Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

venerdì 13 aprile 2018

Vento Eoliano presenta mozione a favore dei docenti siciliani ed eoliani delocalizzati al Nord

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI LIPARI
DR. GIACOMO BIVIANO
E p.c. AL SINDACO DEL COMUNE DI LIPARI
RAG. MARCO GIORGIANNI

PROT.  – X  -2018-

MOZIONE A FAVORE DEI DOCENTI SICILIANI ED EOLIANI DELOCALIZZATI AL NORD

I  sottoscritti Consiglieri Comunali del Comune di Lipari, gruppo “Vento Eoliano con Rizzo Sindaco” :
-          Annarita Gugliotta, nella qualità di Capo gruppo
-          Francesco Rizzo, Consigliere Comunale
-          Franco Muscarà , vice Capo gruppo

Premesso che
-          Il piano di assunzioni previste  dalla Legge n. 107/2015 , la cosiddetta “Buona scuola”,  ha causato il trasferimento di molti insegnanti siciliani verso il Nord.

-          Tale Legge  purtroppo ha destabilizzato numerose famiglie a causa della dislocazione di molti docenti  in regioni del Nord Italia, a chilometri di distanza dai propri affetti. Difatti nonostante le proteste degli insegnanti, le procedure per l´assegnazione delle cattedre sono avvenute senza tener conto delle esigenze familiari ed organizzative. Ci si è affidati ad un algoritmo per imporre i trasferimenti , condizionando intere comunità e creando notevoli


disagi sia ai docenti che agli alunni, pregiudicando così anche l’offerta formativa.

-          Il diritto all’istruzione degli studenti eoliani  spesso viene mortificato a causa di un sistema scolastico che non valuta le peculiarità territoriali del nostro Arcipelago , rischiando così sia  la  mancanza di continuità didattica  e un’offerta formativa non adeguata , dunque un forte disagio sociale .                      Difatti, frequentemente intere famiglie residenti nelle Isole minori , vedi Stromboli, Alicudi e Filicudi, Panarea e Vulcano , sono costrette a trasferirsi sulla terraferma o a Lipari  per la durata di tutto l’anno scolastico.

-          Nell’ottobre scorso il Consiglio Comunale di Lipari ha organizzato un corteo a difesa del diritto all’istruzione degli studenti eoliani, manifestazione nella quale si chiedeva di dare attuazione alle disposizioni relative alle scuole in situazioni disagiate o che venisse concessa un’ apposita deroga per gli Istituti scolastici delle Isole Eolie .

Preso atto
-          Della “ Piattaforma programmatica degli insegnanti siciliani”, che contiene le istanze di migliaia di docenti, appartenenti a gruppi e comitati, trasferiti al Nord per gli effetti del piano assunzioni della Legge 107/2015 .
-          Che la Piattaforma dei docenti siciliani  richiede il rientro degli insegnanti trasferiti al Nord anche attraverso la formazione di un tavolo tecnico al Miur con una rappresentanza di docenti in mobilità e un piano di rientro definitivo, da realizzare entro la fine del prossimo anno scolastico, con emendamenti da presentare dentro la legge di Bilancio.
 I sottoscritti consiglieri comunali con la presente mozione

Chiedono
-di impegnare l’Amministrazione ad intraprendere tutte le soluzioni possibili e le iniziative per l’attuazione di un organico che sia utile al miglioramento dell’offerta formativa nel nostro Arcipelago;  chiedendo che venga concessa una deroga ad hoc per gli Istituti Eoliani,  in considerazione delle caratteristiche territoriali del nostro arcipelago  e delle esigenze formative degli alunni delle Isole minori.

- di interpellare il MIUR  al fine di prevedere un piano di rientro degli insegnanti eoliani e siciliani, anche attraverso l’istituzione di un tavolo tecnico con una rappresentanza di docenti in mobilità;

- di inoltrare la presente mozione al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Presidente del Senato, al Presidente della Camera dei Deputati e ai Presidenti dei gruppi parlamentari della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca,  al Presidente della Regione Sicilia , al Consiglio Regionale siciliano e all’Assessorato Siciliano  dell’Istruzione e della formazione, all’ Ufficio Scolastico Regionale di Palermo, al Presidente del Parlamento Europeo e al Direttore Generale Unesco.

Si chiede al Presidente del Consiglio Comunale di inserire tale mozione all’ordine del giorno del primo Consiglio Comunale utile.

Cordialmente
I sottoscritti
D.ssa Annarita Gugliotta
Avv. Francesco Rizzo
Rag. Franco Muscarà

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.