Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 13 dicembre 2007

LIPARI: UN CASO UMANO DA RISOLVERE

Una casa in locazione che abbia almeno tre stanze, oltre ovviamente ai servizi.
La sta cercando con tutta la forza possibile, che spesso è anche quella disperazione, un giovane manovale liparese, B.F.. Eppure, nonostante il suo impegno, la sua disponibilità a pagare una cifra “normale” non riesce a trovare una soluzione al suo problema. Tante le porte chiuse in faccia, tanti coloro disponibili ad affittare un qualcosa che somiglia ad una civile abitazione ma con prezzi da piena stagione turistica.
Eppure si tratta di un caso umano, di un atto di sensibilità nei confronti di una famiglia che si trova a fronteggiare una situazione drammatica, una di quelle che ti cambia inevitabilmente la vita.
B.F., sposato, tre figli, ha un bimbo di pochi mesi di vita che, sfortunatamente, ha dei gravi problemi di salute e necessita di vivere in una stanza sterile. Lontano dagli altri fratellini e da qualsiasi tipo di contatto che potrebbe pregiudicare definitivamente le sue possibilità di vita.
Il manovale liparese e la moglie, che sino ad oggi hanno vissuto in una casa con due stanze, non vogliano rinunciare a lottare per il loro bambino, chiedono soltanto di poter creare intorno a questi le migliori condizioni possibili. In un mondo dove troppo spesso i bambini sono oggetto di violenza e soprusi una famiglia “normale” può ancora sperare di vincere la sua “battaglia d'amore”?
E' un quesito che attende una risposta dai nostri concittadini, dalla pubblica amministrazione, dalla Chiesa.