Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 18 ottobre 2008

Incontri romani ad "alto livello" per i soci del Centro Studi

Il 16 Ottobre scorso i soci del Centro Studi di Lipari hanno incontrato a Roma alla Camera dei Deputati l'On. Olga D'Antona, amica da molto tempo dell'associazione, con la quale si è discusso delle prossime iniziative e dei programmi del 2009. Sempre nella stessa mattinata sono seguiti incontri con l'On. Pierferdinando Casini che ha ricordato la sua appartenenza alle Eolie, avendo la cittadinanza onoraria, l'On. Massimo D'Alema e l'On. Piero Fassino. A conclusione degli incontri romani Nino Paino, Nino Saltalamacchia, Nino Allegrino e Paola Centurrino hanno incontrato il socio onorario del Centro Studi Nanni Moretti, per parlare della prossima edizione di Eolie in Video. Tutti gli incontri avvenuti nella 3 giorni romana hanno avuto grande riscontro e tanti sono i temi e le iniziative messe in cantiere che vedranno la luce il prossimo anno. Si concludono quindi con un grande successo la presentazione del libro e le attività collegate

Ticket: I presidenti di circoscrizioni dovranno individuare e suggerire gli inerventi da effettuarsi con i proventi

I presidenti delle circoscrizioni di Vulcano, Panarea, Filicudi-Alicudi e Stromboli-Ginostra dovranno preparare una relazione, con allegato elenco di priorità, su quelli che ritengono siano gli interventi da porre in essere nelle varie isole con i proventi del ticket. La relazione, tramite il comune di Lipari, dell'assessore Corrado Giannò nello specifico, sarà poi inoltrata al commissario Francesco Alecci.
Questo in sintesi quanto emerso ieri nella riunione tenutasi a Lipari e alla quale hanno preso parte i presidenti delle circoscrizioni, il sindaco Mariano Bruno e l'assessore Corrado Giannò.


Polizia municipale: Saranno cinquanta i concorrenti al posto di dirigente-comandante

Sono una cinquantina coloro che hanno presentato istanza al comune di Lipari per partecipare al concorso di dirigente-comandante della polizia municipale del maggior comune eoliano.
Ieri, intanto, si è proceduto al sorteggio di coloro che andranno a fare parte della commissione giudicatrice. Il sorteggio è stato effettuato da appositi elenchi regionali. Tre i componenti sorteggiati per quanto riguarda l'area amministrativa. Due, invece, per l'area di vigilanza. Sono stati sorteggiati anche i supplenti. Per l'area amministrativa sono dodici: quattro per ogni componente effettivo; per l'area di vigilanza sono quattro: due per ogni componente effettivo.
Ieri stesso sono partiti i telegrammi all'indirizzo dei componenti titolari. Questi avranno 48 ore di tempo per accettare. Una volta ottenute le accettazioni si riunirà la giunta municipale per ciò che è previsto dall'iter.

I nomi-come ci ha ribadito l'assessore al personale Alfredo Biancheri- non possono essere resi noti se prima non vi è l'accettazione da parte degli stessi.

Lipari/Legambiente: E le fogne scaricano a due passi da Marina Corta

(GAZZETTA DEL SUD) Uno scarico a mare di reflui fognari viene denunciato dal presidente di Legambiente Lipari Piero Roux in una lettera inviata al sindaco di Lipari, al commissario delegato per l'emergenza Eolie e al responsabile regionale della Protezione civile. Il presidente di Legambiente evidenzia come «a seguito di lavori atti a risolvere il frequente problema della fuoruscita di liquami fognari dalle vasche di raccolta e pompaggio di Marina Corta e Marina Lunga (zona adiacente biglietteria Aliscafi) sono stati, arbitrariamente, lasciati degli "incamminamenti" che scaricano a mare i reflui fognari (in caso di "troppo pieno" o rottura temporanea dei motori di pompaggio) e questo in completo spregio all'incolumità dei tanti residenti e turisti che, in mancanza di cartello di "divieto di balneazione", si bagnano, in estate. nelle acque antistanti i citati arenili». Piero Roux, evidenzia inoltre come «il tubo che dovrebbe convogliare le acque del depuratore al largo di Monte Rosa, presenta degli enormi fori, causati dall'erosione, all'altezza della immissione in mare. Da detti fori fuoriesce, giornalmente, una grande quantità di acque nere che si riversano sulla spiaggia di Marina Lunga».
In conseguenza delle prospettate situazioni Legambiente ha chiesto al sindaco di Lipari di indagare circa le responsabilità oggettive, intervenire immediatamente per far chiudere i canali di riversamento a mare, sostituire il condotto eroso e, nell'impossibilità finanziaria a provvedere, di invocare l'intervento immediato del Commissario delegato per l'emergenza Eolie e/o della Protezione Civile affinché si arrivi, al più presto, alla risoluzione del problema.

venerdì 17 ottobre 2008

Dissalatore: Per fortuna c'erano i vigili del fuoco

Solo il tempestivo intervento dei vigili del fuoco di Lipari, allertati da un cittadino che ha notato qualcosa di anomalo, ha evitato presumibilmente gravi danni al dissalatore di Canneto Dentro. A fare scattare l'allarme è stata una marmitta di sfogo posizionata sul tetto della struttura che il cittadino ha notato fosse “colorata” di un intenso colore rosso L'impianto di dissalazione, che fornisce il prezioso liquido all'isola di Lipari, nella notte tra mercoledì e giovedì, così come hanno avuto modo di accertare successivamente i pompieri, è stato interessato dal blocco di uno dei due motori con conseguente sovraccarico dell'altro. Questa situazione ha provocato un notevole surriscaldamento dell'impianto lo prova il fatto che, al momento dell'intervento dei pompieri, il motore era incandescente e vi era il potenziale rischio di una esplosione dello stesso con conseguenze, per fortuna, adesso solo immaginabili. In assenza di personale presente nell'impianto, in quanto da tempo il dissalatore non è più sottoposto a sorveglianza notturna, sono stati gli stessi vigili del fuoco a fare cessare l'erogazione di energia elettrica e quindi a far cessare la situazione di pericolo. E' chiaro che si è corso un rischio grossissimo sia per quanto riguarda la struttura e tutto ciò che vi è anche nelle adiacenze, sia per quanto riguarda le conseguenze che si sarebbero verificate nell'ambito del processo di dissalazione che già è a scartamento ridotto

Roma: Rai Cinema e Centro Studi progettano un documentario sulla storia della pomice

COMUNICATO STAMPA
Nell’occasione della presentazione del libro “Un amore così fragile così violento” la delegazione del Centro Studi ha avuto modo di incontrare Martedì 14 in serata il presidente di Rai Cinema Dott. Franco Scaglia per avviare un progetto per la realizzazione di un documentario sulla storia della pomice. Con tutta probabilità le riprese inizieranno la prossima primavera. Nel corso della serata si sono avute altre riunioni per gettare le basi su una serie di iniziative da svolgersi a Lipari nel corso della prossima estate. Nino Saltalamacchia, Nino Paino e Nino Allegrino hanno parlato altresì con Marcello Sorgi( editorialista della Stampa), Alberto Asor Rosa(storico), Paolo Mauri e Antonio Gnoli(direttore e vice delle pagine culturali di Repubblica) per definire il calendario dei pomeriggi culturali eoliani. La mattina seguente la delegazione del Centro Studi, al completo, ha visitato palazzo Madama(sede del Senato della Repubblica)per assistere ai lavori parlamentari. I soci sono stati accompagnati dal liparoto Vincenzo Reitano (nativo di Quattropani), che da anni presta servizio presso il Senato.
Successivamente il senatore eoliano Avv. Giampiero D’Alia ha invitato tutti i soci presso il proprio ufficio donando loro un ricordo per l’occasione.
Il Senatore D’Alia nella suddetta occasione ha consegnato al presidente il modulo di adesione per l’iscrizione al Centro Studi.
(Le foto sono di Nino Allegrino)

Il degrado della strada comunale Vitusa-Quattropani. Legambiente Lipari invoca interventi

"Strada comunale Vitusa-Quattropani " è l'oggetto della lettera che Piero Roux(Legambiente Lipari) ha inviato al sindaco di Lipari, al Commissario Delegato per l’Emergenza Eolie, al Responsabile Reg.le Protezione Civile. Il testo:
Nel ringraziare il Responsabile del Dipartimento Regionale della Protezione Civile per la Provincia di Messina e l’Amministrazione Comunale per l’immediato riscontro e concreta risposta alla nostra segnalazione sulla disastrosa condizione della strada comunale Candali in Lipari, seguita dalla immediata copertura in cemento della su-citata strada ci vediamo costretti a ricorrere alle stesse istituzioni per segnalare la condizione di degrado in cui versa la strada Comunale Vitusa che- da una nota inviata al Comune di Lipari e giunta, in copia, alla nostra associazione - versa in stato di completo abbandono con frequenti frane che la rendono insicura e mettono a rischio l’incolumità dei cittadini che giornalmente la transitano.
Le continue frane – a detta dei numerosi abitanti residenti in zona - sono un pericolo costante, documentate altresì da un sopralluogo del Comandante dei Vigili Urbani Dott.Nico Russo e dal locale comando dei Vigili del Fuoco.
Legambiente chiede al Sindaco del Comune di Lipari di intervenire o invocare l’intervento immediato del Commissario Delegato per l’Emergenza Eolie e/o della Protezione Civile affinché si arrivi, al più presto, alla risoluzione definitiva del problema.
Cordiali saluti
Il Presidente Legambiente Lipari
Piero Roux

Legambiente "denuncia": reflui fognari in mre

E' indirizzata al Sindaco di Lipari, al Commissario Delegato per l’Emergenza Eolie e al Responsabile Reg.le Protezione Civile di Palermo una lettera a firma di Piero Roux (Legambiente Lipari) che ha per oggetto: Scarico a mare reflui fognari
IL TESTO INTEGRALE:
Si porta a conoscenza di Codeste Spett.li Amministrazioni che, a seguito di lavori atti a risolvere il frequente problema della fuoruscita di liquami fognari dalle vasche di raccolta e pompaggio di Marina Corta (Zona adiacente al Chitarra Bar) e Marina Lunga (zona adiacente Biglietteria Aliscafi) sono state, arbitrariamente, lasciate degli incamminamenti che scaricano a mare i reflui fognari – in caso di “troppo pieno” o rottura temporanea dei motori di pompaggio - e questo in completo spregio all’incolumità dei tanti residenti e turisti che- in mancanza di cartello di “divieto di balneazione”, si bagnano –in estate- nelle acque antistanti i sopra-citati arenili.
Abbiamo anche notato che il tubo che dovrebbe convogliare le acque del depuratore al largo di Monte Rosa, presenta degli enormi fori -causati dall’erosione- all’altezza della immissione in mare. Da detti fori fuoriesce, giornalmente, una grande quantità di acque nere che si riversano sulla spiaggia di Marina Lunga.
Legambiente chiede al Sindaco del Comune di Lipari di:
- indagare circa le responsabilità oggettive,
- intervenire immediatamente per far chiudere i canali di riversamento a mare,
- sostituire il condotto eroso,
e, nell’impossibilità finanziaria, di invocare l’intervento immediato del Commissario Delegato per l’Emergenza Eolie e/o della Protezione Civile affinché si arrivi, al più presto, alla risoluzione del problema.
Cordiali saluti
Il Presidente Legambiente Lipari
Piero Roux

giovedì 16 ottobre 2008

Ex lavoratori della pomice incontrano l'Arcivescovo

Una delegazione di ex lavoratori della pomice di Lipari è stata ricevuta stamattina presso l'Istituto delle Suore Francescane dall'arcivescovo Mons. Calogero La Piana. I lavoratori hanno prospettato all'Arcivescovo quella che è la loro delicata situazione, lo stato di incertezza e di precarietà in cui vivono, unitamente alle loro famiglie, in attesa che si definisca il passaggio più volte promesso da vari esponenti del Governo regionale passato e presente. Hanno chiesto in tal senso un suo autorevole intervento. Mons. La Piana, consapevole della delicatezza della situazione, specie in un ambiente come quello isolano dove le possibilità occupazionali non sono molte, ha garantito che si attiverà nelle sedi competenti

Sviluppo Eolie: Forza Italia indica l'ing. Mauro Bellino

Riunione stamattina in casa "Forza Italia". Si doveva designare il componente per il consiglio di amministrazione della società "Sviluppo Eolie". All'unanimità di tutte le componenti è stato dato mandato al sindaco Mariano Bruno di indicare l'ing. Mauro Bellino.
Il comune di Lipari, come è risaputo, deve indicare tre nominativi. Dopo Bellino ad essere indicati dovrebbero essere Mimma Sparacino per l'MPA e Giovanni Mollica per AN. Quest'ultimo, secondo le intenzioni degli esponenti del partito di Fini, dovrebbe essere il nuovo presidente della società. AN, come più volte annunciato, non intende rinunciare alla poltrona di presidente.

Differenziata nelle Eolie: Consistente traguardo anche nella raccolta del vetro

Prosegue con ottimi risultati nelle Eolie la raccolta differenziata. In due mesi, il servizio attuato in via sperimentale dalle ditte locali, che stanno lavorando senza contratto alcuno, ha consentito di differenziare il nove per cento circa dei rifiuti prodotti. Oggi, dopo la carta e la plastica, centoventi metri cubi di vetro hanno lasciato l'arcipelago. Per trasferirli, in un apposito centro ubicato a Termini Imerese, questa mattina è giunto un tir nell’area di trasferenza e stoccaggio della Eolie Multiservizi di Canneto.

Piemonte-Giannò: Nuovo capitolo.

Riceviamo dal signor Roberto Piemonte una nota indirizzata all'assessore Giannò e la pubblichiamo:
"Leggo la nota dell’Assessore Giannò e non posso non fare alcune considerazioni anche perché, se mi è consentito, non permetto a nessuno di fare, pubblicamente, illazioni sulla mia persona:
fermo restando la corretta interpretazione della lingua italiana:
continuo a non comprendere quali possano essere gli “ aggressivi attacchi” alle istituzioni da me portati avanti a meno che, delle riflessioni e delle puntualizzazioni, vengano recepite come “attacchi”; fra l’altro, per mia educazione e per mia formazione non sono stato mai “aggressivo”, sono certamente un moderato e non un qualunquista, avulso alle inutili polemiche, forse ho solo il torto di amare il mio paese e credere nelle istituzioni che ci rappresentano;
l’Assessore continua ad affermare che io scrivo ed accuso, non comprendo quali accuse siano state fatte ed a chi;
l’Assessore per una mano vuole mettere la parola fine alle polemiche, per l’altra continua a fare intollerabili allusioni ed utilizza espressioni che, ripeto, non si addicono ad una Entità Istituzionale;
chi mi conosce, sono certo che non ha dubbi ma, in ogni caso, voglio precisare, per chi non lo sapesse, anche al fine di sgomberare il campo da ogni e qualsiasi equivoco che il sottoscritto non scrive né ha mai scritto, né scriverà per conto terzi.-
Ringrazio l’Assessore per la sua disponibilità, quando vuole sarò ben lieto di incontrarlo anche al fine di interrompere questa serie di note.
Credo che la volontà comune sia quella di affrontare e risolvere i problemi che, per quanto mi riguarda, continuerò ad evidenziare puntualmente con la speranza che, l’Assessore, per le problematiche di sua competenza, con serenità e senza remore, per quanto possibile, le possa risolvere".-
Roberto Piemonte

Stromboli:Negata ad alpinista Tom Perry passeggiata a piedi nudi sulla Sciara del fuoco

Tom Perry, camminatore e alpinista, non potrà scendere a piedi scalzi dalla Sciara di fuoco dell 'isola di Stromboli, nell'arcipelago delle Eolie, perchè troppo pericoloso. Lo ha deciso il direttore dell'Ufficio Previsione Valutazione Prevenzione e Mitigazione dei Rischi Naturali del dipartimento di Protezione civile nazionale Bernardo De Bernardinis, che oltre a rammentare le esplosioni vulcaniche e le frane parla di "rischio concreto di emulazione" e di rischio per la vita di "eventuali soccorritori".Carmelo Nicoloso, la guida dell'Etna che coordinava l'impresa, sottolinea che anche il sindaco di Lipari, Mariano Bruno, aveva formulato "il nulla osta chiedendo al Centro operativo avanzato di Stromboli di predisporre il percorso", dopo che Perry aveva chiesto "aiuto" per la sua impresa al presidente della Regione Raffaele Lombardo. Nicoloso esprime in una nota "grande amarezza" per la decisione della Protezione Civile, sostenendo che "l'evento di Tom Perry allo Stromboli poteva offrire l'opportunità per accendere i riflettori su una risorsa che è un autentico patrimonio dell'Umanità".

Domani il giovanissimo liparese Bartolo Fonti protagonista a "Farò strada"

COMUNICATO STAMPA RAI "FARÒ STRADA"
In concomitanza con il Mese Internazionale “I Walk to School” esordisce la minifiction per ragazzi “Farò Strada”, format di Raitre sulla sicurezza stradale realizzato in collaborazione con il ministero della Pubblica Istruzione. Trenta episodi in onda dal 10 ottobre 2008, ogni venerdì all’interno di Trebisonda, alle 16.50. Ogni giorno i bambini italiani vanno a scuola. I tragitti sono più o meno lunghi, i mezzi usati sono diversi, ma i pericoli sono molti, e per tutti l’importante è arrivare, sani e salvi, alla meta. “Farò Strada”, segue i percorsi di 30 bambini di 30 diverse località italiane – da nord a sud, dalle grandi aree urbane ai piccoli centri, dal mare alla montagna, alle isole - per arrivare ogni mattina in classe superando le piccole e grandi insidie disseminate sul cammino. In ogni puntata un bambino diverso affronta il proprio tragitto da casa a scuola – in metropolitana, in autobus, in treno, in auto, oppure a piedi, pedalando sulla bici o sullo skate, addirittura in traghetto o a dorso di un mulo - e racconta al programma se stesso e la sua vita, ma soprattutto spiega a suo modo gli ostacoli e gli imprevisti che ogni giorno incontra lungo il percorso, e un “trucco” di sicurezza stradale che lo aiuta a superarli.Trenta piccoli grandi viaggi, per altrettante microstorie-documentarie in cui i bambini scoprono in prima persona che le regole di sicurezza stradale non sono altro che “trucchi” che aiutano a vivere meglio, anche sulla strada, e attraverso le proprie scoperte consigliano ai loro coetanei il modo migliore e più corretto per affrontare un incrocio, scendere senza pericolo dal bus, equipaggiare la propria bici, passando sempre per il riconoscimento della segnaletica stradale.Chiude ogni puntata il Rap-promemoria dei “trucchi” acquisiti durante il tragitto, con cui i bambini a casa potranno ricordarli anche a chi viaggia con loro. Adulti compresi.
Domani venerdi 17 ottobre, su Raitre, nella fascia oraria compresa fra le 16.30 e le 17.00, andrá in onda la puntata di "Faró Strada" con protagonista il liparese Bartolo Fonti(nella foto)

Santa Marina Salina: Finanziate progettazioni di opere

COMUNICATO STAMPA
Si rende noto che con i DDG n. 290 del 01/08/08 e n. 300 del 04/08/08 la Regione Siciliana, Dipartimento della Programmazione-Servizio Interventi Strutturali, ha finanziato al Comune di Santa Marina Salina, nell’ambito del IV Atto Integrativo APQ Isole Minori cinque importanti progettazioni per le realizzazione di opere utili per lo sviluppo e il miglioramento del Paese, per un importo totale di 143.088,00.
In particolare sono stati finanziati:
•Euro 41.984,00 per la progettazione del “Ripascimento spiaggia e sostituzione dei massi paraflutto per la balneazione, attualmente in massi ciclopici, in pietra naturale”;•Euro 30.0000,00 per la progettazione “Realizzazione di impianto fotovoltaico sugli edifici pubblici del Comune di Santa Marina Salina”;
•Euro 25.104,00 per la progettazione del “Campetto polisportivo di calcetto,pallavolo,basket,tennis”;
•Euro 25.000,00 per la progettazione di una “Struttura culturale polifunzionale del Comune di Santa Marina Salina”;
•Euro 21.000,00 per il “Progetto di riqualificazione paesaggistica di Santa Marina Salina mediante interramento di tutti i cavi aerei quali Telecom, Enel, etc ..in apposti cavidotti”.
Tre delle progettazioni finanziate riguardano la protezione dell’Ambiente e il risparmio delle risorse energetiche, di cui una relativa alla protezione del lungomare del paese, soggetta da molto tempo all’erosione del mare, che si vanno ad inserire nel filone della salvaguardia ambientale intrapreso dall’Amministrazione Lo Schiavo, aggiungendosi al già finanziato progetto per il ripascimento del litorale di un'altra zona del comune(località Barone), finanziato a dicembre 2007 dal Ministero dell’Ambiente. Questa tipologia di progetti , così come altre ancora allo stato ideativo, potranno permettere un miglioramento delle risorse ambientali dell’isola nonché di rimanere nella “zona alta” della classifica di Legambiente e permettere di ottenere, anche per gli anni a venire, l’assegnazione delle cinque vele.Le altre due progettazioni riguardano invece delle esigenze da molto tempo manifestate dagli abitanti di Santa Marina Salina e mai realizzate:la creazione di un centro polifunzionale culturale, ove poter realizzare teatro o poter proiettare film, e la creazione a Santa Marina di un campetto sportivo polifunzionale, in aggiunta a quello esistente nella frazione di Lingua, che possa permettere una maggiore aggregazione giovanile attraverso le diverse discipline sportive.

"Accuse per conto terzi?". L'assessore Giannò scrive al rag. Piemonte

Riceviamo e pubblichiamo una lettera dell'assessore Corrado Giannò indirizzata al signor Roberto Piemonte e che segue una nota di quest'ultimo da noi pubblicata stamane. IL TESTO:
"In relazione a quanto da Lei scritto e proprio per il fatto che ci si conosce mi appare ancor di più fuori luogo e non costruttivo il continuo ed aggressivo attacco alle Istituzioni da Lei portato avanti e questo, parlano i fatti, soprattutto nei riguardi della mia persona.
Ma a questo punto nel sancire la parola fine, almeno da parte mia, a queste sterili ed inutili polemiche, un dubbio ed anche grosso mi sorge, e così come a me anche ad una schiera molto ampia di amici che mi circondano e che fino a stamane mi hanno fatto riflettere. Ma il Rag. Piemonte scrive ed accusa per suo conto o lo fa per conto terzi? D'altronde a lui il "tre" è molto familiare.
Nel dichiararmi a disposizione per un incontro a due, Le porgo i miei più cordiali saluti".

Bagnamare e perdita. Le considerazioni di Roberto Piemonte al comunicato dell'assessore Giannò

Riceviamo dal signor Roberto Piemonte e pubblichiamo:
Ho avuto modo di leggere l’ennesimo comunicato stampa dell’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Lipari.-
Fermo restando l’apprezzamento per le informazioni che l’Assessore fornisce ai cittadini attraverso i canali informatici, non posso non rilevare che, ancora una volta, l’Assessore, infarcisce i sui comunicati con frasi del tipo “si ribadisce per i sordi e per coloro i quali vivono nella polemica e nell’accusa giornaliera senza trovare o proporre soluzioni” o del tipo “dei soliti sordi che non sanno quanto dicono”.-
Dato che il comunicato dell’Assessore è espressamente riferito ad argomenti che il sottoscritto e non altri, almeno da quello che mi risulta, ha evidenziato in una nota resa pubblica attraverso i notiziari online, mi pare di capire che fra “i sordi……….” ci possa essere anche io.-
Per fortuna non ho problemi con la sordità ma ho qualche problema di vista e per tale motivo porto gli occhiali affinché possa vedere bene, anzi molto bene, così come vedono bene i miei concittadini e bene farebbe l’Assessore che, fra l’altro, mi conosce, ad esprimersi in modo più comprensibile e dire chiaramente chi sono “i sordi…..” e qual è il senso di frasi allusive, inserite in un comunicato, a firma di una Entità Istituzionale, che potremmo o dovremmo considerare di risposta ad una sollecitazione fatta, molto urbanamente, da un cittadino che a volte chiede degli interventi per situazioni di fatto o per correggere alcune imperfezioni, forse delle storture, forse degli errori.-
Per quanto attiene anche alla infelice, quanto intollerabile, affermazione “i quali vivono nella polemica e nell’accusa giornaliera senza trovare o proporre soluzioni” sorgono spontanee alcune riflessioni:
chi vive nell’accusa giornaliera evidentemente è qualcuno che “accusa” e non qualcuno che evidenzia e sollecita garbatamente delle problematiche o delle situazioni di fatto salvo che queste sollecitazioni e/o segnalazioni vengano interpretate, da chi addirittura rappresenta una Pubblica Istituzione, come accuse;
trovare le soluzioni mi pare, caro Assessore, spetta a Lei che è stato chiamato, con felice intuizione del nostro Sindaco, viste le sue indubbie capacità, a ricoprire la carica di Assessore ai Lavori Pubblici che, fra l’atro, è anche retribuita dai cittadini. Ragion per cui chi meglio di Lei può trovare le giuste soluzioni ai problemi che si presentano.-
Infine, caro Assessore, dato che Lei hai il privilegio e la responsabilità di ricoprire una importante carica pubblica e dato che non è certamente uno sprovveduto non polemizzi con i cittadini che, a volte, possono essere anche comprensibilmente indignati (vedi la strada di Bagnamare che, con quello che oggi costa la benzina, ci costringe a fare un percorso molto più lungo ed anche pericoloso viste le condizioni in cui versa la strada di Serra e Le assicuro che le gente non è per nulla contenta) per piccoli e grandi problemi le cui soluzioni possono essere anche non facili e per il futuro si esprima sempre in modo chiaro, senza allusioni e senza reagire ad “una lesa maestà” assumendo atteggiamenti, usando espressioni ed aggettivi che, mi permetta, sono solo inutilmente polemici e non si addicono alle Istituzioni.-
Con la stima di sempre.-
Roberto Piemonte

Emergenza Stromboli: Indaga la GDF

(gazzettadelsud-Peppe Paino) La Guardia di Finanza indaga sulla gestione commissariale dell'emergenza Stromboli, in vigore dal 2002. Nei giorni scorsi un ufficiale e due sottufficiali delle fiamme gialle provenienti da Roma hanno interrogato nel suo ufficio di via Garibaldi la responsabile della Protezione Civile per l'ente, rag. Fiorella Restuccia, dal 2005, su disposizione del dirigente del quarto settore, Nico Russo estromessa dalle funzioni relative alla gestione emergenziale. La stessa dipendente comunale lo scorso 8 ottobre è stata ricevuta, accompagnata dal legale della Uil, avv. Francesco Torre, dal Prefetto-Commissario per tutte le emergenze nelle Eolie, Francesco Alecci per delle delucidazioni sulla gestione emergenziale.
Intanto, secondo indiscrezioni, in attesa di conferma, ma piuttosto insistenti nei corridoi del palazzo comunale di via Falcone e Borsellino, proprio il Prefetto-Ccommissario Alecci avrebbe proceduto al pagamento del "debito" o meglio del prestito, da poco più di 2 milioni di euro, a carico – in base a quanto previsto dall'ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri, n° 3696 dello scorso 4 agosto –, della contabilità speciale per la realizzazione dell'approdo di Ginostra e della scuola elementare di Stromboli. Secondo le voci che circolano in Comune, la somma sarebbe stata detratta dai 34 milioni di euro, già finanziati dai governi Berlusconi prima e Prodi dopo, per la concretizzazione del progetto relativo al Ciclo dell'acqua che com'è noto prevede la realizzazione di strutture per l'autonomia idrica ed energetica di Lipari. Il sindaco Mariano Bruno, ex commissario, sulla questione lo scorso mese, aveva fornito i suoi chiarimenti alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e allo stesso Prefetto Alecci evidenziando che «i fondi mancanti dovevano essere stanziati dalla legge finanziaria 2003 e dal decreto legge 15/2003 convertito con la legge n. 62/2003 in relazione alle diverse situazini emergenziali in atto nel paese».

mercoledì 15 ottobre 2008

Eolie: I trasporti marittimi integrativi veloci saranno garantiti dalla Ustica Lines

Sarà l'Ustica Lines ad effettuare i collegamenti marittimi integrativi veloci da e per le Eolie per il prossimo quinquiennio. La società di Vittorio Morace(unica partecipante) si è aggiudicata la gara indetta dalla Regione siciliana. Sempre l'Ustica si è aggiudicata la gara per il settore Egadi. Il quinquiennio di affidamento del servizio avrà inizio il prossimo primo novembre. In atto lo stesso è gestito dalla società di Morace in regime di proroga.
La gara è stata esperita stamattina alle ore 10,00, presso i locali dell’Assessorato Regionale del Turismo, delle Comunicazioni e dei Trasporti, Servizio Regionale Trasporti Marittimi a Palermo.

Salina: Proteste per il mancato arrivo dei vigili del fuoco. Ma bisogna ricordare che i pompieri liparesi non hanno un mezzo anfibio

Polemiche e proteste da Salina per il mancato intervento dei vigili del fuoco di Lipari chiamati per intervenire su un incendio sviluppatosi in una abitazione. "Nonostante sono stati chiamati- si sostiene dall'isola- non sono intervenuti".
La verità, come al solito, sta nel mezzo. E' vero che i pompieri non sono intervenuti ,così come è vero che i vigili del fuoco del distaccamento di Lipari non hanno potuto farlo poichè non hanno un proprio mezzo anfibio per potersi spostare in lungo e in largo per le isole e sono costretti a chiedere "passaggi" ai mezzi di linea o, in determinate occasioni, a guardia costiera e carabinieri se non impegnati in altre operazioni.
Nel caso dell'incendio di Salina, come abbiamo potuto appurare dai diretti interessati, l'orario di partenza di uno dei mezzi di linea per l'isola verde, non avrebbe consentito di arrivare in tempo utile per circoscrivere le fiamme.
Tutt'altra sarebbe stata la "musica" se i pompieri avessero avuto il più volte richiesto mezzo anfibio disponibile a partire.
Certo chi ha subito dei danni non può che essere su tutte le furie ma occorre, anche alla luce di quanto accaduto, che le quattro amministrazioni comunali eoliane facciano sentire la loro voce per ottenere per i vigili del fuoco una vedetta, un motoscafo, un gommone, insomma qualcosa che dia la possibilità di spostarsi di isola in isola, senza attendere un "passaggio".

Bagnamare: Da domani l'intervento. Comunicato stampa dell'assessore ai LL.PP.

Abbiamo ricevuto un comunicato stampa dell'assessore ai lavori pubblici del comune di Lipari Corrado Giannò inerente la strada di Bagnamare. L'assessore annuncia(noi l'avevamo anticipato ieri sera) che da domani avranno inizio i lavori per rendere di nuovo agibile quella sede stradale. Questo il testo integrale del comunicato:
AL FINE DI NON DARE DELLA CATTIVA INFORMAZIONE, O DI GENERARE TRA LA POPOLAZIONE CHISSA’ QUALE CONSIDERAZIONE NEI RIGUARDI DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE, CON IL PRESENTE SI PORTA A CONOSCENZA DELLA CITTADINANZA CHE, PASSATI I DOVUTI E NECESSARI TEMPI TECNICI CHE NE’ QUESTO ASSESSORATO NE’ ALTRI POSSONO ELUDERE, DALLA MATTINATA DI DOMANI SARA’ EFFETTUATO L’INTERVENTO NECESSARIO SULL’ARTERIA DI BAGNAMARE CHE COLLEGA LIPARI ALLA FRAZIONE DI CANNETO E CHE PRIMA DI ALLORA, SI RIBADISCE PER I SORDI O PER COLORO I QUALI VIVONO NELLA POLEMICA E NELL’ACCUSA GIORNALIERA SENZA TROVARE O PROPORRE SOLUZIONI, NON POTEVA ESERE EFFETTUTO.
PER QUANTO ATTIENE ALLA PERDITA D’ACQUA NELLA STESSA ZONA, DA IERI VERIFICATASI, QUESTO ASSESSORATO, A DIFFERENZA DEI SOLITI SORDI CHE NON SANNO QUANTO DICONO, HA IMMEDITAMENTE PROVVEDUTO A CONTATTARE L’EAS NELLA PERSONA DEL SIG. RICCARDO CASAMENTO.

Educazione alla legalità: L'impegno del "Conti". Oggi ricordo del terremoto (dalla Gazzetta del Sud)

(gazzetta del sud-Salvatore Sarpi) La lotta a ogni illegalità inizia dalla scuola, dal rispetto dell'altro e delle regole della convivenza civile. Su queste basi si sta sviluppando il progetto di educazione alla legalità voluto dal questore di Messina, dottor Vincenzo Mauro, che ieri ha visto coinvolti gli studenti delle classi superiori dell'istituto "Isa Conti" di Lipari. Una iniziativa, sposata dal dirigente scolastico Tommasa Basile, che probabilmente sarà ripetuta per gli studenti delle classi inferiori. Per l'occasione a Lipari sono sbarcati l'agente scelto Ivan D'Antona e l'operatore tecnico Benedetta Manganaro dell'ufficio per la diffusione del messaggio della legalità. Un incontro che ha spaziato dalla microcriminalità all'uso di droghe e sostanze stupefacenti e relative conseguenze, dal comportamento da tenere sulla strada alla pirateria informatica, dall'uso e abuso di alcool al razzismo, all'oppressione dei diritti dell'individuo.
Oggi intanto al "Conti" si ricorderanno i tragici giorni del terremoto di Messina del 1908. L'Istituto ha deciso di ricordare l'evento dedicando, attraverso un libro di recente pubblicazione: "Sotto le macerie di Messina. Racconto di un sopravvissuto al terremoto del 1908" del russo Sergej Tchakhotine. L'autore, in veste di giovane ricercatore, soggiornava con la sua famiglia nella città dello Stretto, quando il 28 dicembre il terremoto lo colse nel sonno. L'opera è il racconto autobiografico dell'allucinante esperienza di un uomo sempre al confine tra la vita e la morte, sepolto vivo sotto le macerie della casa in collina che lo ospitava. Il libro è corredato, da un apparato di fotografie d'epoca e da una serie di disegni realizzati nel 1928 dal fratello dell'autore per un'edizione del racconto che non vide mai la luce. Oggi, grazie all'ultimo dei figli dello scienziato, Pierre Tchakhotine, si può rivivere quella testimonianza. Ed è proprio con Pierre Tchakhotine che docenti e allievi del "Conti" discuteranno del libro e di quell'esperienza. L'iniziativa è stata promossa dal dirigente scolastico, Tommasa Basile in collaborazione con l'editore Intilla e il sito di cultura russa "Russianecho". Prenderanno parte all'incontro anche Shara Pirrotti dell'Università di Messina e il curatore del libro Giuseppe Iannello, docente nello stesso istituto.

martedì 14 ottobre 2008

Crisi idrica. Ma a Bagnamare...acqua a perdere...sulla strada

Riceviamo da Roberto Piemonte e pubblichiamo:
"Ho letto dell'allarme lanciato dall'Assessore China in merito all'emergenza idrica che in questi giorni si prospetta per il nostro comprensorio.
Da questa mattina nella strada di bagnamare, più o meno in prossimità della zona del porto di Pignataro, vi è una vistosa perdita di acqua della quale nessuno sembra essersi interessato
tempestivamente al fine di ridurre al minimo lo spreco del prezioso liquido e per tutta la giornata l'acqua è fuoriuscita disperdendosi per la strada. Domani vedremo cosa accadrà.
Una cosa è certa, non vi sembra paradossale che un Amministratore Comunale rappresenti un allarme per la mancanza di acqua e di fronte ad uno spreco evidente nessuno, coscenziosamente, sente la necessità di intervenire, subito, per eliminare l'inconveniente onde evitare sprechi che, fra l'altro, in un modo o nell'altro ricadono sui cittadini.-
Visto che parliamo della strada di bagnamare, ci sono notizie in merito alla sistemazione di quel tratto danneggiato dalle piogge di circa un mese fa? Oggi dire che è una vergogna vi sembra eccessivo? Appare polemico affermare che la strafottenza regna sovrana ? Cosa si deve fare per evere un minimo di rispetto ? Quanto tempo bisogna ancora aspettare? Spero che qualcuno abbia la dignità di rispondere.".
Redazionale- Condiviamo in pieno le considerazioni di Roberto sullo spreco d'acqua, ancora più grave in questo momento di crisi, che si registra a Bagnamare. Così come non si può non porre l'accento sul ritardo nell'effettuazione dei lavori sulla stessa arteria a seguito dei danni causati dalla pioggia del 14 settembre.
A tal proposito però, anche se non tocca a noi rispondere al quesito dell'amico Piemonte, possiamo anticipare una notizia che ci ripromettavamo di pubblicare domani e cioè che i lavori di rifacimento del manto stradale (se ne farà carico il comune) avranno inizio dopodomani. Sulla sede stradale sono già state tracciate due linee rosse che delimitano la zona in cui dovrà essere effettuato l'intervento. Oggi pomeriggio, fra l'altro, c'è stato un sopralluogo dei tecnici comunali. I lavori dovrebbero durare circa una settimana


La "STELLA" di Ginostra

Una "STELLA" a Ginostra. Nella foto la trentunesima abitante della piccola frazione dell'isola di Stromboli con i genitori Marco Merlino e Nicoletta Piovesan.

Lo Cascio: Riflessione aperta sul concorso operai comunali

Egregio Direttore,
soltanto una breve considerazione, con la quale non intendo mettere assolutamente in dubbio la competenza della commissione esaminatrice – anzi, del Commissario Unico, Dr. Domenico Russo – che ha giudicato titoli e idoneità dei 125 candidati presentatisi il 3 ottobre scorso alla prova di ammissione per 22 posti di “operaio comune” del Comune di Lipari, e i cui risultati sono stati resi noti ieri. Proprio scorrendo l’elenco degli idonei, riflettevo sul fatto che 22 padri di famiglia hanno ottenuto un posto di lavoro sicuro, anche se soltanto per tre mesi, e questo è un fatto certamente positivo.
Riflettevo, però, anche sulla tragica assenza delle “madri di famiglia” dallo stesso elenco. Come sono finite male, le donne eoliane descritte dai viaggiatori del passato a fianco dei loro uomini e per nulla seconde a loro, nel duro sforzo del cavare il proprio sostentamento quotidiano dalla terra, o dal mare. E quelle donne ritratte dai cineasti della Panaria Film negli anni Cinquanta, intente a scavare e a trasportare pesanti ceste di pomice, a remare a bordo di massicce imbarcazioni di legno, a zappare le lenze di terra abbandonate dai mariti emigrati in Australia? Cosa ne è successo?
Mi chiedevo, in sostanza, come è possibile che – in appena mezzo secolo – si sia verificato un declino così netto e drastico di quel vigore, celebrato da sempre, che caratterizzava la componente femminile della nostra società. Così, soltanto una riflessione.
Cordiali saluti
Pietro Lo Cascio
consigliere comunale
gruppo “Eolie nel Cuore”

Piccole, grandi soddisfazioni per chi lavora con coscienza e serietà

Pubblichiamo il testo di una mail inviata dalla dottoressa Arianna Basilica del FORMEZ- "Segreteria Centro di Competenza- Diffusione della Qualità nelle P.A. e Benchmarking" al dott. Livio Ruggiero del comune di Lipari e che fa riferimento al progetto "Eolie wireless".
Egregio dott. Livio Ruggiero,
Sono lieta di informarLa che il progetto " Eolie Wireless " già inserito nella banca dati del Formez
www.buoniesempi.it , sarà segnalato al Dipartimento tra i progetti più interessanti della banca dati ai fini di una eventuale diffusione sul sito del Dipartimento della Funzione Pubblica nella sezione www.nonsolofannulloni.forumpa.it/100-storie/ : cento e più storie di buona pubblica amministrazione
Il progetto "Eolie Wireless", attivo da circa un anno, grazie alla realizzazione di una rete a larga banda wireless, consente di collegare le sedi dell'amministrazione comunale dislocate nell’arcipelago ed estende il servizio alle scuole. Consente anche il trasferimento della rete telefonica su piattaforma VOIP.

ITCG "ISA CONTI": Ieri lezione di educazione alla legalità

La lotta a ogni illegalità inizia dalla scuola, dal rispetto dell'altro e delle regole della convivenza civile. Su queste basi si sta sviluppando il progetto di educazione alla legalità voluto dal questore di Messina, dottor Vincenzo Mauro(nella foto), che sta interessando le scuole della città e della provincia e che ieri ha visto coinvolti gli studenti delle classi superiori dell'istituto “Isa Conti” di Lipari. Una iniziativa, sposata in pieno dal dirigente scolastico Tommasa Basile, che probabilmente sarà ripetuta per gli studenti delle classi inferiori. Per l'occasione a Lipari sono sbarcati l'agente scelto Ivan D'Antona e l'operatore tecnico Benedetta Manganaro dell'ufficio per la diffusione del messaggio della legalità. Con il supporto audiovisivo hanno evidenziato come la non cultura della legalità è alla base dei mali della nostra società. Un intervento, un incontro che ha spaziato dalla microcriminalita all'uso di droghe e sostanze stupefacenti e relative conseguenze, dal comportamento da tenere sulla strada alla pirateria informatica, dall'uso e abuso di alcool al razzismo, all'oppressione dei diritti dell'individuo. Il tutto nell'ottica di informare e formare i giovani studenti diffondendo contestualmente la cultura dei valori civili, in modo che le nuove generazioni si riapproprino del senso del limite.

lunedì 13 ottobre 2008

Lipari: I 26 operai comuni assunti a tempo determinato al comune

PUBBLICHIAMO UN ESTRATTO DEL VERBALE DI GARA DEL "Bando di selezione pubblica per titoli e prova di idoneità per l’assunzione, a tempo determinato di n° 26 operari comuni “Cat. A” posizione economica A1 – da utilizzare presso le sedi di lavoro nelle isole del Comune di Lipari".
L’anno duemilaotto, il giorno tre del mese di ottobre alle ore 10.30 circa e seguenti, presso il
campo sportivo comunale “Franchino Monteleone”, il sottoscritto Dirigente del IV Settore, Dott.Domenico Russo, nella veste di Commissario Unico, assistito dagli operai comunali Sig. Bonfante Eliseo, Giuliano Bartolo e Licari Salvatore ha avviato le procedure per la selezione pubblica di cui al bando di gara del 05/09/2008.
PREMESSO
􀂙 Che questo Ente con provvedimento di Giunta Municipale n° 93 del 05/09/2008, esecutivo ai sensi di legge, ha indetto la procedura selettiva per il reclutamento di n. 22 “operai comuni” a
tempo determinato, approvando il relativo schema di bando;
􀂙 Che in data 05/09/2008 e fino al 20/09/2008, è stato pubblicato all’albo pretorio del Comune di
Lipari il bando di selezione pubblica per titoli e prova di idoneità per l’assunzione, a tempo
determinato di n. 22 “operai comuni” cat. A posizione economica A1 – da utilizzare nelle isole
del Comune di Lipari con la seguente distribuzione:
o Isola di Lipari n° 12 operai comuni;
o Isola di Vulcano n° 03 operai comuni;
o Isola di Panarea n° 02 operai comuni;
o Isola di Stromboli e Ginostra n° 02 operai comuni;
o Isola di Filicudi n° 02 operai comuni;
o Isola di Alicudi n° 01 operaio comune;
􀂙 Che entro i termini prefissati dal bando di gara sono giunte n° 125 istanze;
TUTTO CIO’ PREMESSO
Il sottoscritto, Dott. Domenico Russo continuamente assistito dagli operai comunali citati in
premessa, ha dato avvio, alla prova pratica di idoneità privilegiando, dato le condizioni meteo marine avverse, ai candidati provenienti dalle isole minori del Comune di Lipari, proseguendo fino alle ore 13.30 circa con i candidati che hanno partecipato per Lipari.
Dato il numero cospicuo dei partecipanti, non riuscendo a concludere le selezioni nella sola mattina ndel 03/10/2008, lo scrivente ha rinviato le selezioni, concludendo la prova pratica di idoneità il giorno 07/10/2008, alle ore 13.00
OMISSIS
Graduatoria definitiva sommando i punteggi ottenuti con la prova pratica di idoneità con quelli ottenuti attraverso la valutazione dei titoli, ottenendo la seguente graduatoria definitiva (Nota della Redazione- RIPORTIAMO SOLO NOMINATIVO E PUNTEGGIO DEGLI OPERAI VINCITORI).
Isola di Lipari:
GROPPO MICHELE LIPARI 99,0
ZAGAMI ANTONINO LIPARI 99,0
LI DONNI ALFREDO LIPARI 99,0
PELLEGRINO DAVIDE LIPARI 100,0
MERLO NICOLA LIPARI 101,4
ZIINO MASSIMILIANO LIPARI 102,0
MARINO GIUSEPPE LIPARI 102,0
BENINATI ROBERTO LIPARI 105,4
MANDARANO GIACOMO LIPARI 105,8
BIVIANO BARTOLO LIPARI 105,8
SCIACCHITANO LIVIO LIPARI 109,8
IMBRUGLIA MASSIMO LIPARI 112,4
Isola di Vulcano
QUADARA DANILO VULCANO 100,4
NATOLI MARCELLO VULCANO 106,4
NATOLI GIUSEPPE VULCANO 109,0
Isola di Stromboli
VODINI EUGENIO STROMBOLI 104,0
CASIERO GIUSEPPE STROMBOLI 105,0
Isola di Panarea
GARCIA VERISSIMO MARIANO FERNANDO PANAREA 99,0
SPANO' CARLO PANAREA 102,0
Isola di Filicudi
VIRGONA VINCENZO ALICUDI 101,0
COSTANZO GIUSEPPE FILICUDI 107,0
Isola di Alicudi
TARANTO SALVATORE ALICUDI 108,0

Lipari: Conclave di maggioranza e la Corte dei Conti

Come anticipato si è tenuto un "Conclave" di maggioranza stamattina a Lipari. E' stato convocato dal sindaco Mariano Bruno. Sul tavolo, oltre ad un confronto all'interno della maggioranza che poi non c'è stato, alcune delicate situazioni che riguardano la vita amministrativa del maggior comune eoliano. Si è parlato anche e sopratutto della "tirata d'orecchi" da parte della Corte dei Conti, inerente il patto di stabilità 2006, i debiti fuori bilancio e i troppi incarichi esterni, l'eccesso di residui attivi nel bilancio comunale da ricercare nel mancato incasso di determinati balzelli, primo fra tutti quello relativo al servizio idrico nelle zone alte dell'isola. Per fare fronte alla situazione era stato proposto di emettere fatture per tutto il periodo sino ad ora non riscosso, cioè gli ultimi quattro anni. Un vero e proprio "colpo alle spalle" di quei cittadini che dovranno pagare. Una proposta rigettata e quindi come è auspicabile, si dovrebbe provvedere a rateizzare il tutto.Intanto, come da noi anticipato, è saltato il consiglio comunale previsto per stamani. Un "salto" collegato ad uno dei temi oggetto del "conclave" ovvero il richiamo della Corte dei Conti e il mancato inserimento all'ordine del giorno dell'argomento.
Il consiglio comunale, possiamo anticipare, non si terrà neanche domani.

Il "Conti" ricorda il terremoto di Messina

COMUNICATO STAMPA
1908-2008
All’Istituto “Isa Conti” si ricordano i tragici giorni del terremoto di Messina. Cento anni fa il catastrofico terremoto di Messina. L’Istituto “Isa Conti” ha deciso di ricordare l’evento dedicando fra l’altro la sua attenzione ad un libro di recente pubblicazione: “Sotto le macerie di Messina. Racconto di un sopravvissuto al terremoto del 1908” del russo Sergej Tchakhotine [pronuncia: Ciacotin]. L’autore, in veste di giovane ricercatore, soggiornava con la sua famiglia nella città dello Stretto, quando il 28 dicembre il terremoto lo colse nel sonno. L’opera è il racconto autobiografico dell’allucinante esperienza di un uomo sempre al confine tra la vita e la morte, sepolto vivo sotto le macerie della sua casa. Mercoledì 15 ottobre alle ore 11.15 docenti e allievi della scuola discuteranno sul libro con Pierre Tchakhotine, figlio dell’autore. L’iniziativa è stata promossa dal Dirigente Scolastico, professoressa Tommasa Basile in collaborazione con l’Editore Intilla e il sito di cultura russa “Russianecho”. Prenderanno parte all’incontro anche la Dott. Shara Pirrotti dell’Università di Messina e il curatore del libro Giuseppe Iannello, docente a Lipari nello stesso istituto.
INCUBO SOTTO LE MACERIE- Per la prima volta viene pubblicato, in italiano e in russo, il racconto della tragica esperienza dello scienziato Sergej Tchakhotine, sopravvissuto al terremoto di Messina del 1908. Un inedito assoluto. A cento anni di distanza dal catastrofico terremoto di Messina, un racconto in versione bilingue. Sì, perché chi lo scrisse è un russo. Ma questa volta non si tratta di un soccorritore (epiche le gesta dei marinai della flotta russa che giunsero tra i primi sui luoghi del disastro) e neanche di un reporter o di un viaggiatore; si tratta di uno scienziato che soggiornava nella città dello Stretto a ragione delle sue ricerche scientifiche. Il 28 dicembre del 1908 Sergej Tchakhotine [Сергей Чахотин] si trovava nella sua casetta in collina con la moglie, il figlioletto di due anni e un altro che stava per venire alla luce. Il terremoto colse i messinesi alle 5 e 20 del mattino: Tchakhotine sentì mancargli il pavimento sotto i piedi, sprofondò e … non sentì più la voce dei suoi cari. Sotto le macerie di Messina è la cronaca dell’allucinante esperienza di un uomo sempre al confine tra la vita e la morte, sepolto, ma vivo e cosciente dei pericoli che incombono e soprattutto della possibilità di non essere mai tirato via da sotto le macerie, di essere condannato per sempre a spegnersi nel buio che lo avvolge… Il libro, oltre a costituire un contributo originalissimo alla ricostruzione e al ricordo di un evento che quest’anno sarà ricordato a Messina con particolare solennità (prevista fra l’altro una folta rappresentanza russa), permette di proporre al grande pubblico una figura che col suo impegno è stato protagonista attivo della storia della prima metà del XX secolo in Europa. Sergej Tchakhotine (1883-1973) fu in prima linea non soltanto nella ricerca scientifica, ma anche nel campo del pensiero e dell’attività politica. Esperto della comunicazione ante litteram, lo scopriamo ricoprire ruoli chiave nelle vicende della Rivoluzione russa del 1917 e qualche decennio dopo in Germania nella lotta contro l’ascesa al potere di Hitler. Contribuisce in modo decisivo a costituire il movimento degli scienziati per la pace nell’immediato secondo dopoguerra.Il libro è corredato tra l’altro da un apparato di fotografie d’epoca e da una serie di disegni realizzati nel 1928 dal fratello dell’autore per un’edizione del racconto che non vide mai la luce. Oggi finalmente, grazie all’ultimo dei figli dello scienziato, Pierre Tchakhotine, possiamo ascoltare, “vedere” e rivivere quella testimonianza che il tempo ha voluto restituirci.

Ex lavoratori della pomice: Iniziativa della minoranza consiliare dopo l'impossibilità di discutere oggi in consiglio una mozione.

Questo il testo di una lettera, avente per oggetto "Problematiche lavoratori Pumex", inviata dai consiglieri comunali di minoranza, a firma dei capigruppo consiliari, al Presidente della Regione siciliana, all'assessore alla presidenza, all'assessore regionale ai beni culturali e pubblica istruzione, all'assessore regionale al bilancio e finanze, all'assessore regionale alla famiglia, politiche sociali ed autonome locali, all'assessore regionale al lavoro, previdenza sociale, formazione professionale, emigrazione ed immigrazione, al presidente dell'assemblea regionale siciliana, ai deputati regionali messinesi del P.D. e dell'U.D.C. e per conoscenza al Presidente della provincia regionale di Messina, al sindaco di Lipari, al presidente del consiglio comunale di Lipari.
IL TESTO:
Signori,
quali consiglieri di minoranza in seno al consiglio comunale di Lipari nella seduta del 13 ottobre .c.a, abbiamo formulato una mozione per inserire nei lavori del consiglio comunale, al 1 punto, la situazione degli ex lavoratori del settore pomicifero. Non è stato possibile discutere l'argomento in quanto molti consiglieri di maggioranza, inspiegabilmente, dopo aver preso la presenza, hanno immediatamente abbandonato l'aula facendo mancare il numero legale e non erano presenti né il sindaco né componenti dell'amministrazione..
Noi riteniamo che la problematica di cui all'oggetto non può essere assolutamente sottovalutata sia da parte dell'amministrazione comunale sia da parte della maggioranza consiliare. Non potendo esprimere il nostro pensiero nelle sedi istituzionali (la seduta del 13 era regolare vedendo la partecipazione di 11 consiglieri, ed il numero è caduto per l'abbandono dell'aula da parte di numerosi consiglieri di maggioranza ) siamo costretti ad assumere una iniziativa autonoma e diretta.
Negli ultimi giorni all'interno della Comunità eoliana e soprattutto fra gli ex operai del settore pomicifero si sono manifestate notizie preoccupanti ed allarmanti sui ritardi da parte della Regione Siciliana per il mancato rispetto degli impegni assunti per dare certezze e continuità lavorativa agli operai del settore pomicifero.
Nel corso del 2007, a seguito del mancato rinnovo delle concessioni di escavazione alle società che operavano nel territorio dell’isola di Lipari l’Assessore al Lavoro pro-tempore, On.le Santi Formica, aveva predisposto, unitamente all’Assessore ai Beni Culturali, Ambientali e Pubblica Istruzione, On.le Lino Leanza, un progetto che prevedeva la richiesta da parte del Comune di Lipari di utilizzare i suddetti lavoratori in ASU attivando le procedure previste dall’art. 7, comma 2 del D: Leg.vo n. 468/97, il successivo utilizzo degli stessi presso il Museo di Lipari, delle sezioni staccate del Museo di Panarea e Filicudi e delle aree archeologiche di Lipari, Filicudi e Panarea per arrivare alla stabilizzazione mediante l’assunzione presso la Beni Culturali SpA. mentre l’Assessorato Regionale al Lavoro avrebbe erogato ai suddetti lavoratori, durante la loro utilizzazione diretta in attività socialmente utili, l’importo integrativo di cui all’art. 8, comma 2, del D: Leg.vo n. 468/97. Il suddetto percorso venne definito e sottoscritto in una conferenza di servizi tenutasi presso l’Assessorato al Lavoro il 24 gennaio 2008. A seguito di quanto stabilito nella suddetta riunione, l’Aministrazione Comunale di Lipari procedeva, con delibera di G.M. n. 7 del 5.2.2008 d attivare la procedura di utilizzo dei lavoratori ai sensi degli artt. 7 e 8 del D. Lgs n. 468/97.
In data 8 luglio 2008 l’Assessore ai Beni Culturali, Ambientali e Pubblica Istruzione On.le Antinoro, in accordo con l’Assessore al Lavoro On.le Incardona, convocava una conferenza di servizi per definire l’iter da seguire per la definizione della problematica prevedendo l’utilizzo di tutti i lavoratori presso il proprio Assessorato garantendo la loro stabilizzazione attraverso un percorso che prevedeva l’approvazione di una delibera di giunta interassessoriale appositamente redatta dagli Assessori al Lavoro ed ai BB.CC.AA e Pubblica Istruzione;
Noi consiglieri comunali riteniamo che sia molto grave che il governo Regionale non mantenga gli impegni con i lavoratori ex-Pumex ed ex-Italpomice. Gli impegni assunti con i lavoratori pomiciferi e con la comunità di Lipari vanno mantenuti. È inaccettabile che il governo regionale, invece di assicurare una prospettiva di lavoro stabile, provochi la riduzione dell’orario di lavoro e della retribuzione.
Vogliamo, con la nostra nota, sollecitare una soluzione positiva del problema ed impedire una ingiustificata penalizzazione dei lavoratori protestando con forza al fine di porre rimedio alla inaccettabile situazione esistente.
Invitiamo, pertanto, il Governo Regionale e gli assessorati regionali preposti a mantenere fede agli impegni assunti sia dal precedente Governo sia dagli autorevoli esponenti dell’attuale Governo Regionale che, per conto dello stesso, hanno dato assicurazioni che in sede di Giunta sarebbe transitata una delibera che avrebbe consentito l’impiego degli ex lavoratori della pomice presso le strutture regionali dei Beni Culturali presenti nelle Isole.
A porre in essere immediatamente tutti gli strumenti atti a risolvere l’annoso ed insostenibile problema occupazionale degli operai del settore pomicifero che rischia di sfociare in una drammatica tensione sociale.
Invitiamo, i parlamentari regionali eletti nella provincia di Messina a sollecitare il Governo Regionale per il mantenimento degli impegni assunti con gli operai del settore pomicifero e con la comunità eoliana.
Invitiamo, infine, i consiglieri comunali di maggioranza a partecipare alla seduta del consiglio comunale del 14 ottobre 2008 per discutere e deliberare sulla delicata problematica.
Distinti Ossequi.
Lipari, 13 ottobre 2008
I capigruppo consiliari: Biviano Giacomo (Eolie nel Cuore), Paino Mario (U.D.C.) e Sabatini Adolfo (Nuovo Giorno)

Lipari:Maggioranza a conclave. "Tirata d'orecchi" della Corte dei Conti

"Conclave" di maggioranza in corso a Lipari. E' stato convocato dal sindaco Mariano Bruno. Sul tavolo alcune delicate situazioni che riguardano la vita amministrativo-politica del maggior comune eoliano. Si palerà anche e sopratutto della "tirata d'orecchi" da parte della Corte dei Conti, inerente il patto di stabilità, i debiti fuori bilancio, l'eccesso di residui attivi nel bilancio da ricercare nel mancato incasso di determinati balzelli, primo fra tutti quello relativo al servizio idrico. Per fare fronte alla situazione si vorrebbero emettere fatture per tutto il periodo sino ad ora non riscosso, cioè gli ultimi quattro anni. Un vero e proprio "colpo alle spalle" di quei cittadini che dovranno pagare a meno che, come è auspicabile, si provveda a rateizzare il tutto.
Intanto, come da noi anticipato, è saltato il consiglio comunale previsto per stamani. Un "salto" collegato ad uno dei temi oggetto del "conclave" ovvero il richiamo della Corte dei Conti e il mancato inserimento all'ordine del giorno. Il consiglio, possiamo anticipare, non si terrà neanche domani.

domenica 12 ottobre 2008

Appello a Lombardo degli operai della pomice

(gazzetta del sud) Una presa di coscienza del Presidente della Regione e di tutte le forze politiche affinchè venga risolto definitivamente il loro dramma occupazionale. Lo chiedono in un comunicato, congiuntamente alla Cisl di Messina, gli ex lavoratori del settore pomicifero di Lipari. Gli ex lavoratori Pumex, una cinquantina circa, non avendo, ad oggi, ancora ottenuto nessun riscontro positivo per la soluzione della problematica occupazionale conseguente alla perdita del lavoro derivante dalla chiusura dell'attività estrattiva, ribadiscono che questa loro situazione non può essere assimilata ad altre, poiché a ciò si è arrivati "a causa della necessità di mantenere le Isole Eolie nella World Heritage List". «Ridare un lavoro a chi lo aveva e gli è stato tolto dalle Istituzioni – evidenziano in un comunicato – non significa creare nuovi precari, bensì adempiere ad obblighi ben precisi nei confronti di cittadini e lavoratori che sono stati penalizzati in nome della salvaguardia ambientale, dimenticando che con il fregio di "Patrimonio dell'Umanità" non si può dare da mangiare alle proprie famiglie». La presa di posizione arriva all'indomani dell'ennesima promessa maturata in ambito regionale ma che non si è tramutata in fatti concreti. Ormai esasperati gli ex lavoratori della pomice stanno valutando anche la possibilità di tornare in piazza o di presentarsi tutti in gruppo al Comune a depositare cartelle di pagamento e balzelli vari in scadenza.