Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 3 settembre 2011

Come erano le Eolie...e gli eoliani. (I° anno /XIX puntata) (Riproposizione)

Continua il "viaggio fotografico" attraverso la rubrica "Come erano le Eolie...e gli eoliani".
Per molti sarà un viaggio nel passato, per altri sarà uno scoprire un parte delle "radici", una parte di queste isole e di coloro che le hanno popolato ed amate, per molti rivedere volti conosciuti, per altri ancora rivedersi.. come non si è più.
Chiunque volesse contribuire alla riuscita di questa rubrica e vuole proporre foto delle Eolie, di personaggi, di avvenimenti può farcele pervenire a questa mail http://ssarpi@libero.it
In caso di problemi di scannerizzazione si possono affidare a noi le foto contattandoci al 339.57.98.235.
Le foto cartacee saranno restituite
Nelle foto:
1) Lipari vista dal Monte
2) Lipari vista dal monte (diversi anni dopo)
3) Il calzolaio Bartolo Basile nel suo negozio sulla via Garibaldi
4) Canneto: la spiaggia e Calandra
5) Stefanino Mazza ed un piccolo Nino Bonfiglio


NB. CLICCANDO SULLE FOTO, ATTRAVERSO I PASSAGGI DI SLIDE, SI PUO' OTTENERLE INGRANDITE

Sulla tassa di sbarco piena sintonia tra Federalberghi e Ancim

Piena sintonia sulla tassa di sbarco tra il presidente dell’ANCIM Sicilia Massimo Lo Schiavo e il Presidente di Federalberghi Isole Minori della Sicilia, Christian Del Bono, incontratisi a Salina nell’arcipelago delle Eolie, in occasione di una riunione sui collegamenti marittimi.
Viene lanciato un appello forte e chiaro ai parlamentari vicini e sensibili alle problematiche delle piccole isole italiane.
“Avevamo già proposto questa tassa lo scorso giugno – sottolinea il Sindaco Lo Schiavo – e siamo stati snobbati. Torniamo alla carica col supporto di chi si vedrebbe maggiormente vessato da tale iniquo provvedimento: i titolari delle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere che esercitano regolarmente la propria attività”. “La tassa di sbarco rispetto a quella di soggiorno - insiste Massimo Lo Schiavo - garantirebbe un gettito superiore a fronte di un aggravio per singolo utente decisamente più contenuto.
“Siamo convinti - dichiara Christian Del Bono - che la tassa di sbarco possa e debba rappresentare una svolta per il turismo delle piccole isole in quanto permetterebbe alle amministrazioni locali di ricavare i fondi necessari per pianificare ed attuare gli interventi necessari a garantire uno sviluppo turistico sostenibile e destagionalizzato dei micro territori insulari”. “Per poter competere sui mercati internazionali - conclude Del Bono - abbiamo bisogno di strumenti che consentano di anno in anno di tutelare, mantenere e migliorare la nostra offerta turistica”.

"Il futuro amministrativo del paese passi per le primarie" (di Luca Chiofalo)

La scadenza della legislatura si avvicina, cominciano le "grandi manovre".
Nell'ombra, come da manuale del "politico navigato", si definiscono accordi e si stringono alleanze, le cui finalità hanno, spesso, a che vedere con tutto tranne che con l'interesse dell'arcipelago.
Allora, proviamo, per una volta, a non assecondare l'avidità autodistruttiva dei "soliti noti": prepariamoci alla tornata elettorale con la consapevolezza che, questa volta, non ci è più concesso sbagliare.
Osservando il panorama politico e nonostante la già grande frammentazione dell'offerta, pare chiara la necessità di offrire alla popolazione eoliana un'"alternativa" che sia davvero tale; che si distingua, per uomini e metodi, dal complicato intreccio di relazioni "pericolose" e comportamenti ambigui che "bloccano" il paese, che sia capace di andare oltre divisioni e "comparanze".
I tanti scontenti degli attuali e, all'apparenza, immodificabili equilibri di potere, coloro che hanno un'idea diversa per il presente e per il futuro dell'arcipelago, potrebbero ritrovarsi attorno ad un "progetto" per le nostre isole e chiedere mandato al corpo elettorale per realizzarlo. Pochi, ma chiari ed efficaci punti programmatici dovrebbero essere gli unici e costanti riferimenti; il servizio alla comunità e non l'interesse privato il movente per l'impegno.
C'è progresso laddove responsabilità e risorse vengono equamente e meritoriamente distribuite. L'arcipelago guadagnerà efficienza e serenità se la logica imperante e primitiva del "clan", che avvelena la vita della comunità e piazza persone inadatte ma fedeli nei posti di potere, verrà superata.
Coloro che credono di cambiare registro con soggetti presentati come "nuovi" ma già assuefatti ai "costumi del sistema" e indicati dai succitati "soliti noti" sono degli illusi.
Per questo risulta sconveniente, considerati i risultati ed il momento storico, affidare la scelta dei candidati sindaci alle volontà del "palazzo": a prescindere dall'esito finale, vorrebbe dire, quasi sicuramente, "condannarsi" ad un altro lungo periodo di "stallo". E' necessario, piuttosto, far emergere e sostenere candidature che vengano "dal basso", obbligando partiti e "notabili" ad accettare un confronto aperto (primarie) e garantendo alla comunità la cura degli interessi collettivi e non di quelli "particolari" di furbe e ben introdotte minoranze. .
Questo è il percorso perchè il "cambiamento" non resti solo uno sterile slogan, questo il modo per offrire alla comunità eoliana l'opportunità di scegliersi un futuro diverso. Si può fare: basta volerlo veramente...

CORDIALMENTE
LUCA CHIOFALO

venerdì 2 settembre 2011

Ultimo video della band liparese degli Alcool Etilico " Distratto tra la veglia e la ragione"

Le Eolie su youtube. Oggi: "La Sciara del fuoco a Stromboli"

Come erano le Eolie...e gli eoliani. (I° anno/ XVIII puntata) (Riproposizione)

Continua il "viaggio fotografico" attraverso la rubrica "Come erano le Eolie...e gli eoliani".
Per molti sarà un viaggio nel passato, per altri sarà uno scoprire un parte delle "radici", una parte di queste isole e di coloro che le hanno popolato ed amate, per molti rivedere volti conosciuti, per altri ancora rivedersi.. come non si è più.
Chiunque volesse contribuire alla riuscita di questa rubrica e vuole proporre foto delle Eolie, di personaggi, di avvenimenti può farcele pervenire a questa mail http://ssarpi@libero.it
In caso di problemi di scannerizzazione si possono affidare a noi le foto contattandoci al 339.57.98.235.
Le foto cartacee saranno restituite
Le foto di oggi:
1) Lipari vista da Serra
2) Quattro amiche ai tempi della scuola. Da sinistra: Caterina Milano, Valeria Russo, Sarah Tomasello, Angela Ofria
3) La squadra di baseball del Lipari 2000 (anno 1988)
4) Giacomo Centorrino e Don Bartolino Ferlazzo (Pol. Canneto)

Attività dello Stromboli ad Agosto (fonte INGV)

Lo Stromboli attualmente si trova in uno stato di attività eruttiva persistente, con esplosioni di medio-bassa entità da diverse bocche eruttive nell’area craterica sommitale. Nel mese di agosto 2011, l’attività si è svolta con le solite fluttazioni; inoltre sono avvenuti diversi episodi esplosivi più forti nonché l’emissione di piccole colate laviche all’interno della terrazza craterica, ma anche sui fianchi esterni del cono, nella parte alta della Sciara del Fuoco. L’attività è avvenuta dalle due aree crateriche, poste nei settori nord e sud della terrazza craterica. Il 1° agosto 2011 alle 20:56 GMT la bocca esplosiva attiva nel settore NE dell’area craterica dello Stromboli ha prodotto un’effusione lavica che ha oltrepassato l’orlo craterico e si è riversata in direzione NE sul Pianoro ubicato a circa 650 m s.l.m., espandendosi il giorno seguente verso N lungo la scarpata della Sciara del Fuoco (colata lavica contornata in color rosa ed indicata con il numero 2 nell’immagine qui sopra). Il fenomeno è stato osservato molto chiaramente dalle immagini termiche registrate dalla telecamera di monitoraggio SQT ubicata sul versante orientale della Sciara del Fuoco alla quota di 400 m s.l.m. (vedi immagini qui sotto), almeno fino alle 5:20 GMT del giorno successivo, quando il fronte della colata in espansione verso N è uscito dall’area inquadrata dalla telecamera SQT e non è stato più possibile seguire l’evoluzione del fenomeno eruttivo. Per verificare l’area di espansione della colata, soprattutto nella fase successiva al suo prolungamento fuori dal campo di vista delle telecamere di monitoraggio, il 2 agosto è stato effettuato un sopralluogo diretto sul terreno da personale INGV-Catania.
Durante l’effusione lavica lungo il ripido pendìo della Sciara del Fuoco, diverse volte sono state osservate dalle telecamere di monitoraggio delle frane accompagnate dal sollevamento di nubi di polvere che oscuravano la visuale anche alla telecamera termica. Queste erano innescate sia dal rotolamento lungo la Sciara dei blocchi lanciati dall’attività esplosiva, che da quelli che si staccavano dal fronte della colata e rotolavano fino al mare. E’ da rilevare inoltre che durante la messa in posto della colata è proseguita l’attività esplosiva ai crateri sommitali, che non ha mostrato significative variazioni nello stile eruttivo.
Il sopralluogo diretto è stato effettuato tra le 18:00 e le 20:00 GMT in località Labronzo, e dalla postazione della stazione totale INGV per le misure geodetiche, alla quota di circa 195 m s.l.m. lungo l’orlo orientale della Sciara del Fuoco. Il rilievo di terreno, condotto con l’ausilio di una telecamera termica, ha permesso di evidenziare che la colata era ormai in raffreddamento, e che i fronti più avanzati si erano arrestati alla quota di circa 500 m s.l.m. Tuttavia non è stato possibile rilevare l’esatta quota dei fronti a causa della visione inclinata offerta dalla postazione, e del fatto che la colata si era espansa in una depressione. Durante il periodo di esecuzione dei rilievi termici di terreno, l’attività esplosiva dalle bocche sommitali del vulcano si è mantenuta molto vivace ed intensa, con abbondante ricaduta di prodotti oltre l’orlo craterico e lungo la Sciara del Fuoco.
Le successive analisi delle immagini termiche registrate dalla postazione di quota 400 m s.l.m. dalla telecamera termica fissa SQT hanno permesso di appurare che già alle 14:00 GMT il fenomeno effusivo si mostrava in regressione. Le immagini registrate da questa postazione hanno quindi confermato la cessazione dell’effusione lavica al momento dell’esecuzione dei rilievi di terreno.
Il 5 agosto alle ore 07:14 GMT una forte sequenza esplosiva è stata prodotta dalle due bocche più settentrionali dell’area craterica Sud (vedi l’immagine a sinistra) ed è stata caratterizzata da intesa attività di fontana di lava emessa a più riprese per circa 2 min che non ha raggiunto altezze elevate ma ha prodotto una notevole quantità di brandelli lavici che hanno coperto tutta la parte settentrionale della terrazza craterica senza però ricadere fuori dall’orlo della depressione.
La sequenza esplosiva è iniziata alle 07:14:53 GMT con un’emissione di materiale grossolano dalla bocca S1 che ha raggiunto circa 200 m di altezza ricadendo in direzione N. Alle 07:15:12 GMT è stata seguita da un getto di magma dalla bocca S2 arrivava a poche decine di m di altezza. Alle 07:15:26 GMT inizia un fontanamento alla bocca S2 della durata di circa 20 sec che raggiunge l’altezza di circa 150 m. Alle 07:15:50 GMT inizia il fontanamento alla bocca S1 della durata di circa 40 sec che raggiunge l’altezza di poche decine di m. Tutto il materiale prodotto dalle due piccole fontane di lava è ricaduto all’interno della terrazza craterica.
A partire dal giorno 11 agosto, sono avvenuti frequenti episodi di spattering vivace soprattutto dalla bocca posta in cima ad un cospicuo conetto (vedi le immagini qui sotto), sull’orlo sud-occidentale della terrazza craterica, che spesso hanno generato modeste colate laviche reomorfiche, prodotte dal deflusso dei brandelli lavici ancora caldi, che si sono espanse dalle pendici del conetto verso le zone più depresse della terrazza craterica. Il fenomeno è stato osservato (tutti gli orari sono in GMT): - dalle 18:30 del 11 agosto alle 11:45 del 12 agosto;
- dalle 19:30 alle 20:45 del 12 agosto;
- dalle 02:38 alle 07:08 del 13 agosto;
- dalle 13:25 del 16 agosto e le 05:00 del 18 agosto;
- dalle 07:08 a circa le 09:30 del 19 agosto;
- dalle 01:23 alle 07:20 del 20 agosto;
- dalle 21:38 del 20 agosto alle 00:30 del 21 agosto;
- dalle 00:58 alle 04:00 e dalle 06:45 alle 09:40 del 26 agosto;
- dalle 09:15 alle 15:30 del 27 agosto;
- dalle 17:45 alla sera del 30 agosto (questo episodio è avvenuto da una bocca posta al centro della terrazza craterica).
Durante alcuni episodi di spattering più intensi tra il 16 e il 19 agosto è stata osservata a più riprese la messa in posto di modesti flussi lavici reomorfici lungo il versante del conetto in direzione SE, e il 18 agosto uno sul versante della Sciara del Fuoco (comunicazione del COA) che si è sviluppato per circa 100 m. Il 20 agosto dalle 01:23 un forte e repentino aumento dell’attività di spattering ha prodotto un cospicuo riflusso dei brandelli incandescenti in direzione NE all’interno della depressione craterica che hanno formato un piccolo campo lavico non più esteso di circa 80 m che è stato alimentato fino alle 14.00. Lo stesso fenomeno è ripreso alle 21:38 ed è proseguito per tutta la mattina del 21 agosto.
Durante il primo episodio di spattering del 26 agosto è stata osservata a più riprese la messa in posto di modesti flussi lavici reomorfici lungo il versante del conetto in direzione SE e NE. Il 27 agosto una vigorosa attività di spattering il cui massimo è stato registrato tra le 9:20 e le 10:35, e tra le 11:35 e le 13:15, ha prodotto un abbondante riflusso di brandelli lavici espulsi durante lo spattering che hanno ricoperto interamente le pendici del conetto.
Infine, ua forte esplosione dalla bocca più settentrionale della terrazza craterica è avvenuta alle ore 05.06 GMT del 30 agosto, generando ricadute di materiale piroclastico grossolano anche nella zona del Pizzo.

Caccia Ambiente per la caccia nelle Isole minori siciliane. Successo di Caccia Ambiente Sicilia per l’apertura venatoria nelle isole di Lipari e Pantelleria.

Riceviamo dall'avvocato Claudio Mandarano per conto del Partito Caccia e Ambiente e pubblichiamo:
Il lavoro certosino messo in atto dai delegati locali di Caccia Ambiente ha favorito l’ultimo atto di autorizzazione, emesso dai sindaci delle due isole, che aprirà l’attività venatoria il prossimo 3 Settembre.
Tutto parte dal lavoro prezioso del Dott. Federico Cudia, membro della segreteria regionale del Partito, che già presso il Comitato Faunistico Venatorio ha posto le basi di questo successo facendo affidamento ad argomentazioni inconfutabili e avallate da sostanzioso apporto tecnico-documentale.
E’ seguita poi l’opera dei delegati locali Dott. Leonardo Valenza e Avv. Claudio Mandarano che rispettivamente per Pantelleria e Lipari hanno fornito la documentazione idonea a stimolare le autorizzazioni dei Sindaci Dott. Alberto Di Marzo e Dott. Mariano Bruno.
Si ringraziano per la preziosa collaborazione l’Avv. Nunziello Anastasi e il dott. Famà.
L’opera del Partito Caccia Ambiente si rivolge adesso al resto delle Isole minori dove tuttavia registriamo elementi ostativi all’emanazione delle ordinanze di autorizzazione per la presenza in tutto il territorio delle Z.P.S.
Se sarà possibile fare qualcosa non rimarremo a guardare.
Partito Caccia Ambiente
Delegazione Sicilia

Stromboli: denunciato dai carabinieri per violazione delle norme in materia di armi.

Prosegue l’attività di prevenzione e di contrasto dei carabinieri in relazione alle violazioni inerenti la disciplina delle armi ed in tale contesto, nell’ambito di una specifica campagna di prevenzione mirata appunto a reprimere la particolare tipologia di reato, i carabinieri della stazione di Stromboli hanno effettuato numerosi controlli e diverse perquisizioni nel territorio di competenza.
Nel corso delle verifiche effettuate, i carabinieri hanno deferito in stato di libertà un 62enne dimorante sull’isola di Stromboli (ME), per omessa custodia di armi. Nella circostanza, i carabinieri hanno accertato che il prevenuto deteneva, senza adottare le necessarie cautele, una pistola cal. 38. L’arma rinvenuta è stata sottoposta a sequestro.

Apertura caccia nel Comune di Lipari - Stagione venatoria 2011-2012. L'ordinanza sindacale

ORDINANZA SINDACALE N° 27 DEL 26/2011
OGGETTO: Apertura caccia sul territorio del Comune di Lipari - Stagione venatoria 2011-2012
IL SINDACO
VISTO il Decreto Assessoriale 24 agosto 2011 dell'Assessore alle Risorse Agricole ed Alimentari della Regione Sicilia, contenente il calendario venatorio 2011/2012, con i relativi allegati, pubblicati sulla G.U.R.S. in data 26/08/2011;
VISTO in particolare, l'art. 4, ultimo inciso, dell'allegato A, con cui l'Assessore demanda ai Sindaci delle Isole minori la facoltà di derogare all'applicazione dei criteri minimi uniformi stabiliti dal D.M. 17/10/2007 Min. Ambiente per le ZPS ed applicabili anche alle IBA (important birs areas), disponendo l'apertura della caccia in conformità al calendario regionale anche per tali aree, qualora l'attività venatoria venga valutata come compatibile con la presenza di turisti;
RITENUTO che, in ragione del limitato numero di cacciatori residenti nell'arcipelago e dell'impossibilità, per i non residenti, di esercitare l'attività venatoria, l'incidenza della caccia è del tutto trascurabile e non rappresenta in alcun modo fonte di disturbo per i turisti eventualmente presenti sulle isole nel mese di settembre;
RITENUTO altresì, che il prelievo venatorio costituisce condizione indispensabile per evitare l'aggravamento dei danni alla produzione agricola di pregio (vitigni, capperi, ecc.), provocata dal sovrappopolamento di conigli selvatici e dalle numerose colonie di corvidi e merli, non esistendo, nell'ecosistema dell'arcipelago, predatori terrestri diversi dall'uomo;
DISPONE E ORDINA
Che, in conformità a quanto previsto e dei poteri conferiti dall'art. 4, ultimo inciso, allegato A del D.A. 24/08/2011, in premessa meglio specificato, non trovano applicazione i criteri minimi uniformi stabiliti con D.M. 17/10/2007 per le ZPS ed estesi alle IBA, e che pertanto l'attività venatoria nell'arcipelago delle Isole appartenenti al territorio del Comune di Lipari possa essere esercitata a partire dal 03/09/2011, nei termini e con le modalità stabilite dal suddetto calendario venatorio.
Il presente provvedimento sarà pubblicato nelle forme di legge ed inviato agli organi di vigilanza (Guardia Forestale, Carabinieri, Polizia Municipale) e ne sarà consegnata copia ai cacciatori unitamente al tesserino venatorio.
IL SINDACO
Dott. Mariano Bruno

ANNO SCOLASTICO 2011/2012 . LA GARA A CHI INIZIA PRIMA (di Salvatore Rijtano)

Ho letto con l’interesse da genitore il calendario scolastico rapidamente formulato già il 1° settembre per l’inizio delle lezioni nell’istituto Isa Conti.
La voglia di anticipare il calendario regionale fissato per il 15 settembre non può che essere gradita da parte  dei genitori convinti come me che la scuola sia, dopo la famiglia,  il luogo ove i nostri figli creano le basi educative e formative per il loro futuro, e memori fra l’altro di diverse giornate di mancate lezioni dovute alle condizioni meteo avverse che impediscono periodicamente l’arrivo degli insegnanti.
Il motivo che mi spinge invece ad alcune perplessità è l’orario programmato dal 9 settembre e sino a data da destinarsi dalle 8,30 alle 11,00, evidenza di come effettivamente, la scuola non sia pronta con tutto il personale ad affrontare giornate di lezioni che possono chiamarsi tali e da qui la domanda ma qualè il motivo di questa gara a chi inizia prima?  Mi auguro che il dirigente d’istituto voglia darci adeguata e pubblica risposta.
                      Salvatore Rijtano
E' deceduta a Lipari la signora Giuseppina Tomarchio ved. Ziino di anni 83.
Ai figli, in particolare a Concetta, ai generi, in particolare a Franco, alle nuore e ai nipoti, in particolare a Carmen, le più sentite condoglianze.
I funerali saranno officiati domani alle 10 nella chiesa di San Pietro a Lipari

Siremar. Si sarebbe potuto fare di più. La nota di Federalberghi

Apprezziamo la disponibilità del Commissario Straordinario dei vertici Siremar ma rimane la convinzione che con un diverso impegno politico si sarebbe potuto fare di più. Questa la dichiarazione di Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Eolie e isole minori della Sicilia, all’indomani dell’incontro tenutosi alla presenza dei Sindaci, Mariano Bruno e Massimo Lo Schiavo, del Commissario Straordinario, Giancarlo D’Andrea e della direzione generale di Siremar, rappresentata da Lorenzo Murrali e Martino Casagrande.
È evidente, come per altro dichiarato dal Commissario D’Andrea, che le attività di amministrazione straordinaria hanno dei vincoli e degli obblighi ma questi, sostiene Del Bono, mal si sposano con quelli di una destinazione turistica chiamata a competere sullo scenario internazionale. L’assenza del quarto aliscafo per oltre un anno assieme a quella dei mezzi di riserva, così come il mancato impiego della motonave veloce isola di Stromboli, gli aliscafi costretti a viaggiare con capienza ridotta a causa della mancanza di manutenzione, l’assenza della Motonave Laurana ad inizio stagione e le continue difficoltà connesse alla prenotazione di posti e cuccette hanno davvero lasciato il segno. “Le ripercussioni negative e i danni sono sotto gli occhi di tutti e possiamo documentarlo - dice Del Bono - con le cancellazioni di gruppi e di individuali patite a causa dell’inaffidabilità dei servizi Siremar”. Accettiamo di buon grado la competenza di quanti impegnati in Siremar fanno del loro meglio per comporre un puzzle fatto di pochi mezzi (spesso inadeguati) e molte isole da servire (quattordici) ma se Siremar è salva lo si deve almeno in parte ai tagli subiti dagli abitanti e dagli operatori turistici delle piccole isole siciliane.
Per quanto riguarda le Eolie, da sabato rientra il terzo aliscafo e dal 20 anche il quarto e, onestamente a stagione finita sembra quasi una beffa.
Tra gli elementi positivi dell’incontro va rimarcato il mantenimento dei posti di lavoro per almeno due anni e l’obbligo da parte del nuovo vettore – il quale potrebbe diventare operativo già da ottobre superate le procedure con i sindacati e l’antitrust italiano - di rispettare le convenzioni che prevedono una dotazione in grado di coprire gli itinerari orari oggetto degli impegni, ivi compresi i mezzi di riserva.
Federalberghi Isole Minori della Sicilia 
Federalberghi Isole Eolie

Auguri mamma

Per la signora Basilia Spurio riceviamo e pubblichiamo questo messaggio d'auguri
Alla mamma più bella e più brava del mondo tantissimi auguroni di Buon Compleanno da Lillo e Piero

Parte domani la caccia in Sicilia

Parte domani la caccia in Sicilia, anche se con un calendario differenziato da specie a specie. Il 3 settembre via libera alle doppiette per la caccia al coniglio selvatico fino all'8 dicembre; dal 10 settembre al 31 dicembre, invece, sarà il turno di colombacci e merli; la caccia a tortora e volpe, invece, si apre il 18 settembre fino al 31 ottobre e al 30 gennaio 2012. Allodole, quaglie e beccaccia finiranno sotto tiro dall'uno ottobre fino al 31 dicembre; cesene e tordi fino al 10 gennaio, fagiani e altre specie di uccelli, invece, fino al 21 gennaio 2012. La caccia alla lepre selvatica si apre dal 10 ottobre fino al 21 novembre e dal 2 novembre fino al 30 gennaio, infine, anche quella al cinghiale. L'attività venatoria è consentita per tre giornate settimanali scelte liberamente dal cacciatore, esclusi il martedì e il venerdì durante i quali è sospesa. Per ciascuna giornata possono essere abbattuti fino a 15 capi di selvaggina; per alcune specie, come ad esempio conigli, lepri, quaglie, allodole, sono previste limitazioni. La caccia è vietata nelle riserve naturali, nelle oasi di protezione e rifugio della fauna selvatica, nelle zone cinologiche e del demanio forestale, nei fondi chiusi, nei centri e allevamenti di selvaggina di ripopolamento e nelle aziende fanunistico-venatorie e agro-venatorie della Sicilia.

Panarea. I vigili del fuoco hanno recuperato la salma dell'escursionista originario di Bassano del Grappa, habituè di Salina

Si sono concluse solo  in tarda serata a Panarea, in località Punta Corvo, le operazioni di recupero del corpo senza vita che era stato segnalato da un medico, habituè di Panarea, alle forze dell'ordine.
Gli accertamenti hanno permesso di stabilire che lo sfortunato escursionista era Orazio Condorelli, 67 anni, originario di Bassano del Grappa ma praticamente semi-residente a Salina.
Il recupero, effettuato dalla squadra dei vigili del fuoco  giunti da Lipari (caposquadra Marcello Caruso), si è rivelata alquanto difficile a causa del buio e della conformazione naturale del sito.
Per i soccorritori, tra i quali anche un carabiniere ed un volontario, il recupero (nella foto) e il successivo trasferimento sino alla parte sommitale della montagna e poi al porto è stata una vera e propria impresa, conclusasi dopo circa tre ore con la consegna del corpo dello sfortunato alla motovedetta (classe 700) dei carabinieri di Lipari.
L'immagine che si è presentata agli occhi dei soccoritori è stata terribile. L'uomo aveva tutta una serie di ferite lacero-contuse al capo e al viso, una gamba spezzata e tutta una serie di ematomi e tagli in varie parti del corpo.
Presumibilmente Condorelli che stava effettuando l'escursione in solitario, dopo essere inciampato e aver perso l'equilibrio, oppure dopo un malessere, è precipitato, rotolando, per diversi metri lungo quella vecchia stradella che permette praticamente l'effettuazione del giro completo dell'isola. L'incidente mortale dovrebbe essersi verificato intorno alle 13 di ieri, ora alla quale risale, infatti, l'avvistamento del corpo.
La salma dell'uomo, dopo l'arrivo a Lipari, è stata trasferita presso l'obitorio del maggior cimitero eoliano a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

giovedì 1 settembre 2011

Il sindaco Bruno e lo sbarco sul molo interdetto

Caro direttore,
nonostante le costole fratturate (probabilmente saranno solo incrinate) il dottor Bruno, primo cittadino di Lipari,  è più arzillo che mai. Qui ad Acquacalda oggi lo abbiamo visto sbarcare, senza alcuna difficoltà, da un gommone proveniente da Salina e subito dopo imbarcarsi sulla macchina del comune.
Al di là di questo però a noi cittadini di Acquacalda è sorto un dubbio. Visto che il sindaco è sbarcato su quel molo interdetto da tempo per la sua pericolosità non è che questo, a nostra insaputa, è tornato fruibile? Ci piacerebbe saperlo.
Oppure per il sindaco c'è una deroga speciale per sbarcare anche su una struttura interdetta?
Un gruppo di cittadini di Acquacalda

Panarea. Sarebbe di Salina (o avrebbe casa nell'isola) l'uomo ritrovato cadavere a Punta Corvo. Vigili del fuoco al lavoro

Sarebbe di Salina l'uomo avvistato cadavere in località Punta Corvo nell'isola di Panarea. Al momento non sono note le generalità. C'è anche chi sostiene che in realtà l'uomo sia originario della provincia di Catania ma avrebbe casa sull'isola verde delle Eolie.
Sul posto dopo una scalata irta di difficoltà, visto anche il buio, stanno per giungere i vigili del fuoco (caposquadra Marcello Caruso) del distaccamento di Lipari. Il corpo dello sfortunato sarà poi, presumibilmente, trasferito a Lipari con la motovedetta dell'Arma.

D'Andrea a Salina. "Con Siremar è stato fatto quanto possibile. I posti di lavoro garantiti per due anni"

COMUNICATO STAMPA
Si è svolto questa mattina presso il Comune di Santa Marina Salina, l’incontro tra i vertici della Siremar in A.S. e i rappresentanti dei Comuni eoliani.
Presenti alla riunione il Commissario Straordinario D’Andrea, il Dott. Murrali, il Com.te Casagrande, i Sindaci di Santa Marina Salina e Lipari, Massimo Lo Schiavo e Mariano Bruno, il vice Sindaco e l’Assessore di Malfa, Virgilio Ciampi e Clara Rametta, il presidente della Federalberghi Isole Eolie e isole minori della Sicilia, Christian Del Bono.
I Sindaci e la Federalberghi oltre ad esporre le problematiche che affliggono il settore Eolie e le conseguenze socio-economiche negative che le isole subiscono a causa dei continui disservizi, hanno chiesto delucidazioni sullo stato delle procedure di privatizzazione della Società.
Il Commissario D’Andrea ha esposto tutti i passaggi finora espletati riguardanti il procedimento di privatizzazione, assicurando che entro la fine di settembre sarà aggiudicata la gara.
L’attenzione è stata quindi posta sulla futura gestione della società e soprattutto sui servizi che saranno erogati e sulla possibilità di migliorarne alcuni, così come la certezza degli itinerari orari, al fine di programmare adeguatamente la stagione estiva 2012.
Aspetto importante, soprattutto in funzione del rispetto della nuova convenzione (servizio con 4 aliscafi oltre a quelli di riserva e 3 navi nel settore Eoile) da parte del soggetto che si aggiudicherà la gara è stata la rassicurazione che già da sabato rientrerà in servizio il terzo aliscafo, mentre da fine settembre si avrà anche il quarto aliscafo ( assente da oltre un anno).
Per quanto riguarda la situazione attuale, il Commissario Straordinario ha affermato che più di quanto è stato fatto non si poteva fare, considerando che la Siremar era una Società in fallimento e che solamente l’Amministrazione Straordinaria ha potuto sino ad oggi garantire la prosecuzione dei servizi.
In merito al personale in forza a Siremar, per il qule i Sindaci hanno espresso più volte forti preoccupazioni di carattere occupazionale, il Commissario ha dichirato che tutti i posti saranno garantiti per almeno due anni.

Eolie. E' una giornata tragica, C'è un morto a Panarea

E' una giornata tragica oggi nelle Eolie. Dopo il decesso del cittadino svizzero oggi pomeriggio a Porticello un altro cadavere è stato avvistato nell'isola di Panarea. Si troverebbe nell'area di Punta Corvo. Sul posto, da quanto abbiamo appreso, stanno convergendo le forze dell'ordine.

Cittadino austriaco muore nel mare di Porticello a Lipari

E' un cittadino austriaco l'uomo che ha perso la vita nel primo pomeriggio a Lipari-Porticello in prossimità dell'ex scivolo della pomice. Walter Groessl, 62 anni, nativo di Gloggnitz, vicino a Vienna, si è tuffato da una barca a vela ancorata al largo e ha tentato di raggiungere la riva. E' stato, invece, da quanto si apprende stroncato da un infarto. Inutili i soccorsi di coloro che si trovavano sull'arenile
Il cadavere dell'uomo, dopo gli accertamenti del caso, è stato trasferito all'obitorio del cimitero di Lipari a disposizione dell'autorità giudiziaria

Incidente a Panarea. Frattura per il sindaco Bruno

Incidente a Panarea per il sindaco di Lipari Mariano Bruno. Il primo cittadino è scivolato e ha riportato la frattura di una costola. La frattura è stata accertata a seguito della radiografia effettuata all'ospedale di Lipari. L'incidente è accaduto tre giorni fa ma la notizia è trapelata solo oggi.
Al sindaco Bruno i nostri auguri

Lipari. "Incontro" di insegnanti di judo

Una quindicina di insegnanti  tecnici  FIJLKAM si sono ritrovati a LIPARI (ME) per partecipare alla prima edizione  del  Know-how organizzato dalla  A.S.D. SPORTING CLUB  LIPARI e riservato solo agli insegnati di JUDO .
Molto interesse hanno suscitato gli argomenti trattati : dai principi della pianificazione e della programmazione sportiva  inerenti al judo ,alle tecniche relative alla perdita del peso corporeo per rientrare nella categoria di peso ,al riscaldamento pre gara , al periodo di  preparazione specifica imminente a una competizione.
Oltre a questo il Maestro Pierangelo Toniolo, responsabile della conduzione tecnica dello stage,nelle lezioni  pomeridiane ha sviluppato  spunti tecnici che hanno trovato l’approvazione e il consenso degli intervenuti per il diverso approccio didattico messo in evidenza;il tutto ha reso possibile ampliare ed arricchire le conoscenze degli intervenuti i quali hanno avuto la possibilità di porre quesiti  da cui è nato quindi anche un interessante  dibattito con scambio di esperienze vissute con i propri atleti.
Al dibattito e alle lezioni è stata importante la presenza  del Consigliere Federale Maestro Gaetano Minissale che con interventi mirati e puntuali è intervenuto allo sviluppo dei temi trattati contribuendo a rendere ancor più chiaro quanto dibattuto nelle lezioni.
Un ringrazia mento particolare  deve andare agli sponsor che ci hanno permesso di realizzare questo incontro :La USTICA LINES Spa e la NGI Spa  con le agevolazioni praticate sul costo del biglietto per e da Lipari, la farmacia dott.ssa Clotilde Cincotta di Lipari, Il ristorante “ La Cannata”  di Lipari Pianoconte,  Pantaxi di Panarea, Eolian Bunker di Lipari e la ditta Glorioso di Enna.
Inoltre il Comune di Lipari e l’Assessorato Regionale del  Turismo dello Sport e dello Spettacolo della Regione Sicilia.
Questa prima esperienza è stata sicuramente costruttiva per tutti i partecipanti e speriamo di poter proseguire il prossimo anno sulla stessa linea.

Canone idrico e messa in mora. Lauria interroga il sindaco

In questi giorni sono stati recapitati agli utenti del servizio idrico delle lettere aventi per oggetto: “sollecito di pagamento canone idrico e messa in mora”.
In merito a tale sollecito il sottoscritto, nella qualità di Consigliere Comunale, interroga la S.S. per conoscere:
- se gli importi oggetto del sollecito sono stati rimodulati secondo l’aumento indicato dalla Presidenza del Consiglio;
- se le lettere di sollecito sono state inviate indiscriminatamente a tutti gli utenti (morosi e non);
- se le spese di stampa e di notifica pari ad €. 4,35 poste a carico degli utenti che hanno regolarmente pagato quanto già richiesto, e che pertanto non verranno pagati, saranno poste a carico del Comune oppure a carico della Società che espleta il Servizio che non ha provveduto a scorporare le utenze che hanno regolarmente pagato, o di ulteriori ed eventuali responsabili.
         A tale proposito è opportuno che la S.S. dia disposizioni al Servizio Ragioneria per effettuare i dovuti accertamenti.
        Lo scrivente, resta in attesa di una urgente risposta, considerato il disagio che comporta per cittadini, e porge distinti saluti.

Bartolo Lauria
       Consigliere UDC

Annunziata/Raviola. Intervento dei vigili del fuoco

Pericolo per la pubblica incolumità in località Annunziata-Raviola nell'isola di Lipari a causa della vetustà di un ponte ubicato al di sotto della Provinciale che da Lipari conduce a Pianoconte-Quattropani. Dalla struttura si registra una continua caduta di calcinacci, anche di una certa dimensione.
Sul posto sono intervenuti stamani i vigili del fuoco del distaccamento di Lipari (caposquadra Marcello Caruso) che, dopo aver provveduto ad eliminare le parti di calcinaccio a forte rischio distacco, hanno provveduto a transennare(vedi foto) l'area in questione.

Come erano le Eolie...e gli eoliani. (I° anno/ XVII puntata) (Riproposizione)

Continua il "viaggio fotografico" attraverso la rubrica "Come erano le Eolie...e gli eoliani".Per molti sarà un viaggio nel passato, per altri sarà uno scoprire un parte delle "radici", una parte di queste isole e di coloro che le hanno popolato ed amate, per molti rivedere volti conosciuti, per altri ancora rivedersi.. come non si è più.Chiunque volesse contribuire alla riuscita di questa rubrica e vuole proporre foto delle Eolie, di personaggi, di avvenimenti può farcele pervenire a questa mail http://ssarpi@libero.it
In caso di problemi di scannerizzazione si possono affidare a noi le foto contattandoci al 339.57.98.235.
Le foto cartacee saranno restituite
Le foto di oggi:
1) Attilio Conti - Anno 1985 alla Bit a Milano
2) Lipari vista da contrada Diana
3) Mons. Bernardino Re in giro per le campagne (1932)
4) Lavoratori rastrellano la pomice "stesa" al sole
5) Lipari- Marina Corta
6) Lipari vista da Capistello




NB. CLICCANDO SULLE FOTO, ATTRAVERSO I PASSAGGI DI SLIDE, SI PUO' OTTENERLE INGRANDITE