Cerca nel blog

sabato 27 giugno 2020

La "Lipari" di Andrea Licciardo. Da You tube, l'ultima fatica discografica del giovane artista liparese

È uscito LIPARI il nuovo singolo di Andrea Licciardo, omaggio alla sua terra; un brano pop che porterà tutti a ballare in spiaggia questa estate. 
 La canzone è parte del progetto discografico dell’artista MUSICHEMPATIA e racconta di un ritorno nella propria isola dopo 6 anni di assenza. 
Un’isola vista con occhi diversi, ma sempre quel luogo magico dove ha vissuto in passato e dove continuerà a vivere. 
 Licciardo esprime nel brano la propria positività, felice di essere nuovamente a casa, nella sua isola, che aveva lasciato per motivi personali legati al suo IO e dove ora è tornato, per vivere in simbiosi con essa; immaginando Lipari come una persona d’amare e corteggiare. 
 Un brano carico di verve… una ballad musicalmente grintosa che segna il percorso di vita e artistico del cantante; e che rappresenta anche un invito rivolto a tutti a visitare il meraviglioso arcipelago delle Eolie, tanto più oggi dopo il periodo di quarantena. 
 La canzone è stata realizzata grazie alla produzione dell’etichetta discografica di Cantieri Sonori, dai produttori Marco Canigiula e Pietro La Terza.

"Anche per le Eolie lo stato di calamità". L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 27 Giugno 2020

Un nuovo studio sugli "avvisi" dello Stromboli. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 27 giugno 2020


Accadde alle Eolie, pagine della nostra storia recente. 27 giugno 2008: Si capovolge gru sul porto di Panarea

Con una gru si stavano eseguendo dei lavori nella zona portuale di San Pietro, quando si è spezzato il braccio del mezzo che, a sua volta, si è capovolto. Nessun danno nè per chi era al comando, nè per altri.

LIPARI, BARCA A PICCO ALLA "SECCA DEL BAGNO": RECUPERATI OTTO TURISTI ROMANI.

Image-1.jpg
Nella tarda mattinata di oggi, alle ore 12.20 circa, la sala operativa della Guardia Costiera di Lipari riceveva una richiesta di soccorso, tramite il numero blu 1530 dedicato alle emergenze in mare, da parte di alcuni diportisti che a bordo della propria barca stavano affondando nei pressi della “Secca del Bagno” dell’isola di Lipari.
Le otto persone, quattro uomini e quattro donne, erano partiti dal porto di Salina per un’escursione nelle acque dell’Arcipelago eoliano, quando ad un certo punto urtavano degli scogli affioranti nel tratto di mare comunemente chiamato “pietra del bagno” provocando una evidente falla allo scafo.
A quel punto la Guardia Costiera di Lipari inviava in zona la motovedetta CP 322, deputata al soccorso in mare, e giunti in zona in pochi minuti recuperavano a bordo i malcapitati ed attendevano l’arrivo di una ditta locale esperta in recuperi marittimi.
Accertate le buone condizioni di salute, i turisti romani venivano portati a terra presso l’isola di Salina non avendo bisogno di cure mediche e, contestualmente, si dava inizio alle operazioni di recupero e messa in sicurezza della barca semiaffondata al fine di scongiurare un eventuale inquinamento dell’ambiente marino.
L’Autorità Marittima nelle prossime ore procederà a ricostruire i fatti e ad accertare le relative responsabilità.
La Guardia Costiera di Lipari raccomanda a tutti i naviganti l’importanza di consultare i bollettini meteo prima di intraprendere la navigazione, il rispetto delle norme che regolano la conduzione delle unità e l'eventuale adozione di misure suggerite dalla buona perizia marinaresca al fine di evitare spiacevoli incidenti in mare.

Inter Club Lipari: Avanti con mister Di Bartola. Il presidente Tesoriero: "Rapporti umani eccelsi. Si continuerà il lavoro iniziato lo scorso anno"

Comunicato stampa
L’a.s.d. Inter Club Lipari annuncia il proseguo della collaborazione con mister Di Bartola. 
“È normale, semplice e naturale - afferma il presidente Andrea Tesoriero - proseguire insieme quando i rapporti umani sono eccelsi. Si continuerà il lavoro iniziato lo scorso anno. Lavoro che nonostante il Covid-19 ha dato i suoi frutti. Mai la squadra è stata sotto a livello di gioco rispetto ad altre compagini che oggi vantano la promozione in prima categoria. 
A Mister Di Bartola ed ai miei giocatori l’augurio di riportare Lipari dove merita a livello sportivo”.

Le Eolie nelle stampe d'epoca (Quindicesima parte)

Vulcano: L'antico ponte verso il cratere

Buon Compleanno!

Auguri a Don Giuseppe Mirabito, Alessandra Aliberti, Paolo Leonardi, Francesca Giunta, Angelica Raddi, Gaetano Di Giovanni, Cinzia Giampino, Lina Casabona, Corrada Sallustro, Lucrezia Carla Lodi, Bartolo Mandarano

Accadde alle Eolie, pagine della nostra storia recente. 27 giugno 2007: Goletta verde a Lipari


La Chiesa festeggia oggi San Cirillo d'Alessandria


Ennesimo riconoscimento per lo scrittore Pino La Greca. E' vincitore al Premio Nazionale Letteratura Italiana Contemporanea.


Eolie, soccorso e liberato capodoglio intrappolato in una rete da pesca.




COMUNICATO

Nella tarda mattinata di ieri, la Guardia Costiera di Lipari veniva allertata dalle biologhe del centro recupero tartarughe dell’isola di Filicudi che si erano imbattute in un esemplare di capodoglio in evidente stato di difficoltà nelle acque dell’Arcipelago eoliano.
Le quattro donne erano in navigazione verso l’isola di Stromboli per effettuare il periodico controllo dei siti di nidificazione delle tartarughe marine, quando ad un certo punto a circa sei miglia a nord-est dell’isola di Salina avvistavano in superficie un capodoglio maschio della lunghezza di circa dieci metri con la pinna codale completamente avvolta in una rete da pesca.

A quel punto veniva allertata la Guardia Costiera di Lipari che inviava in zona la motovedetta CP 322, solitamente impiegata in operazioni di soccorso in mare.

Giunti in loco, i militari verificavano le condizioni critiche del cetaceo ed, in attesa dell’intervento di un nucleo di sommozzatori locali convocati dall’Autorità Marittima, attuavano tutte le procedure utili a mettere in sicurezza il mammifero.

Arrivati in loco una squadra di subacquei locali a bordo di un gommone della Guardia Costiera, approcciavano con il cetaceo e, dopo un’ora di duro lavoro a circa due metri di profondità, riuscivano a rimuovere totalmente la rete dalla pinna codale dell’animale lasciandolo libero di muoversi.

La rete da pesca recuperata a bordo dell’unità militare veniva confiscata dall’Autorità Marittima in quanto attrezzo palesemente illegale utilizzato per la cattura di specie ittiche come tonno e pesce spada.

Il capodoglio veniva poi monitorato in mare al fine di verificare eventuali comportamenti anomali e lasciato libero di ricongiungersi ad altri tre esemplari che per tutto il tempo lo avevano atteso a distanza.


Oggi è il 27 giugno. Buongiorno con questa cartolina da Lipari con vista su Alicudi


venerdì 26 giugno 2020

Assoimprese Eolie richiede potenziamento trasporti marittimi ed elenca alcune necessità

All'Assessore Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità On.le Avv. Marco FALCONE
Al Dirigente Generale dell'Assessorato regionale delle infrastrutture e della mobilità
Dipartimento delle infrastrutture della mobilità e dei trasporti Dott. FULVIO BELLOMO
Al Dirigente Responsabile del SERVIZIO 1 - AUTOTRASPORTO PERSONE -TRASPORTO REGIONALE AEREO MARITTIMO Dott.ssa Dorotea Maria Piazza

Ai 4 Sindaci delle Eolie

Nell'ottica di un necessario ed urgente potenziamento dei servizi legati anche ai trasporti marittimi, si sottopone all'attenzione dei destinatari della presente quanto segue:
> In concomitanza con l'arrivo a Reggio Calabria dei treni Frecciarossa ed Italo, tenendo anche conto dei viaggiatori provenienti dagli scali aeroportuali di Reggio Calabria e Catania, si chiede l'immediata riattivazione della linea aliscafi diretti da Lipari per Reggio Calabria con la corsa mattutina delle ore 7:00 con le derivanti coincidenze dalle altre isole del nostro arcipelago ed un'altra corsa di ritorno pomeridiana oltre quelle previste, con partenza da Reggio Calabria per Lipari alle ore 19:45.
> Rafforzare la tratta con le navi Napoli Isole Eolie Milazzo e viceversa, con tre corse settimanali e due in media e bassa stagione;
> Posticipare l'ultina corsa aliscafi delle ore 19:00 alle ore 20:00 per Milazzo Lipari e viceversa;
> Effettuare la corsa serale Lipari Vulcano Milazzo e viceversa della nave Ro Ro Caronte e Tourist anche la domenica;
> Alla nave Siremar da Milazzo Vulcano Lipari far posticipare la partenza alle 18.30 come nei precedenti anni.
> Il ripristino della corsa aliscafi nei giorni di lunedì e mercoledì alle ore 7:00 con la tratta Filicudi Salina Rinella Lipari.
> La possibilità di poter accedere ad un biglietto unico attraverso una carta servizi che possa essere semplificativa per i viaggiatori, attraverso la connessione delle società di trasporti nazionali e regionali.
Ritengo sia un atto dovuto alla popolazione ed ai turisti tutti, che rimangono ancora oggi nell'impossibilta'di potersi imbarcare per le isole per mancanza di posti, condannati ad attese snervanti;
Ribadisco che non possiamo più convivere con ulteriori disagi con i quali soprattutto noi isolani ed i turisti che scelgono di trascorrere le vacanze nelle nostre isole siamo costretti a vivere.
Ci confrontiamo da troppo tempo con una realtà poco degna di un paese civile, soprattutto in un momento così delicato come quello che stiamo vivendo.
Fiducioso in un vostro positivo ed immediato riscontro, Porgo Distinti Saluti
Alessabdro Crivelli (Presidente Assoimpreseeolie)

Vulcano, confermato il sequestro dei fanghi. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 26 giugno 2020



Come eravamo in 5 foto: Don Peppino La Spada, capo Sallustro,V° elementare 1981/82, Nino Ziino, Isabella e Giulio China, il fotografo Costa





Foto classe.
Prima fila partendo da sinistra : Agostino Cassarà, Giacomo Lo Surdo, Bartolo Greco, la maestra Maria Pia Sidoti, Francesca Reina, Sonia Monte, Vania Vadalà, Giuliana Paterniti Bardi, Felicia Fichera
Seconda fila partendo da sinistra: Angela Biviano, Stefania Cafarella, Cristian Ruggiero, Tindara Amato, Nunziella Indelicato, Linda Mandarano, Barbara Berinati, Tommaso La Macchia, Nicola Bono

Ha preso il via l'operazione "Mare Sicuro 2020"

Comunicato
Lo scorso 15 giugno ha avuto inizio l’operazione della Guardia Costiera denominata “MARE SICURO 2020” che, come ogni anno, mira a garantire il regolare e sicuro svolgimento della stagione balneare ed una corretta fruizione delle spiagge e del mare.
L’operazione, disposta dal Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, vede impegnati uomini e mezzi, della Guardia costiera, ogni giorno presenti lungo le spiagge e in mare, presso gli stabilimenti balneari e nelle strutture dedicate alla nautica da diporto, al fine di prevenire e reprimere gli eventuali comportamenti contrari alla disciplina di sicurezza della navigazione e della balneazione, allo scopo di favorire una sicura e libera fruizione dei litorali.
Tali obiettivi sono strettamente connessi alla tutela e protezione dell’ambiente marino e costiero e delle risorse ittiche. L’operazione, che si svolge sui litorali del Compartimento Marittimo di Milazzo compreso l’Arcipelago Eoliano, prevede l’impiego di pattuglie via terra per verifiche alle strutture balneari con particolare riferimento a tutti gli apprestamenti e dotazioni inerenti la sicurezza della balneazione che sono prescritte dall’ordinanza della Capitaneria di Porto. I mezzi nautici della Guardia Costiera, inoltre, verificheranno il rispetto delle vigenti normative in materia di sicurezza della navigazione del diporto, con particolare riferimento al rispetto dei limiti di velocità e delle zone di mare destinate in via esclusiva alla balneazione.
L’operazione “Mare sicuro” prevede missioni svolte utilizzando il metodo del pattugliamento mare – terra, con l’ausilio dei mezzi navali a disposizione e delle autovetture di servizio. La scelta delle aree di pattugliamento è stata preceduta da una analisi sulle caratteristiche del litorale di competenza e dalla individuazione delle “aree calde” caratterizzate da maggiore presenza di bagnanti e traffico diportistico. Nell’ambito del Compartimento marittimo di Milazzo, che comprende anche gli uffici circondariali marittimi di Lipari e Sant’Agata ed i rispettivi uffici minori, verranno impiegati 10 mezzi navali, 13 autovetture e 115 militari.
Le attività operative sono state precedute da un’intensa attività di prevenzione e informazione a favore degli utenti del mare dando risalto in particolare alla sensibilizzazione sugli usi leciti delle risorse delle spiagge e del mare.
Sono stati rinnovati i rapporti di collaborazione con i concessionari degli stabilimenti balneari, opportunamente sensibilizzati sulla corretta osservanza della nuova ordinanza di sicurezza balneare, con particolare riferimento ai presidi di sicurezza a favore dei bagnanti. In questo senso nell’ottica di un rinnovato rapporto di collaborazione e dialogo con i concessionari, è stata confermata nell’ordinanza di sicurezza balneare la “check list”, attraverso la quale i titolari di stabilimenti balneari sono dotati di un meccanismo di autocontrollo in merito agli adempimenti previsti, incentivando un percorso di maggiore responsabilizzazione e consapevole rispetto delle regole di sicurezza.
La Guardia Costiera opererà anche una campagna di sensibilizzazione dei centri diving sul rispetto delle regole di sicurezza previste dalle vigenti normative, vigilerà sull’abusivismo nel settore dell’uso commerciale delle unità da diporto ed opererà per la prevenzione dell’inquinamento marino, intensificando la presenza all’interno dell’area marina protetta “Capo Milazzo”.
A tal proposito, si segnala che sul sito web del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, al seguente link: http://www.mit.gov.it/comunicazione/news/fase2bis-linee-guida-mit-per-iltrasporto nautico-e-la-balneazione sono state pubblicate le “Linee guida per la nautica da diporto e la sicurezza della balneazione” quale utile riferimento per le migliori pratiche di prevenzione da parte dell’utenza di settore.
Tutte le attività contemplate nell’ordinanza di sicurezza balneare potranno espletarsi, nell’osservanza di tutti i protocolli e le “linee guida” volte a contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID 19 contenute nelle vigenti Ordinanze del Presidente della Regione Siciliana nonché nei provvedimenti normativi nazionali.

I nostri giovani...una miniera. Decine di 100, diversi con lode, altri voti altissimi. Grande soddisfazione al Conti dopo gli esami di Stato.

Studenti del "Conti" strepitosi agli esami Stato che chiudono un anno scolastico difficile, causa il lockdown, ed un percorso di studi che, come da risultato finale, è stato davvero proficuo, in tutti gli indirizzi. 
A dispetto di chi spesso li sottovaluta, i nostri giovani, anche grazie al prezioso supporto dei docenti e ai continui stimoli della dirigente scolastica Tommasa Basile, hanno dimostrato di essere in gamba, preparati e pronti per affrontare con impegno, costrutto, competenza e determinazione, le prossime "sfide".
Con grande soddisfazione, oltre che degli studenti e delle loro famiglie, della dirigente, dei docenti, dei presidenti di commissione e dell'intero corpo scolastico, sono 10 i diplomati con 100 e lode, 12 con 100. 
A questi c'è da aggiungere una nutrita schiera di diplomati (25) con un punteggio che va dal 90 al 99. La media del voto finale di maturità in tutto l'istituto è stata altissima. 
A tutti, indistintamente, vanno le nostre congratulazioni 
Questo l'elenco dei diplomati con 100 e lode:
D'Auria Lorenzo (V Liceo scientifico )
Favazzo Luca Maria (V Liceo scientifico)
Greco Matteo (V Liceo scientifico )
Natoli Mariagrazia (V Liceo scientifico)
Portelli Manuel Bartolo (V Liceo - Scienze applicate)
Torre Elia Leandro (V Liceo - Scienze applicate)
Bertè Laura (V A Liceo linguistico)
La Macchia Maria Grazia (V A - Amministrazione, finanza e marketing)
Greco Annalisa ( V Indirizzo turismo) 
Greco Cristina  (V Indirizzo turismo)

Questo l'elenco dei diplomati con 100 
Pongolini Andrea Celeste (V Liceo scientifico)
Portelli Giordano (V Liceo - Scienze applicate)
Sammoudi Nohayla (V A Liceo linguistico)
Cincotta Salvatore (V Indirizzo turismo)
Greco Giorgia (V Indirizzo turismo)
Ferlazzo Angelica (V Indirizzo turismo)
Natoli Bartolo (V Indirizzo turismo)
Costa Martina (V Indirizzo turismo)
Cristiano Diana (V Indirizzo turismo)
Mandarano Ivana  (V A - Amministrazione, finanza e marketing)
Puglisi Giacomo Mario (V A - Amministrazione, finanza e marketing)
Rainone Valerio (V A - Amministrazione, finanza e marketing) 


Stromboli: Variazioni anomale possono contribuire alla realizzazione di un sistema di allerta precoce. Interessante studio INGV e IGN

Con un nuovo studio dei dati sismici e dilatometrici della crisi eruttiva che si è verificata a Stromboli nell'estate del 2019 si sono evidenziate variazioni anomale che possono contribuire alla realizzazione di un sistema di allerta precoce
Un gruppo di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) e dell’Observatorio Geofísico Central dell’Instituto Geográfico Nacional (IGN, Spagna) ha studiato a posteriori i dati sismici ed i segnali registrati da un dilatometro da pozzo installato sull'isola di Stromboli. Dai risultati della ricerca ‘Geophysical precursors of the July-August 2019 paroxysmal eruptive phase and their implications for Stromboli volcano (Italy) monitoring’, appena pubblicata su Scientific Reports, si sono evidenziate delle variazioni del sistema vulcanico a partire da circa un mese prima dell'evento del 3 luglio 2019.
Nell’analisi dei dati del dilatometro, applicando un opportuno algoritmo per il riconoscimento di transienti nelle serie temporali, i ricercatori hanno evidenziato una variazione del segnale 10 minuti prima del parossismo del 3 luglio e 7,5 minuti prima del parossismo del 28 agosto 2019.
“Il condotto del vulcano Stromboli è occupato nella parte più superficiale da magma povero in gas e ricco in cristalli, nella parte più profonda, invece, da magma ricco in gas ma povero in cristalli. Durante le normali esplosioni stromboliane viene espulso il magma superficiale, di colore nero, mentre il magma più profondo riempie il condotto in risalita”, spiega Giovanni Macedonio, fisico dell'Osservatorio Vesuviano dell'INGV e coautore della ricerca.
“Il magma ricco in gas e povero in cristalli viene emesso durante i parossismi. Questo è il motivo per cui è generalmente riconosciuto che le esplosioni parossistiche sono innescate dalla rapida risalita di questo magma da una zona situata a 5-10 km di profondità. La sua rapida ascesa provoca inflazione e oscillazione del condotto superiore”, continua la vulcanologa dell’Osservatorio Etneo dell’INGV Sonia Calvari, coautrice dello studio.
“I nuovi parametri calcolati dai dati sismici registrati dalle nostre reti di monitoraggio potranno, in futuro, aiutare ad evidenziare fasi di attività sismica anomala che possono precedere di settimane l'attività parossistica. Inoltre, l'algoritmo applicato per l'analisi dei dati dilatometrici può contribuire a realizzare un sistema di allerta precoce in grado di dare un preavviso nel breve termine prima di un'esplosione parossistica” conclude Flora Giudicepietro, vulcanologa dell'Osservatorio Vesuviano dell'INGV e primo autore della ricerca.

Le Eolie nelle stampe d'epoca (Quattordicesima parte)

Lipari - L'ingresso del Palazzo Vescovile e le gibbie (oggi area "La Palma"

Accadde alle Eolie, pagine della nostra storia recente. 26 giugno 2018: Articolo su Madre Florenzia Profilio, venerabile


Buon Compleanno!

Auguri a Giovanni Rando, Ornella Cacace, Francesco Delle Donne, Chiara Giorgianni, Jona Favorito, Antonio Spanò, Carmen Martelli, Mattia Puglisi, Rossana Casamento

Federalberghi, stato di calamità e misure straordinarie non solo per Lampedusa e Linosa ma per tutte le isole minori siciliane.

Federalberghi Isole Minori della Sicilia accoglie con favore l’iniziativa del Governo Musumeci di chiedere lo stato di calamità e quindi misure economiche straordinarie per Lampedusa e Linosa e auspica che questa venga estesa anche alle altre isole della Sicilia.
La delibera della giunta regionale con contestuale richiesta alla presidenza del consiglio dei ministri deriva dagli ingenti danni causati sull’economia locale dalle restrizioni imposte per contenere il diffondersi del contagio.
Le isole della Sicilia sono a trazione turistica e il 50% della stagione è ormai andato in fumo, mentre per i mesi di luglio, agosto e settembre si prevedono dei cali di fatturato significativi rispetto al 2019. Questi, non consentiranno alle imprese stagionali delle isole minori di coprire i costi di gestione, parte dei quali insistono su base annuale. L’economia delle piccole isole dipende quasi esclusivamente dagli effetti diretti, indiretti e indotti derivanti dal turismo i cui flussi, anche per il 2021 si attende un forte calo rispetto al 2019. Alcune isole sono a rischio spopolamento e in altre si sono già registrati grossi disagi sociali che a partire dai primi mesi invernali saranno sicuramene amplificati.
“Occorre una fiscalità di vantaggio e misure per incentivare la creazione di occupazione per evitare di ripiombare in una nuova perdurante e ancor più grave crisi economica di quella precedente, con pesanti strascichi negli anni a venire, sostiene Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Minori Sicilia. Chiediamo al Governo Musumeci di perorare la causa della doppia insularità delle nostre isole presso il governo nazionale, affinché ne vengano adeguatamente riconosciute le peculiarità e gli svantaggi socio-economici e strutturali già sanciti dal trattato di funzionamento dell’UE e siano assegnate quelle misure speciali che ad oggi non sono state previste né in ambito regionale né tantomeno dal Governo Conte”.
Federalberghi Isole Minori della Sicilia
Federalberghi Isole Eolie

La Chiesa festeggia oggi San Vigilio


Oggi è il 26 giugno. Buongiorno da Acquacalda e Salina


giovedì 25 giugno 2020

Acquacalda, sono arrivati parapetti stradali. Verso la riapertura alla circolazione della via Mazzini.

 
Sono arrivati oggi pomeriggio i parapetti stradali per il lungomare di Acquacalda, per la precisione per il tratto di strada "sconvolto" dalla mareggiata dello scorso dicembre e recentemente ripristinato dalla EdilFonti. 
Il posizionamento e l'ancoramento a terra dei parapetti, consentirà la riapertura al traffico dell'arteria. 
Riapertura che potrebbe avvenire già ad inizio della prossima settimana.

Licia Colò alle Eolie per una puntata di "Eden un piano da salvare". Riprese con il supporto dei ragazzi della Dolce vita group tra Lipari e Vulcano

Scrivono i ragazzi della Dolce vita group su fb: "Oggi è stato un piacere lavorare al servizio delle nostre Isole ☀️🌊Abbiamo portato in giro tra Vulcano e Lipari Licia Colò con la sua troupe per girare delle bellissime immagini per la sua trasmissione "Eden un pianeta da salvare! che andrà in onda in prima sull serata su La7".
Nel pomeriggio, poi, aggiungiamo noi, alcune riprese nell'area del castello e del parco archeologico.

Per le nostre isole una bella vetrina pubblicitaria della quale c'è bisogno, in un momento come questo.

Portualità e sostegno alle famiglie, è fuoco incrociato. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 25 Giugno 2020.

L'articolo diventa leggibile cliccandoci sopra

Attuazione del distanziamento: AssoImpreseEolie chiede piccole zone d’ombra e ulteriore spazio pubblico grtatuito

Al Sig. Sindaco di Lipari
Rag. Marco Giorgianni
e p.c. al Dirigente terzo settore del Comune di Lipari
Architetto Mirko Ficarra

Si richiede ulteriormente alla Sig.ia Sua l’autorizzazione per piccole zone d’ombra per i negozianti che ne faranno richiesta per far fronte ai disagi di cittadini clienti, nel rispetto delle misure anti covid per il distanziamento sociale, esclusivamente per il periodo legato all’emergenza covid 19, come gia’ richiestole in una nota inviatale da codesta associazione tramite pec in data 19 maggio 2020;
Altresi’ ribadiamo di darne possibilita’ per tutti i negozianti che ne hanno la necessita’ e ne faranno richiesta attraverso istruttorie semplificate.
Ulteriormente si fa presente, la ove possibile, di concedere gratuitamente ai pubblici esercizi aventi diritto, ulteriore spazio pubblico per consentire l’attuazione delle norme anti covid consentendo cosi’ il distanziamento sociale tra i clienti ai tavoli.
Si resta in attesa di celere riscontro
Distinti Saluti
Assoimpreeolie
Il Presidente

Alessandro Crivelli

IL SOSTEGNO DELL’ARCIVESCOVO AL COMITATO CHE SOSTIENE LA CRIPTA DEL DUOMO COME “LUOGO DEL CUORE” FAI

Si chiamano “I Luoghi del Cuore” e sono tutti quei siti italiani unici e preziosi da non dimenticare. La campagna nazionale, promossa dal Fai (Fondo Ambiente Italiano) in collaborazione con Intesa Sanpaolo, mira alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio monumentale, artistico e paesaggistico del nostro paese. Quest’anno ricorre la decima edizione di questo speciale censimento, fondato sulla proposta e sulla successiva mobilitazione dei cittadini a favore dei loro “Luoghi del Cuore”. In riva allo Stretto, lo scorso 22 maggio, si è costituito il Comitato che sostiene la Cripta del Duomo di Messina come Luogo del Cuore Fai, di cui è referente Pippo Trimarchi che ha messo assieme associazioni, storici, giornalisti e liberi cittadini decisi a impegnarsi per il recupero di questo bene storico e architettonico della città. Il nucleo iniziale del Comitato si è progressivamente ampliato sino ad arrivare al momento ad oltre 40 componenti.

Nonostante la sua innegabile bellezza, la Cripta del Duomo è da tempo chiusa al pubblico: sottrarla all’oblio e recuperarla in via definitiva sarebbe di certo una bella vittoria. Per essere restituita alla fruizione dei messinesi e dei turisti è necessario, innanzitutto, sistemare l’ingresso e restaurare gli stucchi, di pregevolissima fattura. Il sostegno alla Cripta come Luogo del Cuore FAI è un modo per richiamare l’attenzione di cittadini e istituzioni su questo scrigno di bellezza e rendere, così, concreta la possibilità di individuare i fondi necessari ai primi essenziali interventi di recupero. Si tratta di un progetto certamente ambizioso ma non impossibile da realizzare, che ha ottenuto il beneplacito dell’arcivescovo mons. Giovanni Accolla con il quale il Comitato lavorerà in sinergia.

L’accordo è nato a seguito di un incontro che si è tenuto in Curia tra il Comitato Cripta del Duomo di Messina e l’arcivescovo Accolla, alla presenza del vescovo ausiliare, mons. Cesare Di Pietro e del Capo delegazione Fai di Messina Giulia Miloro. Attualmente la Cripta del Duomo ha tagliato il traguardo del 15° posto nella classifica nazionale dei Luoghi del Cuore FAI, ma la strada è ancora lunga e per questo serve il contributo di tutti. Per guadagnare posizioni è necessario votare sul sito https://www.fondoambiente.it/ o attraverso i punti di raccolta firme cartacei, collocati in vari punti della città. La loro dislocazione è riportata sul gruppo Facebook “La Cripta del Duomo Luogo del Cuore FAI”. La partecipazione al censimento è gratuita e aperta a tutti. Inoltre è possibile votare più luoghi fino al 15 dicembre 2020, ma per ciascuno si potrà esprimere un solo voto.

Come di consueto, ai siti più votati verrà conferito un premio in denaro, a fronte della presentazione di un progetto concreto: 50mila euro, 40mila euro e 30mila euro saranno assegnati rispettivamente al primo, secondo e terzo classificato. Il luogo più votato via web diventerà, inoltre, protagonista di un video, storytelling o promozionale, realizzato a cura della Fondazione. L’auspicio è che il resto delle risorse necessarie al restauro della Cripta venga assicurato da stanziamenti pubblici, magari di provenienza europea, e donazioni di privati cittadini che potrebbero dimostrare concretamente il loro amore per la città di Messina e, in particolare, per un bene che appartiene alla storia viva della nostra comunità.

Addetto stampa per il Comitato Cripta del Duomo di Messina è Laura Simoncini, cell. 345.1192880 – e-mail laura.simoncini1976@gmail.com.



Diabetici...che calvario per quelli eoliani.

COMUNICATO
Con la presente, desideriamo rendere note ai destinatari, ma anche alla comunità eoliana, le grandi difficoltà vissute da un paio di mesi a questa parte, dai Diabetici Eoliani. 
Desideriamo specificare, per chi non lo sapesse, che Il diabete di Tipo 1 Melito è l’incapacità di mantenere stabile il livello di glucosio nel sangue perché il Pancreas non riesce a produrre più l'insulina. 
Chi soffre di diabete deve mantenere artificialmente sotto controllo la glicemia tramite iniezioni di insulina e controllare periodicamente: apparato cardio circolatorio, occhi, reni, e sistema nervoso, in quanto questi possono essere compromessi da sbalzi di glicemia. 
A tal fine, per chi soffre di questa patologia, è necessaria una continua assistenza sanitaria, che garantisca la possibilità di effettuare i controlli dovuti, sul proprio territorio, evitando inutili spostamenti verso Milazzo o Messina. 
Chiediamo pertanto 
1) Che venga riattivato lo sportello A.G.I (ambulatorio gestione integrata) , sospeso durante l’emergenza Covid e ad oggi non ancora attivo, di fondamentale importanza sia per l’assistenza diabetica, ma non solo per questa. 
2) Che le forniture dei presidi medico chirurgici necessari, anzi vitali, per tenere sotto controllo il diabete siano prontamente disponibili in loco. 
3) Che le procedure per il rinnovo di detti presidi, si possano espletare in loco, sull'isola, evitando le farraginose procedure burocratiche che spesso qui a Lipari non vengono effettuate. 
4) Che si possano eseguire regolarmente semplici esami come le curve da carico glicemico (analisi prescritte di routine sia ai diabetici che alle donne in gravidanza). Spessissimo ultimamente, presso il laboratorio di analisi dell'ospedale di Lipari, sono risultati mancanti i presidi necessari per effettuare tale analisi. 
5) In ultimo, ma di fondamentale importanza, chiediamo che in ospedale sia presente con continuità un diabetologo, che garantisca un percorso costante e duraturo per i Diabetici dell' arcipelago. In attesa di un concreto riscontro 
Si porgono distinti saluti 
IL COMITATO L'OSPEDALE DI LIPARI NON SI TOCCA.

Accadde alle Eolie, pagine della nostra storia recente. Anno 1972: L'Eoliano, traghetto in servizio nell'arcipelago


Lunedi' intervento sul pozzetto idrico a Varesana e ripristino manto stradale. Stamane il sopralluogo.

COMUNICATO STAMPA
È stato eseguito stamattina, alla presenza di un tecnico della Città Metropolitana di Messina, del Dirigente Comunale Mirko Ficarra, dell’Assessore Gaetano Orto, della Polizia Municipale e della ditta Bel.Mar.Costruzioni, un sopralluogo per eseguire i lavori di demolizione e rifacimento soletta del pozzetto idrico e ripristino del manto stradale in località Varesana.
L’intervento, salvo imprevisti, sarà effettuato lunedì 29 giugno.
L’Amministrazione Comunale

Buon Compleanno!

Auguri a Maria De Salvo, Mariangela De Mariano, Alessandra Garippa, Marco Basile, Fatima Sabihi, Giacomo Macchione, Vittorio Falanga, Orazio Morabito, Alessandro Merlino,Giusi Contrafatto, Catia Fichera, Vanessa Giuffrè, Simone Patti, Katia Fichera, Eva Lombardo, Roberta Mollica

Le Eolie nelle stampe d'epoca (Tredicesima parte)

Ingresso al Castello di Lipari

Accadde alle Eolie, pagine della nostra storia recente. 29 giugno 2009: Pessotto in vacanza a Lipari


La Chiesa festeggia oggi San Guglielmo


Oggi è il 25 giugno. Buongiorno con questa cartolina da Strombolicchio.


mercoledì 24 giugno 2020

Il punto di Assoimprese Eolie dopo la prima riunione del tavolo tecnico.

COMUNICATO STAMPA 
Conclusosi il primo incontro con il Sindaco di Lipari ed i capigruppo del consiglio comunale attorno al tavolo tecnico, con la partecipazione degli altri rappresentanti di associazioni e gruppi delle categorie produttive. I
n maniera molto sommaria si è discusso quelli che che sono gli argomenti più urgenti da affrontare non appena ci sarà l'ufficialità del provvedimento da parte della Regione Siciliana e del governo centrale. (Si spera a breve) 
Di comune accordo con gli altri esponenti abbiamo ritenuto opportuno da qui al prossimo incontro cominciare a lavorare, confrontarci ed a produrre idee e proposte da mettere sul tavolo di lavoro alla prossima seduta. 
Conosciamo bene purtroppo i tempi tecnici della burocrazia nella pubblica amministrazione e questo purtroppo non aiuta e danneggia ulteriormente l'economia delle nostre isole già fortemente compromessa; consapevoli che a stagione inoltrata dovremo cercare di salvare il salvabile e lavorare con tutto ciò che è nelle nostre possibilità. 
Il Sindaco dal canto suo è fortemente convinto di vedersi accettate buona parte delle richieste fatte ai governi ed ha voluto stimolare i presenti nel fare propositivo. 
Si cerca di arrivare ad una defiscalizzazione per il prossimo triennio, all'esenzione contributiva per i dipendenti, alla sospensione di alcuni tributi. 
Pertanto causa la ristrettezza dei tempi chiedo a tutti gli associati di dedicare pochissimi minuti comunicando idee, priorità, progetti da qui in avanti per tentare di affrontare questa stagione con uno sguardo al futuro. 
Assoimpreseeolie 
Il Presidente 
Alessandro Crivelli

INCONTRO CON LA SOPRINTENDENZA DEL MARE DELLA REGIONE SICILIANA POSTE E BASI PER UNA CAMPAGNA ARCHEOLOGICA SUBACQUEA NEL MARE DEL GOLFO TIRRENICO DA TINDARI A MILAZZO E CON UN PENSIERO ALLE EOLIE

COMUNICATO
Si prospetta un nuovo inizio post CoVid-19 per il territorio del GAL Tirrenico Mare Monti e Borghi, all’insegna della ricerca archeologica subacquea con la Soprintendenza del Mare della Sicilia che potrà portare nuovi interessi e possibilità di sviluppo turistico e culturale.
Finito, o quasi, il lock-down, la Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana, che in verità non si è mai fermata, pensa in maniera concreta e costruttiva a fare ripartire le attività di ricerca archeologica subacquea che, tra l’altro, possono dare una grande mano d’aiuto e fare da volano alla fase di ripresa dell’economia siciliana e alla sua Identità Culturale.
Così, oggi, a Palermo il direttore del GAL Tirrenico Mare Monti e Borghi, arch. Roberto Sauerborn, ha avuto un incontro con la Soprintendente del Mare della Regione Sicilia, dott.ssa Valeria Li Vigni Tusa, presso la sede della Sopmare, a cui hanno preso parte anche l’ing. Pietro Selvaggio, responsabile del nucleo operativo subacqueo, il sig. Stefano Vinciguerra e il sig. Aurelio Vaccaro, componenti anch’essi del nucleo operativo subacqueo della Soprintendenza del Mare.
L’incontro era stato previsto per riprendere le attività, sospese dall’emergenza CoVid-19, per giungere alla sottoscrizione del Protocollo di Intesa tra la Sopmare e tutti i GAL e GAC della Sicilia, all’insegna della Delibera di Giunta Regionale n. 46/2019, voluta dall’allora Assessore Regionale ai BBCC e IS, prof. Sebastiano Tusa, per una gestione evoluta e partecipata dei siti archeologici della Sicilia in sinergia con i GAL, che sono i Partenariati Pubblico-Privati per eccellenza.
Durante l’incontro si è parlato dei temi già da tempo all’OdG tra i due organismi e peraltro già avviati con lo stesso prof. Sebastiano Tusa, tra il 2017 e il 2018, e che riguardano, tra l’altro, l’avvio di una campagna di archeologia subacquea che interesserà il mare sotteso dal GAL Tirrenico, che va dal promontorio di Tindari sino a Milazzo e che vede coinvolti, da subito, i comuni di Oliveri, Falcone, Furnari, Terme Vigliatore e Barcellona Pozzo di Gotto soci del GAL Tirrenico. Campagna di scavo che potrà proseguire sino a Milazzo e oltre, per giungere a Punta Faro con il coinvolgimento, ove disponibili, del GAL Tirreno Eolie e Peloritani-Taormina.
E’ stata anche occasione per pensare di riprogrammare “Archeolie”, nata nel 2013 e svolta sino al 2015, come “1° workshop di archeologia tecnica e scienze subacquee”, condotta dal Prof. Sebastiano Tusa, che consentì di portare alla luce le risultanze dell’antico porto romano tutt’oggi insistenti nell’attuale porto commerciale di Lipari, proprio con il supporto e input dell’arch. Roberto Sauerborn, allora direttore del GAL Isole di Sicilia.
La dott.ssa Li Vigni e l’arch. Sauerborn, hanno concordato che l’areale sotteso dal GAL Tirrenico con le Eolie, di rimpetto, vada trattato come un unicum territoriale e culturale, come le testimonianze storiche e archeologiche dimostrano e pertanto vada pensato e compreso con un approccio inclusivo e multidisciplinare.
Ma, i lavori di oggi presso la Soprintendenza del Mare si sono per lo più concentrati sul mare del Golfo Tirrenico-Tindari, scenario di antiche battaglie e rotte commerciali del Mar Tirreno, con sullo sfondo proprio le isole Eolie, già oggetto di studi presenti nella letteratura scientifica, che il direttore del GAL Tirrenico ha auspicato possano essere oggetto delle necessarie e preliminari prospezioni archeologiche subacquee, si spera già a partire da questa estate.
La Dott.ssa Valeria Li Vigni, ha raccolto con grande piacere l’interesse del GAL Tirrenico a farsi promotore di questa iniziativa confermando da subito la piena disponibilità della Soprintendenza del Mare per partire, anche con immediatezza, con le ricerche sul campo coinvolgendo, sull’iniziativa proposta dal GAL Tirrenico, l’Assessore Regionale ai BBCC e IS, Dott. Alberto Samonà, il Dipartimento Regionale dei BBCC, i due Parchi Archeologici di Tindari e delle Isole Eolie, nonché la Soprintendenza ai BBCC di Messina.
Il direttore del GAL Tirrenico, arch. Roberto Sauerborn, raccolta la disponibilità della Soprintendente del Mare, Valeria Li Vigni, si farà parte attiva per il coinvolgimento, da subito, dei due GAL Tirreno-Eolie e Peloritani-Taormina per un possibile programma comune e condiviso di azione e supporto, anche in termini di risorse, perché, tra l’altro, per consentire l’avvio di una attività di ricerca sistematica e proficua sarà necessario pensare anche ad una sistemazione logistica utile per le attrezzature, le risorse e il deposito dei materiali rinvenibili durante gli scavi sommersi dal personale della Soprintendenza del Mare, dai partner scientifici e dagli studiosi coinvolti.
A tale proposito, il direttore del GAL Tirrenico ha già dato la disponibilità della sede operativa del GAL Tirrenico per ogni occorrenza (uffici, deposito materiali, ecc.) e interpellerà i comuni soci costieri e non solo, al fine di risolvere il problema logistico fiducioso che non vi sarà alcun problema al riguardo.

E' deceduta la signora Patrizia Vivacqua in Nisio. Messa di suffragio venerdì nella chiesa di Porto Salvo (Lipari)


Escursionista finisce in dirupo. Recuperato con un elicottero. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 24.06.2020


Lipari, da dopodomani scattano ZTL e area pedonale