Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 7 aprile 2018

Il cordoglio del Centro studi per la dipartita della signora Aurelia Famularo Amendola


CENTRO STUDI E RICERCHE DI STORIA E PROBLEMI EOLIANI
COMUNICATO STAMPA 
Con grande commozione e dolore il Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani ha appreso la notizia della scomparsa della Sig.ra Aurelia Famularo Amendola.
Socia del Centro Studi fin dei primi anni di attività, è sempre stata vicina ad ogni iniziativa durante il periodo delle sue vacanze a Lipari e nelle manifestazioni fatte nel corso degli anni a Roma.
Le più sentite condoglianze al marito, ai figli e ai familiari tutti.
Lipari, 7 aprile 2018 
                                                       Ufficio Stampa Centro Studi

L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi



Domani sera forti raffiche di scirocco. Previsioni meteomarine Eolie a cura di Giuseppe La Cava

Da domani pomeriggio si prevede l'intensificazione dei venti di scirocco tra la zona nord dello Stretto e la fascia costiera messinese con raffiche che in serata potranno raggiungere gli 80 km/orari nel tratto di mare compreso tra la costa milazzese e l'Isola di Lipari e i 100/110 km orari nell'imboccatura a nord dello Stretto di Messina.
Il moto ondoso tenderà dalla sera a diventare molto mosso o localmente agitato 
Attenuazione dei fenomeni nella tarda nottata.
PER ULTERIORI INFORMAZIONI VISITA LA PAGINA FACEBOOKwww.facebook.com/meteoeolie ( previsioni elaborate Sabato 7)

Lettere al direttore. Il parco giochi di via Zinzolo desolatamente chiuso e in preda al degrado


Buongiorno Salvatore, 
scusa il disturbo. 
Mi capita di leggere nel tuo giornale on line tanti accorgimenti, lamentele, insoddisfazioni che vengono notate da noi, persone semplici e comuni... 
Questa è la mia, nn so se puoi renderla nota... 
Da una settimana cerco di portare i miei figli al parco giochi a Zinzolo, vicino casa, ma continuo a trovarlo chiuso ,con tanto di catenaccio e in uno stato di totale abbandono... 
Che peccato, che spreco...c'è una valida motivazione ,da me sconosciuta, per il quale non se ne può fare uso o al solito dev'essere così e basta???...
Ti invio le foto.. 
Ci sono tanti bambini che abitano da queste parti... 
È un vero peccato.

Nota del direttore - Anche io ho notato che quel parco è chiuso e non solo da una settimana. 
Non credo esistano motivi per tenerlo chiuso ma cercherò di approfondire la cosa non appena sarà nominato il nuovo assessore ai parchi e all'arredo urbano che, come prima cosa, dovrà farlo "disboscare"
 Certo che vederlo così piange il cuore, considerando anche i soldi spesi e cosa potrebbe rappresentare per tanti bambini.

Lipari, consiglio comunale approva debiti fuori bilanco per circa 220 mila euro

Via libera, stamattina, dal consiglio comunale di Lipari, con i soli voti degli otto consiglieri comunali presenti, a debiti fuori bilancio per circa 220 mila euro.
In precedenza, per protesta, 4 consiglieri di minoranza avevano lasciato l'aula.
Intanto con propria determina di ieri, 6 Aprile, il sindaco Marco Giorgianni ha revocato la nomina dei componenti della giunta comunale e delle attribuzioni delegate.  
Questo in vista della nomina della nuova giunta che dovrebbe arrivare nei primi giorni della prossima settimana. 

Lettere al direttore : "Inciviltà e degrado non solo nel parco giochi ma in tutta l'area retrostante la scuola elementare di Lipari"

Caro direttore,
ho avuto modo di leggere il suo articolo, con foto, del degrado in cui viene gettato il parco giochi della scuola elementare di Lipari. Nello scrivere che è una vergogna che ciò accada, voglio evidenziare a Lei, ai lettori e agli organismi preposti, che tutta l'area del retro della scuola è "terra di nessuno". 
D'inverno, ma ancor di più in primavera e d'estate, diventa ritrovo per giovani, spesso anche ragazzini, che bevono birra ed altro, fumano (solo sigarette?) e "appartamento" per coppiette in cerca d'intimità. 
Un'altra cattiva abitudine è quella di utilizzare il corridoio della palestra per spostarsi, accorciando il percorso, dalla via Diana allo stradale Pianoconte e viceversa.
Ho visto che in prossimità della scala antincendio vi è il segnale di "area videosorvegliata" ma le telecamere funzionano? E se funzionano qualcuno guarda i filmati.
Ritengo, comunque, che l'intera area, essendo ad uso della scuola, andrebbe chiusa alla fine dell'attività didattica. Così come va chiuso il varco che vi è tra l'area e la palestra.
Sarà fatto? In un paese normale si....

Nota del direttore - Nel ringraziare il nostro lettore per la segnalazione ricordiamo che, proprio nei giorni scorsi, commentando su fb il link al nostro articolo, il presidente del consiglio d'istituto, Massimo Taranto, ha sottolineato che le telecamere funzionano e di aver chiesto alla dirigente Fanti di dare i filmati ai carabinieri.
Ad ulteriore chiarimento il lettore evidenzia che quando parla del corridoio della palestra ha dimenticato di scrivere che viene usato per spostarsi con i motorini....accorciando il percorso...ecc. 

I nostri auguri ai festeggiati di oggi

Buon Compleanno a Marcella Pergolizzi, Angela Favata, Nadia Mancuso, Angela Capone, Rita Ziino, Anna Maria Spanò, Umberto Saltalamacchia, Donatella Famularo, Danilo Rifici, Marco Spartà, Paolina Salamin, Francesca La Macchia, Ivan Piemonte, Giulia Coluccio e Luca Merlino

Come chiedere il risarcimento per i danni delle buche stradali

La situazione attuale delle strade italiane è purtroppo pessima e Lipari, purtroppo, non sfugge a questo disastro. Si sono formate per lunghi tratti buche e crepe che possono mettere in pericolo la viabilità di automobilisti, motociclisti e ciclisti e che possono essere dannose anche per cerchioni, copertoni e semiassi.
Ricorda che la gomma non è da cambiare soltanto nel caso in cui si buchi o si rompa, ma anche quando si forma quella sorta di bozzetto quasi impercettibile sulla parte laterale del copertone dopo aver preso una buca, perché indica il cedimento dell’anima metallica. Inoltre, se cambi una ruota e la coppia si era già consumata, allora sicuramente dovrai cambiarle entrambe, perché altrimenti risentiresti troppo dello squilibrio delle prestazioni dei due copertoni.
Per questi e altri innumerevoli motivi, che richiedono un dispendio di denaro, ci sono dei casi in cui si può chiedere un risarcimento dei danni economici a causa delle condizioni del manto stradale, della presenza di materiale pericoloso, di griglie e tombini rotti, di marciapiedi sconnessi, di guardrail non in sicurezza, di crollo di alberi o piante, di mancanza di segnaletica; tutte quelle particolari condizioni che sono state raggruppate con un unico termine: danni da insidia.
La responsabilità ricade sulla Pubblica Amministrazione, che ne è proprietaria o gestisce il bene demaniale. Il comune, la provincia o un altro ente sono quindi tenuti a risarcire il danno per omessa o insufficiente manutenzione della rete stradale.
Come bisogna procedere per chiedere il risarcimento? Inoltrare una richiesta danni per raccomandata all’ente proprietario della strada, individuabile con l’aiuto di un avvocato. La sentenza n.15384/06 della Cassazione prevede che la P.A. abbia una responsabilità oggettiva per i beni demaniali in custodia. Quindi il danneggiato deve semplicemente dare prova dell’evento subito e che questo sia stato causato da una situazione di pericolo oggettivo.
La Pubblica Amministrazione non può sottrarsi alla propria responsabilità, a meno che non riesca a provare che il danno sia stato provocato dal comportamento del danneggiato. Altro caso in cui la Pubblica Amministrazione può sottrarsi alla responsabilità è quando i danni sono causati da elementi esterni imprevedibili, come temporali violenti, nubifragi, calamità naturali con particolare intensità ed eccezionalità. Si può escludere la responsabilità della P.A. anche in presenza di cantiere stradale in cui l’area è recintata e affidata alla custodia dell’impresa che ha l’appalto, che risponderà dei danni.
Dopotutto, è necessario anche chiarire che l’automobilista (o motociclista o ciclista) non abbia alcuna responsabilità per il danno subito. In questo caso la P.A., con la propria compagnia assicuratrice, cerca di provare che il danneggiato sia in qualche modo, anche in parte, colpevole.
Vediamo nel dettaglio come procedere, anche se bisogna aspettarsi dei tempi molto lunghi per il risarcimento. Per prima cosa è necessario, come già detto, inoltrare la richiesta all’ente responsabile. È utile fotografare la buca o la crepa, raccogliere eventuali testimonianze e mandare il verbale delle autorità, se sono intervenute. Se vi sono stati danni a cose o persone, è importante allegare referti medici e/o preventivi di riparazione di carrozziere, gommista o meccanico. A documenti inviati, l’Assicurazione, se riterrà risarcibile il sinistro, incaricherà un perito per i danni materiali e un medico per la visita.

Lipari, elevati una ventina di verbali ai "furbetti" dell'isola pedonale

Pugno duro ieri sera della polizia municipale di Lipari contro i "furbetti dell'isola pedonale". Durante un servizio, voluto fortemente dal vice - sindaco Gaetano Orto per contrastare l'inosservanza di taluni dell'ordinanza in vigore, le vigilesse Simona Grella e Daniela Castrogiovanni hanno elevato una ventina di verbali ai trasgressori.
Proprio per fronteggiare l'illegalità e il mancato rispetto delle regole, il servizio sarà ripetuto.

La Processione di Pasqua alle Eolie (Tredicesima parte: L'incontro tra il Cristo e la Madre a Marina Corta - Foto: Antonio Iacullo)

L'amico Francesco Megna ieri sera, verosimilmente andando alla latteria (dal Filadelfia), comunque verso le ore 20, ha perso il cellulare x terra dalla borsa che ha trovato bucata! Il telefono è un LG g6 nero con custodia nera! 
C'è un codice per aprirlo, ma il problema è che Francesco ha migliaia di foto e video delle sue figlie che non vorrebbe perdere! Chi l'ha ritrovato contatti Francesco o Dorino Profilio su fb oppure il 3385953582 o il nostro direttore al 3395798235. Grazie

Oggi è il 7 Aprile. Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie e con il Santo del giorno

Lipari e Vulcano viste da Pirrera 
(Foto Katia Merlino)

IL SANTO DEL GIORNO:
S. Giovanni Battista, primo di dieci fratelli, nacque a Reirns il 30 aprile del 1651 e secondo il bell'uso cristiano fu battezzato nello stesso giorno. Il padre, signor Luigi de la Salile, era consigliere del re.

Giambattista non dimostrò nei primi anni nulla di straordinario : godeva dell'affettuosità della madre e cresceva nella bontà e nella pietà. Le sacre funzioni parlavano alla sua fantasia e gli suggerivano l'altarino in casa e l'imitazione infantile delle cerimonie sacre. A sette anni serviva in parrocchia, e a nove frequentava le scuole pubbliche: il tutto in modo diligente, ma ordinario. 

Dopo retorica, studiò filosofia e nel 1669, (contava allora diciotto anni) ottenne il diploma per cui si vedeva aperta davanti ogni via. Ma il giovane aveva già scelto la sua strada fin dagli undici anni quando fece la sua prima Comunione: voleva essere religioso. L'll marzo 1662 ricevette la tonsura e gli fu offerto un canonicato dal parente Doret, che egli accettò. Nel 1668 ricevette gli ordini minori ed intanto frequentava il corso di teologia nel Seminario di S. Sulpizio a Parigi ove venne consacrato suddiacono. 

Mortagli la madre nel 1671 e l'anno dopo il padre, si trovò ad essere il capo famiglia e quindi dovette lasciare Parigi per tornare a Reims, ov'erano ancora quattro fratelli e due sorelle. Si scelse per confessore e direttore spirituale il canonico Nicola RolIand, e a quel giovane sacerdote, pio, ardente e caritatevole, affidò l'animo suo. Fortificato dai suoi consigli, ricevette il diaconato nel 1676 e il 9 aprile 1678 veniva consacrato sacerdote. 

Fu subito assegnato al ministero, ma Iddio lo voleva unicamente dedicato all'educazione della gioventù; e perfezionando l'uso che i chierici del Seminario francese avevano di raccogliere ogni festa i giovani in apposite scuole per insegnare loro le orazioni e la dottrina cristiana, fondò la benemerita Congregazione delle Scuole Cristiane. 
Da tanti in Francia si sentiva tale bisogno e tanti aprivano or qua or là scuole, ma il più efficace e benemerito fu questo Santo. Aiutato da una pia signora, aprì le sue prime scuole e trasformò alcuni giovani volenterosi in abili maestri. 
Ebbe dure prove: abbandono di fratelli, mancanza di mezzi, ma con aspre penitenze e una illimitata confidenza nella SS. Vergine sotto il cui patrocinio aveva posta la sua Congregazione, superò ogni difficoltà. Nelle avversità passava notte intere chiuso in chiesa da solo, e si flagellava piangendo ai piedi del santo tabernacolo. Però non si esaltava nè si abbatteva mai : sia nelle prosperità come nelle avversità soleva dire: « Dio sia benedetto ». E consapevole che i più grandi disegni di Dio su di un'anima non si compiono che per mezzo della croce, perseverò nel bene e con gran tenacia difese l'opera sua, resistendo alle prove del maligno che lo tormentò in mille modi poiché vedeva che le Scuole operavano un gran bene. 
Il Signore premiò largamente il suo fedele servo, poiché il 9 aprile del 1719 quando lo chiamò a sé, la sua istituzione contava già 40 case, 274 fratelli e 9885 allievi. 

PRATICA. — Facciamo nostra la bella giaculatoria del Santo « Dio sia benedetto », dicendola specialmente quando siamo provati dal Signore.
PREGHIERA. — O Dio, che ad istruire cristianamente i poveri e a confermare la gioventù nella via della verità hai suscitato S. Giovanni Battista confessore e hai radunato per suo mezzo nella Chiesa una nuova famiglia, concedi propizio, che accesi per intercessione ed esempio di lui nello zelo di tua gloria per la salvezza delle anime, possiamo essere messi a parte della sua corona in cielo.

venerdì 6 aprile 2018

L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi.



La Processione di Pasqua alle Eolie (Dodicesima parte: L'incontro tra il Cristo e la Madre a Marina Corta - Foto: Antonio Iacullo)

85° Anniversario dell'apertura al culto della chiesa di San Pietro

Lipari, dal consiglio comunale via libera all'Ispettore ambientale volontario. Ok anche alle iniziativa legate all'evasione tributaria. Non passa, per il momento, la modifica dello Statuto proposta dall'amministrazione.

Via libera dal consiglio comunale di Lipari al regolamento per l'Istituzione della figura dell'Ispettore ambientale volontario comunale. Non è passata, invece, la proposta di modifica dello Statuto comunale per istituzionalizzare la figura del delegato del Sindaco per le isole minori e per le frazioni. Per essere approvata la modifica era necessario il raggiungimento di un quorum qualificato, cosa che non è avvenuta poichè hanno votato favorevolmente solo in 10.
La proposta adesso dovrà essere ripresentata nelle prossime due sedute del civico consesso e per avere il via libera dovrà avere 9 voti favorevoli in entrambe le due sessioni.
Bocciata, invece, la proposta di una ventina di cittadini, sostenuta dalla minoranza consiliare, con la quale si chiedeva l'affiancamento, al delegato del sindaco, di un delegato di espressione popolare, da individuare tramite consultazione.
Via libera anche all'Indirizzo politico per programmazione accertamento dell'evasione tributaria. Intorno alle 16 e 30 mentre erano in discussione i debiti fuori bilancio è caduto il numero legale.

Filicudi da un mese senza benzina e da due senza gasolio. Il perchè del mancato rifornimento è un "mistero"

Attività commerciali e semplici cittadini in grande difficoltà a Filicudi per la mancanza di carburante in quanto l’unico distributore dell’isola non viene rifornito ormai da tempo. 
Per la precisione il gasolio manca da due mesi e la benzina da uno. 
Esaurite le scorte, accumulate in bidoni e bidoncini, i mezzi in circolazione sulla piccola e remota isola delle Eolie si vanno fermando uno dietro l’altro e grosse difficoltà registrano, in particolare, coloro che utilizzano i mezzi per lavoro. 
I cittadini, che dall’isola hanno segnalato la problematica, non sanno più a che Santo votarsi anche perché, alle loro richieste, non viene data risposta concreta né sui motivi del “blocco” né sui tempi affinchè si proceda a rifornire il distributore. 

Miglioramento delle conoscenze sul risparmio e sulla tutela del patrimonio personale. Ogni mattino su Telegram il punto di Antonello Cincotta

Ogni mattina,(quasi) intorno alle 7.00, commento un articolo utile per migliorare la tue conoscenze, in merito al risparmio e la tutela del Tuo patrimonio personale
Dove? sul canale Telegram di Antonello Cincotta Consulente Patrimoniale.
Oggi per esempio abbiamo parlato di come educare i figli al denaro.
Unisciti a circa un centinaio di persone che ogni mattina mi ascoltano.
Scarica Telegram dallo store del tuo smartphone.
E poi, clicca qui
https://t.me/AntonelloCF

REGIONE: ANTINCENDIO; MUSUMECI, AVVIO ATTIVITA’ PREVISTO CON LARGO ANTICIPO

«Per la prima volta, abbiamo individuato e accantonato in anticipo, già alla fine dello scorso anno, una parte delle risorse economiche per la campagna antincendio boschivo. Una norma che potrà consentire ai lavoratori di non dovere aspettare l’approvazione del Bilancio e della legge di Stabilità regionale per essere avviati in servizio. Tale accantonamento ha consentito anche la manutenzione e la revisione dei mezzi impiegati dalle squadre a terra degli operai e di poter procedere alle loro dotazioni individuali, così da rendere operativo il servizio antincendio ben prima della data canonica del 15 giugno. In questo modo, quindi, gli operai potranno realizzare i viali ‘parafuoco’ a partire già dalla primavera e potremo scongiurare, o almeno contenere, gli incendi che hanno distrutto migliaia di ettari di vegetazione dell'Isola lo scorso anno».
Lo dichiara, in una nota, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.
«Non solo questo governo ha pensato, per tempo, all’avvio dei lavoratori stagionali, come mai era avvenuto - aggiunge ancora il governatore - ma ha provveduto anche a bandire la gara europea per il noleggio di sei elicotteri antincendio. Oltre ad avviare l’interlocuzione con il Dipartimento nazionale della Protezione civile per la stipula di convenzioni con il ministero della Difesa e l’Arma dei carabinieri per il servizio elicotteristico antincendio boschivo per il 2018. Riguardo alla convenzione con i Vigili del fuoco - conclude Musumeci - il governo è intenzionato a riproporla, vista l’utilità del servizio delle squadre aggiuntive e del personale presente nelle sale operative del Corpo forestale della Regione. Ne ho già parlato al comandante regionale Cavriani e predisporremo in tal senso un emendamento alla Finanziaria».

I nostri auguri ai festeggiati di oggi

Buon Compleanno a Eloisa D'ambra, Domenico Mandina, Rosy Merlino, Giusy Liotta, Bartolo Merlino, Gisella Natoli, Giovanni Sardella, Jatu Begawan Spirit, Eleonora Lo Schiavo, Giuseppe Rosario Villa, Katia Berzi, Eleonora Lo Schiavo

La Processione di Pasqua alle Eolie (Undicesima parte: L'incontro tra il Cristo e la Madre a Marina Corta - Foto: Antonio Iacullo)

Oggi il Consiglio comunale di Lipari

Stromboli. Bollette Enel partono 4 giorni dopo la scadenza prevista e arrivano 1 mese dopo

 Il signor Mario Trimboli da Stromboli ci segnala una notizia che, anche a suo dire, ha qualcosa d'incredibile. La bolletta Enel, con scadenza il 4 Marzo, è stata spedita il 6 di Marzo, ed è stata recapitata a Stromboli solo ieri, 5 Aprile

Oggi è il 6 Aprile. Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie e con il Santo del giorno

Alba di oggi sul mare eoliano (di Luciano Vivacqua)

SANTO DEL GIORNO
Nacque a Verona, l'anno 1200. Benché i suoi genitori e tutti i suoi parenti fossero manichei, il nostro Pierino, protetto dalla divina grazia, rimase illeso da questa particolare religione, poiché a sette armi fu mandato dal padre ad una scuola cattolica, ove assieme ai primi elementi apprese la dottrina apostolica. 

Un suo zio vedendo il grande amore del fanciullo per la religione cattolica, tanto fece che lo tolse da quella scuola. 

Di comune accordo con il padre fu mandato all'Università di Bologna, ambiente allora di sfrenata scostumatezza. 

Quanti fiori in mezzo a tanto marciume erano appassiti! Ma il giglio olezzante di Pietro, la candida sua anima, fu dal Divino Giardiniere serbata immacolata. 

Stomacato per tanto male, decise di abbandonare tutto e tutti e si chiuse nella pace del chiostro domenicano, sotto la guida del suo santo Fondatore. 

Suo principale studio era imitare i più fervorosi e cercare d'emularli. 

Ancora novizio, cadde in una gravissima malattia, che mise in pericolo la sua preziosa esistenza; per grazia di Dio superò questa crisi e, nonostante rimanesse assai indebolito, s'applicò agli studi così che meritò, ancora chierico, la cattedra di Sacra Scrittura e di teologia del suo convento. Fin d'allora con grande sapienza e zelo difese la dottrina cattolica e confutò gli eretici. 

Consacrato sacerdote, fu un instancabile ministro della parola di Dio nell'Italia Settentrionale e Centrale; migliaia erano le conversioni ch'egli operava colla sua parola e innumerevoli le anime che indirizzò alla santità. 

A suggello del suo apostolato, egli chiese al Signore il martirio, ma Gesù volle prima sottoporlo a un'altra prova, per meglio prepararlo a questo atto eroico.

Fu accusato da alcuni confratelli d'aver introdotto nella sua cella persone d'altro sesso ed essersi intrattenuto a lungo con esse. 
Pietro senza punto affermare o negare, umilmente confessò d'essere un grande peccatore. 

ll Superiore credendolo colpevole, gli proibì di predicare e lo mandò come penitente al convento di Jesi. Ma l'innocenza trionfa sempre e Pietro riconosciuto innocente fu d'allora in poi ammirato e venerato dagli stessi accusatori. Fu pure premiato dal Signore, il quale infuse nuova grazia alle sue prediche. Ma gli eretici vedendo l'immenso bene che compiva, pensarono di togliergli la vita. 

Conosciuta la via che avrebbe percorso per portarsi a Como, si posero in agguato, e al suo passaggio, assalitolo a colpi di sciabola l'uccisero il 6 aprile 1252. Prima di spirare balbettò una volta ancora il Credo, mentre il dito della sua destra, intinta nel proprio sangue scriveva nella sabbia: « Credo ». 

giovedì 5 aprile 2018

Acquacalda: Qui trema tutto...amministrazione e polizia municipale andate a dare un'occhiata! (video)

Hanno chiuso la strada ad Acquacalda ed ecco da dove passano i mezzi pesanti. E trema tutto, case comprese. Già ponte e strada sono pericolanti, gli diamo l'ultima botta?
Ovviamente non è colpa degli operai se ciò accade.
Amministrazione e polizia municipale andate a dare un'occhiata

La Processione di Pasqua alle Eolie (Decima parte: L'incontro tra il Cristo e la Madre a Marina Corta - Foto: Antonio Iacullo)

Open day benefico l'Otto Aprile alla Fitness Planet di Lipari

Buon giorno, niente calci e pugni questo fine settimana per la Fitness Planet, ma solo carezze a un gruppo di ragazzini meno fortunati dei nostri.
Domenica 8 Aprile, infatti, nei locali della Fitness Planet di Lipari , a partire dalle ore 10:30, si terrà un Open day benefico , organizzato in collaborazione con " il Gruppo Sicilia Peri Peri" . Lo scopo dell'Open day è quello di raccogliere fondi per "la Casa del Fanciullo" , una casa di accoglienza per bambini disagiati al fine di farli partecipare ad una gita . Gli orari sono quelli indicati sul manifesto ed è possibile accedere nei nostri locali o da Via Rizzo ( entrata Residence Mendolita), o dalla viuzza di fronte al Palazzetto dello Sport. Si potrà partecipare alle attività proposte a titolo completamente gratuito , donando quello che si può e si vuole. Interverranno due istruttori che stanno girando tutta la Sicilia per dare il loro contributo di solidarietà . Si tratta di Tino Ruggeri per il Piloxing e Debora Siracusano Raffa per la Zumba. Sarà presente, naturalmente anche la nostra Carla Veneziano con le lezioni di Pilates e Fitboxe.
Ai partecipanti offriremo un rinfresco di benvenuto e anche un piccolo gadget. Volevo invitare, anche i direttori dei notiziari di informazione online che, di solito, e li ringrazio moltissimo, ospitano i miei resoconti sportivi e tutti gli abitanti delle nostre isole.
Un ringraziamento particolare va al Comune di Lipari, al Sindaco Marco Giorgianni e all'Assessore Ersilia Pajno che hanno preso a cuore e patrocinato la nostra iniziativa, alla Liberty Lines e alla Federalberghi delle Isole Eolie nella persona del Dott. Del Bono che hanno compartecipato ad omaggiare dei biglietti dell' aliscafo gli istruttori in trasferta.
Grazie...

Acquacalda, occhio ai grossi camion!

Da Acquacalda ci segnalano che - a peggiorare la situazione della già precaria situazione stradale - potrebbero essere stati i grossi camion che, in questi giorni, percorrono la frazione.
Tra l'altro, in questo momento, con il lungomare chiuso, transitano controsenso, caricando il peso sul già precario ponticello. Non è il caso di verificare...onde evitare ulteriori danni?

Acquacalda...guarda che buco!!! (servizio fotografico)

Per le foto grazie alle signore che ce le hanno inviate!