Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 17 settembre 2011

Depuratore di Canneto Dentro. Verso il ricorso al CGA

Per il depuratore che si intende realizzare a Canneto Dentro l'associazione Per Canneto, e i cittadini di Serra e Pirrera ricorreranno al Consiglio di Stato per cercare di bloccare il procedimento che ha avuto invece il via libera, anche se questi non è entrato nel merito, dal Tar del Lazio.
La novità è emersa nel corso dell'incontro tenutosi stasera a Canneto.

Le spese pazze della Regione siciliana. L'elenco pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale

Non solo soldi per la manutenzione e la riparazione degli arredi o per il servizio di giardinaggio dell'ufficio di Roma (4.773 euro), tra le spese della Regione siciliana spuntano anche un impegno per l'acquisto di un forno elettrico da 1.902 euro compresa la collocazione e una tenda in tessuto, costo 1.320 euro.
Ma l'elenco pubblicato nell'ultima Gazzetta ufficiale è lungo. Tra le pieghe delle spese della Presidenza della Regione, dell'assessorato alla Salute e di quello alla Funzione pubblica si trova un pò di tutto: dall'acquisto di 35 alimentatori, 20 mouse ottici e 30 dischi interni per la cifra di 2.272,10 euro a 3.500 euro di contributo all'associazione Newsquash di Catania.
La lista è piena di voci: fatture del gas, dell'acqua, del telefono fisso, costi per la missione di dirigenti e consulenti, premi di produzione, spese per cause legali. Accanto ai 24.600 euro per la visita l'anno scorso a Palermo del Papa ci sono 1.560 euro per 10 lampade alogene da tavolo, 4.800 euro per il sistema di alimentazione e 480 euro per l'acquisto di 5 copri-water. E ancora: 7.920 euro per il noleggio di una fotocopiatrice a colori, 3.390 euro per una macchina fotografica e 18.485 euro di costi sostenuti per i premi assicurativi. Non manca la bolletta per le telefonate dai cellulari: 16.428 euro di fattura riferita solo al secondo bimestre del 2011.

SANITA': SICILIA PREMIATA PER LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI EUROPEI

Importante riconoscimento europeo per la sanita' siciliana che e' stata scelta per contribuire al progetto "Euregio III" con due esempi di "buone pratiche" (best practise) nell'uso dei fondi strutturali europei per investimenti nel campo della sanita'. I progetti riguardano il miglioramento dei servizi diagnostici e la mappatura dei bisogni basata su evidenza dei flussi epidemiologici.
Sono solo sei, finora, i casi di buona prassi in Europa che sono stati attenzionati: oltre ai due della Sicilia, la scelta e' caduta anche sulla Grecia e sullo stato federato di Brandeburgo(Germania).
La selezione e' stata effettuata da "Euregio III", il gruppo di studio europeo nato con l'obiettivo di supportare la programmazione dei fondi strutturali europei in Sanita'. Ed e' stato lo stesso presidente di Euregio III, Jonathan Watson, a comunicare la scelta della Sicilia con una lettera inviata all'assessore regionale della Salute Massimo Russo, nella quale esprime l'augurio "di poter continuare a lavorare con la Sicilia sui temi della salute e dei fondi strutturali europei".
"Un riconoscimento che ci inorgoglisce - ha commentato l'assessore Russo -. E' la conferma di come la Sicilia stia continuando a percorrere una strada virtuosa, ottenendo enormi risultati anche in termini di credibilita' e fiducia. Abbiamo conquistato l'attenzione di un gruppo di studio indipendente e rigoroso in Europa, per la capacita' di programmazione, organizzazione e razionalizzazione della spesa. Le nostre aziende sanitarie avranno la possibilita' di dare una maggiore offerta sanitaria in tutta la regione perche' la maggior parte degli investimenti va a colmare carenze di dotazioni tecnologiche nel territorio, contribuendo a ridistribuire l'offerta e a ridurre la migrazione sanitaria. Voglio condividere questo riconoscimento con gli uffici dell'assessorato e le persone del mio staff che, ancora una volta, hanno dato esempio di professionalita' e impegno".
La Sicilia e' stata individuata come "caso esemplare" gia' durante la sessione di febbraio 2011 che "Euregio III" ha tenuto a Bruxelles.
In particolare, e' stato apprezzato lo sforzo epidemiologico (la costruzione dei dati e delle analisi conseguenti) per la corretta definizione delle attivita' di programmazione della spesa che hanno portato all'impegno di oltre 100 milioni di euro per l'acquisto di apparecchiature di "alta tecnologia" e alla programmazione di una spesa di 72 milioni di euro per interventi che serviranno a innalzare i livelli di salubrita' e sicurezza.
E' in fase avanzata di definizione anche il progetto per il collegamento a banda larga di tutte le aziende sanitarie (12 milioni di euro) e si attende il parere della Commissione europea per passare alla progettazione di un intervento che permettera' di dotare di cartella clinica elettronica tutti i posti letto ospedalieri della Sicilia nonche' per dotare la Sicilia di uno dei quattro centri di Adroterapia in Italia.
La Sicilia, in collaborazione con il ministero della Salute, ha gia' tenuto un workshop dedicato alle regioni obiettivo convergenza (Puglia, Calabria, Campania), in cui l'assessorato della Salute della Regione siciliana e' stato invitato, proprio su segnalazione del gruppo di studio europeo, a presentare la metodologia seguita.
Il 22 settembre l'assessore Russo sara' a Bruxelles, invitato da Euregio III, per una presentazione - tra gli altri - dei lavori siciliani alla presenza di rappresentanti delle direzioni Sanita' e Regio della Commissione europea e di rappresentanti istituzionali degli altri paesi coinvolti.

"Non travisiamo e non denigriamo". Gesuele Fonti replica alla dottoressa Gulotta

Dott. Gulotta
Sono costretto a riscontrare quella che appare una ripicca pretestuosa, stante che, non ultima, anche Lei travisa l’oggetto del il mio intervento.
Ripeto: il Comune ha impegnato una somma di denaro pubblico (€ 7.000,00) per eseguire un intervento nella frazione di Pianoconte per conclamati motivi di urgenza, ed è per ciò che quei denari dovevano essere spesi.
Appare strano che il suo “scibile” non sia atto a comprendere bene il significato di ciò che si stava verificando, o forse è in armonia al fatto che il problema, ancorché asseritamente conosciuto e combattuto, sia rimasto un…problema.
Pertanto, -nel confermare la mia disponibilità non solo conclamata, ma nei fatti, contrariamente a quanto Lei asserisce, -non vorrei che si stia strumentalizzando il mio intervento a tutela della legalità, per denigrare il mio impegno politico in vista delle “prossime elezioni”.

Gesuele Fonti

Furto nella chiesa di Sant'Antonio. Precisazione sulle persone coinvolte

Occorre una precisazione per quanto concerne le persone coinvolte nel furto (o tentato furto) nella chiesa di Sant'Antonio a Lipari.
Dal comunicato stampa dei carabinieri si evince che è coinvolta anche una ragazza. Non si tratta però, assolutamente, come si dice, di Silvia Sarpi, figlia del direttore delle nostre news.
L'equivoco nasce dal fatto che la ragazza coinvolta e denunciata in stato di libertà è figlia di un omonimo (sia nel nome che nel cognome) del nostro direttore.
Tra l'altro la ragazza in questione è maggiorenne mentre Silvia è minorenne e, particolare non trascurabile, la ragazza che sarebbe coinvolta non si chiama Silvia ma in tutt'altro modo. Ed ancora, tra le due non vi è nessun rapporto diretto di parentela
Questa nota - come sottolinea il nostro direttore- costituisce, altresì, diffida nei confronti di coloro che continueranno ad associare il nome di Silvia, ed indirettamente del nostro direttore, a tale fatto. Ci si riserva, comunque, di agire nelle opportune sedi a tutela della minore per il reato di diffamazione.

Come erano le Eolie...e gli eoliani (XXXII puntata) (R)

Continua il "viaggio fotografico" attraverso la rubrica "Come erano le Eolie...e gli eoliani".
Per molti sarà un viaggio nel passato, per altri sarà uno scoprire un parte delle "radici", una parte di queste isole e di coloro che le hanno popolato ed amate, per molti rivedere volti conosciuti, per altri ancora rivedersi.. come non si è più.
Chiunque volesse contribuire alla riuscita di questa rubrica e vuole proporre foto delle Eolie, di personaggi, di avvenimenti può farcele pervenire a questa mail http://ssarpi@libero.it
In caso di problemi di scannerizzazione si possono affidare a noi le foto contattandoci al 339.57.98.235.
Le foto cartacee saranno restituite
Nelle foto:
1) L'Eolo approda a Sottomonastero-Punta Scaliddi
2) Il traghetto Caravaggio e il porto di Sottomonostero prima dell'attuale conformazione
3) Il comandante Filippo La Rosa
4) Mimmo Bardi, la signora Pina Giardina e la piccola Giuliana
5) Saverio Merlino e Mariano Bruno alla BIT di Milano 1984

S'insedia Poli, Buzzanca attacca «Fallimentari politiche sanitarie»

Nel giorno dell'insediamento del commissario dell'Azienda sanitaria provinciale Francesco Poli, si alza il livello dello scontro politico. A innescare la miccia il sindaco e deputato regionale Giuseppe Buzzanca.
«Le dimissioni eterodirette dell'ex manager dell'Asp 5 di Messina Salvatore Giuffrida – afferma – sono la dimostrazione del fallimento della politica sanitaria e della pseudo riforma dell'assessore Russo. La disastrosa gestione della sanità in Sicilia inoltre ha relegato Messina all'ultimo posto nella regione. Al nuovo commissario straordinario Poli, manager di esperienza e di riconosciuta competenza spetta ora un lavoro difficile. Nei prossimi giorni convocherò, quale presidente, la conferenza dei sindaci e chiederò al commissario straordinario le scelte operative che intende portare avanti per migliorare il sistema sanitario della nostra provincia».
Per Poli ieri è stato come rituffarsi in una realtà che ben conosce, avendo lavorato per anni alla guida di quella che un tempo si chiamava Azienda sanitaria locale. Il commissario ha davanti una serie di problemi e di emergenze che vanno affrontati subito e ha avuto affidato dal presidente Raffaele Lombardo il compito di ridurre drasticamente i costi, facendo rientrare il deficit dell'azienda nei parametri imposti dalla Regione.
Il commissariamento, come è noto, non è stato accolto favorevolmente dagli operatori del settore e dalle organizzazioni sindacali, che hanno espresso un giudizio duro sui provvedimenti firmati dall'assessore regionale alla Sanità. Buzzanca, da parte sua, imputa al Governo siciliano le responsabilità dirette della situazione disastrosa della sanità nell'Isola e chiede la mobilitazione di tutti i primi cittadini della provincia, pur riconoscendo le qualità, e la grande esperienza, del commissario arrivato in riva allo Stretto. Nella sede dell'Asp ieri era presente anche il manager uscente, Salvatore Giuffrida

Eolie; la terra ha tremato ancora

Un terremoto di magnitudo 2.3 è stato registrato alle 21:50  di ieri sera nelle Eolie e localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV tra Lipari e Salina ad una profondità di circa 7 km.
La scossa è durata durata un paio di secondi ed è stata accompagnata da un forte rumore.
E' stata particolarmente avvertita dalle popolazioni di Quattropani, Pianoconte e Salina.

venerdì 16 settembre 2011

Le Eolie su youtube. Oggi: Cernie - Isole Eolie 2011

Santa Marina Salina: una persona denunciata dai Carabinieri per abuso edilizio.


Prosegue in questi giorni, nell’ambito delle attività volte alla prevenzione ed al contrasto dei reati in materia ambientale, l’impegno dei Carabinieri della Stazione di Santa Marina Salina che, ieri pomeriggio, hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto una persona, in quanto ritenuta responsabile della violazione delle norme afferenti il Testo Unico in materia edilizia.
Dagli accertamenti eseguiti dai militari dell’Arma in via Comunale Nero della frazione Lingua del Comune di Santa Marina Salina (ME), è emerso che il prevenuto, in area sottoposta a vincolo paesaggistico e sismico, avrebbe realizzato una struttura abusiva in assenza della relativa concessione edilizia e delle prescritte autorizzazioni della Soprintendenza dei Beni Culturali ed Ambientali e del Genio Civile di Messina. La struttura abusiva è stata sottoposta a sequestro.

Il plauso del Club Unesco al consiglio comunale per le iniziative sulla sanità

Illustre direttore,
con la presente desidero  esprimere tutto il mio compiacimento ed apprezzamento per l’ampio ed approfondito dibattito che in questi giorni il Consiglio Comunale  sta svolgendo sul tema della sanità e, in particolare, sull’ Ospedale di Lipari. Mi permetto di intervenire perché è evidente che questo  odierno ed inedito dibattito in tale prestigiosa sede è uno dei  positivi effetti del Convegno su questo tema,tenuto da questo Club UNESCO di Lipari- Isole Eolie il 5 agosto u.s. che ha registrato la più ampia partecipazione  delle associazioni di settore e di cittadini, ed il cui scopo primario era  appunto quello di sollevare  davanti all’opinione pubblica  e davanti alla  politica il tema della sanità nelle nostre isole. E,con soddisfazione, mi  accorgo che l’interesse ha coinvolto addirittura il servizio televisivo  pubblico. Ulteriore primaria finalità del convegno,quella di offrire un contributo per la migliore soluzione possibile : perchè questo Club UNESCO ha sempre ritenuto che una sanità efficiente fosse fondamentale per lo sviluppo sociale della nostra comunità . Sono infatti molti coloro che  ricordano i  tanti convegni tenuti negli anni  e l’attività di questo Club UNESCO nella sanità, e certo non senza risultati :per l’impegno concreto di questo Club  UNESCO oggi possiamo godere della presenza sul territorio del servizio 118; per lo stesso impegno concreto l’Ospedale fu a suo tempo dotato della T.A.C.; per lo  stesso impegno possiamo usufruire di un servizio in emergenza con elicottero dotato di attrezzatura complessa. Ed ancora altro,di cui non serve dire.
Pertanto,  sento di rivolgere a questa Assemblea il mio personale sentito apprezzamento per avere dato con  prontezza e sensibilità il più qualificato seguito all’attività di questo Club UNESCO, che opera sempre per offrire il proprio concreto contributo alla comunità.  E sento di  esprimere  a cotesto massimo Organo Democratico anche il riconoscimento di avere oggi colmato, con  responsabilità e forza istituzionale, la perenne latitanza ed il clamoroso silenzio  di chi invece,pur rappresentando l’autorità istituzionalmente  responsabile della sanità nel territorio,di questo tema fondamentale per la  vita dei cittadini ha avuto sempre  il massimo disinteresse: come del resto  dimostra la situazione stessa, che certamente non è precipitata improvvisamente ma che,al contrario, oggi presenta il conto del logoramento lento ed impietoso di molti anni. Come peraltro questo Club UNESCO ha sempre evidenziato.
Concludo  sottolineando altresì che presto questo Club UNESCO darà luogo ad un prossimo  incontro con l’assessore dr Russo, al fine di portare a conoscenza le soluzioni che attualmente sono allo studio per l’ottenimento della migliore soluzione,come da impegno assunto in conclusione di detto convegno. Impegno cui questo Club UNESCO intende,come sempre,dare riscontro.
Ringrazio sentitamente  le S.S.V.V. per l’attenzione riservatami .
Con osservanza dr. Angela Mazziotta
Presidente Club UNESCO di Lipari-Isole Eolie

Squilibrio di bilancio. La nota di UDC e Nuovo Giorno


Al Sindaco di LIPARI Mariano Bruno, Al Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Longo  e, p.c. Al Segretario Generale del Comune di Lipari, Al rag. Capo del Comune di Lipari
Oggetto: squilibrio finanziario dell’Ente.-
Considerato che, già in data 18 agosto 2011 con nota prot. 29157 il rag. Capo dott. Francesco Subba comunicava al Presidente del Consiglio Giuseppe Longo ed al Sindaco, di attivarsi in riferimento a quanto previsto dal comma 6 dell’art. n.153 del D.lgs. n.267/2000, che a seguito dell’avvenuta comunicazione di squilibrio di bilancio, prevede espressamente  che, “il Consiglio Comunale deve provvedere al riequilibrio, a norma dell’art. n.193 dello stesso D.lgs. entro 30 giorni dal ricevimento della segnalazione, anche su proposta della Giunta”, si CHIEDE di conoscere:
-      se il Presidente del Consiglio ha ritenuto utile e doveroso comunicare la necessità di questo adempimento previsto per Legge ai Consiglieri Comunali;
-      quali iniziative ha intrapreso lo stesso Presidente, per mettere il Consiglio Comunale nelle condizioni di assolvere all’adempimento previsto dalla Legge;
-      quali iniziative l’Amministrazione ha intrapreso al fine di sottoporre al Consiglio Comunale una doverosa proposta utile alla Deliberazione obbligatoria per Legge.-
Si resta in attesa di un sollecito riscontro.-
Lipari 15 settembre 2011
I gruppi consiliari
UDC     NUOVO GIORNO

Partorire a Lipari. Salvatore Agrip interviene dopo la disamina di Luca Giorgianni

Gentile Direttore,
 ho letto la lettera di Luca Giorgianni e con molta franchezza devo dire che mi sento coinvolto in quello che scrive. Anch’io diciotto anni fa con la nascita di mia figlia mi trovai improvvisamente e drammaticamente a pregare e implorare Dio che salvasse la vita di mia figlia e mia moglie, grazie a dei “veri” medici e con l’aiuto di Dio anch’io ho potuto rivedere il sorriso dei miei cari. Ma prima vorrei fare una premessa, dicendo che il desiderio è anche il mio di volere che i bambini di queste isole possono nascere a Lipari, ho seguito e sto seguendo i fatti che hanno portato al ridimensionamento dell’ospedale di Lipari con la soppressione dei reparti di ostetricia e pediatria e la lotta per il diritto desiderio dei  miei concittadini che in massa invocano la possibilità che i nostri figli debbono nascere in queste isole, l’amico Saverio nello specifico sta conducendo certamente una solidale, civile e nobile battaglia, coinvolgendo principalmente i tanti che in questi momenti affrontano con onere e disagi il trasferimento in terraferma per il “lieto evento”. Si perché si tratta proprio di questo, si và in ospedale non per curarsi, ma per partorire con tutta l’assistenza DOVUTA affinché il tanto atteso evento sia il più lieto possibile, un tempo si partoriva in casa e quelli come me lo sono stati, i rischi erano enormi e i tempi erano quelli.
I tempi e le leggi di oggi, ci dovrebbero, quanto più umanamente possibile, rendere tranquilli e invece………, Luca capisco il tuo stato d’animo e conosco il motivo delle tue domande. Per me diciotto anni fa è stato un punto di partenza, per conoscere attraverso le innumerevole esperienze avute nel sostenere e accompagnare i miei familiari nei più svariati ospedali in giro per l’Italia, l’intrigato e complesso mondo della sanità. E’ noto che il nostro sistema sanitario regionale spende più di tutte le altre regioni d’Italia e il servizio è inadeguato  e carente, la causa?
La mala politica, spesso asservita e connivente a un sistema affaristico-criminale, operante attraverso scelte gestionali privatistiche fatte di appalti per forniture e convenzioni per prestazioni a cliniche private, basta seguire le notizie di cronaca per trovare le conferme, poi se guardiamo i gestori della politica ci accorgiamo che è formata prevalentemente da professionisti che operano nel campo sanitario ed è evidente capirne i motivi, non a caso nell’ultimo decennio ci siamo ritrovati come presidenti della regione dei medici (cuffaro e lombardo), questa è una problematica sociale che paghiamo tutti in termini economici e di servizi.
Poi c’è il problema più pericoloso che si annida specificatamente all’interno del campo medico, che colpisce in modo individualistico e ognuno di noi potrebbe essere un potenziale bersaglio, ed è quello che una persona nell’intraprendere una così delicata professione senza il dovuto e necessario senso di devozione fatto di COMPRENSIONE, PASSIONE, CONCENTRAZIONE, COLLABORAZIONE, PAZIENZA, DISPONIBILITA’, UMILTA’, MODERAZIONE, TEMPERANZA, OTTIMISMO e l’immancabile AMORE,  declina facilmente in atteggiamenti e posizioni pericolose fatte di NERVOSISMO, INSOFFERENZA, SUPERFICIALISMO, PRESUNZIONE, IRRITAZIONE, INDISPONIBILITA’, ASTIO, INVIDIA e quel malefico EGOISMO, si proprio cosi si possono verificare danni e disgrazie alla salute di chiunque.
Luca, se un operatore ecologico non avrebbe la giusta considerazione del suo lavoro e assumesse un atteggiamento del genere, domani svegliandoci……..potremmo trovare, forse, il nostro paese ancora più sporco.
                                               Lipari 15/09/2011
                                                                                                          Salvatore Agrip.

Come erano le Eolie...e gli eoliani (XXXI puntata) (R)

Continua il "viaggio fotografico" attraverso la rubrica "Come erano le Eolie...e gli eoliani".
Per molti sarà un viaggio nel passato, per altri sarà uno scoprire un parte delle "radici", una parte di queste isole e di coloro che le hanno popolato ed amate, per molti rivedere volti conosciuti, per altri ancora rivedersi.. come non si è più.
Chiunque volesse contribuire alla riuscita di questa rubrica e vuole proporre foto delle Eolie, di personaggi, di avvenimenti può farcele pervenire a questa mail http://ssarpi@libero.it
In caso di problemi di scannerizzazione si possono affidare a noi le foto contattandoci al 339.57.98.235.
Le foto cartacee saranno restituite
Nelle foto:1) Freccia del Tirreno
2) Il centro abitato di Lipari visto da San Leonardo
3) Il centro abitato di Lipari visto da Monte Guardia
4) Pescatore di Marina Corta
5) Il convento dei Cappuccini (1951)

Scossa tellurica avvertita a Pianoconte e Quattropani (aggiornamento)

La scossa tellurica avvertita ieri sera alle 20.27 nelle zone alte dell'isola di Lipari, Quattropani e Pianoconte in particolare, è stata di magnitudo 1.8 ed è stata localizzata a ad una latitudine di 38.485, ad una longitudine 14.915  di ed ad una profondità di 7,7 km. 
Questa scossa è stata seguita da altre due con epicentro nella stessa zona e di magnitudo 1.7 e 1.6

giovedì 15 settembre 2011

Trema la terra a Lipari. Forte scossa avvertita pochi minuti fa a Pianoconte

Una scossa di terremoto, sembrerebbe di una certa intensità, è stata avvertita circa 7/8 minuti fa nelle zone alte dell'isola di Lipari, in particolare a Pianoconte.
Per maggiori particolari vi rinviamo a dopo.

CittadinanzAttiva mette a disposizione il patrocinio gratuito per la "battaglia" sull'idrico

COMUNICATO
Alla luce delle numerose proteste avanzate dai cittadini rispetto alla problematica della bollettazione del servizio idrico, la locale sezione di CittadinanzAttiva dopo le battaglie già portate avanti sulla problematica, in ultimo con richiesta di annullamento in autotutela delle fatture illeggittime emesse dal Comune di Lipari, stante l’assenza ad oggi di riscontro da parte di quest’ultimo.
Constatato, Pertanto, che l’Ente non ha nessuna intenzione di andare incontro alle leggittime richieste avanzate dai cittadini, si rende necessario intraprendere la via giudiziaria a tutela dei diritti vantati dai cittadini.
Pertanto, CittadinanzAttiva, a mezzo dei propri legali, con patrocinio gratuito, è disponibile a dar
vita ad una battaglia giudiziaria volta a tutela dei diritti degli utenti.
Per maggiori informazioni la sede di CittadinanzAttiva sita in Via Maurolico 18 Tel/fax 090.9811846
Resteranno a disposizione degli utenti dal Lun. al Ven. dalle ore 10,00 alle ore 11,30,  e dalle ore
17,00 alle ore 18,30  
                                                                 Il Coordinatore
                                                                                           B. M. Tedros

Rimesso in libertà il giovane liparese accusato di furto nella chiesa di Sant'Antonio


E' stato rimesso in libertà dopo l'udienza di convalida tenutasi stamani al tribunale di Barcellona (Presidente Galluccio) , Luca Cincotta, 18 anni, di Lipari, ritenuto responsabile di furto perpetrato nella chiesa di Sant'Antonio a Lipari. Il giovane è stato difeso dall'avvocato Saro Venuto di Lipari.
Il magistrato ha accolto la tesi della difesa disponendo per il giovane solo l'obbligo di firma per due volte la settimana. L'udienza per il dibattimento è stata fissata per il 27 ottobre prossimo al tribunale di Barcellona - sezione staccata di Milazzo. In tale sede si potrebbe arrivare anche alla trasformazione del capo d'accusa da furto in tentato furto. 

Scossa tellurica al largo delle Eolie

Una scossa di terremoto è stata registrata dall'INGV al largo delle isole Eolie.  La magnitudo è stata misurata in 2.1. L'evento si è verificato alle 01.51 d è stato localizzato a una profondità di 67,1 chilometri a est dell'arcipelago. La scossa non è stata avvertita dalla popolazione

Funzionamento fari dei pontili di Vulcano e Panarea. Lauria scrive al sindaco

Oggetto: Funzionamento fari nei pontili di Vulcano e Panarea. 
In riferimento alla nota prot. n° 28639 dell’11.08.2011, sento il dovere di ringraziarLa perché dopo tante interrogazioni presentate in questi anni ho avuto il piacere di ricevere una risposta sottoscritta direttamente dalla S.S.
          Apprendo che prima della segnalazione formulata dal sottoscritto in merito al mancato funzionamento dei fari nei pontili di  Vulcano e Panarea, è pervenuta alla S.S. quella dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari, degli Assessori D’Auria, Ferlazzo e Famà, del Consigliere Comunale Rifici e dei componenti del Consiglio di Circoscrizione.
          Mi consenta però, Egregio Signor Sindaco, di esternare una riflessione e porLe una domanda.
          La S.S. abita sull’isola di Vulcano e quindi viaggia giornalmente a tutte le ore per raggiungere la sede comunale. Ma per far provvedere alla  riparazione dei fari era necessario che si scomodava l’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari, gli Assessori D’Auria, Ferlazzo e Famà, il Consigliere Comunale Rifici, i componenti del Consiglio di Circoscrizione, nonchè il sottoscritto?
          Distinti saluti
Bartolo Lauria (Consigliere UDC)

Corale di San Sebastiano della P.M. di Palermo si esibisce sabato a Salina


COMUNICATO STAMPA
Il comune di Santa Marina Salina è lieto di presentare il Concerto della Corale San Sebastiano del Corpo di Polizia Municipale di Palermo, che si terrà a sabato 17 settembre alle ore 21.30 presso la Chiesa dell’Addolorata in via Risorgimento.
Dopo il successo dello scorso anno, il Comune ha voluto programmare e riproporre l’esibizione della Corale, diretta dalla Maestra Serafina Sandovalli, in occasione della festività di Maria SS. Addolorata, realizzando al tempo stesso il quarto evento in onore del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Il programma infatti, prevede una prima parte dedicata a brani tipicamente risorgimentali, mentre la seconda parte è caratterizzata dall’esecuzione di brani sacri.
“Se siamo riusciti a portare a Santa Marina Salina per il secondo anno consecutivo la Corale San Sebastiano” dichiara il Sindaco Lo Schiavo “ lo si deve soprattutto agli ottimi rapporti che si sono instaurati tra il Comune di Santa Marina Salina e il Corpo di Polizia Municipale di Palermo durante questi ultimi quattro anni, grazie soprattutto alla disponibilità del Comandante Di Peri, a cui devo rivolgere la mia personale gratitudine”.
L’appuntamento, quindi, è per sabato 17 settembre alle ore 21.30 presso la Chiesa dell’Addolorata a Santa Marina Salina.