Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta e Alessio Pellegrino.
Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com o s.sarpi@libero.it
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

venerdì 9 novembre 2018

Uomo di Panarea autore di violenza su 4 bambine non andrà in carcere. Ottiene sconto di pena in virtù del vincolo della "continuazione dei reati".

(Leonardo Orlando - Gazzetta del sud) Un uomo di Panarea, S.C., 39 anni, che per ben due volte ha patteggiato la pena di un anno e otto mesi di reclusione accumulando complessivamente 40 mesi di reclusione per i reati di abusi sessuali nei confronti di quattro bambine in vacanza sull’isola, ha ottenuto una sensibile riduzione della pena finale a causa del riconoscimento del vincolo della continuazione dei reati di violenza sessuale.
La decisione è stata presa dal giudice dell’udienza preliminare Fabio Gugliotta su richiesta dei difensori avvocati Simone Giovannetti e Salvatore Puleo. Per effetto di ciò, l’uomo, ai domiciliari dallo scorso 21 dicembre, è tornato in libertà perché ha ottenuto la sospensione della pena finale rideterminata a seguito del riconoscimento della continuazione in due anni di reclusione. L’imputato, a seguito dell’incidente di esecuzione effettuato ieri in Tribunale a Barcellona, non andrà in carcere per come previsto dalla legge per questo tipo di reati. I difensori hanno assicurato che l’uomo ha iniziato un ciclo di terapie presso il servizio di salute mentale dell’ospedale di Lipari. Le due sentenze di patteggiamento divenute definitive erano state emesse l'1 marzo 2017 ed il 28 marzo 2018. La prima si riferiva a gravi abusi sessuali commessi nel luglio del 2016 a Panarea ai danni di tre diverse bambine che si trovavano in una zona dove erano ancorate delle imbarcazioni. Il secondo episodio, avvenuto in epoca precedente, nel dicembre 2015, e scoperto solo successivamente, si riferiva ad abusi compiuti ai danni di una bambina di appena tre anni che sarebbe stata palpeggiata a seguito di un disgustoso “gioco del dottore”. I genitori della minore, che ignari avevano affidato temporaneamente la bambina all’uomo, si sono accorti solo successivamente perché la bimba, incontrando sull’isola l’uomo, ha avuto paura con conseguente crisi di pianto.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.