Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 10 marzo 2012

Morte di un neonato (di Gianfranco Guarino)

Qual'è il crimine giusto per non passare da criminali............

            Qual'è il crimine giusto per non passare da criminali............, così recitava De Andrè, oggi l'Assessore Regionale Dott. Russo, Il Presidente della Regione Sicilia Dott. Lombardo, i circa 30 Onorevoli della Regione Sicilia, presenti in commissione sanità nel mese di ottobre, possono constatare il risultato delle proprio operato, “la morte di un neonato”, e possono tranquillamenti andare a casa abbracciare i propri figli e i propri cari, con la coscienza a posto e la consapevolezza di non essere responsabili di quanto avviene nelle isole Eolie.
            Un pensiero speciale va al dott. Poli, che per la seconda volta si occupa delle isole Eolie e dei problemi sanitari, e si appresta a completare l'opera inziata oltre un decennio fà, un vero e proprio ghigliottinaggio ospedaliero, e davvero con grandi risultati per le casse regionali.
            Magari con le percentuali di legge dedicate ai manager della sanità, avrà pure comprato qualche regalino ai propri nipoti, ovviamente il tutto burocraticamente corretto, per cui esente da colpe, così come tutti gli altri.

Eppure è stato detto, ridetto, scritto, invocato, gridato, supplicato....

            Non so, se esistono, norme non rispettate e se vi sono dei responsabili, questo dovrà verificarlo la Magistratura.
            Certo è che se è vero, che le attrezzature salvavita fossero rotte, equivale a lasciare solo, un bambino di due anni ai bordi di un marciapiede, sperando che non attraversi la strada quando passano le macchine, se è vero, che mancassero le necessarie capacità professionali, ma non lo voglio nemmeno pensare, vuol dire che forse i ragionieri funzionano meglio, il problema pratico non lo risolvono, ma i conti tornano al centesimo.
            E' incredibile come siano iniziati d'ufficio, comunicati di discolpa, mettendo le mani avanti, per dire: non sono stato io, alla fine risulterà magari che è colpa del fato, diteci dov'è che lo facciamo condannare all'ergastolo.
            Aldilà dell'amara ironia, non solo è stato distrutto l'ospedale di Lipari, ma, ora abbiano un'altra certezza, che anche il pronto soccorso non è più in grado di aiutarci, del chè se ne dica, quanto accaduto, in un normale pronto soccorso, quasi certamente non sarebbe capitato.
            Magari, forse, probabile, che se un elicottero, avesse fatto base a Lipari, potevano cambiare le cose.
            L'ospedale di Lipari è stato trasformato in un inferno medico, con affianco un eterna costruzione, mai finita e adibita allo scopo, (il mega pronto soccorso, dotato di attrezzature e medici multispecializzati, in grado di curare anche i marziani).
            Ma per chi ci guarda da lontano, il nostro ormai ex ospedale, è solo un avanposto del sistema sanitario dell'Africa centrale.
            Questa sera quando, saremo tutti a casa, il nostro pensiero sarà per lui, un neonato, al quale è stato negato il diritto di nascere, ma che da due giorni ci guarda da lassù, proteggendo i nostri figli, le nostre mamme, i nostri affetti, perchè non vuole che accada ad altri ciò che è capitato a lui.
            Magari insieme a Salvatore, che solo qualche ora dopo essere uscito dall'ospedale, lo ha raggiunto, magari per cantargli una ninna nanna.
Gianfranco Guarino
           

Morte di un feto a Lipari. INCHIESTA DEL TDM

CITTADINANZATTIVA  Sede Nazionale, con l'ausilio dell'Assemblea Territoriale di Lipari, con la sua rete del TDM (Tribunale per i Diritti del Malato), ha avviato un'inchiesta conoscitiva sul drammatico fatto avvenuto a Lipari, la sventurata puerpera che perde il proprio bimbo all'ottavo mese di gravidanza.
Dalla segreteria Nazionale siamo stati invitati a seguire la faccenda da vicino, anche perchè si intende portare a conoscenza dell'accaduto il Sig. Ministro della salute On Balduzzi, attraverso un'interrogazione parlamentare sulla Sanità alle Isole Eolie, che sarà presentata al più presto.
                     
                                                                                                     B. M. Tedros

Allerta meteo e frazioni dimenticate (di Pietro Lo Cascio)

Ho apprezzato la prontezza con la quale l’assessore Giannò – in questa occasione – ha diramato l’allerta meteo e predisposto misure preventive per ridurre i disagi nella frazione di Canneto. Apprendo però da siti meteo attendibili, come ad esempio www.windfinder.com, che nei prossimi giorni le previsioni annunciano venti altrettanto forti da N o NW; ciò significa che, dopo Canneto, anche Acquacalda subirà possibili disagi dovuti alle mareggiate, come già accaduto più volte nel corso di questa inclemente stagione. Sono certo che l’assessore Giannò saprà predisporre con altrettanta solerzia misure – se non preventive come quelle del traffico, almeno contestuali – per ridurli, per esempio disponendo fin da ora l’intervento di mezzi e operai per liberare immediatamente la strada dai detriti che si accumulano puntualmente e copiosamente in simili occasioni; detriti rimasti spesso a ingombrare la sede stradale per un tempo correlato alla distanza siderale che sembra separare Acquacalda dal resto del Comune di Lipari.
Cordialmente
 Pietro Lo Cascio
consigliere comunale di Sinistra Ecologia Libertà

La Stampa di Torino "Donna perde il figlio polemica a Lipari sul reparto soppresso"

Canneto. Mare in rinforzo... come prevedibile. (con video)

Imperversa il mare in tempesta a Canneto. Come era nelle previsioni nel pomeriggio è sensibilmente aumentato e tutt'ora è di una certa consistenza. Acqua e detriti ancora sulla Marina Garibaldi dove, con il prezioso supporto della polizia municipale e della squadra di protezione civile, hanno lavorato le pale meccaniche per liberare per quanto possibile l'arteria. Se non dovesse placarsi si prospetta una notte difficile.
Vi proponiamo il video realizzato alle 16 e 30

L'IMPORTANZA DELLA SCELTA DEL PD (di Michele Giacomantonio)

Fuori Lipari, solo ora ho potuto leggere la dichiarazione di Gianni Natoli e quello che mi colpisce è la manifesta estraneità a quello che è stato un lungo, difficile, sofferto travaglio del PD.
 Che la scelta migliore fosse quella delle primarie o, in sostituzione, una assemblea che arrivasse alla scelta del
candidato sindaco attraverso votazioni, nessuno ne è più convinto di me che l'ha proposta e l'ha sostenuta anche mettendo in gioco il proprio nome (sebbene il mio cuore e la mia mente me lo sconsigliassero).
 Ma proprio per questo, perchè sono stato fra i primi a proporla, sono stato anche fra i primi - una volta constatane la impossibilità - a chiedere una riconsiderazione generale  della strategia del partito che ha portato poi alla posizione unitaria del direttivo.
Ho detto e ribadisco: "constatata l'impossibilità".
La prima constatazione è nata in relazione alle candidature da proporre alle primarie o alle asemblee.
Su queste nel PD c'è stata sempre una grande confusione.
 Si è parlato di una candidatura Aldo Natoli sebbene fosse chiaro fin da gennaio (dal mio incontro avuto con lui e altri) che questa non esisteva; si è parlato di una candidatura Angelo Merenda ma non si capiva bene da chi veniva avanzata e se Merenda accettava la verifica della assemblea ( in un comunicato della settimana scorsa sembrava escluderlo).
 Nella  riunione del direttivo con Genovese è apparso chiaro che il partito era non diviso ma frantumato in diverse posizioni.
 C'era chi voleva schierarsi con Giorgianni e  c'era chi voleva Merenda, chi Aldo Natoli, chi continuava a sostenere
l'assemblea per scegliere il Sindaco.
La conclusione di Genovese, comunicata a  diversi partecipanti, fu che seppure la posizione che voleva Giorgianni
fosse minoritaria era la più corposa nella frantumazione delle altre.
 E  proprio constatando questa situazione io decisi che la mia disponibilità a porre una candidatura in assemblea non ci fosse più.
Continuai però a sperare che si potesse fare una assemblea pubblica con diversi candidati. Chi?
 Forse Ersilia Paino, forse Angelo Merenda, forse Ciccio Rizzo....
E per questo mi sono messo a valutare le diverse posizioni partecipando ad incontri ristretti e allargati.
Ma  ho constatato che ciascuna di queste posizioni si riteneva titolata a candidarsi senza confronto con altri.
Ersilia puntava sulla domanda di novità che riscontrava nella gente e che si era manifestata prepotente ed esclusiva in una assemblea a Pianoconte.
Ciccio Rizzo era ancora indeciso se partecipare alle primarie del Pdl.
 Angelo Merenda la sera di mercoledì scorso al MEA annunciava di fatto la sua candidatura e l'impressione che ne ricavavo era che tramite la sua immagine rischiava di riciclarsi una gran parte del Pdl in avaria irrimediabile perchè incagliato nella baia di Lipari per colpa del capitano Bruno Schettino.
Con chi doveva farsi questa assemblea?
Si era perso troppo tempo. 
Michele Giacomantonio

In queste ore di mi ritorna in mente .... di Saverio Merlino

In queste ultime ore mi ritorna in mente, prepotentemente, quell’incontro di giugno 2011 all’Hotel  La Filadelfia.
Ho davanti agli occhi quel “tavolo presidenziale” e mi rimbombano in testa quelle parole dell’Assessore Regionale alla Salute dott. Russo.
I suoi calcoli, le sue percentuali i bilanci in rosso delle ASP sbattuti in faccia a noi eoliani per dirci che si dovevano assolutamente tagliare i bilanci  come se ciò fosse l’unica cosa che gli interessava e il solo mandato ricevuto dal Governo Regionale.
 I tagli, i risparmi, la razionalizzazione delle risorse umane del nostro ospedale ….la chiusura del punto nascite e la sola  possibilità del parto garantito solo per l’emergenza , con quale tranquillità e quante volte lo ha ribadito.
Oggi, più che mai, la rabbia mi assale,  quanto accaduto ieri è imperdonabile  e leggere quel comunicato della Regione (non so chi è l’autore)  quasi a voler giustificare tutto e a  farci intendere che  dovremmo ringraziarli per essere intervenuti subito e che solo il loro pronto intervento ha fatto evitare il peggio.
Mi viene da urlare e imprecare contro tutti quei “soggetti” che hanno sottovalutato o addirittura ignorato le esigenze legate alla salute degli eoliani.
Preferisco quindi, per ora, fermarmi qui perché  il momento potrebbe farmi diventare irrazionale.
Non sarebbe male, però, tra le ulteriori iniziative da intraprendere per quanto accaduto chiedere una immediata visita ispettiva presso l’Ospedale di Lipari delle Commissioni Regionale e Nazionale alla Salute e pensare anche ad una petizione per chiedere le dimissioni del Presidente della Regione Sicilia, dell’Assessore Russo e la revoca dell’incarico a Poli.
                                                                                                                             Saverio Merlino

"Vergognoso" (di Giacomo Biviano)

Trovo vergognoso i tentativi da parte dell’Asp di Messina e dello stesso Assessorato alla Salute della Regione Siciliana di vantare il sistema di mobilitazione con trasporto in eliambulanza che a loro dire “ha permesso di salvare la vita della signora G.V.” ma non quella del nascituro.
Abbiate il pudore di tacere visto che, se all’Ospedale non  si è potuti intervenire immediatamente e chirurgicamente, le responsabilità sono probabilmente vostre.
In presenza di due ginecologi e di un anestesista è assurdo che non si sia proceduto con un intervento chirurgico che forse avrebbe potuto salvare la vita del bambino e avrebbe evitato di mettere probabilmente a repentaglio quella della madre.
Ritengo, pertanto, sconcertante affermare che in un ospedale “gli strumenti anestesiologici della sala operatoria non funzionassero”. Questo, quindi, significa che nel nostro ospedale non esistono dei macchinari di riserva per eseguire delle anestesie in ogni momento? Cosa succederebbe  allora se questo unico macchinario si  rompesse durante e nel pieno di un intervento chirurgico? Onestamente, trovo alquanto difficile individuare in questo la reale motivazione del mancato intervento da parte dei medici dell’ospedale eoliano nell’eseguire un cesareo d’urgenza.
Com’è altrettanto imbarazzante leggere che nel nostro ospedale manchi il servizio immunotrasfusionale sapendo che proprio attraverso la sezione locale dell’AVIS vengono donate ogni anno centinaia di sacche di sangue e che le stesse dovrebbero servire in ogni momento anche per l’ospedale eoliano.
Non vorrei, quindi, che siano stati altri i motivi per i quali non si è proceduto ad intervenire immediatamente. Motivi che il sottoscritto disconosce ma che non vorrebbe che in futuro vengano individuati nella non-professionalità di qualche addetto ai lavori.
Ricordo che lo scorso 18 febbraio ho presentato personalmente un esposto alla Procura nel quale individuavo delle irregolarità nel servizio di ginecologia e ostetricia. E’ noto a tutti, infatti, come già da qualche anno questo servizio volutamente o meno non funzioni più come prima tanto da ridurre progressivamente il numero dei parti da 130 a 15. Addirittura a non eseguirne più dallo scorso mese di settembre.
Siete stati voi, Dirigenti dell’Asp e Politici regionali, ad avere smantellato progressivamente il nostro punto nascita rendendolo nei fatti “inadeguato”.
Voi, che avete millantato che si sarebbe garantito l’intervento, anche chirurgico, in ogni momento almeno nei casi di emergenza ed urgenza. Purtroppo, l’8 marzo scorso siete stati smentiti sulla pelle di un neonato della nostra comunità.
Ripeto, abbiate per lo meno il pudore di tacere, invece di affrettarvi a fare comunicati per giustificare quello che non è più probabilmente giustificabile.
Se il nostro punto nascita è diventato “inadeguato” non è certamente colpa degli eoliani che protestano ma di chi lo ha volutamente, forse, ridotto così.
Nell’auspicare che la Procura della Repubblica agisca immediatamente per ricercare eventuali responsabilità, così come da me richiesto già lo scorso 18 febbraio, proporrò alla Commissione Speciale Sanità che presiedo di richiedere al Ministro della Salute dott. Balduzzi di inviare una Commissione d’indagine per accertare e valutare l’operato dell’Asp 5 di Messina e delle stesso Assessorato della Salute della Regione Siciliana negli ultimi mesi e alla luce di quanto accaduto lo scorso 8 marzo.
                                                              Dott. Giacomo Biviano
              (Presidente della Commissione Speciale sulla Sanità)

Decesso del feto a Lipari. Perplessità sul comunicato dell'ASP


Comunicato stampa.
 Nel corso di un’assemblea popolare spontanea tenuta ieri pomeriggio a seguito del gravissimo episodio verificatosi ieri 8 marzo che si è tragicamente concluso con il decesso di un nascituro presso l’Ospedale di Lipari, i sottoscritti cittadini, con riferimento al comunicato diffuso con sospetto tempismo dalla Regione Siciliana, avanzano dubbi sulle affermazioni in esso contenute e qui di seguito riportate:
 “il servizio elisoccorso della centrale operativa di Messina del 118 ha permesso di salvare la vita di una donna alla 32esima settimana di gravidanza che aveva avuto un prematuro distacco della placenta
 la paziente è entrata in ospedale intorno alle ore 18; l’elicottero del 118 è stato richiesto prima delle 18.31 ma è arrivato soltanto alle ore 20 circa;
 “quando dopo alcuni minuti è stato accertato che non c’era più battito fetale sono scattate le modalità assistenziali per soccorrere la madre
 da informazioni assunte, sembra che già alle 18.31 fosse stato constatato il decesso del nascituro ma che, sempre da informazioni assunte, l’elicottero sia partito da Lipari alla volta dell’Ospedale di Patti, dove è in funzione un servizio di terapia intensiva neonatale, e solo in seguito dirottato all’Ospedale Papardo di Messina;
 “il trasferimento si è reso necessario perché per la particolare patologia ostetrica la donna non poteva essere assistita presso il nosocomio di Lipari bensì in un ospedale di livello superiore
 il trasferimento non si è reso necessario solo per la particolare patologia della paziente, ma perché la sala operatoria era dichiarata inagibile – e lo è tutt’ora – in via ufficiale già dal giorno 7 marzo.
 Questo tragico episodio dimostra – ancora una volta – che non si può relegare la soluzione delle emergenze sanitarie della nostra comunità al solo trasferimento con elicottero. Questo tragico episodio dimostra che il Piano Sanitario Regionale è assolutamente inadeguato alle esigenze delle realtà delle Isole Eolie.
 Nei prossimi giorni si organizzeranno iniziative di mobilitazione e protesta popolare, per non lasciare che questo tragico episodio scivoli nel silenzio, insieme al diritto alla salute negato ai cittadini delle Isole Eolie
 seguono 45 firme

Continua ad imperversare i marosi a Canneto. Ma sino a questo momento tutto nella norma (foto)

Continuano ad imperversare i marosi a Canneto ma sino a questo momento nulla (per fortuna) di quanto di eccezionale era stato previsto. Per risolvere alcune situazioni critiche sono intervenuti i vigili urbani e la squadra di protezione civile. Non bisogna, comunque, abbassare la guardia perchè le previsioni prevedono un innalzamento dei marosi a partire dalle 14. Vi proponiamo le foto e il video girato a Canneto intorno alle 12


IL VIDEO:

Le prime foto del maltempo a Lipari

Eolie isolate come previsto e marosi che imperversano in lungo e in largo. Come già anticipato Canneto sta tenendo, rispetto alle previsioni. Anche lo "sciacquare" del mare sta cominciando a creare problemi alla circolazione e a breve potrebbe essere posto in essere il piano predisposto dalla polizia municipale.
Critica la situazione a Sottomonastero (allagata) e dove per tirare fuori una "Nuova 500", messa su due ruote, dal mare sono intervenuti i vigili del fuoco. Vigili ed auto che, come vedrete nelle foto, ad un certo punto scompaiono tra le onde. Mareggiata in corso anche a Marina Corta. Le foto:
Gli auguri di Buon Compleanno oggi sono per :
Nuccio La Greca e Venanzio Iacolino
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo.
L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno.
Volete fare gli auguri ai vostri cari? Inviateceli. Raccomandiamo solo di farlo con qualche giorno in anticipo.
L'indirizzo a cui spedirli è s.sarpi@libero.it
N.B. Gli auguri (di qualunque genere) con le foto sono a pagamento (vedi tariffario in alto a questa pagina), così come gli auguri (anche senza foto) che non siano di Buon Compleanno

Canneto: Mare in tempesta

E' arrivata su Canneto la prevista mareggiata ma, per fortuna, almeno sino a questo momento, senza creare eccessivi problermi. Sul lungomare si riesce ancora a circolare anche, nei punti nevralgici, il mare "sciacquando" ha già depositato sabbia e detriti.
Anche se, ad onor del vero, il peggio è previsto nelle ore a venire.

venerdì 9 marzo 2012

Feto morto a Lipari, l’ASP Messina: il sistema dei soccorsi ha permesso di salvare la vita alla madre. Carabinieri acquisiscono cartella clinica

COMUNICATO STAMPA
 Feto morto a Lipari, l’ASP Messina: il sistema dei soccorsi ha permesso di salvare la vita alla madre
Messina, 09/03/2012. In relazione all’evento avvenuto nel tardo pomeriggio di giovedì 8 marzo presso l’Ospedale di Lipari, l’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina ritiene di dover sottolineare come si è riusciti a salvare la vita della signora G.V. attraverso la mobilitazione del sistema sanitario con trasporto in eliambulanza all’Ospedale Papardo di Messina.
La signora G.V., alla trentaduesima settimana di gravidanza, si presenta al Pronto soccorso dell’Ospedale di Lipari alle 18,20, accusando forti dolori al fianco destro. Visitata dai medici ginecologi di turno, viene sottoposta a esame ecografico per il controllo del battito fetale che evidenzia una “marcata bradicardia fetale” e “piccola lacuna placentare”. Durante la valutazione del caso circa la possibilità di intervento chirurgico per taglio cesareo (intervento da eseguire in anestesia spinale, stante la momentanea indisponibilità degli strumenti anestesiologici della sala operatoria), viene ricontrollato il battito fetale e si constata la morte endouterina del feto, e quindi, si chiede l’intervento del 118 per il trasporto dal P.O. di Lipari al P.O. di Patti. A seguito del decesso del feto, vengono dunque effettuate le cure del caso alla paziente, in attesa dell’elicottero per il necessario trasferimento ad altro Presidio ospedaliero dotato di rianimazione e Servizio Immuno Trasfusionale, stante la possibile evoluzione in coagulazione intravasale disseminata (CID) per la paziente.
Il doloroso evento della morte di un feto – sostiene l’ASP Messina – riporta a considerare la necessità di garantire condizioni di assoluta sicurezza per le donne e per il bambino nei centri individuati come Punti Nascita al di là delle battaglie di bandiera che persone non addentro alle complessità delle procedure sanitarie conducono a rischio, a volte, della stessa sopravvivenza.
È noto a tutti, infatti, come un evento naturale come il parto fisiologico possa trasformarsi in pochi attimi in evento sanitario critico. Proprio per garantire adeguata e dovuta assistenza, i Punti Nascita sono stati individuati in strutture ospedaliere dotate di particolari servizi quali la rianimazione, il servizio immunotrasfusionale, il servizio di terapia intensiva neonatale.
La presenza, infatti, ben due medici ginecologi e di un anestesista, per come nel caso di specie, di turno e presenti a Lipari nel momento dell’evento, non può consentire quella giusta sicurezza che deve essere garantità ai pazienti.
Un presidio con soli 26 posti letto, di cui 12 di area medica, 10 di area chirurgica e 4 di MCAU, non può avere, come non ha, tutti i servizi che in modo strumentale vengono invocati per finalità non attinenti all’organizzazione sanitaria.
È già stata avviata un’indagine amministrativa per l’accertamento di eventuali anomalie e/o criticità che a prima vista non sembrano riscontrarsi.

Feto deceduto a Lipari. Carabinieri acquisiscono cartella all'ospedale

(ANSA) I carabinieri, su mandato della procura di Barcellona Pozzo di Gotto hanno chiesto all'ospedale di Lipari copia della cartella clinica della signora V.G., 29 anni, residente a Lipari, che ha perso il bimbo all'ottavo mese di gravidanza. L'indagine dovra' accertare se il feto era gia' morto quando la donna e' giunta in ospedale.
Dovranno anche essere accertati i tempi di arrivo dell'elisoccorso dalla richiesta.

Canneto. Allerta meteo per domani. Predisposto piano per Canneto

COMUNICATO STAMPA
Si porta a conoscenza della cittadinanza, frazione di Canneto isola di Lipari in particolare, che è prevista un’allerta meteo per la giornata di domani, Sabato 10 Marzo 2012.
            Alla luce di ciò nel pomeriggio odierno sulla Via Cesare Battisti sono state individuate delle aree che dovranno servire a rendere scorrevole il traffico autoveicolare qualora detta via dovesse essere utilizzata in doppio senso di circolazione.
In dette aree pertanto è disposto il divieto di sosta dalle otto di Sabato 10 Marzo 2012 allo stesso orario del giorno successivo.
            Nel contempo tutti gli esercenti e/o titolari di attività commerciali ricadenti sulla via Marina Garibaldi prendano già sin da questa sera le dovute precauzioni.
            Si fa presente che la squadra di Protezione Civile Comunale è già al lavoro, è sarà vigile per l’intera durata dell’allerta di cui sopra.
            Si ringrazia per la collaborazione 
L’Assessore alla Viabilità
 (Rag. Corrado Giannò)

SICILIA: BOLLETTINO PROTEZIONE CIVILE SU ONDATA MALTEMPO IN ARRIVO

In previsione dell'ondata di maltempo che colpira' nelle prossime ore la Sicilia, il Dipartimento regionale della Protezione Civile ha emanato i seguenti avvisi. Il primo riguarda le avverse condizioni meteo: a partire dal 10 marzo, sul territorio regionale (per 24/36 ore) si prevedono precipitazioni diffuse e persistenti, anche di carattere di rovescio o temporale, particolarmente intense sul settore sud orientale. Frequente attivita' elettrica e forti raffiche di vento. Gia' dalla sera di oggi (9 marzo), sempre per 24/36 ore, si prevedono venti di burrasca o burrasca forte da nord-est fino a tempesta sui settori meridionali ed orientali e forti mareggiate lungo le coste esposte.
Il secondo avviso riguarda "l'elevata criticita'" per rischio idrogeologico nelle zone A-F-G-H-I del territorio regionale, con dichiarazione della fase di preallarme. "Moderata criticita'" per rischio idrogeologico e' prevista sulle zone B-C-D-E del territorio regionale, per le quali viene dichiarata la fase di "attenzione". Per localita' gia' vulnerate in passato da eventi meteo precedenti (nelle zone A-B-I del territorio) e' dichiarata la fase di "allarme". Sia il per il rischio meteo che per il rischio idrogeologico sono state attivare le procedure dei piani di Protezione Civile.
Per maggiori informazioni, e per ogni dettaglio, e' possibile consultare la versione integrale del bollettino ufficiale sul sito www.protezionecivilesicilia.it.

Ciao Salvatore !

Salvatore lo conoscevamo tutti, faceva parte della nostra Canneto che con la sua scomparsa perde un altro dei suoi figli. Era una persona semplice, buona e gentile. Dotata di grande generosita' e di una incredibile pulizia interiore. Nel suo animo non c'era traccia di malizia e cattiveria. Forse non abbiamo avuto tante occasioni per dimostrargli concretamente l'affetto ed il rispetto che nutrivamo nei suoi confronti ma che stanno affiorando dentro di noi insieme allo stupore ed alla tristezza. Sentimenti spontanei e sinceri, come sincero e' il nostro dolore che cresce ancor di piu' se ci immedesimiamo in lui e nella sua pur breve vita semplice e solitaria...
Ciao Salvatore!
Luigi Profilio

Pallavolo. Domenica ultimo appuntamento casalingo per le ragazze del Meligunis

Ultimo appuntamento casalingo per le ragazze eoliane che scenderanno in campo domenica, sempre alle ore 15, al Nicola Biviano contro la Libertas Tirrena; importante la vittoria per chiudere il campionato di prima divisione al 2° posto.

Avrei voluto mia figlia nascesse a Lipari. La signora Grella ringrazia e scrive al signor Merlino

In occasione della festa della donna,l'associazione Borgata Lami attraverso, il presidente Merlino  ha voluto essere vicino ed esprimere solidarietà ad una serie di donne eoliane, tra le quali la signora Simona Grella che ha visto calpestati i propri diritti di donna,mamma e di cittadina ed ha avuto negato il diritto per la sua piccola Giada di nascere eoliana!
La signora Grella, attraverso il nostro notiziario, ha inviato questa nota al presidente Merlino.
Gent.mo Presidente,
ho con grande gioia ricevuto la sua pergamena attraverso la quale mi esprime solidarietà quale donna, mamma e cittadina che si è vista calpestare il legittimo diritto di vedere la sua bimba nascere a Lipari; che ha visto calpestato il diritto della piccola Giada a nascere qui, dove i suoi genitori hanno deciso di vivere. 
La sua iniziativa mi ha emozionato perché mi ha riportato indietro di un paio di mesi. A quei mesi durante i quali ho fortemente sperato che il mio tesoro potesse nascere in quest’isola. Purtroppo non è stato possibile.
Il mio auspicio più vivo è che presto si faccia quanto necessario affinchè le madri eoliane, e coloro che scelgono di vivere in questa magnifica terra, possano dare alla luce i propri bambini all’ospedale di Lipari, senza dover girovagare di nosocomio in nosocomio. 
Affinchè questo possa accadere metterò in campo tutto quanto mi è possibile, restando vicina e supportando chi lotta per questo diritto. 
In una giornata triste come quella odierna dove si apprende che una mamma ha perso il proprio bimbo in modo così traumatico, cosa che probabilmente non sarebbe accaduto con una struttura attrezzata, questa rivendicazione deve essere gridata forte!
Simona Grella

Problemi nel reparto Dialisi del P.O. di Lipari di CittadinanzAttiva

Cari amici, tutti i dializzati del nostro Presidio Ospedaliero, i quali sono purtroppo molti (alcuni di essi allettati), avendo saputo di un imminente trasferimento in altro Presidio dei loro medici, la Dr.ssa Scurria e il Dr. Messina, si sono immediatamente mobilitati, sottoscrivendo la petizione in allegato, rappresentando le proprie ragioni; a voi il testo.
Per quanto ci riguarda con la nostra rete del " Tribunale dei diritti del Malato" ci attiveremo immediatamente nei confronti dell'Assessorato Regionale a Palermo, alla Direzione Generale dell' ASP 5 di Messina, nella persona del Commissario Straordinario Dr. Poli, anche se quest'ultimo ha dimostrato (per essere gentili) poco interesse per il nostro Presidio Ospedaliero, e i pazienti Eoliani, ma questa volta non passerà, quest'arroganza deve cessare una volta per tutte, e poi sentiremo anche cosa avrà da dirci anche il nostro Direttore Sanitario Dr.ssa Rigoli, vi terremo informati cari amici e grazie.
                                                                                                     B. M. Tedros

Amministrative a Lipari. Si allunga la lista. "Vento eoliano" candida Rizzo a sindaco

OGGETTO: COMUNICATO STAMPA – ASSEMBLEA POPOLARE CON CICCIO RIZZO SABATO 10 P.V. ORE 17.30 C/O IL CENTRO GIOVANILE DI LIPARI
 Si comunica che domani, Sabato 10 Marzo, alle ore 17.30 presso il Centro Giovanile di Lipari si svolgerà una Assemblea Popolare organizzata dall’Ass. “Vento Eoliano” dal titolo: “Quale domani per l’Arcipelago… dillo al Vento”, interverrà il candidato a Sindaco Ciccio Rizzo.
La manifestazione sarà occasione per la comunità eoliana sarà occasione per esprimere idee e proposte sul futuro dell’Arcipelago, nell’intento di dare voce al singolo cittadino su tutte le tematiche che vedranno la nuova amministrazione impegnata per il rilancio e la cura dell’Eolie.
Si invita quindi la cittadinanza tutta a partecipare e a intervenire nel corso dell’assemblea.

Questo il comunicato stampa emesso dall'ufficio stampa regionale sulla vicenda della donna e del feto morto

SANITA': ELISOCCORSO SALVA LA VITA DI UNA DONNA A LIPARI
Palermo, 9 mar. (SICILIAE) - Il servizio di elisoccorso della centrale operativa di Messina del 118 ha permesso di salvare la vita di una donna alla 32esima settimana di gravidanza che aveva avuto un prematuro distacco della placenta, con conseguente morte del feto.
La donna, V.G., residente a Lipari si era recata in urgenza al locale ospedale dove i medici in servizio, due ginecologi e un anestesista , hanno immediatamente svolto gli esami ecografici e rilevato le condizioni critiche del neonato.
Quando dopo alcuni minuti e' stato accertato che non c'era piu' battito fetale sono scattate le modalita' assistenziali per soccorrere la madre ed e' stato allertato il servizio di emergenza 118 per il trasferimento della donna all'ospedale Papardo di Messina dove, nel reparto di ostetricia e ginecologia diretto dal dott. Franco Abate, sono state praticate le opportune prestazioni sanitarie.
Il trasferimento si e' reso necessario perche' per la particolare patologia ostetrica la donna non poteva essere assistita presso il nosocomio di Lipari bensi' in un ospedale di livello superiore.
La donna adesso e' fuori pericolo

Addio Salvatore !

Ho appreso questa mattina della scomparsa di Salvatore La Greca , il ricordo nitido quanto piacevole è di qualche mese fa a Dicembre, quando in occasione della veglia di Natale cantammo insieme alla scuola cantorum nella Basilica Minore di Canneto.
Un evento che lui  sentiva molto e partecipava con trasporto e passione, un’omo mite e sempre disponibile, sfortunato nella vita quotidiana con la perdita dei  suoi cari, rimanendo di fatto solo. Oggi la comunità di Canneto si stringe attorno ad una persona che sorridente e sofferente è stata una  risorsa e un amico, anche per me d’infanzia. Addio Salvatore ti ricorderemo con tenerezza e simpatia.
Angelo F.

Chiusura punto nascita Lipari. Sindaco Bruno chiede indagine su morte neonato

Al MINISTRO DELLA SALUTE
Prof. Renato BALDUZZI
Al PRESIDENTE DELLA REGIONE
On. Raffaele LOMBARDO
All’ASSESSORE REGIONALE
ALLA SANITA’
Dott. Massimo RUSSO
Al COMMISSARIO STRAORDINARIO
ASP MESSINA
Dr. Francesco POLI
DIRIGENTE SANITARIO  ASP    MESSINA – Distretto di Lipari
  Dott.ssa Maria RIGOLI

 Oggetto: Chiusura punti nascita – Richiesta indagine per morte di un neonato presso Presidio Ospedaliero Lipari.

Vogliano immediatamente le SS.LL., ciascuno per la parte di rispettiva competenza, avviare opportuna indagine relativa al decesso di un neonato presso l’Ospedale di Lipari, evento gravissimo che troverebbe causa nel mancato intervento assistenziale e nel ritardo dell’elicottero, giuste  sommarie informazioni assunte.
Si segnala che il mancato intervento sarebbe ascrivibile al cattivo funzionamento delle apparecchiature sanitarie.
Non risulta, a tutt’oggi, sia stata esplicata alcuna azione decisiva e risolutiva, da parte degli organi preposti, a favore dei territori delle Isole Minori ed a garanzia del sacrosanto diritto alla salute, nonostante le costanti e pressanti istanze a ciò finalizzate, riguardo, in modo particolare, al ripristino dei punti nascita.
La gravità del caso in esame impone immediate valutazioni e decisioni che siano rispettose dei diritti costituzionalmente garantiti, a tutela della persona e della vita e che stronchino percorsi burocratici assurdi ed inaccettabili, costituenti canali di sofferenza e repentaglio all’umana esistenza.

  IL SINDACO
           (Dott.Mariano Bruno)

Donna con il bimbo morto in grembo trasferita a Messina. Ed è polemica

E' polemica, con relativa preoccupazione a Lipari, doppo che una donna con il feto (si dice) già morto è stata trasferita dall'ospedale di Lipari con l'elisoccorso al "Papardo" di Messina perchè all'ospedale di Lipari non si è potuto effettuare neppure il parto cesareo. Ciò sarebbe accaduto- si dice - poichè non è neppure funzionante l'apparecchio per l'anestesia e di conseguenza per intervenire sulla signora V.G., nativa di Messina e residente nelle Eolie, si è dovuto effettuare il trasferimento nel nosocomio peloritano.  trasferire nella città dello Stretto.
La donna- da quanto apprendiamo- era alla trentaduesima settimana di gravidanza, avendo sentito più lentamente i movimenti del suo bimbo nel grembo aveva raggiunto l'ospedale di Lipari. Qui il bimbo - da quanto apprendiamo- era ancora in vita. Cosa che era non più all'arrivo dell'elicottero.
Attraverso il telefonino, da qualche minuto, viaggia un messaggio che invita "tutte a recarsi alle 15 all'ospedale di Lipari per chiedere la verità su ciò che è accaduto ieri alla donna incinta che ha perso il suo bambino"

Auguri prof. Candia

Nel giorno del Suo compleanno, il personale amministrativo e i collaboratori scolastici dell'Istituto Comprensivo Lipari 2 sono felici di porgere i più  calorosi auguri al loro Dirigente Scolastico prof. Renato Candia
Al prof. Candia i nostri auguri

giovedì 8 marzo 2012

Incontro sulla pesca a Salina. Successo per l'iniziativa del Circomare


COMUNICATO STAMPA              

         Bis di consensi e di interesse per  l’incontro di approfondimento in materia di pesca e sulle novità introdotte dalla recente normativa in materia (Licenza di Pesca a punti, controllo della pesca marittima professionale e sportivo-ricreativa, nuovi documenti, a tutela del consumatore). La maggiore garanzia per la correttezza e la trasparenza lungo tutta la filiera commerciale del prodotto ittico e l’implementazione delle norme nazionali e comunitarie in materia di etichettatura e tracciabilità, questi gli argomenti trattati nel secondo incontro, questa volta a Santa Marina dell’isola di Salina, organizzato dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari, a seguito dell’entrata in vigore e della scadenza delle deroghe previste dai Regolamenti CE 1967/06, 1224/09 e 404/11, unitamente al nuovo testo unico nazionale sulla pesca marittima D.Lgs. 04 del 09 Gennaio 2012, entrato in vigore dal 02 Febbraio scorso.
 Ed anche questa volta, soddisfazione e compiacimento espressi da parte del Tenente di Vascello Cosimo Bonaccorso - Comandante  dell’Ufficio Circondariale Marittimo – Guardia Costiera di Lipari nel constatare la  impeccabile organizzazione da parte della Delegazione di Spiaggia di Salina e la cospicua presenza di intervenuti, il  giorno 07 Marzo 2012 presso la Sala Congressi messa a disposizione  dal Comune di Santa Marina Salina, alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni dei tre comuni insulari.
Dopo una complessiva e compiuta introduzione agli argomenti da parte del “padrone di casa” – il Comandante della locale Delegazione di Spiaggia - Capo di 1ª Classe Np/Ms Antonino Brancato – sono intervenuti il Sindaco di Santa Marina – Massimo Lo Schiavo -  ed il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari, poi la collaudata presentazione del relatore, Capo di 1ª Classe Np/Ms Marco Miuccio (capo Ufficio pesca del Circomare Lipari) ed infine l’intervento del Dirigente Veterinario S.I.A.O.A. dell’A.S.P. 5 – Distretto Lipari – Dott. Antonino Calabrò.
I temi trattati hanno riguardato tutta la materia della gestione della pesca marittima e, in particolare, il tema della etichettatura e tracciabilità del prodotto ittico, normativa sanitaria di settore, finalizzato alla giusta prevenzione, prima dell’inizio dei controlli ispettivi da parte degli uomini della Guardia Costiera e delle eventuali azioni repressive derivanti da comportamenti illeciti, il tutto a garanzia dei diritti dei lavoratori del settore ittico e dei consumatori finali.
Ringraziamenti all’Autorità Marittima espressi da tutti gli intervenuti, con la certezza di aver svolto un servizio per la comunità e di ottenere giovamento dalla corretta implementazione della norma, al fine dello snellimento e del corretto svolgimento delle procedure amministrative di controllo introdotte dalla nuova normativa di settore.

                                                                         IL COMANDANTE
                                                                         T.V. (CP) Cosimo BONACCORSO

E' deceduto Salvatore La Greca, sfortunato figlio di Canneto

Caro Direttore, apprendo con amarezza la scomparsa di Salvatore La Greca, persona dalla bontà introvabile e sconosciuta, almeno per noi che viviamo una dimensione convulsa e a volte frenetica. Lo si poteva vedere spesso in giro (di solito a Canneto), solitamente solo, si perché ormai da tempo, da quando era morta la sua cara mamma non aveva più una vera famiglia, ma a Canneto era come un "nostro figlio". 
Non disdegnava mai di parlare con chiunque dispensando sorrisi e allegria. 
Qualunque famiglia di Canneto, nei momenti religiosi più intensi che caratterizzano la nostra vita familiare, ha potuto apprezzare le doti canore. Io per sempre ricorderò la sua straordinaria esibizione per il mio matrimonio, 
Grazie Salvatore Agrip

NOTA DEL DIRETTORE - Salvatore, che conoscevo sin da quando sono nate a Lipari le radio private, è deceduto presumibilmente nel primo pomeriggio di oggi. In mattinata si era sottoposto a dialisi. A trovarlo privo di vita, intorno alle 16, nello scantinato che occupava, la signora che si occupava di aiutarlo a mantenere pulito il locale

Continuano a Salina le celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia.


Il Comune di Santa Marina Salina, in collaborazione con l’ANCIM (Associazione Nazionale Comuni Isole Minori), su iniziativa del Sindaco e Coordinatore ANCIM Sicilia, Massimo Lo Schiavo ha programmato per i giorni 09 e 10 marzo 2012, un convegno sul ruolo delle isole minori d’Italia, dal titolo “Unità d’Italia, il mare che unisce” che si svolgerà a Salina.
Tale iniziativa prende spunto dalla ricorrenza che nel 2011 ha visto tutti noi coinvolti in quanto italiani: il 150° anniversario della nascita della nostra  Nazione è il terreno fertile su cui innestare una discussione in relazione al ruolo svolto dalle isole minori durante l’ultimo secolo e mezzo, nonché  un’occasione affinché i Sindaci delle Isole d’Italia possano confrontarsi sui temi più importanti e comuni ai propri territori.
 Numerose saranno le delegazioni che rappresenteranno le Isole d’Italia a Salina, per la prima volta in assoluto teatro di un così grande evento, vista anche la volontà comune di tutti gli amministratori locali a rafforzare il ruolo dell’ANCIM all’ interno dei processi legislativi nazionali e regionali.
Con la partecipazione di numerosi sindaci delle Isole Minori Italiane, di tecnici, di politici nazionali e regionali sarà avviato un dibattito e un confronto nelle quattro sessioni di lavoro previste:
 1)     Il percorso verso uno Stato unitario;
2)     Il quadro istituzionale, giuridico e amministrativo;
3)     Si può parlare di un obiettivo raggiunto o il percorso è ancora in atto?
4)     Quali presupposti socio-economici per un vero percorso unitario a partire dalle Isole?
 Un momento particolare sarà la consegna del I° Premio ANCIM al Comune di Lampedusa, per l'impegno continuo nell'emergenza immigrazione, ed a quello di Isola del Giglio per la solidarietà mostrata in occasione del naufragio della Costa Concordia.
 La parte scientifica del convegno è stata affidata ad un Comitato composto dal Prof. Rainer Masera, dal Dott. Giovanni Ruggieri, dal Prof. Marcello Saija, Dott.ssa Giannina Usai e dal Dott. Andrea Montanari che ne modererà i lavori.
Durante i lavori del convegno saranno, inoltre, affrontati importanti temi attuali che investono le isole minori, proprio per la loro particolare natura geografica: dalla sanità alla recente manovra finanziaria, dai trasporti all’ approvvigionamento idrico, sempre in relazione al ruolo fondamentale dell’ANCIM.

Beati gli smemorati perché avranno la meglio anche sui propri errori. (di Adolfo Sabatini)

C’era una volta un lettore smemorato che lesse un libro e lo dimenticò. Allora ne lesse subito un altro e dimenticò anche quello. Se un valente professore di letteratura l’avesse interrogato su quei libri, il lettore smemorato avrebbe fatto scena muta e il professore gli avrebbe detto: «Mi spiace, caro discente, la sua preparazione è insufficiente. Ritenti al prossimo appello, se se la sente».
Io sono un lettore smemorato, ma ricordo molto bene gli incarichi professionali, l’acquisto di arredo, le consulenze, le comode poltrone politiche occupate nel passato di tutti quelli che adesso esprimono valutazioni al vetriolo….…...-
 Adolfo Sabatini

ECONOMIA: DDL GOVERNO A SOSTEGNO INVESTIMENTI PICCOLO FOTOVOLTAICO

L'istituzione di un fondo immobiliare destinato a favorire gli investimenti delle imprese in Sicilia, con priorita' a quelli nel settore del piccolo fotovoltaico. Lo prevede un disegno di legge predisposto dal governo regionale. Il fondo sara' alimentato con gli immobili di proprieta' della Regione fino a un valore di un milione di euro e sara' gestito dall'Irfis Fin Sicilia, la nuova finanziaria interamente controllata dalla Regione stessa. L'ex istituto di mediocredito regionale fornira' l'assistenza tecnica ai progetti di investimento e alle iniziative di partenariato pubblico - privato.
Il disegno di legge prevede che le garanzie concesse dal fondo istituito con la legge 50 del 1973 per la copertura dei rischi derivanti dai finanziamenti a medio termine alle aziende industriali per il rinnovo o la ristrutturazione degli impianti, siano concesse anche alle imprese agricole per i finanziamenti richiesti per interventi nel settore del piccolo fotovoltaico, in regime di contributo in conto energia, fino a 100 KW per quelle individuali e fino a 1 MW per quelle societarie.
"Con questo disegno di legge - dice il presidente della Regione, Raffaele Lombardo - intendiamo contribuire alla riduzione dei costi di produzione delle imprese agricole siciliane, intervenendo a sostegno degli investimenti per gli impianti di autoproduzione dell'energia elettrica attraverso le fonti rinnovabili e pulite.
E' uno degli impegni che avevamo preso con gli agricoltori e le loro associazioni di rappresentanza in occasione delle proteste dei mesi scorsi. Contiamo nel fatto che il Parlamento regionale approvi in tempi veloci e con la massima condivisione un provvedimento che viene incontro a una delle esigenze evidenziate dai nostri produttori agricoli. Con la creazione del fondo immobiliare, inoltre, valorizziamo le proprieta' della Regione, impiegandole a sostegno degli investimenti privati e dello sviluppo".

Centro di riabilitazione di Canneto. Riunione oggi in prefettura. Il sindaco Lo Schiavo guarda con fiducia al prefetto

Con nota prefettizia prot n. 7412/12/15.2 gab inviata al Presidente della Provincia di Messina,ai Sindaci Eoliani e agli on.li regionali,Ardizzone,Beninati,Buzzanca,Formica,Panarello e Rinaldi,il Prefetto di Messina ha convocato in data odierna, gli stessi e  il Commissario Straordinario dell'Azienda Sanitaria di Messina dott. Poli, in merito alla sospensione dei servizi di neuropsicomotricità e di logopedia presso il centro di riabilitazione di Canneto/Lipari.
Il  Prefetto di Messina ha fatto proprie le preoccupazioni espresse allo stesso da parte del Sindaco di S.Marina Salina con nota prot n. 993 del 14/02/2012 e successivamente dal Presidente Ricevuto con nota prot n. 1008/12 gab. del 17/02/2012 il quale ha evidenziato come le forti preoccupazioni sul centro di riabilitazione di Canneto-Lipari-siano condivise dagli onorevoli regionali di cui sopra.
"Ancora una volta il sig. Prefetto di Messina rappresenta un forte punto di riferimento per le problematiche degli eoliani,popolazione che continua a subire disagi di ogni genere. Certamente questa sospensione dei servizi riabilitativi è un fatto grave e mi auguro che il tutto venga ripristinato in tutto e per tutti, cosi come richiede l'utenza".Questa la dichiarazione del sindaco Lo Schiavo che ha partecipato all'incontro, con la determinazione di chi non abbasserà la guardia sulle diverse e incresciose situazioni che nascono dalla gestione dei servizi di riabilitazione!

Un assessorato per le isole minori. Lo propone l'on. Fortunato Romano

L'Assemblea regionale ha approvato un ordine del giorno, a favore del trasporto pubblico locale e sui collegamenti con le isole minori, promosso dall'on. Fortunato Romano e sottoscritto da numerosi deputati. Il testo chiede una inversione di tendenza circa i collegamenti con le piccole isole, già alle prese con difficoltà di ordine strutturale-geografico ed economico con gravi ripercussioni sulla qualità della vita degli abitanti e sulla possibilità di ulteriore sviluppo. Accanto a questo atto, Romano ha anche proposto l'istituzione di un assessorato regionale per le isole minori, come più volte richiesto al governo. «Le isole minori - afferma Romano - costituiscono una ricchezza straordinaria per il territorio capace di catalizzare ben un terzo del turismo regionale, generando reddito diretto e indiretto. Si tratta di una fetta di territorio importante per l'economia, ma è una realtà da anni falcidiata da tagli e riduzioni, a partire dai trasporti sino alla sanità.

Buzzanca in aula ritorna a dire no ai tagli nei servizi marittimi integrativi

Il deputato del PDL On. Giuseppe Buzzanca, è intervenuto in aula all'ARS per contestare al governo regionale che contrarre del 20% i trasferimenti sul trasporto e i collegamenti da e per le isole, rispetto al 2011, significherebbe non garantire più i servizi essenziali, come il rifornimento dell’acqua, specialmente per le isole più lontane.
Ha lanciato un appello al presidente Lombardo “perché si faccia carico del problema e non si limiti a comunicare all’assessore alle infrastrutture di decurtare del 20% le spese”. Buzzanca ha anche sottolineato che non si parla di somme particolarmente rilevanti: “si tratta di una contrazione che per quello che riguarda il collegamento con le isole Eolie è intorno a 13 milioni di euro.
E penso che in un bilancio della regione così ampio e così articolato non riuscire a trovare 13 milioni di euro per garantire un principio che è sancito dalla Costituzione, mi sembra veramente inaccettabile. Verrebbe in questo caso ad essere minata – ha continuato il deputato Pdl - la stessa continuità territoriale della quale siamo tutti consapevoli e che molto spesso diciamo di voler garantire.”

Federmar Cisal annuncio sciopero marittimi Siremar per il 12 marzo

La Federmar Cisal ha proclamato per lunedi' prossimo lo sciopero dei marittimi Siremar. Il rappresentante Gesualdo Accardi ha evidenziato che la Siremar non rispetta gli accordi sottoscritti con le organizzazioni sindacali per i marittimi degli aliscafi in Cri (continuità rapporto di lavoro) in merito all'erogazione delle ore di straordinario che invece di pagarle in busta paga mensilmente come avviene per gli altri marittimi, si dovevano elargire annualmente. A tutt'oggi la Siremar inspiegabilmente non mette in pagamento le somme maturate e scadute a fine 2011 per i 50 marittimi degli aliscafi.
Per lunedi' 12 marzo lo sciopero degli aliscafi è stato fissato dalle 4,30 del mattino fino alle 23. Saranno assicurate le corse essenziali da e per Milazzo

BUZZANCA- GERMANA’(PDL): “BRUNO VALORE AGGIUNTO PER IL PDL

“Ribadiamo il nostro apprezzamento al Dott. Mariano Bruno, che anche in qualità di membro del Coordinamento Provinciale, costituisce un esponente fondamentale del Pdl messinese, rappresentando una risorsa ed un indispensabile elemento le cui capacità e competenze sono riconosciute a tutti i livelli del partito.
E’ largamente condiviso un giudizio più che positivo sul suo operato e sulla azione sinergica ed intensa condotta durante i due mandati a capo dell’Amministrazione di Lipari. E’ necessario quindi avvalersi della sua esperienza che rappresenta il valore aggiunto di un progetto politico omogeneo e coerente che troverà la sua forma compiuta e sarà parte attiva e presente non solo in vista delle prossime elezioni amministrative del 6-7 maggio, ma dovrà collocarsi nell’orizzonte ben più ampio che non si ferma al contingente ma proiettato al Futuro. La macchina organizzativa è stata avviata già da tempo, creando un clima di profonda concertazione grazie ad un costante susseguirsi di contatti con gli esponenti locali del Pdl che hanno manifestato, con un atteggiamento conciliante, una grande apertura e disponibilità al fine di trovare la convergenza ed esprimere in maniera unitaria il nome del candidato a Sindaco che sarà avallato e sostenuto da tutti noi con compattezza e determinazione.
Da domani Messina, e per tutto il fine settimana, sarà sede di incontri al fine di dare ulteriore slancio alla campagna elettorale”. Questa la dichiarazione congiunta del Coordinatore provinciale del Pdl Peppino Buzzanca e del suo Vice Nino Germanà.
La redazione di Eolienews ed Eolnet augurano a tutte le lettrici una felice e serena
GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

IL PD per una pubblica assemblea per sancire una nuova alleanza con UDC, Nuovo giorno e Fli

Il Direttivo del Partito Democratico delle Eolie, riunito a Lipari il 7 marzo 2012 per definire il suo comportamento nelle prossime elezioni amministrative che si terranno il 6-7 maggio,
tenuto conto
dell’ assemblea degli iscritti svoltasi il 29 gennaio u.s. all’hotel Arciduca e dei vari  incontri di questo consesso fra cui l’ultimo con dirigenti provinciali e nazionali,
tenuto conto
della valutazione attenta ed approfondita delle candidature e degli schieramenti che sono venuti definendosi in questo inizio di campagna elettorale,
decide di confermare all’unanimità
l’alleanza strategica che in questi cinque anni lo ha portato a fare opposizione alla Giunta del dott. Mariano Bruno insieme all’UDC e Nuovo Giorno, e pertanto
invita
il Patto per le Eolie nato dall’incontro fra UDC, Nuovo Giorno e Fli a stringere con il PD un nuovo patto o alleanza da sancirsi in una pubblica assemblea da tenersi in Lipari entro e non oltre domenica 18 marzo nella quale dovranno anche:
-         approvarsi le linee programmatiche basilari dell’alleanza elettorale;
-         designare il Presidente coordinatore della nuova alleanza elettorale;
-         sancire il candidato a Sindaco di Lipari.
Il segretario
                                                                                                   Giuseppe Cincotta