Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

venerdì 7 giugno 2019

Riconosciuta responsabile dell'incidente che causò lesioni gravi ad un giovane di Lipari. Donna condannata.

Ha causato al giovane liparese, Antonio Giovenco, lesioni gravi, aggravate dal fatto di essere state commesse in violazione delle norme che disciplinano la circolazione stradale. 
Per questo motivo la signora Immacolata Li Donni è stata condannata,  presso la sezione distaccata del tribunale di Lipari dal giudice di pace, Davide La Rosa, alla pena di 700 euro di multa, oltre al pagamento delle spese processuali. 
La signora, alla quale sono state concesse le attenuanti generiche, è stata anche condannata, solidalmente alla società responsabile civile, al risarcimento della parte offesa, costutitasi parte civile, in una somma da determinarsi in sede civile, e ad una provvisionale pari ad euro 6.500, nonchè alle spese di costituzione che liquida in complessivi euro 1.500, oltre C.p.A, Iva e spese generali come per legge.
La vicenda risale al 16 Ottobre del 2015 quando -  così come ricostruito dal P.M. Federica Paiola nel capo d'imputazione - la signora Li Donni che, viaggiava sulla sua automobile, sulla direttrice Pianoconte - Lipari, in prossimità di una curva incrociava il ciclomotore su cui viaggiava, in senso opposto (Lipari - Pianoconte) Antonio Giovenco e dopo averlo abbagliato, invadendo la sua corsia, causava l'impatto del ciclomotore sulla parte anteriore sinistra dell'autovettura  e la successiva rovinosa caduta del giovane. 
A seguito della caduta, Giovenco riportò emorragia subaracnoidea post-traumatica, frattura composta della parete laterale e del pavimento dell'orbita sinistra, frattura temporo -parietale sinistra, frattura alla base della piramide nasale a destra.
Queste lesioni personali, secondo il P.M. che ha contestato alla signora il reato di cui all'art. 590, comma 2 e 3 del codice penale, sono state causate "per colpa, consistita in negligenza, imprudenza e/o imperizia e nella violazione degli articoli 140 e  143 del decreto legislativo 285/1992. Da qui la condanna.
La sentenza è stata emessa lo scorso 3 Giugno. Hanno difeso l'avvocato Giuseppe Cincotta per Giovenco, Angelo Paino per Li Donni.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.