Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

domenica 9 luglio 2017

L'editoriale - riflessione. Incendi, motocicli e cassonetti ribaltati o posti in mezzo alla strada. E se la "mano" fosse la stessa?

Incendi, motocicli e cassonetti ribaltati o posti in mezzo alla strada, bauletti di scooter forzati con caschi che hanno "preso il volo" stamane, lungo il periplo dell'isola di Lipari, potrebbero sembrare fatti, a prima vista, scollegati tra loro ma potrebbero, invece, avere una matrice comune. 
E’ chiaro che si tratta di una nostra ipotesi, che sicuramente è al vaglio anche degli inquirenti, ma tutto lascia pensare che Lipari, tra le quattro e le sei/sette del mattino abbia subito una specie di “aggressione” da parte di un gruppetto, più o meno numeroso di “balordi”, non necessariamente del posto, che spostandosi lungo il periplo dell’isola, presumibilmente con mezzi a due ruote, partendo da Sparanello (Canneto) e proseguendo per Acquacalda, Quattropani, Pianoconte, Annunziata e Lipari centro, hanno messo in atto tutta quella serie di episodi dei quali abbiamo trattato in altri articoli. 
Un "segnale", a nostro avviso importante, potrebbe essere rappresentato dai cinque/sei focolai d'incendio che, partendo da Acquacalda si sono sviluppati in direzione Quattropani, in un breve volgere di tempo, e ad alcune centinaia di metri uno dall'altro.
Comportamenti, oltremodo pericolosi, che hanno messo a repentaglio anche la pubblica incolumità. Basti pensare ai cassonetti spinti sino al centro della sede stradale o, in prossimità di una curva, così come si evince dalle diverse segnalazioni che ci sono giunte o sui post "postati" sulla pagina fb del nostro direttore.
Siamo, in ogni caso, di fronte ad esseri incivili e chiunque si si è reso protagonista di tali azioni criminali, per singolo o per gruppo di episodi, è auspicabile venga individuato (i carabinieri hanno già avviato le indagini del caso) e punito in modo esemplare. 
L'estate è ancora lunga e non vorremmo che simili o altri episodi di questa portata si ripetessero. Per questo urgono ulteriori controlli, specie nelle ore notturne. 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.