Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

lunedì 29 settembre 2014

Federalberghi Eolie insoddisfatta del piano finanziario della SRR. Così come per la convocazione del consiglio sulla TARI

COMUNE DI LIPARI 
Sindaco, Marco Giorgianni 
Assessore al ramo, Tiziana De Luca 
S.S.R ISOLE EOLIE 
Presidente, Marco Giorgianni 
CONSIGLIO COMUNALE 
Presidente, Adolfo Sabatini 
Oggetto: approvazione piano finanziario SRR e convocazione consiglio comunale per approvazione delle tariffe per l'anno 2014 e relativo schema di regolamento dell’Imposta unica comunale - Tassa sui rifiuti (TARI). 
A seguito della riunione urgente tenutasi questo pomeriggio in Lipari, Federalberghi Isole Eolie manifesta la propria insoddisfazione relativamente ai contenuti (almeno in parte) e al metodo adottato dal Comune di Lipari nella definizione del piano finanziario della SRR. 
Nel metodo, il piano, lascia a desiderare per la mancanza di un’adeguata concertazione con i componenti del consiglio comunale e con le parti sociali in generale. 
Nonostante le diverse richieste di serio confronto e gli incontri tenuti – uno col sindaco e un paio con l’assessore al ramo - non abbiamo mai avuto la possibilità di confrontarci su un documento che potesse ritenersi vicino all’essere definitivo. Ci siamo, pertanto, limitati a formulare delle osservazioni e delle indicazioni che ritenevamo e riteniamo, assieme ad altre, fondamentali per un’efficiente gestione del servizio e per l’ottenimento di quei vantaggi, per l’intera comunità, che sono connessi ad una moderna gestione del ciclo dei rifiuti. In ultimo, abbiamo quindi sottoposto all’attenzione dell’amministrazione le nostre osservazioni in data 31 gennaio 2014 ( http://bit.ly/1rvALEq ), senza purtroppo ottenere alcuna risposta in merito. 
A distanza di mesi, apprendiamo che il consiglio comunale ha provveduto ad approvare un piano finanziario che, visti tempi loro concessi, molto difficilmente, la maggior parte dei consiglieri comunali avrà avuto la possibilità di approfondire adeguatamente. Tale piano purtroppo non affronta in modo né esauriente né certo la questione che maggiormente ci sta a cuore: la possibilità di individuare e premiare economicamente gli utenti virtuosi ovvero coloro i quali differenziano maggiormente e meglio. 
Eppure di mesi a disposizione ce ne sono stati diversi. Avremmo sperato in un’amministrazione che, almeno su questo fronte, potesse lanciare il cuore oltre l’ostacolo, trasmettendo un segnale inequivocabile alla nostra comunità. Puntando a diventare un’eccellenza in materia di gestione del ciclo dei rifiuti. Non solo per un fattore meramente economico ma, soprattutto, per questioni di  carattere culturale. Sia per il rispetto che noi tutti, eoliani in primis, dobbiamo all’ambiente in cui viviamo sia perché ci sarebbe piaciuto poter comunicare agli operatori stranieri: siamo una destinazione verde e possiamo dimostrarvelo. 
Rimaniamo, inoltre, “perplessi” per la tempistica connessa alla convocazione, il 27 per il 29 settembre, del consiglio comunale per la conseguente approvazione quindi del regolamento e del relativo schema di tariffe relativo all’imposta unica comunale - Tassa sui rifiuti (TARI). Anche in questo caso, nutriamo seri dubbi sulla possibilità che i consiglieri – dato il lasso di tempo a loro disposizione - possano mai proporre qualcosa di innovativo sostanzialmente migliorativo rispetto al regolamento in vigore. Regolamento che presenta delle vistose lacune, come ad esempio la totale assenza di alcune categorie, e ampi spazi di confusione e iniquità come, ad esempio, l’applicazione delle riduzioni connesse alla stagionalità. 
Già nel 2011, a seguito di nostre sollecitazioni, la GF Ambiente (alloraconsulente del Comune di Lipari) – scrivendo all’ATO e allo stesso comune di Lipari (http://bit.ly/1uUzKEF ) - evidenziava, tra le varie proposte, quelle di: “ricalcolare la TARSU considerando le richieste, applicabili a norma di legge, di alcune categorie di utenze oggi penalizzate in rispetto dell’attuale regolamento comunale; 
individuare nuove classi di contribuenza; predisporre a livello sperimentale per alcune categorie o in alcune zone campione di sistema di raccolta con tariffa puntuale; analisi e conseguenti provvedimenti per individuazione del sommerso (elusione ed evasione); incentivazione alla raccolta differenziata ed eventuale inizio di programmazione per diminuire le quantità di rifiuti a smaltimento finale anche sviluppando sistemi impiantistici locali che migliorano l’attuale impatto ambientale”. Purtroppo, ad oggi, ci ritroviamo ancora, nelle stesse condizioni di 4 ani fa e, cosa ancora più grave, non sembra – almeno nel breve periodo – ponendo in essere interventi per un rapido aumento della differenziata e per una più equa e puntuale ripartizione dei costi del servizio. 
Nel reiterare le nostre istanze, auspichiamo che l’amministrazione locale si mostri maggiormente ricettiva ai messaggi provenienti dal territorio e dalle classi produttive nelle prossime, a nostro avviso necessarie, rimodulazioni del piano e dei relativi regolamenti. 
Cordiali saluti. 
Christian Del Bono (presidente Federalberghi Eolie)

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.