Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 10 gennaio 2015

Presepe vivente a Pianoconte (foto 1° parte)



Si è tenuto stasera a Pianoconte, dopo due rinvii dovuti alle avverse condizioni meteorologiche, il presepe vivente.
All'evento a partire da stasera dedicheremo un ampio servizio fotografico

Tindaro Sgroi si aggiudica il televisore messo in palio dalla Ludica Lipari

Il televisore Samsung 32 pollici messo in palio dalla Ludica Lipari, con una lotteria, se lo è aggiudicato Tindaro Sgroi titolare del biglietto n° 47. Il sorteggio è stato effettuato a margine dell'incontro che la Ludica Lipari di calcio a 5 ha giocato quest'oggi al Freeland di Bartolo Giunta

Calcio a 5. La Ludica "frena" la capolista. Salina sconfitta in trasferta

La Ludica Lipari "frena" la capolista Sicily Gym e conquista un punto prezioso non solo per la classifica ma anche, e sopratutto, per il morale.
L'incontro si è concluso sul 6 a 6 con i padroni di casa che hanno raggiunto il pareggio in pieno recupero.
Dopo una partenza al quanto sofferta, 2 a 0 nei primi dodici minuti, Lo Schiavo e compagni sono rientrati in gara, tenendo testa, anche con orgoglio, alla capolista di questo girone di C1 di calcio a 5.
Per il Salina, purtroppo, è arrivata un'altra sconfitta. I ragazzi di Re sono stati superati per 7 a 5 sul campo del Merì

L' architetto De Vita assolto al tribunale di Lipari per non aver commesso il fatto

Assoluzione per non avere commesso il fatto. E’ la prima sentenza emessa nella sezione distaccata del tribunale di Lipari dopo la riapertura del 6 ottobre scorso. Nelle udienze precedenti si sono registrati quattro rinvii.
L’assoluzione per non aver commesso ha riguardato l'ex dirigente del terzo settore del comune di Lipari, architetto Biagio De Vita. Avvocato difensore Saro Venuto.
La sentenza è stata emessa dal giudice Ennio Fiocco.
L'architetto De Vita - secondo il capo d'imputazione - nella qualità di dirigente del 3' settore e responsabile del procedimento o comunque di soggetto obbligato alla conservazione e alla vigilanza dell'immobile di proprietà comunale (ex Sip) ometteva di provvedere ai lavori necessari per rimuovere il pericolo sussistente.
La situazione di pericolo, anche per la pubblica incolumità, dovuta allo stato di rovina in cui versava il fabbricato, era stata segnalata sia dalla Protezione civile che dai vigili urbani. I fatti risalgono al 17 maggio 2012.

Judo. Atleti dello Sporting club judo Lipari in gara a Villagrazia di Carini

COMUNICATO
Domani 12 atleti dello Sporting Club Judo Lipari parteciperanno alla gara che si svolgerà a Villagrazia di Carini organizzata dal MSP SICILIA insieme al Maestro Benemerito Giuseppe Mannoia.
E' la prima trasferta del 2015 per noi e per alcuni giovanissimi judoka anche la prima gara con shiai. I nostri atleti partecipanti sono :
Per la Classe Fanciulli: Emanuele Coppola, Riccardo Ranzino, Lorenzo Vaccaro, Kemuel Greco;
Per la Classe Ragazzi : Mara Carnevale, Antonino Agrip, Sofia Natoli, Giuseppe Cassera', Giovanni Livoti, Daniel Ceniti;
Per la Classe Esordienti A, Enya Livoti;
Per la Classe Esordienti B Alice Natoli.
Adalgisa Ferlazzo

Sicilia, via libera all’esercizio provvisorio: si alla proroga dei precari

Sì a esercizio provvisorio e proroga dei precari. Ma non c’è molto per cui brindare. L’Ars dà il via libero al primo passo di una manovra finanziaria che rappresenta solo una boccata d’ossigeno temporanea. In attesa di tempi migliori. L’esercizio provvisorio, però, via via si è “appesantito” con norme in qualche caso anche stralciate dal presidente dell’Ars Ardizzone. Tra queste, la predisposizioni di due fondi per Sviluppo Italia Sicilia (1,2 milioni) e le Terme di Sciacca (800 mila euro). Si ai soldi per gli ex Pip (ma solo per quattro mesi) e la possibilità per gli enti della cosiddetta ex Tabella h di spendere fino al 2015.
Come detto, l’Assemblea ha poi anche approvato la proroga per i circa 22 mila precari di Comuni e province. La norma prevede che il rinnovo dei contratti per tutto il 2015 sia estesa anche ai lavoratori degli enti in dissesto o pre-dissesto finanziario.
MUSUMECI: “GIUDIZIO NEGATIVO SULLA MANOVRA”
“Confermiamo il giudizio negativo sulla manovra, si tratta di una vera mini finanziaria che inciderà inevitabilmente sui documenti che il governo presenterà nei prossimi mesi e che continuano di essere frutto di improvvisazione, del rincorrere i problemi, sottraendo se stesso e il parlamento ad una seria programmazione. Per questo motivo abbiamo votato contro”. Lo affermano i deputati di Lista Musumeci Gino Ioppolo, Nello Musumeci e Santi Formica. “Sui precari – aggiungono – il nostro voto è stato favorevole perché non è corretto fare macelleria sociale. Ma in realtà si tratta solo dell’ennesima proroga non avendo il governo alcuna idea su come fare uscire migliaia di lavoratori dal mondo del precariato. Crocetta opera come i governi precedenti”.
SICILIA DEMOCRATICA: “ORA 4 MESI PER LAVORARE ALLO SVILUPPO”
“L’approvazione dell’esercizio provvisorio giunta oggi pomeriggio all’Ars è il frutto di un buon lavoro svolto dal governo e dalla maggioranza, ora occorre utilizzare i poco meno di 4 mesi di tempo che abbiamo davanti per dar vita ad una finanziaria di lotta agli sprechi e di sviluppo per la Sicilia” E’ il commento dei deputati di Sicilia democratica all’Ars che analizzano la norma appena approvata “Con questa norma si mettono le finanze regionali sulla giusta strada dando respiro ai precari siciliani, salvando Sviluppo Italia Sicilia e l’importante incubatore d’impresa che rappresenta. Importante anche l’attenzione al territorio con il via libera ai fondi per la tromba d’aria di Acireale, a quelli per le attività termali in Sicilia, alla ristrutturazione dei debiti delle Fondazioni dei teatri, per gli stagionali del teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania”. “La Regione – aggiungono i deputati di Sicilia Democratica – compie anche un atto di coraggio e di chiarezza avviando una trattativa con lo Stato per l’ottenimento dei fondi che le spettano”. “Adesso – concludono – occorre mettersi subito al lavoro per la finanziaria che deve guadare allo sviluppo della nostra terra”.
ARTICOLO 4: “ABBIAMO VOTATO PER SENSO DI RESPONSABILITA’, ORA RIFORME”
“Abbiamo detto sì a questo esercizio provvisorio garantendo i voti necessari per giungere alla sua approvazione per senso di responsabilità dei siciliani”. Lo dicono i deputati di Articolo 4 all’Ars per i quali “ciò che emerge è la situazione di enorme difficoltà in cui versano i contisiciliani frutto di anni di scelte scellerate da parte dei governo che si sono succeduti. Adesso occorre – concludono – un ulteriore presa di coscienza per procedere con responsabilità ancora crescente. Il governo Crocetta deve ora dimostrare di essere in grado di varare quelle riforme richieste da Roma ed indispensabili alla Sicilia per uscire da questa situazione che ci ha portati sull’orlo del baratro”.
VINCIULLO: “ESERCIZIO PROVVISORIO? UN PASTICCIO”
“Oggi, intervenendo in Aula, ho definito questo Governo ‘un Governo della gazzosa’, apparentemente forte ed effervescente, ma in effetti privo di ogni vera spinta propulsiva”. Lo dichiara Vincenzo Vinciullo, vicepresidente vicario della Commissione Bilancio e programmazione all’Ars. “E in effetti, l’esercizio provvisorio è un’operazione di facciata che, oltre a qualche intervento clientelare, nulla è riuscito a fare, dimostrando l’assenza assoluta di azione propositiva a favore della Sicilia”.

Quarta parte della relazione Annuale (Periodo 09/05/2013 - 09/05/2014 ) del Sindaco Marco Giorgianni sullo stato di attuazione del programma

Opere Incompiute
Numerose opere incompiute, di seguito elencate, sono state ereditate da questa Amministrazione, sulle quali si è svolta una costante e defaticante opera di recupero. Più consistente, seppure non visibile, è stata, ed è tuttora in corso, l’attività svolta dagli uffici per rendicontare, collaudare e monitorare opere già realizzate ma con un iter amministrativo confuso, non concluso e definito , al fine di evitare sanzioni e contenziosi. Non sono inserite in questo elenco numerose opere finanziate ma bloccate dal vincolo del patto di stabilità, alcune delle quali realizzate da questa Amministrazione.
Opere di protezione dell’abitato di Acquacalda. Si trova in uno stato di contenzioso ancora non risolto anche se parlare di incompiuta risulta inappropriato considerato che gran parte dell’opera malamente realizzata è stata completamente annullata dalle mareggiate verificatesi.
Porto di Filicudi. Ricordiamo l’azione dell’Amministrazione per consentirne l’utilizzo che negli anni precedenti era stato interdetto. Si sta provvedendo a sollecitare le pratiche di competenza del Genio Civile Opere Marittime per riavviare i lavori; solo nel mese di dicembre si è ottenuta finalmente la perizia di quantificazione dei danni da addebitare alla ditta e di quelli conseguenti a forza maggiore, atto propedeutico a riavviare i lavori con le cifre residue. Siamo in attesa della perizia di variante.
Porto di Alicudi. Dopo un lunghissimo iter si è avviato il percorso di revoca alla ditta che non aveva realizzato l’opera nei lunghissimi tempi concessi. Si è dovuto attendere il 22 dicembre per certificare il mancato assolvimento degli accordi contrattuali da parte della ditta.
Si sta procedendo all’affidamento dei lavori alla seconda ditta aggiudicatrice per il conseguente inizio lavori.
Molo di Piscità Isola di Stromboli . Ultimato il primo stralcio finanziato e in corso di realizzazione da anni.
Immobile ex asilo via Cappuccini. Dopo aver provveduto a bonificare l’area in forte stato di degrado è stata avviata la progettazione per recuperare l’immobile per una sua ristrutturazione e utilizzo.
Immobile Asilo Nido San Giorgio. Si sono ultimati i lavori di recupero e bonifica di un immobile che era divenuto l’esempio per Lipari del degrado e dello spreco del denaro pubblico. E’ stata realizzata una struttura che l’Amministrazione intende destinare a casa dello studente.
Per questo, a breve, verrà emanato avviso pubblico per la dichiarazione di interesse indirizzata ad eventuali gestori ed ai cittadini, allo scopo di valutarne la fattibilità. Se questa non dovesse risultare evidente l’Amministrazione intende orientare le valutazioni ad un utilizzo dell’immobile come casa di riposo, viste le numerose richieste in tal senso.
Porto di Ginostra. Dopo aver ottenuto un finanziamento di 880.000 euro per il completamento delle opere previste e dopo un lunghissimo lavoro per definire le relative pratiche amministrative necessarie per conseguire il collaudo delle opere, sono state completate le procedure di aggiornamento prezzi
e si stanno predisponendo gli atti di gara per la realizzazione del completamento previsto.
Intervento Portualità Sottomonastero. Sono stati acquisiti i pareri positivi nella conferenza di servizio per il posizionamento dei cassoni già realizzati (2 di questi da anni a Marina Corta) in prosecuzione del pontile aliscafi di Sottomonastero. Il parere della Sovrintendenza del Mare è stato espresso condizionato alla realizzazione di alcuni sondaggi propedeutici alla realizzazione.
I primi sondaggi sono stati eseguiti positivamente ma per altri più specifici, resisi necessari, l’Amministrazione ha individuato le opportune risorse essenziali per realizzare l’affidamento dei nuovi sondaggi cui, per motivi tecnici, si potrà procedere solo dopo l’approvazione del nuovo bilancio, vista la necessità di istituire specifico capitolo.
Piazza Mazzini. I lavori sono ripresi l’anno scorso sino al punto di consentire una sistemazione parziale per liberare dalle polveri l’area e per ripristinare la viabilità pedonale per l’accesso al Comune e mantenerne un’ aspetto decoroso. Si è provveduto a richiedere ed ottenere l’accreditamento da parte della Regione Siciliana delle somme per il pagamento degli stati di avanzamento lavori, già documentati e non pagati.
Trasferite queste cifre alla ditta, i lavori potranno essere ripresi e ultimati celermente.
Dissesto del Territorio
Non vi è alcun dubbio che questo tema sia tra quelli più sensibili che una Amministrazione deve affrontare e non si può certo disconoscere che per esso non possono esservi soluzioni immediate che bonifichino anni di incuria e di mancati investimenti e, quando questo non basti, che facciano i conti con i limiti finanziari e di rispetto del patto di stabilità impostici.
Interventi emergenziali a seguito di alluvioni e mareggiate. (Piccoli eventi o gravi crisi come quella del settembre 2012) Con molta soddisfazione l’Amministrazione vanta una costanza negli interventi di ripristino delle condizioni di sicurezza a seguito di questi eventi, eseguiti sempre in tempi brevi anche se con la limitatezza dei mezzi di cui dispone il Comune.
Messa in sicurezza degli alvei dei torrenti. Per questo importantissimo argomento si può richiamare quanto di seguito relazionato a proposito della progettazione predisposta dal Comune di Lipari e sottoposta a richiesta di Finanziamento.
Protezione abitato dalle mareggiate e rinascimento spiagge. Per questo importantissimo argomento si può richiamare quanto di seguito relazionato a proposito della progettazione predisposta dal Comune di Lipari e sottoposta a richiesta di finanziamento, nonché quanto rammentato a proposito delle opere bloccate dal rispetto del Patto di Stabilità.
Inoltre, è stato richiesto alla Regione Siciliana la caratterizzazione del materiale di scavo (sabbia) delle opere in fase di realizzazione a Vulcano. Se ne attende l’esito che, se positivo, consentirà un intervento di rinascimento della Spiaggia Sabbie Nere.
Intervento protezione abitato Unci Canneto. Concluso l’iter amministrativo ed ottenute le autorizzazioni si sta predisponendo la gara per la realizzazione dei lavori.
Insieme alla più generale azione condotta dall’Amministrazione per ottenere una riqualificazione e, quindi, una messa in sicurezza dell’area di Porticello e delle cave di pomice, la stessa si è attivata per un intervento più urgente di manutenzione e regimentazione delle acque nelle aree prima interessate alla escavazione, con particolare riferimento alla viabilità Canneto Acquacalda. Per questo ha inviato diffida ad intervenire alla ditta Pumex . Allo stesso tempo ha affidato incarico per la redazione di un progetto preliminare per intervenire per la messa in sicurezza.
Lo stesso intervento è stato sottoposto al competente Assessorato Regionale per il reperimento dei finanziamenti necessari alla realizzazione dell’opera.

"Ma chi ce lo doveva dire?". Lo slide fotografico della bella serata di cabaret ai "Tre Delfini" con i 4/3. Ospiti i ballerini di Angels' Dance

Come anticipato pubblichiamo lo slide fotografico di "Ma chi ce lo doveva dire?" la bella serata di cabaret ai "Tre Delfini" con i 4/3. Ospiti della serata i ballerini di Angels' Dance

Scossa di terremoto nel mare eoliano

Una scossa di terremoto di magnitudo(Ml) 2.7 è stata registrata alle ore 04:14:02 di oggi nel distretto sismico: Isole_Lipari.
La scossa si è verificata in mare ad una profondità di 116,8 km

Partylandia augura Buon Compleanno a Gennaro e Lorenzo

Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno a Gennaro che compie 6 anni e a Lorenzo Quadara che compie 4 anni

Siremar CdI assicurerà collegamenti Palermo – Ustica e viceversa fino al 31 marzo

Siremar-CdI come si legge in un comunicato "al fine di venire incontro alle istanze avanzate dal Comune di Ustica e, giusta autorizzazione data odierna del Dipartimento Regionale delle Infrastrutture della Mobilità e dei da Trasporti, a far data da domenica 11 gennaio p.v. e fino al 31 marzo assicurerà il collegamento a mezzo aliscafo tra Palermo e Ustica e viceversa. 
Questi gli itinerari orari:
Giorni: Lunedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì - Sabato e Domenica
Ustica p. 06:30
Palermo a. 7:55 p. 08:05
Ustica a. 09:30 p. 14:10
Palermo a. 15:35 p. 16:30
Ustica a. 17:55
Nel solo giorno di martedì
Ustica p. 06:30
Palermo a. 07:55 p. 16:30
Ustica a. 17:55

Terza parte della relazione Annuale (Periodo 09/05/2013 - 09/05/2014 ) del Sindaco Marco Giorgianni sullo stato di attuazione del programma

Costo della Politica e della Pubblica Amministrazione
A dispetto dei luoghi comuni e del populismo preconcetto il Comune di Lipari e l’ Amministrazione in carica può vantare un costo sostenuto bassissimo, sia in termini percentuali rispetto al bilancio comunale, sia se rapportata a qualsiasi altra struttura pubblica si voglia prendere a riferimento. Questo risultato è stato conseguito anche rinunziando a nominare figure retribuite istituzionalmente previste e nominando a titolo gratuito o con un compenso simbolico i componenti di società controllate quando non ancora in liquidazione, annullando di fatto il costo di esose e insostenibili spese per il mantenimento dei rispettivi CdA. Allo stesso modo per tutte queste società sono state annullate spese di gestione ed affitto trasferendone le sedi all’interno di immobili comunali, con beneficio per l’ente.
Va ricordato il dato troppo spesso dimenticato che il Comune di Lipari ha una spesa del personale pari al 21,41% (nel 2011 era pari al 30,11% ). A solo titolo d’esempio, basta ricordare che la media regionale si attesta intorno al 50% e che la percentuale del nostro Comune è di molto inferiore anche alla media nazionale e delle regioni settentrionali che supera il 35%. Qualificando il Comune di Lipari tra gli enti più virtuosi d’Italia per questo aspetto.
Un aspetto non direttamente collegato al costo della P A è rappresentato dagli esborsi del Comune di Lipari conseguenti al contenzioso, che nel periodo preso in esame è stato ridotto di circa il 30% anche con una attenta azione di costituzione e difesa dell’ente in ogni circostanza, come spesso invece non avveniva nel passato.
Società Controllate
Perdura lo stato di liquidazione, determinato da questa Amministrazione, delle società che hanno prodotto perdite le quali rischiano di ricadere, conseguentemente, sul bilancio comunale e, quindi, sulle tasche dei cittadini. Sono stati azzerati i vari Consigli di Amministrazione. Per tutte si è provveduto a trasferire le sedi per effettuare consistenti risparmi derivanti da affitti ed utenze.
Per non perdere l’opportunità della rimodulazione dei Patti Generalista e Agricoltura e Pesca e degli ingenti finanziamenti collegati, l’Amministrazione ha concordato con gli altri Comuni Eoliani la costituzione di un Ufficio Patti Comune. Ha, in tal senso, proposto delibera al Consiglio Comunale. Questo per mantenere l’indirizzo dello stesso Consiglio di non rimettere in bonis le società che avevano prodotto un forte indebitamento e non determinare aggravi sul bilancio comunale e sui cittadini, come detto sopra.
Attendiamo determinazione del Consiglio Comunale.
Sviluppo Eolie. Si è ottenuta la rimodulazione dei fondi del patto generalista per circa 2.500.000,00 finalizzato alla realizzazione di opere pubbliche. Il Comune di Lipari ha presentato apposita progettazione essendo intenzionato a destinare questi consistenti importi alla realizzazione delle infrastrutture indispensabili per un servizio di raccolta e smaltimento innovativo e differenziato.
Siamo in attesa del Decreto di Approvazione
Per la società sono in corso le attività di liquidazione.
GAL Leader II . E’ stata inviata la richiesta al competente Ministero per ottenere la rimodulazione di consistenti disponibilità finanziarie finalizzate alla realizzazione di opere pubbliche.
Si è in attesa del decreto di assegnazione
Per la società sono in corso le attività di liquidazione.
Ecosviluppo. Deliberata in assemblea la chiusura della società
Società Mista Eolieservizi. L’Amministrazione, anche attraverso adeguati approfondimenti giuridici, ne sta valutando la riattivazione che, eventualmente, sarà proposta al Consiglio Comunale. Questo approfondimento si rende necessario alla luce dei futuri adempimenti che il Comune di Lipari si troverà ad affrontare in relazione alla gestione della depurazione e del ciclo delle acque che avverrà a conclusione dei lavori in corso, che, a parere dell’Amministrazione non può gravare sulla struttura interna comunale.
Lipari Porto. Per questa società permangono le condizioni rappresentate nella scorsa relazione.
Mondo del Lavoro e Precariato
Nell’esame di quanto sostenuto, non si può non tenere conto delle limitate competenze e del limitato campo di intervento affidato dalla legislazione alle Amministrazioni locali. Nonostante ciò non possono sfuggire i rilevanti risultati conseguiti dall’ Amministrazione.
Il Comune di Lipari utilizza ormai da decenni, soggetti con rapporto di lavoro parziale, precario e a tempo indeterminato ( n 8 lavoratori LSU e n 7 contrattisti) come avviene in tutti gli enti locali e, in particolar modo, in Sicilia, ma per essi l’Amministrazione per la prima volta ha avviato le procedure per la stabilizzazione con la predisposizione della delibera di quantificazione del fabbisogno triennale del personale
Anche per il personale proveniente dalla ex Pumex, legati al Comune da un rapporto scaturente da un progetto obbiettivo (i cui contenuti e metodologie questa Amministrazione non ha mai condiviso), nonostante la difficoltà scaturita dalla cancellazione dal bilancio Regionale delle Riserve di Legge che lo finanziavano e la crisi di tutto il precariato regionale per l’assenza di copertura finanziaria che ha investito in Sicilia decine di migliaia di persone, l’Amministrazione ha ottenuto il rifinanziamento della attività per euro 600.000,00 salvando 35 posti di lavoro con il conseguente beneficio per la struttura comunale non rinunciando per il futuro alla ricerca di contratto stabile.
L’Amministrazione ha utilizzato ogni iniziativa di sostegno prevista dalla legge e dai bandi a sostegno dell’occupazione che hanno sortito effetto nel nostro territorio, ma, certamente, l’iniziativa più rilevante condotta è stata l’ottenimento del finanziamento dei cantieri di servizio che occuperanno già dalla fine del 2014, per tre mesi 48,i nostri concittadini selezionati con la dovuta evidenza pubblica.
Nel mese di dicembre sono stati avviati i cantieri che prevedono azioni di vigilanza nei parchi, di manutenzione nei cimiteri di pulizia e ripristino dei sentieri.
Anche nell’adozione della Pianta Organica della SRR si è ricercato e ottenuto il mantenimento dei livelli occupazionali.

Calcio a 5. La Ludica ospita la capolista. L'incontro si giocherà oggi alle 17 e 30.


La capolista Sicily Gym sarà ospite oggi alle 17 e 30 della Ludica Lipari. Un testa-coda di vitale importanza per entrambe le contendenti e dove importante potrebbe rivelarsi il contributo del pubblico
Per la Ludica, sino ad oggi protagonista di un torneo più che buio, una vittoria o un pari potrebbero costituire, oltre che un risultato prestigioso, una iniezione di fiducia per il proseguio del torneo e, quindi,  per sottrarsi dai bassifondi della classifica.
Il Salina (4° in graduatoria) sarà ospite del Merì.

Salina. Concerto di inizio anno della Banda Musicale Isola Verde. Durante la serata si effettuerà una raccolta fondi per la "Navetta del Sorriso"

Si svolgerà oggi, alle 21 e 30, a Santa Marina Salina il tradizionale concerto di inizio anno della Banda Musicale Isola Verde.

Nella splendida cornice della chiesa dell'Addolorata, potrete assistere al saggio degli allievi della Scuola di Musica ed ascoltare l'esecuzione di brani classici e contemporanei, da parte della Banda diretti dal Maestro Giorgio Milazzo e dal Maestro Giuseppe Maio...
Durante la serata sarà effettuata una raccolta fondi per la Navetta del Sorriso,l'importante servizio di trasporto gratuito per malati oncologici provenienti dalle Isole Eolie e diretti a Taormina in ospedale per sottoporsi ai trattamenti di cui hanno bisogno, garantendo degli spostamenti sereni. Le somme contribuiranno all'acquisto di un pulmino che sostituirà quello attualmente in esercizio ed ormai vetusto.
Sostenendo la Banda Isola Verde sostieni la navetta del sorriso...
Vi aspettiamo numerosi!!!

venerdì 9 gennaio 2015

"Ma chi ce lo doveva dire?". Bella serata di cabaret ai "Tre Delfini" con i 4/3. Ospiti della serata i ballerini di Angels' Dance



"Ma chi ce lo doveva dire?". E' il titolo della bella serata di cabaret, intervallata da balli, tenutasi ai Tre Delfini di Pianoconte il 4 Gennaio.  Una bella serata che ha visto come protagonisti tre giovani eoliani: Giovanni Ziino, Carmelo Ziino e Roberta Gallo, ovvero i 4/3.

Un terzetto che si è fatto da solo e che ha dimostrato come con l'impegno e l'amore per quel che si fa si può riuscire a raggiungere ogni traguardo.
Una risposta a chi dice che i nostri ragazzi sono apatici. 
Gli sketch dei 4/3 sono stati intervallati dall'altrettanto valida esibizione di alcuni gruppi della scuola di ballo "Angels Dance" di Cinzia Peluso
Oltre alle foto che pubblichiamo in questo post vi proporremo, nelle prossime ore, uno slide fotografico con immagini dei vari momenti della serata

Sottomonastero sempre più nella m....

Ormai è diventata una costante. Sottomonastero è spesso invasa dai liquami. E ciò con grave pregiudizio per residenti, titolari di attività commerciale, per chi ci transita. Per non parlare di salute pubblica.
Oggi "l'esplosione" di liquami si è sviluppata in due momenti: a metà mattinata e, dopo una breve pausa, oggi pomeriggio.
Ma è possibile che non si possa trovare una soluzione definitiva?

Seconda parte della relazione Annuale (Periodo 09/05/2013 - 09/05/2014 ) del Sindaco Marco Giorgianni sullo stato di attuazione del programma

Pareggio di Bilancio e Patto di Stabilità
Si è ottenuto il pareggio di bilancio, per l’esercizio finanziari 2013 e si sta predisponendo la proposta di bilancio per il 2014, nonostante i minori trasferimenti delle spese correnti. Giova nuovamente ricordare che una grande parte del corrente degli anni 2013 e 2014 era stata vincolata dalla precedente Amministrazione, al soddisfacimento di debiti fuori bilancio acclarati. Allo stesso modo e per lo stesso periodo è stato mantenuto quanto richiesto dal Patto di Stabilità. Il pareggio di bilancio è stato raggiunto non solo con il recupero dell’evasione ma con una forte riduzione della spesa.
Imposizione Fiscale e Tassazione
L’Amministrazione ha raggiunto il pareggio di bilancio per l’esercizio senza alcun aumento dell’imposizione fiscale nonostante i minori trasferimenti che, ad esempio, da parte dello Stato per l’anno 2013 hanno fatto registrare un saldo negativo di circa 2.200.000,00 euro e di circa 3.000.000,00 di euro per l’anno2014.
Nonostante i minori trasferimenti a partire dal 2014, l’Amministrazione ha mantenuto la promessa di riportare la tassazione sulla 2° casa e per le attività produttive al 7,60 (abbassandola di 2 punti percentuali) che è la tariffa più Bassa di tutta Italia. Questo per non gravare sulle attività in difficoltà ma anche e soprattutto per riequilibrare il carico fiscale sui cittadini e le famiglie considerato il dato accertato di come gli Eoliani siano statisticamente portati a investire i propri risparmi su beni immobili e che molto spesso la seconda casa è in effetti un bene nella disponibilità di soggetti spesso giovani appartenenti agli stessi nuclei familiari e, quindi, con una destinazione equiparabile per uso ad una prima casa. Non si nasconde che tra le finalità di questa impegnativa misura vi è da parte della Amministrazione anche il tentativo di dare sostegno ad un mercato immobiliare in forte crisi.
L’Amministrazione ha commissionato uno studio (gratuitamente) che verrà reso pubblico, di comparazione tra i tributi e le tariffe applicate dal Comune di Lipari e tutte le altre Amministrazioni
locali sia Regionali che Nazionali. Anche in questo caso, si tratta di una azione innovativa e mai applicata sul territorio nazionale. Neanche sul sito del Ministero esiste la pubblicazione dei singoli dati delle Amministrazioni locali
Non si sono verificati minori trasferimenti da parte dell’Amministrazione Regionale per l’anno 2014 per tutte le Isole minori siciliane grazie ad un intervento normativo, nella legge finanziaria regionale, che prevede che alle stesse deve essere assicurato un trasferimento non inferiore al 97% di quanto trasferito l’anno precedente. La norma è stata sollecitata e sostenuta fortemente ed efficacemente da questa Amministrazione.
Con la proposta di annullamento della delibera che incrementava l’aliquota della prima casa di due punti sottoposta e votata dal Consiglio Comunale si è evitato che sui nostri concittadini gravasse per il 2013 la cosiddetta “mini IMU prima casa” Ciò ha comportato per il bilancio comunale minori entrate compensate anche esse con il taglio della spesa.
Con l’adozione del Piano Finanziario in Consiglio Comunale (che prevede - come da proposta dell’Amministrazione - che nel costo del servizio di raccolta RSU non vi sia alcun aumento complessivo rispetto a quanto riportato in bilancio) la nuova tariffa per i RSU non prevederà nessun aumento a differenza di quanto registrato nella stragrande maggioranza degli Enti Locali.
L’amministrazione è venuta incontro alle esigenze dei cittadini in difficoltà, autorizzando sia nel 2013 che per il 2014, la rateizzazione secondo formule diverse e più dilazionate nel tempo per il pagamento dei tributi.
Anche per questo periodo, nonostante le difficili condizioni dei trasferimenti, l’Amministrazione è riuscita a raggiungere gli obiettivi di bilancio mantenendo la tassa di sbarco e di conseguenza non applicando la tassa di soggiorno presente ormai in tutte le località turistiche, ritenendola più esosa e un disincentivo alle presenze turistiche.
Ricerca nuove forme di entrata che non ricadano sul reddito dei cittadini residenti. Questo tema ha rappresentato una priorità nell’azione condotta da questa Amministrazione anche attraverso una modifica normativa riferita alla tassa di sbarco. Lo scopo è quello di raggiungere una capacità di spesa del Bilancio Comunale tale da garantire un adeguato livello nei servizi prestati dall’Ente, senza che il costo delle prestazioni ricada ancora esclusivamente sulle capacità contributive dei residenti e sui proprietari di immobili siti nel territorio comunale. Questa azione non deve essere interpretata come il tentativo di discriminare tra categorie di cittadini, ma come uno strumento di riequilibrio tra i costi sostenuti per la prestazione dei servizi, gravanti sino ad oggi solo sui residenti e sui proprietari immobiliari locali e non equamente distribuiti su tutti gli effettivi beneficiari.
Biglietto accesso al Castello. L’imposta proposta per l’accesso al castello di concerto con la Curia Vescovile e l’Assessorato Regionale ai BB CC è in attesa, ai fini della sua applicazione, della conclusione dell’iter di competenza regionale. La finalità è quella di sostenere le spese del mantenimento,anche ordinario, del nostro patrimonio storico-archeologico (es. diserbamento e manutenzione delle aree archeologiche) grazie al conseguente contributo versato, con il pagamento del biglietto, dai numerosi fruitori, come avviene in ogni altra parte del mondo e d’ Italia.
Un esempio di attività con cui l’Amministrazione sta tentando di incrementare la disponibilità finanziaria del bilancio Comunale senza aggravare sulle tasche dei cittadini e a sostegno del miglioramento strutturale e sociale dell’Ente è l’aver aderito all’iniziativa, creatasi nella finanziaria 2014, di riparto delle contribuzioni volontarie dell’ 8 x 1000 all’edilizia scolastica attraverso l’invio di numero 3 progetti riguardanti i Plessi “S. Domenico Savio”, Canneto e Vulcano, partecipando concretamente all’opportunità economica di realizzazione delle suddette opere.
Lotta alla Evasione Fiscale
Anche per questo anno si è attuata una forte azione di lotta alla evasione fiscale, perorata dalla Amministrazione per raggiungere il pareggio di bilancio per l’esercizio finanziario 2013 e per formulare la proposta per l’esercizio 2014, senza gravare sui cittadini con una maggiore imposizione e per garantire perequazione fiscale. A dimostrazione di tale determinata volontà, l’Amministrazione ha registrato avvisi di accertamento per l’anno 2013 di circa 1.600.000,00 euro. Anche in questo caso questo obiettivo è stato raggiunto senza aver corrisposto incrementi economici, sotto forma di incentivi o progetti obiettivi, agli uffici competenti.
Una particolare ed incisiva azione da tutti gli uffici interessati (Suap, Tributi ed Urbanistica e P.M.) è stata condotta con importanti risultati nel 2014 per il recupero di gran parte degli oneri di urbanizzazione non riscossi negli anni passati. Abbiamo registrato incassi di Oneri di Urbanizzazione per circa 600.000,00 euro che risultano quasi raddoppiati rispetto agli anni precedenti.
L’Amministrazione, compatibilmente con le opportunità normative è intenzionata a potenziare il servizio di accertamento anche con il ricorso a personale esterno.

PARLIAMO DI LIBRI… Rubrica settimanale della Biblioteca Comunale di Malfa a cura di Antonio Brundu. Oggi: “GESU’ E IL SUO TEMPO”

Il fenomeno storico, che si è sviluppato attorno a Gesù di Nazareth, ha avuto inizio verso il 6 avanti Cristo, sotto il regno di Erode il Grande e l’impero di Augusto; quindi è passato attraverso una esecuzione capitale in Gerusalemme (avvenuta nel 33 dopo Cristo durante il governo locale del procuratore romano Ponzio Pilato) ed è approdato a una grandiosa eredità raccolta dalle varie comunità cristiane sempre più attive e numerose nel corso dei secoli.

Nel medesimo tempo il mistero “Gesù Cristo, Figlio di Dio” descritto nel “Nuovo Testamento”, è divenuto il grande codice e il grande vocabolario dell’arte, della cultura e del pensiero occidentale. Nella crocifissione di Gesù i credenti hanno proclamato e continuano a proclamare la presenza suprema di Dio (quale artefice dell’intero creato) nella storia e nella umanità dell’uomo. 
Sulla scia di questa fede milioni di uomini e di donne, appartenenti a numerosi popoli e nazioni del mondo, hanno consacrato e dedicato la loro esistenza e hanno assunto la parola di quel predicatore ambulante della Galilea e della Giudea come la lampada per i passi nel loro cammino terreno per se stessi e per il prossimo.
Questo limpidissimo libro sulla figura di Gesù (edito da Selezione del Reader’s Digest) è rivolto a credenti e non credenti. Si tratta di un itinerario in dieci tappe, accompagnato da uno straordinario commento visivo, che ricrea tutto lo sfondo storico, geografico, archeologico, sociale, culturale e quotidiano di quei giorni lontani, apparentemente uguali ma che, in realtà, hanno cambiato il mondo esteriore ed interiore dell’essere umano.
“Vagliando non solo i ventisette scritti del Nuovo Testamento (a partire dai celebri quattro libri dei “Vangeli”) , ma anche le fonti romano-giudaiche dell’epoca e sulla base di un bilancio della imponente bibliografia fiorita attorno al Cristianesimo, gli autori di quest’opera (specialisti nello studio del fenomeno cristiano ) - afferma il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura- hanno ricostruito in modo avvincente e rigoroso tutto l’orizzonte di Gesù e il suo profilo in un modo più completo possibile”.

Prima parte della relazione Annuale (Periodo 09/05/2013 - 09/05/2014 ) del Sindaco Marco Giorgianni sullo stato di attuazione del programma

Inizia da adesso la pubblicazione in più riprese della relazione Annuale (Periodo 09/05/2013 - 09/05/2014 ) del Sindaco Marco Giorgianni sullo stato di attuazione del programma

Assessori
dal 12/04/2013 al 12/12/2013
Orto Gaetano (vice Sindaco dal 13/06/2013)
Cuccia Matteo
De Luca Tiziana
Sardella Giovanni
dal 13/12/2013 ad oggi
Orto Gaetano (vice Sindaco)
De Luca Tiziana
Sardella Giovanni
Starvaggi Davide

Esperti ex art. 14 L.r. n. 7/92 e ss.mm.ii.
Berzioli Gabriela dal 15/04/2013 al 15/08/2013
Mazziotta Angela dal 21/02/2013
La Cava Alessandro dal 13/03/2014

Collaboratori a titolo gratuito:
Santamaria Giuseppe
Natoli Giuseppe
Muscarà Bartolo
La Greca Giuseppe
Biviano Alberto
Guarino Gianfranco
Bonino Bartolomeo
La relazione che segue assolve all’obbligo di riferire sulla attività dell’ Amministrazione per il periodo Maggio 2013 - Maggio 2014 ma contiene dati che si riferiscono anche all’arco temporale che, partendo dal Maggio 2014, si conclude con dicembre 2014 , coincidente con i tempi della sua presentazione, al fine di poter favorirne una analisi completa e comparata. Anche in questo caso, come per la precedente relazione, la stessa non ha la pretesa di evidenziare tutte le azioni condotte dai vari settori del Comune di Lipari in questo ultimo anno ( per la disamina delle quali si rimanda alle singole relazioni allegate a questo documento), ma di elencare le maggiori iniziative concluse e/o avviate, nel suddetto periodo, dall’ Amministrazione in carica e i relativi risultati conseguiti. Inoltre, sono elencati al suo interno temi ed iniziative avviate ed in corso, rendendo questa relazione non solo un consuntivo ma quasi un documento programmatico sulla cui attuazione l’Amministrazione intende misurarsi nella restante parte del proprio mandato. Come nella precedente relazione, le attività concluse sono evidenziate con un visto (verde) differente da quelle in corso per favorire la sintesi.
Per facilitarne la disamina, le iniziative sono elencate e suddivise per argomento.
Oltre ad illustrare gli obiettivi raggiunti, rispetto ai singoli argomenti esaminati, appare necessario rammentare il contesto storico nel quale questi sono stati perseguiti, caratterizzato dal perdurare di una recessione economica, mai verificatasi prima d’ora, comportante la conseguente riduzione della spesa e dei trasferimenti pubblici e l’aumento della pressione fiscale (nel territorio nazionale ma non nel nostro comune), effetti, anche questi, senza precedenti per dimensioni e impatto sull’economia reale.
Ci sembra utile iniziare la descrizione dei risultati raggiunti facendo riferimento a temi che hanno caratterizzato il dibattito nazionale, che riguardano l’operato delle Amministrazione Pubbliche Nazionali e Regionali e che non mancano di produrre effetti anche sul nostro territorio. Identifichiamo questi punti tematici nei seguenti:
 Pareggio di Bilancio e Patto di Stabilità
 Imposizione Fiscale e Tassazione
 Lotta all’Evasione Fiscale
 Costo della Politica e della Pubblica Amministrazione
 Società Controllate
 Mondo del Lavoro e Precariato
 Opere Incompiute
 Dissesto del Territorio
Come si evince dal presente resoconto sull’attività amministrativa, l’azione della Giunta Giorgianni è stata caratterizzata, nel periodo preso in esame, da una condotta finalizzata a raggiungere il pareggio di bilancio evitando a qualsiasi costo un aumento della imposizione sui cittadini per non gravare, come Amministrazione locale, su una condizione già di grande difficoltà cui oggi sono sottoposte le imprese e le famiglie. Tutto ciò tentando di non ridurre, ove possibile, la qualità e la quantità dei servizi prestati e non rinunziando ad azioni di investimento sia strutturali che di servizi e di promozione turistica e territoriale, di seguito elencati, che in alcuni casi rivestono una grande rilevanza strategica.
Alcuni capitoli saranno poi finalizzati all’analisi dei risultati raggiunti e/o alle iniziative intraprese per dare attuazione alle direttrici di intervento identificate già nella precedente relazione per realizzare una strategia di risposta alla crisi, come:
 Gestione della Macchina Comunale e del Personale a disposizione
 Riassetto e Riqualificazione delle Strutture e delle Aree Portuali
 Miglioramento della Mobilità. Continuità Territoriale. Aviosuperfice
 Ottimizzazione del sistema della Raccolta e Smaltimento dei Rifiuti
 Ottimizzazione delle opere in fase di realizzazione per il Ciclo delle Acque
 Prestazioni di servizio della P A. Sanità, Sicurezza e Giustizia
 Promozione Turistica e Territoriale
 Programmazione Territoriale
In questo ultimo capitolo si tratta anche dell’attività svolta dalla Amministrazione su un tema vitale per lo sviluppo del nostro territorio, rappresentato dalla riconversione dell’Area Pomicifera che non può non trovare una sintesi con l’identificazione di un percorso ed una ipotesi di utilizzo da sottoporre alla valutazione del Consiglio Comunale
Di seguito, poi, sono richiamati gli stessi capitoli che affrontano le tematiche già rappresentate nella precedente relazione per un utile confronto ed una necessaria comparazione e per l’analisi dell’evolversi dell’azione Amministrativa. Gli argomenti trattati sono:
Interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria
 Bonifiche Aree
 Infrastrutture e opere pubbliche
 Opere Bloccate dal Patto di Stabilità Finanziamenti richiesti e progettualità avanzata
 Chiusura Emergenza Stromboli
 Fonti Energetiche e Politiche di Energia Alternativa
 Iniziative Promozione Educazione Ambientale
 Sostegno alle imprese Artigianato Agricoltura e Pesca
 Patrimonio
 Controllo ed interventi sul territorio – Protezione Civile
 Servizi Sociali
 Beni e Manifestazioni Culturali
 Sito Unesco Isole Eolie
 Partecipazione e trasparenza

Sanità, scatta il protocollo fra Regione e Università

Il tavolo tecnico ha preso avvio nell’autunno 2013. Su sollecitazione dei tre Rettori, l’assessore Lucia Borsellino ha riconosciuto la necessità di intervenire con una nuova filosofia nella redazione dei protocolli d’intesa per favorire maggiore integrazione tra le attività assistenziali e quelle didattico-formative e scientifiche all’interno delle aziende ospedaliere-universitarie. L’Università di Messina e l’Amministrazione Regionale hanno assunto il reciproco impegno ad una collaborazione finalizzata a realizzare un sistema integrato di alta formazione professionale, di sviluppo della ricerca bio-medica e clinica e delle connesse attività assistenziali, pur nel quadro di compatibilità delle risorse disponibili. Con tale spirito la nomina del Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera universitaria avviene con decreto del Presidente della Regione, previa intesa con il Rettore. Diversamente dal passato, invece, il contratto del Direttore Generale fissa, oltre agli obiettivi generali, quelli specifici di salute e di funzionamento dei servizi che vengono stabiliti dall’Assessore e quelli relativi all’attività di didattica e di ricerca che sono individuati dal Rettore dell’Università. L’Assessore alla Salute ed il Rettore negoziano annualmente gli obiettivi specifici con il Direttore Generale.
I nuovi protocolli d’intesa prevedono, altresì, la proposta di nomina di un Direttore Scientifico, aggregato alla Direzione Strategica Aziendale, con il compito di svolgere un coordinamento scientifico delle attività e dei progetti di ricerca correlati all’attività assistenziale e in raccordo con le funzioni scientifiche delle Università.
Sulla base degli ultimi dati di bilancio, a differenza delle altre due AOU siciliane, l’Azienda Policlinico “Martino” vanta un saldo attivo di alcuni milioni di euro.

CHARLIE HEBDO: BANDIERA FRANCESE A MEZZ'ASTA A PALAZZO DEI NORMANNI

A palazzo dei Normanni, sede del Parlamento regionale siciliano, da oggi, accanto alle bandiere istituzionali, sventola a mezz'asta anche quella della Francia.
"È un modo - afferma il presidente dell'Assemblea regionale siciliana Giovanni Ardizzone - per dimostrare la nostra solidarietà e vicinanza al popolo francese. La strage nella redazione del giornale satirico parigino Charlie Hebdo non è un attentato contro una sola Nazione, ma contro tutta l'Europa. Siamo vicini al dolore dell'intera Francia e condanniamo un gesto vile ed esacrabile"

Partylandia augura Buon Compleanno a Sarajane e a Kiara Favata

Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno a Sarajane che compie 10 anni e a Kiara Favata che ne compie 8

“SALINA ISOLA SOSTENIBILE” Presentato il “Piano di Azione”nell’ambito del Patto dei Sindaci

Salina sarà un modello di "sostenibilità" a livello internazionale. L'isola, che insieme all'arcipelago delle Eolie è patrimonio dell'Unesco, per il suo paesaggio e patrimonio naturalistico, e dove non a caso fu girato l'ultimo film di Massimo Troisi, il Postino, si accinge ad avviare azioni e investimenti atti a ridurre drasticamente le emissioni di C02 in atmosfera. Di questo si è discusso nell’Auditorium di Malfa, alla presenza dei Sindaci e degli abitanti di Salina, in occasione della presentazione dei Piani di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES).
I tre comuni dell'isola, Leni, Malfa e Santa Marina Salina, infatti, hanno aderito al progetto europeo “Patto dei Sindaci”, che vede coinvolte le autorità locali e regionali di tutta Europa impegnate ad aumentare l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili nei loro territori.
Attraverso il loro impegno, i firmatari del Patto intendono raggiungere e superare l’obiettivo europeo di riduzione del 20% delle emissioni di CO2 entro il 2020.
Salina vuole superare questi target intervenendo ovunque possibile sui vari ambiti, ossia: sulla riqualificazione degli edifici e degli impianti pubblici con interventi di efficientamento che vanno dall'isolamento termico degli involucri all'illuminazione, all'installazione di impianti a fonti energetiche rinnovabili, solare termico e fotovoltaico; sugli edifici pubblici e residenziali, che verranno promossi con appositi incentivi; su trasporti e mobilità pubblica e privata, prevedendo veicoli ibridi e stazioni di ricarica di biciclette e veicoli elettrici, e avviando un'intensa attività di informazione e sensibilizzazione dei cittadini.
Questo il piano redatto e presentato da The Green Consulting Group, la società di consulenza che è già fortemente impegnata a livello internazionale per la sostenibilità delle isole con il progetto e l'omonima conferenza internazionale, “Greening The Islands”, che lo scorso Ottobre ha debuttato a Pantelleria proprio con il supporto di WWAP UNESCO e che a Giugno terrà a Malta la sua seconda edizione. The GC Group, in occasione dell'incontro, ha anche illustrato e distribuito ai cittadini intervenuti un opuscolo di semplice lettura con numerosi consigli sulla “gestione razionale dell'energia a casa propria". Filippo Martines, Referente del GC Group per le Isole Minori ha dichiarato: visto l’irraggiamento solare a queste latitudini, anche il posizionamento orizzontale dei pannelli fotovoltaici per motivi paesaggistici, assicurerebbe un rendimento molto elevato”. Gianni Chianetta, direttore del GC Group ha poi concluso: “Basterebbe utilizzare la metà dei tetti delle abitazioni dell’isola per renderla autonoma dal punto di vista energetico anziché continuare a usare il diesel”.
L'evento è stato concluso dai Sindaci dei tre comuni: “Occorre puntare molto sulle auto e biciclette elettriche, visto tra l’altro che il trasporto è una delle le voci che incide di più sull’inquinamento dell’isola, ha commentato Massimo Lo Schiavo (Santa Marina Salina),, “abbiamo già in itinere l’autorizzazione di diversi impianti fotovoltaici per gli edifici comunali, inizieremo a dare, così, da subito concretezza al PAES” ha aggiunto Riccardo Gullo (Leni) e Salvatore Longhitano (Malfa) ha concluso dicendo ”ci impegneremo a applicare quanto appreso nella lezione sulle buone pratiche per il risparmio energetico di oggi, ottenendo così risultati immediati sia ambientali che economici. Tutti e tre i Sindaci si sono poi dichiarati determinati a conferire all'isola un'altra medaglia, ossia quella di "isola sostenibile", in primis per la qualità della vita dei cittadini e anche perché fortemente convinti che questa potrà anche essere un’importante opportunità di attrazione turistica per l'isola, che è già meta degli amanti della natura e dell'ambiente.

Pubblicata la relazione annuale del sindaco di Lipari

E' stata pubblicata sul sito del comune di Lipari 
( http://www.comunelipari.gov.it/hh/index.php )
la relazione annuale del Sindaco Marco Giorgianni relativa al periodo 09.05.2013 - 09.05.2014

ESERCIZIO PROVVISORIO: LISTA MUSUMECI VOTA CONTRO "E' MINI FINANZIARIA, FRUTTO DI IMPROVVISAZIONE".

"Confermiamo il giudizio negativo sulla manovra, si tratta di una vera mini finanziaria che inciderà inevitabilmente sui documenti che il governo presenterà nei prossimi mesi e che continuano di essere frutto di improvvisazione, del rincorrere i problemi, sottraendo se stesso e il parlamento ad una seria programmazione. Per questo motivo abbiamo votato contro". Lo affermano i deputati di Lista Musumeci Gino Ioppolo, Nello Musmeci e Santi Formica dopo che l'Ars ha approvato il ddl che autorizza la Regione all'esercizio provvisorio del bilancio. "Sui precari il nostro voto è stato favorevole perchè non è corretto fare macelleria sociale. Ma in realtà si tratta solo dell'ennesima proroga non avendo il governo alcuna idea su come fare uscire migliaia di lavoratori dal mondo del precariato. Crocetta opera come i governi precedenti".

Chiese, Santi, Processioni e Sacerdoti (XLVI puntata)

La chiesa dell'Annunziata


Ginostra: Mareggiate hanno ulteriormente danneggiato l’approdo. Eppure ci sono 900 mila euro della Protezione Civile

Stromboli- Preoccupazione a Ginostra per il mancato inizio dei lavori di manutenzione straordinaria e miglioramento tecnico dell’approdo, in località Pertuso, per la quale la Protezione Civile Nazionale ha messo a disposizione del Comune di Lipari (da quasi due anni) la somma di 880.000,00 euro con specifico vincolo di destinazione. Le ripetute mareggiate che si sono susseguite negli ultimi tempi hanno progressivamente e ulteriormente danneggiato la vitale infrastruttura costata svariati milioni di euro.
In particolare, i marosi hanno risucchiato e trascinato via diversi tetrapodi che erano posti a difesa della testata del pontile lato di nord-ovest, lasciando la stessa sguarnita e pericolosamente vulnerabile. A lanciare l’appello sono stati gli abitanti del luogo e le associazioni ambientaliste Marevivo e Amici della Terra. Un approdo, quello di Ginostra, da cui dipende la vita dell’intera comunità considerato che è stato realizzato, soprattutto, per eventuali evacuazioni della popolazione in caso di esplosioni vulcaniche. Stromboli, infatti, è un vulcano attivo e imprevedibile.
Inoltre la continua azione dei marosi rischia di compromettere nel tempo anche la possibilità di attracco di navi e aliscafi con la possibilità concreta di far tornare la borgata di Ginostra all’incubo dell’isolamento dalla quale si era sganciata proprio grazie all’approdo di Protezione Civile del Pertuso. La messa in sicurezza dell’approdo, con il secondo stralcio dei lavori, è una necessità improrogabile per la sicurezza dell’opera, ribadita più volte dalla stessa Protezione Civile Nazionale attraverso anche l’intervento di studiosi di fama internazionale.
A Ginostra non si capisce come mai, nonostante i soldi siano disponibili da tempo, così come il progetto, i lavori non siano ancora cominciati e si fa appello al Sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, affinché possa dare un’accelerazione all’iter procedurale, superando la fase di stallo attuale. Restando in tema di approdi e spostandoci sull’altro versante dell’isola, sono stati liquidati 17.000,00 euro alla ditta EdilPanarea per i lavori urgenti di messa in sicurezza e pronto intervento, a tutela dell’incolumità pubblica, nell’infrastruttura portuale di Stromboli e per il livellamento dei fondali.
Gianluca Giuffrè

giovedì 8 gennaio 2015

Il ricordo di mio Zio Angelino Sardella (di Angelo Sidoti)

Caro Zio,
per due giorni insieme alla tua cara famiglia ti sono stato accanto. Per pochi attimi ho appoggiato le mie mani calde sulle tue mani fredde e baciato la tua fronte portandoti il saluto di tua sorella Rosetta e di tuo cognato Vincenzino (ogni volta che ti incontravo mi domandavi sempre di loro).
Che brutto scherzo che mi hai fatto. Pensavo di venirti a trovare a casa ed ascoltare i tuoi racconti ed invece oggi sono io a raccontare alcuni momenti passati con te. Ma che vuoi fare tu amavi scherzare.
Oggi però devo dirti grazie. Sei stato capace di raccogliere buona parte della famiglia Sardella attorno a te - alcuni di presenza altri vicini col cuore.
Pensa solo la nonna Emma, tua mamma, è stata più brava di Te. 
La Nonna, infatti, amava raccogliere tutti i suoi cari attorno ad un tavolo - una miriade di persone fra figli e nipoti. Proprio bella la famiglia Sardella che tu degnamente hai rappresentato.
Ti ricorderò sempre davanti al tuo Bar con la sigaretta in bocca, la coppola in testa, la barzelletta pronta e le battute di scherzo con la Zia Provvidenza.
Molte volte tutti Noi pensiamo che le persone importanti si ricordano solo quando passano a miglior vita. Nel tuo caso non è stato così. Infatti, sei stato festeggiato dall’Arma dei Carabinieri, onorato di essere Sindaco per un giorno della nostra Isola ma soprattutto rispettato e amato da tutti noi familiari come un vero capo famiglia.
Tu ci tenevi ad essere capo famiglia … per te era oggetto di vanto e di orgoglio. 
Sei stato per noi nipoti uno zio affettuoso e non dimenticheremo mai una tua frase famosa di quando venivamo a trovarti al bar: “Provvidenza vidi chiddu chi voli u carusu/a”.
Un grosso bacio Zio Angelino e che Dio ti abbia in gloria. Un abbraccio alla Zia Provvidenza ai cugini Emma, Annamaria, Giovanni e Renato ed a tutti i miei cari familiari.
Angelo 

Gestione megaparcheggio di Lipari. Affidamento prorogato per altri tre mesi alla Società Consortile Parcheggi Lipari

Con propria ordinanza il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni ha prorogato per altri tre mesi l'affidamento del servizio di gestione del megaparcheggio multipiano di via Cappuccini alla Società Consortile Parcheggi Lipari di Milazzo.
Questo fino all’espletamento della gara e all’affidamento alla ditta subentrante. Patti e condizioni sono le stesse della scrittura privata del 19.09.2014

Speculazioni sulle Sabbie nere di Vulcano? L'on. Germanà presenta interrogazione al governo Crocetta

"La tutela del territorio deve essere una delle nostre assolute priorità, per questa ragione non possiamo esimerci dall'affrontare questioni essenziali come la difesa delle sabbie nere di Vulcano", così il deputato regionale del Nuovo CentroDestra, On. Nino Germanà che, oggi, ha presentato un'interrogazione all'Ars relativa alle possibili speculazioni da parte di privati. "Stiamo parlando di un paesaggio che è stato dichiarato patrimonio dell'Unesco e la cui fruizione deve essere pubblica, perché tutti devono poter beneficiare della meraviglia che il territorio siciliano ci offre. Semmai abbiamo l'obbligo di concentrare risorse e strumenti in operazioni di valorizzazione e difesa di questo patrimonio naturale dall'inestimabile valore, un valore di cui non possiamo ricordarci solo nei mesi estivi, dimenticandolo e abbandonandolo per la restante parte dell'anno", conclude il parlamentare che chiarisce:
"L'indifferenza è uno dei peccati imperdonabili che non dobbiamo commettere e l'arenile dell'isola eoliana non può perdersi per colpa dell'ignavia".

TURANO (UDC) : ELEZIONE D'ALIA OTTIMO SEGNALE PER LA SICILIA

"L'elezione di Gianpiero D'Alia alla presidenza della Commissione bicamerale per le questioni regionali è un ottimo segnale per la Sicilia. L'ex ministro della Pa, infatti, è l'interlocutore ideale con il Parlamento per portare avanti quelle riforme strutturali delle quali si parla da tempo e che sono fondamentali per la Sicilia".
Lo dice, in una nota, il capogruppo dell'Udc all'Assemblea regionale siciliana Mimmo Turano.

"Nacatola Doc". La signora Mandarano si aggiudica il primo posto nella manifestazione organizzata dalla Pro Loco Isole Eolie - Lipari



L'ONOREVOLE D'ALIA GUIDERA' LA COMMISSIONE BICAMERALE PER LE QUESTIONI REGIONALI

Il deputato messinese alla Camera Gianpiero D'Alia, è il nuovo presidente della Commissione bicamerale per le questioni regionali. D'Alia è presidente nazionale dell'Udc ed è stato ministro per la Pubblica amministrazione e Semplificazione nel governo Letta. 

Senatore dal 2008 al 2013, ha ricoperto l'incarico di presidente del gruppo parlamentare Udc, Svp a Palazzo Madama e membro della commissione parlamentare antimafia. 
D'Alia è stato anche sottosegretario all'Interno (nella XIV legislatura, 2005 - 2006) e vicesindaco a Messina.

Federalberghi: Assordante silenzio istituzionale sulla questione dei collegamenti marittimi con le isole minori della Sicilia.

Assordante silenzio istituzionale sulla questione dei collegamenti marittimi con le isole minori della Sicilia.
La situazione è allarmante dichiara Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Eolie e Isole Minori della Sicilia: “già dall’1 dicembre 2014 Ustica e le Isole Pelagie sono prive dei servizi integrativi a contributo regionale che le collegano con la terra ferma. I bandi che ne avrebbero dovuto prorogare i servizi, continua Del Bono, sono miseramente andati deserti; anche in considerazione dei ridotti importi a base d’asta messi a disposizione dalla Regione. Rischiano, inoltre, di fare la stessa fine i contratti relativi ai servizi integrativi con le altre isole della Sicilia. Infatti, oltre a quelli che regolano i collegamenti con le Eolie e le Egadi, in scadenza a fine anno, anche la tratta estiva di Pantelleria al momento risulta a rischio, considerato che questa avrebbe dovuto essere attivata nell’ambito della gara andata deserta per Ustica.
Sono anni che denunciamo tutta una serie di disfunzioni relative ai collegamenti marittimi, insiste Del Bono, e molte di queste sono dovute alla mancata rimodulazione degli itinerari orari. Si tratta, come già dichiarato più volte, di procedere ad un’ottimizzazione di orari e tratte sulla base delle somme messe a disposizione dallo stato e dalla regione. Negli ultimi anni abbiamo invece assistito ad un impiego non ottimale delle risorse e al loro progressivo depauperamento. Questo ha portato all’eliminazione di alcune tratte e al ridimensionamento di altre, soprattutto nei mesi estivi - quando è invece maggiore la domanda per servizi di collegamento al passo coi tempi - creando disagi e danneggiando l’economia delle piccole isole. 
Va rimarcato ancora una volta, conclude Del Bono, che i fondi messi a disposizione dallo Stato e dalla Regione per l’esecuzione dei servizi di collegamento con le piccole isole non dovrebbero mai rappresentare delle voci di costo sulle quali ipotizzare dei tagli. Un’eventuale decisione politica in tal senso, equivarrebbe infatti a manifestare l’intenzione di voler attivare un processo involutivo che finirebbe per decretare il progressivo spopolamento delle piccole isole.
Federalberghi Isole Minori della Sicilia
Federalberghi Isole Eolie

BILANCIO: MUSUMECI, SI APRA SUBITO UN CONFRONTO SERIO CON IL GOVERNO NAZIONALE

E' giunto il momento di riaprire un confronto serio col governo di Roma sulla concreta attuazione delle norme finanziarie dello Statuto. Senza complessi di colpa o di inferiorità. E Crocetta non ha la necessaria autorevolezza per farlo."
Lo ha detto l'esponente della opposizione all'Ars Nello Musumeci, intervenendo in Aula nel dibattito sull'esercizio provvisorio della Regione. "Se servono tagli e risparmi, perché non si procede alla liquidazione delle Partecipate mangiasoldi, o alla chiusura di Riscossione Sicilia, una tortura sofisticata per i contribuenti siciliani che costa alle casse regionali decine di milioni di euro? Perché non si scioglie l'Esa e si trasferisce il personale all'assessorato Agricoltura? Perché non si chiudono i dieci Istituti per le case popolari, quasi tutti diventati coacervi del malaffare e dell'inefficienza? Non ci interessano le guerre interne tra Crocetta e l'assessore Baccei, il proconsole romano mandato da Renzi: ci dica il governo regionale quali riforme vuole fare e quando vuole cominciare a farle. E ci dica Renzi quando vuole restituire alla Sicilia quello che le è stato negato per troppo tempo."

Chiese, Santi, Processioni e Sacerdoti (XLV puntata)

Da Partylandia auguri a Giulio Guarino

Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno a Giulio Guarino che compie 1 anno.

“NON SONO MAI STATO OMOSESSUALE. TREPPIEDI MENTE” MONSIGNOR FRANCESCO MICCICHE’ ESCE ALLO SCOPERTO.

ARTICOLO “SOCIAL”
“NON SONO MAI STATO OMOSESSUALE.
TREPPIEDI MENTE”
MONSIGNOR FRANCESCO MICCICHE’ ESCE ALLO SCOPERTO. L’EX DIRETTORE DELL’UFFICIO AMMINISTRATIVO DELLA CURIA AVREBBE RIFERITO DI AVERE RICEVUTI DELLE AVANCES DA PARTE DEL VESCOVO EMERITO DI TRAPANI.››
      di MAURIZIO MACALUSO
“Non ho mai fatto avances a don Ninni Treppiedi. Così come è certo che settantuno anni or sono nascevo senza quei vizi e quelle smoderatezze che intenzionalmente mi sono state affibbiate, è altrettanto inconfutabile che non li abbia acquisiti con l’andar del tempo”.

Monsignor Francesco Miccichè esce allo scoperto e mette a tacere le voci su una sua presunta omosessualità. Avances, ricatti e vendette. Ci sarebbe anche questo e molto altro dentro lo scandalo Curia. Don Ninni Treppiedi, ex direttore dell’ufficio amministrativo della Diocesi di Trapani, avrebbe riferito di avere subìto delle avances da Mons. Francesco Miccichè. Sarebbe tutto scritto, nero su bianco, nella relazione che il Vescovo Domenico Mogavero, inviato due anni fa presso la Diocesi trapanese per un’ispezione, ha consegnato ai vertici della Santa Sede. “Sono inorridito dal fatto che un confratello abbia potuto affermare una cosa del genere”,  dice, amareggiato, l’ex Vescovo di Trapani. “Monsignor Mogavero ha scritto nella sua relazione : ‹‹ Per confessione confidenziale di don Treppiedi, emotivamente sottolineata – ma la confidenza è stata data a diverse persone – della quale non ho chiesto conferma al Vescovo per evidenti ragioni, l’atto di rottura sarebbe stato determinato da profferte immorali fattegli da Monsignor Miccichè. Il rifiuto opposto avrebbe provocato la minaccia di vendetta implacabile. Il dettaglio andrebbe verificato, ma si collocherebbe bene in un contesto di voci insinuanti ed insistenti che riferiscono di tendenze e rapporti omosessuali del Vescovo ››. “Sono accuse assurde e false che si commentano da sole”. Treppiedi è indagato, insieme ad altri, da tre anni, per una presunta appropriazione di denaro. Monsignor Miccichè è stato sentito dalla magistratura ed ha collaborato attivamente. Ma le accuse su una presunta omosessualità dell’ex Vescovo di Trapani non si fermerebbero alla relazione del visitatore apostolico. Ci sarebbe anche un altro documento ed è sempre Monsignor Miccichè a tirarlo fuori: In una nota, presentata dal solito monsignor Giovanni Lo Giudice, persona vicina a Mogavero, al Cardinale Marc Oullet, prefetto della Congregazione dei Vescovi, è scritto: ‹‹ Esiste una relazione inviata al visitatore apostolico, redatta da un gruppo di sacerdoti, purtroppo anonima. Essi informano sul passato di Monsignor Miccichè, sin da quando era alunno del seminario di Monreale. Oltre a rivelare l’appartenenza mafiosa del Miccichè, che a loro dire ha determinato la sua fortuna e la sua scalata, sarebbe stato allontanato dal seminario per relazioni di tipo omosessuale con il figlio della portiera. Ma su specifici atti omosessuali commessi dal Presule non ci sono prove schiaccianti, ma soltanto delle dicerie … delle chiacchiere. Faccio rispettosamente presente che dall’inizio della triste vicenda presso questo dicastero sono giunte accuse di questo tipo ››. “ Nella nota si riferimento ad una lettera di un giovane in cerca di lavoro che avrebbe acconsentito a richieste immorali da parte mia e ad un mio ex collaboratore che, secondo l’anonimo, avrebbe avuto rapporti con il sottoscritto”. Accuse alle quali Monsignor Miccichè intende oggi pubblicamente replicare. “Mi chiedo innanzitutto quali sarebbero state le evidenti ragioni per le quali Mons. Mogavero abbia deciso di non interpellare il sottoscritto per sincerarsi che la confessione confidenziale di don Treppiedi rispondesse al vero. Ma in ogni caso sarebbe bastato fare una semplice verifica. Perché non si è peritato di informarsi se in seminario vi fosse effettivamente una portinaia? Se lo avesse fatto avrebbe scoperto che c’era solo un anziano portiere. Sarebbe bastato leggere, senza pregiudizi, gli atti del seminario di Monreale per scoprire che non c’è traccia di un mio presunto allontanamento per pratiche omosessuali. O, ancora, avrebbe potuto interpellare i miei superiori ancora viventi, Monsignor Bommarito, Monsignor Cannavò, Monsignor Sgalambro, i sacerdoti di Messina, di Monreale e di Trapani, nonché i tanti laici impegnati nell’apostolato. Gli ecclesiastici sopra nominati, alla pari degli innumerevoli laici, avrebbero potuto e saputo testimoniare in merito ad eventuali mie mancanze, inosservanze o segnali di intemperanze morali. L’integrità morale che mi ha sempre contraddistinto ha portato Sua Eccellenza Mons. Corrado Mingo a ritenermi degno di svolgere l’impegnativo e delicato compito di direttore spirituale del Seminario a distanza di soli quattro anni dalla mia ordinazione. La fiducia del Vescovo che su di me impose le mani e di altre Eccellenze quali Monsignor Cassisa e Monsignor Romano, la profonda stima di Monsignor Ignazio Cannavò, Arcivescovo emerito della Diocesi di Messina, di Monsignor Francesco Sgalambro, Vescovo emerito di Cefalù, di Monsignor Giovanni Marra, Arcivescovo emerito di Messina, di Monsignor Francesco Montenegro e di tanti altri confratelli non hanno alcun valore? Mi chiedo se l’adagio ‹‹ Calunniate, calunniate, qualcosa resterà ›› non sia divenuto nella Chiesa oggetto di somma considerazione e verità dogmatica”. Monsignor Miccichè mostra una serie di lettere e note di confratelli che si dichiarano sorpresi ed amareggiati per le accuse di omosessualità rivoltegli. “In riferimento ai presunti rapporti con il mio collaboratore mi chiedo come si spiega che il Cardinale Romeo, lo stesso Mogavero e Monsignor Pietro Maria Fragnelli abbiano potuto affidare un incarico a contatto con giovani seminaristi ad un soggetto che, come viene descritto nella relazione, avrebbe tendenze omosessuali. Perla preziosa, incastonata in un ricco gioiello di fantasticherie uscite fuori dalla mente fervida dei luminari che hanno stilato questi scritti, sarebbe inoltre ‹‹ l’appartenenza mafiosa›› motivo ‹‹della mia fortuna e della mia scalata››, vera fortuna?”.  Ma nella relazione sarebbe contenuta, secondo Monsignor Miccichè, anche un’altra accusa. “ Vi sono delle illusioni ad un non dimostrato quanto inesistente accordo tra il sottoscritto e Sua Eccellenza Monsignor Emanuele Catarinicchia, Vescovo emerito di Mazara del Vallo, per screditare Monsignor Domenico Mogavero. A suo dire, saremmo stati gli autori di un anonimo con il quale si sollecitava l’invio di un visitatore apostolico presso la Diocesi di Mazara del Vallo”. “ Non è di sicuro edificante  - conclude Miccichè – per l’intera Chiesa annoverare tra i propri ministri non patori di anime ma mercenari del sacro, funzionari del potere, parolai di professione, uomini che si piegano facilmente ai desideri od ai voleri altrui. Convengo con le note e pesanti affermazioni di Papa Francesco: ‹‹ I capi sono narcisi, lusingati e malamente eccitati dai loro cortigiani. La corte è la lebbra del papato. La Curia Romana vede e cura gli interessi del Vaticano che sono in gran parte interessi materiali››. Monsignor Mogavero è certamente gradito a questi narcisi, lusingati e malamente eccitati capi della Curia Romana”.                          

mercoledì 7 gennaio 2015

Il Centro Studi Eoliano indice la "Borsa di studio 2013 – 2014- “ANNA MARIA LEONE” Sesta Edizione. Modalità di partecipazione

Per onorare la memoria della Dott.ssa Anna Maria Leone, già Presidente del Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani di Lipari, è istituita una borsa di studio biennale ( 2013 – 2014) da destinare ad uno studente universitario, che presenti una Tesi inerente, per temi e/o argomenti, le Isole Eolie, dell’importo di Euro 1.000,00 (Mille/00).
Gli aspiranti alla borsa di studio devono possedere i seguenti requisiti:
- Essere cittadini italiani;
- Conseguire una laurea, in qualsiasi disciplina, con un voto non inferiore a 80/110.
Per partecipare al concorso gli interessati devono presentare o far pervenire, entro il 31 gennaio 2015, alla sede del Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani - Via Maurolico, 15 – 98055 Lipari (Me) – tel. 090-9812987, apposita domanda in carta semplice.
Le domande devono contenere:
- Generalità e numero di codice fiscale;
- Recapito a cui indirizzare eventuali comunicazioni;
Alla domanda vanno allegati, sempre in carta semplice, i seguenti documenti:
- Certificato di laurea;
- Copia della Tesi di Laurea;
- Autocertificazione di nascita e stato di famiglia.
La documentazione inviata al Centro Studi non verrà restituita.
La Borsa verrà assegnata da un’apposita Commissione Giudicatrice formata dai soci “onorari”.
Il giudizio della commissione è insindacabile.
Non verrà assegnata la Borsa di Studio se non si potranno esaminare almeno tre Tesi di lauree, e l’importo previsto andrà a cumularsi con quello del biennio successivo.
La consegna della Borsa e la presentazione della Tesi premiata, avverrà durante i “Pomeriggi Culturali” edizione 2015.
Lipari, 07 gennaio 2014
Centro Studi Eoliano


E' inverno, non si trova un locale aperto nelle isole minori delle Eolie (da giornaledisicilia.it)

(da giornaledisicilia.it )E' polemica alle Eolie per i locali quasi tutti chiusi nelle isole minori. La vicenda è esplosa dopo che a Vulcano due turisti non hanno potuto effettuare un giro dell'isola perché le attività di noleggio erano chiuse e se non fosse stato per il maresciallo dei carabinieri Giuseppe Boccia che ha messo a disposizione la sua auto privata (rifiutando anche il pieno di benzina) la coppia sarebbe partita dall'isola eoliana senza poter ammirare le bellezze dell'isola.
Il problema oltre che Vulcano riguarda anche Panarea (lo ha segnalato Carlo Spanò) e anche Filicudi e Alicudi. La "ricetta" dell'ex assessore al turismo Aldo Natoli: "Quanto accaduto a Vulcano - dice - mi fa fare due considerazione: una è che l'arma dei carabinieri sull'isola non assolve soltanto ad un'opera di controllo e di repressione, ma anche di "assistenza" e di "cortesia". Un plauso quindi va al comandante; l'altra che occorre una maggiore attenzione da parte del Comune di Lipari per garantire un minimo di "vivibilità" a residenti e visitatori, in particolare nelle isole minori nei mesi invernali. Infatti ogni attività con licenza di esercizio annuale può chiudere soltanto per 30 giorni all'anno. Eventuali lavori di manutenzione per prolungare la chiusura debbono essere comunicati al servizio annona ed al servizio urbanistica del Comune, come da R.E.C., e giustificati (DURC, etc.).

I lettori ci segnalano: Cassonetti stracolmi di rifiuti


Ci sono giunte diverse segnalazioni di cassonetti dell'immondizia stracolmi di rifiuti, spesso per la gioia dei "randagi". E questo, ormai, da qualche giorno.
Le due foto evidenziano il "tutto pieno" in località Ponte e a Pianoconte.
Abbiamo cercato di capire il perchè, contattando il direttore generale della SSR, Mimmo Fonti. Questi ha sottolineato che "la causa della mancata raccolta dei rifiuti è legata al maltempo dei giorni scorsi che non ha consentito alla nave dedicata di effettuare il trasferimento degli scarrabili già pieni. Di conseguenza l'immondizia è rimasta nei cassonetti. A questo c'è da aggiungere che nella discarica di Catania ormai scaricano in tanti e chiaramente si formano lunghissime file. Noi delle Eolie - ci ha riferito ancora Fonti - vista la situazione, abbiamo ottenuto una certa priorità per il conferimento in discarica. Di conseguenza la raccolta è ripresa". 
La situazione d'emergenza, con gli inconvenienti igienico-sanitari collegati alla presenza di cassonetti strapieni e ai "randagi" che trasportano l'immondizia ovunque, ci è stato assicurato, rientrerà nel più breve tempo possibile. Al massimo entro venerdì.