Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 17 aprile 2019

REGIONE: GOVERNO INCONTRA DIRIGENTI SCOLASTICI A PALAZZO D’ORLEANS.

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha incontrato a Palazzo d’Orleans i dirigenti scolastici dei circa ottanta istituti dell’Isola - elementari, medie, licei, tecnici e professionali - che hanno ottenuto i finanziamenti nell’ambito della terza e quarta edizione del progetto “Leggo al quadrato”. Insieme al governatore era presente l’assessore all’Istruzione Roberto Lagalla e il dirigente generale del competente dipartimento regionale Salvo Taormina.
Il governo regionale ha messo a disposizione delle scuole circa undici milioni di euro per interventi finalizzati all’innalzamento dei livelli d’istruzione della popolazione scolastica siciliana. Si tratta di un progetto sperimentale, giunto alla quarta edizione, dedicato al potenziamento dei processi di apprendimento e finalizzato all’innalzamento delle competenze di base, all’avvio di attività didattiche di contrasto alla dispersione scolastica e al bullismo, all’apprendimento linguistico, all’identità siciliana e all’intrattenimento in tempo d’estate.
«La nostra azione politica -sottolinea il presidente Musumeci - deve promuovere la costruzione di un modello educativo finalizzato a risanare le attuali fragilità del mondo della scuola, intervenendo soprattutto nelle aree con il più alto tasso di dispersione scolastica, disagio sociale e povertà educativa. Occorre incidere prioritariamente nei territori più complessi, per non lasciare soli i docenti e le famiglie, perché il mondo della scuola è un pilastro fondamentale per la formazione del cittadino del domani e di quella che sarà la futura classe dirigente. L’interlocuzione con gli istituti scolastici e con le università è per il nostro governo uno strumento di lavoro indispensabile e la partecipazione di oggi lo dimostra».
Nel corso della mattinata sono stati molti i dirigenti scolastici che hanno portato una testimonianza significativa del loro lavoro e delle criticità che quotidianamente devono affrontare nei rispettivi territori. L’obiettivo di “Leggo al quadrato” è quello di potenziare i processi di apprendimento per gli studenti in italiano e matematica, a cui si aggiunge l’attivazione di moduli tematici su alcuni ambiti privilegiati, come: l’educazione civica e ambientale, la legalità, il patrimonio linguistico siciliano, le arti creative, lo sport, la musica strumentale e l’intrattenimento in tempo d’estate, iniziativa mai realizzata fino a oggi nelle strutture pubbliche.
«Stiamo lavorando in sinergia con le scuole per costruire un nuovo modello formativo – sottolinea l’assessore Lagalla - valorizzando sperimentalmente il tempo pieno, grazie all’accordo siglato con il Miur, ma anche mettendo in campo nuove opportunità grazie a bandi come questo. Il potenziamento disciplinare, ma anche l’introduzione di sperimentazioni didattiche e formative, fino all’impiego del tempo d’estate: ritengo che le proposte potranno dare una fotografia nitida, tanto delle criticità quanto delle opportunità, in modo da proseguire con interventi in grado di recuperare il gap che ancora ci separa dalle altre regioni italiane. È chiaro che tutto questo potrà realizzarsi anche attraverso un’azione congiunta con Comuni e Province rispetto alle necessità strutturali degli edifici e di tutto ciò che riguarda l’edilizia scolastica regionale».
Le scuole hanno partecipato in “rete”, includendo istituti siti nelle aree a rischio, così definite per tasso di abbandono scolastico e condizioni socio-economiche.
L’assessore Lagalla ha annunciato che il 15 maggio, giornata dedicata all’Autonomia siciliana, avrà luogo un momento di confronto tra la Sicilia e le altre Regioni a Statuto Speciale, in materia di educazione e formazione dedicato agli insegnanti e alle best practices degli allievi siciliani. Nel corso dell’incontro si discuterà di identità siciliana e della legge 9 del 2011, rivitalizzata attraverso un percorso formativo dedicato ai docenti e impartendo alle scuole nuove linee guida.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.