Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 14 ottobre 2015

Milazzo, l'acqua è tornata potabile. Chiesto lo stato di calamità naturale

Le analisi effettuate dall'Asp di Milazzo hanno dato esito negativo. L'acqua che esce dai rubinetti della città del Capo è tornata potabile.
I responsabili dell'Azienda sanitaria hanno informato il sindaco Giovanni Formica
L'ordinanza che, da sabato, vietava l'uso potabile dell'acqua è stata ritirata.
(ANSA) - MILAZZO (MESSINA) La giunta comunale di Milazzo ha approvato la delibera con la quale chiede al presidente della Regione di dichiarare, alla luce dell'esondazione del torrente Mela del 10 ottobre scorso, lo stato di calamità e di richiedere al presidente del consiglio dei ministri di proporre la dichiarazione dello stato di emergenza. Nella stessa delibera, inoltre, vengono richiesti contributi straordinari affinché si possa far fronte ai primi interventi come il ripristino della condotta idrica e la predisposizione di un piano per la messa in sicurezza del torrente esondato. Permane ancora l'ordinanza che vieta l'utilizzo dell'acqua proveniente dall'acquedotto comunale a causa della possibile presenza di fanghi e materiali dannosi per la salute. (ANSA).

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.