Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

lunedì 25 ottobre 2010

La tariffa comunale Tia non è soggetta a Iva

La Tariffa di Igiene ambientale (Tia), che ha sostituito la Tarsu in molti comuni, è un tributo e pertanto non è soggetta a Iva.
Con queste motivazioni la Commissione Tributaria regionale ha annullato una cartella esattoriale di 38 mila euro emessa dalla Serit nei confronti della Framon Hotels.
La cartella era stata emessa per conto della GE.S.A. AG2 spa che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti nell'agrigentino e riguardava la gestione di un albergo nel 2005. La Framon, assistita dal professor Angelo Cuva e dall'avvocato Chiara Gioè, aveva presentato e vinto un ricorso davanti alla Commissione Tributaria provinciale di Agrigento.
La Gesa fece appello alla Commissione Tributaria regionale che nei giorni scorsi ha confermato la decisione di primo grado (sentenza 105/25/10, presidente Rizzo).
Una sentenza destinata ad aprire numerosi contenziosi

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.