. E in tal modo promuove l'adozione di interventi adeguati per eliminare o almeno attenuare le cause di rischio, sino alla cancellazioni dall'elenco dei brutti.
La situazione in Italia
L'inserimento di un sito nella Lista del patrimonio mondiale può avere un paradossale effetto controproducente: una volta insignito dell'emblema Unesco, un luogo acquisisce un valore aggiunto, una visibilità maggiore che lo può esporre a nuovi pericoli. Finora nessun sito italiano è mai stato iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale in pericolo. Con ben 41 siti l'Italia detiene il primato mondiale per il maggior numero di beni iscritti nella Lista del patrimonio mondiale. Tutto bene dunque per l'Italia? No, purtroppo no: fra i nostri siti Unesco, infatti, ve ne sono diversi in condizioni più o meno critiche. E per qualcuno sussiste l'eventualità di una futura iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale in Pericolo.
Turismo sostenibile
Occorre sempre tenere presente che il marchio Unesco porta di per sé a un aumento notevole di attività turistiche. E queste possono costituire una risorsa non indifferente per l'economia locale, purché vengano pianificate e organizzate nel rispetto dei principi del turismo sostenibile. Un criterio che non sempre è rispettato. turisti come pericolo per i tesori del mondo? Può succedere quando accorrono in massa, fuori da ogni controllo. I rischi maggiori sono quelli tipici indotti dal turismo di massa: crescita disordinata di alberghi, inquinamento e dissesto ambientale, sviluppo di attività illegali, stravolgimento o mercificazione della cultura locale, snaturamento complessivo dell'identità del luogo. L'unica soluzione consiste nello sviluppo di un turismo "responsabile" o "sostenibile". Di che si tratta? Il turismo responsabile si fonda su principi di giustizia sociale ed economica: attenzione per l'ambiente e le culture locali, centralità degli interessi della comunità ospitanti rispetto a quelli dei viaggiatori, sforzo per far ricadere i benefici economici e sociali del turismo sui territori che sono mete di viaggi e soggiorni, adozione di comportamenti corretti da parte dei viaggiatori e di pratiche oneste da parte degli organizzatori di viaggio, pieno coinvolgimento degli operatori turistici locali e della popolazione interessata. Elaborati nei primi anni Novanta come critica al turismo di massa, questi principi sono condivisi da un numero sempre crescente di associazioni e singoli viaggiatori. Oggi sono riconosciuti dall'Unesco come il solo modo corretto per visitare i tesori del mondo, godendo della loro bellezza, ma salvaguardando la loro integrità.

LIPARI: COMUNICATO STAMPA DELL'ASSESSORE IVAN FERLAZZO

Venerdi’ 28 dicembre alle 20,30, presso la chiesa di San Pietro a Lipari, si terrà il concerto del "Christmas Trio" formato da soprano violino e chitarra, con musiche di Bach e Vivaldi. Lo spettacolo è stato sponsorizzato dalla Provincia regionale di Messina in collaborazione con il comune di Lipari.
Domenica 30 dicembre alle 21.30, presso il Palacongressi di via Falcone-Borsellino a Lipari, si terrà il concerto “Lu Sacru Cantu” a cura del gruppo "Isola"Lo spettacolo è organizzato dal comune di Lipari.

VIVERE IL MARE: DUE CONCORSI PER LE SUPERIORI

Anche quest'anno ritorna nelle scuole superiori italiane Vivere il Mare, la campagna che da oltre 20 anni vuole essere il punto di incontro tra i giovani, il mare e l'ambiente.
Due i concorsi previsti: «Un Video per il Mare» e «Pesca uno Spot». Con fiction, documentari, o inchieste televisive studenti ed insegnanti, che decidono di realizzare un video, dovranno raccontare del rapporto tra l'uomo e l'ambiente marino nel suo insieme. Molti gli argomenti da cui trarre spunto, dalle Aree Marine Protette, allo stato dei mari italiani, alla tematica del recupero del patrimonio delle coste italiane. In un'epoca in cui la questione dei cambiamenti climatici sta diventando sempre più un'emergenza, le scuole italiane non potevano non essere coinvolte. Attraverso la sezione «L'uomo, il mare i cambiamenti climatici» si avrà l'opportunità di capire il grado di conoscenza che i giovani hanno della questione «cambiamenti climatici» e soprattutto cosa ne pensano e quali strategie ipotizzano di poter adottare per tutelare l'ecosistema.Il mondo della pesca, il difficile e antico mestiere del pescatore, le tradizioni marinare, e tutto ciò che ruota intorno al pianeta pesca sono i temi a cui ispirarsi se si decide di partecipare a Pesca uno Spot.

Per i gruppi finalisti l'opportunità di vincere la Settimana Azzurra di Vivere il Mare e partecipare alla Rassegna «Video Festival di Vivere il Mare», la kermesse che proporrà in anteprima nazionale i video e gli spot giunti alla fase finale.(Fonte Ideazione e Organizzazione: Union Contact S.r.l. Via Messina, 15 - 00198 Roma - Tel: 06.44243571 – Fax: 06.44250286 e-mail: incontri@vivereilmare.it - press@unioncontact.it - internet: http://www.vivereilmare.it/ Promozione e Gestione dei Concorsi: Gea Program S.r.l. Via Castelfidardo, 26 - 00185 RomaTel./Fax: 06.44292665 e-mail: info@geaprogram.it - concorsi@geaprogram.it)

mercoledì 26 dicembre 2007

Messa di Natale a Ginostra/ Presepe vivente a Lipari

Particolarmente sentita la messa del giorno di Natale nella frazione strombolana di Ginostra dove padre Luciano, un prete arrivato da Stromboli, ha riunito i fedeli nella sacrestia della chiesa(la struttura principale è inagibile) per la celebrazione eucaristica alla quale hanno partecipato anche gli unici tre turisti presenti nella frazione e il presidente del consiglio di quartiere di Stromboli, Carlo Lanza.
Dal punto di vista folclorico-religioso stasera si è registrato un grande successo per il presepe vivente organizzato dai Cantori popolari delle Eolie nel chiostro normanno della cattedrale.

BREVI DALLE EOLIE

Turismo natalizio sotto tono nelle Eolie dove sono stati ben pochi i turisti che hanno deciso di trascorrervi le festività di Natale. Come al solito l'isola più gettonata dai turisti, specie stranieri, è stata Stromboli, vista l'attrattiva esercitata dal vulcano. Il "movimento" notato in particolare per le strade di Lipari, e favorito da condizioni climatiche ottimali, è legato principalmente a coloro che hanno parenti nelle isole, e quindi tornano per le festività, e a coloro che possiedono case di proprietà. Vista la crisi, che nelle Eolie si avverte più che altrove, è stato un Natale all'insegna della tradizione vissuto tra fede, famiglia e con un occhio anche al sociale.
====================================================================
Grande successo ha riscontrato il banco alimentare promosso ed organizzato nel capoluogo dell'arcipelago , sabato 22 dicembre, dalla Caritas di Lipari.
Gli inviati nelle varie attività commerciali hanno ricevuto in dono dai cittadini per trasferirli ai più bisognosi diversi quintali di prodotti alimentari . Domenica 23 buona parte di questi beni sono stati distribuiti alle famiglie meno abbienti presso i locali del centro giovanile di Lipari.
Una parte di essi sono stati distribuiti in prima persona da Don Gaetano Sardella e da Mons. Gennaro Divola.

==============================================================
"Noi non aspettiamo che lo facciano gli altri! E tu?"
E' lo slogan coniato dal presidente dell'Associazione "Borgata Lami", Saverio Merlino per inviatare soci e non soci per sabato prossimo alle 14.30 ad una pulizia straordinaria del cimitero di Lami.
Si chiede, inoltre, ai soci di portare (o di far pervenire), per la suddetta iniziativa, un “fiore di seta” che sarà posto nelle tombe “abbandonate” del cimitero.
"E’ auspicabile che il 29 dicembre- ha scritto Merlino- ci sia la presenza di più cittadini possibili per contribuire nel miglior modo possibile alla riuscita di questa iniziativa che intende curare l’ambiente anche con la custodia delle testimonianze del nostro passato e il rispetto verso i nostri defunti. Chiudiamo l’anno 2007 rivolgendo un pensiero alle persone a noi care che non ci sono più".



====================================================================

JUDO: Buone prestazioni degli eoliani

Ottime le prestazioni dei judoka eoliani dello Sporting Club Lipari nel "Torneo di Natale" svoltosi a Messina. Questi i migliori piazzamenti ottenuti dei liparesi del maestro Gaetano Bisazza nelle categorie di appartenenza: 1° FEDERICA FINOCCHIARO - 2°ALESSANDRO VITAGLIANA - 3°ALESSIO GIARDINA, BARTOLO PUGLISI, MATTIA GIARDINA -

martedì 25 dicembre 2007

AUGURI!!!!!!!!!!!!!!!

A tutti gli amici di Eolie news e Eolnet, ai collaboratori,alle autorità civili, militari e religiose,ai tanti eoliani che vivono fuori dalle isole,in Italia e all'estero,sinceri e affettuosi
AUGURI DI BUON NATALE.

lunedì 24 dicembre 2007

AUGURI DA EOLIE NEWS

A tutti, eoliani e non eoliani, auguro BUON NATALE ma, un pensiero particolare non può che andare ai miei concittadini. Sono, infatti, consapevole che per le Eolie quello di quest'anno è sicuramente un Natale diverso, da un certo punto di vista uno dei peggiori degli ultimi decenni. Un Natale povero, non solo di sfarzi e luminarie, ma anche di prospettive. Contrassegnato dalla delicata situazione nel mondo occupazionale, una crisi che investe gli ex operai e dipendenti della Pumex, il settore della pesca, e dove il turismo, specie con i numeri della scorsa estate, è solo una goccia di speranza in un mare di difficoltà.
A tutti gli amici eoliani, ed in particolare agli ex lavoratori della pomice e a coloro che combattono giornalmente fra mille difficoltà, voglio fare giungere il mio più fervido e sincero augurio. Un augurio che è anche un impegno di essere sempre e comunque a loro fianco per combattere battaglie sociali e di civiltà.
Salvatore Sarpi

domenica 23 dicembre 2007

LIPARI: IL CALENDARIO DEL CINEFORUM

COME ANTICIPATO MERCOLEDI' PROSSIMO PRENDERA' IL VIA A LIPARI IL CINEFORUM ORGANIZZATO DA "GIOVANI EOLIANI": QUESTO IL CALENDARIO DEL CINEFORUM:
26 Dic - Jacob il bugiardo di Peter Kassovitz
28 Dic - I diari della motocicletta di Walter Salles
2 Gen - Una scomoda verità di Davis Guggenheim
4 Gen - Viaggio a Kandahar di M.Makhmalbaf
11 Gen - Amore senza confini di Martin Campbell
18 Gen - Una giornata particolare di Ettore Scola
25 Gen - I cento passi di Marco Tullio Giordana
1 Feb - Mio fratello è figlio unico di D. Lucchetti
8 Feb - Guido che sfidò le Brigate Rosse - di G. Ferrara
15 Feb - Ultrà di Ricky Tognazzi

ISTITUITO IL FONDO DI SVILUPPO DELLE ISOLE MINORI

Il Governo centrale guarda finalmente con una certa attenzione alle isole minori e nel contesto della finanziaria istituisce, presso il Dipartimento per gli affari regionali della presidenza del Consiglio dei ministri, il Fondo di sviluppo delle isole minori, con una dotazione di 20 milioni di euro a partire dal 2008.
Il Fondo – è scritto nell’articolo 28 - finanzia interventi specifici nei settori dell'energia, dei trasporti e della concorrenza, diretti a migliorare le condizioni e la qualità della vita nelle suddette zone, assegnando priorità ai progetti realizzati nelle aree protette e nella rete «Natura 2000», ovvero improntati alla sostenibilità ambientale, con particolare riferimento all´utilizzo delle energie rinnovabili, al risparmio e all´efficienza energetica, alla gestione dei rifiuti, alla gestione delle acque, alla mobilità e alla nautica da diporto ecosostenibili, al recupero e al riutilizzo del patrimonio edilizio esistente, al contingentamento dei flussi turistici, alla destagionalizzazione, alla protezione degli habitat prioritari e delle specie protette, alla valorizzazione dei prodotti tipici, alla certificazione ambientale dei servizi, oltre a misure dirette a favorire le imprese insulari in modo che le stesse possano essere ugualmente competitive”. All´erogazione del Fondo si provvede sulla base del documento triennale unico di programmazione isole minori (Dupim), elaborato dall' Ancim (Associazione nazionale comuni isole minori) nel quale sono indicati i singoli interventi e le relative quantificazioni. La Finanziaria, in poche parole, recepisce integralmente le modifiche al testo inizialmente proposto dall’Ancim, che proponeva genericamente misure di finanziamento per le isole minori, e lo traduce in termini di sviluppo sostenibile e di valorizzazione dell’ambiente, grazie soprattutto al lavoro svolto dal senatore Francesco Ferrante, capogruppo del Pd in commissione ambiente, che ha tramutato in emendamenti le suggestioni e le proposte contenute nei documenti sule isole minori (come “Itaca”) di Legambiente. Adesso il “pallino” passa alle amministrazioni locali che dovranno trasformare queste occasioni in progetti realizzabili e in finanziamenti reali. In Sicilia un ruolo importante è demandato al dottor Mariano Bruno, non solo nella sua qualità di sindaco delle sei isole del comune di Lipari, ma anche nella sua veste di presidente dell'Ancim Sicilia.

LIPARI: IL CINEFORUM DI "GIOVANI EOLIANI"

Torna a Lipari il Cineforum. Il primo dei dieci appuntamenti è previsto per mercoledì 26 dicembre alle 21, 00 nei locali del Centro Giovanile di Lipari.
Il tema è “Cineforum,l'individuo tra storia e presente. L'iniziativa è promossa dall’associazione Giovani Eoliani, presieduta da Ambra Mirabito, con la collaborazione dell’Associazione Mutua Studentesca e patrocinata dall’Assessorato alle Pari Opportunità della Provincia Regionale di Messina.
A sottolineare l’intento sociale e ricreativo, volto soprattutto a coinvolgere i giovani eoliani, vi è il fatto che la partecipazione al Cineforum, darà diritto a 2 crediti universitari e al rilascio dell’attestato di frequenza valevole per il riconoscimento di crediti nelle Scuole Medie Superiori.