Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

domenica 11 giugno 2017

IL 13 GIUGNO A LIPARI I PESCATORI MANIFESTARANNO IL GRAVE STATO DI SOFFERENZA DELLA PESCA NELLE EOLIE

COMUNICATO

I pescatori delle Eolie chiedono l'approvazione della proposta di modifica del Piano di Gestione della pesca nelle Eolie presentato al MIPAF il 17 maggio 2017.
I Pescatori delle Eolie chiedono che lo sfruttamento delle risorse ittiche localizzate nelle isole Eolie deve dipendere da regole locali e non da un Ente amministrativo distante.
I pescatori delle Eolie intendono sviluppare un sistema di autoregolamentazione per evitare un approccio predatorio a una risorsa divenuta scarsa e per gli stessi in tutta evidenza fondamentale.
I pescatori delle Eolie chiedono che regole sorte localmente possono meglio incoraggiare la fiducia e la reciprocità e adattarsi a usanze e tradizioni locali.
I pescatori chiedono di continuare l'attività della pesca così come esercitata nelle Isole Eolie da oltre 150 anni: circa l'80%,delle proprie imbarcazioni nel periodo Aprile / Luglio, nella cattura in superficie dei grandi pelagici migratori (tonno, pesce spada, palamite, alalunga) e per la restante percentuale della marineria nella pesca del totano e delle altre specie pregiate (aragoste, cernie, scorfani, ecc….) e non si è mai registrata una carenza di quantitativi. Che il sovra sfruttamento, non è dipeso dalla piccola pesca costiera locale, bensì operato da una pesca industriale incontrollata, nel Mediterraneo, che ha determinato una sofferenza delle specie pelagiche migratorie tanto da attivare misure generalizzate di contenimento dello sforzo di pesca, che non hanno tenuto conto della piccola pesca locale artigianale.
Lo stesso Parlamento Europeo ha raccomandato alle Commissioni ed al Consiglio di adottare misure a sostegno della piccola pesca artigianale: "lettera O." considerando che la pesca artigianale, costiera e tradizionale è rispettosa dell'ambiente e costituisce il fondamento economico per la conservazione, lo sviluppo e l'occupazione delle comunità costiere insulari."
 Anche la "Conference ministérielle sur la durabilité de la pèche en Mediterranée" tenutasi a Malta il 30 marzo 2017 che al p.7 ha raccomandato di garantire alle popolazioni costiere i migliori modi di assistenza e contribuire alla loro stabilizzazione".
Lipari, 31 Maggio 2017
CO.GE.PA. Isole Eolie

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.