Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 26 marzo 2019

Studenti di Canneto in visita al Circomare Lipari nell'ambito del progetto "Mare nostrum".



Studenti della 5 C di Canneto in visita quest'oggi al Circomare Lipari nell'ambito del " PROGETTO DI EDUCAZIONE CIVICA ED AMBIENTALE - MARE NOSTRUM - rivolto agli alunni della classe V della scuola Primaria di Canneto - I.C. Santa Lucia di Lipari  -  Ins. Mariangela Pastore.
Tra l'altro la stessa scuola è candidata a diventare una delle scuole "plastic free", progetto sostenuto da Marevivo e di cui la Guardia Costiera è partner.
Le insegnanti e gli alunni della 5 C della scuola Primaria di Canneto, ringraziano vivamente il Comandante e gli uomini della Guardia Costiera di Lipari per la bella esperienza che hanno regalato.

Ma ecco cosa prevede il "PROGETTO DI EDUCAZIONE CIVICA ED AMBIENTALE - MARE NOSTRUM"
INTRODUZIONE
“Se il Mito ha un cuore è nel Mediterraneo. Un mare epico,un mare di vita,di civiltà,di arte, di idee, di uomini. Un Mito che va curato nel corpo a volte stanco, provato, sporcato.”
Il progetto di educazione civica ed ambientale nasce dall’esigenza di ampliare la proposta formativa della scuola e in risposta ai bisogni formativi specifici emersi dagli alunni di classe quinta ed al particolare contesto in cui vivono, l’Arcipelago delle Eolie da sempre crocevia del Mediterraneo.
La legittimazione di tale proposta formativa,all’interno dei percorsi di apprendimento della scuola primaria è sostenuta dal fatto che nel PTOF si prevede che l’educazione ambientale e quindi anche l’educazione civica vengano intese non solo come informazione ma, anche, come trasmissione di valori. 
La visita al Circomare di Lipari mira a far conoscere la realtà di un’istituzione militare che,in particolar modo, in un territorio vasto come quello eoliano, con gli uomini ed i mezzi di cui dispone opera non solo per salvare vite umane ma,anche, per tutelare, valorizzare la più grande risorsa dell’Arcipelago dal 2000 patrimonio Unesco.
“La Guardia Costiera tutela l’equilibrio delicato di un ecosistema minacciato. Cerca le cure per un Mito che non può ,non deve morire”.
FINALITA’
L’insegnamento dell’educazione civica nonché di quella ambientale tende a garantire un percorso di crescita e di consapevolezza della propria identità personale e sociale. La scuola, affiancata anche da associazioni di volontariato come Marevivo, presente tutti gli anni nelle scuole eoliane con i suoi progetti,riveste un ruolo specifico in quanto ha il compito di fornire gli strumenti cognitivi ed emotivi indispensabili ad una vita ricca e soddisfacente.
Vi è quindi la necessità di coniugare l’informazione con la formazione, intervenendo attraverso un’azione educativa che non si limiti a fornire conoscenze ma, entri nella dimensione degli aspetti emotivi e relazionali.
Diviene cosi un’azione educativa che consente ai ragazzi di maturare atteggiamenti consapevoli verso se stessi,gli altri ed il territorio assumendo comportamenti responsabili in ogni sfera della dimensione umana.
ARGOMENTI
Conoscere l’ambiente marino, le particolari caratteristiche dell’Arcipelago eoliano.
I vulcani, Stromboli e Vulcano.
L’attività della pesca e la marineria eoliana.
L’inquinamento ambientale riferito in particolar modo a quello marino.
L’attività della Guardia Costiera in merito al :
• interventi d’emergenza in caso di calamità naturali,
• interventi di ricerca e salvataggio,
• recupero ed assistenza profughi,
• controllo acque territoriali,
• recupero e salvaguardia di specie marine protette ed in via d’estinzione,
• tutela delle coste e salvaguardia delle spiagge,
• controllare e disciplinare le reti da pesca e procedere al sequestro di quelle illegali,
• lotta all’inquinamento,
• assistenza e recupero di reperti archeologici,
• gli uomini addestrati ed i mezzi utilizzati.
METODOLOGIA
Negli interventi verrà utilizzato un approccio educativo mirato a valorizzare il confronto delle opinioni in un clima di rispetto reciproco.
Le metodologie didattiche attive saranno centrali nella conduzione del lavoro e prevederanno:lavori di gruppo,visione di filmati,questionari,riflessioni personali ed osservazione della realtà.
Verrà favorita una gestione efficace della comunicazione,valorizzata dall’ascolto attivo in linea con l’aspetto sociale.
TEMPI DI ATTUAZIONE
Secondo quadrimestre.
LUOGO
Scuola Primaria plesso di Canneto, Caserma del Circomare Lipari.
VERIFICA E VALUTAZIONE
Adulti: confronto diretto verbale
Ragazzi: controllo e confronto in itinere delle criticità emerse e delle positività individuate
RISULTATI ATTESI
L’apprendimento dipende della capacità che l’insegnante ha di suscitare l’interesse nell’allievo, di stimolarlo, di sollecitarlo, di offrirgli gli strumenti adeguati e sufficienti per farlo apprendere.
Vivere esperienze di questo genere significa porre il soggetto nelle condizioni di conoscere ed approfondire la storia, la cultura e l’ambiente del proprio territorio imparando a rispettarlo, tutelarlo e valorizzarlo conoscendo, anche, l’importanza del ruolo delle forze di polizia preposte.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.