Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 25 aprile 2018

APE VOLONTARIA, RITA, PENSIONI E LAVORI USURANTI. IL PATRONATO INAS CISL ILLUSTRA LE NUOVE OPPORTUNITÀ APPROVATE PER CONTENERE GLI EFFETTI DELLA LEGGE FORNERO. «FORMAZIONE CONTINUA PER ACCOMPAGNARE I BISOGNI DEI LAVORATORI E DELLE AZIENDE»

Ape volontaria, Rita, lavori usuranti e tutte le novità della riforma previdenziale. È stato un seminario di approfondimento molto partecipato quello tenutosi nel salone della sede della Cisl Mesisna e aperto ai delegati Rsu, Rsa e dirigenti sindacali della Cisl che hanno potuto conoscere le ultime novità e le opportunità in termini di tutele previdenziali per i lavoratori. Una presenza numerosa che testimonia come questi siano diventati argomenti cruciali all’interno del mondo del lavoro e l’obiettivo dell’iniziativa è stato duplice. «Intanto – ha spiegato il segretario regionale Cisl Sicilia Sebastiano Cappuccio – vogliamo rendere informati i lavoratori di quanto il sindacato ha ottenuto in questo ultimo anno e mezzo per contenere gli effetti della Legge Fornero. Grazie al confronto con il Governo siamo riusciti a negoziare i livelli di uscita per i pensionamenti che la Fornero ha spostato in avanti, riconducendoli ai limiti attuali per molte categorie».
A spiegare gli istituti dell’Ape volontaria, della Rita e la nuova normativa che riguarda i lavori usuranti è stata la responsabile provinciale del Patronato Inas Cisl, Silva Brunetto.
«Un importante riconoscimento ottenuto è quello con l’allargamento delle categorie interessate al lavoro gravoso – ha sottolineato Cappuccio – perché si evidenzia che non tutti i lavori sono uguali. Quindi l’ampliamento delle condizioni di anticipo pensionistico, sia sociale che volontario, e l’inserimento di nuovi criteri per la rendita integrativa temporanea, la cosiddetta Rita, che consente un forte sostegno all’accompagnamento pensionistico dei lavoratori».
Durante l’incontro è emerso come l’intesa raggiunta tra Governo e Sindacati porterà all’istituzione di un tavolo permanente che consenta ulteriori contenimenti degli effetti della Legge Fornero e dall’altra parte di affrontare la distinzione tra la pensione sociale e la pensione da lavoro, «tema fondamentale per ragionare in modo coerente sulla riforma del sistema previdenziale ed agevolare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro».
Diventano, quindi, di particolare importanza i confronti sul territorio con i lavoratori. «L’iniziativa di oggi fa parte un percorso avviato da tempo per la formazione dei quadri e dei dirigenti del sindacato – ha evidenziato il segretario generale della Cisl Messina, Tonino Genovese – con i nostri servizi e, su questi argomenti, con il Patronato, vogliamo accompagnare i bisogni degli iscritti alla Cisl, dei lavoratori e delle aziende affinché possano cogliere le opportunità offerte dalle modifiche che il sindacato è riuscito ad ottenere».

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.