Cerca nel blog

sabato 24 ottobre 2020

Razza e Asp assenti. A lipari ora è serrata. L'articolo del nostro direttore sullaGazzetta del sud del 24 ottobre 2020

Calcio a 5 - Serie C2: Ancora sconfitta la Ludica. Pareggia il Meligunis

Resta ancorata a quota zero in classifica la Ludica Lipari che, ospitando il Valdinisi, ha ceduto l'intera posta in palio, soccombendo per 6 a 3. 
Le reti della Ludica sono state messe a segno da Bucca, Re e Cincotta
Ottimo pari per 2 a 2 per il Meligunis, in trasferta sul campo del Nebrosport,

Coronavirus, in Sicilia 886 nuovi contagi e 9 decessi

Sono 9 i nuovi decessi da coronavirus in Sicilia, e 886 i contagi. Gli attuali positivi sono 9.989. I nuovi tamponi sono 7147, e le terapie intensive hano registrato un ricovero in più, che porta a 90 la cifra complessiva.

Coronavirus: Nuova ordinanza di Musumeci. Previste, tra l'altro, didattica a distanza per le superiori e riduzione del 50% sui trasporti pubblici

Misure di contenimento congiunte tra Regione e ministero della Salute che tengono conto delle indicazioni fornite dal Comitato tecnico scientifico siciliano. Il governatore Nello Musumeci ha firmato poco fa, sentito il ministro Roberto Speranza, la nuova ordinanza per limitare il diffondersi del Coronavirus nell'Isola. Il provvedimento entrerà in vigore domani (25 ottobre) e sarà valido fino al 13 novembre, per due settimane. Si tratta di azioni tarate sull'attuale andamento epidemiologico della Sicilia, dove non si registrano situazioni di particolare allarme sanitario, come in altre aree del Paese. Circolazione e spostamenti. 
Per evitare assembramenti, su tutto il territorio regionale, dalle 23 alle 5, sono limitati gli spostamenti con ogni mezzo, a eccezione dei trasferimenti per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o d’urgenza, per motivi di salute e per il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza.

Attività didattica. 

Per le sole scuole superiori è disposta (da lunedì 26 ottobre) la sospensione delle lezioni in presenza e il contestuale avvio della didattica a distanza. Mezzi di trasporto. 

Sul fronte della mobilità si è provveduto a ridurre del 50 per cento la capacità dei posti nei trasporti pubblici su gomma, rotaia e marittimi. Esercizi commerciali. 

Gli esercizi commerciali, tra cui outlet e centri commerciali, resteranno aperti anche la domenica ma fino alle 14, a eccezione di edicole, farmacie e tabaccherie che potranno mantenere i consueti orari di chiusura. Attività di ristorazione. 

L’attività di ristorazione, invece, sarà consentita dalle 5 alle 23, con consumo al tavolo ma con un massimo di sei persone per tavolo. La consumazione al banco è ammessa solo dalle 5 alle 18. E' invece consentita la ristorazione, solo per la consegna a domicilio, fino alle 24, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Possibili anche le attività di mense e catering. Strutture termali e centri benessere. 

Dalle 8 alle 20 potranno restare aperte palestre, piscine, strutture termali e centri benessere. Inoltre, nella stessa fascia oraria, sarà permessa l'attività di sale bingo e sale gioco, ma con una limitazione per i clienti del 50 per cento della capienza. Prevenzione sanitaria. 

Le Asp, sotto il monitoraggio dell’assessorato della Salute, avvieranno campagne sulla diffusione dell’epidemia nel territorio regionale mediante appositi progetti di tracciamento, a partire dalla popolazione in età scolastica e in aree caratterizzate dalla insorgenza di cluster localizzati.

Ora solare 2020, questa notte lancette indietro di 60 minuti


 

Lipari: Campagna screening anti covid, domani tamponi per alunni, genitori e personale scolastico in quarantena. Lunedì saranno comunicate date per le isole

COMUNICATO STAMPA

Domenica 25 ottobre 2020, a partire dalle ore 9:30, presso il parcheggio del Palacongressi in via Falcone e Borsellino, verranno effettuati i tamponi rapidi Covid-19 ESCLUSIVAMENTE per gli alunni della classe 4A dell’I.C. Lipari 1, soggetti alla misura dell’isolamento domiciliare a seguito della individuazione di un caso di positività all’interno della classe, dei genitori che hanno osservato la quarantena insieme ai propri figli, degli insegnanti e del personale scolastico ugualmente coinvolti. I tamponi si svolgeranno in modalità drive in. 

Si rende noto, inoltre, che la prossima settimana sarà effettuata la campagna screening con tamponi rapidi Covid-19 anche nelle isole di Panarea e Alicudi e a Ginostra; lunedì saranno comunicate le date, gli orari e le modalità di svolgimento.

Successivamente, saranno fissate e prontamente comunicate – grazie alla disponibilità del Commissario dell’Asp Carmelo Crisicelli – altre due date per le isole di Lipari e di Vulcano, per una seconda sessione di tamponi.

                                    L’Amministrazione Comunale

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CXXIX puntata): Sopra lo scalo Balordu (Stromboli)


 

Accadde alle Eolie, pagine della nostra "storia" recente. 24 ottobre 2017: Protesta degli studenti del Conti e assemblea all'aperto


 

"Santini"...di aspiranti politici (trentanovesima pubblicazione): Natascia Montuori


 

La Chiesa commemora oggi Sant'Antonio Maria Claret


 

Oggi è il 24 ottobre. Buongiorno con questa alba eoliana. Buon Compleanno a Raffaele De Carlo, Rita Zaia, Bartolo Lauria, Carlos Diaz, Serena Portelli, Gennaro Rago, Eloisa Galletta, Rosella Rando, Remo Giordano, Silvia Vitagliano, Andrea Buscema Imbruglia, Antonio Bianchi, Isabella Scorsone


 

venerdì 23 ottobre 2020

Salpa la Pro Loco "Amo Stromboli". L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud


 

Coronavirus, in Sicilia 730 positivi e 11 morti

Lieve frenata del Coronavirus in Sicilia, dopo il nuovo record di contagi stabilito ieri si registra una piccola flessione nei numeri odierni: sono 730 i nuovi positivi su oltre 8 mila tamponi effettuati. Purtroppo resta alto il numero delle vittime, 11 ancora una volta.

Sul fronte dei ricoveri sono 593 (+5), mentre resta invariato a 89 i ricoverati in terapia intensiva. Cresce invece il conto di coloro che si trovano in isolamento domiciliare: 8.454 (+591), gli attualmente positivi invece sono 9.136 (+596). Infine il numero dei dimessi tocca quota 5.772 (+123). Questa la suddivisione per province dei nuovi casi: 204 a Palermo, 188 a Catania, 117 a Ragusa, 77 a Trapani, 74 a Messina, 26 a Caltanissetta e Agrigento, 11 a Siracusa e 7 ad Enna.

Lipari e covid (di Luca Chiofalo)

Vista la penuria di notizie ufficiali, per non affidarsi alle infide ‘verità’ dei pettegolezzi e delle indiscrezioni che già circolano vorticosamente per il paese, credo sia il caso di portare a conoscenza della popolazione la reale situazione (rispettando, ovviamente, la privacy) su contagi e ricoveri da Covid-19 che riguardano Lipari.

Assolutamente necessario rassicurare la cittadinanza che la situazione sia sotto controllo, che non solo i positivi ma anche i loro contatti ‘ravvicinati’ e recenti siano nelle condizioni di non nuocere ad altri e che i protocolli per il contenimento del contagio siano attivati e rigorosamente rispettati.

Evitiamoci la solita, farraginosa e lacunosa, gestione delle cose:

in questa emergenza non ce la possiamo permettere!

Nell’attesa dei chiarimenti, teniamo la calma, la distanza e la mascherina ben messa…

CORDIALMENTE

LUCA CHIOFALO

Calcio a 5 - Serie C2: Ludica in casa, Meligunis in trasferta

Domani pomeriggio si giocano le gare del terzo turno d'andata.
Al Freeland di Bartolo Giunta, la Ludica Lipari (nella foto), ospitando il Valdinisi, è alla ricerca della prima vittoria stagionale.
Il Meligunis, in trasferta sul campo del Nebrosport, vuole confermare il positivo risultato di domenica scorsa. 

ASP Messina al fianco delle donne nella prevenzione del tumore al seno

Il tumore al seno rappresenta la prima patologia tumorale femminile che, se diagnosticato per tempo, offre elevate garanzie di guarigione.
L' Azienda Sanitaria Provinciale di Messina, particolarmente attenta alle campagne di prevenzione del tumore al seno e sensibile alle esigenze di salute della popolazione, offre, in occasione del "Mese della Prevenzione del cancro del seno, Ottobre 2020", la possibilità di essere sottoposte a visita senologica alle donne di età compresa tra 45 e 69 anni, in collaborazione con le associazioni "Misericordia di Spadafora", "Per Te Donna" e "Associazione Salus D'Agostino di Taormina"

Nella giornata del 31 ottobre 2020 presso l'UOS di Screening Mammografico - Poliambulatorio ex lnam, sito in Via del Vespro — Messina, saranno effettuate visite specialistiche senologiche e prenotate mammografie da screening per la fascia di età 50-69,
nell'ambito del programma di screening mammografico organizzato e già avviato dall' ASP.

Le visite gratuite saranno svolte, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid, dall' equipe del responsabile UOS Screening mammografico dott. A. Farsaci e della Brest Unit dell'Ospedale di Taormina d.ssa L. Puzzo.

Per la prenotazione chiamare al n. 3357753952- Lunedì, Mercoledì e Venerdi dalle 10,30 alle 11,30, Martedi e Giovedi dalle 15,30 alle 16,30, fino ad esaurimento della disponibilità.


Vendesi a Lipari coppie di galline "moroseta". Si tratta di polli dell'età di cinque mesi.
Contattare il 3381903731

Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

Il governo regionale ha preso atto delle proposte avanzate dal Comitato tecnico scientifico siciliano per limitare il contagio del Coronavirus nell'Isola.
Nel pomeriggio è prevista un'interlocuzione con il ministro della Salute per valutare, congiuntamente e nello spirito di leale collaborazione, alcune delle proposte da adottare nel territorio siciliano.

Alla luce anche dei rapporti sull'andamento epidemiologico redatti dagli esperti, il presidente della Regione Nello Musumeci emanerà nelle prossime ore una propria ordinanza che avrà come filo conduttore la "linea della fermezza e del rigore" seppure con chiusure parziali, allo scopo di anticipare e contenere il diffondersi del contagio nel territorio siciliano.

Dopo mesi di buio uno spiraglio. La nota dei diabetici di Lipari

COMUNICATO:
Dopo mesi di buio finalmente uno spiraglio..
COMINCIAMO COL DIRE CHE NOI NON SIAMO NE' UN PARTITO POLITICO NE' UN'ASSOCIAZIONE E NE' UN COMITATO MA, BENSI' UN GRUPPO DI 150 PERSONE ACCOMUNATE DALLA PATOLOGIA DEL DIABETE DI TIPO 1 E 2 
DETTO QUESTO....
Dopo la battaglia durata più di nove mesi senza un diabetologo sull'isola e senza nessuna assistenza. dopo le nostre sollecitazioni e diciamocelo un po' di baldoria ai giusti tavoli, dopo vari incontri risultati VANI con le varie sollecitazioni a chi di dovere e supporto anche sull'isola per gli eoliani affetti da diabete di tipo 1 e 2 e non solo..... Siamo arrivati a una svolta che non è quella definitiva ma è già qualcosa!!!!
Precisiamo e ci teniamo a dire a tutti i nostri coetanei di patologia di tipo 1 e d tipo 2 e alle tante persone che ci hanno contatto privatamente che il diabetologo è arrivato "SOLO ED ESCLUSIVAMENTE IERI 22 OTTOBRE 2020" quello che avete letto fino ad oggi nei comunicati vari e nelle altre sedi e lettere NON SONO AFFATTO VERITIERI, SOLO IERI È ARRIVATO FINALMENTE IL DIABETOLOGO E NON PER MERITO D ALTRI MA BENSÌ PER LA NOSTRA SFRONTATEZZA NELL' AFFRONTARE IL PROBLEMA....
UN RINGRAZIAMENTO VÀ AL DOTT. CROSCA PER LA SUA DISPONIBILITÀ NELL'ASCOLTARE I NOSTRI PROBLEMI E NEL RICEVERCI SEMPRE ... 
GRAZIE ANCHE A CHI CI HA DATO UNA MANO D'AIUTO IMPORTANTISSIMA E CHE NON APPENA GLI ABBIAMO ESPOSTO IL PROBLMEA SI E' MESSO SUBITO IN MOVIMENTO PER AIUTARCI!!!! COME MAGARI AVREBBE DOVUTO FARE QUALCUN'ALTRO.... MA PER NOI QUELLO CHE CONTA È CHE LA PRIMA BATTAGLIA È STATA VINTA!!!!
SIAMO SODDISFATTI MA NON TROPPO PERCHÉ OVVIAMENTE È ANCORA POCO E LA STRADA È LUNGA DA PERCORRERE MA ABBIAMO GIA OTTENUTO QUALCOSA
E LOTTEREMO PER AMPLIARE E MIGLIORARE SEMPRE DI PIÙ LE COSE....AVEVAMO PROMESSO APPENA POSSIBILE INFORMAZIONI SUL TUTTO E NOI MANTENIAMO LE POROMESSE!!!! QUINDI LA TIRATA DELLE SOMME È QUESTA: IL DIABETOLOGO FORTUNATO LANFRANCHI, FARÀ GIOVEDÌ (DALLE 15 ALLE 17)E VENERDI (DALLE 11 ALLE 14). LO SAPPIAMO E' POCO MA PER ADESSO E DICIAMO SOLO PER ADESSO CI ACCONTENTIAMO!!!!!
A PRESTO...
IL GRUPPO DEI DIABETICI DI LIPARI

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CXXIX puntata): Da Santa Marina Salina o Sierru i l'acqua


 

Accadde alle Eolie, pagine della nostra "storia" recente: 23 ottobre 2016: Lipari, incendio in un deposito di auto in disuso


 

"Santini"...di aspiranti politici (trentottesima pubblicazione): Francesco Megna



 

La chiesa commemora oggi San Giovanni da Capestrano


 

Oggi è il 23 ottobre. Buongiorno da Vulcano e Buon Compleanno a Lillo Manganaro, Fiona Belletti, Ciccio Mazzeo, Oancea Mariana, Giuseppe Favaloro, Vincenzo Sciacchitano, Tiziana Russo, Ada Finocchiaro, Roberto Favaloro


 

giovedì 22 ottobre 2020

Sanità: Giorgianni assolutamente insoddisfatto "marcerà " su Palermo (video - dichiarazioni)

 


Si è laureata Valentina Famularo. Ha ottenuto il punteggio di 107/110

Ha conseguito quest'oggi la laurea in Psicologia clinica e della salute nel ciclo della vita, presso il Dipartimento di medicina clinica e sperimentale dell'Università di Messina, ottenendo il punteggio di 107/110
Valentina Famularo

Alla neo dottoressa le nostre felicitazioni

Continuano a salire i positivi al Covid - 19 in Sicilia.

Sono 796 oggi i nuovi positivi da coronavirus in Sicilia.
Otto le vittime, per un totale di 397 dall'inizio della pandemia. 
Sono 7732 i tamponi effettuati. 
In ospedale 588 persone in regime ordinario (+23) e 89 in terapia intensiva (+6), per un totale di 677 ricoveri. Nelle ultime 24 ore sono guarite 98 persone.
In 7.863 si trovano in isolamento domiciliare, gli attualmente positivi invece sono 8.540. Infine il numero dei dimessi tocca quota 5.649 Sul fronte della distribuzione territoriale ci sono 351 i nuovi casi a Palermo (nuovo record assoluto); 211 a Catania; 60 a Trapani; 47 a Messina; 49 a Ragusa; 24 a Siracusa; 28 a Caltanissetta; 7 a Enna e 19 ad Agrigento.

Collegamenti con le isole minori: Musumeci, storica apertura alla libera concorrenza

«Per la prima volta nella storia del trasporto marittimo in Sicilia, avviamo la concreta apertura al libero mercato di uno dei servizi più strategici della mobilità isolana. Abbiamo, infatti, emanato l'avviso pubblico per la ricerca di operatori economici interessati a occuparsi dei collegamenti con le isole minori in regime non assistito, cioè senza il contributo economico della Regione. Offriamo al mercato le cinque tratte su cui si snodano i trasporti via mare: Eolie, Egadi, Pelagie, Ustica e Pantelleria».

Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, a seguito dell'avvio da parte del dipartimento delle Infrastrutture e dei trasporti delle procedure per la ricerca di operatori per i collegamenti con le isole minori. L'avviso sarà consultabile dal prossimo 28 ottobre sul sito web istituzionale del dipartimento.

«Di fronte a una risposta positiva del mercato - aggiunge l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone - il governo Musumeci sarà pronto ad affidare nuove concessioni per navi e aliscafi che diventerebbero, così, quello sbocco di libera concorrenza sui trasporti via mare da anni atteso da cittadini e addetti ai lavori. Diamo alle imprese un mese di tempo per le offerte. Si tratta di un provvedimento che mai finora si era registrato non solo in Sicilia ma in tutta Italia per quanto riguarda i trasporti marittimi. Inoltre, continuiamo a lavorare sul bando quinquennale da 300 milioni di euro con cui intendiamo modernizzare e rilanciare i trasporti finanziati dalla Regione. A causa della crisi dovuta al Covid - conclude l’assessore Falcone - abbiamo poi prorogato a tutto il 2021 le concessioni attualmente vigenti».

Sanità: Incontro rinviato. E una nota della Binetti: L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 22 ottobre 2020

Regione: Musumeci, al via la riorganizzazione dei dipendenti

La riorganizzazione del personale della Regione Siciliana è stata al centro di una riunione convocata dal governatore Nello Musumeci a Palazzo Orleans. All'incontro, durato oltre tre ore, erano presenti l'assessore alla Funzione pubblica Bernardette Grasso, il segretario generale e il capo di gabinetto della presidenza Maria Mattarella e Vitalba Vaccaro, i dirigenti generali dei dipartimenti della Funzione pubblica Carmen Madonia, dell'Agricoltura Dario Cartabellotta, dei Beni culturali Sergio Alessandro, il capo dell'Ufficio legislativo e legale Giovanni Bologna e il presidente dell'Aran Sicilia, Accursio Gallo.

Al termine dell'incontro è stato emesso un comunicato nel quale si sottolinea che «il governo regionale, in coerenza con la direttiva già emanata dopo il suo insediamento nel 2018, esaurita la fase del rinnovo contrattuale del comparto, intende procedere con la riclassificazione del personale dipendente. Dopo avere reperito le necessarie risorse finanziarie, è stato avviato il percorso che tende a premiare il merito, consentendo così un adeguato utilizzo dei dipendenti in ragione del proprio titolo di studio e delle professionalità acquisite. E' stato concordato – conclude il comunicato - che il percorso sarà determinato attraverso un confronto – che si spera senza pregiudizio - con le organizzazioni sindacali, oltre che con l'Aran e le istituzioni competenti».

«Passiamo – ha detto Musumeci – dalla denuncia alla proposta, che punta a fare spazio alla meritocrazia e alla redistribuzione del personale, ponendo fine a uffici con esubero di dipendenti che saranno, invece, destinati ad attività e strutture assai carenti di risorse umane. Entro qualche mese contiamo di definire il percorso e concretizzare gli obiettivi».

Moderati per Calderone all'amministrazione liparese: Si chieda immediata sostituzione monocarena con aliscafo



 

Coronavirus: Tutti negativi i tamponi di Stromboli

I 160 tamponi effettuati a Stromboli sono risultati essere tutti negativi

Ospedale di Barcellona, la programmazione regionale dispone la riconversione in Covid Hospital

A seguito dell'aumento dei contagi della pandemia SarS-COV2 e delle stime del Ministero della Salute, sul prossimo ulteriore aumento dei ricoveri ospedalieri previsto per la prima decade di novembre, la programmazione dell'Assessorato Regionale alla Salute ha previsto, a regime, per l'area metropolitana di Messina circa quattrocento posti letto di degenza "Covid 19 dedicati."
I posti letto saranno allocati prioritariamente negli ospedali sede di reparti di Malattie Infettive secondo la seguente specifica: oltre cento posti a regime sono previsti al Policlinico di Messina, oltre sessanta sono previsti all'Ospedale Papardo, e sessanta posti sono stati previsti all'Ospedale di Barcellona PG; i restanti posti letto Covid 19 saranno allocati presso strutture di ricovero facenti parte delle strutture del "privato accreditato" con il Sistema sanitario regionale.
Pertanto sono già iniziate oggi 21 ottobre le procedure organizzative per trasferire, come già avvenuto nel mese di marzo u.s., alcune divisioni ospedaliere dall'Ospedale di Barcellona al Presidio Ospedaliero di Milazzo distante pochi chilometri, ai fini di tutelare l'assistenza sanitaria ordinaria al comprensorio barcellonese e ridurre al minimo i disagi agli utenti; il timing degli interventi prevede il completamento delle operazioni di trasferimento per il 28/29 ottobre p.v.
I chirurghi dell'Ospedale di Barcellona resteranno all'interno del Covid Hospital per garantire la chirurgia d'urgenza per pazienti Covid.
Presso l'Ospedale di Barcellona sono stati completati i lavori per dieci posti di terapia semintensiva; inoltre è stato dato l'incarico di progettazione per dieci posti di terapia intensiva, il cui progetto esecutivo verrà consegnato all'ASP di Messina entro la fine del mese di ottobre con tempi di realizzazione di circa tre mesi.

Pinuccio Calabrò - Sindaco di Barcellona PG
Paolo La Paglia - Direttore Generale ASP Messina

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CXXVIII puntata): Il cratere di Vulcanello


 

Accadde alle Eolie, pagine della nostra "storia" recente. 22 ottobre 2010: Lipari, una lezione di educazione civica


 

"Santini"...di aspiranti politici (trentasettesima pubblicazione): Giacomo Biviano


 

La Chiesa celebra oggi la memoria liturgica di San Giovanni Paolo II


 

Oggi è il 22 ottobre. Buongiorno da Stromboli e Buon Compleanno a Sara Russo, Gabriella Reitano, Giovanni Bonsignore, Bartola Mandarano, Daniela-Gisella Saltalamacchia, Caterina Bianchi, Tamara Orto


 

mercoledì 21 ottobre 2020

Conferma convocazione Consiglio Comunale del 22 ottobre 2020 - Revoca convocazione Consiglio Comunale del 26 ottobre 2020.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Visto il DPCM 18 ottobre 2020, le cui disposizioni si applicano dal 19 ottobre al 13 novembre p.v., il quale prevede all’art. 1 comma 1, lett d) 5) che nell’ambito delle Pubbliche Amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni;

Viste le convocazione dei prossimi Consigli Comunali, effettuate prima dell'entrata in vigore del predetto DPCM, previste per il 22 e 26 ottobre 2020;

Consideraro che non propria nota pec del 20/10/2020, indirizzata al Segretario Generale, al Responsabile del Centro Elaborazioni Dati e ai Capigruppo Consiliari, si richiedeva la predisposizione di una bozza e il relativo decreto di approvazione per lo svolgimento del consiglio Comunale in modalità "videoconferenza", nonchè di definire insieme al sottoscritto la piattaforma on-line da utilizzare al fine di consentire anche la trasmissione dei lavori in diretta streaming.

Vista la successiva nota di riscontro da parte del Segretario Generale, prot. n. 15349 del 21/10/2020, che si allega alla presente, con la quale nel fornire dettagliatamente un esplicazione di quanto previsto dal predetto DPCM e dalle precedenti disposizioni in materia assunte nel periodo emergenziale, fornisce un parere sulla possibilità di svolgimento in modalità telematica a distanza dei Consigli Comunali già convocati per i giorni 22 e 26 ottobre 2020 e per il quale se ne riporta il testo:

“...le sedute di Consiglio Comunale già convocate “in presenza” per i giorni del 22 e del 26 ottobre (al di là dei tempi ristrettissimi per l’attivazione della piattaforma) non possono essere commutate in “sedute telematiche a distanza”, necessitando a tal fine nuova convocazione ah hoc che contempli tale modalità di svolgimento della seduta, con indicazione nell’avviso di convocazione delle credenziali e delle modalità di accesso al programma utilizzato e al sistema telematico di collegamento alla videoconferenza, e necessitando, ovviamente, la previa notificazione ai Consiglieri Comunali dei criteri regolamentari di funzionamento del Consiglio con modalità a distanza, una volta adottati dalla S.S.".

Considerato che nella predetta nota viene ribadita la prerogativa del Presidente del Consiglio Comunale, con riferimento specifico alle due sedute consiliari già convocate per il 22 ottobre p.v. e per il 26 ottobre p.v., di valutare se sussistano le “motivate ragioni” per lo svolgimento in presenza del Consiglio Comunale in linea con quanto previsto dal DPCM 18 ottobre 2020 ;

Considerata l’impossibilità, per i motivi esposti dal Segretario Generale, di svolgere il Consiglio Comunale in "modalità telematica a distanza" già per le sedute convocate nei giorni 22 e 26 ottobre 2020;

Ritenuto, tuttavia, sussistere le motivate ragioni per lo svolgimento in presenza della sessione di Consiglio Comunale prevista per il 22 ottobre 2020 in quanto la mancata approvazione o il rinvio ulteriore degli argomenti inseriti nell’elenco degli affari e concernenti l’approvazione dei debiti fuori bilancio potrebbe causare un danno erariale certo per l’Ente.

Ritenuto, invece, visti gli argomenti inseriti nell’elenco degli affari e per il quale la mancata approvazione non comporta alcun danno erariale o nocumento per l’Ente, non sussistere le motivate ragioni per lo svolgimento in presenza del Consiglio Comunale previsto per i prossimo 26 ottobre 2020;

DISPONE

Per le motivazioni espresse in premessa, che si richiamano integralmente,

Di confermare la convocazione del Consiglio Comunale per il 22 ottobre 2020 (nota prot. n. 15167 del 16/10/2020);

Di revocare la convocazione del Consiglio Comunale per il prossimo 26 ottobre 2020 (nota prot. n. 15166 del 16/10/2020).

Il Presidente del Consiglio Comunale
Dott. Giacomo Biviano

Supermercati D'Anieri: Le offerte dal 9 ottobre


ALCUNE DELLE NOSTRE OFFERTE

Tutte le offerte cliccando sul link sottostante:
VOLANTINO DAL 09 AL 19 OTTOBRE 2020.

Calcio: Lipari IC fuori dalla Coppa Sicilia, nonostante la vittoria. Debutto per Manuel Coluccio. Torna in campo Renzo Giunta

Nonostante la vittoria per 3 a 2 sul campo del Melas, il Lipari IC lascia la coppa Sicilia. Pesa sull'eliminazione la sconfitta dell'andata.

A segno per gli eoliani T. Favaloro e S. Giunta.

L'incontro è coinciso con l'esordio di Manuel Coluccio e con il ritorno in campo di una bandiera del Cs Lipari, Renzo Giunta








E' nata la Pro Loco "Amo Stromboli". Presidente Rosa Oliva, già funzionario responsabile di Montepaschi - Serit

COMUNICATO
A distanza di due mesi dalla prima riunione dell'associazione Amo Stromboli che è stata protagonista della manifestazione del 24 Agosto 2020, per sensibilizzare gli organi preposti alla necessità di una regolamentazione dell'accesso da parte dei turisti giornalieri, si è costituita la Pro Loco "Amo Stromboli". 
L'Assemblea degli associati ha eletto il Direttivo composto dai sigg. Rosa Oliva, Gianluca Verzelli, Elio Mutarelli, Fabrizio Cuzzupè, Vincenzo Cusolito, Gabriele Guadagna, Sonia di Lorenzo.
Il Collegio dei revisori dei conti composto dai Sigg. Vito Russo Gabriella Cornaglia Carlo Ughi. Il consiglio direttivo ha proceduto alla nomina del Presidente Signora Rosa Oliva Fra i compiti istituzionali la Pro Loco ha finalità di promozione sociale, di valorizzazione delle realtà e delle potenzialità naturalistiche, culturali, storiche, turistiche ed eno-gastronomiche ed opera per le seguenti finalità:  
a) la tutela, il miglioramento e la valorizzazione delle risorse ambientali, turistiche e culturali del luogo; b) il miglioramento dei servizi di accoglienza e di informazione turistica anche attraverso azioni a supporto delle attività inerenti la ricettività alberghiera ed extralberghiera; c) la programmazione e realizzazione di iniziative atte a sensibilizzare la popolazione residente nel Comune circa le potenzialità culturali, ambientali e turistiche esistenti nel proprio territorio; 
d) l’organizzazione, anche in collaborazione con enti pubblici e/o privati, di iniziative di fruizione del territorio quali visite guidate, escursioni, attività di animazione locale; e) la gestione di monumenti e dei relativi servizi finalizzati alla loro fruizione turistica; f) la promozione di attività di utilità sociale e di solidarietà sia verso gli associati che verso terzi, allo scopo di sviluppare forme di turismo socio-culturale sostenibile ed intelligente, con particolare riguardo alla terza età, ai minori ed ai disabili; g) l'apertura e gestione di un circolo per i propri soci. h) stipulare apposite convenzioni con i Ministeri competenti per la concessione della gestione di Aree Marine Protette. Tra gli obiettivi nell'immediato che affronterà la Pro Loco : -tutte le iniziative necessarie per pervenire ad una regolamentazione del flusso turistico giornaliero per la prossima stagione turistica. - la vigilanza affinché sia fruibile il servizio di raccolta rifiuti differenziata da parte degli abitanti della isola di Stromboli, appalto già conferito, e che doveva entrare in funzione il 2 settembre 2020 - l'individuazione dei locali che potranno offrire un servizio di assistenza e informazioni ai turisti che visitano l'isola. 
"È nostro intendimento (dichiara il Presidente Risa Oliva) procedere con fattiva collaborazione con tutte le autorità, gli enti, le associazioni presenti sul territorio al fine di una tutela del territorio e lo sviluppo intelligente e sostenibile per l'isola di Stromboli. La realizzazione dell'unità d'intenti della popolazione strombolana con i turisti stanziali darà sicuramente risultati eccellenti. La peculiarità delle problematiche degli abitanti dell'isola, dovrà essere presa in considerazione dalle forze politiche che hanno l'obbligo ed il compito di assicurare una vita e servizi dignitosi, anche attraverso una legiferazione ad hoc.

Collegamenti marittimi con le isole minori, convenzione prorogata. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 21 ottobre 2020


 

Coronavirus, bollettino del 21 ottobre: 562 casi e 11 vittime in Sicilia

Sono 562 i nuovi casi di Coronavirus in Sicilia, 11 le vittime odierne. Effettuati 7412 tamponi. I ricoverati sono 565 in regime ordinario (+23 da ieri) e 83 in terapia intensiva (+6), 7202 in isolamento domiciliare.
Ben 198 i guariti (5551 in tutto), 7850 casi attualmente positivi e 13790 quelli totali dall'inizio della pandemia. Sul fronte della distribuzione territoriale sono 192 i nuovi casi a Palermo; 170 a Catania; 66 a Trapani; 53 a Messina; 34 a Ragusa; 20 a Siracusa; 19 a Caltanissetta; 5 a Enna e 3 a Agrigento.

Coronavirus: in Sicilia con i tamponi rapidi già individuati un migliaio di positivi

In tutta l'Isola, al momento, circa un migliaio i casi di positività al Coronavirus rintracciati attraverso l’impiego dei cosiddetti tamponi rapidi, già in uso da alcune settimane. La Sicilia, grazie a un proprio approvvigionamento, è stata infatti tra le prime Regioni a dotarsi di una fornitura di due milioni di test messi a disposizione delle nove Aziende sanitarie provinciali e delle strutture ospedaliere.In particolare, i tamponi rapidi vengono già utilizzati per tutte le azioni di contact tracing delle Usca (scuole, ricerca e tracciamento dei cluster, focolai nelle zone rosse, etc) negli aeroporti internazionali, nei pronto soccorso e in altri reparti e a bordo dei mezzi in uso al personale dell’emergenza-urgenza.
I tamponi rapidi sono stati già adoperati nella campagna attiva gratuita sulla popolazione in corso nelle isole minori. E’ di stamani, ad esempio, il dato diffuso dall’Asp di Trapani relativo all’arcipelago delle Egadi dove su un campione di 855 cittadini che ha aderito ai test sono stati individuati quattro soggetti positivi.
Va ricordato che, come da protocollo, i casi positivi rintracciati mediante i test rapidi devono essere poi confermati dal tampone molecolare e solo dopo inseriti nei report dell'Istituto superiore di Sanità per il consueto bollettino quotidiano nazionale. I tamponi rapidi, ad oggi, infatti non sono conteggiati nel rapporto diffuso giornalmente dal ministero della Salute, se non convalidati proprio dal test molecolare.

La senatrice Binetti: Assistenza sanitaria nelle Eolie, critica situazione

Sull’assistenza sanitaria nell’arcipelago eoliano interviene con una nota la senatrice UDC Paola Binetti. “La ripresa della pandemia sta suscitando gravissime ripercussioni nello stato di salute e malattia di tutti coloro che non sono affetti da Covid-19. A cominciare da quanti vivono, ad esempio, nelle piccole isole delle Eolie. Il maltempo rende sempre più problematici i trasporti  tra queste e la terraferma. Ma soprattutto risulta drammatica la chiusura nell'ospedale di molte aree di servizio, per cui sono stati lasciati soli molti malati, che si sentono abbandonati. Da quelli oncologici che – continua la senatrice - non riescono a fare la chemio sull’isola, così come vorrebbero, ai diabetici che durante il lockdown hanno sperimentato la mancanza di farmaci. Per non dimenticare gli affetti da malattie rare, come l'intera famiglia Biviano, dove in quattro hanno una distrofia muscolare di tipo facio-scapolo-omerale che compromette le loro capacità respiratorie e che durante l'inverno tende ad aggravarsi per ragioni facilmente intuibili".

Le Eolie nelle stampe d'epoca (CXXVII puntata): La chiesa di Santa Lucia a Lipari


 

Accadde alle Eolie, pagine della nostra "storia" recente. 21 ottobre 2019: Diecimila visitatori al Centro informativo INGV


 

Storia eoliana, conosciamola attraverso lo storico G. La Greca : Padre Felice Fenech da Lipari

Padre Felice Fenech da Lipari
Figlio di Giuseppe Fenech di Giovanni e Maria Frontino di Vincenzo nato a Lipari il 21 ottobre 1792, lo stesso giorno della nascita fu battezzato con il nome di Giuseppe.
La famiglia Fenech era oriunda di Malta, da dove erano partiti per sfuggire al colera intorno al 1750. il capostipite Francesco, sposò a Lipari la liparota Angela La Greca di Giacomo e di Eleonora Lo Iacono.
Il piccolo Giuseppe frequentò, a Lipari, le scuole primarie, distinguendosi per non comune ingegno e per vivere di fantasia. In quegli anni, nel capoluogo eoliano non vi erano scuole superiori; vi era soltanto il Seminario vescovile. Vi erano allora a Lipari due conventi di religiosi: quello dei Frati minori cappuccini, e l’altro dei Frati Minori osservanti. Il piccolo Fenech, sentendosi attratto dalla vita cappuccina, ne frequentava il convento, ove venne istruito in vista degli studi che avrebbe dovuto intraprendere.
Intorno al 1807 iniziò il noviziato nel convento di San Marco d’Alunzio. Ricevuta l’ordinazione sacerdotale intorno al 1815, fu destinato al convento di Lipari. Qui si preparò agli studi per l’abilitazione all’insegnamento. Dopo cinque anni di preparazione culturale e spirituale, superagli gli esami di Lettore, P. Felice il 3 giugno 1821 fu trasferito a Messina, ove insegnò teologia e filosofia, impartendo lezioni anche a giovani borghesi.
Nel 1822 fu designato superiore del convento di Lipari, ove rimase sino all’8 settembre del 1823. Il 4 ottobre 1824 fu trasferito a Messina in funzione di Vicario della numerosa comunità e come Lettore di Teologia e Filosofia.
Nel 1826 ritorna nuovamente a Lipari, per insegnare ai chierici e vi rimane per tre anni consecutivi. Nel 1829 viene trasferito a Gibilmanna per un triennio sempre per insegnare. Rientro a Lipari nel 1832 per assumere la funzione di Guardiano e Lettore. Nel 1839 fu nominato guardiano del convento patrio; il nuovo vescovo di Lipari, mons. Proto Maria Visconte lo nominò Esaminatore sinodale e Primo consigliere dell’Opera della Propaganda e nel 1840 lo nominò Vicario Generale di tutta la diocesi. La quasi contemporanea nomina a Ministro provinciale del cappuccini ed il trasferimento a Messina irritarono fortemente il vescovo di Lipari che iniziò una politica quasi ostile nei confronti dei cappuccini. Fra le decisioni più discutibili il divieto ai cappuccini di accompagnare al cimitero i cadaveri dei bambini! La violenta polemica si chiuse con il trasferimento di mons. Pronto da Lipari nel 1844. Padre Felice, nello stesso anno, viene nominato Definitore Generale con il trasferimento a Roma.
Durante questo primo periodo di dimora in Roma (1844-1847) P. Felice ebbe modo di incontrarsi con personalità di primo piano, e tra queste ricordiamo il filosofo Antonio Rosmini che, più tardi, in un momento di lotta e di abbandono, ricevette da P. Fenech ospitalità: e il liparoto ne subì il carcere.
Nel 1847 diventa Procuratore Generale dell’Ordine, carica che mantiene sino al 1853.
Nel corso del 1849 ospita nel convento di Sant’Efrem Nuovo, a Napoli, Antonio Rosmini esule da Gaeta, per ordine della polizia borbonica. Il Rosmini resta nel convento dal 13 marzo al 9 giugno. P. Felice oppone un deciso rifiuto alle pressione della polizia borbonica che voleva fosse cacciato .
Nel gennaio del 1850, sotto l’accusa di aver scritto un libello contro i Borboni, viene arrestato, di notte, e tradotto, sotto un’umiliante scorta armata, nelle carceri di Parete (Napoli). Solo dopo due mesi, riconosciuto innocente, è liberato. Il libello era stato scritto da alcuni confratelli, che avevano saputo imitare la grafia del Fenech. Il Ministro di Corte, che aveva appoggiato gli invidiosi calunniatori e suscitato l’arresto, fu dal Re Ferdinando II privato del suo ufficio. I confratelli, scoperti, furono condannati in esilio in Spagna.
Nel 1858 si ritira definitivamente nel convento di Lipari, accolto in festa da tutto il paese. Ha 66 anni. Numerose sono le opere che il Fenech compie in questi anni, oggetto delle sue cure particolari sono la chiesa e il convento, rifatti a sue spese. Il 17 settembre 1866, a 74 anni, P. Fenech muore. Tutta Lipari ne piange la dipartita e per tre giorni ne visita le spoglie mortali.


Per approfondimenti: P. Agostino da Giardini, P. Felice da Lipari, Edizioni Spes, Milazzo, 1967.

"Santini"...di aspiranti politici (trentaseiesima pubblicazione): Salvatore De Gregorio