Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 4 febbraio 2016

Voto storico. Parlamento europeo riconosce “insularità” della Sicilia

Il Parlamento europeo ha riconosciuto stamattina la “condizione di insularità” per la Sicilia e la Sardegna. La risoluzione, proposta dall’europarlamentare del Ppe Salvatore Cicu e sostenuta da Michela Giuffrida (Sd), da Verdi, Sinistra Unitaria e  Cinquestelle, è stata votata con 495 voti a favore su 693 votanti.
Per Cicu si tratta di “un voto storico. Adesso – afferma – le  condizioni di svantaggio in cui le due regioni versano, sono un dato  concreto che si tradurrà in nuove risorse, più opportunità, più  diritti”. La risoluzione infatti richiama la Commissione europea a  dare applicazione all’articolo 174 del trattato sul funzionamento  dell’Unione che riconosce le condizioni di svantaggio per le regioni  insulari ma che fino a oggi è rimasto lettera morta.
“Le Isole sono tra i territori con le maggiori debolezze. Le caratteristiche strutturali e naturali rappresentano, al contempo, la loro straordinaria ricchezza e la loro più grande  debolezza – sottolinea Giuffrida – Qui la realtà è amara: la mobilità  è ridotta, il carburante costa di più, i produttori hanno maggiori  difficoltà ad esportare, i turisti ad arrivare. Questi svantaggi  possono diventare risorse e volano di sviluppo solo se c’è una forte  determinazione e volontà politica anche da parte della Commissione  europea”.
Tra le novità, anche “il superamento del principio del Pil come unico indicatore – afferma Cicu – La Commissione ora dovrà prendere in  considerazione elementi diversi dal Pil per garantire l’accesso alle  risorse europee da parte di Sicilia e Sardegna. Dovranno essere  destinati finanziamenti specifici per le due Regioni che compensino  gli svantaggi legati alla condizione di insularità”.
La risoluzione sollecita anche la creazione di un ‘desk per le isole’ con il compito, spiega l’eurodeputata Giuffrida, “di coordinare e  valutare le politiche per le regioni insulari e elaborare una  strategia per le Isole che preveda azioni concrete e obiettivi  specifici”.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.