Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 28 settembre 2013

Interrompiamo solo per un attimo il "silenzio" che ci siamo imposti per un appello,
 Lo facciamo perchè è un fatto umano, di dignità, del nostro essere EOLIANI.
Come ci fa notare l'amico Maurizio Turcarelli stasera a Marina Corta è previsto uno spettacolo. Ha senso, dopo la tragedia che ha colpito tutti..che ci ha portato via un bravo ragazzo...un padre di famiglia, fare questo spettacolo? 
La vita va avanti è vero ma è anche vero che non si può morire così...e per lavoro. Non fare lo spettacolo, rinviarlo (anche se programmato), sarebbe un modo per essere vicini a chi è stato colpito da questa grande tragedia.
Qualche anno fa per un'altra immane tragedia si fermò il Carnevale! Perchè non farlo anche stasera.
Siamo ancora in tempo....fermiamolo questo spettacolo...fermatelo amministratori di questo comune...ci sembra il minimo ! 


Ciao Bartolo... L'editoriale

Di fronte alla morte spesso non si può che allargare le braccia e farsene, in qualche modo, una ragione. Ma quando a perdere la vita è un giovane padre di famiglia, un ragazzo dalle grandi doti umane e che, nel suo breve tragitto, ha saputo farsi amare ed apprezzare da tutti, non ci si riesce a farsene una ragione.
Non si riesce a capire il perchè una tragedia così immane debba colpire lui e la sua famiglia.
Chi scrive ha conosciuto Bartolo sin da quando, piccolissimo, faceva l'apprendista barbiere dallo zio Aldo.
Sempre sorridente e disponibile sin d'allora.
Negli anni. po,i le nostre strade, in qualche modo, si sono divise.
Ognuno si è fatto la propria famiglia, seguendo la propria strada e la propria indole ma, nonostante questo, ogni qualvolta ci si incontrava un sorriso e un saluto non mancava mai.
Come non ricordare i contatti virtuali su Facebook quando ci scambiavamo aiuti sul gioco Cityville.
Per questo e per altro la dipartita di Bartolo mi lascia un gran vuoto dentro.
Per questo motivo, anche se è soltanto un piccolo pensiero, Eolienews sospende da qui a stasera tutte le sue pubblicazioni.
Sono certo però che Bartolo dal cielo, così come amorevolmente faceva in terra, continuerà ad aiutare e ad assistere lungo il loro cammino la moglie e i suoi adorati figli.
Salvatore Sarpi

E' deceduto dopo l'incidente Bartolo Todaro

Bartolo Todaro, uno degli uomini coinvolti nell'incidente di stamattina a Quattropani è deceduto all'ospedale di Lipari dove, viste le sue precarie condizioni, lo stavano intubando prima di trasferirlo con l'elicottero del 118. 
Bartolo, da quanto  trapela aveva riportato un trauma cranico, toracico e sembrerebbe, seppur pur lieve, al basso ventre.
Ci lascia, al di la di colpe  e/ o responsabilità che toccherà alla magistratura accertare, un gran bravo ragazzo, un grande marito e padre di famiglia.
Aveva compiuto 40 anni il 24 agosto. Lascia la moglie e due figli. La seconda persona coinvolta nell'incidente, per il quale sono in corso gli accertamenti da parte dell'autorità giudiziaria, è stato trasportato con l'elicottero dell'elisoccorso. Si chiama E.R. e ha 65 anni.
Su disposizione della Procura della Repubblica il luogo dove è avvenuto l'incidente (il crollo del muro) è stato posto sotto sequestro dai carabinieri.
Il magistrato di turno alla Procura ha disposto che la salma del povero Bartolo venisse trasferita a Milazzo per l'autopsia. 
La ditta Alfa  e  Omega di Lipari alle 18 ha imbarcato sulla nave di  linea il corpo senza vita di Bartolo per trasferirlo nella città del Capo.  

Crolla un muro. In due riportano ferite e traumi seri

Il crollo di un muro a Quattropani avrebbe coinvolto tre persone che si trovavano nelle  vicinanze per motivi di lavoro. Si è reso necessario l'intervento dell'ambulanza del 118. Uno dei tre, ma probabilmente anche un secondo, dopo le prime cure all'ospedale  di Lipari, sarà trasferito con l'elicottero dell'elisoccorso.
(In aggiornamento)

Lipari, oggi su Linea Blu

Oggi, Sabato 28 settembre su Rai1 alle 14.35,consueto appuntamento con Linea blu. Immagini da  Lipari tra le quali quelle del porto romano che giace nei fondali di Sottomonastero e le interviste realizzate nel corso di ArchEolie 2013

"Tansennata" parrte del Corso V.E. di Lipari

Transennato dai vigili del fuoco (caposquadra Aurelio Coglitore) ieri sera, intorno alle 20 e 30, un tratto della parte iniziale del C.so Vittorio Emanuele. La chiusura si è resa necessaria per lo stato di pericolosità di immobili (crollo di cornicioni) prospicenti la strada.

Auguri a....

Eolienews augura Buon Compleanno ad Angelica Natoli, Fabrizio Falconieri e Rosaria Traviglia

SARO CROCETTA PARLA CON RENZI COME BIANCO E ORLANDO

Se Matteo Renzi abbraccia Rosario Crocetta ed affrontano insieme la campagna congressuale in Sicilia e al di là dello Stretto, vado dal barbiere e mi faccio rapare (quasi) a zero. L’ipotesi viene data, a questo punto, dai bookmakers virtuali, due a uno. Chi scommette un euro ne guadagna appena due, la qualcosa significa che è assai probabile che i due rottamatori – il fiorentino ed il gelese – sono “coniugabili”. Una eventualità che fino a qualche settimana fa avrebbe fatto sorridere gli addetti ai lavori perché la prima mossa del governatore siciliano, in pieno rilancio del suo Movimento, il Megafono, all’indomani delle politiche di febbraio, è stata l’inaugurazione di un circolo nella città di Firenze. Insomma, ha portato la guerra in casa di Matteo, che in effetti non se n’è adontato più di tanto, avendo da sopportare un fronte d’attacco troppo ampio per riservare all’omologo siciliano una attenzione particolare. Sul ring, dunque, non sono mai saliti.
Da quel giorno, restando nell’alveo di una costante e irriducibile opposizione ai vertici del partito, il renziano Davide Faraone, rappresentante del sindaco di Firenze in Sicilia, avrebbe messo nel mirino Rosario Crocetta. Un fuoco di fila di contestazioni, accuse, sospetti e perfino qualche insulto, che riuscivano a oscurare la timida opposizione del centrodestra. Non è che tutto scorresse liscio a Palazzo d’Orleans da non meritarsi critiche e qualche rimprovero, solo che Faraone è parso uno schiacciasassi, riduceva in briciole tutto ciò che capitava. Un fulmine di guerra.
Quando Fabrizio Ferrandelli si arruolò nell’esercito dei rottamatori renziani, la potenza di fuoco aumentò in modo esponenziale e Rosario Crocetta dovette prendere atto con amarezza, visto che aveva lavorato sodo a favore di Ferrandelli candidato sindaco di Palermo, al punto da continuare la battaglia solitaria, uperinde ac cadaver, dopo la fuga, improvvisa, dell’eurodeputata Alfano, allora nelle fila dell’Italia dei valori di Antonio Di Pietro.
Acqua passata non macina mulino, specie in politica. Ora le cose potrebbero cambiare, e qualche avvisaglia che stessero per cambiare l’abbiamo già registrata. Quando il segretario del Pd siciliano, Beppe Lupo, ha fatto la faccia feroce – che è una cosa difficile da immaginare – Faraone e Ferrandelli non hanno accolto la novità con entusiasmo, come si sarebbe potuto sospettare. Le correnti siciliane, ad eccezione dei renziani, avevano stretto d’assedio il governatore sul rimpasto, chiedendo il “rafforzamento” della giunta di governo – in realtà la nomina di assessori designati dal Pd fra i suoi deputati (Cracolici e lo stesso Lupo, pare), e Crocetta aveva posto il veto. Sicché i renziani hanno messo il dito sulla piaga: si tratta di poltrone, un conflitto che non ha niente a che vedere con la qualità dell’azione di governo. I dubbi sulla nobiltà dell’iniziativa hanno preparato un atterraggio morbido nella nuova era: i rottamatori si mettono in proprio e si rafforzano.
Crocetta non nega di avere in corso un dialogo con Matteo Renzi. Enzo Bianco non è estraneo all’avvicinamento fra i due, anche perché nelle ultime ore, rompendo un lungo silenzio, il sindaco di Catania ha dato una mano a Rosario crocetta, incoraggiando lui e gli assessori invitati a dimettersi, a continuare il loro lavoro. Quando Enzo Bianco annunciò il suo sostegno a Matteo Renzi, il sindaco di Palermo – tradizionale alleato di Bianco – fece sapere che anche lui aveva grande fiducia nel rottamatore.
Potrebbe accadere l’impossibile, dunque, che Crocetta, Bianco e Orlando si ritrovino dalla stessa parte alle primarie del centrosinistra, se non nel congresso del Pd. Il diavolo e l’acqua santa? Non esageriamo. Certo, non ci si annoierebbe, sarebbe come avere quattro Zamparini al vertice della squadra siciliana.

Enac in merito al servizio del programma tv "Le Iene" su attività con elicotteri sopra le isole Eolie. L'ente precisa alcuni punti

"In relazione al servizio della trasmissione 'Le Iene' sulle attività elicotteristiche sulle Isole Eolie, andato in onda nella serata del 26 settembre 2013, sebbene la parte dell’intervista Enac sia stata realizzata nel mese di aprile, l'Enac rende noto che ad oggi, nonostante vari solleciti inviati a partire dal 2011, non ha ancora ricevuto da parte degli Enti preposti, l’integrazione dei dati geografici e dei volumi di spazio aereo da interdire per la necessaria valutazione tecnica ai fini aeronautici. In particolare l’Enac ha richiesto agli Enti competenti, di indicare elementi determinanti quali la definizione dei limiti laterali, l’indicazione dei limiti verticali e le eventuali note aggiuntive. L’Enac, che ancora non ha avuto riscontro in merito a tali coordinate, rinnova comunque la propria disponibilità ad avviare le verifiche finalizzate all’emanazione, in tempi rapidi, del provvedimento di divieto di sorvolo. 
Si sottolinea che la richiesta era stata avanzata all’Enac non per motivi di sicurezza del volo, bensì ai fini della tutela ambientale del territorio. 
In merito, invece, alla tutela della sicurezza delle operazioni sopra il vulcano Stromboli, come evidenziato anche in fase di realizzazione del servizio delle Iene, su questa zona è in vigore il divieto di sorvolo, istituito in accordo alla regolamentazione internazionale aeronautica. Il divieto prevede una zona proibita per tutti voli entro un area centrata sulle coordinate 384739N 0151240E, per un raggio di 0.30 miglia nautiche dal livello del suolo, a 5000 FT (piedi) sul livello medio del mare. 
Inoltre, in base a richieste e dati forniti dalla Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia), sempre sulle aree limitrofe allo Stromboli, è in corso di pubblicazione la segnalazione di un’ulteriore zona definita “dangerous”, per la quale sussiste l’avviso ai naviganti di attività pericolosa. In ogni caso, la zona “dangerous” è permeabile sulla base della responsabilità dell'operatore e del pilota, in accordo alla valutazione da parte del medesimo del livello di pericolosità del vulcano. 
Si ribadisce, pertanto, che il sorvolo è vietato ai voli turistici; sono esentati esclusivamente gli aeromobili di Stato e gli aeromobili direttamente coinvolti in operazioni di soccorso e salvataggio o autorizzati dalla Protezione civile. 
L’Enac, infine, precisa che la Air Panarea non è titolare di certificato di operatore aereo e di licenza di esercizio per il trasporto aereo, ma svolge attività di brokeraggio per la vendita di biglietti per trasporto passeggeri e di intermediazione per il lavoro aereo. In particolare, i voli commercializzati da Air Panarea vengono realizzati da altri operatori in possesso di certificato di operatore aereo e di licenza di esercizio, che devono comunque operare nel rispetto delle norme. 
L’Enac ha, a suo tempo, chiesto a Air Panarea di mettere a disposizione dei possibili utenti, informazioni corrette rispetto ai voli effettuati". 
(Avionews)

Ulteriore precisazione per assenze personale al comune di Lipari

Riceviamo dal dottor Francesco Subba e pubblichiamo:
Gentile direttore,
prendo atto della tabella che le è stata trasmessa, delle somme effettuate e delle percentuali determinate, peccato però che il Servizio Ragioneria non sia quello per il quale si riporta una percentuale di assenza del 31% ma quello riportato alla riga precedente, per il quale la bassissima percentuale di assenza è il 14%.
Il dato del 31% è riferito al Servizio Tributi ed è quasi integralmente determinato dall’assenza per malattia di un solo dipendente (uno tra i più seri, competenti, professionali e dediti al lavoro che il nostro Comune possa annoverare tra le sue fila) che a causa di delle fastidiosissime e pericolosissime ernie è rimasto paralizzato a letto per mesi, poi è stato sottoposto  ad un delicato intervento chirurgico ed infine costretto a subire una pesante e complessa riabilitazione (dai primi di settembre fortunatamente il nostro ente può nuovamente contare sul suo apporto).
Nelle analisi e nel riportare i dati bisogna fare attenzione….  molta più attenzione… perché errori e superficialità rischiano di ledere l’altrui onorabilità…!!! 
Cordiali saluti

Francesco Subba

venerdì 27 settembre 2013

Sagra del Pesce a Lipari (foto Gaetano Di Giovanni)

Per le foto un grazie a Gaetano Di Giovanni, fotografo professionista di Lipari (cell. 333.666.5354)

Una lettera inviataci per email viola la privacy. Per questo non la pubblichiamo

Abbiamo ricevuto nel pomeriggio, per conoscenza e a scopo di pubblicazione, una lettera inoltrata da un cittadino a diversi organismi.
Come è nostro consuetudine, prima di pubblicare la lettera (considerando anche la delicatezza dell'argomento trattato) ci siamo consultati con un legale (esterno a Lipari) il quale ci ha chiaramente evidenziato come nella lettera vi fossero dei passaggi che violavano palesemente la privacy e che saremmo potuti incorrere nella tipologia  di reato previsto in questo caso per gli organi di stampa. Tra l'altro la lettera, seppure proveniente da un indirizzo email ben chiaro, non riportava la firma del suo reale estensore.

Assenze al comune di Lipari. La replica di Sidoti

Caro Direttore,
ho letto velocemente le due risposte del Ragioniere Generale e del suo vice sul tema assenze.
In allegato le trasmetto la tabella che contiene i dati rilevati dal sito del Comune.
Mi sono limitato a sommare i giorni lavorativi e sommare i giorni di assenza. Poi ho determinato la percentuale di quest’ultime sul totale dei giorni lavorati.
Se ho sbagliato a riportare i numeri ditemelo!!!!!!!!!
Buon lavoro
Angelo Sidoti


Avevo già fatto presente che bisognava escludere le giornate di malattia. Ma come al solito i miei consigli vengono visti solo come critiche. Certo io non potevo inventarmeli, quindi grazie per i chiarimenti.

Come eravamo: Il C.S. Lipari (periodo 1950-55) (foto Girolamo Casali)

Da sinistra accovacciati : S. Corrieri, F. Monte, Clacolici ( ?), Oscar Caimano, dott. Marcello D'Albora, 
Da sinistra in Piedi : Spartaco Persiani, U. Mirabito ( leggendario " Croscheta ", N. Jacono, G. Merlino, U. De Fina, Umberto ( ? ) , Pino Caputo, Pino Alessi, Signor Pasqualino Monte ( padre dei fratelli Monte)

Un grazie a chi attraverso queste foto ci consente di ricordare chi nello sport (ma anche nella vita ) ha fatto la storia di queste isole

Tasso di assenza. Ai dati di Sidoti replica e sottolineature del dottore Subba

Gentile Direttore,
le chiedo ancora una volta ospitalità nel Suo notiziario perché sono stato informato della divulgazione di notizie relative ai tassi di assenza del personale dell’ente e, in particolare, ai tassi di assenza del Dirigente del settore (il sottoscritto) e del Servizio Ragioneria e Finanze (da me diretto) che risulterebbero i più elevati nel periodo 01/01 – 31/08/2013.
Considerato che sia il sottoscritto che i dipendenti del Servizio Ragioneria e Finanze sono quasi mai assenti mi sono incuriosito e sono andato a verificare i dati che sono i seguenti:
Servizio Ragioneria e Finanze.
Gennaio - percentuale di assenza: 1,52%
Febbraio - percentuale di assenza: 4,17%
Marzo - percentuale di assenza: 3,17%
Aprile - percentuale di assenza: 13,33%
Maggio - percentuale di assenza: 16,67%
Giugno - percentuale di assenza: 21,67%
Luglio - percentuale di assenza: 11,59%
Agosto - percentuale di assenza: 40,15%
La media delle sopra citate percentuali (somma di tutte le cifre e divisione per 8) è 14,% e non 31% ed è un ottimo dato visto che già viene definito “non elevatissimo” il 19% dell’intero Comune.
Faccio presente, inoltre, che le percentuali più alte che vengono sopra riportate sono in gran parte connesse ad assenze per malattia (vere malattie) e non a “riposi vari” che i dipendenti del Servizio Ragioneria, purtroppo, non si possono permettere.
Dirigente del settore:
Gennaio - percentuale di assenza: 0,00%
Febbraio - percentuale di assenza: 0,00%
Marzo - percentuale di assenza: 0,00%
Aprile - percentuale di assenza: 40,00% - mi sono permesso di fruire di 8 giorni di ferie su 20 lavorativi
Maggio - percentuale di assenza: 4,76% - mi sono permesso di fruire di 1 giorno di assenza su 21 lavorativi per particolari Motivi familiari (ho portato mia figlia a Milazzo dall’oculista)
Giugno - percentuale di assenza: 0,00%
Luglio - percentuale di assenza: 78,00% - congedo parentale/ferie
Agosto - percentuale di assenza: 50,00% - congedo parentale/ferie
Se si analizza il dato del primo semestre il Dirigente del settore ha una media di assenze del 7,46% e visto che viene definito “non elevatissimo” il 19,00% di media del Comune lascio ai lettori ogni commento.
Andiamo ai giorni di assenza dei mesi di luglio e agosto e, visto che per questo mio periodo di assenza si è tanto parlato, scritto e commentato, ipotizzando anche chissà quale contrasto con l’amministrazione (cosa che non esiste minimamente visto che il rapporto è di piena sintonia e collaborazione, ognuno ovviamente con il pieno esercizio del proprio ruolo), penso sia giusto chiarire di cosa si è trattato, anche per sgomberare il campo da ogni possibile equivoco:
con nota del 24/06/2013, data che consentiva all’amministrazione di avere in pratica lo stesso preavviso previsto dalle norme in vigore per il congedo parentale, comunicavo che per urgenti e inderogabili motivi familiari e personali avevo bisogno di assentarmi dal servizio per i successivi mesi dell’anno 2013 e facevo presente che era mia intenzione fruire del periodo di astensione facoltativa/congedo parentale che è contemplato dalle norme in vigore (Testo Unico n. 151/2001, Legge 53/2000, art. 2120 del codice civile, vigenti norme contrattuali), ma, considerato che per indifferibili esigenze di servizio, e in ultimo anche per la prolungata assenza per malattia del Dirigente del 1° settore, di cui sono il sostituto, avevo maturato un numero spropositato di giorni di ferie arretrate, che devono essere fruite perché costituzionalmente garantite ed irrinunciabili (a dicembre 2013 maturavo 201 giorni che corrispondono alle ferie di circa 7 anni) facevo presente che a partire dall’ 8 luglio 2013 avrei fruito di n. 125 giorni di ferie arretrate (erano i giorni che servivano per un periodo di assenza pari a quello dell’ipotesi di astensione facoltativa). Con la stessa nota ho evidenziato che la sopra citata fruizione di ferie piuttosto che di congedo parentale avrebbe consentito di ottenere diversi risultati ovvero avrebbe permesso al sottoscritto di potersi assentare per il periodo necessario per risolvere i propri problemi familiari e avrebbe permesso sia al sottoscritto che all’ente di smaltire l’enorme carico di ferie arretrate non fruite.
Con la stessa nota ho fatto presente che il periodo di ferie o astensione sopra evidenziato, che in prima analisi poteva sembrare spropositato, avrebbe determinato una mia assenza temporalmente pari a quella recente (per malattia) del Dott. Famularo e considerato che l’ente in quella circostanza non ha patito particolari problemi organizzativi ho rappresentato che ritenevo che lo stesso si sarebbe verificato con l’assenza del sottoscritto.
Ho ricordato, in proposito, che il Dott. Famularo è in possesso degli stessi miei titoli di studio e requisiti professionali e che, pertanto, lo stesso poteva tranquillamente farsi carico del ruolo di Responsabile del Settore Finanziario così come io, durante la sua assenza, mi sono fatto carico del ruolo di Dirigente del Settore Istituzionale.
Ho rappresentato, inoltre, che al rientro in servizio avrei avuto ancora altri 76 giorni di ferie arretrate che avrei dovuto smaltire, unitamente ai 32 giorni che maturano annualmente, alla media di 75 giorni all’anno circa, per fare in modo da azzerare il mio credito al momento del pensionamento del sopra citato Dirigente del 1° settore (se non si smaltiscono le ferie arretrate ora che c’è il sostituto come si potranno smaltire quando il sostituto non ci sarà più…???).
Il 19 Agosto, così come avvenuto tante altre volte in passato (conservo gelosamente le disposizioni dei vari Sindaci), sono stato richiamato in servizio per “esigenze d’ufficio urgenti connesse all’approvazione del Conto Consuntivo 2012 e altre esigenze connesse a regole di finanza pubblica”, per le quali il Sindaco ha ritenuto che la mia presenza fosse necessaria. Devo dire che prima di richiamarmi in servizio e considerato che l’assenza era legata a problematiche personali e familiari il Sindaco mi ha convocato, mi ha spiegato le motivazioni dell’amministrazione e mi ha chiesto collaborazione (avrei potuto facilmente continuare ad assentarmi comunicando la fruizione dell’astensione facoltativa che per legge non mi può essere negata).
E’ appena il caso di sottolineare che durante il periodo di assenza ho garantito assistenza ai miei uffici e all’amministrazione con cadenza praticamente giornaliera, rientrando anche in servizio per la firma di atti urgenti, e senza chiedere che la fruizione di quei giorni di permesso (nei quali di fatto ho svolto attività per conto dell’ente) non venisse calcolata come giorni di ferie effettivamente fruite.
Prima di scrivere e di commentare bisognerebbe intanto fare attenzione che i propri calcoli siano corretti e, soprattutto, informarsi su fatti e circostanze, anche al fine di non rendere informazioni fuorvianti che possono danneggiare l’immagine e la professionalità di chi lavora seriamente (ci sono tanti ambiti del pubblico impiego nei quali si può intervenire ma il Servizio Ragioneria del Comune di Lipari non è tra questi).
Ringrazio Lei e i Suoi lettori per l’attenzione che mi avete dedicato.
Francesco Subba – Dirigente Settore Economia e Finanze del Comune di Lipari

Società miste del Comune di Lipari. Ci scrive il rag. Giuseppe Spinella

Caro Direttore
l'esame del Conto Consuntivo del Comune di Lipari ha destato una particolare attenzione da parte dei Consiglieri sulle perdite di esercizio delle società partecipate.
Per l'esperienza maturata nella amministrazione della "Eolie Servizi SpA" fino alla data (Bilancio 2001) in cui il socio di maggioranza (Comune di Lipari, nella persona del Sindaco pro-tempore, dott. Mariano Bruno, in assenza di delibera del Consiglio Comunale) ha disatteso i "patti parasociali" estromettendo i partners privati dalla gestione, garantendo di fatto il valore della partecipazione privata, facendosi carico dei risultati di gestione per gli anni successivi e della successiva liquidazione, colgo l'occasione per esprimere il mio modesto parere sulla materia:
L'art.6, comma 19, della legge 122/2010 pone dei limiti rilevanti agli aiuti ed agli interventi di salvataggio da parte delle amministrazioni nei confronti delle società in cui possiedono partecipazioni con espresso divieto di ripianare le perdite.
Sono in ogni caso consentiti i trasferimenti alle società partecipate,in perdita, in presenza di convenzioni, contratti di servizio o di programma relativi allo svolgimento di servizi di pubblico interesse o alla realizzazione di investimenti.
(Sviluppo Eolie potrà ottenere eventuali trasferimenti)
Si rammenta che le società miste, a maggioranza pubblica, per l'espletamento del servizio pubblico affidato "in house" sono obbligate alla presentazione ed all'approvazione preventiva del piano annuale di gestione da parte del Comune di Lipari per il tramite del Dirigente del Settore ai fini dello stanziamento del costo del servizio nel bilancio di previsione dell'Ente, in modo tale che il risultato di esercizio della società partecipata - Bilancio annuale al 31 dicembre - si chiuda a pareggio se non in utile se vengono realizzato economie di gestione.
Pertanto la "perdita di esercizio" riportata nei Bilanci di esercizio delle partecipate, non trova giustificazione, in quanto se è stata determinata da eventi straordinari, gli stessi dovevano essere tempestivamente comunicati al Comune di Lipari per apportare le opportune variazioni al Bilancio comunale.
Considerato anche, che per prassi giurisprudenziale le società miste a maggioranza pubblica, non sono soggette alla legge fallimentare ai sensi dell'art.1, così come affermato dall'art.2221 del C.C., l'Ente, essendo chiamato a rispondere di tutti gli impegni assunti, è obbligato a svolgere una azione ricognitoria e documentale per appurare le cause della formazione dei risultati negativi che negli ultimi cinque anni hanno determinato le perdite di esercizio delle società partecipate.
In particolare i legali rappresentanti ed i liquidatori sono tenuti a documentare:
- la proposta di piano di gestione annuale e le eventuali transazioni eseguite in fase di liquidazione, presentata all'amministrazione e l'avvenuta approvazione;
- la richiesta di variazione del piano di gestione per sopravvenute esigenze straordinarie modificative dello stanziamento iniziale approvato;
- le procedure di evidenza pubblica eseguite per l'eventuale assunzione del personale dipendente (copia del bando - domande pervenute - verbale della commissione - attribuzione e valutazione domande - pubblicazione esito della selezione del personale).
Anche i Revisori dei Conti, sollecitati dalla Corte dei Conti, sono stati chiamati a svolgere un approfondito e dettagliato esame e relazionare in merito ai risultati delle società miste partecipate dal Comune di Lipari.
Si richiamano in ultimo anche le disposizioni del Codice civile, qualora i risultati dovessero essere causa di "mala gestio":
-Società a responsabilità limitata -
art. 2476 Responsabilità degli amministratori e controllo dei soci
c.1) " Gli amministratori sono solidalmente responsabili verso la società dei danni derivanti dall'inosservanza dei doveri ad essi imposti dalla legge e dall'atto costitutivo per l'amministrazione della società. Tuttavia la responsabilità non si estende a quelli che dimostrino di essere esenti da colpa e, essendo a cognizione che l'atto si stava per compiere, abbiano fatto constare del proprio dissenso"
c.6) le disposizioni dei precedenti commi non pregiudicano il diritto al risarcimento dei danni spettante al singolo socio o al terzo che sono stati direttamente danneggiati da atti dolosi o colposi degli amministratori.
c.7) Sono altresì solidalmente responsabili con gli amministratori,ai sensi dei precedenti commi, i soci che hanno intenzionalmente deciso o autorizzato il compimento di atti dannosi per la società,i soci o i terzi.
c.8) l'approvazione del bilancio da parte dei soci non implica liberazione degli amministratori e dei sindaci per le responsabilità incorse nella gestione sociale.
Cordiali saluti
Rag.Giuseppe Spinella

Assenze del servizio ragioneria e finanze. "Signor Sidoti, controlli la sua calcolatrice"

Un appunto per il Sig. Angelo Sidoti, instancabile osservatore dell'attività amministrativa del Comune di Lipari.
Controlli la Sua calcolatrice: la percentuale di assenze del Servizio Ragioneria e Finanze è del 14,03% e non del 31%, come da Lei asserito.
Condivido una Sua precisazione: per fare un'analisi corretta si dovrebbero indicare le assenze per malattia.
Sa, Sig. Sidoti, nel servizio Ragioneria ci sono 6 impiegati, la cui età media supera abbondantemente la cinquantina, e, con tutta la buona volontà, non ci siamo ancora attrezzati per i miracoli.
Magari può aiutarci Lei. Che ne dice se ogni tanto lascia il computer e fa una capatina nella chiesa più vicina? Magari una Sua preghiera ci aiuta a non essere colpiti dai "naturali" acciacchi dell'età.
La ringrazio e Le porgo cordiali saluti.
Fana Salmieri (capo servizio Ragioneria e Finanze)

SportelloGiovani. Comunicato della Consulta Giovanile di Lipari

Prenderà il via, mercoledì 2 ottobre, il nuovo servizio “SportelloGiovani”. Si tratta di un servizio gratuito, che fornisce informazioni e orientamento, nei principali ambiti di interesse giovanile, in particolar modo sul settore universitario, formazione, lavoro, associazionismo, cultura, tempo libero, turismo e sport.
È un progetto lanciato dalla Consulta Giovanile, che per il primo anno partirà in via sperimentale ma che sicuramente negli anni a venire, visto l’ entusiasmo con il quale è stato accolto, andrà crescendo sia dal punto di vista dei servizi offerti che da un punto di vista professionale.
Cosa persegue?
L’obiettivo principale dello “SportelloGiovani”, è quello di mettere a disposizione della comunità giovanile eoliana, ma non solo, poiché rivolto anche ai cittadini più adulti ed extracomunitari, personale qualificato per garantire la più ampia e capillare diffusione delle informazioni sul territorio attraverso strumenti e modalità di comunicazione adatte ai giovani, e promuovere un sistema integrato tra servizi, enti e istituzioni con competenze in materia di informazione, orientamento e consulenza.
“SportelloGiovani” è di supporto nei seguenti ambiti di interesse:
  • STUDIO: servizio di orientamento universitario, informazioni su borse di studio, mobilità studenti, servizio abitativo e mensa, Erasmus, riscatto della laurea, corsi e lezioni private;
  • LAVORO: è possibile reperire bandi di concorsi pubblici, annunci, opportunità formative, master, offerte provenienti dalle aziende e dalle agenzie per il lavoro, sia del territorio che europee; trovare le offerte di lavoro e preselezione nei Centri per l'impiego di Lipari, consultare la Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, la Gazzetta Ufficiale Nazionale e quella della Regione Siciliana;
  • LAVORO ALL'ESTERO: informazioni relative ai numeri e agli indirizzi delle agenzie garantite, alle offerte di lavoro alberghiero e qualificato, alle borse di studio;
  • PROGETTI EUROPEI: informazioni sui progetti europei rivolti ai giovani tra i quali Erasmus, Leonardo, ecc;
  • TEMPO LIBERO: informazioni su cultura, sport, spettacolo, associazionismo, turismo, ecc;
  • SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO: informazioni sul nuovo servizio civile volontario;
  • CURRICULUM VITAE, BILANCIO DI COMPETENZE E ORIENTAMENTO: gli operatori sono disponibili su appuntamento per supporto alla stesura del curriculum vitae, del bilancio di competenze e ad eventuali colloqui orientativi/psicologici per la scelta scolastica, universitaria, lavorativa.
    Lo sportello ubicato presso la sede della Consulta giovanile, al piano terra del palazzo comunale in Piazza Mazzini, è aperto al pubblico il mercoledì e venerdì dalle ore 09:30 alle ore11:30. E’ possibile inoltre prenotare appuntamento in giorni ed orari diversi contattandoci al sito web www.consultagiovanilelipari.it sezione “Contatti”
    Il Presidente
    Dott. Fabrizio Giuffrè

Da Partylandia auguri a Sofia Acquaro e ai coniugi Vanessa e Roberto Paino

Lo staff di Partylandia augura Buon Compleanno a Sofia Acquaro che compie 5 anni e ai coniugi Vanessa e Roberto Paino per il loro 13° anniversario di matrimonio.
Augurissimi anche da Eolienews

Sagra del Pesce a Lipari (foto Gaetano Di Giovanni)

Per le foto un grazie a Gaetano Di Giovanni, fotografo professionista di Lipari (cell. 333.666.5354)

Cercasi....cravatte

Sono in cerca di cravatte, quindi se avete delle cravatte che ammuffiscono nei vostri armadi o che dovete buttare, sia vecchie che nuove potete portamele.
Caterina Conti.

Auguri a....

Eolienews augura Buon Compleanno a Massimo Ziino, Ciccio Rizzo, Marenza Tanya, Italo Toni, Angela Lo Schiavo, Andrea De Salvatore e Valentina Tesoriero

Sagra del Pesce a Lipari (foto Gaetano Di Giovanni)

Per le foto un grazie a Gaetano Di Giovanni, fotografo professionista di Lipari (cell. 333.666.5354)
La locandina con i biglietti vincenti e i nomi dei vincitori si ingrandisce cliccandoci sopra

giovedì 26 settembre 2013

Felicitazioni ed auguri per l'arrivo di Giada

Lo staff di Partylandia e del Ristorante "E Pulera" porgono i più sentiti auguri ad Arianna e Carmelo De Mattea per l'arrivo della piccola Giada, nata quest'oggi all'ospedale di Milazzo. 
Alla piccola l'augurio di una vita ricca di ogni bene.
Felicitazioni ed auguri anche per i nonni e per i bisnonni.
Felicitazioni ed auguri anche da Salvatore Sarpi e Eolienews 

Soppressione sezione distaccata del tribunale di Lipari. Il TAR "rinvia" al merito

La Seconda Sezione del T.a.r. di Catania si è pronunciata con Ordinanza n. 797 del 26 settembre sulla domanda cautelare del Comune di Lipari diretta ad ottenere la rimessione alla Corte Costituzionale della questione di costituzionalità riguardante la soppressione della Sezione distaccata del Tribunale di Lipari e, nelle more del relativo giudizio, la sospensione dell’accorpamento dell’Ufficio giudiziario di Lipari al Tribunale di Barcellona P.G..
L’Ordinanza disattende siffatta domanda del Comune ma, anziché limitarsi a dare atto della conclusione della fase cautelare, si fa carico degli “innegabili disagi” causati alla Comunità eoliana dalla soppressione del Tribunale e fissa l’udienza per la trattazione di merito del ricorso nel 25 giugno 2014, ossia con un differimento che appare, a chi sa della saturazione dei ruoli di udienza del Tribunale già per il prossimo anno e mezzo, veramente minimo.
Del resto, l’esplicito riferimento del Tribunale all’art. 55, comma 1, del Codice del Processo Amministrativo, conferma che intenzione del Giudice è stata quella di assicurare la celere definizione del giudizio. Infatti, la norma dispone che “Il tribunale amministrativo regionale, in sede cautelare, se ritiene che le esigenze del ricorrente siano apprezzabili favorevolmente e tutelabili adeguatamente con la sollecita definizione del giudizio nel merito, fissa con ordinanza collegiale la data della discussione del ricorso nel merito”.
E’ superfluo osservare che, se l’eccezione di incostituzionalità sollevata dal Comune e mantenuta pur dopo la sfavorevole sentenza n. 237 della Corte Costituzionale fosse apparsa priva di valore al Tribunale, questo non si sarebbe ovviamente preoccupato di assicurare la celere definizione del giudizio.
Peraltro, l’Ordinanza segnala l’importanza delle varie e dotte eccezioni processuali dall’Avvocatura dello Stato, ritenendole perciò meritevoli di una ponderazione che è impossibile in sede di sommaria delibazione cautelare. Aggiunge, inoltre, che il disposto rinvio al merito è dovuto al fatto che “i profili di danno grave e irreparabile prospettati dal Comune ricorrente appaiono piuttosto rientrare nel novero di “innegabili disagi”. Vale a dire che l’Ordinanza motiva il rinvio al merito con la complessità giuridica della vertenza e con la ritenuta assenza della condizione abilitante all’emissione di misura cautelare, cioè il cd. “periculum in mora”. E ciò sembra deporre a favore della non peregrinità della doglianza del Comune, la quale avrebbe potuto, altrimenti, essere apertamente disattesa già con l’Ordinanza, senza necessità di giustificare il rinvio con dette due circostanze processuali.
Tutto ciò sembra confermare che la questione agitata dal Comune (violazione, da parte del decreto legge n. 155 del 2012, dei criteri imposti dalla legge di delega n. 148 del 2011 in vista della individuazione degli uffici da sopprimere) è apparsa e appare ben meritevole di esame e studio, nonostante il verdetto assolutorio della Corte Costituzionale e grazie alla singolarità della fattispecie eoliana.
Insomma, si tratta di una pronuncia interlocutoria (infatti, definita “ordinatoria”) che non disarma la speranza del Comune di un prossimo accoglimento dell’eccezione di incostituzionalità per violazione, da parte del legislatore delegato, del principio impostogli con la legge delega, cioè aver riguardo alla “specificità territoriale del bacino d’utenza e alla situazione infrastrutturale”.
Tanto più nutrita è questa speranza in quanto la relazione ministeriale allo schema di decreto delegato – che è stata scrutinata dalla Corte Costituzionale per giudicare della “ragionevolezza” delle specifiche soppressioni di tribunali poste alla sua attenzione – ha indebitamente ridotto la preoccupazione del legislatore delegato circa le difficoltà di mobilità degli utenti in meri problemi di “distanza chilometrica e viabilità”, così giungendo ad evocare, come risolutivo e generale rimedio, “lo sviluppo della rete viaria e delle comunicazioni informatiche e telematiche” (!?!). E ciò basta a far risaltare il travisamento della delega e, con esso, le buone chance di successo della doglianza del Comune.
L’Amministrazione Comunale
Prof. Fulvio Cintioli

Chi salveresti della seconda giunta Giorgianni ? Il risultato del sondaggio

Si è chiuso con i risultati visibili in alto a destra il sondaggio sull'operato della seconda giunta Giorgiani. Rispetto alla analisi di qualche settimana fa è "scesa" la percentuale di chi "non salverebbe nessuno dei componenti la giunta" (45%). Il 4% salverebbe tutti. Il più gettonato a rimanere è l'assessore Sardella(23%); il meno gettonato l'assessore Roberto Cuccia (2%)

Assenze al comune di Lipari (di Angelo Sidoti)

Ritorniamo un attimo sul tema assenze nel Comune di Lipari. Ho preso come base di analisi i dati pubblicati sul sito istituzionale dell’Ente.
I dati si riferiscono al periodo 1/1/2013 – 31/8/2013
La media di assenza del personale dipendente è del 19%. Tutto sommato non è elevatissima anche se nel privato questo numero sarebbe oggetto di analisi approfondite.
Tra i dirigenti in organico le assenze maggiori li registra il Ragioniere Generale con una media del 22%, poi il primo settore con l’11% (in questo caso influisce il periodo di malattia), il 7% del terzo settore ed l’1% del IV settore (bravo!! il comandante dei vigili).
I servizi che hanno registrato il maggior numero di assenze sono:
1)      Ragioneria e Finanza 31% (il massimo tra tutti i servizi) – II Settore
2)      Sviluppo Economico 29% - IV Settore
Per fare un’analisi corretta si dovrebbero indicare separatamente le assenze relative ai periodi di malattia (al momento questo dato non è disponibile).
Ho dato uno sguardo in giro sul web e ci sono anche Comuni più virtuosi con percentuali di assenze dal 5% al 10%.
L’amministrazione Giorgianni nel suo programma citava i criteri di efficienza ed efficacia. Appunto per questo si dovrebbe intervenire con obiettivi più performanti sulla questione assenze.
Ultima nota: ma ci sono aggiornamenti sull’attività di riorganizzazione della macrostruttura comunale (peraltro un indirizzo politico) soprattutto ora dove sono venuti a mancare per varie cause due dirigenti comunali? Rilevo invece nuovamente l’erogazione di emolumenti alle posizioni organizzative che erano state sospese a fine anno.
Angelo Sidoti

Cantieri di servizio. Questi i requisiti necessari per accedere al bando di selezione

       I comuni, compreso quello di Lipari hanno presentato istanza per ottenere dalla Regione il finanziamento dei cosidetti "cantieri di servizio".
      Quando sarà il momento questi che seguono sono i requisiti che gli aspiranti devono avere per accedere al bando di selezione:
      a) devono trovarsi nello stato di disoccupato o inoccupato e aver presentato al Centro per l’Impiego competente per territorio la dichiarazione di disponibilità di cui al D.Lgs. 181/2000;
-     b) devono essere soggetti di età compresa tra i 18 ed i 65 anni, residenti nel Comune di Lipari da almeno sei mesi alla data di pubblicazione dell’avviso di selezione;
-    c)  essere in possesso di un reddito comunque percepito e da chiunque erogato, non superiore ad € 442,30 mensili, corrispondente all’assegno sociale dell’anno 2013 di € 5.749,90.

Partylandia ed Eolienews augurano Buon Compleanno "Al Tonno"

Lo staff di  Partylandia ed Eolienews augurano Buon Compleanno "Al Tonno" che oggi festeggia i suoi 40 anni

Nativo di Messina ma residente a Santa Marina Salina arrestato a Milazzo

COMUNICATO STAMPA COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI
Proseguono in questi giorni i servizi di prevenzione posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di Milazzo, i quali sono impegnati in mirate attività per il contrasto dei reati di natura predatoria.
In tale contesto, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Milazzo unitamente ai militari della Stazione Carabinieri di S. Filippo del Mela (ME), nell’ambito di specifici servizi preventivi, hanno arrestato, nelle prime ore della mattinata di oggi, un 42enne per tentato furto aggravato.
In particolare, i Carabinieri nel corso di un servizio perlustrativo, intervenivano nei pressi di una chiesa privata di Milazzo, attualmente in disuso, in quanto erano stati segnalati delle luci e dei rumori sospetti provenienti dal campanile.
I Carabinieri operanti, giunti sul posto, grazie ad una scala esterna riuscivano a raggiungere la parte alta del campanile, dove sorprendevano TODARO Antonio, nato a Messina, ma residente in Santa Marina Salina, cl. 1971, già noto alle Forze dell’Ordine, mentre stava asportando una antica campana di bronzo, di circa 100 KG, dopo che l’aveva staccata dal campanile.
Immediatamente bloccato, per il TODARO Antonio scattavano le manette con l’accusa di tentato furto aggravato.
La campana e tutti gli strumenti di effrazione rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro.
Il prevenuto dopo le formalità di rito, su disposizione dell’A.G., è stato accompagnato presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari.

CP- Guardia costiera di Milazzo: Operazione “Mare Sicuro” 2013

Si è recentemente conclusa l’operazione “Mare Sicuro 2013”, attività di controllo programmata dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera su tutto il territorio nazionale, finalizzata a verificare il corretto utilizzo delle aree demaniali marittime anche dal punto di vista ambientale, la corretta gestione degli stabilimenti balneari ed in genere la sicurezza della balneazione e di tutte le attività ad essa connesse.
            Lusinghieri sono stati i risultati ottenuti dal personale militare degli Uffici del Compartimento Marittimo di Milazzo che ha operato, sia con le pattuglie automontate che con i mezzi navali in dotazione, garantendo una costante presenza lungo l’intero litorale di giurisdizione che si estende da Villafranca a Castel di Tusa, Isole Eolie comprese per circa 350 Km. di costa. Sono stati impiegati n. 143 militari e n. 6 unità navali della Guardia Costiera.
            L’operazione ha avuto una fase preliminare, “preparatoria” durante la quale si è proceduto alla diffusione di informazioni ritenute utili per l’utenza, allo scopo di incrementare la cultura marinaresca e nello stesso tempo prevenire comportamenti pericolosi, evitando in tal modo incidenti dovuti ad imperizia, o, ancor peggio, ad imprudenza, negligenza e scarsa conoscenza delle norme vigenti in materia di nautica da diporto e del settore marittimo in generale.
            Nello specifico, è stata organizzata una serie di incontri con i diportisti ed in genere con utenti ed operatori settore marittimo, In particolare con la locale Sezione della Lega Navale Italiana e con tutti i titolari di concessioni demaniali per la gestione di stabilimenti balneari, illustrando nel dettaglio le disposizioni delle ordinanze balneari.
            È stato, altresì, rammentato l’obbligo discendente dalla normativa nazionale e regionale, ricadente sui comuni rivieraschi, di procedere allo smaltimento dei rifiuti di qualunque provenienza e natura presenti sulle spiagge e sui litorali frequentati dai bagnanti.
            Sono stati, inoltre, organizzati incontri finalizzati a fornire indicazioni alle associazioni di diving che operano nell’ambito del Compartimento marittimo di Milazzo, in merito allo svolgimento delle operazione di immersione ed al fine di prevenire incidenti nel settore delle immersioni subacque a scopo sportivo ricreativo.
                        Altra importante iniziativa che rappresenta una novità di questa stagione estiva è stata quella del rilascio dei “bollini blu”. Tutte le forze di polizia impegnate in mare, con il coordinamento della Capitaneria di porto infatti, al fine di razionalizzare le attività di vigilanza ed evitare inutili diplicazioni nei controlli, a conclusione delle verifiche con esito positivo alle unità da diporto hanno rilasciato apposito bollino blu da affigere ben in vista sulla stessa unità, ed un verbale di operazioni compiute da esibire eventualmente su richiesta delle forze di polizia

Librai protestano contro i ritardi dei rimborsi regionali. "Non possiamo anticipare ingenti somme"

Famiglie con redditi bassi che protestano perchè devono anticipare il pagamento dei libri in cartolibreria. Certo un pesante fardello ma a tutto c'è un ma e una spiegazione. Bisogna capire cosa ha portato a questo che non è certo un  capriccio dei titolari delle cartolibrerie. 
Proviamo a spiegarlo con questo articolo e con la video-intervista che segue

di Loredana Ales
Se l’istruzione è un diritto, per i bambini delle scuole elementari siciliane avere un semplice libro diventa un’impresa. I ritardi nell’erogazione del contributo regionale per l’acquisto dei libri degli studenti delle scuole elementari e dunque la conseguente lunga attesa del rimborso delle cedole librarie, stanno mettendo in ginocchio il sistema scolastico siciliano. Questo il tema della conferenza stampa svoltasi oggi nella sede di Confcommercio Palermo e promossa da Ali (Associazione librai italiani). A farne le spese, da una parte circa 80.896 bambini le cui famiglie con reddito inferiore a 15 mila euro annui, e dunque aventi diritto al contributo regionale, non possono acquistare i libri. Dall’altra i librai che rischiano di chiudere i battenti a causa dell’anticipo di ingenti somme in vista di un rimborso che ogni anno giunge troppo tardi: “Siamo pronti a bloccare la fornitura dei libri delle scuole il prossimo anno”, dichiarano. I librai chiedono a Crocetta di rendere dispensabili in tempi brevi i fondi contestualmente alla distribuzione delle cedole nelle scuole. La protesta, partita da Catania, si è ormai propagata su tutto il territorio Siciliano: “Siamo in profonda crisi – dichiara a BlogSicilia Francesco Flaccovio -. Da quest’anno garantiremo il servizio ma chiederemo a tutti i clienti di anticipare le somme del costo dei libri. Quando il Provveditorato provvederà al pagamento delle fatture, allora rimborseremo le somme anticipate. Non possiamo fare altrimenti, le librerie di tutta la Sicilia rischiano di chiudere”. I fondi stanziati dalla Regione Siciliana per l’acquisto dei testi scolastici delle scuole elementari ammontano a circa 7 milioni di euro per tutta la Sicilia. Sotto accusa la tempistica del governo regionale sul finanziamento dei rimborsi: “Per l’anno 2012-2013 – dichiara Salvatore Tramontana, vice presidente assessorato provinciale con delega scolastica – la Regione aveva assicurato il pagamento del contributo entro settembre. A fronte delle richiesta fatta ad agosto 2012, i pagamenti sono stati effettuati solo ad aprile 2013. Non possiamo andare avanti così”.

Sindaci protestano davanti all'Ars. C'è anche Lo Schiavo

Manifestazione degli amministratori locali  a Palermo, davanti all'ARS, per ribadire la drammatica situazione economica" dei comuni.
Sono circa 200 i sindaci ai quali, sino a questo momento, sono state "chiuse in faccia" le porte dell'Ars


Il tribunale se ne va ma a Zinzolo restano topi e degrado

(Peppe Paino) Il tribunale se ne va...ma topi e degrado restano nell'area frontale che doveva diventare un parco giochi e per il quale è stata espletata due anni fà una gara d'appalto e affidate le opere. Interventi, si sostiene dal Comune, bloccati dai vincoli del patto di stabilità.
Si reclama la necessaria pulizia o, meglio, deforestazione. L'anno scorso erano stati inviati alcuni ex operai Pumex che hanno svolto diligentemente il loro lavoro. Ora con il 90% degli stessi ex operai diventati colletti bianchi ci si chiede se, quando e con chi l'ente intenderà risolvere, seppur temporaneamente, tra esigenze varie degli inquilini del palazzo votati dagli elettori, questo problema.

Domani incontro nella chiesa di S. Pietro per programmare il nuovo anno pastorale

 Parrocchia Cattedrale San Pietro Porto Salvo - Lipari
 Venerdi 27 Settembre dalle ore 18 alle ore 19 nella Chiesa Parrocchiale di San Pietro incontro per operatori pastorali , catechisti , ministri istituiti , responsabili di gruppi e confraternite , animatori caritas e centro giovanile per programmare il nuovo anno pastorale.
 L'incontro è aperto a tutti nel segno della semplicità e della condivisione.
 Alle 19 momento di preghiera.
 Grazie 
Don Gaetano Sardella

Come eravamo. Una storica formazione del Lipari anni 56/57

Da sinistra in piedi : Pino Pagano,Pino Caputo, Pippo Favorito,Antonio Bernardi, ( ? ) Bartolo Barile, Ferdinando Paino, Gaetano La Cava. 
Da sinistra accovacciati: Elio Cataliotti, Oscar Caimano, Felicino Monte, Umberto De Fina, Gianni Merlino .
Il bimbo è Giovanni Restuccia
Un grazie per questa foto a Girolamo  Casali che ce l'ha girata e a Oscar Caimano che ne ha la proprietà. 

Auguri a...

Eolienews augura Buon Compleanno a Niky Biviano, Ilenia Mandarano, Peppe Giunta e Angela Chiara Ziino

Nasce www.lovesalina.it .Portale voluto dal sindaco Lo Schiavo per promuovere l'isola

Sarà presentato ufficialmente il prossimo venerdì 27 settembre, in due appuntamenti previsti alle 10,30 ed alle 15,30 presso la sala consiliare del comune di Santa Marina Salina, il portale www.lovesalina.it, nuovo molo  d'attracco virtuale per cyber-navigatori curiosi di scoprire cosa offre l'isola più verde delle Eolie.
Il sito, tradotto in quattro lingue, è stato realizzato dal comune di Santa Marina Salina e consentirà di navigare facilmente alla scoperta dell'offerta turistica locale: si potrà salpare per un giro fotografico dell'isola, fare un tuffo nella storia testimoniata dai siti archeologici comunali, godere della ricca offerta museale pubblica, passeggiare nella natura incontaminata della Riserva Regionale “Le Montagne delle Felci e dei Porri”, scoprire le tradizioni religiose, gustare le produzioni agricole d'eccellenza e rilassarsi scegliendo tra i ristoranti, i negozi, i locali e le strutture ricettive presenti sul  territorio. Un mix di proposte volte ad incuriosire il visitatore virtuale per trasformarlo in ospite reale di Salina.
Realizzato in web 2.0, tecnologia all'avanguardia nel panorama internet, lovesalina.it si integra alla perfezione con i social network e garantirà un ottimo posizionamento sui principali motori di ricerca.
“Durante la mia partecipazione alle fiere del turismo organizzate da Sviluppo Eolie in collaborazione con le amministrazioni eoliane – spiega il sindaco Massimo Lo Schiavo – ho avuto modo di verificare come le nostre isole non sono così conosciute in Europa e nel Mondo come noi pensiamo che siano. E' nata pertanto l'idea di creare un percorso che permetta di veicolare, attraverso nuove tecnologie di qualità, l'immagine del nostro territorio e di ciò che esso offre. Considerata dunque – conclude Lo Schiavo – la difficoltà di cooperazione tra gli imprenditori privati, ho voluto che fosse il Comune a farsi carico di promuovere in modo unitario tanto il nostro territorio quanto le aziende che su  di esso operano, investendo sulla forza comunicativa di internet”.
Gli imprenditori interessati all'iniziativa così come i semplici curiosi sono invitati a partecipare.
Ufficio Stampa

mercoledì 25 settembre 2013

Crisi Governo Regionale. Figuccia. "Crisi può essere occasione per avviare riforme vere"

"La presenza di Crocetta in Aula per relazionare sullo stato del suo Governo e per verificare quale sia (e se esiste) una maggioranza è ormai un fatto irrimandabile."
Lo ha dichiarato Vincenzo Figuccia, vice presidente del Gruppo del Partito dei Siciliani all'ARS, che ricorda che "già da agosto abbiamo chiesto al Governo di venire in Aula perché è indispensabile che il Presidente Crocetta condivida con l'Assemblea la sua agenda politica."
"La crisi in atto - conclude Figuccia - può essere l'occasione per un cambio di passo, che non sia giocato sul numero degli assessori e delle poltrone, ma sui temi concreti soprattutto in materia di sviluppo, sostegno alle imprese e occupazione, con l'avvio delle riforme più volte annunciate."

Bartoluzzo "Tra musica e poesia". Serata al Circolo Pensionati di Lipari (parte 5 di 5)

Serata in onore di Bartoluzzo. Ci scrive Girolamo Casali

Caro Salvatore,
Ho visto proprio adesso il video ( 4 di 5 ) non trovo parole per fare a voi tutti grandissimi complimenti ! Siete stati tutti bravi ! Mi hai riportato tantissimi anni indietro...al punto di farmi commuovere!
Ho sentito per la prima volta la " voce " del caro amico Salvatore Naso  “Bellissima”, della cara Laura Lo Ricco che mi ha informato di questa "trasmissione " in onore di mio cognato Bartoluzzo !
A tutti voi un grazie particolare !
Vedo che Bartoluzzu sará una persona indimenticabile.
Grazie alla signora Caterina Conti, grazie a Carmelo Travia, a Giovanni Giardina, a Salvatore Portelli e figlio! Insomma a tutti !
Bravo anche a te, alla tua iniziativa, da questo vedo quanto eri attaccato a Bartoluzzo !
Avrei voluto essere anche io con voi..ma questa maledetta lontananza non me l'ha permesso!
Vi abbraccio tutti, dicendovi grazie, per avermi portato indietro...e grazie perche nessuno di voi ha dimenticato mio cognato Bartoluzzo Ruggiero ! Ciao Lipari !
Girolamo Casali

Ripulita la sede stradale a Capo Rosso

E' stato effettuato in località Capo Rosso (vedi foto- all'altezza dello spazio dove si può avere una ampia visuale  di Canneto e di un  lido sottostante) un intervento di pulizia sulla sede stradale dove erano presenti sabbia e detriti. 
Come si ricorderà uno scooterista, a causa del notevole quantitativo di sabbia e detriti, la scorsa settimana
 è finito a  terra con il  suo scooter mentre procedeva in direzione Acquacalda.
Ha riportato una frattura al braccio, oltre ad una serie di profonde lacerazioni in varie parti del corpo, viso compreso.

A proposito del Consiglio Comunale del 23-24 settembre: l’Amministrazione Giorgianni non ha perso e non perde tempo (di M. Giacomantonio)

In merito al Consiglio Comunale di ieri 24 settembre ed a quanto emerso sui giornali on line bisogna ribadire quanto già detto ieri dal Sindaco nel corso della seduta a cominciare da respingere l’affermazione che su questo terreno l’Amministrazione sia rimasta inerte.
Quando si “raccomanda di predisporre con la massima celerità la delibera di approvazione del Regolamento sulla Disciplina dei controlli interni” sembra che ci si dimentichi che questo è già pronto da più di una settimana ed è stato già inoltrato alla Presidenza del Consiglio per la discussione e l’approvazione. Quindi il problema non è della Giunta ma del Consiglio.
Quando si raccomanda un’azione attenta e severa per il recupero dei crediti e per sconfiggere l’evasione a cominciare dalle bollette del servizio idrico ci si dimentica o si sconosce ( malgrado le comunicazioni avvenute a più riprese) che questa iniziativa è già in corso da mesi con risultati apprezzabili che fanno ben sperare.
Quando ancora, per non andare per le lunghe, si punta l’attenzione sulle partecipate ci si dimentica che questa amministrazione ha avviato il procedimento di chiusura già da molti mesi nominando i liquidatori per le società che risultano in perdita da almeno tre anni. Spetterà ai liquidatori svolgere con solerzia e professionalità i compiti che la legge affida loro e verificare se veramente esistano responsabilità, “lati oscuri”, reati contabili o addirittura penali da chiamare in causa, come pure è stato detto in Consiglio, la Corte dei Conti e la Procura di barcellona.. Nel pari tempo l’Amministrazione ha sollecitato il liquidatore della Eolie servizi spa di arrivare alla definizione del processo nel più breve tempo possibile. Ed a questo proposito è davvero singolare che anche chi oggi protesta per i tempi, certamente inferiori all’anno, che si stanno impiegando per la definizione dei procedimenti riguardanti in particolare Sviluppo Eolie srl e Gal Leader 2 Eolie, abbia tollerato che la liquidazione dei Eolie servizi si trascinasse addirittura oltre un decennio.
Michele Giacomantonio

Pubblicato sulla GURS il protocollo di intesa che regolamenta il trasporto dei farmaci per aliscafo

COMUNICATO
E’ stato pubblicato dalla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana del 20 settembre scorso il “Protocollo di intesa per assicurare il corretto rifornimento dei farmaci urgenti mediante mezzi navali veloci nelle isole minori della Regione Sicilia”. L’intesa è avvenuta fra l’Assessorato regionale della salute, l’Assessorato regionale delle infrastrutture e della mobilità, l’Associazione Distributori Farmaci (ADF), la Federfarma, la Compagnia delle isole spa e la Ustica Lines spa.
D’ora in poi i farmaci verranno trasportati in contenitori di polipropilene o materiale equivalente dalle dimensioni massime di cm.40 di larghezza, 60 di lunghezza e 40 di altezza, con eventuale presenza di elementi per il contenimento di ghiaccio secco o altri sistemi di refrigerazione e con idoneo sistema di chiusura di sicurezza dei singoli contenitori. I contenitori sigillati recheranno le indicazioni relative alle modalità di conservazione e di trasporto e devono portare evidenziato il  contenuto “farmaci urgenti”, il mittente, il destinatario e il relativo documento di trasporto posto dentro un’apposita busta trasparente. Le compagnie di navigazione riceveranno sulla banchina i contenitori in un numero massimo di quattro muniti di regolare titolo di viaggio e li custodiranno in un luogo idoneo e li consegneranno all’arrivo all’incaricato del destinatario.
Il protocollo di intesa, dopo la firma delle parti, è stato approvato con decreto interassessoriale (Assessorato della salute ed Assessorato delle infrastrutture) del 2 settembre 2013
"Signora straniera che parla benissimo l'italiano cerca lavoro come badante, pulizie anche ad ore, etc. Potete contattare il 3336330204"

COMUNE DI LIPARI: PROPOSTI SEI PROGRAMMI DI LAVORO PER I CANTIERI DI SERVIZI

COMUNICATO STAMPA
In merito alla Direttiva Assessoriale del 26 luglio 2013, relativa ai Cantieri di servizi - Direttiva di attuazione delle deliberazioni della Giunta regionale n. 202 del 6 giugno 2013 e n. 241 del 3 luglio 2013, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana il 23 agosto 2013, il COMUNE DI LIPARI rende noto che ha predisposto ed inoltrato al Dipartimento Regionale del Lavoro, dell’Impiego, dell’Orientamento, dei Servizi e delle Attività formative, la richiesta di finanziamento di sei programmi di lavoro per l’attivazione dei cantieri di servizi.
Nell’attesa di conoscere l’esito della valutazione dei suddetti programmi, il Sindaco e l’Amministrazione Comunale, vogliono informare la cittadinanza che per poter partecipare al bando per la selezione di taluni soggetti da inserire nei cantieri di servizi, devono sussistere determinate condizioni, vale a dire: devono trovarsi nello stato di disoccupato o inoccupato e che hanno presentato al Centro per l’Impiego competente per territorio la dichiarazione di disponibilità di cui al D.Lgs. 181/2000; devono essere soggetti di età compresa tra i 18 ed i 65 anni, residenti nel Comune di Lipari da almeno sei mesi alla data di pubblicazione dell’avviso di selezione ed in possesso di reddito comunque percepito e da chiunque erogato, non superiore ad € 442,30 corrispondente all’assegno sociale anno 2013.
Successivamente all’approvazione ed al finanziamento dei programmi di lavoro, il Comune provvederà a pubblicare apposito Bando, da affiggere all’Albo Pretorio e inserirlo nel sito istituzionale, per dare la massima pubblicità all’iniziativa, invitando i cittadini interessati a produrre istanza di partecipazione nei successivi 30 giorni dalla data di pubblicazione.
Il Consulente dell’amministrazione comunale
Dott. Alberto Biviano   

Costituita stamani a Messina la SRR delle Eolie

COMUNICATO STAMPA
Con riferimento alle disposizioni previste dalla legge regionale n. 9 del 2010 di riforma degli ATO, costituita stamattina, presso la sede della Provincia di Messina alla presenza del vice Prefetto e del Commissario per la Provincia, la SRR (Società per la regolamentazione del servizio di gestione rifiuti) delle Eolie. La SRR è formata dai quattro comuni eoliani; Presidente sarà il Sindaco di Lipari  e la sede della società sarà presso il Comune di Lipari.  Essendo i soci della SRR in numero di quattro in caso di parità nelle votazioni il voto del Presidente avrà valore doppio.
Nella stessa riunione è stato approvato lo Statuto della società e tutti i Sindaci si sono trovati d’accordo che, rispetto ad alcune incongruenze notate alla sua lettura, nelle settimane prossime verrà riproposta una sua rimodulazione.
Ricordiamo infine che secondo l'art. 1 della legge regionale istitutiva le principali finalità delle SRR stessa consistono nel prevenire la produzione di rifiuti e ridurne la pericolosità, promuoverne il riutilizzo, il riciclaggio ed il recupero per favorire la riduzione dello smaltimento in discarica, promuovere la raccolta differenziata, incrementare l'implementazione di tecnologie impiantistiche a basso impatto ambientale, ridurre la movimentazione dei rifiuti con l'ottimizzazione dello smaltimento in impianti prossimi al luogo di produzione, riconoscere il ruolo dei comuni quali responsabili del servizio erogato ai propri cittadini, perseguire l'equilibrio economico del servizio con le risorse pubbliche disponibili e con le entrate derivabili dalla riscossione.