Cerca nel blog

sabato 19 giugno 2021

Covid: in Sicilia 183 nuovi positivi, cinque i decessi

Sono 183 i nuovi positivi al Covid 19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 13.525 tamponi processati, con una incidenza che torna a salire leggermente fino a quasi 1,4%.

Le vittime sono cinque

Direttore Asp. 5 incontra delegazione del Comitato Eolie 20-30

Saranno attivati presto nuovi servizi e sarà assunto nuovo personale. E’ l’impegno del dirigente dell’Asp 5 Bernardo Alagna che stamani ha incontrato una delegazione del Comitato Eolie 20-30 formata da Sandro Biviano, Danilo Conti, Salvatore De Gregorio, Sara Garofalo.

Alagna ha fatto il punto della situazione rispetto al percorso, già intrapreso con il precedente direttore generale, per definire le problematiche dell'ospedale di Lipari e fare il punto della situazione attuale.

Ieri il deputato del M5 Stelle Antonio De Luca aveva lanciato l’allarme sulle carenze di personale e invitato l’assessore ala sanutà Ruggero Razza ad “assumersi le sue responsabilità” rispetto agli impegni presi per risolvere le croniche carenze dell’ospedale di Lipari.

Alagna ha voluto puntare l’attenzione sul lavoro svolto. “E’ stato attivato l'ambulatorio di oncologia diretto dal dottore Ferraù, primario dell'ospedale di Taormina. Già da qualche settimana i pazienti oncologici, per alcune patologie, vengono trattati a Lipari, evitando così i disagi degli spostamenti. A breve, e ci auguriamo molto presto, si potrà procedere alla somministrazione di chemioterapici per via infusionale attraverso il potenziamento del servizio. Registriamo inoltre che per la Terapia Intensiva il direttore Alagna ha già affidato l'incarico di progettazione alla ditta Tecnè ed è stato reperito il finanziamento pari a 450 mila euro, per espletare la gara d’appalto e l'affidamento dei lavori che potrebbero iniziare entro l’estate”.

Per quanto riguarda le carenze di personale stati già banditi i concorsi che saranno espletati a breve termine. Inoltre è stato aggiunto il terzo cardiologo nella nuova pianta organica che dovrà essere approvata entro dicembre e sarà espletato a breve il concorso per i farmacisti.

Per quanto riguarda la Gestione Sperimentale del Presidio ospedaliero di Lipari l’Asp fa sapere che si sta valutando un progetto di convenzione e gestione sperimentale con una struttura pubblica di 2° livello, sul modello strutturato all’ospedale dell’isola d’Elba, allargato alle specialistiche di base, con l'obiettivo di riattivare tutte le attività, anche attraverso il meccanismo del doppio binario in particolare per le discipline chirurgiche.

Inoltre, per quanto attiene l'assistenza sul territorio delle isole più piccole, con particolare riferimento al progetto regionale “Trinacria”, la prima gara d'appalto è andata deserta, il RUP incaricato è andato in pensione ed è stato chiesto al nuovo designato di accelerare le procedure per l'espletamento della nuova gara d'appalto, obiettivo 1, per l'impianto della telemedicina nei pressi di Continuità Assistenziale, ex Guardie Mediche, dell'Arcipelago Eoliano.


Previsto a breve l’arrivo di ambulanze piccole con conducente per le isole di Lipari, Panarea e Stromboli. Già tre compagnie hanno dimostrato interesse per la gestione del servizio. Infine la camera iperbarica entro fine giugno sarà riaperta e rafforzati gli anestesisti, il personale di emergenza e l'attuale risonanza verrà sostituita da un apparecchio di ultima generazione più performante. I delegati del Comitato – che si sono detti fiduciosi sui percorsi intrapresi, hanno anche ricordato che è desiderio degli eoliani poter tornare a nascere a Lipari, argomento che si trattando nell’ambito del progetto sperimentale a gestione pubblica.

Week- end dello spreco da 3 settimane nella strada comunale che porta alle ex spiagge bianche... e che rischi!

Da tre settimane, ogni venerdì, sabato e domenica, quando aprono l'acqua, vi è questa cospicua fuoriuscita nella strada comunale che porta alle spiagge bianche. Oltre alla perdita del più che prezioso liquido c'è il serio rischio che qualcuno possa scivolare e farsi male... seriamente.

Chi ci invia il video e la foto evidenzia come la problematica sia stata segnalata ma, ad oggi, senza intervento alcuno.


Nei palazzi della politica locale (146° puntata): Nanni Ricevuto (presidente provincia di Messina) e Mariano Bruno 31 luglio 2008

Covid, tre giorni di porte aperte in Sicilia per gli over 60 e i fragili con vaccini Pfizer e Moderna

Tornano gli “open days” vaccinali in Sicilia. Da domani 20 giugno a martedì 22 giugno, “porte aperte”, senza prenotazione, in tutti i punti vaccinali dell'Isola per i soggetti con più di 60 anni che vorranno ricevere il vaccino a mRna (Pfizer e Moderna) e per le persone con fragilità di qualsiasi età.
L'iniziativa, che è rivolta a chi non ha ancora ricevuto la prima dose vaccinale anti-Covid, è stata decisa dall’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, per accelerare ulteriormente la campagna d'immunizzazione nell'Isola.

Accadde alle Eolie. 19 giugno 1890: Omicidio a Pianoconte

Domenica 20 al Bernabò Brea "Una chiacchierata con Madaleine"

Madeleine Cavalier è l'archeologa francese che dal 1950 fino a pochi anni fa ha svolto la sua attività di ricerca e di studio soprattutto nell'arcipelago Eoliano, ma anche a Tindari, Milazzo ed in altri siti siciliani. Lavorando assieme a Luigi Bernabò Brea, ha contribuito in maniera determinante alla fondazione del Museo Archeologico Regionale di Lipari ed allo sviluppo delle sue collezioni.

Ricercatrice e studiosa appassionata, straordinaria ed instancabile, è tornata da poco a vivere nella natìa Francia, ma ogni anno torna alle Eolie a ripercorrere le sale del Museo ed a visitare il suo vasto patrimonio.

Non è possibile qui elencare gli innumerevoli e fondamentali scavi archeologici e gli studi da lei realizzati, molti dei quali assieme al grande archeologo Luigi Bernabò Brea, ma possiamo ricordare tuttavia tra le molte onorificenze ricevute, la Medaglia di bronzo dal Ministero della Pubblica Istruzione per i benemeriti della Cultura e dell'Arte, la Médaille d'argent du Centre National de la Recherche Scientifique, la nomina a Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana ed a Chevalier de l'Ordre des Arts et des Lettres.

Durante le Giornate Europee dell'Archeologia, Madeleine Cavalier è a Lipari e domenica 20 giugno alle 11,00, assieme al direttore Rosario Vilardo ed all'archeologa Maria Clara Martinelli presso il Museo Archeologico, incontrerà i cittadini dell'arcipelago Eoliano che tanto le debbono.

Ricordando... Salvatore Greco (Tureddu)


Ricordiamo che le foto vengono pubblicate in modo casuale e a titolo gratuito dal direttore e non su richiesta dei lettori. Anniversari, ricordi, commemorazioni con foto a vostra scelta non sono a titolo gratuito

Al via oggi "Mare sicuro 2021"

COMUNICATO GUARDIA COSTIERA MILAZZO

Oggi 19 giugno avrà inizio l’operazione della Guardia Costiera denominata “MARE SICURO 2021” che, come ogni anno, mira a garantire il regolare e sicuro svolgimento della stagione balneare ed una corretta fruizione delle spiagge e del mare. L’operazione, disposta dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, vede impegnati uomini e mezzi, della Guardia Costiera, ogni giorno presenti lungo le spiagge e in mare, presso gli stabilimenti balneari e nelle strutture dedicate alla nautica da diporto, al fine di prevenire e reprimere gli eventuali comportamenti contrari alla disciplina di sicurezza della navigazione e della balneazione, allo scopo di favorire una sicura e libera fruizione dei litorali. Tali obiettivi sono strettamente connessi alla tutela e protezione dell’ambiente marino e costiero e della risorsa ittica.

L’operazione, che si svolge sui litorali del Compartimento Marittimo di Milazzo compreso l’Arcipelago Eoliano, prevede l’impiego di pattuglie via terra per verifiche alle strutture balneari con particolare riferimento a tutti gli apprestamenti e dotazioni inerenti la sicurezza della balneazione che sono prescritte dall’ordinanza della Capitaneria di Porto. I mezzi nautici della Guardia Costiera, inoltre, verificheranno il rispetto delle vigenti normative in materia di sicurezza della navigazione del diporto, con particolare riferimento al rispetto dei limiti di velocità e delle zone di mare destinate in via esclusiva alla balneazione.

L’operazione “Mare sicuro” prevede missioni svolte utilizzando il metodo del pattugliamento mare – terra, con l’ausilio dei mezzi navali a disposizione e delle autovetture di servizio. La scelta delle aree di pattugliamento è stata preceduta da una analisi sulle caratteristiche del litorale di competenza e dalla individuazione delle “aree calde” caratterizzate da maggiore presenza di bagnanti e traffico diportistico. Nell’ambito del Compartimento marittimo di Milazzo, che comprende anche gli uffici circondariali marittimi di Lipari e Sant’Agata ed i rispettivi uffici minori, verranno impiegati 10 mezzi navali, 13 autovetture e 115 militari.

Le attività operative sono state precedute da un’intensa attività di prevenzione e informazione a favore degli utenti del mare dando risalto in particolare alla sensibilizzazione sugli usi leciti delle risorse delle spiagge e del mare.

Sono stati rinnovati i rapporti di collaborazione con i titolari degli stabilimenti balneari, opportunamente sensibilizzati sulla corretta osservanza della nuova ordinanza di sicurezza balneare, con particolare riferimento ai presidi di sicurezza a favore dei bagnanti. In questo senso nell’ottica di un rinnovato rapporto di collaborazione e dialogo con i titolari delle strutture balneari, è stata confermata nell’ordinanza di sicurezza balneare la “check list”, attraverso la quale gli interessati sono dotati di un meccanismo di autocontrollo in merito agli adempimenti previsti, incentivando un percorso di maggiore responsabilizzazione e consapevole rispetto delle regole di sicurezza.

La Guardia Costiera opererà anche una campagna di sensibilizzazione dei centri diving sul rispetto delle regole di sicurezza previste dalle vigenti normative, vigilerà sull’abusivismo nel settore dell’uso commerciale delle unità da diporto ed opererà per la prevenzione dell’inquinamento marino, intensificando la presenza all’interno dell’area marina protetta “Capo Milazzo”.

A tal proposito, si segnala che sul sito web del Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, al seguente link: https://www.mit.gov.it/comunicazione/news/fase-2bis-linee-guida-mit-per-il-trasporto-nautico-e-la-balneazione sono state pubblicate le “linee guida per il trasporto nautico e la balneazione” quale utile riferimento per le migliori pratiche di prevenzione da parte dell’utenza di settore.

Tutte le attività contemplate nell’ordinanza di sicurezza balneare potranno espletarsi, nell’osservanza di tutti i protocolli e le “linee guida” volte a contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 contenute nelle vigenti Ordinanze del Presidente della Regione Siciliana nonché nei provvedimenti normativi nazionali.

Buon Compleanno a Fabio Picciolo, Sofia Zisa, Mary Pennisi, Filomena Groppo, Gresy Bonica, Antonio Giovenco

La Chiesa festeggia oggi San Romualdo

San Romualdo 

S. Romualdo nacque a Ravenna dalla nobile famiglia degli Onesti: i costumi del casato però non corrispondevano al nome. Il duca Sergio, padre del nostro Santo, uomo irascibile e per nulla religioso, venuto in lite con un parente per il possesso di un podere, lo sfidò a duello. Romualdo sebbene aborrisse lo spargimento di sangue, costretto dal padre, dovette assistere a quell'atto irragionevole che terminò coll'uccisione dell'avversario. A quella vista il suo cuore inorridì e corse a nascondersi nel monastero di Classe presso Ravenna, per riparare, con quaranta giorni di penitenza, l'omicidio commesso dal genitore.

Finita quella quaresima, si sentì mutato; le esortazioni di un frate laico e di due visioni di S. Apollinare, lo decisero a vestire l'abito religioso in quel monastero.

Trascorsi tre anni, abbandonò il paese natio e recatosi in una solitudine vicino a Venezia, si pose sotto la direzione di un celebre eremita chiamato Marino. Dopo vent'anni di tirocinio, Romualdo in compagnia del maestro e di alcuni nobili veneziani, passò in Francia. fermandosi nei dintorni di S. Michele di Cusa.

Colà prese a progredire mirabilmente di virtù in virtù, superando lo stesso Marino, e molti, ammirando il suo tenore di vita, venivano a mettersi sotto la sua guida. Ivi pure dovette sostenere terribili lotte col demonio, che gli dipingeva in mille modi le difficoltà della vita religiosa, la fragilità della nostra debole natura e l'enorme fatica che ci vuole per giungere a piacere davvero al Signore. Il Santo tutto vinse con la mortificazione e la preghiera.

Dalla Francia tornò nuovamente in Italia ed ebbe la consolazione di constatare la conversione del duca suo padre.

Avuto intanto notizia che il suo discepolo Brunone di Querfurt era stato coronato del martirio in Russia, bramando anch'egli di versare il suo sangue per la fede, s'incamminò verso quelle regioni. Ma una grave malattia lo arrestò nell'Ungheria ed egli, scorgendovi un segno della volontà divina, fece ritorno in Italia.

Riprese quindi le fondazioni e le visite ai monasteri. Un giorno ad Arezzo s'incontrò con un conte aretino di nome Maldolo, padrone di una casa e di una magnifica selva che dal suo nome si chiamava CaMaldoli. Il conte, conosciuto chi fosse quel venerando pellegrino, gli manifestò una visione avuta e gli donò casa e selva. Romualdo, giudicando quella località adattissima per i suoi, ridusse la casa ad ospizio e vicino costruì un eremo per i religiosi contemplativi. Diede loro, con qualche modificazione, la regola benedettina e dal nome del luogo li denominò Camaldolesi.

Il santo vegliardo fondò ancora un altro cenobio nella valle di Castu, e vicino a questo si costruì una cella romita per passarvi gli ultimi anni. Quivi, affranto, mori il 19 giugno 1027 a 120 anni. La festa odierna ricorda la traslazione delle sue reliquie nella chiesa di Fabriano.

PRATICA. Imitare S. Romualdo in questo suo bel consiglio: «Presto a letto e presto fuor di letto».

PREGHIERA. Dela! Signore, ci renda accetti l'intercessione del beato abate Romualdo, affinchè quel che non possiamo coi nostri meriti, lo conseguiamo per il suo patrocinio.

Cercasi appartamento

Cercasi appartamento su Lipari con cucina, bagno e due camere da letto.

       Contattare il 3938998615

Oggi è il 19 giugno. Buongiorno con questa foto da Canneto


venerdì 18 giugno 2021

Sicilia pronta per la zona bianca: oggi 170 i nuovi contagi e tre vittime

Sono 170 i nuovi casi di Coronavirus registrati oggi in Sicilia, i numeri si confermano in calo. I tamponi processati sono stati 14.208, con un tasso di positività all'1,1%Tre le vittime nelle ultime 24 ore.
«Il raggiungimento della zona bianca - commenta il governatore Nello Musumeci - non deve farci dimenticare che, ancora, in Sicilia sopravvivono alcuni focolai che ci hanno costretto a dover dichiarare quattro “zone rosse”. Che sia, quindi, un’estate nella massima prudenza, pensando al vaccino per chi non lo ha ancora fatto».

Oggi in azione le sirene. Ma è un'esercitazione. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 18 giugno 2021

Eolie, da domenica l'orario estivo. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 18 giugno 2021

Ritrovata chiave

Questa chiave è stata ritrovata sul pontile a Canneto. Chi l'ha smarrita contatti su messenger Tibuleac Afrasinei Ancuta

Effettuato test sirene per rischio tsunami e parossisma

 COMUNICATO STAMPA 

 Si è concluso il test operativo sul sistema di allertamento sonoro tramite sirene per le segnalazioni di rischio tsunami e di esplosione parossistica del vulcano Stromboli, effettuato questa mattina dagli operatori di Protezione Civile. L’esito dell’esercitazione è stato positivo per entrambe le fasi simulatorie: le sirene di allerta hanno suonato e sono state correttamente avvertite sia a Stromboli che a Ginostra e contemporaneamente all’interno delle sedi della Capitaneria di Porto di Milazzo. Un prossimo intervento tecnico è stato previsto dalla Protezione Civile sull’Isola di Panarea dove la segnalazione acustica per rischio tsunami è stata avvertita solo parzialmente. Si ringraziano il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile e il Dipartimento della Protezione Civile della Regione Siciliana per l’indispensabile lavoro svolto, le Forze dell’Ordine e i volontari del gruppo di Protezione Civile Comunale e del VIS – Volontari Isola di Stromboli che attraverso la loro presenza e il loro supporto hanno permesso un sereno svolgimento dell’esercitazione.

Fondo sociale europeo, un questionario per disegnare la nuova programmazione della Regione

Una consultazione pubblica per coinvolgere i cittadini siciliani riguardo le priorità sulle quali investire le risorse della prossima programmazione 2021-2027 del Fondo sociale europeo Sicilia. L’iniziativa, dal titolo “Sicilia, porta d'Europa”, è promossa dalla Regione Siciliana, nell’ambito del Fondo sociale europeo. La consultazione, aperta a tutti i cittadini siciliani, si svolgerà attraverso un questionario che potrà essere compilato on line (a questo indirizzo) da oggi al 18 luglio, dopo essersi registrati sulla piattaforma, e che è anche raggiungibile dal sito del Fse Sicilia.


La consultazione durerà un mese e intende essere uno strumento di “ascolto e partecipazione”, di raccolta delle idee e delle aspettative che i cittadini hanno verso la nuova programmazione del Fse, ma mira anche a portare tra i cittadini l'Europa e le sue tante potenziali opportunità.


«Stiamo lanciando – evidenzia l’assessore regionale all’Istruzione e formazione professionale, Roberto Lagalla - una richiesta di partecipazione a tutti i siciliani. Si tratta di un questionario che è soprattutto una proposta per il futuro, per la costruzione di una Sicilia più europea, capace di generare e attrarre opportunità occupazionali e di crescita culturale per i giovani».


Partecipare è quindi un modo per esercitare la propria cittadinanza attiva, contribuendo al processo di coinvolgimento di tutti i portatori di interesse che la Commissione europea promuove negli Stati membri, in coerenza con i principi della partecipazione democratica.


«Con questa iniziativa - ha sottolineato Patrizia Valenti, autorità di gestione del Fondo sociale europeo Sicilia - si avviano le attività per il ciclo di programmazione 2021-2027. Il questionario lo abbiamo reso il più semplice possibile proprio perché ci interessa molto il punto di vista dei cittadini. La consultazione sarà ripetuta nel corso dell’attuazione del programma in più momenti in modo tale da lavorare in sinergia, perché solo insieme si vince».


Al termine di questa prima fase, che individuerà le principali aree su cui verteranno gli investimenti, sarà organizzato un programma di incontri territoriali con il coinvolgimento dei soggetti del partenariato economico e sociale regionale per affrontare i temi dell’inclusione sociale, dei diritti fondamentali, dei diritti delle persone con disabilità, della parità di genere e della non discriminazione.


Nel corso degli incontri sarà dedicato ampio spazio all'approfondimento del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) che, in sinergia con le risorse della programmazione europea, porterà in Sicilia le risorse necessarie al finanziamento di progetti strategici per lo sviluppo del territorio del prossimo decennio.


A conclusione della consultazione, i dati raccolti verranno analizzati, raccolti in un report di sintesi e saranno trasmessi alla Rappresentanza in Italia dell’Unione europea, con l’obiettivo di far conoscere a Bruxelles le opinioni e le aspettative dei cittadini siciliani in merito alle priorità delineate e agli impegni assunti dalla Commissione.

La fantasia non ci manca... e neppure i materassi

 Per chi volesse testare il parapetto o prendere spunto per altre opere "ingegnose" lo si trova nella strada per Lami


Stromboli: Cessato trabocco lavico

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l'attività di trabocco lavico dai crateri sommitali dello Stromboli si è esaurita e il flusso lavico lungo la Sciara del Fuoco è in raffreddamento.

Per quanto riguarda i parametri sismici monitorati, non si registrano variazioni
significative sia nell'ampiezza media del tremore vulcanico, che nella frequenza e ampiezza dei transienti riconducibili ad eventi esplosivi.

Progettazione P. E. B. A. : Consigliere Lorizio presenta odg su fondi e capitolo di spesa, approvato da tutto il consiglio comunale di Lipari

Le Eolie nelle stampe d' epoca (Puntata CCLXXX ): Lo Scario del Barone a Santa Marina Salina, metà dell'800

 

Accadde alle Eolie.18 giugno 2013: Incendio doloso alla DIPAL della famiglia Giorgianni


Ricordando... Grazia Portelli


Ricordiamo che le foto vengono pubblicate in modo casuale e a titolo gratuito dal direttore e non su richiesta dei lettori. Anniversari, ricordi, commemorazioni con foto a vostra scelta non sono a titolo gratuito

Buon Compleanno a Gianluca Saltalamacchia, Nando De Vita, Lorenza Castrucci, Leonardo Natoli, Tomas Favaloro, Patrizia Marina Campo, Nino Ficarra, Jessica Sarpi, Gianni de Teresa, Jessica Di Giuseppe

E' deceduta la signora Nunzia Divola ved. D'Amico. Domani i funerali

Le onoranze funebri sono a cura della ditta 
ALFA E OMEGA di Lipari
Alla famiglia le condoglianze della famiglia Sarpi e da Eolienews

E' deceduta la signora Caterina Maio in Merlino

Le onoranze funebri sono a cura della ditta
ALFA E OMEGA di Lipari
Alla famiglia le nostre condoglianze

La Chiesa festeggia oggi San Gregorio Giovanni Barbarigo


I milanesi erano soliti ripetere ai bergamaschi, complimentandosi per il loro vescovo: «Noi abbiamo un santo cardinale morto, san Carlo Borromeo, voi avete un vescovo vivo». Vescovo vivo era Gregorio Barbarigo, il quale, tra l'altro, aveva una stima sconfinata di san Carlo. Lo aveva scelto come modello di vita spirituale e come esempio di impegno pastorale quando tentò di realizzare nella propria diocesi le riforme volute dal concilio di Trento. 

Gregorio Barbarigo era nato a Venezia nel 1625 da un'antica e nobile famiglia istriana immigrata nella città lagunare. Educato alla scienza e alle virtù da un papà religiosissimo, a ventitré anni seguì il cugino Pietro Duodo a Miinster, come segretario di Alvise Contarini, che era ambasciatore della Serenissima Repubblica al congresso di pace di Westfalia. 
In Germania, dove rimase cinque anni, il Barbarigo strinse amicizia con il nunzio papale Fabio Chigi che lo introdusse nell'ascetica di Francesco di Sales e l'avviò nello studio del latino e delle scienze religiose. Fu ancora il Chigi a consigliare il giovane Barbarigo, una volta tornato a Venezia, a laurearsi in diritto canonico in vista di un suo possibile impiego a Roma. Il Barbarigo lo ascoltò e si iscrisse all'università di Padova, dalla quale uscì dottore il 25 settembre 1655. Nel frattempo aveva maturato la vocazione al sacerdozio. Due mesi dopo l'ordinazione, si stabiliva a Roma, chiamatovi da Alessandro VII, l'amico Chigi diventato papa. Nella capitale Gregorio dimorò in una casa accogliente, stracolma di libri, che egli intendeva trasformare in una «locanda di letterati». Intanto su Roma si abbatteva la peste e il giovane prete Barbarigo venne incaricato di organizzare i soccorsi nel popolare rione di Trastevere. «Avevo una paura al principio, che mi sentivo morire», scriveva al padre. Ma poi si buttò con passione e sprezzo del pericolo a eseguire la sua missione, che era di «dar ordini perché vengano le carrette [...] a levar li morti e li ammalati, portar il sussidio alle case serrate [...] e veder se hanno bisogno di niente». 
Cessata la peste, il Barbarigo venne nominato vescovo di Bergamo. Raggiunse la città lombarda portando con sé lo stretto necessario e, dei tanti libri, solo la biografia di san Carlo Borromeo. Prima di prendere possesso della diocesi inviò ai fedeli e al clero una lettera pastorale nella quale diceva: «Il distintivo del buon pastore è la carità». E alla più genuina carità improntò il suo ministero, riordinando la diocesi, eliminando abusi, restaurando la disciplina nel clero e nei monasteri, curando l'educazione catechistica e la preparazione dei futuri sacerdoti. Aveva progettato un grande seminario, ma non poté realizzarlo perché nel frattempo venne eletto cardinale e destinato alla diocesi di Padova. Nella città del Santo giunse in forma privata, osteggiato dal capitolo della cattedrale che temeva il suo rigore morale e la sua decisa volontà di riforma. A Padova Gregorio fu pastore esemplare e infaticabile. Visitò più volte le trecentoventi parrocchie della diocesi, stimolando il processo della riforma del clero e organizzando scuole di catechismo per fanciulli e adulti. Suo fiore all'occhiello, il seminario: lo collocò in un vecchio convento acquistato con la vendita di tutta l'argenteria della curia. 
Per l'aggiornamento del clero radunò alcuni importanti sinodi. Il grande vescovo, nei due conclavi ai quali partecipò, rischiò di venire eletto papa, tant'era la stima di cui godeva. Alla sua morte, avvenuta il 18 giugno 1697, durante una visita pastorale, nella sola città di Padova c'erano quarantadue scuole di dottrina cristiana, e trecentoquattordici scuole nell'intera diocesi. Fu incluso nell'albo dei santi, da Giovanni XXIII, nel 1960.

Sequestrata rete da posta lunga otto metri. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di ieri, 17 giugno 2021

Oggi è il 18 giugno. Buongiorno con questa cartolina da Lipari



giovedì 17 giugno 2021

Stromboli "irrequieto". Da un'ora nuovo trabocco lavico sulla Sciara, ben alimentato (video)

Dalle ore 21.10 di stasera, così come evidenziato dall'INGV - Osservatorio Etneo, è iniziato un trabocco lavico dall'area Nord dello Stromboli, da una delle tre bocche attive. Il fronte del flusso lavico, che come si evince dal video, sembra essere ben alimentato, è avanzato, al momento, di circa 200 metri lungo la Sciara del Fuoco.

La messa in posto del flusso provoca rotolamento di blocchi sino al mare.
Dal punto di vista sismico non si registrano variazioni significative sia nell'ampiezza media del tremore vulcanico che si mantiene su livelli medio-bassi, che nella frequenza e ampiezza dei transienti riconducibili ad eventi esplosivi. I segnali delle reti di deformazione (tilt e GNSS) di Stromboli non mostrano variazioni significative

IL VIDEO E' DI VIS (Volontari isola di  STROMBOLI)

Coronavirus, in Sicilia zero morti e zona bianca ormai certa da lunedì

Nessun decesso per Coronavirus in Sicilia nelle ultime 24 ore, l'ultima volta che non erano stati registrati morti era il 20 settembre del 2020. È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute. Salgono, però, leggermente rispetto agli ultimi due giorni i nuovi positivi che oggi sono 228.
Ormai la zona bianca dal prossimo lunedì è sicura: la Sicilia da tre settimane ha un'incidenza sotto 50, valore limite che decreta il "colore" delle regioni.

Smantellamento impianti ex Pumex. Sos di Legambiente e del prof. Puglisi. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 17 giugno 2021

Si è spenta Nunzia Divola, sorella dell'indimenticabile Don Gennaro


E' deceduta a Leni la signora Nunzia Divola, sorella di Monsignor Gennaro Divola. 
Aveva 98 anni. 
Alla famiglia le condoglianze della famiglia Sarpi e di Eolienews

Regolamentazione flussi turistici a Stromboli e Panarea. Associazioni chiedono incontro ad organismi istituzionali


Una richiesta d'incontro per la regolamentazione dei flussi turisti giornalieri per le isole di Stromboli e Panarea è stata presentata dalla Pro Loco Amo Stromboli, dall'Associazione Insieme per Panarea e dall' Associazione Noi per Panarea al Prefetto di Messina, al sindaco del Comune di Lipari, alla Città Metropolitana di Messina, al responsabile del Dipartimento Regionale della Protezione Civile, al comandante della Capitaneria di Porto di Lipari, all' Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari, al Commissario ad acta per l’Emergenza Covid di Messina

e p.c. All’Assessore ai Trasporti della Regione Sicilia, all’assessore al Turismo della Regione Sicilia, 

Hanno scritto:

In riferimento all’ordinanza n.53 del 1/06/2021 a firma del Sindaco di Lipari  che appare assolutamente insufficiente ad affrontare i problemi relativi al flusso turistico giornaliero nelle suddette isole, sia dal punto di vista igienico-sanitario (cfr. norme anti- Covid), nonché in materia di sicurezza (legata alle caratteristiche di un vulcano attivo), e di impatto sul territorio, si richiede alle Autorità in indirizzo un incontro urgente per conoscere le determinazioni ed i provvedimenti che si intendono adottare, sia nell’immediato, sia nel futuro.

Alla richiesta viene allegata l'ordinanza di Giorgianni e  l’appello recentemente promosso dai presidenti delle tre associazioni Oliva, Fadini e Rosso .

Il presidente della Pro Loco Amo Stromboli, Rosa Oliva, da noi contattata ci ha dichiarato: "Abbiamo avuto modo di appurare, visionando le ordinanze sindacali del 2020, che queste consentivano una minore permanenza sulle isole nei mesi di bassa stagione ed, invece, ampliavano l'arco temporale nei mesi di Luglio ed Agosto. Temendo che questo possa ripetersi anche quest'anno riteniamo necessiti l'incontro richiesto poichè, una ordinanza come quella emessa lo scorso anno, non è funzionale ad invertire la tendenza di un turismo incentrato nei mesi di Luglio ed Agosto". 

AO Papardo Messina, salvata donna in gravidanza con tumore del rene. Complesso intervento multidisciplinare portato a buon fine

E’ stato eseguito nei giorni scorsi presso l'Azienda Ospedaliera Papardo di Messina un intervento di chirurgia urologica oncologica in una giovane donna di 33 anni in 12esima settimana di gravidanza. La complessità dell’operazione derivava dalla presenza di un tumore renale.

Con una equipe multidisciplinare si è reso possibile l'intervento garantendo la sopravvivenza della giovane donna e del bambino.

Come affermato dal Dr. Giuseppe Picone, anestesista responsabile dell'intervento: per il tipo di problematica del caso in questione si è optato per l'anestesia blended o anestesia integrata, ovvero una particolare tecnica anestesiologica in cui all'anestesia generale viene associata anche l'anestesia loco-regionale, in particolar modo quella epidurale, in modo da ridurre il dosaggio dei farmaci deprimenti il sistema nervoso centrale e potenzialmente dannosi per la formazione del feto; inoltre minimizza l'impatto emodinamico anch'esso potenzialmente dannoso per il flusso placentare e con l'epidurale si ha il controllo dell'analgesia post operatoria consentendo di non usare i comuni analgesici per via sistemica anch'essi potenzialmente dannosi per l'esistenza e lo sviluppo del feto” 

L'intervento di asportazione del rene compromesso dal tumore è stato eseguito dal Dr. Francesco Mastroeni - Direttore della Struttura Complessa di Urologia - dal Dr. Alessandro Gali' e dal Dr. Giuseppe Ciccarello.

La paziente ed il feto hanno eseguito un regolare controllo da parte dell'equipe ostetrica diretta dal Dr. Caudullo che hanno confermato la vitalita' e lo stato di buona salute del feto.

Premio "Ulisse 2021": La compagnia "Piccolo borgo antico" finalista

La compagnia teatrale "Piccolo Borgo Antico" di Lipari è tra le finaliste dell'ottava edizione del Premio "Ulisse 2021" in programma a Canicattini Bagni dal 23 luglio all’1 agosto 2021

Il benvenuto a centimetri dal nostro splendido mare (tre foto)

 Per la serie: Proviamo a vergognarci, quantomeno!

Rifiuti, pubblicato l’avviso per due termoutilizzatori pubblici in Sicilia

Al via la procedura per la realizzazione dei termoutilizzatori in Sicilia. Il dipartimento regionale dell’Acqua e dei rifiuti ha infatti pubblicato sul proprio sito (e a giorni lo sarà anche sulla Gazzetta ufficiale della Regione Siciliana e su quella comunitaria) l’Avviso per l’affidamento in concessione della “progettazione, costruzione e successiva gestione fino a due impianti per il recupero energetico da rifiuti non pericolosi”. I termoutilizzatori dovranno avere, ciascuno, una capacità di trattamento da 350 a 450 mila tonnellate all’anno di rifiuti indifferenziabili e saranno situati: uno in Sicilia occidentale (nelle province di Agrigento, Caltanissetta, Palermo o Trapani) e l’altro nella zona orientale (Catania, Enna, Messina, Ragusa e Siracusa).

L’iter seguito è quello della finanza di progetto, pertanto le risorse dovranno essere messe a disposizione dalla società aggiudicataria, che dovrà anche gestire l’impianto in concessione. Gli operatori economici interessati all’avviso pubblico, firmato dal dirigente generale del dipartimento Calogero Foti, dovranno inviare la documentazione entro novanta giorni per posta certificata alla mail: dipartimento.acqua.rifiuti@certmail.regione.sicilia.it

L’avvio della procedura per la realizzazione dei due impianti era stato preannunciato, nei giorni scorsi, dallo stesso presidente della Regione Nello Musumeci, in conferenza stampa con l’assessore al ramo Daniela Baglieri.

«Con questa scelta, condivisa da diverse Srr - commenta il governatore - apriamo una nuova stagione che consentirà alla Sicilia di liberarsi finalmente dalla schiavitù delle discariche e allinearsi alle più avanzate Regioni del Nord. Nel frattempo, dobbiamo lavorare per finanziare i nuovi impianti che i Comuni vorranno programmare e per incrementare la raccolta differenziata, già passata dal 20 al 42 per cento».

Eolie. Dal 20 giugno itinerari orari estivi sui mezzi veloci ma urge innalzare capienza

Alle isole Eolie il prossimo 20 giugno sarà finalmente estate per quanto concerne i collegamenti marittimi veloci. In questa data, infatti, entreranno in vigore gli itinerari orari estivi sui mezzi di Liberty Lines. Resteranno in vigore sino a metà settembre. 

Con gli itinerari orari estivi ci avrà un più che sensibile incremento di collegamenti su tutte le linee ma  è chiaro, però, che occorre, al più presto, considerando l’avanzare della stagione turistica e la grande richiesta di Eolie che si registra, portare la capienza dei mezzi veloci almeno all’80%. Innalzamento della capienza che spetta al Governo nazionale che dovrà emettere apposito provvedimento così come richiesto, vivamente e da tempo, sia dalla Regione siciliana che dalle amministrazioni isolane. 

Fondi Psr, Scilla: «Tre milioni di euro per l'innovazione delle aziende agricole siciliane»

Supportare le aziende del territorio favorendo l’accesso ai servizi di consulenza attraverso organismi preventivamente selezionati: è questo l’obiettivo del bando per la sottomisura 2.1 del Psr 2014-2020, in via di pubblicazione.
«Il governo Musumeci interviene a sostegno delle aziende agricole siciliane con una dotazione finanziaria di 3 milioni di euro – afferma Scilla – Si tratta di un intervento di rilevante importanza per gli imprenditori agricoli e/o forestali singoli e associati, i giovani agricoltori, le piccole e medie imprese insediate nelle zone rurali e i gestori del territorio, rappresentati da Comuni, Unioni di Comuni, Enti Parco. I soggetti interessati potranno usufruire del supporto di professionisti ai fini dello sviluppo e del miglioramento delle proprie aziende in un’ottica sempre più orientata verso la cooperazione per l’innovazione in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura».
«L’obiettivo è di accompagnare, attraverso tecnici e professionisti specializzati, con l’ausilio anche di sistemi tecnologici informatizzati, il processo di innovazione verso un’economia rurale più sostenibile, più competitiva, con meno impatto sui territori e con maggiori capacità di adattamento ai cambiamenti climatici, con maggiore attenzione verso la biodiversità» sottolinea Scilla.

Le domande di partecipazione al bando “Sostegno allo scopo di aiutare gli aventi diritto ad avvalersi di servizi di consulenza” saranno digitalizzate utilizzando il portale Sian (Sistema informativo agricolo nazionale), il termine iniziale per la presentazione delle domande è il prossimo 24 giugno.
La documentazione integrale dell’avviso è in pubblicazione sul sito istituzionale del Psr Sicilia 2014-2020: https://www.psrsicilia.it/psr-sicilia-2014-2020/

Le Eolie nelle stampe d' epoca (Puntata CCLXXIX ): La casa di padron Francesco Re a Pozzo d'Agnello (Salina)


 

Proprio non ce la fanno........

 Anche oggi dall'aula consiliare di Lipari è andata in onda quella che è diventata una tragedi - commedia (per il paese).

Presenti solo in sette: Biviano, Grasso (maggioranza), Fonti, Gugliotta, Lorizio, Muscarà, Pajno (minoranza) il civico consesso non è riuscito a riunirsi, nonostante l'importanza degli argomenti.

Se ne riparlerà domani (forse).

Anche oggi è apparso evidente che PROPRIO NON CE LA FANNO ... i consiglieri di maggioranza ad arrivare in aula!

E dire che dovranno sforzarsi ancora per un altro anno !

La foto è di Controcorrente eoliana

Accadde alle Eolie. Diciassette giugno 2009: Rod Stewart a Panarea. Nella foto con Pina Cincotta Mandarano

Le "5 Vele" incoronano ancora Salina e Pantelleria. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 17 giugno 2021