Cerca nel blog

sabato 1 maggio 2021

Lipari: Il presidente Biviano convoca 2 sedute di consiglio comunale per il 5 e il 12 maggio


Coronavirus: in Sicilia 1.000 nuovi casi e altre 10 vittime

Sono 1.000 i nuovi contagi da Coronavirus in Sicilia. Mille nuovi casi su 27.029 tamponi processati dal sistema sanitario regionale, con una incidenza del 3,7% leggermente in rialzo rispetto a ieri, quando i nuovi casi erano stati 861 su 28.145. Dieci i morti delle ultime 24 ore (ieri erano stati 19).


Chiese, Santi, Processioni e Sacerdoti (LXXII puntata): 6 FOTO DEL QUADARO E DELLE PROCESSIONE DI S. GIUSEPPE (ANNO 2010)




Nei palazzi della politica locale (115° puntata). Giunta Giorgianni (12 aprile 2013): Matteo Cuccia, Gaetano Orto, Giovanni Sardella, Tiziana De Luca, Marco Giorgianni


 

Il video del pontone al lavoro a Unci (Canneto) per il posizionamento della "scogliera frangiflutti"

Covid, nuovo record di vaccinazioni in Sicilia: oltre 34 mila dosi

Nuovo record di vaccinazioni ieri in Sicilia. Il 30 aprile, negli hub e nei centri vaccinali di tutta l’Isola sono state somministrate 34.503 dosi, superando di oltre il 23 per cento il target giornaliero di 28 mila dosi, assegnato dalla Struttura commissariale per l'emergenza Covid nell’ambito del Piano nazionale. Un incremento che conferma l’accelerazione della campagna vaccinale nell’Isola.
«Le iniziative intraprese dalla Regione Siciliana per dare una spinta alle vaccinazioni - afferma il presidente Nello Musumeci - stanno dando i loro frutti. Il trend che rileviamo negli ultimi giorni è decisamente al di sopra dell’obiettivo quotidiano che ci è stato assegnato e il traguardo iniziale delle 50 mila somministrazioni al giorno è più vicino. Se avremo a disposizione le dosi e ci sarà consentito di aprire la campagna anche ai cittadini al di sotto dei 60 anni - aggiunge Musumeci - potremo essere presto in grado di raggiungerlo anche grazie alla rete di operatori e punti vaccinali che il governo regionale sta mettendo in campo su tutto il territorio. Una mobilitazione che vede anche il coinvolgimento di medici di medicina generale, farmacie, case di cura private, aziende e associazioni di volontariato».
Ieri, in particolare, la provincia di Palermo ha fatto segnare un boom di somministrazioni (10.631, pari al 31 per cento di tutte quelle effettuare nell’Isola). A seguire le 6.075 della provincia di Catania e le 4.507 della provincia di Messina. Secondo i dati della Task force vaccini della Regione Siciliana, inoltre, in provincia di Agrigento sono state 3.224 le dosi somministrate, a Trapani 2.859, a Siracusa 2.382, a Ragusa 2.197, a Caltanissetta 1.454 e a Enna 1.174.
Dall'inizio della campagna vaccinale in Sicilia sono state effettuate 1.432.535 somministrazioni, tra prime (69 per cento) e seconde dosi (31 per cento)

Pescando nel nostro archivio: Il Quadaro del 1° maggio 2012 a Canneto in 3 foto





 

Riprende da lunedì a Lipari il servizio trasporto disabili

COMUNICATO

Si dà notizia che ieri 30.04.2021 presso il Comune di Lipari si è svolta una riunione tra il Sindaco, l’Assessore Tiziana De Luca, il funzionario dell’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Lipari e il Presidente dell’Associazione A.N.I.CI.- Sezione di Lipari, a seguito della quale è stata concordatala la ripresa del servizio di trasporto disabili con il pulmino di proprietà del Comune di Lipari, interrottosi per interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, nelle more dell’approvazione del bilancio che permetterà la successiva attivazione delle procedure amministrative necessarie al servizio, come più volte chiarito dall’Amministrazione Comunale. 
Da lunedì 3 maggio sarà dunque possibile usufruire nuovamente del pulmino con le consuete modalità di prenotazione e svolgimento per gli utenti beneficiari iscritti al servizio. 
Ringraziamo l’Associazione A.N.I.CI. che ha manifestato a questa Amministrazione la propria collaborazione e disponibilità a proseguire in questo periodo transitorio il servizio di trasporto disabili con il pulmino comunale. 
L ’Amministrazione Comunale

Accadde alle Eolie: Festa del 1° maggio 1959 a Canneto

 

Lipari: Controlli della polizia municipale. Ieri elevati diversi verbali, unitamente ai carabinieri

Mattinata di controlli a Lipari, anche agli imbarcaderi di navi ed aliscafi, da parte della polizia municipale, sotto il coordinamento dell'ispettore capo Franco Cataliotti.
La stessa polizia municipale, congiuntamente ai carabinieri, ieri sera ha effettuato sul territorio comunale, in particolare nel centro storico di Lipari, dei controlli anti - assembramento.
Sono stati elevati diversi verbali.



Ricordando... Giuseppe Mandile (Peppuzzu U carvunaru)


Ricordiamo che le foto vengono pubblicate in modo casuale e a titolo gratuito dal direttore e non su richiesta dei lettori. Anniversari, ricordi, commemorazioni con foto a vostra scelta non sono a titolo gratuito

Buon Compleanno a Raoul Raccuia, Veronica Gugliotta, Pietro Giordano, Elisa Profilio, Melissa Stramandino

Riflessione ad alta voce (di Corrado Giannò)

Riceviamo e pubblichiamo: 

Nella giornata di ieri, venerdì 30 aprile 2021, ho notato da parte di alcuni Consiglieri Comunali dell’eccessivo nervosismo che prelude a reazioni isteriche, allorquando esprimi come libero cittadino, quale io sono, un tuo pensiero che non rispecchia, la volontà dei consiglieri di cui sopra.

Oltre agli isterismi ho anche avuto modo di ascoltare, affermazioni  false che non hanno assoluto riscontro con la realtà.

Ad esempio, è stato detto che il sottoscritto non è mai stato eletto, falso!

E’ stato addebitato a non so quale mandante, un mio articolo all’indomani di una seduta di Consiglio Comunale, falso!

Ho, a differenza d’altri, buone capacità di comprensione e scrittura.

Tutto ciò dovrebbe presupporre che la libera espressione, il libero pensiero, sia intrinseco dentro ognuno di questi Consiglieri Comunali ma, allorquando a questi viene rivolto, apriti cielo.

Costoro non sono per nulla abituati ad accettare il punto di vista altrui, ed a questo punto non posso altro che esclamare:

Peccato per loro!

Distintamente, Corrado Giannò.

500.000 (di Luca Chiofalo)

Era l’obiettivo, da molti giudicato impossibile da raggiungere, di vaccini inoculati quotidianamente che il generale-commissario Figliolo aveva perentoriamente, come si addice ad un militare di rango, fissato per la fine di aprile.
Ci siamo arrivati ed è una iniezione di speranza e fiducia per tutto il paese.
Non siamo fuori dai guai, ma mettendo gli uomini giusti nei posti giusti (Draghi in primis), un “sistema” traballante come quello italiano ha dato segnali di efficienza, affidabilità e rigore.
Ci serve l’ottimismo, ci serve credere che volontà e capacità di uomini e donne possano cambiare in meglio le cose. Ne abbiamo bisogno come Italiani e forse ancor di più come Eoliani.
Credere fermamente di poter superare zavorre e ignavia, facendo scelte consequenziali, agevola l’opera.
Buon primo maggio!
CORDIALMENTE
LUCA CHIOFALO

Oggi è il 1° Maggio. Buongiorno con questa "cartolina " dalle Eolie e con il Santo del giorno

ALBA A STROMBOLI (FOTO: EDIZIONI STROMBOLIBRI)

SANTO DEL GIORNO:

Nel Vangelo S. Giuseppe viene chiamato fabbro. Quando i Nazaretani udirono Gesù insegnare nella loro sinagoga, dissero di lui: « Non è Egli il figlio del legnaiuolo? ». E altra volta con stupore e disprezzo: « Non è costui il falegname? ». 

Nessun dubbio quindi che S. Giuseppe non fosse un operaio vero, un lavoratore, un uomo di fatica. Si ritiene che sia stato falegname, e all'occasione anche fabbro, carpentiere, carradore. Maneggiava la pialla, la scure, la sega, il martello. Così tutti i giorni, dal mattino alla sera, per tutta la vita, faticando, sudando, consumando le forze. 

Una delle raffigurazioni più frequenti del Santo Patriarca è quella in cui viene ritratto al banco con la pialla in mano e la sega accanto. 

Uomo giusto, sapeva che il lavoro è legge per tutti. Non si ribellò, non si lamentò del suo mestiere, nè della fatica. Lavorò con assiduità, non di malavoglia, eseguendo bene, disimpegnando onestamente gli obblighi e i contratti. 

Amò il lavoro. Nella sua umiltà non badò a tutte quelle ragioni che potevano parer buone e che avrebbero potuto indurlo a non occuparsi in cose materiali: l'essere discendente del grande Re Davide, l'essere sposo della Madre di Dio, il Padre putativo del Verbo Incarnato e la di lui guida. L'umiltà gli insegnò a conciliare la sua dignità con l'esercizio di un mestiere molto ordinario e faticoso. 
Non si rammaricava di lasciare le sante conversazioni e la preghiera assieme a Gesù e Maria, che tanto consolavano ed elevavano il suo cuore, per attendere per lunghe ore ai lavori dell'officina. 
Non ebbe mai la preoccupazione che gli mancasse il necessario. Non ebbe l'ansia e l'assillo di chi non ha fede in quella Provvidenza che sfama i passeri. Perciò, da uomo giusto, osservava esattamente il riposo settimanale del sabato prescritto da Dio agli Ebrei. Lasciava l'officina quando i doveri delle celebrazioni religiose glielo imponevano, o quando speciali voleri di Dio lo ispiravano a intraprendere dei viaggi. 
S. Giuseppe non cercò nel lavoro il mezzo di soddisfare la cupidigia di guadagno o di ricchezza. Non fu un operaio incontentabile, pur essendo previdente. Non volle essere ricco, e non invidiò i ricchi. Sapeva essere sempre contento. Da uomo di fede trasformò la fatica quotidiana in un grande mezzo di elevazione, di merito, di esercizio di virtù. 
Nutrire e crescere il Fanciullo Divino che si preparava a essere la vittima per la redenzione del mondo: questo era il motivo che rendeva sante e sommamente meritorie le fatiche di S. Giuseppe. 
« Chi lo crederebbe? Un uomo acquista col sudore della sua fronte vestiario, nutrimento e sostentamento per il suo Dio! Mani consacrate, destinate a mantenere una vita così bella, quanto è glorioso il vostro ministero, e quanto mi sembra degna degli angeli la vostra sorte! Sudori veramente preziosi! » (Huguet). Col canto nel cuore é la preghiera sulle labbra, S. Giuseppe fu il più fortunato di tutti i lavoratori. 



PRATICA. Stimiamo il lavoro. Lavoriamo con onestà, con diligenza, con pazienza, di buona voglia. Amiamo il lavoro. Santifichiamolo e rendiamolo meritorio vivendo abitualmente in grazia e offrendolo ogni giorno al Signore. 


PREGHIERA. O Dio, Creatore delle cose, che hai stabilito la legge del lavoro al genere umano, concedici propizio che, sull'esempio e col patrocinio di S. Giuseppe, facciamo bene le opere che ci comandi e raggiungiamo il premio che prometti.

venerdì 30 aprile 2021

Canneto: E' arrivato il pontone per i lavori nel mare di Unci

E' arrivato nel mare di Canneto (vedi foto) il pontone per le opere di protezione a mare e la composizione della scogliera frangiflutti. Opere che rientrano nel contesto dei “Lavori di riequilibrio litoraneo ed adeguamento opere di protezione spiaggia in località Canneto (Unci) – 2 stralcio”.

Coronavirus: cala la curva dei contagi in Sicilia. La Regione resta, comunque, arancione

Continua a calare la curva dei contagi da Coronavirus in Sicilia: oggi sono 861 i nuovi casi registrati su 28.145 tamponi (tra molecolari e test rapidi) con un tasso di positività al 3,1%. 
Venerdì scorso i casi erano stati 930 e il tasso era del 3,5%: dati che confermano la fase di regressione dell'epidemia nell'Isola, che però da lunedì resterà comunque in zona arancione a causa di un indice Rt ancora superiore a 1. 
I morti registrati nelle ultime 24 ore sono stati 19 mentre ancora alto il numero di guariti: 1.190, il che fa calare ulteriormente il numero degli attuali positivi.

Chiese, Santi, Processioni e Sacerdoti (LXXI puntata): 6 foto della Festa di San Bartolo in Australia


Nei palazzi della politica locale (114° puntata): Giulio China, più volte consigliere comunale, assessore/vicesindaco

Covid, in Sicilia attività balneari al via il 16 maggio

Partirà domenica 16 maggio la stagione balneare in Sicilia. Lo stabilisce un’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci appena pubblicata. Il provvedimento è stato adottato di concerto con l'assessore regionale dell'Ambiente, Toto Cordaro.
Fino a sabato 15, quindi, sono sospese le attività degli esercizi balneari, la fruizione delle spiagge libere e la balneazione in tutta l'Isola. Restano consentite, invece, manutenzione, montaggio e allestimento degli stabilimenti balneari e la pulizia della spiaggia di pertinenza.

Si insedia la Commissione per le Pari Opportunità del Gruppo Caronte & Tourist. Presentato il nuovo ruolo di Diversity e Disability Manager. La Consigliera Regionale per le Pari Opportunità: “È un iniziativa lodevole che merita supporto e collaborazione”

COMUNICATO

Si è compiuto un altro passo verso l’obiettivo pari opportunità con l’insediamento della Commissione paritetica aziendale sulle Pari Opportunità e le politiche di genere istituita dal Gruppo Caronte & Tourist e i Sindacati confederali e di categoria.

Dopo la firma dell’accordo tra le parti avvenuta lo scorso ottobre, per la prima volta C&T e i sindacati si sono riuniti ieri, 29 aprile, a Palermo per passare alla fase operativa descritta dal protocollo, fatta di obiettivi e piani strategici che punteranno alla piena inclusione e alla maggior tutela dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, nel pieno rispetto delle diversità.

Si tratta di un unicum - spiega l’HR Manager del Gruppo, Tiziano Minuti - nel mondo dello shipping, un settore che per numeri, tradizione e cultura è sempre stato maschile e maschilista. Stiamo scrivendo una pagina di storia, non solo simbolicamente, per le politiche di genere ma anche per l’inclusione in senso assoluto.”

Un impegno reale, corroborato anche dal periodo - quello di contrattazione integrativa sindacale - che sancisce l’inizio di un percorso non semplice ma che porterà - e ha già portato - dei risultati in termini di welfare e sviluppo. “Noi interpretiamo la commissione come il nucleo di una forma di welfare del lavoro, che pensa al lavoratore anche quando non è sul posto di lavoro”, ha sottolineato Tiziano Minuti.

C&T, infatti, ha già onorato l’accordo sin dall’inizio del 2021: in materia di politiche genitoriali, erogando i primi dieci mila euro per il contributo una tantum destinato ai dipendenti con figli che frequentano asili nido e scuola dell’infanzia e concedendo i relativi permessi retribuiti per l’inserimento a scuola; nell’ambito dell’occupazione femminile e del contrasto al gender gap salariale, ha consolidato la prassi della presenza di almeno il 40% di donne nelle short list delle selezioni di personale al fine di arrivare all’obiettivo prestabilito del +10% di donne assunte nel 2023. Un dato in controtendenza se si pensa che su 101 mila disoccupati in Italia, 99 mila sono donne e che durante la pandemia il numero di licenziamenti è stato – dati alla mano - in misura doppia per i dipendenti di sesso femminile.

La società ha inserito anche delle novità nel suo impegno sociale d’impresa: negli ultimi mesi ha messo a punto un modello innovativo per il rispetto delle diversità in senso lato, istituendo il Diversity e Disability Management, affidato a Piera Calderone, che si occuperà, inoltre, di coordinare i lavori della commissione in fase operativa, puntando a un piano che preveda formazione e nuovi obiettivi di inclusione.

“Bisogna parlare di pari opportunità in senso lato - ha sottolineato la neo Diversity e Disability Manager - contemplando tutte le diversità di genere e le diversità fisiche. La logica maschilista e le discriminazioni sono un fatto culturale e per poterle disinnescare l’unica soluzione è una formazione che comprenda tutti, lavoratrici e lavoratori.”

Presente ai lavori della commissione, nel ruolo di uditrice, anche la Consigliera Regionale per le Pari Opportunità, Margherita Ferro, che si è detta entusiasta per l’iniziativa del Gruppo Caronte & Tourist e si è resa disponibile a una collaborazione periodica con la commissione e di valutazione dell’operato.

“E’ un’iniziativa lodevole che merita supporto. Ne sono venuta a conoscenza casualmente ed ho deciso che era il modo giusto per creare una cooperazione tra pubblico e privato al fine di raggiungere l’obiettivo collettivo delle pari opportunità. Sono felice di esserci perchè bisogna lottare e sono pronta a battermi affinchè C&T e tutte le altre aziende della Sicilia abbiano destinate le risorse del Recovery Found per il sud anche in materia di occupazione ed eliminazione degli ostacoli occupazionali e sociali.”

Un’occasione di crescita e sfida reciproca, dunque. Nei prossimi mesi la Commissione redigerà un piano che per scelta unanime partirà da un progetto di formazione che coinvolgerà tutti i dipendenti del Gruppo
.

I trimestre 2021: Nella provincia di Messina 2056 posti di lavoro in meno rispetto al I trimestre del 2020

COMUNICATO

Pur chiudendosi con un saldo positivo pari a 278 unità, il I trimestre 2021 fotografa una situazione occupazionale preoccupante nella provincia messinese: 2056 i posti di lavoro andati perduti rispetto al I trimestre 2020. Un dato che avrebbe potuto essere ancor più drammatico, se negli ultimi tre mesi non ci fosse stata un’inversione di tendenza nel settore dell’Agricoltura, silvicoltura e pesca: +1641.

Secondo i dati elaborati dall’ufficio Statistica dell’Ente camerale, sulle rilevazioni effettuate da Movimprese, nel I trimestre dell’anno, la consistenza dell’imprenditoria messinese tra aperture e chiusure fa registrare, quindi, un saldo positivo di + 278 unità (nello stesso periodo del 2020, il saldo era pari a -92; nel IV trimestre del 2020, +295). Da gennaio a marzo 2021, a fronte di 742 nuove iscrizioni, sono state denunciate 464 cessazioni, che hanno portato lo stock complessivo di imprese a 63.086. Un dato che va letto, comunque, tenendo presente la contrazione dei posti di lavoro: oltre 2000 in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

La perdita più consistente di addetti si registra nel settore del Commercio all’ingrosso e al dettaglio (- 893), seguito da quello di Attività di servizi di alloggio e ristorazione (-751), Sanità e assistenza sociale (- 525), Attività immobiliari (- 482) e Attività artistiche, sportive e di intrattenimento (- 83). Va segnalato, inoltre, che se il dato che riguarda il Commercio, la Sanità e assistenza sociale e le Attività immobiliari evidenzia piccoli segnali di ripresa se si fa riferimento al IV trimestre 2020, non così è per Attività di servizi di alloggio e ristorazione, che registra un’ulteriore perdita di posti di lavoro pari a -163, e per Attività artistiche, sportive e di intrattenimento: -33.

«Gli effetti della pandemia sul nostro tessuto economico e imprenditoriale sono sempre più evidenti – afferma il presidente della Camera di commercio, Ivo Blandina – il che conferma, ancora una volta, che le misure introdotte per il contenimento degli effetti della crisi, sin dal principio, sono state assolutamente inidonee e intempestive. E tutto questo non poteva non avere riflessi disastrosi anche sul piano occupazionale. L’analisi dei dati rileva come, da mesi, stiamo assistendo al tracollo delle imprese di alcuni settori, primo fra tutti il turismo e la ristorazione. Quella recessione e desertificazione della quale abbiamo parlato spesso e che tanto abbiamo temuto è sempre più palpabile: basta fare una passeggiata per accorgersi quanto lo scenario sia sempre più desolante con saracinesche abbassate ovunque, attività in ginocchio e una crescita esponenziale della povertà e del disagio sociale. Non si può aspettare oltre, ormai lo ripetiamo da un anno: bisogna evitare il definitivo collasso del tessuto economico e sociale del nostro territorio».

L’analisi dell’andamento dei tassi di sviluppo per settore di attività evidenzia che a risentire maggiormente in questo I trimestre del 2021 sono stati soprattutto le Attività manifatturiere (-17 imprese), seguite da Trasporto e magazzinaggio (-15 imprese), Attività dei servizi di alloggio e ristorazione (- 13 imprese), Altre attività di servizi (-10), Sanità e assistenza sociale e Attività artistiche, sportive e di intrattenimento (-6), Commercio (-5).

Per quanto riguarda il Comune di Messina, i posti di lavoro andati persi, rispetto al I trimestre 2020, sono 1748: le punte più alte si registrano nei settori Sanità e assistenza sociale (-663), del Commercio (-498) e Attività immobiliari (-474).

«Come ha evidenziato lo “Screenshot dell’economia” presentato da Unioncamere, la pandemia ha accresciuto notevolmente i divari territoriali per quel che concerne il genere, l’età e i settori produttivi – dichiara la segretaria generale, Paola Sabella – per provare a ridurli diventa essenziale puntare sul digitale. L’utilizzo delle nuove tecnologie, infatti, può essere la chiave di volta: la strada giusta per limitare le differenze tra aziende e per agevolare il recupero delle imprese dei servizi, certamente tra le più tartassate dagli effetti disastrosi che il Covid ha generato anche sul tessuto economico».

Covid, 15 milioni per bonus a Seus e sanitari in prima linea

Via libera dalla Regione Siciliana alle risorse per erogare il nuovo bonus economico al personale sanitario in prima linea nelle misure di contenimento del Covid-19. E in particolare ai lavoratori della Seus 118 e ai dipendenti di “fascia A” del Servizio sanitario regionale. Si tratta di 15 milioni di euro, individuati dal governo Musumeci, che consentiranno, in conformità con quanto previsto da varie norme nazionali e regionali di contrasto alla pandemia, di stanziare una premialità regionale di 3 mila euro ciascuno alle 2.870 unità della Seus e fino a 3 mila euro (mille euro al mese per marzo, aprile e maggio 2020) alle 2.200 unità nella fascia “alta intensità”, ossia attive in Pronto soccorso, Terapia intensiva e Semi-intensiva, Malattie infettive, Pneumologia, Reparti Covid di varie specialità, Laboratori di analisi, Microbiologia e Radiologia, Usca e dipartimento di Igiene e Prevenzione. L’intervento si aggiunge alle risorse già erogate nello scorso dicembre.

Al via a Unci (Canneto) il 2° stralcio dei lavori di riequilibrio litoraneo ed adeguamento opere di protezione spiaggia

COMUNICATO STAMPA

Si rende noto alla cittadinanza l’avvio dei “Lavori di riequilibrio litoraneo ed adeguamento opere di protezione spiaggia in località Canneto (Unci) – 2 stralcio”, essenziali per la messa in sicurezza e la protezione dell’abitato della frazione di contrasto al dissesto idrogeologico, che già nel tardo pomeriggio di oggi vedrà l’arrivo del pontone per le opere di protezione a mare e la composizione della scogliera frangiflutti.

I lavori, così come previsti nei loro tempi di svolgimento, non creeranno comunque impedimento all’accesso e alla fruizione della spiaggia a fini balneari.

L’Amministrazione Comunale

Le Eolie nelle stampe d' epoca (Puntata CCIL): Capo Graziano visto dalla Montagnola (Filicudi)


 

Prendiamoci le nostre responsabilità (di Francesco Coscione)

Sta partendo la raccolta porta a porta lo sappiamo ma questo scempio si perpetua da anni nel parcheggio vicino all'ospedale. 
Non posto più foto di questo tipo ma mi vergogno come cittadino che dei lavoratori debbano alzarsi la mattina e invece di svolgere la loro professione debbano raccogliere lo schifo di chi, oltre a non avere educazione e senso civico, non ha il minimo rispetto per padri di famiglia che fanno onestamente il loro lavoro. 
Colpa degli animali? NO! 
Sono anni che vengono richiesti inutilmente cassonetti in più. 
La ditta non può permettersi economicamente di lavarli ne cambiarli ne aumentarli di numero, troppo poche le risorse che ha... una miseria. 
Comunque se i cassonetti sono pieni non butti la spazzatura per terra, oltre che indegno è vietato e a casa tua non lo faresti. 
Smettiamo di dare colpe ad amministrazione, ditte e altro (che ne hanno molte) tutti noi siamo esperti professionisti nel farlo. 
Tiriamo fuori un po' di dignità prendendoci le nostre responsabilità e vergogniamoci!
Francesco Coscione

Accadde alle Eolie. 30 aprile 1961: Infortunio mortale a Pianoconte

Il Centro Studi, La Greca sul Globo di Melbourne

Comunicato
Nella giornata odierna siamo venuti a conoscenza dell’ennesimo articolo sulle Isole Eolie e la loro storia pubblicato dal Globo di Melbourne il 1 marzo u.s. a firma di Susanna Burchielli.

L’articolo è il sunto di una lunga intervista telefonica realizzata dalla giornalista australiana con lo storico Eoliano Giuseppe La Greca sulle numerose iniziative editoriali portate avanti con il Centro Studi Eoliano.

L’intervista tratta alcuni argomenti cari alla comunità eoliana, la sua marineria (con il viaggio della Pirocorvetta Magenta del 1866 con 11 eoliani a bordo) al ruolo svolto nel corso del confino Antifascista e le grandi giornate di Filicudi (quest’anno ricordiamo il 50 anniversario degli eventi) per concludersi con una lunga esposizione delle ricerche intorno al periodo del 1860, ai moti per l’adesione all’Italia Unita, all’omicidio di Policastro ed alle lotte politiche del periodo.

L’articolo si conclude ricordando che nel 2021 il centro Studi festeggia i 40 anni della fondazione.

Lipari, 30 aprile 2021

Ufficio Stampa Centro Studi

Ricordando... Giuseppe Maiorana


Ricordiamo che le foto vengono pubblicate in modo casuale e a titolo gratuito dal direttore e non su richiesta dei lettori. Anniversari, ricordi, commemorazioni con foto a vostra scelta non sono a titolo gratuito

Buon Compleanno a Rita Boccardo, Simona Grella, Odelia Mantineo, Antonio Bonomo, Grazia Natoli, Rosa Biviano

Oggi è il 30 Aprile. Buongiorno con questa "cartolina " dalle Eolie e con il Santo del giorno

SALINA

SANTO DEL GIORNO:
S. Pio V nacque in un paese del Piemonte chiamato Bosco, ma discendeva dalla nobile famiglia dei Ghisieri, di Bologna. Frequentando da piccino un convento di Domenicani finì per abbracciarne l'ordine.

Si distinse per profondità di sapere e sodezza di virtù, e perciò fu promosso al sacerdozio.

Con grande zelo disimpegnò sotto i Papi Paolo IV e Pio IV i gravi uffici di inquisitore di Lombardia e quindi di vescovo di Alessandria: uffici nei quali non solo divenne celebre per il suo ardente zelo, ma anche per la prudenza e perspicacia con cui seppe disimpegnarli. Rimasta, più tardi, vacante la sede romana, il Chisleri venne eletto Sommo Pontefice, assumendo il nome di Pio V. 

I tempi erano tristi; l'eresia luterana che spargeva faville di ribellione ovunque, minacciava la fede cattolica in tanti paesi, mentre la Chiesa nel Concilio di Trento ricorreva a tutti i mezzi per arrestarla. Fu in questa lotta immane che si svolse l'immenso apostolato del santo Pontefice Pio V. 
Egli incominciò col condannare la dissolutezza ed il vizio, quindi con l'aiuto del Borromeo pubblicò il catechismo del Concilio di Trento e si adoperò perchè ne venissero osservati i Canoni; promosse pure la correzione del Breviario e del Messale. 
Ma se tristi erano i tempi quanto al lato morale, non meno tristi erano dal lato politico, poichè i Turchi minacciavano continuamente di saccheggiare Roma. 
E S. Pio V seppe trionfare anche di questi, assistito dalla SS. Vergine, ch'egli tanto amava. 
L'esercito riunito di tutti i principi cristiani, benedetto dal Papa, parti, accompagnato dalle preghiere di tutta la cristianità; e nelle acque di Lepanto si incontrò col nemico. Terribile fu la lotta, ma la vittoria fu dei Cristiani; i Turchi furono messi in disordinata fuga e da quel giorno la loro potenza sul mare non fece che declinare. A perenne ricordo di così strepitoso favore, Maria fu onorata col titolo di « Auxilium Christianorum », non solo, ma fu anche istituita la festa del S. Rosario, che ancor oggi si celebra il 7 ottobre. 
S. Pio V, per purgare poi l'aiuola della Chiesa, non lavorò solo a parole ma soprattutto con l'esempio, mostrandosi esemplare in ogni virtù. Visse sobrio ed umile, passando gran parte della sua giornata nella preghiera per la dilatazione del Regno di Cristo e per la pace della Chiesa. Attaccato da crudele infermità, morì nel maggio del 1572. 
PRATICA. Il S. Rosario è una preghiera universale: recitiamolo. 
PREGHIERA. Dio, che a sconfiggere i nemici della tua Chiesa e restaurare il culto divino, ti degnasti eleggere il Sommo Pontefice Pio V, fa' che noi, difesi da lui, siamo così attaccati al tuo servizio che superate le insidie di tutti i nemici possiamo godere di una perpetua pace. 

Eolie, tartaruga intrappolata in un groviglio di lenze: Guardia costiera la salva

Personale della Guardia costiera, a bordo di Nave Peluso, ha avvistato, vicino alle isole Eolie, un esemplare di tartaruga marina. Era intrappolato in un groviglio di lenze. Dopo averla liberata e avere appurato il suo stato di salute, la tartaruga è stata rilasciata in mare.

giovedì 29 aprile 2021

Prorogati termini per approvazione bilancio. Giorgianni ritira richiesta di convocazione del consiglio comunale su "Approvazione Regolamento per la disciplina del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e del canone mercatale"

Al Presidente del consiglio comunale di Lipari
Giacomo Biviano

Oggetto Ritiro richiesta convocazione urgente Consiglio Comunale Con la presente si fa seguito alla nota prot. 6092 del 27.04.2021, trasmessa da questo Sindaco ai fini di una convocazione urgente del Consiglio Comunale per l'approvazione del Regolamento per la disciplina del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e del canone mercatale. Avendo avuto questo pomeriggio comunicazione dall'ANCI Sicilia di una proroga del termine per l'approvazione del bilancio di previsione degli enti locali al 31 maggio 2021, deliberata nella seduta odierna del Consiglio dei MInistri, si ritiene utile e rispettoso verso il Consiglio Comunale di Lipari affrontare tale argomento con il dovuto e necessario tempo di approfondimento della proposta. Pertanto, come accennato a titolo di ipotesi nella stessa nota prot.6092, questo Sindaco ritira la richiesta di convocazione del Consiglio Comunale avente argomento Approvazione Regolamento per la disciplina del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e del canone mercatale, riservandosi di richiederne, sempre a breve termine ma con un più consono margine di tempo, una nuova che ricomprenda all'ordine del giorno lo stesso Regolamento e gli ulteriori necessari atti propedeutici al bilancio di previsione 21-23. Distinti saluti 
Il Sindaco 
Marco Giorgianni

Campagna vaccinale nell'isola di Salina: Al via le prenotazioni (di Carmela Mannuccia)

Covid, il commissario Firenze: “Vorrei vaccinare i residenti nelle piccole isole eoliane e i dipendenti dei supermercati"

“Ho chiesto alla Regione, che si dovrà confrontare anche con l’ufficio del Commissario nazionale, la possibilità di iniziare a vaccinare, anche oltre le categorie attuali, con differenti target, tutti i residenti delle isole più piccole delle Eolie (Stromboli, Vulcano, Panarea, Alicudi, Filicudi) , per poter terminare il resto della popolazione celermente e proseguire verso un’ipotesi di isole Covid free. Aspetto una risposta per partire con questa iniziativa”. 
A dirlo il commissario dell’emergenza Covid 19 di Messina Alberto Firenze durante un sopralluogo oggi pomeriggio al Palarescifina di Messina, uno dei più grandi punti vaccinali della Sicilia, che dovrebbe essere pronto nei prossimi giorni. 
“Sarebbe interessante – prosegue Firenze – offrire anche, così come stanno facendo in Alaska, con una visione turistica, dei pacchetti dove oltre il viaggio e il soggiorno prevedere anche la possibilità di far vaccinare i turisti che lo desiderano. Tutto questo seguendo sempre le categorie previste e dopo aver fatto il vaccino ai residenti. Infine, ritengo che per aumentare le vaccinazioni si dovrebbe aprire ad altre categorie. 
Oggi come presidente della società scientifica ‘Hospital & Clinical risk managers’ ho lanciato una petizione su change.org, chiedendo al ministro della Salute di far vaccinare i dipendenti dei supermercati, che secondo noi sono molto esposti alla pandemia. Infine, accogliendo la richiesta delle Commissioni consiliari, mi tengo a disposizione per supportare l’iniziativa di vaccinare i senzatetto e consiglio di avviare la vaccinazione con Johnson&Johnson. Le mie sono solo proposte, che potrebbero essere attuate con facilità, vediamo quali saranno poi approvate".

Coronavirus, in Sicilia risalgono contagi e tasso di positività

Sono 1.061 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore su un totale di 25.951 tamponi (tra molecolari e test rapidi), con il tasso di positività al 4,1%.
Le vittime di oggi sono 23 mentre i guariti 1.166, con il numero degli attuali positivi che cala ulteriormente.

Sentieri e vie impraticabili. Pericolo per residenti e turisti. L'articolo del nostro direttore sulla Gazzetta del sud del 29 aprile 2021

 

"Spalmati" in due riunioni del consiglio comunale di Lipari i tanti argomenti da trattare. Passa la proposta di Forza Italia

Via libera nel pomeriggio durante un incontro tra i capigruppo consiliari del Comune di Lipari alla decisione di "spalmare" in due sedute del consiglio comunale i tanti argomenti da trattare, molti dei quali si trascinano da tempo.
Come si ricorderà la proposta era stata avanzata il 19 aprile scorso dai consiglieri di Forza Italia, Gesuele Fonti ed Eliana Mollica, in una nota inviata al presidente del civico consesso liparese, Giacomo Biviano.
Il primo di questi due consigli dovrebbe tenersi la prossima settimana


Chiese, Santi, Processioni e Sacerdoti (LXX puntata) : La chiesa del pozzo a Lipari (2 foto d'archivio)