Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 13 ottobre 2018

Ritrovata chiave.

Questa chiave, di una Citroen, è stata ritrovata a Lipari centro. Il proprietario contatti il 339.5798235.

Cade masso sulla Falcone - Borsellino. Attenzione vista l'instabilità del costone


Un masso di modeste dimensioni è caduto - come ci informa Marina Centurrino - sulla Falcone - Borsellino, all'altezza dei campi da tennis. Sono stati avvertiti i vigili urbani che sono già giunti sul posto.
Raccomandiamo, comunque, agli automobilisti, la massima attenzione, anche in considerazione dell'instabilità del costone

Calcio a 5 di serie C2. Ludica vincente tra le mura amiche del Freeland

 Seppur priva di diversi titolari, la Ludica Lipari non ha mancato l'appuntamento con la prima vittoria stagionale. Oggi pomeriggio, tra le mura amiche del Freeland, si è imposta per 14 a 10 all'Unione Comprensoriale.
A segno Mario Puglisi (5), Re (4), Felice Puglisi (4), Bucca

AREA INDUSTRIALE DI MILAZZO GIAMMORO, INCONTRO IN PREFETTURA PER I LIVELLI DI INQUINAMENTO AMBIENTALE ED OCCUPAZIONALI. CGIL, CISL E UIL: «PIÙ CONTROLLI IMPLEMENTANDO CON LE TECNOLOGIE PIÙ MODERNE PER AVERE DATI IN TEMPO REALE ED EVITARE CLIMA SPECULATIVO».

Controllo continuo, costante ed in tempo reale dei livelli di inquinamento ambientale in tutta l’area industriale di Milazzo e Giammoro. Lo hanno chiesto in Prefettura questa mattina Cgil, Cisl e Uil che con i segretari Mastroeni, Genovese, Alibrandi e De Vardo, hanno incontrato la viceprefetto Caterina Minutoli. Un incontro voluto dalle stesse Organizzazioni sindacali che in premessa hanno evidenziato come ritengono «fondamentale l’equilibrio tra occupazione ed ambiente e la presenza industriale deve mantenere e garantire i livelli previsti e prescritti dalle normative per la tutela ambientale per i lavoratori e la cittadinanza».
I rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto un approfondimento «e, se necessario, un incremento della presenza di strumenti di monitoraggio delle emissioni di agenti inquinanti per tutto il comprensorio attraverso le centraline già esistenti da implementare con le moderne tecnologie per coprire tutta l’area attraverso valutazioni in tempo reale effettuate da un soggetto indipendente e pubblico, come ad esempio l’Arpa».
I sindacati hanno sollecitato la Prefettura affinché venga incrementato il controllo di tutte le attività produttive operanti nel territorio «per garantire livelli massimi di tutela ambientale e di salute».
Infine, Cgil, Cisl e Uil hanno espresso preoccupazione che «la mancanza di controlli e verifiche in tempo reale nei confronti dei soggetti che superano i parametri porti ad un generalizzato clima speculativo nei confronti di tutte le aziende che al momento garantiscono livelli occupazionali importanti sul nostro territorio».

E' deceduto Franco Arabia, padre del sindaco di Santa Marina Salina ed apprezzato manager del turismo

Si è spento Franco Arabia, padre di Domenico, sindaco di Santa Marina Salina. 
Franco Arabia, 78 anni, è stato uno dei volti simbolo dell’industria ricettiva, per lungo tempo tra i manager alberghieri siciliani più apprezzati nell’intero panorama italiano.
I funerali si terranno domani, 13 ottobre, alle 15, presso la chiesa Maria Santissima Addolorata a Santa Marina di Salina.
Al caro Domenico e ai familiari tutti le sentite condoglianze di Eolienews.

Comune di Lipari. Sidoti ritorna sulla gestione dell'idrico.

(Angelo Sidoti) Riprendiamo l’argomento gestione idrico alle Eolie. Incassato complessivo dal 2013- al 2017 di Euro 3.556.007 contro entrate previste in bilancio, per lo stesso periodo, di Euro 10.672.626.
Nelle note contenute nella relazione del Ragioniere Generale si rileva che gli incassi degli anni 2016 e 2017 si riferiscono esclusivamente al servizio autobotti perché non risultano incassi da fatturazione.
Vorrei comprendere meglio il termine “non risultano incassi da fatturazione” negli anni 2016 e 2017. Forse per questi anni è stato fatturato ai contribuenti la sola quota delle vendite tramite autobotte (di cui incassati Euro 216.805)? La fatturazione del servizio idrico da quanti anni è ferma?
Inoltre, il Responsabile del settore finanziario fa presente che dal 2009 la gestione delle reti idriche comunali rappresenta un vero e proprio disastro in termini di liquidità per l’Ente. Il costo del servizio idrico ammonta a circa Euro 2.300.000 annui (sarebbe curioso comprendere come viene determinata questa stima) e per i quali servizi insistono contenziosi e difficoltà evidenti nell’incasso dei tributi.
Il mancato incasso dell’idrico determina di conseguenza lo squilibrio del parametro n.2 e n.3, causando di fatto uno stato di strutturale deficitarietà dell’Ente.
Il settore finanziario ha anche sottoposto all’organo politico delle soluzioni nei diversi anni per fare fronte a questo problema ovvero esternalizzare il servizio idrico integrato con eliminazione in bilancio di una posta di entrata che si riscuote con enormi ritardi (Il Ragioniere Generale richiama alla pagina 3 “oggi bisogna fari i conti con l’esito del referendum”. Ma di quale referendum parla?)
Speriamo solo che dopo quasi 10 anni questo problema venga finalmente risolto.

Un eoliano verso Sanremo: Andrea Licciardo.


 "Volando" sulle ali della passione, accompagnato dall'amica musica, un giovane eoliano, residente a Canneto (Lipari) è arrivato alle semifinali nazionali di Sanremo Giovani. Si tratta di Andrea Licciardo, 27 anni.
Nel suo avvicinamento a Sanremo ha superato la pre-selezione e la selezione, tenutesi a Nicosia, e la finale interregionale - regionale, tenutasi a Sant'Agata di Militello. In questi appuntamenti ha portato le cover "Il diario degli errori di Michele Bravi" e "Sei la vita mia di Mario Rosini".
A Sanremo, dove si terranno le semifinali nazionali, dovrà portare un suo brano inedito che, a breve, registrerà a Roma.
Insomma per Andrea, da sempre appassionato di musica e canto, sono arrivate le prime soddisfazioni. Il nostro augurio è che il futuro possa riservargliene altre e di sempre maggiore intensità.

"Civica Benemerenza" per il luogotenente Villari. Domani il conferimento

L'amministrazione Giorgianni conferirà domenica prossima la "Civica Benemerenza" al luogotenente dei carabinieri, Francesco Villari. 
Il conferimento avverrà nel corso della cerimonia che si terrà nel palazzo comunale di Lipari alle ore 10 e 30, nell'aula consiliare. 
"Il titolo onorifico - si legge in una nota a firma del sindaco Marco Giorgianni - vuole rappresentare un meritato riconoscimento del Comune di Lipari e della comunità tutta al predetto militare durante questi lunghi anni di servizio". 

Ricordando... Antonino Biviano.

Per ricordare gli eoliani defunti, spazio giornaliero con foto tratte dal nostro archivio.

Auguri ai lettori di Eolienews, festeggiati oggi

Buon Compleanno a Giada Geraci, Alessandra Privitera, Anna Di Palma, Mery Vitagliano, Andrea Mangano, Antonella Giorgi, Julia Martello, Grace Mandanici, Daniela Maggiore, Daniela Giuffrè

Accadde oggi alle Eolie (13 Ottobre 2015)

Santo del giorno

La Chiesa festeggia oggi San Benedetto

Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie

- La baia diLipari e Marina lunga - 
Foto: Tiziana Totaro

venerdì 12 ottobre 2018

Un monitoraggio "fisso" degli aliscafi di Liberty Lines. L'articolo del nostro direttore sulla gazzetta del sud di oggi

Sea Sheperd. Operazione nelle Eolie contro la pesca illegale


(Comunicato)La nave di Sea Shepherd M/V Sam Simon, con un equipaggio composto da 29 persone di 11 diverse nazionalità, ha navigato per 178 ore svolgendo una missione sotto segretezza nel Sud Tirreno in collaborazione con la Direzione Marittima Capitaneria di Porto di Catania, la Guardia Costiera di Lipari e la Guardia di Finanza che ha portato a rimuovere dal mare e al successivo sequestro 52 FAD (Fishing Aggregating Devices) illegali, composti da 100 chilometri di spago di polipropilene, confiscati nelle Isole Eolie in 178 ore. Segnalazioni su attività di pesca sospetta hanno fatto scattare controlli nell’area contro la pesca illegale. Alle Isole Eolie è presente una seconda imbarcazione sotto copertura che costantemente segnala eventuali attività illegali alle autorità.
Si stima che oltre 1.500 FADs ogni anno vengano ancorati illegalmente, risultando uno dei più grandi riversamenti annuali di plastica inquinante in Mare in Italia: 2000 Km di spago calato in Mare costituito da polipropilene del diametro di 3,5 mm letale per le Tartarughe Caretta Caretta e altre specie che spesso vi rimangono imprigionate durante le rotte migratorie.
centinaia di Kg di plastica e bottiglie, molte volte non bonificate contenenti residui di liquidi altamente inquinanti.
Ogni FAD è composto da 4/6 taniche di plastica e foglie di palma per il galleggiamento ancorato al fondale marino, fino a 3000 mt. per mezzo di uno spago del diametro di 3,5 mm.
Operazione SISO ha come obiettivo la protezione del delicato ecosistema delle Isole Eolie dalla pesca illegale non documentata e non dichiarata, in particolare mostrare al mondo la reale situazione dell’uso dei FAD nel sud Tirreno. L’operazione ha ottenuto la collaborazione da parte dei pescatori artigianali di Lipari.
Le Isole Eolie sono patrimonio dell’UNESCO dal 2000 e formano un arcipelago costituito da sette isole vere e proprie, alle quali si aggiungono isolotti e scogli affioranti dal mare. Le sette isole sono disposte a forma di Y coricata, con l’asta che punta verso Oves. Tutte di origine vulcanica sono situate nel Mar Tirreno meridionale di fronte alla costa nord della Sicilia all’altezza di Capo Milazzo, da cui distano meno di 12 miglia nautiche. L’elevata biodiversità dell’area costituisce un ambiente perfetto per la nidificazione di numerose specie e rotta di passaggio per Balene, Capodogli, Delfini comuni, Zifio, Stenella, Grampi e Globicefali.
I FAD (Fishing Aggregated Devices) illegali, localmente chiamati “cannizzi”, colpiscono sia la Vita del Mediterraneo sia la pesca locale legale. Il piano di gestione locale dell’arcipelago delle Isole Eolie norma l’uso dei “cannizzi”: “Nell’area da gestire saranno individuate aree specifiche su cui ancorare i “cannizzi” e ne saranno programmati il numero (massimo 20), la posizione e la messa in opera (misura 1.4 del FEP 2007-2013). Saranno assegnati tramite sorteggio ai pescatori e siglati in modo da renderli riconoscibili. Inoltre per far fronte alla progressiva anticipazione della cattura delle lampughe che si è registrata negli ultimi anni si stabilisce la messa in posa dei “cannizzi” a partire dal 15 di settembre e l’inizio delle attività di cattura il 30 di settembre”. La non riconoscibilità e la mancanza completa di tracciabilità di questi FAD li rende partecipi di operazioni di pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata (INN). Ogni FAD è composto da 4/6 taniche di plastica e foglie di palma per il galleggiamento ancorato al fondale marino, fino a 3000 mt. per mezzo di uno spago del diametro di 3,5 mm.
SISO era un giovane Capodoglio morto nel 2017 impigliato in una rete illegale di tipo “spadara” durante il passaggio tra le Isole Eolie. L’eroico tentativo di liberarlo ha impegnato la Guardia Costiera per molte ore, ma non ha potuto salvarlo. SISO è stato trovato morto lungo la costa di Capo Milazzo dal biologo marino Carmelo Isgrò che ne ha conservato lo scheletro mantenendo la rete che l’ha ucciso e la plastica presente nel suo stomaco, come monito per le generazioni future. SISO era il soprannome dell’amico che ha aiutato Carmelo nel recupero del capodoglio, scomparso in un incidente d’auto proprio in quei giorni.
Commento di Andrea Morello Campaign Leader: “Sea Shepherd con Operazione SISO torna nel Mediterraneo per proteggere i Cetacei. Un Capodoglio è venuto a trovarci durante la navigazione insieme a numerosi Delfini e Tartarughe quasi ad indicarci la rotta per scovare i FAD,come stesse lottando insieme a noi contro la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata. Operazione SISO ha ottenuto la piena collaborazione dei pescatori artigianali di Lipari che unendosi alla difesa della legalità e delle leggi portano le nostre attività ad essere sempre più efficaci. Ringrazio Aeolian Islands Preservation Fund per averci permesso di percorrere queste miglia insieme e sono certo sarà l’inizio di una duratura collaborazione. La più importante arma che fa la differenza è il supporto dei nostri donatori unito alla passione dei volontari che porta a non voltarsi dall’altra parte davanti all’illegalità e alla crudeltà, ma a combatterla con l’azione diretta miglio dopo miglio. La Flotta di Nettuno continuerà a combattere sempre negli interessi della Vita negli Oceani in maniera coerente e implacabile,misurando il nostro successo nel numero di Vite salvate.
L’Aeolian Islands Preservation Fund è una fondazione dedita alla tutela della bellezza naturalistica delle Isole Eolie e alla promozione di un turismo sostenibile. Il fondo finanzia e supporta progetti per preservare l’ambiente e il mare delle isole.
Il Chairman dell’Aeolian Islands Preservation Fund, Luca Del Bono, ha dichiarato: “Sono entusiasta che da un incontro casuale in California sia nata una collaborazione con Sea Shepherd e auspichiamo una partnership a lungo termine per la tutela del mare delle nostre isole. Ringrazio l’organizzazione ed in particolare Andrea Morello per aver creduto nella nostra missione.”
Un riconoscimento importante va anche a Smile Wave, fondazione svizzera che sostiene sia i progetti di Sea Shepherd che quelli dell’Aeolian Islands Preservation Fund.

Lipari, finanziato progetto per realizzare area destinata ad ormeggio marineria per la vendita del pescato, con una zona di alaggio e varo. Soddisfazione del sindaco Giorgianni..

COMUNICATO
Con Decreto n. 589 del 10 ottobre 2018, la Regione Siciliana, Assessorato Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea, ha approvato un finanziamento collegato alla misura 1.43 del P.O. FEAM (Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca) 2014-2020.
La domanda di finanziamento inoltrata dal Comune di Lipari, prevedeva un progetto di ampliamento della banchina del porto di Sottomonastero, per la realizzazione di un’area destinata all’ormeggio della marineria per la vendita del pescato con una zona di alaggio e varo.
L’opera ha un costo complessivo di € 1.307.296,00, di cui € 653.648,00 finanziati dall’UE, € 457.553,60 da finanziamento Statale e € 196.094,40 da finanziamento Regionale.
L’Amministrazione del Comune di Lipari esprime grande soddisfazione per aver ottenuto un finanziamento che copre al 100% il costo dell’opera, che ci consentirà di offrire alla categoria dei pescatori un nuovo punto di riferimento per lo svolgimento della propria attività.
IL SINDACO
Marco Giorgianni

L'assessore Tusa in visita a Lipari su invito del Centro Studi




COMUNICATO STAMPA DEL CENTRO STUDI
Questa mattina su invito del Centro Studi è arrivato a Lipari il Prof. Sebastiano Tusa, Assessore ai Beni Culturali della Regione Sicilia, accompagnato dall’On.le Carmelo Briguglio e dal dott. Salvo Emma.
La delegazione è stata accolta dal presidente del Centro Studi Nino Saltalamacchia e dai soci Nino Paino e Pino La Greca, dal direttore del museo di Lipari Rosario Vilardo, dall’archeologa Clara Martinelli dal vice sindaco del comune di Lipari Gaetano Orto, dall’Assessore ai beni cultuali del Comune di Lipari Tiziana De Luca.
Durante la visita sono stati illustrati al Prof. Tusa i programmi che da anni il Centro Studi sta cercando di realizzare: Parco del caolino a cura di Nico Russo, Pietro Lo Cascio e Gaetano Merlino.
Successivamente l’assessore si è recato a visitare la mostra della parco letterario nella Chiesa dell’Immacolata.
Durante la visita, da Pino La Greca è stato illustrato anche il percorso del confino.
Alla fine della visita l’assessore si è recato al museo per incontrare i Dirigenti ed il personale.
La giornata si è conclusa con la visita al Comune per incontrare il sindaco di Lipari Marco Giorgianni.
Lipari, 11 ottobre 2018
Ufficio Stampa

DOMANI A LIPARI LA PRIMA EDIZIONE DELL’AEOLIAN CHARITY TRIATHLON

COMUNICATO STAMPA
Lipari, 12 ottobre 2018 – Domani, sabato 13 ottobre 2018, si terrà a Lipari, cuore dell’arcipelago delle Eolie, in Sicilia, la prima edizione dell’Aeolian Charity Triathlon: una manifestazione sportiva unica per il connubio tra la bellezza del percorso e il valore sociale.
L’Aeolian Charity Triathlon rientra nella disciplina del Triathlon olimpico “atipico”, con un itinerario spettacolare attraverso i magnifici panorami dell’isola. La gara inizierà alle 10.00 a Calandra con la sezione di nuoto - 1,5 km nelle acque della Baia di Canneto – e proseguirà con la tranche dibici, 42,35 km con un dislivello di 1.024 mt attraverso i magnifici luoghi dell’isola: da Calandra ad Acquacalda per fare un giro completo dell’isola, tra Quattropani, Pianoconte, Lipari via Marina Lunga e Canneto dove saranno organizzati quattro punti ristoro.
Ultima sezione del triathlon la prova di corsa con 8 km a dislivello 400 mt attraverso sentieri selvaggi: dalla strada provinciale a Pianoconte all’innesto della strada per le Terme di Calogero e da qui al sentiero lastricato e poi in terra di Punta Palmeto, per concludersi a Caolino. La premiazione si svolgerà nel pomeriggio a Marina Corta con la cittadinanza.
Un triathlon “atipico”, dedicato sia agli appassionati di triathlon che delle singole discipline (come staffettisti), che per una giornata avranno la possibilità di mettersi alla prova e divertirsi contribuendo a un importante progetto sociale. Il ricavato delle quote di iscrizione è infatti devoluto aPyari Onlus, organizzazione senza scopo di lucro che opera per contrastare e prevenire il traffico di minori.
Sostenuto in qualità di main sponsor da Marzotto SIM - Investment House operativa nei settori della consulenza, asset management e negoziazione - l’Aeolian Charity Triathlon nell’intento dei promotori vorrebbe diventare un appuntamento fisso non solo nel calendario degli sportivi, ma anche delle aziende impegnate a portare avanti i valori positivi della competizione sportiva e di team building.
L’Aeolian Charity Triathlon ha il patrocinio del Comune di Lipari, in collaborazione con Mtb Sicily di Messina e con sponsor tecnici Cinelli e Named Sport.
Sabato 13 ottobre 2018 il traffico a Lipari sarà limitato dalle ore 10.00 alle 13.00 per gara ciclistica sull’intero perimetro dell’isola. Saranno interessate le strade provinciali: 179, 180, 181, Via Isabella Conti e Marina Lunga a Lipari e Marina Garibaldi a Canneto.
Evento affiliato al calendario FILTRI – www.filtri.it

Ricordando... Bice Biscotto.

Per ricordare gli eoliani defunti, spazio giornaliero con foto tratte dal nostro archivio.

Auguri ai lettori di Eolienews, festeggiati oggi

Buon Compleanno a Livio Casali, Antonio La Greca, Gabriele Ristuccia, Alessia Chiofalo, Arianna Martello, Lorenzo Saglimbeni, Nunzio Formica, Rosa Famularo, Simone Pellegrino, Florina Gheata, Bruno Cirotti

Accadde oggi alle Eolie (12 Ottobre 2014)


Santo del giorno

La Chiesa festeggia oggi San Serafino da Montegranaro

Comune di Lipari: Spese e contributo di sbarco

(di Angelo Sidoti) Al nostro Ragioniere Generale piace molto definire lo stato di liquidità del nostro Comune come “una sorta di suicidio assistito”.
E’ stata resa pubblica la relazione del secondo trimestre del 2018 sugli equilibri finanziari che ricalca quella dei trimestri e anni precedenti. Tale circostanza deve fare riflettere la parte politica così come il fatto che l’amministrazione è in carica da ormai quasi 7 anni ed il susseguirsi di diversi assessori al bilancio e programmazione (tra cui lo stesso Sindaco) non hanno portato ad alcun cambiamento.
Nonostante il Dott. Francesco Subba Responsabile del Settore Finanziario inviti l’organo politico a farsi carico del problema, facendo presente che “lo stato di strutturale deficitarietà determina criticità finanziaria da attenzionare e affrontare con immediatezza…!!!”, la situazione rimane immutata con inevitabili conseguenze.
Facciamo un esempio CONTRIBUTO DI SBARCO:
I Trimestre 2018 Entrate da contributo di sbarco ZERO Uscite Euro (247.216,88) = SQUILIBRIO FINANZIARIO
II Trimestre 2018 Entrate da contributo di sbarco Euro 78.465 Uscite Euro (494.639,43) = SQUILIBRIO FINANZIARIO.
Lo squilibrio di cassa in questo caso è determinato dai ridotti incassi avuti nei primi mesi dell’anno determinati dai flussi turistici che risentono della stagionalità.
Occorre comunque farsi una semplice domanda: quali spese sono state sostenute in questo primo semestre e quante imputate a questa entrata “contributo di sbarco”?
Nei prossimi giorni tratteremo altri argomenti, iniziando dalla gestione dell’idrico poiché si è rilevata “un vero disastro”; sulla base di prime verifiche è emerso che su entrate previste in bilancio dal 2013-2017 di circa 11milioni, l’importo incassato al 31.12.2017 risultava 3,5milioni, ossia un terzo delle entrate previste.

Morte di Valentino. Guglielmino a giudizio per omicidio stradale. Avrebbe guidato in stato di alterazione psico - fisica. L'articolo di Orlando sulla Gazzetta del sud


Buongiorno con questa "cartolina" dalle Eolie

- Marina Corta dopo la pioggia -

giovedì 11 ottobre 2018

COMUNICATO COMUNE DI LIPARI PER ANNIVERSARIO D’INTERESSE NAZIONALE E LOCALE COMMEMORAZIONE PER IL 100° ANNIVERSARIO DELLA FINE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE


COMUNE DI LIPARI
ASSESSORATO PUBBLICA ISTRUZIONE, EDILIZIA SCOLASTICA E BIBLIOTECA
SERVIZI SOCIALI, SANITA E SOLIDARIETA’
CULTURA E BENI CULTURALI
PROVINCIA DI MESSINA
“Eolie, patrimonio dell’umanità”

COMUNICATO PER ANNIVERSARIO D’INTERESSE NAZIONALE  E LOCALE
COMMEMORAZIONE PER IL 100° ANNIVERSARIO DELLA FINE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

Il 4 novembre p.v. ricorrerà il 100° anniversario dalla fine della  Grande Guerra (Campagna 1915 – 1918) e l’Amministrazione Comunale, così come richiesto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Struttura di Missione per gli anniversari di interesse nazionale, commemorerà i caduti e combattenti del Primo Conflitto Mondiale con solenni celebrazioni, pertanto

 

INVITA

 

I parenti dei caduti e reduci della Prima Guerra Mondiale e Seconda Guerra Mondiale o eventuali reduci di guerra del secondo Conflitto Mondiale ancora in vita a prendere prima possibile contatto con il comitato per l’organizzazione delle commemorazioni in ricorrenza del “Centenario della Vittoria nella Grande Guerra” e “Festa delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale”, telefonando al 3334565268 o inviando una mail a cadutiereducieoliani@gmail.com, fornendo loro eventuale disponibilità a prendere parte alle celebrazioni previste.

 

SI CHIEDE INOLTRE

 

a chiunque dei parenti dei reduci o altri soggetti fossero in possesso delle bandiere delle “Associazioni dei reduci del Comune di Lipari” e dei “Labari e Medaglieri” di predisporne la riconsegna al Palazzo Municipale , ufficio dell’Assessore Tiziana De Luca, nel più breve tempo possibile  affinché  a dette insegne possano essere tributati i dovuti “Onori” durante le commemorazioni. Si fa presente che Bandiere e Medaglieri, costituiscono un’importante patrimonio per l’intera a Comunità Eoliana, in quanto chiara testimonianza del contributo dato dalle nostre isole nelle due Guerre Mondiali.

Si ringrazia anticipatamente quanti vorranno collaborare alla riconsegna o potranno fornire informazioni utili al loro recupero.

 

Lipari, 08.10.2018

 

Tiziana De Luca

ASSESSORE

EOLIE, ATTIVITA’ DI PULIZIA DELLE ACQUE DELL’ARCIPELAGO DA RETI ABBANDONATE E DA DISPOSITIVI ILLEGALI "CANNIZZI" DI CATTURA DEL PRODOTTO ITTICO

COMUNICATO
Nella giornata odierna, si è conclusa l’operazione di pulizia delle acque dell’Arcipelago Eoliano da tutte quelle reti abbandonate alla deriva che ha visto anche la rimozione di vari attrezzi di cattura del prodotto ittico non conformi alle vigenti norme comunitarie.
Il progetto di recupero delle reti, promosso dall’Organizzazione no profit “Healthy Seas” in collaborazione con le associazioni “Aeolian Islands Preservation Fund”, “Blue Marine Foundation”, “Ghost Fishing Foundation”, un diving locale ed alcuni rappresentanti del ceto peschereccio eoliano, è stato supportato dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari al fine di sensibilizzare e responsabilizzare la comunità locale verso la protezione dell'ambiente marino e costiero.
L’attività di monitoraggio in mare degli attrezzi da pesca utilizzati, in questi giorni, ha coinvolto anche l’Organizzazione internazionale “Sea Sheperd”, promotrice dell’ “Operazione Siso” contro la pesca illegale, presente in zona con la nave “Sam Simon” che ha coadiuvato i militari della Guardia Costiera di Lipari nelle acque delle isole Eolie allo scopo di ricercare e di rimuovere i cosiddetti FAD (Fish Aggregating Device) ovvero DCP (Dispositivi di Concentrazione dei Pesci), più comunemente conosciuti come “cannizzi”, non in linea con le norme europee.
Il risultato di entrambe le operazioni è stato eccellente, dato il recupero di oltre due tonnellate di reti abbandonate alla deriva e di una cinquantina di “cannizzi” composti da cento chilometri di spago in polipropilene ed un quantitativo enorme di bidoni e di bottiglie di plastica.
L’intera attività ha visto la fattiva collaborazione dei sommozzatori di un diving locale e di alcuni pescatori isolani nel recupero delle reti; inoltre, va evidenziata la disponibilità del titolare di un pontile galleggiante nell’assistenza logistica fornita alle unità navali ed il prezioso supporto del Comune di Lipari nello smaltimento del rifiuto plastico mediante una ditta autorizzata.

Operazione "reti abbandonate". Recuperata sul fondale delle Eolie una rete da pesca da oltre 2 tonnellate


COMUNICATO STAMPA

Recuperata una rete da pesca da oltre 2 tonnellate, abbandonata sul fondale, alle Isole Eolie.

Aquafil trasformerà le reti da pesca in collezioni da passerella.
Tra il 6 e l’8 ottobre un team di subacquei volontari della no profit Healty Seas ha raccolto oltre 2 tonnellate di reti da pesca abbandonate nel mare al largo delle isole Eolie. In particolare, l’operazione ha permesso di recuperare una gigantesca rete da pesca, di oltre 2 tonnellate, persa oltre 10 anni fa durante una tempesta,

Le reti da pesca saranno ripulite e combinate con altri materiali di scarto in nylon e così trasformate e rigenerate in nylon ECONYL®, filo infinitamente rigenerabile e utilizzato nelle collezioni di Gucci, Richard Malone e Adidas.

Healthy Seas, l'iniziativa al centro della missione di recupero di reti da pesca “fantasma”, organizzata in cooperazione con Aeolian Islands Preservation Fund, Blue Marine Foundation e Ghost Fishing Foundation, ha riunito i diving locali (Lipari Diving e la Gorgonia Diving Center), pescatori eoliani e Guardia Costiera. I pescatori che hanno messo a disposizione le loro barche, si augurano che la comunità dei pescatori si sensibilizzi rispetto al problema delle reti da pesca abbandonate nei mari.

Al porto, gli studenti della scuola primaria IC Lipari 1 e della scuola media IC Santa Lucia, hanno avuto l'opportunità di incontrare i subacquei e di approfondire il problema dei rifiuti marini e i principi dell'economia circolare.

Secondo i rapporti UNEP e FAO, ogni anno 640.000 tonnellate di reti da pesca sono abbandonate nei mari di tutto il mondo e rappresentano circa il 10% dei rifiuti plastici presenti negli oceani. Diverse specie marine protette come delfini, tartarughe marine e capodogli sono seriamente minacciate da questi rifiuti e sono state trovate intrappolate nel Mar Tirreno, vicino alle Isole Eolie.

Giulio Bonazzi, Presidente e CEO di Aquafil ha commentato: "L'iniziativa Healthy Seas promuove il rispetto dell’ecosistema marino e oceanico, organizzando campagne di recupero di rifiuti solidi adagiati sui fondali e principalmente di reti da pesca abbandonate. Per noi proprio questi rifiuti sono ricchezza e materia prima che trasformiamo in ECONYL®, dando vita a un filo sostenibile apprezzato da grandi marchi di moda, e produttori di tappeti e di moquette. Eppure dobbiamo guardare oltre il semplice schema del recupero e riciclo dei prodotti a fine vita, pensando a design sostenibili che permettano la circolarità compiuta delle diverse fasi di vita dei prodotti e a un sistema industriale più sostenibile”.

La missione di rimozione delle reti da pesca “fantasma”, organizzata da Healthy Seas in cooperazione con Aeolian Islands Preservation Fund, Blue Marine Foundation e Ghost Fishing Foundation, vuole sensibilizzare e responsabilizzare la comunità locale verso la protezione dell'ambiente marino.

Veronika Mikos, coordinatrice del progetto di Healthy Seas, spiega: "Il nostro team con passione, duro lavoro e il supporto dei nostri partner ha portato a termine diverse missioni di recupero nei mari europei. Con l’obiettivo di impedire alle reti da pesca di danneggiare questi delicati sistemi ecologici. Collaborando con le comunità costiere e le organizzazioni del settore della pesca, speriamo di prevenire l’abbandono nei mari delle reti e di aumentare la conoscenza che questo è un grave problema globale”.

L'iniziativa Healthy Seas opera da cinque anni nel Regno Unito, in Italia, in Grecia, nei Paesi Bassi e in Belgio. Durante questo periodo, in collaborazione con volontari subacquei e pescatori, ha recuperato oltre 375 tonnellate di reti da pesca dai mari.

Le fotografie sono disponibili a questo link: https://we.tl/t-4IYKkkpbzd

Aquafil   
Fondata nel 1965, Aquafil è uno dei principali produttori di nylon 6 in Italia e nel mondo. Il Gruppo Aquafil è presente in otto nazioni e in tre diversi continenti, dando impiego a più di 2,800 dipendenti in 16 impianti di produzione situati in Italia, Germania, Scozia, Slovenia, Croazia, Stati Uniti, Tailandia e Cina. Aquafil nel 2011 ha implementato l’ECONYL® Regeneration System, un sistema innovativo in cui il nylon 6 viene prodotto partendo dai rifiuti.
Per approfondire: www.aquafil.com. www.econyl.com

ECONYL®
ECONYL® un filo di nylon rigenerato partendo da dai rifiuti che altrimenti finirebbero nelle discariche, come vecchi tappeti, e quelli abbandonati in mare, come le reti da pesca. ECONYL® è nylon riciclato, che ha le stesse identiche caratteristiche di quello da fonte vergine, ma può essere rigenerato, ricreato e rimodellato all’infinito.

Healthy Seas – a journey from waste to wear
L’obiettivo principale dell’iniziativa internazionale per la salute dei mari è di rimuovere rifiuti, in particolare reti da pesca, dai fondali costieri per rigenerarli in prodotti tessili.
www.healthyseas.org

Ghost Fishing Foundation
Ghost Fishing Foundation è un'organizzazione internazionale senza fini di lucro, gestita da subacquei volontari, che avviano, supportano e promuovono iniziative per la rimozione di reti da pesca abbandonate negli oceani, nei mari e nelle acque locali. Dal 2012 hanno condotto progetti di in dividuazione e rimozione di reti da pesca perse nel Mare del Nord, Mare Adriatico, Mar Egeo, Mar Mediterraneo e Oceano Pacifico in collaborazione con varie organizzazioni ambientaliste e con il supporto di un gruppo in costante crescita di subacquei tecnici volontari.

Aeolian Islands Preservation Fund
L’Aeolian Islands Preservation Fund si impegna nella preservazione della bellezza naturale delle isole Eolie promuovendo il turismo sostenibile. Il fondo finanzia e sostiene progetti per preservare l'ambiente e il mare delle isole.
https://www.aeolianpreservationfund.org/

Blue Marine Foundation
Conosciuta come BLUE, questa associazione benefica registrata nel Regno Unito è stata creata nel 2010 da alcuni membri del team del documentario "The End of the Line". BLU esiste per risolvere il problema risolvibile più grande del pianeta: la crisi negli oceani. L'organizzazione benefica si dedica alla lotta contro la pesca eccessiva e alla distruzione della biodiversità creando riserve marine e istituendo modelli di pesca sostenibili. La sua missione è la protezione attiva ed efficace del 10% degli oceani del mondo entro il 2020 e del 30% entro il 2030.
https://www.bluemarinefoundation.com/

Le foto inviateci da Ambra Messina sono di Carmelo Isgrò.


Riflessioni di fine estate e ricordi (di Caterina Conti)


E allora adesso che "chiudù u punenti" è opportuno fare un momento di riflessione per quello che del nostro piccolo mondo  avrei voluto fare  e per motivi diversi non ho fatto.
Cara signora Peppina Mangano te ne sei andata nel pomeriggio assolato di questo Agosto  accompagnata da tutti i tuoi 7 splendidi uomini che ti hanno pianto e ti piangono ancora. Sei stata un personaggio e tutti i frequentatori di una certa zona di Lipari " Sopra la terra e Marina Corta" ti hanno conosciuta.
Hai personalizzato un'epoca e anche un tipo di famiglia e di donna coraggiosa che anche a un certo punto senza marito è riuscita a crescerci i suoi uomini.
Con un abbraccio ed un ricordo .
Caterina Conti

Tra le tante cose che quest'anno nella nostra isola non sono andate bene e che costituiscono un problema per tutti. Per quel che mi riguarda in maniera sbalorditiva devo fare un ringraziamento al nostro Sindaco , al nostro assessore al ramo Avv. Orto, al sig.Nello responsabile della Geomar, perchè quest'anno, anche se mi rendo conto che non sarà stato per tutta l'isola, almeno nella nostra zona un sentitissimo ringraziamento per non averci fatto mancare l'acqua.
Lo scorso anno eravamo stati in piena tragedia per tutta l'estate e con 3 volte in albergo che non uscisse più acqua dai rubinetti. Certo non si piò dire altrettanto dell'uffico idrico, che rimane assolutamente un assoluto disastro. Non si può fare in modo che l'ufifcio funzioni regolarmente tutti i giorni, che si risponda e che con l'aiuto della tecnologia vi sia una chiarezza nella situazione economica della gestione? Io spero che queste non rimangano soltanto speranze e che si possa regolarizzare il tutto.
Caterina Conti

Carissima Enza ,
al secolo sig.ra Enza Travia.
Non puoi immaginare che tristezza passare davanti al tuo terrazzino e vederlo spoglio di fiori e e di piante. Capisco perfettamente che ti sei arresa alle difficoltà del tempo, dell'età e di tutto il resto, però questo mio scritto è per darti pubblicamente un abbraccio affettuoso ed un ringraziamento per aver condiviso con noi per un periodo del cammino della vita i momenti tristi, ma anche i momenti felici.
Grazie, ciao buona vita e goditi i nipoti.
Caterina Conti

REGIONE: TURISMO, SICILIA LA PIU’ AMATA DAGLI STRANIERI

La Sicilia è la Regione italiana più amata dai turisti stranieri nel 2018. L’importante riconoscimento è arrivato dal Ttg Travel Experience - la manifestazione di riferimento per la promozione del turismo mondiale in Italia e per la commercializzazione dell’offerta turistica italiana nel mondo - in corso a Rimini, dove l’Isola ha un proprio stand allestito dall’assessorato regionale al Turismo. Il premio, assegnato nell’ambito della terza edizione di ‘Italia Destinazione Digitale’, è legato ai risultati delle ricerche che si basano su dati raccolti in tempo reale dal web, sugli oltre tredici milioni di recensioni analizzate
«E’ la conferma - evidenzia il presidente della Regione Musumeci - che le politiche messe in campo dal nostro governo in materia di turismo si stanno rivelando vincenti. Anche i dati trimestrali di Bankitalia, relativi ai visitatori stranieri, confermano un trend in forte crescita, rispetto allo scorso anno. Un’analisi che testimonia come il brand Sicilia sia quanto mai appetibile nel panorama turistico internazionale».

Indetta gara per ampliamento cimitero a Pianoconte.

COMUNICATO STAMPA 
L’Amministrazione Comunale rende noto che dopo un lungo iter è stata indetta la gara per l’ampliamento del cimitero della frazione di Pianoconte. Un risultato conseguito grazie all’impegno e alla costante dedizione negli anni dell’Amministrazione Comunale, che ha caparbiamente perseguito l’obiettivo, superando molteplici problematiche al fine di realizzare l’importante opera per la frazione di Pianoconte, attesa da molti anni.
Si rende noto inoltre che è stato approvato il progetto relativo all’ampliamento del cimitero di Quattropani, e che subito dopo l’approvazione del bilancio potranno essere avviate le procedure di gara per l’esecuzione dei lavori.
Relativamente al cimitero di Ginostra, si attende l’approvazione definitiva del progetto di ampliamento dello stesso, per il quale l’Amministrazione ha già accantonato parte delle somme necessarie.
Infine si comunica che sono state stanziate le somme necessarie per l’acquisto dei terreni limitrofi ai cimiteri di Acquacalda e Vulcano necessari per la progettazione di ampliamento degli stessi.
 L’Amministrazione Comunale

REGIONE: MUSUMECI, SULLA SPESA UE PRUDENTE OTTIMISMO

«Se penso che al mio insediamento alla guida della Regione abbiamo trovato appena sei milioni di euro di spesa certificata sui fondi europei, mi viene facile dire che in questi pochi mesi sono stati compiuti passi da gigante».
Lo ha dichiarato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, dopo l'incontro a Roma con il ministro per il Mezzogiorno Barbara Lezzi, per fare il punto sui fondi Po Fesr assegnati all'Isola nella programmazione 2014-20.
«I dipartimenti - continua - stanno lavorando con impegno, in questa corsa contro il tempo. Lo so: diventa impensabile fare in dieci mesi quello che non è stato fatto in tre anni. Ma ci stiamo provando, e di questo sforzo ci hanno dato atto tanto il ministro Lezzi, quanto il direttore del Comitato Antonio Caponnetto, e la stessa Commissione di Bruxelles. Al di là della scadenza di dicembre, sulla quale rimango prudentemente fiducioso, rimane l'impegnativo lavoro da continuare nei mesi successivi. Accelerare la spesa pubblica e puntare sugli investimenti significa avere uffici regionali con più risorse umane, motivate e qualificate, e qualche innesto di nuove energie. Chi si oppone a questi obiettivi lavora contro la crescita della nostra Regione».

Ricordando ...Antonino Bianchi

Per ricordare gli eoliani defunti, spazio giornaliero con foto tratte dal nostro archivio.

Auguri ai lettori di Eolienews, festeggiati oggi

Buon Compleanno al nostro collaboratore Massimo Bonfante. Auguri anche a Nunzio Raffaele,  Graziella Lo Schiavo, Veronica Raffaele, Claudia Sabihi, Maryna Malyshka, Giuse Costanzo, Giuseppe Greco, Ivana Arena, Annalisa Cincotta, Robertino China.

Accadde oggi alle Eolie (11 Ottobre 2012)

REGIONE: ANTINCENDIO BOSCHIVO, OGGI PRESENTAZIONE RISULTATI

Verranno presentati oggi, nel corso di una conferenza stampa, i risultati della Campagna antincendio boschivo predisposta dalla Regione Siciliana per la stagione estiva. 
L’appuntamento con i giornalisti è alle ore 11, nella Sala Alessi a Palazzo d’Orleans. Saranno presenti il governatore Nello Musumeci, l’assessore regionale al Territorio e ambiente Toto Cordaro e il Comandante del Corpo forestale della Regione Filippo Principato.

Autunno al Museo. Le iniziative del Bernabò Brea di Lipari ad Ottobre


COMUNICATO
Autunno al Museo
            Il direttore del Museo archeologico Luigi Bernabò Brea a Lipari, architetto Rosario Vilardo, invita cittadini, viaggiatori invernali, e chiunque abbia voglia di bellezza e di sapere a partecipare alle iniziative di autunno.
Domenica 14 ottobre 2018 . Giornata nazionale delle Famiglie al Museo
ore 17,30 visita guidata con sorpresa
            Vogliamo una giornata in cui il museo si trasformi in spazi colmi di colori, movimenti, domande, in luoghi dove ascoltare delle storie raccontate da condividere con coloro a cui vogliamo bene. Per i piccoli visitatori, l'archeologa Maria Clara Martinelli ha organizzato una visita guidata che li porterà a diretto contatto con gli oggetti trovati nei mari più profondi. Potranno toccare, odorare, osservare, una selezione di oggetti preparati per loro.
Martedì 16 ottobre 2018  Il museo racconta.
Ore 16,30 Appuntamenti con l'archeologia, l'architettura, la storia dell'arte.
            Appuntamento mensile che integra l'offerta culturale delle esposizioni attraverso un ciclo di conferenze, accogliendo studiosi sui temi di archeologia, storia, architettura, arte, vulcanologia e museologia. La scelta di organizzare gli appuntamenti durante i mesi invernali è dettata dalla condizione di isolamento che Lipari vive soprattutto da novembre a marzo e che alimenta l'insoddisfazione intellettuale. La missione culturale del Polo è anche riuscire a colmare una parte delle carenze di attrazioni culturali  in un territorio sottomesso alla stagionalità. Le conferenze sono rivolte ad un pubblico scolastico, fra cui soprattutto insegnanti, e intellettuale, fra cui cultori di storia locale, guide turistiche, associazioni culturali e chiunque possa essere interessato.  Gli appuntamenti saranno accompagnati da presentazioni di libri, approfondimenti sulle collezioni del Museo.
Il primo incontro è dedicato all'Egeo. Nell'isola di Santorini (antica Thera) è stato scoperto un affresco che decorava le pareti di un stanza del palazzo di Akrotiri, città minoica dell'età del Bronzo, che racconta di processioni regali con navi che solcano il mare davanti ad una città costruita su una rocca. Parlerà Massimo Cultraro,  archeologo, Ricercatore CNR, esperto di preistoria dell'Egeo, autore di L'Anello di Minosse (Milano, 2001), I Micenei (Roma., 2006)
ore 16,30 conferenza prof. Massimo Cultraro “Lipari e l'affresco di Thera- Santorini”
ore 18,00 Presentazione del libro L'ultimo sogno dello scopritore di Troia.  Heinrich Schliemann e l'Italia (1858-1890)
IL DIRETTORE
(arch. Rosario Vilardo)

Santo del giorno

La Chiesa festeggia oggi San Giovanni XXIII°

Buongiorno ai lettori di Eolienews con questa "cartolina" dalle Eolie


- L'abitato di Canneto e la spiaggia -

mercoledì 10 ottobre 2018

Assistenza a fasce deboli. Un ventaglio di servizi. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud di oggi

Serve un bullone...un piccolo intervento per evitare che qualche bimbo si faccia male.

Questo è un cavalluccio a dondolo del parco giochi adiacente il Comune in Piazza Mazzini. Ci segnalano - come d'altronde è ben visibile nella foto - che manca un bullone. ..e i bambini giocando possono farsi male perché dondolando il sedile si ribalta all'indietro.
Si tratta di un piccolo intervento. E' possibile effettuarlo prima che qualcuno si faccia male?

La Processione della Madonna del Rosario a Lami nelle foto del nostro Bartolo Ruggiero (quarta parte)

Fondi Ue, in Sicilia spesi pochi spiccioli

(di Luca Chiofalo) Nella sconsiderata narrazione attualmente dominante, le colpe di ogni male italiano vengono attribuite all’Europa matrigna!
Ma è davvero così?
Oppure le istituzioni europee rappresentano spesso un facile alibi per i politici locali incapaci ed un argomento per chi vuole sfasciare tutto mosso da pericolose ‘nostalgie’...?
Informarsi con scrupolo e costanza aiuta a farsi un’idea.
Questa è la capacita della Sicilia di sfruttare le opportunità che l’Europa offre: meditiamo.