Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 27 marzo 2010

Pantelleria: Primo seminario informativo sul distretto turistico "Isole ed arcipelaghi di Sicilia"

COMUNICATO STAMPA
Si è tenuto quest´oggi a Pantelleria il primo seminario informativo sul Distretto Turistico Isole ed Arcipelaghi di Sicilia. Ad un´interessata e qualificata platea, composta da operatori turistici e da alcuni amministratori locali, dopo un´introduzione strategica del Sindaco, Salvatore Gabriele, il dott. Alessandro Ficile ha illustrato i principali aspetti procedurali e programmatici necessari all´avvio del distretto.
Il Coordinatore isole minori per l´URAS Federalberghi Sicilia e presidente di Federalberghi Eolie, Christian Del Bono, ha sottolineato l´importanza di partecipare al distretto con un settore privato coeso, aggregato ed attivo sia nelle fasi di definizione delle politiche di sviluppo del distretto sia in quelle di realizzazione degli interventi che ne caratterizzeranno gli obiettivi operativi.
L´ing. Denaro dell´Ufficio Isole Minori è convinto che il Distretto rappresenti la cornice strategica più adeguata ed avanzata attraverso la quale ridare slancio programmatico alle isole di Sicilia.
Dalle richieste di chiarimento e dai numerosi interventi provenienti dagli operatori di Pantelleria sono emersi alcuni primi elementi sui quali anche le altre isole avranno modo di confrontarsi: la necessità che il settore privato abbia un peso decisivo nella governance del distretto; la necessità che il privato debba però avere la capacità di presentarsi in forma aggregata e non individuale; la possibilità che la forma giuridica del distretto possa essere quella di una società consortile; l´esigenza che tutte le categorie coinvolte possano trovare, in base agli interessi rappresentati, adeguato spazio nell´ambito del distretto.
Il Sindaco Gabriele ha chiuso l´incontro sottolineando l´importanza che il partenariato pubblico-privato sia in grado di dotare il distretto di progetti effettivamente cantierabili e di stimolarne il funzionamento e l´efficienza attraverso una dimostrata e costante capacità tecnica ed operativa di attivazione degli interventi.
Christian Del Bono
Presidente Federlaberghi Isole Eolie
Coordinatore Isole Minori per U.R.A.S. Federalberghi Sicilia

Nasce a Lipari il "Comitato cittadino in difesa del mantenimento e potenziamento dell'ospedale eoliano"

COMUNICATO STAMPA
In seguito all’incontro sul tema “Passato, presente e futuro del presidio ospedaliere delle Isole Eolie”, organizzato in data odierna dal sindaco di Lipari e dal consulente esperto per la sanità Dott. Giuseppe Francesco Mobilia, durante il quale i cittadini eoliani sono stati informati del decreto di rimodulazione della rete ospedaliera, che prevede lo smantellamento dell’ospedale di Lipari attraverso la chiusura di tutti i reparti, si è deciso all’unanimità di costituire un comitato cittadino in difesa del mantenimento e del potenziamento dell’ospedale eoliano.
I promotori hanno fissato la data del prossimo incontro, Martedì 30 marzo alle ore 17.00 presso la sala delle Lettere (centro sociale comunale per anziani) durante il quale si organizzeranno forme eclatanti di protesta a sostegno del diritto alla salute dei cittadini dell’arcipelago.
Lipari, 27 Marzo 2010

LSU: ON LINE LA CIRCOLARE PER IL RISCATTO AI FINI DELLA PENSIONE

L'assessore regionale alla Famiglia, alle Politiche sociali e al Lavoro, Lino Leanza ha illustrato, stamattina, nella sede di Catania della Presidenza della Regione, i contenuti della circolare che prevede la possibilita' di riscatto dei periodi di impiego degli Lsu (Lavoratori socialmente utili).
La circolare pubblicata, dall'Agenzia regionale per l'Impiego, si rifa' al documento emanato dall'Inps e contiene le modalita' di copertura, attraverso riscatto, con valenza ai fini della misura delle prestazioni pensionistiche per i periodi di impegno in lavori socialmente utili accreditati ai soli fini del diritto alla pensione.
Il documento specifica in dettaglio i soggetti che possono usufruire del riscatto, le modalita' di calcolo dell'onere, la retribuzioni imponibile da utilizzare ai fini del conteggio e la definizione del valore di copertura da accreditare ai periodi riscattati.
La circolare sara' pubblicata sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana e sul sito dell'Agenzia regionale per l'impiego all'indirizzo:
http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_La NuovaStrutturaRegionale/PIR_Assessoratofamigliapolitichesocialielav oro/PIR_AgenziaImpiegoFP/PIR_Circolar ll/sts

"Chiantu di la Terra" concerto della Compagnia Popolare Liparense nella chiesa dell'Addolorata

Lunedì 29 marzo 2010 alle ore 19.00 immersi nella meravigliosa cornice delle varette, nella Chiesa Maria SS. Addolorata al Castello di Lipari si svolgerà il concerto a cura della Compagnia Popolare Liparense: "Chiantu di La Terra" un viaggio intenso e coinvolgente attraverso i canti antichi in lingua dialettale dalla passione e la risurrezione di Gesù Cristo.
Il concerto, con ingresso libero, è aperto a tutti ed è particolarmente dedicato alla confraternita dell´Addolorata, in quanto la passione viene vista in modo originale, attraverso i sentimenti, il dolore e gli stati d´animo della Madre.
Testi antichi, musiche ed arrangiamenti sono a cura della Compagnia Popolare Liparense.
L'addetto Stampa
Salvatore Naso
www.compagniapopolareliparense.com/

Le palme.. piccoli "capolavori"

Domani è la "Domenica delle Palme" ed è nella tradizione presentarsi alle varie benedizioni con i ramoscelli d'ulivo e con le palme.
Palme che, nel tempo, sono diventate sempre più "capolavori" frutto dell'ingegno e della fantasia di coloro che li realizzano per venderle ai cittadini.
Abbiamo seguito la fase della realizzazione di una di queste "palme" a Canneto. Da notare la rapidità nell'intrecciatura:

Incontro dibattito sull'ospedale di Lipari. Pochi presenti...pochi contenuti... ma non mancano le polemiche

Si è tenuto a Lipari l'incontro-dibattito sul tema "Passato, presente e futuro del presidio ospedaliero delle Eolie. Assenti all'inizio gli amministratori locali dei quattro comuni eoliani (in un secondo momento è arrivato il vice-sindaco di Lipari Giulio China), pochi i cittadini, praticamente assenti le varie autorità invitate... così come pochi sono stati i contenuti. Presente Marcello Tedros di CittadinanzAttiva delle Eolie
Dicevamo di contenuti "poveri" (almeno a livello di novità) ma non sono mancate le polemiche e gli attacchi all' amministrazione Bruno da parte del dott. Giuseppe Francesco Mobilia, esperto consulente sanità per le tematiche della salute pubblica delle Eolie che ha evidenziato di "essere stato nominato e abbandonato".
Stoccate anche al consigliere Casilli che, a detta degli intervenuti, aveva il compito di pubblicizzare l'incontro.
Vi proponiamo la "piccante" introduzione del dott. Giuseppe Francesco Mobilia e il "State zitti.. state tranquilli.. stiamo lavorando e non ci toccheranno nulla " del vice-sindaco Giulio China, accompagnato dalla reazione rumorosa dei pochi presenti.
Il video con l'introduzione del dott. Mobilia:


Il video con l'intervento del vice-sindaco di Lipari Giulio China:

Attività dell'Arma a Messina e provincia

Comunicato Stampa del 27 marzo 2010
Nucleo Radiomobile
Messina, controllo del territorio per la prevenzione dei reati: i Carabinieri del Nucleo Radiomobile denunciano sei persone responsabili di reati vari.
Con l’approssimarsi del fine settimana, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno intensificato con ulteriori servizi i controlli per la prevenzione e la repressione dei reati e, nella circostanza, hanno segnalato all’A.G. peloritana sei cittadini messinesi responsabili a vario titolo di disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone, guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o in stato di ebbrezza e guida senza patente.
I servizi di prevenzione, che sono stati svolti nei settori di competenza individuati nell’ambito del Piano Coordinato di Controllo del Territorio, hanno visto impegnate le gazzelle ed i motociclisti dell’Arma sia nell’attività di prevenzione dei reati in genere sia per il contrasto delle violazioni del Codice della Strada, che con l’approssimarsi del weekend registrano un sensibile incremento.
Nello specifico, i Carabinieri, nell’ambito delle attività di contrasto alle violazioni del Codice della Strada e più in particolare la guida in stato di alterazione psicofisica, hanno sottoposto a controllo un 26enne messinese, che a seguito del test effettuato con l’etilometro, è stato riscontrato con un tasso alcolemico di 1.49 g/l. Il giovane conducente è stato quindi segnalato in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza dovuta all’assunzione di sostanze alcoliche.
In un’altra circostanza, in località Maregrosso di Messina, i motociclisti dell’Arma hanno invece intimato l’ALT ad un conducente che manifestava segni di alterazione psicofisica. Al fine di accertarne la causa, il conducente veniva sottoposto ad esami sanitari da cui emergeva che lo stesso si era posto alla guida della propria autovettura in stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di cannabinoidi. Anche in questa circostanza, dopo aver ritirato il documento di guida, i Carabinieri hanno deferito il conducente alla locale A.G. ai sensi dell’art. 186 del Codice della Strada.
Nel corso dei vari controlli, inoltre, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno intimato l’ALT a due giovani, rispettivamente di 18 e 19 anni, che poco prima della mezzanotte di giovedì, circolavano per le strade cittadine tenendo in funzione, ad altissimo volume, l’impianto stereo della piccola utilitaria che, come poi emerso a seguito della perquisizione veicolare, era composto da un autoradio, un subwoofer ed un amplificatore da 350 Watt.
L’intero impianto veniva a quel punto sottoposto a sequestro ed i due giovani occupanti l’autovettura, venivano segnalati all’A.G. di Messina per disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone.
Sempre nelle ultime 48ore, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile segnalavano altresì in stato di libertà due automobilisti:
il primo, uno studente 18enne di Messina, poiché fermato nel corso di un posto di controllo veniva sorpreso alla guida di un’autovettura senza che fosse in possesso del documento di guida. Dagli accertamenti effettuati dai militari dell’Arma è emerso che il 18enne, non aveva mai conseguito la patente di guida e, pertanto lo stesso veniva denunciato all’A.G. competente per guida senza patente;
il secondo, un centauro di 18 anni, poiché sottoposto a controllo a bordo del proprio motociclo, risultava sprovvisto della patente di guida perché mai conseguita. Anche il centauro veniva denunciato alla locale A.G. per guida senza patente.
I servizi dei Carabinieri proseguiranno anche nel weekend su tutto il territorio cittadino.
Compagnia di Messina Sud
Messina: i Carabinieri arrestano un 44enne messinese in esecuzione di un provvedimento custodiale dell’A.G. peloritana.
Nella tarda mattinata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Messina Sud ed in particolare quelli della Stazione di Messina Gazzi hanno arrestato VENTO Angelo, nato a Messina cl. 1965, in esecuzione del provvedimento custodiale emesso dal Tribunale di Messina poiché ritenuto responsabile di furto aggravato in concorso.
Secondo quanto riportato nel provvedimento restrittivo, il citato VENTO Angelo dovrà espiare una pena residua di dieci mesi e venti giorni di reclusione. Il reato contestato era stato consumato dal citato VENTO Angelo in Messina, nel mese di febbraio 2007.
Dopo le formalità di rito quest’ultimo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi.
Compagnia di Milazzo
Rometta (ME): l’Arma intensifica i servizi per il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nel comprensorio mamertino: arrestato dai Carabinieri un giovane 23enne.
Ieri mattina, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno eseguito un particolare servizio finalizzato alla prevenzione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nel circondario del centro mamertino.
Diverse le pattuglie dell’Arma sono state impegnate in posti di controllo, che hanno interessato piazze ed intersezioni stradali dei Comuni dell’hinterland milazzese, considerati luoghi ove il fenomeno si manifesta con maggiore assiduità.
In tale contesto operativo, nel Comune di Rometta (ME), i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un giovane che deteneva in casa un cospicuo quantitativo di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”.
Come detto, i Carabinieri della Stazione di Rometta, che da alcuni giorni avevano tenuto sotto osservazione alcuni giovani del luogo, hanno infine deciso di effettuare un controllo approfondito presso il domicilio di FAVETTA Lorenzo, nato a Milazzo (ME) cl. 1986, incensurato.
Nel corso dell’accurata perquisizione domiciliare, i Carabinieri hanno rinvenuto circa 100 grammi di “marijuana”, che era già suddivisa in dosi ed era pronta per essere immessa nel mercato locale.
Sempre nel corso della perquisizione domiciliare, i Carabinieri hanno inoltre rinvenuto anche un bilancino di precisione verosimilmente utilizzato per la suddivisione delle singole dosi della citata sostanza stupefacente. Tutto il materiale rinvenuto è stato quindi sottoposto a sequestro.
La locale A.G., tempestivamente informata, ha disposto che il FAVETTA Lorenzo venisse ristretto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.
Milazzo: i Carabinieri arrestano una donna di 65 anni in esecuzione di un provvedimento custodiale dell’A.G. peloritana.
Intorno alle 15 di ieri, i Carabinieri della Stazione di Milazzo hanno arrestato CATANESI Anna Santa, nata a Barcellona P.G. (Me) cl. 1944, ma residente a Milazzo (ME), collaboratrice sanitaria, in esecuzione di un provvedimento di cumulo di pene concorrenti emesso dalla Procura Generale di Messina.
Secondo quanto riportato nel provvedimento custodiale, la citata CATANESI Anna Santa dovrà scontare una pena residua di quattro anni, sette mesi e sedici giorni di reclusione, nonché corrispondere una multa di €uro 1.136,21, poiché responsabile di circonvenzione di incapace e furto aggravato.
I reati contestati alla donna erano stati dalla stessa commessi nei Comuni di Milazzo (ME), Sant’Agata di Militello (ME), Castelbuono (PA) e Cefalù (PA), tra i mesi di aprile ed ottobre dell'anno 1996, in danno di persone anziane.
Dopo le formalità di rito, quest’ultima è stata quindi tradotta presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi.
Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto
Barcellona P.G. (ME): arrestato dai Carabinieri un 27enne del luogo in esecuzione di un provvedimento custodiale della locale A.G..
Nella tarda mattinata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto hanno arrestato MAGGIO Orazio, nato a Barcellona Pozzo di Gotto (ME) cl. 1982, in esecuzione del provvedimento custodiale emesso dal Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto poiché ritenuto responsabile di concorso in furto aggravato.
Secondo quanto riportato nel provvedimento restrittivo, il citato MAGGIO Orazio dovrà espiare una pena di due anni, due mesi e cinque giorni di reclusione.
Dopo le formalità di rito quest’ultimo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi.
Compagnia di Santo Stefano di Camastra
Santo Stefano di Camastra (ME): sorpreso dai Carabinieri alla guida di una vettura in evidente stato di alterazione psicofisica: conducente segnalato all’A.G. per guida in stato di ebbrezza.
Nel corso dei quotidiani servizi preventivi svolti dai Carabinieri della Compagnia di Santo Stefano di Camastra, intorno alle 23 di ieri 26 marzo 2010, i militari dell’Arma hanno denunciato un 18enne del luogo per guida in stato di ebbrezza.
Nello specifico i Carabinieri, nell’ambito delle attività di contrasto alle violazioni del Codice della Strada e più in particolare la guida in stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di sostanze alcoliche, hanno sottoposto a controllo un automobilista che, alla guida della propria autovettura, stava transitando lungo una delle vie del centro abitato del comune tirrenico.
A seguito del test effettuato con l’etilometro, il giovane conducente è stato riscontrato con un tasso alcolemico di 1.58 g/l.
La normativa vigente prevede infatti, che gli automobilisti che risultino positivi al test con l’etilometro, ovvero vengono riscontrati con tasso alcolemico superiore ai 0,5 g/l, incorrono in una denuncia penale ai sensi dell’art. 186 del Codice della Strada.

Sicilia. Legge sui rifiuti. Intervista all'assessore Russo

L'Ars ha dato il via libera alla nuova legge sui rifiuti in Sicilia. "E' una legge importante ma non e' la bacchetta magica: la spazzatura non scomparira' come d'incanto dalle strade anche se adesso esistono davvero le le condizioni perche' cio' accada".
L'assessore all'Energia, Pier Carmelo Russo, parla con soddisfazione della riforma del sistema della raccolta dei rifiuti. La rinuncia al personale assunto tra il 2007 e il 2009 senza bando pubblico e', per Russo, un elemento da non sottovalutare perche' investe il profilo della legalita'. "E' una delle poche volte - sottolinea l'assessore - che in una legge si rifiuta espressamente la sanatoria di un clientelismo che ha creato illusioni e speranze in cittadini incolpevoli".
Il tetto massimo del 10% fissato per i dipendenti che lavorano in amministrazione provochera' giocoforza il trasferimento ad altre mansioni di gente che fino ad oggi ha prestato servizio in ufficio. Anche in questo caso, fa notare l'assessore Pier Carmelo Russo, si tratta di una scelta operata nel segno dell'efficienza "perche' per fare una buona raccolta differenziata c'e' bisogno di piu' persone e, dunque, le possibilita' di lavoro, se il servizio e' fatto seriamente, si incrementano piuttosto che diminuire".
Sull'argomento vi proponiamo l'intervista con l'assessore regionale:

Tirrenia. Per lo Stato due obblighi: continuità territoriale con le isole e salvaguardare l'occupazione

Comunicato
Le dichiarazioni rese dal Ministro Matteoli confermano le nostre preoccupazioni sui livelli occupazionali e reddituali, così come nel tempo abbiamo già manifestato.
Condividiamo la procedura seguita dal Governo in merito e nessuno può ipotizzare ad una forma di privatizzazione che assuma i contorni di una , procedendo per singole linee.
Lo Stato ha due obblighi :
1° - la certezza della continuità territoriale con le isole;
2° - non fare esplodere delle sociali mettendo a rischio l’occupazione dei lavoratori del Gruppo Tirrenia di Navigazione.
Liberalizzare per singola linea costituirebbe un maggiore costo per la collettività poiché i privati, certamente, si accaparrerebbero quelle a rendimento lasciando al loro destino, ovvero allo Stato che deve garantire la continuità territoriale, le tratte a carattere sociale e che non saranno mai a pareggio di bilancio.
Sarebbe ottimale seguire l’esempio della Scozia per i collegamenti con le proprie isole minori che da tempo ha proceduto nella privatizzazione senza ricorrere alla frammentazione per singole linee.
E’ opportuno un tempestivo confronto con le parti per definire preventivamente le clausole sociali a tutela dell’occupazione e dei collegamenti marittimi.
Invitiamo, pertanto, il Ministro a volere finalmente aprire il più volte richiesto tavolo di concertazione anche con noi USCLAC UNCDiM e le altre OO.SS.USCLAC/UNCDIM
Il Presidente(A. Nobile)

TIRRENIA: FIT-CISL, MANCA CHIAREZZA SU REALI OBIETTIVI PRIVATIZZAZIONE

Sulla privatizzazione di Tirrenia manca la chiarezza sui reali contenuti e obiettivi. Lo afferma in una nota Beniamino Leone, segretario nazionale responsabile Marittimi della Fit Cisl.
"Abbiamo assistito nei giorni scorsi ad uno scambio di battute tra il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli e il neo Presidente di Confitarma Paolo d'Amico in merito alla privatizzazione di Tirrenia - afferma Leone in una nota -, mentre sui reali contenuti e obiettivi non vi e' ancora alcuna chiarezza''.
''Vorremmo che vi fosse grande trasparenza e attenzione - prosegue Leone - sull'intero percorso di privatizzazione, in particolar modo sull'occupazione e sul futuro della compagnia. Abbiamo chiesto l'avvio di un confronto serio e costruttivo per favorire il processo di privatizzazione, in un quadro di tutele del lavoro e di sviluppo dei servizi, al di la' degli interessi di parte''.
''La nostra rotta - conclude il segretario nazionale della Fit-Cisl - e' chiaramente individuata e segna l'obiettivo del mantenimento dei livelli occupazionali, di un miglioramento della qualita' dei servizi, di una rete di collegamenti marittimi in grado di valorizzare il mercato, offrendo garanzie di mobilita' a tutti i cittadini, soprattutto a quelli delle isole maggiori e minori per i quali essi restano determinanti al fine di sviluppare o incrementare ogni tipo di attivita' turistica, commerciale o industriale''.

Dal 1 al 5 Apriile, parapendio e deltaplani in volo a Borso del Grappa (Treviso)

Nei giorni dal 1 al 5 aprile i cieli di Borso del Grappa (Treviso) e della pedemontana veneta saranno attraversati da centinaia di parapendio edeltaplani impegnati nel Trofeo Montegrappa, gara internazionale ormai assunta a principale evento europeo di volo libero, presenti i migliori piloti al mondo. Lo scorso anno se ne contarono ben 239 in volo, in rappresentanza di 18 nazioni, Argentina e Brasile le più lontane.
Iscrizioni ormai chiuse con oltre 300 richieste pervenute; per ragioni organizzative, solo 260 piloti saranno ammessi al trofeo. Gli esclusi ed altri piloti in visita si consoleranno con una gara di precisione in atterraggio, novità dell'edizione 2010.
Dal centro operativo, presso l'atterraggio Garden Relais a Semonzo di Borso del Grappa, con navette ed altri mezzi i piloti raggiungeranno i decolli da dove spiccheranno il volo lungo tragitti di decine di chilometri.
In passato condizioni meteo favorevoli hanno permesso di volare fino a località come Caltrano (Vicenza), Feltre (Belluno) e Possagno (Treviso), sfruttando le correnti d'aria ascensionali, unico "motore" a disposizione di deltaplani e parapendio.
La manifestazione, organizzata dalla Aero Club Montegrappa e dal consorzio turistico Vivere il Grappa grazie ad un volontariato che conta decine di addetti, prevede anche un'area espositiva di tutte le migliori aziende di attrezzature per il volo, oltre a stand gastronomici e prodotti tipici locali.
Altre attività collaterali saranno a disposizione delle migliaia di visitatori, quali voli in parapendio biposto, arrampicata, nordic walking,escursioni guidate, intrattenimento per bambini e un'area riservata all acostruzione di aquiloni con esperti di questa specialità. Al termine dell'evento il comitato organizzatore premierà il video più bello della manifestazione.
Gustavo Vitali - Ufficio Stampa FIVL - Federazione Italiana Volo Libero
Per ulteriori informazioni sul TROFEO MONTEGRAPPA, contattare: Cesare De Pieri - 348 4755706 - fax 178 2239947 (numero gratuito) Alessandro Olin - 333 6648808

venerdì 26 marzo 2010

CANTIERI LAVORO, LEANZA ILLUSTRA MODALITA' PRESENTAZIONE ISTANZE

Da lunedi' 29 marzo a venerdi' 23 aprile sara' possibile presentare le richieste di partecipazione per 1750 cantieri di lavoro che partiranno in Sicilia.
La documentazione, a partire dalla dichiarazione di disponibilita', dovra' essere presentata presso i Centri Provinciali per l'impiego, e anche presso gli sportelli multifunzionali, che provvederanno a stilare le relative graduatorie. La selezione e' riservata ai soggetti di eta' compresa tra 18 anni e 65 non compiuti ed, ai sensi del decreto legislativo 181/2001 e successive modifiche ed integrazioni, terra' conto dei seguenti criteri, in ordine di priorita': residenza nel Comune ove si svolgono i lavori e, in subordine, residenza nell'ambito del Centro Provinciale per l'Impiego che comprende il Comune; minore numero di mesi lavorati (in qualunque comparto compresi i cantieri di lavoro e i cantieri di servizi) nei 12 mesi che precedono la pubblicazione dell'avviso; maggiore carico di famiglia; maggiore eta'.
Termini per la presentazione delle istanze, criteri per la predisposizione delle graduatorie, tempi e modalita' per eventuali rettifiche nei dati comunicati o eventuali ricorsi alle graduatorie sono stabiliti da una circolare emanata dal dipartimento regionale del Lavoro e disponibile all'indirizzo internet http://www.regione.sicilia.it/lavoro/cantieri/index.htm

Il contenuto del documento e' stato illustrato in mattinata, presso la sede di Catania della Presidenza della Regione, dall'assessore regionale alla Famiglia, alle Politiche sociali e al Lavoro, Lino Leanza. L'INTERVISTA:

Borsa di studio "Michele Roncaglia" a Sabrina Bartola Stella

Lo scorso 24 Marzo , nel corso di una breve ma intensa cerimonia, svoltasi nell’aula magna dell’Istituto d' Isturzione Superiore Isa Conti E.V. di Lipari, è stata consegnata la Borsa di Studio, istituita dai familiari, in memoria del Cav. MICHELE RONCAGLIA.
La borsa, giunta alla sua 15° edizione, è stata assegnata all’alunna del corso commerciale SABRINA BARTOLA STELLA che, nel corso del terzo e quarto anno, ha conseguito la media dei voti più alta.

Salina: Arrestate quattro persone responsabili a vario titolo di detenzione illegale di armi e di detenzione a fini di spaccio di stupefacenti

COMUNICATO STAMPA
I Carabinieri della Stazione di Salina, supportati dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Milazzo, hanno effettuato servizi, sia per la verifica del rispetto delle norme sulle armi, sia per il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.
In tale contesto, pertanto, nelle ultime 48ore, nell’ambito di una specifica campagna di prevenzione mirata appunto a reprimere le citate tipologie di reato, i Carabinieri hanno effettuato numerosi controlli e perquisizioni personali e domiciliari nei territori dei comuni dell’Arcipelago Eoliano.
Nel corso delle verifiche effettuate i carabinieri della Stazione di Salina hanno tratto in arresto per detenzione illegale di armi, tre persone di cui, due uomini di 49 e 61 anni, ed una donna di 74 anni, tutti domiciliati nel Comune di Malfa (ME), nei cui rispettivi domicili i carabinieri hanno rinvenuto, a seguito di perquisizione, diverse armi che gli stessi detenevano illegalmente.
In particolare, nel corso delle citate perquisizioni domiciliari, i militari dell’Arma hanno sottoposto a sequestro, complessivamente, quattro fucili cal. 12, una carabina cal. 9 Flobert, un fucile cal. 16, una spada di lunghezza di 51 cm., nonché circa 700 cartucce di vario calibro e 327 grammi di polvere da sparo.
Dagli accertamenti effettuati dai carabinieri sarebbe infatti emerso che gli arrestati non avevano denunciato alle competenti Autorità di P.S. la detenzione delle menzionate armi, come invece prescritto dalle vigenti norme in materia di armi.
Successivamente, sempre nel corso della medesima attività di prevenzione, nel Comune di Santa Marina Salina (ME), i Carabinieri arrestavano, per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, PERRONE Giuseppe, nato a Sidney (Australia) cl. 1955, residente nel Comune di Santa Marina Salina, in quanto, a seguito di perquisizione domiciliare, veniva trovato in possesso di circa 110 grammi di sostanza stupefacente del tipo "marjuana", oltre a undici sipinelli già confezionati e circa 2.500 semi della citata sostanza stupefacente.
Dopo le formalità di rito, il citato PERRONE Giuseppe, come disposto dall’A.G. competente, veniva ristretto presso il proprio domicilio in regime di arresti domiciliari.

Santa Marina Salina. Via libera ad un percorso botonico con piante "eoliane"

Approvata dalla giunta comunale di Santa Marina Salina la delibera n. 34 con la quale si propone la creazione di un percorso botanico di specie tipiche della macchia mediterranea eoliana da realizzarsi nell’area prospiciente la vecchia salina .
L’idea progettuale, fortemente voluta dal Sindaco Massimo Lo Schiavo, avrà le seguenti caratteristiche:
a) Sarà costituito dalle specie botaniche maggiormente rappresentative della macchia mediterranea esistente nel territorio delle Isole Eolie;
b) le specie interessate saranno selezionate in funzione delle caratteristiche del proprio habitat di origine al fine di permetterne un migliore attecchimento;
c) saranno scelte le piante che possiederanno delle proprietà nel proprio apparato radicale tali da non arrecare nocumento ai resti sottostanti della vecchia salina.
d) ogni specie sarà identificata da apposita etichetta che riporterà nome scientifico, caratteristiche generali della pianta, gli usi che tradizionalmente la comunità ne faceva, ecc.
I lavori per la realizzazione dell’iniziativa in oggetto saranno condotti dall’Assessore all’Ambiente Luigi Follone con la collaborazione del Dr. Pietro Lo Cascio.
Il percorso rappresenterà non soltanto un motivo di arricchimento naturalistico di tutta l’area interessata ma anche un importante sistema di divulgazione culturale delle conoscenze connesse al settore botanico endemico del territorio che potrà essere fruito non soltanto dalla comunità locale, ma anche da visitatori, scolaresche , ecc.

Bruno scrive alla Siremar: Ridateci i mezzi "scippati"

Una lettera è stata inviata dal sindaco di Lipari Mariano Bruno all'amministratore delegato della Siremar Lorenzo Murrali e per conoscenza al Ministero dei Trasporti, alla Regione e alla Procura della Repubblica di Barcellona
Oggetto: Denuncia ennesimi gravi disservizi collegamenti marittimi ed interruzione di pubblico servizio.
Solo due parole in risposta alla Sua missiva alla quale sarebbe oltremodo facile poter replicare. Non amiamo la polemica!
Ci ridia, la SIREMAR, il quinto aliscafo, il quarto aliscafo, le navi e, principalmente, quella della sera in partenza da Milazzo e, quindi, la mattina da Lipari.
Tutti mezzi scippati al settore delle isole Eolie e poi potremo tornare a discutere e a confrontarci su tutto.
IL SINDACO(Dott. Mariano Bruno)

Faro di Punta Lingua affidato al comune di Santa Marina Salina

Comunicato stampa
In data 23.03.2010 a Palermo, l’Agenzia del Demanio ha provveduto ad affidare al Comune di Santa Marina Salina, nella persona del Sindaco pro tempore Massimo Lo Schiavo, il Faro di Punta Lingua. In seguito alle violente mareggiate dello scorso gennaio, che avevano minato seriamente la stabilità della struttura, l’Amministrazione Comunale si è mossa alacremente sia per la sua messa in sicurezza, grazie al lavoro delle ditte edili locali e all’intervento del Provveditorato Opera Marittime di Palermo, sia per l’acquisizione del bene presso l’Agenzia del Demanio.
“Il provvedimento, affidato attualmente ai soli fini della vigilanza e sicurezza, è il passo preliminare per la concessione dell’intero immobile, con esclusione della torre di illuminazione” spiega il Sindaco Lo Schiavo “e che nei progetti dell’Amministrazione rappresenta la sede ideale per ospitare un nuovo Museo che andrebbe a completare il circuito museale presente nella frazione di Lingua. Probabilmente avere salvato dai marosi a gennaio questo immobile, che per noi rappresenta un pezzo della nostra storia, ha giocato a favore della concessione da parte dell’Agenzia del Demanio, viste anche le condizioni non ottimali in cui versa la struttura e che , non appena sarà ufficializzato il possesso da parte del Comune, sarà interamente restaurato”.

Sanità in Sicilia. Il presidente Lombardo "plaude" all'operato dell'assessore Russo

La Sicilia che va in prima pagina per la bonta' delle sue azioni politico-amministrative e' la logica conseguenza del lavoro di riqualificazione che questo governo sta portando avanti da quasi due anni pur tra tante resistenze e difficolta'. La stagione delle riforme ha prodotto i primi frutti concreti. Abbiamo iniziato dalla Sanita' che era l'emergenza primaria, stiamo continuando con i rifiuti, andremo avanti ancora con la burocrazia e la formazione. E' la vittoria della programmazione che premia i nostri sforzi rivolti al vero sviluppo della Sicilia attraverso le regole e gli investimenti mirati. Non saremo obbligati a utilizzare i fondi Fas per pagare i debiti, come invece dovranno fare altre regioni sottoposte a Piano di rientro, ma potremo correttamente utilizzarli per programmare opere di fondamentale importanza per la crescita della nostra regione.
Faccio i miei complimenti all'assessore Massimo Russo che ha portato avanti con grande passione e professionalita' la sua azione di risanamento dei conti e di riqualificazione del sistema sanitario che garantira' ai cittadini prestazioni piu' capillari e di maggiore qualita'.
Adesso lavoreremo concretamente alla riduzione delle tasse per i siciliani, cosi' come avevamo gia' annunciato ad inizio dell'anno. E non solo, adesso potremo anche lavorare all'ipotesi di una riduzione dei ticket sanitari".
Lo ha affermato il presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo dopo la verifica trimestrale ministeriale che ha "promosso" la Sicilia.

Tirrenia: Confitarma, meglio privatizzazione per singole rotte

Apprendo da notizie stampa dello stupore del Ministro Matteoli in merito alla posizione espressa dagli armatori sulla privatizzazione di Tirrenia". Questa la dichiarazione di Paolo D'Amico, presidente di Confitarma.
"All'inizio del mio mandato, mi preme sottolineare per chiarezza che Confitarma non ha mai ricevuto richieste da parte del Ministro Matteoli, né tanto meno è stata mai convocata a tavoli di confronto ministeriali, nonostante le numerose segnalazioni indirizzate al ministro in tale senso.
In ordine all'occupazione del personale di Tirrenia e alla lettera di intenti richiesta dal Ministro Matteoli, ritengo che una materia di tale portata non avrebbe potuto essere oggetto di impegni dei singoli armatori ma, viceversa, avrebbe dovuto essere oggetto di confronto tra il Ministero e l'associazione di categoria, nell'interesse generale del settore, come peraltro ho ribadito di recente nel corso della nostra Assemblea.
Se contatti e inviti sono stati indirizzati a singoli armatori, Confitarma non ne è a conoscenza.
In merito alla liberalizzazione del mercato per singole rotte, oltre ad essere questa la via maestra indicata dall'Unione europea, essa avrebbe costituito a nostro parere la soluzione economicamente meno dispendiosa per l'intera collettività.
Su questa problematica, come su altri più importanti temi che interessano la flotta italiana, auspico a nome di Confitarma di poter avere a breve un sereno e proficuo confronto con il Ministro Matteoli".

Regione: Piano rifiuti votato pure dall'opposizione

Michele Cimino
PALERMO
Approvata dall'Ars con 60 voti a favore, uno contrario e un astenuto la riforma del sistema di raccolta e gestione dei rifiuti. Dei 62 deputati presenti e votanti, ha votato contro il pidiellino Giuseppe Limoli, vicino al co-coordinatore Giuseppe Castiglione, e si è astenuto il pidiellino Marco Falcone. Entrambi, ma non i soli, visto che s'era formata in aula una schiera bipartisan di deputati favorevoli al salvataggio dei cosiddetti Ato virtuosi, hanno fortemente contestato la scelta del presidente della Regione di ritirare l'emendamento che avrebbe consentito agli Ato di Termini Imerese, Sciacca, Mazara del Vallo e, soprattutto, di Caltagirone, di continuare ad operare. Con la legge approvata ieri e che, di fatto, potrà divenire operativa solo dopo che sarà stato approvato il bilancio, dal momento che il governo, per pagare una parte dei debiti fin qui accumulati, quantificati finora in un miliardo e 300 milioni, dovrà mettere a disposizione dei comuni una somma non inferiore a 500 milioni di euro, i 27 Ato si riducono a nove, uno per provincia, più uno per le isole minori. Il loro ruolo, inoltre, viene profondamente modificato, in quanto avranno significato esclusivamente territoriale di riferimento, mentre la gestione del sistema di raccolta e gestione dei rifiuti sarà affidato a delle società consortili, le Srr, di cui, pienamente responsabilizzati, faranno parte i sindaci del territorio che, in caso di malfunzionamento, potranno essere commissariati e anche rimossi. Alle dipendenze delle Srr transiterà il personale in atto alle dipendenze degli Ato, ma non tutto. Restano fuori, infatti, quanti non sono stati assunti con regolamentari procedure di legge e quanti vi sono stati inseriti dopo l'entrata in vigore della legge del 2007 che sancì il blocco delle assunzioni. Le nuove strutture, per almeno tre anni, non potranno assumere nessuno. Il nuovo sistema, infatti, più che sui mega inceneritori, punta sulla raccolta differenziata, che dovrà raggiungere quota 20% (ma la media nazionale è già del 34 %) entro l'anno in corso e attestarsi sul 65 % al termine del prossimo quinquennio. A favore della legge, a parte i due "distinguo", hanno votato tutti i gruppi parlamentari, anche le opposizioni, che fino alla settimana scorsa, con particolare riferimento ai deputati del Pdl, s'erano impegnate al massimo per rallentare i tempi di approvazione. In particolare, il capogruppo dell'Udc Rudy Maira ha detto che avrebbe votato a favore, "anche se non di riforma si tratta, ma di un provvedimento per tamponare l'emergenza". Per il Pdl, invece, il voto favorevole, invece che da Innocenzo Leontini, è stato annunciato da Fabio Mancuso. Per dichiarazione di voto, annunciando il sì dei propri gruppi parlamentari, sono intervenuti gli onorevoli Francesco Musotto per l'Mpa, Francesco Mineo del Pdl-Sicilia, Marianna Caronia del gruppo misto, Mario Bonomo di Alleanza per l'Italia e Antonello Cracolici del Pd che ha criticato la scelta di non salvare i cosiddetti Ato virtuosi. Nella replica, l'assessore all'Energia Pier Carmelo Russo, ricordato che in fondo vi sono paesi e regioni in cui il sistema degli Ato funziona, ha precisato: "Si può fare la legge migliore del mondo, poi bisogna vedere come viene applicata. Il fatto che questa riforma abbia trovato ampio consenso in aula, responsabilizza tutti".
"Per approvare la riforma del sistema di gestione dei rifiuti - ha precisato a questo punto il presidente dell'Ars Francesco Cascio - questo parlamento ha svolto più di 30 ore di dibattito, 9 sedute e ha esaminato centinaia di emendamenti. Voglio dire un sincero grazie - ha aggiunto - agli uffici tecnici e legislativi, che hanno fatto un ottimo lavoro nonostante la complessità della materia. Ringrazio, inoltre, l'assessore Pier Carmelo Russo, che ha contribuito al buon lavoro dell'aula".

Laccoto (PD) e Enzo Garofalo (PDL) "Non è possibile accettare la rimodulazione prevista per l'ospedale di Lipari"

«Non credo che sia possibile accettare la rimodulazione assegnata all'ospedale di Lipari poiché bisogna tenere in assoluta considerazione il fattore tipicità geografica che esclude totalmente l'assimilazione alle strutture della terra ferma». Ad affermarlo è il presidente della commissione sanità dell'Ars, Giuseppe Laccoto il quale dopo aver incontrato il sindaco di Lipari, annuncia che si farà promotore di un intervento «per far si che ciò non si avveri in quanto la popolazione eoliana ha diritto ad essere assistita sul proprio territorio».
Lo stesso parlamentare ha previsto l'audizione della delegazione dei rappresentanti delle isole in commissione per martedì.
A mobilitarsi anche il parlamentare nazionale del PdL, Enzo Garofalo il quale in una lettera all'assessore regionale alla Sanità, Massimo Russo evidenzia che «la specificità delle Isole Eolie, e delle isole minori in genere, necessita scelte particolari che tengano conto proprio di una condizione di svantaggio rappresentata dalla difficoltà di raggiungere sempre (cioè con qualunque condizione metereologica e in qualunque momento) un servizio sanitario in grado di salvaguardare la salute e la vita di un cittadino. L'ospedale di Lipari non può essere pertanto considerato come una qualunque struttura ospedaliera inserita in una rete ben collegata ed inoltre, così come avviene per l'ospedale S. Vincenzo di Taormina, è altrettanto importante considerare che durante la stagione turistica cresce enormemente l'utenza».

giovedì 25 marzo 2010

Ospedale di Lipari. "Soppresso il diritto alla salute". I sindacati scendono in campo

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che i sindacati di categoria hanno inviato all’Assessore Regionale alla Sanità – Regione Sicilia –Palermo, al Presidente della Commissione Regionale Sanità -Palermo, al Direttore Generale dell’ASP di Messina, al Prefetto di Messina, ai lavoratori e
agli organi di stampa
La rimodulazione della rete ospedaliera prevista per l’Ospedale di Lipari sopprimendo la possibilità di effettuare ricoveri ordinari e confinando lo stesso ad unico reparto MCAO (Medicina e chirurgia di Accettazione e d’Urgenza) con possibilità di effettuare unicamente ricoveri urgenti e per un periodo massimo di 72 ore, sopprime il diritto alla salute, lede la legge sui livelli essenziali di assistenza in un’area geografica già svantaggiata per molteplici note ragioni e potrebbe determinare un vero e proprio problema di ordine pubblico per la possibilità di reazioni inconsulte e dagli effetti incontrollabili.
Non si ritiene possibile sopprimere ad una popolazione stanziale di 15.000 abitanti residenti suddivisi su sette isole distanti fra di loro e la terra ferma, che nel periodo estivo raggiungono oltre 50.000 presenze giornaliere, la possibilità di effettuare un ricovero ordinario in una area di degenza medica e chirurgica.
Si desidera ricordare che i trasporti attuali, già insufficienti a garantire la mobilità delle persone sane, non possono garantire la mobilità delle persone ammalate e che non è scontato che i limitati posti letto per acuti disponibili nella terra ferma siano sufficienti a garantire i ricoveri provenienti dalle isole Eolie.
Il numero degli elicotteri che necessitano per trasportare gli infermi sarebbe elevatissimo e dai costi esorbitanti, mentre non sono presenti ambulanze, personale e trasporti pubblici marini idonei a garantire il trasporto a mezzo nave.
Alla luce delle suddette considerazioni si chiede di voler valutare soluzioni idonee a garantire i livelli essenziali di assistenza, così come previsto dalla proposta trasmessa dalla direzione aziendale provinciale di Messina e approvata dalla conferenza dei sindaci.
Messina, 24 Marzo 2010
FP CGIL FP F.to Pagana
CISL FPS F.to La Rosa
UIL FPL F.to Calapai
CGIL MEDICI F.to Ciraolo
CISL MEDICI F.to De Luca
UIL MEDICI F.to Capitanio

Parco. Del Bono " Sfruttiamo questi due mesi per costruire insieme e consapevolmente una fetta di sviluppo"

Riceviamo dal presidente di Federalberghi Eolie e pubblichiamo:
Ringrazio i consiglieri comunali Adolfo Sabatini e Giacomo Biviano per le precisazioni, illustrate in forma di lettera aperta sui notiziari online, inerenti il tavolo tecnico tenutosi a Palermo sull’istituendo Parco delle Eolie.
Sono certo che la loro presenza, al tavolo, come anche quella degli altri rappresentanti della nostra comunità abbia contribuito a meglio illustrare alcune delle istanze provenienti dagli eoliani.
Sono altresì convinto che la proroga richiesta, sollecitata ed ottenuta dai sindaci, rappresenti una mossa saggia ed opportuna alla luce della necessità di poter presentare della documentazione che rispecchi le reali esigenze delle territorio.
Attraverso il mio intervento, auspicavo ed auspico, un processo partecipativo allargato che non può però prescindere da una guida tecnica e da obiettivi di sviluppo condivisi e ben definiti. Diversamente, potrà sembrare paradossale, ma anche un parco le cui perimetrazioni e il cui funzionamento, saranno stati decisi da eoliani potrà sembrare un’operazione calata dall’alto, non fosse altro, perché non la si è compresa a pieno o perché non ne sono state adeguatamente illustrate le ricadute. Sfruttiamo questi due mesi a nostra disposizione per costruire insieme e consapevolmente una fetta di sviluppo del nostro arcipelago.
Christian Del Bono

Corsi di formazione al CE.FO.P.

.Il CE.FO.P. Centro di Formazione Professionale di Lipari, comunica che sono aperte le pre-iscrizioni per l’anno formativo 2010:
• Corso di Preformazione professionale HDC, rivolto ai diversamente abili di ore 900;• Corso di Operatore Informatico Web Master rivolto a Disoccupati/inoccupati in possesso di licenza media di ore 600;
• Corso di Operatore Turismo Equestre rivolto a Disoccupati/inoccupati in possesso di licenza media di ore 600.
Tutti i corsi sono GRATUITI, a tutti i partecipanti verrà corrisposta una diaria giornaliera di € 4,13 (dopo aver sostenuto gli esami finali), il materiale didattico gratuito ed il rimborso delle spese di viaggio.
Inoltre per i diversamente abili è previsto un servizio navetta gratuito.
A completamento del ciclo corsuale verrà rilasciato un Attestato di Qualifica Professionale riconosciuto dall’Unione Europea.
Le iscrizioni si chiuderanno il 02/04/2009.
Per informazioni rivolgersi allo: SPORTELLO MULTIFUNZIONALE CE.FO.P.PIAZZA MERCATO (c/o Centro per l’Impiego) LIPARI
Direzione CE.FO.P. Via Madre Profilio n.15
Centro Formazione Professionale CE.FO.P. Viale vescovile n 4
Tel. Fax 090-9880840
e-mail: cefoplipari@irgilio

Ex Pumex: Possibile slittamento del vertice palermitano. Ma si lavora... almeno così sembra

Slitta presumibilmente ai primi giorni della prossima settimana (mercoledì?) la riunione sul futuro degli ex Pumex annunciata dall'assessore al Lavoro Lino Leanza e che dovrebbe vedere seduti attorno ad un tavolo i vertici degli assessorati al Lavoro, Beni Culturali, Territorio ed Ambiente, l'ufficio legale della Regione, il comune di Lipari e la FILCA-CISL.
Uno slittamento "operativo" che seguirà l'approvazione, da parte dell' 'Ufficio provinciale del lavoro, della proroga della mobilità per tutti gli ex lavoratori ai quali questa scadrà nel 2010 e il viaggio palermitano (previsto per domani) della dottoressa Patrizia Caudullo di Italia Lavoro.

Eolie: Scossa tellurica in mare

Una scossa di teremoto di magnitudo 2.5 è stata registrata oggi alle ore 10:39:06 dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV nel distretto sismico delle Isole Lipari ad una profondità di 6 km in mare, al largo dell'isola di Alicudi.
Non si registrano danni ne a persone ne a cose. La scossa non è stata avvertita dalla popolazione.

SANITA': RUSSO DOPO L'OK DI ROMA, "MENO TASSE DAL PROSSIMO ANNO". E LANCIA UNA STOCCATA A CHI LO "TIRA PER LA GIACCA" SULLA RIMODULAZIONE

"Un avanzo di gestione di 26 milioni di euro per il 2009, 445 milioni di premialita' che arriveranno in Sicilia grazie al fatto che abbiamo ottemperato a tutti gli adempimenti richiesti dal Piano di rientro ed ancora altri 500 milioni di euro che riusciremo a sbloccare in pochi mesi, quando entreranno a regime gli ultimi provvedimenti adottati: ecco il frutto del nostro duro e rigoroso lavoro di risanamento dei conti e di riqualificazione del sistema sanitario.
E' un risultato che credo debba inorgoglire i tanti siciliani che hanno seguito con interesse e partecipazione il nostro lavoro. La certificazione del ministero e' la risposta piu' qualificata a chi continua a polemizzare strumentalmente sul nostro operato, negando perfino l'evidenza e cercando ancora di "tirarmi per la giacca" per ottenere qualche posto letto in piu' o chiedendo deroghe a un provvedimento come la rimodulazione della rete ospedaliera, che ha gia' ottenuto il pieno apprezzamento da parte dell'agenzia ministeriale: o, peggio ancora, cercando di far credere alle comunita' locali che stiamo tagliando servizi quando la realta' dei fatti e' che stiamo disegnando una sanita' piu' efficace, piu' efficiente, piu' moderna. E' la conferma che stiamo attuando una riforma che non e' solo sanitaria ma e' anche culturale perche' viene dimostrato che il rispetto delle regole e degli accordi produce effetti straordinariamente positivi. Ora sara' piu' chiaro a tutti che la politic a del rigore era necessaria e che comincia a produrre effetti positivi per i cittadini siciliani e che ci consentira' di ridurre le tasse a partire dal prossimo anno.
Stiamo recuperando cifre enormi che potranno essere reinvestite nella sanita' per potenziare i servizi e offrire maggiore qualita' ai siciliani. Stiamo recuperando anche tanta credibilita' a livello nazionale perche' la Sicilia e' l'unica regione meridionale, fra quelle sottoposte al Piano di rientro, che ha veramente cambiato rotta nonostante l'azione di risanamento fortemente voluta dal presidente della Regione Raffaele Lombardo, sia partita con un anno di ritardo rispetto alla firma del Piano di rientro. Mentre altre regioni saranno costrette a utilizzare i fondi Fas per ripianare i debiti noi potremo alleggerire la pressione fiscale dei siciliani".
E' l'entusiastico commento dell'assessore regionale per la Salute Massimo Russo alle conclusioni del Ministero dopo la verifica trimestrale che si e' svolta martedi' scorso a Roma.
"Dal verbale ministeriale appare chiaro - aggiunge Russo -, come ho sempre detto, che non e' ancora finita l'emergenza. Dovremo continuare sulla strada della riorganizzazione, accompagnare la riforma sanitaria affinche' tutti i provvedimenti strutturali vadano a pieno regime e programmare gli adeguati investimenti per dare alla Sicilia, strutture piu' idonee e apparecchiature tecnologiche piu' qualificate".
"Faccio un richiamo al senso di responsabilita' della classe politica e di tutte le istituzioni regionali - conclude l'assessore -. I successi che la sanita' siciliana sta ottenendo, avranno ripercussioni positive su tutta la Sicilia e spero di poter contare in futuro su una interlocuzione propositiva e costruttiva, come avvenne lo scorso anno in Parlamento - dopo settimane di tensione - al momento di votare la legge di riforma.
I fatti stanno dimostrando che, dalla strada virtuosa che abbiamo imboccato meno di due anni fa, non e' piu' possibile tornare indietro".
NOTA DEL DIRETTORE
Sin qui le dichiarazioni di Russo alle quali non possiamo non aggiungere due nostri commenti/interrogativi.
1) Ma i politici messinesi (vedi comunicati delle ultime ore) non hanno sostenuto che, in qualche modo, si era trovata una via d'uscita ? A sentire l'assessore regionale non sembrerebbe
2) E' proprio certo l'assessore Russo (lo facciamo con riferimento alle Eolie) di essere nel giusto quando afferma che si sta "cercando di far credere alle comunita' locali che stiamo tagliando servizi quando la realta' dei fatti e' che stiamo disegnando una sanita' piu' efficace, piu' efficiente, piu' moderna"?
Visto da questa parte del mare (ma forse siamo di parte) non ci sembra sia proprio come afferma l'assessore.

Lipari e gli "Eventi" non pubblicizzati (di Aldo Natoli)

(Aldo Natoli) Gli “eventi” costituiscono un punto di forza per la promozione turistica in Italia ed all’Estero, tant’è che, a parte le molteplici pubblicazioni di ogni singola città, l’Assessorato Regionale al Turismo ogni anno pubblica un opuscolo, “Sicilia Eventi”, con il calendario di quelli che si svolgono in Sicilia.
Le manifestazioni, per la loro natura si fondono con i paesaggi, la cultura, le tradizioni, l’archeologia, con l’arte dei luoghi che le accolgono e portano un valore aggiunto alle naturali attrattive turistiche.
Ho sollecitato da diversi anni l’Amministrazione Comunale a comunicare all’Assessorato al Turismo le ricorrenze che si svolgono a Lipari per essere inserite nel citato opuscolo. Tra queste ritengo sia importante pubblicizzare “ il Presepe vivente” a Natale ed “i Riti della Settimana Santa” a Pasqua.
Appuntamenti, questi, capaci di suscitare emozioni profonde e che possono rappresentare un forte richiamo per molti visitatori, soprattutto stranieri. Naturalmente ci sono anche delle altre manifestazioni e sagre che meritano di essere menzionate.
Ad oggi la mia segnalazione non è stata raccolta e mi amareggio ogni qual volta assisto alla distribuzione dell’opuscolo nelle varie Borse del Turismo dove la Sicilia è presente con un proprio stand.
Spero che il nuovo Assessore al Turismo sia più sensibile a raccogliere questo mio suggerimento che, tra l’altro, non comporta alcuna spesa per l’Ente.

Meno male che a quel tavolo c'era qualcun'altro. Sabatini e Biviano scrivono alla Federalberghi e "sconfessano" Il sindaco Bruno

Riceviamo, sotto forma di comunicato stampa, e pubblichiamo la lettera che i consiglieri Sabatini e Biviano hanno inviato al presidente della Federalberghi delle Eolie.
Gent.mo Presidente Del Bono,
abbiamo partecipato ieri a Palermo al tavolo tecnico che si è svolto all’Assessorato Territorio ed Ambiente della Regione Sicilia e possiamo, quindi, pubblicamente, eccepire alcune tue affermazioni.
Da ciò che abbiamo sentito, NON E’ VERO CHE CI VOGLIONO “CALARE” IL PARCO DALL’ALTO, al contrario sia l’Assessorato che il Ministero vogliono un parco CONDIVISO e bene accetto da tutta la popolazione.
Ci hanno pregato, anche a noi, di attenzionare la questione e lavorare in sinergia per l’istituzione del parco, perché NON VOGLIONO che il parco sia deciso solo unilateralmente ed, infatti, avevano già pronte altre due proposte che hanno consegnato, questa volta pubblicamente ( per non essere di nuovo smentiti), al Sindaco di Lipari.
Questo era stato richiesto al Sindaco di Lipari già alcuni mesi fa e nessuna risposta era stata data dall’Amministrazione, anzi, il Sindaco di Lipari il 26 gennaio scorso si ERA IMPEGNATO UFFICIALMENTE CON IL MINISTRO A CONSEGNARE LA PERIMETRAZIONE ENTRO IL 31 MARZO, quindi il Sindaco sapeva tutto.-
Infatti, la dott.ssa Lucarelli del Ministero, ha rammentato al Sindaco Bruno la STRETTA DI MANO che si erano scambiati con il Ministro Stefania Prestigiacomo e ha ricordato allo stesso che i Siciliani sono famosi perchè rispettano le strette di mano…….
Che vergogna che abbiamo provato.!!!!!!!!!!
Il Sindaco Bruno ed il geologo Russo sapevano tutto, infatti, ai primi di marzo gli era stata mostrata e subito dopo inviata via e-mail la perimetrazione su cui lavorare ed apporre suggerimenti, ma niente era stato fatto e nessuno sapeva niente, almeno noi…..
Per dovere d’informazione, per quanto riguarda la data del 31 marzo, la stessa non era perentoria, non c'era nessun atto scritto, ma era dovuta ad un impegno personale di alcuni sindaci suggellato da una stretta di mano con il Ministro. Tanto è vero che il sindaco di Santa Marina Salina, che ha utilizzato positivamente il tempo concessogli, si è detto favorevole al rispetto dei tempi concordati o comunque ad affrontare la questione nei tempi più ristretti. Comunque il 30 marzo ci sarà un altro incontro.
La così detta proroga al 31 maggio, è stata ottenuta al tavolo solo a seguito delle forti insistenze del Sindaco di Leni, Riccardo Gullo, anche su nostro suggerimento, in quanto, gli stessi funzionari del ministero hanno dichiarato di aver ricevuto la lettera del sindaco con la quale chiedeva la proroga solo verso metà marzo.
In base agli accordi che ritenevano ancora validi erano venuti a Palermo, infatti, con la convinzione che tutto era pronto e che entro marzo si sarebbe attuata la perimetrazione. MENO MALE CHE A QUEL TAVOLO IERI C'ERA QUALCUN' ALTRO.
Adolfo Sabatini
Giacomo Biviano

Prorogata la pesca al novellame sino al nove aprile. Era stata richiesta dall'Anapi Pesca

Accolta la richiesta, presentata dall'Anapi Pesca, per un decreto di proroga alla pesca del novellame di sarda.
L'Assessore Bufardeci ha firmato ieri il Decreto di proroga di 15 giorni sino al 9.4.010 escluso i festivi.
Questo il testo della richiesta che il Presidente Regionale di Anapi Dr. Piero Forte aveva inoltrato:
Assessore alle Risorse Agricole
e Alimentari
Regione Siciliana
On. Giambattista Bufardeci
Al Direttore Generale del
Dipartimento degli Interventi
per la Pesca
Dr. Gianmaria Sparma
Prot. n.31/010 dell’11.03.2010
OGGETTO: Decreto Assessoriale N.01/Pesca del 21.01.2010 relativo alla pesca professionale
del novellame di sarda e del rossetto per l’anno 2010. Richiesta di proroga.

Con la presente la scrivente Associazione di categoria, rappresentante delle piccole e medie imprese di pesca, sollecitata da numerose imprese aderenti e non, autorizzate ad esercitare la pesca speciale al novellame, preso atto dell’approssimarsi della fine del periodo consentito, al 25.03.010, di tale tipo di pesca chiede una proroga di 15 giorni alla scadenza.
La richiesta scaturisce in considerazione del perdurare delle condizioni meteo-marine avverse che non hanno consentito il regolare svolgimento dell’attività di pesca ai numerosi pescatori, creando forte malessere e scarso reddito nella categoria.
Certo di una attenta e positiva valutazione della problematica in questione, anche per le ripercussioni socio-economiche in tutta la Sicilia, si coglie l’occasione per porgere distinti saluti
Anapi Pesca Sicilia
Il Presidente Regionale
Dr. Piero Forte

Si è laureata Elisa Bertè

Il 23 marzo 2010 presso l'Università degli studi di Messina, facoltà di Scienze della formazione, ha conseguito la laurea in Scienze dell'educazione Elisa Bertè.
Ha discusso la tesi: Storia del "silenzio" dei sordi. Voto conseguito 102/110.
Alla neo dottoressa le nostre congratulazioni e l'augurio per un futuro ricco di soddisfazioni.

mercoledì 24 marzo 2010

RIFIUTI: SODDISFAZIONE PRESIDENTE LOMBARDO PER APPROVAZIONE DDL

"Grande soddisfazione per l'approvazione di una legge che rivoluzionera' il sistema dei rifiuti in Sicilia, dando respiro ad un settore in evidente difficolta' e garantendo equilibrio di bilancio e servizi resi alla collettivita'".
La esprime il presidente della Regione Raffaele Lombardo dopo che l'Ars ha approvato l'articolato della legge sui rifiuti.
"Si tratta di una riforma che contiene i costi, riduce gli ato a nove piu' uno e pone le basi per dar vita ad un sistema virtuoso che punti sulla progressiva crescita della raccolta differenziata".
"E' stato portato a termine un buon lavoro che ha consentito di dar vita ad una delle grandi riforme annunciate e sulle quali fa perno l'azione del Governo"

Rimodulazione ospedaliera. Risolte le incongruenze?

L’incontro di oggi pomeriggio a Palazzo d’Orleans fra il presidente della Regione Raffaele Lombardo e il vicepresidente vicario dell’Ars Santi Formica, al quale ha partecipato l’assessore regionale alla Sanità Massimo Russo e il sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca, ha risolto le incongruenze politiche rilevate nel Piano di rimodulazione delle rete ospedaliera che penalizzavano la fascia tirrenica messinese.
Il polo materno infantile si farà, bisogna solo attendere qualche giorno utile per risolvere problemi tecnici. Martedì 30 nuova riunione congiunta tra Lombardo, Formica e Russo che incontreranno i sindaci di Barcellona e degli altri Comuni interessati per discutere del riassetto organizzativo delle specializzazioni e dell’assegnazione dei posti letto, altri aspetti sui quali erano state sollevate critiche

Ospedale di Lipari. L'on. Siragusa si fa portavoce delle preoccupazioni eoliane

Riceviamo da Saverio Merlino (segretario reggente PD Lipari) quanto ricevuto dall'on. Alessandra Siragusa, parlamentare Nazionale del PD, che è intervenuta anche sulla questione dell'Ospedale di Lipari inviando una lettera all'Ass. RUSSO.
Egregio Assessore, gli abitanti di Lipari sono molto preoccupati per il Piano Regionale di Rimodulazione della Sanità che vedrebbe, di fatto, ridimensionata la capacità di accoglienza dell'ospedale di Lipari.
Questo Ospedale accoglie circa venticinque ricoverati al giorno, nella stagione invernale, molti di più in quella estiva. L'abolizione di alcuni reparti, come medicina interna, medicina generale e pediatria preoccupano vivamente, gli abitanti delle Eolie. E, a mio avviso, giustamente.
Una tale misura rischia di comportare un costo sociale insostenibile per le famiglie di Lipari,considerati i problemi di mobilità che certamente non Le sfuggiranno.
Le chiedo pertanto di voler ascoltare le preoccupazioni dei cittadini di Lipari e di voler avviare con loro un dialogo volto a tutelare il diritto alla salute e quello alla continuità territoriale. Cordialmente
Alessandra Siragusa

"Chiantu di la Terra" successo a Malfa per la Compagnia Popolare Liparense

Comunicato stampa
Grande successo per il concerto-lezione "Chiantu di la Terra" della Compagnia Popolare Liparense, anche la Preside Mirella Fanti si è dichiarata entusiasta dei risultati prodotti da questo progetto musicale dell´"Istituto Comprensivo Isole Salina", fortemente voluto dal M° Salvatore Alleruzzo.
Genitori, insegnanti e semplici spettatori adulti sono rimasti increduli di fronte al fatto che un concerto di quella portata abbia suscitato nei ragazzi una compostezza ed un silenzio irreali per bambini delle scuole elementari e medie. Oltre un´ora nella quale i bambini sono stati aiutati ad entrare nel mondo della musica, delle tradizioni, della lingua dialettale, lo hanno fatto interagendo con la compagnia durante piccole lezioni tenute dal M° Davide Mollica che tendevano a spiegare di cosa si stava parlando e battendo le mani durante i brani più allegri dedicati alla risurrezione.
Un sentimento di grande commozione ha avvolto tutta la platea dai più piccoli ai più grandi; una delle spettatrici più assidue e gradite delle esibizioni della Compagnia Popolare Liparense è la Sig.ra Cettina Longhitano, moglie dell´attuale Sindaco del Comune di Malfa, la stessa ci ha raccontato di aver avvertito una sensazione di profonda prostrazione durante la parte della passione e di spontanea gioia durante i canti di risurrezione, insomma si era sentita totalmente immersa nell´atmosfera generata dalla compagnia durante i suoi canti.
Dopo i concerti del Natale e della Pasqua, ultimo appuntamento del progetto è previsto per il mese di maggio, con la parte dedicata ad usi, mestieri e tradizioni.
All´inizio del concerto, il presidente della Compagnia Popolare Liparense, Davide Mollica ha rivolto un sentito e commosso ringraziamento a Mons. Alfredo Adornato che ha voluto firmare una breve ma intensa prefazione inserita nel libretto del concerto prodotto dalla Compagnia.
L´Addetto Stampa
Compagnia Popolare Liparense
Salvatore Naso

Vi proponiamo un breve filmato amatoriale gentilmente consegnato alla Compagnia da uno spettatore e riguarda uno dei brani più particolari: U Sapurcru (il Sepolcro)

Lipari: Domani l'Annunciazione

Ultimi preparativi al Santuario di Maria SS. Annunziata a Lipari in vista dei festeggiamenti previsti per domani per l' Annunciazione dell'Angelo a Maria.
Oltre alle Sante Messe dal Santuario, ubicato sopra la mini-collinetta che si trova ai bordi della Strada Provinciale Pianoconte-Quattropani, si muoverà alle diciotto la tradizionale processione con il simulacro della Vergine e dell'Angelo.
Vi proponiamo un breve video realizzato stamani:



PESCA: ARRIVA IN SICILIA LA COMMISSIONE EUROPEA

Arrivano in Sicilia, per quattro giorni di incontri e seminari tecnici, i commissari della Pesca dell'Unione europea. La loro missione iniziera' il prossimo 28 marzo, a Palermo. Il giorno successivo, i commissari europei saranno a Mazara del Vallo, per incontri con gli operatori del settore e per visitare la sede del Consiglio nazionale della ricerche di Capo Granitola; martedi' 30, parteciperanno alla riunione del Consiglio regionale della Pesca, che si terra' nella sede dell'Assemblea regionale siciliana. Il Consiglio e' presieduto da Titti Bufardeci, assessore regionale alle risorse agricole. "La visita della delegazione parlamentare europea - spiega Bufardeci - e' l'occasione per riflettere sul futuro di un settore che in Sicilia coniuga tradizione ed economia.
L'amministrazione regionale e' impegnata, grazie a un costante sforzo per il pieno e corretto utilizzo delle risorse del Fondo europeo per la pesca, in un processo di ammodernamento e sviluppo della filiera ittica, che diventi anche il volano per una politica di sostenibilita' ambientale mirato alla conservazione degli stock ittici e alla tutela dei nostri mari".
La visita dei commissari europei si concludera' il 31 marzo con un incontro a Santa Flavia con gli operatori del locale mercato ittico.

LIPARI: CHIUSURA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DELL’ARCIPELAGO EOLIANO. INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE PROVINCIALE, SALVATORE COPPOLINO (PDL)

IL TESTO DELL'INTERROGAZIONE
Al Presidente della Provincia Regionale di M e s s i n a
“Il sottoscritto consigliere provinciale, Salvatore Coppolino, preso atto che l’assessore regionale alla Sanità, con proprio decreto, ha deciso la dell’Ospedale di Lipari, unico porto sicuro della sanità in tutto l’Arcipelago Eoliano e considerato che bisogna ridurre la spesa sanitaria, strategia sulla quale tutti siamo convinti, si chiede come si possa pensare di risolvere il dissesto finanziario della Sanità regionale di fatto l’ospedale del nostro Arcipelago!
Non si capisce come si possa arrivare ad una così drastica determinazione senza considerare che tale presidio, durante il periodo estivo, deve far fronte alle urgenze che riguardano una popolazione di circa ottantamila presenze tra residenti e villeggianti.
Per quanto sopra, si interroga il presidente, on. Nanni Ricevuto, per sapere quali iniziative intende intraprendere per scongiurare questo drastico ridimensionamento del presidio ospedaliero di Lipari”.
Il consigliere provinciale PdL
Salvatore Coppolino

Domani giovani liparesi incontrano il Papa in vista della Giornata Mondiale della Gioventù

(Marina Centorrino) Domani, Giovedì 25 Marzo, alcuni ragazzi di Lipari, facenti parte del Cammino Neocatecumenale nella Parrocchia San Cristoforo di Canneto, parteciperanno all’incontro con Papa Benedetto XVI che accoglierà in Piazza San Pietro tutti i giovani in vista della Giornata Mondiale della Gioventù, che sarà celebrata a livello locale in tutte le Chiese il 28 Marzo, Domenica delle Palme.
Papa Benedetto XVI, che per la prima volta incontrerà i giovani di sera, rivolgerà il suo messaggio sul tema della XXV GMG che si svolgerà l’anno prossimo a Madrid: “Maestro buono, che cosa devo fare per avere in eredità la vita eterna” (Mc 10,17).
Si alterneranno durante il corso della serata momenti di preghiera e testimonianze, ad altri di musica, un’occasione per fare memoria di questo grande appuntamento promosso da Papa Giovanni Paolo II che per la prima volta si tenne a Roma nel 1985.
Saranno presenti per l’occasione il Coro Diocesano e l’orchestra diretti da Mons. Marco Frisina, i cantanti Nek ed Erika Provinzano, l’attrice Beatrice Fazi. Le varie coreografie saranno curate dalla “Star Rose Accademy” di Claudia Koll ed alcuni giovani attori leggeranno dei passi del messaggio del Papa.Parteciperà alla serata una delegazione di giovani spagnoli, mentre il Pontificio Consiglio per i Laici ha convocato giovani in rappresentanza dei cinque continenti.
In piazza sono attesi il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, il Ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, tutti i Vescovi del Lazio ed altri rappresentanti del Clero.
La serata, condotta da Lorena Bianchetti e Rosario Carello, sarà trasmessa in diretta da Tv 2000, e in differita da Rai 1 Sabato 27 Marzo, alle ore 17:45.

E' nato Giulio

E' venuto alla luce stamani all'ospedale di Patti , Giulio, figlio di Annalise Donato e Valentino Raffaele.
Giulio pesa kg. 4,250 e gode di ottima salute.
Al piccolo Giulio il ben arrivato da parte di Eolienews.
A Annalise e Valentino le nostre felicitazioni per il lieto evento e per il loro apprestarsi a vivere quell'esperienza forte, ma bellissima, di essere genitori.
Oltre il ben arrivato a Giulio e l'augurio ad Annalise e Valentino le cugine fanno tanti auguri ai anche ai "nonni sprint" Bartolina e Giuseppe.
Auguri ai quali ci associamo.

Lipari: Consiglio comunale sulla rimodulazione ospedaliera

Consiglio comunale a Lipari sulla rimodulazione ospedaliera.
Undici i consiglieri presenti in aula in apertura dei lavori.
Presenti anche il sindaco Mariano Bruno e l'assessore ai trasporti Corrado Gianno'.
La riunione, contrariamente ad altre saltate in questi giorni per la protesta dei lavoratori in stato di agitazione, si sta tenendo considerando la delicatezza della problematica.
Sono stati illustrati i risultati dell'incontro di ieri a Palermo con il presidente della commissione sanità all'ARS, Giuseppe Laccoto, e le iniziative che si intendono intraprendere. A partire dall'incontro-convegno di sabato prossimo a Lipari (ore 15 e 30 al Palacongressi) per proseguire con l'incontro con l'assessore alla Sanità, Russo e con la riunione di giorno otto aprile a Messina della conferenza dei sindaci.
Francesco Megna (Il Faro) ha evidenziato come non si può non mettere in campo anche la questione dell'emergenza vulcanica.
Vi proponiamo un breve stralcio dell'intervento di Megna.

Le mie Eolie d'inverno. Oggi Valle Muria

Il nostro "viaggio" attraverso Lipari d'inverno (che abbiamo intrapreso da qualche settimana con tutta una serie di servizi video che troverete nel nostro archivio) oggi ci porta, attraverso il sentiero che si diparte dalla strada che porta verso Monte Gallina, sino alla spiaggia di Valle Muria/ Sotto il Monte.
Uno spettacolo unico, un mix tra rigogliosa vegetazione, rocce scolpite e modificate dagli agenti atmosferici e dall'uomo per le sue esigenze e il mare.
IL VIDEO:


Raccontare Salina. Pubblicato il secondo volume del prof. Iacolino (Nostra intervista)

E' stato pubblicato il secondo volume di "Raccontare Salina" dello storico eoliano Giuseppe Iacolino. Il libro, edito da Publisicula, racconta "Dall'avvento dei Normanni in Sicilia (c.1089) all'edificazione dei primi oratori a Salina nel corso del secolo XVII. Per parlare di questo lavoro abbiamo realizzato una breve intervista con lo scrittore:

Rimodulazione ospedaliera. Nuovo intervento di Latteri. Convocato il consiglio provinciale

“Ribadisco e insisto con l’assessore alla Sanità Russo- ha affermato l'on. Latteri (MPA)- di ripristinare nel decreto sulla ristrutturazione dei posti letto degli ospedali siciliani il piano presentato dal direttore generale dottor Giuffrida riguardante l’ospedale di Barcellona e l’ospedale di Lipari".
Intanto il Consiglio provinciale è stato convocato, in seduta straordinaria, dal presidente Salvino Fiore, per giovedì 25 marzo 2010, ore 11. Tratterà quale unico argomento: “La questione sanitaria in provincia di Messina alla luce degli ultimi interventi dell’assessorato regionale alla Sanità sugli ospedali del territorio provinciale”.

Tirrenia all'esame dei potenziali acquirenti, si scoprono le carte

(Fonte: Il tempo) Si è aperta lunedì, secondo quanto si apprende da fonti industriali, la «data room» che consentirà ai potenziali acquirenti della compagnia pubblica di navigazione di prendere in visione le informazioni relative allo stato di salute economico-finanziario, al piano industriale e allo schema di convenzioni della società.
Dopo la presentazione delle manifestazioni di interesse il 19 febbraio scorso e l'ammissione di tutti e 16 i concorrenti deliberata dal cda di Fintecna il 25 febbraio scorso, con l'avvio della due diligence si apre, dunque, la fase due della privatizzazione.
Una fase in cui i giochi entrano nel vivo in vista del traguardo del 30 settembre prossimo, termine fissato per la conclusione dell'operazione di vendita.
Questa prima ricognizione dovrebbe richiedere, spiegano le stesse fonti, poco più di un mese. Ultimato l'esame, chi dei potenziali acquirenti è deciso a proseguire nella gara dovrà confermare la manifestazione di interesse per essere poi ammesso a un'ulteriore e più approfondita fase di due diligence, sulla cui base verrà formulata l'offerta definitiva.
Tirrenia conta 1500 dipendenti cui si aggiungono i 400 di Siremar, la società regionale che, al contrario, delle altre consorelle Toremar, Saremar e Caremar non è passata alle Regione e, quindi, è rientrata nel bando di gara insieme alla capogruppo.
Il valore della flotta, che consta di 44 navi (25 di Tirrenia e 19 Siremar), è superiore agli 850 milioni. L'indebitamento nel 2008 ha superato i 700 milioni.
Salgono a 129 gli Stati del mondo dai quali ci si è connessi per almeno una volta alle nostre news inserite all'interno del più ampio sito di Eolnet.
Negli ultimi tre giorni, così come da segnalazione da parte della società che verifica i nostri accessi dai vari Stati del mondo, ad Eolnet si sono connessi dal Benin, dalla Martinica e dal Guatemala.
Per quanto riguarda nello specifico le nostre news un grazie ai nostri lettori per la fiducia sempre crescente.
Negli ultimi venti giorni abbiamo registrato (rispetto al periodo precedente) un + 9,3% nelle visite e un + 12,7% nelle pagine "sfogliate"

Piano rifiuti, accelerazione all'ARS. Differenziata al 20% entro l'anno (al 65% in 5 anni). Obblighi per uffici pubblici e grandi centri vendita

In dirittura d'arrivo la legge che riforma il sistema di raccolta e gestione dei rifiuti e riduce gli Ato da 27 a 10. L'Ars, infatti, nella seduta di ieri ha esaminato e approvato ben 10 articoli. Ne restano da esaminare solo due sui quali non c'è accordo soprattutto all'interno della maggioranza: il 6bis, il più contestato, attraverso il quale si vorrebbero recuperare i cosiddetti Ato "virtuosi" (Termini Imerese, Belice, Sciacca e Caltagirone) e il 18, contenente le norme transitorie e finali per passare dal vecchio al nuovo regime e, quindi, si conferiscono agli Ato patrimoni, attrezzature, mezzi e si fissano regole precise circa il personale e il superamento della situazione debitoria che, in atto, supera il miliardo e 200 milioni di euro. Intanto, con le norme fin qui approvate, è stato stabilito che la Sicilia, piuttosto che sui megainceneritori, punterà sulla raccolta differenziata e entro cinque anni, nel 2015, dovrà arrivare a quota 65% e la metà riciclata. A tutt'oggi la raccolta della differenziata in Sicilia, anche perché il vecchio Piano rifiuti puntava sugli inceneritori, non supera l'8%. Entro la fine dell'anno si dovrà arrivare al 20 per cento di differenziata e il 15% riciclata. Entro il 2012 la differenziata deve arrivare al 40 per cento e il 30 % riciclata. Inoltre, dovrà essere definito un piano per l'ampliamento delle discariche pubbliche esistenti e ne dovranno essere realizzate di nuove, idonee a contenere i rifiuti per i prossimi tre anni. Gli Ato che non rispettassero il programma verrebbero commissariati per sei mesi, e il commissariamento potrebbe essere rinnovato per altri sei mesi. Il commissariamento riguarda anche sindaci e presidenti della Provincia a capo delle società. I piani d'ambito, ossia l'insieme delle attività atte a garantire la gestione integrata, dovranno essere redatti da ciascun Ato seguendo le indicazioni della Regione. Un'altra delle norme approvate dà mandato a Regione, enti locali e Ato di adottare le iniziative necessarie per la prevenzione della produzione di rifiuti. Per cui, oltre a sostenere e incentivare il contenimento e la riduzione della quantità di rifiuti prodotti, dovranno predisporre campagne informative per l'adozione di comportamenti ecocompatibili. Per incentivate la raccolta differenziata e le forme di recupero, inoltre, sarà riorganizzato il sistema porta a porta. Una norma riguarda anche la riduzione della produzione dei rifiuti da parte delle pubbliche amministrazioni che, oltretutto, dovranno anche utilizzare per i loro uffici carta riciclata per almeno il 40% entro il primo triennio dall'entrata in vigore della legge. Il rinnovo delle autorizzazioni per le medie e grandi strutture di vendita è condizionato alla presentazione del bilancio dei rifiuti prodotti e auto smaltiti. Per evitare, poi, quanto accaduto finora, gli Ato, ogni tre anni dovranno verificare la congruità dei prezzi rispetto alle condizioni di mercato, applicate a parità di prestazioni. Qualora il prezzo applicato dal gestore, per qualunque motivo, dovesse risultare superiore del 5% rispetto alla media nazionale, i comuni potranno recedere dal contratto d'appalto e organizzare autonomamente il servizio. Unica condizione: garantire i risultati di servizio e i livelli di raccolta differenziata previsti dalla legge, assumendo a proprio carico il personale delle società e dei consorzi d'ambito operante nel proprio territorio. Infine, saranno le società consortili a stipulare e sottoscrivere l'affidamento dei contratti d'appalto, avvalendosi degli Urega, gli uffici regionali per l'espletamento di gare per l'appalto di lavori pubblici. L'improvviso balzo in avanti è stato possibile anche perché, come avevano già fatto i deputati della maggioranza, anche quelli del Pdl e dell'Udc hanno ritirato gran parte degli emendamenti nella convinzione che ulteriori ritardi aggraverebbero la situazione economica e la quasi totalità dei comuni siciliani, con l'attuale gestione degli Ato, rischierebbe il dissesto finanziario.

Parco. "Parta il confronto". Ci scrive il dott. Pino La Greca

Riceviamo e pubblichiamo:
Ho letto con grande attenzione la lettera del Presidente della Federalberghi, e debbo riconoscere che sin dal primo momento Chrstian ha saputo cogliere le grandi opportunità offerte dalla istituzione del Parco Nazionale delle Isole Eolie, ma ritengo che il ruolo centrale della discussione lo deve assumere il Consiglio Comunale, che ancora oggi, lo ricordo ai più, non ha mai discusso di questo importante strumento per la chiara responsabile del primo cittadino che sin dal 26 gennaio 2010, all'indomani dell'incontro di Roma, non ha sentito il dovere e l'esigenza di riferire al civico consesso delle discussioni avviate sul Parco; soltanto attraverso l'autoconvocazione delle minoranze il Paese ha iniziato a parlare di Parco. La stessa proroga richiesta del sindaco è nata dopo l'autoconvocazione e la discussione nata, soprattutto, all'interno del Paese che hanno mostrato come l'amministrazione comunale era profondamente divisa su di una vicenda di estrema delicatezza.
Va apprezzata, inoltre, la proposta avanzata sempre dai consiglieri di minoranza di affrontare, prioritariamente, i problemi della nostra comunità, dalla realizzazione delle case, alle aree artigianali, alle occasione di sviluppo, come hanno fatto presente qualche giorno fà, attraverso un documento pubblico. Si sente parlare di perimentrazioni più o meno fantasiose, alcune si rifanno alle aree "A" della mai istituita Riserva Naturale orientata di Lipari, ma su questa vorrei fare una piccola osservazione: la perimetrazione lasciava fuori dalla riserva le cave di pomice, allora ancora attive, ma oggi ha un senso lasciare le cave fuori dal perimetro della riserva? anche alla luce di una eventuale proposta di messa in sicurezza e riconversione dell'area? lo stesso naturalmente vale per la cava di Acquacalda e per Punta Castagna. Si tratta di una prima osservazione ma ritengo che soltanto dal confronto ampio all'interno della nostra comunità possano nascere quelle giuste osservazioni, proposte anche dalla Federalberghi, che possiamo fare del Parco nazionale, il "nostro" Parco.
Giuseppe La Greca

Di quale parco stiamo parlando? (di Cristian Del Bono)

Riceviamo dal presidente della Federalberghi Eolie, Christian Del Bono e pubblichiamo:
Qualche giorno fa, Federalberghi Isole Eolie, a seguito di una delibera di assemblea dei propri associati, ha manifestato il proprio interesse all´istituzione del parco nazionale delle Eolie, purché vi fosse ovviamente la possibilità di entrare nel merito dei processi decisionali che ne andranno a determinare la perimetrazione e la gestione.
È evidente che nessun eoliano, dall´ambientalista più estremo al cacciatore più accanito, possa desiderare che venga calato sulle proprie isole uno strumento di controllo e gestione di cui non ne comprenda bene le finalità e il funzionamento. È altresì indubbio che laddove un parco ben gestito possa costituire una fonte di ricchezza per il territorio, un parco improvvisato ed imposto possa invece rappresentarne una pericolosa occasione di conflitto interno, un ulteriore elemento di vincolo fine a se stesso e o uno stipendificio dalle scarse ricadute economiche sul territorio.
Diventa, pertanto fondamentale che ai vari tavoli "tecnici" tenuti presso l´Assessorato e il Ministero ci si possa presentare con elementi progettuali ben studiati e condivisi.
Non possiamo permetterci né un parco monco, né uno improvvisato, né uno progettato senza una vision futura, né uno che non sia pianificato ed integrato con gli altri strumenti di pianificazione e gestione del territorio.
Accogliamo pertanto positivamente la proroga di due mesi richiesta dal Sindaco di Lipari, Mariano Bruno, e concessa dal Ministero all´Ambiente. Diventa a questo punto, quantomeno auspicabile, che nell´arco di questo prezioso spazio temporale, una commissione di tecnici - nominata dall´Amministrazione e dal Consiglio Comunale - possa, prontamente, mettersi al lavoro per disegnare i contorni del parco. Significherebbe partire dalle zonizzazioni già definite (aree sic e zps, riserve naturali e piano paesistico), verificare l´integrazione con gli strumenti urbanistici e produrre delle simulazioni rispetto alla progettualità esistente e alla coerenza con le ipotesi di sviluppo che si intendono perseguire anche attraverso gli strumenti di programmazione negoziata attivati o che si ritiene di poter avviare nei prossimi anni: distretti turistici, PIST, misure del P.O. FESR 2007-2013, DUPIM ecc. Tali simulazioni andrebbero costruite tenendo conto e andando a recepire - laddove queste non siano in contrasto con gli obiettivi di sviluppo preventivamente stabiliti - le istanze provenienti dalle associazioni di categoria e dalla cittadinanza.
Diversamente continueremo a girare in tondo lamentandoci o tifando per un parco di cui non conosciamo né i contorni né gli effetti a breve, medio e lungo termine.
Christian Del Bono
Presidente Federlaberghi Isole Eolie
Coordinatore Isole Minori per U.R.A.S. Federalberghi Sicilia

martedì 23 marzo 2010

Rimodulazione ospedaliera. Incontro domani a Palermo tra Lombardo, Formica e Russo

Si svolgerà domani alle 16 a Palazzo d'Orleans l'incontro congiunto tra il presidente della Regione Raffaele Lombardo e il vicepresidente vicario dell'Ars Santi Formica, sarà presente anche l'assessore alla Sanità Massimo Russo. Al centro la nota questione sulla rimodulazione della Rete ospedaliera, che ha sollevato perplessità e proteste soprattutto negli operatori della fascia tirrenica messinese, i quali lamentano incongruenze e ridimensionamenti penalizzanti nell'assegnazione dei posti letto e nel riassetto delle specializzazioni.

Bologna: le Acli allargano la Presidenza provinciale. Prestigioso incarico per il liparese Biviano

Le Acli annunciano due nuovi ingressi in Presidenza. Si tratta di due giovanissimi, il liparese Alberto Biviano e Beatrice Fiacchi, con quest' ultima che va a rafforzare la presenza femminile nelle fila della dirigenza aclista.
I due nuovi ingressi, cui il Presidente Francesco Murru ha assegnato mandato fiduciario a norma di statuto, avranno rispettivamente la delega al lavoro (Biviano è già Presidente del circolo Acli intitolato al Prof. Marco Biagi) e alla Vita Cristiana. Quest´ultima delega ha lo scopo di indirizzare gli aclisti alla vita associativa, secondo i principi della dottrina sociale della Chiesa. Complimentandoci con i due nuovi membri di Presidenza, auguriamo loro un proficuo lavoro.
Complimenti particolari al nostro concittadino Alberto (nella foto).

Perimetrazione "Parco delle Eolie". Differimento al 31 maggio

"Relativamente alla istituzione del “Parco Nazionale delle Isole Eolie” - si legge in una nota del comune di Lipari- è stata accolta la richiesta formulata dall’amministrazione comunale di Lipari, ovvero di differire dal 31/03 al 31/05/2010 la scadenza legata alle perimetrazioni.
La richiesta, a firma del sindaco di Lipari, è stata avanzata in data 08/03/2010 con nota prot. n. 8753 al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, nonché all’Assessore Regionale al Territorio ed Ambiente
".
La notizia, di cui sopra, è stata ufficializzata nel corso del tavolo tecnico tenutosi oggi a Palermo e che ha visto la partecipazione dei sindaci di Lipari, S. Marina e Leni (Bruno, Lo Schiavo e Gullo), del vice-sindaco di S. Marina (Follone), degli assessori di Malfa (Rametta) e di Lipari (Famà). Presenti anche alcuni consiglieri comunali liparesi. di minoranza

Il sindaco Bruno incontrerà in Commissione salute l'assessore Russo

Comunicato stampa
Su richiesta del Sindaco di Lipari Dott. Mariano Bruno, nella qualità di Coordinatore ANCIM Sicilia, la Commissione Regionale della Salute ha fissato per Martedì prossimo 30 Marzo alle ore 11 una riunione alla presenza dell’On. Assessore Regionale della Salute, Massimo Russo.Tema dell’incontro la delicatissima questione inerente la rimodulazione del sistema ospedaliero in Sicilia , con particolare riferimento alle isole della Regione.

Redazione- Intanto stamattina l'on. Giuseppe Laccoto, presidente della commissione sanità dell'Ars, ha incontrato una delegazione del comune di Lipari composta dallo stesso sindaco Bruno e dai consiglieri comunali Giacomo Biviano e Mario Paino che gli hanno evidenziato l'assurdità di quanto previsto per le Eolie nel piano di rimodulazione ospedaliera. Le rimostranze eoliane sembrano aver trovato... a parole... accoglienza.
Ma...ricordiamo...che il decreto sta per essere pubblicato. Indubbiamente ci si è mossi troppo tardi ma bisogna non demordere e "combattere" tutti insieme per ottenere una radicale modifica di quanto previsto per l'ospedale di Lipari.

I maiali sguazzano nel fango? A Lipari (quelli a due zampe) preferiscono posti più decentrati... possibilmente panoramici (di Anna Miracula)

(Anna Miracula) Ci manca poco che in quest’isola comunichiamo a grugniti.
Sì, parlo di maiali . E'giusto dire che i maiali sono sporchi e puzzolenti? Molti pensano effettivamente che questi animali, chiamati anche porci, amino solo rotolarsi nel fango. In realtà, non è affatto così. Ai maiali piace stare al pulito e all'asciutto e, quando hanno la possibilità di scorrazzare all'aria aperta su un bel prato verde, si trovano finalmente a loro agio.
Mentre noi a Lipari, no. A noi PIACE vivere in mezzo alla spazzatura e al degrado. Vergogna, è la nostra terra che lo griderebbe se fosse in grado di parlare !.
Ogni giorno, ogni attimo che scorre , c’è un qualcuno che si diverte a disseminare l’isola di gomme d’auto a più non posso, sedie a sdraio, vecchi bracieri, scaldabagni, cucine.
Per qualche motivo oscuro si vuole ad ogni costo fare di quest’isola un porcilaio. E nessuno vede, tutti tacciono, tanto si pensa che ci sarà qualche anima pia che li toglierà da lì.
Proprio ieri ,tra i tanti altri luoghi dove il degrado dilaga , ancora una volta è toccato a Serra di godere di questo privilegio, per la verità , poco raro ormai , e di avere accanto ai bidoni della spazzatura e della raccolta differenziata , una serie di pneumatici d’auto posizionati come bomboniere sul mobile.
Ma quando li posizionano? Di giorno o di notte ? il quesito rimane aperto e lo sarà per sempre. E siamo sicuri che non sono visti da nessuno?
Si sa, per quanto riguarda gli scarti dei pneumatici ,non ci vuole molto a risalire ai colpevoli, tutto ruota intorno al fatto del SE si vuole risalire, così come per le discariche.
Ognuno di noi è consapevole del danno che crea al nostro ambiente? Non si ha neppure l’educazione di tenersi un fazzolettino usato in auto per dieci minuti, giusto il tempo di arrivare al cassonetto. No,si deve necessariamente catapultare fuori, come per le bottigliette d’acqua , per gli involucri delle merendine etc., pertanto, mi chiedo,se un adulto commette quest’azione imbecille come può educare un bambino che osserva e imita questo stupido e aberrante modo di fare ?
Possono le autorità risalire ai personaggi che giorno e notte girano per le strade di campagna con i cofani delle loro auto o autocarri pieni di immondizia e di rifiuti speciali , e li scaricano qua e là ,dove non possono dare nell’occhio?
Sì, perchè il particolare che non è difficile da notare è che, questi porci con due gambe e due braccia hanno sicuramente delle ottime tattiche per insudiciare le nostre strade. Tranquilli tranquilli se ne vanno in giro per le stradine più interne, dove pensano che non ci sia il gironzolare di molte auto, e, trovato il “posto” giusto, tac , fermano l’auto sempre guardinghi e fanno finta di buttare prima solo piccoli sacchetti, poi quando vedono che è tutto tranquillo ,vai con il colpo finale : scaricano tutto in fretta e vanno via, convinti che nessuno li abbia notati.
Ma davvero la convinzione è che questo sia il modo migliore di vivere in un ambiente che, per colpa nostra ,diventa ogni giorno sempre più brutto e degradato? E’ questo il sano vivere di ognuno di noi liparoti ?
E non parlo solo di Serra, ma altre zone,potrei citare anche San Calogero,bellissima località usata come pattumiera; tante le zone colpite da questi idioti, nati, cresciuti su quest’isola che si credono in diritto di far tutto ciò che gli pare , solo perché il territorio non è sorvegliato.
Una cosa da dire a questi corpi travestiti da persone per bene : ma perché non vi fate un piccolo esamino e ritrovate la vostra coscienza,non avete dei figli, una famiglia? Volete davvero farli crescere in questo degrado? Come potete guardare i vostri figli negli occhi sapendo di aver fatto simili azioni vergognose alla vostra terra? Come può vostro figlio crescere con simili esempi e imparare a crescere da adulto coscienzioso, se siete Voi a farlo diventare un criminale ambientale? Oggi butterà una carta dal finestrino, domani una bottiglia, dopodomani scaricherà un frigorifero, proprio là dove anche il suo papà lo ha fatto anni prima.
Tanto è certo che nessuno andrà ad accusarlo, e per cosa poi? Ha solo seguito un esempio.
ANNA MIRACULA

Brevi da Lipari

Consiglio comunale di Lipari- Nulla di fatto anche stamani al comune di Lipari per quanto riguarda la prevista riunione del consiglio comunale. Non vi era, infatti, il numero legale.
Chiusura esercizi commerciali per solidarietà- "Faccio seguito - ci scrive, tra l'altro, Angelo Ferlazzo- alla proposta di chiudere gli esercizi commerciali solo per qualche poche ore il giorno 23 Marzo ( oggi ), in segno di solidarietà con gli operai della Pumex s.p.a., ormai chiusa da qualche anno. Credo di interpretare il pensiero degli stessi, nel ringraziare quanti hanno aderito, testimoniando interesse verso chi ha bisogno di sostegno anche morale.

Richiesta di deroga per l'ospedale di Lipari. Il sindaco Lo Schiavo interviene su Presidente Regione e Assessore alla Salute

E' indirizzata al Presidente della Regione Siciliana On.le Raffaele Lombardo, all'Assessore Regionale per la Sanità Dott. Massimo Russo e per conoscenza al Prefetto si Messina e ai sindaci di Lipari, Leni e Malfa una lettera del sindaco Massimo Lo Schiavo (S. Marina Salina) avente per oggetto: Rimodulazione Rete Ospedaliera – Richiesta di deroga per l’Ospedale di Lipari –
SOLLECITO INTERVENTO URGENTE.
In riferimento alla nuova rimodulazione della rete ospedaliera adottata dalla Regione Siciliana, con la quale, tra l’altro, viene soppressa la possibilità di effettuare ricoveri ospedalieri presso l’Ospedale di Lipari, limitando quest’ultimo ad un unico reparto - Medicina e Chirurgia di Accettazione e d’Urgenza - , con al massimo 14 posti letto e 12 day-hospital e con possibilità di effettuare solo ricoveri urgenti e per un periodo massimo di 72 ore, quest’Amministrazione Comunale
CHIEDE l’intervento urgente delle SS.LL. affinché sia scongiurato il declassamento di fatto dell’Ospedale di Lipari atteso che la rimodulazione così come adottata, non tenendo assolutamente conto delle peculiarità territoriali isolane e del numero reale dei possibili fruitori del servizio ospedaliero specie nel periodo estivo, viola il diritto dei cittadini all’ottenimento di livelli essenziali di assistenza, con aggravio notevolissimo sia dei costi per la sanità pubblica, dato che il trasferimento dei degenti dalle Isole – 7 (sette) – fino all’Ospedale in grado di accettare l’ammalato dovrebbe (?) avvenire a spese del Servizio Sanitario, sia dei costi per gli stessi cittadini, ai quali, tra l’altro, specie nei periodi in cui le condizioni meteo-marine vietino la mobilità, sarebbe di fatto impedito il diritto alla salute.
Atteso che la nostra Costituzione garantisce a tutti i cittadini il diritto alla salute, si sollecitano le SS.LL. a voler urgentemente disporre una deroga alla nuova rimodulazione della rete ospedaliera adottata dalla Regione Siciliana che escluda l’Ospedale di Lipari dal ridimensionamento testè disposto.
In attesa di cortese cenno di riscontro si inviano distinti saluti.
IL SINDACO
(Massimo Lo Schiavo)