Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

domenica 16 aprile 2017

L'augurio di Don Lillo Maiorana della Basilica minore di San Cristoforo (Canneto)

Carissimi fratelli e sorelle delle comunità parrocchiali di Canneto, Acquacalda e Pirrera, fratelli e sorelle che ci seguite dell'Australia, amici tutti di facebook,
di fronte alle crisi, alle sofferenze, al distacco dalle persone care, alle paure che abitano il nostro cuore, la Pasqua, come una luce, entra dirompente nel profondo del nostro essere. 
Se ci sono tante piccole risurrezioni nella nostra vita è perché c'è la risurrezione di Cristo. Essa è la causa di tutte le risurrezioni.
Ci fu un momento in cui il grido: «È risorto!» risuonò per la prima volta nel mondo. Ci dice il Vangelo che, alle donne recatesi al sepolcro, il mattino di Pasqua, l'angelo disse: «Non abbiate paura! So che cercate Gesù, il crocifisso. Non è qui. È risorto». Possiamo immaginare cosa successe dopo queste parole: le donne si precipitarono, entrarono trafelate nel cenacolo e tutte insieme, confusamente, si misero a gridare: «È risorto dai morti!». La notizia della risurrezione cominciava così la sua corsa attraverso la storia, come un'onda calma e maestosa che niente e nessuno potrà più fermare fino alla fine del mondo.
Quest'onda sonora adesso raggiunge anche noi. Sono passati molti secoli ed essa risuona oggi limpida e fresca come la prima volta. «Non abbiate paura! Gesù, il crocifisso è risorto». Cristo, quindi, è vivo! Tocca a noi, ora, annunciare con gioia a tutti gli uomini la vittoria della vita sulla morte. Tocca a noi riaccendere la speranza nei cuori di chi ci sta accanto, perché ci è stata aperta una strada che niente e nessuno potrà mai chiudere. Questa notizia illumini la vita di chi ha il cuore avvolto nelle tenebre e nella disperazione.
Ecco, allora, il mio augurio pasquale: lasciatevi coinvolgere da questa "bella notizia" che è capace di dare una direzione alla nostra esistenza!
Auguri

Don Lillo Maiorana

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.