Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 23 dicembre 2017

Incendio in una abitazione della centralissima via Marconi a Lipari




Un incendio si è sviluppato stasera all'interno di una abitazione ubicata nella parte bassa della Via Marconi di Lipari (di fronte alle suore)
Potrebbero essere state causate dal cattivo funzionamento di una stufa.
A lanciare l'allarme sono stati i vicini che hanno visto fuoriuscire del fumo
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per evitare che le fiamme potessero propagarsi. 
Ricognizione anche dei carabinieri.
Nessun danno alle persone (gli inquilini non erano in casa) e dei gatti che si trovavano all'interno sono stati recuperati sani e salvi. 
Ovviamente sono in corso di valutazione i danni all'immobile.
Le foto sono del nostro collaboratore Bartolo Ruggiero

I disservizi nell'ufficio postale di Stromboli. Presentato esposto alla stazione carabinieri

Due cartoline dalle Eolie inviateci da un nostro lettore, frequentatore dell'arcipelago

(Pierluigi Gaeta - Belvedere Maritttimo (CS) "La prima foto, dell'isola di Vulcano, è stata scattata dall'osservatorio a Lipari; l'altra navigando verso Vulcano con lo sguardo verso Lipari (punta della crepazza), sembra che vi sia raffigurato un leone sulla roccia, posizionato lì a protezione dell'isola di Lipari."


Incendio a Vulcano

Non solo d'estate, le Eolie bruciano anche d'inverno. Un incendio si è sviluppato stamane a Vulcano, in località Sotto Lentia.  Per domare le fiamme sono giunti da Lipari, con la motovedetta della Guardia Costiera, i vigili del fuoco (caposquadra Leonardo D'Amico). 
Non si tratterebbe, comunque, di incendio doloso. Presumibilmente si stavano bruciando delle sterpaglie e le fiamme sono sfuggite al controllo. Limitati, per fortuna, i danni. 

Festeggiati di oggi, 23 Dicembre

Buon Compleanno a Genny Martelli, Federica Addamo, Salvatore La Greca, Lio Raffaele, Monja Basile, Jacques Michaut-Paterno, Maria Rosa Boerci

E' deceduto Giovannino Lopes, storico ormeggiatore di Filicudi. Il cordoglio

Si è spento a Messina, dove era stato trasferito ieri con l'elisoccorso, Giovannino Lopes, storico ormeggiatore dell'isola di Filicudi.
Ai figli e ai parenti tutti le condoglianze di Eolienews

Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

La Canna (Filicudi) -
Santo del giorno: San Giovanni da Kety - 

San Giovanni da Kety


S. Giovanni Canzio nacque l'anno 1397 nel villaggio di Kety della diocesi di Cracovia, da piissimi genitori. Grazie alle loro cure trascorse nell'innocenza la sua giovinezza. Compiuti i primi studi, passò a quelli filosofici e teologici nell'Università di Cracovia, dove fu insignito dei gradi di dottore e di professore. Durante l'insegnamento, non solo illuminò la mente dei suoi discepoli con una dottrina pura, ma riempi i loro cuori della più sincera pietà. Ordinato sacerdote, all'ardore dello studio aggiunse una cura più sollecita per la sua perfezione. Dopo aver atteso ancora alcuni anni all'insegnamento, fu chiamato al ministero pastorale nella parrocchia di Itkusi. Questo ufficio, imponendogli nuovi obblighi, fece risplendere in lui nuove virtù. Vero pastore di anime, adempì con zelo edificante e con somma cura i doveri del sacro ministero. Severo con sè e indulgente verso gli altri, era il padre del suo gregge: tutti erano certi di trovare in lui un tenero amico. un consolatore nelle loro pene. Fu allora che egli divenne oggetto di ammirazione per la sua grande prodigalità verso i poverelli.

Una domenica mattina, recandosi in chiesa, trovò un povero disteso sulla neve, quasi nudo ed intirizzito dal freddo. Egli lo coprì col suo mantello e lo condusse alla sua casa, dove lo fece sedere alla sua mensa.

Più tardi fu richiamato all'insegnamento, ed impiegava tutto il tempo che gli rimaneva libero nella preghiera e nel beneficare il prossimo.

Lo commoveva il ricordo della passione di Nostro Signore e talvolta passava la notte nella contemplazione di questo mistero. Per scolpirla maggiormente nel suo cuore, intraprese un pellegrinaggio in Terra Santa. Quattro volte si recò a Roma per visitare le tombe dei santi Apostoli. In uno di quei viaggi incappò nei ladri che Io spogliarono di quanto possedeva. Gli chiesero poi se non avesse più altro e rispose di no. Ma continuando il cammino, accortosi che gli rimanevano alcune monete, corse loro dietro e le consegnò. Quelli ne rimasero talmente stupiti, che non solo ricusarono di riceverle, ma restituirono tutto quanto gli avevano preso.

Le veglie, i digiuni e le mortificazioni lo portarono ad un alto grado di perfezione, e l'anima sua, adorna di molti meriti, volò al bacio del Signore il 24 dicembre 1473. Aveva 70 anni. Molti miracoli furono operati per sua intercessione ed il Papa Clemente XIII, il 16 luglio 1767, lo innalzò agli onori degli altari.

PRATICA. La santità ed a sapere sono le basi di ogni fecondo apostolato e la sorgente di grandi meriti per l'anima nostra. Preghiamo S. Giovanni Canzio che ci ottenga da Dio amore al sapere e alla santità. 

PREGHIERA. Concedici, o Signore onnipotente, che, ad esempio di S. Giovanni confessore, progredendo nella scienza dei Santi e praticando la misericordia verso gli altri, conseguiamo, per i suoi meriti, il tuo perdono. 

venerdì 22 dicembre 2017

Filicudi: In attesa dell'ambulanza...il "furgone sanitario". Vergogna!

 "Partirà la nave partirà...quando arriverà questo non si sa"
Così recitava una canzone degli anni 60 che, riveduta e riadattata, per la situazione incredibile e vergognosa di Filicudi, diventa "Partirà l'ambulanza partirà...quando arriverà questo non si sa".    
Ebbene si, perchè, ancora una volta, oggi nell'isola si è dovuto assistere all'ennesimo trasporto di un paziente su un furgone sino all'elipista, con un uomo all'inpiedi a fare da "asta" per la flebo.
Immagini da vergogna e una situazione da terzo mondo, indegna di un paese civile e di una collettività - che come ribadisce la nostra collaboratrice Alessandra Li Donni "non ne può davvero più e rivendica un proprio diritto, un trattamento da esseri umani".
Adesso il tam tam dice che l'ambulanza per Filicudi è stata acquistata dall'amministrazione e che è imminente il suo arrivo. 
Oltre un anno fa, l'arrivo dell'ambulanza sull'isola venne annunciato ma poi se ne persero le tracce. Si dice per problemi burocratici.
Andrà meglio stavolta? Lo sapremo al prossimo soccorso. Nel frattempo gli abitanti di Filicudi tengono sempre pronto il furgone!

"Ma quale leggero accumulo..è un deposito incontrollato di rifiuti sul demanio marittimo". Giuffrè replica all'assessore Pajno. E a proposito delle compostiere "Chi le ha mai viste?"

Riceviamo e pubblichiamo:
Leggo il comunicato dell’assessore Pajno in merito alla problematica dei rifiuti di Ginostra e resto perplesso.
Infatti questo cattivo tempo dura da Settembre e fa in modo che la nave non riesca mai ad attraccare e così il prelievo dei rifiuti avviene mediamente ogni 15 giorni e solo dopo le proteste che arrivano dal borgo. Stranamente però i normali mezzi di linea nel frattempo ormeggiano con una certa regolarità.
Capisco che è fuorviante dire le cose come stanno ma ribadisco che questo ‘leggero accumulo’, così lo chiama l’assessore, è perenne e continuativo e si configura sicuramente come un deposito incontrollato di rifiuti nel Demanio marittimo senza rispettare i dettami del decreto legislativo 152/2006 che ho studiato attentamente.
E’ veramente grave , a mio avviso, affermare che l’amministrazione reputa inadeguata la frazione ad ospitare un piccolo centro di stoccaggio attrezzato ed è per questo motivo, non ha previsto nel piano d’ambito 2017/2024 alcun intervento strutturale. E’ come dire tenetevi l’emergenza perenne e lo scempio del territorio. Le compostiere chi le ha mai viste e poi veramente si pensa possano risolvere il problema definitivamente?
Per quanto riguarda la produzione e lo sversamento di liquami posso assicurare che ad oggi si continua a mettere in serio rischio la salubrità dei luoghi così come attestato anche dagli organi inquirenti in un recente sopralluogo effettuato a seguito di un esposto.
Basterebbe poco per risolvere il problema ma evidentemente non si ha la volontà di farlo.
Cordialmente
Gianluca Giuffrè

L'Architetto Mirko Ficarra nominato RUP per gli "Interventi di riqualificazione e protezione spiaggia di Canneto"

COMUNICATO
Con decreto n. 911 del 15/12/2017 il Commissario di governo contro il dissesto idrogeologico nella Regione Siciliana, dott. Maurizio Croce, in attuazione di quanto indicato con Delibera di Giunta Municipale n. 366 del 31/08/17 che dava copertura al progetto “Interventi di riqualificazione e protezione spiaggia di Canneto con uno stanziamento di 8.260.000 €” ha nominato RUP l’Architetto Mirko Ficarra, come richiesto dal Sindaco con PEC del 13/12/17 attivando di fatto l’iter per la realizzazione dell’importante opera.
Si rammenta che per l’affidamento dei lavori dell’altro intervento previsto per la prima parte del litorale di Canneto di un importo di 2.585.000 € si è in attesa del necessario parere di ottemperanza VIA.
Dalla Residenza Municipale, 22/12/2017
Il Sindaco
(Marco Giorgianni)

Aliscafo Antioco non raggiunge Stromboli e scatta la protesta. Utano scrive a Giorgianni


Natale. Santa Messa stamane in ospedale

Celebrazione della Santa Messa, stamane, in ospedale a Lipari in occasione del Natale.
Monsignor Gaetano Tripodo, accompagnato da Don Giuseppe Mirabito, ha portato l’augurio e l’abbraccio dell’ Arcivescovo ai presenti alla Santa Messa. 
Al termine l'arrivo degli "zampognari” Guarino e Lo Ricco.

Successo per i corsi di formazione per gli addetti del settore turistico

Si concludono con successo i due corsi di formazione per gli addetti del settore turistico.
Plurimpresa, agenzia per il lavoro, in collaborazione con Federalberghi Isole Eolie e le agenzie partner, ha promosso nelle Isole Eolie una serie di corsi gratuiti per quanti operano nell’industria alberghiera e della ristorazione attraverso il fondo Formatemp. I corsi scaturiscono dalle intenzioni raccolte dall’agenzia durante il “Tavolo tecnico sui rapporti di lavoro e gli strumenti per lo sviluppo”, tenutosi lo scorso 16 ottobre a Lipari. In quell’occasione era emersa forte l’esigenza di formare e professionalizzare le risorse umane locali per aumentarne la loro attrattività sul mercato del lavoro, dando al contempo alle imprese turistiche dell’arcipelago la possibilità di privilegiarle, limitando l’outsourcing.
Il primo corso, iniziato il 4 dicembre, “Social Media Marketing e Interpretazione e presentazione del territorio” ha consentito di illustrare agli addetti ai lavori i principali tools di chi si occupa di web e social media marketing, permettendo inoltre di entrare in contatto con gli elementi espressivi del patrimonio culturale e naturalistico eoliano nei diversi livelli di contatto tra gli addetti del settore e i visitatori.
“Troppo spesso – ha dichiarato il Presidente di Federalberghi Isole Eolie e Isole Minori della Sicilia, Christian Del Bono soddisfatto per della qualità delle docenze – si sottovaluta che l’esperienza di visita dei nostri turisti è dettata anche dalla nostra capacità di fornire loro un’interpretazione quanto più ampia e sfaccettata del nostro territorio. Chi lavora a diretto contatto con gli ospiti ma anche chi propone e quindi “vende” i nostri servizi e il nostro territorio, non sempre percepisce adeguatamente il valore aggiunto connesso ad un’informazione “arricchita” sul nostro patrimonio culturale e naturalistico. In quest’ottica, il web e i social media rappresentano un potente canale di comunicazione, ad oggi ancora poco o non adeguatamente sfruttato dalle nostre strutture”.
L’11 dicembre è stato invece avviato il Corso di avvicinamento a vino, birra e distillati. Con un approfondimento sulle tecniche di servizio, gestione e sulle nuove tendenze. “Anche in questo caso, ha continuato Del Bono, intendiamo dare una risposta ad una clientela sempre più esigente che si approccia alla tavola ed in particolare al beverage in modo decisamente più curioso ed interessato rispetto al passato”.
I corsi sono stati arricchiti da un modulo di inglese di livello intermedio - prevalentemente improntato sulla conversazione con le diverse tipologie di utenza - e dai moduli di formazione obbligatoria di sicurezza e antincendio.
A partire da gennaio si avrà la possibilità di allargare l’offerta formativa selezionando uno o più corsi tra lingua francese e tedesca, addetto ai piani, barman, cameriere di sala e controllo di gestione.
Federalberghi Isole Minori della Sicilia
Federalberghi Isole Eolie

Ginostra. L'assessore Pajno: "Ritardo nel ritiro rifiuti dovuto al maltempo". E ribadisce: "Trattasi di deposito temporaneo"

COMUNICATO STAMPA
Il cattivo tempo la fa da leone e ancora una volta la piccola frazione di Ginostra ne subisce le conseguenze. Non è sufficiente, anzi è fuorviante scrivere che dal 2 dicembre i rifiuti non vengono ritirati dalla nave preposta se non si esplicitano le motivazioni. Le condizioni meteo marine avverse di queste ultime settimane hanno di fatto impedito alla M/N Green Salina, in atto in sostituzione della M/N Green Lipari in cantiere per lavori di manutenzione, di fare scalo a Ginostra nei giorni in cui era stato programmato nonostante si fosse avventurata alla volta di Stromboli. Nei restanti altri giorni il mare agitato ha indotto il comando di bordo, per l’impraticabilità delle operazioni di manovra in banchina o per l’impossibilità di affrontare la tratta, a restare ormeggiati a Lipari piuttosto che recarsi a Milazzo.
Questo ha creato un leggero accumulo che non si configura di certo nel deposito incontrollato di rifiuti, ma piuttosto in un deposito temporaneo come previsto dal decreto legislativo 152/2006.
L’Amministrazione comunale è molto attenta alla problematica della piccola frazione, ma contestualmente è consapevole dell’inadeguatezza della frazione ad ospitare un centro di stoccaggio attrezzato. Per questo motivo, pur non prevedendo nel piano d’ambito 2017/2024 alcun intervento strutturale, si è ritenuto fornire gli abitanti di adeguate compostiere domestiche che di certo ridurranno di gran lunga la produzione della frazione umida. Inoltre è volontà dell’amministrazione minimizzare l’arco temporale di deposto temporaneo dei rifiuti, ma la loro gestione oggi è assolutamente confacente al dettato normativo.
E’ infine da precisare che grazie alla determinazione di questa Amministrazione il trasferimento dei rifiuti da Ginostra da qualche anno avviene a mezzo nave, escludendo l’utilizzo della barca, fino a quel momento in uso, che di certo comportava un trattamento diverso dei rifiuti oltre che una produzione e sversamento di liquame che metteva in serio rischio la salubrità dei luoghi, assicurando, per l’appunto, ordine e legalità.
Ad ogni buon fine, si rende noto che l’arrivo della Green Salina a Ginostra, condizioni meteo marine consentendo, è previsto in data odierna per le ore 15,45.
Dalla Residenza Municipale, 22 dicembre 2017

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi, 22 Dicembre

Buon Compleanno a Fabrizio Natoli, Maurizio Fichera, Rosalba Benenati, Jenny Russo, Rosa Famularo, Giovanni Villa, Vincenzo Profilio

Navi ed aliscafi (LXIX° puntata)

Nelle foto di oggi: 1) Alnilam, in prestito alla Siremar, ormeggiato a Rinella; 2)Angelina Lauro in breve sostituzione della Lipari sulla linea Messina - Milazzo - Eolie - Napoli; 3) L'Antioco a Punta Scaliddi

Oggi è il 22 Dicembre. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

Panarea, isolotti e Stromboli sullo sfondo - (foto dal web) -
Santo del giorno: Santa Francesca Cabrini - 
Santa Francesca Saverio Cabrini

Nella luminosa mattinata del 15 luglio 1850 uno stuolo di colombe apparve nel cielo di S. Angelo Lodigiano, piccolo paese dell'ubertosa pianura lombarda, volteggiò sulla casa dei coniugi Cabrini e si posò sul tetto e sui davanzali delle finestre; poco dopo in quella medesima casa nasceva una graziosa bimba, gracile e malaticcia, cui fu posto il nome di Francesca. Fin da piccola ricevette una sana educazione.

Giungevano ogni tanto dei fascicoli sulle opere che i missionari svolgevano nel mondo; Francesca ne sentiva la lettura fatta dal padre, e ne era così affascinata, che fin dall'infanzia si vide in lei ciò che sarebbe stato l'ideale della sua vita: farsi Missionaria. La piccina cominciò a studiare sotto la guida della sorella maggiore, dalla quale apprendeva gli insegnamenti della dottrina cristiana.

A undici anni emise il voto di castità e cominciò ad imporsi delle discipline e mortificazioni. Andò poi in collegio, secondo il volere dei genitori, e a 18 anni ne uscì con il diploma di maestra. Ma ella si sentiva chiamata alla vita religiosa e ben due volte aveva già chiesto di potersi far suora, e due volte era stata respinta per motivi di salute. A vent'anni Francesca perdette in breve tempo il padre e la madre. Fu così che accettò di andare a Codogno per dirigere un Istituto di carità. Qui potè avverarsi il suo sogno: il 19 settembre 1877, a 27 anni, pronunciò con alcune compagne i santi voti e divenne Superiora dello stesso Istituto.

Ma poco dopo, per complicazioni causate dallo squilibrio mentale dell'ex-superiora, l'Istituto venne sciolto e il Vescovo incaricò Suor Francesca di fondarne uno nuovo, che il mese dopo ricevette l'approvazione diocesana col nome di Istituto delle Missionarie del Sacro Cuore. Francesca aveva allora trent'anni, era sempre debole e malaticcia, senza molta istruzione, senza appoggi, senza risorse finanziarie.

Innanzitutto ella pensò che l'Istituto dovesse avere una funzione educativa : accogliere ed istruire le giovanette. Comincia ora per Francesca una nuova vita di stenti e di sacrifici. Dopo Codogno apre altre Case a Milano, a Roma, e in altre parti d'Italia.

Ma il suo sogno rimaneva sempre quello di partire per le missioni e per questo rivolse a Leone XIII la domanda per essere inviata in Cina.

« Ma perché in Oriente? — le rispose il grande Papa — Vi sono altri luoghi dove è necessaria la nostra azione. Vi è per esempio, l'America. Migliaia e migliaia di emigrati italiani vivono negli Stati Uniti. Sono in quel vasto paese da poco tempo e non ne conoscono la lingua, i costumi. Avrebbero bisogno di scuole, educandati, orfanotrofi ». E Madre Cabrini obbediente partì con lo stesso slancio che l'aveva sempre animata, e lì fondò orfanotrofi ed ospedali a vantaggio specialmente degli emigrati italiani. D'ora in poi Madre Cabrini farà la spola fra l'America e l'Europa per fondare nuove Case o per visitare quelle già fondate.

Dagli Stati Uniti passa al Nicaragua, poi nell'Argentina, nel Perù, nel Cile, ovunque fondando orfanotrofi e ospedali. Poi passa in Spagna, in Francia, in Inghilterra e di nuovo in Italia, dove ha la consolazione di vedere approvata definitivamente la sua opera dalla Chiesa. D'ora in poi Madre Cabrini resterà sempre in America tra i suoi emigrati e in mezzo a questi morirà il 22 dicembre 1917.

PRATICA. Un giorno chiesero a Madre Cabrini dove attingesse la forza per fare tutto quello che faceva e lei rispose: nella preghiera. Se vogliamo far prosperare le nostre opere di apostolato e le opere di bene, irroriamole colla preeghiera, soprattutto con la grande preghiera della carità e dell'amore verso il prossimo. 

PREGHIERA. O Dio, per intercessione di S. Francesca Cabrini, dàcci, te ne preghiamo, quella grande carità e quel grande amore verso il prossimo che fu il segreto della Santa di cui oggi celebriamo la festa

giovedì 21 dicembre 2017

Il presepe nella chiesetta del Santissimo Salvatore.

Un bel presepe è stato realizzato da Bartolo e Giuseppe Lo Schiavo nella piccola chiesetta di San Salvatore, nell'omonima frazione dell'isola di Lipari.
Per chi volesse ammirarlo dal vivo la chiesetta resta aperta dalle 8 alle 20 e 30.
Martedì 26 Dicembre nella chiesetta, alle 11, sarà celebrata la Santa Messa.
IL VIDEO DEL PRESEPE:

A Lipari cercasi badante H24 per due anziani. Oltre alla retribuzione si concede vitto e alloggio. Contattare il 347-5048209

Natale a Canneto. Capanne in piazza e "Mostra di beneficenza"





 Capanne in piazza a Canneto in occasione delle Festività natalizie. Organizzatore un gruppo della frazione di Lipari. 
Contestualmente, in un locale di fronte alla piazzetta, hanno organizzato una "Mostra di beneficenza". 
La mostra si può visitare ogni giorno a partire dalle ore 16 e 30





Buon Natale 2017 dalle classi I° A e B della Primaria di Lipari centro (video)

Cancelli in ferro per proteggere l'area dei Servizi demografici di Lipari

Costerà 5.000 euro proteggere l'area dei Servizi Demografici del Comune di Lipari con cancelli in ferro in vista dell'installazione delle apparecchiature per l'emissione della CIE (Carta d'identità elettronica).
Il lavoro se lo è aggiudicato la ditta "L'arte fabbrile di Beninati Daniele" che ha presentato l'offerta più bassa tra le ditte contattate

Atti sessuali con piccola di 5 anni. Simulava il gioco del dottore. Carabinieri arrestano uomo residente a Panarea

LEGIONE CARABINIERI SICILIA
Comando Provinciale di Messina
Comunicato stampa del 21 dicembre 2017

Compagnia di Milazzo

Arcipelago Eoliano (ME); i Carabinieri arrestano un uomo per atti sessuali con minorenne. Simulava il gioco del dottore.

Nella mattinata odierna, i Carabinieri di Milazzo ed in particolare quelli della Stazione di Milazzo, in ottemperanza all’ordinanza di misura cautelare emessa dall’Ufficio del G.I.P presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, su richiesta della locale Procura della Repubblica, guidata dal Procuratore Capo Emanuele Crescenti, hanno tratto in arresto un 38enne, già noto alle Forze dell’Ordine, perché ritenuto responsabile di atti sessuali con minore, aggravato per essere stato commesso in danno di una persona minore degli anni dieci.
L’articolata attività d’indagine, protrattasi per diversi mesi, durante la quale la vita e le abitudini dell’arrestato sono state oggetto di attento e continuo monitoraggio, unitamente ad indispensabili consulenze psicologiche svolte, hanno permesso di acquisire numerosi ed oggettivi riscontri che hanno portato a delineare, a carico dell'uomo, la pesante accusa di atti sessuali con minore aggravata, compiuta nel dicembre 2015, ai danni di una minorenne che gli era stata affidata ed approfittando della fiducia che gli era stata accordata.
In particolare l’uomo, approfittando del rapporto di fiducia che intercorreva con la famiglia, rimasto da solo con la fanciulla di appena cinque anni, nel simulare il gioco del dottore e l’ammalato la palpeggiava, baciandole le parti intime. La bambina, successivamente confidava alla madre l’episodio. Ricevuta la denuncia nel mese di ottobre 2016, i Carabinieri coordinati dal Sost. Proc. Dott.ssa Sarah Caiazzo, avviavano tempestivamente le indagini, che con accertamenti tecnici, ascolto protetto della vittima e riscontri alle sue dichiarazioni, raccoglievano gravi indizi di reità a carico del 38 enne C.S.
Il prevenuto, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’A.G. mandante è stato condotto presso la sua abitazione al regime degli arresti domiciliari.

Ci lascia il dottor Enrico Monteleone. Il cordoglio

E' deceduto stamane il dottor Enrico Monteleone, aveva 60 anni. 
E' stato responsabile del servizio di igiene pubblica e direttore di presidio dell’ospedale di Lipari
Alla moglie, ai figli, ai parenti tutti le più sentite condoglianze dalla famiglia Sarpi e da tutto lo staff di Eolienews.


Partecipiamo con profonda tristezza al dolore che ha toccato la vostra famiglia per la perdita del carissimo Enrico. Vi abbracciamo con affetto e vicinanza. Francesco, Angela, Silvia, Marco Coscione.

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi, 21 Dicembre

Buon Compleanno a Mariagrazia Bonica, Salvatore De Gregorio, Tania Zaia, Angela La Torre, Nicolas Rando, Giovanna Cilona, Laila Volpe

Annullata per maltempo la corsa in nave Milazzo - Eolie - Napoli

Siremar comunica che a causa delle avverse condizioni metereologiche la corsa prevista per le 13,50 della motonave Paolo Veronese da Milazzo per le Eolie e Napoli è stata annullata.

Le Eolie nelle stampe d'epoca (XLVI° puntata)


Navi ed aliscafi (LXVIII° puntata)

Nelle foto: 1) Altair (Snav); 2) Altares (Snav); 3) Aliscafo Ustica Lines

San Calogero e abbandono (di Francesco Coscione)


Nello scorso mese di Ottobre ho più volte incontrato gruppi di turisti che nelle loro escursioni transitavano da San Calogero. Queste immagini risalgono a quel periodo e alla scorsa estate. All' uomo qualunque come me, interessa poco o niente di chi sono le competenze ma dà una sensazione di insofferenza pensare ai miliardi di lire che sono stati spesi da noi uomini qualunque (Comune, Provincia, Regione, Stato o Europa sempre soldi nostri sono!) e adesso non c'è neanche un centesimo per rimuovere poche erbacce e inchiodare una palizzata. 
Sono certo che basterebbe una giornata di lavoro di due operai. 
Non risolverebbe i problemi dell'umanità ma almeno i turisti della tanto decantata destagionalizzazione, potrebbero guardare la vasca, sedersi sul bordo per una sosta e non pensare e purtroppo dire al mondo, che siamo degli sciagurati sciuponi a distruggere così i doni della natura.
Chi ha orecchie per intendere intenda ma a me pare che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
Francesco Coscione

Maltempo, sospese le corse in nave del mattino sulla Milazzo-Eolie e Palermo-Ustica

Siremar rende noto che a causa delle avverse condizioni metereologiche le corse del mattino sulle linee Milazzo-Eolie e Palermo-Ustica delle 6,30, 7 e 8,30 sono state sospese.
Di conseguenza saltano le corse sul percorso inverso

Oggi è il 21 Dicembre. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

La "lupa" nasconde Faraglioni e Vulcano -
Santo del giorno: San Pietro Canisio - 

San Pietro Canisio


È un degno figlio di S. Ignazio di Loyola, destinato da Dio a risplendere di luce vivissima nella Germania, nel tempo in cui Lutero si ribellava alla Chiesa, seminando la zizzania infernale dell'eresia protestante.

Nacque Pietro a Nimega in Olanda l'8 maggio del 1521, da Giacomo ed Egidia Houweningen, pii e nobili signori. Ancora piccolo, dimostrava la sua inclinazione alla pietà imitando le cerimonie sacre. Fatto più grandicello, il padre per dargli una formazione più completa, lo mandò all'università cattolica di Colonia, ove progredì rapidamente negli studi, ma specialmente nella via della santità.

Quivi s'incontrò con l'uomo che lo consigliò ad entrare nella Compagnia di Gesù, il B. Pietro Fabro, uno dei confondatori della medesima.

Molto lottò e molto soffrì per seguire la sua vocazione, ma la sua costanza fu coronata brillantemente. Pietro fu uno dei primi figli di S. Ignazio, ma un figlio preziosissimo : fondò vari collegi, fu provinciale di Germania, partecipò a tre Congregazioni Generali, intervenne al Concilio Tridentino ed ebbe altri delicati uffici che disimpegnò sapientemente. Conquistò e formò altri degnissimi figli al nuovo ordine. Dotato del dono della sacra eloquenza, ed assistito dalla divina grazia, illuminava le menti, toccava i cuori e muoveva le volontà nella via della giustizia, operando prodigi di grazia; per parecchi anni fu il predicatore della Cattedrale di Vienna e tenne innumerevoli missioni in altre città; fu il difensore della dottrina cattolica in cinque congressi contro gli errori di Lutero.

Monumenti preziosi del Canisio sono i molteplici suoi scritti, tra i quali primeggia il « Catechismo », opera latina che godette dell'universale ammirazione e presto si divulgò e fu adottata in tutto il mondo cattolico. In essa sono esposte in forma facile e chiara le prime verità cristiane, e si difende strenuamente la morale cattolica contro gli assalti dei novatori.

Il filo d'oro che raccolse e radunò tanta forza e tanta attività in quest'uomo santo, che lo rese così attivo, fu il suo spirito di orazione: questo era l'anima del suo apostolato. Egli è maestro di vita interiore. Questa sua vita d'unione divina culmina colla visione del S. Cuore, avuta nella Basilica Vaticana.

Grandemente onorato da prìncipi, da uomini chiarissimi per santità e da quattro Sommi Pontefici, sentiva così bassamente di sé, da reputarsi l'ultimo di tutti. Ricusò tre volte il vescovado viennese. Ossequientissimo ai suoi superiori, ad un loro cenno era pronto a lasciare o intraprendere tutto, anche con pericolo della salute e della vita. Colla volontaria mortificazione di sè custodì sempre la castità. Morì il 21 dicembre 1597.

Avendo con la sua penna servito degnamente la S. Chiesa, questa lo premiò coll'aureola di Dottore.

PRATICA. Il Catechismo è la dottrina della Chiesa Cattolica: devono studiano non solo i fanciulli, ma anche gli adulti, intervenendo alle istruzioni parrocchiali. 

PREGHIERA. Dio, che per difendere la fede cattolica fortificasti il beato tuo confessore Pietro, concedi propizio che, mercè i suoi esempi ed insegnamenti, gli erranti si ravvedano ed i fedeli perseverino nel professare la verità. 


mercoledì 20 dicembre 2017

L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi

Ginostra. "Dal 2 Dicembre i rifiuti restano illegalmente sul demanio marittimo...ma alle Eolie tutto è permesso". La denuncia di Gianluca Giuffrè

Riceviamo e pubblichiamo:
Dal 02 Dicembre i rifiuti di Ginostra non vengono ritirati dalla nave preposta e continuano a rimanere depositati illegalmente sul Demanio Marittimo ( attività di raccolta e successivo deposito incontrollato di rifiuti in assenza dei requisiti tecnici essenziali previsti dalla normativa di settore. Gestione di rifiuti non autorizzata).
In un paese civile certe cose non dovrebbero accadere ma nelle Eolie tutto è permesso.
Si prende atto, inoltre, della totale mancanza di volontà dell’amministrazione comunale di Lipari di risolvere la problematica che più volte è stata segnalata. Non esiste infatti nessuna voce specifica riguardante Ginostra nel futuro piano settennale dei rifiuti così come agli atti non risulta nessun progetto specifico per lo smaltimento e lo stoccaggio dei rifiuti della borgata per il successivo trasferimento via mare. E’ stato inoltre bocciato nell’ultimo consiglio comunale un emendamento fatto per Ginostra ( dalla Minoranza) che avrebbe potuto assegnare le risorse necessarie a creare finalmente ordine e legalità.
Vergogna…………………
Grazie per il regalo di Natale che fate alla nostra comunità.
Gianluca Giuffrè

Vendita diretta del pescato nei porti eoliani. La nuova ordinanza del Circomare Lipari

Per visualizzare l'intera ordinanza cliccare su questa link. https://www.sfogliami.it/fl/160480/9gdmhnv2htm9pj42gd1y8jsfmxnp9g8
Clicando sul vertice basso, a destra, della foto che si apre, si può sfogliare il documento

Bando Periferie, illustrata a Palazzo dei Leoni la convenzione siglata a Palazzo Chigi Il Commissario Calanna ha presentato alla stampa l'accordo, 40 milioni per 44 progetti di interventi in 38 Comuni del territorio metropolitano

Proseguono a ritmo serrato i passaggi che porteranno alla realizzazione di 44 progetti, presentati da 38 Comuni del territorio metropolitano e che, grazie all'accordo firmato l'altro ieri a Palazzo Chigi, permetterà il finanziamento degli interventi con 40 milioni di euro per la riqualificazione delle aree degradate e marginali dei centri urbani.
Questo il tema principale illustrato stamani dal Commissario straordinario Francesco Calanna nel corso della conferenza stampa tenutasi a Palazzo dei Leoni che è servita a fare il punto sulle procedure che, dopo la firma della convenzione avvenuta l'altro ieri a Palazzo Chigi, coinvolgono numerosi Comuni metropolitani, inseriti nella graduatoria dei progetti presentati nell'ambito del Bando Periferie.
“Un'occasione fortemente voluta dal Governo nazionale” - ha sottolineato il Commissario Calanna - “che ha messo a disposizione la somma di due miliardi e cento milioni, che con i cofinanziamenti giunge a quattro miliardi, per realizzare un piano organico di recupero delle aree con maggiore criticità del Paese. Nel territorio metropolitano di Messina saranno 40 i milioni da investire nei 44 progetti inseriti in graduatoria; si tratta del finanziamento massimo ottenibile e che rappresenta un successo se consideriamo che altre Città Metropolitane di dimensioni nettamente superiori come Roma e Milano hanno ottenuto lo stesso nostro importo. Con la firma della convenzione di ieri si avvia una tappa fondamentale che ci avvicinerà ulteriormente alla fase esecutiva che dovrà essere avviata nei brevissimi tempi predisposti dalle procedure attuative. Un'azione finalizzata alla crescita del territorio che, in un futuro, potrebbe contemplare non solo interventi strutturali ma anche un'azione che soddisfi le esigenze immateriali delle nostre periferie più degradate attraverso progetti di attività sociali di aggregazione”.
Sulla graduatoria stilata, il Commissario Calanna non ha escluso che possa avvenire uno scorrimento qualora siano stati inseriti progetti che risultino presenti anche in altri piani d'intervento; inoltre, sulla base dell'accordo siglato a Roma, è opportuno che i singoli Comuni recepiscano il contenuto della convenzione e sulla base di ciò procedano a rafforzare l'azione amministrativa con un supporto tecnico che realizzi una verifica costante degli stati d'attuazione e garantisca un'attenta analisi della rendicontazione.
La Città Metropolitana è il soggetto beneficiario dell'accordo ma gli enti attuatori rimangono i Comuni, per cui tutte le procedure di gara e di assegnazione dei lavori saranno nel pieno potere dei singoli enti locali mentre il ruolo di Palazzo dei Leoni sarà quello di coordinamento, controllo e verifica dei vari passaggi, un iter informatizzato che non ammetterà errori né ritardi in quanto il flusso dei dati dovrà essere inserito in una banca dati centralizzata che, solo qualora riconosca come valida la procedura effettuata e regolari gli atti inseriti, permetterà l'erogazione dei fondi e il raggiungimento degli obiettivi progettuali.
Pertanto, è necessario procedere bene e celermente, tenuto conto dei tempi ristretti e delle difficoltà tecniche da affrontare.
Un aspetto importante è determinato dalla possibilità di recupero dei ribassi di gara che potranno essere riutilizzati dall'ente attuatore all'interno dello stesso progetto mentre l'attività di finanziamento sarà basata sull'anticipazione delle somme (la prima tranche sarà del 20% dell'importo finanziato) e non sul sistema di rendicontazione.
In tal senso sarà importante creare un'azione sinergica tra tutti gli attori presenti sul territorio, una disponibilità che è stata espressa da molti enti pubblici, da ordini professionali e dalle associazioni di categoria quali l'Associazione nazionale Costruttori Edili di Messina e l'ANCI Sicilia.
Tutto questo è il frutto di una ampia concertazione che sta coinvolgendo le forze attive del territorio; al rientro da Roma il Commissario straordinario Francesco Calanna ha immediatamente organizzato riunioni specifiche sull'argomento, con tutti gli organismi amministrativi, in particolare i sindaci dei Comuni coinvolti, professionali, sindacali e produttivi che insistono nel territorio attraverso la realizzazione di un tavolo della programmazione, uno strumento di partecipazione democratica e di condivisione che garantisce un coordinamento partecipativo ed informativo efficiente.
Nel corso del tavolo tecnico svoltosi ieri mattina, sono state valutate tutte le ipotesi realizzative e partecipative, un'analisi delle prospettive e delle articolazioni procedurali che è stata sintetizzata in una proposta di collaborazione comune che è stata raccolta con estremo favore da Autorità Portuale, Consorzio Autostrade Siciliane, Istituto Autonomo Case Popolari, Ordini professionali degli Ingegneri ed Architetti, ANCI Sicilia, sindacati, ANCE Messina.
Nell'incontro pomeridiano di ieri con i sindaci dei trentotto Comuni interessati dai finanziamenti del Bando Periferie, si è avuto un confronto sulle problematiche e sulle linee guida che dovranno realizzarsi, un dibattito particolarmente apprezzato dalle autorità presenti che hanno sottoposto ai responsabili della Città Metropolitana chiarimenti su varie problematiche attuative; gli amministratori dei Comuni hanno sottolineato l'alto valore politico degli incontri che realizzano compiutamente il principio di partecipazione democratica condivisa sulle strategie di sviluppo che coinvolgono le comunità del territorio metropolitano messinese.
Il Commissario Calanna, infine, ha concluso l'incontro con la stampa sottolineando l'alta valenza dei progetti, un'occasione importante per la crescita dell'intero territorio e per la creazione di posti di lavoro in un periodo in cui la crisi sta attanagliando l'economia generale e, soprattutto, quella dei piccoli centri abitati.

"I colori del Natale". Spettacolo dei bambini della Scuola dell'infanzia (Terza parte di tre)

Comune di Lipari. Dalla Regione ulteriori tagli per 485 mila euro

La Regione ha tagliato ulteriori 25 milioni caricando solo su Comuni con piu' di 5.000 abitanti. Nel Comune delle Eolie ci sono tagli, rispetto alle previsioni di bilancio, per € 485.000,00.
La Giunta Giorgianni sta varando un Piano esecutivo di gestione che non consente di impegnare le risorse oggetto di tagli della Regione

Ambulanti tirano sospiro di sollievo. Rinviata piena adozione della Bolkestein

Roma, 20 dic. (AdnKronos) – Nottata di lavoro in Commissione Bilancio della Camera dove va avanti la votazione degli emendamenti alla manovra. Fra quelli approvati, l’emendamento proposto dal Pd che mantiene la validità delle concessioni del commercio ambulante, facendo così slittare la piena adozione nel nostro paese della direttiva Bolkestein.
Il testo approvato prevede che “al fine di garantire che le procedure per l’assegnazione delle concessioni del commercio su aree pubbliche siano realizzate in un contesto temporale e regolatorio omogeneo, il termine delle concessioni in essere alla data di entrata in vigore della presente disposizione e con scadenza anteriore al 31 dicembre è prorogato fino a tale data”.

Gli auguri di Eolienews ai festeggiati di oggi, 20 Dicembre

Buon Compleanno a Basilio Mirto, Roberta Maiorana, Maria Famularo, Gaetana Puglisi e Marinella Di Cecca

Navi ed aliscafi (LXVII° puntata)

Nelle foto di oggi: 1) Aliscafo a Marina Corta (anno 2004); 2) Aliscafo a Punta Scaliddi; 3) Aliscafo a Santa Marina Salina

"Big data" giovedì incontro alla Camera di Commercio

Si terrà giovedì 21 dicembre alle 10.30, nella sala Consulta del Palazzo camerale, il workshop “Big Data. Perché sono importanti per il tuo business”.
L’incontro sarà introdotto dal presidente della Camera di commercio, Ivo Blandina. Relazioneranno Marcello Perone e Gabriele De Filippo di Founder Innesta su “Come lo studio del Big Data ha cambiato il business delle imprese”.

"I colori del Natale". Spettacolo dei bambini della Scuola dell'infanzia (Seconda parte di tre)

Oggi presentazione a Palermo del libro "Le Isole Eolie" di Pietro Lo Cascio

Oggi 20 dicembre, alle ore 16, presso il Museo geologico "Gemmellaro" dell'Università di Palermo sarà presentato il libro "Le Isole Eolie" di Pietro Lo Cascio (Edizioni Danaus, 2017).
L'incontro è organizzato dalla direzione del museo e dalla Società Siciliana di Scienze Naturali.
Interverranno il presidente della SSSN, prof. Attilio Carapezza, e l'autore.

Oggi è il 20 Dicembre. Buongiorno con questa cartolina dalle Eolie e con il Santo del giorno

Arcobaleno su Canneto (foto Silvia Sarpi) -
Santo del giorno: San Liberato - 
San Liberato (Liberale)


Proveniente da un elenco del ‘Martirologio Geronimiano', il nome di s. Liberato martire, fu inserito, anche qui al 20 dicembre, nel ‘Martirologio Romano' composto nel secolo XVI, dal grande storico cardinale Cesare Baronio.

Nonostante che in tutti i codici è indicato con "in Oriente", egli è invece un autentico martire di Roma, il suo nome era più propriamente Liberale, in latino Liberalis, tradotto poi erroneamente in Liberatis.

Egli era certamente sepolto nel cimitero di Via Salaria Vecchia, dove riposavano anche i due martiri Giovanni e Festo; gli ‘Itinerari' del secolo VII, che riportavano per i fedeli pellegrini, le basiliche e catacombe con tombe di martiri, citano s. Liberato sepolto nel sottosuolo della basilica, dedicata al martire Giovanni.

Egli era un console, discendente da nobile famiglia, che fattosi cristiano si innamorò di Cristo, rinunziando alla carriera, alla politica, agli agi della nobiltà e seguendo la nuova via dell'amore fraterno e della fede in Dio, venne arrestato e condannato a morte, sotto il regno di Claudio il Gotico (269-270).

Un certo Florio, eresse in onore del martire il mausoleo tombale, con la speranza di ottenere da Dio un giusto premio per la sua venerazione dei santi; in una lapide messa dallo stesso Florio, egli racconta che il sepolcro era stato profanato durante l'invasione di Alarico nel 410 e che lui fedele devoto, l'aveva restaurato.

martedì 19 dicembre 2017

"I colori del Natale". Spettacolo dei bambini della Scuola dell'infanzia (primo filmato di tre)

"I colori del Natale": in questo post, il video con i saluti della dirigente Mirella Fanti, del presidente del consiglio d'Istituto, Massimo Taranto, l'intervento di alcune mamme e il primo brano proposto dalla collettività dei bambini. Domani pubblicheremo altri due filmati estratti dallo spettacolo di stamane

Articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi

Riflessione (di Francesco Coscione)

All'inizio della messa di Domenica scorsa, davanti a me in Chiesa c'era una mamma che insegnava al figlio di pochi anni che teneva in braccio, a farsi il segno della Croce. 
Domenica pomeriggio in una trasmissione della Rai, la conduttrice iniziava facendo gli auguri a Papa Francesco puntualizzando, quasi scusandosi, subito dopo che era laica e che sperava che questo non avesse portato a polemiche. 
Un prete è stato accusato di blasfemia dai parrocchiani perchè ha voluto mettere la natività su una zattera in segno di solidarietà con i migranti. 
Il web si colora di rosa delle immagini della natività con due San Giuseppe vestiti di rosa per vicinanza ai gay. 
Per non offendere i non credenti e le confessioni religiose diverse non mettiamo Crocifissi e presepi nelle scuole e impediamo le recite natalizie. 
Dei ragazzi distruggono un presepe postando immagini oscene con i pastorelli fatti a pezzi. 
Qualcuno prende a sassate un crocifisso artistico messo ad un incrocio. 
Qualcuno propone di non nominare più il Natale ma di chiamarlo festa d'inverno per non offendere atei e altre religioni.
La lista potrebbe continuare a lungo. 
Non metterò nessun commento a quanto sopra scritto e non mi addentrerò in ricerche esegetico-teologiche che sono inutili e non ne avrei la cultura. Penso che il problema non siano ne gli atei ne coloro che appartengono a religioni diverse. Gli occidentali che vivono nei paesi arabi non credo che facciano una richiesta ai governi per impedire che venga fatta la preghiera sul tappeto ne che la voce del Muezzin che cinque volte al giorno chiama i fratelli mussulmani alla preghiera dal minareto venga zittita. 
Il problema siamo noi che non siamo ne credenti ne atei ne di altre religioni, noi che siamo di quel tepidume inutile di cui parla anche l'Apocalisse: "Conosco le tue opere: tu non sei né freddo né caldo. Magari tu fossi freddo o caldo! Ma poiché sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca." (Apoc. 3, 15-16). 
I salotti televisivi pullulano di "tiepidi" che si professano laici che chiedono a gran voce scuole senza presepi e senza crocifissi. 
Lasciamo stare, potendo..., la realtà delle radici cristiane e della nostra storia, ma quello che dico è: da veramente così fastidio un uomo totalmente inerme di fronte alla crudeltà umana? 
E' così inutile e fuori moda un bimbo sopra la paglia che ti allunga le braccia donando e chiedendo amore? 
Provoca veramente nausea guardare un Presepe con scene di varia umanità che non fanno altro male che raccontare una storia d'amore? 
Ma cosa sta diventando questa società? Noi, tutti noi "tiepidi" cosa stiamo diventando? 
I grandi idoli che guadagnano migliaia di euro ogni ora tirando calci a una palla non andranno al mondiale: poverini! 
La nazionale amputati andrà ai mondiali di calcio: tutti ragazzi con una gamba sola! Ma non hanno soldi per andarci: vergogna! Ieri sera ho pianto davanti a quei ragazzi. Mi sono vergognato per questa razza umana di uomini e donne tiepidi che prendono fisicamente e metaforicamente a sassate crocifissi e presepi, vivono su Facebook, guardano solo Sky applaudendo miliardari della pedata. 
Se non svegliamo le nostre coscienze un giorno quel Dio in cui crediamo solo per un'ora la Domenica ci vomiterà. 
BUON NATALE.
Francesco Coscione

Roma, firmata la convenzione del Bando Periferie: quaranta milioni destinati ai progetti della Città Metropolitana di Messina

Sono state firmate ieri a Palazzo Chigi le ultime convenzioni relative al Bando Periferie, passo fondamentale prima della fase attuativa.
A firmare l'accordo che porterà alla Città Metropolitana di Messina 40 milioni, distribuiti su 44 progetti che interesseranno l'intero territorio provinciale, è stato il Commissario straordinario Francesco Calanna.
La sigla delle convenzioni collegate al programma per la riqualificazione e la sicurezza delle periferie è avvenuta alla presenza del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e dei rappresentanti dell'ANCE.
Il piano complessivo prevede un finanziamento complessivo di due miliardi e cento milioni di euro; le risorse arrivano dal Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020.
Domani, mercoledì 20 dicembre 2017, alle ore 12.00, nella Sala Giunta di Palazzo dei Leoni si svolgerà la conferenza stampa del Commissario straordinario Francesco Calanna per illustrare i dettagli della convenzione siglata a Roma.

Scuola di Vulcano. Ci scrive un genitore "Siamo sempre in attesa della famosa deroga"

Gentile direttore volevo chiarire in merito all'intervista messa in onda ieri nell'indignato speciale. Noi genitori di Vulcano siamo comunque soddisfatti per quello che è stato detto nell'intervista .
Cio'che ci rammarica e, ovviamente, non ci soddisfa, sono i tempi con i quali è stata mandata in onda una trasmissione registrata in ottobre quando i nostri ragazzi erano fuori; davanti al cancello non ha la stessa valenza che può assumere oggi che i ragazzi sono in classe in una situazione sicuramente più giusta e oppotuna.
Dopo due mesi concordiamo col nostro dirigente , i nostri problemi sono stati in parte risolti ,seppure con due ore di compresenza .
Ma noi siamo sempre in attesa di una famosa deroga che non è ancora arrivata e continueremo sempre a chiedere ai nostri politici perché riescano a rendere operativa la stessa.
Grazie.
Danilo Natoli

Pensioni, Ieri, Oggi, Domani. Incontro all'Hotel La Filadelfia con i consulenti Cincotta e Biviano

Prosegue a Lipari la serie di eventi dedicati alla cultura finanziaria.
Giorno 20 Dicembre alle ore 18:30, presso l'Hotel Filadelfia, il Consulente Finanziario Patrimoniale dott. Antonello Cincotta ed il Consulente del Lavoro Dott. Alberto Biviano, terranno un incontro dal titolo: PENSIONI, IERI, OGGI, DOMANI.
Un momento di riflessione dedicato a tutti, dai più grandi ai più giovani, per cercare di dare delle risposte, al contesto attuale del sistema previdenziale Italiano, e come pianificare al meglio la propria Pensione.
Posti Limitati
Inviare un messaggio o chiamare a
3289387135 Antonello
3381961923 Alberto

Calcio. Ludica Lipari prima anche in disciplina

Per la Ludica Lipari non solo un importante risultato a livello agonistico (promozione in II° categoria) ma anche un importante suggello all'educazione e alla sportività con il “Premio disciplina per la stagione sportiva 2016/17 – Campionato di Terza Ctg./ME”.
L'importante traguardo - riconoscimento è stato comunicato al presidente Peppe Cirino dal Comitato Regione Sicilia della Fgic Lnd. La consegna del premio avverrà in occasione dell’Assemblea Straordinaria elettiva convocata per giovedì, 21 dicembre 2017, a Caltanissetta

Bimba nasce all'ospedale di Lipari nonostante la chiusura del punto nascite (da letteraemme)

Nata alle Eolie nonostante la chiusura del punto nascita. Dopo l’inizio delle doglie, infatti, Grazia Basile, al suo secondo parto, non ha fatto in tempo a salire sull’elisoccorso: così la piccola Chiara Giuffrè è l’unica nata a Lipari nel 2017.
Un parto lampo che ha battuto la burocrazia risvegliando le Eolie con una nuova nascita. L’unica da quando il punto neonatale è stato chiuso.  
La piccola Chiara, però, è stata velocissima, per questo nonostante la chiusura del reparto, mamma Grazia ha partorito in ospedale pienamente assistita: “Manteniamo ginecologi e ostetrici in modo da garantire un alto livello di prestazioni in casi eccezionali come questo”, ha spiegato il direttore generale dell’Asp, Gaetano Sirna.
Basile è arrivata, domenica 17, assieme al marito Salvatore Giuffrè in ospedale poco prima delle 7 del mattino, immediatamente è stato chiamato l’elisoccorso per trasferirla ma la piccola ha fatto prima, nascendo in meno di un’ora: alle 7,40.

La gioia e la spontaneità dei bambini, la generosità degli spettatori per la perfetta riuscita dello spettacolo "I colori del Natale"


Perfettamente riuscito lo spettacolo "I colori del Natale", proposto stamane al Palazzetto "Nicola Biviano" dai bambini della scuola dell'infanzia di Lipari Centro.
Riuscitissima, grazie alla generosità di coloro che hanno presenziato all'iniziativa, anche la raccolta pro Caritas dei generi di prima necessità.
Allo spettacolo dedicheremo un ampio spazio. Nel pomeriggio il video con i saluti della dirigente Fanti e del presidente del consiglio d'Istituto, Taranto e con il primo brano proposto dalla collettività dei bambini.
Seguiranno altri due filmati dell'evento